close

Enter

Log in using OpenID

apri e scarica il pdf delle pagine con tutti gli slogan e i disegni degli

embedDownload
La Provincia
‘A me suscita un carico di responsabilità, come la canzone
che ci ha fatto ascoltare pochi
giorni fa a scuola la prof. Una
canzone molto significativa: ‘la
linea d’ombra di Jovanotti’, una
frase della canzone: ‘mi offrono
un incarico di responsabilità’,
questa frase è una di quelle da
dove puoi tirare fuori molti significati, ma anche quella della
partita a scacchi che dice: ‘ogni
mossa può cambiare la partita
intera, in questo caso la vita e
che si può avere paura di mangiare ma anche di essere mangiati dalle tentazioni, come la
tentazione dell’alcol…. la tipica
frase è: ‘mi fa sentire grande’ oppure ‘lo fanno tutti’, è come dire
se uno si butta nel fosso , mi butto
anch’io? Non ha senso! E si ritorna sempre a: un carico di responsabilità! E di attenzione! Io consiglio di ascoltare la canzone ‘La
linea d’ombra’.
(Claudia Soresinetti 3C media Fermi Pizzighettone)
‘La vita e’ il dono più grande
del mondo ed e’ stato regalato a
tutti noi, ma, ovviamente, ce ne
dobbiamo prendere cura della
nostra e rispettare quella degli
altri. Così dico a tutti i ragazzi
che si ubriacano, consiglio di ragionare perchè basta un soffio di
vento perchè essa ti lasci’.
(Davide Cattivelli 3C media
Beata Vergine)
‘Con questo filmato ho capito
che la vita è un bene importante
e che non rispettare le leggi della strada non mette a rischio solo
la nostra incolumità ma anche
quella degli altri, che se vogliamo davvero rispettare gli altri e
noi stessi dobbiamo essere a conoscenza del rischio che corriamo guidando in modo irrispettoso’.
(Elisa Magnani 3A media Fermi Pizzighettone)
‘La vida es corta por eso hay
que vivirla al maximo. Cada dia
que pasa es un dia nuevo para cada uno. Nunca sabes cuando sera tu dia en que tienes que partir.
Cada minuto es unico, cada segundo que pasa, cada instante.
Por eso tienes que vivirla la vida
pero sanamente con tus amigos y
con tu famila que es lo mas importante! La vida es sola una y
unica!!! La vida es meravillosa!!!
(Elizabeth Flores Rosario 3G
media Vida)
‘NON E’ GIUSTO/ CHE TU
/POSSA SCEGLIERE/ PER
ME’.
(Federico Campanini 3B media Diotti - Casalmaggiore)
‘La vita è un dono del cielo, la
cosa più bella che sia mai stata
regalata. La vita è la gioia di un
sorriso, di un abbraccio, di un
‘CIAO’ della mamma alla mattina….. non lasciartela sfuggire…. ci vuole poco…. sai…. perché essa si frantumi e allora….
difendila con le unghie, combatti perché sia sempre fatta la scelta giusta …. la vita è un diritto
che ci viene concesso, un diritto
di cui tutti dobbiamo usufruire
liberamente…facendo le nostre
scelte… Non rovinare l’unica cosa di prezioso che possiedi o che
possiede un'altra persona…..
Pensa ad ogni tuo gesto, vivi ogni
giorno serenamente ….e combatti come un gladiatore , con gli
occhi da tigre e il ruggito di un
leone…. prima di fare ogni singola COSA pensa alle conseguenze, per te e per gli altri. VIVI PER FAR VIVERE’.
(Filippo Dizioli 3C media Beata Vergine)
‘La vita e la morte non sono un
gioco e non valgono poco. / L’imprudenza può essere fatale, al-
Venerdì 20 febbraio 2015
do cose che ti fanno sembrare
GRANDE agli occhi degli altri
per chè’ in realtà’ le GRANDI
persone sono quelle che pensano al proprio futuro e a quello
delle altre persone. LA VITA E’
UNA SOLA’.
(Luca Finazzi 3F media Vida)
Lisa Cattaneo 3A Fermi
cuni non si rendono conto che
non tutto si può rimediare. / Così
rovinano famiglie e vittime innocenti ne pagano il prezzo./. Ma
possiamo cambiare il futuro perché video come questi valgono
più di tante parole, ci fanno crescere e ci fanno rendere conto di
quanto una cintura o un bicchiere in più uccidono’.
(Giada Iemmi 3B media Diotti
- Casalmaggiore)
‘La responsabilità nella vita
di tutti i giorni è fondamentale, è
una medicina che ti aiuta a sopravvivere, a sconfiggere la
morte e ti permette di superare
degli ostacoli che potrebbero
fermarti. La vita può essere distrutta anche a causa di un bicchiere di alcol, se nella persona
non esiste un sentimento di responsabilità’.
(Ylenia Ardolfi 3A media Virgilio)
‘PER METTERE IN SICUREZZA GLI ALTRI
BISOGNA CONTROLLARE
SE STESSI’.
(Jacopo Murabito 3B media
Virgilio)
‘Perché bere sostanze alcoliche se siamo consapevoli che ci
fa male, non solo a noi stessi, ma
anche alle persone che hanno
evitato di scegliere questa strada. La colpa non è sempre dei
giovani che bevono alcolici, ma
anche dei genitori che dovrebbero impedirlo e spiegare ai propri figli che l’uso di queste bevande danneggia la salute e magari la vita di una persona innocente’. (Kaur Amartai 3C Istituto Comprensivo Foscolo – V escovato)
‘Non sai mai cosa può accadere, non puoi saperlo, e se accade
qualcosa non puoi rimediare o
tornare indietro, l’unica cosa
che puoi fare è pensare, riflettere e decidere se prendere la strada giusta. Oppure se non ti importa della tua vita e della vita
degli altri prendi l’altra strada
sapendo che le conseguenze le
paghi tu stesso’.
(Laura Marinoni 3B media
Fermi Pizzighettone)
‘Perché…. perché? Nella testa di un adolescente c’è il bisogno di farsi vedere così grande,
di farsi vedere così spavaldo, così temerario e non avere paura di
alcol o droga, perché? Noi sappiamo solo che questi atteggiamenti alcune volte, portano alla
morte. Perché non si riesce a far
capire tutt’oggi ai ragazzi che
tutto questo è inutile? Forse
quei ragazzi avrebbero bisogno
di un po’ d’amore in più, di non
essere lasciati in disparte solo
perché sono diversi e perché potrebbero portare altre persone
sulla cattiva strada. Quindi aiutiamoli’.
(Luca Scaini 3C Istituto Comprensivo Foscolo – Vescovato)
‘Non siamo in un gioco dove
ogni giocatore ha tre vite, qui ce
n’è solo una, non sprecarla solo
per inutili capricci’.
(Maria Chiara Cicale 3B Media E. Fermi - Pizzighettone)
‘Guidare ubriachi e senza cintura è come studiare senza libro,
come mangiare senza cibo. E sacrifichi la vita tua o di qualcuno
solo perché sei incosciente…. e
pensi che non possa succedere
niente’.
(Marica Georgiana Elena 3F
Media Vida - Cr)
‘Divertiti e sii felice
ma non a scapito degli altri. Libertà è questo: potere, volere,
ma senza danneggiare gli altri,
perchéè la tua libertà finisce dove inizia quella di qualcun’a ltro’.
(Martina Tandurelli 3C media Beata Vergine - Cr)
‘Quando guidi non sei mai al
sicuro, puoi allacciarti la cintura, puoi evitare di bere e puoi
adottare tutte le norme di sicurezza che vuoi, ma non puoi mai
sapere cosa hanno fatto gli altri,
non sai mai cosa può succedere
al volante. Metti la cintura per
non avere più paura e per una
guida più sicura’.
(Matteo Bettoni 3ª Media di S.
Giovanni in Croce)
‘Preferite eccitarvi o la vita
degli altri? Non bere mentre guidi, pensaci. Salva te stesso, indossa la cintura. Se vuoi guidare
datti da fare. Ho deciso di scrivere degli slogan perché quando si
deve comunicare con le persone
bisogna rendere il messaggio inciso, deve rimanere in memoria’
(Matteo Casappa 3B media
Vida)
‘Entrambi i video mi hanno
colpita molto, ma quello che mi
ha fatto riflettere di più, che mi
ha fatto provare tante emozioni
molto forti e che quasi mi ha fatto lacrimare gli occhi per rabbia,
‘Preoccuparsi di essere tranquilli’.
(Leda Bonzanini 3H media Vida)
‘La cintura di sicurezza è come
una mano potente, una ‘m a mma’ che veglia su di te anche nel
complicato momento della guida. Quando è allacciata è come
un muro potente che può limitare i pericoli ed evitare tragici
eventi. Fornisce protezione come una famiglia con il suo bambino: allaccia la cintura di sicurezza’. (Lorenzo Magnani3B media Vida)
‘PENSA alla tua vita e a quella
degli altri, non rovinarla facen-
Mattia Cardone 3H Virgilio
Andrea
Garini
3B Vida
tristezza, delusione e ‘pena’, è
stato il secondo video della ragazza in discoteca. Era molto
matura e semplicemente voleva
passare una bella serata tra amici, ma per colpa di un irresponsabile ubriaco ha perso la vita. La
cosa che mi fa più rabbia è che
quella ragazza era consapevole
di quello che le stava accadendo
e sapeva che ormai avrebbe perso tutto e mi fa rabbia e tristezza
il modo in cui se ne è andata. Mi
dispiace per sua mamma che
non potrà mai più abbracciare la
figlia, mi dispiace per quella figlia che non potrà più abbracciare la sua mamma. Allo stesso
tempo sono delusa nel sapere
che molti ragazzi potrebbero fare la stessa fine. Onestamente
penso che quella ragazza, nonostante fisicamente non c’è più,
‘vive’ ancora nei miei pensieri e
la ricorderò per sempre. Quei
pochi secondi di video, mi hanno
fatto pensare a una vita intera, e
a tutti i suoi ‘colori’ e mi ha fatto
riflettere tantissimo nel suo significato e al fatto che bisogna
‘vivere’ ogni singolo momento
come se fosse l’ultimo e che bisogna goderlo e imparare sempre
dalle esperienze, soprattutto da
quelle ‘brutte’.
Ringrazio molto il Corpo di
Polizia di Cremona che ci ha fatto mettere molta attenzione in
quei filmati e gliene sono veramente molto grata. In futuro cercherò di far riflettere anche gli
altri e racconterò loro quello che
ho visto. Ho imparato molto.
Grazie’.
(Megi Hysa 3H media Virgilio)
Video 1: ‘Quando la domenica
gioco, salendo in macchina per
andare alla partita, molte volte
mi dimentico di allacciare la cintura, ma devo ringraziare mio
padre che me lo ricorda sempre.
Adesso che ho visto questo video
mi ricorderò sempre di allacciare la cintura, perché non allacciarla porta a molti più rischi.
Grazie Prof. di avermi portato al
salone dello studente di Cremona, grazie ancora’!
Video 2: ‘In questo periodo
(l’adolescenza) è dove un ragazzo si trova tra due strade, una
bella e l’altra brutta. Se un ragazzo va nella brutta strada ci sono però molte scappatoie per
tornare su quella bella. Nel mio
paese, (Pizzighettone) ci sono
molti ragazzi che fanno cose come : picchiare, minacciare, alcolizzarsi, drogarsi, ecc… questi
ragazzi hanno pochi anni più di
me e loro mi disprezzano perché
non faccio quello che fanno loro
e ascolto i miei genitori. Io considero la mia famiglia come un ottimo parcheggio dove essere
protetto e amato. Spero sempre
che quei ragazzi trovino una
scappatoia al più presto possibi-
le. Io spero di non cadere mai in
questo tunnel oscuro e cercherò
di continuare a credere nella famiglia. Più dolorosa sarà la caduta più trionfale sarà la risalita’.
(Nabil Sayaih 3C media Fermi
Pizzighettone )
‘Impattando l’asfalto / un’emozione decisa / incide la mente
/ e sanguinose ferite /annegano
quello che credevi di essere: sicuro’.
(Filippo Pagliarini 3B media
Diotti - Casalmaggiore)
‘Lottiamo per combattere ciò
che sta succedendo in questo
mondo…. per evitare queste catastrofi, perché la vita è una sola, per proteggere le persone a
cui vogliamo bene.
Ma le persone non capiscono,
distruggono vite, ignorano tutto
e tutti, pensano solo a divertirsi,
ma non a ciò che potrebbe succedere alle persone che stanno
fuori, loro non pensano.
Bisogna ascoltare, nella vita
se non si ascoltano i consigli delle persone con più esperienza, si
crolla. Non decidiamo se, come,
quando nascere, ma se lo facciamo….. viviamo rispettando gli
altri e non spezzando vite per
sciocchezze’.
(Tesa Ben Aissa 3B media Femi - Pizzighettone)
‘Quando ho visto i video mi sono emozionata, le lacrime erano
lì, volevano esprimere quello
Duccio Pasquetti 3C Vida
che io provavo ma non ho pianto
perché avevo paura di essere
giudicata dai miei compagni,
che loro pensassero che ero troppo sensibile che piangevo per
niente. Ma se io piango non significa che sono debole, significa che sono capace di sentire
qualcosa che gli altri non sentivano. Quando ho visto la ragazza
e ho sentito le sue parole mi sono
ricordata l’incidente di un amico di famiglia. Era un ragazzo
giovane, aveva solo vent’anni, e
aveva appena preso la patente.
Lui era in macchina con sua padre e suo zio, il padre era vicino a
lui e portava la cintura, invece lo
zio era dietro e non la portava. A
un certo punto, un ragazzo che
tornava da una festa gli è andato
contro. Il mio amico ha detto :
Cosa sta facendo quest…’ non ha
fatto in tempo a finire la frase,
che l’altro ragazzo lo ha investito. Lui poteva sopravvivere se
solo suo zio avesse messo la cintura, perchè suo zio non avendola andò sopra di lui all’impatto
togliendogli il respiro. E lui morì
soffocato. Volevo scoppiare a
piangere quando è terminato il
video, ma non potevo. Ecco quello che ho sentito quando ho visto
9
i due video e voglio dare completamente ragione al significato
che davano’.
(Valeria Dascalu 3B media
Diotti - Casalmaggiore)
‘CONSIGLI CHE FANNO LA
DIFFERENZA: la sicurezza
stradale è un diritto vitale,/ proteggiti anche tu con semplici
passepartout. / Prima di attraversare guarda sempre a destra
e sinistra e se è libera la pista sei
libero di andare./ Quando sei in
macchina metti sempre la cintura, essa è stata inventata per la
tua cura /e se hai dei bambini
metti la sicura / per prevenire la
sventura;/ rispetta i semafori:
verde: puoi passare;/ giallo: non
rischiare, ti conviene frenare;/
rosso: ti devi fermare se un incidente non vuoi provocare. Se sei
in bici a margine della strada
puoi stare /ma non ti azzardare
con le macchine ad interferire
perché ti potrebbero investire./
Te lo dico da amica tieni stretta
la tua vita /con questi semplici
atteggiamenti /ti proteggi senza
eliminare i divertimenti.
(Viola Vaccari 3A media S.
Giovanni in Croce)
‘Le persone fanno delle scelte, per loro possono essere giuste, o indifferenti, a volte fatte
inconsapevolmente. Non sanno
che dall’altra parte una vita innocente potrebbe andarsene
per sempre’.
(Liza Antonioli 3B media Beata Vergine)
‘Perché i germogli crescono
sulle radici di altri alberi? Perché hanno bisogno del loro aiuto, come un ragazzo ha bisogno
del sostegno dei genitori che se
non sono presenti non possono
esprimersi con loro dando consigli utili. A volte la mancanza
di una figura
portante porta alla morte
di un’altra vita. Se crolla un
pilastro della
cattedrale tutte le colonne,
prima o poi,
cadranno sotto al peso del
tetto.
(Lucrezia
Bodana 3B
media Beata
Vergine)
‘ L ’ A BBRACCIO
D E L L A F AMIGLIA. Il sostegno della famiglia è l’asse più
potente per salvare la vita. L’uso
della cintura è molto importante è come un abbraccio che ti
vuole bene e ti salva la vita nel
momento del bisogno, ci tiene a
te e non ti abbandona mai, ma
spesso molti se ne dimenticano
nonostante gli amici dei familiari.
L’alcol è pericolosissimo sia
per la salute, sia per la vita propria che per quella delle altre
persone. Spesso non ce ne rendiamo conto ma ubriacarsi non
può far male solo a noi stessi ma
anche alle persone che ci circondano e che non hanno colpe, ma
anzi ci avevano consigliato di
non bere soprattutto di non guidare in stato di ebbrezza.
Molte persone perdono la vita
a causa di persone che pensano
solo a se stesse, molte famiglie
perdoni i figli o i figli perdono i
genitori per gente che al posto
del cervello ha soltanto del liquido acerbo. Bisogna fermare queste persone e condividere il messaggio di non guidare in stato di
ebbrezza e di mettere la cintura,
in modo da salvare molte vite.
(Silvia Mei 3A media Virgilio)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
142 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content