close

Enter

Log in using OpenID

All.11 RELAZIONE IDRAULICA

embedDownload
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 1 di 22
Febbraio 2014
ALLEGATO 11
Comune di RAVENNA
(EMILIA ROMAGNA)
Piano Urbanistico Attuativo (PUA)
Ambito a programmazione unitaria e concertata denominato:
“CoS4 - De Andrè”
RELAZIONE IDRAULICA
Soggetti Richiedenti:
per
BELLOCCHIO 2006 S.r.l.
per
S.V.A. S.p.A.
Maria Speranza Gardini
Giuliano Gamberini
……………………………………….…
………………………………….………
Progettisti incaricati:
Cotefa.Ingegneri&Architetti
ING. ENZO RAGNI
ARCH. GUILLERMO ARNAUDO
ING. RICCARDO MANFREDI
……………………………………….…
Brescia, Febbraio 2014
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 2 di 22
Febbraio 2014
A - FOGNATURA ACQUE METEORICHE
DESCRIZIONE GENERALE
La presente relazione viene prodotta per descrivere lo smaltimento della fognatura acque
meteoriche dei terreni oggetto del PUA ubicati nel comune di Ravenna, quadrante sud-est,
all’incrocio tra Viale Europa e Via Canale Molinetto (Rotonda Francia), a lato del Pala De
Andrè.
Il terreno ha una conformazione rettangolare con due lati che si affacciano sulle strade (Viale
Europa e Via Canale Molinetto), un lato sul parco commerciale “Teodora”, separato da Via
Travaglini, e uno confinante con l’area adibita ad attrezzatura ed impianto sportivo
(Galoppatoio) di proprietà privata di interesse pubblico presso il Complesso “la Monaldina”.
Allo stato di fatto il comparto oggetto del PUA si presenta come una superficie a prato
erboso incolto, senza edifici e strade asfaltate e senza raccolta fognaria, attraversato da una
carraia che conduce ad un’abitazione privata.
Da rilievo viene individuato solo un fosso precedentemente utilizzato per l’irrigazione
dell’area.
All’esterno del comparto, sul tratto est di via Travaglini, esistono due reti fognarie:
• una per la raccolta delle acque meteoriche della porzione est del comparto “Teodora” e dei
comparti orientali adiacenti;
• una per la raccolta delle acque nere dell’intero comparto “Teodora” e dei comparti orientali
adiacenti.
Le suddette due reti esistenti convogliano verso nord nelle reti pubbliche di Via Trieste, che
vanno per le acque bianche all’idrovora di Via Pirano e, per le acque nere, alla centrale di
sollevamento di rete nera esistente nel parcheggio del Pala de Andrè, vicino al canale Lama
ed in fregio alla via Trieste.
Sempre all’esterno del comparto, sul tratto sud di Via Travaglini, esiste una rete di scarico
fognario delle acque bianche che recapita la parte sud del comparto “Teodora” verso il fosso
risagomato che scorre parallelo a Viale Europa e che si immette sempre su Via Trieste nel
tratto fognario pubblico acque bianche per raggiungere il sistema di pompaggio di Via
Pirano.
Le suddette reti esistenti sono state realizzate con il progetto delle “Opere di urbanizzazioni
primarie in Zona D7.2.3.5 di P.R.G.93” come indicato nel disegno di as built
dell’Arch.Lorenzo Pezzele del marzo 2010 allegato alla presente.
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 3 di 22
Febbraio 2014
Si allega stralcio della planimetria di as built menzionata, in coda alla relazione, a carattere
semplicemente illustrativo.
La cameretta 8N della fognatura nera del tratto est di Via Travaglini, indicata sul disegno
allegato, dalla quale parte una tubazione esistente in PVC diam. 200mm con pendenza 0.2%
circa, sarà il recapito della fognatura nera del comparto CoS4 per quanto riguarda la parte ad
uso commerciale. Gli edifici ad uso sportivo e ricettivo a sud saranno recapitati mediante
apposita nuova tubazione da realizzarsi parallelamente a viale Europa alla centrale di
sollevamento di rete nera esistente nel parcheggio del Pala de Andrè, vicino al canale Lama
ed in fregio alla via Trieste.
La trasformazione di progetto del territorio esistente (avente superfici non urbanizzate)
avviene utilizzando misure di invarianza idraulica. Per trasformazione del territorio ad
invarianza idraulica si intende la trasformazione di un’area che non provochi un aggravio
della portata di piena del corpo idrico ricevente i deflussi superficiali originati dall’area
stessa.
La predisposizione dei volumi di invaso a compensazione delle impermeabilizzazioni è
finalizzata a mantenere inalterate le prestazioni complessive del bacino. La riduzione delle
infiltrazioni viene compensata mediante l’aumento della laminazione.
La misura del volume minimo di invaso da prescrivere in aree sottoposte a una quota di
trasformazione I (% dell’area che viene trasformata) e in cui viene lasciata inalterata una
quota P (tale che I+P=100%) , è data dal valore convenzionale:
W=W° (Ф/Ф°) (1/1-n) – 15I – W°P (tabella 1)
come indicato al punto 7.1 del “Piano stralcio per il rischio idrogeologico” della Regione
Emilia Romagna-Autorità dei Bacini Regionali Romagnoli.
Si effettua inoltre ulteriore verifica per intervento di marcata impermeabilizzazione
potenziale (aree >10ha e sup.impermebilizzata >30%) come indicato al punto 7.6 del
“Piano”.(tabella 2)
Il progetto per la raccolta delle acque meteoriche prevede la divisione del comparto in due
bacini :
- Il BACINO 1 ha una superficie di 12.790mq, si estende a nord-est del comparto e
interessa edifici commerciali, percorsi pedonali-marciapiedi , aree verdi ed aiuole.
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 4 di 22
Febbraio 2014
Il Bacino 1 individua una porzione di comparto in grado di accumulare, con le tubazioni di
raccolta delle acque meteoriche delle coperture degli edifici, il volume necessario per la
successiva irrigazione delle aree a verde , in vasche a tenuta.
Il suo volume di invaso, che contribuisce con quello complessivo del comparto, è in grado di
soddisfare l'invarianza idraulica (vedi calcolo tabella 1,1 e 2,1).
-Il BACINO 2 ha una superficie di 102.835,0mq, interessa edifici ad uso commerciale,
alberghiero,palestra, percorsi pedonali-marciapiedi, aree verdi, strade in asfalto e parcheggi
nei piazzali esterni realizzati con masselli autobloccanti aperti “green block” posato su
strato permeabile.
Verranno posati due collettori principali che, dall'area a verde su Viale Europa, correranno
lungo il perimetro esterno della zona “edifici” fino al pozzetto di ricongiungimentostrozzatura, in progetto nel lato est di via Travaglini.
Da qui verrà posata una tubazione diametro 20cm con portata massima di 88,5l/sec verso il
recapito di Via Trieste. (calcolo tab.1 e tab.5)
Quando la portata complessiva del bacino supererà quella verso il recapito, le tubazioni a
monte del pozzetto si riempiranno gradualmente.
Quando le tubazioni raggiungeranno il massimo riempimento l'acqua tracimerà nel bacino
di laminazione a lato di Viale Europa dalle griglie in copertura dei pozzetti di testa dei due
collettori principali.
Il bacino di laminazione nell’area a verde avrà una superficie di circa 13.500mq, altezza
dell'acqua di 30cm ed un volume complessivo di 4.050,0mc (calcolo tab.4)
La quota di progetto dell’area verde su Viale Europa è -0,60m mentre quella del
parcheggio a lato è -0,20m; quando il bacino di laminazione a cielo libero raggiungerà il
suo massimo riempimento, il livello dell'acqua sarà circa 10cm più bassa del parcheggio
mentre Viale Europa sarà 70cm più alta.
Terminato l'evento critico piovoso il bacino di laminazione e le tubazioni si svuoteranno
gradualmente in funzione dello scarico che soddisfa l'ipotesi di massima portata in uscita
dal comparto verso la Stazione di sollevamento ex-Eni di via Trieste, di 88.5l/sec
Il suo volume di invaso, che contribuisce con quello complessivo del comparto, è in grado di
soddisfare l'invarianza idraulica (calcolo tab. 1.2 e 2.2) .
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 5 di 22
Febbraio 2014
STRALCIO PLANIMETRIA RETE FOGNATURA
BACINO DI LAMINAZIONE IN AREA A VERDE SU VIALE EUROPA
SEZIONE 1
La somma dei volumi di invaso dei Bacini 1 e 2 (calcolo tab.3 e tab.4) e la portata di scarico verso
il recapito di
via Trieste (calcolo tab.5), contribuiscono a verificare l'invarianza idraulica
complessiva (conclusioni pg.15).
Quindi, al netto del volume di invaso dell’intero comparto avremo un unico scarico verso via
Trieste con portata inferiore al valore di 10 l/sec/ha (11,56ha*10l/sec/ha=120l/sec).
La portata di 88,5l/sec è in grado di essere ricevuta (calcolo tab.5) dalla stazione di sollevamento
in area Eni senza gravare sulla portata delle pompe esistenti.
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 6 di 22
Febbraio 2014
Dalla relazione geologica redatta dal Dott. Geol. Marco Francesco Panizzari si legge che, nell’area
individuata per la laminazione del BACINO 2 il livello della falda si attesta a circa 1,60mt di
profondità dal piano campagna di rilievo.
La quota di progetto del comparto sarà circa 1,0mt sopra il piano campagna di rilievo; questo
permette alle tubazioni affluenti al bacino di posizionarsi sopra il livello della falda.
Tutte le opere necessarie alla verifica dell’invarianza idraulica progettate all’interno del comparto in
oggetto saranno realizzate a carico della proprietà ed inoltre il lottizzante suggerisce di inserire nella
convenzione di PUA che la manutenzione ordinaria e straordinaria rimanga sempre a carico dei
lottizzanti anche se si tratta di aree pubbliche in cessione.
All'interno del comparto si individuano altre zone .
La ZONA A che si trova ad est del BACINO 1 è composta da una strada in progetto con annessa
fascia di rispetto per un totale di 47.550mq, dalla proprietà Gamberini con viabilità privata con una
superficie di 8.392,0mq e da due aree verdi adiacenti per una superficie di circa 15.400mq.
La ZONA B che si trova ad ovest del BACINO 2 è composta dall’area verde a ridosso di Viale
Europa, che è un’area comunale con una superficie di 11.742mq, e da una proprietà di Romagna
Acque con una superficie di 892,0mq.
La zona A e B non si considerano nella verifica dell'invarianza idraulica.
La porzione di rotonda facente parte delle opere di urbanizzazione extra comparto su viale Europa e
quella di viabilità pubblica ad est del comparto facente parte delle opere di urbanizzazione primaria
sono state considerate nel calcolo dell’invaso.
La superficie complessiva del comparto di 199.601mq .
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 7 di 22
Febbraio 2014
Distinta superfici BACINO 1e 2 con parametri post operam impermeabili e permeabili
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 8 di 22
Febbraio 2014
Tabella 1-Calcolo dei volumi minimi per l’invarianza idraulica (Formula del W)
TOTALE (BACINO 1 +BACINO 2)
Dimensionamento sezione massima condotta di scarico al ricettore
La tubazione di scarico verso via Trieste dovrà avere una portata di 88,5l/sec. (calcolo tab.5)
La portata di scarico è ricavata tramite la formula Q= u * A*(2g*H)0,5 con :
A= sezione massima condotta di scarico
Q portata ammissibile effluente al ricettore = 88,50l/sec
H battente sopra l’asse della condotta di scarico dell’invaso di laminazione= 1,50m alla strozzatura
g= 9,8m/sec2
u= 0,6
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 9 di 22
Febbraio 2014
L’area della strozzatura sarà di:
A= Q/0.6*(2*gH) 0,5 = 88,50l/sec / 0,6*(2*98dm/sec2*15dm) 0,5 =2,72dm2
Il raggio della tubazione sarà:
R= (A/ π) 0,5 = (2.72dm2 /3,14)0,5 = 0,94dm
Dal pozzetto di strozzatura verso il recapito in via Trieste verrà posata una tubazione in PVC UNI EN SN8
diametro esterno 200mm- diametro interno 190mm.
Tabella 2 – Verifica per intervento di marcata impermeabilizzazione
TOTALE (BACINO 1 +BACINO 2)
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 10 di 22
Febbraio 2014
Tabella 1.1-Calcolo dei volumi minimi per l’invarianza idraulica (Formula del W)
BACINO 1
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 11 di 22
Febbraio 2014
Tabella 2.1– Verifica per intervento di marcata impermeabilizzazione
BACINO 1
N.B. Il BACINO 2 e il BACINO 1 sono considerati insieme e scaricano dalla strozzatura al ricettore la portata massima
di 88.50l/sec come da tabella n.2 BACINO 1+2
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 12 di 22
Febbraio 2014
Tabella 1.2-Calcolo dei volumi minimi per l’invarianza idraulica (Formula del W)
BACINO 2
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 13 di 22
Febbraio 2014
Tabella 2.2 – Verifica per intervento di marcata impermeabilizzazione
BACINO 2
N.B. Il BACINO 2 e il BACINO 1 sono considerati insieme e scaricano dalla strozzatura al ricettore la portata massima
di 88.50l/sec come da tabella n.2 BACINO 1+2
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 14 di 22
Febbraio 2014
Tabella 3 – Volumi di invaso di progetto Bacino1
Tabella 4 – Volumi di invaso di progetto Bacino 2
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 15 di 22
Febbraio 2014
Volume bacino di laminazione in area a verde su viale Europa
Dimensioni bacino:
lunghezza 270,0mt; larghezza 50,00mt; altezza livello massimo acqua=0,30mt
Volume bacino:
270,0mt x 50,0mt x H=0,30mt= 4.050,00m3
Tabella 5 – Volume al recapito di via Trieste-stazione di sollevamento Ex Eni
Volume alla stazione di sollevamento in Via Trieste –Ex Eni
1)Ipotesi di massima portata stazione di sollevamento Ex Eni-via Trieste con mandata 8”= 125,0l/sec
2)Portata acque meteoriche strada (via Trieste) fino alla stazione di sollevamento Ex-Eni
Q=Sup. strada x J (T.2ore)/7200sec= (4500mq x 58.28l/mq)/7200sec= 262.300lt/7200sec= 36,50lt/sec
3)Portata massima ammissibile proveniente da Comparto CoS4= 125l/sec-36,50lt/sec= 88,50l/sec
CONCLUSIONI
1)
1) VOLUME TOTALE
(W tab.2)
2) La portata di scarico del comparto in oggetto verso via Trieste è pari a 88,5l/sec ed è
inferiore al valore di 10 l/sec/ha. (11,56ha * 10/l/sec/ha= 120 l/sec).
3) Dal pozzetto pozzetto di “strozzatura” situato nel tratto est di via Travaglini fino al
recapito in via Trieste verrà posata una tubazione diametro interno 190mm.
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 16 di 22
Febbraio 2014
B - FOGNATURA NERA
Il progetto relativo alla fognatura nera prevede due reti di tubazioni di raccolta degli scarichi degli
edifici: una per gli edifici commerciali che recapita nella parte nord-est del comparto sul tratto nordest di Via Travaglini nelle tubazione di fognatura nera esistente; e una per l’albergo e la palestra che
convoglia nella parte sud-ovest del comparto per recapitare, transitando parallelamente su Viale
Europa, alla centrale di pompaggio del Pala De andrè.
Le reti in progetto sono realizzate con tubazioni in PVC UNI EN SN8, interramento minimo di
50cm e diametro 200mm.
La fognatura nera esistente, fuori dal comparto oggetto di PUA, è in pvc serie UNI EN 1401 SN4,
diametro 200mm e pendenza del 0.2% circa come indicato nel disegno di as built “Opere di
urbanizzazioni primaria in Zona D7.2.3.5 di P.R.G.93” dell’Arch.Lorenzo Pezzele del marzo 2010.
La raccolta della fognatura nera in progetto, come già evidenziato, viene divisa in due zone.
Una zona raccoglie la palestra e l’albergo a sud-est del comparto.
La nuova tubazione raccoglie la fognatura degli edifici fino al pozzetto con sifone tipo Firenze in
prossimità del confine sud-ovest su viale Europa; da qui, sul lato sinistro della strada Viale Europa,
risale verso nord fino a via Trieste e viene collegata alla fognatura nera pubblica nel pozzetto di
sollevamento esistente ad ovest della rotonda “Danimarca”.
L’altra zona interessa tutti gli altri scarichi e viene recapitata nella cameretta 8N, individuata nell’as
built menzionato, nel tratto di strada di via Travaglini che corre a nord est del comparto; prima del
collegamento viene posizionato un pozzetto con sifone tipo Firenze.
Il calcolo della portata dei liquami da smaltire nei collettori comunali, viene effettuato mediante
calcolo con il metodo degli "abitanti equivalenti".
Per il dimensionamento si considerano i seguenti parametri:
Palestra:
Albergo:
Commerciale:
Ristorante:
1 abitante equivalente ogni 30 persone
2 abitante equivalente ogni stanza (circa 20 mq)
1 abitante equivalente ogni 3 addetti
1 abitante equivalente ogni 30 visitatori
1 abitante equivalente ogni 3 posti
Per il calcolo dell’affollamento stimato si utilizza il valore di 0,2 persone/mq previsto nel D.M
27/07/10 (Normativa di Prevenzione incendi per edifici commerciali). Per ogni abitante equivalente
si considera un consumo idrico giornaliero di 150 l/giorno (vedi tabelle in bibliografia specialistica).
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 17 di 22
Febbraio 2014
CALCOLO ABITANTI EQUIVALENTI
In allegato è riportata una tabella con il calcolo esplicito degli abitanti equivalenti del polo.
TOTALE ABITANTI EQUIVALENTI = 743 a.e.
1) RETE ACQUE NERE COMMERCIALE E RISTORAZIONE
COMMERCIALE:150 lt/abitanti equivalenti x die x 226,2/1000 = 33,9 mc/die
Portata totale di punta = 33,9/12 ore x 4 (coeff. di punta) = 11,3 mc/h pari a 3,1 lt/s
RISTORAZIONE:150 lt/abitanti equivalenti x die x 33,33/1000 = 5 mc/die
Portata totale di punta = 5/12 ore x 4 (coeff. di punta) = 1,7 mc/h pari a 0,5 lt/s
PORTATA COMMERCIALE+RISTORAZIONE = 3,1 +0.55=3.65 lt/s
2) RETE ACQUE NERE ALBERGO E PALESTRA
ALBERGO: 250 lt/abitanti equivalenti x die x 400/1000 = 100 mc/die
Portata totale di punta = 100/2 (coefficiente di punta) = 50 mc/h pari a 13,9 lt/s
PALESTRA: 150 lt/abitanti equivalenti x die x 83,3/1000 = 12,5 mc/die
Portata totale di punta = 12,5/12 ore x 4 (coeff. di punta) = 4,2 mc/h pari a 1,2 lt/s
PORTATA ALBERGO+PALESTRA = 13,9 + 1,2 = 15,1 lt/s
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
Cotefa.ingegneri&architetti
12-02
Data
Pag. 18 di 22
Febbraio 2014
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
12-02
Data
Pag. 19 di 22
Febbraio 2014
PLANIMETRIA CON INDIVIDUAZIONE PROVE PENETROMETRICHE
Da Studio Geologico a corredo PUA del Dott.Geol. Marco Francesco Panizzari
PROVA PENETROMETRICA STATICA PS3 – livello falda BACINO 2
Da Studio Geologico a corredo PUA del Dott.Geol. Marco Francesco Panizzari
Cotefa.ingegneri&architetti
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
Cotefa.ingegneri&architetti
12-02
Data
Pag. 20 di 22
Febbraio 2014
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
Cotefa.ingegneri&architetti
12-02
Data
Pag. 21 di 22
Febbraio 2014
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Prot.
BELLOCCHIO 2006 S.r.l. e S.V.A. S.p.A. – RAVENNA
Piano Urbanistico Attuativo “AMBITO DE ANDRE’-VIALE EUROPA [CoS4]”-Rel. Idraulica
Cotefa.ingegneri&architetti
12-02
Data
Pag. 22 di 22
Febbraio 2014
k/12-02 RAVENNA /PUA/DOCUMENTI AGG.2014/All.11_REL
IDR-R0.doc
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
932 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content