close

Enter

Log in using OpenID

a pagi.6 - Il Giornale del Lazio

embedDownload
QUINDICINALE DI ATTUALITÀ - POLITICA - SCIENZA - ECOLOGIA - CULTURA - SPORT - SPETTACOLO
Fondato nel 1984 da Ben Jorillo
Redazione: Via Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT) - Tel. 06.9275019 - 335.8059019 - e-mail: [email protected]
sito - www.giornaledellazio.it Aut. Tribunale di Latina n. 284 del 20/01/1977 - Direttore Bruno Jorillo
a pagi.6
COPIA
OMAGGIO
Anno XXXI N.6
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 2
26 MARZO - 9 APRILE 2015
APRILIA - I GIORNI DELLA GUERRA
… E GLI OCCHI DI UN BAMBINO
Il libro di ricordi di Pasqulino Nuti fa uno spaccato di vita apriliana , da prima dello Sbarco alla morte di Quinto Ricci, suo compagno di squadra
Sara presentato sabato 11 aprile alle 17.30 presso l’aula magna dell’istituto comprensivo Giovanni Pascoli
di Nicola Gilardi
e Gianfranco Compagno
“Papà ci racconti quando eri
piccolo? A fine pranzo i racconti di papà ci tenevano incollati
alle sedie… Erano racconti
avventurosi e affascinanti di un
bambino libero di girare in una
giovanissima e ridente cittadina, Aprilia, divenuta poi con la
guerra, teatro di battaglie e
scontri cruenti e violenti. A
mio padre vinse il concorso
come capoguardia». In precedenza, infatti, era dislocato
nella provincia di Benevento.
Nella città ha lasciato un grande ricordo sportivo, divenendo
dal 1949 al 1958 una colonna
della società sportiva S. S.
Aprilia e poi lavorando per 40
anni alla Banca Popolare di
Aprilia, dal 1956, quella che
oggi è diventata Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Una
mento dei terreni e la ricostruzione con la prima festa a San
Michele.
Questi racconti
hanno il grande valore di tenere
viva una storia che a molti pare
lontana, ma che tanti dei nostri
genitori, nonni, parenti o conoscenti hanno vissuto. Momenti
tragici, ma che non hanno scoraggiato coloro che Aprilia
l’anni ricostruita pezzo dopo
pezzo, riconquistandosi una
quotidianità che la guerra
rischiava di spazzare via.
Baracca, largo Marconi 1948 foto Carlo Angeli “Bililli”
distanza di anni gli abbiamo
chiesto di mettere per iscritto i
suoi racconti per non disperdere una testimonianza che può
vocazione, quella per il racconto degli anni della guerra che è
nata quando i suoi figli erano
piccoli e gli chiedevano di
sapere come fossero quei
momenti: «Ai miei figli parla-
Cippo Quinto Ricci - vecchio
campo sportivo
aiutare a conoscere, comprendere ed amare la nostra città, il
nostro territorio”. Con queste
parole scritte dai figli, contenute nella quarta di copertina,
Pasqualino Nuti spiega qual è
l’obiettivo del suo libro, “Aprilia. I giorni della guerra… e gli
occhi di un bambino”, ancora
in fase di stampa presso la
Tipografia Di Lelio che sarà
presentato sabato 11 aprile alle
17.30, nell’aula magna della
scuola Giovanni Pascoli. Pasqualino Nuti classe 1934 arrivato ad Aprilia nel 1940:
«Avevo quasi sei anni perché
Pasqualino Nuti con i genitori
vo sempre di queste cose – dice
-. Gli raccontavo tutti i particolari e loro mi hanno sempre
spinto a scrivere un libro». Il
volume di circa 140 pagine è un
racconto biografico. «Sono cresciuto insieme ad Aprilia, ho
raccontato la nascita i giorni
della guerra e la ricostruzione.
Questo racconto arriva fino agli
anni ’50, arrivo fino alla morte
Pasqualino Nuti, di origine toscana, nasce nel 1934 e nel 1940
arriva ad Aprilia con la sua famiglia. Ha iniziato a lavorare presso
la Banca Popolare di Aprilia nel 1956 come matricola n° 2, oggi
Banca Popolare dell’Emilia Romagna. I suoi amici lo ricordano
come portiere della S. S. Aprilia negli anni 1949-1959.
Per tanti anni è stato donatore Avis e ha preso parte al collegio sindacale dell’Associazione. Fondatore e Tesoriere dell’A. C. Aprilia
(Associazione Calcio Aprilia) negli anni ’70. Si è sposato ad Aprilia nella chiesa di San Michele Arcangelo con Adele (Lina) nel
1959 ed ora è circondato dall’affetto dei suoi figli, nipoti e pronipoti.
Foto di Gianfranco e Giorgia Fer-
di Quinto Ricci». Questa opera
è dedicata alla moglie Adele ed
ai figli: Roberto, Rita e Paola
scomparsa tragicamente negli
anni ’90. Poi ci sono i nipoti ed
i pronipoti che per Pasqualino
Nuti hanno «rappresentato uno
straordinario
significato».
Insieme a Pietro Nencini (il farmacista) si è reso protagonista
di alcune letture su “Come era
Aprilia” che hanno ricostruito i
momenti tragici della guerra,
quelli della ricostruzione e la
vita quotidiana in una città tutta
da rifare. «Un paio di volte io
insieme a Nencini abbiamo
fatto delle letture – racconta
Nuti -, la mattina con le scuole,
poi la sera se c’era la richiesta
abbiamo fatto uno spettacolo.
Tanti sono gli argomenti trattati
dal libro. Essendo una biografia
si parte dalle ragioni che portarono la famiglia Nuti all’arrivo
ad Aprilia, ma anche la fondazione e i primi anni della città.
Poi la dichiarazione di guerra
dello stato fascista e l’entrata in
guerra, l’uragano e lo sbarco di
Anzio. Successivamente lo
sfollamento, l’ultima battaglia,
il rientro ed infine la ricostruzione. «Ho raccontato come ho
visto la guerra quando ero un
bambino» dice dal suo studio
della memoria Pasqualino Nuti
che ci consegna uno spaccato di
vita che ha segnato un’intera
generazione e che contribuisce
a tenere viva una memoria collettiva di grandissimo valore
storico. «Ricordo la comunione alla chiesa San Michele nel
1942, dietro alla casa del fascio
c’era un grande giardino e le
foto si andavano a fare li» dice.
Ricorda inoltre come Aprilia
fosse piena di spazi verdi,
prima che il cemento coprisse
tutto quanto. Tanti i racconti e
gli aneddoti della città, con
Nettuno, funerale di Quinto Ricci
riferimenti ai luoghi dove tro- rari- Le foto d’epoca sono pubblivarono riparo, alla fuga a cate nel libro archivio famiglia
Napoli, fino all’opera di smina- Pasqualino Nuti
IL GIORNALE DEL
LAZIO
Editore D.P.R. di Bruno Iorillo
Iscritto al R.O.C. (Registro degli Operatori della Comunicazione)
Registrazione Tribunale di Latina 20/1/1977 n. 284
REDAZIONE : Via Fermi n. 18 - 04011 Aprilia (Latina)
Tel. e Fax 06.9275019 - 335.8059019
e-mail: [email protected] - [email protected]
sito: www.giornaledellazio.it
DIRETTORE RESPONSABILE: Bruno Iorillo
La riproduzione di testi e immagini deve essere autorizzata dall’editore.
La collaborazione ad articoli o servizi è da considerarsi del tutto gratuita e non
retribuita. Manoscritti e fotografie anche se non pubblicati non si restituiscono
PUBBLICITA’: Via E. Fermi n. 18 - Aprilia (Latina) - Tel. 06.9275019 - 335.8059019
STAMPA: Pignani Printing s.r.l
ASSOCIATO ALL’UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 3
Relazione choc della relazione dell’osservatorio per la sicurezza e legalità della Regione
AD APRILIA IL “RADICAMENTO” DEI CASALESI
Presentato il 19 marzo il rapporto “Le mafie nel Lazio”
di Riccardo Toffoli
“La Città di Aprilia (quinto
Comune del Lazio per abitanti)
ha una presenza storica delle
organizzazioni criminali, le
sentenze passate in giudicato…..segnalano il radicamento
del clan dei casalesi in tale
realtà oltre che a Nettuno ed
Anzio”. Due pagine del rapporto dell’osservatorio per la
sicurezza e legalità dal titolo:
“le mafie nel Lazio” è dedicato
alla città di Aprilia. Pagine
allarmanti e preoccupanti che
segnano passi importanti da
una parte nella lotta alla mafia
e alla criminalità, ma dall’altra
danno un focus non positivo di
quanto sta avvenendo nel
nostro territorio. E’ la prima
relazione da molti anni che
focalizza i fatti attuali senza
ripescare nella storia, ormai
inesistente, della criminalità.
Per questo appare doppiamente preoccupante. In totale sono
stati censiti 88 clan mafiosi
nel Lazio. Solo nel 2014 sono
stati sequestrati 849 immobili
e 339 aziende per un valore di
oltre un miliardo e la Banca
d’Italia nel Lazio ha rilevato 9
mila 188 operazioni finanziarie sospette. Per Aprilia vengono segnalate le recenti operazioni con sequestri di beni fino
a 35 milioni di euro. La relazione prende alcuni stralci
della direzione nazionale antimafia del 2006 che così scriveva per Aprilia: “Sempre più
evidente risulta la diffusione
della criminalità nella zone di
Aprilia, Anzio e Nettuno in cui
le radicate presenze di soggetti
appartenenti a gruppi criminali
di origine meridionale hanno
rappresentato un fattore importante nella crescita della capacità criminale di aggregazioni
locali dedite alle estorsioni e al
traffico internazionale di
sostanze stupefacenti. Da alcuni anni soggetti locali vengono
individuati quali intermediari
internazionali tra le grandi
organizzazioni operanti nel
traffico degli stupefacenti”. La
stessa direzione antimafia nel
2013 riproponeva Aprilia in
indagini per grosse partite di
marijuana. La relazione dell’osservatorio della sicurezza e
legalità della Regione cita
anche i casi di intimidazione.
“Si segnalano in particolare –si
continua a leggere- le gravi
intimidazioni nei confronti
dell’assessore pro tempore alle
finanze Antonio Pio Chiusolo
che in seguito a tali fatti ha rassegnato le dimissioni: nell’agosto del 2013 ignoti bruciano
la sua vettura, nel dicembre del
2013 numerosi proiettili vengono lasciati davanti l’abitazione”. “Il rapporto non va
solo letto, ma ci invita ad acce-
Regione.
lerare nelle azioni di contrasto
a questo fenomeno – è il commento del presidente, Nicola
Zingaretti alla relazione, che
ha aggiunto: la strada non può
essere che quella di una profonda rigenerazione della politica, dei meccanismi che regolano il rapporto tra politica ed
economia, di una rigenerazione dello stesso tessuto produttivo, che in tempo crisi è
diventato più debole e permeabile di fronte alle mafie.
C’è la necessità di innovare
il modo di lavorare delle istituzioni e di una grande battaglia
culturale per affermare in ogni
angolo società, a cominciare
dai giovani, la cultura della
legalità”. “Nel Lazio le mafie
hanno fatto una scelta in cui
c’è poca violenza e tanti affari.
Il Lazio è la piattaforma più
importante del riciclaggio.
Quindi c’è una pax tra le
mafie: non si fanno guerre tra
di loro. Gli omicidi che si sono
succeduti, soprattutto nel
2011, erano legati allo spaccio
di droga. Successivamente c’è
stata però una pax tra tutte le
mafie che non vogliono attirare le attenzioni degli inquirenti” – lo ha detto Gianpiero
Cioffredi presidente dell’Osservatorio regionale per la
Sicurezza e la Legalità della
IL NUOVO
REGOLAMENTO
L’amministrazione intenzionata a redigere un regolamento
per la destinazione e l’utilizzo
di beni confiscati o sequestrati
alla mafia. Il 19 marzo il sindaco Antonio Terra ha incontrato i referenti locali di Libera, del Centro Sportivo Italiano, del comitato Soci Coop e
dell’associazione Arci La
Freccia, per la proposta da loro
presentata di un regolamento
per la destinazione e l’utilizzo
dei beni sequestrati o confiscati alla mafia. “L’opportunità di
un regolamento comunale per
la destinazione e l’utilizzo di
beni sequestrati o confiscati dicono dal Comune- nasce
quale integrazione della Legge
159/2001, cosiddetto Codice
delle leggi Antimafia, che di
per sé si limita a disporre i criteri direttivi e i principi fondamentali ai quali deve informarsi l’ente territoriale nella fase
di utilizzazione dei beni sequestrati e assegnati in via provvisoria
ovvero
confiscati,
lasciando ampio spazio alla
podestà regolamentare del singolo ente, ovviamente ponendo quale punto irrinunciabile il
rispetto dei principi di uguaglianza, imparzialità, trasparenza, buon andamento e correttezza”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 4
26 MARZO - 9 APRILE 2015
L’amministrazione del sindaco Terra vorrebbe intitolare il plesso a Domenico D’Alessio
APRILIA - PLESSO DI VIA AMBURGO: LA GIUNTA CONTRARIA AD ARTURO TOSCANINI
Nuovo atto ufficiale di contrarietà mentre il primo cittadino si appella alla prefettura
di Riccardo Toffoli
“Deciderà la prefettura”. Questo è quanto dichiara il sindaco
Antonio Terra dopo la delibera
di giunta del 3 marzo scorso
che ha dato parere contrario
all’intitolazione del primo
comprensivo di Aprilia ad
Arturo Toscanini, il grande
direttore d’orchestra conosciuto ed apprezzato in tutto il
mondo. Sembrava una querelle
finita l’anno scorso, quando
l’amministrazione su sollecitazione di comitati spontanei e
cittadini aveva chiesto agli
organi dell’istituto di intitolarlo a Domenico D’Alessio ex
sindaco della città di Aprilia e
scomparso prematuramente
nel 2012. La richiesta era
motivata da: “quale riconoscimento per l’impegno civico e
politico svolto al servizio della
comunità apriliana”. La delibera era la 162 del 28 novembre 2013. Il consiglio d’istituto
aveva però, già deliberato il 18
novembre 2013 di intitolare il
nuovo plesso di via Amburgo
ad Arturo Toscanini, lo stesso
nome che già aveva l’istituto.
L’organo scolastico però, il 9
dicembre si era tornato a riunire stabilendo che l’istituto
sarebbe stato intitolato ad
Arturo Toscanini mentre all’ex
sindaco Domenico D’Alessio
sarebbero stati intitolati la
palestra e il centro sportivo.
Sembrava così finita una querelle che ha visto contrapporre
amministrazione e scuola. La
scuola del resto, era già intitolata al maestro Toscanini e con
l’istituzione dell’istituto comprensivo e il nuovo plesso in
via Amburgo, sarebbe stato
solamente continuare una tradizione che già c’era. L’amministrazione comunale, invece,
ci teneva ad intitolare l’istituto
al sindaco D’Alessio anche
perché proprio sotto il suo
mandato si sono potuti riprendere i lavori di costruzione
(che già si stavano sbloccando
con la giunta Santangelo). La
giunta invece, con atto del 3
marzo scorso ha deciso di non
chiudere la partita e ha dato
parere contrario all’intitolazione ad Arturo Toscanini, nonostante su questo nome c’era
già l’accordo della famiglia del
grandissimo musicista e della
prefettura. La giunta decide di
“esprimere parere contrario
alla richiesta del I Istituto
Comprensivo di Aprilia di intitolazione del plesso di via
Amburgo “Arturo Toscanini”.
Cosa succederà ora? Per il sindaco dovrà decidere la prefet-
tura. “Sarà la prefettura a decidere
–spiega il sindaco- non so se si
siano mai verificati dei casi del
genere
prima
d’ora e cosa ciò
comporterà. Noi
siamo fermi in
questa linea”. Il
parere contrario
del Comune non è
vincolante in base
alla normativa ma
crea degli impedimenti all’istituto
scolastico che, se
vorrà conservare
l’intitolazione ad
Arturo Toscanini,
dovrà nuovamente riunirsi nel
consiglio d’istituto e rivotare la
volontà di intitolazione. Inoltre
si dovranno dettagliare i motivi per i quali l’amministrazione ha optato per il parere contrario. Del resto la proposta, in
base alla normativa, la fa l’istituto scolastico e l’amministrazione deve spiegare i motivi
per i quali non è d’accordo su
questa scelta. Il nome di Arturo Toscanini rende omaggio ad
un’Italia famosa in tutto il
mondo. Grande musicista,
grande direttore d’orchestra
Arturo Toscanini dovette rifugiarsi in America nel periodo
fascista perché non voleva
compromettersi con il regime e
per difendere la sua libertà (era
Il 13 ottobre 1945 la giunta provvisoria del comune di Aprilia si accingeva a cambiare due nomi a due
scuole apriliane. Il sindaco era Alberico Carboni. Le scuole elementari di Casalazzara e Vallelata erano
intestate a Italo Balbo e Giovanni Berta. Furono rinominate rispettivamente a Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi. Il primo Italo Balbo, era generale della Milizia Volontaria, governatore della Libia e
ministro dell’aeronautica. Il secondo Giovanni Berta fu uno squadrista dei fasci di combattimento che
venne gettato nell’Arno dai socialisti-comunisti nel 1921. Oggi di Berta si sa poco o nulla, ma di Matteotti abbiamo istituti scolastici pieni. Le denominazioni degli istituti scolastici sono fondamentali perché attraverso questi nomi passa la morale civica e sociale di un popolo ai giovani. I giovani hanno dei
modelli su cui confrontarsi e crescere. Sono delle strade che vengono aperte dalla scuola. Il cambio di
un nome deve essere motivato da un cambio di modello, da un cambio dei valori e della morale pubblica. Credo che in riguardo ad Arturo Toscanini per fortuna non sia cambiato nulla.
di idee socialiste come l’ex
sindaco). Nel ’31 si rifiutò di
dirigere Giovinezza e fu
schiaffeggiato pubblicamente
da una camicia nera e sbattuto
a terra. Rifiutò l’invito di Hitler nel festival wagneriano.
L’America lo rese ancora più
grande di quanto non fosse.
Tornò in Italia a dirigere La
Scala di Milano con un successo enorme e contribuì a ricostruire il teatro massacrato
dalla guerra. Tornò in Italia per
votare prima di tutto Repubblica e nel ’46 inaugurò il teatro
con un concerto che venne
ribattezzato “concerto della
liberazione”. La musica italiana deve moltissimo a Toscanini. Perché una scuola non può
avere un così importante riferimento morale?
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
direttore: Bruno Jorillo
pagina 5
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 6
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Rivoluzione del trasporto pubblico locale. Taglio del 10% ma un bacino di Comuni modificherà il servizio
APRILIA - UNA GARA PLURIDECENNALE
Marchitti: “tpl un caso anomalo, ma la colpa è della Regione che non ha definito mai i criteri”
di Riccardo Toffoli
Tpl: Una gara pluridecennale.
L’assessore al ramo Vittorio
Marchitti: “è un caso anomalo,
per questo stiamo lavorando a
nuove ipotesi”. Rivoluzione del
trasporto pubblico locale. Ormai
il raggiunto accordo tra i sindaci
di Aprilia, Cisterna, Lanuvio,
Sermoneta, Cori, Rocca Massima e Ardea di cui la commissione trasporti già avrebbe dovuto
prendere atto la scorsa settimana, prevedrà non solo una nuova
gara d’appalto per il servizio di
trasporto pubblico, ma anche
una “rete” di trasporti intercomunali con linee locali e non, a
garanzia della mobilità pubblica
su gomma tra i Comuni del bacino. Ma andiamo con ordine.
Quest’anno la regione che finanzia il trasporto pubblico locale,
ha pensato di tagliare il finanziamento dal 15 al 22%. Dai 70
milioni si è passati a 62 milioni
con delle eccezioni. La volontà
della Regione Lazio è quella di
creare dei bacini di ambito (circa
25 bacini in tutto il Lazio). Ogni
bacino è composto da diversi
Comuni che, consorziandosi,
gestiranno un’unica rete di trasporto locale. La Regione per far
questo, ha incentivato i Comuni
che si consorziavano, assottigliando per loro il taglio del
finanziamento al 10%. Insomma
2 milioni di euro dei 62 finanziati, andranno a quei comuni che si
saranno consorziati. “Aprilia ha
accolto favorevolmente questa
proposta per diversi motivi –ha
detto l’assessore Marchitti- il
primo motivo è perché il servizio di trasporto pubblico locale
attuale è lacunoso in una città
che si è notevolmente espansa e
non serve molte zone della città.
Secondo perché tanto la gara
dovevamo farla”. E sì perché il
manifesto del tpl è del 10 luglio
1992. La deliberazione della
giunta è del 14 ottobre 1993.
L’assessorato parla di una gara
del 2004, ma ancora dobbiamo
avere gli atti. E comunque si
parla di oltre 10 anni fa. Se si
paragona invece, la puntualità
delle gare del trasporto scolastico, la situazione appare davvero
singolare. Perché questi ritardi?
“Le spiego subito –dice l’assessore Marchitti- la regione non ha
mai definito i parametri e quindi
siamo andati così sulla scorta di
ciò che si era stabilito. Ora i
parametri sono stati stabiliti e
possiamo su questi rimodulare il
per ora nulla. “Si è cercato di
mantenere lo stesso bacino dell’ambito sanitario – dice Marchitti- anche se bisogna valutare
l’impostazione nuova del servizio. Sarà intercomunale, quindi
avrà tratte e linee locali ma
anche linee di collegamento tra
Comuni. Ad oggi per andare a
Cisterna serve la macchina.
Dopo non più. Il collegamento è
la definizione delle linee e dei
tratti. Una razionalizzazione del
genere potrebbe già al prossimo
anno stimare un potenziamento
del servizio del 4% rispetto
all’attuale.
LʼASSESSORE VITTORIO MARCHITTI
servizio”. L’idea dell’assessorato è quella di creare dei nodi di
scambio esterni al centro città
che permettano il collegamento
con le linee del Cotral. “La
regione vuole dimagrire anche il
Cotral ma per far questo serve
una razionalizzazione del servizio – dice Marchitti- Le spiego
meglio. Se ci sono dei nodi di
scambio, il bacino provvede al
trasporto locale e intercomunale
e si collega nei nodi di scambio,
con la ferrovia o il Cotral. In
questo modo si eviterebbe per
esempio il passaggio dei Cotral
nel centro città, il chilometraggio sarebbe inferiore, il servizio
più efficiente e i soldi risparmiati si potrebbero investire in
potenziamento”. Ma cosa hanno
in comune Aprilia, Cisterna,
Lanuvio, Sermoneta, Cori,
Rocca Massima ed Ardea? Da
un punto di vista della mobilità
per esempio ad Aprilia sulle stazioni ferroviarie, l’ospedale che
sta in costruzione e negli altri
paesi verso i punti di servizio.
Sermoneta ad esempio sarà una
linea che aprirà anche ad itinerari turistici”. Manca l’accesso al
mare? Anzio e Nettuno? “Hanno
partecipato una sola volta alle
riunioni – continua l’assessorehanno ritenuto di essere autonomi. La Regione però, prevede
che si possano creare dei punti
di carico e scarico anche nei
Comuni limitrofi purché non si
faccia servizio di trasporto interno al Comune. Quindi nel bacino si potrà creare una linea di
collegamento con Anzio e Nettuno, in un unico punto di carico
e scarico”. Il gestore sarà unico
mentre un’agenzia regionale
potrebbe fungere la stazione
appaltante. Prima di questo,
però, serve il piano di rete ossia
LE AGEVOLAZIONI
PER I PENDOLARI
Se la Regione da una parte taglia
il servizio di trasporto locale,
dall’altra riduce i costi di abbonamento. Sembra strano, ma le
cifre coincidono. Forse una semplice coincidenza. Il taglio sul
tpl è stato di 10 milioni di euro,
e 10 milioni di euro è la cifra che
serve alla Regione per finanziare
le agevolazioni. “Il costo del trasporto locale –dice l’assessore ai
trasporti del Comune di Aprilia
Vittorio Marchitti- comunque va
finanziato per non tagliare le
linee. E allora lo pagano i cittadini o come abbiamo fatto noi,
aumentando il contributo pubblico comunale oppure aumentando il costo del biglietto”.
Insomma se si agevola da una
parte, si taglia dall’altra, ma la
coperta è sempre la stessa. La VI
Commissione del Consiglio
Regionale del Lazio ha espresso
parere favorevole all’applicazione dei nuovi criteri presentati
dalla Giunta, per le tariffe agevolate degli abbonamenti annuali per il trasposto pubblico regionale. Scompare il requisito dell’età, sostituito da quello più
equo rappresentato dal reddito.
“Mettiamo a disposizione 10
milioni di euro per le classi
sociali più deboli, -spiega il consigliere regionale Pd Enrico
Forte- eliminando il vincolo
d’età previsto fino ad oggi,
andando incontro a chi non ha
una condizione economica agiata, ai minori orfani di uno o di
entrambi i genitori, ai disabili o
alle famiglie che ne hanno uno.
Tra i beneficiari sono stati inseriti anche i nuclei monoparentali
che oggi sono tantissimi e le
famiglie numerose. Abbiamo
deciso di dare chiarezza rispetto
alle agevolazioni e ciò significa
maggiore possibilità di accesso”. Cosa cambierà? Tutti i cittadini residenti nel Lazio che
hanno un reddito Isee fino a 23
mila euro, potranno usufruire di
uno sconto sui titoli di viaggio
del 30%. A questa riduzione, si
aggiunge un taglio del 20% nel
caso in cui l’Isee non è superiore a 10 mila euro, per minori
orfani di uno dei genitori, mutilati o invalidi di guerra, disabile,
nucleo monoparentale con almeno un figlio a carico e nucleo
familiare con almeno 4 figli. Gli
sconti potranno valersi su Metrebus, sul trasporto locale e interregionale. Quindi, con alcune
eccezioni, ferrovie (seconda
classe), metropolitane, Cotral e
trasporto urbano.
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 7
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 8
26 MARZO - 9 APRILE 2015
La Giunta mette a disposizione l’ostello per evitare la chiusura del presidio, ma servono circa 90 mila euro per gli interventi di adeguamento
I CARABINIERI DI CAMPOVERDE POTREBBERO TRASLOCARE A CAPANNA MURATA
I locali furono ristrutturati con i fondi del Giubileo del 2000 ma mai utilizzati finora
di Riccardo Toffoli
Ostello della Gioventù o caserma dei Carabinieri? Non trova
pace la struttura di Capanna
Murata ristrutturata con i fondi
del Giubileo del 2000 e mai
aperta al pubblico. Doveva,
negli intenti, essere un ostello
per ospitare la gioventù proveniente da tutto il mondo per il
Giubileo di papa Giovanni Paolo
II ma con probabilità non raccoglierà neppure i giovani del
2015 per il Giubileo di Papa
Francesco. Eppure qualcosa si
sta muovendo. Con i tagli della
spending review, si è deciso di
tagliare i costi dell’affitto della
caserma dei Carabinieri di Campoverde. Un punto fondamentale per le periferie della città di
Aprilia. Senza il canone di affitto, la caserma a Campoverde
non ci sarebbe più e gli uomini
accorpati al comando territoriale
centrale. Un’eventualità che tutti
pensano di scongiurare compresa l’amministrazione comunale
che ha deciso di approvare una
delibera di giunta per affidare ai
Carabinieri la parte posteriore
dell’Ostello della Gioventù di
Capanna Murata a fronte di un
canone irrisorio e quindi, poter
salvaguardare il punto territoriale delle forze dell’ordine. Ricordiamo che i militari di Campoverde hanno messo a segno brillanti operazioni. “La proposta
della giunta –ci spiega il sindaco
Antonio Terra- è quella di destinare parte della struttura di
Capanna Murata ai Carabinieri.
Si tratterebbe della parte posteriore. Ora aspettiamo la risposta
dei Carabinieri se sono d’accordo su questa soluzione. Nel caso
affermativo, come noi speriamo,
dobbiamo avviare assolutamente
i lavori necessari per preparare
la struttura”. Infatti la struttura
non è ancora completamente a
norma e da calcoli servirebbero
circa 90 mila euro per adeguare
il tutto alle nuove normative.
Soldi che, fanno sapere dal
Comune, possono essere stanziati comunque d’urgenza per i
Carabinieri. Ma che si farà con
l’altra parte non utilizzata dai
Carabinieri? Un ostello? Il destino dell’ostello della Gioventù è
molto singolare. Con delibera di
consiglio comunale 88 del 19
dicembre 2007 era stato affidato
l’ostello all’Aig, associazione
italiana alberghi per la gioventù.
Cambiata
amministrazione,
cambiata destinazione. Con delibera di consiglio comunale 43
del 24 giugno 2010 veniva
annullato l’affidamento. Si diceva in delibera: “con la richiamata deliberazione di consiglio
comunale n.88 è stato previsto
l’affidamento diretto del servizio per la gestione dell’Ostello
per la Gioventù di proprietà
comunale senza ricorrere ad una
procedura ad evidenza pubblica
presupponendo l’attività recettiva priva di rilevanza economica”. Venne annullato l’affidamento e fu dato mandato al settore di avviare le procedure per
l’individuazione di un nuovo
gestore. Ma il tutto non avvenne
subito. I ritardi sono dovuti
all’adeguamento
normativo
della legge regionale 519/2011.
Sarebbero serviti altri 90 mila
euro circa per gli interventi di
sistemazione dell’allarme e di
pulizia straordinaria dei locali,
nonché la messa a norma dell’impianto idraulico, elettrico ed
antincendio. Il bando esce il 20
novembre 2013. Il 21 febbraio
2014 poi una nota del Comune
diceva: “Con la presente si
comunica che in data 30/1/2014
si è proceduto, in seduta riservata nel rispetto di quanto previsto
dall’art. 13 del d.lgs. 163/2006,
all’apertura dei plichi per le
dichiarazioni di manifestazione
di interesse per l’affidamento in
c o n c e s s i o n e
dell’ostello della gioventù, sito
in Aprilia in frazione Campoverde, via delle Ferriere. Considerato che l’esecuzione di alcuni
interventi, che devono essere
effettuati a carico dell’ente scrivente presso l’ostello della gioventù, richiede altro tempo, si
informa che l’ulteriore fase di
avvio della procedura di gara,
mediante la determinazione dirigenziale di adozione dello schema della lettera di invito e dei
relativi allegati e la successiva
trasmissione delle lettere di invito ai soggetti che hanno manifestato interesse, è procrastinata
per il tempo necessario all’esecuzione degli interventi stessi”.
E’ un po’ il destino dell’altra
struttura comunale, l’area fieristica di Campoverde, adeguamenti infiniti, una marea di soldi
pubblici e poi tutto fermo. Sembra che con l’approvazione del
piano triennale delle opere pubbliche anche l’area fiere potrebbe trovare una soluzione definitiva. Speriamo sia l’anno giusto.
GUARDIA DI FINANZA
La stessa situazione era stata
vissuta dalla tenenza della Guardia di Finanza di Aprilia, attualmente collocata nei locali di via
delle Margherite. Dopo un progetto iniziale di costruzione
della caserma, si era ventilata
l’idea, per abbattere i costi, di
togliere la tenenza di Aprilia. Per
fortuna, il rischio è stato scongiurato. Ora l’idea è di potenziarla e di elevarla a compagnia.
Con bando pubblico il 24 ottobre 2014 si era avviata la ricerca
immobiliare per le esigenze
della costituenda compagnia di
Aprilia. “L’immobile –si legge
nel bando- dovrà essere situato o
da realizzare, preferibilmente, in
una zona centrale della città e
dovrà avere, di massima, le
caratteristiche strutturali per permettere una superficie coperta
non inferiore a m 2 850 oltre a
circa n.1O posti per autovetture”. “Il suddetto immobile –continua- sarà acquisito in locazione
ad un prezzo proposto dalla proprietà ma che dovrà comunque
essere congruito dalla competente Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio e seguirà
le procedure stabilite dalla circolari della stessa Agenzia. Lo specifico contratto avrà durata sessennale, con tacito rinnovo qualora la proprietà non formuli disdetta almeno 12 mesi prima di
ciascuna scadenza, ai sensi degli
artt. 28 e 29 della legge 392/78”.
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 9
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 10
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Troppo onerosi i costi a carico dei cittadini. “l’Amministrazione comunale ha sbagliato o sta sbagliando”
APRILIA - EMERGENZA FOGNATURE
I Consiglieri di minoranza di centrodestra Giovanni Bafundi, Vincenzo La Pegna e Nello Romualdi hanno
convocato una conferenza stampa e prodotto un documento che pubblichiamo integralmente
di Vincenzo La Pegna*
Con Delibera di Consiglio
comunale numero 83 dell’ 11
dicembre 2014 è stato approvato all’unanimità il nuovo
regolamento per gli scarichi
dei reflui domestici non serviti
da pubblica fognatura, il voto
unanime è stato ottenuto grazie
ad una ‘’apparente volontà’’ di
conciliazione tra la tutela del
territorio e gli obblighi dei
concittadini che si trovano
nelle borgate non servite dalle
fognature. Questo regolamento, in un primo momento è
stato redatto in maniera tassativamente feroce verso le tasche
di molti apriliani, per poi, dopo
ben tre commissioni essere
mitigato e reso più recepibile.
Tutto parte dal fatto che la
maggior parte delle nostre borgate,essendo sprovviste di
pubblica fognatura - e rimarranno tali per diverso tempodebbano oggi mettersi in regola. La quasi totalità degli edifici che compongono tali
nuclei, sono ancora da regolarizzare mediante il Permesso
definitivo di sanatoria edilizia,
benché tanti pensino che dopo
30 anni tali condoni siano in
regola purtroppo non è così, ed
infatti dallo scorso anno l’Amministrazione Comunale sta
inviando miriadi di lettere ai
proprietari sollecitandoli alla
conclusione delle pratiche,
dunque il cittadino si trova a
dover integrare oltre a documentazione anche a dover corrispondere ingenti somme per
gli oneri concessori - la famosa Bucalossi- e per conguagli
dell’oblazione. Possiamo non
condividere che l’ Amministra-
questione sugli scarichi sembrava andare nella stessa direzione. In sostanza la prima
bozza prevedeva che per l’ottenimento del Permesso definitivo di Sanatoria le abitazioni
dovessero disporre di impianti
di scarico non inquinanti, purtroppo almeno l’ottanta per
Nello Romualdi Vincenzo La Pegna Giovanni Bafundi
zione per chiudere la vicenda
abbia sicuramente scelto
il momento sbagliato, con
una stringente crisi che obbliga
le famiglie sulla soglia dell’indigenza o comunque di difficoltà economica sicuramente il
pagamento di tali ingenti
somme non è per loro prioritaria. L’Amministrazione ha
comunque disposto con altra
delibera di Consiglio comunale
la
possibilità
di rateizzare anche se in parte
tali somme, e la delibera in
cento delle case possiede
impianti obsoleti non più in
regola con le nuove norme e
dunque li avrebbero dovuti
modificare per metterli a
norma. Questo tipo di adeguamento con sistemi di depurazione, fitodepurazione, evapotraspirazione etc. hanno dei
costi decisamente elevati, circa
4.500/6.000 per unità abitativa. Con diversi interventi in
commissione, l’opposizione è
riuscita a far modificare il
regolamento rendendolo più
mite, tra le modifiche c’è proprio la possibilità di richiedere ed ottenere un’autorizzazione preventiva da utilizzare per
ottenere il Permesso definitivo
di Sanatoria, realizzando successivamente l’adeguamento
all’impianto fognario e dunque
spalmando nel tempo l’ingente
spesa, in parole povere si
rateizza la Bucalossi, parte
dell’Oblazione ed anche la realizzazione effettiva dell’impianto. Questo era lo spirito
della delibera 83/2014 votata
all’unanimità, spirito ancora
valido in quanto la stessa sancisce in maniera inequivocabile la possibilità di ottenere la
sanatoria definitiva dell’edificio e realizzare poi l’adeguamento all’impianto fognario.
Dunque dov’è l’inghippo?
Sta nel fatto che gli ordini
interni all’Ufficio Tecnico
vanno
ben
in
altra
direzione. Infatti per ottenere il
Permesso definitivo di sanatoria viene richiesta l’effettiva
modifica all’impianto fognario
privato con esborso di ingenti
somme che vanno ad accumularsi con le altre citate. Chi di
dovere si fa scudo del fatto che
bisogna mettersi in regola con
la legge e non si deve inquinare. Giusto……. Ma i tempi
sono sbagliati. In un momento
di crisi così acuta, non bisogna
aggiungere altri pesi sulla
schiena
delle
famiglie
…. soprattutto se si poteva fare
prima o se si può fare successivamente. Il compito del buon
politico è anche di moderare e
rendere graduale ogni tipo di
nuova disgrazia che dovesse
arrivare……. Tutti sono capaci
ad applicare le leggi in maniera asettica, fredda e spietata….. il politico con la P maiuscola riesce invece a trovare
‘’la via di mezzo’’. Oltre al
problema di ‘’mancanza di
sensibilità’’ o che dir si voglia
di ‘’apparente solidarietà’’
verso la sofferenza economica
dei cittadini, esiste anche un
grave problema politico che
riguarda la votazione della
delibera. Praticamente le soluzioni sono solo due: 1)- O la
delibera di cc risulta palesemente illegittima e va’ tolta la
possibilità di ottenere il Permesso di Sanatoria anticipatamente all’effettivo adeguamento dell’impianto di scarico. 2)-Oppure è legittima è va
fatta osservare senza interpretazioni da parte degli uffici. In
entrambi i casi l’Amministrazione ha sbagliato o sta sbagliando, pertanto faccia chiarezza assumendosi la responsabilità di non prendere in giro
i consiglieri, le borgate, i tecnici ed i cittadini.
*Consigliere di opposizione dei centrodestra (giovedì 19/03/2015 13:26).
Foto di Gianfranco Compagno
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 11
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 12
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Con Sabrina Ferilli “Signori... le patè de la maison” è servito
Un grande appuntamento al Teatro Europa di Aprilia il 3 Aprile
Per la riapertura ufficiale del
Teatro Europa di Aprilia, la
direzione ha scelto un grande
cast e una commedia brillante
che ha ottenuto un grande successo in tutta Italia.
“Signori...le patè della maison!” in scena il prossimo 3
Aprile e che vede protagonisti
Sabrina Ferilli, Maurizio
Micheli e Pino Quartullo
Cosa c’è di meglio di una cena
tra le mura domestiche, a base
di simpatia rispetto e cordialità!?
...Cosa c’è di più rassicurante,
se per questa cena la padrona di
casa è in cucina sin dalle prime
ore dell’alba per allietare gli
ospiti con imprevedibili manica- retti!?
...E cosa c’è di più tenero, se
felicemente sposata con un
uomo che non disdegna affatto
sentimenti umani, senso dell’ironia e valore dell’amicizia a
dispetto dell’insulso peso del
danaro, che gli ha imposto categoricamente di non offrire al
ristorante “questa cena” ai suoi
rispettabili cognati!?
...E cosa c’è di più idilliaco, se
a questa cena è invitato anche il
grande amico di infanzia della
nostra padrona di casa, e cosa
di più dolce se costui è teneramente ed ostinatamente single!?
Sembrerebbe la cena modello,
la cena del secolo, la cena per
antonomasia...ma se a preparare tutto quanto è la nostra cara
padrona di casa, sapientemente
diretta dalla stravagante sagacia
e Sabrina Ferilli
PREVENDITE
APRILIA:
Teatro Europa Via G.XXIII,32
Tel. 06.95211027 - 335.8059019
06.9275019
Discopoli Via Carducci, 14
Tel. 06.92702769
ANZIO:
Tabaccheria "Mingiacchi"
Via Porto Innocenziano, 24
Tel. 06.9844721
NETTUNO:
Tabaccheria "Caratelli"
Via della Liberazione, 110
Tel. 06.9851676
una coppia di innamorati
approfittano di questa cena per
annunciare l’arrivo del loro
primo bebè?
..E cosa di più romantico se il
futuro papà di quel bebè è il
fratello della padrona di casa,
di sua madre e allora il pasticcio è servito...
Regia:
Maurizio Micheli
Cast artistico:
Sabrina Ferilli
Maurizio Micheli
Pino Quartullo
Massimiliano Giovanetti
Claudiafederica Petrella
Liliana Oricchio
Adattamento
Carlo Buccirosso
VELLETRI:
Agenzia "Il Biglietto"
Via Eduardo De Filippo ,99
Tel. 06.96142750
GENZANO
"Drin Service"
Via Don Nazario Galieti, 2
Tel. 06.9364605
LATINA
"Tabaccheria Christian"
Via Carlo Romagnoli, 13
Tel. 0773.668083
TORVAJANICA
Agenzia "Zero Stress Viaggi"
Via Viareggio, 10
Tel. 06.91531080
POMEZIA
Agenzia L’Atollo Blu
Centro commerciale 16 Pini
Via del mare Km 18.600
Tel. 06.9120631
Cell. 346.4985909
on line- ciaotickets.com
BIGLIETTI DA EURO 20,00
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 13
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 14
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Abbiamo intervistato Benito Murri, presidente del CDA della “Progresso e Sviluppo Immobiliare srl”
LA COMMISSIONE UBANISTICA “BOCCIA” LA NUOVA
CENTRALE A BIOMETANO
“Permettetemi una battuta, siamo riusciti a mettere d’accordo maggioranza e opposizione.
Se Giovannini (Pd) vuole entrare in maggioranza basta che faccia una lista civica”.
di Riccardo Toffoli
e Gianfranco Compagno
La commissione consiliare urbanistica di giovedì 12 marzo, di fatto
ha bocciato l’eventuale costruzione della nuova centrale a biometano di via del Campo. La relazione
tecnica presentata in commissione, ha concluso che: “l’impatto
ambientale che la realizzazione di
questo impianto può comportare
in quest’area, potrebbe essere ritenuta critica per la salute dei cittadini e dei luoghi”. Il 23 febbraio
scorso era stata protocollata al
Comune di Aprilia l’istanza di
valutazione impatto ambientale
piano altimetrici di dettaglio e di
un adeguato studio di inserimento
urbanistico. Mancherebbero inoltre, sezioni esplicative dei fabbricati in progetto, schede tecniche
dei macchinari di cui si prevede
l’utilizzo, un piano di gestione
delle emergenze, un documento di
valutazione dei rischi e altri elaborati. Viene evidenziato come l’impianto sarebbe vicino a 15 unità
abitative, ai pozzi di acqua potabile, all’impianto biogas, al depuratore comunale e a industrie a
rischio di incidente rilevante.
Anche la viabilità secondo la relazione, non è idonea al traffico dei
mezzi pesanti per sopportare un
Commissione comunale
inoltrata alla Regione per la realizzazione a via del Campo di un
impianto di produzione di biometano attraverso il trattamento della
frazione organica dei rifiuti. L’impianto sarebbe localizzato vicino
all’attuale biogas attualmente in
funzione. Il terreno, industriale, è
di proprietà della società apriliana
“Progresso e Sviluppo Immobiliare srl” il cui presidente è Benito
Murri, imprenditore e volto noto
alla politica apriliana ha costituito
tra gli altri la lista civica di destra
“Unione Civica”, capeggiata da
Mario Berna, che sostiene l’attuale maggioranza, in cui assessore
ai servizi sociali fa riferimento. In
questo impianto sarebbero trattati
45 mila 200 tonnellate di Forsu,
cioè l’umido dei rifiuti, con attività lavorativa 7 giorni su 7 per 52
settimane l’anno. La relazione tecnica presentata in commissione dà
parere contrario ed evidenzia una
serie di criticità al progetto. Viene
contestata l’assenza di rilievi
totale di 34 transiti giornalieri. Si
contesta l’assenza di una definizione specifica degli inquinanti e
il dato, considerato basso, delle
unità odorigene. Altro punto
riguarda il corpo idrico superficia-
le che, in base alla normativa
regionale, non potrà essere intubato. “Un nuovo impianto di trattamento rifiuti da 50.000/t –si legge
in relazione- sarebbe molto gravoso per il territorio e per la cittadinanza coinvolta, oltre che superfluo, anche considerando l’intera
Provincia di Latina che, vede già
un surplus impiantistico”. In virtù
della relazione tecnica, la commissione ha dato parere contrario. Il
parere del Comune non è vincolante nella conferenza dei servizi
che si terrà in Regione. Il sindaco
comunque, ha detto che invierà la
relazione tecnica alla Regione e
alla conferenza dei servizi spiegherà i motivi del parere negativo.
Abbiamo intervistato il presidente
del Cda di Progresso Sviluppo
Immobiliare Benito Murri.
Come valuta la decisione della
commissione?
“Sono contento che il progetto
vada avanti e seguirà il suo iter
normale. Ci sarà la conferenza dei
servizi dove il Comune con l’assessore all’ambiente presenterà le
sue istanze e poi vedremo. Sulla
procedura, i tecnici mi hanno spiegato che per legge bisogna inviare
una copia dei progetti al Comune.
Ma progetti di massima perché
non sono loro addetti alle valutazioni. Il progetto completo è già
depositato in Regione. Permettetemi una battuta, siamo riusciti a
mettere d’accordo maggioranza e
opposizione. Se Giovannini vuole
entrare in maggioranza basta che
fa una lista civica”.
Quando avete fondato la società?
Benito Murri
“Nel 2011. Tutto era nato per
acquistare dell’ex Ave Sud. Siamo
andati al tribunale di Napoli,
abbiamo partecipato all’asta e
abbiamo comprato l’immobile. Si
tratta di 100 mila mq di terreno
industriale e 5 mila mq costruiti.
L’abbiamo ristrutturato e venduto
a sette aziende. Oggi ci sono 8
aziende che lavorano con 80
dipendenti circa. Questo è il vero
recupero dei siti dismessi. Ci sono
rimasti 8 ettari di terreno industriale. In 4 di questi ricade il progetto. L’accordo con il gruppo
Friel-El per questo progetto, nasce
nel 2012. Potevamo utilizzare il
piano casa e potevamo costruire
500 appartamenti da 60 mq a
basso costo. Questa scelta non è
stata presa per non incasinare
Aprilia ulteriormente. Questa operazione nasce da una richiesta di
una ditta di fotovoltaico per un
impianto di biomasse e quindi
LA GALASSIA “PROGRESSO E SVILUPPO IMMOBILIARE SRL”
La società a responsabilità a responsabilità limitata “Progresso e Sviluppo Immobiliare srl” è amministrata da un consiglio di amministrazione, il cui presidente è Benito Murri, i consiglieri sono Giulio
Ferrazza ed Enrico Pigliucci. La compagnine societaria è così composta DEGEMAR SRL (20%),
soci: i fratelli De Gennaro Leopoldo e Vincenzo (architetto), quest’ultimo della Lista Civica Nuova
Area, che appoggiava la giunta D’Alessio e Terra. CEPUIN IMMOBILIARE SRL (20%), soci:
Pigliucci Enrico 50%, Pigliucci Assunta 25%, Lezziero Luigi 12.5% e Peloso Assunta 12.5%, per
intenderci sono le famiglia dei supermercati Stella Market, poi acquisiti dalla Coop. 3F SRL (15%),
della Famiglia dell’architetto Ferrazza (Simone 25%, Marco 25% e Di Marco Maria Rita 50% ,
DELTA INVEST SRL (10%), soci, gruppo famigliare: Murri Benito 63%, Murri Andrea 10% e di
Carlo Maria 27%, quest’ultima ex consigliera giunta D’Alessio e Terra. IMMOBILIARE SAN
MICHELE SRL (10%), soci: avvocato Barbesin Andrea e il gruppo famigliare Romani Vincenzo
25% e Giubileo Liliana 25%. GOCCIO SRL (10%), soci: Tesei Claudio 33%, Carboni Fiorenzo 33%
e Zucchi Rizieri 34%, quest’ultimo dipendente comunale, appartenente al corpo di Polizia Locale. Gli
altri soci, nessuno residente ad Aprilia, sono (Bucchi Marco, Bassarelli Stefano, De Magistris Filippo,Vultaggio Marco Enrico, Bassarelli Marco e Barone Enrico Maria), detengono il 14,99% della
società. La società è stata costituita il 2 maggio 2011, con capitale sociale di 68.000,00 euro ed ha
sede a Roma in via Pompeo Magno. A cura di Gianfranco Compagno
energia elettrica. Siccome la trattativa richiedeva troppi legacci,
nel frattempo andai da un ingegnere per capire la situazione.
L’incontro ha portato alla Friel di
Bolzano che si sono dimostrati
interessati”.
Quindi la Progetto e Sviluppo
cosa farà?
“Noi abbiamo l’opzione o di vendere o di entrare in compartecipazione. Per noi è forte l’idea di
rimanere dentro. Oggi il settore
che in Italia va meglio economicamente è quello ambientale”.
Quanto ci vorrà? Era in aula
consiliare per ascoltare?
“Ci vorranno circa 8 o 9 mesi. I
discorsi fatti in commissione mi
hanno anche offeso. Uno che porta
un’idea e fa qualcosa, e si sente
dire tutto questo, lei cosa crede?
Questa è l’idea di fare un lavoro
all’avanguardia. Nell’85 facevo
calzature, nel ’90 facevo anche
abbigliamento. Dopo 20 anni è
finito tutto, è cambiato il modo di
fare economia. Il Comune può
incidere minimamente”.
Comunque si crea un caso politico. Lei è stato parte della fondazione della coalizione delle liste
civiche.
“Io quando faccio le cose ci metto
la faccia. Questa iniziativa nasce
al di fuori delle beghe politiche. E
il parere contrario della commissione consiliare lo dimostra. Io ho
un diritto come cittadino. Perché
avremo dovuto fare pressioni politiche? Noi non abbiamo premuto
per trasformare un terreno agricolo in industriale. Non abbiamo
chiesto strade. Noi abbiamo presentato un progetto su un terreno
industriale”.
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 15
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 16
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Un milione di m3 costruiti ed invenduti. 500 mila m3 ancora da costruire. Un quartiere “fantasma” di circa 6 mila persone
APRILIA - CRISI EDILIZIA…..MA SOLO PER IL “CENTRO”
Fermento invece, nelle periferie dove il piano attuativo alla variante potrebbe far lievitare i residenti.
Il punto con l’assessore Franco Gabriele
di Riccardo Toffoli
Un centro “bloccato” con
circa 6 mila fantasmi che abitano un milione di m3 invenduti e una periferia in fermento, con una possibile crescita
di altre 5 mila persone. Questa
la situazione urbanistica della
città di Aprilia che viene fuori
da una proiezione dell’assessore all’urbanistica Franco
Gabriele. Aprilia ha vissuto un
periodo di grande sviluppo
edilizio. Complice la vicinanza con Roma, ma anche la
posizione logicistica, la facilità di accesso ai mezzi pubblici. Poi invece, un po’ per la
crisi che ha colpito il mercato
edile nazionale un po’ qualcuno dà la colpa allo sblocco del
piano regolatore di Roma,
tutto si è fermato e in questi
anni le nuove lottizzazioni e
varianti varate dalle giunte
passate hanno difficoltà a
costruire. “Siamo nella media
nazionale –ci dice l’assessore
Gabriele- viviamo anche ad
Aprilia la fine della bolla edilizia, traino e motore fino a
pochi anni fa della ricchezza
dell’Italia. E’ anche una fortuna. Perché questo paese
dovrebbe parlare di altro, di
cultura e di industria e final-
mente è finita l’epoca del mattone come rifugio”. In base
alle varianti degli ultimi 20
anni, ad Aprilia sono stati
costruiti un milione di m3
circa di case e appartamenti
rimasti invenduti. Il dato
significa che ci sono circa 6
mila persone potenziali che
potrebbero già abitare questi
appartamenti nel centro abitato. Il Comune di Roma
potrebbe comprare questi
appartamenti e destinarli alla
famiglie disagiate romane?
“Beh lo ha già fatto negli anni
passati –risponde Gabrielenessuno può vietarlo. Però al
momento non ci sono queste
preoccupazioni”. Certo per le
imprese, sono appartamenti
che stanno sul groppone e che
devono essere venduti quanto
prima, indipendentemente da
chi sia l’acquirente. Eppure
oltre a questo, ci sono altri
500 mila m3 che, in virtù delle
varianti e lottizzazioni, devono ancora essere costruiti.
Ovviamente nessuno più
costruisce appartamenti se il
mercato non assorbe e così le
ditte concessionarie stanno
presentando al Comune il rinnovo delle concessioni scadute o la possibile rinegoziazione. Vediamole caso per caso.
IL PALAZZETTO DELLO
SPORT E 30STELLE
“La proprietà ha presentato
nelle scorse ore la richiesta di
rinegoziazione delle convenzione. Valuteremo le proposte
e i provvedimenti da prendere”. Così ci spiega l’assessore
Gabriele. Il rinnovo della convenzione con la proprietà vicina al polo scolastico superiore
è stato concesso dall’amministrazione 3 anni fa. Con l’im-
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pegno però, di realizzare il
palazzo dello sport in cambio
della cubatura, nell’arco di tre
anni. Questi tre anni sono passati, ma la crisi edilizia ha rallentato i lavori e al momento
anche le vendite sono bloccate. Così il palazzetto, nonostante l’inaugurazione in
campagna elettorale, non ha
visto luce. La ditta, dopo tre
anni, è stata costretta a presentare richiesta di rinegoziazione per allungare i tempi se
vuole ancora avere il titolo di
costruire. Anche quello che è
stato considerato sulla carta, il
miglior quartiere apriliano in
questi anni, ha subito un forte
arresto.
IL TEATRO NELL’EX
BULLONIFICIO E IL
TEATRO DI TRASOLINI
Nell’ex bullonificio le cose
non sono migliori, anzi i lavori non sono affatto partiti. In
via Verdi a fronte di una
costruzione residenziale e
commerciale, la ditta si impegnava a costruire un teatro
molto grande che avrebbe
ceduto al Comune. “La proprietà ci aveva assicurato che i
lavori sarebbero partiti a
marzo e aprile 2015 – ci dice
l’assessore Gabriele- la data è
arrivata ma ancora non sappiamo nulla. Ad oggi sembra
non ci siano le intenzioni e la
costruzione del teatro slitterà”. Invece sarà ultimato a
brevissimo tempo il piccolo
teatro di Trasolini, anch’esso
ceduto al Comune come opera
di compensazione. Il teatro
della capienza di circa 200
posti è nel quartiere Toscanini
dietro al Pam e sarà inaugurato entro quest’anno.
LE PERIFERIE
“SBLOCCATE”
Se da una parte il centro è
bloccato, l’approvazione dei
piani attuativi alla variante di
recupero dei nuclei spontanei
apre una finestra in un mercato edile che non è ancora esaurito. Si parla in questo caso
non di appartamenti, ma di
case o ville di campagna. La
variante speciale di recupero
dei nuclei spontanei, ossia
quel provvedimento necessario a sanare le costruzioni
spontanee e a dar loro dignità
di quartiere, era stata pensata
dalla giunta Gallo nel 1988
quando venne dato il primo
incarico a Vittorini con una
stesura datata 1993. Il Consiglio comunale a marzo del
2005 vota l’atto di variante
che è andato in Regione per
l’approvazione. Il Comune di
Aprilia aveva individuato 46
nuovi nuclei, insomma come
se avesse ufficializzato la presenza di 46 nuove borgate di
Aprilia. La Regione ne ha
tagliati 9. Ora la giunta ha predisposto il piano attuativo, in
sostanza va a definire cosa si
fa o dove si fa. In particolare
nelle aree a servizio e negli
standard abitativi per tutto il
nucleo. In un’area
a servizio per
intenderci,
la
variante
indica
solamente il luogo
e la colorazione
mentre il piano
attuativo in quel
luogo indica dove
sarà l’area da cedere al comune e cosa
ci si farà, e quali
sono gli standard
urbanistici nell’area che rimane alla
proprietà. Anche
chi ha un’abitazione inserita nel
piano,
potrebbe
avere un residuo di
costruzione (cioè
può allargarsi o
costruire altre case)
nel terreno limitrofo se è di
proprietà. In sostanza oltre ai
circa 22 mila residenti, la periferia di Aprilia potrebbe con il
piano aumentare gli abitanti
fino a 26 mila circa. “Questo è
un atto che, in base all’attuale
normativa, è approvato dalla
giunta –continua l’assessorenoi abbiamo voluto invece,
aprirlo a tutti i contributi. Si
tratta di un piano, per questo,
non definito del tutto e può
subire delle modificazioni.
Abbiamo già consegnato a
tutti, compresa l’opposizione,
il materiale dei nuclei, quindi
a breve sarà convocata una
commissione consiliare ad
hoc”. Ma a Carano cosa cam-
pagina 17
bierà?
CARANO-GARIBALDI
Una grandissima polemica è
stata innescata proprio sulla
opportunità offerta dal piano
di recupero dei nuclei spontanei di costruire villette a
ridosso della tenuta di Menotti Garibaldi, luogo dove il primogenito di Giuseppe ha vissuto l’ultima parte della sua
vita e dove attualmente è
sepolto. Cosa prevede il piano
attuativo? “Il piano attuativo
di Carano Garibaldi – chiarisce l’assessore Gabriele- è
stato redatto dall’ing. Berdini
e va ad impattare il meno possibile rispetto alle possibilità
garantite dal piano di recupero
dei nuclei spontanei. La possi-
bilità di costruire è di circa 15
mila m3 circa 6 o 7 villette.
Questi metri cubi da una parte
verranno impiegati per trasformare le stalle in una sala
conferenze. La ristrutturazione delle stalle sarà nel rispetto
totale del progetto originario
di modo che si tratterà praticamente di un restauro dell’edificio. Quindi nel piano attuativo dietro alle stalle ci sono
due stecche a forma di elle per
una cubatura minimale. Vorrei
assicurare che le due stecche
sono al di là delle stalle, quindi non intaccano affatto né il
mausoleo né il borgo storico e
hanno l’accesso proprio sulla
strada poderale esterna a tutta
l’area”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 18
26 MARZO - 9 APRILE 2015
È stato eletto Gaetano Coppola per acclamazione, che subentra a Giovanni Del Giaccio
I GIORNALISTI PONTINI DI STAMPA ROMANA IN ASSEMBLEA
Ha presieduto Gianfranco Compagno, alla presenza il neo segretario Lazzaro Pappagallo
Molti i temi affrontati: dalle querele temerarie, alla precarietà del lavoro ai “furti” di fotografie
di Riccardo Toffoli
È stato eletto per acclamazione
il nuovo fiduciario della sezione
territoriale di Latina dell’Associazione Stampa Romana.
Venerdì 13 marzo si è tenuta
l’assemblea territoriale, presso
la sala De Pasquale del Comune
di Latina, messa a disposizione
dal sindaco Giovanni Di Giorgi,
che ha segnato il passaggio da
Giovanni Del Giaccio (Il Messaggero Latina) a Gaetano Coppola (ex caposervizio de Il Messaggero di Latina in pensione)
quale fiduciario del più importante sindacato dei giornalisti
del Lazio. Giovanni Del Giaccio
ha fatto una relazione sulla
situazione dei giornali a Latina.
“Abbiamo iniziato con la chiusura della redazione provinciale
de Il Tempo – ha detto- poi
abbiamo vissuto l’entusiasmo
del lancio de Il Corriere Pontino
e la repentina chiusura, salvaguardando i colleghi che non
avevano ancora un contratto e
riuscendo a far ottenere loro un
paracadute. È stata affrontata la
vicenda Territorio – Tele Etere,
quella di Latina Oggi nelle sue
varie evoluzioni. Mi piace ricordare che se oggi c’è ancora un
prodotto ed esistono colleghi
tutelati è perché a chi chiedeva i
contratti di solidarietà rispondevamo che prima era necessario
fare i contratti. C’è stata poi la
questione della chiusura del La
Provincia, un editore sordo ad
ogni proposta, i colleghi che
hanno presidiato la redazione di
Frosinone, noi che abbiamo
anche fatto una sottoscrizione
per star loro vicini. È andata
male, purtroppo lo sappiamo”.
Poi chiede: “Come tuteliamo chi
lavora per un sito internet, ad
esempio, fa dalle foto all’inseri-
il sindacato dei giornalisti, quelle che dovranno essere inserite
in un contratto che tenga finalmente conto di una professione
che è radicalmente mutata e ha
bisogno di nuove tutele. A maggior ragione in provincia, dove
che ci lega ad esempio con gli
incarichi dell’ufficio stampa” –
ha detto Compagno che ha
invitato i colleghi a raccontare
le proprie esperienze. Presente
il segretario di Stampa Romana
Lazzaro Pappagallo. Sono stati
affrontati anche i temi delle
foto copiate e incollate nei vari
mento dei testi? E i collaborato- purtroppo abbiamo conosciuto
ri ai quali vengono sistematica- avventurieri più che imprenditomente tagliati i compensi? E ri. Gente che pensava che mattocoloro che devono fare tre-quat- ni o lampadine da realizzare e giornali senza permesso dell’autro collaborazioni per arrivare ad vendere sono paragonabili alle tore e il dramma delle querele
uno straccio di rimborso mensi- notizie”. L’assemblea ha nomi- temerarie. Compagno ha così
le? Come diamo loro previdenza nato Gianfranco Compagno, invitato a presentare le candidae assistenza sanitaria integrati- nostro collega, quale presidente. ture. In assenza di candidature,
va? Sono le sfide che aspettano “Siamo spesso asserviti al potere Gaetano Coppola viene eletto
IL PROFILO
Gaetano Coppola è nato il 1 ottobre 1948 a Civitavecchia, è rimasto in attività fino a che ha potuto. La
passione giornalistica lo ha catturato non proprio giovanissimo, ma l’incontro è stato come un colpo di
fulmine. A 28 anni ha iniziato a lavorare nella redazione di Civitavecchia de Il Messaggero. Poi una
parentesi breve come freelance, la collaborazione a Il Tempo e all’Occhio, quindi il ritorno a Il Messaggero che non ha più lasciato. 22 anni al timone della redazione di Latina, ora in pensione, Gaetano Coppola è stato per molti anni il referente dei giornalisti pontini. È stato promotore insieme ad altri colleghi
di riunire tutti i giornalisti pontini in un’associazione, l’Assostampa Pontina, da lui presieduta e che presto fece confluire nell’Associazione Stampa Romana. In Asr quindi, un ritorno dopo la parentesi del giornalista Giovanni Del Giaccio, firma di punta anche lui de Il Messaggero.
Gaetano Coppola
per acclamazione. “Grazie della
fiducia –ha detto Coppolaabbiamo bisogno di un contatto
continuo con le realtà che sono
consolidate, ad esempio i comitati di redazione sperando di trovare collaborazione nei colleghi.
Se c’è qualcuno che vuole dare
una mano e affiancare me è ben
accetto. Credo che ce ne sia
bisogno ed è necessario presentare le situazioni. Come prima
cosa bisogna avere una pagina
internet per interloquire con
tutti. C’è la necessità di una sindacalizzazione soprattutto per i
colleghi che non conoscono neppure il contratto”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 19
JE SUIS CHARLIE
PER LA LIBERTÀ DI STAMPA
TAVOLA ROTONDA PER LA DEPENALIZZAZIONE DEL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA
Organizzata dall’unione comunale del Pd di Aprilia. Ci si aspettava più partecipazione, soprattutto da parte dei giornalisti
di Gianfranco Compagno
Una tavola rotonda per discutere
della libertà di stampa e della
depenalizzazione del reato di
diffamazione a mezzo stampa.
L’iniziativa, aperta al pubblico, è
stata promossa dal Pd di Aprilia
e si è tenuta nell’aula magna
della scuola media Gramsci di
Aprilia in via Marco Aurelio
n.18 alle ore 17 di sabato 21
marzo. “L’attentato alla sede del
settimanale satirico francese
Charlie Hebdo ha unito l’occidente nel difendere la libertà di
stampa come strumento di civiltà, ha detto il segretario Pd Alessandro Mammucari- Ma da
internet e periodici online, dalla
carta stampata agli uffici stampa
quanto veramente l’Italia può
definirsi un paese libero?”. La
tavola rotonda di sabato sul tema
della reale libertà di stampa in
Italia ha trattato della riforma
giacente in Parlamento tendente
ad eliminare il carcere per i giornalisti e la depenalizzazione
varata per i reati inferiori a 5
anni, con le ultime proposte
delle associazioni dei giornalisti
che chiedono maglie meno stringenti nel settore dell’informazione e dell’opinione pubblica.
Gli interventi, oltre a tratteggiare la situazione attuale, hanno
provato ad indicare delle possibili soluzioni all’attuale impasse
che da una parte depenalizza il
reato su forte pressione dell’Unione Europea, ma dall’altra lo
mantiene per alcune determinate
tipologie e dall’altra ancora conserva una proposta di legge pendente in Parlamento che riforma
tutto il settore ma che lascia l’amaro in bocca. Ciò che si vuole
evitare è cadere dalla padella
alla brace: dal penale alla lunga
trafila del civile. Sono intervenuti per l’occasione Gaetano
Coppola delegato fiduciario dell’Associazione Stampa Romana
ed ex caposervizio de Il Messaggero, Antonio Bertizzolo delegato provinciale dell’Unci e giornalista del quotidiano Latina
Oggi, Guido Columba presidente nazionale dell’Unci, Ilaria
Bonaccorsi direttore del periodico nazionale Left, candidata per
il Pd alle scorse elezioni europee
e Floriana Giancotti scrittrice,
docente di storia e filosofia nonché ex dirigente scolastico. Ha
aperto il dibattito il segretario
comunale del Pd di Aprilia Alessandro Mammucari ed è intervenuto il segretario provinciale del
Pd Salvatore La Penna. Ha
moderato gli interventi il giornalista de Il Giornale del Lazio
Riccardo Toffoli. Per l’occasione sono stati inviati tutti gli editori delle testate locali a partecipare attivamente al dibattito. “Il
Partito Democratico di Aprilia
–spiega il segretario Mammucari- è aperto alla discussione
anche di temi di carattere nazionale ma che si contestualizzano
nelle realtà locali e proprio in
queste si evidenziano le maggiori criticità. Abbiamo voluto per
questo contestualizzare il nostro
Je suis Charlie Hebdo nel nostro
paese perché questa strage non
rimanga vana almeno per noi.
Discutere su come meglio tutelare la libertà di stampa, è dove-
roso per una società civile e
democratica”. Floriana Giancotti ha riflettuto sui motivi per i
quali a Latina le scuole non
hanno manifestato dopo la strage di Charlie Hebdo. Ha detto
che si è discusso nelle classi ma
non in manifestazioni pubbliche.
Anche lei ha detto di non aver
appeso un cartello sulla porta di
casa. Bertizzolo ha posto l’accento sulla situazione dei colleghi, alcuni dei quali detengono il
primato delle querele. Una collega ha collezionato 19 querele,
affermando che c’è bisogno di
maggiore tutela della libertà di
stampa. Gaetano Coppola ha
inquadrato la situazione provinciale, contestualizzandola con la
proposta di riforma pendente in
Parlamento. “Anche io che
ormai sono in pensione, se
dovessi ricevere una querela –ha
detto- chi mi tutela? Il giornale
sicuramente no”. Salvatore La
Penna ha, invece, relazionato sui
poteri molto spesso sovrapposti
della stampa. Gli editori non
sono editori puri e la stampa alle
volte condiziona o è condizionata dal potere politico. Guido
Columba ha quindi parlato delle
proposte che le associazioni e i
sindacati dei giornalisti hanno
inviato alla commissione giustizia per modificare il Ddl. L’unione ha inoltrato alla commissione giustizia delle proposte in
merito alla riforma sulla stampa
tra le quali l’istituzione di un
giurì, prescrizione del diritto al
risarcimento del danno entro tre
mesi, condanna del querelante
ad una sanzione pecuniaria a
favore del querelato in caso di
“lite temeraria” ecc. Molti punti
sono stati accolti dalla commissione, ma ha detto, c’è ancora
molto da fare. Ha quindi citato le
statistiche internazionali che
vedono l’Italia agli ultimi posti
nell’Occidente per la libertà di
stampa. E ciò dovuto agli atti
intimidatori, tantissimi nel 2014,
ai danni dei giornalisti. Non solo
querele temerarie. Ad esempio
ha citato il caso di una ragazza
che veniva querelata dal sindaco
del suo paese ogni volta che lo
nominava. Anche casi di attentanti incendiari, minacce e percosse. Ilaria Bonaccorsi ha ripreso il tema dei poteri della stampa spesso legati ad altri poteri e
ha spiegato che in Italia ci sono
cinque grandi editori che gestiscono tutta l’informazione
nazionale. E’ seguito un dibattito che ha ribadito la necessità di
migliorare il testo, in particolare
sollecitare il Pd per la sensibilità
verso questo tema.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 20
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Il convegno si terrà ad Aprilia sabato 28 marzo 2015 a partire dalle ore 9.00 presso Casa Di Cura Villa Silvana
“MANAGEMENT DELLE INFEZIONI HPV CORRELATE”
Organizzato dalla fondazione Fatebenefratelli di Roma
La collaborazione tra il nosocomio romano e la Casa Di Cura Villa Silvana era stato annunciato dal direttore sanitario
dottor Maurizio Ferrante il 17 gennaio scorso a seguito di una visita alla clinica di viale Europa
di Nicola Gilardi
La collaborazione tra l’ospedale Fatebenefratelli di
Roma e la Casa di cura Villa Silvana ha portato all’organizzazione del convegno “Management delle infezioni
HPV (Papilloma Virus Umano) correlate”. Ad ospitare
l’evento, che si terrà sabato 28 marzo, sarà proprio la clinica apriliana ed ospiterà numerosi interventi. L’obiettivo è quello di fornire, con l’ausilio di medici esperti e
ricercatori del Fatebenefratelli all’Isola Tiberina (RM) e
della Casa di Cura, un quadro conoscitivo degli strumenti professionali, organizzativi e scientifici che possono mettere l’operatore nelle condizioni di effettuare una
diagnosi il più possibile precoce e scegliere il trattamento più opportuno. «È importante - spiega Sara Lanfredi,
direttore per le attività formative della Fondazione - che
i medici, in particolare i ginecologi e gli altri professionisti coinvolti, siano sensibili al problema e abbiano le
giuste competenze per poter intervenire adeguatamente
verso un problema importante che richiede la presa in
carico della coppia e non solo della donna».
La giornata inizierà alle 8 e 30 con la registrazione dei
partecipanti che potranno ricevere i crediti ECM. Dopo
il saluto del direttore sanitario della Cas di Cura Villa
Silvana, il dottor Siro Simeoni, inizieranno gli interventi dei relatori. Il convegno sarà moderato dai dottori:
Maurizio Ferrante e Mauro Rongioletti.
L’introduzione sarà affidata al dottor Rongioletti e al
dottor Nicola Pellegrini. Successivamente il dottor Pasquale Galetta parlerà dell’Epidemiologia, della classificazione e delle modalità di trasmissione. Poi il dottor
Marco Radici tratterà il tema del Papilloma Virus Umano
e neoplasia delle vie aero-digestive superiori, mentre i
dottori Fabrizio Papa e Andrea Zumpano parleranno del
ruolo dei test molecolari DNA, DNA fast, RNA e
ONCOTEC nelle terapie chirurgiche e follow up. Dopo
una breve pausa caffè sarà la volta del dottor Rongioletti che parlerà del tema dell’HPV nell’uomo, epidemiologia, siti di infezioni e ricerca del virus, HPV e infertilità.
Dei programmi di prevenzione si occuperà il dottor
Federico Baiocco, mentre il dottor Roberto Mari parlerà
di Diagnosi in ginecologia. Poi il dottor Fabrizio Papa
tratterà di Pap test e diagnosi molecolare di HPV, DNA e
RNA. La pausa pranzo precederà la parte conclusiva
degli interventi. Il dottor Antonio Daffinà parlerà delle
patologie della sfera ano genitale HPV, mentre la tavola
rotonda conclusiva verrà moderata dai dottori: Mario
Filippo
Segatore
ed
Edoardo
Valli.
Il convegno ha l’obiettivo di creare una base di conoscenze condivise tra le due strutture sanitarie, in grado di
gettare le basi per un lavoro congiunto che vedrà i
pazienti favoriti nelle prestazioni sanitarie che riceveranno. «La patologia genitale HPV- correlata riguarda sia i
carcinomi genitali sia la condiloma tosi – scrivono gli
organizzatori -. La diagnosi, il trattamento ed in particolare la prevenzione in questo ambito richiedono adeguate conoscenze e informazioni, validate sulla base dell’evidenze scientifiche, ma soprattutto un approccio sia clinico che anamnestico che prenda in carico la coppia e
non solo la donna. È indispensabile, quindi, che il medico e le altre professioni sanitarie coinvolte nella gestione
clinica di queste patologie, possegga tutti gli strumenti
professionali, organizzativi e scientifici che lo mettano
nella condizione di riconoscere precocemente le lesioni
e determinarne l’importanza, al fine di scegliere l’opportuno trattamento, anche in termini di giusto rapporto
costo-beneficio. Quindi occorre in tal senso creare i presupposti perché i medici - ed in particolare i ginecologi e le altre professioni sanitarie coinvolte siano sensibili al
problema ed abbiano le giuste competenze per un adeguato counseling e per potere intervenire in un’iniziativa
di così grande importanza per le donne, ma inevitabilmente anche per i loro partner maschili».
Foto archivio G.Compagno
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 21
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 22
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Incontro il 26 marzo con l’assessore regionale Refrigeri
RINVIO DELL’APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SUGLI SCARICHI OLTRE IL 22 DICEMBRE 2015?
I residenti delle periferie, non forniti da fognature, dovranno provvedere autonomamente alla depurazione
Proteste in Comune. La Lettera del segretario Pd
Il nuovo Regolamento di autorizzazione agli scarichi di
acque reflue domestiche ed
assimilate in aree non servite
da pubblica fognatura, approvato dal Consiglio Comunale
di Aprilia con deliberazione n.
83 dell’11 dicembre 2014,
l’Amministrazione chiarisce
comunale di regolamentare
entro la fine del 2015 la complessa materia di autorizzazione agli scarichi. Certo è, che il
Regolamento di autorizzazione
agli scarichi di acque reflue
domestiche, in aree non servite
da pubblica fognatura è un atto
dovuto e condivisibile poiché i
Alessandro Mammucari
che trattasi di un adeguamento
alla normativa vigente in materia di tutela dell’ambiente e
delle acque (Legge 152/2006
Norme in materia ambientale).
In verità l’obbligo di adeguamento alle disposizioni Regionali è conseguenza del DGR n.
219 del 13 maggio 2011 e
succ. con il quale la Regione
obbligava i comuni ad adeguarsi entro 4 anni alle normative. Obbligo che impone,
quindi, all’amministrazione
rischi igienico sanitari ed il
danno ambientale prodotti
sono inaccettabili. Vi è, però,
la consapevolezza che il termine per adeguarsi era di 4 anni e
come spesso accade in assenza
di un piano serio programmatico ci si ritrova a dover fare le
cose all’ultimo minuto. D’altro
canto è anche vero che oggi la
città vive una crisi economica
diffusa e imporre di adeguarsi
entro pochi mesi risulta finanziariamente insostenibile per
molti degli immobili interessati dal nuovo regolamento, certo
è che l’amministrazione pubblica doveva/deve realizzare le
infrastrutture primarie, certo è
che oggi si richiede anche a chi
in regola con le precedenti normative di adeguarsi, certo è
che a pagare saranno sempre i
cittadini. Il Partito Democratico di Aprilia, pur riconoscendo
la validità e la necessità di adeguare le “autorizzazioni agli
scarichi” ritiene che l’Amministrazione comunale non
possa limitarsi ad imporre un
regolamento che preveda solo
sanzioni in caso di mancato
rispetto della norma, bensì vi
sia la necessità di considerare
l’impatto socio-economico che
tale strumento legislativo comporta e non ultime le responsabilità amministrative (che si
ripetono da anni anche sotto
precedenti amministrazioni
comunali) per il mancato risanamento, tanto spesso predicato in campagna elettorale ma
mai attuato. Nell’ottica di
forza d’opposizione costruttiva
e propositiva all’attuale amministrazione comunale, e sempre dalla parte del cittadino, il
PD non si limiterà a evidenziare alcuni limiti attuativi del
regolamento comunale, bensì
proporrà all’attenzione della
forze di governo la necessità di
creare agevolazioni al cittadino per facilitare il rispetto del
Regolamento agli scarichi
nella direzione di compensazione sulle imposte locali e sui
diritti concessori pagati, la
necessità di creare convenzioni
con professionisti qualificati e
società specializzate in materia
al fine di ottenere tariffe vantaggiose, e si sta attivando per
coinvolgere concretamente
l’attenzione di importanti
esponenti Regionali sul tema
del “Risanamento delle Borgate”.
Alessandro
Mammucari
segretario Pd di Aprilia
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 23
Il kit si può ritirare gratuitamente presso la sede AVIS di Aprilia in via Enrico Fermi,1
PROGRAMMA DI PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE
DEI TUMORI AL COLON RETTO
È rivolto agli uomini e donne tra i 50 e 74 anni. Ad oggi hanno effettuato il test oltre 2500 cittadini apriliani
di Nicola Gilardi
È a pieno regime la campagna
di prevenzione sullo screening
del tumore del colon retto, promosso dalla Asl di Latina e del
quale abbiamo parlato ampia-
mente nel numero del 26 febbraio scorso. Questa iniziativa
ha visto la collaborazione con
l’Avis di Aprilia, che si è prestata a fornire i kit per tutti i
cittadini, in età di rischio 5074 anni, che hanno ricevuto la
lettera di invito dall’azienda
sanitaria locale. Per capire il
lavoro dei volontari Avis di
Aprilia abbiamo intervistato il
vice presidente dell’associazione, ma si definisce anche
factotum, il giovane (26
anni)Francesco Marchionni,
da tempo impegnato nel socia-
le: «L’accordo con la Asl è
nato spontaneamente – racconta -. La dottoressa Bellardini ci
ha contattato, visto che aveva
avuto un’esperienza positiva di
questo tipo con altre Avis della
provincia. Dopo la sua richie-
sta ci siamo subito messi a disposizione, perché la cosa che
ci interessa maggiormente è
quella di dare un servizio alle
persone. Il nostro contributo è
assolutamente volontario». La
campagna è partita alla fine di
ottobre e dopo una fase di
rodaggio, oggi si viaggia ad
una media molto alta di persone che partecipano: «Fino ad
ora hanno fatto il test 2500
persone. Siamo disponibili per
5 giorni a settimana. Inizialmente la partecipazione è stata
bassa, poi dall’inizio del
nuovo anno viaggiamo su una
media di 70 persone al giorno.
Abbiamo dovuto richiedere la
fornitura delle provette alla
Asl». Il target delle persone
alla quale sono state inviate le
lettere è di 19mila persone. Ad
oggi in 11mila sono già stati
invitati, con una distribuzione
di kit che si attesta intorno ai
2500. Il riscontro è buono:
«Tutti sono molto soddisfatti
da questa iniziativa – ha detto
PER INFORMAZIONE PIÙ DETTAGLIATE CHIAMARE IL NUMERO VERDE
800.065.560, DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ, DALLE 9.00 ALLE 13.00 E DALLE
15.00 ALLE 17.00 DAL LUNEDÌ AL GIOVEDÌ. IL KIT SI PUÒ RITIRARE PRESSO LA SEDE AVIS DI APRILIA, IN VIA ENRICO FERMI, AL CIVICO 1. LUNEDÌ – GIOVEDÌ- SABATO DALLE ORE 9.00 ALLE 11.00. MARTEDÌ E VENERDÌ
DALLE 17.00 ALLE 19.00. IL KIT SI RICONSEGNA PRESSO IL POLIAMBULATORIO DI VIA GIUSTINIANO - PUNTO PRELIEVI SITO AL PIANO TERRA INGREESSO PRINCIPALE. INFO -WWW.OSSERVATORIONAZIONALESCREENING.IT
Francesco Marchionni -. Questo tipo di azioni da parte della
Asl, soprattutto in questa fase
di crisi, ha sensibilizzato le
persone sulla prevenzione
sanitaria. Notiamo spesso che
sono le mogli a spingere i
mariti, come se gli uomini
avessero paura di scoprire
qualcosa». I ragazzi che offrono il loro tempo all’Avis sono
circa 40. In particolare, per
questa campagna, sono impegnate circa 10 persone. Quasi
tutti sono giovani studenti, che
quando hanno la possibilità
dedicano il loro tempo per il
prossimo.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 24
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Si è tenuta l’assemblea lunedì 16 marzo presso il bar Porto Franco in via Moro
ASSOCIAZIONE APRILIA COMMERCIO
Un coro unanime: la riqualificazione del centro storico che sta morendo commercialmente
Il clima è diventato incandescente quando si è parlato di cambi di destinazione d’uso a commerciale
di Luigi Cirillo
Nell’era in cui nel giro di pochi
mesi si vedono spuntare al margine delle nostre città l’ennesimo centro commerciale piuttosto che il grande super market
che attraggono sempre più un
notevole numero di popolazione, talune volte anche di paesi
limitrofi, si è giunti alla situazione in cui i piccoli e medi esercizi commerciali in particolar
modo quelli del centro storico
vengono messi a dura prova
dovendo sopravvivere a una
concorrenza spietata, seppur
legittima, che impoverisce il
commercio in città già duramente provato dalla crisi economica.
Ma è davvero tutta colpa della
concorrenza accompagnata della
crisi economica? La nostra città
di Aprilia, da qualche anno a
questa parte, è un valido esempio di come le attività commerciali del centro cittadino siano
state messe spalle al muro nel
dover affrontare una concorrenza fortissima, mentre tasse e
imposte hanno dato il colpo di
grazia per un centro storico che
si mostra oggi in una condizione
degradante. Sono state queste ed
altre problematiche a fa sì che
l’Associazione Aprilia Commercio nella serata di lunedì 16
marzo si riunisse al bar Porto
Franco di via Aldo Moro per
delineare le nuove guida a fron-
te di questo fenomeno di impoverimento e avanzando proposte
e progetti all’amministrazione
apriliana, affinché si porti a
nuova vita il commercio in Città.
Difatti, hanno preso parte alla
riunione anche l’assessore al
Commercio e alle Attività Produttive Vittorio Marchitti e l’assessore alle Finanze e Tributi
Roberto Mastrofini. Una partecipazione corposa, ma non
eccessivamente, all’assemblea
che è iniziata qualche minuto
dopo le 21 e si è vista protrarsi
per quasi tre ore con momenti in
cui il dibattito è stato davvero
molto acceso. Per la maggior
parte erano presenti appunto i
commercianti del centro storico.
A dare il via è stato il presidente
dell’Associazione Commercianti Antonio Del Prete che ha
mostrato i punti all’ordine del
giorno in una scaletta che è stata
quasi da subito stravolta per fare
spazio ad argomenti particolarmente caldi, come quello del
canone di locazione degli immobili adibiti al commercio che
insieme all’IMU e alla TARI
rappresentano un ostacolo allo
sviluppo dell’attività sul territorio. Di questo ne ha parlato l’assessore Marchitti che parla della
possibilità di avanzare una proposta di delibera affinché si
introducano canoni commerciali
a prezzi calmierati rispetto a
quelli di mercato per gli immobili destinati ad attività di commercio e/o somministrazione
con superficie di vendita pari o
inferiore ai 250mq da conseguire a una diminuzione dell’IMU
per i proprietari; mentre si pensa
di agevolare la TARI per le
imprese in fase di start-up in un
periodo di tempo che varia tra i
24 e i 36 mesi. Altrettanto
importante, spiega l’assessore, è
l’iniezione di mettere a disposizione da parte del Comune di un
contributo in conto interessi con
un tetto massimo di 1.000euro in
favore delle imprese commerciali site nel centro storico le
quali abbiano ottenuto un finanziamento dagli istituti di credito
finalizzato a piccoli investimenti
per lo sviluppo dell’impresa o al
superamento di una momentanea crisi di liquidità. Un punto
molto importante è quello della
riqualificazione, anche infrastrutturale, del centro storico che
dovrà vedere non solo iniziative
e attenzioni per coloro che resistono al momento di difficoltà
ma anche un’ammissione al centro storico di quelle vie che oggi
non sono considerate come tale.
Riguardo ai tempi l’assessore
Marchitti parla della possibilità
di portare già al prossimo consiglio comunale i temi riguardanti
l’IMU, TARI e il contributo al
conto interessi in modo da raggiungere in un tempo breve un
protocollo di intesa con i commercianti e l’associazione. Il
clima diventa caldo e i toni
molto accesi quando si parla
della possibilità che vengano
variate le destinazioni d’uso di
diversi terreni in periferia lungo
la strada regionale Pontina, da
industriali a commerciali e artigianali ma anche abitazioni.
Riguardo proprio questo argomento che ha fomentato l’assemblea ce ne parla il vice presidente dell’Associazione Commercianti Carlo Finocchi che
sottolinea come questa manovra
di voler cambiare le destinazioni
d’uso si mostri poco chiara,
soprattutto in un momento in cui
si sta tentando di riportare alla
luce il commercio in città. Il vice
presidente Finocchi coglie l’occasione per spiegare come il
centro storico e il commercio
abbia d’altronde bisogno anzitutto di un intervento strutturale,
partendo dagli interventi ai marciapiedi e all’illuminazione per
terminare alla riqualificazione
degli accessi in città che devono
invogliare le persone a vivere e
visitare il centro. Rimane perplesso, in fine, su quelli che
saranno i tempi ancora non stabiliti per gli interventi, nonostante si riconosca proprio
dalle parole dei due assessori
presenti la volontà di contribuire
in maniera valida e concreta alla
rinascita del commercio al centro storico.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 25
Organizzata dal “Patron” Lino Palladinelli è stata celebrata domenica 22 marzo presso il ristorante “Le Isole”
FESTA DI SAN GIUSEPPE ARTIGIANO
PREMIATI I MAESTRI ARTIGIANI E GLI IMPRENDITORI
380 commensali, almeno due generazioni di imprenditori insieme
di Gianfranco Compagno
380 commensali, 70 maestri artigiani premiati, 120 figli che raccolgono il testimone dai propri
genitori, nuove e vecchie generazioni insieme per festeggiare
l’artigianato e l’imprenditoria
del Comune di Aprilia. L’associazione Mestieri e tradizioni di
Aprilia ha voluto, nella settimana dedicata a San Giuseppe,
celebrare il tessuto produttivo
del territorio dedicando loro
un’intera giornata che e’ iniziata
alle ore 11 e 30 con la santa
messa presso la chiesa San
Michele Arcangelo ed è proseguita alle 12 e 30 presso il ristorante Le Isole per il pranzo
sociale. L’associazione Mestieri
e tradizioni, con il suo presidente Lino Palladinelli, ha voluto
premiare con degli attestati i
maestri artigiani e gli imprenditori di Aprilia per la loro costanza lavorativa e per aver regalato
alle nuove generazioni un
mestiere. “Una festa familiare
che onora le tradizioni. Una
festa per gli operatori dei settori merceologici dell’industria,
artigianato, commercio e agricoltura, ha spiegato Palladinelli,
festeggiamo questo passaggio di
consegne con degli attestati
creati dalle mani dell’artista Pietro Negri. Premiamo, nel segno
della continuità, 70 maestri artigiani e 120 esponenti del ceto
produttivo apriliano. “Sostenere
le piccole e medie aziende in
questo periodo di forte crisi economica è fondamentale, ha
aggiunto Palladinelli, per noi è
un dovere. Ringraziamo la
MESTIERI & TRADIZIONI
LIBERA ASSOCIAZIONE PER LA DIFFUSIONE DELLA
CULTURA DELLE TRADIZIONI E DEGLI ANTICHI MESTIERI
PROGRAMMA 2015
22 MARZO: FESTA S. GIUSEPPE - RISTORANTE LE ISOLE
10 MAGGIO: FESTA DELLE FRAGOLE - VIA DEI LAURI
29 - 31 MAGGIO: RIEVOCAZIONE STORICA DI ANTICHI MESTIERI &
TRADIZIONI VIA DIOCLEZIANO;
14 GIUGNO: FESTA DELLA TREBBIATURA AZ. AGRICOLA CARISSIMI VIA GUARDAPASSO
10 LUGLIO: FESTA DELLA PATATA - VIA DEI LAURI
18 LUGLIO: FESTA DELL’ARATURA - LOCALITÀ SELCIATELLLA
10 AGOSTO: COCOMERO & MELONE - VIA DEI LAURI
20 SETTEMBRE: FESTA DELLA VENDEMMIA CASA VINICOLA LACCHÈ - ZONA ISOLE
04 OTTOBRE:ELEZIONE MISS APRILIA SALONE RISTORANTE LE
ISOLE
15 OTTOBRE: PARTECIPAZIONE RASSEGNA ENOGASTRONOMICA
DELL’UVA - PIAZZA ROMA
10 DICEMBRE: ALLESTIMENTO NATIVITÀ’
Banca di Credito Cooperativo
quale nostro sponsor e L’Amministrazione comunale per il
patrocinio. Vogliamo, inoltre,
realizzare un museo degli antichi mestieri e traduzioni di Aprilia. Vecchie macchine e vecchie
utensili da noi conservati per tramandare le radici del nostro territorio sono pronte per essere
donate al Comune di Aprilia,
speriamo che si possa realizzare
un polo museale all’ex Claudia.
La giornata di oggi vuole lanciare anche questo progetto”. “Una
bellissima festa, ha commentato
il sindaco Terra, ringraziamo
l’associazione e Lino Palladinelli, dobbiamo resistere a questo
momento difficile per le nostre
attività. Lo possiamo superare
solo grazie al lavoro di artigiani
e imprenditori e al sostegno di
questa associazione”. “Un’iniziativa che abbraccia diverse
generazioni, ha aggiunto l’asses-
sore Marchitti, una risposta
notevole della comunità. Imparare un mestiere e importantissimo spesso fondamentale”. La
crisi è dura ma la festa dell’associazione Mestieri e tradizione
dimostra non solo la resistenza
del ceto artigianale e imprenditoriale pontina ma anche la
voglia di un rilancio economico
e sociale. La sfida è stata lanciata.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 26
26 MARZO - 9 APRILE 2015
SOLENNE APERTURA
“1615 ANNO INNOCENZIANO 2015”
La cerimonia religiosa presieduta dal vescovo di Albano monsignor Marcello Semeraro, venerdì 13 marzo
Durante il viaggio a Porto D’Anzio, nel 1697, papa Innocenzo XII sostò a Carroceto, oggi comune di Aprilia
Monsignor Marcello Semeraro,
vescovo della Curia di Albano ha
aperto l’Anno Innocenziano
con una Concelebrazione Eucaristica solenne, presso la chiesa
madre dei Santi Pio e Antonio
A 400 anni esatti dalla nascita di
Antonio Pignatelli, passato alla
storia come papa Innocenzo XII,
la città, che molto deve al Pontefice (in primis la costruzione del
non abbia recepito l’importanza
dell’evento), di lui si ricorda la
suntuosa sosta a Carroceto, ospite
del principe Giovan Battista Borghese, il 22 aprile (andata) e 25
aprile (ritorno) del 1697, in occasione del viaggio da Roma a Nettuno e Porto d’Anzio e ritorno,
ampiamente descritta da Antonio
Nibby nel 1837, “Fu tale e tanto il
gradimento del papa in tal circostanza che vi segnò un breve di
dispensa matrimoniale nel quale si
con la solenne Concelebrazione
Eucaristica. In apertura della celebrazione il parroco padre Francesco Trani ha definito l’occasione:
«storica, un grande momento di
unione e di raccoglimento spirituale per la comunità». E, a riprova del grande affetto (nonché
rispetto) nutrito dai cittadini di
Anzio nei confronti della figura di
papa Pignatelli, moltissime sono
state le persone che hanno affollato la chiesa dei Santi Pio e Anto-
pontificio. Anche il suo paese
natale, Spinazzola in Puglia, ha
celebrato l’evento. Nella sua omelia, il vescovo monsignor Semeraro ha saggiamente evidenziato
quanto sia importante mantenere
vivida la memoria degli eventi
passati: «Ho colto con piacere
l’occasione di celebrare questa
Santa Messa che apre l’anno dedicato a papa Innocenzo XII. Con
questo evento la città celebra le
proprie origini, ed è sempre dove-
porto che da lui prende il nome),
ha deciso di celebrare questa ricorrenza con una serie di eventi volti
a commemorare questo illustre
personaggio. Papa Innocenzo XII
(l’ultimo papa con la barba ndr) è
una figura molto importante anche
per Aprilia (peccato che l’Amministrazione comunale di Aprilia
legge: Datum in Villa Burghesiana
Carroceti”. A memoria di quella
sosta sulla chiesetta (che non è
quella dell’epoca) è affisso un cartiglio di travertino. L’evento si è
tenuto venerdì 13 marzo, in coincidenza dell’anniversario della
nascita del Pontefice 13 marzo
1615) alle ore 18.00, come detto
nio, andandosi ad aggiungere
alle autorità religiose, civili e militari. D’altronde si tratta di una
ricorrenza veramente molto sentita
e, contemporaneamente ad Anzio,
l’Anno Innocenziano si è aperto in
molte altre città (anche estere)
dove Papa Pignatelli ha operato
prima di essere elevato al soglio
roso ricordare il proprio passato
perché, se si trascura questa
memoria, si diventa anche incapaci di progettare e di sperare nel
futuro». Egli ha poi spiegato le
ragioni per cui si sente particolarmente legato alla figura di papa
Pignatelli : «Se mi è cara la figura
di questo Pontefice non è solo per
di Veronica Alessandrini
campanilismo territoriale (anche
mons. Semeraro è pugliese, ndr),
ma perché egli è stato per alcuni
anni Vescovo di Lecce, che è la
mia chiesa di origine. La cattedrale di Sant’Oronzo, infatti, mostra
alcuni segni della benevolenza di
Papa Innocenzo XII, che fu l’ultimo dei papi nativi nell’Italia del
sud». Da qui il Vescovo si è ricollegato all’attualità: «Noi abbiamo
un altro papa (Papa Francesco ndr)
che viene dal sud, dai confini del
mondo, come li ha lui stesso definiti. In questo giorno un pensiero
speciale va proprio a papa Francesco, a due anni dalla sua elezione
alla cattedra di San Pietro. Ho
ancora viva la memoria di quell’elezione nel biglietto che ieri sera
gli ho lasciato, ricordando una
frase molto cara a lui, che dice che
il tempo è messaggero di Dio. Se
ciò è vero, in questi due anni attraverso il magistero di papa Francesco ci sono giunti molti messaggi,
fino a quando poco fa ha annunciati un anno giubilare, un anno
santo della misericordia. La misericordia è l’architrave dell’insegnamento di papa Francesco.
Avremo un anno per riflettere,
invocheremo la misericordia di
Dio».
Foto di Gianfranco Compagno
Apertura di filiale VeioGas su territorio di Aprilia
La società VeioGas nasce nel 2011 su iniziativa di un gruppo di giovani decisi ad entrare nel mercato nazionale della vendita di gas metano per offrire una valida alternativa alle grandi aziende nazionali facendo della qualità del servizio ai clienti e della costante applicazione delle tariffe di vendita più economiche del mercato il proprio punto di forza. Nel 2012
prima e nel 2014 poi la società inaugura le sedi di Roma in Via Edoardo d’Onofrio n. 55 e di Aprilia in Via Pola n. 9 riscuotendo immediatamente successo tra gli abitanti della città. La società è così diventata fin da subito il punto di riferimento e
di supporto delle famiglie e dei condomini per tutte le questioni relative al gas metano dai nuovi allacci fino alla gestione
dei contratti di fornitura ed al monitoraggio in continuo dei consumi in modo da fornire ai propri clienti consigli pratici su
come risparmiare attraverso l’adozione di buone pratiche casalinghe e non solo. La centralità dei clienti e l’attenzione che
la società riserva loro trovano testimonianza nel fatto che ai clienti non viene richiesto alcun deposito cauzionale e che i
consumi loro fatturati si basano solo su letture reali evitando spiacevoli situazioni di fatture sottostimate con conseguenti
conguagli pesanti o sovrastimate con conseguenti maggiori esborsi e difficoltà di avere indietro i soldi spesi in più. Modulando le proprie tariffe nel mercato libero su quelle imposte dall’AEEG nel mercato di maggior tutela, nell’arco del 2014
la VeioGas è riuscita ad offrire a tutti i propri clienti un risparmio sul servizio di vendita del 20%. Per offrire un’assistenza
ancora più completa ed efficiente, la VeioGas ha inoltre stipulato diverse convenzioni con società partner a prezzi vantaggiosi e ancora più concorrenziali di quelli presenti sul mercato. Tra queste sicuramente la più importante in materia di gas
metano è la collaborazione con la società Russo Clima di Aprilia con sede in Via Vannucci n. 10 per la manutenzione, l’assistenza e la sostituzione delle caldaie a gas presente sul territorio fin dal 1980.
RUSSOCLIMA effettua controlli secondo la nuova normativa DPR N.74/2013. Rilascio del nuovo libretto impianto e rapporto di controllo di efficienza energetica (allegato II ). Si garantisce sconto sull’assistenza e manutenzione
caldaia, per tutti i clienti della Veiogas.
Via Pola, 9 -04011 Aprilia tel 328.9610804
www.veiogas.it e.mail : [email protected]
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 27
Il convegno si è tenuto la mattina di sabato 14 marzo, presso l’Auditorium dell’Istituto Polifunzionale “Marco Gavio Apicio”
“INNOCENZO XII E IL SUO TEMPO”
Organizzato dal Liceo Scientifico Innocenzo XII. Tra i relatori il prof. Andrea Marcellino, il prof. Clemente Marigliani e l’arch. Cesare Puccillo
Ha presieduto il preside professor Maurizio Cesari, l’intervento finale è stato di padre Francesco Trani, parroco di Ss. Pio E antonio
“Innocenzo XII e il suo tempo” è
stato il tema del convegno organizzato dall’omonimo Liceo Scientifico Innocenzo XII. Dopo la solenne commemorazione religiosa,
avvenuta venerdì 13 marzo 2015,
a 400 anni esatti dalla sua nascita,
sabato 14 marzo, presso l’Auditorium dell’Istituto Polifunzionale
“Marco Gavio Apicio” ad Anzio
Due, si è tenuto una importante
commemorazione “Laica”. Al
tavolo dei relatori, presieduto dal
preside professor Maurizio Cesari,
si sono seduti ai lati il professor
la parola al professor Marcellino,
che ha tracciato un quadro storico
del pontificato di Papa Pignatelli.
Marcellino ha sottolineato come si
sia trattato di un pontificato complesso, che ha coperto l’ultimo
scorcio del ‘600 (1691 – 1700), un
periodo estremamente delicato per
la Chiesa. Innocenzo XII, come ha
sottolineato il professore, ha saputo cogliere i segnali di questa crisi,
prendendo forti posizioni contro il
nepotismo che troppo a lungo
aveva caratterizzato la Chiesa. Nel
contempo ha cercato di contrastare la compravendita delle cariche
presso la Camera Apostolica,
di Anzio, da sempre paese di
pescatori e marinai. L’associazione, da qualche anno, ha voluto
dare vita ad una rievocazione storica di un evento molto particolare, che riguarda papa Innocenzo
XII in prima persona. Si tratta di
una veleggiata fatta dal Cardinal Antonio Pignatelli che, nel
1691, si trovava a bordo di
una feluca: da Napoli era, infatti,
diretto ad Ostia e, quindi, a Roma
per il Conclave. L’imbarcazione
venne travolta da un naufragio che
la scaraventò sulla costa di Capo
d’Anzio e così l’allora Vescovo
fece voto di costruire una chiesina
porto di Anzio è lì per ricordarci
questa storia. Come abbiamo evidenziato a più riprese, papa Innocenzo XII è una figura che è, in
qualche modo, legata anche alla
storia del territorio sul quale poi è
sorta la città di Aprilia. Il Pontefice, infatti, nel suo viaggio da
Roma a Nettuno e ritorno, soggiornò ben due volte (22 e 25 aprile 1697) a Carroceto, presso la
tenuta appartenuta ai Principi Borghese, in seguito ceduta al latifondista Pietro Pazienti nel 1925.
Questo aneddoto è ricordato da
Antonio Nibby nel suo “Analisi
Storico-Topografica Della Carta
Andrea Marcellino, insegnante di
storia dello stesso liceo, il professor Clemente Marigliani, l’architetto Cesare Puccillo dell’associazione “Palio del Mare” ed è, inoltre, intervenuto padre Francesco
Trani. Ha aperto i lavori il preside
Maurizio Cesari, per poi lasciare
introducendo la sua corte ad uno
stile di vita più semplice ed economico. A seguire ha preso la parola
Puccillo, che ha illustrato dell’associazione di cui fa parte, “Palio
del Mare”. Essa è nata con lo
scopo di ricordare e, allo stesso
tempo, onorare le radici della città
dedicata
al
suo
santo
protettore Sant’ Antonio, mentre ai
suoi fedeli, pescatori napoletani
stanziatisi in povere capanne in
quella stessa zona, fece la promessa di costruire un nuovo porto
se fosse stato eletto papa. Sappiamo bene come è andata a finire: il
De’dintorni Di Roma” del 1837 e,
qui sul Giornale del Lazio, abbiamo voluto ricordarlo spesso, con
articoli volti ad approfondire alcuni pezzi di storia apriliana, spesso
sconosciuti ai più. La tappa a Carroceto è stata citata anche durante
il convegno. Il professor Clemente
di Veronica Alessandrini
Marigliani, si è soffermato sull’
“Iconografia del viaggio di Papa
Innocenzo XII”, infatti, illustrando
alcune slide inerenti (tra le altre
cose) al viaggio di Innocenzo XII,
ha mostrato un dipinto (facente
parte di un trittico di dipinti realizzati da Christian Reder e commissionati dal principe Giovan Battista Borghese) che ritrae proprio il
momento della sosta a Carroceto,
con il relativo banchetto: «Per
l’occasione è stato trasformato un
piccolo casale in un edificio
barocco, mediante un apparato ad
hoc. Il principe Borghese ha speso
moltissimo denaro per una sosta
durata poche ore, perché? Perché
il banchetto era ideale in cui proporre e discutere progetti, vista
l’importanza degli ospiti che vi
prendevano parte». L’evento si è
concluso coi saluti di padre Francesco Trani e del preside Cesari.
La celebrazione del 13 e il convegno del 14 marzo hanno dato il via
alla lunga serie di eventi in calendario per l’”Anno Innocenziano”,
che si protrarranno fino al 27 settembre, giorno in cui si terrà la
celebrazione eucaristica in occasione della ricorrenza della morte
di Papa Innocenzo XII.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 28
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Chiama il 118 al primo sintomo d’infarto
“LA RETE PONTINA CHE TI SALVA LA VITA”
Non andate con mezzi propri al pronto soccorso
Queste le principali raccomandazioni emerse dall’incontro al centro anziani di Montarelli
di Nicola Gilardi
La campagna di informazione “Al
cuor... si comanda” ha fatto tappa
al centro anziani del quartiere
Montarelli di Aprilia il 17 marzo
scorso. Organizzata dalla direzione generale della Asl di Latina,
questa iniziativa ha lo scopo di
sensibilizzare i cittadini, soprattutto quelli più a rischio, sulla tematica delle malattie cardiovascolari,
sui comportamenti da tenere in
caso di ipotesi di infarto. Su questo ultimo punto è stata sottolineata la grande importanza dell’Infarto.net, una rete di comunicazione
che permette, attraverso una strumentazione dedicata, alle ambulanze di predisporre immediatamente il miglior percorso medico
al quale sottoporre il paziente per
evitare che l’infarto possa comportare gravi danno, oppure la
morte.
A moderare tutti gli interventi è
stata la giornalista Licia Pastore,
responsabile dell’ufficio stampa
della Asl di Latina. Molto interessanti i contributi portati dalle varie
personalità presenti: l’assessore ai
Servizi Sociali Eva Torselli, il
direttore del distretto 1 della Asl di
Latina il dottor Belardino Rossi, il
direttore del reparto UOC Malattie
Cardiovascolari dell’Ospedale
Santa Maria Goretti di Latina il
dottor Edoardo Pucci, il direttore
generale della Asl di Latina
Michele Caporossi, il responsabile
del reparto UOC Prevenzione Attiva il dottor Antonio Sabatucci ed
infine il direttore del Registro
Tumori dell’Asl di Latina il dottor
Fabio Pannozzo. Il saluto dell’amministrazione di Aprilia è arrivato
tramite l’assessore ai servizi socia-
li, Eva Torselli: «Siamo molto
soddisfatti e felici che questo
genere di incontri vengano fatti
nei centri anziani, perché oltre ad
essere un punto di aggregazione
debbono essere anche luoghi di
cultura ed informazione». Ad aprire gli interventi è stato il direttore
del distretto 1 Aprlia- Cisterna
della Asl di Latina, Belardino
Rossi: «La sanità ad Aprilia sta
tante Pino Daniele, scomparso il 4
gennaio scorso a causa di un infarto. Poi un video informativo sui
comportamenti da tenere in caso
di dolori al petto o sospetto di
infarto. «Bisogna evitare di portare con mezzi propri il malato all’ospedale, perché quella struttura
potrebbe non essere idonea e si
perderebbe del tempo prezioso ha detto Pucci -. Si deve chiamare
direttore generale della Asl di
Latina, Michele Caporossi: «Con
questa comunicazione faccia a
faccia è più efficace. La rete Infarto.net permette al personale sanitario di verificare se c’è un riscontro di infarto e l’ospedale più vicino, idoneo a trattare questo caso,
lo prende direttamente in carico.
Si evitano tanti passaggi che fanno
perdere tempo». Oltre all’inter-
passando un momento non facile
dal punto di vista sanitario - ha
detto -. Le malattie cardiovascolari sono importanti, ancora la prima
causa di morte in Italia. È fondamentale per la prevenzione il comportamento del cittadino, che deve
essere il primo ad adoperarsi per la
sua salute. Serve una partecipazione attiva del malato, poi arrivano
le medicine e gli strumenti diagnostici».
Il dottor Edoardo Pucci, affidandosi a dei contributi audiovisivi,
ha sottolineato tutti i comportamenti sbagliati che devono essere
evitati nell’eventualità di un infarto. Il primo riferimento è stato
quello legato alla morte del can-
il prima possibile 118, così l’ospedale viene da noi. L’ambulanza,
infatti, è composto da personale
specializzato che può fare una diagnosi immediata. Nell’infarto è
fondamentale la prima ora, se non
si risponde adeguatamente si
rischia seriamente la morte. La
rete pontina dell’Infarto.net è la
prima del Lazio, sta funzionando,
ma non al 100% perché alcuni
ancora non ne conoscono la presenza. In questi casi serve una
riapertura della coronaria bloccata, questo deve avvenire il prima
possibile, se si riesce entro un ora
dall’insorgenza del dolore l’aspettativa di vita non è compromessa».
Importante anche l’intervento del
vento relativo al convegno è arrivato un riferimento all’apertura
dell’Ospedale dei Castelli: «Speriamo che tra un anno e mezzo sia
funzionante - ha detto il direttore
generale -. Avrà l’emodinamica e
per l’infarto sarà molto importante». Si è concentrato sulla prevenzione e sullo stile di vita il dottor
Sabatucci: «Chi non avesse ricevuto gli inviti per i programmi di
screening preventivi, per i ritardi
delle poste, può chiamare il numero verde 800.65560 gratuitamente.
I dati che abbiamo ci dicono che
siamo una popolazione di sedentari, ci muoviamo poco. I tre numeri
della salute sono 0-5-30. Cioè 0
sigarette e alimenti a chilometro 0.
5 significa mangiare 5 volte al
giorno, non abbuffarsi, ma distribuire quello che serve durante il
giorno. 30 sono i minuti di attività
fisica al giorno, non serve andare a
correre, ma basta camminare a
passo svelto, oppure fare le pulizie
di casa». Un riferimento è stato
fatto all’alimentazione, con l’invito alla dieta mediterranea, con un
consumo di carne limitato e almeno 200 grammi di verdure al giorno. «Noi italiani beviamo troppe
bevande zuccherate - ha detto
Sabatucci -. Si devono mangiare
più frutti e fibre. In questo
momento di crisi abbiamo visto
che chi è più povero ed ha difficoltà si alimenta male e sono coloro che possono avere i problemi
più gravi». Al termine degli interventi è stato fatto un approfondimento sulla Rete Pontina per l’Infarto Miocardico Acuto, l’Infarto.net, partito nei primi mesi del
2012. A fare una panoramica è
stato il dottor Pucci: «Le ambulanze hanno la capacità di valutare i
sintomi con il personale specializzato. Viene fatto l’elettrocardiogramma, questo viene trasmesso
alla centrale operativa e all’unità
coronarica dell’ospedale S. Maria
Goretti di Latina. I sanitari dell’ambulanza chiamano la cardiologia e un medico da una diagnosi
immediata. In caso di infarto si
attrezza subito la sala operatoria e
si riducono i tempi». Nonostante i
tre anni di operatività, però, solo il
35% delle persone utilizza questo
strumento straordinario: «Dall’inizio di gennaio siamo intorno ad un
infarto trattato al giorno. La cosa
importante è che l’occlusione
delle arterie non deve essere superiore ad un ora». Il messaggio è
chiaro. Chiamare sempre il 118.
Solo così si può sperare di salvare
la vita del paziente. Questo deve
essere chiaro soprattutto ad Aprilia, dove non c’è un’unità di emodinamica, ma soltanto all’Ospedale S. Maria Goretti, che può dare il
trattamento immediato.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 29
Aveva 87 anni. È stato consigliere comunale di Aprilia dal 1964 al 1975
È MORTO L’EX DEPUTATO DEL PCI ALDO D’ALESSIO
Era stato dato per defunto nel 2004, una gaffe del sindaco ff Paolo Verzili
Fu l’occasione per una sua nuova apparizione ad Aprilia, intervenne il 20 novembre 2004 al congresso cittadino dei DS
di Riccardo Toffoli e Gianfranco Compagno
È morto Aldo D’Alessio, aveva 87 anni. È stato deputato del Pci dal 1963 al 1979, ma anche consigliere
comunale di Aprilia, eletto il 2 novembre del 1964, fu
riconfermato il 7 giugno 1970. Dopo il secondo mandato fu rieletto il 15 giugno 1975, rassegnò le dimissioni per impegno al Parlamento nazionale, al primo
consiglio d’insediamento della nuova consiliatura
venne surrogato da Adiano Marchetti. “Ci mancheranno il suo sguardo vispo e il suo sorriso dolce” hanno detto le figlie Emanuela e Daniela tenendosi
per mano accanto alla mamma Maria davanti agli
amici di sempre. “Ci mancherà la sua capacità di analisi che ha orientato il partito per tanti anni”, ha
aggiunto Lelio Grassucci, già segretario della federazione di Latina, ricordando l’impegno politico di
D’Alessio che avrebbe compiuto 87 anni il 10 marzo
prossimo. Era un comunista in una piazza che è sempre stata di destra, come quella di Latina. Ha scritto il
giornalista Mauro Maulucci: “Aveva il giusto sorriso,
la parola idonea per superare lo scoramento dei compagni. Aveva una naturale autorevolezza, che gli derivava dalla sua intelligenza, dalla sua cultura. La forza
era determinata dalla presenza degli iscritti dei comuni dei monti Lepini: Sezze e Priverno innanzitutto, ma
anche Sonnino, Roccagorga e Cori”. Il nome del
deputato Aldo D’Alessio era riapparso in cronaca
apriliana ad ottobre del 2004 quando l’ex sindaco f.f.
Paolo Verzili aveva l’intenzione di concedere la cittadinanza onoraria all’allora vicepresidente del Consiglio dei Ministri Gianfranco Fini, anch’egli consigliere comunale di aprilia dal 1990 al 1991. Alle polemi-
ESTRAZIONE LOTTERIA ABBINATA
AL CARNEVALE APRILIANO 2015.
I numeri fortunati:
- H64, abbinato al 13esimo premio che vince: 24
bottiglie di vino;
- H252, abbinato al 12esimo premio che vince:
Grande cesto natura;
- R197, abbinato all'11esimo premio che vince:
Cena per quattro persone;
- Q074, abbinato al decimo premio che vince:
Maxi foto su tela;
- Q213, abbinato al nono premio che vince:
Chitarra acustica;
- E437, abbinato all'ottavo premio che vince:
Borsa e portafoglio Versace;
- M166, abbinato al settimo premio che vince:
Buono spesa euro 100;
- M479, abbinato al sesto premio che vince:
Servizio da the;
- B316, abbinato al quinto premio che vince:
Set piante ornamentali;
- C251, abbinato al quarto premio che vince:
Cena con pernottamento per due persone;
- I389, abbinato al terzo premio che vince:
Led Tv Philips 20 pollici 100 hz;
- C398, abbinato al secondo premio che vince:
Pendente Boccadamo;
- E249, abbinato al primo premio che vince
: Crociera MSC nel Mediterraneo.
che sulla scelta, disse: “se fossero vivi gli
onorevoli Guido Bernardi e Aldo D’Alessio
tale riconoscimento spetterebbe anche a
loro”. Aldo D’Alessio nel 2004 era ancora
vivo, contattato esclamo con una battuta:
“L’onorevole Bernardi è certamente morto,
ma io sono vivo e vegeto!”. Ricordò gli anni
dei sindaci Calissoni e Savian. Disse: “Mi
ricordo che il problema più annoso era quello
della casa. La Cassa del Mezzogiorno aveva
incrementato la popolazione che non aveva
una dimora. Cominciò a costruirsela spontaneamente a seguito di molte lottizzazioni.
Rimasi fino a quando non regolarizzammo
tutto con il piano regolatore”. Aldo D’Alessio
si era mostrato molto onorato se fosse arrivata l’onorificenza (cosa che purtroppo non fu).
Foto archivio Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 30
26 MARZO - 9 APRILE 2015
UN OSCAR AL MIGLIOR PAPA’
una manifestazione per sensibilizzare sui diritti dei padri separati e premiare l’impegno sociale
IL RICONOSCIMENTO ANCHE A BRUNO LICONTI DI APRILIA
L’evento si è tenuto a Roma presso Palazzo Giustiniani al Senato
di Elisa Bonacini
unricordoperlapace.blogspot.it
[email protected]
Nel pomeriggio del 18 marzo
scorso, in prossimità della ricorrenza di San Giuseppe “festa del
papà”, presso la Sala dei Presidenti di Palazzo Giustiniani al
Senato della Repubblica, si è
tenuta la settima edizione della
manifestazione di consegna dei
MINI OSCAR 2014 che oltre a
premiare “il Papà dell’anno”
assegna il riconoscimento anche
a personaggi che si sono distinti
in attività meritevoli in campo
sociale, civile e culturale.
L’evento è stato organizzato dal-
l’Associazione “I LOVE
PAPA’”, in collaborazione con
l’ “Associazione “FIGLI
NEGATI”. Ideatore del progetto il Presidente delle Associazioni organizzatrici Dott. Giorgio
Ceccarelli funzionario del
Comune di Roma e mediatore
familiare, che da tanti anni lotta
per i diritti dei padri separati.
Premiato Papà dell’anno 2014
il medico Sergio Pillon, direttore del Centro di Telemedicina
del San Camillo di Roma, una
delle eccellenze nazionali in
grado di seguire a distanza
pazienti che non possono raggiungere l’ospedale attraverso la
trasmissione telematica dei loro
dati clinici. Oltre all’impegnativa attività medica Sergio Pillon
si occupa di un fratello spastico,
di una figlia con sindrome di
West (epilessia della prima
infanzia) una grave patologia
che la costringe sulla sedia a
rotelle e del suocero diabetico e
ipovedente.
Per il suo impegno sociale e
umanitario e per il suo altruismo
a tutto tondo ha ricevuto quest’anno il riconoscimento anche
il giornalista Bruno Liconti, di
origini siciliane, ma residente da
qualche anno ad Aprilia. Liconti
è già noto ai lettori del Giornale
del Lazio per la collaborazione
con l’Associazione “Un ricordo
per la pace” con la quale ha
organizzato importanti eventi
presso l’Istituto di Istruzione
Superiore Rosselli di Aprilia.
Grazie al suo interessamento
sono intervenuti prestigiosi personaggi del mondo sportivo e
culturale italiano tra cui (in ordi-
Presentata da “Aprilia in Prima Linea” interrogazione
in Regione Lazio contro biogas ad Aprilia
E’ stata presentata dietro
nostra sollecitazione e collaborazione, in data 17/03/15
un’interrogazione a risposta
scritta dall’On. Fabrizio Santori (Riva Destra) al Presidente
Zingaretti e all’Ass. Fabio
Refrigeri, in merito all’ipotesi
di realizzazione di un impianto
biogas in Via del Campo sul
quale è stata richiesta la VIA.
Sussistendo sia ragioni di tutela della qualità dell’aria – già
piuttosto compromessa – e sia
motivazioni d’inopportunità
etica e politica, Aprilia in
Prima Linea, intende lottare
con ogni mezzo perché questo ennesimo impianto non
venga autorizzato. Il nostro
Movimento forte del suo lavoro nel contesto politico locale
e nazionale a fianco di tutte
quelle forze che stanno lavorando alla costruzione dell’Area Identitaria, al cui vertice
c’è Matteo Salvini, sta riuscendo a portare a casa atti concreti facendo entrare Aprilia nelle
aule delle Istituzioni, rappresentando le esigenze primarie
dei cittadini troppo spesso disattese. Grazie al rinnovato
impegno sui temi ambientali e
della salute dei cittadini, dell’On. Santori e di Riva Destra,
stiamo mettendo alla luce
come il nostro territorio sia
una “bomba ecologica” e che il
tema
dell’ambiente
vada inserito in testa
alla lista delle emergenze da affrontare. Questo
terzo atto ufficiale ha
come obiettivo la definitiva chiarificazione
una volta per tutte, sulla
reale esistenza di una
volontà dei vertici
regionali e nazionali di
concepire Aprilia, e il
suo territorio come pattumiera del Centro Italia. Cercheremo di proporre con forza
un progetto politico di sovranità territoriale dove, i cittadini
siano realmente coinvolti e
dove essi possano decidere sul
loro destino. Non ci interessano coloro che sono pronti a
vendersi per un “piatto di lenticchie” ignorando l’emergenza o addirittura negandola.
Non siamo noi a dirlo, sono i
dati a parlare, e lo fanno in
maniera impietosa e grave.
L’aumento delle patologie
tumorali ben al di sopra della
media regionale è frutto di un
concentramento assurdo di
centrali inquinanti, di acqua
con arsenico, di inquinamento
elettro magnetico e da chissà
cosa è sotterrato in città e nelle
campagne. Chiediamo una
moratoria trentennale sul
nostro territorio riguardo la
costruzione di nuovi siti lega-
ne cronologico) Nicola Pietrangeli, Gianni Rivera, lo storico
Giordano Bruno Guerri, i giornalisti Gianni Perrelli e Pino
Scaccia. Un Oscar meritatissimo
quindi quello assegnato a Liconti che da diversi anni si impegna
attivamente a favore dell’ANCA (Associazione Nazionale
contro l’alcolismo) e a sostegno
di AMREF (African Medical
and Research Foundation) una
organizzazione sanitaria no-profit che opera nei paesi più poveri dell’Africa. Sempre in prima
linea in molte campagne solidali
rivolte anche al mondo dei disabili è tra gli organizzatori di
una manifestazione che si svolge
da qualche anno ad Appalto di
Soliera (Modena) in tarda primavera, che raccoglie fondi per
bambini con handicap.
Tra i premiati del 18 marzo citia-
mo Marco Colangione, un
dipendente del Comune di Roma
che ha contribuito alla realizzazione dello sportello per i disabili; Licia Colò per il programma
“Alle falde del Kilimangiaro”;
BLOB RAI 25 anni di storia;
Alex Zanardi per il programma
“Sfide RAI” ; FORMA ONLUS
per i 10 anni dell’attività “Pet
Therapy” ( il sostegno alle cure
mediche attraverso il contatto
con gli animali); il giornalista
Franco Di Mare, che nel 1992
adottò una bambina di un orfanotrofio bombardato a Sarajevo;
AMREF “Africa nel cuore” per
l’attività medica in Africa; la
psicoterapeuta Maria Rita
Parsi.
(informazioni sull’evento da
comunicato stampa; foto di Stefano Rastelli e dall’album di
Simeone Ricci - da facebook)
un programma dove Identità,
Popolo e Tradizione siano concetti unificanti, dialogando con
tutti coloro che vorranno esserci, avendo come obiettivo la
salvaguardia della nostra terra.
Il Segretario Politico
Emanuele Campilongo
Ancora una volta in mostra la scultura bronzea il
“Volto di Cristo” di Ignazio Colagrossi,
selezionato per la Rassegna d’Arte Contemporanea
nella prestigiosa location del COMPLESSO
MONUMENTALE DEL TEATRO DEI DIOSCURI DEL QUIRINALE
Dal 31 marzo all’11 aprile 2015
L’evento organizzato da:
ti al ciclo dei rifiuti o comunque inquinanti, e l’immediata pubblicazione dei dati
sulla qualità dell’aria. Siamo
pronti a chiedere anche l’intervento della Magistratura e
delle Autorità competenti ove
ve ne fosse bisogno, al fine di
controllare strettamente quelle
esistenti, la salute è un bene
senza prezzo e senza di essa
non vi è futuro. Non è certo
con queste aziende che si risolve il problema occupazionale
del territorio. Non è questo il
modello di sviluppo industriale che i cittadini vogliono e
Aprilia in Prima Linea si batterà fortemente, in ogni luogo e
in ogni aula, per la tutela dei
cittadini. Con amici come
l’On. Santori e con tanti altri
con i quali stiamo stringendo
contatti, siamo certi che Aprilia sarà meno sola e più salubre. Attendiamo la riposta
della Regione, continuando a
lavorare per la costruzione di
MOVIMENTO ARTE DEL XXI SECOLO
E LA GALLERIA D’ARTE “IL COLLEZIONISTA”
PRESENTAZIONE DI:
Dott.ssa Mara
Ferloni, Critico
d’arte e
Giornalista
Prof. Aldo Maria
Pero, Storico e
Critico d’arte
INAUGURAZIONE 31 MARZO
2015 ORE 18,00
L’evento sarà
ripreso da Arte 24
Rete Oro
Orario:
lunedì/venerdì –
ore 10,00/18,00
Via Piacenza n.1
ROMA
(a 650 metri dalla
fermata metro
Barberini)
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 31
NASCE IL CLUB UNESCO DI LATINA
PRESENTATO IL MUSEO DELLA TERRA PONTINA
Promozione e tutela dei beni culturali del territorio
Promuovere la cultura del territorio, facendo rete con le varie
associazioni culturali che da
anni divulgano la bellezza dei
luoghi della provincia di Latina.
Questo lo scopo con il quale è
nato il comitato promotore del
Club Unesco di Latina, presentato giovedì 5 marzo alle 16.30 nel
Museo della Terra Pontina in
Piazza del Quadrato. Sono intervenute come madrine dell’evento: l’assessore alla cultura del
Comune di Latina Marilena
lente del Consorzio di Bonifica,
Piergiulio Subiaco. A coordinare
l’incontro è stata la giornalista
Dina Tomezzoli. Il primo intervento è stato quello del coordinatore del comitato promotore
del club, Mauro Macale: «Questa città ha delle grandi realtà
socioculturali che non vengono
riconosciute dal territorio. C’è
una grande rilevanza del territorio che non viene portata alla
conoscenza di tutti». A spiegare
l’operato e l’impegno dell’Unesco è stato il consigliere FICLU
Giuseppe Tindaro Toscano della
pontino è stata espressa dalla
presidente del Club di Roma,
Carla Mazzucca: «Sono felice
per tre motivi, innanzitutto perché è sempre bello che ci siano
iniziative di volontariato sul territorio. Poi c’è il valore della
pace tra gli uomini, se la cultura
riesce a mettere radici questo
avviene. Il territorio che circonda Latina la grande valore storico e culturale, come Norma e
Sermoneta, oppure il Circeo.
Infine c’è un motivo personale
che mi soddisfa, che è il ruolo di
Mauro Macale, che è il coordi-
per valorizzare
e tutelare le
nostre ricchezze. C’è un
vuoto soprattutto nelle scuole,
per questo a settembre creeremo
proprio un progetto ad hoc per la
promozione soprattutto nei borghi». La parola è passata poi a
Maria Paola Azzario, presidente
della Federazione Nazionale Italia Club e Centri Unesco:
«Abbiamo sempre vissuto di
rendita, con i turisti che venivano sempre in gran numero, poi ci
Sovrani e il Presidente Nazionale Federazione Italiana Club e
Centri Unesco (FICLU) Maria
Paola Azzario. Subito dopo i
saluti dei convenuti è stato dato
il via alla presentazione de “La
bonifica dell’Agro Pontino da
Leonardo da Vinci a Benito
Mussolini” fra i relatori, Manuela Francesconi, Direttore Museo
della Terra Pontina ed il consu-
Zecca: «Mi impegno a sostenere
ed aiutare il Club di Latina per
un anno. Mi rivolgo soprattutto
ai giovani, voi siete la speranza
del futuro, conservando e tutelando i beni materiali e immateriali del vostro territorio. Latina
ha il patrimonio dell’Agro
Romano e su questo deve lavorare». Soddisfazione per la
nascita del nuovo club Unesco
natore, con il quale abbiamo
avuto la stessa appartenenza al
Partito Repubblicano. Saremo
sempre contentissimi di collaborare in futuro nel fare delle iniziative insieme». Il saluto dell’amministrazione del Comune
di Latina è stato portato dall’assessore alla Cultura, Marilena
Sovrani: «Vogliamo rilanciare la
cultura a Latina, creando una
rete con associazioni e scuole
siamo accorti che queste bellezze stavano diminuendo. Il nostro
obiettivo è proprio quello di salvaguardare queste bellezze. I
giovani devono essere il nostro
presente. Siamo contenti che le
istituzioni abbiano risposto da
subito per collaborare con noi».
È stato poi presentato il Museo
della Terra Pontina, del quale ha
parlato il direttore Manuela
Francesconi: «Si cerca di rac-
di Nicola Gilardi
contare questo territorio e di
tutte le genti che lo compongono. Questo è il territorio dei
Latini e dei Volsci, ma anche
degli Etruschi. La storia si è
unita ai miti antichi, si stente
ancora lo spirito ammaliatore di
Circe. Con la bonifica questa
terra è stata riconquistata, perché
arrivano anche genti nuove, da
molte parti d’Italia, con il territorio pontino che diventa la terra
promessa». In conclusione è
arrivato l’intervento di Piergiulio Subiaco, storico/consulente
del Consorzio di Bonifica, che
ha ricostruito, attraverso una seri
di slide, la storia della palude e i
lavori che portarono alla bonifica fascista del territorio, che poi
ci è stata lasciata e ci ha permesso di edificare le città che oggi
abitiamo. Un excursus storico
che parte dall’antichità, quando
il territorio era sotto il controllo
del Regno pontificio, fino al
fascismo, con in mezzo tanti
aneddoti e storie. Un’iniziativa
di grande valore, questa, che
promette un impegno concreto
per la valorizzazione di un territorio che ha grandi ricchezze
culturali spesso nascoste dall’ombra della vicina Capitale e
dall’incuria dei suoi amministratori, che spesso non sono in
grado di comunicare e far conoscere questi luoghi.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 32
26 MARZO - 9 APRILE 2015
RICORDANDO FRANCESCO PANICO “PITTORE OPERAIO”
RAPPRESENTÒ CON RARA SENSIBILITÀ “I PAESAGGI DELL’ANIMO UMANO” TRA ESPRESSIONISMO E REALISMO SOCIALE
Nel suo vissuto la tragedia della guerra e l’emigrazione all’estero per lavoro
di Elisa Bonacini
unricordoperlapace.blogspot.it
[email protected]
m
Si dice che gli artisti non muoiono mai: di loro rimangono le
opere, siano esse poesie, romanzi, musiche o dipinti che nell’incontro ci catapultano nel loro
mondo, condividendo fuori dal
tempo cronologico le stesse
emozioni dell’autore, assaporando atmosfere speciali ed uniche
che ci arricchiscono non solo
culturalmente, ma nella nostra
sensibilità ed umanità.
E’ questo il caso di Francesco
Panico, originario di Napoli ove
nacque il 16 giugno 1932 e che
dal 1973 fu cittadino di Aprilia
fino alla scomparsa nel 1996.
Per le sue rare innate qualità
artistiche, usando un terminologia amata dallo storico apriliano,
il caro Bernardino Tofani che ci
ha lasciato qualche mese fa,
Francesco Panico si annovera
indubbiamente tra i “cittadini
notevoli”, cioè degni di nota,
della seppur breve storia della
città di Aprilia.
Costretto a crescere in fretta
Francesco: appena terminati gli
studi dell’obbligo si trovò a
dover affrontare la guerra e subire nel 1942 la tragedia della
morte della madre e di un fratellino a causa dei bombardamenti
alleati a Napoli che coinvolsero
il quartiere Montesanto.
Una vita poi tutta dedita alla
famiglia ed al lavoro che lo
portò, assolto l’obbligo di leva
nella Marina Militare, ad emigrare da Napoli all’estero, in
Svizzera e in Germania, poi in
Lombardia e nel 1973 ad Aprilia.
Al lavoro e alle cure della famiglia dopo il matrimonio si
aggiunse presto “l’imperativo
dell’arte”: la pittura ad olio, cui
si dedicava con passione nelle
ore del dopolavoro.
Panico si era autodefinito “pittore dilettante”. Nei suoi dipinti
non c’è alcun filtro di una tecnicità imposta non avendo frequentato scuole artistiche; eppure le sue pennellate sembrano
quelle di un accademico. “Quadri ad olio dai colori scuri dove
la luce trionfa in piani prospettici ben definiti. Il suggestivo contrasto di luce e ombra è ordinato e deciso, talvolta invece sfumato e dolce. Brillano di luce gli
occhi delle figure e le cose attorno, gli ambienti, le scene di vita,
i luoghi di lavoro”.
Per Panico era incredibilmente
naturale dipingere: i personaggi
delle sue opere, appartenenti ad
ogni strato sociale, erano colti
nelle loro azioni di vita quotidiana, nello svolgimento del proprio lavoro, ma “che siano operai, contadini o pescatori non
sono mai abbruttiti, non presentano volti accigliati, rugosi, consunti”. La critica d’arte Caterina
Nagliatti negli anni settanta così
scriveva di lui: “Quando si
imbatte in una azione significativa, sente il bisogno di trasferirla sulla tela...allo scopo di dare
rilievo a tutto ciò che egli ritiene
importante....Un realismo, tuttavia, che non risulta mai crudo
od esasperato e induce a pensare che l’artista «voglia» vedere
soltanto il lato buono delle cose
e degli uomini e indulga volutamente sulle debolezze umane”.
Nelle sue opere appare quindi
una descrizione lucida e precisa
del mondo che lo circondava,
con occhio attento anche alle
dinamiche politiche della storia
sua contemporanea. Osservando
i suoi dipinti, Panico potrebbe
essere collocato artisticamente
tra espressionismo e un particolare “realismo sociale”, realismo guidato soprattutto dalla
grande sensibilità dell’artista
che è anche “disciplina, spiritualità, severità, ricerca di un
ordine interiore”.
Tra la sua vasta produzione
citiamo alcune opere tra gli inizi
ASSOCIAZIONE ITALIANA
SCLEROSI MULTIPLA
Anche quest’anno l’A.I.S.M . è
stata presente il giorno 7 ed otto
marzo in 3000 piazze italiane
per contribuire alla raccolta
fondi per incentivare la ricerca
scientifica sulla Sclerosi Multipla. Questa terribile malattia ha
un esordio che si verifica fra i 20
ed i 30 anni di età e colpisce il
sistema nervoso centrale provocando quello che scientificamente viene definito “processo
di demielinizzazione “ ; cioè
viene a mancare la riproduzione
della mielina o meglio di quella
sostanza grassa che avvolge le
cellule nervose con conseguente
danno al cervello e midollo spinale. Ne consegue una interruzione dei “comandi “ che partendo dall’encefalo non consentono di svolgere le normali attività motorie sia degli arti inferiori che superiori ovvero di
avere gravi problemi visivi e
sovente cognitivi. E’ una malattia molto invalidante ed allo
stato attuale, nonostante le
numerose ricerche in corso ,
effettuate anche con la massima
collaborazione a livello internazionale , non si riesce a sperimentare con successo il farmaco
capace di debellare la malattia.
Certamente sono risultati molto
efficaci i farmaci di nuova
generazione capaci di rallentare
la progressione della S.M. ovvero a bloccare, in alcuni casi , le
così dette ricadute della malattia.
Ma la speranza è ormai da alcuni anni incentrata sulle cellule
staminali . I risultati di laboratorio sembrano promettenti :
occorre trasferirli all’uomo. Per
tali ragioni dobbiamo fare ogni
sforzo per finanziare la ricerca
scientifica. Conseguentemente
anni ‘70 e i primi anni ‘80 :
«L’intervento chirurgico», «II
comizio», «Notizie sulla pensione», «I filosofi», «La prima sigaretta», «Il testamento politico»,
«Il sogno del bevitore», «La
politica e il sonno della ragione», «La visione di San Crispino», «Lo scandalo Lockheed».
Molti furono i riconoscimenti da
riviste di settore tra cui ricordiamo la medaglia d’oro da parte
della Rivista «Giornate Italiane»
per l’opera «I Filosofi» e il Tro-
feo d’oro dal giornale «Corriere
Laziale».
Abbiamo
rivolto
qualche
domanda al figlio Dott.Raffaele
Panico, giornalista e storico,
residente ad Aprilia (Campo di
Carne).
Raffaele, come è nata in tuo
padre la passione per la pittura? Cosa ne ricordi come artista?
“Nell’estate del 1970 i miei
affittarono una nuova casa a
Parabiago. Era Abbastanza
grande, C’era bisogno di arredarne le pareti. Andò in quei
giorni a Legnano, ad una fiera
mercato di quadri ed antiquariato e ne rimase affascinato.
Per la Befana del 1971, ricevetti
vari regali, tra cui una tavolozza, colori ad olio, pennelli,
insomma tutto l’occorrente per
la pittura ad olio. “Mah, questa
Befana… teniamolo da parte
questo regalo..!” … disse. Fu da
quel momento che iniziò a dipingere.
Ricordo, nel salone, il suo angolo dove teneva cavalletto, ban-
chetto con tavolozza e pennelli,
la scatola dei colori…; la mattina notavo la tela avanzata nelle
rifiniture, la finestra lasciata
aperta per l’odore della trementina. Spesso le ore migliori per
mio padre erano tra le 3 fino al
primo chiarore dell’alba, poi
con un energia straordinaria al
lavoro, lo aspettava una giornata in fabbrica”.
Come siete arrivati ad Aprilia?
Dalla nativa Napoli dove mio
padre svolgeva l’attività di artigiano calzolaio, dovette emigrare per lavoro in Germania, Svizzera, poi a Milano e infine nella
piccola capitale delle calzature
italiane Parabiago, a pochi chilometri da Legnano. Da Parabiago grazie ad una nota fabbrica di calzature d’alta moda,
esportate in tutto il mondo, ci
trasferimmo poi ad Aprilia nell’agosto del 1973. La rinomata
“Raphael” apriva lo stabilimento lungo la Nettunense subito
dopo la zona Montarelli : mio
padre era un operaio tra tanti.
Hai conservato le opere di tuo
padre? Pensi di organizzarle in
una mostra per i cittadini di
Aprilia?
“Ho conservato un archivio su
mio padre e la sua notevole produzione artistica. Ricordo alcuni
critici degli anni ‘70 che avevano scritto: “Se Panico avesse
potuto frequentare il Liceo o
l’Accademia, forse avremmo
uno di quegli artisti che i collezionisti si contendono a suon di
milioni”.
Mi auguro poter fare un catalogo a stampa, una retrospettiva
della sua produzione intercalata
da un’analisi di opere pittoriche,
con l’aggiunta di alcuni suoi
appunti scritti ad integrazione
come sorta di ‘diario’, riproduzioni di disegni e una biobibliografia completa. Per una mostra
sarà difficile: ha prodotto più di
300 tele dipinte ad olio e sono
sparse, molte a Napoli, una a
Basilea, due a Salisburgo, altre
a Milano, la maggior parte nell’hinterland apriliano”.
Come definiresti tuo padre,
cosa vorresti si ricordasse di
lui?
“In conclusione mio padre, cresciuto in solitudine, era molto
generoso, sempre tra i primi ad
aiutare i suoi compagni, a sperare il meglio per i colleghi,
all’occorrenza partecipe a dispensare saggi consigli; nel ruolo
di padre mi incitava a darmi un
severo ordinamento per riuscire
nella vita. “Uomini d’altri
tempi” – si sente dire da chi lo
ha conosciuto – speriamo di
averne ancora tanti come Francesco...!”.
(Riferimenti utili nella compilazione di questo articolo, da me
sintetizzati e riportati in corsivo
ed ulteriori approfondimenti
sulla vita e le opere di F. Panico
si possono trovare in : Economia
pontina, 1976 n°10-11-12.;
Unione Editoriale - per il catalogo Artisti del Lazio 20 febbraio
1978; Il giornale «Corriere
Laziale» (premio Trofeo d’oro)
;Voci e volti a Roma, luglio
1974; Voci e volti a Roma, gennaio 1975; I Templari, mensile
di arte e cultura et res gestae,
novembre 1975; L’Avanti, del 29
agosto 1999; Latina Oggi, del 18
agosto 2007; Politicamente corretto, del 7 marzo 2015 ).
sono stati allestiti dei punti di
solidarietà in molte piazze della
provincia di Latina ; presso centri commerciali ed, in particolare, in alcuni plessi scolastici
ove sono state distribuite delle
bellissime piantine di gardenia,
simbolo della festa della donna .
Parte dell’incasso sarà devoluto
alla ricerca scientifica e parte
per l’assistenza sul territorio fornendo dei servizi per migliorare
la difficile condizione di vita
delle persone affette dalla malattia che in particolare hanno bisogno di un supporto psicologicoaffettivo , sia individuale che
nell’ambito familiare ; tale servizio , lo diciamo con orgoglio, è
attualmente in fase di attuazione
insieme ad un altro servizio che
si riferisce alla cura individuale
della persona . L’A.I.S.M. di
Latina ha peraltro finanziato a
proprie spese, il servizio delle
vacanze assistite aiutando così
alcune persone ammalate di
S.M. a soggiornare in un centro
vacanze particolarmente attrezzato per le disabilità motorie e
dotato di piscine e sistemazioni
alberghiere senza barriere architettoniche. Ma un grazie particolare va rivolto a tutti i cittadini
pontini che ancora una volta
hanno dimostrato la loro sensibilità aderendo alla nostra iniziativa ; ciò ha favorito la distribuzione di numerose piantine di
gardenia ed una conseguente e
spontanea raccolta fondi per la
ricerca. Certo c’è ancora molto
da fare , ma ce la metteremo
tutta per superare ogni ostacolo
Per ogni informazione potete
visitare il nostro sito [email protected] oppure chiamateci al n° 3348496138.
Carlo Alcamo e Direttivo
A.I.S.M. Sez.Prov.le Latina
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 33
“NO VIOLENCE”, lotta contro il femminicidio in occasione della ricorrenza dell’8 marzo
In occasione della Festa della
Donna dell'8 Marzo 2015, il Teatro Ghione e l'Associazione
Occhio dell'Arte presieduta da
Lisa Bernardini, in collaborazione e sinergia, e in accordo con la
filosofia contro la violenza sulle
donne da diffondere e divulgare,
hanno sensibilizzato insieme la
lotta contro il femminicidio in
occasione della ricorrenza regalando al pubblico portachiavi NO
VIOLENCE con richiesta aiuto
al Telefono Rosa.
Lo spettacolo pomeridiano che ha
accolto questa cornice comunicativa e' stato "Regina Madre" di
Manlio Santanelli con Milena
Vukotic e Antonello Avallone regia Antonello Avallone.
Il Maestro Roberto Gallo ha
esposto tre sue opere di pittura
all'ingresso del teatro durante
tutta la giornata dell'8 marzo, per
celebrare anch'egli un "ritorno": il
suo riaffacciarsi nel collezionismo d'autore dopo vent'anni di
assenza, celebrato qualche giorno
fa dai media e anche da Vittorio
Sgarbi.
Moltissimi gli ospiti di riguardo
intervenuti: l'attore Lando Buzzanca, la giornalista Mara Parmegiani con la Dottoressa Maria
Castrianni, il regista Giovanni
Brusatori, la Marchesa d'Aragona
accompagnata
dall'onorevole
Antonio Paris, l'attrice/ballerina
Sara Santostasi reduce dal grandissimo successo milanese del
musical Dirty Dancing, il compositore e maestro d'orchestra
Gerardo Di Lella, il violinista
MARA PARMEGIANI, LISA BERNARDINI, LANDO BUZZANCA, ROBERTO GALLO
RAI Gaspare Maniscalco, l'attore
Enzo Garramone, il prefetto
Rocco Fulvio, il giornalista Gio'
Di Giorgio con la principessa
Connie Caracciolo, il consigliere
diplomatico
dell'Accademia
Europea per le Relazioni Econo-
miche e Culturali Prof. Francesco
Petrino, la 1 Miss sorda al Mondo
Elisabetta Viaggi, il procuratore
di Roberto Gallo Torquato Frattini con la sua responsabile commerciale, Patrizia; il Dr. Massimiliano De Toma in qualita' di
Presidente di Federazione Moda
Italia Lazio...
Soddisfatto il Direttore della
struttura, Roberta Blasi, con
cui l'Occhio dell'Arte ha inaugu-
rato una collaborazione sinergica
che si augura possa essere duratura e foriera di altri eventi di
grande qualita' come questo.
Che cos’è un fibroma?
Dott Giuseppe Grech
perfezionato in chirurgia
orale, endodonzia, protesi
paradontologia, implantologia
Master 2 livello chirurgia
orale università la Sapienza
Per porre le domande al
dott Grech Giuseppe scrivi a:
[email protected]
INFO 06.9276800 333.3949769
DOMANDA
Dottor Giuseppe Grech, sono
Patrizia come tante persone che
le hanno già scritto colgo l’occasione per dirle che anch’io
seguo da anni ormai la sua
rubrica e che i suoi articoli sono
molto interessanti. Ho un caro
amico a cui hanno diagnosticato
un Fibroma in bocca. Non ho
mai sentito parlare di questa
patologia. Può dirmi di che si
tratta.
L’ESPERTO RISPONDE
Cara Patrizia grazie per essere
una lettrice affezionata alla mia
rubrica.
La bocca è una regione che,
come ognuno sa, è facilmente
visitabile ed è solitamente visitata con una certa frequenza da
medici (soprattutto dentisti ) e
tutti quotidianamente in qualche
modo, ad esempio lavandoci i
denti, in parte la osserviamo .
Inoltre è esperienza comune che
dolori e lesioni, anche di piccola
entità, vengono avvertiti con
insolito fastidio all’interno del
cavo orale per via della grande
sensibilità delle strutture che lo
compongono.
Eppure malgrado queste enormi
facilitazioni (che sembrano decisive rispetto alle difficoltà che si
incontrano nella prevenzione di
tumori di organi interni come ad
esempio l’intestino ) i tumori in
questa sede vengono diagnosticati con preoccupante ritardo.
Che cos’è un fibroma?
Un fibroma è un tumore benigno, detto anche polipo fibroepiteliale. Il polipo fibroepiteliale è
una lesione frequente che si
manifesta in un ampio arco di
età.
Dove e come si forma all’interno del cavo orale?
Origina soprattutto a livello
delle guance, particolarmente
lungo la linea occlusale, delle
labbra e della lingua e si presenta come una tumefazione polipoide, peduncolata o sessile,
solida, rosea, indolente, di grandezza variabile da pochi millimetri ad un centimetro o più di
diametro. Possono determinare
anche gravi disagi durante la
masticazione. Quando la lesione
insorge nel palato al di sotto di
una protesi, si appiattisce come
una foglia e, comunemente,
assume il nome di fibroma
fogliaceo, definizione impropria
dato che la lesione non è una
neoplasia benigna. Una volta
formatosi, il polipo fibroepiteliale non aumenta significativamente di grandezza con il passare del tempo, tanto che alcuni
pazienti riferiscono di avere un
nodulo in bocca da molti anni. Si
ritiene che i traumatismi minori
siano un importante fattore scatenante e talvolta la superficie è
biancastra per una modesta che-
Prima
ratosi frizionale. L’ulcerazione
non è un evento previsto, a meno
che il paziente non abbia morso
il polipo. Istologicamente, la
lesione è composta da una parte
centrale di tessuto fibroso denso,
relativamente avascolare e acellulare, similcicatriziale. L’aspetto dominante è costituito da
spessi fasci intrecciati di fibre
collagene che, alla base della
lesione, si fondono con quelli
del tessuto sano adiacente. I
fibroblasti sono scarsi, sebbene
talora si osservino fibroblasti
rigonfi, angolati, occasionalmente plurinucleati, soprattutto
nella zona sottoepiteliale. La
superficie è rivestita da epitelio
squamoso stratificato di spessore variabile, con aree di ipercheratosi conseguente all’irritazione
frizionale. Tipicamente, l’infiltrato infiammatorio è scarso o
assente e la lesione può essere
considerata come un tessuto
cicatriziale riparativo esuberante.
Quali sono le cause dei FIBROMI nel cavo orale?
E’ una delle lesioni più comuni
raramente, i continui traumatismi sulla sua superficie possono
causare una trasformazione
maligna della lesione.
La terapia chirurgica consiste
nella asportazione del tumore in
anestesia locale con tecnica tradizionale o laser.
Dopo intervento a 10 giorni
del cavo orale. Sono dovuti nella
maggior parte dei casi a fenomeni traumatici durante la masticazione, oppure a protesi incongrue, denti mal posizionati o abitudini viziate. E’ considerato una
semplice reazione infiammatoria
cronica, ma non per questa
ragione può essere sottovalutato
o ignorato.
Cosa si consiglia di fare dopo
aver diagnosticato un FIBROMA nel cavo orale.
Il fibroma traumatico della
mucosa orale deve infatti essere
sempre asportato chirurgicamente e sottoposto ad esame
istologico, in quanto, anche se
Quali sono le complicanze se
non asportato?
Le possibili complicanze di un
fibroma sono dovute alle lesioni
che, per la loro localizzazione
nel cavo orale, possono creare
problemi a causa del possibile
traumatismo e conseguenti ulcerazioni.
RICORDA
L’esame del cavo orale non
dovrebbe mai limitarsi solo
all’esame dei denti, ma dovrebbe sempre primariamente e principalmente rivolgersi ai tessuti
duri e molli.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 34
26 MARZO - 9 APRILE 2015
dalla
Regione
di Bruno Jorillo
VINITALY, IL LAZIO SEMPRE PIÙ FORTE
E PROTAGONISTA CON LE SUE ECCELLENZE
Con oltre 20mila aziende che producono vino di qualità il comparto del vino è un settore strategico per il Lazio: la Regione partecipa al Vinitaly con 51 aziende del territorio, un’ottima occasione anche per promuovere il turismo e l’immenso patrimonio della
Regione.La Regione partecipa anche quest’anno a Vinitaly, la manifestazione dedicata
al vino L’obiettivo è sempre lo stesso: valorizzare le eccellenze e l’immenso patrimonio agroalimentare del Lazio.
Il Lazio partecipa con 51 aziende del territorio. La Regione sarà presente alla manifestazione con un padiglione di 1600mq: un bel modo per valorizzare il vino, che è una
risorsa fondamentale per il Lazio, la terza Regione italiana per numero di denominazioni di qualità certificata. Il comparto del vino è un settore strategico anche per l’economia agricola del Lazio e per la valorizzazione dell’intero patrimonio.
I numeri del vino nel Lazio. La Regione può contare su oltre 20mila aziende che producono vino, su 8 strade del vino e dell’olio, 5 consorzi di tutela vitivinicola, 3 Docg,
Denominazione di origine controllata e garantita 27 Doc, Denominazione di origine
controllata, e 6 Igt, indicazione geografica tipica.
Quest’anno la Regione partecipa al Vinitaly con un’idea nuova: quella di una forte collaborazione tra tutti gli attori per promuovere un intero territorio. Produttori, Regione,
ma anche promozione turistica, eccellenze enogastronomiche, cultura: è con questa
visione che la Regione intende arrivare fino a Expo: con un progetto di integrazione territoriale costruito mettendo insieme la qualità dei prodotti enogastronomici con la promozione della cultura, del paesaggio, dell’arte.
Un programma ricco di appuntamenti, tutti ideati per promuovere il patrimonio enologico del Lazio e la qualità dei suoi vini. Degustazioni, incontri dedicati alle produzioni di eccellenza, con particolare riguardo anche al biologico, appuntamenti tecnici e
laboratori gastronomici guidati con i prodotti dei Gal, del paniere di Expo: questi alcuni dei momenti principali del calendario in programma.
È previsto anche un percorso dedicato anche alle acque minerali del territorio regionale. L’obiettivo è quello di valorizzare una risorsa di benessere, cultura e storia di cui il
Lazio è ricchissimo. Un modo per aderire anche alla Giornata mondiale dell’acqua il
22 marzo.Vai qui per maggiori informazioni sulle aziende, gli eventi e i vini che parteciperanno a Vinitaly.
“Quest'anno il Lazio andrà al Vinitaly a testa alta. Abbiamo recuperato credibilità dopo
anni di debitiche ora abbiamo sanato. Porteremo 51 aziende del territorio, in aumento
rispetto allo scorso anno, e grazie alla collaborazione con l'Azienda romana mercati ci
sarà un ricchissimo programma di promozione dei prodotti vitivinicoli, ma anche
gastronomici – è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: non
è una parentesi nel deserto, ma un tassello di una strategia che sta cambiando la regione rendendola sempre piùprotagonista e forte, anche per quanto riguarda l'agricoltura".
"Iniziamo a fare sistema e questa e' una grande novità: cooperare per competere. Da
soli non si fa nulla e dentrol'unità naturalmente ci sono le eccellenze. Per il Lazio non
c'è alternativa se non quella di seguire la strada dellaqualità e dell'organizzazione- lo ha
detto Antonio Rosati, amministratore unico di Arsial. Ecco perché per la prima volta
abbiamo deciso di fare la profilazione del vino: degli assaggiatori, in maniera anonima,
hanno fatto l'identikit del vino che è la strada maestra per migliorarlo"- ha detto ancora Rosati.
“Il messaggio che abbiamo lanciato oggi alle aziende non è solo di ringraziamento ma
è di cogliere le possibilità che stanno dentro il Psr per diventare ancora più competitive nell'arena del mercato per aggredire, prima che i mercati internazionali, quelli nazionali, soprattutto il grande mercato di Roma” – è il parere di Sonia Ricci, assessore all'agricoltura, caccia e pesca
SANITÀ: ASSISTENTI DI SALA NEI PRONTO SOCCORSO
PER FORNIRE ASSISTENZA E INFORMAZIONI
Forniranno accoglienza, assistenza e informazioni ai pazienti e alle famiglie delle persone in attesa di essere visitate o alle quali sono state prestate le prime cure
Va avanti l’impegno della Regione per garantire a tutti una sanità più umana e vicina.
Da oggi nei pronto soccorso ci sarà anche una figura nuova, quella degli assistenti di
sala, figure non sanitarie che presteranno assistenza e garantiranno l’accoglienza per
le persone e le famiglie in attesa di essere visitate e di ricevere le prime cure.
24 assistenti di sala nei Pronto Soccorso di Roma. Il progetto è nato dalla collaborazione della Regione con Lazio Service, società partecipata della Regione, e ha come
capofila la Asl Roma B. Gli assistenti hanno seguito un corso di formazione che si è
concluso con una settimana di stage nei Ps, con il supporto di un tutor. Da lunedì prossimo presenti in otto Pronto Soccorso di Roma: San Camillo, Policlinico Umberto I°,
Grassi, Pol. Tor Vergata, Pertini, San Giovanni, Sant’Eugenio e Sant’Andrea.
Forniranno accoglienza, assistenza e informazioni ai pazienti e alle famiglie delle persone in attesa di essere visitate o alle quali sono state prestate le prime cure. Saranno a
disposizione dal lunedì al venerdì tre assistenti di sala in ogni struttura, due il sabato.
Chiunque potrà riconoscerli facilmente perché porteranno una specifica pettorina. Queste figure saranno molto utili ai pazienti e ai loro famigliari, che spesso li accompagnano o che in seguito al ricovero giungono nelle strutture per chiedere informazioni.
Gli assistenti avranno accesso al portale della Regione SaluteLazio.it. e attraverso il
tablet di cui sarà dotato ognuno di loro potranno offrire ai cittadini tutte le informazioni sui nuovi servizi in tempo reale: dalla Case della Salute agli Ambulatori di Cure Primarie.
Ogni giorno stileranno una sorta di diario di bordo per sottolineare e specificare criticità e problematiche al fine di permettere a chi dirige le strutture di poter, individuare
nel più breve tempo possibile le soluzioni più adeguate. E poi tre volte all’anno prepareranno anche un questionario attraverso cui registrare il grado di soddisfazione dei cittadini sui servizi offerti.
"Rispettiamo l'impegno preso una settimana fa sul tema dell'umanizzazione dei nostri
luoghi di cura- è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: la
Regione in questi mesi ha adottato diversi provvedimenti per offrire più opportunità ed
evitare l'affollamento dei pronto soccorso per bisogni non appropriati. Per tanti anni a
Roma e nel Lazio sono stati gli unici luoghi di cura ma noi stiamo costruendo intorno
una nuova rete territoriale".
LAZIO SENZA MAFIE: PRESENTATO IL PRIMO RAPPORTO DELL’OSSERVATORIO SULLA SICUREZZA E LA LEGALITÀ
Va avanti l’impegno della Regione per combattere la criminalità, garantire la legalità e
aumentare la trasparenza e la sicurezza. Presentato il rapporto dell’Osservatorio tecnico sulla sicurezza e la legalità nel Lazio, in collaborazione con la fondazione Libera:
prosegue in prima linea l’impegno della Regione in difesa della legalità.
Censiti nel rapporto ben 88 clan mafiosi che operano nel lazio. Solo nel 2014 sono stati
sequestrati 849 immobili e 339 aziende per un valore di oltre un miliardo. E la Banca
d’Italia nel Lazio ha rilevato 9.188 operazioni finanziarie sospette. Dati che spingono
ancora di più ad andare avanti nelle azioni di contrasto alla criminalità.
La Regione sta portando avanti una serie di azioni importanti nella lotta alla corruzione e per la trasparenza:Ridotti i centri decisionali. Le direzioni regionali sono state
dimezzate, semplificato l’assetto delle società, che sono passate da 8 a 2, ed è stato
anche abbattuto il numero complessivo dei membri dei Cda, ridotto di 450 unità.
Digitalizzazione dei processi amministrativi e della spesa. La Regione Lazio è la prima
in Italia ad aver introdotto la fatturazione elettronica. Tra le altre cose la Regione ha
anche adottato la centrale acquisti in tutti i settori e poi si è proceduto anche con la
completa digitalizzazione per quanto riguarda il processo di acquisti di beni e servizi.
Tra le altre cose la Regione sta anche costruendo un albo elettronico dei fornitori, che
prevede una rotazione delle aziende e “white list” che privilegiano aziende virtuose.
Riduzione della discrezionalità amministrativa. Due anni fa la Regione aveva un debito commerciale di 12 miliardi di euro e c’era un’assenza totale di criteri di pagamento:
per questo è stato introdotto anche un metodo rigoroso per il pagamento dei fornitori.
Lotta contro frodi e corruzione nella gestione dei fondi europei. Per garantire la gestione migliore dei fondi europei la Regione ha dato vita a un sistema di controlli e misure con cui prevenire fenomeni di corruzione. In particolare tutto questo è stato fatto con
un piano di rafforzamento amministrativo definito in stretta collaborazione con la commissione europea, e con una serie di misure per contrastare la corruzione e la frode nel
settore dei fondi strutturali e di investimento."Il rapporto non va solo letto, ma ci invita ad accelerare nelle azioni di contrasto a questo fenomeno – è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: la strada non può essere che quella di una
profonda rigenerazione della politica, dei meccanismi che regolano il rapporto tra politica ed economia, di una rigenerazione dello stesso tessuto produttivo, che in tempo
crisi è diventato più debole e permeabile di fronte alle mafie.
C'è la necessità di innovare il modo di lavorare delle istituzioni e di una grande battaglia culturale per affermare in ogni angolo società, a cominciare dai giovani, la cultura
della legalità"- ha detto ancora Zingaretti.
"Nel Lazio le mafie hanno fatto una scelta in cui c’è poca violenza e tanti affari. Il
Lazio è la piattaforma più importante del riciclaggio. Quindi c'è una pax tra le mafie:
non si fanno guerre tra di loro. Gli omicidi che si sono succeduti, soprattutto nel 2011,
erano legati allo spaccio di droga. Successivamente c'è stata però una pax tra tutte le
mafie che non vogliono attirare le attenzioni degli inquirenti" – lo ha detto Gianpiero
Cioffredi presidente dell'Osservatorio regionale per la Sicurezza e la Legalità della
Regione.
Dottor Luigi Gabellone
specialista in dermatologia
e venereologia
riceve per appuntamento
Aprilia via Vico, 4
Tel 3391513020.
Si eseguono controllo nei asportazione
verruche e mesoterapia della cellulite
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 35
A Roma la tredicesima edizione del Daddy’s
Pride: la marcia mondiale dei papà separati
Si è svolta a Roma la tredicesima edizione del Daddy’s Pride,
la marcia mondiale dei papà
separati di tutto il mondo, organizzata per rivendicare il diritto
inviolabile di ogni bambino di
amare due genitori e quattro
nonni. La marcia, iniziata alle
ore 16.00 con partenza dal
Colosseo si è conclusa al Circo
Massimo. A partecipare non solo
padri, ma anche mogli e figli.
Secondo i dati Istat, su ogni
1.000 matrimoni in Italia, 311
finiscono con una separazione e
174 con un divorzio. Per molti
genitori (specialmente uomini)
questo significa vivere in povertà e in condizioni di bisogno
d’assistenza. E così molti papà
separati, dopo aver vissuto la
difficile esperienza del divorzio
si mettono in gioco per non far
dimenticare a nessuno che la
paternità è importante e che
essere papà a volte è una sfida
molto
difficile.
I nuovi poveri. A viaggiare di
pari passo con le separazioni è la
povertà. In caso di separazione
legale o divorzio, di solito molti
papà sono obbligati ad abbandonare la casa dove vivevano con
la moglie e i figli e a provvedere
al loro mantenimento, spesso
affidandosi esclusivamente al
proprio stipendio. Una situazione che porta sempre più “ex” a
farsi ospitare da amici o addirittura a vivere in macchina e a
mangiare alle mense organizzate
dalla Caritas. Secondo lo studio
“Povertà e vulnerabilità dei
genitori separati”, condotto dall’organizzazione cattolica, i
padri separati non hanno solo il
bisogno materiale di trovare un
tetto sotto il quale vivere. Ma
hanno anche la necessità di ritrovare sé stessi, dopo il trauma
della separazione, e di trovare un
luogo sicuro e accogliente dove
ospitare i figli.
.Una casa per i papà. Negli
pensare che nella maggior parte
dei casi i figli vengono affidati
alle mamme, alle quali, di conseguenza, è affidata anche la
casa dove continuare a crescere i
bambini. Ovviamente, non tutti
padri viene riservto il diritto di
vedere i propri figli per uno o
due giorni a settimana o per due
week-end al mese. E poi ci sono
le situazioni in cui uno o entrambi i genitori utilizza i bambini
ultimi anni però molte associazioni e cooperative sono scese in
campo con interventi concreti a
favore dei papà separati. Sono
nate così decine di strutture di
accoglienza e di supporto. A
Roma, per esempio, il Comune
si è mosso in prima persona,
creando “La Casa dei papà”. In
altre dieci città le Caritas diocesane e quella nazionale hanno
aperto delle strutture che sono
molto più di semplici luoghi
dove tornare a dormire la notte.
Cosa succede dopo una separazione. Ma perché i padri si
trovano spesso a subire le conseguenze del divorzio? “Bisogna
gli uomini separati possono permettersi di pagare un secondo
affitto o un secondo mutuo e
così comincia il loro dramma,
che è anche un dramma sociale.
Basti pensare che ci sono circa
150mila padri che vivono in una
situazione di totale indigenza”.
E questo nonostante nel 2006 sia
stata varata la legge sul cosiddetto affido condiviso.
Una legge poco applicata. Nel
concreto però, la legge difficilmente viene applicata in maniera corretta e il risultato è che
l’affido, di fatto, continua ad
essere dato nella maggior parte
dei casi alle madri, mentre ai
come mezzi per battaglie legali o
sentimentali”. Non sono rari i
casi di madri o padri che negano
il diritto all’altra parte di vedere
i figli.
Le proposte per arginare il
disagio. Negli ultimi anni, le
ripercussioni dei divorzi o delle
separazioni sulla vita dei padri
sono diventate argomento di discussione per esperti e associazioni di genitori. E non mancano
delle proposte concrete per porre
un freno al disagio materiale e
morale:
1) Reale affido condiviso, ovvero tempi paritetici per entrambi i
genitori,e doppio domicilio per
il figlio.
2) Mantenimento diretto,ovvero
ogni genitore provvede direttamente al sostentamento del
figlio,e suddivisione equa delle
spese straordinarie,con applicazione di un assegno di mantenimento solo nel caso di latitanza
di uno dei due
3) Sanzioni pecuniarie severe,e
perdita dell affido del figlio a
favore dell’altro genitore,nel
caso di comportamenti ostacolanti l’affido condiviso o atteggiamenti alienanti nei confronti
di uno dei genitori.
4) Gestione della casa familiare
secondo il diritto di proprieta’,
ovvero se bene comune obbligo
di vendita della stessa a beneficio di entrambi(a meno di accordi tra le parti),o allontanamento
del
non
proprietario;
5) Obbligo di mantenere domicilio o residenza, ovvero l’obbligo per entrambi i genitori di
vivere entro una distanza ragionevole che non ostacoli il rapporto del figlio con entrambi;
6) Applicazione della responsabilità civile per i magistrati nel
caso di dolo dovuto alla non
applicazione
della
legge;
7) Mediazione familiare obbligatoria, per diminuire il contenzioso in sede giudiziaria. Come
vedete non si parla mai di
GENERE(rifermineto al sesso
del genitore):sono proposte che
non cadono nel femminismo o
nel maschilismo ma regole chiare,equilibrate e di buon
senso,gia’ applicate in tanti paesi
sicuramente piu’ civili dell’Italia
Massimiliano Gobbi
Sta dando i suoi frutti il gemellaggio
tra Ardea e Rielasingen-Worblingen
Sta dando i suoi frutti il
gemellaggio con RielasingenWorblingen caparbiamente
voluto dall’allora assessore
Mario Acquarelli dell’ammi-
nistrazione guidata dal sindaco Mrtino Farneti. Studenti tedeschi ad Ardea
accolti dalle famiglie dei loro
coetanei. Un successo per la
scuola media “Virgilio” e per
il preside l’ex sindaco Carlo
Eufemi che mantiene stabilmente i contatti.
Si è svolta in questi giorni il
progetto interculturale che
coinvolge gli studenti della
scuola media Virgilio di Ardea
e quelli della scuola tedesca
“Ten – Brinke Schule” della
cittadina “gemella” Rielasingen-Worblingen, vicino il lago
di Costanza.
La realizzazione del progetto,
rivolto alle classi terze e partito lo scorso anno con una fortunata edizione pilota, costituisce un caso unico su tutto il
territorio della provincia e
conta sull’attiva collaborazione delle famiglie coordinate
dal Dirigente Scolastico Carlo
Eufemi e dai docenti referenti
Raffaella Vignoli e Gennaro
Conte.
Gli amici tedeschi sono stati
accolti nell’aula magna del
plesso di via Laurentina nella
serata di martedì 17 marzo,
alla presenza di docenti famiglie e alunni.
Bandierine tedesche e italiane
hanno fatto da sfondo a un
primo momento di scambio tra
i 17 ragazzi della “Ten – Brinke” e i 19 della “Virgilio”.
Lezioni di scienze e storia
hanno riempito il primo giorno
di permanenza degli ospiti,
prima di dare inizio a una settimana ricca di impegni e visite: la passeggiata per le vie di
Roma svolta in due giorni; la
visita delle ville imperiali
tiburtine; la serata offerta dal
Golf club Mare di Roma e
quella organizzata dalle famiglie; la giornata di visita a
Napoli – definita dal gruppo
come “a superb day” – offerta
dall’associazione rutula “Quo
Vadis”
.
Gli amici tedeschi hanno fatto
rientro martedì 24 marzo; poi
sarà la volta degli alunni della
Virgilio che, accompagnati dai
propri docenti, arriveranno
nella cittadina tedesca Rielasingen-Worblingen il prossimo
13 aprile.
Come lo scorso anno i ragazzi
terranno un diario di bordo in
lingua inglese nel quale racconteranno ai loro compagni,
giorno per giorno, dell’esperienza tedesca.
La pratica della lingua dice
Eufemi, è l’opportunità di
entrare in contatto con culture
e tradizioni diverse, costituiscono la vera forza del progetto che mira a rafforzare il legame tra le due città gemelle
attraverso le giovani generazioni, dando loro anche la possibilità di creare legami duraturi nel tempo e splendide amicizie.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 36
Concerto il 19 marzo a Wolfsburg
GLI APEIRON SAX QUARTET IN
GERMANIA
Nel quartetto il maestro apriliano Roberto Guadagno
di Riccardo Toffoli
Gli Apeiron Sax Quartet in Germania. Il quartetto si sassofoni si è esibito giovedì 19 marzo all’agenzia consolare a Wolfsburg. “Un concerto di gran classe, professionalità e simpatia” –scrivono gli organizzatori dopo il concerto che si è tenuto grazie anche alla collaborazione con il “Internationaler FreundesKreis Wolfsburg e.V.” (presente la Presidentessa Elisabeth Pötsch) e il supporto del “Freunde und
Förderer der Italienischen Kultur Wolfsburg e.V.” (presente il Presidente Siegfried Trogisch). Il programma, come tutto il repertorio
degli Apeiron Sax Quartet è incentrato sulla virtuosità dei musicisti
che hanno intrattenuto il pubblico con musiche classiche da Bach,
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Dynamo, tribute band AC/DC
“Dynamo”, questo l’evocativo nome di una nuova band che si sta facendo conoscere nel territorio
apriliano. Cinque i membri che la compongono, giovani apriliani, alfieri come tanti altri loro coetanei di una città artisticamente viva e brulicante di talenti.
Sbocciata nel corso di tanti anni di duratura amicizia e consolidata dalle comuni passioni musicali, l’intesa tra questi ragazzi non ha potuto far altro che essere convogliata in una miscela esplosiva finalizzata a un solo obiettivo: divertirsi e far divertire con dell’ottima musica. Così Giovanni,
Luca, Filippo, Simone e Omar, cinque dita unite in un pugno dal nome “Dynamo”, salgono sul
Verdi e Rossini fino a quelle moderne di Gershwin, Iturralde, Piazzolla, Morricone e al blues di Nagle. I prossimi appuntamenti saranno in Francia e in Svizzera. Il gruppo che sta riscuotendo un grande
successo in Europa, è tutto nostrano: Daniele Caporaso al Sax Tenore (docente del conservatorio di Latina), Roberto Guadagno al Sax
Contralto, Dario Volante al Sax Soprano e Armando Noce al Sax
Baritono. Un quartetto di sax che si è fatto apprezzare non solo per la
tecnica e l’elevato virtuosismo, ma anche per la qualità del suono e la
musicalità. Roberto Guardagno è dei quattro, il maestro apriliano. Un
curriculum di tutto rispetto, lo ha portato a collaborare con la Universe Orchestra con De Sica e Conticini. Talento naturale per il sax, ha
iniziato la carriera con la partecipazione nella Big Band del maestro
Pregadio. Diplomatosi al conservatorio di Latina con il maestro
Caporaso, ha partecipato a interviste radio tra le quale RadioRai,
Radio Onda Rossa e Radio Rock e ha svolto tournee in tutta Italia con
varie formazioni aprendo concerti a Irene Grandi, Tiromancino, Cristicchi, e molti altri.
Sartoria - Riparazioni
ANNETTE
Sandra Andriolo
PER RAGIONI DI SPAZIO
ELIMINIAMO TANTI ARTICOLI SOTTOCOSTO
Non lasciare i tuoi vestiti nell’armadio, noi te
li trasformiamo con la nostra creatività, li
modernizziamo, garantendoti
la qualità e la nostra esperienza
Aprilia - Via dei Lauri, 115 tel. 366.1915347
palco e accendono il pubblico facendo ciò che più amano ed elettrizzandolo con l’Hard Rock puro
della storica Rock Band australiana degli AC/DC, i cui successi più famosi costituiscono la spina
dorsale del loro repertorio. La loro coinvolgente simpatia e spontanea dinamicità fa da corollario a
uno spettacolo che soddisfa sempre gli amanti del genere, contribuendo a mantener vivo ad ogni
live la storia, la grinta e la passione per il Rock puro frizzante ed essenziale che mai si estinguerà:
“Rock’n’roll ain’t gonna die/ Rock’n’roll ain’t noise pollution/Rock’n’roll it will survive”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 37
“APRILIA SI…CURA”
IMMIGRAZIONE - PARI OPPORTUNITÀ E TUTELA DEI DIRITTI
“Con il cuore siamo tutti in Tunisia, tutti insieme uniti per dire no al terrorismo e ad ogni
forma di violenza”. Sabato 28 marzo il sit in di solidarietà al popolo tunisino presso
l’Associazione italo-tunisina “La Palma del Sud”
di Sihem Zrelli
Care lettrici e lettori,
in questo nostro consueto spazio editoriale, non posso non
riflettere insieme a voi sui
recenti fatti tragici che hanno
colpito la Tunisia e idealmente
hanno ferito il cuore di tutti i
Tunisini, che come me vivono
lontani dalla propria terra di
origine.
Un vile e sciagurato atto di
violenza che ha preso di mira i
simboli della nostra Tunisia
moderna, democratica e aperta
al mondo.
I terroristi hanno prima tentato
di attaccare la sede del nostro
Parlamento, e poi hanno scatenato la loro furia omicida contro degli inermi turisti al
museo Bardo.
Esprimo come persona e come
Rappresentante della Comunità Tunisina di Aprilia solidarietà ai familiari di tutte le vittime e alle persone che sono
rimaste ferite.
Profonda vicinanza in particolare ai familiari delle vittime
italiane.
La mia solidarietà va in questo
momento al mio popolo che
oggi è impegnato nel difficile
cammino per la democrazia, e
che con questo attentato è stato
attaccato al cuore.
Ma quello che vi esorto a non
dimenticare in questi giorni è
la reazione dei cittadini di
Tunisi, che a poche ore dal vile
attacco hanno riempito le piazze della capitale, segno inequivocabile dell’indignazione di
questo popolo tenace e del suo
rifiuto alla demagogia terrorista.
della vita umana e colpendo al
cuore il dialogo, la cultura, la
democrazia.
Il turista in un Paese straniero
è un ambasciatore di cultura e
conoscenza che rende omag-
chiare l’immagine del mio
popolo e della Tunisia che sta
lottando per una svolta democratica.
Qualunque sia la mano che ha
armato questi terroristi, qua-
Per l’ennesima volta esprimo
la mia ferma condanna contro
il terrorismo e la violenza,
contro gli attentatori e i loro
mandanti, contro questa deriva
oscurantista, diabolica e
vigliacca che prende di mira
innocenti violando la sacralità
gio alla cultura, alla bellezza e
alla storia della terra che va a
visitare.
Colpire questi innocenti significa non solo offendere il valore della vita di ogni singolo
essere umano, ma anche tentare di isolare la Tunisia, di mac-
lunque sia la bandiera che
sventolano, sono individui
ignobili, che non rappresentano che se stessi.
Il loro obiettivo è uccidere e
creare il terrore, minare alle
basi la convivenza, il confronto, il dialogo tra individui di
cultura, fede ed etnia diversa.
Stanno conducendo una guerra
mondiale che ci colpisce tutti,
direttamente o indirettamente.
Sono nemici del genere
umano.
Vogliono trasformare le nostre
vite in un incubo perenne, farci
sentire continuamente minacciati, farci sospettare sempre
dell’altro, confonderci, ma non
possiamo arrenderci alle strategie del terrore.
Mai come in questo momento
bisogna unire la ferma condanna alle vergognose azioni
come questa, con iniziative
concrete volte ad estirpare il
cancro del terrorismo che ha,
come primo obiettivo, quello
di eliminare il dialogo e il confronto.
Per questo l’Associazione La
Palma del Sud, che ha il pregio di rappresentare i Tunisini
e che nel 2013 ha ricevuto proprio dal nostro Presidente la
Medaglia d’oro come miglior
associazione tunisina in Italia,
abbiamo organizzato un SIT
IN DI SOLIDARIETÀ PER
IL POPOLO TUNISINO alle
ore 17,00 presso il nostro Centro Interculturale di Via Cattaneo.
Spero che a questo sit in partecipi il più ampio numero possibile di cittadini apriliani italiani e tunisini per testimoniare
tutta la nostra vicinanza a questo straordinario popolo ed alle
vittime di questo vile attacco.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 38
26 MARZO - 9 APRILE 2015
In prima fila
di Salvatore Lonoce
Cari amici quale futuro per il
teatro EUROPA?!
La mia domanda, senza dubbio, è provocatoria.
Di sicuro, infatti, oggi Aprilia
può vantarsi di avere un teatro,
la sua realtà è frutto di un
miracolo. Parliamo di un
“grande” teatro cittadino che
fu costruito non per caso e,
offerto alla città.
Un teatro riaperto, a spese, di
due cittadini qualunque, due
fratelli di altri tempi, Ben e
Bruno, cognome Jorillo. Questi due fratelli hanno pensato
di investire, per ridare ad Aprilia il teatro “grande e popolare”.
Il teatro EUROPA, quando è
stato costruito, Aprilia non
aveva settantamila abitanti,
non era la grande città che è
oggi, ma qualcuno già allora
sentiva di possedere la carica
vitale per costruirlo. Oggi questo gioiello è adatto alle esigenze della nostra comunità.
Il teatro EUROPA è a due passi
da piazza Roma, è vero, nella
zona mancano i posteggi per le
macchine ma viene accolto, da
noi apriliani, come un fiore
all’occhiello che, ora comincia
a sentirsi più città.
Dobbiamo dar credito alla
famiglia Jorillo!
Dobbiamo dar valore ai loro
sacrifici!
Cari amici, è opportuno qualificare il teatro EUROPA, con
la nostra presenza agli spettacoli, senza alcun indugio, e
farlo diventare così il punto di
riferimento culturale di Aprilia.
Un vero specchio dei nostri
tempi.
Il teatro Europa nella vita teatrale apriliana, potrà assumere
subito il ruolo di prestigio
soprattutto per l’abilità di un
direttore-artistico Bruno Jorillo, che peraltro è dotato di un
fiuto straordinario.
All’indomani della sua riapertura, per la singolarità della
sua condizione, il teatro Europa deve fare i conti con un
quadro legislativo che lo esclude di fatto dagli interventi
finanziari pubblici. Mancandogli questo requisito, dovrà la
sua ripresa al ruolo dinamico e
determinante è alla gestione
assunta da Bruno Jorillo.
In questi anni, il teatro ritroverà slancio anche sul piano progettuale.
Il merito più rilevante di Jorillo sarà di far conoscere al pubblico apriliano le compagnie
teatrali del circuito nazionale,
il nostro, di registrare il tutto
esaurito a cominciare da
“Signori... le patè de la maison” con Sabrina Ferilli & Co.
Cari amici il teatro EUROPA
diverrà in breve tempo il punto
di riferimento cittadino per una
serie di iniziative qualificanti
sul piano ideativo culturale.
Il teatro EUROPA sarà un felice trampolino che commuoverà profondamente gli apriliani,
con le sue recite straordinarie,
uno struggente Elisir d’amore
voluto e diretto, come omaggio ad Aprilia, da Bruno.
Ebbene cari amici, questa è la
storia di un teatro rinato grazie
ad un miracolo.
Ripropongo, cari amici, la
domanda:
ora che finalmente è aperto,
avrà un futuro ad Aprilia?
La domanda resta provocatoria.
Questo “teatro privato”, escluso cioè dalle laute sovvenzioni, sarà capace di svolgere il
suo ruolo più che dignitosamente ad Aprilia.
Cari amici lettori, a sostenerlo,
in modo determinante, sarà il
contributo di noi apriliani, e
testimone inoppugnabile sarà
il botteghino.
Miglior segno per il teatro sarà
sicuramente la presenza del
pubblico giovane ma anche di
quelli che la sua storia possono
raccontarla, per averla vissuta.
Allora arrivederci in prima
fila!
L’opera andrà in scena al teatro Europa di Aprilia il 12 aprile alle ore 18
A LIVORNO LA PRIMA DELLA PETITE MESSE DI ROSSINI
L’ultima composizione di Rossini in un cast d’eccezione
Grande successo a Livorno
per la Petite Messe di Rossini che il 12 aprile sarà eseguita al teatro Europa di
Aprilia alle ore 18. l 14
marzo è andata in scena la
Petite Messe Solennelle di
G. Rossini in un concerto
che ha riempito la Chiesa di
Santa Giulia in Livorno di
un folto pubblico, rimasto
incantato dall’interpretazione della Corale Domenico
Savio. La Direttrice Artistica Marta Lotti, per l’occasione anche interprete tra i
solisti come mezzosoprano,
ha dichiarato alla stampa
presente: “Sono piena di
soddisfazione per aver portato a Livorno un evento
così importante. Per la
Corale Domenico Savio,
che quest’anno festeggia 50
anni dalla Fondazione, è un
modo egregio di iniziare la
sua festa”. Oltre alla corale
gli interpreti sono stati
Michela Sburlati, soprano,
Carlo Messeri, tenore, e
Mariano Buccino, basso. Al
pianoforte, Claudio Veneri e
Riccardo Toffoli, all’Harmonium sedeva Gabriele
Micheli. Emanuele Lippi,
direttore. Il concerto rossiniano del 14 marzo ha inaugurato il Festival che la
Corale Domenico Savio ha
organizzato in collaborazione con il Comune di Livor-
no, la Diocesi di Livorno, la
Venerabile Arciconfraternita di Santa Giulia, la collaborazione dell’Istituto P.
Mascagni e il sostegno di
numerosi sponsor. La Petite
Messe nella sua versione
originale (12 coristi solisti)
e con lo stesso cast, sarà in
scena ad Aprilia con il
patrocinio e il contributo
economico del Comune di
Aprilia e il patrocinio della
provincia di Latina, al teatro Europa il 12 aprile alle
ore 18. L’ingresso è gratuito. L’appuntamento apriliano sarà anticipato da una
suite per violino contenente
i temi della Petite che il
maestro Lippi spiegherà ai
presenti. L’evento è stato
allargato alla partecipazione
delle scuole di Aprilia. Il
progetto finale prevede la
registrazione presso il teatro
di Pesaro di un dvd con gli
strumenti dell’epoca in collaborazione con il museo
nazionale degli strumenti
musicali di Fabriano e la
Fondazione Rossini, forse il
pianoforte appartenuto a
Rossini. Ad Aprilia è promossa dall’associazione
Kammermusik in collaborazione con Cst e Giornale
del Lazio media partner. Il
cast di livello tra il quale il
maestro Sburlati, soprano di
fama internazionale, è stato
presentato in conferenza
stampa lo scorso 6 marzo.
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
LA PSICOLOGA RISPONDE
Dott.ssa Anna De Santis
(Psicologa - Psicoterapeuta)
PERCHE’ SI RICORRE
ALLA CARTOMANZIA
Sono una ragazza di 16 anni.
Ciò messo tanto a scriverle
questa lettera perché avevo
paura di essere riconosciuta,
ma poi ho pensato chi se ne
frega! Mia madre da sempre
frequenta le cartomanti. Non
fa niente, se prima non le consulta. Quando mio padre la
tradiva e lei lo sospettava, è
andata dalla cartomante che le
ha confermato il tradimento.
Ma io dico, ma se lei già lo
sapeva dentro di sé, perché è
andata dalla cartomante. In un
certo senso è stata lei a dirglielo. Quelle sono furbe, ti
dicono quello che vuoi sentirti
dire. E se sbagliano dicono che
nel frattempo sono cambiate le
vibrazioni, gli astri, boh!
Credo che mia madre abbia
una vera e propria dipendenza. Ma perché accade questo?
VALENTINA
Il futuro rappresenta l’incognita più misteriosa dell’essere
umano, ha il carattere dell’imprevedibilità, dell’incertezza,
dell’imperscrutabilità e ha il
potere di attirare a sé l’interesse di tutti. Fin dall’antichità i
nostri antenati hanno provato a
dare un senso all’inspiegabile,
elaborando teorie, ipotesi e
congetture più disparate. Ma
cosa si nasconde dietro tanta
curiosità? Alla base di tutto c’è
una credenza fatalistica, ossia
l’idea che il nostro universo sia
dominato da forze al di sopra
della volontà umana, in cui gli
eventi sono frutto di un disegno del destino. Il desiderio
che spinge una persona a consultare un “mago” è l’ostinazione nel voler conoscere la
verità, la fretta di sapere cosa
accadrà. La chiave di tutto è
l’ansia generata dall’incertezza, ossia la paura del domani.
Il motivo reale che spinge una
persona ad affidarsi ai tarocchi
è spesso un disagio emotivo
che nasce il più delle volte da
difficoltà quotidiane, delusioni nella sfera affettiva, mal d’amore o incapacità di gestire la
propria vita. In questi casi è
giusto domandarsi se alla base
della smania di conoscere il
futuro si nascondano altri tipi
di malesseri di origine psichica, come depressione, ansia,
bassa autostima, chiusura
verso gli altri, solitudine, disagi di coppia, amori non corrisposti ecc.. In tali stati d’
animo è molto facile scivolare
nella dipendenza da cartomanzia. Lo stato di magia solleva il
soggetto dall’attesa e dalla
responsabilità della riuscita.
Esiste quel bambino nel nostro
profondo inconscio, che tutto
otteneva con la sua fantasia.
Poteva costruire la riuscita
Giorni Felici
delle sue avventure fantastiche, e come per magia assaporava quell’incredibile momento di felicità da lui stesso
costruita. Per l’inconscio non
esiste realtà se non quella
costruita dalla nostra mente. E
se la cartomante ci costruisce
una realtà alla quale noi crediamo, quello che succederà
sarà la costruzione di quella
realtà, ma da parte nostra perché ci abbiamo creduto. I cartomanti sono costruttori di
realtà che usando il nostro
inconscio vanno a sollecitare
le credenze già insite in noi.
Nulla può accadere se non possediamo già quelle credenze,
la cartomante non fa altro che
sollecitarle. Attenzione però,
perché noi esseri umani abbiamo credenze sia negative che
positive, e ci vuol poco a scivolare in alcuni stati di superstizione che la cartomante utilizza per manipolare il nostro
stato ansioso.
LA REALTA’ VIRTUALE
Sono un ragazzo molto timido,
e qualche tempo fa mi sono
innamorato di una ragazza
molto più grande di me. Non
riesco a smettere di pensare a
lei, ed il mio amico più stretto
mi dice che è un amore impossibile. Io, però credo che ci
possa essere una via d’uscita.
Ho sentito parlare della realtà
virtuale in psicoterapia, dove
ti fanno vivere esperienze che
poi ti portano ad affrontare il
problema in maniera più pronta. Però non credo che possa
affrontare una cosa del genere,
chissà quanto costa! Esiste un
pagina 39
modo per arrivare lo stesso ad
usare una certa forma di realtà virtuale?
FLAVIO
La realtà virtuale è uno strumento che permette una forma
specifica di comunicazione. È
un ambiente complesso, definito da una interfaccia grafica
diversamente immersiva, che
permette di sperimentare l’esperienza di essere fisicamente
presente in un mondo virtuale,
al punto da poter interagire con
esso, con sensazioni, emozioni
e valutazioni tipiche della quotidiana interazione con il
mondo. la realtà virtuale permette di conoscere il mondo
mediante un apprendimento di
tipo senso motorio, più naturale nell’essere umano, rispetto
all’apprendimento di tipo simbolico- ricostruttivo, mediato
dal linguaggio e dalla scrittura.
L’immaginazione stessa può
considerarsi una realtà virtuale. Attraverso di essa possiamo
percepire odori sapori sensazioni tattili e cenestesiche. Il
cervello può riprodurre realtà
anche non vissute. Spesso
prendendo spunto da emozioni
vissute e da immagini viste in
tv e al cinema, noi possiamo
creare una nostra realtà virtuale, alla quale crediamo fermamente. A volte immaginiamo e
percepiamo alcuni stati d’animo che ci fanno vivere in una
realtà completamente fuori
dalla vera realtà. E’ da pensare
che allora tutto quello che percepiamo, in un certo senso sia
una realtà immaginaria, virtuale! Mi spiego: se penso di essere ricco, ho una bella sensazione di pienezza, di felicità, di
completezza e di potere. Ma se
penso di essere povero, comincio a non spendere, a limitare i
divertimenti, a togliere il
superfluo e a pensare di non
farcela. Si crea quel mondo
virtuale mentale che a poco
servono i contatti con la realtà
esterna. Si pensi agli attacchi
di panico, si vive in un certo
senso in una realtà virtuale in
cui si ripercorrono gli stessi
stati d’animo vissuti in una
altro momento, che invece percepiamo come presenti in quel
momento. La realtà virtuale
tecnologica, ci ha fatto capire
che in fondo noi siamo quello
che pensiamo e quello che
vediamo in riferimento alle
nostre esperienze passate.
Allora facciamo una bella
cosa, impariamo a costruirci
una nostra realtà virtuale, nella
quale impareremo a creare una
realtà vera. Perché in essa
abbiamo il coraggio di osare
qualunque atto di volontà che
ci porta al raggiungimento dei
nostri obiettivi, perché se
neanche ci si prova con l’immaginazione, niente può avere
inizio!
Per porre domande alla dott.ssa
scrivi a- Dott.ssa Anna De Santis
ad Aprilia in via Mozart 1
(di fronte Conforama) tel.
393.6465283 o inviare una e-mail
al seguente indirizzo di posta
elettronica:
a1 desantis @libero.it
Sono attivi gli incontri di
gruppo CODIP
Per informazioni
347.6465458
393.6465283
www.codip.org
e mail:[email protected]
Per festeggiare qualsiasi ricorrenza scrivi o invia un e-mail
al GIORNALE DEL LAZIO Via E. Fermi, 18 - 04011 APRILIA
e-mail: [email protected]
(gli auguri con foto verranno pubblicati gratuitamente)
Auguri immensi a Mario per i suoi 40 anni!!!
Da Tania, Mamma, Papà, Rodolfo, Daniela, Maria,
Svetlana,Sergei, Ania, Zii, Cugini e Amici
In questo giorno di gioia e felicità il nostro grazie più
grande va a te che ogni momento con il tuo sorriso ci
regali il mondo, a te che sei la nostra àncora e il
nostro ancóra! tantissimi auguri per i tuoi quarant'anni, ti vogliamo bene!Giuseppe, Samantha e Marco
" La vita spesso ci
regala momenti
fantastici,
anche se a volte
brevi. La vita ci
regala
gioie indescrivibili e
viaggi
indimenticabili.
La vita ci regala
anche persone belle,
nobili e solari tutte
da invidiare come te
Rosa !!!
Tanti auguri per il
tuo compleanno il 15
Marzo
da Rita, Tonino, Jessica e Letizia !!! "
JESSICA MEDDI 21/03
Tantissimi auguri
di buon compleanno
dalla tua famiglia, tuo figlio
Matteo e da tutti i tuoi
amici...
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 40
26 MARZO - 9 APRILE 2015
L’AVVOCATO RISPONDE
CONDOMINIO - DANNI PROVOCATI DA
INFILTRAZIONI D’ACQUA. CHI PAGA?
Per porre domande scrivere e-mail: [email protected]
Avv. Margherita Corneli
Gentile Avvocato,
mi chiamo Simona e vivo in un
appartamento di mia proprietà sito in un condominio. Da
diversi mesi ho problemi di
infiltrazioni di acqua sul soffitto del bagno e della camera da
letto. Ho provato a chiedere un
intervento al proprietario dell’appartamento sovrastante il
mio ma lui mi ha risposto di
rivolgermi al condominio perché secondo lui l’acqua proviene della terrazza condominiale
attigua al suo appartamento e
che copre per metà anche la
mia unità immobiliare. Sono
molto confusa e non so che
fare. Ma chi paga i danni che
ho subito?
Simona
Il problema che sta togliendo il
sonno alla nostra lettrice è, purtroppo, molto frequente e rappresenta una larga fetta del contenzioso che investe i condomini.
Fondamentale come regola
generale è ricordare che è sempre il proprietario della cosa da
cui proviene la causa del danno
ad esserne il responsabile.
Detto questo, sapendo che all’interno di un condominio ci sono
parti cosiddette “comuni” ed
altre invece di proprietà esclusiva dei vari condomini sarà
necessario indagare da dove
venga concretamente l’infiltrazione al fine di individuare il
proprietario della cosa che ha
cagionato il danno e, conseguentemente, l’obbligato al risarcimento.
Allora, in caso di danno da infiltrazioni d’acqua nel condominio
il responsabile dei danni è, a
seconda della provenienza dell’infiltrazione stessa, individuabile: nell’insieme condominiale,
se il fenomeno di infiltrazione
proveniente da parti comuni del
condominio, o nel singolo con-
domino proprietario dell’unità
immobiliare da cui è accertata la
provenienza delle perdite o infiltrazioni d’acqua.
Andando a vedere nella pratica
cara Simona, è necessario chiedere l’intervento dell’amministratore affinché, con un proprio
tecnico di fiducia ed, eventualmente, con un altro nominato dal
condominio, si appuri se il
danno riguardi una tubatura o,
come dice il suo vicino, la terrazza di proprietà comune o di
un singolo condomino. Nel
primo caso, è bene informarsi
all’amministratore se lo stabile è
assicurato per questo tipo di
danni. Nella seconda ipotesi,
invece, sarà necessario munirsi
di una propria perizia di parte e
chiedere un pronto intervento
del vicino. É importante che la
richiesta di riparazione e indennizzo venga formalizzata con
una lettera di cui si possa provare, in futuro, la data certa (raccomandata a.r. o telegramma). Ciò
al fine di verificare, in un successivo ed eventuale giudizio, la
tempestività dell’intervento da
parte del responsabile.Vediamo
che se il danno è causato dalla
rottura dei servizi igienici di
un’unità immobiliare, ne risponde il proprietario di quest’ultima.
Se il danno è prodotto dalla
tubatura comune ne risponde il
condominio e la spesa va ripartita tra i condomini in proporzione
ai millesimi di proprietà.
Se invece è l’acqua piovana che
ha determinato il danno e questa
è filtrata attraverso il terrazzo “a
livello” di un condomino, che
non abbia funzione di copertura
dell’edificio, sarà il singolo condomino proprietario dell’immobile a dover risarcire il danno.
Se invece la terrazza funge da
copertura alle sottostanti unità
immobiliari, la spesa deve essere così ripartita: un terzo a carico del proprietario del terrazzo e
due terzi a carico dei condomini
le cui unità immobiliari vengono
coperte dal terrazzo.
Il calcio balilla ad Aprilia
Venerdì 13 marzo 2015 è iniziata
una nuova era per il calcio balilla
ad Aprilia: grazie alla passione e
all’impegno di quattro ragazzi ed
una ragazza è sbarcata a “Il Tempio del Biliardo” la FITeL – Federazione Italiana Tempo Libero. Il
Presidente italiano per il settore
Calcio Balilla, Andrea Nicolini,
ospite d’eccezione della serata
un torneo amatoriale, chiamato
“Aperitorneo” la domenica mattina. Una settimana fitta di iniziative, a cui, chiunque sia cresciuto
con la passione per il biliardino,
non può assolutamente mancare.
C’è da dire che, però, l’Aprilia
Calcio Balilla non è solo una realtà a livello locale: grazie alla affiliazione alla FITeL Calcio Balilla
zante a bordo.
La serata è proseguita poi con il
torneo, un vero sold-out, con un
girone da 32 coppie completo già
molte ore prima dell’inizio dello
stesso. I 64 giocatori si sono misurati in due gare contemporanee e
parallele, un torneo “a coppie
fisse” ed un torneo “Random” qui i giocatori tramite sorteggio
elettronico verranno combinati fra
loro per arricchire di più la serata , scontrandosi all’ultimo goal con
grande fair play, ma senza rinunciare ai propri colpi segreti e alla
fine si è giunti al tanto atteso
podio: per il torneo a coppie fisse
al 3° posto Barbaliscia Paolo e
Pucci Mauro, al 2° posto Zevola
Giovanni e Facioni Riccardo e al
gradino più alto del podio la coppia Iannelli Angelo –Iannelli Marcello, zio e nipote. Iannelli Angelo
è riuscito anche ad aggiudicarsi il
premio del torneo “Random” in
coppia con Marco Blasotta. Davvero un gran bel risultato per giocatore della vecchia guardia del
calcio balilla!
La prova dello staff dell’ASD
Aprilia Calcio Balilla può certa-
inaugurale, ha creduto fin da subito nel progetto e nella volontà di
questi 5 giovani ed ha fatto sì che
nascesse l’A.S.D. Aprilia Calcio
Balilla. Uno staff giovane, composto dal Presidente Nicola Sugamiele, Glauco Braido, Andrea
Ranucci, Pier Giorgio Spaziani e
Valentina Ricci.
Venerdì abbiamo assistito ad una
inaugurazione senza precedenti: il
filo conduttore della serata, è stato
quel semplice, ma a volte dimenticato desiderio di trascorrere alcune ore in compagnia di persone
che condividono quella tua stessa
passione per il calcio balilla. Tutto
ciò ha permesso di riunire a “Il
Tempio del Biliardo”, divenuto
ormai la casa dell’Aprilia Calcio
Balilla, oltre 100 persone, tra giocatori e sostenitori. Il discorso
introduttivo del Presidente dell’Aprilia Calcio Balilla, Nicola Sugamiele, ha messo in luce quelle che
saranno le attività per la stagione
2015: allenamento il mercoledì
sera, per l’apprendimento delle
tecniche di gioco, in vista del torneo ufficiale del venerdì, oltre ad
Italia, i tesserati avranno la possibilità di partecipare a gare e manifestazioni a livello nazionale, che
il Presidente del settore, Andrea
Nicolini, ha illustrato alla platea di
appassionati, i quali certamente
non saranno rimasti indifferenti di
fronte ad una gara su una nave da
crociera di fronte al bacino di San
Marco a Venezia, con festa dan-
mente dirsi superata. Ora non
rimane che andare agli allenamenti e partecipare ai tornei, intanto si
possono seguire le iniziative dell’Aprilia Calcio Balilla sulla pagina ufficiale di facebook, sul loro
canale youtube, senza dimenticare
il sito internet
www.apriliacalciobalilla.com
TEATRO EUROPA DI APRILIA
Domenica 29 Marzo
spettacolo unico ore 16:30
biglietto euro 8,00 con sconto euro 7,00
info.06.95211027
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
pagina 41
Invito alla lettura
“Bagheria” di Dacia Maraini
Dacia Maraini, creativa scrittrice di racconti, romanzi, poesie,
opere teatrali, ha scritto sull’onda dei ricordi un bellissimo
libro: un affresco della Sicilia,
terra dei nonni materni. La scrittrice ha trascorso a Bagheria gli
anni della sua fanciullezza, vi
era arrivata nel 1947 dopo aver
passato due anni in un campo di
concentramento giapponese.
Bagheria è il comune più popolato della provincia di Palermo,
situato sulla costa tirrenica della
regione, detto anche città delle
ville, che sono quasi tutte del
XVIII secolo in stile barocco.
Molte sono oggi abbandonate,
un tempo erano le residenze estive della nobiltà palermitana.
Dacia Maraini parla di questa
città iniziando dal perché di questo nome “Il nome Bagheria
pare che venga da Bab el gherib
che in arabo significa porta del
vento. Altri dicono invece che
Bagheria provenga dalla parola
Bahariah che vuol dire marina.
Io preferisco pensarla come
porta del vento perché di marino
ha molto poco, sebbene abbia il
mare a un chilometro di distanza….”.
È in questo luogo che conosce la
famiglia della madre, di nobili
origini e qui vive, studia cercando di dimenticare le limitazioni
e le sofferenze subite durante
l’internamento in Giappone.
Il libro è un quadro della Sicilia,
della sua nobiltà e della sua
decadenza. Dopo molti anni
ritornerà in quei luoghi per compiere un viaggio della memoria,
troverà una città diversa che in
nome del progresso ha perduto
la sua identità senza acquistarne
un’altra; Dacia Maraini sul
danno urbanistico subìto dalla
città riporta quello che scrisse a
suo tempo Francesco Alliata,
uno dei pochi fra i suoi parenti
provvisto di coscienza civica,
“Tutto è cominciato con un
esproprio voluto dal Comune di
Bagheria verso la metà degli
anni cinquanta.”. Continua poi
la scrittrice “Il pretesto era la
costruzione di una scuola elementare. Ma chiaramente si
trattava di un scusa perché la
scuola si sarebbe benissimo
potuta costruire un poco più in
là, mentre le terre vincolate che
contornavano Villa Valguarnera
facevano gola a chi voleva
costruire in pieno centro di
Bagheria. Uno dei preziosi polmoni verdi, uno degli spazi più
deliziosamente arredati dai
giardinieri di tre secoli fa è stato
così brutalmente ripulito dei
suoi alberi secolari, delle sue
fontane, dei suoi vialetti…. Per
fare spazio a una orribile scuola
che non ha nessuna vera necessità di stare dove sta.” Era
necessario difendere il paesaggio sia quello naturale che quello artistico, sappiamo che questo
Una cerimonia semiclandestina
al cippo di Campoverde
“Sostenere, oggi. la necessità di una pacificazione equivale a commettere un
abuso. Ad esso non si è sottratta neppure, anche se per ragioni senza dubbio
strumentali, la sinistra stessa, quando qualcuno ha sostenuto la necessità di
comprendere anche le ragioni dei “ragazzi” di Salò: certamente, sul piano individuale, occorre comprendere anche le ragioni della loro scelta. Quando però si
passa da una sfera individuale ad una sfera collettiva, ovvero dal privato al pubblico, allora diviene del tutto insostenibile l’equiparazione tra fascisti e antifascisti.. ”.
E’ una parte di un’intervista di un anno fa al Partigiano Massimo Rendina,
comandante Max, giornalista e scrittore, morto a Roma il 7 febbraio scorso.
La riflessione di Rendina ci offre l’occasione per un breve commento alla notizia riportata dal Giornale del Lazio sulle celebrazioni ufficiali del 15 febbraio
in “onore ai caduti di entrambi gli schieramenti”.
Alla presenza di un Assessore del Comune di Aprilia con la fascia tricolore (evidentemente a nome dell’Amministrazione) e delle autorità militari è stato reso
onore ai ragazzi del battaglione “Barbarigo” presso il cippo a loro dedicato a
Campoverde, lo stesso cippo dove il 25 Aprile (festa nazionale della Liberazione dal nazifascismo) si ripete da anni, organizzato da un manipolo di nostalgici, un cerimoniale apologetico con corollario di saluto romano e di “viva il
Duce”. L’ ANPI ritiene questo reiterato raduno fascista, con la partecipazione
ufficiale dell’Amministrazione comunale, una grave violazione delle norme
statutarie, un’ offesa ai valori della Resistenza, ai principi della Costituzione e
al sacrificio di centinaia di migliaia di giovani che sbarcarono sulle nostre coste
motivati dal desiderio di liberare l’Italia e l’Europa dalla barbarie di una Dittatura sanguinaria e nemica della Libertà. Tra l’altro proprio a Campoverde, il 25
Aprile 2014, con la presenza del leghista Borghezio e l’entusiasmo cameratesco, è partito il progetto salviniano di alleanza con i neofascisti.
Una cerimonia semiclandestina che nessun altro giornale locale ha riportato, né
si trova traccia sul sito del Comune. Un furto della legalità istituzionale, verrebbe da dire. Come ANPI ci permettiamo di fare le seguenti osservazioni, con
tutto il rispetto ma anche con tutta la forza delle nostre convinzioni.
1 – Alle donne e gli uomini delle Istituzioni (anche quelle locali) si chiede certamente onestà e competenza ma soprattutto e prima di tutto la fedeltà ai principi repubblicani e alla Carta costituzionale sui quali giurano nel momento in
cui, una volta eletti, assumono l’incarico di rappresentare i cittadini nei ruoli di
governo della cosa pubblica. Le donne e gli uomini delle Istituzioni non
dovrebbero farsi coinvolgere da iniziative incoerenti con il loro status e oggetto di denuncia secondo le norme legislative (legge Scelba e Mancino) che proibiscono “la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista” (art.XII delle “disposizioni transitorie e finali”) e attività contrarie alla
Costituzione. I nostri rappresentanti locali dovrebbero anche semplicemente
decidere da che parte stare quando celebrano in pompa magna lo sbarco degli
alleati che, lo ricordo ai distratti, liberarono anche il nostro territorio dal fascismo e dai suoi alleati occupanti nazisti. Erigere monumenti alla memoria significa trasmettere dei valori alle future generazioni.
2 - Stesso discorso vale per le Forze Armate che, certamente dotate di neutralità e apoliticità, sono tenute a uniformare il loro comportamento ai medesimi
principi nel quadro del sistema costituzionale e, come recita l’art. 52, “allo spirito democratico della Repubblica”. La loro partecipazione ufficiale all’iniziativa del 15 febbraio, seppure per compiacere l’Amministrazione cittadina, non
può essere quindi in nessun modo giustificata.
3 – Noi confermiamo che tutti i morti hanno diritto al rispetto, ma non bisogna
confondere questo rispetto con l’equiparazione delle ragioni diverse che li condussero alla morte. Questo significherebbe, in buona sostanza, offenderli tutti.
Quale significato pubblico può avere un indistinto richiamo agli “ideali” degli
uni e degli altri, come si legge nell’articolo, se non si fanno le dovute differenze tra chi lotta e perde la vita per la libertà e chi invece difende un regime liberticida, violento e razziale? Dopo l’otto settembre del ’43 la stragrande maggioranza degli italiani, nelle varie modalità possibili, scelse di abbandonare il
fascismo e, anche con le armi, sentì il bisogno di costruire uno Stato di uomini e donne liberi e uguali nei diritti. Non si può permettere che la Storia del
Novecento anneghi nel mare dell’indistinzione. La Democrazia italiana ha
bisogno di fedeltà ai valori della Resistenza e adesione ai valori della Repubblica.
ANPI “Vittorio Arrigoni” di Aprilia.
è accaduto dovunque in Italia, si
poteva progredire inserendo
armonicamente nel contesto
urbano e naturale quello che serviva per la necessaria evoluzione delle persone.
Questo viaggio è necessario per
la scrittrice per ricordare la sua
famiglia da parte di madre e
stralci della sua vita. Rivedere le
stanze della vecchia villa di
famiglia le permette di ricordare
la sua infanzia, le storie di famiglia e far rivivere i suoi antenati
che dominano i saloni dai quadri
appesi alle pareti. In una prosa
scorrevole e con notevole sensibilità la scrittrice cerca di rivedere al di là della polvere accumulata per secoli sui mobili e sui
quadri la vita dei suoi familiari.
Il suo è un bellissimo viaggio
indietro nel tempo, anche in questo libro, che è per le sue origini
e per Bagheria, Dacia Maraini ci
coinvolge e ci fa vivere una sua
esperienza, che diventa anche
nostra. Anche altre città e paesi
in tutta Italia hanno subìto gravi
danni al paesaggio naturale ed
artistico in nome di un progresso
che spesso è stato solo la scusa
per interessi diversi e non sempre rispondenti alle esigenze
delle persone che in quei luoghi
abitano.
La scrittrice è figlia dello scrittore e antropologo Fosco Maraini,
è nata a Fiesole (FI) nel 1936.
È stata a lungo compagna di
Alberto Moravia, dal 1962 al
1983, e lo ha accompagnato nei
suoi viaggi intorno al mondo.
Dalla seconda metà degli anni
sessanta si è dedicata con grande
passione alla stesura di testi teatrali, ricordiamo in particolare “I
digiuni di Santa Catarina”,
dramma in un solo atto, dove si
sofferma sulla straordinaria
esperienza di fede e di ascesi
della Santa. Si ricordano inoltre
“La lunga vita di Marianna
Ucrìa”, libro che le ha fatto vincere il premio Campiello nel
1990 e “Buio” libro per il quale
ha ricevuto il premio Strega nel
1999.
Carla Ginanneschi
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 42
ANZIO - NETTUNO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Anzio, l’assessore Roberta Cafà interviene sull’incontro in Prefettura
L’assessore alle Politiche Sociali
del Comune di Anzio, Roberta
Cafà, è stata ricevuta in Prefettura
a Roma, per discutere sulle attuali problematiche sociali e di accoglienza sul territorio. In merito
all’incontro tenutosi con il vice
prefetto vicario, Clara Vaccaro e
con il dottor Di Pietro, che coordina le collocazioni dei rifugiati
politici, ha detto: “In Prefettura
ho avuto rassicurazioni sul fatto
che sul nostro territorio non saranno trasferiti nomadi mentre, in
riferimento ai sessantasei rifugiati
politici delle villette di Via dell’Armellino, informo i residenti
della zona che al momento si tratta di una sede provvisoria in attesa che il bando della Prefettura
stabilisca la sede definitiva. Non
ne arriveranno altri, nonostante il
massimale di cento rifugiati per
Comune e quelli che ci sono, fortunatamente, non hanno precedenti. Sono una persona seria e
non faccio propaganda. Chi mi
conosce sa che quotidianamente,
dal mio delicato osservatorio, mi
confronto con problematiche di
estremo disagio sociale di anziani, giovani mamme, stranieri e di
tanti cittadini che hanno difficoltà
a superare la prima settimana del
mese. Ad Anzio, purtroppo, in
questi giorni abbiamo problemi
più seri dei quali dovremmo discutere in modo serio e coeso invece di monitorare gli incontri istituzionali in Prefettura di un
Assessore. La nostra Città, dopo i
trasferimenti del Comune di
Roma ad Anzio Due, dopo una
particolare situazione di disagio
che vivono i cittadini di Lavinio e
dopo fenomeni di microcriminalità derivanti dalla situazione di Via
del Cinema, non è più in grado di
accogliere nessuno. Ho ribadito,
più volte, questo concetto al Vice
Prefetto Vicario che, dopo aver
preso nota della mia relazione, mi
ha chiesto di rassicurare la cittadinanza rispetto a questa delicata
vicenda. Mi ha rassicurato che la
Prefettura monitorerà continuamente la situazione e che favorirà
progetti sociali per tenere impegnati questi ragazzi in modo
dignitoso. “La Prefettura ha pertanto dovuto distribuire i richiedenti asilo, attualmente 2700 profughi, nelle strutture candidate al
servizio di prima accoglienza. Tali
Tirocinio per i giovani
“Vuoi lavorare...datti da fare!”
Si è tenuto a Villa Sarsina la presentazione del
programma di Garanzia
Giovani per nuove
opportunità di lavoro
“Vuoi lavorare… datti
da fare!”. Il progetto
che interessa i giovani
dai 15 ai 29 anni ha l’obiettivo di garantire una
proposta qualitativamente valida di lavoro,
di proseguimento degli
studi, di apprendistato o
di tirocinio o altra misura di formazione, o di
Servizio civile. Garanzia Giovani combatte la
disoccupazione giovanile tramite una
serie di misure a sostegno dei giovani
tra i 15 e i 29 anni, che non siano impegnati in un’attività lavorativa, né siano
inseriti in un corso regolare di studi, né
frequentino un’attività di formazione.
In particolare sarà possibile, per i giovani che non siano inseriti in percorsi di
studi secondari e che siano di età compresa tra i 15 ed i 29 anni, 30 non compiuti, di poter svolgere presso le realtà
del territorio di Anzio tipicamente stagionali, tipo stabilimenti balneari,
alberghi, ristoranti, pizzerie, bar, un
periodo di tirocinio di 6 mesi, ricevendo
un rimborso spese pari a 400euro da
parte della Regione Lazio. Una valida
opportunità per canalizzare verso le
attività del territorio i nostri giovani,
potenziali, lavoratori e nello stesso
tempo una interessante possibilità di
apprendere un mestiere. Sotto la forma
di “Progetto Formativo” e con la sottoscrizione di un patto di servizio tra l’attività, dotata di partita iva e PAT Inail,
ed il giovane aspirante lavoratore, sarà
possibile per l’azienda ampliare la propria struttura organica contando su uno
o più giovani tirocinanti a costo ZERO,
salvo un’assicurazione sugli infortuni di
circa 80euro, per sei mesi, ed avvalendosi della possibilità di beneficiare di
eventuali bonus fiscali (dai 1.500,00 ai
6.000,00) qualora, al termine del perio-
strutture saranno soggette a verifiche di conformità successivamente alla scadenza del bando e
potranno diventare sedi “riconosciute” solo dopo aver aperto un
“tavolo di concertazione” con la
Regione Lazio, le ASL di competenza, gli Enti Locali interessati e
le Forze dell’Ordine. Informare la
cittadinanza e preoccuparsi di
quello che accade sul nostro territorio, tenendo i riflettori accesi
anche su eventuali speculazioni
sulla testa di persone con enormi
problematiche, è il primo dovere
di un Assessore”.
In merito all’incontro in Prefettura, gli assessori Alberto Alessandroni, Sebastiano Attoni, Giorgio
Bianchi, Laura Nolfi, Patrizio
Placidi e Giorgio Zucchini, hanno
puntualizzato il fatto che l’iniziativa dell’assessore Cafà sia strettamente personale in quanto non
portata a conoscenza della maggioranza di centrodestra, pur ritenendo l’argomento oggetto dell’incontro di stretta e delicata
attualità si ritiene congiuntamente
che le problematiche relative alla
sicurezza andrebbero distinte e
trattate in maniera seria e non pro-
pagandistica. Precisano inoltre
che i temi “caldi” vale a dire l’immigrazione clandestina, i profughi
aventi asilo politico e la microcriminalità, dovranno essere affrontati con il Ministro Alfano per tutti
gli approfondimenti che la delicata situazione richiede.
Consuelo Noviello
NETTUNO
NOTA DELLA PREFETTURA DI ROMA SUL CENTRO
DI ACCOGLIENZA DI VIA DEI TINOZZI
La Prefettura di Roma ha inviato una nota al Comune di Nettuno per
illustrare l’attuale situazione dei Centri di accoglienza dei richiedenti
asilo, in particolare citando quello sito in via dei Tinozzi, per il quale
alcuni cittadini nettunesi avevano scritto al Prefetto chiedendo spiegazioni circa i tempi di accoglienza previsti e la paventata permanenza del Centro stesso. In merito alle preoccupazioni manifestate dai cit-
do semestrale, si decidesse di assumere
il ragazzo stesso. L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Anzio,
Roberta Cafà e l’assessore alle Attività
Produttive, Giorgio Bianchi, hanno ritenuto necessario promuovere una campagna informativa al fine di favorire un
più rapido approccio “giovane/azienda”
e poter avviare tale affiancamento nell’arco della stagione estiva. I progetti di
tirocinio, difatti, decorrono il giorno 1°
del mese successivo quello in cui vengono siglati e, per consentire un incremento delle risorse umane ed un’implementazione dei servizi offerti dal sistema turistico estivo, iniziando già dal
mese di Aprile si potrebbero concludere
ad Ottobre, al termine della stagione
balneare. Il ruolo del Comune di Anzio,
di concerto con quello del Centro Per
l’Impiego di Via Lussemburgo, quartiere Marconi, sarebbe dunque quello di
agire da “trade-union” tra i giovani e le
aziende del territorio. Per i giovani che
desiderassero partecipare al progetto si
suggerisce di portare il proprio curriculum o trasmetterlo a: [email protected], per ulteriori
informazioni è possibile contattare il
numero 0698499488 – Segreteria
Assessorato Politiche Sociali e Servizio
Civile Nazionale.
Consuelo Noviello
tadini nettunesi, la Prefettura di Roma ha fatto sapere:
“Si fa presente che le convenzioni relative alla gestione dei centri in
argomento sono scadute il 31 dicembre 2014 e che, dette strutture
sono in regime di proroga, nelle more della conclusione della gara
bandita il 20 febbraio u.s.. Per contemperare il dovere di accoglienza
di persone in fuga da situazioni di rischio grave con l’esigenza di
scongiurare eccessive presenza di ospiti in alcuni territori, il bando
appena emesso prevede un criterio di ripartizione proporzionale al
numero dei cittadini residenti nei Comuni interessati, tenendo altresì
conto delle presenze di altre strutture di accoglienza già sussistenti
nei relativi territori”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
ANZIO - NETTUNO
pagina 43
NETTUNO: VOGLIAMO ACQUISTARE LO STADIO
Giovedì 19 marzo, abbiamo trasmesso tramite email certificata al protocollo generale del Comune di Nettuno la
proposta di acquisto dello Stadio Steno Borghese.
In questo modo crediamo di poter dare la definitiva soluzione al problema dello stadio di baseball di Nettuno, sollevando il Comune da tutte le problematiche e dei costi
derivanti dalla gestione dell’impianto sportivo.
Contiamo cosi’ di riuscire in pochi anni a creare una
società sportiva solida per poi aprire all’azionariato popolare, unica soluzione per risollevare il baseball nettunese
dandogli un futuro certo, indipendente da giochi di potere, politici, ed egoistici di gente senza scrupoli.
S.S.D. Nuova Baseball Club Città di Nettuno
ANZIO - LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “L’ARTE DELLA DISLOGICA
Incontro speciale con Laura Perrone, campionessa mondiale
di Kung Fu, ora Maestro e Monaco
Venerdì 11 aprile alle ore 18,00,
presso la Biblioteca Multimediale
Chris Cappell - Viale Antium 7
– Anzio (Roma), il M° Laura Perrone presenterà il libro “L’Arte
della
Dislogica”,
prezioso
manuale teorico-pratico per
affrontare la quotidianità, con un
approccio e un punto di vista
completamente diversi. Una vera
e propria arte del vivere in armonia!
Durante l’incontro l’autrice, campionessa mondiale di Kung Fu,
parlerà del libro, di sé e della propria scelta di vita, delle luci della
ribalta delle manifestazioni sportive, della “ Via del Monaco”, dei
rapporti con le persone e con
l’ambiente che ci circonda.
L’iniziativa sarà accompagnata
dalla proiezione delle splendide
immagini del fotografo Savio
Illiano, giovane artista e autore
Anzio - I consiglieri Comunali indipendenti Marco Maranesi e Davide Gatti, intervengono in merito all’attuale
situazione sociale dicendo: “Ha ragione l’assessore ai Servizi Sociali, Roberta Cafà, comprendiamo le difficoltà
dei rifugiati che scappano dai luoghi dove non c’è la
libertà e la democrazia, ma ad Anzio non siamo più in
grado di accogliere nessuno. Basta domandare alle nostre
valide assistenti sociali per comprendere il disagio che
stanno vivendo i molti nostri concittadini. Noi sottolineiamo con soddisfazione il fatto che l’Assessore ha dato concretamente seguito alla lettera inviata al Prefetto di Roma:
ha fatto un sopralluogo alle villette di via dell’Armellino
insieme alle forze dell’ordine e si è recata in Prefettura per
dire a chi rappresenta lo stato che il nostro territorio ha già
dato! La situazione di degrado dei quartieri di Anzio 2,
Lavinio Stazione e Falasche lo dimostrano! Basta parole,
la città necessita di atti concreti!”.
C.N.
che ha saputo cogliere paesaggi interiori e meravigliosi orizzonti arricchendo il libro di emozionanti
creazioni.
Laura Perrone è nata a
Bolzano nel 1979. Nel
1998 diventa un’atleta pro-
fessionista di Kung Fu, l’arte
marziale cinese, di Sanda e di
Kick Boxing. E’ pranoterapeuta e
naturopata. Dopo aver colto
numerosi successi come campionessa mondiale di Tai Chi Chuan,
Shaolin combattimento sportivo,
nel 2011 si ritira a vita monastica
e oggi di dedica completamente
al proprio cammino spirituale
all’interno della comunità “La
Sorgente di Luce e Amore” che
ha contribuito a fondare.
La comunità è composta da una
quindicina di persone, diplomate
e laureate nelle più diverse disci-
LA CITTÀ HA BISOGNO
DI ATTI CONCRETI
pline. Uniti nella ricerca, il loro
obiettivo è manifestare pienamente il proprio potenziale,
riuscendo così ad offrire il loro
talento a chiunque ne abbia bisogno. Credono che per migliorare
il mondo basterebbe riuscire a
vivere in pace ed armonia, prima
di tutto con se stessi e poi con le
persone che ci circondano. Per
questa ragione hanno intrapreso
questo arduo cammino detto
anche “La Via del Monaco”.
Per realizzare questo progetto
hanno scelto un contesto rurale,
nel quale possono vivere concretamente tutti quei valori ritenuti
da loro fondamentali quali il
rispetto, la tutela dell’armonia e
dell’ordine, dedicandosi anima e
corpo alla spiritualità, agli allenamenti ed alla preghiera quotidiana.
La scrittrice afferma: “Spero di
poter instaurare durante questo
incontro un vero e proprio dialogo con i partecipanti, ai quali
consiglio di prendersi il tempo
per riflettere sulle perle di saggezza che ho riportato nelle pagine del mio libro, di farle scivolare fin dentro la propria anima per
coglierne il significato più profondo, affinchè possano svolgere
al meglio il loro lavoro interiore.”
CIMITERO COMUNALE ANZIO
Il Consigliere Comunale delegato ai servizi
cimiteriali, Giuseppina Piccolo chiarisce la
situazione dei servizi igienici e comunica
giorni ed orari nei quali riceve l’utenza
“Non corrisponde al vero la notizia, diffusa da
diverse testate, che tutti i servizi igienici del Cimitero di Anzio sono guasti. La verità è che i due bagni
incriminati erano stati chiusi al pubblico in quanto
non funzionanti ed alcuni incivili, anziché utilizzare
uno degli altri sei bagni presenti nell'area cimiteriale, perfettamente funzionanti e in ottime condizioni
igienico-sanitarie, hanno usufruito dei bagni guasti
forzandone la chiusura. In ogni caso ho chiesto al
Dirigente preposto di provvedere, prima possibile,
alla doverosa riparazione dei due bagni”.
Lo ha affermato il Consigliere Comunale, avv. Giuseppina Piccolo, delegata ai servizi cimiteriali dell’Ente, in riferimento alla situazione dei servizi igienici presso il cimitero comunale.
Al fine di garantire ai cittadini un contatto diretto
con l'Amministrazione Comunale, il Consigliere
Piccolo sarà a disposizione dell’utenza presso gli
uffici amministrativi, nell’area cimiteriale, il martedì dalle ore 15.00 alle 17.00 ed il venerdì dalle ore
8.30 alle ore 10.00.
"Informalibera"
il giornale online l'informazione in un click ww.informalibera.com
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 44
26 MARZO - 9 APRILE 2015
ARDEA Da Latina scaricano calcinacci ad Ardea: “beccati” dalle Guardie Ecozoofile
Sorpresi da una pattuglia della
guardia ecozoofila di Ardea
due cittadini di Latina mentre
scaricavano in una stradina
attigua al fosso di via Pratica
di Mare un camion pieno di
buste contenenti calcinacci e
potature. I volontari hanno
bloccato con la loro auto il
camion e verbalizzato il conducente. Nel frattempo sono
stati chiamati gli agenti della
polizia municipale che hanno
provveduto a sequestrare il
mezzo per farlo portare al
deposito giudiziario di via
Pontina Vecchia. La pattuglia è
la stessa che ha collaborato
insieme alla municipale, alle
guardie zoofile, all’associazione ambientalistica Angez e
ai carabinieri di Tor San
Lorenzo, coordinati dal vice
comandante M/llo Antonio
Sorrentino, al sequestro della
discarica abusiva di via delle
Menti. Grazie alla vigilanza di
queste associazioni di volontari, si riesce far rispettare maggiormente le ordinanze sindacali, vigilando anche quando il
comando della municipale è
chiuso. L’area di via delle
Menti nella zona dei 706
demaniali delle Salsare,
comunque non si presenta tra
le più pulite: cumuli di inerti,
carcasse di auto rubate, calcinacci, ingombranti ed ogni
specie di rifiuto viene depositato da inquinatori non soltanto nella strada dove oggi gli
operatori della guardia ecozoofila hanno bloccato i cittadini
di Latina, ma anche
in quella sul lato
opposto,
sempre
sugli argini del
fiume. L’immondizia nelle due strade è
tale da aver trasformato la zona in una
discarica a cielo
aperto. Da mesi il
sindaco aveva assicurato che avrebbe
chiuso l’accesso alla
strada, cosa ancora
non avvenuta, così
che chiunque riesce
a gettare calcinacci,
potature e rifiuti vari
dove già ce ne sono
altri.
Luigi Centore
Roccambolesco incidente stradale
Via Litoranea altezza Via di Tassi e il complesso
immobiliare delle Salsare, un’autovettura
Opel corsa si è schiantata a forte velocità contro
un solido muro di cinta demolendolo per oltre cinque metri. L’auto con a bordo tre rom di cui una
donna, dopo aver perso il controllo ha attraversato la corsia opposta ed ha urtato la recinzione di
una villa, i cui proprietari, avvertiti dai vicini sono
giunti sul posto per constatare i danni.
Fortunatamente in quel momento
malgrado fossero le 10.30, non
transitavano altre automobili e nel
giardino non c’era nessuno altrimenti ora si piangevano diversi morti.
Sul posto fulminei i carabinieri della
stazione di Tor San Lorenzo che
coordinati dal loro comandante il
luogotenente Antonio Leggiero
hanno dopo un breve pattugliamento
della zona raggiunto e condotti in
caserma
i
fuggitivi.
L’auto con targa francese, senza
documenti e senza assicurazione non
risulta rubata, il conducente ha
dichiarato di averla comprata e di
essere in attesa dei documenti. Intanto i carabinieri stanno cercando di capire non solo la dinamica
ma anche il perché si sono dati alla fuga. Gli
accertamenti a tutto campo che stanno svolgendo
i militi, dovranno anche accertare se eventualmente scappavano da qualcuno o inseguivano
qualcuno. I tre Rom abitano nel complesso “D”
delle Salsare, palazzina che già doveva essere
demolita come da sentenza passata ingiudicato
del Consiglio di Stato. Demolizione che poteva e
doveva essere effettuata come ha denunciato ai
carabinieri del N.o.e. il consigliere comunale di
maggioranza Luca Fanco capogruppo della lista
civica “Libertà e Legalità - Eufemi per Ardea”.
Insieme alla demolizione dei complessi “B” e
“C” i cui costi sono stati di cinquecentomila euro
per demolire con mezzo meccanico in una giornata i due plessi, lasciando tra l’altro in loco quasi o
tutti i materiali di risulta oltre a non aver in toto
demolito i solai degli scantinati. Fanco, che per
chiedere il rispetto della sentenza di demolizione
dei plessi del comprensorio delle Salsare, subì
anche lettere minatorie, ritiene che la numerosa
presenza alla demolizione dei plessi “B” e “C” del
battaglione carabinieri e polizia di Stato, sarebbe
bastato a risparmiare gli oltre ottantamila euro di
fattura emessa da una società privata di vigilanza
armata per presidiare per la prima volta insieme
ai carabinieri una demolizione.
.
Luigi Centore
Tanti auguri a Romina Giacinti dopo le
due precedenti lauree il 16 marzo 2015 si
è di nuovo laureata in Scienze Politiche
Anche questa terza laurea gli è stata conferita dal Magnifico rettore dell’università della Sapienza di Roma discutendo la tesi: “Storia delle Istituzioni Politiche” relatore la chiarissima, Proff.ssa Valeria Ferrari. Questa terza
laurea va aggiunta alle due che già aveva ottenuto nel
2010 sempre presso la stessa università e sempre con il
punteggio di 110 e lode. Le precedenti lauree sono in
Scienze della comunicazione, con specialistica in comunicazione d’Impresa, sostenendo la tesi “Market Asuse e
Insider Trading”. Relatrice la Proff.ssa Raffaella Messinetti, Correlatore Prof. Fulvio Pellegrini. La dott.ssa
Romina, agente scelto della Polizia Municipale, senza
trascurare gli obblighi di lavoro, ed attualmente in dolce
attesa, ha con caparbietà, impegno e tanti sacrifici per
una giovane poco più che trentenne, conseguito la terza
laurea. La modestia di Romina ha fatto si che la notizia la
desse orgogliosamente la madre ufficiale superiore della
Municipale del comando di Ardea. A Romina oltre alle
congratulazioni dei genitori, dei familiari, dei colleghi e
del comandante del Corpo Colonnello Giuseppe Sciaudone. Va ricordato come l’allora sindaco di Ardea Prof.
Carlo Eufemi, quest’ultimo tra l’altro operatore del settore, in occasione della sua prima laurea ne esaltò in pubblica assise consiliare, doti e virtù della giovane neo dottoressa consegnandole addirittura una targa ricordo. Agli
auguri di tutti si aggiungono anche quelli del direttore
responsabile della redazione e dei collaboratori tutti. Particolari auguroni alla pluri dottoressa Romina, auguri trasmessi con un pensiero: La strada è stata lunga e piena
difficoltà, ma tu hai scelto di non mollare e di non farti
scoraggiare, lavorando sodo con grande forza di volontà.
Il tuo impegno è stato premiato, congratulazioni.
Gli Zii Sandra e Luigi, i cugini Fabio, Arianna e Gherta
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
ARDEA
pagina 45
Muzio Sforza Cesarini in visita ai suoi possedimenti rutuli
Muzio Sforza Cesarini: “Ma è il demanio il
proprietario? Per me la questione Salsare si
potrebbe risolvere in dieci minuti”
- E’ stato visto in piazza ove si è intrattenuto
con cittadini e politici, poi una fugace apparizione in comune a salutare il sindaco e gli
assessori. Non si sa di cosa hanno parlato, ma
certo che all’uscita gli è stato chiesto se è consapevole che il demanio dello Stato, sta trattando con il comune per quanto riguarda la
risoluzione delle Salsare al fine, come ha detto
sempre in sindaco, per trasferire parte dei terreni del feudo di Ardea al comune che a sua
volta dovrebbe venderli ai cittadini occupanti.
La risposta di Muzio Sforza Cesarini è stata:
“Ma è il demanio il proprietario? Per me la
questione Salsare si potrebbe risolvere in dieci
minuti”.
Una risposta che ancora una volta crea confusione sulla proprietà di quelle terre. Tanto da
poter interpretare che malgrado il demanio ne
sia l’intestatario catastale la risposta del giovane nobile, da adito a pensare che quel vasto
possedimento, oggi in buona parte occupato
da costruzioni abusive; da discariche a cielo
aperto (anche di rifiuti pericolosi, vedi ultimi
sequestri); da numerosi accampamenti di rom;
possa essere ancora della famiglia Sforza
Cesarini.
Se ancora ci sono di questi dubbi sarebbe
opportuno che qualcuno desse una spiegazione una volta per tutte. L’erede della nobile
casata, ha ammirato le scaletta e visto la ripulitura dell’area attorno al famoso castello ed
alla rupe. Prima di lasciare Ardea feudo dei
suoi avi, per raggiungere Tor San Lorenzo
nella famosa torre che sembra essere stata
progettata addirittura da Michelangelo, si è
recato nell’area di quello che resta del
famoso castello Sforza Cesarini di Ardea.
Non sappiamo il contenuto dei discorsi tra
i vari politici accorsi, tra cui oltre al sindaco, l’assessore Raimondo Piselli, Romolo
De Paolis, Volante Policarpo e i giovani
che stanno ripulendo le grotte.
Luigi Centore
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 46
POMEZIA
La notizia è una di quelle che
per giorni ha animato le vie
della città e le chiacchiere da
bar. È stata diffusa con una
nota ufficiale diffusa a tutti gli
organi di stampa così che è
rimbalzata in tutta Italia. I
militari dell’Arma hanno tratto
in arresto, a seguito di una
ordinanza di misura cautelare
il Direttore Amministrativo di
un Istituto Comprensivo di
Pomezia ritenuto dagli inquirenti colpevole dei reati di falsità materiale commessa da
pubblico ufficiale in atti pubblici, truffa aggravata e occultamento di atti. Ovviamente,
fono a un rinvio a giudizio,
questa persona, il cui nome
non è stato diffuso anche se
circola di bocca in bocca per la
città, allo stati dei fatti è solo
un indagato (non imputato),
quindi, se il castello accusatorio poi dovesse mai rivelarsi
inconsistente, potrebbe essere
anche prosciolto e il caso
archiviato. Ma vediamo il perché si è arrivato a questo clamoroso provvedimento. Il
Direttore Amministrativo è si
deve difendere dall’ipotesi di
Non reso noto il nome dell’indagato per una presunta truffa
Arrestato il Direttore Amministrativo di un istituto scolastico
accusa di aver distratto, tra il
2010 e il 2014, oltre 330.000
euro, denaro destinato al pagamento dei fornitori dei plessi
didattici per i quali prestava
servizio. Il G.I.P. del Tribunale
di Velletri ha, inoltre, disposto
il sequestro preventivo di beni
immobili, mobili registrati e
conti correnti bancari sino al
raggiungimento della somma
costituente il profitto acquisito
illecitamente, accogliendo la
richiesta del Procuratore della
Repubblica, Francesco Prete.
Gli investigatori hanno riferito
che sono stati effettuati degli
accertamenti patrimoniali eseguiti sul suo conto il che
avrebbe consentito di individuare 2 immobili di sua proprietà a Roma - ad Ostia e alla
Magliana - e un conto corrente
bancario. Le indagini, condotte
nel massimo riserbo dai carabinieri della Compagnia di
Pomezia è stata avviata a
seguito dalla denuncia sporta
da un dirigente scolastico che
asseriva di aver “riscontrato
delle anomalie contabili, evidenziate dallo stesso dopo che
una delle ditte fornitrici aveva
vantato un credito nonostante
agli atti non si riscontrassero
mancati pagamenti” spiega la
Benemerita. I militari, grazie
dirigenti scolastici alterando i
beneficiari che venivano di
volta in volta indicati come il
Direttore Amministrativo stes-
ad una scrupolosa attività investigativa, sono riusciti a ricostruire non solo il modus operandi dell’indagato e spiegano
sempre nella nota che: “In più
occasioni e in modo continuativo, almeno dal 2010, avrebbe
falsificato i mandati di pagamento già posti alla firma dei
so o suoi conoscenti e anche
suoi creditori - ma anche tutte
le operazioni di pagamento
illecite, per un ammontare di
oltre 330.000 euro”. E’ stato,
quindi, accertato che l’indagato aveva creato dei “doppioni”
dei mandati di pagamento con
identico numero di protocollo,
I vigili dovranno anche verificare la segnaletica
In arrivo i parcheggi a pagamento e una pioggia di multe
I guidatori furbetti e indisciplinati
dallo scorso 23 marzo dovranno
rigare dritto se non vogliono incorrere in severissime sanzioni. Ma
anche chi è solitamente distratto
dovrà fare molta attenzione in
quanto sono state introdotte della
zone a pagamento e se si lascia
l’auto senza corrispondere il dovuto quella sosta potrebbe costare
ben di più. A deciderlo, la giunta
guidata dal sindaco Fucci. Non è
detto che il tutto sia definitivo, in
quanto il Comune rende noto che
si tratta di un qualcosa di sperimentale. “Il lavoro degli agenti di
Polizia Locale è prezioso - ha spiegato il primo cittadino - anche in
vista dell’imminente avvio del servizio di parcheggi a pagamento
nelle vie principali di Pomezia e
Torvaianica (via Roma e via Orazio a Pomezia, lungomare e piazza
Italia a Torvaianica). Pochi giorni
fa ho incontrato una delegazione di
commercianti di via Roma a cui ho
spiegato il nostro programma di
cambiamento rispetto alla viabilità
comunale e alla sicurezza dei cittadini. Ho consigliato loro di uscire
dalla logica del commercio basato
sulla doppia fila e di puntare sull’innovazione, l’immagine e il
decoro dei locali, sulla cordialità e
il rispetto per la clientela”. C’è da
chiedersi che senso ha bacchettare
26 MARZO - 9 APRILE 2015
i commercianti per la “logica della
doppia fila” mentre basterebbe che
i vigili facessero realmente il loro
dovere sanzionando e non limitandosi a fischiare verso chi lascia la
macchina nel mezzo della sede
stradale. Penalizzare l’intera cittadinanza “buona” è qualcosa di
insensata e di profondamente
ingiusto. Inoltre si dovrebbe impedire che i pochi posti disponibili
vengano occupati dai soliti commercianti e dai loro dipendenti che
vogliono sia la vita facile sia il portafoglio gonfio penalizzando i residenti. Intanto gli Uffici comunali
stanno posizionando in città la cartellonistica relativa alle indicazioni
per le aree di parcheggio gratuite,
oltre dieci a Pomezia centro e tre a
Torvaianica.
Il compito della Polizia Locale di
Pomezia è quello del controllo e
alla sicurezza nel territorio, con
un’attenzione particolare alle aree
più periferiche. Gli agenti svolgeranno i controlli di Polizia Stradale, ma avranno anche il compito di
verificare le condizioni della
segnaletica stradale, dell’illuminazione pubblica, del verde e delle
strade, relazionando con sollecitudine agli Uffici competenti. Saranno a disposizione dei cittadini dei
quartieri coinvolti, accogliendo le
problematiche e intervenendo nella
risoluzione, in tempo reale se possibile, o attivando le procedure
previste. Fiducioso dell’esito positivo di tale iniziativa è il Comandante Pizzoli, che dopo la prima
fase di sperimentazione, predisporrà un progetto dedicato utilizzando
i proventi delle sanzioni da violazione del Codice della Strada, per
dare la corretta continuità al servizio di vigilanza presso le zone
periferiche.
Di seguito il calendario del presidio di Polizia Locale nei quartieri
periferici (i servizi verranno invertiti settimanalmente):
Lunedì: Santa Palomba-Roma
Due (mattina); Santa Procula-Valle
Caia (pomeriggio)
Martedì: Via Naro (mattina);
Campobello-Maggiona (pomeriggio)
Mercoledì: Querceto–Colli di
Enea–16 Pini (mattina); Pratica di
Mare–Monte D’Oro (pomeriggio)
Giovedì: Campo Ascolano (mattina); Martin Pescatore (pomeriggio)
Venerdì: Torvaianica Alta - Vicerè
(mattina); Campo Jemini – Castagnetta (pomeriggio)
Fosca Colli
[email protected]
Il giovane velocista Mario Marchei ricevuto dal Sindaco
Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha
incontrato il velocista lunghista Mario Marchei, pometino 16enne, in pista fin da quando aveva quattro anni. Il giovane asso dello
sport, attualmente tesserato con l’Atletica
Futura dopo anni all’Atletica Pomezia, ha
vinto nel 2014 il titolo italiano Cadetti negli
80 metri piani e nella staffetta 4x100. Quest’anno, ai Campionati italiani indoor Allievi, ha vinto la medaglia d’oro nei 200 metri
con uno dei tempi più veloci di sempre per
la sua categoria, record che lo ha portato a
indossare la maglia della Nazionale Juniores in un triangolare che si è svolto la scorsa settimana a Lione tra Italia, Germania e Francia. “Mario con il suo talento porta Pomezia sui podi più
alti – ha sottolineato il Primo Cittadino – e, vista la sua giovane età, siamo solo all’inizio. A lui va tutto il
nostro riconoscimento e un grandissimo augurio per le sfide future”.
Fosca Colli
ma con diverso contenuto,
affinché presso la scuola fossero conservati i mandati di
pagamento intestati ai reali
creditori, mentre quelli inviati
realmente all’incasso erano
tutti intestati a terze persone
prive di alcun titolo, recanti la
firma apocrifa del dirigente
scolastico. Non è tutto: le indagini hanno, hanno aggiunto gli
investigatori, hanno consentito
di rilevare che i “mandati di
pagamento conservati presso
l’istituto scolastico presentavano anche timbri attestanti
una falsa quietanza per sviare
eventuali controlli. I timbri
non conformi e altro materiale
probatorio sono stati rinvenuti
nel domicilio dell’indagato
durante le perquisizioni eseguite nelle fasi investigative”.
A seguito dei provvedimenti
emessi dal G.I.P. del Tribunale
di Velletri, l’indagato è stato
posto agli arresti domiciliari
nella propria abitazione, dove,
a quanto è dato sapere, si troverebbe ancora al momento di
scrivere questo articolo.
Fosca Colli
[email protected]
CRONACHE POMETINE
(a cura di Fosca Colli)
Riqualificazione urbana, arrivano alberi e rotatoria
Entro il prossimo 30 giugno verranno piantati alberi e arbusti nonché migliorata la sicurezza stradale di via Alcide De Gasperi tramite la realizzazione di una rotatoria con fontana a Largo Brodolini e completata la rete di percorsi ciclopedonali.
Il costo dei lavori, finanziati da fondi della Comunità Europea, è
di circa 1.200.000 euro (200.000 euro per piantumazione di alberi e arbusti; 409.459,28 euro per riqualificazione e miglioramento
sicurezza stradale via De Gasperi; 584.672,34 euro per ampliamento e completamento della rete piste ciclabili). L’obiettivo,
come ha spiegato l’Assessore Veronica Filippone, è quello di
riqualificare Pomezia intervenendo sulla sicurezza stradale, sul
decoro urbano e sulla mobilità alternativa.
PD e lavoratori precari
Il Partito Democratico è tornato a chiedere al Sindaco Fucci l’immediata proroga dei contratti degli oltre cento lavoratori precari
del Comune. “La data di scadenza contrattuale è ormai prossima –
ha spiegato il coordinatore Stefano Mengozzi - ed è arrivato il
momento di mettere fine ai tentennamenti. E’ inutile proseguire in
questo gioco di rimandi, ora è il momento della responsabilità. La
Funzione Pubblica ed il Ministro Madia hanno già chiarito a sufficienza la possibilità di proroga dei contratti di lavoro. Il Sindaco
oggi, seppur in ritardo, sembra aprire a questa prospettiva. Il Pd
chiede l’adozione immediata dei provvedimenti. Il lavoro portato
avanti in questi mesi dai nostri parlamentari insieme al coordinamento dei precari ha portato alla luce il quadro normativo e le possibilità in mano all’ente. Chiediamo al sindaco di prorogare i contratti, soprattutto per non esporre il comune di Pomezia a centinaia
di ricorsi giudiziari che avrebbero conseguenze disastrose sulle
casse dell’ente”.
Prevenzione e salute, Avis e Ass. Minerva Pelti
L’Avis e Minerva Pelti (Associazione per la Prevenzione e lotta ai
tumori infantili) hanno organizzato una conferenza pubblica a
Pomezia dal titolo “Stare in salute per donare salute”, che si è
svolta presso l’hotel Enea. “Tutelare la salute dei donatori” è uno
dei compiti statutari dell’Avis e oggi per realizzarlo si deve necessariamente comprendere anche il fattore ambientale. La salute del
donatore purtroppo non dipende più da una corretta alimentazione
o uno stile di vita sano se, come ci dicono le statistiche, tumori e
malattie cardiovascolari sono in agguato per fattori esterni.
L’associazione Minerva Pelti, fondata da genitori di bambini
oncoematologici, si è specializzata nella Prevenzione Primaria,
nell’individuazione delle cause che fanno insorgere la malattie.
L’Associazione Italiana Medici per l’Ambiente (International
Society of Doctors for the Environment), di cui fa parte la dottoressa Antonella Litta che ha aperto la conferenza, è impegnata da
anni nella denuncia di cause ambientali responsabili di malattie.
Fino ad oggi l’Avis, attraverso le analisi e le indagini mediche ha
cercato di offrire ai propri donatori una “diagnosi precoce” di
eventuali malattie: quello che si apre sulla prevenzione primaria è
un discorso nuovo anche per l’associazione stessa, ma che vuole
tutelare tutti i potenziali donatori, specialmente i giovani.
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
CISTERNA
Nonostante i trascorsi interventi di manutenzione, la
pavimentazione stradale in
sampietrini nel tratto centrale
di Corso della Repubblica già
da tempo presenta consistenti danni.
In più punti, infatti, i cunei si
sono distaccati dal fondo
costituendo non solo disagio
per le vetture in transito ma
anche situazione di pericolo
per ciclisti, motociclisti e
pedoni che si trovano nelle
immediate vicinanze.
Per ristabilire una prima
situazione di sicurezza, è
stato steso uno strato di
manto bituminoso ma ciò,
ovviamente, non ha risolto i
seri problemi strutturali
all’origine né, tantomeno, ha
restituito il giusto decoro
urbano al corso centrale di
una cittadina come Cisterna
di Latina.
Per questo, in occasione del
programma di sviluppo urbano locale (PLUS) per la
riqualificazione ciclopedonale all’interno della cosiddetta
pagina 47
IL CORSO TORNERA’ AL SUO SPLENDORE
“area target” entro cui ricade
Corso della Repubblica, è
stato previsto un consistente
intervento di rifacimento e
manutenzione che prenderà il
via la prossima settimana e
precisamente martedì 24
marzo.
A partire da quella data,
come disposto dall’ordinanza
n.37 del 19.03.9015, sarà vietato circolare e sostare nel
tratto compreso dall’intersezione di via Fratelli Rossini
all’intersezione di Largo
Risorgimento.
Il divieto sarà in vigore fino
al 16 aprile, cioè quattro settimane, il tempo necessario
per le operazioni di rimozione e rifacimento del tratto
centrale del Corso, esattamente quello che collega le
tre piazze: Piazza XIX
Marzo, piazza Saffi, piazza
Amedeo di Savoia.
Nel tratto interessato verrà
ricostruito il fondo e verranno sostituiti gli attuali sampietrini pedonali da 5 centimetri di profondità, con quel-
li di tipo carrabile delle
dimensioni di cm 12 x 12 x
14. Oltre all’adozione di tutte
le tecniche ritenute necessarie ad assicurare la durata e
l’efficacia dell’intervento
senza che tra qualche anno si
ripresenti, nuovamente, il
problematico distacco dei
sampietrini.
Proprio per scongiurare un
futuro intervento di manutenzione straordinaria, pertanto,
si è resa necessaria la decisione della totale chiusura
della strada affinché l’intervento possa avvenire “a
corpo unico” garantendo
maggiore successo e durata
nel tempo.
Fermo restando quanto disposto dall’ordinanza di regolamentazione della viabilità,
previa richiesta e successiva
autorizzazione da parte del
Comando di Polizia Locale, è
consentito l’ingresso nelle
aree di cantiere – ove possibile – per le operazioni di
scarico/carico merci oppure
per situazioni di soccorso.
14° PREMIO CISTERNA
TRADIZIONE E RINNOVAMENTO
NUOVE OPPORTUNITA’ DI
TIROCINIO RETRIBUITO
E’ stata un’edizione che ha voluto in parte rompere col passato uscendo dalla consueta cerimonia di consegna del riconoscimento per dare spazio e modo ai protagonisti di raccontarsi.
Si è tenuta ieri pomeriggio, in un’affollata aula consiliare, la quattordicesima edizione del premio più longevo e prestigioso della città: il Premio Cisterna.
Dopo un’attenta valutazione delle sempre numerose segnalazioni pervenute alla segreteria del Premio, la
commissione - composta da Patrizia Pochesci (Presidente), Carlo Castagnacci, Pier Luigi Di Cori, Pierfranco Fatati, Bruno Fieramonti, Quirino Mancini, Romeo Murri, Pierfrancesco Paliani, Marzio Setini,
Mauro Nasi (segretario) - ha reso noti i premiati di quest’anno e consegnato il riconoscimento.
“In ogni persona insignita del Premio Cisterna – ha detto la presidente Pochesci – è stata trovata una con-
Nella Sala della
Pace del Palazzo dei Servizi,
davanti a un
numeroso pubblico di giovani
e rappresentanti
delle aziende
locali, il Sindaco
Eleonora
Della Penna, il
Dottor Gabriele
Tullio, Presidente della UAI
e Gersenio Boccabella hanno presentato il programma Garanzia
Giovani.
Garanzia Giovani è un’occasione per aiutare i giovani tra i 18 e i
29 anni (fino al 364° giorno prima del compimento dei 30 anni) ad
entrare nel mondo del lavoro. L’Unione Europea ha messo a disposizione della Regione Lazio per il prossimo triennio, 2015 2017, circa 380 milioni di Euro per l’attivazione di tirocini, a costo
zero per le imprese, mentre ai tirocinanti verrà corrisposta un’indennità minima di Euro 400,00 mensili. E’ una possibilità per i
ragazzi, che non siano studenti o già lavoratori, di poter ampliare
le conoscenze e acquisire nuove competenze professionali che
favoriscano il loro inserimento, o reinserimento, lavorativo.
“Garanzia Giovani – ha detto il Dott. Tullio, Presidente della
UAI – è un’importantissima opportunità, sia per i ragazzi che in
questo modo riescono ad avvicinarsi al mondo del lavoro in modo
concreto, sia per le aziende che in questo grave momento di crisi
riescono a beneficiare di un aiuto reale e dell’eventuale bonus
occupazionale”.L’Unione Artigiani Italiani, in collaborazione con
la SAIP Formazione, è a disposizione in modo gratuito per l’attivazione e per il disbrigo di tutte le formalità burocratiche. E’ possibile contattare la UAI all’indirizzo e-mail [email protected] .
A breve, presso il Comune di Cisterna, sarà attivato uno sportello
per avere tutte le informazioni per aderire a Garanzia Giovani ed
entrare in contatto con le aziende interessate ad accogliere giovani tirocinanti.
“I problemi della disoccupazione e dell’inoccupazione giovanile e più in generale della realizzazione professionale e personale dei
ragazzi - sono al centro della nostra azione Amministrativa. Grazie a progetti come Garanzia Giovani vogliamo suggerire una
strada ai ragazzi - oggi sempre più smarriti in un mondo del lavoro che sembra non offrire sbocchi – per dare loro l’impulso necessario ad affrontare finalmente la vita, a diventare donne e uomini
in cammino verso l’indipendenza “- ha commentato il Sindaco
Della Penna, esortando i ragazzi presenti in aula ad aderire al progetto.
notazione tipica di questa terra: la contraddizione, intesa come scontro fra la grandezza di ciò che la persona è o fa e l’umiltà e semplicità del proprio stile di vita. Oltre che il cisternese può essere lontano dal proprio paese nello spazio, ma non nella mente né nel cuore”.
Impegnata a Roma con il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, il sindaco Eleonora Della Penna – dopo la
partecipazione alle cerimonie istituzionali per l’Esodo Cisternese, nel pomeriggio ha passato il testimone al
presidente della Commissione Cultura nonché membro di quella del Premio, Pier Luigi Di Cori.
“Il Premio Cisterna – ha detto Di Cori – vuole essere un riconoscimento alla cisternesità, alla forza e caparbietà di saper ricostruire e risorgere dopo ogni distruzione. Un gesto che ha dell’eroico e che, nell’ultimo
caso, ha visto protagonisti i nostri nonni o padri. A loro come ai loro figli che con talento e impegno proseguono l’opera di sviluppo, crescita e prestigio della nostra comunità, il Premio vuole essere un corale ringraziamento”.
Il Premio Cisterna quest’anno è andato ad Achille Umberto Di Lelio (pioniere dell’industria casearia a
Cisterna e in provincia di Latina), a Rodolfo Martelli (fondatore e presidente storico dell’Audax Cisterna
che ha forgiato campioni italiani ed europei di boxe), a Fiorella Brasili (poetessa dialettale), all’Istituto
Suore Adoratrici Preziosissimo Sangue (presente in città da 158 anni con l’importante scuola San Basilio
che ha educato ed istruito generazioni di cisternesi), alla Croce Rossa Italiana sezione di Cisterna nel suo
20esimo anniversario, ad Osvaldo Materazzo (imprenditore di successo insieme ai figli Giancarlo e Sandro),
a Cristian Scardigno (pluripremiato regista di corto e lungometraggi), Alessandro Penso (fotogiornalista per
testate internazionali su temi di grande attualità sociale), all’Azienda Agricola Fabio Di Silvio (pioniere
della coltivazione biologica e dei gruppo solidali di acquisto), Accademia Giulia Brignone (per la grande
opera di promozione culturale con il concorso internazionale di poesie). Attraverso la guida dei due presentatori, i giornalisti Claudia Paoletti e Mauro Nasi, i dieci premiati sono stati raccontati dalle loro biografie
ma anche da ex campioni, colleghi, amici, o familiari presenti in sala. Per alcuni di loro si è fatto uso del
commento di foto, per altri di filmati e videointerviste. Ad allietare la cerimonia due noti ed apprezzati artisti locali: la cantante Monica Montellanico e il musicista Roberto Bartoli.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 48
SPORT
26 MARZO - 9 APRILE 2015
Aprilia - Incremento delle strutture destinate all’atletica leggera,
l’Amministrazione incontra i vertici nazionali della Fidal
Presso l’Ufficio del Sindaco di Aprilia, ha avuto luogo un incontro tra
l’Amministrazione Comunale e i vertici della Fidal, la Federazione Italiana di Atletica Leggera.L’incontro,
informale e cordiale, ha fornito agli
interlocutori l’occasione per dialogare sullo stato delle attrezzature sportive dedicate alle discipline olimpiche
e per acquisire, da parte dall’Amministrazione, un progetto di massima
sulla realizzazione di un nuovo spazio polivalente per l’atletica.
Al tavolo hanno preso parte il Sindaco Antonio Terra, l’Assessore Vittorio Marchitti, il Consigliere Pasquale
De Maio, il Presidente e il Segretario
nazionale di Fidal Alfio Giomi e
Fabio Pagliara, il presidente e il vice-
presidente dell’associazione sportiva
apriliana Runforever Renzo Traballoni e Giovanni Greco, l’ingegnere
redattore del progetto Gianluigi Bianchini e il promotore di “Atletica è
Salute” Alessandro Tempesta per la
società Novo Nordisk.
I rappresentanti dell’Amministrazione hanno condiviso l’opportunità di
incrementare sul territorio di Aprilia
il numero degli spazi attrezzati per
l’atletica e, nei riguardi del progetto
presentato dall’ingegnere Bianchini,
il Sindaco Antonio Terra ha espresso
la volontà di convocare una Conferenza di Servizi con i funzionari
comunali per valutarne la fattibilità e
avviare un iter progettuale tale da stabilire costi e tempi di intervento.
“Incontro con il Campione”, alla scuola media “Giovanni Pascoli”
di Aprilia la visita della canoista azzurra Alessandra Galiotto
Nell’ambito degli
incontri con i campioni di sport e fair
play promossi dall’istituto comprensivo
“Giovanni
Pascoli”, gli studenti della scuola
media di Via delle
Palme
hanno
incontrato la campionessa azzurra
di canoa Alessandra Galiotto.
Alla
giornata
hanno preso parte
il dirigente scolastico
professor
Giovanni Giusfredi, gli Assessori
Vittorio Marchitti
e Francesca Barbaliscia, il Consigliere Pasquale De
Maio, nonché l’allenatore e i colleghi della Marina
Militare della Galiotto.Quest’ultima, proveniente dal Garda, nel 2013 si
è laureata campionessa italiana nel k2 5000 a Sabaudia, gareggiando nel
Lago di Paola. L'atleta bardolinese, tra l'altro, ha al suo attivo il titolo
mondiale K1 500, la partecipazione ai Giochi di Pechino nel K4 500 e la
Coppa del mondo K2 500.
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
SPORT
di Dario Battisti
Terza sconfitta consecutiva per
l’Aprilia che scivola al Domenico Purificato di Fondi con il
risultato di 5-3. Il pirotecnico
punteggio mostra che la solidità
difensiva, che nelle prime sette
gare aveva permesso di subire
una sola rete per mano del Pale-
strina, è un lontano ricordo.
Negli ultimi duecentosettanta
minuti il pacchetto arretrato
biancoceleste ha incassato ben
11 reti. Ad onor del vero bisogna
ricordare che in questo match
con il Fondi, che nelle ultime
dieci gare ha colto otto vittorie
ed è lanciato per conquistare una
posizione che gli permetta di
partecipare ai play off, la difesa
dell’Aprilia era completamente
rinnovata. Il team di mister Fattori è sceso in campo in forma-
pagina 49
Terza sconfitta consecutiva dell’Aprilia
zione fortemente rimaneggiata.
Quattro le assenze pesanti dei
biancocelesti che hanno dovuto
fare a meno di tre quarti del pacchetto difensivo titolare. Fermi
ai box per squalifica Antonio
Montella, Giovanni Esposito e
Fabio Sossai. L’altro atleta che
non ha partecipato alla gara è
stato il centrocampista Matteo
Cannariato, che con questo stop
ha scontato due delle tre giornate di squalifica che gli sono state
sanzionate. La partita si modifica nel punteggio nei primi dieci
minuti quando il Fondi, che era
partito in maniera veemente, si
porta in vantaggio con Evacuo
che insacca un traversone di
Angelilli. L’Aprilia risponde
immediatamente. Un calcio
piazzato calciato da Toto pesca
in area di rigore fondana Tozzi,
la cui esecuzione di testa si
stampa sulla
traversa. Sempre su punizione il Fondi raddoppia. E’ il
19’ quando una
magistrale
palla di D’Agostino
viene
insaccata
di
testa dall’accorrente Rinaldi che indirizza
il pallone sotto
il sette. Il Fondi
non rallenta ed
è sempre D’Agostino a rendersi pericoloso
qualche
minuto
più
tardi. La conclusione dell’estroso fantasista finisce di un
non nulla fuori
dalla
porta
difesa dall’estremo difensore
apriliano Caruso. La terza rete
del Fondi è la fotocopia della
precedente marcatura ma questa
volta a cambiare è il realizzatore. D’Agostino, su punizione,
confeziona una parabola su
quale si avventa Evacuo che
porta a due le sue reti domenicali. Gli uomini di mister Fattori
non stanno certo a guardare è
punti nell’orgoglio riducono le
lunghezze con Pagliaroli che
con un forte e preciso tiro volante fa terminare il pallone alle
spalle del numero uno Di Loreti
ma prima che finisca il tempo il
Fondi va a segno di nuovo con
Angelilli. Nel secondo atto della
ARTI MARZIALI/SPORT DI COMBATTIMENTO
KICK BOXING APRILIANO VERSO
LA VIA DEL TITOLO ITALIANO
Gli atleti di Kick Boxing appartenenti al Centro Sportivo NEW FREE TIME di
Aprilia,Supportati dal Maestro Maurizio COSER e dal Maestro Fabio MEZZI,: raccolgono i risultati di un anno di sacrifici.Siamo giunti al termine di importanti risultati agonistici nelle varie specialità della KICK BOXING.Il team Apriliano conta un numero importante di atleti, tra di essi spicca;
categoria CADETTI:
FIASCHETTI Christian
Campionati REGIONALI I^ Fase 2° classificato (Cat.–48 Kg)
Campionati REGIONALI II^ Fase 1° classificato
Campionati REGIONALI III^Fase1° classificato
Campionati INTER-REGIONALI 2° classificato
TRAFAS Kamil
Campionati REGIONALI I^ Fase 2°classificato
(Cat.+69 Kg)
Campionati REGIONALI II^ Fase 2°classificato
Campionati REGIONALI III^Fase 1°classificato
Campionati INTER-REGIONALI1° classificato
CASONI Riccardo
Campionati REGIONALI I^ Fase
3° classificato
(Cat.-69 Kg)
Campionati REGIONALI II^ Fase
3°classificato
Campionati REGIONALI III^Fase
1°classificato
Campionati INTER-REGIONALE
3°classificato
categoria SENIOR:
MEZZI Daniele
Campionati REGIONALI I^ Fase
1°classificato (Cat.-69 Kg)
Campionati REGIONALI II^ Fase
1°classificato
Campionati REGIONALI III^Fase
1°classificato
Campionati INTER-REGIONALI
2° classificato
CIARLO Alberto
Campione ITALIANO 2014/2015 Catania(Cat.-57 Kg)
Campionati REGIONALI I^ Fase
3°classificato
Campionati REGIONALI II^ Fase
3°classificato
Campionati REGIONALI III^Fase
2°classificato
sfida l’Aprilia si rende pericolosa sin dalle prime battute e Tozzi
a portiere battuto colpisce il
secondo legno della partita.
Tozzi è più fortunato al 21’
quando spinge in rete un pallone
respinto dal portiere avversario.
Le emozioni non finiscono è al
46’ il subentrato Visone sigla il
4-3 ma centoventi secondi dopo
D’Agostino fissa lo score del
match sul 5-3 finale.
FONDI: Di Loreti, Ciaramelletti, Bocchino (25’ st Cirilli), Maisto, Barbato, Rinaldi, Carbone,
Evangelisti (18’ st Nappo), Evacuo, D’Agostino, Angelilli (43’
st Alfonsi) A disp. Ludovici,
Bertoldi, Addessi, Giordano,
Cardillo, Piras All. Pochesci
APRILIA: Caruso, Maola,
Toto, Marchetti (11’st Schiumarini), Crepaldi, Chiarucci, Cioè
(11’ st Visone), Tozzi, Roversi,
Pagliaroli, Trincia (25’ st Fabiani) A disp. Casciotti, Bonanni,
Giangrande, Rante, Mele, Molinari All. Fattori
Arbitro: Garoffolo di Vibo
Valentia
Reti: 10’ pt e 37’ pt Evacuo (F),
19’ pt Rinaldi (F), 38’ pt Pagliaroli (A), 45’ pt Angelilli (F), 21’
st Tozzi (A), 46’ st Visone (A),
48’ st D’Agostino (F).
Note. Ammoniti. Evangelisti,
Barbato, Nappo, Carbone, Cirilli, Trincia, Caruso. Calci d’angol
6-3 per il Fondi. Recupero: 1T 0;
2T 4’ min.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 50
CEDO BUFFETTERIA MILITARE
(non armi) IG.M. – IIG.M – CORE –
VIETNAM – ABBIGLIAMENTO T
el. 339/6374301
PORTA IN FERRO PER CANTINE,
terrazze o box, misure 1.95x1
metro, con telaio e controtelaio, realizzata con robusta lamiera, con 2
chiavi in buonissimo stato vendesi a
euro 150,00.
Telefonare solo se interessati
06/9257554 – 340/3242918
APPASSIONATI BIBLIOTECHE
centri studio e ricerche didattiche e
storiche. Questo annuncio è per voi:
Causa trasferimento cedo in cambio di una piccola offerta circa 200
videocassette perfettamente conservate contenenti films, documentari, fatti di cronaca ecc… ore 9/19
Tel. 333/5647878
ATTORE 65ENNE causa poco
lavoro esaminerebbe proposte
quale uomo di fiducia per piccole
faccende domestiche, compagnia
persone sole escluso badante. Si
VENDO in campagna zona Cadolino a Nettuno villa in bioedilizia classe energetica"B" mq.154 + 38mq
dependace,1550/1600 circa di giardino con alberi da frutta e olivi.
A chi piace la tranquillità.prezzo
ribassato
Euro .250.000.00.
Tel.3495747064
APRILIA zona Coop piazza Aldo
Moro 1/c vendo box auto di 16 mq.
ottimo anche come investimento ,
1050 euro/mq. disponibile subito.
No agenzie.
No commissioni
tel.338/8846349
AFFITTASI POSTO AUTO singolo
in box doppio sito in via montello 18
(condominio CEP) prezzo da concordare libero a breve.
tel 3479930076
VENDO CULLA GRANDE in legno
color frassino con cassettone sottostante, ruote, rete a doghe. euro
180. tel 3291330379
"BANCHISTA PASTICCERA CON
ESPERIENZA, PROFESSIONALE,
CORDIALE, SOLARE, VOLENTE-
PER PULIZIE
E SGOMBERO CANTINE
Cell. 331.7698654
garantisce serietà, riservatezza,
presenza signorile. Max educazione automunito, disponibile saltuari
trasferimenti pernottamenti su tutto
il territorio. Tel. 331/3994939
CUSCINO ABDUTTORE SPALLA
da 30° a 70° ambidestro taglia
unica vendo euro 35,00 come
nuovo pulitissimo. Tel. 333/6388340
VENDESI CAPANNONE mq. 500
con ampio parcheggio + 13.000
mq. terreno Euro 200.000,00 in
Aprilia (Via del Campo)
Tel. 06/92727018
CELLULARE NOKIA N95 5 mpxl
funzionante + batteria nuova di
scorta. Vendo euro 30,00 da rivedere lo sportellino posteriore (costo
circa 5,00 euro su ebay).
Tel.347/9190649 – 06/9257554
CAUSA PARTENZA VENDESI
CAMERETTA con armadio a 3 ante
+ cassetti e ripiani interni ed esterni, letto con sponde e comodino
con 2 cassetti in buonissimo stato
vendo a euro 200,00 Telefonare
solo se interessati 06/9257554
AFFITTASI APPARTAMENTO in
zona Selciatella, in villino composta
da: salone con caminetto, 2 ampie
camere, cucina abitabile, bagno
con doccia, ripostiglio. Euro 500,00
mensili. Si richiede busta paga
Tel. 333/8186976
CERCASI ATTORI E ATTRICI
“Made in Sud” (napoletani) per
rappresentazione commedia teatrale. Età 18 in su. Rivolgersi
a:[email protected] o chiamare 3382314611- 069275684.
✂
rienze all'estero impartisce lezioni
private di inglese e portoghese e
aiuto compiti ai bambini dell'elementari e medie.tel 3342064033
LAUREATA IN LINGUE E LETTERATURE MODERNE impartisce
ripetizioni di Inglese, Spagnolo,
Francese e materie umanistiche a
studenti di tutte le età e indirizzi.
Latino solo per alunni del primo
superiore. Disponibile per preparazioni esami di lingua, stesura tesi o
assistenza in traduzioni. Offresi
anche come babysitter.
Per Info: 3494955196- Pamela
VENDO BICICLETTA da donna
color verde marca adorni ottimo
stato 60 euro. bicicletta per bambina color rosa marca chiorda 30
euro. racchette da tennis in legno
10 euro. 3383609577
LEZIONI DI GRECO E LATINO:
Studente universitario con maturata
esperienza nell'ambito delle ripetizioni impartisce lezioni di recupero
e consolidamento di Latino e Greco
agli studenti del liceo classico e
scientifico-Per info contattare il
n.3453224828. Anche altrui domicilio.
APRILIA VIA INGHILTERRA
costruzione del 2006 le torri vendo
appartamento al primo piano di mq
78 salone angolo cottura due
camere due bagni mq35 di balcone
posto auto esterno recintato ottimo
stato.euro 125000.
Tel. 3499481008.
ROSA, NO PERDITEMPO, AUTOMUNITA,
CERCA
LAVORO
ANCHE GIORNI ALTERNI O STAGIONALE. Cell. 3890155179"
DONNA DI 50 ANNI ITALIANA
CON ESPERIENZA PREGRESSA
NEI CAMPI DI ASSISTENZA PER
ANZIANI ,baby sitter per bambini di
tutte le età,donna delle pulizie e
aiuto cuoca.Cerco impiego serio
possibilmente con vitto e alloggio.
Sono disponibile a qualsiasi spostamento anche immediato 24/24
h.Sono una persona seria quindi
chiedo altrettanto, niente perdite di
tempo o persone che alludono ad
altro che non sia il lavoro professionale che offro.Per qualsiasi altra
informazione potete contattarmi
sensa esitazione al numero
3466362780 .Disponibile a qualsiasi ora. Se è possibile contattatemi
telefonicamente perché al momento non ho un email di appoggio, grazie.Preferibilmente aprilia e zone
limitrofe (a richiesta invio mio cv)
VENDO GIRELLO DELLA BABIDÈ al con sedile e schienale imbottiti, buono stato euro 20 tratt.
tel 3291330379
VENDO TAVOLO LEGNO NOCE
1x1 m, si apre e diventa doppio,
gambe robuste ottimo stato + n. 8
sedie con seduta in legno e schienale in metallo, adatte sia per cucina che per rustico, tutto 230 euro.
tel 3479930076
GIOVANE LAUREATA in mediazione linguistico culturale alla Sapienza di Roma con precedenti espe-
ANNUNCI ECONOMICI GRATUITI - per privati
a pagamento per ditte o società tel. 06.9275019
Cedola da ritagliare e spedire
Lʼannuncio sarà ripetuto per 3 uscite, salvo diversa decisione della redazione
26 MARZO - 9 APRILE 2015
A P R I L I A - A F F I TA S I - A P P. T O
moderno quartiere europa 110 mq
ottimo stato arredato moderno
composta da ampio salone,corridoio ,cucina,2 camere da letto, 2
bagni(lavatrice+vasca idromassaggio) ,2 balconi 1 ripostiglio vista
panoramica castelli romani ben collegato
con
Roma,FF.SS,asili
nido,supermercati.-600€(incl.condominio)-no agenzie-2 mensilita
deposito -(ideale per 4 pax)
tel.3280253839
VENDO 2 BELLISSIMI BOX PER
NEONATI / BAMBINi sino a 30
mesi ;sono comodi , come
nuovi,sicuri, richiudibili e trasportabili in viaggio ,occupano poco spazio e all’interno il bambino puo’ giocare in sicurezza.ritiro ad anzio,nettuno a solo 25 euro cadauno (pagati oltre 90 euro ciascuno).Se li prendete entrambi solo 45 euro.
Tel.3498094903 giuseppe
VENDO A VERI INTENDITORI un
bottiglione magnum di BRUNELLO
VENDESI BAR IN ZONA CENTRALE
APRILIA GESTIONE VENTENNALE
MQ.110 (Cucina e Sala Slot) + Ampio
spazio ristoro interno ed esterno.
Trattativa in sede (No Agenzie)
TEL. 331.3628417
SVENDO NR 3 PORTAFOGLI DA
DONNA di notissime marche,in ottima pelle ,2 neri 1 color cognac con
molti scomparti e cerniere,eleganti
,modelli recenti, nella loro confezione originale a solo 16 euro cadauno
oppure 42 euro in blocco per tutti e
3 ;OTTIMO regalo ad un prezzo
vantaggiosissimo.
Tel.3498094903
da MONTALCINO da 1,5 litri annata 1998 casa CASTIGLIONE DEL
BOSCO in suo contenitore di legno.
Bottiglione con sigillo di garanzia.
Prezzo di realizzo solo 49 euro.
Giuseppe 3498094903 ad ANZIO
PRIVATO VENDE APP.TO AD
APRILIA IN VIA BONN, A POCHI
METRI DAL NUOVO PLESSO
SCOLASTICO,BEN COLLEGATO,
APPENA
RISTRUTTURATO
ESTERNAMENTE,85 MQ, COMPOSTO DA SOGGIORNO CON
ANGOLO COTTURA, 2 CAMERE,2
BAGNI,POSTO
AUTO
COPERTO BALCONE C.E. FPREZZO
100000
EUROTEL.3382399277
APRILIA ZONA COOP PIAZZA
ALDO MORO 1/c vendo box auto di
16 mq. ottimo anche come investimento , 1050 euro/mq. disponibile
subito. No agenzie. No commissioni tel.338/8846349
RAGAZZA CERCA LAVORO
COME PULIZIE (prezzi modici),
assistenza anziani,baby sitter,commessa,max serieta',zone Aprilia,
Anzio,Nettuno, tel. 069803317
PRIVATO AFFITTA APPARTAMENTO ZONA VALLELATA CAMERA CUCINA BAGNO.€ 450,00 NO
AGENZIE 3356587526
VENDESI: MINI VILLINO A SCHIERA di 45 Mq circa, piccolo ingresso,
soggiorno, cucinotto, camera,
bagno, 2 terrazzini. 8 km da Nettuno. Euro 60,000 trattabili. Telef. 06
92903229, Sig. Claudio. ore serali
dopo le 20.
INSEGNANTE MADRE-LINGUA,
con provata e certificata esperienza
pluriennale, impartisce lezioni di
inglese scolastico, tecnico, business, e turismo. Zona Aprilia centro
o on-line. 069275392
AFFITTASI NEGOZIO DI MQ.108
allestito ed ex pastificio condue
bagni e soffitti di 4 metri di altezza,situato zona stadio (quartiere
primo Aprilia ) ad euro 950,00 tratt.
chiamare se veramente interessati
al num. 3207720665
Compilate qui il vs. ANNUNCIO GRATUITO e speditelo in busta chiusa
a: Il Giornale del Lazio via E. Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT)
oppure invia una e-mail al: [email protected]
OGNI PERSONA PUOʼ INVIARE UN SOLO ANNUNCIO
TESTO (scrivere in stampatello e senza abbreviazioni) .......................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Gli ANNUNCI GRATUITI, sono esclusivamente riservati ai privati.Il Giornale del Lazio, non è responsabile per qualità e veridicità delle inserzioni. A garanzia
dei lettori il Giornale del Lazio si riserva il diritto di NON PUBBLICARE annunci non conformi al presente regolamento o che, a suo insindacabile giudizio risultino non chiari o che possono prestarsi a ad interpretazioni equivoche. Gli inserzionisti prendono atto che, a richiesta dell’Autorità Giudiziaria, Il Giornale del
Lazio fornirà tutte le notizie riportate nella presente cedola.
COMMITTENTE: Nome .....................................................................................................................Cognome ...............................................................................................................
Via ....................................................................................................................................................Città ..........................................................................Tel. ...........................................................
Firma.............................................................................................................................
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 51
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 52
VENDO LIBRI DI VARIO GENERE
(AVVENTURA - NARRATIVA) NON
SCOLASTICI ,OTTIMI PER MERCATINI ,OGGETTISTICA DI VARIO
GENERE
CERAMICA LEGNO
METALLO, SOPRAMMOBILI, STATUINE, SEMPRE PER MERCATINI. PREZZI, DA CONCORDARE,
OSINGOLI O IN BLOCCO.
CELL.3479930076
VENDO GARAGE DI 26 MQ in via
carroceto 41 aprilia.euro 28.000 no
perditempo Tel.330302376
APRILIA QUARTIERE NORD
VENDESI APPARTAMENTO
ristrutturato composto da ingresso,
soggiorno, angolo cottura, corridoio, camera matrimoniale, cameretta, bagno, ripostiglio, balcone.
Richiesta di € 125000 , APE G IPE
170. Tel. 3392477232
APRILIA CENTRO AFFITTASI
BILOCALE arredato solo per singola persona € 400 mensili compreso di tutte le utenze. Non richiesto deposito cauzionale. Ape G ipe
175 Tel. 06.88922153
LEZIONI DI GRECO E LATINO:
Studente universitario con maturata
esperienza nell'ambito delle ripetizioni impartisce lezioni di recupero
e consolidamento di Latino e Greco
agli studenti del liceo classico e
scientifico - Per info contattare il
n.3453224828. Anche altrui domicilio.
PENSIONATI
CHE
HANNO
VOGLIA DI RICOMINCIARE UNA
NUOVA VITA IN CAMPAGNIA, IN
UN PAESE SENZA EURO, E CHE
NON HANNO GROSSI PROBLEMI
DI SALUTE, AUTOMUNITI. CONTATTARE SOLO SE INTERESSATI
LA SERA. MASSIMA SERIETA'
TEL. 347/8008044.
VENDO BOX AUTO CENTRO DI
POMEZIA VIA BRUNO BUOZZI 39
16 MQ16 MILA EURO.ANCHE
DILAZIONATI...TEL. 3286467617
VENDO APPARTAMENTO APPENA RISTRUTTURATO CENTRO
DI POMEZIA 60 MQ. PIANO
TERRA 25 MQ DI GIARDINO
SALA - CUCININO - RIPOSTIGLIO
- BAGNO - CAMERA LETTO VIA
DONNA BULGARA SERIA E
AFFIDABILE AUTOMUNITA,
OFFRESI PER ASSISTENZA
ANZIANI IN OSPEDALI, CASE,
DIURNO E NOTTURNO. INOLTRE EFFETTUA PULIZIE, STIRO,
COLF, SPESA AD ORE ANCHE
GIORNI FESTEVI. NON VITTO E
ALLOGGIO. PER APRILIA, E
TUTTA LA PROVINCIA DI LATINA E PROVINCIA DI ROMA
TEL. 328.6873566
GRAN BRETAGNA 19 EURO 155
MILA TEL. 328.6467617
SPLENDIDI CUCCIOLI DI PASTORE TEDESCO nero focato, disponibili a 60 giorni con doppia sverminazione, vaccino, svezzati, genitori
con pedigree.
Tel.3892861369 Maria
VENDESI ATTIVITÀ DI PIZZERIA/ROSTICCERIA/KEBAB
al
centro di Aprilia con affitto mensile
di €500. Prezzo €30mila. Contatto
telefonico 329/4836828.
PROFESSORESSA IMPARTISCE
LEZIONI E RIPETIZIONI DI
INGLESE, FRANCESE E TEDESCO, a ragazzi delle scuole medie
e superiori.esperienza ventennale,
massima serietà e professionalità,
zona Aprilia.per info e prezzo Tel.
3492141235
APICOLTORE - Cerco Terreno per
mettere delle arnie con Api,zona
Pomezia Ardea Tor S.Lorenzo Aprilia,riconpensa in miele,massima
serieta. Tel. 3494066364
BABYSITTER, vuoi che mi prendo
cura del tuo bimbo quando sei a
scuola oppure una passeggiata per
conto tuo, sono una signora e
mamma italiana che da sempre mi
occupo dei bimbi. Tel 3387338263
FALEGNAME ESPERTO in rifiniture e restauro mobili, giardiniere a
disposizione Tel. 3386358711
AFFITTASI NELLA PERIFERIA DI
APRILIA, appartamento posto al
piano terra, di mq 100 + porticato di
mq 100. Entrata indipendente, completamente ammobiliato. Tel.
347/1924453
APRILIA-AFFITASI
-APP.TO
MODERNO quartiere europa 110
mq ottimo stato arredato moderno
composta da ampio salone,corridoio ,cucina,2 camere da letto, 2
bagni(lavatrice+vasca idromassaggio) ,2 balconi 1 ripostiglio vista
panoramica castelli romani ben collegato
con
Roma,FF.SS,asili
nido,supermercati.-600€(incl.con-
dominio)-no agenzie-2 mensilita
deposito -(ideale per 4 pax) no
agenzie 3497739568
PALI ZINCATI NUOVI Altezza 7,5
mt - Diam. 13 cm - Spessore 4 mm
- Idonei per illuminazione / Grandi
strutture in metallo / ecc. - Prezzo
da concordare - Vero affare - Contattare Alberto Tel. 3471234031
RAGAZZA CON QUALIFICA DI
PULIZIE E CUCINA, ed esperienza
presso ospedale Anzio-Nettuno
cerca lavoro presso cooperative,
imprese di pulizie, mense, e ristoranti scale e uffici, scuole e palestre, massima serietà non numeri
anonimi. Tel. 3894276433
AFFITTASI CAMERA MATRIMONIALE ben arredata in un appartamento con uso di bagno e cucina al
centro di Aprilia, collegata con trenno e mezzi pubblici.
Aprilia, ben collegato con treno e
mezzi pubblici. Tel. 338/3051542
APRILIA CENTRO (zona grattacielo) affittasi appartamento ammobiliato di 97 mq. 3°piano con ascensore, salone, 2 camere, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, balcone.
Termoautonomo Euro 600,00 mensili. Si richiede busta paga Tel.
334/6963768
VENDO N. 5 PENNE STILOGRAFICHE antiche, dal 1930 al 1965 di
marche prestigiose (watermanomas-dupont-aurora-diplomat) in
oro, lacca cinese etc…tutte perfettamente funzionanti. Oggetti preziosi per collezionisti. Interessati contattare: peppe .[email protected] Tel. 349/8094903
SVENDO NR 2 PLAFONIERE
LUNGHE CM127 LARGHE CM31
OGNUNA CON TRE NEON E
26 MARZO - 9 APRILE 2015
+ cantina € 600,00 mensili. No
Agenzie. Telefonare dopo le 18,00
Tel. 335/6873768
LAUREATA, CON PLURIENNALE
ESPERIENZA, impartisce ripetizioni /aiuto compiti ad elementari,
medie e superiori, in italiano, inglese, francese e spagnolo. Zona di
Aprilia. 9 euro l`ora.
TEL 349/4534814
VENDO TAVOLO LEGNO NOCE
1x1 m, si apre e diventa doppio,
gambe robuste ottimo stato + n. 8
sedie con seduta in legno e schienale in metallo, adatte sia per cucina che per rustico, tutto 230 euro.
Tel. 347.9930076
VENDO N. 10 LP (33 GIRI) musica
leggera anni '70 e '80, autori vari,
euro 5 cadauno. cell. 347.9930076
AFFITTASI APRILIA CENTRO
APPARTAMENTO
ARREDATO
mq 80 piano Terra con giardino, pic-
Carlo 339/3407742
VENDO DUE BICI MTB mis 26 una
da donna mai usata e una da uomo
buone condizioni ivendita in blocco
180 e Aprilia Mauro 347/1868332
RAGAZZA LATINOAMERICANA
con permesso di soggiorno, seria,
responsabile e onesta , buona
capacità di apprendimento, cerco
lavoro come cameriera albergo,
ristorante, baby siter, badante.
Parlo fluente italiano e spagnolo,
massima serietà astenersi perditempo. Tel. 3294845456
VENDO ASPIRASCIAMI COMPATTO, maneggevole, trasportabile
a spalla su scale,tetti etc, non uccide e non stressa le API, indispensabile per il recupero veloce di sciami in ambienti urbani (600W) possibilità di utilizzare tubi di prolunga
per aspirare le API fino a 10 mt.
Contattare Copparoni Giovanni
Cerchiamo
collaboratori partime
Vendesi tavolino basso da salotto, color
wenge', acquistato da poco in perfetto stato,
misure cm100x70x26 Euro 100,00
Tel. 3498907445
Tel. 338/3051542
SIGNORA ITALIANA automunita
seria e affidabile con esperienza
cerca lavoro ad ore, assistenza
anziani in ospedali, case, diurno e
notturno anche per spesa, terapie,
bollette. Tel. 338/3051542
VENDO MACCHINA DA CUCIRE
Necchi prodotto italiano n°146 di
serie a Euro 300,00
Tel. 347/7878879
APRILIA CENTRO APPARTAMENTO di nuova costruzione, composto da salone con angolo cottura,
camera, cameretta, bagno, ampio
balcone, arredato, termoautomatico con zanzariere e tende da sole.
Prezzo 135.000,00 euro/trattabile.
Tel. 339/8142926 – 389/3409495
VENDO AMPLIFICATORE per
basso (Ampeg – BA 110) nuovo,
chiedo
Euro
120,00
Tel.
334/1879530
NETTUNO AFFITTASI mq. 92
locale, ufficio o altro; via San Giacomo (inizio) Nettuno. Parcheggio,
eventuali 200 mq. frazionabili per
deposito e per estetista/parucchiera Tel. 329/4076560
SIGNORA 60 ANNI Offresi come
badante, automunita anche giornaliera o solo notte. Tel. 392/1340327
BABY SITTER, APRILIA, RAGAZZA ITALIANA 26 ANNI dolce, affettuosa, ma soprattutto affidabile,
madre di 2 bambini hai degli impegni per i quali i tuoi bimbi non possono stare con te?. Cerchi una persona sulla quale puoi contare?
Scegli me! Tel. 347/6507770
RICOSTRUZIONE UNGHIE IN
GEL con tip o cartina più decorazioni a soli 25,00 euro a domicilio
nelle zone di Aprilia, Anzio, Lavinio
e Nettuno. Per appuntamenti contattatemi al numero 329/3032292
Simona
VENDO 5 BOCCALI DA BIRRA da
lt 1 cadauno piu’ altri 8 bicchieri da
birra di tipologia diversa avuti
durante l’OCTOBER fest a MONACO di Baviera oltre 25 anni fa’,sono
molto belli e perfetti e mai usati.IN
BLOCCO SOLO 22 EURO. Giuseppe 3498094903
VENDO n.5 Porte complete di
tutto: color noce, lisce a Euro 50,00
l’una. Tel. 328/6225737
GEOMETRA ESEGUE pratiche di
progettazione e direzione lavori per
recupero e consolidamento edifici
in muratura e/o storici. Tel.
393/0079916
SIGNORA ITALIANA Cerca lavoro
come operaia, pulizie, badante –
automunita. Tel. 339/2366897
SIGNORA ITALIANA automunita
affidabile con esperienza cerca
lavoro ad ore assistenza anziani in
ospedali, case, diurno o notturno
anche per spesa, terapie e bollette.
Tel. 338/3051542
AFFITTASI CAMERA matrimoniale
ben arredata in un appartamento
con uso bagno e cucina al centro di
REGALO 6 STARTER IN OMAGGIO IL TUTTO A SOLO 12 EURO.
Giuseppe 349.8094903
FALEGNAME ESPERTO in rifiniture e restauro mobili, giardiniere a
disposizione Tel 338.6358711
BABYSITTER, vuoi che mi prendo
cura del tuo bimbo quando sei a
scuola oppure una passeggiata per
conto tuo, sono una signora e
mamma italiana che da sempre mi
occupo dei bimbi. Tel 338.7338263
LAUREATA, DOCENTE IN CHIMICA, impartisce ripetizioni in chimica, fisica, matematica, latino, greco
15euro/ora.Tel 338.7338263
LAURETO IN GIURISPRUDENZA
e maturità di liceo scientifico impartisce ripetizioni a ragazzi di scuola
media, superiori in Matematica,
Fisica, Latino, Diritto e materie letterarie. Disponibilità di lezioni a
domicilio. Garanzia di risultati vantando un esperienza pluriennale.
15€/h. Alessandro 340.2486755
RAGAZZA ITALIANA DIPLOMATA
IN RAGIONERIA, impartisco ripetizioni/aiuto compiti e metodo di studio per francese, economia aziendale, diritto, italiano, storia e geografia fino a ragazzi delle superiori.
Massima serietà, no perditempo.
Tel. 320/0753372
VENDO PLAFONIERA in vetro di
Murano diametro cm 40 euro
20,00. Tel 329/1330379
APRILIA
AFFITASI
APP.TO
MODERNO quartiere europa 110
mq ottimo stato arredato moderno
composta da ampio salone,corridoio ,cucina(frigorifero+lavastoviglia),2 camere da letto(+tv), 2
bagni(lavatrice+vasca idromassaggio) ,2 balconi 1 ripostiglio vista
panoramica castelli romani ben collegato
con
Roma,FF.SS,asili
nido,supermercati.-600€(incl.condominio)-no agenzie-2 mensilita
deposito -(ideale per 4 pax) no
agenzie Tel. 328.0253839
AFFITTASI POSTO AUTO singolo
in box doppio sito in via montello 18
(condominio CEP) prezzo da concordare libero a breve.
Tel. 347.9930076
CULLA GRANDE IN LEGNO color
frassino con cassettone sottostante, ruote, rete a doghe. euro 180.
Tel. 329.1330379
OPEL ASCONA BERLINA Gennaio 1985 discreto stato grigio
metallizzato bollata e assicurata già
iscritta ASI vendo ad amatore collezionista euro 800,00
Tel. 338/5948313
GIRELLO DELLA BABIDÈAL con
sedile e schienale imbottiti, buono
stato euro 20 tratt.
Tel. 329.1330379
NOKIA 5230 in perfette condizioni.
euro 40,00. CARLO 339/3407742
AFFITTASI POMEZIA CENTRO
APPARTAMENTO
ammobiliato
composto da ingresso salone cucinotto camera bagno ampio terrazzo
da inserire nel settore
del giornalismo
e agenti pubblicitari
Cell. 335.8059019
Tel.06.9275019
colo condominio in Via A. Meucci
composto da cucina,salone, 2
camere da letto,bagno, sgabuzzino
,caldaia autonoma,inferriate ; €
650,00
info
telefonico:
339/2873877
CULLA IN NOCE BIONDO CLASSICA con rete a doghe e ruote
piroettanti. euro 170 tratt. Tel.
347.9930076
SALOTTO IN VERA PELLE di
bufalo rosso bourdeaux, 2 posti
extra large, ottimo stato, da vedere.
euro 550,00 trasporto a carico
acquirente.tel. 329.1330379
STUDENTESSA UNIVERSITARIA,
diplomata
liceo
scientifico
100/100,impartisce ripetizioni di
materie scientifiche, a 10 euro/ora,
per ragazzi di scuole medie e supe-
339/3946418
LAUREATA, DOCENTE IN CHIMICA, impartisce ripetizioni in chimica, fisica, matematica, latino, greco
15euro/ora.Tel. 338/7338263
APRILIA FRONTE STRADALE
VIA GENIO CIVILE, 4000mq circa
di terreno, lotto recintato e intercluso, privato vende E 69000 tratt. Tel.
347/6617336
Vendo ROVERA TURN UP panca
ad inversione gravitazionale realizzata in tubolare di acciaio con
fermo sicurezza, regolazione baricentro, con schienale imbottito in
ecopelle. Adatto anche per esercizi
di stretching H1.47 A 1.98. In ottimo
stato. Euro 100 intrattabili.Tel.
06.9257554 - 347.9190649
LA MADDALENA DOVE IL MARE
"ELETTRICISTA
INDUSTRIALE/CIVILE CON ATTESTATO
PES DIPLOMATO IN ELETTROTECNICA,
DA 15 ANNI NEL SETTORE, IN POSSESSO
PATENTE B DISPONIBILE A
TRASFERTA ANCHE ALL' ESTERO, ETA' 38
393440509447
[email protected]
riori, recupero debiti con precedenti esperienze positive. Zona Aprilia
centro, no a domicilio. Cell.
328/9063294
PRIVATO IN APRILIA CENTRALE
AFFITTA APPARTAMENTO non
ammobiliato in piccolo condominio
in Via Lazio,composto da cucina,
salone, 2 bagni, 2 camere da letto,
piccolo studio veranda, caldaia
autonoma, posto auto riservato. Si
loca solo a persone referenziate,
con reddito documentato, no animali. No agenzie. Contattare la
sig.ra Monica al n. 347/4818110 o
direttamente per e-mail all'indirizzo
[email protected]
APPENDIABITI tipo uomo morto
da camera, in legno euro 15. Tel.
347.9930076
VENDO PRESEPE NAPOLETANO COMPRATO A SAN GREGORIO ARMENO, in sughero e
muschio, completo di personaggi
non fatti a mano, molto caratteristico. euro 120 tratt. Tel. 329.1330379
COMPLETO DI LUCI PER CAMERA DA LETTO sia classica che
moderna, composto da plafoniera+
lume da comò+2 lumetti da comodino in vetro satinato e ornie in ferro
battuto a mano in delizioso colore
verdino tenero. tutto artigianale,
ottime condizioni, da vedere. euro
130 tutto. Tel 329.1330379
PLAFONIERA IN VETRO diametro
50 cm. euro 25 Tel. 329.1330379
SMARTPHONE SAMSUNG S7500
in perfette condizioni originale
ancora in garanzia. euro 70,00.
E VERDE TURCHESE SMERALDO privato affitta appartamentino 4
posti letto a 100 metri dal mare e da
un pontile dove affittano posti barca
e gommoni Tel. 079/280630 349/7102275
SIGNORA ITALIANA 50 ANNI
automunita, massima serietà ed
esperienza offresi per assistenza
anziani (giornaliero o notturno e
ospedaliero), baby-sitter, stiro (con
esperienza ventennale presso varie
lavanderie)Tel. 327/8523766 Zona
Aprilia e limitrofe.
VENDESI CAPANNONE mq. 500
con 13.000 mq. di terreno in via del
Campo (Aprilia) Tel. 06/92727018
PER VARI MOTIVI PERSONALI,
CHIEDO DI DARE IN ADOZIONE
IL MIO CAGNOLINO di 17 mesi
taglia piccola per appartamento.
Tel. 334/1879530
SARTA CON ESPERIENZA VENTENNALE nel settore, esegue ogni
tipo di richiesta sartoriale: dalla realizzione completa di un capo, alle
riparazioni di ogni genere. Il tutto a
prezzi modici. Zona Aprilia Tel.
348/8674066
VENDO N.2 RUOTE Michelin
145/80/R13 + CERCHI OTTIMO
STATO usate solo 15 giorni causa
rottamazione auto. Vendo ad euro
70,00 Tel. 347/8960870
SAMSUNG GT-E11190 In ottime
condizioni... Perfettamente funzionant. EURO 10.
Carlo Tel.
3393407742
SEGGIOLINO DA TAVOLO PICNIC DELLA GIORDANI IN OTTIME
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 53
pagina 54
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
IL GIORNALE DEL LAZIO
26 MARZO - 9 APRILE 2015
CONDIZIONI CON SCATOLA E
TUTTI I COMPONENTI. Inoltre la
tasca sul retro e la comoda borsa
da trasporto inclusa risolvono
anche i bisogni pratici della
mamma. Infine al bambino è
garantito il massimo comfort grazie
alla seduta superimbottita. CARLO
Tel. 3393407742
BIALETTI MUKKA EXPRESS
CAFFETTIERA
per
cappuccino/caffelatte come nuova
usata pochissimo, ottima per preparare velocemente la colazione
per 2 tazze da 220 ml...VENDO
EURO 20...CARLO 3393407742
VENDO CUCINA A GAS IN
ACCIAIO inossidabile marca Glem
mod. A66RIF2: 60X60, 4 fuochi,
forno, grill, sicurezza gas, timer,
coperchio in vetro. Acquistata in
data 17/02/2012 (scontrino visibile)
e in eccellenti condizioni, si vende
causa trasloco e conseguente inutilizzo. € 250, zona Aprilia. Tel
347/6263823
CERCO TERRENO NELLE ZONE
DI ARDEA,POMEZIA,APRILIA,per
mettere delle arnie con delle
api,riconpensa in miele,massima
serieta,tutto made in Italy, Claudio
Tel. 3494066364
DONNA ITALIANA OFFRESI PER
AIUTO PULIZIE per uffici, attività
Usato poco. Euro 25 Tel.
06/9257554
VENDO CAMERA DA LETTO
bianca, completa di armadio a tre
ante con ripiani interni e due cassetti. Letto a una piazza con sponde e rete a doghe, comodino con
due cassetti. Ripiani esterni.In ottimo stato. Euro 250,00 Tel.
069257554 - 3479190649
AFFITTASI NEGOZIO DI MQ.108
allestito ed ex pastificio con due
bagni e soffitti di 4 metri di altezza,situato zona stadio (quartiere
primo) ad euro 950,00 tratt. chiamare se veramente
interessati al num. 3207720665
RICERCATRICE UNIVERSITARIA
con esperienza pluriennale nell'insegnamento delle lingue antiche
impartisce ripetizioni di latino e
greco. Rossella 320/7169790
VENDO UN LETTINO PER BAMBINO marca Azur modello safari
leone, color panna con cassettone
arancione, compreso di materasso,
prezzo 150 euro contattare
3491207526
APRILIA ZONA COOP PIAZZA
ALDO MORO 1/C vendo box auto
di 16 mq. ottimo anche come investimento , 1050 euro/mq. disponibile subito. No agenzie. No commissioni Tel.338/8846349
pagina 55
APRILIA FRONTE STRADALE
VIA GENIO CIVILE, 4000 mq circa
di terreno, lotto recintato e intercluso, privato vende E 69000 tratt. Tel.
347/6617336
EFFETTO PICCOLI LAVORI di
manutenzione, pulizia giardini,
idraulico, elettrica. Tel 3313356791
VENDO CASCO PER MOTORINO
come nuovo colore nero taglia M
Prezzo
euro
30,00
Tel.
340/6806514 Giovanni
VERO AFFARE, VENDO APPARTAMENTO di 85 mq in graziosa
palazzina di due piani con vista su
parco comunale, a due passi da
tutti i servizi, composto da cucina
abitabile, soggiorno, camera da
letto da 18 mq , cameretta da 12
mq e da due bagni ciascuno di 4
mq ,di cui uno è cieco (ristrutturato
ancora, remi, n.3 salvagenti. Compreso reti da pesca circa 500 metri.
Il tutto ad euro 1.500,00 Tel.
345/4579123
APRILIA VIA BONN APPARTAMENTO IN AFFITTO non ammobiliato 85 mq 3 stanze con angolo
cottura, balcone,due bagni,condizionatori in tutte le stanze,cantina
2m x2m,posto auto coperto, nelle
vicinanze dell'immobile e presente
un plesso scolastico e palestra.
Tel.069253313-3335802221
Euro 570,00
CORO POLIFONICO AMATORIALE CON SEDE AD ARDEA (RM)
seleziona voci maschili per adeguamento organico delle sezioni
bassi/baritoni/tenori. Buona intonazione e cantare a tempo sono
necessari, la lettura del pentagram-
nel 2011). L'appartamento è dotato
di due ampi terrazzi per una superficie complessiva di 30 mq. Nel
prezzo di vendita è compreso
anche il posto auto esterno. E' possibile acquistare a parte il box auto
doppio di 30 mq ed un'ampia cantina di 12 mq. Chiamare solo se interessati. No agenzie (Giuseppe
3291719295)
LEZIONI DI GRECO E LATINO:
Studente universitario con maturata
esperienza nell'ambito delle ripetizioni impartisce lezioni di recupero
e consolidamento di Latino e Greco
agli studenti del liceo classico e
scientifico-Per info contattare
il n.3453224828. Anche altrui domicilio
APRILIA CENTRO (Zona Grattacielo)
Affittasi
appartamento
ammobiliato di 97 mq. classe energetica G - 3°piano con ascensore,
salone, 2 camere, cucina abitabile,
bagno, ripostiglio, balcone, termoautonomo. Euro 600,00 mensili.
Si richiede busta paga Tel.
334/6963768 (no stranieri)
APRILIA GOMMISTA MECCANICO auto e moto strada grande
scorrimento mq 200 4 porte grande
parcheggio anche quota prtecipazione 50% 069276312 Carlo
VENDO CARABINA cal. 22 LRMAT-119545 cat.73 Marca Anschtz
con
custodia
e
tutti
gli
accessori/solo se muniti di regolare
porto d’armi. No perditempo Tel.
327/7989902
VENDESI TERRENO EDIFICABILE mq. 2400 intercluso con casa e
cantina mq. 20 provvisto di luce e
acqua (pozzo) – Casalazzara via
Marmolada, 48 Aprilia. Tel.
06/92702475 – 338/1718550
VENDO TRABATTELLO DA CANTIERE professionale in alluminio
Euro 100,00. Motosega lama 40 cm
Euro 60,00. Stufa antiquata Euro
580,00 con tubi decorati (Trattabile)
Tel. 347/5769383
VENDO BARCA metri 3 + motore
Mercuri cav. 3 ½ tutto nuovo con
ma è gradita ma non indispensabile. Per informazioni tel. 328 5722
290 Enzo.
BILANCIA DIGITALE GIORDANI
pesa neonati come nuova E.20
zona Aprilia tel.328/8340953
4 CESTI PORTAOGGETTI/PORTAGIOCATTOLI IN VIMINI con
disegnati degli orsetti misure:
cm60x40 altezza 35; cm50x35
altezza 25; cm46x36 altezza 60;
cm33x23 altezza 50 tutti E.30 se
singoli E.10 ciascuno zona Aprilia
tel.393/0521115
ASPIRAPOLVERE PORTATILE A
FILO squaletto Ferrari con tracolla
ricco di accessori grande potenza
di aspirazione con filtro lavabile e
riutilizzabile come nuovo E.35 zona
Aprilia tel. 393/0521115
ASCOLTABIMBO
FOPPAPEDRETTI apparecchio con funzione
di rilevazione movimento compreso quello respiratorio che in caso di
assenza di respiro per più di 20
secondi emette un allarme sonoro
E.50 zona Aprilia tel.393/0521115
TRAPUNTA BASSETTI per letto
singolo regalo mai usato zona Aprilia E.20 tel.393/0521115
SEPARE’ 3 ante in ferro e stoffa alto
m.1,75 largo cm.50 ogni anta zona
Aprilia E.20 tel.393/0521115
PELLICCIA forse di castoro (non
siamo esperti) color crema regalo
mai usato lunga circa 1 metro taglia
46/48 E 1000 zona Aprilia
tel.393/0521115
CERCASI APPARTAMENTO O
LOCALE COMMERCIALE DA
RISTRUTTURARE – 50- 60 mq. zone Roma nord e periferia – possibilmente in piccoli condomini o
unifamiliari – pagamento contanti –
no agenzie. cell. 327-297 4952.
PENSIONATI
CHE
HANNO
VOGLIA DI RICOMINCIARE UNA
NUOVA VITA IN COMPAGNIA, IN
UN PAESE SENZA EURO E CHE
NON HANNO GROSSI PROBLEMI
DI SALUTE, AUTOMUNITI. CONTATTARE SOLO SE INTERESSATI
LA SERA.MASSIMA SERIETA'
MANUTENZIONE
E PULIZIE ORTI
E GIARDINI
Cell. 331.7698654
comm.li e privati automunita massima serietà cell. 331 1117456.
RAGIONIERA CON ESPERIENZA
IN CONTABILITÀ e conoscenze
informatiche cerca lavoro anche
part-time
automunita Tel. 06
9257882 - cell. 349 8123072.
INSEGNANTE
IN
APRILIA
IMPARTISCE LEZIONI e ripetizioni
(varie materie) a ragazzi delle
scuole medie e superiori, massima
serietà e professionalità. per info e
prezzo Tel. 349.2141235
PRIVATO IN APRILIA CENTRALE
AFFITTA APPARTAMENTO non
ammobiliato in piccolo condominio
in Via Lazio,composto da cucina,
salone, 2 bagni, 2 camere da letto,
piccolo studio veranda, caldaia
autonoma, posto auto riservato. Si
loca solo a persone referenziate,
con reddito documentato, no animali. No agenzie. Contattare la
sig.ra Monica al Tel. 347/4818110 o
direttamente per e-mail all'indirizzo
[email protected]
APRILIA CENTRO AFFITTASI
APPARTAMENTO ARREDATO,
centralissimo, semi indipendente
mq 120, , al 1' piano su stabile ad
un piano, 2 ampie camere balconate, ingresso, corridoio, tinello, cucinotto, 2bagni, salone balconato,
aria cond. in tutti gli ambienti, riscaldamento autonomo a gas metano,
class. energetica G, no spese condominiali. Da concordare l’uso
esclusivo del terrazzo. € 650 mensili
solo
referenziati.Gianni
333/2715888
MOLA DA BANCO professionale
usata in ottimo stato smerigliatrice/spazzola in cotone; 400V –
50HZ – 950W – 380 trifase; giri
3000; mola
200 max; dimensioni L60xP18xH28 € 150,00 Gianni
3332715888
CERCHIO IN LEGA gommato
Michelin seminuovo per Mercedes
classe A + un pneumatico nuovo
195/50 R15 – 82 T + specchietto
lato guida tutto € 100 Gianni
3332715888
MACCHINA PER RETTIFICARE e
lucidare bocce da gioco, con
impianto d'aspirazione e vari utensili da rettifica e bicchieri di supporto. € 2.000,00 Gianni 3332715888
MURATORE-MAIOLICATORE.
PITTORE specializzato ristrutturazioni si occupa con competenza e
serietà di ristrutturazioni di appartamenti di piccole e grandi dimensioni Maurizio 338/1378687
VENDO EPILATORE PHILIPS
beauty satin ice optima. Usato
poco. Euro 25. Tel.069257554
VENDO EPILATORE PER DONNA
BRAUN Smart Light Silkepil 5.
APRILIA
AFFITASI
APP.TO
MODERNO QUARTIERE EUROPA 110 MQ ottimo stato arredato
moderno composta da ampio salone,corridoio
,cucina
(frigorifero+lavastoviglia), 2 camere
da
letto(+tv),
2
bagni
(lavatrice+vasca idromassaggio), 2
balconi 1 ripostiglio vista panoramica castelli romani ben collegato con
Roma, FF.SS, asili nido, supermercati. 600€ no agenzie 2 mensilita
deposito - (ideale per 4-5 pax) no
agenzie Tel. 3280253839
CERCO LAVORO come pulizie a
ore,
o
presso
ristorante.
Tel.3807952853
RAGAZZA 28 ENNE NIGERIANA
con permesso di soggiorno, gentile
pulita ed onesta, buone capacità di
apprendimento, cerca lavoro per
pulizie albergo, come domestica,
baby sitter o lavoro in fabbrica, no
badante, inglese fluente italiano
poco, massima serietà astenersi
perditempo Tel. 3203453443
VENDO CAUSA INUTILIZZO UN
TRITACARNI ELETTRICO completo di tutti gli accessori necessari,condizioni ottime, usato solo 2
volte per macinare carne di maiale
e fare salsiccie,prezzo bassissimo
solo 28 euro. .. Causa inutilizzo
vendo anche un decoder sky con
telecomando nella sua confezione
originale a solo 33 euro . Tel.
349/8094903 Anzio
APRILIA- VENDESI VILLA CAPOSCHIERA Via Bacchiglione 28
periferia sud. PIANO TERRA :
SALONE DOPPIO, CUCINA ABITABILE,BAGNO, 2 VERANDE.
PRIMO PIAMO:CAMERA MATRIMONIALE,
2
CAMERETTE,BAGNO
CON
VASCA, TERRAZZO. PIANO
SEMINTERRATO:GARAGE X 2
AUTO, SALA HOBBY DI 125
MQ(da rifinire, con impianti termici
ed elettrici già predisposti). GIARDINO, CANTINA, POZZO ARTESIANO. PERSIANE E PORTONCINO BLINDATI, INFISSI A RISPARMIO ENERGETICO. POSSIBILE
VENDITA A RISCATTO POSSIBILE DIIVISIONE IN DUE UNITA'
IMMOBILIARI (con progetto da presentare) PREZZO € 181.000
TRATTABILI GIA' RIDOTTO DEL
35% SI VALUTANO PROPOSTE
SERIE NO PERDITEMPO. CELL.
331/5982222 [email protected]
GIOVANE LAUREATA IN LINGUE
con ottimi voti impartisce ripetizioni
di lingua inglese, spagnola e francese per ragazzi di tutte le età più
aiuto
compiti
qualsiasi
materia.Prezzo 8 euro l'ora. x contatto: Tel. 3273403205
TEL. 3478008044.
SIGNORA TRENTENNE AUTOMUNITA, CERCA LAVORO assistenza anziani e pulizie ad Aprilia e
zone limitrofe. Max serietà. Cell.
324 8923273
VENDO GARAGE DI 26 MQ in via
carroceto 41 aprilia.euro 28.000 no
perditempo.cell.330302376
ASSISTENZA IMPIANTI climatizzazione refrigerazione riscaldamento marco 330302376
SPLENDIDI CUCCIOLI DI PASTORE TEDESCO nero focati, disponibili a 60 giorni con vaccini, doppia
sverminazione e pedigree. I genitori d alta genealogia sono lastrati ed
esenti dalla displasia delle anche,
con brevetto e selezione. TEL
3892861369, VITTORIA.
RAGAZZA CERCA LAVORO
COME PULIZIE (prezzi modici),
assistenza anziani,baby sitter,commessa,max serieta',zone Aprilia,
Anzio,NettunoTel.069803317
VENDO BICICLETTA nuova causa
doppio regalo da uomo mai utilizzata in strada. euro 200.
tel 3479930076 (Aprilia)
AFFITTASI POSTO AUTO SINGOLO IN BOX DOPPIO sito in via
montello 18 Aprilia (condominio
CEP) prezzo da concordare libero
a breve. tel 3479930076
VENDO CULLA GRANDE IN
LEGNO color frassino con cassettone sottostante, ruote, rete a
doghe. euro 180. tel 3291330379
VENDO APPARTAMENTO A NETTUNO (RM), complesso 7 Fiori Blu.
40 mq circa. Terzo piano con
ascensore, risc. aut.,impianto satellitare, climatizzatore, salone con
angolo cottura con uscita su balconcino vista mare, camera con
armadio a muro. il bagno, finestrato,
ha doppio accesso sia dal salone
che dalla camera. libera al rogito.
euro 99.000 tel 3291330379
VENDO APPENDIABITI tipo uomo
morto da camera, in legno euro 15.
tel 3479930076
VENDO PRESEPE NAPOLETANO COMPRATO A SAN GREGORIO ARMENO, in sughero e
muschio, completo di personaggi
non fatti a mano, molto caratteristico. euro 120 tratt. tel 3291330379
VENDO
OCCASIONISSIMA,
COMPLETO DI LUCI PER CAMERA DA LETTO sia classica che
moderna, composto da plafoniera+
lume da comò+2 lumetti da comodino in vetro satinato e ornie in ferro
battuto a mano in delizioso colore
verdino tenero. tutto artigianale,
ottime condizioni, da vedere. euro
130 tutto. tel 3291330379
VENDO PLAFONIERA IN VETRO
DI MURANO diametro cm 40 euro
20.Tel 3291330379
VENDO PLAFONIERA IN VETRO
diametro 50 cm. euro 25 tel
3291330379
APRILIA NEL PIENO CENTRO
affittasi cantina 50 euro tel
3391223616
VENDO UN OTTIMO RIALZO
SEDILE PER AUTO utile per trasportare bambini o bambine con le
cinture ,prezzo solo 9 euro . vendo
inoltre un lettino box praticamente
come nuovo per bambino/a da 6
mesi a tre anni ad un prezzo regalo(non ho spazio per tenerlo) di soli
22 euro. Tel. 3498094903 Anzio
VENDO NR 2 VASI PER CENTRO
TAVOLA,uno in elegante OPALINE
color latte di forma quadrangolare e
uno di ceramica elegantemente
decorata di forma classica altezza
di circa 35 cm sono in perfette condizioni ad un prezzo di soli 18 euro
quello in opaline e di 14 euro quello in ceramica oppure solo 30 euro
per ambedue. VENDO inoltre due
raffinati candelabri in ceramica elegantemente dipinta ad un prezzo di
soli 16 euro ambedue.
Tel. 349.8094903
VENDO UN OROLOGIO Nuovo
nella sua confezione originale
marca BREIL mod TRIBE a solo 44
euro Tel. 3498094903
VENDO UN PAIO DI ANFIBI MILITARI nuovi,misura 43 ,con solette/plantari di riserva, foderati in
morbida pelle caldi ottimi per cacciatori,escursionisti
in
montagna,tiene il piede all’asciutto
e preserva il piede da distorsioni
alla caviglia.sono bellissimi ad un
prezzo scontatissimo solo 52 euro.
Giuseppe 3498094903
UOMO, ETA 43, SERIO CERCA
LAVORO COME MURATORE, da
15 anni nel settore edilizio, in possesso patente B.C.
tel. 3298893146 Sergio.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
4 330 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content