close

Enter

Log in using OpenID

Alessandria Sport del 14/04/2014

embedDownload
IN EDICOLA IN ABBINAMENTO CON
2 GIORNALI Poste Italiane S.p.A. – Spedizione in Abb. Postale – D.L. 353/2003
(conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art 1, comma 1
euro 2.60
NO/ALESSANDRIA ROC 23052 del 20-12-2012
NON VENDIBILE SEPARATAMENTE
ANNO 2 - NUMERO 14 - Lunedì 14 aprile 2014
LEGA PRO UÊUna rete di Ferrari regala ai grigi la partecipazione alla divisione unica del prossimo anno
ALESSANDRIA
SIAMO
C
L’esultanza in campo e sugli spalti dopo il gol vittoria di Ferrari (foto Panarello)
SERIE D
PRIMA CATEGORIA
GIOVANISSIMI REGIONALI
Arquatese, può partire la festa Un super Derthona mata il Santhià Savino e Raselli non bastano
Il Monferrato saluta la categoria Disastro Novese a Borgosesia: 0-4 Valenzana Mado ko a testa alta
servizi a pag. 5
VOLLEY
Novi si prende il derby con Ovada
e prepara la Final Four di Coppa
servizi a pag. 3 e 21
10
L’Orsi Tortona non conosce limiti
Primato con quattro turni d’anticipo
servizi a pag. 22
Un’azione di Bacigalupo-Valenzana Mado (foto Prisco)
a pag.
La gioia promozione dell’Arquatese
da pag.
BASKET
17
2
Lunedì 14 aprile 2014
Il Corriere delle Province Alessandria
Il Corriere delle Province
Alessandria
3
Lunedì 14 aprile 2014
Approfondimento
LA DECISIONE UÊ-ˆÛ>˜œÊ"ˆÛ>]Ê«ÀiÈ`i˜ÌiÊ`iÊ>Ê-œÀ}i˜Ìi]ÊÈÊ>œ˜Ì>˜iÀDÊ`>>ÊõÕ>`À>ÊÌiÀ“>iÊ`œ«œÊÓxÊ>˜˜ˆ
«ÈÊÌi“«œÊ`ˆÊ>ÃVˆ>Ài‚
Alessandria
Claudio Moretti
D
opo ventisei anni, stavolta, sembra proprio
arrivato il momento di
passare la mano. L’onta della retrocessione dalla Promozione in
Prima Categoria, la prima nei
ventisei anni di storia dei gialloblù, ha convinto Silvano Oliva: a
fine stagione il patron lascerà
La Sorgente.
Non sarà banalmente, un
cambio della guardia, ma la
chiusura di un capitolo di
storia lunga un quarto di secolo. La fine di un’epoca. E
soprattutto, non sarà un addio in punta di piedi: Oliva
è uno che ha abituato a dire
sempre pane al pane, e vino
al vino. Anche stavolta.
«Stavolta è deciso: la mia
intenzione, almeno per
quanto concerne la prima
squadra, è quella di mollare
tutto, mi è passata la voglia.
Anzi: me l’hanno fatta passare»
E chi?
«Devo premettere che già da
un po’ di tempo la mia voglia di proseguire stava calando... ma il problema più
grande non è questo: il fatto
è che non riconosco più la
realtà che ho intorno. Sul
piano sportivo, sono reduce
da un’annata che avrebbe
fatto scappare qualunque
dirigente, non solo il sottoscritto. Tanto per cominciare, sul piano sportivo gli arbitraggi ci hanno massacrato: tra espulsioni e squalifiche, avremo schierato la
formazione tipo quattro o
cinque volte al massimo».
Ma non pensiamo che sia
questa la causa dell’addio...
«Certamente no. Questo è
motivo di amarezza, ma da
solo non basterebbe, così
come la retrocessione. Il
colpo di grazia l’ho avuto
dall’attegiamento della
squadra. Guardi, io ero convintissimo, e sul piano tecnico lo sono ancora, che la
squadra valesse la categoria.
I ragazzi che ho preso li conosco uno per uno: sul piano tecnico non manca nulla.
Il problema è che in molti
casi è mancata la testa. Speravo di assistere a una maturazione tattica e agonistica, invece questo non è avvenuto. E poi, la cosa più
sgradevole, ho visto scarso,
per non dire nullo attaccamento ai colori sociali da
parte dei ragazzi della juniores. Anni fa si facevano
salti mortali per arrivare in
prima squadra: era un onore. Quest’anno, solo in due o
tre hanno risposto quando
convocati, e dagli altri ho
avuto solo un totale disinteresse. Io faccio il dirigente
per formare dei giocatori:
non porto i ragazzi a spalare carbone ma a giocare a
calcio, se non hanno entusiasmo loro, non vedo perchè dovrei mettercelo io».
Quindi è ufficiale: lascia?
«Questa è l’intenzione. Ho
contatti avviati con un paio
di formazioni professionistiche interessate a rilevare la
struttura per impiantarvi
una scuola calcio. Per la prima squadra vedremo che
succederà. Una Prima Cate-
goria può essere uno sbocco
naturale per chi fa la trafila
qui».
Come valuta la sua esperienza nel calcio?
«Ci sono rimasto 26 anni.
Penso di aver fatto cose
buone: ho creato dal nulla,
insieme a altri, una società,
l’ho condotta fino alla Promozione, ho lanciato tanti
calciatori, il nostro settore
giovanile è una realtà importante e tale resterà anche
negli anni futuri. Insomma,
qualcosa mi sembra di avere
dato. Adesso, avanti un altro...».
Silvano Oliva
BASEBALL UÊ>ÊõÕ>`À>Ê>iÃÃ>˜`Àˆ˜>Êi˜ÌÕÈ>Ó>ʈ˜Ê
œ««>
՜V…ˆÊ`½>À̈vˆVˆœÊÕiÊ-œÝÊÀœÌ…iÀÃ
I
Blue Sox Brothers accedono ai sedicesimi di finale di
Coppa Italia.
Domenica 6 aprile passano sui Jacks di Torino imponendosi per manifesta superiotà ed un punteggio finale di
14 a 4. La partita è iniziata in sordina per i Bro con un
punteggio parziale di 0-0 al primo inning. Al secondo inning i Jacks mettono a segno tre punti preoccupando non
poco i Brothers che si vedono in svantaggio contro i terribili ragazzi di Milani. Nello stesso secondo inning i Blue
Sox rispondono con una serie di valide e, grazie anche ad
alcune giocate di strategia, pestano il piatto di casa base
ben 9 volte. Punteggio al terzo inning di 9-3 a favore dei
Brothers.
Il match è proseguito con una prestazione di livello, che ha
permesso agli alessandrini di passare il turno. Da segnalare
le prestazioni dei lanciatori Giacomelli e Donato sul monte, che hanno saputo tenere a bada le mazze avversarie ben
guidate dal catcher Subriano con poche sbavature dietro al
piatto. Bene anche tutta la difesa dei Blues Brothers che ha
saputo contenere l’attacco degli avversari senza mai perdere concentrazione. In attacco non ha deluso Rais che, con
le sue valide, è riuscito a portare diversi punti a casa. Anche Donato con un’alta media di battuta ha contribuito a
rendere l’attacco dei padroni di casa decisamente efficace.
In difesa il giovane promettente Fracchia ha dimostrato di
essere all’altezza dei veterani, esprimendo grande sicurezza.
La prossima fase di Coppa Italia, prevista per il 1 maggio,
vedrà i Brothers impegnati contro il Porta Mortara giovane
compagine di tutto rispetto capitanata da Musumeci e Tardivo. Per la compagine alessandrina sarà necessario giocare al massimo per riuscire ad accedere agli ottavi di finale.
Domenica prossima, invece, inizia ufficile il Campionato di
Serie C Federale 2014 con i Brothers impegnati sul campo
di Mondovì.
GINNASTICA ARTISTICA UÊ>ÊvœÀ“>∜˜iÊ`ˆÊ œÛˆÊˆ}ÕÀiÊ>ÊÃiÌÌi“LÀiÊÃ>ÀDÊ>Êۈ>Ê`i>ʜ`i˜Êi>}Õi
œÀâ>ÊiÊ6ˆÀÌÙÊ`>ÊÜ}˜œ
Novi Ligure (Al)
Velleda Maldi
L
’ultimo atto del Campionato Italiano di serie A1,
di scena sabato pomeriggio al PalaDesio con l’ormai
consueto sold-out della stagione
(5.500 spettatori paganti), sebbene orfano di Vanessa Ferrari
impegnata in Coppa del Mondo
e Carlotta Ferlito, e con il titolo
ormai in tasca alla Brixia Brescia, poteva riservare sorprese
dell’ultima ora sia nella parte
alta che in quella bassa della
classifica.
C’erano ancora da assegnare due posti sul podio,
l’ultimo pass per la Golden
League riservata alla quarta classificata e definire i
due team che avrebbero
lasciato la massima serie.
La Forza e Virtù si è presentata in Brianza con la
stessa formazione e, nelle
intenzioni dei tecnici Eleonora Gabrielli e Roberto
Gemme, con identica suc-
cessione ai vari attrezzi; la
settimana di gara però, ha
riservato sorprese poco
gradite, come ormai è consuetudine ma è altrettanto
consuetudine che le ragazze si esaltino nelle difficoltà ed esprimano il meglio
poi sul campo di gara. La
gara di sabato scorso è
stata praticamente “perfetta”; neanche un errore su
dodici esercizi. Gemme,
Necchi e Colom (la straniera in prestito) hanno da
subito messo in chiaro le
cose, ma soprattutto le intenzioni del club del presidente Caglieris con tre
esercizi alle parallele senza sbavature. Alla trave
Novello, Necchi e Rocca
hanno aggiunto anche i
puntini sulle “i” e allora
era chiaro che la gara di
Torino non era un caso. Al
corpo libero ha aperto la
Rocca con un esercizio
leggermente ridotto rispetto al solito, scesa in peda-
na per prima al fine di
permetterle un maggiore
tempo di recupero prima
dell’ultimo attrezzo.
Arianna non ha ceduto
nemmeno alle gambe un
po’ molli ed è riuscita a
gettare sulla pedana tutta
la sua potenza. A seguire
la Novello che ha sfoderato una prestazione maiuscola, e la Colom con un
bell’esercizio sia dal punto
di vista artistico che acrobatico. A quel punto della
gara mancava solo il volteggio, attrezzo che poteva
permettere al team il sorpasso proprio in dirittura
di arrivo: ha aperto la Novello con un volteggio bellissimo, a seguire la Rocca, e mancava solo la Necchi; la sua rincorsa è sembrata lunghissima, il suo
volo altissimo perchè era
l’ultimo atto di questo
campionato e sembrava
non finire. L’unico team in
gara a Desio che aveva
portato a termine tutti i
suoi esercizi senza errori e
quando sul tabellone è
comparsa la classifica con
la Forza e Virtù quarta alle spalle, per soli due decimi, della GAL Lissone c’è
stato un momento di sconforto per non dire di rabbia. Ma facendo bene i
conti con i punti speciali
delle tre prove ecco la sorpresa più bella: il quarto
posto di giornata era anche quello finale quindi
qualificazione per la Golden League a settembre.
Un campionato stupendo,
iniziato con qualche affanno ma concluso con grande autorità. E gli apprezzamenti di tanti addetti ai
lavori alla Forza e Virtù
hanno fugato l’amarezza
per quel terzo posto “sfuggito” per un pelo, ma sentirsi dire che Novi è l’unica vera squadra del campionato è un orgoglio per
tutta la società.
Pino Donato, lanciatore
VOLLEY UÊ6i˜iÀ`ŒÊ«œ“iÀˆ}}ˆœÊˆ˜ÊV>“«œÊ«iÀÊViÀV>Àiʏ½>VViÃÜÊ>>Êvˆ˜>ˆÃȓ>Ê`ˆÊ
œ««>ÊÌ>ˆ>
TORNEO DELLE REGIONI UÊVVœÊ}ˆÊ>iÃÃ>˜`Àˆ˜ˆÊˆ˜Ê,>««ÀiÃi˜Ì>̈Û>Ê
>˜}ˆ˜ˆÊ œÛˆ]ÊÃV>ÌÌ>ʏ½œÀ>Ê`iiʈ˜>œÕÀ
˜ÊÃiˆÊ«iÀʏ½œ˜œÀiÊ«ˆi“œ˜ÌiÃi
Novi Ligure (Al)
Alessandro Sacco
P
rosegue alla grande l’attività del settore giovanile della G3 Real Novi
che, ha Per la prima volta nella
sua storia, la formazione del
Mangini Novi di serie B2 maschile prenderà parte alle final
four di coppa Italia.
I ragazzi novesi giocheranno
venerdì pomeriggio, alle ore 16,
contro il team potentino del Natura Energie di Lagonegro (secondo nel girone G del campionato di B2 maschile) per contendersi la prima semifinale.
Dovranno però attendere l’esito
della gara che si giocherà alle
ore 19, l’altra semifinale, tra il
team vicentino del Sol Lucernari di Montecchio Maggiore (primo nel girone C) e quello sene-
se dell’Emma Villas di Chiusi
(seconda nel girone E), padrone
di casa. Dal risultato del match
si conoscerà il nome della squadra avversaria del Novi il giorno
successivo. In caso di vittoria il
Mangini Novi prenderà parte
alla finalissima in programma
sabato (ore 18), altrimenti giocherà la finale di consolazione,
prevista per le ore 15, sempre
sabato. Sede degli incontri delle
final four di coppa Italia sarà il
Palasport di Chiusi Scalo, in
provincia di Siena.
«Siamo molto contenti perché
le final four di Coppa sono una
bella manifestazione e una
grande vetrina, importanti per i
giocatori – è il commento di
Claudio Agosto, coach del team
di Novi Ligure -. Per noi è uno
stimolo per le prossime settimane che ci aiuterà a finire bene la
stagione. L’obiettivo sarà di entrare in finale. Non conosciamo
le avversarie, ma sappiamo che
sono squadre di vertice nei rispettivi gironi e che Lagonegro
ha giocatori importanti».
La foto di squadra
Alessandria
Daniele La Spina
Claudio Agosto
E’ cominciata l’avventura friulana delle Rappresentative,
che ieri hanno dato il via alla prima partita valida per il
Torneo delle Regioni. Tra i venti selezionati per ogni categoria, in gara ci sono anche alcune rappresentanze provenienti da formazioni alessandrine. E’ un numero piuttosto esiguo quello dei giocatori chiamato a difendere
l’onore del Piemonte e della provincia di Alessandria.
Partendo dai più grandi, i convocati in Juniores sono Polla della Valenzana Mado e Cassani del Tortona Villalvernia. Negli Allievi, invece, ci sono Boveri del Libarna e
Chiarlo della Valenzana Mado. Per quanto riguarda il calcio Femminile, invece, nella rappresentativa ci sono anche Lupi e Mensi, entrambe dell’Acqui.
Da segnalare le ottime prestazioni dei due giocatori convocati negli Allievi. Infatti, sia Boveri che Chiarlo hanno
disputato una buona partita nella sfida contro la Basilicata pareggia con il punteggio di 2-2.
A vincere, sempre contro la Basilicata, è stata la Juniores
con il risultato di 2-1, mentre il Femminile ha steso con
un sonoro 7-0 la Rappresentativa del Friuli Venezia Giulia.
4
Lunedì 14 aprile 2014
Lega Pro
Lega Pro
PROFESSIONISTI
32ª giornata
ALESSANDRIA-BELLARIA I.M.
CASTIGLIONE FC-PORTO TOLLE
CUNEO-RIMINI
FORLÌ-MONZA BRIANZA
REAL VICENZA-BRA
RENATE-PERGOLETTESE
SANTARCANGELO-MANTOVA
SPAL-VIRTUSVECOMP
TORRES-BASSANO
1-0
2-3
0-0
4-1
2-1
0-0
0-1
1-1
2-5
Classifica
PT
BASSANO
67
ALESSANDRIA 54
RENATE
53
MONZA
53
SANTARCANGELO 51
REAL VICENZA 51
SPAL
50
MANTOVA
48
TORRES
46
FORLÌ
45
PORTO TOLLE 45
CUNEO
43
RIMINI
41
VIRTUSVECOMP 40
PERGOLETTESE 35
CASTIGLIONE FC 27
BELLARIA I.M.
15
BRA
9
G
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
32
V
20
15
14
15
13
15
12
12
12
13
11
10
10
9
7
5
4
2
N
7
9
11
8
12
6
14
12
10
6
12
13
12
13
14
12
4
3
P
5
8
7
9
7
11
6
8
10
13
9
9
10
10
11
15
24
27
F
59
52
39
54
41
49
49
55
39
50
41
34
35
32
24
30
23
25
S
32
36
23
39
23
45
40
45
42
43
33
30
36
30
30
48
69
87
Prossimo turno
BASSANO-RENATE
BELLARIA I.M.-CUNEO
BRA-ALESSANDRIA
PORTO TOLLE-FORLÌ
MANTOVA-SPAL
MONZA BRIANZA-SANTARCANGELO
PERGOLETTESE-CASTIGLIONE FC
RIMINI-TORRES
VIRTUSVECOMP-REAL VICENZA
Berretti
LEGA PRO UʽiÃÃ>˜`Àˆ>ÊL>ÌÌiʈÊi>Àˆ>ÊiÊVœ˜µÕˆÃÌ>ʏ>Êi}>Ê*ÀœÊ՘ˆV>]Ê`iVˆÃˆÛœÊiÀÀ>Àˆ
Àˆ}ˆ]ÊmÊv>ÌÌ>
Alessandria
Bellaria
1
0
MARCATORE: st 25’ Ferrari.
ALESSANDRIA (3-5-2): Poluzzi 6; Cammaroto 6.5, Sirri 6.5, Sabato 7; Sampaolesi 6.5 (32’ st Mariotti 6), Baiocco 6, Cavalli 6.5, Tanaglia 6 (10’st
Rantier 6.5), Spighi 6.5; Marconi 6
(21’ st Ferrari 7), Scotto 6. A disp.:
Servili, Valentini, Taddei, Morga. All.:
L.’D’Angelo.
BELLARIA (4-4-2): De Deo 6.5; N.Di
Stefano 6 (32’st L. Di Stefano 6), Oliveira 6.5, Sirigu 6, S. D’Angelo 6; Casantini 5.5 (8’st Boccaccini 6), Bramati 5.5, Pisanu 6, Beghetto 6; Izzillo 6, Grandi 5.5 (41’ st Migliore ng).
A disp.: Buggin, Riccardi, Dal Poggetto, Parolini. All.: Fanesi
ARBITRO: Fanton di Lodi 6.5 (Saia di
Palermo e D’Annibale di Marsala).
NOTE: Giornata di sole, terreno in
discrete condizioni, spettatori
2000 circa. Angoli: 8-1 per l’Alessandria. Ammoniti: Camaroto, Ferrari, N.Di Stefano, Pisanu, Beghetto.
Recupero: 2’+5’.
29ª giornata
CREMONESE - MONZA
PAVIA - SAVONA
PERGOLETTESE - BRA
PRO VERCELLI - CUNEO
RENATE - VARESE
TORINO - PRO PATRIA
VIRTUS ENTELLA - ALESSANDRIA
HA RIPOSATO: COMO
1-0
5-0
1-2
5-0
0-1
2-0
1-1
Classifica
Pt
PRO VERCELLI 64
CREMONESE
54
VIRTUS ENTELLA 49
TORINO
47
PRO PATRIA
47
RENATE
44
VARESE
43
COMO
38
MONZA
37
PAVIA
33
ALESSANDRIA 28
BRA
25
PERGOLETTESE 20
CUNEO
18
SAVONA
15
G
27
27
27
27
27
27
27
27
27
27
27
28
27
27
27
V
20
16
14
14
14
13
12
11
10
8
5
7
4
4
4
N
4
6
7
5
5
5
7
5
7
9
13
4
8
6
3
Il Corriere delle Province Alessandria
P
3
5
6
8
8
9
8
11
10
10
9
17
15
17
20
F
82
49
45
48
53
45
41
36
42
40
34
29
30
33
22
S
29
34
28
36
42
34
38
36
33
45
46
55
46
66
61
Alessandria
Claudio Moretti
O
re 16,27: corre il 25’ della ripresa al Moccagatta,
quando un tiro improvviso di Scotto trova pronto alla
parata De Deo, che però non
trattiene: la palla resta lì, e il più
lesto ad arrivare è un uomo in
maglia grigia. Tiro e gol, al centro della porta. L’uomo in maglia
grigia è Fausto Ferrari, il gol è il
gol della promozione, o per meglio dire della matematica ammissione dell’Alessandria alla serie C unica.
Partiamo da un dato: l’ultima promozione ottenuta dai
grigi sul campo nella terza
serie nazionale (in quel caso
corrispondeva a un campionato vinto, ma non stiamo a
sottilizzare) risaliva alla stagione 1999/2000: 14 anni fa,
un’eternità sportiva. In mezzo, un fallimento, l’onta
dell’Eccellenza, le stagioni
della D, le promozioni dai
dilettanti, il ripescaggio (che
non è mai come vincere un
campionato) in Prima Divisione, la semifinale playoff
con la Salernitana, l’estate
calda che ne seguì...e via fino al 70’, a quel gol. Il calcio
toglie, il calcio dà: Ferrari
era in campo da appena
quattro minuti: esordio stagionale, dopo una lunghissima assenza per infortunio.
È bello, e forse anche giusto,
che ci sia anche il suo nome
sulla promozione, che la ri-
L’incontenibile gioia di Fausto Ferrari (foto Panarello)
Prossimo turno
ALESSANDRIA - RENATE
COMO - VIRTUS ENTELLA
CUNEO - PERGOLETTESE
MONZA - PAVIA
PRO PATRIA - PRO VERCELLI
SAVONA - CREMONESE
VARESE - TORINO
RIPOSA: BRA
surrezione dell’Alessandria
sia anche la sua rinascita,
che la gioia dei 2000 tifosi
grigioneri presenti si rifletta
nella sua gioia interiore.
Dopo queste premesse, è
chiaro che la cronaca della
partita non è l’elemento preponderante di una giornata
in cui si ricorderanno la festa di fine gara, coi giocatori
che regalano ai tifosi le loro
magliette, e un’atmosfera liberatoria nell’aria. È come
se tutti, in fondo, si siano levati un peso; prima fra tutti
la squadra, che infatti, fino
al gol decisivo, aveva attaccato, stretto d’assedio l’area
avversaria, ma senza riuscire a fare gol a un Bellaria
che non aveva più nulla da
chiedere al campionato, e
che ad Alessandria ha fatto
al sua onesta partita, ma
nulla di più. Nervosismo ed
emozione sono le uniche
spiegazioni agli errori sotto
porta commessi in un paio
di occasioni dai grigi, con
Rantier (palla a fil di palo
dopo un cross all’indietro di
Spighi), e con Marconi (piatto al volo a due metri dalla
porta, fuori dallo specchio).
Ma ci sono giorni in cui non
conta come si vince o quanto si soffre per riuscirci:
conta vincere e basta. Come
contro il Bellaria. Lo aveva
detto, alla vigilia, anche mister D’Angelo: “Quando sono
arrivato mi è stato chiesto di
portare l’Alessandria nelle
prime otto. In quel momento era fuori ed era, giustamente, un obbligo. Quindi,
adesso, per me conta soprattutto tagliare il traguardo;
tutto il resto passa in secondo piano rispetto all’obiettivo principale, conquistare la
C unica”.
Missione compiuta: e mentre il popolo grigio fa festa
in piazza Marconi c’è già chi
con senso pratico molto
alessandrino, fa notare che
adesso la priorità sarà costruire una squadra in grado
di ben figurare anche a quel
livello. Cambierà qualche
giocatore, ma soprattutto,
cambierà il direttore sportivo: a fine partita infatti, il
presidente Di Masi ha annunciato la separazione da
Menegatti.
Problemi di panchina?
PRODUZIONE
27430/04/14
24ª giornata
BRA - VIRTUS ENTELLA
0-2
JUVENTUS - ALESSANDRIA
1-0
NOVARA - PRO VERCELLI
0-2
PAVIA - PRO PATRIA
0-2
SAVONA - TORINO
0-2
VARESE - GENOA
2-2
HA RIPOSATO: CUNEO
Classifica
PT G V N P F S
CUNEO
45 22 15 0 7 43 26
PRO VERCELLI
43 22 13 4 5 43 24
VIRTUS ENTELLA 42 22 12 6 4 41 24
GENOA
41 23 11 8 4 36 22
ALESSANDRIA
40 22 11 7 4 42 20
SAVONA
40 22 13 1 8 40 36
JUVENTUS
31 22 9 4 9 33 28
NOVARA
31 23 8 7 8 35 33
PRO PATRIA
26 22 7 5 10 28 34
TORINO
22 22 5 7 10 22 39
PAVIA
21 22 6 3 13 31 49
BRA
13 22 3 4 15 18 50
VARESE
7 22 1 4 17 21 48
Prossimo turno
ALESSANDRIA - PAVIA
CUNEO - NOVARA
PRO PATRIA - VARESE
PRO VERCELLI - SAVONA
TORINO - BRA
VIRTUS ENTELLA - JUVENTUS
RIPOSA: GENOA
Giovanissimi
24ª giornata
“
La serie C è solo il
primo passo.
Adesso però
pensiamo a finire bene il
campionato: finire sul
podio, e magari chiudere
secondi, sarebbe
importante. Il momento
più difficile? Dopo la
sconfitta col Renate ho
sentito bisogno di
risollevare i ragazzi.
Dediche? A tutti coloro
che hanno dato una
mano a questa squadra. E
già che ci sono, voglio
rivolgere un
ringraziamento al nostro
ds, Massimiliano
Menegatti, persona
umanamente
meravigliosa che non sarà
più con noi. Ci
incontreremo da avversari.
Chi al suo posto? Non
siamo rimasti fermi a
guardare, soltanto io e un
altro dirigente
conosciamo il nome del
prossimo ds: in attesa di
rivelarlo, ciò che posso
dire, è che per ora non ho
ancora visto il nome
pubblicato sui giornali
BRA - VIRTUS ENTELLA
0-4
JUVENTUS - ALESSANDRIA
1-1
NOVARA - PRO VERCELLI
3-0
PAVIA - PRO PATRIA
1-0
SAMPDORIA - CUNEO
2-1
SAVONA - TORINO
1-3
VARESE - GENOA
1-1
Classifica
Pt G V N P F S
JUVENTUS
62 24 19 5 0 69 12
SAMPDORIA
53 24 17 2 5 51 19
TORINO
51 24 16 3 5 48 15
PAVIA
49 24 15 4 5 43 24
GENOA
48 24 15 3 6 49 24
NOVARA
41 24 13 4 7 54 38
VARESE
37 24 10 7 7 28 25
VIRTUS ENTELLA 30 24 8 6 10 38 30
PRO VERCELLI
24 24 7 3 14 24 47
SAVONA
23 24 7 2 15 30 63
PRO PATRIA
19 24 6 1 17 24 48
ALESSANDRIA
18 24 5 3 16 15 47
CUNEO
12 24 3 3 18 14 55
BRA
11 24 3 2 19 16 56
Prossimo turno
ALESSANDRIA - PAVIA
CUNEO - NOVARA
PRO PATRIA - VARESE
PRO VERCELLI - SAVONA
SAMPDORIA - GENOA
TORINO - BRA
VIRTUS ENTELLA - JUVENTUS
BERRETTI
VIRTUS ENTELLA-ALESSANDRIA
Per interni ed esterni
in metallo, alluminio,
resina, legno
www.trimaral.com
[email protected]
Zona Industriale D2 - Frugarolo (AL)
Tel. 0131 296712
Poluzzi 6 Potevamo anche dargli
“senza voto”. Solo ordinaria amministrazione
Cammaroto 6.5 Dalla sua parte
non si passa
Sirri 6.5 Buona prova in una difesa che non corre mai pericoli
Sabato 7 Il più autorevole del terzetto difensivo
Sampaolesi 6.5 Tanto dinamismo sulla fascia.
Mariotti 6 Entra e coglie un palo,
ma su un cross sbagliato
Baiocco 6 Raziocinio e geometrie, al piccolo trotto
Cavalli 6.5 Sale di tono nella ripresa
Tanaglia 6 Il più vivace in avvio,
poi si spegne
Rantier 6.5 sbaglia un gol fatto
ma vivacizza il fronte d’attacco
Spighi 6.5 Quando accelera, crea
sempre problemi
Marconi 6 Sbaglia un gol da un
metro e mezzo, ma è giorno di
festa: perdonato
Ferrari 7 L’uomo del giorno
Scotto 6 Propizia il gol di Ferrari
con un tiro da lontano non trattenuto dal portiere.
Di Masi, presidente Alessandria
SEDIE E TAVOLI
Per centri sportivi,
spogliatoi, bar,
ristoranti e scuole
Alessandria
Allievi Lega Pro
1-1
MARCATORI: pt 21’ Sorato; st 6’ Di Federico.
VIRTUS ENTELLA: Ajoud, Oneto, Carrà, Cella, Folla, Viscardi, Borrero, Gerli, Di Federico (26’ st Zanna), Cinat (15’ st Zottino), Rametta (34’ st Coppola). A disp. Carlucci, Macchioni, Besana, Gallio. All. Tarroni.
ALESSANDRIA: Pellegrini, Greggio, Kerroumi, Germano, Cascio, Sola, Manco (41’
st Cominato), Sorato, De Nardi (25’ st Ivaldi), Marongiu (29’ st Abrazahda), Simone. A disp. Moscato, Bianchetti, Arione, Cogerino. All. Melchiori.
ARBITRO: Garbarino di Genova.
ALLIEVI LEGA PRO
JUVENTUS-ALESSANDRIA
GIOVANISSIMI
1-0
MARCATORE: st 23’ Morselli.
JUVENTUS: Del Favero, Wang Yi (30’ st Ferrando), Granzotto (21’ st Magnati), Boloca, Picone Chiodo, Coccolo, De Mitri (14’ st Ciarmela), Bresciani, Ghon’cede
(35’ st Nacci), Scapin (21’ st Sperandio), Morselli (27’ st Condolo). A disp. Baldi,
Pignatelli, Crudo. All. Zappella.
ALESSANDRIA: Agazzi, Sala, Casula, Giordano (21’ st Limone), Canapa, Benech,
Amello, Zemide (30’ st Giudice), Cabella (38’ st Casone), Neirotti (14’ st Gentile),
Checchin. A disp. Viscido, Salvi, Mutti, Arione, Felicioli. All. Ferrarese.
ARBITRO: Comunian di Biella .
JUVENTUS-ALESSANDRIA
1-1
MARCATORI: pt 22’ Mancini, 27’ Cirio.
JUVENTUS: Cairola, Ghidoni (22’ st Bianco), Zanandrea (1’ st Tripaldelli), Merio (1’
st Caligara), Bianchi, Sykaj, Galtarossa (26’ st Della Morte), Galatanu (22’ st
Ndiaye), Mancini, Sapone, Casasanta (1’ st Tamagnini). A disp. Intorre, Di Pierri,
La Neve. All. Gabetta.
ALESSANDRIA: Paioli, De Bianchi (26’ st Massa), M’Hamsi, Salio, Cocozza, Sala,
Mingozzi (29’ st Viola), Cirio, Guerci (14’ st Pantini), Capece (31’ st Piccinini),
Giardina. A disp. Navarrete, Ferrandino, Bonanni, Ievoli, D’Auria. All. Guaraldo.
ARBITRO: Mancuso di Ivrea.
Il Corriere delle Province
Alessandria
5
Lunedì 14 aprile 2014
Serie D
DILETTANTI
RIMONTA UÊ>Àˆ˜>]Ê-iÀÀ>ÊiÊ
…ˆÀˆVœÊÜÀ«>ÃÃ>˜œÊˆÊ->˜Ì…ˆD]ʘiÊvˆ˜>iÊiÀÀ>Àœ˜ˆÊ«>À>Ê՘ÊÀˆ}œÀi
iÀ̅œ˜>]ÊV…iÊÃV>Ì̜
Derthona
Santhià
3
1
MARCATORI: pt 13’ Bosco, 14’ Farina,
27’ Serra, 40’ Chirico.
DERTHONA (4-2-3-1): Ferraroni 6.5; Serra 6.5 (17’ st Carru ng), Priolo 7,
Dell’Aera 7, Mazzocca 6.5; La Caria
7, Montingelli 7; Temperino 6.5,
Chirico 7 (28’ st De Ruggiero ng),
Gilio 6.5; Farina 6.5 (32’ st Esanu
ng). A disp. Lamantia, Bastita, Speranza, Pellegrino, Kanina, Zuccarelli.
All. Scarnecchia.
SANTHIA’ (4-1-4-1): Cerruti 6.5; Carazza 5.5, Bassaoule 5.5, Mancuso 5.5,
Fachim 5.5; Brugnera 5; Ceci 5 (15’
st La Cava ng), Macrì (41’ st Tarella
ng), Barcelos 5.5 (10’ st Bertagna
ng), Bosco 6.5; Atomei 5. A disp. Di
Salvo, Maffei, Bullano, Bellighieri,
Gallo Marchiando, Guerriero. All.
Bergamo.
ARBITRO: Colinucci di Cesena 5.
NOTE: spettatori 200 circa. Espulso
Bassaoule (45’) per doppia ammonizione, Balsamo (10’ st) per proteste dalla panchina. Ferraroni (47’ st)
para un rigore ad Atomei. Ammoniti Serra, Fachim, Bertagna. Calci
d’angolo 3-1 per il Derthona. Recupero pt 1’; st 5’.
Tortona (Al)
Marco Gotta
I
l Derthona compie il suo
dovere senza lasciarsi
scappare l’occasione di risorpassare la Folgore Caratese
fermata sabato a Vado sull’1-1:
il 3-1 finale con il Santhià non
fotografa però la fatica che è
stata necessaria per raggiungere questo fondamentale risultato.
L’avvio di partita, infatti, è
tutto di marca ospite con le
maglie granata che piano
piano guadagnano campo e
vanno vicine al gol in due
occasioni. Al 4’ infatti Brugnera batte una punizione
dalla sinistra, ma non ci arriva in tuffo Bassaoule e Mazzocca sbroglia. Sette minuti
dopo ancora protagonista il
Santhià quando i giocatori
applicano uno schema su
punizione che libera Mancuso solo in area, ma il suo tiro
diagonale è respinto davanti
alla porta da un nugolo di
giocatori fra cui Bassaoule,
Atomei e Priolo.
Il gol è solo rimandato però,
perchè al 13’ Bosco batte
una punizione dai venti metri e infila in rete con la
complicità di Ferraroni partito in ritardo. La gioia degli
ospiti dura quaranta secon-
di: da centrocampo la palla
arriva a Chirico che si libera
sulla sinistra con una magia
e serve un pallone a porta
vuota a Farina che deve solo
mettere in rete per il pareggio.
Il Derthona ora preme e cerca il vantaggio: al 21’ arriva
un cross di Temperino dal
fondo sulla destra, colpo di
testa ad incrociare di Mazzocca e miracolo di Cerruti
che salva il risultato; il portiere può solo osservare però
quando su angolo di La Caria un colpo di testa di Serra
porta il Derthona in vantaggio. Ora i bianchi sono padroni del campo e tocca al
solito Chirico chiudere la
partita: il 10 tortonese riceve
palla al limite dell’area, si
volta e scarica un destro a
giro che infila il sette per il
3-1 che, unito ad una frettolosa espulsione per doppia
ammonizione di Bassaoule
nel recupero del primo tempo chiude di fatto la gara.
Le uniche emozioni della ripresa sono infatti una progressione di Farina sulla sinistra per un traversone rasoterra al centro dove Chirico appoggia di sponda verso
Temperino ma arriva prima
Mancuso e spazza. Poi tanto
vuoto, con una girandola di
sei cambi che lascia tutto
sommato invariato risultato
ed andamento della gara, fino al brivido finale: al secondo minuto di recupero un
fallo di mano di Mazzocca in
area su cross dalla sinistra
viene sanzionato dall’arbitro
con un calcio di rigore; batte
Atomei centrale e Ferraroni
respinge riscattando la propria prova. I risultati concomitanti dagli altri campi
completano la giornata di festa del Derthona: perdono
Asti ed Albese, ed adesso il
Derthona oltre ad essere attualmente salvo, allarga la
lotta per evitare i playout ad
altre tre squadre, tanto che
le cinque squadre in quattro
punti dalla Novese fino
all’Albese dovranno lottare
fino all’ultimo per raggiungere la salvezza.
Nel clima festoso si inserisce
anche Fabrizio Montingelli
che festeggia le 100 presenze
con la maglia dei leoni e dichiara «Mi sento orgoglioso
di questo traguardo e della
targa che mi è stata consegnata dai tifosi: spero di dare loro una grande soddisfazione fra tre giornate, e prometto di dare - come ho
sempre fatto - il massimo fino all’ultimo per la salvezza».
œÛiÃiÊ>Ãv>Ì>Ì>Ê>ʜÀ}œÃiÈ>
MARCATORI: pt 24’ Mazzotti, 26’ Scaldaferro; st 33’ Gasparri, 37’ Rognone.
BORGOSESIA (4-3-3): Libertazzi 6; Gusu 6.5 (16’ st Paganini 6), Bruzzone
6.5, Colombo 6,5, Montesano 6.5;
D’Iglio 6.5, Mazzotti 7, Alvitrez 6.5;
Gasparri 6.5, Guidetti 7 (34’ st Bernazzani ng), Scaldaferro 6.5 (21’ Rognone 6.5). A disp. Fiorio, Bellich,
Camilli, Affinito, Benincasa Gambone. All. Manzo.
NOVESE (4-1-4-1): Tulino 6; Catenacci
5, Merlin 5, Taverna 5.5, Ciccomascolo 5.5; Rossi 5 (34’ st Firriolo ng);
Pernice 5, Longhi 5.5, Tonsi 5 (8’ st
Cortez), Muceli 5; Ponsat 5.5 (41’ st
Poggio ng). A disp. Masneri, Samaniego, Vigliotta, Statella, Di Giovanni, Giarrusso. All. Cotta.
ARBITRO: Bertolino di Trapani 6.
NOTE: spettatori 200 circa. Allontanato dalla panchina (40’ pt) l’allenatore della Novese Cotta per proteste.Calci d’angolo: 5-2 per il Borgosesia. Ammoniti Alvitrez, Tonsi,
Taverna. Recupero: pt 3’; st 3’.
Borgosesia (Vc)
Guido Ferraro
Valsesia amarissima per la rimaneggiatissima Novese, che allo stadio “M.L.B” deve fare a meno degli attaccanti: Zirilli
(squalificato), Buonaventura e Vigliotta
(infortunati). Partita senza storia, con i
granata che bissano la goleada dell’andata (6-0) mettendo a nudo i limiti dei biancocelesti.
La squadra guidata dal tecnico Vincenzo
Manzo fa valere la legge del più forte, dimostrandosi padrona del campo per tutti
i novanta minuti contro una Novese impalpabile che rischia di essere travolta
ancor di più di quanto dica il punteggio
finale. Il portiere Tulino si erge subito a
protagonista (4’) quando salva in angolo
sulla sventola del cannoniere Guidetti
dal vertice dellíarea. Ancora Guidetti
(17’) vince un rimpallo, entra in area, a
tu per tu con Tulino lascia partire un fendente che l’estremo difensore ospite salva
con un intervento miracoloso. Ancora Tulino granbde protagonista al 19’, quando
il portiere nega la gioia del gol ad Alvitrez. Al 24’ il “Borgo” passa: il metronomo Mazzotti, su una punizione dai 25
metri da posizione defilata, indovina una
parabola che “buca” la barriera e fa
esplodere la gioia dei fedelissimi presenti
“
Ho visto i ragazzi
reagire bene a un
momento difficile
e continuare a proporre
grandi prestazioni in una
serie di partite per noi
positive: all’inizio il Santhià
ha trovato un paio di
occasioni che hanno fatto
crescere la loro autostima
e hanno permesso loro di
passare in vantaggio su un
calcio piazzato, ma il saper
riportare nel giro di pochi
secondi la partita di nuovo
in parità prima di mettere
a segno due gol bellissimi
che hanno di fatto chiuso
la gara è da gran squadra.
Ora siamo salvi, ma non
voglio fare conti:
dobbiamo giocare al
meglio le gare che
rimangono a cominciare
dalla trasferta di Caronno
giovedì, poi vedremo dove
ci porteranno i punti che
raccoglieremo
31ª giornata
ASTI-CARONNESE
0-1
BORGOSESIA-NOVESE
4-0
CHIERI-SESTRI LEVANTE
0-2
DERTHONA-SANTHIÀ
3-1
LAVAGNESE-ALBESE
3-2
PRO DRONERO-CHIAVARI CAP.
1-1
VALLÉE D’AOSTE-GIANA ERMINIO
0-0
VADO-FOLGORE CARAT.
1-1
VERBANIA-RAP. BOGLIASCO
0-3
Classifica
Pt G V N P F S
GIANA ERMINIO 70 31 20 10 1 64 24
BORGOSESIA
65 31 20 5 6 69 30
RAP. BOGLIASCO 62 31 19 5 7 57 30
CARONNESE
56 31 16 8 7 47 26
LAVAGNESE
56 31 16 8 7 43 26
CHIERI
54 31 17 3 11 48 40
VADO
48 31 13 9 9 51 41
CHIAVARI CAP.
45 31 11 12 8 34 27
VALLÉE D’AOSTE 41 31 10 11 10 39 38
NOVESE
39 31 10 9 12 35 46
ASTI
37 31 9 10 12 40 35
DERTHONA
36 31 9 9 13 35 39
FOLGORE CARAT. 35 31 8 11 12 29 45
ALBESE
35 31 9 8 14 30 48
SESTRI LEVANTE 30 31 8 6 17 33 48
SANTHIÀ
21 31 4 9 18 22 59
PRO DRONERO
21 31 4 9 18 44 75
VERBANIA
12 31 2 6 23 16 59
Prossimo turno
ALBESE-CHIERI
CARONNESE-DERTHONA
CHIAVARI CAP.-ASTI
FOLGORE CARAT.-VERBANIA
GIANA ERMINIO-PRO DRONERO
NOVESE-LAVAGNESE
RAP. BOGLIASCO-BORGOSESIA
SANTHIÀ-VADO
SESTRI LEVANTE-VALLÉE D’AOSTE
Marcatori
26 RETI: Franca (7) (RapalloBogliasco)
21 RETI: M. Guidetti (Borgosesia)
16 RETI: Marjanovic (2) (Albese)
15 RETI: Lo Bosco (3) (Asti),
Recino (1) (Giana Erminio),
Lazzaro (1) (Sestri Levante)
13 RETI: Gasparri (Borgosesia),
De Peralta (2) (Pro Dronero)
DÉBACLE UÊÊLˆ>˜VœViiÃ̈ʘœ˜ÊÈÊ>ÛۈVˆ˜>˜œÊ>>ÊÃ>Ûiââ>\Ê}>À>ÊÃi˜â>ÊÃ̜Àˆ>]Ê
œÌÌ>ÊiëՏÜÊiʵÕ>ÌÌÀœÊ}œÊ>Ê«>ÃÈۜ
4
0
Ferraroni 6.5 Riscatta parando il
rigore l’errore sulla punizione.
Serra 6.5 Non è un caso che i gol
«pesanti» li segni sempre lui.
Priolo 7 Esperienza, dinamismo e
geometrie: giocatore favoloso.
Dell’Aera 7 Gli avversari gli danno
una mano, lui non sbaglia nulla.
Mazzocca 6.5 Sfiora il gol nel primo tempo, ma corre sulla fascia
sempre.
La Caria 7 Uno dei due pilastri
della diga di centrocampo.
Montingelli 7 100 partite, un capitano: è in uno stato di forma
strepitoso.
Temperino 6.5 Rigenerato da
Scarnecchia, è tornato quello
dell’anno scorso.
Chirico 7 Il gol basterebbe a definire la gara, serve anche l’assist a
Farina.
Gilio 6.5 Diligente e positivo in
tre ruoli diversi: preziosissimo.
Farina 6.5 Si sblocca segnando
un gol importantissimo, ora attendiamo il bis.
Scarnecchia, allenatore Derthona
Il Derthona festeggia sotto la curva, a destra la rete del 2-1 firmata da Serra
eee
Borgosesia
Novese
Derthona
Serie D
al Comunale ai piedi del Monte Rosa. Il
raddoppio non si fa attenedere: il difensore Gusu serve capitan Guidetti che lancia al volo Scaldaferro che dal limite non
perdona. La Novese si fa vedere con Ponsat (28’) che calcia sopra la traversa. Rossi (31’) su punizione chiama Libertazzi
all’intervento d’istinto.
Il secondo tempo si apre con una grande
combinazione dei granata: Gasparri per
Guidetti, che tocca a D’Iglio che calcia
ma un difensore ribatte. Sul proseguo
dell’azione Scaldaferro calcia sul primo
palo, ma Tulino è ancora attento. Scaldaferro (16’) tenta la conclusione a girare
ma il pallone termina sopra la traversa.
Ancora Borgosesia in evidenza prima con
Rossi (18’) che da una treninata di metri
non inquadra la porta e poi con Alvitrez
(24’), che scodella per Guidetti che con
un sontuoso stop gestisce il pallone e serve D’Iglio che manda sull’esterno della
rete. Infine ecco arrivare il tris: Guidetti
serve un assist al bacio per Gasparri (33’)
che non sbaglia, mentre il poker è firmato da Rognone (37’) che con un sombrero
evita un avversario si presenta tutto solo
davanti a Tulino e chiude in gloria per i
padroni di casa. Per la Novese invece arriva la dodicesima sconfitta di una stagione negativa da archiviare il più in fretta possibile.
6
Lunedì 14 aprile 2014
Eccellenza
Girone B
33ª giornata
ATL. GABETTO-BENARZOLE 2012
1-1
BUSCA-CASTELLAZZO
2-4
CAVOUR-FOSSANO
1-2
CHERASCHESE-COLLINE ALFIERI
3-3
PINEROLO-ACQUI
2-0
SALUZZO-CHISOLA
3-2
SP. CENISIA-LUCENTO
2-3
T.VILLALVERNIA-OLMO
1-1
VALENZANA MADO-LIBARNA
0-1
Classifica
PT G V N P F S
ACQUI
77 33 24 5 4 76 27
BENARZOLE
63 33 17 12 4 57 41
LIBARNA
56 33 16 8 9 52 42
CHERASCHESE
56 33 15 11 7 53 29
LUCENTO
55 33 16 7 10 51 35
CASTELLAZZO
54 33 15 9 9 52 44
VALENZANA M. 53 33 14 11 8 62 42
CAVOUR
49 33 13 10 10 60 46
FOSSANO
47 33 14 5 14 38 42
PINEROLO
46 33 12 10 11 49 42
OLMO
45 33 12 9 12 41 40
T. VILLALVERNIA 45 33 12 9 12 49 41
SALUZZO
44 33 11 11 11 41 40
COLLINE ALFIERI 43 33 11 10 12 51 46
BUSCA
28 33 8 4 21 34 74
CHISOLA
25 33 6 7 20 29 63
ATL. GABETTO
16 33 3 7 23 39 76
SP. CENISIA
15 33 4 3 26 28 92
Prossimo turno
ACQUI-T.VILLALVERNIA
BENARZOLE 2012-CAVOUR
CASTELLAZZO-SP. CENISIA
CHISOLA-ATL. GABETTO
COLLINE ALFIERI-PINEROLO
FOSSANO-VALENZANA MADO
LIBARNA-BUSCA
LUCENTO-CHERASCHESE
OLMO-SALUZZO
Il Corriere delle Province Alessandria
DILETTANTI
LA CORSA UÊCastellazzo e Libarna ci credono, la Valenzana si aggrappa all’aritmetica
Obiettivo PLAYOFF
Alessandria
Marco Gotta-Claudio Moretti
T
re pretendenti per il gran ballo dei playoff.
Libarna, Castellazzo e, almeno secondo la matematica, Valenzana Mado, ancora sperano di agguantare un posto
negli spareggi promozione, quando alla fine del campionato mancano soltanto novanta minuti. Delle tre, è certamente il Libarna quella nella migliore posizione possibile per guadagnarsi l’accesso ai playoff:
ha a disposizione infatti due risultati su
tre.
«Ma noi non facciamo calcoli – commenta
mister Alberto Merlo – perchè la situazione in classifica è cambiata troppe volte in
poco tempo: siamo passati dall’essere superfavoriti al dramma collettivo dopo la
sconfitta con il Cavour al quale abbiamo
reagito da grande squadra offrendo una
prestazione superlativa contro la Valenzana Mado. Siamo usciti dallo stadio fra gli
applausi ed i complimenti degli avversari
che è la cosa che mi fa più piacere, ed il
Dio del calcio deve averci messo la mano
perchè da una parte ci hanno annullato il
gol del 2-0 regolarissimo, dall’altra Frisone
– già infortunato ed ora ricoverato per uno
pneumotorace dopo uno scontro con il palo – ha parato miracolosamente un rigore
a Serra a tempo scaduto. Ora abbiamo una
partita contro il Busca già retrocesso, ma
ci arriveremo con molte squalifiche ed infortuni e sappiamo già che dovremo dare
il meglio per coronare quello che senza
mezzi termini definisco un sogno. Penseremo poi a come gestire le partite che verranno, ora abbiamo 15 giorni per recuperare ed arrivare
nella migliore condizione
CHERASCHESE-COLLINE ALFIERI
possibile alla gara che vale non una stagione ma tutti questi tre anni, e poi vedremo
cosa succederà».
Il Castellazzo ci crede. Stefano Lovisolo
prova a dare la carica ai suoi in vista degli
ultimi, decisivi novanta minuti. «Con una
vittoria i nostri playoff saranno matematici, perchè la sfida fra Lucento e Cheraschese ci favorisce. Il calendario ci ha dato
la possibilità di giocarci le nostre chance
in casa contro il Cenisia che è già retrocesso: non ci illudiamo certamente che sarà
tutto facile, anche perchè quest’anno le
formazioni già retrocesse hanno onorato il
campionato fino all’ultimo, come dimostra
il pari strappato dal Gabetto al Benarzole.
Però, sappiamo di essere arbitri del nostro
destino, e non è poco. Proprio per dimostrare che non è nostra intenzione snobbare l’avversario, posso anticipare che manderò in campo la migliore formazione: ho
dei diffidati, ma centrare questo traguardo
è qualcosa di troppo importante. E se i
playoff dovessero arrivare, non saranno un
premio alla stagione, ma un punto di partenza, da cui giungere ancora più lontano».
Poco più che teoriche, invece, le speranze
della Valenzana Mado, che con la sconfitta
interna subita per mano del Libarna ha
gettato al vento una qualificazione che
sembrava blindata. Le parole di Biagio Micale riflettono lo scoramento del gruppo.
«Se col Libarna fosse arrivato almeno un
pari avremmo potuto sperare... così invece
credo che il capitolo sia chiuso, anche se
ovviamente onoreremo il campionato fino
alla fine».
TORTONA VILLA UÊMusumeci si esprime sulla salvezza ancora da ottenere
«Meccanismo da rivedere»
Per un attimo, gli era venuto da esultare, per una salvezza che non
solo lui, ma tutto l’entourage del Tortona Villalvernia, avevano dato
per acquisita grazie all’1-1 contro l’Olmo. Invece, la regola delle retrocessioni variabili, legata al numero di squadre piemontesi che
retrocederanno dalla serie D, lascia ancora i tortonesi alle prese
con l’inquietudine. Francesco Musumeci, però, non si scompone, e
analizza con tranquillità una situazione che comunque non esita a
definire “grottesca”.
«Trovo francamente incredibile che i 45 punti conquistati ancora
non garantiscano la salvezza, e trovo assolutamente sbagliato che,
per sapere non già chi retrocede, ma addirittura quante squadre retrocederanno, dovremo aspettare la settimana successiva alla fine
del campionato, e la conclusione di quello di serie D. Penso che
qualcosa a livello di meccanismi federali sia da rivedere».
In concreto, come vede la situazione del Villalvernia? «Io sono ottimista per natura. Abbiamo l’ultima partita da giocare sul campo
dell’Acqui, e con un punto siamo certi di tirarci fuori, perchè la sfida fra Olmo e Saluzzo dice che solo una di loro potrebbe superarci
se arriveremo a quota 46, mentre una sconfitta del Pinerolo con il
Colline Alfieri porterebbe ad avere un gruppo di squadre a quota 46
e ne usciremmo ugualmente per la classifica avulsa. Non ci resta
che andare ad Acqui con il solito spirito, decisi a cogliere il risultato
che ci salverà, ed è quello che faremo. Certo, questo non toglie che
le considerazioni generali che ho fatto prima siano comunque pertinenti. A qualcuno non basterà aver fatto 45 punti per salvarsi, e
personalmente lo trovo assurdo. E poi c’è un’altra cosa che mi dispiace particolarmente». Quale? «Siamo la squadra che ha schierato il maggior numero di under in tutto il Piemonte, questo è un dato molto qualificante, e sarebbe stato bello, per una volta, vedere
giocare questi ragazzi senza l’assillo del risultato. Ma le regole non
le scrivo io: l’importante sarà raggiungere la salvezza, e quella, ci
potete contare, la raggiungeremo».
C.M.
3-3
Il Colline Alfieri è vivo
MARCATORI: pt 35’ Pantaleo, st 5’ Balsamo, 9’ Melle, 23’ rig. Melle, 36’ Melle, 40’ Balsamo.
CHERASCHESE: Maiani, Costamagna, Fissore, Cellamaro, Fontana (12’ st Sepe),
Malvicino (6’ st Favale), Pupillo, Moracchiato, Melle, Tibaldi, Sardo. All. Dessena.
COLLINE ALFIERI: Brustolin, Di Maria (35’ st Delpiano), Agnesina, Marino, Lumello,
Serao, Balsamo, Pantaleo, Pollina, Bissacco (30’ st Gueye), Pozzatello. All. Galeazzi.
La gioia dei ragazzi del Castellazzo
PINEROLO-ACQUI
2-0
Musumeci, d.s. del Tortona Villalvernia
VALENZANA MADO-LIBARNA
0-1
TORTONA VILLALVERNIA-OLMO
1-1
Acqui, vacanze rovinate Libarna, il sogno continua Pepino frena Diliberto
MARCATORI: pt 1’ Stangolini, 39’ st rig. Piroli.
PINEROLO: Odier, Pepe, Lisa, Dedominici, Barrella, Molinaro, Soccal (42’ st Clori),
Di Leone, Piroli, Di Gioia, Stangolini (46’ st Ferrero). All. Fornello.
ACQUI: Gallo, Bencivenga, Perelli N. (25’ st Buso), Morabito, Silvestri, Granieri,
Cappannelli, Pizzolla, Russo, Innocenti, Anania (35’ st Giusio). All. Merlo.
NOTE: espulsi Bencivenga (35’ st), Granieri (46’ st).
MARCATORI: pt 32’ Pellegrini.
VALENZANA MADO: Lisco, Di Luca, Serra A., Molina (11’ st Rignanese), Grillo, Peluso
(43’ st Marelli), Acrocetti, Gramaglia (23’ st Rizzo), Cravetto, Palazzo, Massaro..
LIBARNA: Frisone, Amodio, Costa, Francia, Mazzucco, Pergolini (4’ st Motta), Costantino, Manno, Pellegrini, Mossetti, Ilardo (38’ st Bagnasco).All. Merlo.
NOTE: espulsi Massaro (33’ st), Manno (46’ st).
Un Acqui già sicuro dell’aritmetica promozione in Serie D viene
sconfitto dal Pinerolo in trasferta. Senza Teti infortunato, in porta
spazio a Gallo per onorare il campionato e conquistare ancora più
punti. Le motivazioni pinerolesi, però, sono state maggiori e i gol
messi a segno all’inizio e alla fine dell’incontro sono stati decisivi ai
fini del risultato al triplice fischio. La compagine termale di Arturo
Merlo, però, non ha fatto la comparsata da vittima sacrificale e, pur
non giocando con il coltello tra i denti, è uscita dal campo a testa alta. A dimostrare ciò, sono anche le due espulsioni tra le proprie fila:
cartellini rossi per Bencivenga e Granieri.
La squadra di Merlo continua il suo trend positivo con l’ennesima
vittoria, arrivata da una prova di concretezza e personalità alla fine
di una partita combattutissima ai danni della Valenzana Mado. Decide Pellegrini, regalando 3 punti pesantissimi che per ora valgono
il terzo posto solitario in classifica. La Valenzana Mado invece sembra aver definitivamente abbandonato il sogno playoff, perchè il
settimo posto ora sarà dura da smuovere, sopratutto perchè questa sconfitta nello scontro diretto per un posto playoff non ci voleva.
BUSCA-CASTELLAZZO
2-4
Castellazzo, ora credici
Fossano sei salvo Lucento, ci pensa
Il Cavour inciampa un super Le Pera
CAVOUR-FOSSANO
1-2
MARCATORI: pt 29’ Ligotti, 40’ A. Dalmasso , st 18’ A. Dalmasso.
CAVOUR: Garino (20’ st Gilli), Re, Ferrati
M., Cuttini, Friso, Laganà, Ligotti (28’ st
Ferrati A.), Mazzone, Cirillo, Bonelli S.,
L. Fassina (22’ st Pareschi). All. Di Leone.
FOSSANO: De Miglio, Dedja, Brizio G.,
Raspo (30’ st Durando), Douza, Volcan, Bonelli, Volpe (43’ Serafini), Perri,
Continua la marcia del castellazzo di Lovisolo, che dopo la convincente vitto- Ballario A., Dalmasso A. (42’ st Piscioria ai danni del condannato Busca, continua a credere ad un piazzamento neri). All. Volcan.
playoff. I gol, arrivati nell’arco di solamente 12’ di gioco, marcati da Comba, NOTE: espulsi Pareschi (36’ st ).
Merlano, Piana e Rosset rilanciano a gran voce il Castellazzo tra le squadre
più quotate per la corsa finale ad un posto che conta in classifica. Ora è fondamentale rimanere concentrati e attenti per evitare passi falsi e scivoloni,
che a questo punto del cammino potrebbero costare carissimi.
MARCATORI: pt 11’ G. Comba, 13’ Merlano, 18’ Piana, 23’ Rosset, 25’ Robotti, 39’
And. Forte.
BUSCA: D’Amico, Forte Andrea, Barra (36’ st Fino), Dutto, Bianco, Tolosano, Mostayd, Marchetti (33’ st Forte Filippo), Comba G. (30’ st Di Biase), Peyracchia,
Belmondo. All. Botta.
CASTELLAZZO: Basso, Cimino (31’ st Taverna), Zamburlin, Cozza, Robotti, Cartasegna, Valmori (43’ st Rossini F.), Marinello, Merlano, Rosset, Piana (47’ st Meta).
All. Lovisolo.
SPORTING CENISIA-LUCENTO
2-3
MARCATORI: pt34’ Le Pera, st 15’ rig. Prati, 17’ Maugeri, 29’ Rizzo, 36’ Le Pera.
SPORTING CENISIA: Gianoglio, Zucco,
Montenegro (1’ st Rubino), Forneris,
Rossi, Tartaglia, Secci (15’ st Seccia),
Maugeri, Prati (25’ st Fazzolari), Racioppi, Bellitta. All. Di Gianni.
LUCENTO: Balestri, Mancuso (40’ st Zichittella), Patrone, Farella, Ferrarese,
Mangano (20’ st Basiglio), Schiavone,
Salafrica, Montesano, Rizzo, Le Pera
(44’ st Casassa Mont). All. Telesca.
MARCATORI: pt 42’ Sacchetti, M. 23’ st Pepino
T.VILLALVERNIA: Filograno, Lombardi (28’ st Soncini), Giordano, Bardone Marco
(12’ Magnè), Sacchetti, Camussi, Bardone Matteo, Barcella, Cassani, Calogero
(35’ st Dalessandro), Cesana. All. Diliberto.
OLMO: Peano, Bianco, Bima (18’ st Mingione), A. Lerda, M. Pepino, Sciatti, D. Oggero, Sacco (1’ st J. Martucci), Dalmasso (20’ st Martin), Lu. Parola, A. Pepino. All.
Calandra.
Al Tortona Villalvernia di Paolo Diliberto ormai manca solamente
un punto per ritenersi matematicamente salvo. Il Tortona Villalvernia porta a casa 1 punto contro un agguerrito Olmo, ma è un punticino che non fa male alla squadra rossoblù. Questa stagione
quindi potrà permettersi di festeggiare la salvezza senza grossimi
problemi, sopratutto perchè basterà non perdere nela difficle trasferta ad Acqui, ma la squadra di Merlo è sazia della vittoria del
campionato, e non dovrebbe essere un problema.
Saluzzo chiamato
al rush finale
SALUZZO-CHISOLA
3-2
MARCATORI: pt 15’ Bessone, 30’ Morena,
st 20’ Faridi, 35’ rig. Lapadula, 40’ Tallarico.
SALUZZO: Cantele, Brignolo, Mazza, Faridi, Bessone, Picollo, Gozzo, Cretazzo,
Lapadula, Caserio (18’ st Mardoda),
Morero (42’ st Gambardella). All. Cellerino.
CHISOLA: Ussia, Oberto, Corvino (15’ st
Cosenza), Carli (5’ st Veroni), Cornaglia, Di Leo, Carità (25’ st Vetrugno),
Reina, Morena, Savoia, Tallarico. All.
Ballario.
Rigore Rolandone
Orgoglio Gabetto
ATL. GABETTO-BENARZOLE
1-1
MARCATORI: pt 32’ Ellaban, st 25’ rig. Rolandone.
ATLETICO GABETTO: Ghiglione, Ito, Schiavone, Ellaban (20’ st Porcelli), Curto
(30’ st Catalani), Padovan, Di Muro
(42’ st Torre), Migliardi, Marinaro, Cozzolino, Ingrao. All. Marangon.
BENARZOLE: Cravero, Pera, Mozzone,
Vallati, Vizio (20’ st Manzone), Astrua,
Rolandone, Sinisi (20’ st Romanisio),
Pregnolato, Tandurella (27’ st Bittolo
Bon), Parussa. All. Giuliano.
NOTE: espulsi Ingrao (49’ st), Cozzolino
(18’ st).
Il Corriere delle Province
Alessandria
7
Lunedì 14 aprile 2014
DILETTANTI
Eccellenza
ULTIMA GIORNATAUʏÊ/œÀ̜˜>Ê6ˆ>ÊÃiÀۜ˜œÊÌÀiʫ՘̈ʫiÀʘœ˜ÊÀˆÃV…ˆ>Ài]ʈL>À˜>ÊmʵÕ>ÈÊv>ÌÌ>
™äʓˆ˜ṎÊ`>ÊLÀˆÛˆ`ˆ
Alessandria
Alice Balconi
N
ovanta minuti di fuoco, per i piazzamenti playout da evitare ad ogni costo ed una zona playoff ancora tutta da
conquistare. L’ultima giornata apre spiragli per diverse
combinazioni da prendere in analisi, da quelle più probabili a
quelle che hanno bisogno di tanti, forse troppi, fattori che vadano ad incastrarsi. Il Libarna è quasi certo dell’accesso alla zona
playoff, alla Valenzana Mado serve un miracolo, in mezzo c’è un
Castellazzo che può ancora sognare. Dietro, al Tortona Villalvernia servono tre punti contro l’Acqui per evitare ulteriori scherzi.
LIBARNA terzo se:
batte il Busca e la Cheraschese non vince con il Lucento
Libarna terzo se:
pareggia con il Busca, la Cheraschese pareggia con il Lucento e il Castellazzo vince con lo Sporting Cenisia
Libarna quarto se:
batte il Busca e la Cheraschese vince con il Lucento
Libarna quarto se:
pareggia con il Busca, la Cheraschese pareggia con il Lucento e il Castellazzo non batte lo Sporting Cenisia
Libarna quarto se:
perde con il Busca, la Cheraschese pareggia con il Lucento, il Castellazzo non vince con lo Sporting Cenisia e la Valenza Mado non vince
a Fossano
Libarna quinto se:
perde con il Busca, la Cheraschese vince con il Lucento, il Castellazzo batte lo Sporting Cenisia e la Valenzana Mado non vince a Fossano
Libarna allo spareggio con il Lucento se:
perde con il Busca, la Cheraschese pareggia con il Lucento, il Castellazzo batte lo Sporting Cenisia
Libarna allo spareggio con la Cheraschse se:
perde con il Busca, la Cheraschese perde con il Lucento e il Castellazzo batte lo Sporting Cenisia
Libarna allo spareggio con la Valenzana Mado se:
perde con il Busca, la Cheraschese non perde con il Lucento, il Castellazzo batte lo Sporting Cenisia e la Valenzana Mado vince a Fossano
CASTELLAZZO terzo se:
vince con lo Sporting Cenisia, il Libarna perde con il Busca e la Cheraschese pareggia con il Lucento
Castellazzo quarto se:
vince con lo Sporting Cenisia, la Cheraschese pareggia con il Lucento e il Libarna non perde con il Busca
Castellazzo quarto se:
vince con lo Sporting Cenisia, la Cheraschese perde con il Lucento e
il Libarna perde con il Busca
Castellazzo quinto se:
vince con lo Sporting Cenisia, la Cheraschese pareggia con il Lucento e il Libarna pareggia con il Lucento
Castellazzo quinto se:
vince con lo Sporting Cenisia, Cheraschese-Lucento non finisce in
parità, il Libarna vince con il Busca
Castellazzo allo spareggio con il Lucento se:
pareggia con il Busca, il Lucento perde con la Cheraschese e la Valenza Mado non vince
Castellazzo fuori dai playoff se:
perde con il Busca
Castellazzo fuori dai playoff se:
pareggia con il Busca e il Lucento non perde con la Cheraschese
CAMPIONATO INFINITO UÊÊ}ˆœV…ˆÊܘœÊ>˜VœÀ>Ê>«iÀ̈
VALENZANA MADO quinta se:
batte il Fossano, la Cheraschese vince con il Lucento, il Castellazzo
non vince contro lo Sporting Cenisia e il Benarzole non vince contro
il Cavour
Valenzana Mado spareggia con il Libarna se:
batte il Fossano, la Cheraschese perde con il Lucento, il Libarna perde con il Busca, il Castellazzo non vince contro lo Sporting Cenisia e
il Benarzole non vince contro il Cavour
Valenzana Mado spareggia con la Cheraschese se:
batte il Fossano, la Cheraschese perde con il Lucento, il Libarna non
perde con il Busca, il Castellazzo non vince contro lo Sporting Cenisia e il Benarzole non vince contro il Cavour
Valenzana Mado spareggia con il Lucento se:
batte il Fossano, la Cheraschese pareggia con il Lucento, il Castellazzo non vince contro lo Sporting Cenisia e il Benarzole non vince contro il Cavour
Alessandria
Alessia Goldone
TORTONA VILLALVERNIA salvo se:
batte l’Acqui.
Tortona Villalvernia salvo se:
pareggia con l’Acqui e il Colline Alfieri non batte il Pinerolo.
Tortona Villalvernia salvo se:
perde con l’Acqui, il Saluzzo perde con l’Olmo e il Colline Alfieri non
vince con il Pinerolo
Tortona Villalvernia se:
pareggia con l’Acqui, il Colline Alfieri batte il Pinerolo 1-0 e SaluzzoOlmo finisce in parità
Tortona Villalvernia spareggia con l’Olmo se:
perde con l’Acqui, il Saluzzo batte l’Olmo e il Colline Alfieri non vince
con il Pinerolo
Tortona Villalvernia spareggia con Saluzzo se:
perde con l’Acqui, il Saluzzo pareggia con l’Olmo e il Colline Alfieri
non vince con il Pinerolo
Tortona Villalvernia spareggia con il Pinerolo se:
pareggia con l’Acqui, il Colline Alfieri batte il Pinerolo e Saluzzo-Olmo non finisce in parità
Tortona Villalvernia spareggia con il Pinerolo se:
pareggia con l’Acqui, il Colline Alfieri batte il Pinerolo segnando più
di un gol e Saluzzo-Olmo finisce in parità
Tortona Villalvernia quattordicesimo se:
perde con l’Acqui, il Colline Alfieri batte il Pinerolo e il Saluzzo batte
l’Olmo
Tortona Villalvernia tredicesimo se:
perde con l’Acqui, il Colline Alfieri batte il Pinerolo e l’Olmo non perde con il Saluzzo
`iÃÜÊÌÕÌ̈Ê̈v>˜œ°°°
LiÃi]ÊiÀ̅œ˜>ÊiÊÃ̈
Anche il Busca è retrocesso aritmeticamente. Il gruppo di Botta è il quarto a scivolare in Promozione senza passare dai playout nel girone B di Eccellenza. Eppure, anche chi ha saputo
mettere almeno dieci punti fra sé e le altre squadre della parte
bassa della zona playout (vedi Busca e Chisola) non può ancora dirsi salvo.
Il perché è da cercarsi nel meccanismo di retrocessioni delle
squadre piemontesi dalla serie D. Così, a novanta minuti dal
termine, anche il Tortona Villalvernia, oltre ad altre “non alessandrine” quali Colline Alfieri Don Bosco, Saluzzo, Olmo e Pinerolo, dovranno sfruttare anche i punti rimasti in palio
nell’ultima giornata di campionato per evitare con ogni forza
tredicesimo e quattordicesimo posto. I playout effettivamente
non serviranno solo nel caso in cui dalla serie D non scendano
più di quattro squadre. Ma allo stato attuale, più vivo che mai è
il rischio che ne arrivino cinque se non addirittura sei. Nel girone B sono Borgomanero e, soprattutto Gozzano, a rischiare.
Nel girone A, mentre Santhià, Verbania e Pro Dronero sembrano spacciate, l’auspicio è che Asti, Derthona e Albese riescano a
tenersi alle spalle Sestri Levante e Folgore Caratese. Nel frattempo meglio non correre rischi, perché se dovessero essere
cinque le piemontesi retocesse si innescherebbe un meccanismo diabolico: le vincenti del primo turno playout (in questo
caso tredicesima e quattordicesima è come se avessero vinto il
primo turno) andrebbero a disputare un ulteriore spareggio, la
perdente si giocherebbe la permanenza in Eccellenza con la
perdente dell’equivalente spareggio del girone A, portando così
a nove il numero totale di retrocessioni dall’Eccellenza alla
Promozione. Meno machiavellica la post-season nel caso in
cui dalla serie D scendessero
addirittura sei società piemontesi. A quel punto il numero
delle retrocessioni dall’Eccellenza alla Promozione dovrebbe salire a dieci, così lo spareggio tra le vincenti del primo
Le retrocessioni dalla D
turno playout sancirebbe diretaffinché non ci siano
tamente il nome della quinta
retrocessa dal girone B. Facile
ulteriori spareggi
no?
4
8
Promozione
Girone B
31ª giornata
ALICESE-CRESCENTINESE
LEINÌ-BOLLENGO ALB.
QUINCITAVA-L.G.TRINO
RIVAROLESE-CASALE FBC
SAN CARLO-PAVAROLO
SP. NOLESE-BRANDIZZO
VENARIA REALE-REAL CANAVESE
VOLPIANO-PONT D.H. ARNAD
HA RIPOSATO: MATHI LANZESE
2-2
0-3
1-0
3-2
2-0
0-6
3-2
2-2
Classifica
PT
VOLPIANO
70
CASALE FBC
63
QUINCITAVA
51
PONT D.H. ARNAD50
ALICESE
47
BRANDIZZO
43
RIVAROLESE
42
MATHI LANZESE 39
SP. NOLESE
38
VENARIA REALE 38
REAL CANAVESE 37
L.G. TRINO
36
BOLLENGO ALB. 35
PAVAROLO
34
LEINÌ
27
SAN CARLO
26
CRESCENTINESE 11
G
29
29
29
29
29
29
30
29
29
30
30
29
29
29
29
29
29
V
21
19
15
15
14
11
12
12
11
10
9
9
9
8
7
7
2
N
7
6
6
5
5
10
6
3
5
8
10
9
8
10
6
5
5
P
1
4
8
9
10
8
12
14
13
12
11
11
12
11
16
17
22
F
56
62
47
44
40
33
42
37
35
30
37
41
46
27
29
28
29
S
20
27
27
27
35
24
43
41
42
38
43
44
49
33
54
47
69
Prossimo turno
BOLLENGO ALB.-VOLPIANO
BRANDIZZO-QUINCITAVA
CASALE FBC-VENARIA REALE
CRESCENTINESE-SAN CARLO
L.G.TRINO-MATHI LANZESE
PAVAROLO-LEINÌ
PONT D.H. ARNAD-SP. NOLESE
REAL CANAVESE-ALICESE
RIPOSA: RIVAROLESE
Girone D 29ª giornata
ASCA-F.C. SAVIGLIANO
BOVES MDG C.-GAVIESE
LA SORGENTE-CORNELIANO
OVADA-CASTAGNOLE P.
SAN GIULIANO N.-MORETTA
SANTOSTEFANESE-SOMMARIVA PERNO
VILLAFRANCA-CANELLI
VIRTUS MONDOVÌ-PEDONA B.S.D.
2-1
0-1
1-4
0-2
0-0
2-1
1-0
2-5
Lunedì 14 aprile 2014
DILETTANTI
LOTTA PLAYOFF UʏÊÜ}˜œÊ`ˆÊ œLˆˆÊiʈÊÃ՜ˆÊVœ˜Ìˆ˜Õ>ÊVœ˜Ê՘>ÊÀˆ“œ˜Ì>ÊÃՏÊ->ۈ}ˆ>˜œÊ
,>}>ââˆÊV…iÊ-
Asca
FC Savigliano
2
1
MARCATORI: st 26’ Barison; 36’ Pivetta, 42’ Sciacca
ASCA (4-3-3): Bucciol 6.5; Ishaak 6, Bidone 5.5, Sciacca 8, Mirone 7.5;
Ghé 6.5, Rapetti 5.5 (1’st Rossi 6.5),
Berri 6; Martinengo 6.5 (17’st Pivetta 7), Russo 6, Sheqi 5.5 (27’st Cincinelli ng). A disp: Canelli, Carakciev,
Giuliano, Noli. All.Nobili
FC SAVIGLIANO (4-4-2): Milanesio 7;
Bellino 5, Chiarelli 6, Chiambretto
5.5, Bergia 6; Matija 6.5, Pagliero 5.5,
Di Matteo 5.5, Mondino 6.5; Brino 6
(39’st Di Vanno ng), Barison 7. A disp: Tibaldi, Favole, Ricca, Falco. All.
Bonello
ARBITRO: Sanfilippo di Biella 7
NOTE: ammoniti Russo, Bidone,
Sciacca, Rossi. Calci d’angolo 4-2
per il Savigliano. Recupero: pt 1’; st
4’. Spettatori circa 150.
Classifica
PT
V.MONDOVÌ
64
CASTAGNOLE P. 52
F.C. SAVIGLIANO 49
VILLAFRANCA 49
ASCA
44
CORNELIANO
42
MORETTA
40
PEDONA B.S.D. 39
SOMMARIVA P. 39
S.STEFANESE
39
CANELLI
36
SAN GIULIANO N. 34
GAVIESE
33
BOVES MDG C. 33
OVADA
23
LA SORGENTE 16
G
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
V
20
15
15
15
11
11
10
9
11
9
8
9
9
8
4
4
N
4
7
4
4
11
9
10
12
6
12
12
7
6
9
11
4
P
5
7
10
10
7
9
9
8
12
8
9
13
14
12
14
21
F
65
50
66
40
29
37
41
38
32
35
35
30
27
40
23
28
S
27
32
45
32
28
33
42
35
43
36
35
36
39
42
47
64
Prossimo turno
CANELLI-ASCA
CASTAGNOLE P.-BOVES MDG C.
CORNELIANO-VILLAFRANCA
F.C. SAVIGLIANO-VIRTUS MONDOVÌ
GAVIESE-LA SORGENTE
MORETTA-OVADA
PEDONA B.S.D.-SANTOSTEFANESE
SOMMARIVA PERNO-SAN GIULIANO N.
Alessandria
Nicholas Franceschetti
Q
uest’Asca non smette
più di sognare.
La compagine gialloblu allenata da Fabio Nobili sta letteralmente mandando in visibilio i propri
tifosi. 44 punti in campionato, quinta posizione a -5
da Villafranca e Savigliano.
Squadra, quest’ultima, battuta 2-1 al “Cattaneo” nello
scontro diretto al termine
di una rimonta epica, me-
ravigliosa, impensabile fino a dieci minuti dalla fine. I simboli di questa impresa pazzesca sono Paolo
Mirone, capitano indomito
e uomo-assist, e Alberto
Sciacca il cui bolide di sinistro al minuto 87 potrebbe scrivere una pagina
indelebile di storia. E ovviamente il mister, il condottiero che ha plasmato
un gruppo capace di due
annate al di sopra delle reali potenzialità. Un miracolo sportivo che ora
aspetta solo la totale consacrazione: nell’ultima
giornata a Canelli servirà
obbligatoriamente la vittoria per agguantare le fasi
finali, sperando in un passo falso del Castagnole
Pancalieri. Difficile ma
non impossibile. Il match
contro la truppa di Bonello è interpretato al meglio
fin da subito: al 6’ Martinengo crossa dalla destra e
per un nonnulla Berri non
riesce a impattare la sfera.
I cuneesi però non dormono e al 12’ Matija di testa
spaventa Bucciol che devia
in corner. L’Asca stravince
i duelli a metacampo, dove
Ghé è un leone e al 18’
prende l’iniziativa e assiste
Toni Russo. Piattone al volo del centravanti, miracolo di Milanesio che respinge coi piedi. Sul capovolgimento di fronte, Mondino
dopo uno slalom conclude
alto di sinistro. La temibile coppia d’attacco Barison-Brino (44 gol in due)
fatica a creare grattacapi a
Bucciol, almeno fino al
34’: intelligente sponda di
tacco del superbomber del
girone che libera il nume-
ro 10, destro radente respinto dal portiere classe
‘79. Il finale di tempo è di
marca Asca: Sheqi alza
troppo il destro dal limite
e più tardi Berri colpisce il
palo su assist di Russo.
Nobili già vede i fantasmi,
i suoi come sempre giocano bene ma peccano nel
concretizzare. Inizia la ripresa, Rossi rileva uno
spento Rapetti. L’Asca continua nel suo forcing: Mirone “scherza” Bellino e
mette al centro per Sheqi,
incornata sull’esterno della
rete. Al 54’ è di nuovo Milanesio a strozzare in gola
l’urlo dei tifosi di casa, ribattendo d’istinto un tapin di Rossi. Il Savigliano è
timido ma proprio nel momento peggiore trova l’1-0:
svarione di Bidone che lascia un’autostrada a Barison. Il centravanti scavalca Bucciol con un “lob”
dolcissimo e può esultare
per la ventisettesima volta
in stagione. Numeri da capogiro. Tutto finito? Nemmeno per idea, Nobili
estrae dal mazzo la carta
decisiva: Pivetta al posto
di Martinengo, che non
a v e v a d e m e r i t a t o . L’ e x
Ovada è una variabile impazzita e su pennellata di
Mirone – abile ad approfittare di una corta respinta
di Milanesio su missile di
Russo – impatta al volo siglando l’1-1. Ma il Paradiso arriva allo scadere
quando un bellissimo contropiede consente a Sciacca di scaricare tutta la sua
potenza nel sinistro che
vale il sorpasso a tre dalla
fine.
Chapeau Asca.
SALVEZZA UÊ>ÊÀiÌiÊ`ˆÊ/ˆ˜ÌœÊ>LL>ÌÌiʈÊœÛiÃÊiÊÛ>iʈÊ«Ài∜ÜÊ>}}>˜VˆœÊˆ˜ÊV>ÃÈvˆV>Ê
>ۈiÃi]ÊۈÌ̜Àˆ>Ê`½œÀœ
Boves
Gaviese
0
1
MARCATORE: pt 27’ Tinto.
BOVES (3-4-3): Vercellone 6, Raimondi 5.5, Ghione 5.5 (34’ st Renaudo
ng), Castellino 6, Peano 6, Giorsetti
6, Dutto 6.5, Oberti 5.5 (1’ st Sidoli
5.5), Pepino 5.5, Ghisolfi 5.5 Ahanotu 5.5. A disp. Bernardi, Dalmasso,
Quaranta, De Angelis, Marino. All.
Macagno.
GAVIESE (4-4-2) : Lucarno 6, Ferrarese
6, Barbasso 6, Camera 5.5, Donà 6,
Russo 6, Rossi 6.5, Carrea 6.5, Tinto
7 (8’ st Valente 6), Portaro 5.5 (35’ st
Giacalone ng), Bisio 6 (41’ st Davio
ng). A disp. Sciascia, Merlano, Ruzzon. All. Zunino.
ARBITRO: Cucchi di Pinerolo 6.
NOTE: ammoniti Giorsetti; Castellino, Raimondi, Portaro, Giacalone,
Ferrarese. Recupero: pt 2’; st 6’. Calci
d’angolo: 6-1 per il Boves. Spettatori circa 200.
3
I risultati utili consecutivi
collezionati dalla Gaviese
in questo sprint salvezza
Il Corriere delle Province Alessandria
Boves (Cn)
Fabio Dutto
Tre punti d’oro per la truppa
del neo tecnico Zunino; una
vittoria che proietta la Gaviese in piena zona play off , un
obiettivo che fino a poche
settimane fa sembrava un
miraggio.
L’incontro andato in scena
sul terreno di gioco “Renato
Boggione” di Boves, era un
autentico scontro salvezza
per le due compagini; imperativo categorico per entrambe la vittoria. Dopo novanta
minuti tiratissimi ma avari di
emozioni, ci pensa Tinto a
portare in quel di Gavi tre
punti fondamentali; ora al
sogno salvezza ci si può ancora credere. Il Boves si
schiera con il 3-4-3, con
avanti Pepino supportato da
Ahanotu e Dutto, risponde la
Gaviese con un classico 4-4-2
con Tinto e Bisio ad impensierire la retroguardia bovesana e Portaro libero di illuminare con le sue giocate il
centrocampo. Com’è detto in
precedenza, partita avara di
emozioni da entrambe le parti; il primo tiro nello specchio è una telefonata di Dutto a Lucarno al minuto ventisei del primo tempo. Un minuto più tardi e la Gaviese a
passare in vantaggio: lancio
dalle retrovie per Tinto che
approfittando della dormita
della difesa bovesana e fredda Vercellone. Boves stordito
dallo svantaggio e in confusione totale in mezzo al campo; bisogna aspettare circa
venti minuti prima di rivedere i padroni di casa dalle par-
ti di Lucarno: al 42’ Dutto
crossa per Pepino che tutto
solo, di testa spedisce clamorosamente a lato. Il secondo
tempo riprende con la Gaviese sulla difensiva in un classico catenaccio italiano, i tre
punti sono davvero fondamentali per sperare nei play
out mentre il Boves prova a
rendersi pericoloso con Ahanotu e Pepino ma le occasioni da gol latitano. Gli uomini
di mister Zunino giocano di
rimessa, aspettando nella
propria trequarti il Boves per
poi ripartite in contropiede
come al 22’ con Rossi che solo davanti a Vercellone vede
il proprio tiro respinto con i
piedi dall’estremo difensore.
Sette minuti prima, Boves
pericolosissimo con il suo
numero dieci: Ahanotu con la
sua velocità fa secchi i suoi
diretti marcatori e si accentra in area, quando ormai era
solo davanti a Lucarno e poteva tranquillamente calciare
in rete, ecco arrivare Pepino
a disturbare il proprio compagno, permettendo così alla
difesa di liberare. Sospiro di
sollievo per tutta la Gaviese.
Girandola di cambi con Maccagno che getta nella mischia
sia Renaudo sia Sidoli ma la
difesa guidata dall’esperto
Russo resiste agli assalti bovesani e porta a casa tre punti che valgono come oro colato. Sconfitta davvero bruciante per il Boves costretto
ora a ricercare la salvezza attraverso i playout mentre la
Gaviese porta a casa tre punti fondamentali per la conquista dei sospirati play out;
la cura Zunino si fa sentire.
Gaviese
Lucarno 6 Sicuro nelle uscite
Ferrarese 6 Ottimo in fase propositiva, corsa e generosità.
Barbasso 6 Come il suo compagno, spinge e difende con ordine.
Camera 5.5 Lotta come un leone.
Donà 6 Roccioso e sempre attento.
Russo 6 Con Donà, fa ottima
guardia su Pepino.
Rossi 6.5 Una autentica spina nel
fianco per gli esterni.
Carrea 6.5 Mette ordine e costruisce.
Tinto 7 E’ vero che si vede poco
ma fa il gol dei tre punti.
Valente 6 Mette in difficoltà.
Portaro 5.5 Inizia benissimo fornendo assist davvero deliziosi.
Bisio 6 Il giovane classe 95’, paga
l’inesperienza.
“
Quella di oggi era
una partita
fondamentale per
noi, dove abbiamo
giocato in modo molto
attento senza mai
concedere nulla ai nostri
avversari. Logicamente
dopo il gol, la nostra tattica
è radicalmente cambiata e
siamo stati più attendisti;
devo fare i complimenti ai
miei ragazzi perché sono
stati davvero esemplari.
Continuiamo così: il sogno
chiamato salvezza non è
poi così lontano e
possiamo giocarcela
Zunino, allenatore Gaviese
Asca
Bucciol 6.5 Sempre attento tra i pali, ha esperienza
da vendere.
Ishaak 6 Senza infamia e
s e n z a l o d e, p re s t a z i o n e
non eccelsa ma di cer to
sufficiente.
Bidone 5.5 Un solo errore
che poteva essere fatale,
troppo nervoso.
Sciacca 8 Immenso, annulla totalmente Brino e diventa il vero e proprio eroe
della giornata.
Mirone 7.5 Simbolo di una
squadra che non si arrende
mai.
Ghé 6.5 Mamma mia quanto corre! La grinta e il cuore
di un leone.
Rapetti 5.5 Regia non
sempre fluida, molti errori
per fortuna non pesanti né
decisivi.
Rossi 6. 5 Altra ver ve in
mezzo al campo, dà l’energia giusta alla squadra.
Berri 6 Fa legna, sfortunato
e poco lucido in occasione
del palo.
Martinengo 6. 5 Prima
mezz’ora da vero indemoniato, cala solo sulla distanza.
Pivetta 7 Entra e in poco
segna l’1-1, scatenato a dir
poco.
Russo 6 Match di abnegazione e sacrificio, utilissimo
però alla causa.
Sheqi 5.5 Frettoloso nelle
conclusioni, si divora una
buona chance che poteva
rendere la festa ancor più
grande.
“
Non ho più
aggettivi per
definire questa
squadra, questo gruppo di
uomini prima ancora che
calciatori. Oggi siamo stati
semplicemente perfetti
per determinazione, grinta,
voglia di vincere, di non
arrendersi mai. Una partita
splendida, siamo andati
sotto per un errore che ci
può stare ma abbiamo
rialzato la testa con
coraggio e volontà e ora
siamo qui a sognare i
playoff. Sarà complicato
perché dovremo
dipendere dai risultati
altrui, ma lasciatemi
ringraziare tutti quanti.
L’Asca ha un budget
nettamente inferiore al
Savigliano, come ad altre
suqadre, ma sul campo
abbiamo dimostrato di
valere quanto loro. Sono
felice, non ho altre parole.
Questi ragazzi mi fanno
emozionare perché
gettano il cuore oltre
l’ostacolo da due anni.
Bisogna solo applaudirli
perché si allenano con
passione e umiltà. Sono
orgoglioso di loro e molto
fiero di poterli allenare e
vivere questo sogno
RIVAROLESE-CASALE
Nobili, allenatore Asca
3-2
-Vœ˜vˆÌÌ>ÊV…iÊÃ>Ê`ˆÊVœ˜`>˜˜>
MARCATORI : pt 30’ Reano, 42’Rizzuto; st 11’ Boscaro, 30’ Rizzuto, 41’ De Giuli.
RIVAROLESE (4-4-2): Casteller; Corradin, Giacoletto, Bertot, F. Puddu; Reano, Scala,
Querio, Margrotto (34’ st Troglia); Capraro, Rizzuto (31’ st Accardo). A disp. Milano, Sartore, Chimento, Ronco, A. Puddu. All. Gatti.
F.B.C. CASALE (4-2-3-1): Castagnone; Negro Frer, Marianini, De Giuli, Girino; Plado,
Canonico; Pellicani (6’ st Dini Ciacci), Bisesi, Boscaro; Ferraris. A disp. Portaluppi,
Michelerio, Pellegrini, Gallo, Amarotti. All. Viassi.
ARBITRO: Laratro di Torino.
NOTE: ammoniti Corradin, Giacoletto, Margrotto.
LA SORGENTE-CORNELIANO
1-4
>Ê-œÀ}i˜Ìi\ʘiÃÃ՘ʜÀ}œ}ˆœ
MARCATORI: pt 9’ Giacone, 23’ Veglio; st 45’ Maghenzani, 46’ Mottura; st 48’ L. Balla.
LA SORGENTE: Brites, Goglione, Vitari, Daniele, Benatelli, G. Balla, Cebov (31’ pt
Ivaldi, 1’ st Gianfranchi), Prigione, Kraja (20’ st Mazzoleni), L. Balla, Guglieri. A disp. Benazzo. All. Cavanna.
CORNELIANO: Marengo, Iannarella, Berbotto, Costa (30’ st Mottura), Giacone, Pietrosanti, Curcio (14’ st Busato), Kamgang, Oddenino (1’ st Quattrocolo), Maghenzani, Veglio. A disp. Gallesio, Gatti, Cavaglià, Marone. All. Brovia.
ARBITRO: Jouness di Torino.
NOTE: Ammonito Oddenino.
OVADA-CASTAGNOLE PANCALIERI
0-2
"Û>`>]ÊëiÀ>˜âiÊ>vvˆiۜˆÌi
MARCATORI: st 35’, 40’ rig. Corsaro.
OVADA: Fiori, Oddone (25’ st Carosio), Ottria, Panariello (15’ st Vignolo), Gaggero, Petrozzi, Gonalez, Giannichedda (30’ st Pini), Pannone, Barone, Ferraro. A disp. Danielli, Krezic, Gandini, Gioia. All. Fiori.
CASTAGNOLE PANCALIERI: Ferrero, Forgia (10’ st Caricato), Rossi, Visconti, Atuahere,
Eliseo (25’ st Sema), Coco, Errico (25’ st Carroni), Messineo, Corsaro, Savasta. A
disp. Municchi, Rosiello, Vecchio, Agnese. All. Tarulli.
ARBITRO: Hysa di Asti.
NOTE: Espulso Gonzalez.
Il Corriere delle Province
Alessandria
9
Lunedì 14 aprile 2014
DILETTANTI
Promozione
RETI BIANCHEUʏÊ->˜ÊˆÕˆ>˜œÊ ՜ۜʘœ˜ÊÛ>ʜÌÀiʈÊ«>ÀˆÊVœÊœÀiÌÌ>ÊiÊÀˆ“>˜`>ʏ½>««Õ˜Ì>“i˜ÌœÊVœ˜Ê>ÊÃ>Ûiââ>
`iÃÜÊۈiÌ>̜ÊÃL>}ˆ>Ài
San Giuliano Nuovo
Moretta
0
0
SAN GIULIANO NUOVO (4-4-2): De Carolis 6.5; Del Pellaro 6 , Capuana 6.5,
Marcon 6, Cesaro 6; Yally 6, Gordon
6 (13’ st Giordano 6), Raccone 6.5,
Cerutti 6; Orsi 6, Caputo 6 (39’ st
Promutico 6.5). A disp. Nizza, Zuzzè,
Crestani, Versuraro, Palumbo. All.
Ammirata.
MORETTA (4-4-2): Grasso 6.5; Rollè 6
(25’ st Fiore 6), Scanavino 6.5, Tortone 6, Isaia 6 (4’ st Cadoni 6); Ripandelli 6, Zito 6.5, Nardin 6.5 (5’ st Andreoli 6), Castagno 6; Sellam 6.5, Alfiero 6. A disp. Miretti, Guerrini,
Prioli, Kumar. All. Capello.
ARBITRO: Filipov di Pinerolo 6.
NOTE: ammoniti Cesaro, Yally. Recupero pt 2’; st 3’. Spettatori 50 circa.
2
I punti necessari
al San Giuliano Nuvo
per la salvezza certa
San Carlo
Pavarolo
2
0
MARCATORI: pt 15’ Arfuso; st 3’ Arfuso.
SAN CARLO (4-5-1): Pinato 6.5; Milan 6,
Zago 6, Venniro 6.5, Colella 6.5; Parisi 6, Favaretto 6.5, Daffara 6, Pizzighello 6.5; Bellio 6 (35’ st Beltrame
6); Arfuso 7 (42’ st Bequiri ng). A disp. Bellasio, Piccinini, Asprella, Bollato. All. Gamba.
PAVAROLO (3-4-3): Salvalaggio 5; Benedicenti 5, Doria 5, Ariaudo 5; Todaro 5, Parrino 5 (13’ st Delli Santi 5),
Vailatti 5.5, Serra 5 (31’ st Magnesi
5); Macario 5.5, Gazzola 5 (13’ st Arcaro 5), Bragardo 5. A disp. Catanà,
Zambello, Lombardo, Macchioni.
All. Gatti.
ARBITRO: Pellegrino di Nichelino. 6
NOTE: ammoniti Colella, Pinato,
Ariaudo, Vailatti, Serra. Recupero:0’+4’. Spettatori 40 circa.
San Giuliano Nuovo (Al)
Andrea Lupo
F
inisce a reti bianche
tra San Giuliano
Nuovo e Moretta.
Tutto rimandato all’ ultima giornata quindi per l’
undici di Ammirata che
ancora non può contare
sulla matematica per festeggiare la permanenza in
categoria.
Sfida cruciale, dopo la Pasqua, sarà quello contro
Sommariva in cui l’ imperativo categorico sarà e dovrà
essere ‘ vincere ‘. Indipendentemente dal risultato del
Boves, appena dietro a una
sola lunghezza.
Un punto quindi, quello di
oggi, che in questo senso vale oro, alla luce della classifica che appare in questa
penultima giornata. Un punto che i ragazzi di Ammirata
faticano a strappare, in
quanto Moretta, già salvo,
non rinuncia a giocare e anzi, mette in seria difficoltà i
padroni di casa, soprattutto
in avvio. Per poi prendere le
misure e sfiorare la vittoria
nella ripresa, complice anche e soprattutto l’ ingresso
in campo di bomber Promutico, che fa salire la squadra
e da peso al reparto offensivo, cosa che nella prima frazione, era mancata. Ma an-
diamo con ordine.
Come già detto, a partire
meglio è la compagine cuneese che al 20’ sfiora il gol
con Sellam, tra i migliori in
campo, bravo a crearsi lo
spazio e andare alla conclusione dal limite dell’ area,
con palla che finisce fuori di
un soffio. E’ è un tandem
che funziona a meraviglia
quello schierato in campo
da Capello, direttore sportivo della società temporaneamente alla guida della squadra, dopo le vicissitudini relative all’ allenatore in settimana. Sellam e Alfiero infatti si cercano e si trovano
molto bene ma per fortuna
degli alessandrini, non riescono mai ad andare a segno, come al 28’, quando sugli sviluppi di una lunghissima rimessa laterale, Sellam
fa sponda per Alfiero, il
quale va al tiro. Bene De Carolis nell’ occasione che vede il pallone partire e blocca
la pericolosa conclusione. I
padroni di casa, orfani anche di uno dei pezzi da novanta della squadra, Morrone, dopo l’ intervallo, entrano in campo con un altro
spirito e con Promutico in
campo, è tutto un altro giocare. Dapprima lo stesso attaccante va al tiro dal limite
dell’ area, trovando la risposta in angolo dell’ ottimo
Grasso, poi sempre lui, approfitta di un errore dell’
estremo avversario in disimpegno per pungere la retroguardia avversaria ma un
rimbalzo fasullo sul terreno
di gioco non in perfettissime condizioni, gli impedisce di finalizzare al meglio l’
azione, favorendo l’ intervento del difensore.
Il Moretta si vede in contropiede, con Sellam, l’ ultimo
ad arrendersi, che dopo una
discesa sull’ out di destra
vede e serve il tutto solo al
centro dell’ area di rigore
Zito, che però calcia troppo
debolmente, senza impensierire minimamente De Carolis. L’ ultima occasione del
match è forse la più clamorosa della partita e capita
sui piedi del neo entrato
Giordano, che in contropiede, va al tiro dalla media distanza, trovando però il miracoloso intervento di Grasso che devia il pallone sul
palo. Anche sul tap-in, la
squadra di Capello è fortunata, perché la retroguardia
riesce a spazzare via appena
in tempo prima che Cerutti
possa intervenire.
Appuntamento dunque a tra
due settimane per tirare definitivamente le somme di
questo campionato tribolato
ma che forse avrà un lieto
fine.
San Giuliano Nuovo
De Carolis 6.5 Quando è chiamato
in causa, dimostra sempre grande
affidabilità. Anche oggi.
Del Pellaro 6 Poco ispirato nella fase di spinta ma molto attento in copertura.
Capuana 6.5 Comanda la difesa con
la consueta personalità e ne raccoglie i frutti.
Marcon 6 Fa valere la sua stazza fisica, soprattutto nei calci piazzati a
sfavore: preda tutte le azioni a palla
alta.
Cesaro 6 Qualche buon lancio e
qualche buona chiusura. Non molto
di più.
Yally 6 Non punge quanto dovrebbe ma si sacrifica molto in fase di
contenimento.
Gordon 6 Qualche errore di troppo
in fase di impostazione ma prestazione tutto sommato sufficiente.
Giordano 6 Qualche sgaloppata
delle sue.
Raccone 6.5 Qualche buona idea e
d è sempre puntuale negli inserimenti.
Cerutti 6 Poco propositivo, affonda
poco o niente su quella fascia. Potrebba dare qualcosina in più.
Orsi 6 Qualche buono spunto, nulla
più.
Caputo 6 Senza infamia né lode
Esce anzitempo a causa di un infortunio.
Promutico 6.5 Entra subito in partita e cerca di sfruttare al meglio le
sue caratteristiche. Manca solo il gol.
“
Gara equilibrata, ci
è mancato il gol.
Dal punto di vista
della prestazione eravamo
un po’ contratti, loro
invece già salvi con 39
punti, se la sono
giustamente giocata, non
ci hanno regalato niente.
Comunque I risultati di
oggi sono dalla nostra
parte perchè la Gaviese ci
ha dato una grossissima
mano vincendo a Boves,
tendendolo a 33 punti,
mentre noi con il pareggio
di oggi saliamo a 34. Se
finisse così saremmo salvi,
perché l’ Ovada ha perso e
quindi andiamo a 11 punti
da loro. Invece tutto a
rimandato a domenica
prossima, l’ ultima chance,
dove dobbiamo
necessariamente fare
bottino pieno a
Sommariva per essere
matematicamente salvi.
Quindi andiamo a
Sommariva a giocarci il
campionato
Ammirata, allenatore SG Nuovo
OSSIGENO Uʜ««ˆiÌÌ>ÊVÀÕVˆ>iÊ`ˆÊÀvÕÜÊ>Ê*>Û>ÀœœÊV…iÊÀˆ“iÌÌiʈ˜Ê}ˆœVœÊˆÊ`ˆÃVœÀÜʫ>ޜÕÌ
->˜Ê
>ÀœÊ`½œÀ}œ}ˆœ “
Borgo San Martino (Al)
Nicolò Foto
La vittoria che non ti aspetti contro
l’avversario che non ti aspetti. Il San
Carlo si prende tre punti importantissimi per continuare a sperare nella corsa
per non retrocedere contro il Pavarolo,
grazie ad una micidiale doppietta di
Arfuso.
Per i padroni di casa le speranze sono
ridotte al minimo ma i 3 punti ottenuti
contro i ragazzi di Gatti contano come
l’oro. Ed è giusto dirlo fin da subito, il
2-0 secco e meritatissimo è frutto in
larga parte della mano di mister Gamba, bravissimo nel leggere tatticamente
una partita molto complessa e bravo ad
ingabbiare l’alto potenziale tecnico
biancorosso: su tutti, infatti, l’ex Torino
Vailatti è apparso essere in gran difficoltà, nonostante i doni superiori che
Madre Natura gli ha concesso. Sacrificio, dunque, come parola chiave. E,
perché no, anche un po’ di quella fortuna che fino ad oggi a Borgo San Martino non si era mai vista e che, dopo 5
giri d’orologio, ha visto il palo difeso
da Pinato tremare sulla conclusione di
Gazzola, arrivato col giusto tempismo
in scivolata sul cross dalla sinistra. Ma
il San Carlo, nonostante lo spavento
iniziale, non si fa prendere dall’agitazione, anzi, capisce che alzare il baricentro è l’unico modo per non sprofondare. Dunque, Venniro lancia Arfuso,
completamente lasciato solo dalla retroguardia ospite, che controlla e spara
la botta secca ad incrociare, fulminando al 15’ un incolpevole Salvalaggio: 10, i borghigiani dimostrano di non avere paura. Viceversa, è il Pavarolo a sentire la pressione, finendo per combinare poco nulla da lì in avanti. Anche se,
a dire il vero, le proteste di Doria e
compagni si accendono al 33’ quando
Gazzola va giù in area, probabilmente
spinto da Venniro: il rigore sembrava
starci.
La sorte ha dato ragione, ancora una
volta, al San Carlo, ma è troppo poco
per portare alle recriminazioni pavarolesi che, al ritorno dagli spogliatoi, abbandonano qualsiasi velleità, gelati an-
cora una volta da bomber Arfuso: Bellio, non in grandissimo spolvero, trova
il cross vincente per il 9 in maglia blu
che contro, saltando Todaro, col destro
e calcia di mancino, realizzando una
splendida doppietta da attaccante vero.
La gara si incattivisce un po’, a dire il
vero, con gli ospiti troppo sanguigni
ma poco incisivi. A regalare emozioni,
però, ci pensa il sig. Pellegrino da Nichelino, protagonista di una performance da barzelletta: corner dalla destra, Benedicenti salta più in alto di
tutto insaccando, non prima di aver
travolto Pinato, però. Il portiere resta a
terra, l’arbitro indica il cerchio di centrocampo ma poi annulla: ancora 2-0.
Ma pochi istanti dopo, ecco la chance
per farsi perdonare: Delli Santi va giù
in area, al 38’, ed ecco il penalty. Decisione, certamente, molto dubbia. Ma
gli dei del pallone hanno deciso che le
polemiche non dovranno influire sul
match, così Todaro finisce per incrociare troppo il destro, spedendo la palla
fuori. E, regalando così, la vittoria al
San Carlo.
Direi che la
squadra ha
lavorato molto
bene. Era una partita da
dentro o fuori ed abbiamo
dimostrato di sapercela
giocare fino alla fine.
Domenica scorsa, è stata
la partita della
rassegnazione mentre
con il Pavarolo, una
squadra importante, non
abbiamo mai concesso lo
spunto all’avversario.
Tatticamente è stata una
partita esemplare, non
abbiamo lasciato spazi,
sapendo far male in
contropiede. La doppietta
di Arfuso potrebbe essere
la svolta. Il risultato è una
boccata d’ossigeno dal
punto di vista
dell’orgoglio, in un’annata
sfortunata. Ora guardiamo
al futuro giorno per
giorno, speriamo di
raggiungere i play out
Gamba, allenatore San Carlo
10
Prima categoria
Girone F
29ª giornata
BUTTIGLIERESE-NUOVA SCO
C. MONCALIERI-S. G. RIVA
PECETTO-ROERO CALCIO
POIRINESE-MONCALVO CALCIO
POL. MONTATESE-PRO VILLAFRANCA
SANDAMIANESE AT-SAVIO ROCCHETTA
TROFARELLO-ATL. SANTENA
VILLASTELLONE C-VILLANOVA AL
1-2
2-1
1-6
2-1
2-0
0-0
1-3
4-4
Classifica
SAVIO ROCCHETTA
C. MONCALIERI
ROERO CALCIO
VILLANOVA AL
POL. MONTATESE
ATL. SANTENA
S. G. RIVA
PRO VILLAFRANCA
MONCALVO
NUOVA SCO
TROFARELLO
VILLASTELLONE C
SANDAMIANESE AT
BUTTIGLIERESE
POIRINESE
PECETTO
PT
62
60
55
52
47
45
44
41
39
39
38
35
26
25
23
8
G
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
V
18
19
16
15
13
12
12
11
11
10
10
8
7
6
5
2
N
8
3
7
7
8
9
8
8
6
9
8
11
5
7
8
2
P
3
7
6
7
8
8
9
10
12
10
11
10
17
16
16
25
F
60
63
72
53
39
44
42
41
44
45
49
44
27
35
27
27
S
20
33
35
39
31
33
34
38
37
47
48
58
63
70
54
72
Prossimo turno
ATL. SANTENA-C. MONCALIERI
MONCALVO CALCIO-BUTTIGLIERESE
NUOVA SCO-PECETTO
PRO VILLAFRANCA-SANDAMIANESE AT
ROERO CALCIO-TROFARELLO
SAVIO ROCCHETTA-VILLASTELLONE C
S. G. RIVA-POL. MONTATESE
VILLANOVA AL-POIRINESE
Girone H 29ª giornata
AURORACALCIO-SAVOIA FBC
CASSINE-PRO MOLARE
CASTELNOVESE C.-CASSANO CALCIO
FORTITUDO F.O.-A.C. BOSCHESE
FRUGAROLO XFIVE-QUATTORDIO
MONFERRATO-FELIZZANOLIMPIA
SILVANESE-ARQUATESE
VILLAROMAGNANO-VIGUZZOLESE
1-2
1-0
1-3
2-2
1-0
1-3
1-3
0-1
Classifica
PT
ARQUATESE
74
SAVOIA FBC
68
CASSINE
59
VILLAROMAGNANO 49
AURORACALCIO 49
FRUGAROLO XFIVE 48
A.C. BOSCHESE
42
SILVANESE
41
QUATTORDIO
37
CASSANO CALCIO 34
PRO MOLARE
33
FORTITUDO F.O. 29
VIGUZZOLESE
25
CASTELNOVESE C. 22
MONFERRATO
18
FELIZZANOLIMPIA 16
G
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
29
V
24
21
18
13
16
14
11
11
10
8
8
7
6
5
5
3
N
2
5
5
10
1
6
9
8
7
10
9
8
7
7
3
7
P
3
3
6
6
12
9
9
10
12
11
12
14
16
17
21
19
Prossimo turno
ARQUATESE-CASSINE
A.C. BOSCHESE-VILLAROMAGNANO
CASSANO CALCIO-SILVANESE
FELIZZANOLIMPIA-FORTITUDO F.O.
PRO MOLARE-MONFERRATO
QUATTORDIO-CASTELNOVESE C.
SAVOIA FBC-FRUGAROLO XFIVE
VIGUZZOLESE-AURORACALCIO
F
89
59
57
43
58
49
40
51
44
56
33
33
36
29
36
33
S
31
28
35
36
46
41
39
42
50
68
44
46
60
54
60
66
Lunedì 7 aprile 2014
Il Corriere delle Province Alessandria
DILETTANTI
IN SECONDA UÊ,>“«œViˆÊ>vvœÃÃ>ʏ>ÊõÕ>`À>Ê`ˆÊ>ÀˆiÊ>>ÊÀiÌÀœViÃȜ˜iÊ`ˆÀiÌÌ>
>“iʜÛiÀʜ˜viÀÀ>̜
Monferrato
Felizzanolimpia
1
3
MARCATORI: pt 12’ Ramponelli; st 3’
Giusti, 39’ Ramponelli, 47’ Garrone.
MONFERRATO (4-4-2) : Ramagna 6, Mora 5.5, Cavalli 6.5, Pasino 6, Mantovani 5.5, Amisano 5.5 ( 27’st Bonanno 6), Zocco 5.5 (32’st Zeggio ng),
Giusti 6, Zarri 5.5, Misiti 5.5 (7’st Albertin 6), Bonsignore 6.5 .A disp.
Jain, Panin, Taormina, Arena. All. Barile.
FELIZZANOLIMPIA (4-4-2): Aseglio 5,
Cresta 5.5, Cornelio 6, Bello 6, Ceresa 6, Cancro 5 (1’st Nicolosi 6), Manzini 5.5 (38’st Canobbio ng), Garrone 6.5, Buffo 6 (31’st Roccaforte ng),
Fatigati 6.5, Ramponelli 8. A disp.
Balestrero. All. Usai
ARBITRO: Berta di Novara 6
NOTE: ammoniti Pasino, Zocco, Zarri,
Zeggio, Ramagna, Ramponelli. Recupero: pt 0’ ; st 2’. Calci d’angolo 63 per il Monferrato. Spettatori 70
circa.
San Salvatore Monferrato (Al)
Matteo Amisano
S
tavolta è davvero finita. I sogni salvezza del
Monferrato, per la verità già molto flebili
prima di ieri, si infrangono definitivamente
contro un Ramponelli in giornata di grazia, che
condanna alla matematica retrocessione i gialloblu e che regala forse un ultima gioia al suo Felizzanolimpia già certo della discesa in seconda categoria.
Al “Palmisano” i ragazzi di mister Barile sembrano partire con il piede giusto anche se, a onor del
vero, gli unici pericoli per la porta ospite vengono
da due piazzati, di Zocco prima e Amisano poi,
che non trovano fortuna. Il Felizzanolimpia non
sta comunque a guardare, Fatigati al 9’ calcia centrale da buona posizione e al 12’ i rosso-azzurri
passano: uno schema su angolo libera Ramponelli, il numero 9 trova un destro “alla Del Piero” che
si insacca al sette con Ramagna assolutamente incolpevole e porta avanti i suoi. Il Monferrato non
ci sta. Bonsignore al 18’, dopo un paio di batti e
ribatti, trova anche la rete dell’immediato pareggio ma il signor Berta annulla per un tocco di mano dello stesso numero 7 locale, poi ci provano
Misiti e Amisano, senza però mai trovare la porta.
Gli ospiti in questa fase sembrano soffrire ma in
contropiede sono sempre pericolosissimi: al 35’
Fatigati arma il destro in corsa di Cresta che però
spara altissimo, poi la prima frazione si chiude
con una punizione dello stesso Fatigati, su cui
Ramagna fa buona guardia. E, ad inizio ripresa,
ecco che sembra arrivare la svolta: al 3’ Amisano,
dopo un destro di Bonsignore ben parato da Aseglio, viene trattenuto in area e per il direttore di
gara è rigore, che Giusti trasforma con freddezza.
L’inerzia della partita sembra cambiare in un
istante. Al minuto 8’ un incontenibile Bonsignore
scappa sulla destra e costringe al fallo in area
Bello,con conseguente secondo rigore per il Monferrato. Dagli undici metri si presenta nuovamente Giusti, ma stavolta Aseglio indovina l’angolo e
mantiene il pareggio per i suoi. Sarà l’episodio
forse decisivo, perchè da quel momento il Monferrato perde convinzione e fatica a creare pallegol. L’unica, al 36’, capita sulla testa del neo-entrato Bonanno, ma il numero 18 di testa non trova la
porta e così, al 39’, ecco la doccia gelata: la punizione meravigliosa da distanza siderale di Ramponelli riporta avanti il Felizzanolimpia e mette la
parola fine alle speranze dei padroni di casa. Nel
finale ci sarà poi ancora tempo, dopo un’occasione per Cavalli, per il definitivo 1-3 su rigore di
Garrone, decretato per il fallo di Ramagna neanche a dirlo su un imprendibile Ramponelli lanciato a rete. Tutto utile solo per gli amanti delle
statistiche.I giallo-blu Sansalvatoresi incappano
nella ventesima sconfitta della loro amara stagione, salutano la prima categoria con una giornata
di anticipo e scendono in seconda a braccetto
proprio con i rosso-azzuri, che nonostante i tre
punti restano ultimi due lunghezze sotto proprio
a Cavalli e compagni.
Monferrato
Ramagna 6 Incolpevole sui gol
subiti, non può farci nulla
Mora 5.5 Fatica a trovare la posizione giusta, meglio nella ripresa.
Cavalli 6.5 Attento, concede poco
o nulla.
Pasino 6 Molto concreto,si concede il lusso di qualche sortita offensiva.
Mantovani 5.5 Spinge poco dalla
sua parte.
Amisano 5.5 Sempre un dribbling di troppo, poco incisivo.
Zocco 5.5 Non certo nella sua miglior giornata, fa a spallate in mezzo al campo.
Giusti 6 Peccato per l’errore dal
dischetto.
Zarri 5.5 Qualche buono spunto,
ma nulla di più.
Bonsignore 6.5 Come spesso accade, il migliore dei suoi.
Misiti 5.5 Combina poco o nulla
nel match.
Albertin 6 Entra per dare ordine
alla manovra, fa il suo.
Bonanno 6 Una palla gol sprecata,
ma forse andava messo dentro prima.
DECIDE FOSSATI UʏÊ}ÀÕ««œÊ`ˆÊ`>“œÊ˜œ˜ÊÀi}>>ʘՏ>Ê>½ÀµÕ>ÌiÃi]ʏ>ÊۈÌ̜Àˆ>ÊÃՏ½ÕÀœÀ>ÊÀˆ>˜Vˆ>ʏ>ÊÃiVœ˜`>ÊvœÀâ>ʈ˜ÊۈÃÌ>Ê`iˆÊ«>ޜvvÊ
Felizzanolimpia
->ۜˆ>]ʏ>Ê*Àœ“œâˆœ˜iʘœ˜ÊmÊÃvՓ>Ì>ʈiÀˆ
Aseglio 5 Voto negativo non per
le parate che effettia (che sarebbero da 6), ma per le sceneggiate da
4.
Cresta 5.5 Come i suoi dirimpettai
non offre granchè in fase offensiva.
Meglio in fase di non possesso.
Corneliano 6 Raramente si fa superare.
Bello 6 Unico neo della sua prestazione: il rigore causato.
Ceresa 6 Fa entrambe le fasi con i
tempi giusti, un vero perno della
squadra
Cancro 5 Mai in partita, lascia il
campo a inizio ripresa.
Manzini 5.5 Soffre un po’ la fisicità
degli avversari nel mezzo.
Garrone 6.5 Mezzo voto in più
per il rigore nel finale.
Buffo 6 Primo tempo vivace, cala
nella ripresa.
Fatigati 6.5 Imbrigliato dalla difesa giallo-blu, riesce comunque a
rendersi pericoloso
Ramponelli 8 Due perle, le sue, da
vedere e rivedere. Man of the
match e assoluto protagonista
dell’incontro.
Nicolosi 6 Entra a inizio ripresa,
quando i suoi soffrono di più e ne
risente.
Aurora
Savoia
1
2
MARCATORI: st 8’ Caruso, 10’ Graci rig.,
27’ Fossati
AURORA (3-5-2): Amodio 6.5; Calabrese 6, De Bianchi 6 (33’st Di Stefano
sv), M Cellerino; Graci (44’st Moscatiello sv), Di Balsamo 6.5, Rama 6, A
El Amraoui 7, L Cellerino 6; Caselli
5.5, Akuku 5.5. A disp: Maino, Ferrarese, Cirio, Castello.All. Primavera
SAVOIA (4-4-2): Bidone 7; D Montobbio 6,5, Mangiacotti 6 (22’st Bonanno 6), Borromeo 6, Allegro 6; Terroni 6,5, Salis 7 (40’st Cairo s.v), Clementini 7, Mondo 6(17’st Palumbo
6); Fossati 8, Caruso 7. A disp: Tasca,
Savio, Trainoscki. All: Adamo
NOTE: ammoniti: Graci, Salis, Borromeo, Palumbo, Cairo, espulso al
36’st Calabrese per fallo da tergo
Alessandria
Giovanni Cascinale
Aurora e Savoia danno vita ad una gara bella,
viva, intensa e ricca di colpi di scena dal primo
all’ultimo minuto di gioco con gli ospiti che si
impongono grazie ad una ripresa giocata a
marce altissime per 2-1.
Per lunghi tratti, però, i ragazzi di Pino Primavera si fanno preferire. L’Aurora pare messa meglio in campo e nella prima parte di gara mantiene un netto predominio: già al 10’ Bidone deve compiere la prima prodezza della sua giornata di superlavoro, impedendo con un intervento
che ha del miracoloso il gol a A.El Amraoui. Il
numero uno del Savoia si ripete al 24’ con un altro stupefacente balzo che gli consente di opporsi ad una conclusione al volo di Graci. Applausi meritati del pubblico sia per il portiere
che per il centrocampista di casa.
L’Aurora ci prova ancora, ma non riesce a fare
breccia nella difesa del Savoia, che riesce ad andare a riposo a reti inviolate. Per gli Adamoboys, è un’iniezione di fiducia importantissima
e gli effetti si vedono, perchè dopo aver giocato i
primi 45’ su ritmi sonnolenti, il Savoia esce fuori alla grande e prende il comando delle operazioni. Il gol sembra questione di minuti e infatti
all’8’ ecco che un lancio di Clementini pesca Caruso, che riceve sulla sinistra e batte a incrociare, imparabile per Amodio: 0-1.
Ma passano appena due giri di orologio e l’Aurora torna sotto: su azione d’angolo Akuku
stretto in area fra Borromeo, Terroni e Montobbio, ruzzola a terra e per l’arbitro è calcio di rigore. Graci dagli undici metri deve battere due
volte, ma alla seconda spiazza Bidone e fa 1-1.
Il Savoia non ci sta e riprende a macinare gioco: il gol decisivo per gli equilibri della contesa
arriva al 27’, quando un lancio di Terroni pesca
Fossati, che qualche metro oltre il dischetto fa
partire una sciabolata radente e forte che incoccia sulla traversa e finisce in rete.
L’Aurora prova ancora a impattare con punizione di Di Stefano alta di poco e con Akuku che a
tu per tu con Bidone calcia incredibilmente sul
fondo.
A fine gara, il dirigente aurorino De Marchi riconosce: «Il gol partita di Fossati è veramente di
quelli su cui bisogna solo alzarsi in piedi e applaudire: un simile gesto tecnico corona una
partita a mio parere di altissimo livello”. Bocchio, per il Savoia, commenta invece così: “Siamo usciti alla grandissima nel secondo tempo.
Per noi è una vittoria meritata al termine di una
gara veramente bella».
LE ALTRE GARE UÊ,ˆ“>˜iÊ>«iÀÌ>ʏ>ÊVœÀÃ>Ê«>ޜvv\ÊLi˜iÊ6ˆ}Õâ✏iÃi]Ê
>ÃÃ>˜œÊiÊÀÕ}>Àœœ
Ê
>ÃȘiʘœ˜Ê“œ>
CASSINE-PRO MOLARE
1-0
MARCATORE: st 43’ Perfumo.
CASSINE (4-3-3): Gilardi; Ferraris, Sartore, De Bernardi, Monasteri (18’ pt Zamperla); Marin, Georgescu, Perfumo; Bongiovanni (38’ st Montorro), De Rosa, Gamalero (38’ st Erba). A disp: Guzzon, Di Gioia, Masuelli, Jafri. All. Lolaico.
PRO MOLARE (4-4-2): Gastaldo; Barisione, Ferrari, Marek, M. Parodi; Borgatti, Siri,
Morini, Gotta (26’ st Guineri); Perri (29’st F. Parodi), Coccia. A disp. Russo, Gobbo, Maccario, Bruno, Repetto. All. Albertelli.
FRUGAROLO X FIVE-QUATTORDIO
1-0
MARCATORE: 38’ pt Monaco
FRUGAROLO X FIVE (4-4-2): Zanatta; Agoury, Arzani, Cara, Bastianini; Giraudi, Monaco, Bovo, Piana (15’ st Ranzato); Zerouali, Lipari (25’ st Salvia). A disp. Berengan,
Sacco, Mezzalira, Caria
All. Carrea.
QUATTORDIO (4-4-2): Dardano; Gentile, Kathim, D’Angelo (18’ st Del Bianco, 35’ st
Cesaro), Miraglia; Ravera, Ruffato (18’ st Martignoni), Volante, Muscarella; Timis,
Calderisi
A disp. Giordano. All. Carnevale.
CASTELNOVESE-CASSANO
1-3
MARCATORI: pt 8’ Dell’Aira rig., 20’ Ottonelli, 40’ Balduzzi; st 28’ Ghio.
CASTELNOVESE (4-4-2): N.Marcone; Ballarin, Filograno (15’ st Trevisan), Gavio, Setti;
Sozzè, Mastarone, Balduzzi, Molfese (20’st Longo); Belaj, Gervasoni. A disp.
Grandi, Ginestra, Boatti, Galia. All. Tarditi.
CASSANO (4-4-2): Fossati; Ricci, Ottonelli, Montecucco, Lucattini; Ghio (47’ st L.Bagnasco), A.Bagnasco, Bisio, Merlano; Dell’Aira (30’ st Giacomelli), Inzerillo (20’ st
Bottaro). A disp. Rossi, Gruppuso, Rigobello. All. Bottaro.
VILLAROMAGNANO-VIGUZZOLESE
0-1
MARCATORE: pt 41’ Cassano.
VILLAROMAGNANO (4-4-2): Ballotta; Mura, Conte, Forni, Bisio; Stramesi, De Benedetti, Capocchiano (20’ st Priano), Mandara (45’ pt Cremonte); Felisari, Bordoni
(45’ pt Albertini),
A disp. Mazzarello, Faliero, Rolando, De Nicolai, Gianelli. All. Vennarucci.
VIGUZZOLESE (3-5-2): Di Milta; Quaroni, Alchieri, Bini; Benedetti, Ianni, Casagrande
(10’st Pegorari), Pappalardo (25’ st Trecate), Borsotto; Cassano, Macchione. A
disp. Pontiroli, Montecucco, Cadamuro, Petrela, Castellani. All. Guaraglia.
Il Corriere delle Province
Alessandria
11
Lunedì 7 aprile 2014
Prima categoria
DILETTANTI
PROMOSSI UÊ>ÊÌÀˆ«iÌÌ>Ê`ˆÊ/œÀÀiÊÀi}>>ʈʫ՘̈ʘiViÃÃ>ÀˆÊ>>ÊõÕ>`À>Ê`ˆÊ/>vÕÀˆÊ«iÀʏ>Ê*Àœ“œâˆœ˜iÊ
iÃÌ>Ê,+1/-
Silvanese
Arquatese
1
3
MARCATORI: pt 30’ Carnovale; st 2’, 36’
e 44’ S. Torre.
SILVANESE (4-4-2): Bertrand 6.5 (st 44’
Zunino); Sorbara 6.5, Cairello 6,
Massone 5.5, L. Ravera 5.5; Maccedda 6.5, Aloe 6, Badino 6.5 (st 18’ Coco 6), Scarsi 5.5; Montalbano 5.5 (st
38’ Tafuri), Carnovale 7. A disp.Ferrando, D. Ravera, Tortella. All. Tafuri.
ARQUATESE (4-4-2): G. Torre 6, Scali 7,
Bonanno 6, Romeo 5.5 (st 1’ Torre S.
8), A. Daga 6; I. Daga 6.5, Motto 6,
Talarico 7 (st 44’ Rinaldis ng); Perfumo 7, Vera 7.5. A disp. Colombo, Angelini, Ciriello, Carino, Cartasegna.
All. Pastorino.
ARBITRO: Ursu di Bra 6
NOTE: spettatori circa 100, ammoniti pt 42’ Vera, st 4’ Scarsi, 6’ Sorbara,
19’ L. Ravera.
89
le reti segnate dall’Arquate
miglior attacco del
torneo
Silvano d’Orba (Al)
Andrea Icardi
L
’Arquatese, prima in classifica con sei punti di
vantaggio sul Savoia ad
una giornata dalla fine, in trasferta contro la Silvanese cerca
quel punto che gli manca per
conquistare il passaggio diretto
in Promozione, con una nutrita
schiera di tifosi giunti a Silvano
d’Orba per l’occasione.
La strada, almeno nel primo tempo non è facile come sembra. I padroni di casa partono subito grintosi e
dopo un minuto di gioco
arriva la prima occasione
con un colpo di testa di
Sorbara, mentre per la
squadra ospite la prima occasione è al 8’ quando Scali, posizionato centrale fuori area passa il pallone a
Perfumo alla sua sinistra,
che conclude in porta. Alta.
Due minuti dopo ancora
Perfumo che incaricatosi
della battuta di una punizione piuttosto distante fischiata per un fallo di Badino su Vera, prende la traversa. Al 13’ altro assist di
Scali, stavolta a Daga I che
conclude male. Al quarto
d’ora Bertrand anticipa Talarico che stava ricevendo
un assist pericoloso, ma
l’intervento seppur bello risulta inutile perché il direttore di gara annulla tutto
per fuorigioco. La Silvanese, che per ora lascia un po’
troppo giocare gli avversari, migliora, e dopo un tiro
sbagliato da Maccedda al
22’, sblocca addirittura il
risultato sulla mezz’ora
esatta con Carnovale che
con un tocco mette dentro
un assist di Badino, ed un
minuto dopo addirittura arriva vicinissimo al raddoppio. Nei minuti Vera prova
il pareggio con due calci di
punizione da posizioni differenti, ed in entrambi i casi sbaglia di pochissimo. A
cinque minuti dalla fine del
primo tempo il bomber dei
padroni di casa, Carnovale,
arriva nuovamente vicinissimo alla rete quando, dopo
aver ricevuto un cross lungo in avanti da Badino si libera della marcatura avversaria, scartando perfino il
portiere che riesce ad impossessarsi della sfera dopo
che il tiro a porta vuota ha
picchiato sulla traversa.
Dopo un primo tempo di
difficoltà L’Arquatese non
vuole rimandare la festa, e
già nei primi due minuti
della ripresa crea una serie
di occasioni, prima con Bonanno, poi con Perfumo,
poi ancora con Scali ed infine con il neoentrato S.
Torre che finalmente segna.
I padroni di casa risultano
nettamente in calo rispetto
al primo tempo, e lasciano
spazi all’Arquatese che
esaltata attacca senza freno.
Al 15’ occasione mancata
da Perfumo, al 17’ invece il
secondo gol sembra cosa
fatta con Scali che dalla sinistra crossa a S.Torre, colpo di testa e Bertrand li davanti riesce a prendere al
volo. Al 20’ Perfumo su punizione crossa a Vera che
colpisce male, e dopo tanta
fatica a otto minuti dalla fine S.Torre, già autore del
gol del vantaggio sigla la
doppietta ricevendo uno
splendido cross da Vera, ed
al 43’ fa addirittura tris.
Con questi tre punti, due in
più di quelli che gli servivano, i ragazzi di mister Pastorino conquistano l’accesso diretto nel campionato
di Promozione.
," Ê
-«iÌÌ>VœœÊÛiÀœÊ>Ê
6ˆ>˜œÛ>\Ê}œi>`>
VILLANOVA-SANDAMIANESE
La festa dell’Arquatese a fine partita
Silvanese
Arquatese
Bertrand 6.5 Non si può incolpare per i tre gol subiti, anzi spesso ha fatto parate che hanno evitato un ulteriore debacle.
L. Ravera 5.5 Si vede solo in alcuni momenti, prestazione discreta
Maccedda 6.5 Spinge sulla fascia destra, e all’occorrenza collabora sia col reparto arretrato che
avanzato
Massone 5.5 Spesso si lascia
sorprendere
Cairello 6 Si da da fare, senza fare
più del dovuto
Sorbara 6.5 Grintoso, prestazione di cuore e di coraggio, anche
se a volte risulta eccessivamente
falloso.
Scarsi 5.5 Un po’ insicuro, non
sempre attento.
Aloe 6: Propositivo e collaborativo.
Carnovale 7 Un primo tempo
molto buono. Migliore tra i suoi.
Badino 6.5 Primo tempo senza
sbavature, nel secondo un po’ cala.
Montalbano 5.5 Corre poco,
tocca pochi palloni, pressoché
assente.
G. Torre 6 Nel primo tempo impegnato e messo alla prova, nel
secondo spettatore non pagante.
A. Daga 6 Attento, difende bene
dagli attacchi avversari.
Scali 7 Grandi assist, oltre alla
buona prestazione difensiva.
Motto 6 Poco impegnato nel
corso del match
Romeo 5.5 Una prestazione un
po’ in ombra. Sostituzione azzeccata.
Bonanno 6 Non eccelle, ma
quando chiamato in causa fa
quello che deve.
Perfumo 7 Corre, sempre pronto
a fare e ricevere assist.
Mele 6 Senza infamia né lode.
Talarico 7 Si dà da fare, gioca di
squadra. Perno indiscusso di
questa Arquatese.
Vera 7.5 Corre, pericoloso da calci piazzati, su azione. Protagonista.
I. Daga 6.5 Corre, bravo negli assist, aiuta in avanti quando serve
una mano ai compagni.
S. Torre 8 Entra nel secondo
tempo quando i suoi sono sotto
di un gol, ribalta il risultato con
una tripletta. C’è da dire altro?
4-4
MARCATORI: 10’ Libero, 25’ rig. Gaudino, 4’ st Fasano A., 15’ st Rodda, 19’
st Moretto M., 20’ st Fasano A., 24’ st
rig. Cavallone M., 48’ st rig. Libero.
VILLASTELLONE: De Maistre, Carbonaro, Formicola, Rodda, Misto P., Perrone, Fasano A. (40’ st Giorlando D.),
Barbasso (43’ st Gili), Gaudino, Olivero, Sanfilippo. A disp. Misto F., Lo
Bianco, Fasano D.. All. Scudieri.
VILLANOVA M.TO: Piccaluga, Cavallone
A., Rosati, Debernardi, Moretto M.,
Richichi S., Richichi M., Sarzano (15’
Greppi), Moretto F. (18’ Cavallone
M.), Santoro (30’ st Barbato), Libero.
A disp. Tiozzo, Fassone, Pecoraro. All.
Perotti.
NOTE: espulsi 25’ st Gaudino (Villas).
," Ê
*>Ài}}ˆœÊ«ˆÀœÌiV˜ˆVœÊ
«iÀʏ>ʜÀ̈ÌÕ`œ
FORTITUDO O.-BOSCHESE
2-2
MARCATORI: pt 20’ Antico, 22’ Artico; st
5’ Carachino, 38’ A.Falciani.
FORTITUDO OCCIMIANO(4-4-2): Miot; Carachino, Patrucco (1’st Zurlo), Badarello, Manachino; Lodi (42’ st Torre),
M. Da Re, Serramondi, Morra (40’ st
Vergnasco); F. Da Re, Artico. All. Borlini.
BOSCHESE (3-5-2): Maniscalco; Antico,
Cacciatore, Piccinino; Cuomo, Frisiero (18’st Melato), A.Dal Ponte,
Santoro (20’st Antonucci), S.Falciani;
La Rosa (18’ st Ottonelli), A. Falciani.
All. Cadamuro.
12
Seconda Categoria
Girone C
25ª giornata
A. MONTEGIOVE-LIVORNO F.
BUSIGNETTO-E. CASTIGLIANO
CANADÀ-SCUOLE CR.
CARESANA CALCIO-JUN. PONTESTURA
PIEMONTE S.-LA RONDINESE
RONZONESE-MONTANARO
VEROLENGHESE-PRO PALAZZOLO
1-0
2-1
1-3
1-3
3-0
4-1
4-1
Classifica
PT G V N P F S
A. MONTEGIOVE 56 25 17 5 3 44 17
LIVORNO F.
53 25 16 5 4 49 33
SCUOLE CR.
45 25 13 6 6 48 31
PIEMONTE S.
42 25 12 6 7 56 43
BUSIGNETTO
41 25 12 5 8 39 36
J. PONTESTURA 36 25 10 6 9 30 25
VEROLENGHESEÌ 34 25 9 7 9 51 43
CARESANA
34 25 10 4 11 40 41
MONTANARO
33 25 9 6 10 36 39
PRO PALAZZOLO 32 25 8 8 9 47 42
RONZONESE
25 25 8 1 16 35 57
CANADÀ
23 25 7 2 16 45 65
E. CASTIGLIANO 22 25 6 4 15 24 46
LA RONDINESE
15 25 4 3 18 28 54
Prossimo turno
E. CASTIGLIANO-CANADÀ
JUN. PONTESTURA-VEROLENGHESE
LA RONDINESE-BUSIGNETTO
LIVORNO F.-PIEMONTE S.
MONTANARO-A. MONTEGIOVE
PRO PALAZZOLO-RONZONESE
SCUOLE CR.-CARESANA CALCIO
Girone L
25ª giornata
CALLIANO-BERGAMASCO
CANALE-CMC MONTIGLIO
CASTELNUOVO B.-CERRO TANARO
NICESE-PRALORMO
PONTI CALCIO-MEZZALUNA
PRAIA-CORTEMILIA
SPARTAK S.D.-BISTAGNO V.B.
1-1
0-1
2-0
3-2
0-1
0-4
3-1
Classifica
PT G V N P F S
CMC MONTIGLIO 56 25 17 5 3 57 24
NICESE
51 25 15 6 4 39 29
PONTI CALCIO
49 25 15 4 6 39 18
CASTELNUOVO B. 46 25 14 4 7 40 27
CANALE
41 25 11 8 6 31 18
MEZZALUNA
34 25 10 4 11 32 34
PRALORMO
32 25 8 8 9 46 35
CORTEMILIA
29 25 7 8 10 48 44
CALLIANO
29 25 7 8 10 29 38
BERGAMASCO
28 25 6 10 9 28 37
CERRO TANARO 28 25 8 4 13 36 47
SPARTAK S.D.
25 25 7 4 14 31 60
PRAIA
20 25 5 5 15 30 49
BISTAGNO V.B.
13 25 1 10 14 30 56
Prossimo turno
BERGAMASCO-PONTI CALCIO
BISTAGNO V.B.-CANALE
CERRO TANARO-PRAIA
CMC MONTIGLIO-NICESE
CORTEMILIA-CALLIANO
MEZZALUNA-SPARTAK S.D.
PRALORMO-CASTELNUOVO B.
Girone M
25ª giornata
G3 REAL NOVI-CASTELLETTO M.
LUESE-DB ALESSANDRIA
MANDROGNE-TASSAROLO
PADERNA-VALMILANA
POZZOLESE-MONTEGIOCO
QUARGNENTO-GARBAGNA
2-1
1-2
0-0
0-2
5-1
2-1
SEXADIUM-FULVIUS 1908
2-1
Classifica
PT G V N P F S
QUARGNENTO
60 25 19 3 3 51 24
SEXADIUM
48 25 14 6 5 45 27
LUESE
47 25 14 5 6 52 24
MANDROGNE
44 25 13 5 7 39 31
MONTEGIOCO
43 25 13 4 8 34 35
VALMILANA
35 25 8 11 6 37 36
CASTELLETTO M. 31 25 9 4 12 25 35
DB ALESSANDRIA 29 25 7 8 10 34 38
POZZOLESE
29 25 8 5 12 38 41
G3 REAL NOVI
28 25 7 7 11 29 38
FULVIUS 1908
27 25 7 6 12 31 38
PADERNA
27 25 7 6 12 29 36
TASSAROLO
22 25 5 7 13 28 40
GARBAGNA
15 25 4 3 18 25 54
Prossimo turno
CASTELLETTO M.-LUESE
DB ALESSANDRIA-SEXADIUM
FULVIUS 1908-PADERNA
GARBAGNA-MANDROGNE
MONTEGIOCO-QUARGNENTO
TASSAROLO-G3 REAL NOVI
VALMILANA-POZZOLESE
Lunedì 14 aprile 2014
Il Corriere delle Province Alessandria
DILETTANTI
GIRONE M UÊ>Ê*œâ✏iÃiÊ`ˆÊœ˜Ìiiœ˜iʈÀÀˆ`iʈÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊ-Vˆ>VV>]ÊV…iÊ`iۜ˜œÊÀ>i˜Ì>Àiʏ>ʏœÀœÊVœÀÃ>ÊÛiÀÜʈʫ>ޜvv
ˆ}ÕÀ>VVˆ>ʜ˜Ìi}ˆœVœ
Pozzolese
Montegioco
5
1
MARCATORI: 6’ Siotto, 32’ Oliveri; st 4’
e 10’ Lepori, 29’ Oliveri e 37’
Asborno
POZZOLESE (4-2-3-1): Cabella 6, Danzi
6.5 (20’ ST Frisio 6), Inverardi 6.5,
Piredda 6.5, Foglia 6.5, Repetto
A. 6.5, Contiero 6.5, Mazzarello 6
(30’ st Todarello 6.5), Lepori 8 (34’
st Asborno 7), Oliveri 8, Terragni
6.5. A disp. Bobbio, Repetto M.,
Toscano. All. Monteleone
MONTEGIOCO (4-4-2): Russo G. 4, Russo
F. 4.5, Cavasin 4.5, Gandolfi 4.5
(17’ st El Hamzi 5), Argenti 5,
Mazzarello 5 (1’ st Bovone 5), Cacisi 4, Faliero 5, Siotto 6, Sacchi 5
(5’ st Scotti 5), Fazio 5. A disp.
Ventura, Vacchini. All. Sciacca
ARBITRO: Takrouri di Novi Ligure 6
NOTE: espulso Cacisi al 22’ st per
doppio giallo; ammoniti Danzi,
Russo G., Cavasin, Argenti, Siotto e
Fazio; giornata primaverile, campo
con difficoltà nel rimbalzo della
sfera, spettatori 50 circa
Pozzolo Formigaro (Al)
Andrea Lupo
P
ozzolese freddata, sfortunata e poi risolutiva. L’undivci di casa spiazza 5-1
un Montegioco forse tranquillo
dopo il raggiungimento dei play
off, parso disorientato e senza
idee, tanto da chiudersi spesso
nella propria trequarti, senza
dare il minimo senso al gioco
offensivo.
L’avvio è equilibrato, si gioca
a centrocampo ma gli ospiti
possono subito sfruttare una
disattenzione della retroguardia di casa, aggiudicandosi un calcio di rigore siglato dal capitano biancoverde sotto gli occhi increduli dei padroni, rei di aver
lasciato spazio alla manovra.
Mister Monteleone non ci
sta e indica ai suoi la strada
giusta, andando a premere
sull’acceleratore: ne scaturisce un assalto che i tortonesi
faticano a contrastare, dando l’impressione di accontentarsi del momentaneo
vantaggio, lasciando nel contempo sfogare gli avversari.
Un errore enorme visti i tre
legni colpiti in poco meno di
mezz’ora dai blu (di cui uno
su tiro cross dalla destra di
Danzi) e una grinta fuori dal
comune, forse proprio perchè la salvezza passava per
questo incontro cruciale.
Belle le incursioni del reparto avanzato e buone le idee
dell’undici di Monteleone
parso in partita e scattante
più di un Montegioco attendista e quasi rassegnato ai
primi caldi.
Accade qualcosa in area di
rigore, la difesa sblocca ma
non riesce a far ripartire
Sacchi e la sfera ristagnando, arriva poi dalle parti di
Oliveri che in area trova il
rimpallo giusto per colpire
alle spalle di Russo. Rete che
ha un seguito pericoloso visto che Russo F. impegna
Cabella in una parata in due
tempi (non brillante) su una
conclusione rasoterra, in seguito a un’azione di contropiede inventata per vie centrali con tiro in mezzo alle
gambe dei compagni della
difesa.
La ripresa è certamente più
scoppiettante, la Pozzolese
apre subito bene le maglie
avversarie e grida vendetta
per le occasioni sprecate nel
primo tempo, quando il pareggio stava stretto visti i 35
minuti di dominio assoluto
con un solo tiro subito oltre
al penalty.
Al 4’ ecco che un’azione insistita sulla destra diventa
ghiotta occasione per svettare sopra le linee avversarie e
colpire con Lepori sul secondo palo senza che il portiere
riesce a fare presa. Un’esultanza comprensibile e festeggiata poco dopo dalla
doppietta del n. 9 di casa
che si lascia dietro un difensore, scatta verso il fondo,
colpisce il palo su portiere
in uscita e palla che caram-
bola in rete, colpendo la
schiena di un disattento numero 1. Lepori è incontenibile e la tripletta sembra a portata di mano, piattone sulla
stessa direzione del gol, portiere battuto e sfera che finisce suil palo lontano fra lo
stupore del pubblico.Il Montegioco non ne arriva ad una,
la girandola di cambi per far
rientrare la squadra oltre la
metà campo avversaria è vana e la Pozzolese ingrana la
sesta, andando a colpire laddove gli avversari sono carenti, ovvero le fasce esterne.
Alla mezz’ora ecco il 4-1 che
congela gli animi, punizione
invitante dal limite dell’area
spostato sulla sinistra, distanza di circa 20 metri e tiro a sorprendere l’unico uomo della barriera, con portiere attonito e incapace di
reagire (inspiegabilmente).
Il pokerissimo è del neoentrato Asborno, 180 secondi e
rete realizzata su rimpallo
del portiere che prima devia
con il palmo una conclusione
della coppia Contiero-Terragno.
Un tap in vincente e grande
festa per i padroni che festeggiano gestendo la situazione e andando a dosare le
forze visto che la corsa era
ormai cosa off limits per entrambe.
“
Partita di
carattere,
giocata bene e
salvezza acquisita
contro un Montegioco
che raggiunti gli
spareggi, pare aver
trovato serenità. In
avvio di stagione ci
eravamo illusi di poter
fare cose pregevoli, poi
il calo e un periodo
buio in cui non siamo
riusciti a evitare il
tracollo, andando a
giocare con le parti
basse del girone. Una
bella prestazione oggi
in cui abbiamo
dilagato approfittando
degli spazi e delle
disattenzioni degli
ospiti; sono soddisfatto
perchè i ragazzi lo
meritano ed ora ci
godiamo la nostra
giornata, agguantando
la permanenza in
categoria
Monteleone, allenatore Pozzolese
GIRONE L UÊ>ÊÃvœÀÌ՘>Ì>Ê>Õ̜ÀiÌiÊ`ˆÊ6œ>ÊvÀi˜>ʏ>ÊÀˆ˜VœÀÃ>Ê>ˆÊ«>ޜvvÊ`i>ÊõÕ>`À>Ê`ˆÊ*>Àœ`ˆ]Êiââ>Õ˜>ʜŽ
-VˆÛœœ˜iÊV>Ã>ˆ˜}œÊ«iÀʈÊ*œ˜Ìˆ
Ponti
Mezzaluna Villanova
0
1
MARCATORI: st 33’ Vola aut.
PONTI (4-1-2-2-1): Miceli 6; Grotteria
5.5, Faraci 5.5, Marchelli 6.5, Gozzi 6 (5’ st Vola 5.5); Lovisolo 6; Leveratto 5.5, Montrucchio 6; Oliveri 5 (1’ st Paschetta 5.5), Cipolla
5.5; Pelizzari 5 (38’ st Sardella ng).
A disp: Ravera, Adorno, Laborai.
All: Parodi
MEZZALUNA VILLANOVA (4-3-2-1): Mogni 6;
Iannarella 6, Spinelli 6.5, Ciarla
6.5, Ferrari 5.5; Tartaglia 6, Venturello 6.5, Maucci 6; Piazza 6.5, Colaianni 6 (45’ st Mortara ng); Spinelli 6. A disp: Franconiere. All:
Montanarelli
ARBITRO: El Qars di Asti 6
NOTE: Ammoniti Iannarella e Lovisolo per gioco scorretto. Calci d’angolo: 5-3 per Ponti. Recupero tempo: pt 2’; st 6’. Spettatori 50 circa
Acqui Terme (Al)
Davide Bottero
Una sconfitta che lascia un profondo strascico di amarezza. Il Ponti cade in casa contro
il Mezzaluna Villanova e dice ufficialmente
addio al sogno tanto coltivato nelle ultime
settimane: la promozione diretta in Prima
Categoria, ai danni del Montiglio sconfitto
quattordici giorni fa. Ora i ragazzi di mister
Parodi si giocheranno le proprie carte negli
spareggi playoff, con la speranza di recuperare condizione e soprattutto quegli indisponibili che sono mancati nell’ultimo periodo.
La gara tra Ponti e Mezzaluna era la classica
sfida di fine stagione, tra due squadre in
campo con motivazioni opposte. I padroni
di casa per i motivi di cui sopra, gli ospiti in
teoria senza più nulla da chiedere al campionato, dopo una stagione altalenante e che
concluderanno ai margini dei playoff. Risultato che, a fronte di ciò, pareva quindi scontato. E il Ponti infatti, almeno all’inizio, par-
te meglio degli avversari, nonostante un andazzo che sarà per tutta la partita un po’
sonnacchioso. al 6’ che il risultato si potrebbe sbloccare, con il tiro al volo su palla spiovente di Cipolla, una conclusione tanto improvvisa quanto fulminante, che però incoccia il palo e rimbalza fuori area. Sarebbe stato il classico gol della domenica. Il Ponti ci
prova ancora una volta con un tiro dal limite, questa volta di Lovisolo, ma Mogni ribatte in corner con affanno. Siamo al 23’ e dopo
lo scampato pericolo il Mezzaluna serra i
ranghi e chiude gli spazi. Il Ponti, senza mai
aumentare il ritmo della manovra, non troverà più le giocate giuste. Lovisolo fatica infatti a ricamare gioco, Leveratto va troppo a
sprazzi, mentre Pelizzari è impalpabile e poco servito. Va detto che si gioca sul prato
dell’Ottolenghi, un campo vero e in erba naturale, e per chi è tutto l’anno che calca un
terreno sintetico per le gare casalinghe le difficoltà aumentano, di manovra ma anche di
spazi. L’impressione è che i padroni di casa
LE ALTRE GARE
GIRONE C
CARESANA-J.PONTESTURA 1-3
MARCATORI: pt 10’ Pollina, st 18’ Volpicella rig., 20’ De Chirico, Manca.
CARESANA: Randi, Ferraris, Somma, Bertotti, Hilaj, Cannata (1’ st Arguleo), Cerutti, Zanello, Pollina, Accettura, Mistroni. A disp. Sagliocca, Brasco, Osella.
All. Provera.
J.PONTESTURA: Ormellese, Tribocco (19’ st
Meneghetti), Audino, Pavan (19’ st A.
Coppo), De Ambrogio, Bet, Volpato,
Roccia, Manca, Volpicella, Temporin
(19’ st De Chirico). A disp. Gatti, Cherroumi, Diotto. All. Baldasso.
NOTE: ammoniti Tribocco, Arculeo, Pavan, Bet.
RONZONESE-MONTANARO 4-1
MARCATORI: pt 2’ Sfarzera, 8’ Fernandez,
st 22’ e 36 Fernandez.
RONZONESE: Mazzucco, Trevisan, Grotto,
M. Longo, Salzano, Sebeto, Fernandez,
Pitti, Sfarzera, Barberio, Fonseca. A disp. Audisio, Moisio, Sula, Lusona, Furiato. All. Longo.
MONTANARO: Racci, Bertolotti, Carretto,
Alfieri, Franca, Giuliano, Alberti, Bhai,
Rugani, Landolfi, Carrozzi. A disp. Coda,
Razzi, Francioso. All. Franco.
NOTE: ammonito Pitti, Longo.
GIRONE L
CALLIANO-BERGAMASCO
1-1
MARCATORI: pt 11’ Fogliati, st 28’ Furegato.
CALLIANO: Sceron, Ghidella, Sarboraria,
Zambellini (33’ st G. Rossi), S. Rossi, Catone, M. Salama, Margarino, Fogliati
(23’ st Soares), Cuniberti (1’ st Buttino),
D. Salama. A disp. Oggero, De Simone,
Froio. All. Di Paula.
BERGAMASCO: Viasio, P. Cela, Di Sabato,
Bonagurio, Sassarini (33’ st Barbarena),
Marongiu, N. Quarati, Cena, Sorce, Furegato (23’ st Tonitto), Manca (23’ st
Callegaro). A disp. Petrone, Salerno,
Quarappi, Bomeri. All. Caviglia.
NOTE: ammonito Bonagurio.
GIRONE M
G3 REAL NOVI-C. MONFERRATO
2-1
MARCATORI: pt 25’ Cocci, st 30’ Osso
G3 REAL NOVI: Riccitelli, Martinelli, D’Ambra, Osmani, Seminara, Bernardi, Ghiglione, Macri, Re, Koci, Motto. All. Armento.
CASTELLETTO MONFERRATO: Fabbian, Mazza,
Depetris (15’ st Pineda), Novello, (1’ st
Scaglia), Moschi, Scntamburlo, Tagliafico, Mancuso, Zanardi, Piazza (25’ st Celaj), Santacasa. All. Rolando.
LUESE-DON BOSCO ALESSANDRIA 1-2
MARCATORI: pt 30’ Giordano, st 34’ Buonincontro, 46’ D’Agostino.
LUESE: Filì, Pastorello, Giacometti, Mazzoglio, Bianchi, Vignolo, Leniano, Viga-
to, Andric, Martinengo, Giordano (12’
st Romeo). A disp. Della Torre, Fazzi,
Fortunato. All. Moretto.
DON BOSCO: Masini, Cussotti (23’ st Caruso), Solari, Amatruda, Bariani, Cortellazzi, Boccarelli (7’ st Martini), Buonincontro, Mobilia, Cirillo (36’ st Nisi), D’Agostino. All. Cavriani.
NOTE: espulso (34’ st) Legnaro per proteste, ammoniti Giordano, Pastorello.
MANDROGNE-TASSAROLO
0-0
MANDROGNE: Lessio, Trombetta (1’ st Ladnane), Destro (1’ st Giannini), Verrone,
Poune, Guida, F. Lazzarin, Cenisia, Politanò, Tedesco, Caruso (23’ st Bianchi). A
disp. Candiloro All. Candiloro.
TASSAROLO: Parolisi, Ventoso, Barisone,
Arecco, F. Merlano, Siddi, Risso (13’ st
Di Leo), Collarà, Bottazzo, Fossati, Ghio
(16’ st M. Merlano). All. Semino.
SEXADIUM-FULVIUS
2-1
MARCATORI: pt 5 Griffi, st 20’ Cottone, 30’
st Ganci.
SEXADIUM: Bacchin, Motardo, Baucha, Parodi, Badal, Griffi (10’ st Falleti), Laudadio, Leicu (29’ st Zigrone), Caligaris,
Avella (19’ st Magrì), Cottone. A disp.
FULVIUS: Bartolomeo, Cucchiara, Cominato, G. Barone, Pasetti, Battistella (38’
st A. Medici), Pieroni, Faraci, Orsini (35’
pt Di Bella), Ganci, Pinto (1’ st Rapetti).
A disp. Cannizzaro, J. Medici , Guareschi, Lenti, S. Barone All. Bellingeri.
siano anche in debito di ossigeno, dopo una
stagione tiratissima, e prova ne sono i cambi
effettuati da mister Parodi, con Gozzi finito
ko al 5’ della ripresa e Pelizzari uscito zoppicante al cambio con Sardella.
Il Mezzaluna invece ha sempre giocato sornione, aspettando l’avversario, dando l’impressione di non voler strafare e poi colpendo in contropiede. Anche se il gol vittoria è
figlio di un episodio fortuito, nasce comunque da un’indecisione di Faraci sul rilancio
del portiere Mogni; difensore scavalcato dal
pallone e in lotta con Colaianni, poi l’intervento maldestro di Vola che buca la propria
porta: autogol clamoroso al 33’.
Uno svantaggio forse immeritato, ma comunque invalicabile come una montagna da
scalare per questo Ponti, incapace di reagire
all’episodio subito. Solo una bella girata del
combattivo Marchelli al 26’, di poco fuori, e
null’altro. Finisce 0-1, la promozione diretta
sfuma, saranno i playoff a sancire il destino
del Ponti.
Il Corriere delle Province
Alessandria
13
Lunedì14 aprile 2014
DILETTANTI
Terza Categoria
STOP UÊ/œÃ̜ʈ˜Ê>ÛۈœÊ˜œ˜ÊL>ÃÌ>]ʈÊˆÀ>LiœÊviÀ“>ʏ>ÊV>«œˆÃÌ>\ʘœ˜ÊÈÊÛi`œ˜œÊˆÊ{£Ê«Õ˜ÌˆÊ`ˆÊ`ˆvviÀi˜â>
Terza Alessandria
23ª giornata
Àiܘ>À>ÊÀˆ“>˜`>̜
Mirabello
Fresonara
1
1
MARCATORI: pt 1’ Tosto; st 9’ Cerutti
MIRABELLO (4-3-2-1): Fioretto 7; Monzeglio 7 (35’ st Foltran ng); Bordon
6; Rollino 6; Rosso 6; Centrella 6 (47’
st Ruffoni ng); Di Lorenzo 6; Dente
6; Cerutti 6.5 (49’ st Cardia ng); Sala
5.5 (31’ pt Galzignato 6); Daniel 5.5
(1’ st Da Riol 5.5). A disp.: Ricomini;
Galzignato; Bertoncini; Da Riol; Cardia; Foltran; Ruffoni. All.: Carlevaro
FRESONARA (4-2-3-1): Gervasoni 6.5;
Bianchi 6; Di Rubba 6; Sacco 6;
Dell’aira 6; Laguzzi 6.5; Grassi 6;
Schiera 6.5 (31’ st Ragalzi 6); Guglielmi 5.5; Mezzadri 5; Tosto 6 (21’
st Dionello 6). A disp.: Boccardo;
Campasso; Merlino; Ferrarese; Dionello; Ragalzi; Cirasola. All.: Gotta
ARBITRO: Baldizzone di Alessandria
5.5
NOTE: Ammoniti Cerutti, Rollino,
Centrella, Galzignato, Bianchi, Sacco. Espulsi Mezzadri (somma di
ammonizioni), Da Riol. Recupero:
pt 3’; st 6’. Calci d’angolo: 2-1 per il
Mirabello. Spettatori: circa 50.
Mirabello Monferrato (Al)
Mattia Stango
F
esta promozione rinviata
per il Fresonara, che in
trasferta contro il Mirabello non va oltre l’1-1, nonostante l’enorme divario che separa le due squadre in classifica.
La prima frazione, giocata
con continue interruzioni
dovute all’eccessiva fiscalità
dell’arbitro, si sblocca dopo
meno di 60 secondi, con gli
ospiti subito in vantaggio
grazie ad un gol di Tosto,
derivato da un calcio da fermo sul quale il Mirabello si
fa trovare impreparato. Al
13’, il Fresonara si rende
nuovamente pericoloso con
Schiera, che lanciato sulla
fascia sinistra da Mezzadri
entra in area e realizza un
tiro che finisce di poco alto
sopra la traversa. Per vedere la reazione dei padroni di
casa bisogna invece aspettare fino al 23’, quando Dente
colpisce di testa un pallone
arrivato da calcio d’angolo,
sul quale però il portiere avversario Gervasoni si fa trovare pronto, respingendolo
fuori dall’area. Ed è lo stesso portiere il protagonista
dell’episodio che avviene al
minuto 37’ quando, seguendo la traiettoria del pallone,
destinato nettamente sul
fondo, sbatte contro il montante destro della propria
porta, per fortuna senza
conseguenze negative, causando però l’arresto del gioco per più di 2 minuti. Il resto del primo tempo non offre nient’altro di interessante e si conclude con una punizione per il Fresonara,
battuta da Centrella al 46’,
che arriva però comoda tra
le braccia del portiere di casa. Il secondo tempo, contrassegnato da un eccessivo
nervosismo da parte di entrambe le squadre, vede i
ragazzi di Mister Carlevaro
molto più convinti e determinati a recuperare lo svantaggio. All’11’, infatti, si
rendono pericolosi con l’ottima verticalizzazione di
Monzeglio, sfruttata però
malamente da Da Riol, entrato all’inizio della ripresa.
Ma passano poco più di cinque minuti, e il Mirabello
riesce a riequilibrare le sorti del match, grazie alla rete
segnata da Cerutti che al
17’, dopo aver ricevuto il
pallone da un calcio di punizione, effettua un tiro
preciso che s’insacca
nell’angolino basso alla destra del portiere. Ma nonostante il gol e l’espulsione di
Mezzadri, al 18’, sono gli
ospiti a rendersi comunque
più pericolosi, sfiorando il
vantaggio al 22’, con un
contropiede del neo entrato
Dionello, il quale si vede respingere il tiro sotto porta
dall’ottima parata di Fioretto. Il resto della seconda
frazione assomiglia più ad
un match di ping-pong che
ad una partita di calcio, con
entrambe le formazioni che
non riescono più a costruire
gioco e si limitano ad effettuare lanci lunghi ed imprecisi per i propri rispettivi
attaccanti. L’unica azione
pericolosa creata, infatti,
arriva solo al 39’, sempre da
punizione, ben calciata da
Laguzzi ma altrettanto ben
neutralizzata dal portiere
Fioretto, che ancora una
volta salva il risultato. Un
punto importante questo
per il Mirabello, almeno se
si guarda la differenza in
classifica fra le due squadre, mentre per il Fresonara
rappresenta un mezzo passo
falso, che costringe a rimandare i festeggiamenti
per l’avanzamento in seconda categoria.
LE ALTRE GARE UÊ>Ê-iÀÀ>Û>iÃiÊVœ˜µÕˆÃÌ>Ê՘ʫ՘̜ʫiÀʏ>ʏœÌÌ>Ê>ÊÌiÀâœÊ«œÃ̜]Ê
>Ã>ViÀ“iˆÊŽœ
CASTELLARESE-AUDAX ORIONE
2-5
MARCATORI: pt 10’ Taverna, 20’ Tiraboschi, 35’ Choubi; st 20’ Gharab, 22’ Choubi,
30’ Choubi, 40’ Montano.
CASTELLARESE (4-4-2): Costa; Amariei, Gastaldi, G Lodi, Boccagatta; Vaccarella, L
Chiesa, Stevanovic, Gharab; Fedele, Montano. A disp: Cartasegna, Stropiani.
All: Gilardenghi
AUDAX ORIONE (4-4-2): Grandi; Colondri (35’st Gazzo), Chaini, Rateni; Tiraboschi,
Bersini(42’st Campana), Nagliato, Choubi; Gazzaniga, Taverna(10’st Giuglioni).
A disp: Mandirola, Asti. All: Di Caro
ARBITRO: Buffon di Alessandria
LERMA CAPRIATA-PLATINUM
1-1
MARCATORI: pt 30’F. Scatilazzo; st 20’Yaya
LERMA(4-4-2): Zimbalatti; Sciutto, M. Repetto (15’st Cazzulo), Porotto, Baretto; M
Scatilazzo, Marenco, Bisso, Scontrino; Pantisano(10’st Scapolan), F Scatilazzo. A
disp: Pont, E Repetto, Traverso, Zunino. All: Em Repetto
PLATINUM (4-4-1-1): Nari; Toscano, Bertocco, Zapparata, Abdellail; Termas, Puzzolante, Nedelcu, Yaya; Palma; Babut (15’st Poggio). A disp:ARBITRO: De Cicco di Novi Ligure
CASALCERMELLI-VALMADONNA
“
Abbiamo
dimostrato di poter
fare bene e siamo
riusciti ad annullare la
differenza di 41 punti che ci
divide in classifica. Tutti i
giocatori hanno infatti fatto
vedere anche che stanno
crescendo molto, dato che
veniamo da altri due
risultati positivi, soprattutto
la vittoria contro la
Serravallese terza in
classifica. Peccato quindi
solo per il fatto che siamo a
fine campionato. Penso
comunque che i ragazzi
siano stati davvero bravi e,
da allenatore, non posso
che essere soddisfatto per
la prestazione e per come
la squadra sta portando a
termine una stagione non
facile
2-3
MARCATORI: pt 30’ Mehmeti, 43’ Giugno; st 20’ S.Cermelli 25’ Giugno, 40’ Giugno,
POL CASALCERMELLI (4-4-2): Borgoglio, F.Cermelli (30’st Barberi), Trocca, Cantone,
Bosco; Sansebastiano, Biancardi (25’st Fuentes), Sartoris (25’st Continanza),
Gagliano (33’st Colasante); Mehmeti (1’st Maffei), S.Cermelli. A disp.: Lava. All.:
Mandrino
SOMS VALMADONNA(4-4-2): Gandini; Ottone, Salvucci(5’pt Gagliardini), Peluso, Crimaldi; Chiriotti, Giugno, Cautela, Lo Proto; Fava, Parmi(15’st Cesati). A disp: Ferrucci. All: Santamaria
ARBITRO: Lanzoni di Novi Ligure
TIGER NOVI-MOLINESE
1-2
MARCATORI: pt 9’ Quasir, 31’ Sozzè; st 6’ Sozzè
TIGER NOVI (4-3-1-2): Angiulli; Nocerino, Spinelli, S Cancello (16’st W Cancello),
Lamnaouar; Cosentino, Ciliberto (31’st Troncoso), Romanini; Quasir, Faillace. A
disp: D Cancello, Gravante, Piccioni, Scarato, Giuseppe. All: Cazzadore
MOLINESE (4-4-2): M. Balduzzi(18’st Pompei); Robino, Stramesi, C. Balduzzi, Salvatore (44’ st Castagnaro); Corsaro, Bianco, Dallera, Cordera(29’st Scarcella); Bruno (35’ st Barchetta), Sozzè (47’ st Venturini). All: Setti.
ARBITRO: Gaina di Alessandria
MORNESE-SERRAVALLESE
1-1
MARCATORE: pt 36’ A. Mazzarello
MORNESE (4-4-2): Ghio; Paveto(45’st Priano), Malvasi, A Mazzarello, Tosti; Campi
(41’st S Parodi), M Priano, Mantero (27’st U Parodi), G Mazzarello; Salgado, S
Mazzarello
A DISPO: Soldi, Bruzzone, Barbieri, Albertelli. All: Boffitto
SERRAVALLESE (4-4-2): De Micheli; Loiacono, Porcu, Bisio, Vigo; Traverso (1’st Vecchi), Allegri, Cammarota (40’st Valentino), Cortese(15’st La Neve); Guercia (30’st
Sanfilippo),Lemma. A disp: Confetti, Venin, Pavoli. All: Galardini
ARBITRO: Buccarelli di Alessandria.
1-1
MIRABELLO-FRESONARA
1-1
MORNESE-SERRAVALLESE
1-1
CASALCERMELLI-VALMADONNA
2-3
TIGER NOVI-MOLINESE
1-2
HA RIPOSATO: AURORA
Classifica
Pt G V N P F S
56 20 18 2 0 59 14
MORNESE
51 20 16 3 1 41 14
SERRAVALLESE
40 22 11 7 4 46 27
CASALCERMELLI 39 20 12 3 5 49 25
MOLINESE
33 21 10 3 8 40 33
S. BERNARDINO 33 21 10 3 8 42 35
LERMA CAPRIATA 31 21 8 7 6 39 24
VALMADONNA 28 22 8 4 10 28 36
CASTELLARESE
21 21 6 3 12 25 47
MIRABELLO
16 21 3 7 11 20 43
PLATINUM
14 21 4 2 15 21 65
AURORA
11 21 3 2 16 25 43
TIGER NOVI
11 21 3 2 16 10 39
Prossimo turno
S. BERNARDINO-LERMA CAPRIATA
AURORA-CASTELLARESE
FRESONARA-MORNESE
MOLINESE-MIRABELLO
PLATINUM-TIGER NOVI
SERRAVALLESE-CASALCERMELLI
RIPOSA: VALMADONNA
Terza Asti
Carlevaro, allenatore Mirabello
“
Nessuno di noi è
soddisfatto per la
partita. Intanto non
abbiamo sicuramente dato
il 100% e contro una
squadra che in classifica è
molto più in giù rispetto a
noi avremmo potuto fare
sicuramente qualcosa di
meglio. Nel secondo
tempo, purtroppo, loro
sono riusciti a segnare,
nonostante quella del gol
sia stata una delle poche
azioni che abbiamo
permesso loro di creare. C’è
quindi sicuramente il
rammarico per non aver
portato a casa la vittoria,
soprattutto perché questi 3
punti erano fondamentali
per noi. Ma siamo
comunque consapevoli dei
nostri mezzi e che, la festa,
sia solamente rinviata
2-5
LERMA CAPRIATA-PLATIUNM
FRESONARA
Porotto, dirigente Fresonara
Due fasi di gioco della partita (foto Stango)
CASTELLAREE-S. BERNARDINO
22ª giornata
COSTIGLIOLE-TORRETTA
0-4
REFRANCORESE-SPINETTESE X FIVE
0-2
UNIONE RUCHE-DON BOSCO ASTI
2-5
VIRTUS JUNIOR-PICCOLO PRINCIPE
5-3
VIRTUS OLIVETTO-CALAMANDRANESE 6-1
HA RIPOSATO: MOTTA PICCOLA
Classifica
Pt G V N P F S
VIRTUS OLIVETO 52 18 17 1 0 73 11
X FIVESPINETTA 43 19 14 1 4 37 16
MOTTA PICCOLA 35 18 11 2 5 52 39
DB ASTI
29 18 9 2 7 37 32
CALAMANDR.
28 18 8 4 6 24 32
TORRETTA
25 17 7 4 6 39 41
VIRTUS JUNIOR 18 17 5 3 9 36 39
UNION RUCHE
17 16 5 2 9 27 33
REFRANCORESE 15 17 4 3 10 19 34
P. PRINCIPE
11 19 3 2 14 23 49
COSTIGLIOLE
8 19 2 2 15 14 55
Prossimo turno
MORETTA PICCOLA-CALAMANDRANESE
REFRANCORESE-TORRETTA
UNION RUCHE-PICCOLO PRINCIPE
VIRTUS JUNIOR-COSTIGLIOLE
VIRTUS OLIVETO-DON BOSCO ASTI
RIPOSA: SPINETTESE X FIVE
14
Lunedì 14 aprile 2014
Juniores
GIOVANILI
Chiavari Caperana
Derthona
Jun. Regionale
2ª giornata
CASTELLAZZO-LUCENTO
1-1
PRO SETTIMO-VOLPIANO
0-1
Classifica
PT G V N P F S
VOLPIANO
4 2 1 1 0 2 1
LUCENTO
2 2 0 2 0 3 3
CASTELLAZZO
2 2 0 2 0 2 2
PROSETTIMO
1 2 0 1 1 2 3
Prossimo turno
PRO SETTIMO-CASTELLAZZO
VOLPIANO-LUCENTO
2
0
MARCATORI: pt 32’ Vuthaj; st 44’ Bottino.
CHIAVARI CAPERANA (4-3-1-2): De Michiel 7; Pimentel 7, Guazzoni 6, Provenzano 7, Rossi 6 (27’ st Naclerio
ng); Bonaventura 7, D’Alpaos 7, Vuthaj 7.5 (19’ st Bottino 7); Marino
7.5; Perucchio 6.5, Righetti 7 (40’ st
Koroveshay ng). A disposizione:
Perrone, Esposito, Imporzani, Semenza, Morana, Nicoli. All. Barbieri.
DERTHONA (4-4-2): Controverso 6; Bisio 6 (29’ st Tipaldi ng), Moro 6 (42’
st Mugnai ng), Basetta 6, Bruni 6;
Speranza 6.5, Pagano 6.5, Diurno 6,
Kanna 5.5; Zuccarelli 5 (1’ st Nitta 6),
Pellegrino 6. A disposizione: Calabrese, Fossati. All. Guida.
ARBITRO: Catastini di Pisa 6.
NOTE: ammoniti Zuccarelli, Perucchio, Vuthaj e Rossi.
Mem. Stradella 7
2ª giornata
OLMO - VALENZANA MADO
1-2
HA RIPOSATO: FOSSANO
Classifica
PT G V N P F S
VALENZANAMADO 4 2 1 1 0 3 2
FOSSANO
1 1 0 1 0 1 1
OLMO
0 1 0 0 1 1 2
Chiavari (Ge)
Andrea Bazzurro
S
i ferma al “Daneri” di
Chiavari la marcia fin qui
quasi perfetta della Juniores Nazionale del Derthona.
Gli alessandrini arrivano al
primo turno di playoff forse
mentalmente scarichi, già appagati dell’ottima regular season e cedono armi e bagagli a
un Chiavari Caperana che ha
però beneficiato di due au-
JUNIORES NAZIONALE UʏÊiÀ̅œ˜>Ê«iÀ`iÊ>ˆÊ«>ޜvvÊVœ˜ÌÀœÊˆÊ
…ˆ>Û>Àˆ
ÊÜ}˜œÊvˆ˜ˆÃVi
tentici fuoriclasse scesi dalla
prima squadra, come l’ex Entella Marino e l’ex Genoa Primavera Vuthaj, entrambi
classe 1995 e in pianta stabile nella squadra locale, che
milita nel girone A di serie D,
ma è già fuori dai giochi playoff.
La prima frazione si mantiene equilibrata e con un pizzico di fortuna in più per i locali che riescono a trovare il
gol dell’1 a 0. Pronti via e le
due compagini si studiano fino al 21’ quando arriva la
prima occasione degna di nota: calcio piazzato di Zuccarelli dalla sinistra, facile preda per il portiere tigullino De
Michiel (classe 1996), sempre
attento in ogni sortita avversaria. La reazione locale è
immediata, ma alla conclusione di Righetti (capocannoniere della squadra con ben
14 sigilli nella regular season
e già in odore un altro anno
della prima squadra) si oppone Controverso, che blocca a
terra sicuro. Alla mezz’ora i
padroni di casa sbloccano il
risultato quando sugli sviluppi di un’azione corale dalla
destra, Perucchio colpisce a
botta sicura, Speranza tenta
di deviare da dentro l’area
piccola ma Vuthaj da due
passi gonfia la rete. In apertura di ripresa parte meglio il
Chiavari Caperana con Bonaventura che impegna il portiere alla deviazione in corner; sugli sviluppi del tiro
dalla bandierina battuto dallo stesso Bonaventura, Guazzoni di prima intenzione
manda sopra alla traversa.
Rispondono gli ospiti al
quarto d’ora con Pellegrino
che direttamente su calcio di
punizione dalla sinistra impegna De Michiel ad una difficile parata. Poco prima del-
Prossimo turno
FOSSANO-OLMO
RIPOSA: VALENZANA MADO
Mem. Stradella 8
2ª giornata
COLLINE ALFIERI-ACQUI
2-1
HA RIPOSATO: SALUZZO
Classifica
La formazione del Derthona Juniores
PT G V N P F S
SALUZZO
3 1 1 0 0 4 2
COLLINEALFIERI
3 2 1 0 1 4 5
ACQUI
0 1 0 0 1 1 2
Prossimo turno
ACQUI-SALUZZO
RIPOSA: COLLINE ALFIERI
Jun. Alessandria
21ª giornata
ARQUATESE - CASTELNOVESE
5-0
AUDACE BOSCHESE- POZZOLESE
2-3
AURORA AL - S.GIULIANO NU
3-3
AURORA PONT. - MONFERRATO
0-4
OVADA - DON BOSCO AL
2-2
VILLAROMAGNANO - PRO MOLARE
1-0
Classifica
PT G V N P F S
AURORA AL
50 21 16 2 3 81 27
CASTELNOVESE 41 21 12 5 4 49 30
S.GIULIANO NU 41 21 12 5 4 49 25
ARQUATESE
39 21 11 6 4 40 29
VILLAROMAGNANO 37 21 10 7 4 44 26
DON BOSCO AL 35 21 9 8 4 37 27
OVADA
33 21 8 9 4 47 32
MONFERRATO
22 21 6 4 11 26 40
POZZOLESE
18 21 5 3 13 33 57
PRO MOLARE
13 21 3 4 14 18 43
AURORA PONT. 10 21 2 4 15 23 66
A.BOSCHESE
10 20 3 1 16 15 58
Prossimo turno
CASTELNOVESE - OVADA
Castellazzo
Lucento
1
1
MARCATORI: st 4’ Salvati, 25’ Dimou.
CASTELLAZZO (4-5-1): Aggio 6.5; Latella
6, Dimou 7, Chiarlo 6.5, Russo 6 (40’
st Gandino ng); Cozza 6 (15’ st Frizza 6), Parrinello 6.5, Ferretti 6, Bagnus 6 (25’ st Valmori 6.5), Bilt 6.5;
Rossini 6.5. A disp.: Buffo, Vlad, Zibat, Alb. All.: Moretti.
LUCENTO (4-3-3): Balestri 6; Molli 6.5,
Salvati 6.5, Ursoleo 6, Maiadi 6 (30’
st Gardetto 6); Dvorscheg 6.5, Gallina 6, Minniti 6 (16’ st Martorano 7);
Casassa Mont 6, Zichitella 6.5, Grimaldi 6.5. A disp.: Pinca, Guarnieri,
Zaffonte, Grossi. All.: Raffaele.
ARBITRO: Vecchiattini di Casale
Monferrato 5.5.
NOTE: Ammoniti Latella, Rossini,
Dvorscheg, Russo, Salvati, Gardetto,
Gallina.
Castellazzo (Al)
Simone Merlano
Tutto rimandato alla terza e
ultima giornata per quello
che riguarda l’ accesso alle
prossime fasi del campionato
regionale juniores, con una
classifica che in questo momento dice: Volpiano primo a
quattro punti, Castellazzo e
Lucento con due e Settimo
fanalino di coda con un solo
punto. Volpiano quindi artefi-
ARQUATESE-CASTELNOVESE
5-0
MARCATORI: Tortarolo 3, Carino, Terroni,
Cartasegna.
ARQUATESE: Guglieri, Moretti, Torre,
Grosso, Carrea, Rago, Ciriello, Terroni,
Cartasegna, Carino, Tortarolo. All.
Grosso.
CASTELNOVESE CASTELNUOVO: Orsi, Spinetta (30’ pt Sacchi), Naccari, Santi, Maggi, Carniglia, Boccagatta, Chinello (1’
st Pellizzari), Accatino (36’ st Daglio),
Castini, Lagomarsino (18’ st Serafino).
All. Tarditi.
VILLAROMAGNANO-PRO MOLARE 1-0
MONFERRATO - AURORA AL
MARCATORE: Barabino.
PRO MOLARE - AUDACE BOSCHESE
S.GIULIANO NU - VILLAROMAGNANO
la mezz’ora ancora i verdeblù
si rendono pericolosi con il
colpo di testa del neoentrato
Naclerio su calcio d’angolo di
Bonaventura, ma la palla
sorvola il montante. Sul finale matura il definitivo 2-0 firmato da Bottino che, su passaggio di Marino, si accentra
in area e infila nell’angolino
più distante. In pieno recupe-
“
Abbiamo giocato
in un campo
molto piccolo per
questa categoria e con
un fondo di sintetico.
Questi sono due aspetti
che senza dubbio ci
hanno svantaggiato, ma
non mi posso appellare
solo a questo. Se devo
essere sincero mi
aspettavo di più dai miei
ragazzi. Si trattava della
prima gara da dentro o
fuori della stagione e
siamo stati sbattuti fuori.
Nei prossimi giorni dovrò
riipensare al match a
mente fredda, per
analizzare meglio quanto
accaduto. Resta un fatto:
purtroppo siamo stati
sbattuti fuori dal torneo e
la nostra stagione è
terminata in Liguria.
Peccato
Guida, allenatore Derthona
ro gli ospiti accorciano con
Tripoldi, ma il direttore di
gara non convalida per fuorigioco. Alla fine è festa grande
per il Chiavari Caperana che
Venerdì Santo giocherà il
derby con il RapalloBogliasco, secondo turno dei playoff della Juniores Nazionale. Per il Derthona, invece, il
sogno finisce.
Derthona
Controverso 6 Incolpevole sui
gol.
Bisio 6 Gioca una partita di contenimento.
Tipaldi ng qualche scampolo di
match.
Moro 6 esce esausto a fine partita, ha dato tutto
Basetta 6 Un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni.
Bruni 6 Lotta come un leone, è
l’ultimo ad arrendersi.
Speranza 6.5 Cross ficcanti per le
teste degli avanti dei “leoncelli”.
Pagano 6.5 Una partita di sostanza al suo attivo.
Diurno 6 Gran bel giocatore,
questa volta chiuso nella morsa
verdeblù.
Kanna 5.5 La difesa del Chiavari
Caperana annulla ogni sua giocata.
Zuccarelli 5 Questa volta la sua
velocità è arginata dall’attenta difesa verdeblù che lo conosce bene.
Nitta 6 Entra al posto di Zunarelli,
ma non inquadra la porta da ottima posizione.
Pellegrino 6 E’ presente in ogni
zona del campo. Si danna per la
squadra.
JUNIORES REGIONALE Uʜ«œÊˆÊ«>ÀˆÊVœ˜ÊˆÊ6œ«ˆ>˜œÊ>ÀÀˆÛ>Ê՘Ê>ÌÀœÊ«Õ˜Ìœ]ʓ>ÊV½mÊ>˜VœÀ>ÊëiÀ>˜â>
>ÃÌi>ââœ]Ê>`iÃÜÊVÀi`ˆVˆ
“
ce del proprio destino che
contro Lucento, vincendo, ha
la possibilità di chiudere i
conti e il discorso qualificazione. Ma potrebbero non
mancare le sorprese. A Casal
Cermelli va di scena la sfida
tra Castellazzo e Lucento,
uno a uno il finale al termine
di una partita tiratissima con
punteggio in sospeso fino all’
ultimo minuto, anche se per
vedere qualcosa veramente
degno di nota bisogna aspettare il secondo tempo e per
essere più precisi, la rete che
sblocca la partita. In sede di
cronaca, il primo squillo della partita è di Zichitella, che
servito ottimamente da Minniti, trova solo l’ esterno della rete. Ancora Lucento pericoloso al minuto 25 con Grimaldi, tra i più attivi dei
suoi, che nell’ occasione però, sugli sviluppi di un calcio
di punizione di Dvorscheg,
non trova la giusta coordinazione e calcia male, a pochi
metri dalla porta difesa dall’
estremo locale Aggio. Padro-
ni di casa mai davvero pericolosi dalle parti di Balestri
in questa prima frazione, se
non su calcio d’angolo, dove
cercano di far valere i propri
centimetri, senza trovare però molto successo. E nonostante una difesa avversaria
un po’ ballerina che spesso e
volentieri corre dei rischi volendo uscire a tutti i costi
palla al piede. Nella ripresa,
Molli e compagni trovano subito il gol, su calcio d’angolo
con il proprio capitano, Salvati che nell’ occasione salta
più in alto di tutti e mette alle spalle dell’ incolpevole Aggio. C’ è da dire che con ogni
probabilità l’ angolo dal quale poi scaturisce il gol, non c’
era, e tanto veementi quanto
inutili, sono le proteste tra le
fila locali. La risposta dei padroni di casa comunque non
si fa attendere troppo e arriva puntuale al minuto 25, anche in questo caso sugli sviluppi di un corner, sul quale
Dimou non perdona, trovando il meritato gol del pari.
Castellazzo che nel frattempo aveva cambiato modulo
passando dall’ iniziale 4-5-1
a un 4-4-2 più offensivo, alzando così inevitabilmente il
baricentro e schiacciando la
squadra avversaria nella propria metà campo. L’ ingresso
tra le fila ospiti di Martorano
cambia nuovamente l’ inerzia della partita: due sue giocate fanno tremare infatti
pubblico e panchina locale.
Nella prima confeziona un
assist sul quale Gardellini arriva a colpire di tesa da ottima posizione e solo un grandissimo intervento di Aggio
salva i suoi da una sconfitta
che l’ undici Moretti francamente non avrebbe meritato.
Poi al 41’ in corso lo stesso
attaccante semina il panico
sulla destra e serve il meglio
appostato Dvorscheg, che per
la fortuna degli alessandrini,
calcia troppo debole e centrale, favorendo così l’ ultimo
intervento della partita di
Aggio, al termine del quale
arriva il triplice fischio.
Pareggio giusto
contro una
buonissima
squadra. La partita è stata
equilibrata, occasioni da
gol poche e i ritmi
altissimi, con raddoppi su
tutti i giocatori, infatti eri
condizionato a sbagliare
perché comunque c’ era
tanto pressing. Ora ce la
giochiamo col Settimo,
vediamo quello che
riusciamo a fare. Per me è’
già una vittoria aver fatto
bella figura in queste due
partite, oggi mi sono
piaciuti perché non era
facile riprendere questa
partita. Addirittura con un
po’ di fortuna, nel finale,
potevi anche vincerla
Moretti, allenatore Castellazzo
JUNIORES PROVINCIALE UÊ>Ê
>ÃÌi˜œÛiÃiÊVÀœ>ÊVœ˜ÌÀœÊ½ÀµÕ>ÌiÃiÊV…iÊ«Õ¢ÊÜvvˆ>À}ˆÊˆÊÃiVœ˜`œÊ«œÃ̜]ʜLL>ÊÃ>Û>ʈÊ->˜ÊˆÕˆ>˜œ
DON BOSCO AL - AURORA PONT.
POZZOLESE - ARQUATESE
Il Corriere delle Province Alessandria
AUDACE BOSCHESE-POZZOLESE 2-3
AURORA-MONFERRATO
MARCATORI: pt 44’ Ndiaye; st 8’ Asani,
24’ Kouhha, 31’ Repetto, 46’ Generoso
rig.
AUDACE BOSCHESE: Favaron, Benzi, Marzocca, Generoso, Oujalal, Lava, Melato (15’ st Bianchi), Kouhha, Famà, Rossetto, Galgano. All. Falciani.
POZZOLESE: Arlotti, Marenzana, Repetto,
Botosso, Asborno, Asani (9’ st Siciliano), Zanchetta, Ferrari, Ndiaye, Todarello, Scaniglia. All. Grosso.
MARCATORI: Ramagna, Cadri, Capuzzo,
Romeo.
AURORA: Maione, Shpani, Gandi, Pennisi, Preet, Simonetti, Linza, De Carvalho, Sanchez, Leijtija, Pellini (1’ st Zago). All. Gandi.
MONFERRATO: Cammarata, Cardia, Laksouer (26’ st Lupo), Sina, Cadri, Sellitto
(22’ st Minetti), Capuzzo, Naimi, Grassi
(16’ st Romeo), Cannas (29’ st Garavelli), Ramagna (9’ st Bircai). All. Tinnirello.
0-4
AURORACALCIO-S. GIULIANO N. 3-3
OVADA-DON BOSCO
MARCATORI: pt 9’ Raiteri, 21’ Pulli, 34’ Cirio; st 5’ Palumbo rig., 41’ Lo Cascio,
44’ Kobba.
AURORACALCIO: Cipolla, Massa, Murgese,
Castello (35’ st Faraci), Pasqua, Arbrizzi (22’ st Lo Cascio), Campagno, Cirio,
Varvaro (1’ st Moscatiello), Raiteri, Grifa (13’ st Targa). All. Primavera.
SAN GIULIANO NUOVO: Nizza, Menino, Pulli
(33’ st Angilica), P. Tullo, Allegrone (35’
st Rachi), Leonardo, Palumbo (42’ st C.
Tullo), Muca, Mollica (33’ st Markaj),
Versuraro, Kobba. All. Ammirata.
MARCATORI: pt 15’ Gocev; st 1’ Pietramala, 12’ Dell’Ernia, 40’ Bisio.
OVADA: Danielli (12’ st Salmetti), Pietramala, Bisio, Del Santo, Porata, Palpon,
Prestia (24’ st Carlini), Bono, Potomeanu (1’ st P. Subrero), Barletto, Arsenie.
All. Albertelli.
DON BOSCO: Bellicini, Argento, Giangrosso, Mangini, Zedda, Nisi (1’ st
Khoune), Bagnasco, Gocev, Carretta
(12’ st Francese), Dell’Ernia, Ait Kaj. All.
Cavriani.
2-2
Alessandria
Il Corriere delle Province
15
Lunedì 14 aprile 2014
Allievi
GIOVANILI
Regionali E
17ª giornata
ACQUI - DERTHONA
MOREVILLA - OVADA
V.MONDOVÌ - CHISOLA
VALENZANA MADO - OLMO
HA RIPOSATO: ASCA
0-1
6-1
2-3
7-2
Classifica
CHISOLA
VALENZANA M.
DERTHONA
V.MONDOVÌ
ASCA
ACQUI
OLMO
MOREVILLA
OVADA
Pt
43
31
31
30
23
22
9
8
1
G
16
15
15
15
15
15
15
15
15
V
14
10
10
9
7
7
3
2
0
N
1
1
1
3
2
1
0
2
1
P
1
4
4
3
6
7
12
11
14
F
52
51
37
34
26
23
16
11
7
S
9
21
14
20
24
17
40
44
68
Prossimo turno
ASCA - VALENZANA MADO
DERTHONA - MOREVILLA
OLMO - ACQUI
OVADA - V.MONDOVÌ
RIPOSA: CHISOLA
Regionali F
17ª giornata
ATLETICO TORINO - N.HESPERIA
CHIERI - ALBESE
CUNEO - VILLASTELLONE
FOSSANO - NOVESE
HA RIPOSATO: PEDONA
5-1
6-0
3-0
6-0
Classifica
CHIERI
A. TORINO
FOSSANO
NOVESE
VILLASTELLONE
PEDONA
N.HESPERIA
ALBESE
CUNEO (FC) 36
Pt
37
24
22
19
16
16
14
1
G
13
13
14
14
13
13
13
13
V
12
7
6
6
4
5
3
0
N
1
3
4
1
4
1
5
1
P
0
3
4
7
5
7
5
12
F
38
23
26
21
13
17
17
2
S
6
11
12
21
13
20
23
51
REGIONALI GIR. E UÊ"“œÊÌÀ>ۜÌœÊ`>ˆÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊ/>«œ]ʈÊvÀ>ÌiˆÊi˜˜>À`œÊܘœÊˆÊÌÀ>ÃVˆ˜>̜Àˆ
6>i˜â>˜>Ê`>Ê*1,
Valenzana Mado
Olmo
7
2
MARCATORI: pt 7’ Mullici, 9’ Serra, 17’
F. Bennardo, 25’, 40’ D. Bennardo; st
9’ Pizzo, 36’ Zerbo, 37’ Bertaina, 42’
Muzio
VALENZANA MADO (4-3-3): Baralis 7; Barbera 6.5; Bruni 6.5 (10’ st Dianin
6.5); Cerrina 6.5; Chiarlo 7; Gramaglia 6.5; Mullici 6.5 (20’ st Illario 6.5);
Pizzo 7 (17’ st Zerbo 6.5); F. Bennardo 6.5 (15’ st Muzio 6.5); Deleani
6.5; D. Bennardo 7.5 (st 15’ Aguggia
6.5). A disp.: Dianin; Zerbo; Muzio;
Aguggia; Illario. All.: Talpo.
OLMO (4-3-1-2): Melzi 5.5; Leotta 6 (3’
st Dembele 6); F. Nasta 6; Vitucci
5.5; Bertoglio 6; Artusio 5.5; Serra
6.5; Dutto 6; Gallo 6 (16’ st Stanciu
6); Simone 6 (6’ st Bertaina 6.5); I.
Nasta 6. A disp.: Mercurio, Bertaina;
Stanciu; Dembele. All. Leotta.
ARBITRO: Licenji di Casale Monferrato 6.5.
NOTE: Deleani sbaglia un rigore al
20’ pt. Ammoniti F. Nasta, Artusio.
Recupero: st 4’.
Prossimo turno
ALBESE - PEDONA
N.HESPERIA - CHIERI
NOVESE - CUNEO
VILLASTELLONE - ATLETICO TORINO
RIPOSA: FOSSANO
SALE-CASTELNOVESE
17ª giornata
ASTI - CASTELLAZZO
ATL.ROERO - ALESSANDRIA
G.CENTALLO - BUSCA
SG.CHIERI - CHERASCHESE
HA RIPOSATO: PINEROLO
3-0
2-2
1-3
5-0
Classifica
V
10
10
8
8
7
3
1
1
N
1
0
0
0
2
2
3
2
P
2
3
5
5
5
8
9
11
F
31
38
31
21
25
13
8
15
S
10
12
22
16
22
23
38
39
Prossimo turno
ALESSANDRIA - ASTI
BUSCA - ATL.ROERO
CHERASCHESE - G.CENTALLO
PINEROLO - SG.CHIERI
RIPOSA: CASTELLAZZO
Asti
15ª giornata
CANELLI-MARENTINESE
2-0
BUTTIGLIERESE-PRO VILLAFRANCA
3-2
BISTAGNO V.B.-SAN DOMENICO
0-1
TORRETTA-S. G. RIVA
2-3
HA RIPOSATO: MONTIGLIO MONFERRATO
Classifica
CANELLI
MARENTINESE
BUTTIGLIERESE
SAN DOMENICO
MONTIGLIO
BISTAGNO V.B.
P. VILLAFRANCA
S. G. RIVA
TORRETTA
Pt
34
29
28
21
18
17
13
12
1
G
13
13
14
14
13
13
13
14
13
V
11
9
9
6
6
5
4
3
0
N
1
2
1
3
0
2
1
3
1
P
1
2
4
5
7
6
8
8
12
G
oleada degli Allievi della
Valenzana Mado, che in
casa contro l’Olmo vincono, con un netto 7-2, una partita facile sulla carta e che, infatti, non crea alcuna difficoltà alla
squadra di Mister Talpo.
Nel primo tempo, giocato quasi
ad una porta sola, i valenzani
dimostrano fin da subito la propria superiorità, andando a segno dopo soli 7 minuti con
Mullici. Dopo appena 2 minuti,
però, gli ospiti pareggiano grazie alla rete di Serra, riequilibrando momentaneamente il
match. Passano meno di 10 minuti, infatti, e la Valenzana si riporta subito in vantaggio con
un gol di Bennardo F., che dà il
via all’assalto valenzano. Il resto
della prima frazione viene infatti letteralmente dominato dai
ragazzi di Mister Talpa che, dopo aver sprecato un calcio di rigore, sbagliato da Deleani, blindano la partita con una doppietta di Bennardo D., a segno al 25’
e al 40’. E la musica non cambia nella seconda frazione di
gioco, con la Valenzana assolutamente padrona del campo e
molto brava a gestire il vantaggio. Al 9’, i padroni di casa si
portano sul 5-1 sfruttando un
calcio d’angolo ben finalizzato
da Pizzo, che va nuovamente in
rete dopo il bellissimo gol dalla
lunga distanza segnato nell’importante sfida di domenica
scorsa contro il Derthona. Al
minuto 13’, Bennardo F. si rende pericoloso in area avversaria,
non riuscendo però a sfruttare
una precisa verticalizzazione
del fratello Bennardo D. La partita continua comunque a svolgersi nella metà campo dell’Olmo e, al 36’, Zerbo porta la propria squadra sul 6-1, comportandosi come una vera punta e
valorizzando nel migliore dei
modi una respinta del portiere
avversario sul tiro di Illario. Ma
passano solo 60 secondi e l’Olmo riesce a segnare il secondo
gol della partita, più per demerito della difesa valenzana, colpevole di aver lasciato libero
Bertaina di tirare indisturbato
dall’area piccola. Ma la Valenzana riprende subito il suo tour de
force nella metà campo avversaria e, al 40’, si rende pericolosa con una bell’azione sulla fascia sinistra di Illario, che una
volta entrato in area serve Aguggia, che tira di poco alto sopra
la traversa. Al 41’, la squadra
cuneese impegna seriamente il
portiere valenzano per la prima
volta, che si fa però trovare
pronto e anticipa Serra con
un’ottima scelta di tempo. La
partita si conclude con la settima marcatura per la formazione di casa, complice un errore
del portiere dell’Olmo Melzi,
che su un lancio dalla trequarti
si lascia ingenuamente scavalcare dal pallone, che Muzio non
deve far altro che appoggiare
sul fondo della rete. Un’altra vittoria, quindi, per la Valenzana
Mado, che dimostra l’ottima
momento di forma e si appresta
a chiudere il campionato regionale nel migliore di modi, nelle
zone più alte della classifica.
Alessandria A
“
Le condizioni non
erano semplici e
non era facile
giocare con questo
cambio di temperatura a
soli 3 giorni di distanza
dalla partita col Derthona.
La prestazione è stata
soddisfacente e questa
partita ha sottolineato il
fatto che i ragazzi stanno
attraversando un ottimo
momento per quanto
riguarda la loro
condizione sia fisica che
mentale. La squadra riesce
infatti a proporre e
realizzare delle buone
trame di gioco, tirando
fuori aspetti molto
interessanti. Stiamo per
concludere una stagione
davvero positiva sotto
tutti i punti di vista e
credo infatti che ciò che
stiamo vivendo sia il
premio per il bel
campionato che abbiamo
fatto, per la continuità e la
voglia di fare bene che i
ragazzi hanno sempre
dimostrato in campo e
per tutto ciò che abbiamo
realizzato fino a questo
momento
Talpo, allenatore Valenzana Mado
LE ALTRE GARE DI ALLIEVI PROVINCIALI UÊ>Ê>ۈiÃiÊVœ˜Ãœˆ`>ʈÊ«Àœ«ÀˆœÊ«Àˆ“>̜]ÊLi˜iʏ½ÕÀœÀ>
Regionali G
Pt G
PINEROLO
31 13
G.CENTALLO
30 13
SG.CHIERI
24 13
BUSCA
24 13
ASTI
23 14
CHERASCHESE 11 13
ATL.ROERO
6 13
CASTELLAZZO 5 14
ALESSANDRIA (FC) 33
Valenza (Al)
Mattia Stango
F
59
43
45
22
22
19
33
15
12
S
12
23
25
18
26
17
31
38
80
Prossimo turno
S. G. RIVA-BISTAGNO V.B.
MONTIGLIO MONFERRATO-BUTTIGLIERESE
PRO VILLAFRANCA-CANELLI
MARENTINESE-TORRETTA
RIPOSA: SAN DOMENICO
2-1
MARCATORI: st 11’ Schiavino, 19’ Bonavida, 34’ Schiavino.
SALE: Siligardi, Comasco, Bazzan, Traverso, Guida, Casarollo, Monastero,
Garbarino (28’ pt Della Porta), Pani,
Schiavino, Giannini. All. Adamo.
CASTELNOVESE CASTELNUOVO: Antico, Daglio (13’ st Minerva), Cavallero, Palella
(1’ st Ciullo), Pelizzari, Sacchi, Mogni
(21’ st Sallaj), Bonavida, Gavio, Serafino, Lagomarsino. All. Gatti.
AURORA-LA SORGENTE
2-1
MARCATORI: pt 6’ N. Gandi; st 4’ Zago,
23’ Balla.
AURORA: Linza, Laim, M. Gandi, Kabsi,
Simonetti, Abbari (21’ st Crimò), Mutton (5’ st J. Gandi), Perna (5’ st Latorre), Zago (21’ st Tanouti)), N. Gandi,
Guerra. All. Delfino.
LA SORGENTE: Cravarezza, Battaglia, Ferrato, Smario, Mazzoleni, Quaglia, Garbarini (1’ st Carta), Colombini (1’ st
Dotto), Gianfranchi, Prigione, Balla.
All. Seminara.
FORTITUDO-VIRTUS JUNIOR
2-0
MONFERRATO-LG TRINO
0-2
SALE-CASTELNOVESE
2-1
Classifica
Pt G V N P F S
L.G. TRINO
30 12 10 0 2 33 13
FORTITUDO F.O. 24 12 7 3 2 28 11
AURORACALCIO 23 12 7 2 3 30 12
CASTELNOVESE 18 12 5 3 4 20 19
SALE
13 12 4 1 7 13 34
VIRTUS JUNIOR
7 12 2 1 9 16 37
MONFERRATO
6 12 2 0 10 16 30
Verdetto
CAMPIONE: L.G.TRINO
Alessandria B
GAVIESE-TIGER NOVI
7-1
AURORA-LA SORGENTE
2-1
G3 REAL NOVI-ARQUATESE
0-1
Classifica
Pt G V N P F S
GAVIESE
34 14 11 1 2 49 10
ARQUATESE
27 12 8 3 1 33 13
LIBARNA
23 11 7 2 2 35 12
G3 REAL NOVI
21 14 7 0 7 37 27
VALLI BORBERA 17 13 5 2 6 24 26
GAVIESE-LA SORGENTE
7-1
MARCATORI: pt 11’ Affuso (G), 18’ Mihali
(G), 22’ A. Basso (G), 33’ Kamischki (G);
st 22’ Iancu (G), 23’ Carrea (G), 30’
Mihali (G), 36’ Vano (T).
G3 REAL NOVI-ARQUATESE
0-1
MARCATORE: st 21’ Trucco
G3 REAL NOVI: Consentino, Addolorato,
De Maestri, Vrioni, Balliu, Merlano, Caiati, Giambrone, Massa, Carbone, Passarella. All. Armento.
ARQUATESE: Rodella, Massone, Ricci, Laneve, Marauda, Stranieri, Colombara,
Trucco, Torre, Cecchetto, Mazzaccaro.
All. Bollettieri.
AURORA
15 12 5 0 7 20 28
LA SORGENTE
15 14 5 0 9 26 32
TIGER NOVI
0 14 0 0 14 9 85
Verdetto
CAMPIONE: GAVIESE
Ancora da disputare
REAL NOVI-GAVIESE
AURORA-VALLI BORBERA
LIBARNA-VALLI BORBERA
LE ALTRE GARE DI ALLIEVI REGIONALI UʏÊiÀ̅œ˜>ʘœ˜Ê“œ>ÊiÊۈ˜Viʈ˜ÊV>Ã>Ê`i½VµÕˆ\Ê`iVˆ`iʈ}˜>VVœ
ATL.ROERO-ALESSANDRIA
2-2
MARCATORI: pt 11’ Carlomagno, 34’ Bertucci, 40’ Pezzuto; st 17’ st Battaglino.
ATL.ROERO: Grasso, Scanavino, Battaglino, Vico (9’ st Berardi), Fiorengo, Ursache (20’ st Nieddu), Perzihlla, Cardino,
Del Mondo (13’ st Bertero), Pezzuto,
Veglio (25’ st Bellanti). A disp. D’Agosto. All. Martino.
ALESSANDRIA: Viscido, Bonzano, Romano (13’ st Pillonca), Crispoltoni, Lagrasta, Salaniti (28’ st Piromalli), Carlomagno (6’ st Cocchi), Gonella, Bertucci,
Spriano, Bronchi (17’ st Gatti). A disp.
Barbato, Viscomi, Bianchi. All. Ferrarese.
FOSSANO-NOVESE
6-0
MARCATORI: 10’ A.Degano, 20’ rig. Paschetta; st 15’ A. Degano, 20’ Brondino, 30’ Brondino, 35’ Brondino.
FOSSANO: Ariu (10’ st Curti), Tavella, Dalmasso (1’ st Audisio), Audetto, Gazzera, F. Olivero (20’ st Ansaldi), Brondino,
Riorda (20’ st Arduino), A. Degano (20’
st Barra), Paschetta, Roccia (20’ st Beccaria). All. Brizio.
NOVESE: Ghio (20’ st T. Traverso), Mema
(20’ st Della Latta), F. Traverso (15’ st
Bruni), La Piana (3’ st Arzenton), Malvicini, Branca, Bisio (10’ st Milanese),
Ravera, Poggio, Giaccone, Del Pellaro
(35’ st Vidori). All. Magrì.
ACQUI-DERTHONA
0-1
MARCATORE: pt 35’ Mignacco.
ACQUI: Zarri (11’ st Roffredo), Barisone
Lorenzo, Martinetti, Pollarolo (7’ st
Giuso), F. Bosio (1’ st Gatti), Moretti (1’
st Cambiaso), L. Bosio (1’ st Nani), Minetti (9’ st Rizzo), La Rocca, Pelizzaro,
Barisone Luca (9’ st Cocco). All. Bobbio.
DERTHONA: De Rosa, Kalenyuk, Vitagliano, Lejthija, Mignacco, Andriolo (21’ st
Zamaku), Bertuca, Repetto, Mutti (15’
st Moscatiello), Ghidini, Morando (39’
Bergo). A Disp. Calabrese, Sorteni, Madorini. All. Ricci.
NOTE: Espulso Bobbio (19’ st).
ASTI-CASTELLAZZO
MOREVILLA-OVADA
3-0
MARCATORI: 5’ Cusumano, 16’ rig. Carelli,
27’ st Sulaj.
ASTI: Mansourj, Carelli, Menescalco
(10’ st Burbello), Genta, Rossi (15’ st
Paracchino), Baracco, Cusumano,
Mecca, Iachello (1’ st Labate), Porazza,
Panico (20’ st Sulaj). All. Ravizzoni.
CASTELLAZZO: Pinto, Borgoglio (22’ st De
Marco), Ministru (10’ st Garofalo), Robiglio (20’ st Mussi), Alb, Perfumo,
Santoro (15’ st Ottria), Roagna, De Simone Andreas, Barbieri (15’ st Soriano), Gandino. All. Moiso.
6-1
MARCATORI: pt 20’ Grasso, 25’ Vottero; st
5’ Vottero, 10’ Di Glaudi, 15’ rig. Ferrero, 20’ Cerato, 40’ Tine Silva.
MOREVILLA: Ferrero (30’ st Luciano), Sola (1’ st Brontu), Vottero, Rossa, Druetta (9’ st Saulea), Rinaudo (7’ st Cerato),
Santa (5’ st Di Glaudi), Cappa (10’ st
Santa), Grasso, Vaschetto, Allisio (1’ st
Vaglienti). All. Cappa.
OVADA: Cremon, Costarelli, Ravera Leonardo, Provenzano, Aguilar, Parodi,
Nabyl, Manzini, Tine Silva, Arata, Chindris. All. Ajjor.
+23
La differenza reti
all’attivo del
Derthona
ARQUATESE-LIBARNA
AURORA-ARQUATESE
16
Lunedì 14 aprile 2014
Allievi fB
Il Corriere delle Province Alessandria
GIOVANILI
REGIONALI UÊ-i˜â>ʜLLˆ}…ˆÊ`ˆÊV>ÃÈvˆV>Ê>ÀÀˆÛ>Ê՘Ê}À>˜`iÊÃÕVViÃÜÊVœ˜ÌÀœÊˆÊ
…ˆiÀˆ
Regionali D
17ª giornata
BACIGALUPO - PISCINESE RIVA
BRA - ACQUI
10-0
4-3
CHIERI - NOVESE
2-4
DERTONA - CHERASCHESE
0-0
SG.CHIERI - PINEROLO
0-1
Classifica
Pt G V N P F S
BACIGALUPO
43 15 14 1 0 56 7
CHIERI
30 15 9 3 3 28 15
ACQUI
28 15 9 1 5 32 16
CHERASCHESE
22 15 6 4 5 31 23
SG.CHIERI
19 15 5 4 6 20 29
NOVESE
18 16 5 3 8 22 31
PINEROLO
16 15 4 4 7 19 27
DERTONA
13 15 3 4 8 24 38
PISCINESE RIVA
2 15 0 2 13 3 49
BRA (FC) 38
Prossimo turno
ACQUI - DERTONA
CHERASCHESE - SG.CHIERI
NOVESE - BRA
PINEROLO - BACIGALUPO
PISCINESE RIVA - CHIERI
Alessandria
15ª giornata
DON BOSCO AL-CANELLI
0-1
ARQUATESE-DERTHONA
1-8
CASTELLAZZO-EUROPABEVINGROS
2-1
X FIVE SPINETTA-VALENZANA
4-0
1",Ê œÛiÃi
Chieri
Novese
2
4
MARCATORI: pt 3’ Zanda, 23’ Di Donna, 39’ Napolitano; st 17’ Pasquali,
31’ Cignetti, 36’ Di Donna.
CHIERI (4-2-3-1): Baroccu 6; Aucello 5,
Cozzo 4.5, Canta 5.5, Sacco 5; Lovato 5 (9’ st Penna 6), Guarise 5.5 (13’
st Molina 5.5); Caristo 5.5 (27’ st Petraglia ng), Maci 5 (32’ st Murra),
Lattarico 5 (18’ st Cignetti 6); Zanda
6. All. De Martini.
NOVESE (4-4-1-1): Moro 7; Patria 6.5,
Muhametaj 6.5, Napolitano 7, Pizzorno 6.5; Pasquali 7 (23’ st Ghinello 6.5), Gemma 6.5 (30’ st Mallack
5), Lenzi 7, Di Donna 8; Mundula
7.5; M. Caruso 7.5. All. Nicorelli.
ARBITRO: Ruggieri di Torino 6.5.
NOTE: Espulso Mallak (43’ st) per
comportamento non regolamentare. Ammoniti Cozzo e Petraglia,
Pizzorno. Recupero: pt 1’; st 4’.
HA RIPOSATO: ASCA
Classifica
Pt G V N P F S
DERTHONA
37 13 12 1 0 74 5
ASCA
23 11 7 2 2 30 10
X FIVE SPINETTA 23 12 7 2 3 35 25
VALENZANA
18 11 6 0 5 20 18
CASTELLAZZO
12 11 4 0 7 15 40
ARQUATESE
12 11 4 0 7 19 44
EUROPA BEV.
7 11 2 1 8 15 30
DON BOSCO AL
0 10 0 0 10 7 43
Prossimo turno
CANELLI-ARQUATESE
VALENZANA-CASTELLAZZO
EUROPABEVINGROS-DON BOSCO AL
Chieri (To)
Paolo Montone
U
na Novese incerottata
(con soli 13 giocatori in
distinta) e caparbia (vende cara la pelle, nonostante non
abbia più obiettivi di classifica)
sbanca, contro ogni pronostico,
il campo della ben più quotata
Chieri, al termine di un match
che i biancocelesti guidati da Nicorelli hanno dominato sotto
l’aspetto della personalità e, soprattutto, dal punto di vista
dell’organizzazione di gioco.
ASCA-X FIVE SPINETTA
RIPOSA: DERTHONA
Asti
13ª giornata
CANELLI-COLLINE ALFIERI
2-0
S.G. RIVA-COSTIGLIOLE
0-5
SAN DOMENICO SAVIO R.-LEO CHIERI
1-3
HA RIPOSATO: CASSINE
Classifica
Pt G V N P F S
CANELLI
33 13 11 0 2 54 7
COSTIGLIOLE
30 13 10 0 3 35 17
COLLINE ALFIERI 29 13 9 2 2 52 11
CASSINE
26 12 8 2 2 37 13
LEO CHIERI
12 12 4 0 8 20 34
SAN DOMENICO 9 13 3 0 10 15 46
FELIZZANOLIMPIA 6 11 2 0 9 8 33
S.G. RIVA
3 13 1 0 12 6 66
Prossimo turno
COSTIGLIOLE-CANELLI
CASSINE-SAN DOMENICO SAVIO R.
LEO CHIERI-S.G. RIVA
RIPOSA: COLLINE ALFIERI
Vercelli
14ª giornata
5-0
RIVER SESIA - CANADÀ
4-0
SANTHIÀ - ALICESE
6-0
HA RIPOSATO: ORIZZONTI UTD
Classifica
Pt G V N P F S
J.PONTESTURA
31 12 10 1 1 35 6
SANTHIÀ
30 12 9 3 0 44 10
PIEMONTE SP.
19 12 6 1 5 19 17
RIVER SESIA
17 12 5 2 5 21 15
ORIZZONTI UTD 16 12 5 1 6 18 16
ALICESE
8 12 2 2 8 9 31
CANADÀ
0 12 0 0 12 8 59
CAMPIONE: J.PONTESTURA
I gol subiti dalla
Novese nelle ultime
2 gare
da a Di Donna. Ma è solo
una questione di minuti,
perché il gol ospite è
nell’aria ed al 39’ arriva come una sentenza già scritta:
a firmarlo è Napolitano che
trova il pertugio giusto sugli
sviluppi di un d’angolo e
manda tutti al riposo. Ad
inizio ripresa subito una
clamorosa occasione per i
ragazzi De Martini: Caristo
va via a sinistra e serve in
mezzo Zanda che conclude
incredibilmente sulla parte
superiore della traversa un
calcio di rigore in movimento. Un indizio che per la
compagine chierese non è
giornata e la riprova arriva
al 17’, quando Pasquali finalizza in rete la più classica
delle azioni di rimessa. Il
gol dell’1-3 chiude virtualmente i conti, anche se al
31’ il neo entrato Cignetti
prova a riaccendere le speranze dei suoi, subito spente, però, da Di Donna che
cala il poker e mette la parola fine alla contesa, anche
perché negli ultimi minuti è
Moro a chiudere la propria
porta in faccia ai tentativi di
Molina e Cignetti.
La formazione del Derthona sconfitta dal Bra
LE ALTRE GARE
REGIONALI
PROVINCIALI
4-3
BRA-ACQUI
MARCATORI: pt 12’ Laaroussi, 15’ Fogliero, 22’ Sarda, 26’ E. Benabid; st 5’ Palali,
21’ Palali, 38’ Burgio.
BRA: Pagliano, Passone, La Sala, Burgio, Shkoza, Ferrero (1’ st Palali), Asselle (1’
st Tibaldi), Luka (20’ st Cirio), Gerbino, Balocco (30’ st Ndoja), Fogliero. All. Botto.
ACQUI: Nobile (35’ st L. Benabid), Stangl, Montorro, Acossi, Ratto, Ionesi (24’ st
Tuluc), E. Benabid, Sarda, Cortesogno (24’ st Bouinani), Ravina, Laaroussi. All.
Marengo.
0-0
DERTONA C.G.-CHERASCHESE
J.PONTESTURA - PIEMONTE SPORT
Verdetto
5
Bocciatura senza appello
per la formazione di De
Martini che s’illude con il
subitaneo vantaggio, ma poi
non riesce ad imporre il
proprio gioco, esce inesorabilmente sconfitta e, al tirar
delle somme, rischia di
compromettere il proprio
cammino verso le fasi finali.
Eppure, nei primi scampoli
di gara, i padroni di casa
sembravano poter controllare con discreta facilità le
operazioni e condurre in
porto la vittoria. Al 3’ un
lancio dalle retrovie prende
in contropiede la retroguardia ospite, favorendo la discesa in solitaria di Zanda
che, arrivato al limite
dell’area, lascia partire un
gran sinistro che s’insacca
all’incrocio dei pali con Moro inutilmente proteso in
volo. Sembra il segnale che
per il Chieri sarà un pomeriggio facile e della resa incondizionata della squadra
rivale. La Novese, invece,
col passare dei minuti ritrova tempi e distanze, affidandosi dapprima alle sortite
personali di un Matteo Caruso incontenibile, e poi ad
una manovra corale che ben
presto mette alle corde l’undici locale. Il terminale offensivo alessandrino va vicino al gol due volte nel giro
di pochi minuti: al 10’ la sua
azione di sfondamento è
conclusa con un destro alto
da ottima posizione, mentre
al 19’ è l’estremo difensore
chierese Baroccu a negargli
il gol con una gran parata,
dopo che l’attaccante si era
bevuto mezza difesa ed aveva concluso con il sinistro a
botta sicura. Opportunità
che fanno da preludio al gol
del pari, siglato al 23’ da Di
Donna, il quale gonfia la rete con un calcio di punizione imprendibile per Baroccu, che riesce solo a toccare
la sfera senza impedire che
si infili sotto il sette. Il Chieri accusa il colpo e non riesce a riprendere il centro
del ring, così al 34’ per poco
non subisce il sorpasso della
Novese, grazie ad un altro
intervento provvidenziale di
Baroccu che sbarra la stra-
DERTONA: Ghisolfi (1’ st Filograno), Santamaria (10’ st Pappalardo), Contardi,
Spezia, Mogni, Charfi, Meetz, Garzone, Elefante (1’ st Gugliada), Lugano, Arata
(20’ st Cosola). All. Mogni.
CHERASCHESE: Giustiniani, Costamagna, Mascarello (30’ Taricco), Ndoci (1’ st
Colombano), Berardo, Rainero (24’ st Oberto Tommaso), Oberto Mattia (29’
st Nutta), Mazzucco, Mellano (19’ st Musso), Rosso, Chagas (1’ st Dogliani). All.
Cannistraro.
NOTE: espulso Filograno (30’ st).
2
I punti di distanza tra Chieri
e Acqui a una giornata
dal termine
CASTELLAZZO-EUROPA BEV.
2-1
MARCATORI: pt 14’ Shtembari, 38’ Penna; st 21’ De Marco rig.
CASTELLAZZO: Pinto, Garofalo (13’ st Pala), Leone (6’ st Corso), Bigatti, Cavelli,
Mussi, Shtembari, Maranzana, Armano, N. De Marco, Cremon (20’ st Forte). All. Moiso.
EUROPA BEVINGROS ELEVEN: Guasco, Romeo, Hoxha, Nastasi, Aanas, Generoso, Jafry, Abelfatah, Abdul, Penna, Orkjiji. All. Venticinque.
X FIVE SPINETTA-VALENZANA M. 4-0
MARCATORI: pt 20’ G. Axinia, 34’ Qosja; st
8’ e 15’ G. Axinia.
X FIVE SPINETTA: F. Axinia, Mare, Bonsignore, Mitev, Lumia, Birbiglia, Zanda,
Lazzaro, Omran, Qosja, G. Axinia. All.
Lo Curcio.
VALENZANA MADO: Poggi, Campagnolo,
Cargnin (20’ st Mollisi), Milazzo, Moroni (20’ st Gega), D. Marchisotti, Montella (1’ st Belkaid), R. Marchisotti, Pallavidino, Beltrame (6’ st Carlassara),
Azizi (6’ st Voschion). All. Maccarini.
Novese
Moro 7 Nulla può sui due gol, per
il resto è sempre vigile.
Patria 6.5 Sentinella in fascia.
Muhametaj 6.5 Tempestivo nelle
chiusure.
Napolitano 7 Guida la difesa con
autorevolezza e trova anche il
gol.
Pizzorno 6.5 Se Di Donna può
far male sulla sinistra è anche
perché c’è lui a coprigli le spalle.
Importante per la squadra.
Pasquali 7 Un inserimento sul
gol del 3-1 da talento puro.
Ghinello 6.5 Non fa mancare il
suo apporto.
Gemma 6.5 Lascia suonare l’arpa
agli altri, lui fa legna.
Mallack 5 Gioca pochi minuti
ma riesce addirittura a rimediare
un’espulsione.
Lenzi 7 Cuore e grinta al servizio
della squadra.
Di Donna 8 Due gol, ma anche
una spina nel fianco per il Chieri.
Mundula 7.5 Gioca tra le linee e
sale in cattedra con assist illuminanti.
M. Caruso 7.5 Un vero incubo
per la difesa rivale: lui la sfianca, i
compagni la mandano al tappeto.
“
Arrivare qui a
Chieri con 13
ragazzi contati e
disputare una partita così
esaltante e contro una
squadra che si sta
giocando la qualificazione,
non può che essere
motivo di soddisfazione.
Partivamo con molte
paure, ma le abbiamo
scacciate tutte. Abbiamo
intrapreso la strada giusta,
forse con un po’ di ritardo
abbiamo trovato la nostra
dimensione e siamo
finalmente in grado di
giocare con un certo tipo
di atteggiamento.
Possiamo confrontarci alla
pari contro chiunque e
gettare le basi per
costruire un gruppo in
grado di essere
protagonista nel prossimo
campionato
Nicorelli, allenatore Novese
Alessandria
Il Corriere delle Province
17
Lunedì 14 aprile 2014
Giovanissimi
GIOVANILI
Regionali D
REGIONALI UÊ>Ê6>i˜â>˜>Ê>`œÊ«iÀ`iÊi`ÊmÊv՜ÀˆÊ`>ˆÊ}ˆœV…ˆÊ“>ÊÀiÃÌ>ʏ>ÊVœ˜Ã>«iۜiââ>Ê`ˆÊ՘½ÊœÌ̈“>ÊÃÌ>}ˆœ˜i
17ª giornata
ACCADEMIA ALBA - FOSSANO
BACIGALUPO - VALENZANA MADO
LA SORGENTE - VALCHISONE
PINEROLO - SALUZZO
HA RIPOSATO: ACQUI
1-3
5-2
0-4
2-1
Classifica
Pt
FOSSANO
37
BACIGALUPO
32
PINEROLO
32
SALUZZO
26
VALENZANA M. 25
VALCHISONE
24
ACC. ALBA
13
ACQUI
10
LA SORGENTE
0
G
16
15
15
15
15
15
15
15
15
V
12
10
10
8
8
8
4
3
0
N
1
2
2
2
1
0
1
1
0
P
3
3
3
5
6
7
10
11
15
F
47
41
40
27
42
26
14
22
6
S
16
16
23
21
32
21
25
47
64
Prossimo turno
ACQUI - BACIGALUPO
SALUZZO - ACCADEMIA ALBA
VALCHISONE - PINEROLO
VALENZANA MADO - LA SORGENTE
RIPOSA: FOSSANO
Regionali E
17ª giornata
BRA - CARMAGNOLA
CHISOLA - ASTI
CORNELIANO - OVADA
J.PONTESTURA - BOVES MDG
HA RIPOSATO: ATLETICO GABETTO
1-1
3-2
2-1
1-5
ˆVV…ˆiÀiʓiââœÊ«ˆi˜œ
Bacigalupo
Valenzana Mado
5
2
MARCATORI: pt 18’ Savino, 27’ Palumbo, 30’ Ramondo; st 19’ Piccinino,
26’ Raselli, 30’ e 35’ Ramondo.
BACIGALUPO (4-3-3): D’Amelio 6.5; De
Giorgio 6 (5’ st Biamono 6.5), Piccinino 7.5, Veiluva 6.5, Ghirardi 6.5
(19’ st Bennati ng); Ferrero 7.5, Cento 6.5 (20’ st Bruno ng), Ramondo
8.5; Palumbo 7 (20’ st Nappi 6), Villardita 7 (12’ st Grosso 6.5), Carrera
7 (12’ st Piccolo 6.5). A disp. Jarraf.
All. Carpignano.
VALENZANA MADO (4-5-1): Travaini 5.5
(36’ st Nocito ng); Scalia 6.5 (24’ st
Melluccio ng), Oleati 5.5 (1’ st Valerini 5.5), Cappellini 6.5 (10’ st Raselli
7.5), Cicciariello 6.5 (24’ st Zangara
ng); Aviotti 6.5, Bocchio 6.5, Valeri 6
(30’ st Pezzotta ng), Savino 7.5 (26’
st Loja ng), Tulosai 5.5; Mulas 6.5.
All. Tosi.
Classifica
Pt
CHISOLA
37
ASTI
30
ATL. GABETTO 24
BOVES MDG
20
CORNELIANO
15
J.PONTESTURA 10
OVADA
10
CARMAGNOLA 3
BRA (FC) 18
G
13
13
13
13
13
13
13
13
V
12
9
7
6
5
3
3
1
N
1
3
3
2
0
1
1
1
P
0
1
3
5
8
9
9
11
F
51
33
34
32
19
13
11
8
S
4
12
9
30
33
37
40
36
Prossimo turno
ASTI - CORNELIANO
BOVES MDG - CHISOLA
CARMAGNOLA - J.PONTESTURA
OVADA - ATLETICO GABETTO
RIPOSA: BRA
17ª giornata
COLLINE ALFIERI - ATLETICO TORINO
LIBARNA - SAN MAURO
OLMO - FORTITUDO
V.MONDOVÌ - CHIERI
HA RIPOSATO: G.CENTALLO
2-1
3-2
2-1
0-3
Classifica
G
15
15
16
15
15
15
15
15
15
V
14
8
9
6
6
6
4
3
2
N
1
4
1
3
2
1
2
3
3
P
0
3
6
6
7
8
9
9
10
F
33
22
30
20
15
17
22
19
18
S
8
11
20
22
17
25
25
37
31
Prossimo turno
ATLETICO TORINO - LIBARNA
CHIERI - G.CENTALLO
FORTITUDO - V.MONDOVÌ
SAN MAURO - OLMO
RIPOSA: COLLINE ALFIERI
T
orino amara per la Valenzana Mado che
sul sintetico di Via Bossoli viene sconfitta
con scarto di tre segnature dal Bacigalupo
e si vede costretta ad accantonare tutte le restanti
speranze di centrare la qualificazione alla fase finale.
Alcuni rimpianti per gli orafi che nelle ultime
uscite in campionato non sono riusciti nell’impresa di dare continuità ad una stagione comunque positiva in cui il gruppo è cresciuto in
modo costante settimana dopo settimana. Nel
capoluogo regionale hanno forse avuto la meglio i locali grazie soprattutto alle individualità
dei padroni di casa che sono stati abili nel chiudere tutti gli spazi a disposizione trovando il
successo grazie alla verve di Ramondo autore di
una triplette ed alcuni assist. La Valenzana Mado, in ogni caso, non lascia nulla di intentato e
nelle prime battute della sfida riesce nell’intento
di respingere gli attacchi di Villardita e compagnia per poi riproporsi con continuità nei sedici
metri finali avversari.
E la testardaggine
agonistica con cui
Savino recupera una
palla ormai morta
per poi infilarla
nell’angolino basso
(19’) denota la grandissima voglia della
formazione allenata
da Tosi. Il vantaggio
dei rouges in ogni caso rappresenta quasi
il morso della taran-
tola per il Bacigalupo che comincia a riprendere la gara con il passare dei minuti riproponendosi pericolosamente dalle parti di Travaini. Il
forte ospite scricchiola e crolla al 27’ quando
Palumbo raccoglie una corta respinta del portiere avversario per realizzare il punto del pareggio provvisorio. In chiusura di tempo Ramundo (impareggiabile anche sul profilo atletico) riceve da Palumbo e sigla il gol del vantaggio. Al cambio di campo Tosi ci prova richiamando Mulas sulla difensiva e lanciando Valerini sulla linea del centrocampo e la Valenzana
trae giovamento dall’innovazione tattica apportara. Le gambe, infatti, viaggiano meglio e la
porta difesa da D’Amelio non sembra poi così
lontana. Il gol di Piccinino pervenuto su contesto di calcio d’angolo, però, pare rappresentare
il tipico evento che spezza equilibri e gambe.
Quando però l’intero bottino pare già depositato nel forziere torinese ecco che Raselli si inventa un fantastico movimento verticale e, dal limite dell’area di rigore, sforna un tiro a giro che
ripaga ingresso al campo e caffè al bar. E’ la
benzina che infiamma il finale di gara? No in
quanto Ramondo è ancora in campo ed il suoi
due gol blindano il punteggio sul 5-2 finale. I
quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro
Femia, infatti, non regalano grandi emozioni se
non l’uscita del portiere Travaini per infortunio.
Punizione forse troppo importante per la Valenzana che non ha demeritato sotto il profilo
dell’impegno e che paga la giornata non propriamente felice di Tulosai. Le parole del tecnico Tosi: «Peccato perché abbiamo cercato di
giocarcela ed il Baci ha in questo momento
qualcosa in più rispetto a noi analizzando i singoli elementi. Mi sento di dire in ogni caso che
abbiamo vissuto un’ottima stagione».
PROVINCIALI GIRONE A UʽÃV>Ê«Ài˜`iʈÊÌÀiʫ՘̈ÊVœ˜ÌÀœÊ½ÕÀœ«>]Êv>˜˜œÊ`ˆÃVÕÌiÀiʏiÊ`iVˆÃˆœ˜ˆÊ>ÀLˆÌÀ>ˆÊ
6ˆ˜ViʈÊ˜iÀۜÈӜ
Asca
Europa
Regionali F
Pt
CHIERI
43
OLMO
28
COLLINE ALFIERI 28
LIBARNA
21
V.MONDOVÌ
20
SAN MAURO
19
ATL. TORINO
14
G.CENTALLO
12
FORTITUDO
9
Savino contrastato (foto Prisco)
Torino
Giovanni Dellavalle
2
1
MARCATORI: pt 18’ Bova, 33’ Maachour; st 12’ Hicham rig.
ASCA (3-5-2): Gatti 6; Berberi 6, Bovo
6.5, Sakhi 6; Bova 6.5, Vathi 5.5, Maachour 6.5, Hbilou 5, Bammou 6
(23’ st Malaj ng); Polato 5 (14’ st Nani 5.5), Sina 5. A disp. Pisani, Moncaglieri, Ibrahimi, Ottaviano. All.De
Luca.
EUROPA AL (4-4-2): Tiba 5; Giacchero
5.5, Oliveri 5, Russo 6, A.El Aoulani
6; Oukhssan 5 (8’ st N.Mino 5.5),
M.El Aoulani 6.5, Hicham 6, T.Mino
5; Parraga 5 (16’ st Tovati 5.5), Castelli 6.5. A disp. Grecoma. All.Russo.
ARBITRO: Bruschetti di Alessandria
4.
NOTE: ammoniti Vathi, Hicham.
Espulsi Bova (12’ st) per proteste e
Hicham (32’ st) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 3-1 per l’Asca. Recupero: pt 1’;
st 0’.
Alessandria
Nicholas Franceschetti
Minuto 12 del secondo tempo, l’Asca è in vantaggio 2-0 sull’Europa Bevingros, diretta rivale per la leadership del campionato. Il numero 11 arancionero, Hicham, si incunea in area
e cade senza essere sfiorato da nessuno. L’arbitro indica incredibilmente il dischetto ed
espelle per proteste Bova, autore del primo
gol. Possiamo partire da qui per raccontare
un incontro che ha lasciato pochissimo spazio al calcio giocato: tifosi indiavolati sugli
spalti, maxi-risse e atteggiamenti provocatori
tra i ventidue in campo, il tutto condito da
una direzione di gara assolutamente inadeguata. E chissà se il comitato arbitrale di
Alessandria rifletterà sulla folle scelta di assegnare una partita tanto delicata della categoria Giovanissimi ad un ragazzo poco esperto.
Eloquente il commento di Fabio Nobili, allenatore della prima squadra dell’Asca: «La colpa di tutta questa farsa non è da attribuire a
chi è stato designato, ma a chi decide per le
designazioni. La Lega dovrebbe farsi un esame di coscienza, la gente viene a vedere i propri figli per godere del bel calcio e tutto ciò
non è possibile per le gravi mancanze dei
suddetti signori».
Basti pensare che l’unica, saggia decisione del
disastroso fischietto è stata sancire la fine
delle ostilità senza concedere minuti di recu-
Alessandria A
15ª giornata
EUROPA AL-ASCA
MONFERRATO-AURORA
CASSINE-CASTELLAZZO
AURORACALCIO-FULVIUS 1908
HA RIPOSATO: CASTELNOVESE
1-2
6-0
2-0
2-2
Classifica
ASCA
CASTELNOVESE
CASSINE
EUROPA AL
MONFERRATO
AURORACALCIO
FULVIUS 1908
CASTELLAZZO
AURORA
Pt
34
31
29
28
20
18
4
3
1
G
14
13
14
14
13
12
12
12
12
V
11
10
9
9
6
5
1
1
0
N
1
1
2
1
2
3
1
0
1
P
2
2
3
4
5
4
10
11
11
F
37
39
41
50
21
21
8
5
3
S
9
8
8
8
11
24
45
29
83
Prossimo turno
CASTELLAZZO-AURORA
CASTELNOVESE-AURORACALCIO
CASSINE-EUROPA AL
FULVIUS 1908-MONFERRATO
RIPOSA: ASCA
Alessandria B
15ª giornata
DERTHONA-AO S.BERNARDINO
VIRTUS JUNIOR-GAVIESE
G3 REAL NOVI-NOVESE
TORTONA-VALLI BORBERA SCR.
HA RIPOSATO:TIGER NOVI
10-0
0-4
3-1
7-1
Classifica
Pt G
DERTHONA
37 14
NOVESE
34 14
TORTONA
30 13
VALLI BORBERA 22 13
G3 REAL NOVI 19 13
GAVIESE
18 13
AO S.BERNARDINO10 13
TIGER NOVI
3 13
VIRTUS JUNIOR 0 12
V
12
11
10
7
6
5
3
1
0
N
1
1
0
1
1
3
1
0
0
P F S
1 81 3
2 115 9
3 51 10
5 43 35
6 37 27
5 50 29
9 22 74
12 10 115
12 8 115
Prossimo turno
pero. Magra consolazione. Dopo questo incipit polemico ma doveroso, passiamo in rassegna le fasi salienti del 2-1 con cui i gialloblu
allungano in classifica: primi 15’ abbastanza
noiosi, ravvivati solamente – per così dire –
da un destro violento di Sina deviato in corner da Tiba. I ragazzi di De Luca esultano al
18’ quando Bova pesca l’angolino con un diagonale perfetto per potenza e precisione.
Nell’Europa Bevingros l’unico a mettersi in
mostra è il centrocampista El Aoulani che
sfugge alla retroguardia e costringe Gatti alla
parata “stile Garella” (29’). Deludente la prestazione del gioiellino Oukhssan, buona tecnica ma troppa fragilità nei contrasti. Al 33’
raddoppio dell’Asca con una punizione da distanza siderale di Maachour che viene aiutato
dall’intervento maldestro di Tiba, per un’autorete goffa e senza scusanti. Si chiude così la
prima frazione. Nella ripresa gli ospiti perdono subito Oukhssan per un problema muscolare, dentro Nicholas Mino. Mister Russo prova a rivoluzionare l’assetto tattico spostando
Hicham in attacco e arretrando Parraga. Il
numero 9, abulico e spaesato, non riesce
ugualmente ad incidere e viene sostituito da
Tovati. Ci prova da lontano ancora El Aoulani
- ultimo ad arrendersi insieme al velocissimo
Castelli - ma Gatti blocca il suo fendente
mancino (10’). Due giri di lancette più tardi,
ecco il fattaccio di cui sopra. Nei restanti 23
minuti non è più calcio.
TIGER NOVI-DERTHONA
VALLI BORBERA SCR.-G3 REAL NOVI
GAVIESE-TORTONA
AO S.BERNARDINO-VIRTUS JUNIOR
RIPOSA: NOVESE
Asti
15ª giornata
FELIZZANOLIMPIA-ANNONESE
PRO VILLAFRANCA-ASTISPORT
VOLUNTAS-BISTAGNO
MEZZALUNA-PRO VALFENERA
HA RIPOSATO: SAN DOMENICO SAVIO R.
2-1
2-3
5-1
1-4
Classifica
Pt
VOLUNTAS
33
ASTISPORT
32
FELIZZANOLIMPIA 29
PRO VILLAFRANCA 28
PRO VALFENERA 23
SAN DOMENICO 19
ANNONESE
6
BISTAGNO
3
MEZZALUNA
0
G
14
14
13
12
15
13
12
12
13
V
11
10
9
9
7
6
2
1
0
N
0
2
2
1
2
1
0
0
0
P
3
2
2
2
6
6
10
11
13
F
44
74
60
42
29
30
15
10
10
S
14
14
15
14
39
26
24
69
99
Prossimo turno
BISTAGNO-FELIZZANOLIMPIA
ANNONESE-MEZZALUNA
PRO VALFENERA-PRO VILLAFRANCA
SAN DOMENICO SAVIO R.-VOLUNTAS
RIPOSA: ASTISPORT
GIOVANISSIMI REGIONALI
LA SORGENTE-VALCHISONE
0-4
MARCATORI: pt 5’ Sapere, 15’ Gastaut,
27’ Navone; st 32’ Sapere.
LA SORGENTE: Palma, Acton, Benzi, Colucci, Minelli, Servetti, Ivanov, Begu,
Vacca, Hisa, Ponzio (1’ st Amrami). All.
Colla.
VALCHISONE: Bugnone, Gana, Bellini, Navone, Gastaut, Richiardone, Mensa,
Bosco (1’ st Maio), Sapere, Pons, Ennasri. All. Di Pietro.
OLMO-FORTITUDO
2-1
MARCATORI: pt 21’ Boniello; st 9’ rig. Muratore, 20’ rig. Chiapello.
OLMO: Ouattara, Calandra (10’ st Xhani), Giordanengo, Giraudo, Magnaldi,
Armando, La Spina (15’ st Benso), Bertaina, Boniello, Chiapello, Gastaldi (25’
st Fikaj). A disp. Oggero, Vennettillo,
Simonetti. All. Pressenda.
FORTITUDO: Pagnotta, Mjora (20’ st Bazzan), Bissacco, Bonafè, Sologor, Isham
(15’ st Barbano), Lico, Esposito (10’ st
Baesse), Refosco, Muratore (14’ st
Alessandri), Mensi. A disp. Raimondo,
Pirrone. All. Montessoro.
J.PONTESTURA-BOVES MDG
1-5
MARCATORI: pt 3’ Tonita, 7’ Clerici, 9’ Marenchino, 15’ G. Dutto, 32’ rig. Doumbia; st 32’ G. Dutto.
J.PONTESTURA: Marotta, Conti, Arditi, Zanetto (10’ st Angeli), Spagnolo, Rattibondi, Gentilomo (15’ st Albano), Accornero (25’ st Ippolito), Clerici (20’ st
Olearo), Savallo (10’ st Audino), Bigotti. All. Sisti.
BOVES MDG: Bogetti, Pellegrino (1’ st Veglia), Guglielmino, Marenchino, Vercellone, Maina (12’ st Bernardi), G.
Dutto, Ghibaudo (10’ st Taravelli),
Oberti (1’ st Diop), Doumbia, Tonita
(5’ st Grosso). All. Bertaina.
LIBARNA-SAN MAURO
3-2
MARCATORI: pt 25’ Alaimo, 29’ Chinaglia;
st 6’ Alaimo, 12’ Robazza, 38’ Sebastiano.
LIBARNA: Barra (10’ st Pellegrino), Barbin, Bottaro (20’ st Gastaldo), Ecker,
De Vita, La Neve, Sebastiano, Polima,
Alaimo, Cino (20’ st Costanti), Meta. A
disp. Petrov, Pinazzi, Ferraro. All. Marletta.
SAN MAURO: Barbieri, Fuggetta (1’ st Antico), Giannoni (30’ st Betto), Fotia (25’
st Grandi), Nardacchione, Di Dedda,
Robazza, Battistella, Ferrero (25’ st Biglieri), Benedetto, Chinaglia. A disp.
Sciumè, Palumbi, Della Casa. All. Del
Sonno.
CORNELIANO-OVADA
2-1
MARCATORI: pt 23’ Oliveri; st 19’ Bajram,
20’ Coletti.
CORNELIANO: Baralis, Garau (10’ st Boggione), Iloschi, S. Casetta (25’ st Marsala), Balan, Bergolo, D’Alessio (6’ st
Bajram), Lazzara (25’ Arbrito), Oliveri
(12’ st E. Casetta), Bertola, Rebuffi. A
disp. Gatto, Della Selva. All. Casu.
OVADA: Bertania, Villa, Zanella, Bianchi,
Marchelli, Coletti, Borgatta (15’ st Giacobbe), Russo, Potomeanu, Trevisan,
Fracchetta (5’ st Benzi). A disp. Puppo,
Isola. All. Librizzi.
OLMO-FORTITUDO
2-1
MARCATORI: pt 21’ Boniello; st 9’ rig. Muratore, 20’ rig. Chiapello.
OLMO: Ouattara, Calandra (10’ st Xhani), Giordanengo, Giraudo, Magnaldi,
Armando, La Spina (15’ st Benso), Bertaina, Boniello, Chiapello, Gastaldi (25’
st Fikaj). A disp. Oggero, Vennettillo,
Simonetti. All. Pressenda.
FORTITUDO: Pagnotta, Mjora (20’ st Bazzan), Bissacco, Bonafè, Sologor, Isham
(15’ st Barbano), Lico, Esposito (10’ st
Baesse), Refosco, Muratore (14’ st
Alessandri), Mensi. A disp. Raimondo,
Pirrone. All. Montessoro.
GIOVANISSIMI PROVINCIALI UʘVÀi`ˆLˆiÊÃ̜«Ê`i>Ê œÛiÃiÊV…iÊ«iÀ`iʈÊ`iÀLÞÊVœ˜ÌÀœÊˆÊÎ]ʈÊiÀ̅œ˜>ʘiÊ>««ÀœvˆÌÌ>Êۈ˜Vi˜`œÊ>ÊÛ>>˜}>ÊÃՏ½Õ`>Ý
MONFERRATO-AURORA
6-0
MARCATORI: pt 26’ Olivieri, 31’ Castellano; st 7’ Canepari, 16’ F. Lacosta, 30’
Ciurca, 35’ Colosimo.
MONFERRATO: Mazzucco, Canepari, Tartara (15’ st Farina), Lituri (29’ st Trocca), Olivieri, Cannizzaro (15’ ST Grilli),
F. Lacosta, Musio, Castellano (21’ st
Ciurca), L. Lacosta (29’ st Colosimo),
Zerbetto. All. Gaione.
AURORA: Miotto, Franzin (29’ st Gomra),
Contu, Gandi, G. Bellese, Florea, Latorre, Sandri, Soares, Massimiliani, M. Bellese. All. Delfino.
G3 REAL NOVI-NOVESE
3-1
MARCATORI: pt 6’ e 12’ Morad, 31’ Figus;
st 5’ Bonomo.
G3 REAL NOVI: Radavero, Morad, Bisio,
De Falco, Antona (31’ st Vaccari), Ballestrero, Carbone, Figus, Traverso,
Consentino, Balliu (24’ st Ayoub). All.
Antona.
NOVESE: Galardini, Ferrandino, Tosonotti (13’ st Tosonotti), Roncati, Lombardi (1’ st Bavastro), Bartoluccio, Traverso (22’ st Bonomo), Paletta, Viarengo, De Bernardi (1’ st Cetti), Vitale. All.
Della Latta.
EUROPA BEV-ASCA
1-2
MARCATORI: pt 9’ Bova, 30’ Manchour; st
9’ Hicham rig.
EUROPA BEVINGROS ELEVEN: Tiba, Giacchero, R. El Alauni, M. El Alauni, Oliveri,
Russo, T. Mino, Castelli, Parraga (13’ st
Touati), Abdel (9’ st N. Mino), Hicham.
All. Russo.
ASCA: Gatti, Sina, Sakhi, Berberi, Manchour, Bovo, Bova, Bammou (13’ st
Malaj), Vathi, Hbilou, Polato. All. De
Luca.
NOTE: espulsi Bova e Hicham.
CASSINE-CASTELLAZZO
2-0
MARCATORI: Vivolo 2
DERTHONA-AUDAX ORIONE
10-0
MARCATORI: Panariello 5, Artioli 2, Pinna
2, Alba
AURORACALCIO-FULVIUS 2-2
MARCATORI: pt 9’ Trisoglio; st 6’ Man.
Monaco, 11’ Mirci, 36’ Destro.
AURORACALCIO: Veggi, Tezzon, Zottarelli,
Mirci (17’ st Abate), Mazzone, Ongarelli, Malvicino, Mora (31’ st Posca),
Spadi (1’ st Milazzo), Fossati, Trisoglio.
All. Milazzo.
FULVIUS: Abbate, Torchio, Bertone (31’
st Palazzoli), Musliu (1’ st Castellaro),
Mat. Monaco, Man. Monaco, Garuffio,
Neacsu, Serone, Destro, Barberis. All.
Marras.
VIRTUS JUNIOR-GAVIESE
0-4
MARCATORI: pt 16’ Colla; st 1’ Soro, 22’
Colla, 33’ Soro.
VIRTUS JUNIOR CALCIO: De Gaspari, Santalucia, Giarrusso, Manfrin, Goratto, Morini (11’ st Benou), Hamza, Zichitella,
Davi (26’ st Yassine), Lici (3’ st Sanna),
Danci. All. Terranova.
GAVIESE: Stranieri, Sergiampietri, Bruzzone, Budu, Daffonchio, Giannoni,
Persano (12’ st Travaglia), Valle, Colla,
Soro, Quaranta (12’ st Rebora). All.
Bruzzone.
18
Giovanissimi fB
17ª giornata
ATLETICO TORINO - VALENZANA MADO 7-0
BOVES MDG - COLLINE ALFIERI
0-0
BOYS OVADA - ATL.ROERO
1-2
NOVESE - DON BOSCO AL
2-1
REVELLO - FOSSANO
1-1
Classifica
Pt G V N P F S
A. TORINO
51 17 17 0 0 74 10
ATL.ROERO
35 17 11 2 4 45 29
NOVESE
35 17 10 5 2 32 21
REVELLO
28 17 8 4 5 33 25
FOSSANO
25 17 7 4 6 27 25
COLLINE ALFIERI 18 17 5 3 9 23 34
BOYS OVADA
15 17 4 3 10 26 45
BOVES MDG
14 17 4 2 11 25 47
VALENZANA M. 14 17 4 2 11 27 52
6 17 1 3 13 20 44
Prossimo turno
ATL.ROERO - ATLETICO TORINO
COLLINE ALFIERI - REVELLO
DON BOSCO AL - BOVES MDG
FOSSANO - BOYS OVADA
VALENZANA MADO - NOVESE
Alessandria A
Recuperi
ASCA-SALE
2-0
AURORACALCIO-SAVOIA
1-3
ORTI-FORTITUDO
0-2
GIOVANILI
ÕVœ‡}œÊ˜œ˜ÊL>ÃÌ>Ê>Êœ˜ÊœÃVœ
>Ê œÛiÃiÊۈ˜ViʘiÊ«Àˆ“œÊÌi“«œ
Novese
Don Bosco
Pt G V N P F S
FORTITUDO F.O. 27 12 8 3 1 36 10
26 12 8 2 2 43 8
AURORACALCIO 26 12 8 2 2 48 16
JUNIOR CALCIO 23 12 7 2 3 37 17
SALE
9 12 3 0 9 17 46
ASCA
7 12 2 1 9 12 36
ORTI
2 12 0 2 10 8 68
Verdetto
CAMPIONE: FORTITUDO
Alessandria B
14ª giornata
2
1
MARCATORI: pt 11’ Percivale, 16’ Garau; st 6’ Muco.
NOVESE (3-5-2): Torre 6, Mauceri 6,
Goretta 6, Trapasso 6, Percivale 7,
Krekaj 5.5, Milanese 7, Coscia 5 (16’
st El Berd 6.5), Pintabona 6, Garau 7
(25’ st Giommi 6), Cazzulo 6.5. A disp.: Trentin, Esposito, Sais, Trani. All.:
Goretta.
DON BOSCO ALESSANDRIA (4-4-2): Lall 6,
Naimi 6.5, Sustich 6 (25’ st Chakour
ng), Ulderici 5, Silvestri 6, Menshov
5 (1’ st Ravera 6), Possenti 6.5, Udo
5, Ponziano 5.5, Esposito 6 (15’ st
Gallo 6), Muco 7. A disp.: Nisi, Haouzi. All.: Montanari.
ARBITRO: Lovisolo di Alessandria 45.
NOTE: Ammoniti: Krekaj, Coscia,
Udo. Calci d’angolo 5-2 per la Novese. Recupero: st.2’ Spettatori 50
circa.
1
2
MARCATORI: pt 29’ Ciliberto, 31’ Gibin; st 28’ Galvagno.
BOYS OVADA (3-5-2): Alzapiedi 6.5; Rosa 6.5, Lanza 6, Bianchi 6 (30’ st
Gaggino ng); Cicero 6.5, Ciliberto 7,
Perassolo 6 (35’ st Leoncini ng), Sopuch (9’ st Cavaliere 6), Torriglia 6;
Vercellino 6 (17’ st Costantino ng),
Marchelli 6.5. A disp. Pronestì, Di
Gregorio, Cavanna. All. Sciutto.
ATLETICO ROERO (4-3-3): Ravizza 6.5;
Careglio 6.5, Guienne 7, Baracco
6.5, Carapezza 6; Colletta 6, Albanese 6, Pinto ng (35’ pt Gibin 6.5); Laffa 6.5, Galvagno 7, Battaglino 6 (15’
st Sperandeo 6, 31’ st Cardini ng). A
disp. Accosato, Nizzi, Milanesio. All.
Accosato.
NOTE: ammonito Caffa.
5-1
Classifica
Pt G V N P F S
LA SORGENTE
42 14 14 0 0 105 10
DERTHONA
36 14 12 0 2 83 13
GIOV. SALESIANA 24 13 8 0 5 54 20
VIRTUS JUNIOR 23 14 7 2 5 36 29
LIBARNA
16 14 5 1 8 26 37
CASSINE
16 14 5 1 8 42 79
POZZOLESE
3 13 1 0 12 22 101
GAVIESE
3 14 1 0 13 18 97
Verdetto
12ª giornata
6-0
A. MONTEGROSSO-CASTELL’ALFERO
0-4
ASTISPORT-PRO VILLAFRANCA
3-1
CANELLI-SAN DOMENICO SAVIO R.
1-4
Pt G V N P F S
S DOMENICO S. 25 9 8 1 0 37 10
CANALE
18 10 6 0 4 22 22
P. VILLAFRANCA 18 11 6 0 5 33 29
CASTELL’ALFERO 18 11 6 0 5 28 30
ASTISPORT
CALAMANDRAN. 10 10 3 1 6 21 27
CANELLI
9 10 3 0 7 20 33
Prossimo turno
PRO VILLAFRANCA-A. MONTEGROSSO
SAN DOMENICO SAVIO R.-ASTISPORT
CALAMANDRANESE-CANELLI
CASTELL’ALFERO-CANALE
ta, che Cicero calcia alta di pochissimo. Il protagonista assoluto dei due minuti successivi è
l’estremo difensore locale Alzapiedi che prima, al 22’ respinge
un tiro a Battaglino e un minuto dopo respinge ancora sia la
conclusione di Galvagno, e sia
la ribattuta provata da Colletta,
salvando un risultato che sembra sempre più in bilico. Anche
il contropiede ovadese che ne è
conseguito si conclude con un
nulla di fatto. Al 29’ magnifica
giocata per i locali che con un
passaggio uno due di Marchelli
e Ciliberto vanno a segno con
quest’ultimo. I cuneesi, subita
la doccia fredda non se ne
stanno con le mani in mano e
reagiscono istantaneamente ed
il neoentrato Gibin ad un minuto dal suo ingresso riporta il
risultato in parità. Nel secondo
tempo la partita continua ad
essere molto combattuta, al 10’
sono i Boys Ovada ad essere
pericolosi con Marchelli che
avanza, ed a causa della marcatura di Guienne che gli sta
attaccato, non riesce a tirare
forte e Ravizza non ha alcun
problema a parare. Dopo quattro minuti occasione per l’Atle-
2-0
1-3
2
Le partite consecutive
con Spina in gol:
sempre decisivo
MARCATORI: pt 19’ Spina, 28’ Picciau rig.; st 12’ Stan, 26’ Barbanotti.
AURORACALCIO: F. Biorcio, Di Benedetto (12’ st Valla), Muner, Pavanello, Cannas (1’
st Milazzo), Picciau, Mantelli, Bruma (23’ st Qarku), Rossi, D. Biorcio, Nastasi. All.
Nani.
SAVOIA: Re, Mitrati, Kolaj, Vendramin, Sammarco, Chiaria (1’ st Buzio), Spina, Trevisan, Barbanotti, Grillo, Stan. All. Cartasegna.
13 11 4 1 6 20 24
MONTEGROSSO 10 10 3 1 6 21 27
A Silvano d’Orba partita entusiasmante per i Giovanissimi
Fascia B, dove i locali del Boys
Ovada, fornendo un’ottima
prestazione, sono quasi riusciti
nell’impresa di mettere a freno
l’armata cuneese dell’Atletico
Roero, seconda in classifica nel
girone con più del doppio dei
suoi punti. Si preannuncia dura la strada per i padroni di casa, con la squadra ospite è pericolosa e crea la sua prima occasione quando non è ancora
passato il primo minuto di gioco, ma i Boys, dopo qualche
istante di rodaggio, tirano fuori
la grinta e riescono a riequilibrare la partita, mantenendola
tale per tutta la sua durata. Al
13’ dalla destra Marchelli prova
la conclusione, ma non riesce a
centrare l’obiettivo e l’Atletico
Roero reagisce subito con
un’azione d’attacco caratterizzata da un’assist di Caffa a Colletta che tira e sbaglia anche
lui. L’Ovada ci riprova al 20’,
stavolta da calcio piazzato con
una punizione sulla sinistra distante circa 35 metri dalla por-
MARCATORI: pt 21’ Merolli; st 15’ Kozminski.
ASCA: Sechi, Cagnina, Faissal, Guizzardi, Donadel, Farate, Khalid, Scarrone (10’ st
Nagessur), Baccalaro (21’ st Rainò), Merolli, Kozminski. All. Amato.
SALE: Ishou, Bunaj (1’ st Lavezzo), Corallo, Della Porta, Conti, Mulvoni, Guindani,
Anacleto, Ravera, Giannini, Bogzoiu. All. Pani.
AURORACALCIO-SAVOIA
Classifica
Silvano d’Orba (Al)
Andrea Icardi
tico Roero con Galvagno che
sbaglia un tiro, mentre al 19’
nuovamente pericolosi gli ovadesi con Cavaliere rovina il bellissimo assist di Marchelli, calciando fuori. La partita è davvero ricca e si susseguono azioni d’attacco da una parte e
dall’altra. A dieci minuti dalla
fine i cuneesi arrivano vicini al
raddoppio con Galvagno, che
quasi da posizione di calcio
d’angolo calcia diretto in porta
dove Alzapiedi respinge, e Gibin non riesce ad andare a segno sulla ribattuta. Episodio simile al 28’, con risultato diverso. Guienne calcia in porta, Alzapiedi respinge corto e Galvagno stavolta non sbaglia ed il
risultato va sul due a uno per
l’Atletico Roero. I Boys Ovada
passano sotto immeritatamente, e nonostante l’impegno
nemmeno sul finale riescono a
riconquistare il pareggio con
Rosa che lancia lungo in avanti
a Marchelli, che pur riuscendo
a prendere la palla prima del
portiere cuneese Ravizza, si allarga troppo e non riesce a siglare il pareggio, che per questo incontro sarebbe stato il risultato più giusto.
LE ALTRE GARE
BOVES MDG-COLLINE ALFIERI 0-0
BOVES MDG: Bogetti, Trapani, Marenchino, Giordano Stefano, Giraudo, Curti,
Massa, Pellegrino, Pramauro, Cavallo,
Bruno. A disp. Curti, Baudino, Grosso,
Menardi, Garelli. All. Cavallo.
COLLINE ALFIERI: Lavagnino, La Vista, Iuorio, Freschi, Monticone, Leoncino,
Viarengo, Pignatelli, Vincenti , Cotto,
Conti. A disp. Mingozzi, Cucciniello,
Massetti, Mastroianni, Lleshi, Tozaj,
Ghia. All. Errante.
A. TORINO-VALENZANA MADO
7-0
MARCATORI: Savarino (A), Borello (A),
Serra (A), Gennaro (A), Gennaro (A),
Gennaro (A), Mankiewicz (A).
13
Le reti subite dalla
Vale Mado nelle ultime
due partite
œ«œÊ->ۜˆ>]ÊÕÀœÀ>V>VˆœÊ>}}>˜Vˆ>̜
ASCA-SALE
CANALE-CALAMANDRANESE
ittoria per la Novese che domenica
batte per 2-1 il Don Bosco Alessandria in un emozionante incontro di
fine campionato.
Una vittoria ottenuta non senza sudare
quella dei giovani biancocelesti, i quali si
sono trovati davanti un avversario combattente e determinato a scrollarsi dalla
posizione di fanalino di coda del campionato.
A partire forte, tuttavia, è proprio la Novese, che già nei primi minuti prova già a
chiudere la partita. Al 8’ Garau riceve il
pallone sulla trequarti e si prodiga in un
dribbling che lo porta a saltare due difensori e ad entrare in area, dove però viene
fermato in maniera decisa da Sustich. I
giocatori reclamano ma l’arbitro lascia
correre.
Il primo gol della partita ariva comunque
tre minuti più tardi, in maniera molto
controversa. Sugli sviluppi di un calcio
d’angolo si crea una mischia in area dove
Percivale riesce a colpire fortunosamente
spingere il pallone in porta completamente indisturbato.
La Novese però non sta a guardare e al
13’ spreca un’occasione d’oro per chiudere la partita con Coscia, che da due passi
spara alle stelle un ribattuta corta di Lall.
Pochi minuti più tardi il fronte si ribalta
nuovamente ed è il neo entrato Ravera
che va vicinissimo al pareggio per il Don
Bosco con un tiro a giro da fuori che lambisce il palo.
Sul finale gli ospiti provano il tutto per
tutto, ma, nonostante il dominio sulle fasce, manca un finalizzatore che riesca a
spingere in rete i numerosi cross.
Al 30’ l’ultimo sussulto della partita: su un
crossi di Naimi, Chakour spizza di testa
per Muco largo sulla destra. La punta lascia partire un tiro teso che fa la barba alla traversa ma si spegne sul fondo.
Al fischio finale il risultato è di 2-1 per la
Novese, che vince meritatamente ma che
lascia l’onore delle armi al Don Bosco,
che, nonostante avesse qualcosa da recriminare, non ha mai smesso di lottare, andando più volte vicino all’insperato pareggio.
GIOVANISSIMI FB PROVINCIALI UÊ>ʜÀ̈ÌÕ`œÊL>ÌÌiʏ½"À̈ÊiÊV…ˆÕ`iÊ>Ê«Àˆ“œÊ«œÃ̜]ʏ½ÃV>Êvˆ˜ˆÃViÊLi˜iʈÊ«Àœ«ÀˆœÊV>“«ˆœ˜>̜
CAMPIONE: LA SORGENTE
Asti
V
il pallone a porta sguarnita. Il tiro è debole e un difensore del Don Bosco prova a
liberare il pallone sulla linea in scivolata
ma, a pallone spazzato, l’arbitro fischia il
gol. A niente servono le proteste di giocatori e panchina: il gol è convalidato.
Al 16’ piove sul bagnato per il Don Bosco:
su lancio lungo da centrocampo di Percivale Ulderici non ci arriva di testa, lasciando smarcato Garau che aggancia e a
tu per tu con il portiere insacca il 2-0.
La Novese prova a gestire il risultato ma
il Don Bosco non demorde e finalmente
si fa vedere in attacco al 26’ quando un
colpo di testa di Naimi esce a fil di palo a
Torre battuto.
All’intervallo la Novese è in vantaggio, ma
il Don Bosco è in netta crescita anche se
ancora impreciso nell’impostazione del
gioco.
L’inizio del secondo tempo è diametralmente opposto all’inizio del primo: gli
ospiti sorprendono i padroni di casa nei
primi minuti andando subito a rete. Ad
accorciare le distanze è Muco che, sulla
ribattuta corta del portiere su una punizione di Ulderici, non deve far altro che
ˆˆLiÀ̜ʈÕ`i]ʜÞÃÊ"Û>`>ÊÃvˆœÀ>ʏ½ˆ“«ÀiÃ>
VIRTUS JUNIOR-GIOVANILE SALESIANA 1-0
LA SORGENTE-LIBARNA
Basaluzzo (Al)
Giorgio Vernetti
L’ALTRA GARA UÊ œ˜ÊL>ÃÌ>Ê՘Ê}À>˜`iÊ}œÊ`iÊVi˜ÌÀœV>“«ˆÃÌ>\ʏ½œÌ̈“œÊ̏ïVœÊ,œiÀœÊÀˆ“œ˜Ì>ʈÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊ-VˆÕÌ̜Ê
Boys Ovada
Atletico Roero
Classifica
SAVOIA FBC
Il Corriere delle Province Alessandria
GIOVANISSIMI FB REGIONALI UÊ*iÀVˆÛ>iÊiÊ>À>ÕÊÃi}˜>˜œÊˆÊ}œÊ`iVˆÃˆÛˆÊ«iÀʈÊÌÀiʫ՘̈
Regionali E
DON BOSCO AL
Lunedì 14 aprile 2014
LA SORGENTE-LIBARNA
5-1
MARCATORI: Viazzi, Ghignone, Zunino, Vela 2 (La); Ramadanov (Li).
LA SORGENTE B: Palumbo, De Lorenzi, Martiny (1’ st Vacca), Lika (7’ st Petrachi),
Mignano (11’ st Visconti), Marenco, Ghignone, Vico (11’ st Zunino), Viazzi (7’ st
Mariscotti), Congiu, El Mazzouri (13’ st Vela). All. Oliva.
LIBARNA: Riola, E. Barra, Bertone, Donati, Beltrame, Lakhla, Daglio, I. Barra, Ramadanov, El Amraquoi, Pavia. All. Bertone.
4
I gol segnati da Vela
del La Sorgente nelle
ultime 2 gare
Il Corriere delle Province
Alessandria
19
Lunedì 14 aprile 2014
Scuola Calcio
ESORDIENTI MISTI UÊ/>˜ÌˆÊ}œÊiÊ}À>˜`iÊëiÌÌ>VœœÊVœ˜ÌÀœÊ՘Ê/œÀ̜˜>Ê6ˆ>ÛiÀ˜ˆ>ʓ>ˆÊ`œ“œ
œÛiÃiÊ«ˆÀœÌiV˜ˆV>
Novese
Tortona Villalbernia
7
4
PARZIALI: 1-1; 5-1; 2-2
MARCATORI: pt 5’ Cavanna, 12’ Frattoni; st 2’ Silla, 4’ Andrade, 7’ Ndokay, 10’ Ndokay, 12’ N. Irenze, 14’
Andrade; tt 3’ Bo, 5’ Coffani, 15’ Zirondoli, 16’ Zirondoli.
NOVESE: Marchelli, Ignat, Lovisolo,
Silla, Coffani, Frattoni, Bo, Ndokay,
Andrade, Pili. All.: Chiappino.
TORTONA VILLALVERNIA: R. Irenze, Dal
Checco, Parente, Zirondoli, Daffonchio, Belardi, Ottazzi, Nastase, N.
Irenze, Cavanna. All.: Marra.
3
Le doppiette messe a segno:
Andrade, Ndokay
e Zirondoli
Novi Ligure (Al)
Simone Merlano
G
ol, emozioni e tanto
spettacolo all’ Ilva di
Novi Ligure tra Novese
e Tortona Villalvernia.
A spuntarla è la squadra
di Chiappino che sfrutta
al meglio soprattutto la
seconda frazione di gara
per vincere una partita
tutt’ altro che semplice. A
fare la differenza, alla fine, è la maggior fisicità di
Ndokay e compagni, che,
dopo un avvio difficile,
trovano la quadra giusta e
colpiscono ripetutamente,
soprattutto con diversi tiri
dalla distanza. A partire
meglio sono i ragazzi di
Pasquale Marra, a segno
dopo soli 5 giri di lancette
con Cavanna, tra i migliori in campo, bravo ad avventarsi come un leone su
un pallone vagante in area
di rigore e battere Marchelli con una bella conclusione che va a insaccarsi appena sotto la traversa. La risposta dei padroni di casa però non si
fa attendere e arriva puntuale 2 minuti più tardi
con Frattoni, bravo a beffare Irenze con un gran tiro dalla lunga distanza.
La seconda frazione è a
senso unico, lo dicono i
numeri, 5 a 1 il parziale,
su tutti Andrade e Ndokay, veri e propri mattatori di questa fase della partita, anche se il gol più
bello in questi secondi 15
minuti è di sponda Tortona Villa, da applausi l’
azione che porta al gol di
Irenze, con Belardi bravo
a saltare un paio di avversari sulla sinistra e mettere al centro per il giovanissimo attaccante, freddo
advanti al portiere. La terza frazione ritorna equilibrata, con i locali avanti 2
a 0 e raggiunti nel finale
dall’ ottimo Zirondoli,
doppietta per lui, e lo fa
in grande stile con due
conclusioni che Marchelli
probabilmente nemmeno
vede partire. Veramente
bella anche la rete di Bo,
tra le fila locali, delizioso
il pallonetto dalla lunghissima distanza che non da
scampo a Irenze. Match
divertente, in definitiva,
con la squadra di Pasqualino Marra che dimostra
ancora una volta di essere
formazione competitiva e
forte soprattutto sotto il
profilo tecnico, ma la
squadra di Chiappino in
questo momento è una vera e propria corazzata e
anche la partita di oggi ne
è la prova.
Un’azione di gioco; sopra l’esultanza della Novese
PULCINI 2004 UÊiÊÃÕVViÃÜÊ`iˆÊÀ>}>ââˆÊ`ˆÊ ˆVœÀiˆÊVœ˜ÌÀœÊ½Õ`>ÝÊ"Àˆœ˜iÊ->˜ÊiÀ˜>À`ˆ˜œ
ESORDIENTI FASCIA B 2002 UÊÊ«>`Àœ˜ˆÊ`ˆÊV>Ã>Ê`iÊiÀ̜˜>Ê«>À̜˜œÊ“i}ˆœÊ“>ÊÛi˜}œ˜œÊviÀ“>̈ÊÃՏʫ>ÀˆÊ
ÊiÀ̜˜>Ê̈À>Êv՜ÀˆÊ}ˆÊ>À̈}ˆ
ÀµÕ>ÌiÃiÊÀˆ“œ˜Ìœ˜iÊVœ“«iÌ>̜
Dertona C.G.
Audax Orione
Dertona C.G.
Arquatese
2
1
PARZIALI: 0-1;1-0;1-0
DERTONA C.G.: Pinzello, Presotto; Porrati, Contin, Giavio, Rosso, Barbieri,
De Antoni, Bricola, Brizzi. All. Nicorelli.
AUDAX ORIONE: Pozza; Bovolenta, Desantis, Gualca, Magnone, Occhiuzzi,
Tasca, Gjorgjiev. All. Veronese.
Tortona (Al)
Marco Gotta
Prova di forza dei 2004 del Dertona Calcio Giovanile
che, dopo avere chiuso in svantaggio di una rete il primo periodo, ribaltano nei due tempi successivi il punteggio chiudendo la saracinesca sulla propria porta e capitalizzando al meglio con il minimo scarto le occasioni
avute. Il campo sintetico ed il clima di una primavera finalmente degna del proprio nome hanno sicuramente
aiutato i giocatori in campo ad esprimersi al meglio ed
hanno invogliato la presenza dei genitori che hanno affollato gli spalti delle tribune.
La formazione dell’Audax Orione; sopra quella del Dertona
2
2
PARZIALI: 1-0; 1-2; 0-0.
DERTONA C.G.: Digiovanni, Quinto;
Shaini, Guidobono, Castagna, Carchidi, Pastore, Sassi, Lazzati, Boulgouize, Brizzi, Burgazzoli, Castagna,
Giannusa, Modenese, Casanova,
Borrelli, Markai, Ascoli. All.: Valeri.
ARQUATESE: Poloni; Amaradio, Bisio,
Cissè, Crovetto, Dellachà, Guido,
Gun’Ko, Lechner, Merlo, Picollo,
Ponta, Silvano. All. Crovetto.
Sul campo principale in erba, riadattato alle giuste dimensioni,
i 2002 del Dertona Calcio Giovanile e dell’Arquatese hanno
avuto un primo assaggio del calcio agonistico che li attenderà
una volta terminata la Scuola Calcio; sullo stesso terreno, infatti, poco dopo hanno giocato anche gli Allievi Fascia B della
società tortonese con l’ultima partita casalinga della fase regionale del proprio torneo. Un pareggio non poteva che essere il
risultato più probabile fra due formazioni che vantano affermazioni prestigiose nei turni precedenti di campionato e che
hanno disputato un ottimo match giocando a viso aperto in
tutte e tre le frazioni di gioco preoccupandosi più di segnare
che di non subire reti. Un tempo a testa ed un terzo periodo a
reti bianche, quando caldo e fatica hanno cominciato a farsi
sentire, hanno determinato il 2-2 finale con i ragazzi che uscivano dal campo tra gli applausi di entrambe le tifoserie.
M.G.
Gli Esordienti dell’Arquatese; sopra il Dertona
20
Lunedì 7 aprile 2014
Scuola Calcio
PULCINI 2003 UʏÊiÀ̜˜>ÊÈÊ`iÛiÊ>ÀÀi˜`iÀi
Il Corriere delle Province Alessandria
PULCINI 2005 UʜÊiÊëiÌÌ>VœœÊVœ˜ÌÀœÊˆÊœ˜ÊœÃVœ
œ˜ÊœÃVœÊvœÀâ>Êx iÀ̜˜>Ê«iÀ`i
-µÕ>`À>ÊÃÕ«iÀ “>Ê>ÊÌiÃÌ>Ê>Ì>
Dertona C.G.
Don Bosco
1
5
PARZIALI: 1-2; 0-1; 0-2.
DERTONA C.G.: Bagnasco; Zambosco,
Spezia, Taverna, Casasco, Maini, Bigiorno, Bernareggi, Cigagna, Turati,
Fadli, Radulescu, Lari. All. Eberto.
DON BOSCO AL: Marletta; Bellingeri,
Guano, Riccardi, Cadei, Filippi, Mauceri, Morettini, Carosio. All. Montanari.
Tripletta Don Bosco nella prima delle due partite di giornata che vedeva impegnate squadre della scuola calcio
delle due società: i ragazzi di Montanari hanno sempre
avuto in pugno la partita dimostrando un’ottima facilità
di realizzazione ed una buona circolazione di palla. Di
contro i padroni di casa hanno opposto una strenua resistenza cercando fino all’ultimo di modificare quello che
sembrava un copione già scritto, ma forse i primi caldi
hanno influito più del previsto sulle loro prestazioni.
M.G.
Dertona C.G.
Don Bosco
1
3
PARZIALI: 0-1; 0-0; 1-2.
DERTONA C.G.: Bisio; Manfrotto, Lugano, Dimattia, Sala, Daprati N., Daprati A., Greggio, Aiachini. All. Marraffa.
DON BOSCO AL : Toffano, Marchese;
Piccinini, Carofiglio, Bettelle, Brasolin, Gotta, Barrasso. All. Gotta.
Tortona (Al)
Marco Gotta
Cambiano gli interpreti ma non il risultato: sostenuti da
una buona rappresentanza di genitori venuti a tifare per
entrambi gli incontri, i salesiani hanno portato a casa
anche l’incontro fra le leve 2005. Dopo i primi due tempi
in sostanziale equilibrio con solo un gol a decidere fino a
quel momento l’incontro, il terzo parziale ha visto ben
tre reti che hanno sancito la vittoria del Don Bosco, oltre
che del periodo, anche nel computo totale.
Il Don Bosco; sopra il Dertona
I Pulcini 2003 del Don Bosco; sopra quelli del Dertona
PULCINI 2005 UÊ1˜ÊvœÀ̈ÃȓœÊiÀ̜˜>ÊÈÊ>}}ˆÕ`ˆV>ʏ½ˆ˜Vœ˜ÌÀœÊ
Ê
>ÃÌi>ââœÊÛ>ʎœ
Dertona C.G.
Castellazzo
4
2
PARZIALI: 1-0; 1-1; 2-1
DERTONA C.G.: Cassola; Bertora, Morano, Del Giallo, Mutti, Pastore, Sala,
Aiachini. All. Orlando.
CASTELLAZZO: Zito; Mendeni, Zanfini,
Abati, Gali, Rizzo, Baldini, Sacchi,
Piacenza. All. Basso.
Ultimo incontro di giornata, al
termine di un meraviglioso pomeriggio di sport, con protagonisti i 2005 di Dertona Calcio
Giovanile e Castellazzo: l’hanno
spuntata i primi, capaci di andare in rete in tutti e tre i parziali concedendo agli avversari
solo il gol del pareggio nel secondo tempo, ma per tutto l’incontro entrambe le formazioni
hanno offerto un calcio godibile e divertente, ottimo segnale
di augurio per la carriera di
questi giovani calciatori.
ALESSANDRIA - RISTORANTE INDIANO
TOM & ANN
Il Dertona e, a destra, il Castellazzo
ESORDIENTI UÊ>ÊÌÀˆ«iÌÌ>Ê`iÊLœ“LiÀÊÛ>iʈÊÃÕVViÃÜ]ʓ>ʏ>ÊՏۈÕÃÊiÃViÊ>ÊÌiÃÌ>Ê>Ì>
1˜>Ê œÛiÃiÊ
Novese
Fulvius
4
3
PARZIALI: 2-1; 2-0; 0-2.
MARCATORI: pt 10’ Leale, 18’ Xhenje,
19’ Leale; st 2’ Leale, 12’ Vella aut.; tt
6’ Binelli rig., 13’ Bertolotti.
NOVESE: Ignat, Montini, Miloscio, Casanova, Moncalvo, Scolafurru,
Manllija, Oliveri, Gemma, Suverato,
Leale, Carrega, Volpara, Coscia, Riga, Leon Cabrera, Chirioni. All.: Rizzi.
FULVIUS: Vella, Lenti, Squarise, Bellacicco, Xhenje, Ponticello, Suman,
Bertolotti, Binelli, Mennillo, Ventura,
Stango. All.: Testera.
Via G. Claro, 5 (in fondo a C.so Lamarmora)
cell. 338.4525786 - 329.0127452
Novi Ligure (Al)
Simone Merlano
Vince la Novese. E’ di 4-3
il finale. al termine di una
partita equilibrata e intensa.
Continui i ribaltamenti di
fronte con la squadra di
Testera che dimostra sì di
avere qualcosina in più in
termini di tecnica ma che
ha dovuto fare i conti con
la maggior fisicità dei ragazzi di Rizzi, cinici come
pochi quando arrivava il
momento di pungere. Su
tutti, la prova di Leale,
autore di una tripletta che
in qualche modo decide la
partita. A sbloccare il
match ci pensa proprio
lui, Leale, al 10’ della prima frazione, con una bella conclusione dal limite.
La Fulvius non ci sta e si
riversa nella metà campo
avversaria, trovando il gol
del meritato pareggio 8
minuti più tardi con
Xhenje. Che però serve a
poco perché proprio allo
scadere dei primi venti
minuti, Leale, ancora lui,
trova la rete del nuovo
vantaggio, direttamente
su calcio di punizione. Il
secondo tempo si apre
con la rete del solito Leale, ancora una volta su
calcio di punizione, concesso un po’ generosamente dall’ arbitro. Per il
resto più Fulvius che Novese, soprattutto con Bertolotti, autore di due belle
conclusioni verso la porta
difesa da Ignat, bravissimo però quest’ ultimo a
sventare tutte e due le
volte i pericoli. Sul finale
però una sfortunata autorete tra le fila ospiti chiude anche la seconda frazione di gioco. Il terzo e
ultimo tempo invece si
apre e si chiude con due
rigori netti a favore della
squadra di Testera e una
traversa sul finale sempre
per Ponticello e compagni
che rende il passivo finale
meno pesante e più giusto.
3
Le reti messe a
segno da Leale
della Novese
Il Corriere delle Province
Alessandria
21
Lunedì 14 aprile 2014
Volley
SPORT VARI
B2 MASCHILE UʏÊ>˜}ˆ˜ˆÊiëÕ}˜>Ê·äʈÊ«>ÀµÕiÌÊ`ˆÊ"Û>`>]Ê}œÃ̜\ʁ6ˆ˜Ì>Ê՘>ÊÃvˆ`>Ê`ˆvvˆVˆi‚
œÛˆ]Ê`iÀLÞÊ`>ÊÌÀiʫ՘̈
Classifiche
SERIE B1 FEMMINILE
RISULTATI: Albese-Pinerolo 2-3, Busto Arsizio-Orago 3-2, Gorla-Casale 13, Desio-Settimo 1-3, PiancognoMondovì 0-3, Asti-Chieri 1-3, Club Italia-Villata 3-1. CLASSIFICA: Settimo
62, Pinerolo, Chieri 54, Mondovì 51,
Busto Arsizio 44, Casale 40, Villata 34,
Albese 28, Piancogno 26, Club Italia
Plastipol Ovada
Mangini Novi
0
3
PARZIALI: 21-25 18-25 21-25.
PLASTIPOL OVADA: Ricceri, Belzer,
Graziani, De Michelis, Zappavigna, G. Quaglieri; U. Quaglieri
(L); Nistri, Bavastro, Bernabè,
De Leo ne, Bisi ne. All. Gombi.
MANGINI NOVI: Nonne, Scarrone,
Pecorari, Diolaiuti, Donati, Semino; Quagliozzi (L), Gobbi
(2L) ne, Repetto, Prato, Bettucchi, Repossi, Rampazzo ne, Repetto ne. All. Agosto.
20, Desio 19, Asti, Orago, Gorla 17.
PROSSIMO TURNO: Pinerolo-Club
Italia, Orago-Gorla, Casale-Desio, Settimo-Albese, Villata-Piancogno, Chieri
’76-Busto Arsizio, Mondovì-Asti.
SERIE B2 MASCHILE
RISULTATI: Lunica-Busca 0-3, Gonzaga-Milano 3-2, Saronno-Biella 3-0,
“
Loro sono più
attrezzati, noi
abbiamo fatto il
possibile per tamponare
il loro gioco. Ora
proveremo a fare punti
dopo la pausa
Chieri-Cantù 3-1, Alba-Bollate 3-2,
Suglia, coach Ovada
Santhià-Torino 3-0, Volley MilanoBrugherio 2-3. CLASSIFICA: Alba 56,
Saronno, Chieri 53, Milano 46, Bru-
“
Milano-Saronno, Biella-Chieri, Cantù-
Partita difficile, ma
ci siamo espressi
bene. Soprattutto
in battuta, a muro e in
difesa. Adesso abbiamo di
fronte tre partite
fondamentali
Lunica, Brugherio-Alba, Torino-
Agosto, coach Novi
gherio, Santhià 39, Bollate 38, Busca,
Lunica 34, Volley Milano 26, Gonzaga
19, Cantù, Biella 18, Torino 10. PROSSIMO TURNO: Busca-Volley Milano,
Gonzaga Milano, Bollate-Santhià.
Classifiche
Ovada (Al)
Alessandro Sacco
SERIE B2 MASCHILE
D
erby alessandrino nel girone B di serie B2 maschile, sabato sera, tra
Plastipol Ovada e Mangini Novi. Due
formazioni con differenti motivazioni che si
sono scontrate entrambe affamate di punti.
La squadra novese, vincitrice in tre set, aveva l’obiettivo di confermarsi in zona playoff:
ha mantenuto il terzo posto e i due punti di
vantaggio dal team di La Spezia. I ragazzi di
Ovada, undicesimi, hanno invece incrementato da tre a cinque punti il distacco che li
separa dalla salvezza.
«Tecnicamente loro sono più attrezzati. Sono
un po’ rammaricato perché quello che volevo
che la squadra facesse per tamponare il loro
gioco è stato fatto, soprattutto a muro e in
difesa – ha commentato Alessio Suglia, coach della Plastipol Ovada, sostituito in panchina per squalifica da Giorgio Gombi -. Proveremo a fare punti dopo la pausa a Campagnola Emilia, riceveremo Genova che è ultima, per poi giocarci il tutto per tutto nell’ultimo turno contro la Campeginese che ci
precede».
«Siamo andati bene anche se era una partita
difficile. La posta in gioco era alta sia per
noi che per loro – è il commento di Claudio
Agosto, coach della squadra di Novi Ligure -.
Abbiamo fatto una buona prestazione, soprattutto in battuta, muro e difesa che sono
stati tre fondamentali importanti per la vittoria. Avremo tre partite importanti: se vogliamo lottare per i playoff dovremo vincerle
tutte».
Nel primo set dell’incontro la squadra di Novi Ligure è partita avanti, senza che quella di
Ovada la lasciasse andare in fuga. Nelle file
ovadesi si è registrato l’importante infortunio alla caviglia dell’alzatore Andrea Ricceri,
sostituito da Luigi Nistri, prima che alcuni
errori dei padroni di casa permettessero al
Mangini Novi di portarsi verso la chiusura
RISULTATI: Campeginese-Campagnola 3-2, La Spezia-Genova 3-0, Modena-Sassuolo 3-0, Parma-Villadoro
3-2, Scandiano-Massa 3-0, VignolaBusseto 1-3, Ovada-Novi 0-3. CLASSIFICA: Modena 52, Massa 51, Novi 48,
La Spezia 46, Scandiano 44, Campagnola 43, Parma, Sassuolo, Vignola 35,
Campeginese 29, Ovada 24, Busseto
23, Villadoro 18, Genova 0. PROSSIMO TURNO: Campagnola-Ovada,
Genova-Modena, Sassuolo-Parma,
Villadoro-Campeginese, Novi-Scandiano, Busseto-La Spezia, Massa-Vignola.
Un’azione del derby di andata
SERIE C MASCHILE
del 21-25.
Sbagliando l’approccio, la Plastipol Ovada
non è entrata in gioco nel secondo set. I ragazzi di coach Agosto ne hanno approfittato
e hanno sempre condotto, per raggiungere
tranquillamente la chiusura del 18-25.
La squadra di Ovada ha però ritrovato concentrazione e determinazione nel terzo set,
partendo in vantaggio di alcune lunghezze,
fino a far suonare la sirena della seconda
pausa tecnica sul 16-10. I novesi hanno pian
piano recuperato e, mantenendo un buon livello di gioco, hanno pareggiato i conti sul
18-18. Avanti 18-20, non hanno poi tardato a
chiudere il terzo set (21-25) e l’intero incontro. Confermando i valori che si supponeva
potessero emergere alla vigilia.
RISULTATI: Novara-Pavic 3-0, AostaCaselle 3-0, Pivielle-Acqui 3-0, Valsusa-Domodossola 3-1, Parella-Lasalliano 3-0, Montanaro-Altiora 1-3. CLASSIFICA: Aosta 52, Parella 51, Valsusa
48, Novara, Acqui 44, Arti Collegno
38, Pivielle 34, Lasalliano, Altiora 29,
Domodossola 23, Pavic 14, Caselle 8,
Montanaro 0. PROSSIMO TURNO:
Acqui-Novara, Pavic-Aosta, CaselleMontanaro, Domodossola-Parella, Altiora-Galup, Lasalliano-Pivielle.
SERIE C FEMMINILE
MOTORI UʽiµÕˆ«>}}ˆœÊ`iÊÌi>“ʈ“>Ê`œ“ˆ˜>ʏ>ÊV>Ìi}œÀˆ>Ê>½Ãœ>Ê`½L> C MASCHILE UÊ,œ“LˆÊ i}Àˆ˜ˆÊŽœÊ`œ«œÊ˜œÛiÊۈÌ̜Àˆi
-ÕVViÃÜÊ6iÃVœÛˆ‡Õââˆ
˜V…ˆœ`>Ì>ÊVµÕˆ
*>ޜvvʜÀ>Ê>ÊÀˆÃV…ˆœ
RISULTATI: Cherasco-Alba 3-2, Santena-Chisola 3-0, Beinasco-Cus Torino
3-0, Racconigi-Savigliano 0-3, Centallo-Carrù 3-0, Casale-Valenza 2-3, Alessandria-Cuneo 0-3. CLASSIFICA: Cuneo 65, Beinasco 57, Valenza 49, Santena 45, Carrù, Centallo 42, Cherasco
38, Casale 35, Alessandria 32, Saviglia-
PODISMO
ºÀˆVÊiÊvœÃû]
Ãiʏ>ÊÀˆ`iÊ-VÕÀœ
L’equipaggio composto da Mario Cecchini e Gabriele Celesia
Alessandria
Luca Piana
Inizia col piede giusto l’avventura di Roberto Vescovi e Giancarla
Guzzi nell’International Rally Cup. L’equipaggio del team Gima Autosport ha infatti conquistato una preziosa settima posizione al Rally dell’Isola d’Elba, primo appuntamento della serie completamente
asfaltata promossa da Pirelli. L’equipaggio, al via con una Renault
Clio R3C della scuderia di Predosa ha vinto la classe di appartenenza con un buon vantaggio, andando a insidiare addirittura avversari
con vetture decisamente più potenti della “piccola” francese. «E’ andata bene, abbiamo ottenuto il risultato che volevamo - ha spiegato
a fine gara Vescovi -. Sulle undici prove speciali disputate, abbiamo
avuto qualche piccolo problema solo verso metà gara. Nel secondo
giro abbiamo fatto una regolazione d’assetto ed è andata bene così». La classifica dice ora che l’equipaggio Vescovi/Guzzi si presenterà al Rally Internazionale del Taro (10-11 maggio) da capoclassifica
della classe IRC/R3 e del Trofeo Renault Clio R3 in vantaggio su
Bettini e Volpi. Vescovi è al momento anche il leader della classifica
riservata alle vetture 2 Ruote Motrici, con un piccolo vantaggio su
Rossi e sullo stesso Bettini.
Sorride anche il team VM Motors Team di Valenza, che ha partecipato alla gara toscana con una Renault Clio RS affidata all’equipaggio composto da Mario Cecchini e Gabriele Celesia. I due hanno
portato la vettura sul terzo gradino del podio di classe N3, oltre ad
un 31° posto finale. L’equipaggio a lungo ha condotto una gara regolare all’ottantesimo “Rally dell’Isola d’Elba”, primo appuntamento del campionato IRC. «Si tratta di un ottimo risultato», ha commentato a fine gara un raggiante Moreno Voltan, patron del team.
Tanta pista, ma anche un po’ di
strada, nel fine settimana del podismo, la cui stagione sta ormai entrando nel vivo. Il trittico di gare
del fine settimana prende il via venerdì sera ad Acqui, dove sull’anello di Mombarone va in scena il
“Memorial Giacobbe”: 1500 metri
in pista che vedono in campo maschile la doppietta degli atleti di
casa: vince Alessio Padula (Ata Acqui), che ad appena vent’anni, col
tempo di 4’22”8 stacca tutti, e precede nettamente il compagno di
colori Saverio Bavosio, di un anno
più vecchio, 2° in 4’30”9. Fra le donne vince Cristina BAvazzano (Atl.
Ovadese Ormig, 5’44”4) davanti a
Loredana Fausone (Brancaleone
Asti, 5’51”1).
Ventiquattr’ore dopo, bis a Novi Ligure, stavolta sulla classica distanza del miglio. Domina Mattia Scalas (Atletica Serramanna), in 4’24”7,
che regola il beniamino di casa
Dario Cavanna (Atl. Novese,
4’55”3), e Edoardo Marchisio (Vittorio Alfieri Asti, 4’55”6). In campo
femminile, invece, si impone Claudia Solaro (Cus Torino 5’51”9) su
Maria Luisa Marchese e Giulia Moro, entrambe dell’Atletica Novese,
classificate nell’ordine. Nella stessa
riunione anche i 10.000 metri, vinti
fra gli uomini da Ridha Chihaoui
(Cambiaso Genova), mentre tra le
donne torna al successo Ilaria Bergaglio (Solvay) in 40’46”.
Infine, la gara di ieri: si è corso su
strada, a Mirabello, nella classicissima “Bric e Foss”. Bella vittoria per
Vincenzo Scuro (Alpi Apuane, ma
tortonese doc) in 46’00”, davanti a
Maurizio Di Pietro (Solvay, 46’48”).
Fra le donne esulta Elizabet Garcia
(Sange Running in 53’51” per distacco su Teresa Repetto (Atl.Novese).
Pivielle Ciriè
Rombi Negrini Acqui
3
0
PARZIALI: 25-20, 25-22, 25-21
CIRIÈ: Sifletto, Di Giorgio, Miola,
Magnetti, V ienna, Cominu;
Cucco (L), Zappacosta, Aimone
ne, Somà ne, Vallino ne, Zanchetta ne. All. Antonelli.
ACQUI: Nespolo, Castellari, Boido, Basso, Sala, Schembri;
Astorino (L), Maccio, Negrini,
Gramola ne. All. Dogliero.
ARBITRO: Massimiliano Dutto di
Torino.
Ciriè (To)
Stefano Tubia
La più imprevista delle sconfitte
rischia di mettere la parola fine
alla lunga rincorsa ai playoff di
serie C maschile della Rombi
Negrini Acqui. La formazione di
Enrico Dogliero si è presentata
sabato nel basso Canavese forte
di una striscia di nove vittorie
consecutive e la Pivielle CerealTerra, nonostante il 2° posto in
Coppa Piemonte, sembrava non
avesse più nulla da chiedere alla
classifica del girone A. Invece i
termali sono stati stretti all’angolo dalla carica agonistica dei
ciriacesi e hanno dovuto alzare
bandiera bianca in appena tre
set. Alla vigilia della sosta pasquale e quando mancano tre
giornate alla fine della regularseason, l’accoppiata Aosta-Parella potrebbe essersi allontanata
definitivamente.
Le dinamiche dell’incontro si sono dispiegate appieno già nella
prima frazione. Sui turni di bat-
tuta del centrale Magnetti e
dell’opposto Di Giorgio la formazione di casa accelerava sul 10-5
costringendo il tecnico ospite a
giocarsi il primo time-out. Una
rincorsa continua, quanto vana,
segnava il resto del parziale: in
battuta la Rombi Negrini non riusciva a scalfire le certezze torinesi e non ricuciva mai del tutto
il gap. Sul 19-17 l’allenatore di
casa Antonelli fermava il gioco,
ma poco dopo, sul 22-19, toccava a Dogliero fare altrettanto.
Tutti al riposo sul 25-20.
Solo nelle prime fasi del secondo
parziale il team acquese riusciva
a fare la voce grossa. Con il centrale Basso al servizio gli ospiti
crescevano in attacco toccando
il massimo vantaggio di 4-8. Era
però un fuoco di paglia. La CerealTerra tornava a pigiare sull’acceleratore con Di Giorgio e Magnetti, poi lo schiacciatore Vienna dava il via al suo show, lasciando il segno sia da prima sia
da seconda linea. Il gioco termale non fluiva e la prevedibile
conseguenza era il sorpasso sul
13-11. Schembri da posto 4 e dai
nove metri cercava di tenere in
piedi la squadra, ma la Pivielle
conservava con autorevolezza
un paio di punti fino all’errore in
battuta di Basso del 25-22.
Costante dominio ciriacese anche nel terzo. Sifletto, il regista
di casa, non faceva rimpiangere
l’infortunato Zanchetta pungendo subito in battuta e poi armando efficacemente le mani di
Di Giorgio e dell’ala Cominu.
Dogliero fermava il gioco sul 6-2
e sul 13-9. Schembri predicava
nel deserto e l’alternanza tra Nespolo e Negrini in regia non
cambiava ritmo. Ultima fiammata un break di 4 punti con risalita sul 23-20, ma la Pivielle
non si disuniva e raccoglieva i
due punti necessari per il 25-21
su altrettanti errori di Schembri,
in attacco e in battuta.
no 28, Alba 27, Chisola, Cus Torino 11,
Racconigi 1. PROSSIMO TURNO: Alba-Alessandria, Chisola-Beinasco, Cus
Torino-Racconigi, Savigliano-Cherasco, Cuneo-Centallo, Valenza-Santena, Carrù-Casale.
SERIE D MASCHILE
RISULTATI: Alto Canavese-Alba 0-3,
Parella-Meneghetti 2-3, SaviglianoSan Paolo 1-3, Pivielle-Asti 3-0, Pinerolo-Foglizzo 0-3, Arti Collegno-Aosta
0-3, Alessandria-Vercelli 3-0. CLASSIFICA: Aosta 61, Alba 53, Alto Canavese 51, Foglizzo 48, Meneghetti 46, Parella 37, Asti 36, Savigliano 32, San Paolo 27, Pivielle, Alessandria 26, Vercelli, Arti Collegno 19, Pinerolo 2. PROSSIMO TURNO: Alba-Alessandria, Meneghetti-Savigliano, San Paolo-Pivielle, Asti-Alto Canavese, Vercelli-Pinerolo, Aosta-Parella, Foglizzo-Arti Collegno.
SERIE D FEMMINILE
RISULTATI: Canelli-Acqui 3-0, Occimiano-San Francesco 3-0, Chieri-San
Paolo 3-0, Cigliano-Arquata 0-3, Aurora-Lingotto 1-3, Rivarolo-Allotreb 3-0,
Ovada-Gavi 3-1. CLASSIFICA: Arquata 57, Ovada 56, Allotreb 53, Rivarolo,
Chieri 43, Canelli 42, San Paolo 33, Acqui, Lingotto 29, Aurora 25, Occimiano 24, Gavi 22, San Francesco 19, Cigliano 8. PROSSIMO TURNO: AcquiOvada, San Francesco-Chieri, San Paolo-Cigliano, Arquata-Canelli, GaviAurora, Allotreb-Occimiano, Lingotto-Rivarolo.
22
Basket
Lunedì 14 aprile 2014
Il Corriere delle Province Alessandria
SPORT VARI
DNB UÊ/œÀ̜˜>Êë>ââ>Êۈ>ʜÀÌ>À>Êi]ÊVœ˜ÊµÕ>ÌÌÀœÊÌÕÀ˜ˆÊ`½>˜ÌˆVˆ«œ]ÊÈʫÀi˜`iʈÊ«Àˆ“œÊ«œÃ̜ʘiÊ}ˆÀœ˜i
->ÕÌ>Ìiʏ>ÊV>«œˆÃÌ>
Nazionali
LEGADUE GOLD
RISULTATI: Biella-Verona 79-88, Brescia-Torino 87-85, Imola-Veroli 50106, Barcellona-Napoli 79-70, Jesi-Capo d’Orlando np, Trieste-Forlì 78-75,
Trapani-Trento 79-81, Ferentino-Casale 77-62. CLASSIFICA: Trento 42,
Capo d’Orlando, Biella, Verona 38, To-
Orsi Tortona
Mortara
79
72
PARZIALI: 28-17, 44-34, 55-59.
DERTHONA: Rotondo 22, Vitali
11, Gioria 11, Samoggia 27, Viglianisi 3, Cernivani, Stanojevic
ne, Gatti 3, Strotz 2, Gay ne. All.
Arioli.
MORTARA: Del Sorbo 8, Cavallaro 17, Grugnetti 12, Mossi 29,
Tardito 2, Fant, Avanzini ne,
Ratti ne, Bossi ne, Di Paola 4.
All. Zanellati.
rino 36, Barcellona 34, Veroli, Brescia
32, Ferentino 30, Trapani 28, Napoli
26, Casale, Jesi 24, Trieste 22, Forlì 16,
Imola 2. PROSSIMO TURNO: ForlìBrescia, Napoli-Jesi, Capo d’OrlandoImola, Casale-Trieste, Torino-Trapani,
Veroli-Barcellona, Verona-Ferentino,
Trento-Biella.
DNB
RISULTATI: Alessandria-Piacentina
96-108, Pavia-Castelfiorentino 82-58,
Cento-Livorno 83-93, Cus TorinoPiombino 76-68, Cecina-Fortitudo
59-70, Empolese-Montecatini 64-63,
Derthona-Mortara 79-72. CLASSIFICA: Tortona 42, Fortitudo 36, Piacentina 34, Cecina 30, Pavia, Empolese
27
I punti messi a
referto da Samoggia
con Mortara
28, Mortara, Cento 24, Montecatini 22,
Piombino, Livorno, Alessandria 20,
Cus Torino, Castelfiorentino 18.
Regionali
SERIE C
RISULTATI: Chivasso-Biella 59-65, Torino-Arona np, Cuneo-Borgomanero
54-58, Cirié-Serravalle 59-67, Carmagnola-Aosta 76-74, Ivrea-Saluzzo np,
Alessandria-Fossano np, Trecate-Kolbe np. CLASSIFICA: Serravalle 48, Trecate 44, Cuneo 42, Fossano 38, Biella
35, Aosta 32, Torino 31, Ciriè, Kolbe,
Carmagnola 26, Saluzzo 24, Ivrea 19,
Borogomanero 18, Chivasso 12, Alessandria 7, Arona 4. PROSSIMO TURNO: Aosta-Torino, Fossano-Carma-
Tecpool Casale
Pino Torinese
66
57
PARZIALI: 17-13, 34-25, 44-40.
CB CASALE: Zucca 7, Pogliani 7,
Costamagna, Giovara 7, Morello 16, Ruiu, Ottone 6, Bialkowski 9, Ogliaro 1, Bergang 6,
Martinotti n.e., Giromini 7. All.
Cardani.
PINO TORINESE: Quagliolo 13, Prigione 10, Augeri 7, E. Allione
ne, Di Bari ne, Bertulessi 8,
Menzio 8, Rocco ne, Pecollo 9,
Antoniotti 2, F. Allione ne. All.
Cibrario.
Cuneo, Kolbe-Ciriè, Arona-Chivasso.
Torino T.B. 66-57 (1-0 nella serie).
PLAYOFF TURNO 1: Novara-Atlavir
77-59 (1-0 nella serie), Giaveno-Rivarolo 63-78 (0-1 nella serie), PineroloBorgosesia 56-61 (0-1 nella serie),
Kappadue-Alba np (0-0 nella serie),
Ghemme-Sagrantino 83-57 (1-0 nella
serie), Rivalta-Ginnastica Torino 46-65
(0-1 nella serie). GIRONE RETROCESSIONE - Risultati: Castelnuovo Scrivia-San Mauro 69-61, Montalto-Auxilium Agnelli np, Vigliano-Asti 68-62.
Classifica: Castelnuovo Scrivia, Vigliano 2, Montalto, Auxilium Agnelli, Asti,
San Mauro 0. Prossimo turno: Asti-Castelnuovo Scrivia, San Mauro-Montalto, Auxilium Agnelli-Vigliano.
C
<ˆ“iÌ>ÊŽœÊˆ˜ÊV>Ã>
*ˆ>Vi˜â>Êv>ÊviÃÌ>
on quattro giornate
d’anticipo sul termine
della regular season,
grazie al successo casalingo sul
Mortara, l’Orsi Tortona conquista il primato nel girone A di
DNB: nei playoff che si giocheranno nel mese di maggio i
bianconeri scatteranno dalla
pole position e avranno sempre
dalla loro il vantaggio, non indifferente, del fattore-campo.
Prima però ci sarà da disputare
la fase ad orologio che inizierà a
metà della settimana dopo Pasqua – 4 partite in 10 giorni, in
casa contro le due che seguono
(Bologna e Piacenza) e fuori
contro le due che precedono (il
fanalino di coda Cus Torino e il
Castelfiorentino) – che gli alessandrini potranno sfruttare per
tirare un po’ il fiato dopo una
prima fase dispendiosissima.
Per venire a capo dei lomellini,
che se si chiudessero oggi i giochi i bianconeri avrebbero come avversari nei quarti playoff,
l’Orsi si deve impegnare a fondo. La partenza a spron battutto
dei tortonesi – triple di Vitali e
Viglianisi: 10-3 – è subito tamponata dagli ospiti, ma l’Orsi insiste e allunga in 90” grazie a 7
punti di Samoggia: 28-17 al 9’.
Per qualche minuto il Mortara
resiste, quindi piega le gambe di
fronte a due conclusioni di Rotondo, la seconda da tre punti:
sul 37-23 del 15’ la gara sembra
segnata, anche perché i pavesi
faticano a trovare il canestro e
œÊv>Ì̜Ài‡V>“«œ
>Ã>iÊmÊ}ˆDÊ>Û>˜Ìˆ
cate, Saluzzo-Alessandria, Serravalle-
SERIE D
Ê/ ALESSANDRIA-PIACENZA
96-108
PARZIALI: 20-32, 43-61, 71-84.
ZIMETAL ALESSANDRIA: Danna 11, Salvatore 14, Grilli 21, Bazzoli 25, Ferri
9, Pavone 16, Stassi, Milone ne,
Frattallone ne. All. Vandoni.
PIACENZA: Gambolati 8, Rombaldoni
15, Zampolli 32, Bonaiuti 11, Ziotti,
Italiano 7, Mazzocchi, Speronello 8,
Garofalo 27, Gasparin ne. All. Coppeta.
-Õ«iÀÊ
>ÀÌ>Ãi}˜>
>˜Vˆ>Ê
>ÃÌi˜ÕœÛœ
L’esultanza del Derthona, guidata da Leone Gioria
due minuti e mezzo dopo ancora Rotondo ritocca il vantaggio
interno: 43-28. Poi, facendo perno sulle giocate di Mossi, il
Mortara approfitta del rilassamento dell’Orsi, mette insieme
un parzialone da 3-23 e a metà
della terza fraziono prende in
mano il match: 46-51. Tortona
vacilla ma si tiene ad un possesso di distanza e riagguanta il
pareggio con una tripla di Gatti
al 31’: 59-59. Seguono 9 lunghissimi minuti di un teso punto a
punto. A 43” dalla sirena una
tripla di Vitali sposta l’ago dalla
parte dell’Orsi, Mossi stavolta
non è altrettanto freddo e una
coppia di liberi dello stesso Vitali mette al sicuro la vittoria
bianconera. Cade invece la Zimetal Alessandria, sempre invischiata nella lotta salvezza. Al
PalaCima a fare festa è il Piacenza, attuale terza forza del
campionato. Fin dalle battute
iniziali gli emiliani si confermano cecchini infallibili (14/27 da
tre il totale) e al 6’ sono già sul
+17: 6-23. Nei successivi 34’ lo
svantaggio dei biancorossi di
Vandoni tocca anche i 21 punti
verso dell’intervallo ma non
scende mai sotto le 11 unità.
CASTELNUOVO-SAN MAURO 69-61
PARZIALI: 16-16, 37-34, 52-47.
BC CASTELNUOVO: Siddi 6, Dallera 5, Lunaschi 1, Cartasegna 20, Garavelli 12,
Hammouchti, Mossi 21, Granata, Sottotetti, Salvadeo, Idrissi, Naccarato 4.
All. Pozzi.
SAN MAURO: Cocco 3, Miniero 24, Pellizzari 4, Cuccolo 3, Fratucello, Moia 10,
Cuniberti 3, De Angelis, Merlo 10,
Lazzarotto 2, Abbruscato 2, All. Rossin.“
SERIE D UÊ*>ޜvv]Ê/iV«œœÊÃÕ«iÀ>Ê*ˆ˜œÊˆ˜Ê}>À>‡£ SERIE C LIGURIA UÊ>Ê,i`Ê>ÎiÌÊV>`iʈ˜Ê}>À>‡£ÊVœÊ
ÕÃÊi˜œÛ>Ê«iÀÊÇ·ȣ
gnola, Borgomanero-Ivrea, Biella-Tre-
PLAYOFF TURNO UNICO: Casale-
Tortona (Al)
Beppe Naimo
Manca ancora un vittoria al Serravalle per avere la certezza matematica del primo posto finale
e delle relativa pole position nella griglia playoff del campionato
di serie C regionale. I due punti
strappati sul campo di un Ciriè
ancora in piena corsa per entrare nelle magnifiche otto sono
oro colato e consentono di mantenere a distanza il Trecate. Partita combattutissima, con i canavesani che mettono a più riprese alle corde la capolista: il
45-45 della mezzora rimanda il
verdetto ad una sorta di supplementare di 10’ in cui la squadra
di Ponta fa valere ancora una
volta tutta l’esperienza dei suoi
‘senatori’. Di fronte c’è il delicato
impegno interno del prossimo
turno, dopo la sosta pasquale,
contro il Cuneo e la trasferta a
Ivrea: ai rossoblù basterà vincerne una sola per chiudere davanti
a tutti.
Tutta da giocare invece la serie
della finalissima promozione di
Serie D tra Tecpool Casale Ba-
sket e Pino Torinese, anche se
nella gara-1 casalinga che ha
aperto le ostilità i monferrini di
Cardani sfruttano a dovere il fattore-campo e si portano a condurre per 1-0. Un successo pesante e che va ben al di là del
‘chi ben comincia’, visto che i casalesi si presentano all’appuntamento con almeno 4 elementi
(Zucca, Bialkosky, Ottone e Giovara) in non perfette condizioni
fisiche. Per la prima ventina di
minuti la Tecpool non sembra risentirne e torna negli spogliatoi
con una discreta dote: 34-25. Il
Pino Torinese però si conferma
avversario rognosissimo e altrettanto desideroso del salto di categoria: i collinari passano a zona, accorciano le distanze e rendono incandescente il finale di
gara. Nel parziale conclusivo che
rompe l’equilibrio (12-2) la differenza la fa il play monferrino
Morello, autore di canestri fondamentali e di un paio di rubate
risolutive. Gara2 si giocherà ancora al PalaFerraris mercoledì
16 aprile (ore 21), quindi dopo
Pasqua la serie (al meglio dei 5
incontri) si sposterà a Pino. Buone nuove anche dai playout, dove il Basket Club Castelnuovo
Scrivia regola il San Mauro Torinese e intravede la salvezza. Sono due triple di Mossi e 5 punti
di Cartasegna a scavare il primo
solco: 30-18. Le pessime percentuali ai liberi dei locali aiutano
la rimonta ospite: 37-34 al 20’.
Dopo l’intervallo Mossi sale in
cattedra e da solo mette insieme
il parziale di 13-2 che consente
agli alessandrini di incanalare il
match. Sul -14 il San Mauro non
è vinto, anzi torna ancora a -3 a
45” dalla fine. Sul possesso successivo però Siddi conquista un
preziosissimo rimbalzo offensivo e Cartasegna, dalla lunetta,
realizza i punti della definitiva
sicurezza.
b.nai.
"6Ê
…iÊÃ>ˆÌ>
Ovada (Al)
Claudio Moretti
Sono iniziati male per la Red
Basket Ovada, i playoff per la
promozione alla C nazionale. I
biancorossi, opposti dal sorteggio al Cus Genova, cedono infatti per 73-61 in gara-1, ma avranno il vantaggio del campo in gara-2 (domenica 28) e nella eventuale bella (mercoledì 1 maggio), per cui mantengono intatte
le speranze di passare il turno.
In realtà, occorre dire che il sesto posto degli “universitari” al
termine della regular season, è
dovuto solo a una penalizzazione di 4 punti ricevuta per il
mancato pagamento di alcune
tasse dovute alla federazione. La
squadra però ha talento in abbondanza e lo ha dimostrato anche nella gara di sabato. Sul
proprio terreno, i liguri hanno
fatto valere nel quarto periodo
maggiore stazza e capacità di
stare in campo nei frangenti importanti. Gara giocata a sprazzi
per l’Ovada che solo nel secondo
quarto riesce davvero a mettere
in difficoltà gli avversari con le
armi indicate alla vigilia: intensità, pressione difensiva e ritmo
alto. Decisiva la prestazione del
pivot genovese Paolo Patria, con
22 punti.
Ovada regge bene nel primo
tempo, e va al riposo lungo addirittura avanti di due punti, 3331. Ma in avvio di ripresa il Cus
torna a giocare ad alti ritmi. La
difesa ovadese fatica a trovare
risposte. Il punteggio resta in
costante equilibrio per tutto il
terzo periodo. Il quarto si apre
con una fiammata targata Giacomo Cornaglia e Gaido che pareggiano. Ma i liguri ne hanno
di più. Bigoni e Bedini sfruttano
a dovere gli spazi sul perimetro:
a 6’30” dalla fine è 61-54. Ovada
si accontenta troppo del tiro
dalla lunga distanza ed è pena-
lizzata dalle percentuali di tiro.
Il -10 arriva a 3’ dal termine con
i liberi di Capecchi. «Prestazione insufficiente per vincere qui
– commenta il presidente Mirco
Bottero – La squadra si è
espressa generalmente sotto tono. In gara-2 dovremo essere
più bravi a imporre il nostro
modo di giocare».
Dando uno sguardo alla griglia
playoff, interessante l’accoppia-
mento tra la Sestri Levante di
Reffi e Conti, che ha chiuso al
settimo posto, e l’international
band di Santa Margherita che
punta sull’americano Carter,
miglior marcatore del torneo e
sul talento slavo di Delibasic e
Kuvekalovic. Molto aperta anche la sfida tra Granarolo e
l’Aurora Chiavari. A chiudere, la
capolista Sarzana favorita contro la sorpresa Cogoleto.
Il Corriere delle Province
Alessandria
23
Lunedì 14 aprile 2014
Scommettiamo che...VINCI
DATA E INCONTRO
*
1
X
2
U * O * G * NG *
A - 19/04 ATALANTA-VERONA
1.90
3.00
4.75
1.70
2.00
1.95
1.75
A - 19/04 CATANIA-SAMPDORIA
2.35
3.40
2.85
1.70
2.00
1.85
1.90
A - 19/04 CHIEVO-SASSUOLO
1.90
3.40
4.00
1.70
2.00
2.05
1.70
A - 19/04 GENOA-CAGLIARI
2.10
3.10
3.80
1.75
1.95
1.90
1.85
A - 19/04 LAZIO-TORINO
1.75
3.30
5.25
1.65
2.05
1.95
1.80
A - 19/04 MILAN-LIVORNO
A - 19/04 PARMA-INTER
1.35
5.00
5.25
1.80
1.95
2.10
1.55
2.37
3.40
2.85
2.00
1.60
1.70
1.95
A - 19/04 UDINESE-NAPOLI
3.80
3.50
1.95
1.80
1.90
1.80
1.90
A - 19/04 JUVENTUS-BOLOGNA
1.15
7.00
15.00
1.75
1.95
2.15
1.50
A - 19/04 FIORENTINA-ROMA
3.10
3.40
2.25
2.00
1.70
1.60
2.05
PL - 19/04 HULL CITY-ARSENAL
4.75
3.60
1.75
1.95
1.70
1.50
2.10
PL - 20/04 EVERTON-MAN UTD
2.40
3.40
2.80
1.80
1.90
1.60
2.05
BU - 20/04 NORIMBERGA-B. LEVERKUSEN 3.25 3.60
2.10
1.70
1.95
1.70
2.00
L - 18/04 ATL. MADRID-ELCHE
1.22
6.00
13.00
2.00
1.55
2.05
1.60
L - 19/04 OSASUNA-VALENCIA
3.00
3.10
2.45
1.85
1.75
1.70
2.00
B - 17/04 NOVARA-TRAPANI
2.60
3.05
2.90
1.70
2.00
1.80
1.90
LP2 - 27/04 BRA-ALESSANDRIA
14.00
6.50
1.15
1.80
1.85
2.00
1.60
LP2 - 27/04 BELLARIA-CUNEO
2.90
2.95
2.45
2.00
1.65
1.60
2.05
Under: meno di tre gol in totale. Over: tre o più gol in totale. Goal: entrambe le squadre segnano. No Goal: almeno una squadra non segna.
IN ROSSO LE QUOTE CONSIGLIATE
BETTING TIME UÊIl Catania si gioca le ultime chance di salvezza, in Inghilterra Moyes torna da avversario in casa dell’Everton
Si fermano le coppe, l’attenzione va ai campionati
Alessandria
Gianluca Bussi
B
entornati all’ormai consueto appuntamento settimanale con la rubrica
dedicata a noi scommettitori.
Questa settimana siamo reduci da qualche
sorpresa di troppo arrivata dalle competizioni europee, con la disfatta del Real Madrid, ma sopratutto l’eliminazione di Barcellona e Paris Saint Germain. Questa settimana ci concentriamo sui campionati nazionali, che cominciano il loro rush finale
verso il termine dei giochi. Partiamo dalla
nostra Serie A: il primo incontro vede protagonista l’Atalanta, che contro il Verona si
gioca dei punti pesantissimi per l’Europa e
per rialzarsi prontamente dalla batosta subita a Roma. Il Catania invece, si gioca le
ultime speranze di salvezza contro una
Sampdoria che non ha più nulla da dire a
questo campionato, ma con Mihajlovic che
non ha intenzione di regalare punti a nessuno. L’incontro più caldo si giocherà a Verona, con il Chievo che ospita il Sassuolo
per decidere chi si salverà a fine stagione.
Tutto facile invece per Milan, Juventus e
Napoli, che non dovrebbero avere problemi
nei loro rispettivi incontri. Discorso inverso
invece per Inter e Roma, che dovranno affrontare Parma e Fiorentina, all’interno di
due incontri con il risultato tutto da decidere. Il Torino invece è chiamato all’impresa
contro la Lazio per poter pensare ancora di
raggiungere un piazzamento in Europa League. Per i campionati esteri invece sembra
tutto già scritto per Atletico Madrid e Arsenal, mentre invece è tutto aperto a Liverpool, con l’Everton che ospita da avversario il
suo passato Moyes ora alla guida dei Red
Devils. Per quando riguarda invece la serie
B il Novara è favorito sul Trapani nel prossimo turno, con i piemontesi chiamati alla
vittoria per smuovere definitivamente la
classifica. Passando alla Lega Pro invece,
l’Alessandira di D’Angelo sarà impegnata in
trasferta contro il Bra dei record negativi,
mentre il Cuneo avrà un match molto più
delicato: contro il Bellaria già retrocesso tra
i dilettanti.
24
Lunedì 14 aprile 2014
Il Corriere delle Province Alessandria
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
4 352 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content