close

Enter

Log in using OpenID

comunicazione dati e dichiarazione iva anno 2013

embedDownload
INFORMATIVA N. 3 / 2014
Ai gentili Clienti dello Studio
COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA ; Scadenza 28.02.2014
Verifica, predisposizione e invio telematico .
DICHIARAZIONE ANNUALE IVA ;
Verifica e predisposizione del modello da allegare all’Unico 2014.
Invio telematico della dichiarazione IVA in forma autonoma per coloro che intendono
compensare crediti IVA superiori a 5.000 euro senza visto di conformità o superiori a
15.000 euro con visto di conformità.
Alla data attuale i modelli di Comunicazione dati
e Dichiarazione IVA sono ancora in “bozza”. Appena
approvati dall’Agenzia delle Entrate saranno resi
disponibili sul sito internet dello studio.
NOTA BENE: per poter rilasciare il VISTO DI CONFORMITÀ lo studio dott.
avv. Luigi Borsaro dovrà porre in essere una serie di controlli.
La lista della documentazione necessaria per il rilascio
del visto di conformità verrà inviata direttamente ai
clienti che ne faranno richiesta.
Entro il prossimo 28 febbraio deve essere predisposta ed inviata,
esclusivamente per via telematica (Entratel), la comunicazione annuale dati Iva
relativa all’anno d’imposta 2013.
In linea generale sono tenuti alla presentazione della comunicazione tutti i
titolari di partita IVA.
A titolo esemplificativo NON sono tenuti alla presentazione della
comunicazione dati IVA:
- i contribuenti che per l’anno d’imposta abbiano registrato esclusivamente
operazioni esenti di cui all’art. 10, nonché coloro che essendosi avvalsi della
dispensa dagli obblighi di fatturazione e di registrazione ai sensi dell’art.
36-bis abbiano effettuato soltanto operazioni esenti. L’esonero non si applica
invece qualora il contribuente abbia registrato operazioni intracomunitarie o
effettuato acquisti in reverse charge;
- le imprese individuali che abbiano dato in affitto l’unica azienda;
- le persone fisiche che si sono avvalse del nuovo regime riservato ai
contribuenti minimi, di cui all’art. 27, commi 1 e 2, del decreto legge 6
luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011,
n. 111.
- sono, inoltre, esonerati i contribuenti che presentano la dichiarazione
annuale IVA entro il mese di febbraio.
Si precisa che ai fini della comunicazione dati Iva non rilevano le
compensazioni effettuate nell’anno d’imposta, il riporto del credito IVA relativo
all’anno precedente, i rimborsi o le compensazioni infrannuali richieste. Tali dati
dovranno essere indicati esclusivamente nella relativa dichiarazione annuale.
In definitiva la comunicazione dati IVA rappresenta una sintesi dei dati
indicati nella dichiarazione Iva annuale, seppur con qualche deroga (come nel caso
degli autotrasportatori di merce per conto terzi che differiscono la liquidazione dell’Iva
sulle vendite al trimestre successivo).
Pertanto, all’ APPUNTAMENTO SARANNO COMPILATI I SEGUENTI
DOCUMENTI :
Comunicazione annuale dati IVA
Dichiarazione annuale Iva
La Comunicazione annuale dati IVA e, per coloro che avranno i requisiti, la
Dichiarazione annuale IVA saranno inviati direttamente dalla vostra sede,
utilizzando le abilitazioni Entratel già in vostro possesso.
I M P O R T A N T E
:
è
INDISPENSABILE
che
abbiate
concluso
prima
dell’appuntamento tutte le registrazioni delle fatture e
note di variazione dell’anno 2013 e chiuso la liquidazione
del mese di dicembre (mensili) o del IV trimestre
(trimestrali).
DOCUMENTI DA PREDISPORRE PER L’APPUNTAMENTO
- Bilancio provvisorio al 31.12.2013 (anche solo situazione economica e senza le
scritture di rettifica e assestamento)
- Prospetto di riconciliazione del volume d’affari IVA con ricavi di bilancio
- Stampa dell’elaborato “liquidazione sintetica annuale anno 2013” suddivisa
in base alle operazioni di acquisto e di vendita, e a sua volta in base all’aliquota
Iva (4, 10, 21, 22%) e articoli di esenzione, esclusione e fuori campo.
- Copia dei prospetti di liquidazione mensili o trimestrali come da registri Iva
(in base alla periodicità adottata durante l’anno 2013) e relative copie dei
modelli F24, compreso l’eventuale versamento dell’acconto Iva in scadenza lo
scorso 27 dicembre
- Documento di sintesi nel quale indicare i totali (e non “fattura per fattura”)
degli imponibili delle fatture di acquisto e delle importazioni registrate
suddivisi in :
a) Beni ammortizzabili materiali ed immateriali (compresi i beni inferiori a
€. 516,46 e i riscatti di leasing)
b) Beni strumentali non ammortizzabili: noleggi, affitti, leasing
c) Beni destinati alla rivendita (merci) ovvero alla produzione di beni e
servizi (materie prime, semilavorati).
- L’importo totale delle importazioni e esportazioni di beni (vedi dichiarazione
doganale) evidenziando l’imponibile e la relativa imposta Iva per le
importazioni, solo l’imponibile per le esportazioni;
- Ammontare delle operazioni con la Repubblica di San Marino / Stato del
Vaticano: cessioni e acquisti.
- Ammontare complessivo delle operazioni intracomunitarie: totale degli
imponibili delle fatture di vendita emesse divisi tra cessioni di beni e
prestazioni di servizi intracomunitari; totale degli imponibili e relativa imposta
autoliquidata delle fatture acquisto ricevute.
- Ammontare complessivo delle operazioni effettuate nei confronti di
condominii: totale degli imponibili delle fatture di vendita emesse durante
l’anno 2012
- Per i soli clienti con requisiti di “esportatore abituale” : prospetto di utilizzo
del plafond mensile o solare (QUADRO VC della dichiarazione IVA)
Novità : l’importo indicato a rigo VE40 [Volume d’affari] potrà essere diverso da quello indicato a
rigo VC 13 colonna 3, in quanto le operazioni non soggette ad IVA (artt. da 7 a 7-septies DPR 633/72)
andranno indicate a rigo VE39 ma non in colonna 3 del quadro VC per la verifica dello status di
esportatore abituale. In sintesi il volume d’affari mensile indicato nella colonna 3 del quadro VC
va indicato al netto delle operazioni non soggette artt. da 7 a 7septies DPR 633/72.
- Ammontare complessivo delle operazioni effettuate nell’anno con IVA esigibile
negli anni successivi. Si tratta delle operazioni effettuate nei confronti dello
Stato e altri enti pubblici, nonché delle operazioni cosiddette “IVA per cassa”
in base all’ art. 7, DL n. 185/2008 e art. 32-bis, DL n. 83/2012.
- Per i soli clienti che adottano il particolare REGIME DEL MARGINE
(esempio: le concessionarie di auto usate) : copia del prospetto del calcolo
mensile del margine negativo o positivo con evidenziato gli acquisti, le spese
accessorie, le cessioni, le rettifiche per esportazione.
- REVERSE-CHARGE : ammontare degli ACQUISTI suddivisi in totale
imponibile e imposta Iva per quelle particolari operazioni d’acquisto in cui
l’imposta è dovuta da parte del cessionario. In particolare sono interessati a
questo regime gli acquisti di :
a) beni intracomunitari
b) beni provenienti dalla Repubblica di San Marino per i quali il cessionario è
tenuto al pagamento dell’imposta
c) prestazioni di servizi (UE ed extraUE) ricevute da soggetti non residenti
d) provvigioni corrisposte dalle agenzie viaggio ai loro intermediari (art.74-ter,
comma 8)
e) rottami e materiali da recupero (art. 74, commi 7 e 8)
f) servizi resi da subappaltatori nel settore edile senza addebito d’imposta
(art. 17, comma 6, lettera a)
g) fabbricati strumentali (art. 17, comma 6, lettera a-bis) senza addebito
d’imposta
h) Telefoni cellulari (art. 17, comma 6, lett. b) senza addebito dell’imposta
i) Dispositivi a circuito integrato (es.: microprocessori e unità centrali di
elaborazione) (art. 17,comma 6, lett. c) senza addebito dell’imposta
- Ammontare delle prestazioni di servizi rese a committenti UE titolari di partita
IVA non soggette all’imposta in base all’articolo 7-ter D.P.R. 633/73
- Ammontare delle cessioni di beni strumentali : indicare totale imponibile e
relativa imposta Iva e produrre copia delle fatture di vendita.
- Prospetto di utilizzo del credito Iva anno 2012 compensato durante l’anno
scorso con codice tributo 6099 e copia dei relativi modelli F24
- Prospetto di utilizzo dei crediti Iva dei primi tre trimestri 2013 e copia dei
relativi modelli F24 compensati durante l’anno scorso con i codici tributo 6036,
6037, 6038.
- Ammontare delle operazioni effettuate nei confronti di consumatori finali :
indicare totale imponibile e relativa imposta Iva (QUADRO VT della
dichiarazione IVA)
LO STUDIO RIMANE A DISPOSIZIONE DEI CLIENTI PER QUALSIASI
CHIARIMENTO.
Distinti saluti.
Verona, 13/01/2014
avv. Luigi Borsaro
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
122 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content