close

Enter

Log in using OpenID

Caterina Rizzo pdf

embedDownload
Coperture vaccinali e rischio
epidemie
Dr Caterina Rizzo
Istituto Superiore di Sanità
Verona, 28 Novembre 2014
Vaccinazioni: non facciamo passi indietro
Perché vaccinare
Le malattie infettive hanno almeno due cause
Necessarie
ma non singolarmente Sufficienti:
1 Esposizione all’agente eziologico
2 Stato di suscettibilità dell’ospite
Probabile via di diffusione del morbillo con la crescita delle
civiltà umane
Espansione dell’impero romano
c.200 AD
Sumeri
c.3000 AC
PRIMI CASI DI
MORBILLO
Città stato Greche
c.1000 AC
TIBET
DESERTO DEL GOBI
Japan
c.1000 AD ?
Città stato Italiane
c-300 AC
DESERTO DEL SAHARA
Civiltà egizia
c.1000-500 AC
Città stato orientali
c.1500 AC
Cina:
dinastia Han
c. 2200 AC
Civiltà Indù
c.2500 AC
Civiltà del Gange
c.1000 AC
Proporzioni di immuni che
interrompono la diffusione
Morbillo
Poliomielite
Parotite
Difterite
Rosolia
Vaiolo
Hib
95%
80-86%
75-86%
85%
83-85%
80-85%
70%
Poliomielite in Italia, 1939-2013
9000
Inizio della vaccinazione di massa
8000
7000
Numero di casi
6000
5000
Ultimo caso indigeno
Europa polio-free
4000
3000
2000
1000
1939
1941
1943
1945
1947
1949
1951
1953
1955
1957
1959
1961
1963
1965
1967
1969
1971
1973
1975
1977
1979
1981
1983
1985
1987
1989
1991
1993
1995
1997
1999
2001
2003
2005
2007
2009
2011
2013
0
Anno
Fonte: Ministero della Salute
Copertura vaccinale per POL3 in Italia, 2000-2012
Introduzione IPV
Fonte: Ministero della Salute
Numero di casi di tetano notificati in Italia, 1955-2009
Vaccinazione universale, 2° anno di vita
900
800
Vaccinazione universale, 1° anno di vita
700
Numero di casi.
600
500
400
300
200
100
0
Anno
Fonte: Ministero della Salute
Copertura vaccinale per DTP3 e DT-DTP3
Proporzione di immuni
necessaria per interrompere
la diffusione
Fonte: Ministero della Salute
Coperture vaccinali DT negli adolescenti in Italia (Icona
2008: coorte nascita 1992)
Fonte: ISS
Epatite B in Italia, 1985-2010
4000
3500
Numero di casi
3000
2500
2000
1500
1000
500
0
1987 1989 1991 1993 1995 1997 1999 2001 2003 2005 2007 2009
Anno
Fonte: Ministero della Salute
Andamento della CV per EpB3, 2000-2013
Proporzione di immuni
necessaria per interrompere
la diffusione
Fonte: Ministero della Salute
Numero di casi
Distribuzione delle malattie batteriche invasive per agente
eziologico e fascia di età. Italia, 2000-2013
Inclusione delle sepsi da
PNC nel sistema di
sorveglianza
900
800
700
600
500
400
300
200
100
0
2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
Anno
Streptococcus pneumoniae Neisseria meningitidis
Haemophilus influenzae
Fonte: CNESPS-ISS
Incidenza di malattia invasiva da N. meningitidis in
Italia, 1995-2012
0,7
Introduzione
MenC
Casi per 100.000 abitanti
0,6
0,5
0,4
0,3
0,2
0,1
Fonte: CNESPS-ISS
2012
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
2000
1999
1998
1997
1996
1995
0
Proporzione di bambini, nati nel 2010, vaccinati
contro per Men C e Pneumococco,
2012
Proporzione
di immuni
100
necessaria per interrompere
la diffusione
90
80
Anti-pneumo
70
60
50
40
30
20
10
0
Fonte: CNESPS-ISS
Anti-meningo
Copertura vaccinale per ciclo completo di vaccino
HPV, coorti di nascita 1997-1998-1999 (al 30/06/2014)
1997- 70,6%
CV > 70%
1998 – 70,3%
1999 – 71,2%
2000 – 69,7%
CV
< 70%
http://www.epicentro.iss.it/problemi/hpv/pdf/Aggiornamento_HPV_31122013.pdf -30/06/2014
CV vaccinali per morbillo, parotite e
rosolia 2000-2013 e rischio epidemie
Proporzione di immuni
necessaria per interrompere
la diffusione
Copertura vaccinale negli adolescenti per MPR nel 2008
(coorte di nascita 1992)
Proporzione di immuni
necessaria per interrompere
la diffusione
100
Copertura vaccinale (%)
90
80
70
60
50
1 dose
40
2 dosi
30
20
10
0
Morbillo
Rosolia
Parotite
Fonte CNESPS: Indagine di COpertura vaccinale Nazionale nei bambini e negli adolescenti. Disponibile online all’indirizzo:
http://www.iss.it/binary/publ/cont/09_29_web.pdf
Numero di casi
Distribuzione delle malattie batteriche invasive per agente
eziologico e fascia di età. Italia, 2000-2013
Inclusione delle sepsi da
PNC nel sistema di
sorveglianza
900
800
700
600
500
400
300
200
100
0
2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013
Anno
Streptococcus pneumoniae Neisseria meningitidis
Haemophilus influenzae
Fonte: CNESPS-ISS
Sintesi degli scenari con strategie di recupero
suscettibili considerate e raggiungimento
dell’eliminazione del morbillo
Scenario
CV
1° e 2° dose
CV
1° e 2° dose dal
2013
Strategia di
recupero
suscettibili*
% di suscettibili
per fascia di età
Raggiungimento
dell’eliminazione
Ottimale
95% - 75%
95% - 75%
11-18: 19-31: -
-
NO
Ottimale
95% - 75%
95% - 75%
11-18: 70%
19-31: -
561000
-
SI
Intermedio
90% - 60%
90% - 60%
11-18: 70%
19-31: -
686000
-
NO
Intermedio
90% - 60%
90% - 60%
11-18: 70%
19-31: 30%
686000
694000
SI
Intermedio
90% - 60%
95% - 75%
11-18: 70%
19-31: 30%
686000
694000
SI
Basso
85% - 50%
85% - 50%
11-18: 70%
19-31: 30%
808000
731000
NO
Basso
85% - 50%
85% - 50%
11-18: 90%
19-31: 60%
1039000
1462000
NO
Basso
85% - 50%
95% - 75%
11-18: 90%
19-31: 60%
1039000
1462000
NO
Basso
85% - 50%
95% - 75%
6-18: 70%
19-31: 30%
1188000
731000
SI
Basso
85% - 50%
95% - 75%
6-18: 90%
19-31: 60%
1527000
1462000
SI
Numero di casi predetti dal
modello, 2012-2025
Eliminazione del morbillo
• L’attuale CV permette di tenere l’Re < 1 ma non permette di
evitare epidemie
• Le strategie vaccinali considerate, per le diverse
coperture, permettono di tenere l’Re <1 ma non permettono di
evitare il verificarsi di piccole epidemie tra le sacche di
popolazione suscettibile presenti sul territorio nazionale.
• Le regioni che presentano livelli di copertura vaccinale
nettamente sopra la media italiana (CV1° dose: 98%; 2° dose:
85%) raggiungono una sostanziale eliminazione anche senza
recupero dei suscettibili.
• La trasmissione dell’infezione sembra possa essere interrotta
anche alla presenza di coperture per la seconda dose < 90%
tuttavia questo provocherebbe uno spostamento in avanti
dell’età d’infezione che avverrebbe maggiormente nei soggetti
tra 30-45 anni con le relative conseguenze (sintomatologia più
severa e complicanze).
“Pacchetto” di vaccinazioni per l’adolescente
HPV
12 anni
dTpa
11-15 anni
MPR nei
suscettibili
Adolescente
MPR nelle
donne in età
fertile
HPV target
secondari
Varicella nei
suscettibili
Conclusioni
• Il razionale per l’offerta di vaccinazione deve
essere chiaro e condiviso
• I target dell’offerta vaccinale sono diversi per
diverse vaccinazioni e gruppi di popolazione
• La frequenza delle mancate vaccinazioni va
monitorata tempestivamente e azioni di contrasto
intraprese rapidamente
• Il personale sanitario va formato in continuo e
motivato  spesso siamo noi medici a veicolare
messaggi non chiari
• La comunicazione va mirata e sostenuta da dati
obiettivi in modo pro-attivo
• Monitorare le vertenze legali con effetti negativi
GRAZIE PER l’ATTENZIONE!!
[email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
13
File Size
1 759 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content