close

Enter

Log in using OpenID

Bilancio di Sostenibilità 2013

embedDownload
Bilancio di Sostenibilità 2013
Via Piave, 4 - 31020 S.Polo di Piave (TV) I
Tel. +39 0422 750111 Fax. +39 0422 750301
[email protected] www.inglass.it
[email protected] www.hrsflow.com
BILANCIO.SOCIALE.IT.13.REV.00
INglass S.p.A.
Bilancio di
Sostenibilità
2013
1.PASSIONE
2.STRATEGIA
3.RELAZIONE
4.RISPETTO
INglass S.p.A.
2013
1
2
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.A.
PREFAZIONE
3
Eccellenza
Nonostante l’accenno di ripresa di alcuni mercati esteri
trainanti, nemmeno il 2013 è stato un anno facile. Da un
lato la pressione sui prezzi, soprattutto nel settore degli
stampi, continua a rappresentare una forte barriera presso
molti clienti internazionali. Dall’altro lato le fusioni in corso
nel settore delle camere calde rappresentano una sfida
per chi, come Inglass, proviene da una piccola realtà poco
verticalizzata.
Nonostante ciò sono cresciuti il fatturato consolidato del
6.76%, il numero di collaboratori del network mondiale del
12,3%, il parco clienti mondiale del 8.3%.
Riteniamo questo sia il frutto della nostra caparbietà
e della ferma convinzione che un prodotto di elevato
livello qualitativo, frutto di decennale esperienza e
continuo investimento in ricerca e sviluppo, non può non
differenziarsi agli occhi del cliente. I clienti INglass - HRSflow
sono clienti esigenti, molto tecnici, disposti a riconoscere il
giusto valore al prodotto di qualità.
Per questo continuiamo ad investire in R&S, Formazione,
Lean production, Informatizzazione al massimo grado
di tutti i processi ripetitivi e Qualità, con l’obiettivo del
perseguimento dell’Eccellenza, unico vero plus spendibile
sul mercato di oggi.
L’Eccellenza deve però essere vera Eccellenza: credibile,
verificabile, condivisa. Il Bilancio di Sostenibilità si inserisce
in questo contesto ed è uno strumento fondamentale
per dialogare con i nostri Stakeholders, per aprirsi alle
loro richieste, per condividere i nostri valori e continuare,
insieme, un percorso di crescita nell’interesse di tutte le
parti direttamente ed indirettamente coinvolte.
Maurizio Bazzo
Presidente
4
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.A.
PREFAZIONE
5
Come abbiamo costruito
questo bilancio
Il perimetro di rendicontazione del nostro Bilancio di
Sostenibilità corrisponde al Gruppo di aziende che riportano
all’HQ italiano e che rientrano nel Bilancio Consolidato di
Gruppo. Sono inclusi pertanto il nostro secondo stabilimento
produttivo in Cina e le filiali tecnico-commerciali in Canada,
Francia, Brasile, Hong Kong, Germania, Spagna, Turchia,
Portogallo e Usa.
Eccetto le filiali SCC ed SCCA in Spagna e Portogallo
(entrambe detenute da Inglass Spa al 50%), le altre filiali
sono interamente detenute dalla capogruppo Inglass Spa
(proprietà del 100% o del 99% a seconda dei casi).
Nella sezione Sostenibilità Economica gli indicatori riportati
sono stati quindi ponderati sulle percentuali. Questo per
garantire un perfetto allineamento con il Bilancio Economico.
Nelle sezioni Sostenibilità Sociale e Sostenibilità Ambientale
invece, i KPI si riferiscono al dato completo al 100% in
quanto riteniamo che i dati statistici relativi al personale, ai
clienti e all’impatto debbano essere considerati nella loro
interezza. Il Gruppo deve infatti, secondo noi, considerare la
totalità dell’impatto del suo operato, comportandosi a tutti gli
effetti come un unico organismo e non come la sommatoria
delle singole entità.
I dati riportati in questo documento si riferiscono all’anno
2012 (valori Italia e valori Consolidato) e all’anno 2013.
Dal prossimo esercizio verranno riportati solamente dati
consolidati.
PERIMETRO DEL REPORT
Bilancio Sostenibilità 2013
INGLASS SPA
HRS FRANCE S.r.l.
Unipersonnelle
Francia
HRS Flow do Brasil comércio
de sistemas de câmara quente
importação e exportação LTDA
Brasile
HRS Hot Runner
Systems NA Inc.
Canada
HRS GmbH Vertrieb
Deutschland
Germania
INglass HRS MAKINE KALIP
YEDEK PARÇA VE SERVIS SAN.
TIC. LTD.
Turchia
HRS Hong Kong Limited
Hong Kong
SCC Assistencia Tecnica
Unipessoal Lda.
Portogallo
HRS USA Inc.
Usa
Sistemas De Canal Caliente
Iberica S.L.
Spagna
INglass Tooling & Hot Runner
Manufacturing Co.,Ltd Cina
Cina
6
Bilancio Sociale
2013
Indice
3
5
9
10
15
16
17
31
32
33
35
36
37
39
40
40
41
Eccellenza
Come abbiamo costruito questo bilancio
Capitolo 01. L’identità Aziendale
1.1 In sintesi
1.2 La nostra mission
1.3 I valori guida
1.4 Chi siamo
1.4.1 Storia
1.4.2 Struttura societaria
1.4.3 Struttura aziendale
1.4.4 Mercati
mercato stampi
mercato camere calde
1.4.5 Sistema distributivo
1.4.6 Prodotti e servizi
1.5 Strategie e politiche
1.6 I nostri stakeholders
1.7 Tabella riassuntiva dei principali indicatori KPI
Qual è la storia e la struttura
dell’azienda, quali i suoi prodotti
e i suoi valori, e chi sono i suoi
stakeholders
Capitolo 02. Sostenibilità Economica
2.1 Determinazione del valore aggiunto
2.2 Distribuzione del valore aggiunto
2.3 Investimenti
2.4 Banche e istituti di credito
2.5 Istituti assicurativi
2.6 Fornitori
Qual è la consistenza del
patrimonio dell’azienda, come viene gestito e quali investimenti
sono stati fatti nel 2013
INglass S.p.A.
PREFAZIONE
45
46
54
62
67
69
70
71
71
73
7
Capitolo 03. Sostenibilità Sociale
3.1 Risorse umane
3.1.1 Composizione del personale
3.1.2 Turnover
3.1.3 Organizzazione e struttura del gruppo
3.1.4 Selezione e recruitment
3.1.5 Politica occupazionale
3.1.6 Relazioni industriali
3.1.7 Tutela pari opportunità e rispetto dei diritti umani
3.1.8 Formazione
3.1.9 Sicurezza e infortuni
3.1.10 Provvedimenti disciplinari e contenziosi
3.1.11 Comunicazione interna
3.1.12 Clima organizzativo e motivazione
3.2 Clienti
3.2.1 Caratteristiche ed analisi della clientela
3.2.2 Servizio assistenza
3.2.3 Customer satisfaction
3.2.4 Ricerca e sviluppo
3.2.5 Business intelligence, l’anima dell’azienda
3.2.6 Progetto kaizen e lean thinking
3.2.7 Sistema produttivo e lean production - value streaming
3.2.8 Marketing e comunicazione
3.3 Collettività
3.3.1 Associazioni di categoria
3.3.2 Scuole ed università
3.3.3 Istituzioni
3.3.4 Comunità locale
3.3.5 Stampa e mezzi di comunicazione
Come l’azienda si relaziona nei
confronti dei propri dipendenti,
dei clienti e della collettività
Capitolo 04. Sostenibilità Ambientale
4.1 Materie prime utilizzate
4.2 Fabbisogno energetico
4.3 Fabbisogno idrico e acque reflue
4.4 Produzione e smaltimento rifiuti
4.5 Emissioni, Rumore e Sostanze pericolose
Quali comportamenti adotta
l’azienda per limitare l’impatto
che le sue attività hanno nei
confronti dell’ambiente
8
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.A.
CAP 01
9
Capitolo 01.
L’identità
Aziendale
10
Bilancio Sociale
2013
1.1 / In Sintesi
INglass S.p.a.
San Polo di Piave
1987
Tipo di società
SPA – Società per azioni
Capitale sociale
2.750.000,00 € i.v.
Azionisti
Deimos Srl 58.40 %
873740 Ontario INC 24%
Ramandolo Immobiliare Srl 12.2%
Sig. Boscariol Tiziano 3.8%
Sig.ra Berto Daniela 1.6%
Amministratori
Presidente CdA, A.D., Consigliere: Sig. Bazzo Maurizio
A.D. Consigliere: Sig. Boscariol Tiziano
Consigliere: Sig.ra Berto Daniela
Procuratore Speciale: Sig. Vidotto Ruben
Organi di controllo
COLLEGIO SINDACALE
Presidente del Collegio Sindacale: Sig.ra Biscaro Antonietta,
Sindaco Effettivo: Sig.ra Petrin Francesca, Sig. Parolin Manfred
Sindaco Supplente: Sig. Canevese Dino, Sig.ra Filippin Laura
SOCIETÀ DI REVISIONE
Reconta Ernst & Young Spa
Oggetto sociale
INglass-HRSflow, azienda operante da più di 25 anni nel settore dell'iniezione di materiali
termoplastici, leader di mercato nel comparto automobilistico, fornisce non solo stampi e camere
calde, ma anche servizi di consulenza ingegneristica per supportare i clienti fin dalle prime
fasi progettuali fino alla prova stampo e al servizio di assistenza durante tutto il ciclo di vita del
prodotto.
Marchi depositati
Depositato in Italia, Unione Europea, Usa, Giappone, Corea del Sud e Cina
Depositato in Italia, Unione Europea, Usa, Canada, Brasile e Cina
Tutti i marchi depositati sono utilizzati esclusivamente da INglass Spa, INglass Tooling &
Hot Runner Manufacturing Co. Ltd e dalle filiali.
INglass S.p.A.
CAP 01
11
Certificazioni
UNI EN ISO 9001:2008
Organico del gruppo
604
Gamma e linee di prodotto
Le attività svolte da INglass sono finalizzate alla fornitura di servizi di ingegneria per la
produzione di prodotti di plastica. La divisione INglass è specializzata nella progettazione e
realizzazione di stampi per fanaleria anteriore e posteriore nel settore Automotive. La divisione
HRSflow progetta e produce sistemi a canale caldo per la realizzazione di componenti di mediolarghe dimensioni per una vasta gamma di applicazioni, ma in particolare per componenti del
settore automobilistico. HRS MultiTech è la linea di camere calde progettate e realizzate per
applicazioni con alti volumi di produzioni, spessori sottili e pesi ridotti.
STAMPI:
--- Multicolore : stampi per realizzare, in un’unica stampata, componenti con più colori
--- Multicomponente: stampi per realizzare, in un’unica stampata, componenti con più materiali
--- Inietto-compressione : stampi per realizzare ampie superfici a sostituzione del vetro
CANALI CALDI:
--- Camere calde HRSflow per grandi applicazioni come per il settore automotive, beni bianchi,
giardinaggio
--- Camere calde HRS Multitech per applicazioni con alti volumi di produzione e pesi ridotti come
tappi e chiusure, medicale e packaging
TASSELLI SLM:
--- Inserti applicati ad uno stampo per migliorare il suo condizionamento tramite canali
conformali in cui scorre l’acqua
UNITA’ DI CONTROLLO
--- Centraline per regolare e monitorare i parametri del processo di stampaggio
ANALISI REOLOGICHE
--- Test svolti per studiare il comportamento del materiale da iniettare, valutando parametri come
pressione, sforzo e temperatura
Suddivisione fatturato per
prodotto
68% 29% 1.8% 1% 0.2%
HRSflow
MOLD
MULTITECH
CONTROL SLM
UNITS
12
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.a.
a livello mondiale
HRS Hot Runner Systems NA Inc.
Windsor (Canada)
2002
100% INglass S.p.a.
23 dipendenti* (USA+Canada)
HRS USA Inc.
Usa
2010
100% HRS Hot Runner Systems Na Inc.
23 dipendenti* (USA+Canada)
HRS Flow do Brasil comércio de sistemas
de câmara quente importação e
exportação LTDA
San Paolo (Brasile)
2004
SCC Assistencia Tecnica Unipessoal Lda.
99.5% INglass S.p.a. + 0.5% Maurizio Bazzo
Albergaria-a-Velha (Portogallo)
2008
14 dipendenti
100% Sistema de Canal Caliente Iberica S.L.
12 dipendenti
Sistemas De Canal Caliente Iberica S.L.Lda.
Barcellona (Spagna)
2005
50% INglass S.p.a. 50% Xavier RibesS.L.
7 dipendenti
{
* Filiali con divisione dell'organico
}
HRS FRANCE S.r.l. Unipersonnelle
HRS GmbH Vertrieb Deutschland
Biol Le Haut (Francia)
Heilsbronn (Germania)
2002
2003
100% INglass S.p.a.
100% INglass S.p.a.
4 dipendenti
18 dipendenti
INglass S.p.A.
CAP 01
13
HRS Hong Kong Limited
Hong Kong
2008
100% INglass S.p.a.
215 dipendenti* (Cina + Hong Kong)
INglass Tooling & Hot Runner
Manufacturing Co.,Ltd Cina
Hangzhou (Cina)
INglass HRS MAKINE KALIP YEDEK PARÇA
VE SERVIS SAN. TIC. LTD.
2006
100% INglass S.p.a.
Bursa (Turchia)
215 dipendenti* (Cina + Hong Kong)
2010
99% INglass S.p.a. 1% Ruggero Morandini
6 dipendenti
英格斯模具制造(中国)有限公司
Depositato in Cina
Tutti i marchi depositati sono utilizzati
esclusivamente da INglass Spa, INglass
Tooling & Hot Runner Manufacturing Co. Ltd
e dalle filiali.
UNI EN ISO 9001:2008
14
Bilancio Sociale
2013
Divisioni aziendali e
linee di prodotto
01
Divisione dedicata alla
produzione di stampi multicolore
e multicomponente per fanaleria
auto e stampi per ampie superfici
in policarbonato (Plastic Glazing).
02
01.fanaleria
02.ampie superfici
estetiche
Passion for
expertise
Divisione dedicata alla
produzione di sistemi a canale
caldo per lo stampaggio di
componenti in plastica per il
settore Automobilistico, Beni
bianchi, Casalingo, Edilizia,
Giardinaggio, Imballaggio.
01
02
01.automotive
02.non automotive
Linea della Divisione HRSflow
dedicata alla produzione di
sistemi multimpronta per lo
stampaggio di componenti
con pesi ridotti ed alti volumi
di produzione per il settore
Packaging, Tappi e chiusure,
Medicale, Cosmetico,
Automobilistico, Elettronico.
01.elevata ripetibilità
02.alti volumi e
pesi ridotti
01
02
INglass S.p.A.
CAP 01
15
1.2 / La nostra
Mission
INglass spa, con la sua divisione INglass per stampi e con
la divisione HRSflow per i canali caldi, opera in attività volte
alla fornitura di servizi di ingegneria e di consulenza per
la realizzazione di manufatti plastici. L’azienda supporta il
cliente fin dalle prime fasi progettuali, fornendo soluzioni
avanzate sullo stampaggio grazie alla lunga esperienza
nel settore degli stampi per il settore lighting. La divisione
HRSflow, con la sua linea HRS Mulitech progetta e produce
canali caldi per tutti settori applicativi come Automotive,
Medicale, tappi e chiusure, packaging, cosmetico e tutte
quelle applicazioni che richiedono tempi ciclo veloci e una
resa estetica elevata.
• Il supporto che diamo al cliente va dalle prime fasi iniziali
di progettazione e simulazione allo stampaggio del
prodotto finito, per poi continuare nell’assistenza post
vendita. Possiamo fornire supporto e soluzioni adeguate
alle richieste dei clienti grazie ad un’elevata competenza sul
processo di stampaggio resa possibile da un team di esperti
altamente qualificati e dallo spirito dell’azienda che si
impegna ad analizzare con approccio critico e
scientifico tutte le possibili problematiche che si
presentano.
• Molte risorse vengono investite per lo snellimento e per
l’automatizzazione dei processi così da migliorare il servizio
verso il cliente. Il nostro obiettivo è quello di continuare a
ridurre i tempi di risposta e a tale scopo l’implementazione
dei sistemi di automatizzazione che permettono
di condividere e di aggiornare rapidamente tutte le
informazioni riguardanti i nostri sistemi, consentono di
inviare comunicazioni in automatico al cliente anticipando
le sue richieste. Il risultato è un supporto reale del nostro
business e di quello dei nostri clienti, che necessitano di
risposte sempre più rapide.
• Il nostro reparto Ricerca e Sviluppo studia e sviluppa
costantemente nuove soluzioni e nuove tecnologie
anticipando quelle che sono le richieste del mercato.
Gli investimenti sullo sviluppo vengono impiegati per: test
del prodotto su nuovi materiali, tecnologie per ottimizzare
le prestazioni dei nostri sistemi e garantire un’eccellente
resa qualitativa del pezzo stampato, studi per il risparmio
energetico e riduzione degli scarti.
02
01
03
STAMPAGGIO AD INIEZIONE
lo stampaggio ad iniezione è un processo di produzione industriale in cui il materiale plastico viene fuso ed iniettato ad
elevata pressione all’interno di uno stampo chiuso, che viene
aperto dopo il raffreddamento del manufatto.
STAMPO
lo stampo è un complesso apparato meccanico in acciaio nel
quale viene iniettato il materiale plastico fuso che assume
la forma che è stata scavata all’interno delle 2 parti che lo
costituiscono (matrice e punzone).
01. Stampo
02. Camera Calda
03. Componente Stampato (tappo)
CAMERA CALDA
la camera calda serve a mantenere caldo il materiale plastico
fuso che dall’ugello pressa viene iniettato nello stampo.
PRESSA AD INIEZIONE
il macchinario (pressa ad iniezione) in cui viene svolta
l’operazione di stampaggio ad iniezione è costituito da un iniettore (estrusore) seguito da una pressa per lo stampaggio.
L’estrusore ha il compito di fondere il materiale e di spingerlo
all’interno dello stampo, mentre la pressa ha il compito di
tenere chiuso lo stampo.
16
Bilancio Sociale
2013
1.3 / I valori
guida
1.
Il BUON SENSO, la nostra bussola
Per INglass il buon senso significa valutare, decidere ed
agire in maniera razionale sulla base dell’esperienza per
ottenere un risultato positivo, riducendo al minimo gli effetti
negativi. A ciascuno viene richiesta la capacità di essere
artefice delle proprie scelte, di ascoltare le argomentazioni
egli altri alla ricerca di un punto di convergenza, di agire con
equilibrio e giudizio.
MIGLIORARE, il nostro impegno
Per INglass il miglioramento continuo significa migliorare
ogni giorno, continuamente e per fare ciò gli errori di ieri non
devono più essere gli errori di oggi. Crediamo nelle capacità
di tutti i collaboratori, per cui ci poniamo obiettivi
raggiungibili, senza che siano, per questo, meno sfidanti.
Ognuno viene coinvolto attivamente nel progetto per dare
un sostegno concreto al risultato finale, sentendosi così
responsabile del proprio operato.
2.
L’ECCELLENZA, la nostra passione
Per INglass l’eccellenza significa preoccuparsi di fare una
cosa, di farla bene e di migliorarla. Ad ognuno si richiede di
avere cura per il dettaglio, di approfondire ogni azione e di
avere spirito critico per aggiungere perfezione al compito
che svolge.
FLESSIBILITÀ, la nostra forza
Per INglass la flessibilità significa dare alle persone la
possibilità di gestire autonomamente il proprio lavoro,
adattandolo alle esigenze del momento e della situazione,
pur lavorando nella stessa direzione e per gli stessi
obiettivi. Questo si traduce nella capacità di ascoltare il
cliente e di soddisfare le esigenze specifiche di ciascun
progetto tramite un approccio propositivo e puntuale.
1.IL BUON SENSO, LA NOSTRA BUSSOLA
Perché sprecare tutto questo tempo per effettuare ricerche,
sistemare le cose e agitarsi quando potreste aver evitato il
problema fin dall’inizio?
(Crosby Philip B.)
2.MIGLIORARE, IL NOSTRO IMPEGNO
Scalando la stessa montagna non arriverai più in alto
(Elisa)
4.
3.L’ECCELLENZA, LA NOSTRA PASSIONE
Il miglior modo per fare un bel lavoro è amare ciò che fai
(Steve Jobs)
4.FLESSIBILITA’
Le idee arrivano nei modi più impensati, basta tenere gli
occhi aperti.
(David Lynch)
3.
INglass S.p.A.
CAP 01
17
1.4 / Chi siamo
1.4.1/STORIA
>1987
Nati come Incos (Industria Costruzione
Stampi) 25 anni fa in un garage alle porte di Treviso,
abbiamo iniziato progettando e costruendo stampi per il
settore delle materie plastiche, ma ci siamo subito
focalizzati sugli stampi rotativi multicolore e
multicomponente per l’illuminazione dell’auto (fari e fanali
per automobili), rivolgendoci pertanto ad una nicchia di
mercato ad elevato potenziale ma altamente selettiva ed
esigente.
2000
abbiamo acquisito la ditta A.S. (Attrezzature
Nel
Speciali) di Milano, azienda riconosciuta nel campo della
costruzione di camere calde con una esperienza ventennale
sul mercato. Con l’acquisizione di A.S. nasce la divisione
H.R.S.flow (Hot Runner Solution) dedicata alla
progettazione e alla realizzazione di sistemi a canale
caldo per lo stampaggio ad iniezione di materiale plastico.
L’esperienza pluriennale di A.S. nelle camere calde ed il
know-how di INglass nella costruzione di stampi ci
permettono di proporre una linea di camere calde in grado di
soddisfare tutte le esigenze del mercato dell’automotive
(non solo quindi della fanaleria). La scelta strategica viene
premiata dagli ottimi risultati in termini di fatturato e
reputazione internazionale.
Dall’esperienza maturata nel corso dei suoi primi 15 anni
e dall’evidenza delle opportunità di sviluppo nel settore
dell’iniezione della plastica:
2004
nel
nasce la divisione INglass (Instead of Glass),
dedicata alla tecnologia dell’inietto-compressione per la
produzione di ampie superfici panoramiche in policarbonato
per il settore automotive (tecnologia internazionalmente
riconosciuta come Plastic Glazing). Questa tecnologia
segnerà una svolta nella produzione di grandi superfici
trasparenti per automobili, destinate a sostituire il vetro con
il policarbonato. Nel frattempo INglass, nato dapprima come
marchio della divisione Glazing, assume una elevata
visibilità sul mercato, tanto da portare a scegliere, nel 2006,
il cambio della ragione sociale aziendale da Incos ad INglass.
A seguire, la complessità tecnologica e l’elevata criticità dei
costi di produzione, che caratterizzano il processo di
stampaggio, fanno emergere la necessità di una
strumentazione di monitoraggio ad elevati standard
qualitativi e di affidabilità. Nasce così la divisione dedicata
alla produzione delle unità di controllo, in grado di
monitorare, anche da remoto, l’intero processo di
stampaggio. Nel frattempo abbiamo continuato a stabilire
collaborazioni per il supporto tecnico commerciale sui
principali mercati in cui sono presenti i nostri clienti.
2009
decidiamo di accogliere una grande sfida
Nel
sul mercato asiatico ed inauguriamo un nuovo stabilimento
produttivo ad Hangzhou, nei pressi di Shangai. Il nuovo
stabilimento, che ha una superficie totale 12.200 mq.
totali, di cui 9.600 dedicati all’area produzione, ha chiuso il
primo anno di esercizio (2011) con un fatturato di 9 Mil E.
Lo stabilimento in Cina produce e progetta sistemi a canale
caldo replicando il modello, la tecnologia e gli standard
qualitativi della casamadre italiana. Il mercato a cui si rivolge
è quello asiatico, permettendo di fornire il prodotto ai nuovi
mercati emergenti ad alto potenziale di crescita, dalla Cina,
all’India, al Vietnam.
2010
Nel
abbiamo diversificato ulteriormente la nostra
gamma di prodotto, introducendo la linea MultiTech, una
linea dedicata allo stampaggio di componenti con pesi ridotti
e alti volumi di produzione che appartengono a settori
alternativi all’automotive, principalmente i settori medicale/
packaging/closures, che rappresentano oggi il 60% del
mercato della plastica mondiale.
2011
Nel
l’azienda ha iniziato ad impiegare
considerevoli risorse ed energie per semplificare i processi
e per realizzare strumenti di automatizzazione che
permettono di supervisionare e controllare non solo i
reparti di progettazione e produzione, ma anche gli
acquisti, l’assistenza fino ad arrivare al reparto
commerciale. Questo percorso è stato consolidato nel 2012
con l’introduzione del CRM – Customer Relationship
Management, una piattaforma software in grado di gestire e
rendere disponibili le informazioni nel mondo con un stretto
controllo delle stesse in tempo reale dalla sede centrale.
Questo biennio ha segnato una svolta nella storia
dell’azienda che ha così rivoluzionato l’approccio
organizzativo con la finalità di migliorare la struttura interna
e il servizio offerto ai clienti.
18
Bilancio Sociale
2013
2012
Nel
l’azienda ha adottato il sistema Lean
Production, che si basa sull’ottimizzazione dei flussi,
sulla riduzione degli sprechi e sull’utilizzo di metodologie
consolidate per decidere ciò che conta davvero per
contribuire all’efficienza ed efficacia del risultato. Il processo
produttivo ed il design del prodotto sono stati quindi gestiti
in modo globale al fine di ridurre al massimo la complessità
della produzione, intervenendo sull’ottimizzazione delle fasi
e delle risorse utilizzate per qualsiasi altro obiettivo che non
sia la creazione di valore per il cliente.
2013
Nel
abbiamo lanciato un nuovo prodotto nel
mercato, il FLEXflow, un dispositivo ad azionamento
elettrico coperto da brevetto per la regolazione precisa di
posizione, accelerazione, velocità e corsa dell’otturatore
rivolta ad applicazioni automotive che richiedono superfici di
classe ‘A’.
INglass oggi è quindi la casamadre di un gruppo
internazionale con controllo nelle seguenti società:
SEDI PRODUTTIVE
> INglass Spa.ITALIA
>INglass Tooling & Hot Runner
Manufacturing Co.,Ltd.CINA
FILIALI TECNICO COMMERCIALI E DI ASSISTENZA
•
•
•
•
•
•
•
•
•
HRS Hot Runner Systems NA Inc. in CANADA
HRS FRANCE S.r.l. Unipersonnelle in FRANCIA
HRS Flow do Brasil comércio de sistemas de câmara quente importação e exportação LTDA in BRASILE
HRS Hong Kong Limited ad HONG KONG
HRS GmbH Vertrieb Deutschland in GERMANIA
Sistemas De Canal Caliente Iberica S.L. in SPAGNA
INglass HRS MAKINE KALIP YEDEK PARÇA VE SERVIS SAN. TIC. LTD. in TURCHIA
SCC Assistencia Tecnica Unipessoal Lda. in PORTOGALLO
HRS USA Inc. negli USA
>SERVIAMO, ATTRAVERSO LA NOSTRA
RETE DI AGENTI E DISTRIBUTORI,
UN TOTALE DI 48 PAESI
A LIVELLO MONDIALE.
INglass S.p.A.
CAP 01
19
1.4.2/STRUTTURA SOCIETARIA
La proprietà aziendale è suddivisa tra cinque soci, due persone fisiche e tre persone giuridiche
COMPAGINE SOCIETARIA
58% 24% 12% 4%
DEIMOS SRL
873740
ONTARIO INC
2%
Società di proprietà
del Presidente
Maurizio Bazzo.
Società canadese
produttrice di stampi ed
applicazioni in
plastica per l’auto.
Competitor nel
settore stampi, ha
acquisito una
partecipazione in
INglass nel 1999.
Ora è anche un cliente
della divisione HRSflow.
socio
RAMANDOLO
IMMOBILIARE
SRL
BOSCARIOL
TIZIANO
Società di Torino di
proprietà di Morandini
Ruggero e Squillante
Maria Carmela.
socio e Responsabile
Commerciale divisione
Stampi.
BERTO
DANIELA
1.4.3/STRUTTURA AZIENDALE
L’Headquarters Italia è gestito per divisioni secondo le principali linee di prodotto, ciascuna con un manager responsabile, di
derivazione ed approccio sia manageriale che tecnico, ed un insieme di funzioni di staff, che danno supporto e coordinano anche le
equivalenti funzioni estere presso il secondo stabilimento e le filiali tecnico-commerciali nel mondo. E’ inoltre alle dirette dipendenze
della Direzione Italia anche lo stabilimento di Hangzhou in Cina
> ORGANIGRAMMA ITALIA
aggiornato al 31.12.13
DIVISIONE HRS
Bazzo Maurizio
A.I.
PRESIDENTE CEO
Bazzo Maurizio
AMMINISTRAZIONE
E FINANZA
Vidotto Ruben
ICT
Gerometta Luca
KPO
Callegari Simone
MARKETING
Montagner Chiara
QUALITA’
Petenà Alessandro
RISORSE UMANE
Russo Barbara
RSPP
Callegari Simone
SVILUPPO BUSINESS
Bosco Alessandra
DIVISIONE STAMPI
Boscariol Tiziano
DIVISIONE MULTITECH
Rossi Massimo
STABILIMENTO CINA
Carloni Osvaldo
20
Bilancio Sociale
2013
> ORGANIGRAMMA CINA
aggiornato al 31.12.13
GENERAL MANAGER
Carloni Osvaldo
DIRETTORE
Tsang Flora
DIVISIONE STAMPI
Marangoni Gianni
ICT
Vazzoler Andrea
PRODUZIONE
Turbian Falvio
QUALITÀ
Yi Huang
RISORSE UMANE
Chen Chris
VENDITE
Chen Jason
FILIALE INDIA
Soligon Remo
> ORGANIGRAMMA FILIALI
TECNICO COMMERCIALI
aggiornato al 31.12.13
GENERAL MANAGER
FILIALI
Bazzo Maurizio
HRS CANADA
Kidd Todd
HRS FRANCIA
Bazzo Maurizio
(a.i.)
HRS GERMANIA
Keller Klaus
HRS BRASILE
Carvalho Luiz
HRS SPAGNA
Ribes Xavier
INGLASS
HRS CINA
Osvaldo Carloni
HRS
HONG KONG
Tstang Flora
> ORGANIGRAMMA STRUTTURA FILIALE
TECNICO COMMERCIALE
aggiornato al 31.12.13
GENERAL MANAGER
FILIALE
amministrazione
assistenza
vendite
HRS
PORTOGALLO
Ribes Xavier
HRS TURCHIA
Pesce Gianluca
HRS USA
Kidd Todd
INglass S.p.A.
CAP 01
1.4.4/MERCATI
Il gruppo INglass è nato principalmente per progettare e
produrre attrezzature per il settore automobilistico. Dal
2003 ha registrato una crescita costante, con una leggera
flessione nel 2009, che ha portato l’azienda a diversificare
il prodotto camere calde (ad oggi destinato a tutti i settori
applicativi e non solo a quello automobilistico), e ad aprire
lo stabilimento produttivo in Cina ad Hangzhou. Le energie
impiegate ad accrescere il nostro know how nel settore delle
materie plastiche e l’innovazione organizzativa supportata
dall’introduzione di nuovi strumenti di automazione,
hanno consentito ad INglass di sviluppare la propria rete
distributiva in maniera globale ed affermare i propri prodotti
in tutti i mercati di riferimento. La sola divisione HRSflow
per i canali caldi ha registrato un CAGR pari al 30,12% nel
periodo 2010-13. A partire dal 2001, anno di costituzione
della divisione canali caldi HRSflow, il principale settore di
21
sbocco è stato quello automobilistico. Tuttavia il prodotto,
per le sue caratteristiche tecniche e funzionali, si è
dimostrato adatto a tutte le applicazioni di medie/grandi
dimensioni come elementi di arredo, attrezzature per il
giardino, componenti per elettrodomestici. Con specifico
focus a queste applicazioni, nel 2009 è stata creata la linea
HRS Multitech, che ha iniziato ad erodere quote di mercato
ai competitors tradizionalmente riconosciuti nel settore dei
sistemi per componenti con pesi ridotti, spessori sottili ed
alti volumi di produzione. Ad oggi l’azienda, confermando
la sua abilità nel gestire le applicazioni più complesse, ha
ottenuto considerevoli risultati nei settori che richiedono
elevati standard qualitativi e tecnici come il settore
medicale, tappi e chiusure dimostrandosi egualmente
abile a gestire le applicazioni meno esigenti. La spinta
all’internazionalizzazione, con l’apertura di filiali in regioni
fanaleria
medicale
tappi &
chiusure
casalingo
cosmetico
beni di
consumo
spessori
sottili
elettronica
materiali
tecnici
elettrodomestici
giardinaggio
automobilistico
storage
22
Bilancio Sociale
2013
strategiche, è stata una scelta fondamentale che ha
permesso all’azienda di sopravvivere anche in tempi di crisi.
Ad oggi il fatturato dell’azienda è distribuito globalmente
con una più marcata presenza in Europa, una crescente
presenza nel mercato americano e soprattutto asiatico, dove
l’avvio dello stabilimento produttivo ha segnato una svolta
consentendo al gruppo di penetrare il mercato locale in
continua espansione.
INglass stampi
lente
anteriore
MERCATO STAMPI
L’industria automobilistica è il principale campo di
applicazione degli stampi. Le applicazioni di maggior rilievo
in questo settore sono la fanaleria (posteriore/anteriore) e il
glazing, tecnologia per la realizzazione di ampie superfici in
policarbonato a sostituzione del vetro (tettuccio, parabrezza,
etc). Risulta difficile stabilire il valore esatto del mercato
degli stampi della fanaleria automobilistica, business chiave
di INglass, per via delle modalità inusuali con il quale questo
mercato è organizzato. Varie industrie automobilistiche
infatti hanno da sempre preferito avere lo stabilimento
produttivo all’interno dell’azienda, svolgendo quindi attività
di lavorazione dello stampo nella propria sede. Possiamo
in ogni caso stimare un valore di circa 300 milioni di euro,
di cui, a grandi linee, il 40% in Europa. Abbiamo a che fare
con un mercato in forte crescita con enormi potenziali di
sviluppo, grazie anche alla graduale eliminazione del vetro
a favore di materie plastiche più economiche e allo sviluppo
di tecnologie che diminuiscono la produzione di scarti
riducendo di conseguenza gli impatti negativi nell’ambiente.
Il settore degli stampi per fanaleria è un mercato molto
concentrato, in cui circa 10 player a livello mondiale si
contendono tutto il settore. La tendenza del futuro prevede
un’ulteriore concentrazione del mercato dovuta al fatto che
le case automobilistiche esternalizzeranno solo alcune
INglass S.p.A.
CAP 01
23
richiedono una sostanziale riduzione di emissione CO2.
Questo ha determinato un aumento sostanziale della
richiesta di stampi ad iniettocompressione ad elevato
valore estetico per la sostituzione della componentistica
precedentemente in lamierato ed oggi in polimeri leggeri ma
resistenti, nonchè la riduzione degli spessori nella fanaleria.
A questo sviluppo del mercato INglass risponde con la sua
esperienza e la sua precisione uniche nel mercato.
lavorazioni sempre più di nicchia. Da qualche anno inoltre
INglass sta investendo in Asia, ad Hangzhou, dove è già
presente con la sede produttiva di camere calde della
divisione HRSflow, per rafforzare la presenza degli stampi
in termini di produzione locale. Nel 2014 è previsto l’avvio
dell’officina stampi, con strumentazione e macchinari uguali
a quelli della sede italiana. Un aspetto chiave dell’evolversi
del mercato della fanaleria anteriore è la crescente tendenza
di realizzare la lente del faro della macchina con la cornice
inclusa nel pezzo; ciò si traduce nella necessità di avere
una tecnologia adatta che INglass è solita offrire applicata
agli stampi rotativi. L’azienda infatti è un leader riconosciuto
nel settore della fanaleria automobilistica e continua ad
investire sia nell’aggiornamento sia nell’incremento dei suoi
macchinari al fine di migliorare le prestazioni e consolidare
i margini d’azione. Negli ultimi anni si è registrato inoltre un
incremento dell’utilizzo della tecnologia LED per la fanaleria
anteriore e posteriore di auto di serie e ciò richiede una
componentistica di precisione molto complessa di cui
INglass è in possesso. Le nuove normative internazionali
SUDDIVISIONE FATTURATO STAMPI PER SETTORE
APPLICATIVO
92% 8%
STAMPI PER
FANALERIA
MERCATO CAMERE CALDE
Il sistema a camera calda è il componente più critico degli
stampi ad iniezione ed è completamente personalizzabile
sulla base delle materie plastiche specifiche, della forma del
pezzo, dei requisiti estetici e degli eventuali cambi di colore.
Essendo il ciclo di vita dei prodotti sempre più breve, si
richiede un frequente restyling dei componenti, il che
STAMPI PLASTIC
GLAZING
garantisce un tasso di crescita della produzione dei sistemi
a camera calda più elevato di quanto richieda la produzione
finale. Il mercato globale delle camere calde è stato valutato
nel 2013 pari a 1,7 miliardi di euro con un tasso di crescita
rispetto al 2012 del 11,5%. Il tasso medio di crescita previsto
nel triennio 2013-2016 è pari a +10% (cfr. tabella).
MERCATO MONDIALE CAMERE CALDE
CAGR
13e-16f
€ 2.500.000
€2.277.352
€1.883.164
€ 2.000.000
€2.086.328
€1.694.192
€1.519.650
€ 1.500.000
€1.349.099
€1.181.284
€ 1.000.000
€986.772
€1.012.463
2007
2008
€929.454
€ 500.000
€0
2009
2010
2011
2012
2013
2014f
2015f
2016f
24
Bilancio Sociale
2013
La distribuzione geografica del mercato delle camere calde
non è strettamente collegata con la produzione delle parti,
ma si concentra nelle area di produzione degli stampi ad
iniezione. Ciò costringe le aziende e i venditori ad avere una
visione globale costantemente aggiornata del mercato.
Un’analisi della distribuzione globale del mercato delle
camere calde mostra che il mercato più ampio è localizzato
in Oriente, dove si concentra più del 40% delle vendite
(25,2% delle quali in Cina). Il mercato del centro Europa
rappresenta il 15% delle vendite totali e si sta specializzando
notevolmente in stampi di grosso volume, mentre l’America
assorbe il 18% del mercato. Il rimanente è costituito dai
mercati emergenti di India e Medio Oriente che, insieme alla
Cina, costituiscono allo stesso tempo le aree maggiormente
in crescita, grazie all’aumento del mercato automotive locale
e alla crescente complessità dei modelli commercializzati.
La divisione HRSflow, rispetto al mercato, ha registrato una
crescita costante più veloce rispetto alla concorrenza, che
l’ha portata ad essere in pochi anni il 6° player nel mercato
globale delle camere calde e di gran lunga la società più
in crescita nel settore. Nei suoi mercati di riferimento la
posizione di HRSflow è di leadership incontrastata.
Le camere calde HRSflow vengono ampiamente utilizzate,
per diverse applicazioni nello stampaggio ad iniezione, nei
settori automobilistico, cosmetico, storage, elettronico,
packaging, medico e qualunque settore dove venga iniettata
una componente plastica.
HRSflow
paraurto
INglass S.p.A.
CAP 01
SETTORE APPLICATIVO:
CAMERE CALDE HRSflow PER APPLICAZIONI AUTOMOTIVE E
DI MEDIE/GRANDI DIMENSIONI
Dal momento che ogni tipo di mercato richiede esperienza
e prodotti specifici, ogni industria fa riferimento a
diversi concorrenti e l’azienda deve sviluppare soluzioni
personalizzabili per quel tipo di applicazione.
Per valore di mercato l’industria automobilistica è quella più
rilevante e nel 2014, secondo le previsioni, si aggirerà sul
27,3% del mercato totale, cioè indicativamente 514 mil €.
Nel mercato automobilistico HRSflow è aumentata dal 11,8%
nel 2011 al 12,1% nel 2012, confermando la sua posizione
di terzo player mondiale.
Il tipico cliente di HRSflow è lo stampista, che acquista
i sistemi a canali caldi per installarli negli stampi di sua
produzione. Lo stampista rivende poi lo stampo, con la
camera calda inclusa, allo stampatore, che è colui che
realizza il componente in plastica. Poi il TIER 1 assembla il
componente finito (fanale, plancia, portiera) e lo vende alla
casa automobilistica.
Tutto questo processo non sarebbe possibile se alla base
della filiera non ci fossero i produttori di polimeri plastici, che
giocano un ruolo fondamentale nel processo di stampaggio.
In questa filiera si inseriscono anche i produttori di presse,
cioè le aziende che realizzano il macchinario sul quale
vengono montati lo stampo e la camera calda consentendo
lo stampaggio del componente plastico. HRSflow stabilisce
spesso rapporti di partnership con questi soggetti per offrire
al cliente il pacchetto completo, risultato delle sinergie di tre
fornitori chiave.
FORNITORE DI
MATERIALE PLASTICO
FORNITORE
CAMERA CALDA
STAMPISTA
STAMPATORE
(TIER 1)
CASA
AUTOMOBILISTICA
25
26
Bilancio Sociale
2013
HRSmultitech
capsule
caffè
SETTORE APPLICATIVO:
CAMERE CALDE HRS MULTITECH PER APPLICAZIONI
CON PESI RIDOTTI
Il mercato dell’auto è tradizionalmente il settore principale di
applicazione per HRSflow, divisione del gruppo INglass, ma
l’azienda ha sviluppato negli ultimi anni la linea Multitech
per fornire sistemi multimpronta per lo stampaggio di
componenti plastici in mercati diversi da quello tradizionale
HRSflow, permettendo all’azienda di entrare in nuovi settori,
fortemente in crescita. Questo è stato possibile grazie alle
tecnologie innovative ed alla presenza globale dell’azienda
per il supporto clienti.
Nel 2012 il valore di mercato delle camere calde sia
nel settore elettronico che in quello del packaging
rappresentava il 16% del totale. Si tratta di un mercato
con caratteristiche differenti dall’Automotive, in termini
di tipologia di prodotto e di relazione cliente-fornitore. La
filiera produttiva tuttavia è simile. Il cliente Multitech è lo
stampista, ovvero colui che produce gli stampi ed acquista
i sistemi a canale caldo (per installarli negli stampi che egli
stesso produce o acquista), per poi rivendere il “sistema
stampo” (costituito da stampo e camera calda) a chi
produce il componente, lo stampatore. Quest’ultimo venderà
poi il pezzo finito stampato (tappi, provette, vaschette…)
al cliente finale, colui che poi immetterà nel mercato il
prodotto realizzato. Rispetto al settore Automotive però ci
sono barriere tecnologiche molto più alte e molto spesso
si creano delle partnership di co-sviluppo tra fornire della
camera calda e produttore di presse.
INglass S.p.A.
CAP 01
FORNITORE
CAMERA CALDA
STAMPISTA
STAMPATORE
CLIENTE
FINALE
27
FATTURATO SETTORE APPLICATIVO
65.5% 26%
FANALERIA
AUTO
AUTOMOTIVE
8.5%
PACKAGING/
TAPPI/
MEDICALE/
ALTRO
1.4.5/SISTEMA DISTRIBUTIVO
Il nostro network attuale di filiali commerciali e di distributori
ci consente di raggiungere clienti in 50 Paesi. Siamo in
grado i soddisfare l’alta domanda del mercato grazie ad
una rete globale che comprende Europa, Asia, Americhe,
Africa e Oceania con filiali commerciali e team altamente
specializzati per fornire studi di ingegneria, progettazione
ed assistenza. Le nostre sedi produttive in due continenti
ci aiutano a raggiungere i migliori tempi di esecuzione
e a personalizzare il nostro prodotto in modo mirato. La
condivisione di know-how e le modalità organizzative su
scala globale, grazie anche ad una piattaforma web-based
avanzata, ci permettono di offrire il miglior supporto,
indipendentemente dalla complessità del progetto o dalla
posizione geografica.
La scelta di avere una rete vendite così vasta è dettata
dalle condizioni che hanno spinto gli END USERS o OEM
(Original Equipment Manufacturer, cioè le imprese che
vendono il prodotto finale, come costruttori di veicoli,
mobili, arredi e aziende di elettronica, ecc) di globalizzare
gli stabilimenti produttivi. Camere calde e stampi vengono
assemblati presso lo stampista e produrranno poi lo stesso
componente in differenti paesi. Lo standard qualitativo per
l’utente finale, indipendentemente dal sito del produttore, è
un grande valore che riduce i rischi di competenze diverse
legate alla localizzazione. Come conseguenza i fornitori
dell’utente finale, come la divisione stampi di INglass,
hanno dovuto sviluppare una rete capillare di distribuzione
ed assistenza tecnica per essere vicini ai siti produttivi dei
propri clienti. Questo spiega la presenza diffusa di INglass
nei principali mercati di tutto il mondo. La forza vendite ha
principalmente un background tecnico e di lunga esperienza
nel mercato specifico. Ciò è dovuto al fatto che il prodotto è
estremamente tecnico e necessita di una relazione stretta
e costante tra l’azienda e il cliente sin dalla prima idea del
prodotto. Nel 2013, seguendo la nostra strategia di essere
sempre vicini al cliente e di potergli dare supporto rapido e
qualificato, abbiamo ampliato la nostra presenza mondiale
raggiungenso anche il Benelux.
28
Bilancio Sociale
2013
Sedi Produttive
Filiali Tecnico Commerciali e di Assistenza
Centri Locali
1.4.6/PRODOTTI E SERVIZI
SERVIZI PRE-VENDITA
Durante la fase di Ricerca e Sviluppo vengono utilizzati
software specifici per simulare la dinamica termica e fluida
ed il comportamento strutturale dei sistemi, in modo da
avere un’analisi precisa e scientifica a disposizione durante
la fase ingegneristica. Attraverso questa tipologia di analisi
vengono anche controllati l’omogeneità termica del sistema,
il consumo di energia durante il ciclo, le cadute di pressione
ed il bilanciamento del peso per ogni singola stampata.
Un team altamente qualificato di ingegneri esperti conduce
in sede analisi approfondite e simulazioni del flusso di
materie plastiche al fine di definire la corretta configurazione
della camera calda e di risolvere anticipatamente eventuali
problemi di stampaggio. Inoltre INglass-HRSflow, per fornire
ai suoi clienti un supporto specifico, ha diviso gli esperti di
processo per aree di competenza in applicazioni critiche
come il cambio colore, l’iniezione sequenziale e per la
gesione di materiali altamente tecnici. In questo modo
l’azienda riesce a fornire soluzioni dettagliate, specifiche
ed efficienti. L’azienda è anche in grado di fornire ai suoi
clienti analisi di raffreddamento dello stampo, in modo da
poter scegliere la soluzione più efficace per ottimizzare
il condizionamento, fase cruciale per la resa estetica
del pezzo. Questo tipo di analisi spesso porta all’utilizzo
di inserti speciali prodotti da HRSflow con la tecnologia
SLM - Selected Laser Melting, che prevede la deposizione
successiva tramite laser di micro strati di polveri di metallo
per produrre canali conformali che non possono essere
prodotti con le tradizionali tecniche di foratura . Solo una
analisi pre-progettazione può mettere in luce questa
necessità ed evitare perdite di tempo e denaro per il cliente.
Nello stabilimento produttivo italiano, la presenza di tre
differenti linee di prodotto (stampi, canali caldi e unità di
controllo ) consente di realizzare un prodotto frutto della
sinergia che deriva dall’esperienza di questi campi diversi.
Da questo punto di vista l’azienda, unica nel suo genere a
livello globale, dispone sia nella sede produttiva italiana
che in quella cinese, di un reparto di try- out equipaggiato
con presse di diverso tonnelaggio e di tecnici altamente
qualificati in grado di testare il prodotto prima che venga
spedito al cliente. Inoltre questo reparto è a disposizione
dei clienti per effettuare test su nuovi materiali o nuove
applicazioni all’avanguardia.
INglass S.p.A.
CAP 01
SERVIZI POST VENDITA
HRSflow, con la sua struttura globale di Servizio Clienti, è in
grado di supportare il cliente dall’installazione del sistema
fino alla manutenzione post vendita. Il tempo di intervento
è un fattore chiave per il successo in ogni campo di
applicazione, dall'automotive alle piccole applicazioni come
quelle mediche, tappi e chiusure, packaging. Una risposta
immediata è garantita dalla nostra piattaforma web based
che gestisce l’intera documentazione storica di ogni singolo
sistema durante il suo ciclo di vita ed assicura che tutti i
centri post vendita HRSflow locali siano integrati ed in grado
di supportare il cliente con un servizio tecnico 24/7 per
ridurre in tutto il mondo i tempi di fermo produzione.
Grazie a questa piattaforma web, tutte le attività dei sistemi
di canale caldo dei diversi stabilimenti nel mondo sono
fruibili a tutta la rete service e vengono costantemente
monitorate dalla sede centrale. Questo strumento permette
ad HRSflow di seguire sempre le esigenze del cliente,
l'affidabilità dei prodotti e la qualità dei servizi forniti
dalla nostra rete di assistenza. L'organizzazione interna,
le persone e le piattaforme che automatizzano processi
specifici consentono un servizio rapido, capillare, efficiente
ed efficace considerando che, in questo modo, ogni tecnico
nel mondo conosce tutta la storia del sistema.
L'intera vita del sistema viene registrata e quest’ultimo è
rintracciabile per cliente, per utente finale, o per area. Il
sistema è anche monitorato nel caso in cui venga trasferito
da uno stabilimento all'altro. Inoltre questo database
permette all’azienda di effettuare l'analisi sistematica
sul campo di qualsiasi malfunzionamento o difetto. I
malfunzionamenti possono essere quindi costantemente
gestiti per migliorare l'affidabilità del prodotto. HRSflow
fornisce un servizio a 360 gradi per l'installazione dei
sistemi e l’ottimizzazione del processo attraverso il supporto
try-out e l’assistenza tecnica per ogni manutenzione
ordinaria o supplementare della camera calda. La nostra
organizzazione comprende centri locali in diversi paesi e
continenti, con attrezzature necessarie e personale tecnico
con le competenze per fornire un supporto immediato e
per soddisfare le esigenze dei clienti utilizzando la loro
lingua. Questi centri sono forniti inoltre di magazzini per
ricambistica in modo da garantire un supporto completo al
cliente entro 24 ore in tutto il mondo. HRSflow può offrire
un pacchetto personalizzato di ricambi che permette al
cliente di avere una scorta interna di un quantitativo minimo
dei ricambi fondamentali più comuni. Queste soluzioni si
basano principalmente sul kit di ricambi forniti con ogni
sistema, oppure su uno stock di ricambi personalizzati
basato o su un elenco di sistemi presenti in uno stabilimento
specifico o sulla quantità ottimale per ogni codice. Questa
29
gestione approfondita di tutte le richieste di assistenza
clienti in tutto il mondo ci porta più vicini al cliente e assicura
una nostra presenza in loco, con il prodotto giusto, offrendo
un servizio rapido ed efficace.
L'obiettivo principale è quello di lavorare insieme per
migliorare l'affidabilità del sistema attraverso la raccolta
di dati riguardanti le problematiche, evidenziando le aree
critiche, intraprendendo azioni correttive ed elaborando
piani di miglioramento al fine di evitare la stessa situazione
in futuro.
IL PRODOTTO
Dopo studi preliminari e simulazioni accurate realizzate
da esperti interni, l'azienda propone le migliori soluzioni
tecniche per ridurre il tempo ciclo, per ottenere elevate
proprietà strutturali e per ottimizzare le prestazioni sia dello
stampo che della camera calda. I prototipi vengono testati
con una vasta gamma di materiali plastici e sottoposti a
simulazioni e test per verificare il comportamento durante il
processo di trasformazione: studio dei profili termici, prove
meccaniche e fluidodinamiche.
Siamo nati come azienda costruttrice di stampi e nel corso
degli anni ci siamo specializzati nella costruzione di stampi
ad iniezione, multicolore e multicomponente per il settore
del Lighting (fari e fanali per automobili) e negli stampi a
inietto compressione per le applicazioni del Plastic grazing.
Questa tecnologia ha segnato una svolta nella produzione di
vetrature per automobili, destinate ad essere sostituite con
la produzione di grandi superfici trasparenti in plastica
Stampi multi-colore e
multi-componente
- Stampi Plastic glazing
- Tecnologia ICM
1991 2004
Oltre allo stampo, produciamo anche la camera calda, il cui
scopo principale è quello di mantenere caldo il materiale
plastico che occorre iniettare per tutto il tragitto che va
30
Bilancio Sociale
2013
dall’uscita dell’ugello pressa fino all’entrata in cavità
stampo. La camera calda è composta principalmente
da un braccio, in cui convoglia la plastica, che proviene
dall’ugello pressa, e da iniettori che servono a distribuire il
materiale nello stampo per produrre il componente plastico.
A renderci unici nel nostro campo è proprio la capacità
di unire alle competenze tecniche relative alle camere
calde la conoscenza e l’esperienza di anni di attività nella
costruzione degli stampi.
La tecnologia SLM permette di produrre inserti in acciaio
tramite la fusione laser di strati successivi di polveri
metalliche. Questi inserti possono essere progettati con
canali di raffreddamento con percorsi sagomati secondo
la supeficie di stampaggio. HRSflow promuove l’uso ed i
vantaggi della Tecnologia SLM nello stampaggio di materiale
plastico. Si tratta della produzione di inserti e accessori nello
stampaggio ad iniezione dove il processo di raffreddamento
è un fattore chiave per l’ottimizzazione della produzione.
SLM è inoltre un’alternativa più adatta per materiali
altamente conduttivi, con scarse proprietà meccaniche ed
una resistenza limitata all’usura, mantenendo tuttavia alti
Sistemi appoggiati
Brevetto della tecnologia
del Fail Safe doppia
resistenza e doppia
termocoppia su iniettori e
bracci
livelli di durezza comuni all’acciaio dello stampo. Questa
tecnologia apporta un vantaggio diretto sui costi complessivi
del processo di stampaggio per l’OEM e per gli stampatori,
considerando che essa influisce sulla riduzione del tempo
ciclo, il che significa un costo inferiore. Tutto il processo
di iniezione richiede la regolazione e il monitoraggio
di determinati parametri quali temperatura, apertura e
chiusura degli ugelli, consumi energetici, possibili anomalie.
L’azienda si è attrezzata per fornire al cliente unita’ di
controllo indispensabili per il funzionamento della pressa
e capaci di ottimizzare le prestazioni del canale caldo. Nel
settore multimpronta infatti, normalmente i sistemi sono
controllati con unita’ esterne, in quanto molte volte la pressa
ad iniezione non ha il numero di zone tale da poter coprire
il fabbisogno richiesto, causa l’elevato numero di cavità
presenti.
Di conseguenza, se la camera e lo stampo sono nuovi, nel
pacchetto di fornitura rientra anche l’unità di controllo per
rendere indipendente l’assieme stampo /canale caldo.
Sistemi Cablati
e Hot Halves
Introduzione dei
sistemi avvitati
Creazione della
nuova Diamond Line
Multitech nuova divisione
per applicazione
multimpronta
Martinetto laterale
ad olio non raffreddato
FLEXflow
Otturazione elettrica
Diamond line
2001 2003 2003 2005 2006
2006 2007 2010 2012 2013
Introduzione nel mercato
delle Unità di controllo
HRS
SLM - Selective Laser
Melting Technology
per ottimizzare
il condizionamento dello
stampo
INglass S.p.A.
CAP 01
31
1.5 / Strategie e Politiche
La strategia a lungo termine del Gruppo Inglass è ancora
focalizzata nei due macro-obiettivi:
1. Aumentare la quota di mercato nelle regioni asiatiche per
quanto riguarda il settore automobilistico, diventando
leader nel settore della fanaleria;
2. Aumentare la quota detenuta in altri mercati (di settori
diversi dall’automobilistico) e nelle zone geografiche in
rapida crescita;
Il raggiungimento di questi ambiziosi obiettivi richiede il
perseguimento di numerosi obiettivi “intermedi” a breve e
medio termine, tra i quali:
DIVISIONE STAMPI
1. Avviare la produzione di stampi anche presso lo
stabilimento cinese (entro il 2014);
2. Avviare il processo di diversificazione dal settore
illuminazione auto;
DIVISIONE
CAMERE CALDE
1. Rafforzare ulteriormente la forza vendite mondiale
per incrementare la quota di mercato ed aumentare a
percentuale di ordini acquisiti;
2. Concentrarsi su nuovi mercati grazie alla linea MT e
all’apertura di nuove filiali tecnico commerciali (ad
esempio in Russia e Sud Africa)
3. Ridurre il costo produttivo medio di almeno il 10%
4. Continuare ad investire nella ricerca e nello sviluppo
di nuovi prodotti per migliorare ed affinare le nuove
linee produttive indirizzate ai settori alternativi a quello
automobilistico
5. Aprire uno stabilimento produttivo nel continente
americano
INTERO GRUPPO
1. Continuare a migliorare il riconoscimento del marchio da
parte dei clienti e la comunicazione coordinata dei nostri
prodotti;
2. Aumentare ulteriormente la performance qualitativa;
3. Ridurre ulteriormente i tempi di consegna dei disegni e
dei prodotti
32
Bilancio Sociale
2013
1.6 / I nostri
Stakeholders
I portatori di interesse nei confronti di Inglass (Stakeholders)
sono tutti gli interlocutori che, in qualche modo, influenzano
e sono influenzati dalle scelte dell’azienda. Per questo motivo
gli Stakeholders hanno il diritto di essere informati sulle
attività e i risultati dell’azienda. Sono pertanto i principali,
anche se non esclusivi, destinatari del presente documento.
L’individuazione dei nostri Stakeholders è stato il primo passo
nella preparazione del nostro Bilancio. Una volta individuati
i principali portatori di interesse, abbiamo cercato di porci
dalla parte dell’interlocutore per capire quali fossero i dati a
cui poteva essere interessato. I KPI individuati sono così stati
raccolti e descritti sia in forma tabellare che grafica per una
migliore e più immediata lettura.
> PARTNER
FINANZIARI
> SOCI
> RISORSE
UMANE
> AMBIENTE
> FORNITORI
> COMUNITÁ
> CLIENTI
INglass S.p.A.
CAP 01
33
1.7 / Tabella riassuntiva
dei principali KPI
PRINCIPALI INDICATORI (KPI)
Responsabilità economica
Fatturato
Variazione fatturato su anno precedente
Investimenti totali
Italia 2012
Consolidato 2012 Consolidato 2013
€ 66.236.085,00
€ 79.967.000,00
€ 85.370.000,00
+ 25,4 %
--
+ 6,76%
€ 4.423.321,00
€ 5.000.000,00
€ 11.902.000,00
€ 27.488.721,87
€ 34.825.000,00
€ 35.000.000,00
Italia 2012
Consolidato 2012
Consolidato 2013
270
538
604
% contratti a tempo indeterminato
88,00%
98,00%
93,00%
% contratti a tempo determinato
12,00%
2,00%
7,00%
21%
34%
39%
Dipendenti donne
39
101 *
109
Dipendenti uomini
231
437 *
495
Valore aggiunto creato
Responsabilità sociale
Totale dipendenti
Turnover del personale
N contratti part-time
7
9
9
252
515
573
Dipendenti di nazionalità straniera rispetto alla sede di lavoro
18
23
31
Stagisti e tirocinanti ospitati nel corso dell'anno
24
26
32
Ore di formazione totali
7.047
10.125
8.169
Ore dedicate a formazione in sede per colleghi esteri
4.016
4.016
2.896
4
4
5
Dipendenti di nazionalità della singola sede
Infortuni totali **
Giorni medi per infortunio
10
10
5,5
1,5%
0,7%
0,01%
Responsabilità Ambientale
Italia 2012
Consolidato 2012
Consolidato 2013
Consumo Gas Metano (m3)
81.557 m3
91.213 m3
110.721 m3
3.626.051 kwh
5.145.691 kwh
5.099.186 kmh
-
10.000 GJ
7.098 GJ
Incidenza N. infortuni / N. dipendenti
Consumo Energia elettrica (Kwh)
Consumo Energia vapore (GJ)
Consumo Acqua
Consumo Carburanti per mezzi aziendali (Lt)
Totale rifiuti prodotti
4.515 m3
21.136 m3
20.973 m3
51.236,43 Lt.
70.569,43 Lt.
82.000 Lt.
463.960 kg.
499.980 kg.
620.566 kg.
% in peso di rifiuti pericolosi / totale rifiuti prodotti e conferiti
18,2%
19,1%
17,2%
% in peso di rifiuti riciclabili / totale rifiuti prodotti e conferiti
64,9%
65,3%
66,8%
* Dato aggiornato per un errore di revisione del documento precedente
** I dati riguardanti gli infortuni presso lo stabilimento italiano sono certi e puntuali in quanto dati sensibili al cui monitoraggio l’azienda dedica
tempo e risorse. Il dato riferito invece alle sedi estere viene attualmente tracciato in modo meno strutturato e verrà definita a breve una
procedura più adeguata.
34
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.A.
CAP 02
35
Capitolo 02.
Sostenibilità
Economica
36
Bilancio Sociale
2013
2.1 / Determinazione del
Valore Aggiunto
Il Valore Aggiunto (VA) rappresenta il valore creato
all’interno dell’impresa con le risorse (umane, tecniche e
finanziarie) a disposizione. Per ottenere il Valore Aggiunto
dell’azienda è sufficiente riclassificare il conto economico
dell’esercizio analizzato.
Si parte quindi dal Bilancio di Esercizio (nel nostro caso,
a partire dal 2012, dal Bilancio Consolidato di Gruppo),
redatto in conformità alla normativa civilistica, e si
riclassificano i dati per riuscire ad evidenziare Valore globale
e Costi intermedi della produzione, la differenza tra i quali
rappresenta il Valore Aggiunto prodotto.
Riportiamo di seguito lo schema di produzione del VA in
Inglass Spa, in cui, per l’anno 2013, è stato affiancato al dato
Italia 2012 e Consolidato 2012, il dato complessivo ricavato
dal Bilancio Consolidato.
DETERMINAZIONE VALORE AGGIUNTO
Ricavi delle vendite e delle prestazioni (al netto delle rettifiche di ricavo)
Variazione delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
Ricavi attività tipica
Capitalizzazione costi pluriennali
ITALIA
2012
CONSOLIDATO
2012
CONSOLIDATO
2013
66.236.085,00
79.967.000,00
85.370.000,00
-202.091,00
-202.000,00
-2.246.000,00
302.855,00
1.530.000,00
1.047.000,00
66.336.849,00
81.295.000,00
84.171.000,00
1.353.502,00
1.353.000,00
2.362.000,00
VALORE GLOBALE DELLA PRODUZIONE
67.690.351,00
82.648.000,00
86.533.000,00
COSTI INTERMEDI DELLA PRODUZIONE
38.367.901,13
43.985.000,00
45.764.000,00
VALORE AGGIUNTO CARATTERISTICO LORDO
29.322.449,87
38.663.000,00
40.769.000,00
Ricavi accessori
32.259,00
49.000,00
271.000,00
Costi accessori
639.871,00
581.000,00
-996.000,00
Saldo gestione accessoria
-607.612,00
-532.000,00
-725.000,00
Ricavi straordinari
374.393,00
582.000,00
20.000,00
Costi straordinari
65.337,00
155.000,00
43.000,00
309.056,00
427.000,00
-23.000,00
29.023.893,87
38.558.000,00
40.021.000,00
Saldo gestione straordinaria
VALORE AGGIUNTO GLOBALE LORDO
Ammortamenti
VALORE AGGIUNTO GLOBALE NETTO
1.535.172,00
3.733.000,00
5.021.000,00
27.488.721,87
34.825.000,00
35.000.000,00
Nel 2013 il Valore Aggiunto globale netto Consolidato è, in valore assoluto, in linea con l’anno precedente mentre è in leggera
flessione se considerato in % rispetto al fatturato globale (41% nel 2013 rispetto al 43.5% del 2012).
INglass S.p.A.
CAP 02
37
VALORE AGGIUNTO SU RICAVI
50,00%
45,00%
40,00%
43,55%
41,50%
34,68%
41,00%
37,12%
35,00%
30,00%
25,00%
20,00%
15,00%
10,00%
5,00%
0,00%
Italia 2010
Italia 2011
Italia 2012
Consolidato
2012
Consolidato
2013
2.2 / Distribuzione del
Valore Aggiunto
Il Valore Aggiunto si analizza poi dal punto di vista di come
viene distribuito tra le risorse che hanno contribuito a
crearlo, in particolare:
•
•
•
•
Personale, attraverso la remunerazione dei
collaboratori:
Pubblica Amministrazione (PA), attraverso le tasse
pagate allo Stato;
Finanziatori, con il pagamento degli interessi per i
prestiti, mutui, leasing, etc
Collettività, tramite erogazioni liberali e
sponsorizzazioni a sostegno di iniziative sociali,
culturali e sportive;
Infine, il risultato di esercizio (Utile, se c’è) può remunerare:
•
•
i Soci/Azionisti con la distribuzione dei dividendi;
e/o l’Azienda stessa, quando l’utile viene tenuto
in azienda per gli investimenti futuri e la continua
crescita aziendale.
38
Bilancio Sociale
2013
DISTRIBUZIONE VALORE AGGIUNTO
Personale non dipendente
ITALIA
2012
CONSOLIDATO
2012
CONSOLIDATO
2013
4.302.628,00
1.684.000,00
1.144.000,00
Personale dipendente
13.022.174,00
19.068.000,00
20.982.000,00
> Remunerazioni dirette
10.178.988,00
15.933.000,00
17.575.000,00
2.843.186,00
3.135.000,00
3.407.000,00
17.324.802,00
20.752.000,00
22.126.000,00
3.300.001,00
3.944.000,00
3.870.000,00
> Remunerazioni indirette
REMUNERAZIONE DEL PERSONALE
Imposte dirette
Imposte indirette
REMUNERAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Oneri per capitali a breve termine
Oneri per capitali a lungo termine
45.000,63
59.000,00
60.000,00
3.345.001,63
4.003.000,00
3.930.000,00
859.425,62
687.000,00
8.000,00
415.860,38
2.322.000,00
2.322.000,00
REMUNERAZIONE DEL CAPITALE DI CREDITO
1.275.286,00
1.635.000,00
2.330.000,00
Quota di utile di esercizio distribuito
2.007.000,00
2.007.000,00
2.310.000,00
REMUNERAZIONE DEL CAPITALE DI RISCHIO
2.007.000,00
2.007.000,00
2.310.000,00
Quota di utile accantonata a riserve
3.515.550,00
6.407.000,00
4.302.000,00
REMUNERAZIONE DELL'AZIENDA
3.515.550,00
6.407.000,00
4.302.000,00
21.082,24
21.000,00
2.000,00
27.488.721,87
34.825.000,00
35.000.000,00
EROGAZIONI LIBERALI E SPONSORIZZAZIONI
VALORE AGGIUNTO GLOBALE NETTO
DISTRIBUZIONE DEL VALORE AGGIUNTO CONSOLIDATO 2013
63% 12% 11% 6.7% 6.6%
REMUNERAZIONE UTILE A RISERVA REMUNERAZIONE REMUNERAZIONE REMUNERAZIONE
DELLA PUBBLICA DEL CAPITALE DI DEL CAPITALE DI
DEL PERSONALE
CREDITO
RISCHIO
AMMINISTRAZIONE
Nell’ultimo esercizio 2013 la % di Valore Aggiunto
consolidato destinata alla retribuzione dei collaboratori
è salita al 63.22% del totale (rispetto al 60% dello scorso
anno). La remunerazione della Pubblica Amministrazione
tramite le tasse pagate allo Stato è stabile e pari all’11.23%,
mentre il Capitale di Credito è quest’anno costato all’azienda
ca. 2 punti percentuali in più, per un totale del 6.66%.
Anche nel 2013 una parte del risultato di esercizio è stata
distribuita ai soci, a remunerazione del capitale di rischio,
per un importo pari al 6.60% del totale. Il rimanente 12.29%
del valore aggiunto è stato accantonato a riserva in azienda,
al fine di continuare a sostenere la crescita e gli investimenti
futuri. Infine una piccola percentuale è stata destinata alle
erogazioni liberali e sponsorizzazioni.
Inoltre nell’esercizio 2013 abbiamo percepito un contributo
di 15.992 € da Fondimpresa per i corsi di formazione svolti
nel 2012, nonchè 13.557 € da Veneto Lavoro quale rimborso
dei contributi versati al fondo disabili.
INglass S.p.A.
CAP 02
39
2.3 / Investimenti
Nel corso del 2013 il Gruppo ha realizzato un ammontare di
investimenti doppio rispetto al 2012: quasi 12 Mil di Euro,
pari al 13,94% del fatturato consolidato.
stabilimento produttivo Italia), di cui un importo pari a 3,8 Mil
euro ca. per rivalutazione di macchinari come previsto dalla
Legge di Stabilità 2014 (L. 27/12/13 n. 147). Il rimanente 26%
ca. del totale investito è stato destinato all’acquisto di licenze
software e a spese capitalizzate per R&S interna.
Sul totale dei 12 Mil di Euro investiti, oltre il 74% è stato
investito in beni materiali (macchinari e migliorie allo
INVESTIMENTI
ITALIA
2012
CONSOLIDATO
2012
CONSOLIDATO
2013
Investimenti: materiali
1.635.407,00
3.410.000,00
8.843.000,00
Investimenti: immateriali
1.797.914,00
1.904.000,00
3.059.000,00
TOTALE
3.433.321,00
5.314.000,00
11.902.000,00
TIPOLOGIA DI INVESTIMENTI
80,00%
74,30%
70,00%
61,92%
59,35%
60,00%
50,00%
40,65%
38,08%
Materiali
40,00%
25,70%
30,00%
20,00%
10,00%
0,00%
Italia 2012
Consolidato 2012
Consolidato 2013
Immateriali
40
Bilancio Sociale
2013
2.4 / Banche ed Istituti
di credito
Il rapporto con le Banche ed i vari Istituti di credito
continuano ad avere un ruolo fondamentale nel supportare
l’azienda ed i suoi piani di investimento e di miglioramento
continuo. La nostra struttura ha continuato negli anni ad
ampliare la sua estensione territoriale internazionale e gli
Istituti che già hanno esperienza e strutture internazionali
sono quelli a cui va’ la nostra preferenza. Importanti progetti
di sviluppo commerciale e di penetrazione in nuovi mercati
(India, Nord e Sud America) sono inoltre stati possibili grazie
alla compartecipazione di Sace (www.sace.it) e di Simest
(www.simest.it).
Sul totale dei finanziamenti in corso, a livello consolidato,
ci siamo organizzati per sostenere gli investimenti
di medio periodo con strumenti finanziari di medio
termine, riequilibrando in maniera sostanziale il peso tra
indebitamento a breve e di medio/lungo termine.
2.5 / Istituti Assicurativi
Le polizze assicurative vengono gestite in modo autonomo
dai singoli paesi. Negli stabilimenti produttivi in Italia e Cina
i contratti e gli ambiti di tutela sono molto ampi, nelle filiali
sono più snelli. I contratti prevedono sia coperture
obbligatorie per legge, sia coperture aggiuntive ad ulteriore
tutela delle persone e del patrimonio aziendale. Tra i rischi
per cui vi è copertura aggiuntiva, vi sono la responsabilità
prodotti, leasing, trasferte dipendenti e polizze vita.
In Cina è attiva una polizza aggiuntiva rispetto a quanto
richiesto dalla normativa, per la copertura medica e gli
infortuni ai dipendenti.
INglass S.p.A.
CAP 02
41
2.6 / Fornitori
In Inglass la strategia degli approvvigionamenti, a parità
di qualità ed efficienza, è costantemente orientata alla
riduzione dei costi. Il fornitore è un partner fondamentale
per l’azienda e la maggior parte di essi lavora con Inglass
da molti anni. I criteri utilizzati per identificare e confermare
un fornitore sono chiari e trasparenti. E’ ad esempio
indispensabile che il fornitore abbia la capacità e la
flessibilità per adattarsi e cercare di soddisfare le richieste
dell’azienda, che spesso cambiano molto rapidamente. La
localizzazione del fornitore rispetto alla sede servita non è
rilevante e lo conferma il fatto che a livello di consolidato la
percentuale di fornitura proveniente dalla nazione stessa si
è ulteriormente ridotta ed è oggi pari all’86% del totale.
ITALIA CONSOLIDATO CONSOLIDATO
2012
2012
2013
% di forniture fatturata
da fornitori nazionali
93,0%
91,3%
86,2%
% di forniture fatturata
da fornitori esteri
7,0%
8,7%
13,8%
L’aspetto che Inglass verifica principalmente nel suo
rapporto con il fornitore, è la sua capacità di agire come un
partner industriale, piuttosto che come un mero fornitore
di prodotto o servizio. Si richiede al fornitore di suggerire
la migliore soluzione tecnica, di discutere eventuali
ottimizzazioni, di comparare risultati e possibili alternative.
In Italia la maggior parte delle guidelinea per il fornitore
sono state riportate in dettaglio all’interno del Manuale
della Qualità e vengono periodicamente condivise con i
collaboratori.
Dal momento che Inglass richiede fornitori capaci di fornire
componenti speciali su disegno, la funzione Acquisti, R&S e
Qualità lavorano insieme per identificare fornitori capaci ed
affidabili e per tracciare difetti produttivi o richiedere azioni
correttive presso i fornitori. La maggior parte dei fornitori
vengono continuamente monitorati e confermati in base
alla corrispondenza della loro fornitura agli indici (KPI), che
l’azienda utilizza per monitorare e salvaguardare la qualità
della fornitura.
In questo modo abbiamo fino ad oggi slezionato una gamma
molto ampia di fornitori affidabili. Nel 2013 i fornitori di
prodotto mondiali erano più di 300 mentre per i servizi il
numero è molto maggiore. Ogni fornitore rappresenta non
più del 2.5 % del valore complessivo della fornitura totale
mondiale, eccetto il maggiore fornitore che raggiunge il 4.7%.
I 5 MAGGIORI FORNITORI (GRUPPO INGLASS)
2013
Fornitore
Prodotti forniti
% del totale
Fornitore A
componenti lavorati
4,7%
Fornitore B
componenti lavorati
2,5%
Fornitore C
componenti lavorati
2,3%
Fornitore D
componenti elettrici
2,3%
Fornitore E
stampi
2,1%
Totale - Maggiori 5
13,9%
Totale - Altri
86,1%
Totale - Acquisti 2013
100,0%
Osservando il valore totale della fornitura a livello consolidato, vediamo un trend di progressiva riduzione della percentuale di acquisti legati strettamente al prodotto, rispetto alla
fornitura di servizio.
ITALIA CONSOLIDATO CONSOLIDATO
2012
2012
2013
Fornitori di Prodotto
78%
74%
66%
Fornitori di Servizio
22%
26%
34%
La Fornitura di Prodotto (fornitura legata direttamente al
prodotto finale), si riferisce principalmente a lavorazioni
meccaniche e particolari a disegno, materiale elettrico,
materia prima e quest’anno normalizzati/viteria. Le
lavorazioni meccaniche continuano a rappresentare il 50%
circa della fornitura totale di prodotto. I primi 20 fornitori
portano l’80 % della fornitura totale. La materia prima
principale per il nostro prodotto, cioè l’acciaio, proviene
dall’Europa (Germania, Italia, Francia e Slovenia) sia per lo
stabilimento italiano che per quello cinese. Questa scelta,
purchè talvolta più costosa rispetto a forniture extra-EU, è
data dalla volontà di garantire un livello qualitativo adeguato
al nostro prodotto, a partire dalla materia prima.
42
Bilancio Sociale
2013
ITALIA CONSOLIDATO CONSOLIDATO
2012
2012
2013
Lavorazioni meccaniche e particolari a disegno
51,5%
48,6%
45,5%
Materiale elettrico
10,6%
12,2%
14,3%
Materie prime
12,3%
14,0%
15,7%
Progettazione esterna
15,2%
13,6%
8,5%
Normalizzati/viteria
5,2%
5,9%
9,9%
Utensileria
2,5%
3,3%
4,0%
Trattamenti termici
2,4%
2,1%
2,0%
TIPOLOGIA DI FORNITURA PRODOTTO 2013
45% 16% 14% 10% 9% 4% 2%
LAVORAZIONI
MECCANICHE E
PARTICOLARI A
DISEGNO
MATERIE PRIME MATERIALE
ELETTRICO
NORMALIZZATI/ PROGETTAZIONE UTENSILERIA TRATTAMENTI
TERMICI
VITERIA
ESTERNA
La Fornitura di Servizio si riferisce principalmente alle spese di trasporto e dogana, alle consulenze esterne e formazione, all’acquisto
di hardware e software e ai costi di gestione. Quest’anno è notevolmente aumentata l’incidenza dei costi di funzionamento, sono
stabili i costi di trasporto e dogane, mentre sono state ridotte in percentuale le consulenze esterne. Si è ridotta anche la spesa per
materiale informatico e per i veicoli aziendali.
ITALIA CONSOLIDATO CONSOLIDATO
2012
2012
2013
Spese di funzionamento
15,6%
23,2%
34,8%
Trasporti e dogane
18,8%
16,9%
15,9%
Consulenze esterne e formazione
19,6%
20,1%
14,1%
Hardware e Software
16,9%
14,0%
10,7%
Veicoli aziendali
3,1%
5,9%
3,1%
Imballaggi - materiale pulizia
4,0%
3,9%
2,2%
22,0%
16,0%
19,2%
altro
TIPOLOGIA DI FORNITURA SERVIZI 2013
35% 16% 14% 11% 3% 2%
SPESE DI
TRASPORTI E
FUNZIONAMENTO DOGANE
CONSULENZE HARDWARE E
ESTERNE E
SOFTWARE
FORMAZIONE
VEICOLI
AZIENDALI
IMBALLAGGI
MATERIALE
PULIZIA
INglass S.p.A.
CAP 02
Negli ultimi anni è stato fatto un grande sforzo per analizzare
e migliorare le relazioni tra Inglass e i fornitori. Anche se
molto si può ancora fare, molto è stato fatto. Nel 2013 in
particolare abbiamo incrementato e migliorato i contratti
di fornitura integrando attività di supporto worldwide e
concordando continuità di servizio anche nei periodi di ferie.
La gestione puntuale delle furniture è possibile anche grazie
alla gestione integrata dei magazzini a livello mondiale.
Le giacenze vengono monitorate in tempo reale e quindi
condivise tra gli stabilimenti e le sussidiarie. L’introduzione
di magazzini automatizzati in entrambi i siti produttivi
ha consentito inoltre il miglioramento del calcolo delle
scorte di magazzino e la gestione degli spazi. Entrambe
le sedi produttive gestiscono la disponibilità di tutti i tipi di
particolari / famiglie principalmente grazie al breve tempo di
attraversamento produttivo o di approvvigionamento.
La gestione del magazzino si basa su un’analisi ABC
43
incrociata. Di fatto, le filiali gestiscono i ricambi soltanto dei
fornitori di classe A, mentre le merci di classe B e C sono
fornite direttamente dai singoli stabilimenti.
Nella divisione camere calde il 45 % dei componenti sono
componenti standard e il 55 % è realizzato su misura secondo
il metodo just in time. Nella divisione Stampi solo il 10% è
costituito da particolari standard, poiché il 90% del prodotto è
realizzato su specifica esclusiva per il singolo cliente.
44
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.A.
CAP 03
45
Capitolo 03.
Sostenibilità
Sociale
46
Bilancio Sociale
2013
3.1 / Risorse umane
Le persone in Inglass rappresentano da sempre una delle
risorse più importanti per il perseguimento della mission
aziendale. Elevate competenze e know-how di settore,
capacità di innovare continuamente i processi e forte
attenzione al prodotto, amore per la sfida ed il miglioramento
continuo, nonché, non da ultimo, forti capacità relazionali e
valori condivisi, sono elementi unici e non replicabili, che ci
differenziano sul mercato e danno valore al nostro lavoro.
A tutti i contratti di lavoro si applica pertanto quanto previsto
dalla normativa delle singole nazioni in cui l’azienda è
presente ed il suo personale è impiegato.
3.1.1/COMPOSIZIONE DEL PERSONALE
Al 31.12.2013 il Gruppo Inglass impiega 604 persone
a livello mondiale, di cui 495 uomini e 109 donne.
L’incremento, rispetto al 2012, è pari al 12,3%. L’età
media del personale mondiale è pari a 36 anni, quella del
management pari a 42.
dipendenti con anzianità tra i 2 e i 10 anni.
DI CUI ANZIANITÀ FINO A 2
ANNI - (ROOKIE RATIO)
>2
italia 2012
35
consolidato 2012
37
consolidato 2013
36
33%
consolidato 2012
48%
consolidato 2013
40%
DI CUI ANZIANITÀ DA 2 A 10
ANNI
2/10
italia 2012
50%
consolidato 2012
50%
consolidato 2013
58%
DI CUI ANZIANITÀ OLTRE I
10 ANNI
10<
ETÀ MEDIA
italia 2012
italia 2012
17%
consolidato 2012
2%
consolidato 2013
2%
Il personale indiretto (non direttamente impegnato nelle
attività produttive e che quindi non imputa le sue ore
lavorative ad una specifica commessa di produzione), è in
riduzione del 10% ca e scende al 69%.
ANZIANITÀ AZIENDALE MEDIA
italia 2012
6
consolidato 2012
3,25
IMPIEGATI E DIRIGENTI
consolidato 2013
3,23
italia 2012
65%
consolidato 2012
77%
consolidato 2013
71%
ANZIANITÀ AZIENDALE MEDIA
DEL MANAGEMENT
italia 2012
4
consolidato 2012
3,61
OPERAI
consolidato 2013
4,28
italia 2012
35%
consolidato 2012
23%
consolidato 2013
29%
L’anzianità media aziendale supera di poco i 3 anni a livello
mondiale, numero che si spiega facilmente con la giovane
storia aziendale dello stabilimento cinese e delle più recenti
filiali commerciali. Aumenta progressivamente la quota di
La % di Laureati sul totale dipendenti è abbastanza costante
e pari al 39% a livello mondiale. Di nuovo prevale l’eccellenza
INglass S.p.A.
CAP 03
tedesca, dove il 100% dei dipendenti possiede un titolo di
laurea.
TOTALE ASSUNZIONI
italia 2012
LAUREATI
italia 2012
25%
consolidato 2012
38%
consolidato 2013
39%
47
45
consolidato 2012
157
consolidato 2013
159
TOTALE CESSAZIONI
italia 2012
3.1.2/TURNOVER
Il turnover del personale (somma di assunti e dimessi diviso
per organico medio) è un dato che presenta valori molto
diversi nei vari Paesi. In Italia rimane costante al 22% mentre
in Cina, pur diminuendo rispetto all’anno 2012, a causa delle
caratteristiche proprie dell’attuale mercato del lavoro locale,
il turnover rimane molto alto, pari al 74%. Il dato medio
consolidato è pari quindi al 39%.
12
consolidato 2012
86
consolidato 2013
104
Δ
∆
italia 2012
33
consolidato 2012
71
consolidato 2013
55
TURNOVER DEL PERSONALE
italia 2012
21%
consolidato 2012
34%
consolidato 2013
39%
Complessivamente le assunzioni mondiali superano di 55
unità le dimissioni registrate nel corso del 2013.
3.1.3/ORGANIZZAZIONE & STRUTTURA GRUPPO
L’organizzazione del lavoro nei due stabilimenti produttivi
Italia e Cina è molto simile e rispecchia l’organigramma
riportato a pagina 19/20. Le filiali invece non includono
la parte produttiva ed il team è costituito da un General
Manager di filiale, i progettisti, i venditori, i tecnici di service
e i tecnici commerciali di supporto alla forza vendita (SSE),
dalle Sales Assistants (supporto interno commerciale ai
venditori) e dai KAM, (Key Account Manager) di recente
introduzione. Il KAM è una figura introdotta in azienda nel
corso del 2012, il cui ruolo consiste nel seguire in modo
dedicato pochi clienti chiave mondiali, gestendo la relazione
sia con il loro HQ che con le filiali e gli stabilimenti world
wide, al fine di avere sempre una visione completa ed
aggiornata dei nuovi progetti e delle nuove opportunità. Si
tratta di una figura trasversale, legata all’HQ dal punto di
vista strategico, e alle filiali dal punto di vista operativo.
Le filiali estere e lo stabilimento cinese, pur autonome
nella gestione operativa, dipendono nella definizione
strategica e nel monitoraggio dei risultati raggiunti, dall’HQ
Italia. Il Global Sales Meeting, incontro che si tiene due
volte l’anno a rotazione presso una delle sedi mondiali
del gruppo, continua a rappresentare un momento
48
Bilancio Sociale
2013
importantissimo di confronto in merito ad obiettivi, strategia,
risultati, definizione delle priorità ed analisi delle eventuali
problematiche aperte. Dal 2013 la stessa modalità di
confronto ed aggiornamento è stata applicata alla struttura
del Service, attraverso l’organizzazione del Global Service
Meeting per tutto il team service presso l’HeadQuarter Italia.
3.1.4/SELEZIONE E RECRUITMENT
La ricerca e selezione del personale è svolta dall’ufficio
risorse umane interno all’HQ Italia. Lo stabilimento cinese,
data la complessità e la numerosità delle pratiche, è
indipendente nella gestione delle sue risorse, salvo la
gestione dei rapporto di lavoro con il management, mentre
le filiali, non avendo funzione dedicata, vengono affiancate
e supportate nelle loro scelte, dalla Direzione HR Italia,
prevalentemente per profili con esperienza.
Anche nel 2013 le candidature inserite attraverso il nostro
sito sono state molte, circa 400 in totale. E’ infatti possibile
prendere visione direttamente sul sito aziendale delle
posizioni aperte presso la sede italiana ed eventualmente
spedire la propria candidatura. Questo strumento è stato
introdotto nel 2012 e si è rivelato molto funzionale. Si
prevede pertanto di estenderne l’utilizzo a breve anche alle
filiali estere.
Cerchiamo di adottare una politica occupazione omogenea
per tutti i dipendenti in Italia e all’estero, pur riconoscendo
le specificità dei diversi contesti. Le assunzioni di neo
laureati e neo diplomati, indipendentemente dalla mansione
che andranno a svolgere, avvengono con contratti a
tempo determinato fino ad un massimo di 12 mesi con
la prospettiva, se le aspettative sono reciprocamente
rispettate, della trasformazione a tempo indeterminato
alla scadenza. Per i profili con esperienza la tipologia
contrattuale viene invece valutata di volta in volta ed è
comunque sempre subordinata ad un periodo di prova.
Nel 2013 sono aumentate le assunzioni a tempo
determinato rispetto a quelle a tempo indeterminato
perché l’azienda continua ad investire nei giovani mediante
l’assunzione di neolaureati e neodiplomati. Tali profili,
non avendo esperienze precedenti, sono stati inseriti con
contratti a termine per un’introduzione graduale nel mondo
del lavoro e in azienda, con ottime prospettive però di
entrare stabilmente nell’organico Inglass alla scadenza del
contratto.
CONTRATTI A TEMPO INDETERMINATO
italia 2012
88%
consolidato 2012
98%
consolidato 2013
93%
CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO
italia 2012
12%
consolidato 2012
2%
consolidato 2013
7%
Il confronto scuola lavoro rimane per noi sempre molto
utile ed occasione di individuazione di nuovi potenziali
collaboratori. L’apertura a stagisti, tirocinanti e laureandi
è più frequente in Italia, soprattutto per motivi strutturali
e logistici, ma nel corso del 2013 anche Germania e
Brasile hanno ospitato alcuni studenti in training. Sul
totale di 32 persone ospitate in corso d’anno, 2 sono state
successivamente assunte.
STAGISTI E TIROCINANTI SCUOLE
E UNIVERSITÀ (ospitati nel corso
dell’anno)
italia 2012
24
consolidato 2012
26
consolidato 2013
32
DI CUI ASSUNTI A FINE
PERCORSO
italia 2012
5
consolidato 2012
5
consolidato 2013
2
3.1.5/POLITICA OCCUPAZIONALE
Da qualche anno la politica retributiva del gruppo prevede
una parte variabile di retribuzione legata al raggiungimento
degli obiettivi, sia individuali che di team. Riteniamo infatti
che sia fondamentale una sempre maggiore condivisione sia
nella determinazione che nel perseguimento degli obiettivi
aziendali. La retribuzione variabile sottolinea pertanto
proprio questo aspetto. Ogni anno la Direzione individua
le figure maggiormente e più direttamente coinvolte nel
raggiungimento di importanti obiettivi aziendali e con esse
INglass S.p.A.
CAP 03
49
concorda le modalità per l’erogazione di premi economici
annuali (Mbo) in misura proporzionale al raggiungimento
dei risultati stabiliti. Al 31.12.2013 il numero di persone
coinvolte in questo processo di condivisione nel mondo
sono state 258, con un picco di adesioni presso lo
stabilimento cinese, dove è prassi consolidata legare una
parte della retribuzione al raggiungimento degli obiettivi e
alla valutazione di fine anno.
crescita delle risorse interne, che permette altresì di creare
un clima di internazionalità, riducendo le difficoltà e le
“barriere linguistiche” e quindi di ridurre le distanze e le
incomprensioni che potrebbero sorgere tra filiali ed HQ. Il
progetto prevede un periodo di permanenza all’estero di
circa 6 mesi continuativi, durante i quali la risorsa fornisce
un supporto operativo ai colleghi esteri e nel frattempo ha la
possibilità di approfondire la conoscenza della lingua locale.
Gli incrementi retributivi vengono invece riconosciuti in base
ad una consolidata crescita professionale e all’acquisizione
di competenze specifiche nell’ambito del ruolo aziendale
assegnato, mentre i riconoscimenti una tantum vengono
corrisposti al personale che apporta contributi o risultati
superiori agli obiettivi attesi ed aziendalmente significativi.
In alcun modo d’anzianità aziendale o l’età prevalgono nel
determinare avanzamenti di carriera o percorsi di sviluppo
interni.
3.1.6 RELAZIONI INDUSTRIALI
Desideriamo che il rapporto tra le parti aziendali sia
proficuo e sereno e promuoviamo pertanto uno scambio
aperto e sincero tra i dipendenti e la Direzione, al fine di
meglio indirizzare le scelte aziendali, quando possibile,
anche al soddisfacimento delle esigenze dei singoli. Da
sempre l’azienda incontra periodicamente le principali
Rappresentanze Sindacali per un confronto ed un
aggiornamento dell’andamento dei risultati aziendali. Il
discorso di fine anno, in cui il Presidente illustra i risultati
raggiunti, sottolinea le nuove sfide e condivide la futura
strategia, rimane un momento di forte aggregazione e di
fondamentale condivisione.
N.PERSONE CON
RETRIBUZIONE VARIABILE
italia 2012
21
consolidato 2012
224
consolidato 2013
258
Utilizziamo anche gli strumenti della mappatura delle
competenze e della valutazione del potenziale, che
permettono di monitorare annualmente l’evoluzione e lo
sviluppo professionali delle singole persone. Il confronto tra
i risultati attesi e raggiunti diventa motivo di erogazione di
premi una tantum oppure di definizione di azioni correttive o
di percorsi formativi aggiuntivi.
Uno strumento di fondamentale importanza per l’azienda
è il processo di job rotation. La rotazione del personale
permette alle risorse di accrescere in breve tempo la propria
esperienza in funzioni e settori diversi e di perfezionare
le proprie capacità aumentando le opportunità di carriera.
Inoltre permette all’azienda di aumentare ulteriorlmente
la propria felssibilità ma soprattutto di conservare e
di trattenere al proprio interno competenze ritenute
fondamentali e strategiche. Abbiamo inoltre avviato un
progetto di mobilità dei progettisti e tecnici SSE verso le
filiali, con l’obiettivo di conoscere e meglio comprendere
le diversità locali nelle richieste che arrivano dai clienti,
nel modo in cui vengono gestite le attività ed organizzato il
lavoro, nonchè di migliorare la comunicazione e la relazione
tra i colleghi delle diverse sedi. Si tratta di un percorso di
Il numero di iscritti al sindacato a livello di consolidato è
stabile in % ed aumentato in valore assoluto. Anche questo
è un dato che si deve leggere in realtà per singolo Paese, in
quanto vi sono diversità locali e culturali, che si riflettono
in numeri molto diversi nei singoli Stati. Nel caso di Inglass
l’iscrizione al sindacato riguarda esclusivamente le due
sedi produttive. In Italia il numero di iscritti è diminuito sia
in valore assoluto che in % sul totale dipendenti. In Cina
invece, in parallelo all’aumento delle assunzioni, la % sul
totale dipendenti è leggermente diminuita mentre il valore
assoluto è aumentato visto che l’adesione al sindacato è
prassi diffusa e consolidata per tutti i lavoratori che hanno
superato il periodo di prova.
N DIPENDENTI ISCRITTI AL
SINDACATO
italia 2012
20
consolidato 2012
179
consolidato 2013
197
% DIPENDENTI ISCRITTI SUL
TOTALE DIPENDENTI
italia 2012
%
7,41%
consolidato 2012
33,27%
consolidato 2013
32,62%
50
Bilancio Sociale
2013
3.1.7/TUTELA PARI OPPORTUNITA’ E RISPETTO DEI DIRITTI
UMANI
Siamo assolutamente contrari ad ogni forma di
discriminazione e, in ogni Paese in cui siamo presenti,
applichiamo gli stessi criteri, privi di qualunque elemento
di discriminazione, per l’individuazione dei migliori
collaboratori.
Anche la nazionalità dei collaboratori, a volte oggetto
di discriminazione nelle aziende, in Inglass è del tutto
ininfluente. In entrambi gli stabilimenti produttivi e in due
filiali, sono presenti collaboratori di nazionalità straniera,
con il valore più elevato di nazionalità presenti, pari a 11,
in Italia. In totale nel Gruppo sono presenti 31 collaboratori
di nazionalità diversa rispetto alla sede in cui sono stati
assunti, pari al 5.1% circa del totale.
La presenza femminile a livello globale ha raggiunto le 109
unità*, pari al 18% del totale.
N DIPENDENTI NAZIONALITÀ
STRANIERA (rispetto alla sede
di lavoro)
DONNE
italia 2012
18
italia 2012
36
consolidato 2012
23
consolidato 2012*
101
consolidato 2013
31
consolidato 2013
109
%
UOMINI
italia 2012
231
consolidato 2012*
437
consolidato 2013
495
* Dato aggiornato per un errore di revisione del documento precedente
Rispettare i collaboratori significa anche cercare di trovare
una conciliazione vita-lavoro che soddisfi entrambe le parti
senza gravare sui risultati attesi. Il lavoro part-time è uno
strumento sempre più spesso richiesto ed utilizzato anche
in Inglass, per ora soprattutto dalle donne, considerando
l’età media e le necessità di accudimento dei figli piccoli.
% SUL TOTALE DIPENDENTI
italia 2012
6,67%
consolidato 2012
4,28%
consolidato 2013
5,10%
N NAZIONALITÀ STRANIERE
NELLA SINGOLA SEDE
italia 2012
5
consolidato 2012
da 1 a 5
consolidato 2013
da 1 a 11
Riconosciamo il valore e rispettiamo la vigente legislazione
nazionale relativa alla promozione e all’inserimento
lavorativo di personale appartenente alle categorie protette.
Oggi Inglass impiega complessivamente 7 persone nel
mondo appartenenti a categorie svantaggiate.
N CONTRATTI PART-TIME
italia 2012
7
consolidato 2012
9
consolidato 2013
9
DIPENDENTI APPARTENENTI
ALLE CATEGORIE PROTETTE
italia 2012
6
consolidato 2012
7
consolidato 2013
7
DI CUI DONNE
italia 2012
6
consolidato 2012
7
consolidato 2013
7
Il lavoro minorile in Italia riguarda esclusivamente il lavoro
estivo dei ragazzi degli ultimi anni della scuola superiore,
per il cui impiego rispettiamo scrupolosamente la normativa
vigente. In Cina e nelle altre filiali non viene impiegato
personale minore di 18 anni.
INglass S.p.A.
CAP 03
3.1.8/FORMAZIONE
La formazione continua a rivestire un ruolo molto importante
all’interno dell’azienda. I valori riportati sono però
incompleti, in quanto non tengono conto dell’affiancamento
alle persone che cambiano ruolo all’interno dell’azienda,
nonché delle numerose occasioni quotidiane di formazione
trasversale tra singole funzioni e singoli uffici.
consolidato 2012
consolidato 2013
36,64%
- % Ore formazione linguistica
27,27%
- % Ore formazione tecnica prodotto
10,97%
- % Ore formazione software dedicati
7,89%
- % Ore formazione sviluppo manageriale
7,31%
- % Ore di formazione per la sicurezza
3,57%
- % Ore formazione area amministrazione e
finanza
3,20%
€109.211,60
- % Ore formazione qualità
1,58%
€ 123.439,40
- % Ore formaizone risorse umane
1,58%
€51.853,60
COSTO PRO CAPITE
italia 2012
€192,05
consolidato 2012
€203,00
consolidato 2013
€204,37
ORE DI FORMAZIONE TOTALI
italia 2012
7.047,0
consolidato 2012
10.125,0
consolidato 2013
8.169,5
PERSONE COINVOLTE NELLA
FORMAZIONE
italia 2012
CONSOLIDATO
2012
- % Ore formazione apprendisti e nuovi dipendenti
COSTO DELLA FORMAZIONE
italia 2012
TOTALE ORE DI FORMAZIONE SVOLTE
51
67
consolidato 2012
279
consolidato 2013
292
Le persone coinvolte in almeno un progetto formativo nel
corso dell’anno sono state 292 a livello mondiale, anche
quest’anno quasi il 50% della popolazione totale. Il peso
delle varie tematiche di formazione a livello consolidato
sono però variate rispetto allo scorso anno.
Nel 2013 la formazione si è focalizzata sulla formazione ai
nuovi assunti, la formazione linguistica (che rappresenta in
modo stabile il 25/30% del totale) e la formazione tecnica sul
prodotto. Sono state invece ridotte le ore di formazione sui
software dedicati, e quelle per lo sviluppo manageriale.
Un peso notevole continuano a rivestire la formazione e
l’aggiornamento presso HQ dei colleghi delle filiali estere,
che a rotazione spendono in media 2 settimane lavorative
l’anno presso la sede madre. Questa importante attività
di allineamento tecnico e strategico della rete mondiale,
nel corso del 2013 ha impegnato le risorse interne con 33
training, per un totale di 362 giorni.
3.1.9/SICUREZZA & INFORTUNI
Continua il perseguimento dell’obiettivo della massima
sicurezza sul luogo di lavoro. Gli strumenti utilizzati sono
molteplici: applicazione di tutte le precauzioni possibili nella
disposizione ed attrezzaggio dei macchinari, tempestivo
adeguamento ad aggiornamenti normativi per l’aumento
della sicurezza, formazione specifica, assegnazione di
dispositivi di sicurezza a tutte le figure che lo prevedono e
massima severità nei confronti di chi non li utilizza, continua
sensibilizzazione sia verso il personale interno che verso i
visitatori esterni.
A questo scopo aggiorniamo periodicamente sia la
cartellonistica nei reparti produttivi sia la slide di
accoglienza visitatori su monitor in Hall HQ, che evidenzia
l’andamento del numero di infortuni.
Riteniamo con orgoglio che l’andamento molto positivo degli
infortuni anche nel corso del 2013 rifletta anche il grande
sforzo ed impegno svolto nella formazione per la sicurezza,
che sarà ulteriormente aumentato nel 2014, il continuo
miglioramento delle condizioni di lavoro in ogni reparto
aziendale e la continua sensibilizzazione sulla tematica.
Anche la durata media dei giorni di infortunio continua a
mostrare un trend positivo di riduzione di quasi il 50%.
52
Bilancio Sociale
2013
Particolare attenzione è stata posta nella predisposizione
per la sicurezza dei nuovi impianti installati nel 2013 e nelle
attività di relayout.
ORE DI FORMAZIONE PER LA
SICUREZZA
italia 2012
259
consolidato 2012
306
consolidato 2013
298
disciplinari nel corso del 2013 sono ancora prevalentemente
legate al non rispetto delle norme di sicurezza.
TOTALE
PROVVEDIMENTI
DISCIPLINARI
italia 2012
16
consolidato 2012
26
consolidato 2013
17
ORE DI MULTA
COSTI SOSTENUTI PER LA
SICUREZZA
italia 2012
italia 2012
€ 27.605,00
consolidato 2012
consolidato 2012
€ 27.605,00
consolidato 2013
consolidato 2013
€ 27.724,1
2
11
9
AMMONIMENTI SCRITTI
N. INFORTUNI TOTALI *
italia 2012
4
consolidato 2012
4
consolidato 2013
5
italia 2012
8
consolidato 2012
9
consolidato 2013
3
SOSPENSIONI
GIORNI MEDI PER
INFORTUNIO
italia 2012
10
consolidato 2012
10
consolidato 2013
5,5
italia 2012
0
consolidato 2012
0
consolidato 2013
1
SOLO PRIMO AVVISO
* I dati riguardanti gli infortuni presso lo stabilimento italiano sono certi
e puntuali in quanto dati sensibili al cui monitoraggio l’azienda dedica
tempo e risorse. Il dato riferito invece alle sedi estere viene attualmente
tracciato in modo meno strutturato e verrà definita a breve una procedura
più adeguata.
3.1.10/PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI E CONTENZIOSI
Data la crescente complessità e numerosità aziendale
anche i provvedimenti disciplinari vengono talvolta applicati,
anche se costituiscono comunque la modalità non prioritaria
di rapporto con i dipendenti. Rapportando il numero di
provvedimenti al totale collaboratori, la media è di appena il
2.8%, circa 2 punti percentuali meno dell’anno precedente, a
conferma del costante impegno dell’azienda nel promuovere
ed applicare, ove possibile, il dialogo e la discussione
costruttiva nella risoluzione dei problemi.
Le principali tematiche per cui vi sono stati provvedimenti
italia 2012
6
consolidato 2012
6
consolidato 2013
4
Il rapporto con i lavoratori viene gestito in tutta trasparenza
da entrambe le parti e in modo diretto interpersonale.
Nonostante ciò, vi sono state negli anni scorsi alcune
situazioni di contrasto sul lavoro che hanno dato avvio a
cause legali da parte di ex-collaboratori. La maggior parte si
sono poi risolte a favore di Inglass, ma alcune sono ancora in
attesa di risoluzione. I contenzioni ancora aperti riguardano
pratiche datate, che non si sono ancora concluse a causa
dei tempi, a volte lunghi, della pubblica amministrazione.
INglass S.p.A.
CAP 03
53
3.1.11/COMUNICAZIONE INTERNA
La comunicazione all’interno dell’azienda si avvale dei
tradizionali strumenti a disposizione, principalmente
della posta elettronica. Ogni collaboratore in Italia e
all’estero, ha a disposizione un indirizzo e-mail aziendale
ed il collegamento alla rete intranet, nella quale vengono
condivisi documenti comuni. Ogni sede ha inoltre a
disposizione un sistema di videoconferenza, che utilizziamo
quotidianamente nelle riunioni con le filiali. Per le telefonate,
quando possibile, utilizziamo Skype, mentre nella singola
sede la comunicazione prevalente, assieme alle e-mail, è
la riunione. Le comunicazioni organizzative vengono anche
esposte in bacheca e se opportuno ribadite attraverso
apposita cartellonistica aggiornata periodicamente.
Mensilmente si tiene una riunione tra la Direzione ed il
Management per allineamento sulla strategia e condivisione
dei progetti e delle problematiche da affrontare.
Semestralmente la riunione viene estesa anche ai Manager
di Filiale estera. Infine, una volta l’anno, il Presidente
condivide risultati e pianificazione per l’esercizio successivo
con tutti i collaboratori italiani ed una rappresentanza a
rotazione di quelli stranieri, nonché con le rappresentanze
sindacali che desiderano partecipare all’incontro.
un ruolo importante nel preferire Inglass ad altri posti di
lavoro. Si pensi ad esempio alla flessibilità riconosciuta
nella organizzazione del proprio lavoro, alla promozione di
importanti percorsi interni di sviluppo professionale (tanto
che la maggior parte dei manager provengono da percorsi
di carriera interni all’azienda), alla formazione continua,
all’internazionalità dell’azienda e alla possibilità di svolgere
esperienze professionali presso le filiali estere del gruppo,
tutti aspetti che caratterizzano l’azienda da molti anni.
3.1.12/CLIMA ORGANIZZATIVO E MOTIVAZIONE
Riteniamo che la motivazione delle persone nello
svolgimento delle proprie attività sia un elemento
fondamentale per il mantenimento di elevati standard
qualitativi, sia nel servizio / prodotto al cliente, sia nella
qualità di vita dei nostri collaboratori.
In aggiunta a questo, nel corso del 2013, sono state
rinnovate le convenzioni per tariffe agevolate ai dipendenti
presso due Poliambulatori medici, una palestra, una agenzia
viaggi sul territorio ed uno Studio Commercialista per la
preparazione della dichiarazione dei redditi. Continuano
infine ad essere disponibili per i dipendenti il servizio mensa
interno ad importo agevolato, nonché un trattamento di
miglior favore, rispetto al CCNL, in merito alle trasferte e al
tempo viaggio.
Il clima organizzativo è stato in passato più volte analizzato
in modo strutturato da parte di professionisti esterni ed
anche nel corso del 2013 si sono svolti colloqui individuali
con una parte dei collaboratori, per capire il grado di
soddisfazione sia in merito alle mansioni che al clima
organizzativo.
Pensiamo però che la motivazione e le eventuali
problematiche presenti in azienda si possano meglio
cogliere ed affrontare solo attraverso un corretto rapporto
interpersonale tra collaboratori e management, approccio
che quotidianamente promuoviamo e monitoriamo.
Siamo anche convinti che la motivazione delle persone
non sia legata esclusivamente agli incentivi economici
(vedere sezione Politica Occupazionale) bensì a tanti aspetti
della relazione azienda – collaboratore, che anche se non
corrispondono ad una retribuzione economica rivestono
In quest’ottica abbiamo intrapreso anche un percorso
con l’Assessorato ai Servizi Sociali della Regione Veneto
denominato ’Audit famiglia e lavoro’. Si tratta di uno
strumento che permette di avviare un processo di
valutazione esterna e strutturata alle politiche di gestione
del personale in termini di conciliabilità famiglia e lavoro.
Tale percorso è iniziato nel 2013 con la creazione di un
gruppo di lavoro che ha “fotografato” l’azienda sugli aspetti
specifici della conciliazione famiglia lavoro ed ha redatto
un piano (triennale) di implementazioni di ulteriori attività
migliorative. La certificazione e la definizione del piano
triennale si svolgerà nel 2014.
54
Bilancio Sociale
2013
3.2 / Clienti
L’azienda serve un totale di oltre 1630 clienti che includono
produttori di stampi, stampatori e gli OEM in tutto il mondo,
appartenenti al settore automobilistico, packaging,
cosmetico, medicale, tappi e chiusura, casalingo e del
mercato dell’elettronica. La divisione INglass progetta e
produce lo stampo, con il sistema a canali caldi HRSflow
incluso, consentendo agli utenti di ottimizzare sia la qualità
che il costo del pezzo stampato. Per la divisione HRSflow
i clienti possono contare su un partner che fornisce il
supporto tecnico lungo tutta la filiera, dal concept alla
produzione fino alla fase post-vendita. I sistemi HRSflow
sono il risultato delle sinergie provenienti dalle specifiche
competenze tecniche dei canale caldi e dall’esperienza
maturata in tanti anni di produzione di stampi.
1800
1508
1600
1400
1200
rimane l’Europa, con evidenza di forte crescita sia delle
Americhe (+2.3%) che del mercato Asiatico (+1.7%).
EUROPA / AFRICA
italia 2012
48,63%
consolidato 2012
42,89%
consolidato 2013
40,16%
ITALIA
1633
italia 2012
24,87%
consolidato 2012
21,00%
consolidato 2013
19,79%
1324
1154
1000
AMERICHE
800
600
400
200
0
2010
2011
2012
2013
italia 2012
17,97%
consolidato 2012
18,14%
consolidato 2013
20,42%
3.2.1/CARATTERISTICHE ED ANALISI DELLA CLIENTELA
ASIA / AUSTRALIA
italia 2012
FATTURATO
italia 2012
€66.236.085,00
consolidato 2012
€79.967.000,00
consolidato 2013
€ 85.370.000,00
8,53%
consolidato 2012
17,97%
consolidato 2013
19,62%
AREE DI MERCATO 2013
% DI CRESCITA SUL PRECEDENTE
%
italia 2012
25,40%
consolidato 2012
-
consolidato 2013
6,76%
Il fatturato rimane in crescita anche nel 2013 con un
incremento del 6.76 % a livello di consolidato.
Il principale mercato di vendita a livello di consolidato
Per il parco clienti dobbiamo mantenere la distinzione tra
clienti stampi e clienti sistemi da iniezione a causa della
notevole differenza nella tipologia di prodotto, processo di
vendita e clientela tra le due divisioni.
INglass S.p.A.
CAP 03
SISTEMI AD
INIEZIONE
ITALIA CONSOLIDATO CONSOLIDATO
2012
2012
2013
% di fatturato
derivante dai
maggiori 10 clienti
21,70%
17,00%
14,3%
% di fatturato
derivante dai clienti
fedeli (acquistato
negli ultimi 2 anni)
70,03%
63,00%
69,1%
% fatturato da nuovi
prodotti
7,00%
6,00%
5,4%
7%
6%
6,76%
Aumento percentuale
n. clienti su anno
precedente
FATTURATO HRSflow 2013 SUDDIVISI PER AREA
EUROPA & AFRICA ITALIA
ASIA & AUSTRALIA AMERICHE
% di fatturato
derivante dai
maggiori 5 clienti
% di fatturato
derivante dai clienti
fedeli (acquistato
negli ultimi 2 anni)
Aumento percentuale
n. clienti su anno
precedente
FATTURATO STAMPI 2013 SUDDIVISI PER AREA
67% 22%
8% 3%
EUROPA & AFRICA AMERICHE
ASIA & AUSTRALIA ITALIA
3.2.2/SERVIZIO ASSISTENZA
INglass-HRSflow, con una struttura capillare di tecnici e
centri di assistenza a livello globale, è in grado di supportare
i clienti dall’installazione del sistema fino alla sua
manutenzione nella fase di post vendita. La tempestivà delle
risposte è garantita dalla nostra piattaforma CRM web based
che gestisce la storia completa di ogni singolo sistema
durante il suo intero ciclo di vita e garantisce l'integrazione
di tutti i centri di assistenza delle filiali mondiali.
Questo strumento permette ad HRSflow di monitorare
costantemente le esigenze del cliente, l'affidabilità dei
nostri prodotti e la qualità dei servizi offerti dalla nostra rete
di assistenza. HRSflow riesce a garantire il suo supporto al
cliente attraverso tutte le seguenti attività:
29% 27%
24% 20%
STAMPI
55
ITALIA CONSOLIDATO CONSOLIDATO
2012
2012
2013
39,12%
39,12%
33,6%
65,40%
65,40%
72%
18,75%
18,75%
-6,4%
--- Installazione del sistema
--- Ottimizzazione del processo attraverso il supporto
nel try-out
--- Full support per l’intera vita operativa degli impianti
--- Gestione delle modifiche dei sistemi e/o technic
upgrading su richieste cliente
--- Piani programmati di manutenzione
--- Formazione dei clienti sulla manutenzione degli
impianti e messa a punto del processo
--- Strategie personalizzate di forniture ricambi per
soddisfare tutte le esigenze del cliente
La gestione capillare di tutte le richieste di assistenza è
garantita nella lingua del cliente dalla presenza di team
tecnici qualificati presenti in centri locali di tutto il mondo:
Europa, Americhe, Asia, Oceania e alcuni Paesi dell’Africa.
La risoluzione dei problemi può avvenire attraverso il
56
Bilancio Sociale
2013
supporto on line e del tecnico di servizio dedicato sul campo
disponibile 24/7. I sistemi HRSflow sono progettati e prodotti
al fine di garantire l'affidabilità e le performance richieste.
In caso di necessità HRSflow è in grado di ridurre i tempi di
fermo produzione grazie ad una rete di magazzini ricambi
dislocati nei centri locali strategici e con centri di lavoro nei
principali centri produttivi in grado diprodurre il 100% della
componentistica 24/7. HRSflow propone inoltre pacchetti
di ricambi su misura che permettono al cliente di avere a
magazzino i componenti più comunemente utilizzati. Queste
soluzioni sono basate soprattutto su:
--- Kit di ricambi forniti con ogni sistema
--- Stock di ricambi ottimizzati sulla base dell’elenco dei
sistemi presenti in uno stabilimento o sulla base dei
principali componenti
La definizione dei ricambi da fornire viene fatta in
automatico grazie alla piattaforma web based inserendo il
codice cliente e, in caso, uno specifico stabilimento.
3.2.3/CUSTOMER SATISFACTION
Fin dagli inizi della sua attività, INglass ha sviluppato un
forte legame con i suoi clienti, molti dei quali collaborano
con noi da molto tempo. I clienti vengono quotidianamente
contattati sia dai venditori che dall’ HQ, per effettuare
periodicamente analisi di soddisfazione. L’ultima Customer
Satisfaction Survey è stata effettuata nel 2012 ed è stata
particolarmente utile perchè ha permesso una migliore
comprensione ed un aggiornamento di quello che i nostri
clienti cercano quando valutano l’acquisto e la qualità di
un prodotto. Vengono inoltre effettuate delle rilevazioni
on going che sono aggiornate in tempo reale in base ai
feedback che riceviamo dai clienti. Ciò che principalmente
i clienti si aspettano dai fornitori di camere calde è: qualità
e garanzia del prodotto, competenze tecniche fornite dagli
esperti di processo sia prima che dopo la vendita, puntuale
disponibilità di ricambi, tempi di consegna rapidi e prontezza
nel risolvere i problemi dopo la vendita. I clienti hanno inoltre
espresso un alto livello di soddisfazione esattamente sui
medesimi aspetti che loro considerano più rilevanti, ossia la
qualità e garanzia del prodotto, competenze tecniche fornite
dai tecnici dopo la vendita, prontezza nel risolvere i problemi
e, inoltre, supporto pre-vendita. La prossima rilevazione,
essendo la Customer Satisfaction Survey realizzata con
scadenza Biennale, è prevista per il 2014 e sarà gestita in
maniera congiunta Italia-Cina.
3.2.4/RICERCA E SVILUPPO
Ricerca, Sviluppo ed Ingegnerizzazione prodotto sono
sempre stati centrali in Inglass e ci hanno permesso di
diventare uno dei leader del mercato. Ogni singolo prodotto
è il risultato di approfondite analisi e ripetute prove di
stampaggio. Siamo certi che solo anticipando le necessità
del mercato e cercando di sintonizzarsi continuamente sulle
richieste del cliente un’azienda può raggiungere elevati
risultati e continuare a crescere. L’impegno su questo
fronte è assolutamente condiviso e diffuso trasversalmente
all’interno dell’azienda. Oggi nel Gruppo Inglass operano
circa 150 persone dedicate alla R&S, all’Ingegnerizzazione
prodotto e alle attività di miglioramento. I tecnici svolgono
analisi e test, sviluppano e progettano nuovi prodotti,
migliorano gli esistenti, svolgono analisi mold-flow,
progettano, verificano ed analizzano i risultati dei test
interni, forniscono supporto tecnico ai venditori ed al
personale di assistenza nel mondo.
DOMANDE DI BREVETTO DEPOSITATE
50% 31%
14% 6%
SISTEMI
STAMPI
CENTRALINE
MULTITECH
Il cuore della Ricerca e Sviluppo aziendale è posizionato
presso l’HQ in Italia, mentre un gruppo più piccolo di R&D
opera nello stabilimento cinese. Il team R&D include
ingegneri altamente specializzati, abili operatori di
macchina, professionisti di assemblaggio e di processo,
che garantiscono che ogni prodotto sia completamente
approvato prima di essere offerto sul mercato. Le attività
di ricerca sono mirate all’analisi di dettaglio del nuovo
componente da sviluppare, incrociandolo poi con i dati
sperimentali che si ottengono durante le prove di lavoratorio.
In questo modo si possono tarare i modelli matematici in
funzione alle reali condizioni al contorno usate. In molti casi
ci offriamo come partner di sviluppo con il cliente finale,
questo ci consente di avere una visione a 360° del prodotto.
Anche nel 2013 sono stati investiti ca. 1,9 Mil. € attività
di R&S, che rappresentano circa il 2,2% del fatturato
consolidato. Decine di domande di brevetto sono state
depositate sino ad oggi per proteggere i risultati degli
investimenti in R&S.
Al 31.12.2013 contiamo un totale di 16 brevetti concessi in
almeno un Paese ed attualmente in vigore.
INglass S.p.A.
CAP 03
57
18
16
14
12
10
8
6
4
2
0
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
BREVETTI CONCESSI IN ALMENO UN PAESE AL 31.12.2013
Data
deposito
Numero Deposito
domanda italiana
Titolo
Gruppo
prodotto
27/04/2001
TO2001A000399
Ugello per stampi di iniezione di materie plastiche
Camere Calde
11/10/2004
TO2004A000700
Procedimento per la produzione di lastre di materiale plastico trasparente con zone
non trasparenti
Stampi Glazing
11/10/2004
TO2004A000701
Procedimento per la produzione di lastre di materiale plastico con parti sovrastampate mediante inietto-compressione
Stampi Glazing
11/10/2004
TO2004A000702
Procedimento per la produzione di lastre di materiale plastico trasparente con parti
sovrainiettate non trasparenti
Stampi Glazing
11/10/2004
TO2004A000703
Procedimento per la produzione di lastre di materiale plastico con parti sovrastampate mediante inietto-compressione
Stampi Glazing
15/10/2004
TO2004A000716
Procedimento ed apparecchiatura per la produzione di articoli di materiale plastico
stampato particolarmente mediante inietto-compressione
Stampi Glazing
19/11/2004
TO2004A000813
Apparecchiatura e procedimento per lo stampaggio mediante inietto-compressione di
articoli di materia plastica a due componenti
Stampi Glazing
22/07/2005
TO2005A000505
Procedimento ed apparecchiatura per la produzione di articoli di materiale plastico
con almeno un componente sovrastampato
Stampi Glazing
22/07/2005
TO2005A000506
Procedimento ed apparecchiatura per la produzione di articoli di materiale plastico
con almeno un componente sovrastampato
Stampi Glazing
22/07/2005
TO2005A000507
Procedimento ed apparecchiatura per la produzione di articoli di materiale plastico
con almeno un componente sovrastampato
Stampi Glazing
27/01/2006
TO2006A000057
Iniettore per apparecchiature di stampaggio ad iniezione di materie plastiche
Camere Calde
06/10/2006
TO2006A000716
Iniettore per stampaggio ad iniezione di materie plastiche
Camere Calde
30/11/2009
TV2006A000237
Metodo per rilevare una condizione anomala di funzionamento in una apparecchiatura di stampaggio ad iniezione di materie plastiche
Centraline
30/11/2009
TO2009A000939
Iniettore per apparecchiature di stampaggio ad iniezione di materie plastiche
Camere Calde
07/01/2011
TO2011A000178
Iniettore per apparecchiature di stampaggio ad iniezione di materie plastiche
Camere Calde
01/03/2011
TO2011A000179
Iniettore per apparecchiature di stampaggio ad iniezione di materie plastiche
Camere Calde
58
Bilancio Sociale
2013
L’ufficio tecnico rappresenta una rete mondiale suddivisa
in due divisioni (stampi e camere calde). I tecnici, presenti
in ogni filiale e in entrambi gli stabilimenti produttivi,
progettano il prodotto, preparano i percorsi Cam e forniscono
supporto ai venditori.
Ogni team locale progetta e fornisce assistenza tecnica
ai clienti in loco, ma supporta altresì, all’occorrenza, altre
filiali. Grazie infatti ad un sistema evoluto ed integrato di
Pianificazione della Progettazione, è possibile simulare
differenti scenari e capire ove sia più conveniente progettare
i nostri sistemi, al fine di soddisfare le esigenze del cliente.
Questa struttura, completamente allineata in merito a
procedure e know-how, ci permette di gestire anche progetti
internazionali molto grandi, suddividendoli in singole
sezioni assegnate alle diverse unità locali di progettazione,
riuscendo così ad inviare il progetto finale al cliente in
tempi estremamente rapidi. Le performance ottenute
sono costantemente monitorate in termini di efficienza
ed efficacia mediante opportuni KPI (Key Performance
Indicators), indicatori che ci consentono di comprendere
e misurare la qualità del lavoro svolto, perseguendo la
pratica aziendale volta al miglioramento costante dei nostri
processi.
I tecnici di R&S e di Ingegnerizzazione in Italia e all’estero
usano tutti gli stessi software e questo rende ancora più
rapido lo scambio di informazioni ed attività tra i vari team di
lavoro. Grande spazio è dato alla simulazione al computer ed
ottimizzazione virtuale dei progetti con tecniche FEA (Finite
Element Analysis). Queste metodologie vengono largamente
impiegate per la convalida progettuale, consentendo di
indagare “virtualmente” le prestazioni dei nostri sistemi già
durante la fase di progettazione, valutando diverse soluzioni
tecniche e migliorandone l’affidabilità.
3.2.5/BUSINESS INTELLIGENCE, L’ANIMA DELL’AZIENDA
Innovare non significa migliorare solo i prodotti, tutti i
processi aziendali richiedono la giusta dose di attenzione.
Automatizzare significa introdurre in azienda soluzioni
che permettono di supervisionare non solo i reparti
di progettazione e produzione, ma anche gli acquisti,
l’assistenza fino ad arrivare al reparto commerciale.
INglass-HRSflow, per questo motivo, ha da sempre cercato
di trattare le informazioni in maniera trasparente ed
organizzata tramite sistemi di BI (Business Intelligence)
per facilitare alcune decisioni operative e per introdurre
sistemi di misurazione, controllo e analisi dei risultati e
delle performance aziendali. Con Business Intelligence si
intendono sistemi, principalmente software, che hanno
lo scopo di raccogliere dati in maniera logica per trarre
informazioni, valutazioni e stime sul prodotto e sul mercato
di riferimento. L’azienda a tale scopo ha implementato
un sistema CRM (Customer Relationship Manager), una
piattaforma software in grado di gestire e rendere disponibili
le informazioni nel mondo con uno stretto controllo delle
stesse in tempo reale dalla sede centrale. Tale piattaforma
permette all’azienda il controllo di tutti i processi relativi al
cliente nelle varie fasi di vita del prodotto ed in particolar
modo permette:
--- di gestire programmi Internazionali coordinando in
tempo reale risorse su scala mondiale;
--- grazie ad uno storico delle visite, si conoscono le
specifiche dei clienti e le loro esigenze fornendo la
giusta soluzione in base alla sua storia e al tipo di
applicazione;
--- nelle attività di postvendita è possibile monitorare
impianti che per esigenze produttive dei clienti
vengono spostati nei siti produttivi nei vari
continenti consentendoci, in caso di eventuali
assistenze, di intervenire in maniera rapida ed
efficace;
--- vengono offerti kit di ricambio adatti ai pacchetti di
canali caldi del cliente per ottimizzare tempi e costi.
INglass-HRSflow ha però scavalcato il tradizionale concetto
di BI, traducendo questa gestione interna in servizi concreti
per il cliente. La gestione automatica dei flussi legati alla
commessa permette di anticipare le richieste del cliente a
cui vengono inviate delle comunicazione in automatico, per
esempio con la data esatta di consegna dei disegni della
camera calda e la data attesa di consegna del sistema. La
costante implementazione di nuovi software ed automazioni
ha permesso una drastica riduzione dei tempi di risposta,
una maggiore trasparenza e condivisione delle informazioni,
con notevoli vantaggi sia interni che esterni per i nostri
clienti, partners e colleghi internazionali
3.2.6/PROGETTO KAIZEN E LEAN THINKING
Oggi l’imperativo di ogni azienda che vuole ottenere
la leadership di mercato è la riduzione dei costi ed il
miglioramento del livello di servizio dato ai clienti.
Questo può avvenire solamente quando si è compreso
il vero valore aggiunto per il quale il cliente è disposto a
pagare.
Si deve quindi essere disposti a rimettere in discussione
le proprie convinzioni, regole e modelli nella costante
caccia alla riduzione degli sprechi in qualsiasi forma essi si
INglass S.p.A.
CAP 03
presentino. In quest’ottica il gruppo di miglioramento attivato
nel 2011 procede con le proprie attività applicate ai processi
indiretti ed estese ora anche ai processi produttivi.
La ricerca continua di ottimizzare i processi produttivi e
gestionali sta dando i primi risultati in termini di tempi di
consegne ai clienti sia per la parte Soft che per la parte Hard
dei nostri prodotti. Questa attività di miglioramento viene
applicata a tutti i processi esistenti ed ancor più ai nuovi
processi che di giorno in giorno vengono attivati.
Il raddoppio dello stabilimento, l’arrivo di nuove macchine ed
attrezzature, lo spostamento di parte della linea HRS, tutte
queste modifiche e miglioramenti al processo produttivo
sono stati pensati, sviluppati e realizzati in ottica lean.
3.2.7/SISTEMA PRODUTTIVO E LEAN PRODUCTION – VALUE
STREAMING
Inglass - HRSflow è tra le attrezzerie più avanzate a livello
tecnologico presenti in Europa, avvalendosi di tecnologie
e di impianti all’avanguardia. L’azienda ha investito ingenti
risorse per robot e linee automatizzate che permottono di
lavorare 24/7, per garantire maggior precisione, affidabilità
e stabilità al processo produttivo. La personalizzazione dei
processi permette comunque all’azienda un’importante
flessibilità di produzione, mantenendo allo stesso tempo
un alto livello di efficienza e la possibilità di realizzare
componenti standard accuratamente controllati.
Un aspetto fondamentale e strategico dell’azienda è stata
la scelta di replicare la "formula" italiana anche in Asia. Il
sito produttivo di Hangzhou è una copia perfetta di quello
italiano. E 'stato equipaggiato con gli stessi macchinari
impiegati nel sito italiano, nuove attrezzature, ma stessa
marca e modello. La qualità del prodotto e le medesime
procedure sono state applicate e seguite. Le persone sono
state formate in modo da essere in grado di lavorare con la
stessa metodologia e gli stessi software della casa madre.
L’azienda ha proseguito nel 2013 con la implementazione
della Lean Production, ossia un sistema di produzione
snella, che si basa sull’ottimizzazione dei flussi, sulla
riduzione degli sprechi e sull'utilizzo di metodologie
consolidate per decidere ciò che conta davvero per
59
contribuire all’efficienza ed efficacia del risultato.
Il processo produttivo ed il design del prodotto, quindi,
sono stati trattati in modo globale al fine di ridurre al
massimo la complessità della produzione intervenendo
sull’ottimizzazione delle fasi e delle risorse utilizzate per
qualsiasi altro obiettivo che non sia la creazione di valore
per il cliente.
3.2.8/MARKETING E COMUNICAZIONE
I principali mezzi di comunicazione utilizzati da
INglass-HRSflow nei confronti dei propri clienti
sono la partecipazione a eventi e fiere di settore,
la sponsorizzazione di alcuni di questi, la presenza
redazionale e pubblicitaria sulle principali riviste di settore
a livello nazionale ed internazionale, il sito Internet e
la comunicazione diretta mediante mailing ai clienti.
Il marketing supporta inoltre la forza vendita che si
interfaccia con il cliente tramite la realizzazione di tutta la
documentazione esplicativa del prodotto con presentazioni,
schede tecniche, manuali, cataloghi prodotto e raccolta
case studies significativi. Nell’agosto 2013 è stato ultimato
e presentato tramite l’invio di una newsletter ai clienti,
il sito della divisione HRSflow che risulta più fruibile e
mette a disposizione dei visitatori il nostro materiale
marketing pubblicitario in versione digitale, dai flyers ai
case study, dai 2D/3D ai cataloghi tecnici. La gestione
della presenza redazionale di settore ed istituzionale viene
gestita internamente sulla base delle linee di prodotto da
pubblicizzare o i Paesi su cui focalizzarci. La pubblicità
su stampa specializzata viene definita strategicamente
di anno in anno. Nel corso del 2013 è stata implementata
la nostra presenza in numerose riviste internazionali e
nazionali per pubblicazioni tecniche di soluzioni e prodotto,
ed istituzionali. Durante quest’anno è stata lanciata la nuova
campagna pubblicitaria Help Markus Kill Time, che spiega
tramite dei video girati all’interno della nostra azienda e
pubblicati nel web, il workflow dei nostri progetti e i servizi
che offriamo al cliente per supportarlo e seguirlo a 360°.
Le fiere, soprattutto quelle a carattere internazionale, sono
diventate il principale strumento per presentare un nuovo
prodotto o per penetrare un nuovo mercato dal momento
che, a differenza di altri settori merceologici, in cui tali eventi
stanno affrontando politiche di contenimento, in un settore
così altamente tecnologico come il nostro, continuano a
costituire una fondamentale vetrina mondiale ed un luogo
privilegiato di scambio di know-how ed esperienza.
Parallelamente alle fiere abbiamo intensificato la presenza
ad eventi mirati (Open House, Technical Day, Conferences),
che permettono di raggiungere un parco clienti più
omogeneo e in cui l’interscambio, date le dimensioni ridotte,
60
Bilancio Sociale
2013
viene facilitato. In riferimento agli eventi di settore una
parte importante è rivestita dalle partnership strategiche
con produttori di presse ad iniezione e con i clienti stessi,
tramite cui è possibile proporsi al mercato facendo toccare
con mano le prestazioni dei nostri sistemi a canale caldo e
il risultato qualitativo finale del pezzo stampato. Nel 2013
tali collaborazioni ci hanno permesso di pubblicizzare il
marchio ed il nostro prodotto tramite Open House, Fiere e
Conferenze dedicate in Italia, Germania e Cina. Nel 2013
è stata intensificata ed automatizzata la comunicazione
ai nostri clienti tramite Direct Email Marketing – DEM, per
informazioni riguardanti la nostra presenza a fiere ed eventi,
ed aggiornamenti sulle nostre attività e sui nostri nuovi
prodotti. Tra le scelte strategiche si è deciso di proporre
nuovamente come indipendenti la divisione INglass per
gli stampi e HRSflow per le camere calde, così da renderle
più facilmente definibili ed identificabili dai nostri clienti.
A tale scopo le due divisioni sono state caratterizzata
da un’immagine ben distinta su tutto il materiale di
comunicazione e promozionale, includendo fiere ed eventi.
Di seguito l’elenco delle fiere a cui l’azienda ha partecipato e
gli eventi organizzati direttamente dall’HQ Italia:
> FIERE
--- Interplastica, Russia, Mosca, 29 Gennaio-1 Febbraio
--- Plastimagen, Messico, Città del Messico, 12-15
Marzo
--- Plastpol, Polonia, Kielce, 7-10 Marzo
--- Chinaplas, Cina, Shanghai, 20-24 Maggio
--- Feiplastic, Brasile, San Paolo, 20-23 Maggio
--- Afrimold, Sudafrica, Johannesburg, 4-6 giugno
--- Medtec, Italia, Modena, 2-3 Ottobre
--- K2013, Germania, Düsseldorf, 16-23 Ottobre
> EVENTI
--- PC Glazing Symposium, Cina, Shanghai, 13 Marzo
--- Plastic Closure Innovations, Germania, Colonia, 2325 Aprile
--- Seminario Heat & Cool, Italia, Rivalta Scivia, 26
Giugno
--- Plastic Caps & Closures, USA, Chicago, 16-18
Settembre
--- Plastic Caps & Closures, Francia, Nizza, 4-5
November
--- Automotive Surfaces Conference, Germania,
Berlino, 26-27 November
--- FAW-VW Technical Seminar, Organizzato da INglassHRSflow, Cina, Hangzhou,
> PREMI
--- Partecipazione a Oscar di Bilancio, categoria
Società e Grandi Imprese Non quotate
INglass S.p.A.
Fiere
61
MARKETING
2013
CAP 03
Sito
Web
Nuova
campagna
pubblicitaria
Our Lean Process Organization
system lifecycle.
Our customer Marcus
can rest easy!
That’s why he chose
#helpmarcuskilltime
Passion for
expertise
SNP 56/54 Nová Dubnica, 018 51 Slovakia.
WATCH
THE MOVIES!
62
Bilancio Sociale
2013
3.3 / Collettività
Anche nei rapporti con la comunità trasparenza e correttezza
sono concetti chiave ed imprescindibili. Collettività per noi
significa:
--- Associazioni di categoria
--- Scuole ed università
---Istituzioni
--- Comunità locale
--- Stampa e mezzi di comunicazione
3.3.1/ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA
In aggiunta alle storiche associazioni menzionate nel 2012
per l’Italia e la Cina, nel corso del 2013 abbiamo aderito
anche alla APMA Canada.
ITALIA
--- ASSOCOMAPLAST di Assago, Milano, raggruppa oggi 162
aziende costruttrici di attrezzature per la lavorazione
di materie plastiche e gomma. Pubblica la rivista di
settore Macplas, organizza la fiera Plast di Milano,
fornisce formazione in collaborazione con il Cesap.
--- PROPLAST di Tortona, Alessandria, raggruppa oggi 211
aziende ed enti e costituisce un polo tecnologico di
eccellenza di livello europeo, offre servizi di R&S di
elevato livello qualitativo e formazione all’avanguardia
nell’area della trasformazione dei materiali plastici,
dell’ingegneria dei materiali, dell’ingegneria di prodotto.
CINA
--- CDMIA, China Die & Mould Industry Association.
Fondata nel 1984, CDMIA è l’unica associazione
nazionale del settore presente in Cina. Principalmente
composta dall’associazione volontaria delle singole
imprese, centri di ricerca, università, colleges ed
istituzioni sociali collegate al mondo degli stampi e
dello stampaggio. Attualmente raggruppa più di 1500
associati e 50 filiali di associazione nelle singole città
e maggiori centri industriali. CDMIA è socio fondatore
di FADMA nonché associato di Istma/ Fadma. Nel corso
del tempo CDMIA ha instaurato ottime relazioni con
importanti entità dell’industria dello stampaggio in
varie nazioni e regioni.
--- UCISAP di Cinisello Balsamo, Milano, Unione Costruttori
Italiani Stampi, riunisce le aziende di settore ed è
membro italiano dell’Associazione internazionale
Istma, Internazional Special Tooling and Machining
Association.
CANADA
--- APMA, Automotive Parts Manufacturers’ Association.
Associazione nazionale Canedese fondata nel 1952.
Rappresenta i produttori OEM di componentistica,
attrezzature, macchinari e servizi per il settore
automobilistico mondiale. Lo scopo principale
dell’associazione è promuovere l’industria
fornitrice degli OEM nel settore automobilistico, sia
nazionale che estero. Svolge attività di promozione,
INglass S.p.A.
CAP 03
rappresentanza, supporto ed organizza periodiche
attività globali di marketing. L’associazione intrattiene
inoltre costanti rapporti con equivalenti associazioni
di altri Paesi.
---
63
SPI, the Plastic Industry Association. Fondata nel 1937,
promuove la crescita dell'industria della plastica negli
USA. Rappresenta quasi 900,000 lavoratori americani
nella terza industria manifatturiera USA. SPI fornisce
rappresentanza, ricerche di mercato, promuove
l'industria, relazioni di business e strategie di riduzione
degli sprechi. SPI possiede e realizza anche la fiera
internazionale NPE. Tutti profitti derivanti dalla NPE
vengono reinvestiti nei servizi all'industria della SPI.
--- CAMM, Canadian Association of Mold Makers.
Associazione nazionale Canadese fondata nel 1981.
Rappresenta i produttori di stampi e promuove attività
varie (comunicazione e studi di settore, innovazione e
nuove tecnologie, formazione) a tutela e sviluppo del
network di produttori locali.
3.3.2/SCUOLE ED UNIVERSITA’
Da molti anni ormai promuoviamo ed accogliamo con piacere
le visite in azienda da parte di studenti di ogni età. Riteniamo
che l’incontro scuola – azienda sia importante sotto molti
aspetti, sia per lo studente che ancora non conosce il mondo
produttivo e le sue peculiarità e che attraverso la visita può
cogliere degli spunti di approfondimento e curiosità, sia
per l’azienda, che attraverso gli incontri può trasmettere
ai docenti e ai futuri lavoratori le richieste del mondo del
lavoro e conoscere ancora di più il punto di vista di chi
cerca il primo impiego. Troppo spesso purtroppo c’è infatti
disallineamento tra le due realtà e solo un confronto diffuso
e continuo può permettere di ridurre le distanze.
In Italia, nel corso del 2013, abbiamo accolto in visita
--- studenti della Gewerbliche Schule (Germania) –
scuola professionale tedesca, che quasi ogni anno
accompagna i suoi studenti a visitare la nostra
azienda;
--- alunni delle classi 2° della scuola media di Cimadolmo,
(Italia).
Ancora in Italia, nel novembre 2014 abbiamo poi partecipato
al progetto Ingegneria Aperta presso la facoltà di Ingegneria
di Padova, che si è rivelato ancora una volta un ottimo punto
di incontro azienda – candidati. Abbiamo inoltre collaborato
con un gruppo di studenti universitari dell’Univesità Ca’
Foscari(Venezia) per la realizzazione di un video/intervista
di approfondimento riguardante le strategie adottate per
affrontare il mercato da alcune realtà di successo venete.
64
Bilancio Sociale
2013
3.3.3/ISTITUZIONI
Con le istituzioni locali e nazionali abbiamo ottimi rapporti
sia nello scambio di documentazione e richieste, sia nella
risoluzione di occasionali disallineamenti nel quotidiano
svolgimento di atti burocratici. Per quanto riguarda lo
stabilimento in Cina l’Ente con cui intratteniamo le principali
relazioni è l’Hangzhou Economic and Technological
Development Zone (Management Committee e General
Union). La nostra azienda persegue la massima trasparenza
e correttezza anche nei confronti dell’interlocutore
istituzionale, presentando chiarimenti e dati supplementari
ogni qual volta ne venga presentata giustificata richiesta.
Nel corso del 2013 si sono inoltre intensificati i rapporti
con il Cei Piemonte (Centro Estero Internazionalizzazione),
il primo organismo regionale italiano dedicato
all’internazionalizzazione del territorio. Al Cei sono associati
molteplici enti piemontesi (la Regione, il Comune, il
Politecnico di Torino, l’Università degli studi di Torino e la
Camera di Commercio) ed è il riferimento per le imprese
locali che lavorano o intendono lavorare sui mercati esteri
e per gli interlocutori stranieri interessati a conoscere il
sistema economico del Piemonte. Presso il Cei siamo stati
selezionati nel progetto “From Concept to Car”, un progetto
prestigioso, al quale solo le aziende più innovative vengono
ammesse.
Nel 2013 abbiamo inoltre partecipato all’Oscar di Bilancio,
premio promosso e gestito da FERPI – Federazione
Relazioni Pubbliche Italiana. Il progetto premia le aziende,
suddividendole per categoria di appartenenza, per la loro
capacità di realizzare un bilancio trasparente e chiaro, in
grado di fornire ai propri interlocutori un’informazione chiara
e completa sul proprio operato e le proprie strategie, al di là
dei requisiti minimi di legge.
Oscar di Bilancio
2013
Attestato di Partecipazione
SOCIETÁ E GRANDI IMPRESE NON QUOTATE
INglass
Patrizia Rutigliano
Presidente Ferpi
Andrea Sironi
Presidente Giuria Oscar di Bilancio
INglass S.p.A.
CAP 03
3.3.4/COMUNITA’ LOCALE
Come ogni anno destiniamo una piccola parte del nostro
valore aggiunto alla comunità che ci ospita. Purtroppo le
esigenze sono tante e non riusciamo a dare un contributo
a tutti, anche se cerchiamo di fornire il nostro sostegno
a rotazione a quelle che ci sembrano le iniziative più
meritevoli. Siamo sempre pronti però ad accogliere nuove
collaborazioni e a sostenere progetti sociali non solo
attraverso donazioni, ma anche con azioni concrete di
mutuo sostegno, anche attraverso il coinvolgimento dei
collaboratori interni e delle loro famiglie. Riteniamo infatti
che la sensibilizzazione su importanti tematiche sociali sia
altrettanto importante del sostegno economico. Agire in
modo etico e responsabile non si limita a “fare beneficienza”
ma si deve trasferire nelle scelte ed nelle azioni quotidiane
di tutti noi, con costante attenzione e rispetto delle
esigenze di chi è meno fortunato. Nel 2013 siamo riusciti
a dare un piccolo supporto ad alcune associazioni sportive
dilettantistiche del territorio di calcio, basket, ciclismo,
mountain bike, e ad un paio di iniziative medico/ sociali
locali. La valutazione delle richieste di sostegno pervenute
alla nostra azienda entro il 30 novembre di ogni anno
attraverso il modulo predisposto, viene svolta nei primi mesi
dell’anno successivo e comunicata a tutte le entità che si
sono rivolte a noi. La selezione da parte della Direzione
avviene secondo criteri trasparenti e senza conflitto di
interessi tra le parti.
3.3.5/STAMPA E MEZZI DI COMUNICAZIONE
Anche nel corso del 2013 alcune testate non di settore
nazionali e locali hanno parlato di noi, spesso dopo
un’intervista di approfondimento con la Direzione aziendale.
Anche se non cerchiamo volontariamente l’esposizione
mediatica di tipo istituzionale, è con orgoglio e soddisfazione
che raccontiamo la nostra azienda e la nostra esperienza
di business. Anche con la stampa il nostro rapporto vuole
essere sempre onesto e trasparente, coerentemente ai
valori e alla correttezza che da sempre ci caratterizzano.
Areo. Novembre 13, pag.58-59
65
Il sole 24h. Mercoledì 20 Novembre 2013 N.319, pag. 32
66
Bilancio Sociale
2013
INglass S.p.A.
CAP 04
67
Capitolo 04.
Sostenibilità
Ambientale
68
Bilancio Sociale
2013
I nostri processi non rientrano tra le attività ad elevato
impatto ambientale in quanto non utilizziamo prodotti ad
alto rischio chimico. Recepiamo e rispettiamo la normativa in
materia ambientale, consci che il rispetto e la salvaguardia
dell’ambiente riguardano non solo i singoli bensì anche le
entità produttive. Per questo motivo, in ogni situazione in
cui viene introdotto un nuovo processo aziendale la nostra
scelta ricade, a parità di condizioni, su quella a minore
impatto possibile sulle risorse naturali coinvolte.
INPUT:
MATERIE PRIME
Alla base del nostro processo produttivo vi sono le materie
prime (quasi esclusivamente acciaio e rame), energia
ed acqua. Attraverso le varie fasi di lavorazione (interne
ed esterne) e i trattamenti superficiali, si producono il
prodotto finito e gli scarti di produzione secondo lo schema
sottostante.
LAVORAZIONI
METALLO, ACCIAIO, RAME, OTTONE
ENERGIA
ACQUA
TORNITURA
FRESATURA
ELETTROEROSIONE
SINTERIZZAZIONE LASER
LUCIDATURA
OUT PUT:
PRODOTTO FINITO
STAMPI
SISTEMI AD INIEZIONE
SCARTO
RIFIUTI
SCARICHI
L’impatto ambientale riguarda in sintesi il consumo di
energia, acqua e carburanti, lo stoccaggio e lo smaltimento
dei rifiuti e degli imballaggi e, in modo molto marginale per
la tipologia della nostra produzione, i rumori, le emissioni in
atmosfera e l’uso di sostanze pericolose.
INglass S.p.A.
CAP 04
69
4.1 / Materie Prime
Utilizzate
Nel processo produttivo dello stabilimento italiano
utilizziamo solo materie prime autorizzate dalle normative
europee. L’acciaio utilizzato in entrambi gli stabilimenti
produttivi, principale materia prima per la realizzazione
del nostro prodotto, è di origine europea (Germania, Italia,
Francia e Slovenia). Anche se questo significa talvolta un
costo maggiore per il produttore, è altresì garanzia di un
costante livello qualitativo del prodotto finale.
Le altre materie prime utilizzate sono rame, che nel 2013
ha avuto una incidenza minore, titanio, ottone, alluminio e
ferro. E’ inoltre aumentato il consumo di leghe speciali (parte
della voce “altro”), al fine d'incrementare le performance dei
sistemi a canale caldo.
Nella realizzazione degli imballaggi dei nostri prodotti
usiamo casse in legno, cartone e materiali vari per
l’isolamento e la protezione del prodotto all’interno del box
esterno. Una schiuma “poliuretanica” fissa il pezzo dentro il
box per evitare danni durante il trasporto. Le casse in legno
hanno ovviamente il maggiore impatto percentuale sul
valore dell’acquistato totale.
CASSE IN LEGNO
italia 2012
67,0%
consolidato 2012
67,7%
consolidato 2013
69,0%
ACCIAIO
92,0%
CARTONE
consolidato 2012
86,03%
italia 2012
5,0%
consolidato 2013
86%
consolidato 2012
6,1%
consolidato 2013
2,0%
italia 2012
RAME
italia 2012
3,0%
consolidato 2012
2,60%
consolidato 2013
1%
ALTRO (TUNGSTEN, TITANIUM,
VESPEL, BRASS PIPE, PTFE BAR)
italia 2012
5,0%
consolidato 2012
11,37%
consolidato 2013
13%
ALTRO (POLIURETANO, POLISTIROLO,
PLURIBALL, CELLO
italia 2012
28,0%
consolidato 2012
24,3%
consolidato 2013
28,0%
I valori riportati in entrambe le tabelle si riferiscono al valore di prodotto
acquistato sul totale della fornitura, non alle quantità.
70
Bilancio Sociale
2013
4.2 / Fabbisogno
Energetico
Lo stabilimento italiano è alimentato principalmente con
energia elettrica attinta dalla rete nazionale (per le attività di
ufficio, il funzionamento dei macchinari ed il riscaldamento
dell’acqua calda) e con centrali termiche alimentate a gas
metano, di potenzialità complessiva pari a 1.496 kwh (per il
riscaldamento dei locali).
Lo stabilimento cinese utilizza invece energia elettrica dalla
rete per il funzionamento dei macchinari ed un innovativo
servizio di energia vapore fornito dall’amministrazione
locale, che nel nostro stabilimento viene utilizzato per il
sistema di condizionamento centrale e per la produzione di
acqua calda.
GAS METANO
u.m.
italia 2012
m3
81.557
consolidato 2012
91.213,85
consolidato 2013
110.721,00
ENERGIA ELETTRICA
u.m.
italia 2012
Kwh
3.626.051
consolidato 2012
5.145.691,00
consolidato 2013
5.099.186,00
VAPORE
u.m.
italia 2012
GJ
-
consolidato 2012
10.000
consolidato 2013
7.098
Le ridotte necessità energetiche delle filiali tecnico
commerciali, uffici e magazzino ricambi, vengono
soddisfatte dalla rete elettrica locale ed in minore misura dal
gas metano.
I mezzi aziendali utilizzano carburante in quantità tracciabili
a quanto riportato in tabella:
CARBURANTI
u.m.
Lt.
italia 2012
51.236
consolidato 2012
70.569
consolidato 2013
82.000
INglass S.p.A.
CAP 04
71
4.3 / Fabbisogno Idrico e
Acque Reflue
Presso le filiali l’acqua viene utilizzata solamente per uso
sanitario. Negli stabilimenti produttivi invece anche per
alcune lavorazioni, la sicurezza antincendi, l’irrigazione ed il
raffrescamento dei capannoni.
In Italia le acque reflue diverse da quelle ad uso sanitario
vengono raccolte in apposite cisterne, secondo i codici di
classificazione CER, differenziate in base alla presenza
anche di emulsioni oleose e successivamente affidate a
società terze autorizzate al loro corretto smaltimento.
CONSUMO ACQUA
u.m.
italia 2012
m3
4.515
consolidato 2012
21.136
consolidato 2013
20.973
4.4 / Produzione e
Smaltimento Rifiuti
Negli stabilimenti produttivi i rifiuti prodotti vengono
attentamente raccolti e smaltiti. La maggior parte dei nostri
rifiuti sono, per tipologia di lavorazioni, non pericolosi. Ad
oggi non si sono mai verificati sversamenti o contaminazioni
dell’ambiente.
72
Bilancio Sociale
2013
ITALIA
2012
Riciclabile
Q.ta'
Prod. Kg
CONSOLIDATO
2012
Q.ta'
Conseg Kg
Q.ta'
Prod. Kg
CONSOLIDATO
2013
Cod.cer
Descrizione Rifiuto
Q.ta'
Conseg Kg
Q.ta'
Prod. Kg
Q.ta'
Conseg Kg
150101
Imballaggi in carta e cartone
SI
15.310
15.810
15.310
15.810
18.580
18.080
150102
Imballaggi in plastica
SI
1.440
1.480
1.440
1.480
980
950
070213
Rifiuti plastici
SI
-
-
-
-
-
-
120105
Scarti e limature di materiale
plastico
SI
22.920
23.620
22.920
23.620
20.980
19.180
120103
Limature e truccioli di metalli
non ferrosi (prevalentemente
ottone, rame, alluminio)
SI
-
-
300
300
8.275
8.275
120101
Limature e truccioli di metalli
ferrosi (prevalentemente
acciaio)
SI
257.450
256.650
282.450
281.650
349.470
341.120
120115
Fanghi di lavorazione - grafite
NO
3.399
3.399
3.399
3.399
7.179
7.179
150202
Materiali filtranti
NO
932
932
932
932
975
975
130208
Olio usato
NO
-
-
300
300
400
400
130105
Emulsione oleosa
NO
11.840
11.840
21.840
21.840
35.430
35.430
150106
Imballaggi in materiali misti
NO
61.700
60.100
61.700
60.100
86.840
85.480
150110
Fusti vuoti imball. con residui
sostanze pericolose
NO
603
603
1.053
1.053
2.677
2.677
120301
Soluzioni acquose di lavaggio
NO
13.700
14.700
13.700
14.700
33.750
28.750
160213
Appar. fuori uso contenenti
comp. pericolosi
NO
345
345
345
345
-
-
160214
Apparecchiature fuori uso
NO
4.276
4.276
4.276
4.276
-
-
200121
Tubi florescenti ed altri
cont.mercurio
NO
14
14
14
14
-
-
080317
Toner esausti*
SI
26
26
26
26
-
-
110111
Soluzioni acquose di lavaggio
contenenti sostanze pericolose
NO
36.400
33.400
36.400
33.400
14.580
17.580
120109
Emulsioni e soluzioni per
macchinari non contenenti
alogeni
NO
20.560
20.560
20.560
20.560
19.100
19.100
150105
Imballaggi in materiali
compositi
NO
7.850
7.850
7.850
7.850
-
-
170411
Cavi diversi di cui alla voce
170410
NO
740
740
740
740
930
930
170405
Ferro e acciaio
SI
3.800
3.800
3.800
3.800
16.400
16.400
160605
Altre batterie ed accumulatori
NO
93
93
93
93
-
-
120199
Rifiuti non specificati altrimenti
NO
532
532
532
532
-
-
080111
Pitture e vernici di scarto
SI
-
-
-
-
70
70
120104
Polveri e particolato di materiale
non ferroso
NO
-
-
-
-
3.950
3.950
*La tabella riporta le quantità raccolte nei due stabilimenti produttivi.
Nelle filiali i rifiuti non vengono infatti pesati ed il quantitativo prodotto è stato comprensibilmente molto esiguo.
** quando la quantità consegnata è superiore a quella prodotta significa che include una parte di quella prodotta e non smaltita nell’esercizio precedente.
INglass S.p.A.
CAP 04
Sul totale dei rifiuti prodotti a livello consolidato nel 2013
oltre il 66% è rifiuto riciclabile (leggermente in aumento
sull’anno precedente) e solamente il 17% è considerato
rifiuto pericoloso secondo i codici CER internazionali
di classificazione, un valore del 2% inferiore all’anno
precedente.
Guardando solamente le filiali, in Germania, Canada, Spagna,
Portogallo e Brasile si differenziano la carta e si cerca di
assegnare i toner esausti a società certificato per un riciclo
corretto. La più virtuosa è ancora la Germania, dove la
raccolta differenziata è già molto diffusa e correttamente
applicata. Non effettuano invece differenziazione dei
rifiuti di alcun tipo la Francia, la Turchia e l’India. In tali
73
casi la motivazione risiede per lo più nel fatto che le
singole amministrazioni locali non lo hanno ancora
imposto per legge come avviene in Italia e in Germania, e
contemporaneamente non vi è sensibilità culturale e sociale
presso le utenze sia private che produttive.
Tutte le società alle quali viene affidato il conferimento dei
nostri rifiuti in Italia sono dotate di apposita autorizzazione
al ritiro e quelle che raccolgono rifiuti pericolosi sono dotate
di almeno una tra le certificazioni ISO9001 –ISO14000 –
OHSAS18001 – EMAS IT 000640.
4.5 / Emissioni, Rumore
e Sostanze Pericolose
Le principali emissioni in atmosfera prodotte dagli
stabilimenti sono CO2 dalle caldaie a gas metano, gas
refrigeranti dagli impianti di condizionamento, emissioni
dalle aspirazioni degli impianti di elettroerosione,
stampaggio, fresatura e forno. Tutti i centri di lavoro che lo
richiedono sono dotati di sistemi di aspirazione completi di
filtri per impedire atmosfere potenzialmente inquinanti e per
ridurre eventuali emissione diffuse negli ambienti di lavoro.
Il livello di CO2 emesso dalle caldaie viene periodicamente
monitorato e controllato da personale specializzato.
I gas refrigeranti utilizzati all’interno degli impianti di
condizionamento, le cui emissioni vengono periodicamente
controllate, sono R22 e R410A.
Abbiamo un programma di controllo periodico delle
emissioni svolto da consulente esterno autorizzato e la
manutenzione degli impianti termici è affidata a personale
tecnico esterno specializzato e riportata, come da
normativa, sul libretto di impianto.
Le nostre lavorazioni non sono significativamente rumorose.
Per i rumori verso l’interno vengono effettuate analisi
ambientali periodiche nel rispetto della normativa vigente
per l’analisi del rischio del dipendente. Le maggiori fonti di
rumore provengono da alcuni macchinari e dagli impianti
di aspirazione. Verso l’esterno sino ad oggi, non svolgendo
lavorazioni rumorose, non è stato ritenuto necessario
svolgere alcuna analisi aggiuntiva.
Per le sostanze risultate maggiormente rischiose in seguito
alla valutazione del rischio chimico in azienda, sono state
realizzate delle apposite schede tecniche per l’uso e la
manipolazione delle stesse.
Bilancio di Sostenibilità 2013
Via Piave, 4 - 31020 S.Polo di Piave (TV) I
Tel. +39 0422 750111 Fax. +39 0422 750301
[email protected] www.inglass.it
[email protected] www.hrsflow.com
BILANCIO.SOCIALE.IT.13.REV.00
INglass S.p.A.
Bilancio di
Sostenibilità
2013
1.PASSIONE
2.STRATEGIA
3.RELAZIONE
4.RISPETTO
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
8 315 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content