close

Enter

Log in using OpenID

52 DOCUMENTO DI PIANO - Gazzetta Amministrativa

embedDownload
CLASSE DI
FATTIBILITA'
D.G.R.
8/7374/08
2a
Aree
pianeggianti
2b
Aree di piana
alluvionale in
fascia C del
P.A.I.
PRINCIPALI CARATTERISTICHE
Aree in ambito di piana costituite da terreni ghiaiosi o ghiaioso
sabbiosi con stato di addensamento da "medio" ad
"addensato" e con buone caratteristiche geotecniche generali;
presenza di eventuali soprastanti orizzonti fini con stato di
consistenza da "tenero" a "medio" di spessore variabile.
Drenaggio delle acque da mediocre a buono in superficie e
Aree appartenenti al contesto di piana alluvionale del T.
Tenore ricadenti in fascia C definita dal P.A.I. all'esterno dei
centri edificati e aree coinvolgibili da fenomeni di esondazione
o allagamento caratterizzati da livelli di rischio moderato (R1)
definiti dallo studio idraulico.
IGT
Aree di attenzione individuate graficamente a contorno delle
scarpate e dei versanti (30 m).
(IN RELAZIONE AL CONTESTO GEOMORFOLOGICO)
edilizia singola di limitata estensione
edilizia plurifamiliare o strutture edilizie consistenti
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche e
l'eventuale drenaggio di acque di primo
sottosuolo (DR - RE).
edilizia produttiva e commerciale di significativa
estensione areale (> 500 mq)
opere infrastrutturali, posa di reti tecnologiche con
lavori che prevedano escavazione o sbancamento
Favorevole ma con modeste limitazioni,
fermo restando quanto stabilito dall'art.
31 delle N.T.A. del P.A.I.
IGT -VCI
IGT -VCI
IGT -VCI
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche
(RE) e il ricorso ad accorgimenti
costruttivi che impediscano danni di
carattere idraulico a beni e strutture (DI),
quali quelli indicati nella tabella allegata.
APPROFONDIMENTI ED INDAGINI MINIME
NECESSARIE A SUPPORTO DELLA
PROGETTAZIONE
IGT - VCA
Sono sempre da prevedere opere di
drenaggio delle acque sotterranee,
regimazione delle acque meteoriche
IGT - VCA
- RE - DS). Per gli insediamenti produttivi
IGT - VCA
IGT - VCA
Favorevole ma con consistenti limitazioni
di carattere geotecnico e geomorfologico
che richiedono verifiche locali preventive
IGT - SV
scarpate e versanti acclivi.
IGT - SV
IGT - SV
14/01/2008
di addensamento "sciolto" e caratteristiche geotecniche
generalmente scadenti; drenaggio delle acque discreto sia in
IGT - SV
IGT - SV
IGT - SV
Aree appartenenti al contesto di piana alluvionale del F. Olona Favorevole ma con consistenti limitazioni
di carattere idraulico che richiedono
ricadenti nella fascia B definita dal P.A.I. all'esterno dei centri
verifiche locali preventive alla
edificati e aree direttamente coinvolgibili da fenomeni di
esondazione o allagamento caratterizzati da livelli di rischio da progettazione per minimizzare
l'esposizione al rischio.
medio a elevato (R2 e R3) definiti dallo studio idraulico.
dell'acquifero superficiale.
Aree appartenenti al contesto di piana alluvionale del T.
Tenore direttamente coinvolgibili da fenomeni di esondazione
o allagamento caratterizzati da livelli di rischio da medio a
elevato (R2 e R3) definiti dallo studio idraulico.
IGT-VCI-VCA
IGT-VCI-VCA
IGT-VCI
Favorevole ma con consistenti limitazioni
di carattere idraulico che richiedono
verifiche locali preventive alla
progettazione per minimizzare
l'esposizione al rischio.
IGT -VCI
IGT -VCI
IGT -VCI
Aree di piana
alluvionale
caratterizzate da
livelli di rischio da
medio a elevato
Aree di espansione delle aree potenzialmente franose per le
Favorevole ma con consistenti limitazioni
di carattere geologico e geomorfologico
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche,
l'eventuale drenaggio di acque di primo
sottosuolo e opere per la difesa del
suolo (DR - RE - DS).
degli obiettivi di tutela della falda idrica sotterranea
destinata all'approvvigionamento idropotabile (ai sensi del
D.Lgs 152/06 e s.m.i. e dei R.R. n. 2, 3 e 4 del 24/03/06)
INTERVENTI DA PREVEDERE IN FASE PROGETTUALE
interferire con le fondazioni e i vani interrati
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche,
l'eventuale drenaggio di acque di primo
sottosuolo e opere per la difesa del
suolo (DR - RE - DS).
opere di regimazione idraulica e smaltimento delle acque
RE
ostacolato da cause geomorfologiche/geolitologiche
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche (RE) e
il ricorso ad accorgimenti costruttivi che
impediscano danni di carattere idraulico a
beni e strutture (DI), individuati sulla base
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche (RE) e il
ricorso ad accorgimenti costruttivi che impediscano
danni di carattere idraulico a beni e strutture (DI),
individuati sulla base della valutazione di
IGT -VCI
da definire in dettaglio in relazione alle tipologie di
intervento (CA).
IGT - SV
condizioni locali di rischio secondo la normativa P.A.I.
DR
IGT -VCI
IGT - SV
bassa (H2) o molto bassa (H1)
VCI
opere per il drenaggio delle acque sotterranee che si
esemplificativo a quelli indicati nella tabella
allegata. Va prevista la rinuncia del soggetto
interessato al risarcimento in caso di danno
idraulico. Per gli insediamenti produttivi sono
IGT - SV
ottemperanza al D.M. 14/01/2008
VCA
DS
opere per la difesa del suolo e la stabilizzazione dei versanti
interessati in quanto gli interventi potrebbero alterare le
condizioni di equilibrio e innescare situazioni di dissesto
CA
predisposizione di sistemi di controllo ambientale da definire
con dettaglio in relazione alle tipologie edificatorie
DI
(VCI) e riferibili a titolo esemplificativo a
quelli indicati nella tabella allegata. Va
prevista la rinuncia del soggetto interessato
al risarcimento in caso di danno idraulico.
come definiti dagli art. 30, 38, 38 bis, 38
ter, 39 e 41 delle N.T.A. del P.A.I.
L'area comprende anche le limitazioni
determinate dal grado elevato di
SV
predisposizione di sistemi di controllo
ambientale (CA).
IGT - SV
Favorevole ma con consistenti limitazioni
di carattere geotecnico e geomorfologico
che richiedono verifiche locali preventive
alla progettazione per il possibile
sviluppo di dissesti a seguito di interventi
antropici non adeguatamente progettati.
caratterizzazione geologica e geotecnica da eseguirsi
con rilievi ed indagini geognostiche commisurate alla
IGT
IGT - SV
Aree di versante
con pendenze
blande
3e
INTERVENTI DA PREVEDERE IN
FASE PROGETTUALE
IGT
IGT - VCA
Aree di versante caratterizzate da inclinazione media inferiore
3d-Tenore
IGT
Favorevole ma con consistenti limitazioni
di carattere idrogeologico. Sono
consentiti solo gli interventi compatibili
con la salvaguardia delle acque, da
valutarsi caso per caso secondo gli
obiettivi di tutela del D.Lgs 152/06 e
successive modificazioni.
Aree di
attenzione a
contorno delle
scarpate
Aree di piana
alluvionale
caratterizzate da
livelli di rischio
da medio a
elevato
IGT
TIPOLOGIA DELLE AZIONI EDIFICATORIE E
OPERE AMMISSIBILI
IGT -VCI
dell'acquifero
superficiale
3d-Olona
Favorevole con modeste limitazioni di
carattere geotecnico e idrogeologico per
motivi di tutela dell'acquifero superficiale,
in particolare nell'area di riserva idrica
proposta dal PTCP.
IGT -VCI
Aree ad elevata
3c
(IN RELAZIONE AL
CONTESTO
GEOMORFOLOGICO)
APPROFONDIMENTI ED
INDAGINI
MINIME
NECESSARIE
interventi di consolidamento dei versanti, prevenzione
del dissesto idrogeologico e regimazioni idrauliche
3a
3b
PARERE GEOLOGICO SULLA
MODIFICA DI DESTINAZIONE
D'USO
AZIONI
EDIFICATORIE E
OPERE
AMMISSIBILI
accorgimenti costruttivi per la mitigazione del rischio idraulico,
che impediscano danni a beni e strutture e/o che consentano
facile e immediata evacuazione dell'area inondabile (vedi
tabella seguente)
ESEMPI DI ACCORGIMENTI COSTRUTTIVI PER
LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO
(Allegato 4 della D.G.R. 8/7374/08)
a) Misure per evitare il danneggiamento dei beni e delle strutture
realizzare le superfici abitabili, le aree sede dei processi industriali, degli
impianti tecnologici e degli eventuali depositi di materiali sopraelevate
rispetto al livello della piena di riferimento
realizzare le aperture degli edifici situate al di sotto del livello di piena a
tenuta stagna; disporre gli ingressi in modo che non siano perpendicolari
al flusso principale della corrente
Sono sempre da prevedere opere per la
regimazione delle acque meteoriche,
l'eventuale drenaggio di acque di primo
sottosuolo e opere per la difesa del
suolo (DR - RE - DS).
da limitare allineamenti di grande lunghezza nel senso dello scorrimento
delle acque, che potrebbero indurre la creazione di canali di scorrimento
progettare la disposizione dei fabbricati in modo da limitare la presenza
di lunghe strutture trasversali alla corrente principale
Aree di
espansione
favorire il deflusso/assorbimento delle acque di esondazione, evitando
interventi che ne comportino l'accumulo
Aree di versante (naturale o antropico), caratterizzate da
4a
Aree di versante
con pendenze
acclivi
Non favorevole per le gravi limitazioni di
carattere geomorfologico e geotecnico.
eterogenei con stato di addensamento da "sciolto" ad "addensato",
talora cementati. Raccordo al piede costituito da fasce di depositi
colluviati; drenaggio delle acque generalmente buono. La classe
comprende aree generalmente stabili, ma morfologicamente
inadatte al cambio di destinazione d'uso, con possibile
interessamento ed innesco di fenomeni di dissesto gravitativo ed
"solo se pubbliche, di
interesse pubblico e non
altrimenti localizzabili
IGT - SV
IGT - SV
Le opere infrastrutturali dovranno
comunque prevedere interventi rivolti
allo smaltimento delle acque meteoriche
b)
opere drenanti per evitare le sottopressioni idrostatiche nei terreni di
fondazione; qualora il calcolo idraulico non consenta di differenziare il
COMUNE DI FAGNANO OLONA
senza opportune opere che annullino il
rischio di innescare erosione accelerata
Provincia di VARESE
per la difesa del suolo (DS).
tronco a cavallo della sezione
opere di difesa per evitare i fenomeni di erosione delle fondazioni
superficiali
Non favorevole per le gravi limitazioni di
carattere geomorfologico e geotecnico.
4b
Aree
potenzialmente
franose
"solo se pubbliche, di
interesse pubblico e non
altrimenti localizzabili
classe comprende sia aree caratterizzate dalla presenza di
terreni eterogenei di origine fluviale/fluvioglaciale soggette a
scivolamenti, sia aree caratterizzate da bancate di ceppo
soggette a localizzati crolli di materiale litoide comprese le
aree soggette a transito e arresto dei blocchi.
IGT - SV
IGT - SV
Le opere infrastrutturali dovranno
comunque prevedere interventi rivolti
allo smaltimento delle acque meteoriche
fondazioni profonde per limitare i fenomeni di cedimento o di
rigonfiamento di suoli coesivi
c) Misure per facilitare l'evacuazione di persone e beni in caso di inondazione
senza opportune opere che annullino il
rischio di innescare erosione accelerata
uscite di sicurezza situate sopra il livello della piena di riferimento aventi
dimensioni sufficienti per l'evacuazione di persone e beni verso l'esterno
o verso i piani superiori
per la difesa del suolo (DS).
vie di evacuazione situate sopra il livello della piena di riferimento
4c
Aree di piana
alluvionale
caratterizzate da
livelli di rischio
molto elevato
Aree appartenenti al contesto di piana alluvionale del F. Olona Non favorevole per le gravi limitazioni di
e del T. Tenore ricadenti nella fascia A definita dal P.A.I.
carattere idraulico. Sono esclusivamente
all'esterno dei centri edificati e aree direttamente coinvolgibili
dall'art. 39, comma 3 delle N.T.A. del
da fenomeni di esondazione o allagamento caratterizzati da
livelli di rischio molto elevato (R4) definiti dallo studio idraulico. P.A.I.
IGT - VCI
Sono raccomandabili unicamente gli
interventi di regimazione idraulica e
opere per la difesa dell'esistente (RE).
Non favorevole per le gravi limitazioni di
carattere idraulico.
dagli argini, da mantenere a disposizione per consentire
realizzazione di interventi di difesa.
Area della
ex-cava Pigni
d) Utilizzo di materiali e tecnologie costruttive che permettano alle strutture di
resistere alle pressioni idrodinamiche
e) Utilizzo di materiali per costruzione poco danneggiabili al contatto con l'acqua
IGT - VCI
"solo se pubbliche, di
interesse pubblico e non
altrimenti localizzabili
IGT - VCI
Sono raccomandabili unicamente gli
interventi di regimazione idraulica e
opere per la difesa dell'esistente (RE).
Area sottoposta a bonifica ambientale con presidio di messa in Non favorevole per le specifiche
sicurezza permanente
limitazioni.
AMBITI SOGGETTI AD AMPLIFICAZIONE SISMICA LOCALE D.G.R. 8/7374/08 All. 5
Z1
IGT - VCI
Aree adiacenti ai
corsi d'acqua
Comprende aree di piana alluvionale caratterizzate da livelli di
rischio molto elevato (R4).
4e
Legenda descrittiva della
Tav. 11b
Aree adiacenti ai corsi d'acqua, direttamente coinvolgibili dai
4d
"solo se pubbliche, di
interesse pubblico e non
altrimenti localizzabili
COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E
SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO
(Art. 57 della L.R. 11 Marzo 2005, n. 12)
Z3
Z4
IGT - SV
il presidio di messa in sicurezza
permanente
Zona caratterizzata da fenomeni franosi quiescenti
Zona potenzialmente franosa o esposta a rischio di frana
Zona di ciglio (scarpata con parete subverticale, bordo di cava, nicchia di distacco,
orlo di terrazzo fluviale o di natura antropica)
Dott. Geol. Marco Parmigiani
Settembre 2011
Studi, consulenze e progetti nel settore della idrogeologia
e geologia ambientale
Aggiornamento
Novembre 2012
Zona di fondovalle con presenza di depositi alluvionali granulari
Via R. Sanzio, 3 - Tradate (VA) Tel/ Fax 0331 - 810710
e_mail: [email protected]
C.F. PRM MRC 62H07 L319V - P. IVA n.02217070123
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
326 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content