close

Enter

Log in using OpenID

clicca - Istituto Comprensivo di San Marzano sul Sarno

embedDownload
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
S.S. GIOVANNI PAOLO II – A. FRANK
Codice meccanografico SAIC8A900C – Cod. Fisc. 80047550659
Mail: [email protected] – pec : [email protected]
PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013
Programma Operativo Nazionale “Ambienti per l’Apprendimento” FESR 2007/2013
2007 IT161PO004 Asse I “Società dell’Informazione e della conoscenza”
Obiettivo Operativo A “Incrementare le dotazioni tecnologiche e le reti delle istituzioni
scolastiche”Obiettivo Specifico A.1 “Dotazioni tecnologiche per gli ambienti di apprendimento”
Nota del MIUR prot. N. 12859 del 10.12.2013
Obiettivo “Convergenza”- “Ambienti per l’Apprendimento”
Codice Fiscale: 80047350659
Prot. N. 601/B15
Codice Meccanografico: SAIC8A900C
S. Marzano sul Sarno, 03/03/2014
Oggetto: Bando di gara Progetto FESR06_POR_CAMPANIA – 2013
Codice : A-1 FESR06 POR CAMPANIA 2012-560
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Vista la Circolare Prot. n. AOODGAI /10621 del 5 luglio 2012;
Vista la Delibera di partecipazione del Collegio dei Docenti (n. 5 16 ottobre 2012);
Viste le autorizzazione del Progetto Titolo: “Con l’Europa la Classe si trasforma in laboratorio
digitale” Codice : A-1 FESR06 POR CAMPANIA 2012-560 trasmesse dal MIUR con note Prot. N.
7380 del 2 luglio 2012 e n. AOODGAI/9411 del 24/09/2013;
Visto il Decreto del Dirigente Scolastico di assunzione a bilancio del PON Codice : A-1FESR06_POR_CAMPANIA -2012 -560 del 02 ottobre 2013 prot. N. 355 con il quale è stata assunta
la gestione nel Programma Annuale 2013 del finanziamento relativo al progetto;
Viste le Linee Guida Progetti PON – Edizione 2009 –
Visto il Manuale delle procedure di gestione Por Campania 2007 - 2013
Visto il Decreto Interministeriale n. 44 del 1 febbraio 2001 “Regolamento concernente le Istruzioni
generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche”;
Vista la Circolare del Ministero del Lavoro e della Coesione Sociale N. 41/03;
Visto il D. Lgs. N. 163/2006 e ss. mm. ii.;
Visto il CIG generato: 563564595E;
Visto il codice CUP : I23J12000560007 ;
Considerato che il progetto deve concludersi entro il 31 marzo 2014;
indice
una gara d'appalto per la fornitura, installazione e facchinaggio di materiali per l'importo massimo di €
70.500,00 (settantamilacinquecento/00) IVA compresa.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
F.to Dott.ssa Emma Tortora
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
Articolo 1: Scuola Appaltante
Istituto Comprensivo “S.S. G. Paolo II – Anna Frank” S. Marzano sul Sarno (SA),
Codice Meccanografico SAIC900C con sede in Piazza Amendola, 1
84010 S. Marzano sul Sarno (SA), che in seguito indicheremo come Scuola.
Articolo 2: Ubicazione
Istituto Comprensivo “S.S. G. Paolo II – Anna Frank” S. Marzano sul Sarno (SA),
con sede in via Pendino, 6 84010 S. Marzano sul Sarno (SA).
Articolo 3: Requisiti ed Obblighi per la Partecipazione alla Gara
Le imprese interessate alla presentazione di offerte dovranno comprovare il possesso
dei seguenti requisiti, pena l’esclusione dalla gara:
3.1 Iscrizione al Registro delle Imprese presso la C.C.I.A.A. compatibile con
quello del presente appalto, oppure similare.
3.2 Non sussistenza di condanne con sentenze passate in giudicato per qualsiasi
reato incidente sulla moralità professionale o per delitti finanziari per i seguenti
soggetti: legali rappresentanti; amministratori nel caso di società per azioni o
società a responsabilità limitata; soci nel caso di una società a nome collettivo;
soci accomandatari nel caso di società in accomandita semplice.
3.3 Non essere in nessuna delle condizioni di esclusione dalla partecipazione alle
gare ai sensi dell’art. 11 del D.Lgs. n. 358/92 e successive modificazioni.
3.4 Essere in regola con quanto prescritto dalla Legge n. 68/99 in materia di lavoro
ai disabili.
Alle imprese interessate alla presentazione di offerte, inoltre, pena l’esclusione dalla
gara, è fatto obbligo di:
3.5 Procedere a sopralluogo, previo appuntamento, nei locali dell’istituzione
scolastica destinati ad ospitare le L.I.M. riportate del presente capitolato.
Articolo 4: Termini e Modalità per la Partecipazione alla Gara
Le imprese interessate a partecipare alla gara dovranno far pervenire le proprie offerte
agli Uffici Amministrativi della Scuola entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 18
marzo 2014.
Le offerte potranno essere consegnate a mano, a mezzo posta tramite raccomandata
con ricevuta di ritorno (non fa fede il timbro postale) o tramite agenzie di recapito
autorizzate.
Le offerte dovranno essere articolate come segue:
a. Busta A, sigillata e contrassegnata dalla dicitura “Documentazione
Amministrativa”, contenente tutti gli atti comprovanti quanto richiesto agli art. 3, 6
e 9 del presente bando;
b. Busta B, sigillata e contrassegnata dalla dicitura “Offerta Tecnico-Economica”,
contenente l’offerta tecnico-economica per tutto quanto richiesto nell’Allegato
Attrezzature del presente capitolato.
La Busta A e la Busta B saranno chiuse in un unico plico recante l’indicazione della
gara “Contiene Preventivo per Progetto A-1 - FESR06 _POR_ CAMPANIA2012-560” e l’intestazione dell’Azienda offerente.
Pagina 2 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
Articolo 5: Descrizione della Fornitura
La gara di appalto ha come oggetto la fornitura di apparecchiature, l’installazione, la
configurazione e il facchinaggio di quanto viene espletato nella Scheda Tecnica
(Allegato Attrezzature) , da realizzarsi in esecuzione del progetto PON finanziato e
approvato dal MIUR con il codice: A-1-FESR06_POR_CAMPANIA-2012-560.
L’importo a base d’asta è pari a € 70.500,00 comprensivo di IVA. Esso è fisso e
invariabile.
Qualsiasi offerta superiore al suddetto importo, relativamente a tutto il materiale di
cui al presente capitolato tecnico, non sarà presa in considerazione.
Le minime caratteristiche tecniche richieste sono riportate nella Scheda Tecnica
(Allegato Attrezzature) che è parte integrante del presente capitolato.
L’amministrazione scolastica potrà decidere di selezionare eventuali opzioni
suggerite, se ritenute migliorative, per quanto concerne le attrezzature e le soluzioni
tecniche richieste, ovviamente nei limiti di spesa previsti.
Articolo 6: Requisiti dell’Offerta
6.1
6.2
6.3
6.4
6.5
6.6
6.7
6.8
L’offerta deve avere validità di 180 giorni a decorrere dal termine di scadenza
della presentazione indicata al precedente art. 4.
Tutte le apparecchiature proposte dovranno essere descritte dettagliatamente,
con particolare riferimento alle specifiche tecniche. Si suggerisce di avvalersi
di depliant illustrativi ed informativi, in originale, da allegare all’offerta.
Tutti i componenti oggetto della fornitura devono essere di ottima manifattura.
I prezzi indicati devono essere unitari e comprensivi di IVA.
La ditta che si aggiudicherà la gara dovrà provvedere alla fornitura,
all’installazione, al facchinaggio delle apparecchiature e degli impianti
connessi. Tali operazioni dovranno essere eseguite entro e non oltre il mese di
Marzo 2014. Dovrà in più produrre una “dichiarazione separata” attestante
l’impegno ad effettuare la consegna, l’installazione, il facchinaggio entro e
non oltre la data suddetta, pena la sottrazione di punti in fase di valutazione
delle offerte.
Il periodo di garanzia delle apparecchiature offerte non potrà essere inferiore a
24 (ventiquattro) mesi (36 mesi on site per i Personal Computer).
La ditta che si aggiudicherà la gara deve garantire l’effettuazione degli
eventuali interventi di manutenzione.
In caso di discordanza tra il prezzo indicato in cifre ed in lettere, è ritenuto
valido quello più vantaggioso per l’istituzione scolastica.
In caso di discordanza tra il prezzo unitario e quello totale, è ritenuto valido
quello più vantaggioso per l’istituzione scolastica.
Articolo 7: Caratteristiche Tecniche e condizioni della Fornitura
7.1
7.2
7.3
7.4
Tutti i prodotti offerti dovranno essere nuovi di fabbrica ed in produzione al
momento della fornitura.
Tutte le apparecchiature dovranno avere il marchio di conformità CE.
Tutte le apparecchiature dovranno essere conformi alle norme tecniche
nazionali e comunitarie vigenti.
L’adeguamento della rete LAN, rete elettrica saranno realizzate dalla ditta
aggiudicataria.
La ditta aggiudicataria è tenuta ove previsto a produrre i certificati di
conformità degli impianti pena l’esclusione.
Pagina 3 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
Articolo 8: Termine di Esecuzione dell’Appalto
L’impresa che si aggiudicherà la gara dovrà provvedere alla fornitura entro il mese di
Marzo 2014 e all’installazione e al facchinaggio delle apparecchiature e degli
impianti connessi entro e non oltre il mese di Marzo 2014.
In caso di inosservanza dei termini di consegna sarà applicata una sanzione pecuniaria
di € 100,00 (cento/00) per ogni giorno di ritardo e per un massimo di 30 giorni,
trascorsi i quali saranno avviate la procedura di rescissione del contratto e la richiesta
di risarcimento danni.
Articolo 9: Documentazione
Le imprese che intendono partecipare alla gara dovranno allegare all’offerta, pena
l’esclusione, la seguente documentazione:
9.1 Iscrizione al Registro delle Imprese presso la C.C.I.A.A., dalla quale risultino:
il numero di iscrizione; il nome (o i nomi) del legale rappresentante
dell’impresa; i nomi degli amministratori (se l’impresa è una società di
capitali) e il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) validi alla
data di scadenza del presente bando. Nel caso del DURC gli stessi possono
anche produrre opportuna autocertificazione che sarà verificata dalla scuola.
9.2 Dichiarazione attestante l’avvenuta valutazione delle circostanze che hanno
portato alla determinazione del prezzo e delle condizioni contrattuali influenti
sulla esecuzione delle opere in oggetto.
9.3 Dichiarazione attestante che:
l’impresa non si trova in stato di fallimento, di liquidazione, di
amministrazione controllata, di concordato preventivo;
non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una delle predette
situazioni;
l’impresa non versa in stato di sospensione dell’attività commerciale.
9.4 Dichiarazione attestante la non sussistenza di condanne con sentenze passate in
giudicato per qualsiasi reato incidente sulla moralità professionale o per delitti
finanziari per i seguenti soggetti: legali rappresentanti; amministratori nel caso
di società per azioni o società a responsabilità limitata; soci nel caso di una
società a nome collettivo; soci accomandatari nel caso di società in
accomandita semplice.
9.5 Dichiarazione attestante che l’impresa non si trova in nessuna delle condizioni
di esclusione dalla partecipazione alle gare ai sensi dell’art. 11 del D.Lgs. n.
358/92 e successive modificazioni.
9.6 Copia di un documento di identità valido di tutti i sottoscrittori debitamente
firmato con grafia leggibile.
9.7
Dichiarazione attestante che l’impresa possiede i requisiti per la dichiarazione
di conformità dell’installazione di impianti elettrici e di reti locali LAN.
Articolo 10: Modalità di Celebrazione della Gara e di Aggiudicazione della Fornitura
Una commissione nominata dal Dirigente Scolastico, con il presidio dell’esperto
progettista valuterà le offerte e proporrà l’aggiudicazione della gara sulla scorta della
relazione tecnica di comparazione redatta dal progettista incaricato.
All’apertura dei plichi saranno effettuate le verifiche dei requisiti previsti per la
Pagina 4 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
partecipazione alla gara (Art.6 del presente bando), e l’analisi della documentazione
richiesta (Art.9 del presente bando). Successivamente si procederà alla valutazione
delle offerte economiche delle imprese in possesso dei requisiti, attribuendo i
punteggi secondo le modalità specificate al successivo art.11.
Articolo 11: Criteri per la Valutazione delle Offerte
La fornitura sarà aggiudicata all’impresa la cui offerta risulterà economicamente più
vantaggiosa. La valutazione delle offerte sarà effettuata sulla base dei seguenti
elementi:
Punteggio Massimo
Offerta Economica
Offerta Tecnico
Qualitativa
70 punti
30 punti
11.1 Il punteggio relativo all’offerta economica sarà attribuito sulla base della
Q
seguente formula: PunteggioOffertaEconomica = min ⋅ 70 , dove Qmin sarà la
Qx
quotazione economica più bassa tra le offerte pervenute e ritenute valide,
mentre Q x sarà la quotazione economica dell’offerta in esame.
11.2 Il punteggio relativo all’offerta tecnica sarà attribuito sulla base dei seguenti
criteri di valutazione:
Criterio di Valutazione
Punteggio Massimo
Qualità tecnica complessiva dell’offerta
20 punti
Garanzia
5 punti
Tempi effettuazione Assistenza
2 punti
Mancata dichiarazione per consegna,
installazione, facchinaggio (commi 6.5 e
3 punti
11.6)
Totale
30 punti
11.3 Il punteggio relativo alla qualità tecnica sarà attribuito sulla base delle seguenti
regole:
a. a tutte le Aziende offerenti ammesse alla gara sarà attribuito un punteggio
base di 10 punti;
b. al punteggio di cui al punto precedente saranno sottratti 10 (dieci) punti se
la commissione in sede di valutazione riterrà le caratteristiche tecniche
dell’offerta non conformi a quanto richiesto nell’allegato attrezzature, con
punteggio minimo attribuibile pari a 0 (zero);
c. al punteggio di cui al punto a saranno aggiunti 10 (dieci) punti se la
commissione in sede di valutazione riterrà le caratteristiche tecniche
dell’offerta migliorative rispetto a quanto richiesto nell’allegato
attrezzature, con punteggio massimo attribuibile pari a 20 (venti).
a tutte le Aziende offerenti ammesse alla gara saranno valutate le tipologie
di certificazioni ottenute e congruenti con la fornitura suddetta.
Pagina 5 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
11.4 Il punteggio relativo alla Garanzia sarà attribuito mediante la seguente formula:
Ga x − Gamin
PunteggioKGaranzia =
⋅5
Gamax − Gamin
dove Gamin e Ga max saranno la minima e la massima durata della garanzia tra
le offerte pervenute e ritenute valide, mentre Ga x sarà la durata della garanzia
dell’offerta in esame, tutte espresse in mesi (12, 24, 36, ecc.). I valori di Gamin ,
Ga max e Ga x saranno determinati effettuando la media aritmetica delle
garanzie proposte per ciascuna delle Unità dell’Allegato Attrezzature, cioè
∑ Garanzia Singola Unità
Ga =
Numero Unità
In merito alla durata del periodo di garanzia si richiama quanto specificato
all’art.6 comma 6 del presente bando di gara.
Nell’eventualità di mancata indicazione della durata della garanzia per una
Unità, ad essa sarà attribuito il valore di mesi 12.
11.5 Il punteggio relativo ai Tempi di effettuazione degli interventi di Assistenza
sarà attribuito mediante la seguente formula:
T . Asmax − T . Asx
PunteggioK Assistenza =
⋅2
T . Asmax − T . Asmin
dove T .As min e T .As max saranno il minimo ed il massimo tempo di assistenza
tra le offerte pervenute e ritenute valide, mentre T. As x sarà la durata del tempo
di assistenza dell’offerta in esame, tutti espressi in ore (12, 24, 36, ecc.).
In merito ai tempi di assistenza, si richiama quanto specificato all’art.6 comma
7 del presente bando di gara.
Nell’eventualità di mancata indicazione dei tempi di assistenza saranno
attribuiti punti 0 (zero). In caso di parità di punteggio si procederà ad eventuale
sorteggio.
11.6 Consegna, installazione, facchinaggio: se presente, la dichiarazione di cui al
comma 6.5 saranno aggiunti punti 3 dal punteggio totalizzato per l’offerta
tecnica.
11.7 A parità di punteggio saranno valutati tutti i titoli presentati dalle Aziende
offerenti, assegnando la fornitura a quella in grado di fornire le maggiori
garanzie di qualità nell’esecuzione della stessa.
Articolo 12: Disposizioni Finali
12.1
12.2
12.3
12.4
Non saranno prese in considerazione offerte condizionate, espresse in modo
indeterminato e/o prive, anche parzialmente, della documentazione richiesta.
L’istituzione scolastica non è tenuta a corrispondere alcun compenso alle
imprese per le offerte presentate.
L’istituzione scolastica si riserva di procedere all’aggiudicazione della
fornitura anche in presenza di una sola offerta valida.
I prezzi relativi ai software applicativi e specifici, oggetto del presente
capitolato, devono intendersi comprensivi di installazione e corretta attivazione
e configurazione su tutte le macchine previste.
Pagina 6 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
12.5
12.6
12.7
12.8
12.9
Capitolato d’oneri
Il pagamento della fornitura sarà effettuato in seguito a collaudo favorevole da
parte della Commissione Collaudo dell’ Ente Appaltante e subordinato alle
percentuali di accredito da parte del Ministero salvo possibilità da parte della
Scuola di effettuare delle anticipazioni e dopo l’obbligatoria verifica degli
inadempimenti EQUITALIA ai sensi del Decreto del Ministero dell’Economia
e delle Finanze n. 40 del 18/01/2008, concernente le modalità di attuazione del
D.P.R. 29/09/1973, n. 602.
Il collaudo sarà effettuato presso questo Istituto, ad installazione e
configurazione ultimate, da esperti individuati dal Dirigente Scolastico entro
30 giorni (trenta) dalla data di messa in opera delle apparecchiature.
Il trasporto delle attrezzature presso la sede di ubicazione della Dirigenza
Scolastica (art.2 del presente bando) sarà a carico dell’impresa che si
aggiudicherà l’appalto.
L’amministrazione scolastica informa che i dati forniti dai concorrenti per le
finalità connesse alla gara di appalto e per l’eventuale stipula del contratto ,
saranno trattati in conformità alle disposizioni del D. Lgs. 196/2003 s.m.i. e
saranno comunicati a terzi solo per motivi inerenti la stipula e la gestione del
contratto.
Le Ditte concorrenti e gli interessati hanno facoltà di esercitare i diritti previsti
dall’art. 7 del citato D. Lgs. e s.m.i.
L’amministrazione scolastica può chiedere la risoluzione del contratto ai sensi
del D.M. del 28/10/85 art. 37 nei seguenti casi:
in qualunque momento dell'esecuzione avvalendosi della facoltà consentita
dall'art.1671 del codice civile e per qualsiasi motivo tenendo indenne
l'impresa dalle spese sostenute, dei lavori eseguiti, dei mancati guadagni;
per motivi di pubblico interesse come previsto nell'art.23 del predetto
decreto ministeriale;
in caso di frode, di grave negligenza, di contravvenzione nella esecuzione
degli obblighi e condizioni contrattuali e di mancata reintegrazione del
deposito cauzionale;
in caso di cessione dell'azienda, di cessazione di attività, oppure nel caso di
concordato preventivo, di fallimento, di stato di moratoria e di conseguenti
atti di sequestro o di pignoramento a carico dell'impresa;
nei casi di sub appalto non autorizzati dall'Amministrazione come previsto
all'art.9 del predetto decreto ministeriale;
nei casi di decesso dell'imprenditore quando la considerazione della sua
persona sia motivo determinante di garanzia;
in caso di decesso di qualcuno dei soci nelle imprese costituite in società di
fatto o in nome collettivo, o di uno dei soci accomandatari nelle società in
accomandita e l'Amministrazione non ritenga di continuare il rapporto
contrattuale con gli altri soci;
in caso di impossibilità ad eseguire il contratto, in conseguenza di causa
non imputabile alla stessa impresa, secondo il disposto dell'art.1672 del
codice civile;
nel caso in cui l'Amministrazione richieda aumenti o diminuzioni
dell'oggetto del contratto oltre i limiti previsti dall'art. 27 del predetto
decreto ministeriale.
La risoluzione del contratto ha effetto retroattivo, salvo il caso di contratti ad
esecuzione continua o periodica, riguardo ai quali l'effetto della risoluzione non
si estende alle prestazioni già eseguite.
La risoluzione del contratto viene disposta dal Dirigente Scolastico.
Di tale disposizione viene data comunicazione all'impresa con notificazione a
Pagina 7 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
mezzo di ufficiale giudiziario.
12.10 Con la risoluzione del contratto sorge nell'Amministrazione il diritto di affidare
a terzi la fornitura, o la parte rimanente di questa, od i servizi, in danno
dell'impresa inadempiente.
L'affidamento avverrà per trattativa privata o, entro i limiti prescritti, in
economia, stante l'esigenza di limitare le conseguenze dei ritardi connessi con
la risoluzione del contratto.
L'affidamento a terzi verrà notificato all'impresa inadempiente nelle forme
prescritte con indicazione dei nuovi termini di esecuzione e delle forniture o
dei servizi affidati e degli importi relativi. All'impresa inadempiente saranno
addebitate le spese sostenute in più dall'Amministrazione rispetto a quelle
previste dal contratto risolto.
12.11 L’impresa che si aggiudicherà la gara non potrà cedere in subappalto tutta la
fornitura o parte di essa senza l’autorizzazione dell’amministrazione scolastica.
12.12 Per quanto non previsto dal bando valgono le disposizioni di legge vigenti per
gli appalti di fornitura.
Il presente avviso pubblico viene affisso all’albo dell’Istituto in data 03.03.2014, pubblicato sul sito
dell’Istituto, e sulla piattaforma ministeriale. Per ulteriori informazioni rivolgersi al Dirigente
Scolastico dell’Istituto.
Il presente bando viene pubblicizzato mediante:
•
affissione all’Albo dell’Istituto;
•
pubblicazione sul sito web della scuola www.icsanmarzano.gov.it;
•
pubblicazione sulla piattaforma PON SCUOLA Fondi strutturali 2007-2013.
Il giorno successivo alla scadenza del presente capitolato, alle ore 12.00 nei locali della dirigenza
scolastica, saranno valutate come descritto nell’ art. 10 e art. 11 le offerte pervenute e regolari delle
ditte, per procedere all’ aggiudicazione provvisoria della suddetta gara d’appalto.
Allegati
B Allegato attrezzature
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
F.to Dott.ssa Emma Tortora
Pagina 8 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
ALLEGATO b) “Attrezzature”
PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2007/2013
Obiettivo A Azione 1 – FESR06-POR-CAMPANIA-2012-560
CIG: 563564595E
CUP: I23J12000560007
CAPITOLATO TECNICO
Nel presente capitolato tecnico sono descritte le caratteristiche tecniche minime cui devono
necessariamente rispondere tutte le apparecchiature offerte.
CONFIGURAZIONE RICHIESTA
Q.tà
LIM IN CLASSE
LAVAGNA INTERATTIVA MULTIMEDIALE
Tecnologia e Superficie: Superficie Touch Screen
Superficie a lunga durata anti graffio, ottimizzata per la proiezione,
compatibile anche con pennarelli a secco cancellabili e facilmente
lavabile.
Dimensioni: 77" reali; Risoluzione: 4000 x 4000 punti per pollice;
Tipo di connessione: Cavo USB da almeno 5 mt in dotazione;
Software: Software incluso per la gestione della LIM;
Aggiornamenti disponibili on line; CD di installazione; Penne: in
dotazione: 4 penne e/o pennarelli;
Dispositivi di interazione: La lavagna deve permettere la gestione
delle applicazioni e dei contenuti digitali attraverso l’uso diretto delle
mani ed eventualmente anche di appositi dispositivi (puntatori,
penne, ecc.), sulla superficie interattiva sulla quale è proiettata
l’immagine generata dal computer I dispositivi di utilizzo ed
interazione forniti dovranno comprendere minimo due dotazioni, la
dotazione base più una dotazione aggiuntiva di ricambio.
CASSE AMPLIFICATE 40 WATT RMS (80 WATT MUSICALI)
VIDEOPROIETTORE A OTTICA ULTRA CORTA
Videoproiettore da collegare alla Lavagna Interattiva Multimediale:
- con staffa integrata per fissaggio a parete;
- alimentazione elettrica dello stesso con posa in opera di canaline
esterne lato muro di dovuta sezione, prese esterne tipo 503 con
placca bianca, 1 prese elettriche di tipo bipasso italiana 16 A e cavo
filare di dovuta sezione minimo 2,5 mmq.;
- Cavo VGA per il collegamento al computer di lunghezza opportuna
con passaggio dello stesso in canalina di dovuta sezione;
- il tutto con la certificazione D.M. 37/2008 (Ex D.Lgs.vo 46/90) che la
ditta deve possedere e rilasciare al termine dei lavori.
Focale Ultracorta; Formato 4:3; Tecnologia LCD; Luminosità 2600
ANSI lumen; Contrasto 2000:1; Potenza lampada 230 Watt.;
Pagina 9 di 11
16
19
16
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
Risoluzione MAX XGA (1024x768); Durata lampada 3500 h in
modalità normale; Connessione audio Mini-jack stereo; Connessioni
video S-Video, VGA, Compatibilità sistemi video NTSC,PAL,SECAM;
Telecomando.
NOTEBOOK
Caratteristiche:
Processore Core i3; Velocità di clock : 3,1 GHz; RAM: 4 Gb DDR 3
1.066 MHz; HD: SATA Rev. 2.0 500 Gb; Scheda grafica: integrata;
Unità ottiche: DVD±RW – 16x Read 8x Write; Scheda audio:
integrata; Connettività - n° 4 USB 2.0 - n° 1 Scheda Wi-fi 802.11
a/b/g/n - DVI-D -VGA - LAN: 10/100/1000; Sistema Operativo
Windows 7/8 Professional; Software applicativo OFFICE Home and
Student licenziato
Caratteristiche Monitor:
Tecnologia: LED; Diagonale 15.6"; Formato 16:9/16:10; Tempo di
2
risposta 5 ms; DOT PITCH 0,28 mm; Luminosità 250 cd/m ; Contrasto
1000:1; Risoluzione ottimale orizzontale 1680; Risoluzione ottimale
verticale 1050; Multimediale.
16
ARMADIETTO PER NOTEBOOK LIM
Caratteristiche:
A parete, con chiave di misura opportuna e conforme alla normativa
per la sicurezza
SOFTWARE PER REGISTRO INFORMATICO
Software e formazione
19
1
ADEGUAMENTO IMPIANTO ELETTRICO E DATI
Deve essere prevista l’elettrificazione dell'ambiente, con la posa in
opera di canaline esterne lato muro di dovuta sezione, una cassetta
esterna tipo 503 con placca bianca, ciascuna costituta da 2 prese
elettriche, una di tipo bipasso italiana 16 ampere e l’altra tipo bipasso
schuko 16 ampere, cavo filare di dovuta sezione minimo 2,5 mmq;
una cassetta esterna tipo 503 con placca bianca, ciascuna costituta da
1 presa dati, di tipo cat. 5e e relativa patch cord di raccordo con il
notebook.
Ogni fila di postazione deve essere dotata di un numero sufficiente di
cassette esterne tipo 503. La postazione multimediale a cui verrà
collegata la LIM deve essere dotata di 2 scatole esterne 503.
Il totale delle prese elettriche deve essere di n. 114 elementi.
Il totale delle prese dati deve essere di n. 19 elementi.
Il centro stella deve prevedere l'armadio RACK completo di accessori
e di switch 10/100/1000 Mbps.
Il totale degli armadi rack da considerare è pari a n. 2
Il totale degli switch da considerare è pari a n. 2.
1
Il tutto con la certificazione D.M. 37/2008 (Ex D.Lgs.vo 46/90) che la
ditta deve possedere e rilasciare al termine dei lavori.
DIFFUSIONE DIGITALE
CASSE PC AMPLIFICATE 40 WATT RMS (80 WATT
MUSICALI)
MIXER
Caratteristiche:
16 ingressi mic/line mono
2 ingressi line stereo
2 bus aux configurabili
Connettori XLR e Jack da ¼”
3
1
Pagina 10 di 11
P.O.N. FESRO6 POR CAMPANIA Obiettivo A Azione 1 2012-560
Capitolato d’oneri
Ingresso di playback e uscita record su RCA stereo
EQ a tre bande con medi semiparametrici sugli ingressi mono
EQ a due bande sugli ingressi stereo
Insert jack TRS su tutti gli ingressi e le uscite mix
Metering d’uscita a LED 10 segmenti
Funzione SOLO (PFL) e MUTE
Uscita cuffie
Installabile a rack 19”
CASSE PREAMPLIFICATE
Caratteristiche:
Driver a compressione Celestion 1" con copertura 90°x 60°
Woofer Celestion da 12" con bobina da 2"
600W di potenza di picco
Amplificatore in classe AB 50W continui per le alte frequenze
Amplificatore in classe D 250W continui per le basse frequenze
Risposta in frequenza: 60Hz - 20kHz
SPL max 124 dB
Switch Mode Power Supply (SMPS)
Ingressi MIC e LINE con controllo del livello indipendente e
connettori Neutrik
EQ 2-bande
Doppio Clip Limiter
Cabinet in Polipropilene
Forma trapezoidale simmetrica per l'uso come monitor da
palco
1 maniglia superiore e 2 maniglie laterali in alluminio
4 punti di sospensione M10
MICROFONI PANORAMICI
SCHEDA DI REGISTRAZIONE PER ORCHESTRA
SERVER DATI
Server dati completo di Monitor, tastiera e mouse per
repository Lim, sistema operativo Windows Server.
PERSONAL COMPUTER
Caratteristiche:
Processore Core i3; Velocità di clock : 3,1 GHz; RAM: 4 Gb DDR 3
1.066 MHz; HD: SATA Rev. 2.0 500 Gb; Scheda grafica: integrata;
Unità ottiche: DVD±RW – 16x Read 8x Write; Scheda audio:
integrata; Connettività - n° 4 USB 2.0 - n° 1 Scheda Wi-fi 802.11
a/b/g/n - DVI-D -VGA - LAN: 10/100/1000; Sistema Operativo
Windows 7/8 Professional; Software applicativo OFFICE Home and
Student licenziato
2
2
1
1
9
MONITOR
Caratteristiche Monitor:
Tecnologia: LED; Diagonale 22"; Formato 16:9/16:10; Tempo di
2
risposta 5 ms; DOT PITCH 0,28 mm; Luminosità 250 cd/m ; Contrasto
1000:1; Risoluzione ottimale orizzontale 1680; Risoluzione ottimale
verticale 1050; Multimediale.
9
Ricordiamo alle ditte che la scuola si riserva di variare se necessario le quantità degli articoli in sede di
ordinativo per utilizzare tutta la somma messa a disposizione dall’Autorità di gestione.
S. Marzano sul Sarno, 03/03/2014
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
F.to Dott.ssa Emma Tortora
Pagina 11 di 11
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
48
File Size
244 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content