close

Enter

Log in using OpenID

95. AteneoNew n.62 del 11_09_2014

embedDownload
________________________________________________________________________________
News n. 62 del 11 Settembre 2014
In questo numero:
IN PRIMO PIANO
Selezione tutor per attività di tutorato presso l’Università degli studi di Palermo per l’Anno Accademico 2013/2014
NOVITÀ UNIPA
Riscoprire la tipicità: l’Università degli studi di Palermo “ritrova” il pane tipico di Piana degli Albanesi
BANDI – CONCORSI– OPPORTUNITA’
Contratti ire la biblioteca del futuro
Concorso per donne creative e attive negli ambiti della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico
Corsi di Dottorato di Ricerca XXIX ciclo – Anno Accademico 2013/2014 con sede amministrativa presso l’Università
degli Studi di Bari Aldo Moro
Master Class in “Finanziamenti europei e europrogettazione”
Premio Alvise Cornaro
Asso Monitor e Università di Tor vergata: “1°Corso teorico-pratico di base sulle GCP (Good Clinical Practice)”
Porada international Design Award 2014
Novartis Biotechnology Leadership Camp 2014
Master in economia e gestione della comunicazione e dei media a.a. 2014/2015
Premio Anna Cenerini Bova
INCONTRI, CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI
A Ingegneria il “Ferrari Tribute to Targa Florio 2014”
Ciclo di seminari su "Writing and Cultural Memory in Contemporary English Literature"
Convegno su “Anticorruzione e Sanità: casi a confronto”
Anniversary of the Magna Charta Universitatum
Incontro culturale alla Biblioteca Link Campus di Roma
ECO DELLA STAMPA
Giannini: “Dopo la riforma della scuola, si passa a università e ricerca”
In G.U. la nuova legge sulla cooperazione internazionale allo sviluppo: università chiamate a collaborare
_________________________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. Selezione tutor per attività di tutorato presso l’Università degli studi di Palermo per l’Anno Accademico 2013/2014
Nell'ambito delle iniziative mirate al tutorato universitario rivolto agli studenti dell'Università di Palermo
durante tutto il corso di studio, è indetta la selezione, per soli titoli, per l'attribuzione di n. 8 posti di
tutor universitario, per l'incentivazione delle attività di tutorato per l'A.A. 2013/2014.
Per essere ammessi alla selezione occorre essere iscritti nell’A.A. 2013/2014 presso l’Università degli
Studi di Palermo ad uno o più dei seguenti corsi: Laurea magistrale (con esclusione degli iscritti alle
lauree a ciclo unico), Dottorato di ricerca (con esclusione degli iscritti presso Atenei consorziati), Scuola
di specializzazione per le Professioni Legali, Scuola di specializzazione dell’area sanitaria non medica,
Corsi di tirocinio Formativo Abilitante. Gli interessati potranno presentare la domanda di partecipazione
alla selezione, soltanto per la ex Facoltà presso la quale hanno conseguito la laurea.
La domanda di partecipazione alla selezione, redatta sull’apposito modulo allegato, indirizzata al Magnifico Rettore - Centro di
Orientamento e Tutorato, Servizio Protocollo - Piazza Marina, 61 – 90128 Palermo dovrà essere presentata direttamente al Servizio
Protocollo dell’Amministrazione centrale, nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 13, entro il 23 settembre 2014 o spedita a
mezzo raccomandata con avviso di ricevimento o tramite posta certificata (PEC) inviando, da un indirizzo PEC personale, una E-mail
all’indirizzo [email protected]
Alla domanda dovrà essere allegata, la seguente documentazione: curriculum vitae, debitamente sottoscritto; copia fotostatica di un
documento d’identità; attestazione del possesso di uno dei titoli richiesti per l’ammissione alla procedura selettiva, con l’indicazione, per la
Laurea, della votazione finale, del Corso di Laurea e dell’Università presso la quale è stata conseguita. Facoltativamente: formazione post
lauream (Master universitario di 1° e 2° livello; corso di perfezionamento; Scuola di specializzazione) e altri titoli ritenuti utili.
I dottorandi di ricerca dovranno altresì produrre, non più tardi della data in cui i vincitori saranno chiamati a prestare l’attività di tutorato,
l’autorizzazione del Collegio dei Docenti del corso di dottorato, con l’avvertenza che la mancata autorizzazione comporta l’impossibilità di
sottoscrivere il contratto di tutorato.
L’impegno di ciascun tutor è previsto per un totale di n. 250 ore. Sarà erogato un compenso lordo di 12,50 euro per ciascuna ora di lavoro
(compenso lordo complessivo di 3.125,00 euro).
Tale compenso è compatibile con la fruizione delle borse di studio erogate agli iscritti ai corsi di Dottorato ed alle Scuole di Specializzazione
dell’area sanitaria non medica nonché con quelle erogate dall’ERSU; è incompatibile con le attività di collaborazione studentesca a tempo
parziale, con il servizio civile e con le attività di tutorato presso strutture private, che preparano ai corsi di studio universitari, che verranno
svolte nell’a.a. 2014/2015.
I tutor dovranno svolgere i seguenti compiti: supporto all’approccio metodologico allo studio; consulenza per la scelta e l’elaborazione della
tesi di laurea; consulenza per studenti che non sostengono esami da oltre dodici mesi; attività propedeutiche, didattico-integrative e di
recupero delle discipline curriculari con particolare riferimento a quelle che incidono sui ritardi di carriera; attività di tutorato alla pari.
NOVITÀ UNIPA
1. Riscoprire la tipicità: l’Università degli studi di Palermo “ritrova” il pane tipico di Piana degli Albanesi
Quali sono le caratteristiche che rendono “tipico” un prodotto da forno? E, soprattutto, esiste un pane tipico
prodotto nel pieno rispetto dei processi tradizionali? A queste domande ha risposto un gruppo di ricercatori
dell’Università degli Studi di Palermo, guidato dal prof. Baldassare Portolano, responsabile scientifico del progetto
“Applicazione di biotecnologie molecolari e microrganismi protecnologici per la caratterizzazione e valorizzazione
delle filiere lattiero-casearia e prodotti da forno di produzioni tipiche”, finanziato nell’ambito del PON Ricerca e
Competitività 2007/2013.
Partendo dal presupposto che il consumo di prodotti tipici rappresenta ormai una concreta risposta alla ricerca di
autenticità da parte di un consumatore costantemente preoccupato della sicurezza delle proprie scelte alimentari,
uno degli obiettivi del progetto era infatti quello di “riscoprire” le caratteristiche tipiche, non soltanto aromatiche, di
un pane che – come la pagnotta di piana degli albanesi – aveva subito negli ultimi anni un calo delle vendite, a causa della perdita del suo
carattere di tipicità, non più riconosciuto dagli abitanti del territorio Il lavoro è partito dalla caratterizzazione microbiologica delle farine
locali, che sono state campionate subito prima del processo di fermentazione, allo scopo di fotografare la popolazione microbica in esse
presente al momento della trasformazione in impasto. Dato che uno degli elementi che conferisce tipicità al pane di Piana degli Albanesi
ècostituito proprio dal Processo di produzione tradizionale, tramandato nel corso del tempo di generazione in generazione, le farine sono
state trasformate seguendo l’antico metodo della fermentazione naturale, che non solo avrebbe conferito al pane un sapore e un odore
“tradizionale”, ma l’avrebbe anche reso più digeribile.
A questo punto, i ceppi appartenenti al gruppo dei batteri lattici, principali responsabili del processo di “lievitazione naturale”, sono stati
isolati, caratterizzati a livello genetico, tramite analisi di Dna, e sottoposti a vari test tecnologici per valutarne le performance durante il
processo di trasformazione. Quindi, tra questi batteri sono stati individuati alcuni ceppi eterofermentanti, capaci non soltanto di produrre
acido lattico, ma anche acido acetico e anidride carbonica, caratteristiche “tipiche” dei batteri utili per una lievitazione naturale ottimale, in
grado di influenzare positivamente l'odore e il sapore del pane.
“Nello specifico - dice Luca Settanni, ricercatore di microbiologia agraria impegnato in prima linea in questo progetto - i batteri utilizzati
durante lo scale-up del processo sono stati Leuconostoc citreum PON10079 e PON10080 e Weissella cibaria PON10030 e PON10032, in
quanto caratterizzati dalle migliori performance tecnologiche in vitro. Questi microrganismi sono stati quindi dapprima impiegati su farine
locali sottoposte a sterilizzazione mediante raggi gamma per valutare le loro potenzialità in vivo, in assenza di batteri competitori.
Successivamente, i batteri lattici selezionati sono stati testati con farine utilizzate a livello industriale, in condizioni reali e su grandi
volumi”. Dopo la verifica dei parametri chimico-fisici e microbiologici, a livello di laboratorio, il pane ottenuto dall'impasto fermentato
naturalmente è stato messo in produzione. Grazie a tale progetto, la produzione del pane di Piana degli Albanesi a lievitazione naturale,
nell’ultimo anno, è molto richiesta: “il pane adesso – sostiene un anziano del luogo – ha il sapore e l’odore di una volta”, oltre a
un’alveolatura uniforme, a un volume maggiore e a una digeribilità migliore.
Un progetto all’avanguardia, dunque, quello finanziato dal MIUR e portato avanti dall’Università degli Studi di Palermo, in grado di generare
un impatto positivo, non solo economico ma anche sociale, sul territorio. È innegabile, infatti, che l’individuazione delle caratteristiche che
rendono tipico un prodotto alimentare rappresenta il primo passo di un processo di valorizzazione volto sia ad incrementare la competitività
di un territorio sia a rafforzare l’identità e la cultura locale di cui quel prodotto è espressione.
2. Su Facebook il gruppo “Unipa Musica”
Vera Unti, studentessa di Ingegneria dell'Università degli Studi di Palermo, diplomata in violino al conservatorio di Palermo, ha creato su
Facebook il gruppo “Unipa Musica”. “Lo scopo – afferma la studentessa palermitana – è stato formato per individuare eventuali studenti,
professori, ricercatori, dottorandi, assegnisti, personale tecnico - amministrativo di UniPa, che professionalmente o a livello amatoriale
dedicano, o hanno dedicato nel passato, alla musica parte della loro impegnata vita universitaria”.
L'obiettivo che si propone Vera Unti, sarebbe quello di creare un'orchestra dell'Università, o più formazioni ridotte, in base al numero dei
componenti e alla tipologia degli strumenti che riusciamo a trovare.
Gli
interessati
possono
inviare
un
messaggio
privato
su
Facebook
a
Vera
Mente
oppure
una
E-mail
a [email protected] lo strumento suonato e le esperienze in campo musicale.
BANDI – CONCORSI – OPPORTUNITA’
1. Concorso per donne creative e attive negli ambiti della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico
Valorizzare i successi professionali di donne creative ed attive negli ambiti della ricerca, dell’innovazione e del
trasferimento tecnologico è ciò che si prefigge il Premio ITWIIN 2014. Il premio è suddiviso nelle seguenti
categorie: Migliore Inventrice; Migliore Innovatrice; Donna Eccezionalmente Creativa; Alta Formazione. Le
vincitrici riceveranno un attestato di riconoscimento, servizi di mentoring e tutoraggio e l’automatica
candidatura al Premio Europeo EUWIIN.
Il Premio si rivolge a donne di nazionalità italiana o residente e operante sul territorio nazionale che siano:
Imprenditrici, Libere Professioniste, Ricercatrici o Ricercatrici-Imprenditrici.
I settori da considerare sono: tutti i campi scientifici, ingegneristici, tecnici e tecnologici, con particolare
riferimento a Salute e Life Sciences, ICT, Energia, Ambiente, ma anche Arte e Artigianato, Moda, Design, Formazione. La partecipazione al
concorso
prevede
l'invio
del
modulo
di
candidatura
entro
il
21
settembre
2014,
all'indirizzo: [email protected] oppure: [email protected]
Info: www.itwiin.it
2. Corsi di Dottorato di Ricerca XXIX ciclo – Anno Accademico 2013/2014 con sede amministrativa presso l’Università degli
Studi di Bari Aldo Moro
L’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, ha istituito per l’anno accademico 2013/2014, il XXIX ciclo dei Corsi di Dottorato di ricerca.
Possono partecipare al concorso di ammissione ai Corsi di dottorato di ricerca, senza limitazioni di età e di cittadinanza, coloro i quali
abbiano conseguito uno dei seguenti titoli: Diploma di laurea vecchio ordinamento (il cui corso legale abbia durata almeno quadriennale);
Diploma di laurea specialistica o magistrale, Titolo accademico equipollente conseguito presso Università straniere.
Possono, altresì, presentare domanda di partecipazione alla selezione anche coloro i quali conseguiranno, entro il 22 settembre 2014, il
titolo idoneo all’accesso al dottorato di ricerca.
Le domande di ammissione vanno compilate, entro il 15 settembre 2014 online.
Info: http://www.uniba.it/ricerca/dottorati
3. Master Class in “Finanziamenti europei e europrogettazione”
IDP European Consultants, società di consulenza, lancia la 40° edizione del Master Class in “Finanziamenti europei e europrogettazione”
che avrà luogo a Bruxelles, dal 18 al 21 novembre 2014. L’iniziativa è svolta in collaborazione con l’Ufficio di Bruxelles dell’Agenzia per la
Promozione all'Estero e l'Internazionalizzazione delle Imprese Italiane, presso cui si svolgeranno le lezioni.
Si tratta di un training intensivo per comprendere il meccanismo dei finanziamenti europei e acquisire metodologie e strumenti di
progettazione consolidati per progetti di successo per la programmazione 2014-2020. Quest’ultima prevede una vasta serie di opportunità
di finanziamento per le imprese, le autorità locali, università, centri di ricerca e il terzo settore.
Info: www.idpeuropa.com - www.ice.gov.it
4. Premio Alvise Cornaro
Il Centro Studi Alvise Cornaro di Padova, bandisce il “Premio Cornaro”, allo scopo di sostenere e favorire la ricerca scientifica nell’ambito
degli studi sull’invecchiamento e di promuovere una cultura dell’invecchiamento attivo. Il Premio di 5.000 euro, sarà assegnato a chi ha
svolto rilevanti contributi di ricerca scientifica ottenuti nel corso dello scorso triennio.
Le candidature al Premio devono essere presentate da Presidenti e rappresentanti effettivi delle maggiori Accademie; Presidi di Facoltà,
Direttori di Dipartimento, Professori delle discipline oggetto delle ricerche candidate o di discipline affini, appartenenti a Università e
Politecnici; Direttori di Istituti e Centri di Ricerca, pubblici o privati. Il termine per la presentazione delle candidature scade il 15 ottobre
2014.
Info: www.alvisecornaro.org - E-mail: [email protected]
5. Asso Monitor e Università di Tor vergata: “1°Corso teorico-pratico di base sulle GCP (Good Clinical Practice)”
L’Associazione italiana dei Clinical Monitor organizza il 1° Corso teorico – pratico di base sulle GCP (Good Clinical Practice), che si svolgerà
dal 20 al 22 ottobre 2014, presso Campus X dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. L’iniziativa mira a diffondere la conoscenza
delle GCP approvate dall’ICH (International Conference on Harmonization) e la capacità di applicarle e di verificarne il rispetto a coloro che
desiderino operare o già operino nel settore delle sperimentazioni dei medicinali, dei prodotti alimentari e dei dispositivi medici; inoltre, si
vogliono diffondere le conoscenze necessarie per il conseguimento dei requisiti previsti dalla norma volontaria UNI (Ente Nazionale Italiano
di Unificazione), in corso di approvazione, per l’esercizio dell’attività di Clinical Monitor.
I destinatari sono Monitor/Auditor in formazione per sperimentazioni dei medicinali, dei prodotti alimentari e dei dispositivi medici;
sperimentatori e co-sperimentatori profit e no - profit; medici, biologi, farmacisti, infermieri ed assistenti sanitari.
Info: http://www.seadam.it/2014/06/23/1corso-teorico-pratico-di-base-sulle-gcp-good-clinical-practice-20-21-22-ottobre-2014/
6. Porada international Design Award 2014
La Porada Arredi srl con POLI.design, Consorzio del Politecnico di Milano, bandisce un concorso internazionale di idee per l’individuazione di
concept innovativi sulle diverse tipologie di specchio (specchio da tavolo, da muro, a parete, specchiera, oggetto, struttura o complemento
d’arredo, autonomo o incorporato in un mobile, il cui elemento dominante sia costituito da una superficie riflettente), in cui sia prevalente
(ma non necessariamente esclusivo) l'uso del legno e che veicoli i valori e l'identità del marchio Porada. Il legno potrà essere abbinato al
metallo, vetro e altri materiali. Il concorso è suddiviso in due categorie: Professionisti e Studenti. Il montepremi totale è di 10.000.
Per la categoria professionisti: 1° premio 3.000 euro; 2° premio 2.000 euro; 3° premio 1.000 euro. Per la categoria Studenti: 1° premio
2.000 euro; 2° premio 1.200 euro; 3° premio 800 euro. Il termine per partecipare al concorso scade il 30 novembre 2014.
Info: www.porada.it - E-mail: [email protected]
7. Novartis Biotechnology Leadership Camp 2014
Prende il via dal 15 dicembre 2014, a Origgio, a Varese, presso la sede della Novartis, la seconda edizione italiana del Novartis
Biotechnology Leadership Camp.
Organizzato in collaborazione con l’IRCCS Istituto Clinico Humanitas, il workshop è dedicato alle biotecnologie e alla ricerca farmaceutica,
riservato a trenta tra i migliori ricercatori selezionati sulla base dei risultati accademici, delle esperienze professionali e delle attività extracurriculari.
Possono, partecipare al Novartis Biocamp 2014, coloro che non abbiano superato i 35 anni di età, al 31 dicembre 2014, che siano laureati
in biotecnologia, medicina, farmacia, scienze biologiche, chimica e tecnologie farmaceutiche e stiano attualmente seguendo un programma
di dottorato di ricerca o abbiano conseguito un dottorato di ricerca da non più di 5 anni o siano iscritti a una scuola di specialità o
specializzazione. I partecipanti saranno selezionati, oltre che per i loro curricula, anche in base ad un progetto di ricerca, afferente all’area
immunologica o oncologica.
Al termine del workshop, che comprenderà anche una competizione a squadre basata sulla soluzione di un case studi in ambito
pharma/biotech, verranno selezionati due vincitori, uno per l’area immunologica e uno per l’area oncologica, a cui Novartis offrirà il
supporto finanziario per la partecipazione ad un congresso internazionale e per una pubblicazione su un’importante rivista scientifica.
Le domande di partecipazione al concorso devono essere inviate entro il 15 ottobre 2014, all’indirizzo di posta
elettronica:[email protected]
Info: www.novartis.it/ricerca-scientifica/biocamp/Studi-ArchivioPier
8. Master in economia e gestione della comunicazione e dei media a.a. 2014/2015
I futuri dirigenti e professionisti nel mercato della comunicazione e dei media nascono ad Economia – Università di Roma Tor Vergata: un
anno di frequenza al Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media crea infatti persone in grado di affrontare le
tematiche economiche, manageriali, giuridiche e tecnologiche nel settore privato, pubblico, profit e non profit. Il Master universitario –
prodotto di alta formazione, con attribuzione di crediti e titolo legale - è ormai diventato in questi anni il focus di aggregazione di un più
complesso “sistema” di attività che svolgiamo nelle aree del marketing, comunicazione e media. Si tratta di formazione (istituzionale e su
committenza), ricerca (istituzionale e su committenza), eventi (istituzionali e in partnership) e pubblicistica.
Completano il percorso formativo previsti 12 workshop operativi e tre mesi di stage presso Aziende. Ogni anno accademico vengono
assegnate borse di studio aziendali in entrata a studenti meritevoli e, sulla base dei risultati degli esami di primo quadrimestre, tre premi di
studio aziendali.
Per candidarsi al primo colloquio valutativo – che si terrà il prossimo 23 ottobre 2014 presso la Facoltà di Economia - è necessario
compilare l’apposita domanda di ammissione on line, disponibile all’indirizzo www.economia.uniroma2.it/master/comunica&media
Ulteriori sessioni di selezione sono previste per il 20 novembre 2014 e per il 18 dicembre 2014.
Info: www.economia.uniroma2.it/master/comunica&media
9. Premio Anna Cenerini Bova
L'Associazione italo - albanese "Occhio Blu - Anna Cenerini Bova", in collaborazione con l’Unione delle Università del Mediterraneo
(UNIMED), ha istituito un premio annuale del valore di 2.000 euro destinato ai giovani albanesi, residenti in Italia e ai giovani italiani
impegnati nella promozione dei rapporti culturali tra Italia ed Albania. Il premio è dedicato a Anna Cenerini Bova, fondatrice dell’omonima
associazione.
L'iniziativa ha lo scopo di contribuire alla conoscenza e alla comprensione reciproca tra i due popoli, all'integrazione della comunità
albanese in Italia e al processo di avvicinamento dell'Albania all'Europa. Pertanto, il premio verrà assegnato al giovane che, con il proprio
impegno di ricerca e/o di lavoro, abbia contribuito alla crescita e alla conoscenza della cultura albanese e arbëreshë in Italia, allo sviluppo
dei rapporti interculturali tra Italia e Albania e al sostegno delle attività della suddetta associazione.
Per partecipare occorre essere in possesso di un’età non superiore ai 35 anni e inviare una relazione scritta attestante le esperienze
richieste, unita al proprio curriculum vitae, entro il 15 ottobre 2014 all’indirizzo: Premio Anna Cenerini Bova – Associazione culturale Occhio
Blu c/o Unimed (Unione delle Università del Mediterraneo) – Corso Vittorio Emanuele 244 – 00186 Roma.
CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI
1. A Ingegneria il “Ferrari Tribute to Targa Florio 2014”
Il Cavallino ha sempre un fascino particolare che si potrà ammirare anche quest’anno all’Università
di Palermo grazie alla manifestazione internazionale “Ferrari Tribute to Targa Florio 2014”,
organizzata dalla Scuola Politecnica e dal Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi dell’Università
degli Studi di Palermo.
Le Ferrari che parteciperanno alla kermesse saranno esposte dalle 10 alle 14.30 di venerdì 12
settembre presso il Museo ed il piazzale della Facoltà di Ingegneria.
Con l’occasione il Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi rimarrà aperto e sarà visitabile per
tutta la mattinata. L’evento sarà gratuito per i partecipanti.
2. Ciclo di seminari su "Writing and Cultural Memory in Contemporary English Literature"
Lunedì 15 settembre alle ore 9.30, presso il Museo Internazionale delle Marionette A. Pasqualino, la scrittrice di fama internazionale Marina
Warner, docente di “Letteratura Inglese” presso il Birkbeck College, University of London), terrà un seminario dal titolo: "Voices in the
Dark. Sisters and Secrets". Daranno il benvenuto alla scrittrice il prof. Girolamo Cusimano, presidente della Scuola delle Scienze Umane del
Patrimonio Culturale), la Prof. Laura Auteri (Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche), e il prof. Ignazio Buttitta, segretario
Generale dell'Associazione per la Conservazione delle Tradizioni Popolari - Museo Internazionale delle Marionette A. Pasqualino; presenta la
dott. Valentina Castagna, ricercatrice di Letteratura Inglese e introduce il prof. Elio Di Piazza, ordinario di Letteratura Inglese. Interverrà
inoltre la prof. Daniela Corona, già ordinario di Letteratura Inglese. L'incontro inaugura il ciclo di seminari su "Writing and Cultural Memory
in Contemporary English Literature", attività organizzata da Valentina Castagna, ricercatrice di Letteratura Inglese, Dipartimento di Scienze
Umanistiche nell'ambito del Progetto CoRi 2012 - Azione D. Gli altri incontri, tenuti sempre da Marina Warner e destinati principalmente ma non esclusivamente - a studenti e studentesse dei Corsi di Laurea in Lingue del Dipartimento di Scienze Umanistiche, si terranno
presso l'Aula Seminari dell'edificio 12, dal 16 al 22 settembre 2014.
Marina Warner è scrittrice e intellettuale di chiara fama che ha ricevuto numerosi riconoscimenti in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Medio
Oriente, solo tra i premi più recenti ricordiamo quelli ottenuti per il suo ultimo volume di critica Stranger Magic: Charmed States and The
Arabian Nights (Chatto & Windus, 2011; Harvard University Press, 2012): il National Book Critics Circle Award for Criticism (2012), il
Truman Capote Award for Literary Criticism (2013) e lo Sheikh Zayed Book Award (2013). L’iniziativa è frutto della collaborazione
instaurata nel corso degli anni tra Valentina Castagna, Daniela Corona (Ordinario di Letteratura Inglese, Università di Palermo) e Marina
Warner sulla base del comune interesse nell’ambito dei Women’s Studies e dei Post-colonial Studies, le cui prospettive critiche e teoriche
informano da anni i corsi di Letteratura Inglese tenuti dalle docenti. La scelta della tematica della memoria culturale nelle sue intersezioni
con il canone letterario e la narrativa contemporanea s'inscrive nel processo di formazione alle differenze di genere e di etnia tramite
l’insegnamento della letteratura inglese. La forte preparazione teorica e l’acume critico della Prof. Warner permetteranno di indirizzare
l’attenzione di studenti e studentesse sui processi di decostruzione dei tradizionali modelli di discriminazione di genere e di razza e sulle
forme di creazione di nuovi modelli rappresentativi.
3. Convegno su “Anticorruzione e Sanità: casi a confronto”
Venerdì 19 settembre 2014, alle ore 9, nella sala delle Capriate dello Steri, avrà luogo una Giornata di studio del gruppo di lavoro Sanità
dell’Osservatorio LKL su “Anticorruzione e Sanità: casi a confronto”.
L’evento organizzato dall’Osservatorio Controlli, Legalità e Trasparenza con il
patrocinio dell’assessorato regionale della salute e dell’Università di Palermo è valido ai fini della formazione professionale continua dei
Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili.
Per informazioni ed iscrizione: www.LkLead.com [email protected]
4. Anniversary of the Magna Charta Universitatum
Si riuniranno in Svezia, all’Università di Uppsala, per commemorare il 26° anniversario della Magna Carta Universitatum i circa 900
responsabili universitari provenienti da tutto il mondo, insieme a 388 rettori e ai numerosi leader politici. In un mondo universitario in
continua evoluzione, le questioni riguardanti l’integrità accademica risultano sempre più complesse e attuali. Quali sono i codici di condotta
del lavoro accademico? Qual è il valore dell’integrità accademica nella società in generale? Come possono le università rimanere sensibili e
indipendenti in relazione ai molti soggetti diversi che agiscono nel campo dell'istruzione superiore e della ricerca? Questi gli argomenti che
saranno affrontati al convegno intitolato” University Integrity Society’s Benefit”, in una serie di conferenze e workshop con relatori invitati
provenienti da diverse parti del mondo.
La cerimonia inaugurale si svolgerà il 18 settembre 2014, alle ore 15, presso Museo Gustavianum, dell’Università di Uppsala, in via
Akademigatan, ad aprirla sarà il Vice-Cancelliere di Uppsala Univeristy, il professor Eva Åkesson, ed il Presidente del Consiglio Magna
Charta dell'Osservatorio, il professor Sijbolt Noorda.
Info: http://www.uu.se/en/magnacharta
5. Incontro culturale alla Biblioteca Link Campus di Roma
Mercoledì 24 settembre 2014, alle ore 16, presso la Biblioteca Link Campus di Roma, di via Nomentana 335, avrà luogo la presentazione
del libro “La buona battaglia – Politica e bene comune ai tempi della casta”.
Insieme all’autore, Carmine Alboretti, saranno presenti il professore Carlo Pacella, docente della Link Campus University, il dottor Giovanni
D’Alascio e il professore Nicolò Mannino, rispettivamente segretario nazionale e presidente del Centro Studi Parlamento della legalità; il
Dottore Paolo Torresani, presidente di Centostazioni (Gruppo FS) e monsignor Mario Toso, segretario del Pontificio Consiglio della Giustizia
e della Pace.
ECO DELLA STAMPA
1. Giannini: “Dopo la riforma della scuola, si passa a università e ricerca”
Dopo essersi concentrato sulla scuola, il governo Renzi ha intenzione di varare una riforma anche per università
e ricerca. L’ha annunciato il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini intervenendo alla festa del Pd “Saperi
2.0”, tenutasi a Orvieto. Il presidente del Consiglio, del resto, ha sempre sottolineato l’importanza di rilanciare il
sistema dell’istruzione in Italia, un settore strategico per ridare competitività al Paese.
Dopo aver messo la scuola al centro del dibattito della società, il governo vorrebbe ottenere lo stesso risultato
anche per università e ricerca. “È un impegno del governo occuparsi anche di istruzione superiore e di ricerca,
con un metodo di rigorosa analisi dell’esistente, e di prospettiva, delle soluzioni per il futuro”, ha chiarito il
ministro Giannini. La riforma che l’esecutivo ha in mente affronterà una serie di problemi noti da tempo, che
contribuiscono ad affossare il sistema. Per quanto riguarda la ricerca, le criticità sono “un eccesso di burocratizzazione nelle regole di
accesso, di carriera e di interazione col resto del mondo” e la “mancanza di rinnovamento dei giovani ricercatori”.
In generale, sul fronte dell’università occorre “aumentare il tasso di laureati e migliorare le politiche sul diritto allo studio“. Un altra
battaglia che sta a cuore al ministro è quella del merito: in questo senso, la riforma prevedrà che una quota significativa del fondo di
finanziamento ordinario sia assegnato agli atenei in base ai risultati ottenuti nelle valutazioni dell’ANVUR.
Oggi una riforma di università e ricerca, ha evidenziato il ministro Giannini, non può ignorare nemmeno la necessità di sbloccare il
turnover: “Si fa meglio quando si è giovani, deve esserci un ricambio rapido e c’è bisogno che si possa iniziare a fare il ricercatore a 25
anni”. Così, si potrebbe anche abbassare l’età media dei docenti universitari, oggi decisamente alta.
Insomma, a detta del ministro il governo Renzi sembra deciso a intervenire in modo radicale e, se il progetto di riforma del governo
andasse in porto, anche università e ricerca potrebbero presto “cambiare verso”.
(www.universita.it)
2. In G.U. la nuova legge sulla cooperazione internazionale allo sviluppo: università chiamate a collaborare
Senza grande clamore mediatico, dopo 27 anni di tentativi in sei legislature, il 1° agosto la Commissione Esteri del Senato ha approvato
definitivamente, quasi all'unanimità, il ddl n. 1326-B recante "Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo",
pubblicata sulla GU (serie generale n. 199 del 28-8-2014) come Legge 11 agosto 2014, n. 125.
«Con questa riforma la cooperazione non sarà più solo "parte integrante" della politica estera, ma ne diventerà parte qualificante» ha
dichiarato il vice ministro degli Esteri Lapo Pistelli.
Con il nuovo testo si punta a una maggiore partecipazione degli stakeholder non istituzionali (società civile, profit e no profit), nel sistema
della cooperazione italiana e a un dialogo strutturato, mutuato dall'esperienza europea, fatto di un più stretto coordinamento tra gli attori,
una maggiore efficacia e minori sprechi e sovrapposizioni. L'obiettivo raggiunto consentirà di avere un numero più elevato di progetti a
bando, attraverso la valorizzazione del settore privato, favorendo la partnership con il pubblico, nel rispetto della legge, dei diritti umani e
delle norme della responsabilità sociale di impresa.
Queste le principali novità introdotta dalla legge:
- il Ministero degli Esteri, che cambierà nome in Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale (da MAE a MAECI), avrà la
funzione di regia politica, insieme al Parlamento;
- viene introdotta la figura del viceministro della cooperazione, quale riferimento politico nel Governo, e istituito il Comitato
interministeriale per la cooperazione allo sviluppo (CICS) con il compito di assicurare la definizione strategica, la programmazione e il
coordinamento di tutte le attività di cooperazione;
- nasce l'Agenzia italiana per la cooperazione, che avrà la gestione e il controllo delle iniziative di cooperazione e che godrà di autonomia
organizzativa, regolamentare, amministrativa, patrimoniale, contabile e di bilancio;
- viene introdotta la Cassa depositi e prestiti, il vero "braccio finanziario", con il compito di convogliare in Italia aiuti europei, migliorare
l'accesso, il controllo e il coordinamento alle iniziative finanziarie delle banche e dei fondi internazionali multilaterali;
- è prevista la partecipazione di un rappresentante dell'Università al nuovo Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo, che dovrà
essere istituito con decreto del MAECI (da adottare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge), uno strumento permanente
di partecipazione, consultazione e proposta.
L'art. 24 della nuova Legge parla espressamente anche delle università come soggetti della cooperazione allo sviluppo: «L'Italia favorisce
l'apporto e la partecipazione [...] delle Università [...] alle iniziative di cooperazione allo sviluppo», anche promuovendo collaborazioni
interistituzionali. La neo Agenzia italiana per la cooperazione può affidare anche alle Università l'«attuazione di iniziative di cooperazione
previste dalla presente legge o può concedere contributi per la realizzazione di proposte progettuali da essi presentate».
Le Organizzazioni non Governative hanno collaborato con il Parlamento durante l'iter della Legge e nel complesso hanno accolto
positivamente il testo, pur dichiarando di rimanere vigili sui decreti attuativi che, come afferma il Cini - Coordinamento Italiano Network
Internazionale "su alcune fragilità potranno fare la differenza".
(www.rivistauniversitas.it)
____________________________________________________________________________________________________
Per leggere tutte le News:
http://portale.unipa.it/amministrazione/rettorato/stf04/servizi/ateneonews/
Per leggere la Rassegna stampa:
http://portale.unipa.it/areastampa/home/servizi/rassegnastampa/
___________________________________________________________________________________
ATENEONEWS - Newsletter dell'Università degli studi di Palermo - anno XIII
Testata giornalistica registrata al n. 2 del 1/6 Febbraio 2002 presso il Tribunale di Palermo
Direttore responsabile: dr. Pino Grasso
Settore Comunicazione Istituzionale - Staff rettore - piazza Marina, 61 - 90133 Palermo
tel. 091/23893770 fax 091/329411
E-mail [email protected] - web sitehttp://portale.unipa.it/amministrazione/rettorato/stf04
_______________________________________________________________
Per ricevere la Newsletter, invia E-mail con "ISCRIVIMI" a: [email protected]
Per cancellarti, invia E-mail con "CANCELLAMI" a: [email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
689 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content