close

Enter

Log in using OpenID

CRED Valdera Progetti di Formazione e Ricerca

embedDownload
MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO 2013-2014
PROGETTI DI FORMAZIONE E RICERCA
Il progetto deve comprendere approfondimenti appartenenti ad entrambi gli ambiti sottoindicati, prendendo in considerazione congiuntamente tematiche di carattere trasversale e di carattere disciplinare.
Si deve pertanto barrare almeno una casella in ciascuna delle due colonne.
T EMATICHE GENERALI
DISCIPLINE
 CULTURA SCUOLA PERSONA
 CAMPI DI ESPERIENZA (SCUOLA DELL’INFANZIA)
 PROFILO DELLO STUDENTE
X
X
CURRICOLO VERTICALE
 LINGUA INGLESE E/O SECONDA LINGUA
X
DIDATTICA PER COMPETENZE
 STORIA
X
AMBIENTE DI APPRENDIMENTO
 GEOGRAFIA
ITALIANO
 VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE
X
MATEMATICA
 CITTADINANZA E COSTITUZIONE
X
SCIENZE
X
INCLUSIONE
X
MUSICA
X
COMPETENZE DIGITALI

ARTE E IMMAGINE

EDUCAZIONE FISICA
X
TECNOLOGIA
 COMUNITÀ EDUCATIVA E PROFESSIONALE
ALTRE EVENTUALI OPZIONI
 IL PROGETTO COINVOLGE L’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (DPR 11/02/2010) ASSICURANDO, AGLI ALUNNI CHE NON SE NE AVVALGANO, L’ORGANIZZAZIONE DELLE PREVISTE ATTIVITÀ ALTERNATIVE
ISTITUTO CAPOFILA
C odic e mecc anogr afic o
PIIC829007
Istituto C ompr ens ivo “G.Mariti” – Fauglia (PI)
D enominazione istituto
Tel/Fax:
E-mail:
C ognome e nome:
R efer ente
Qualific a:
Tel.
E-mail:
D enominazione della r ete:
050 650440
[email protected]
Pampaloni Daniela
Dirigente Scolastico
050 650440
[email protected]
“C ostellazioni per le Indic azioni N azionali”
1
ELENCO ISTITUZIONI SCOLASTICHE DELLA RETE E NUMERO PARTECIPANTI1
n.
C odic e mecc anogr afic o
N. INS. PARTECIPANTI
C oor dinator e/R ef er ente
D enominazione istituto
1.
PIIC829007
I.C. “G.MARITI” – FAUGLIA (PI)
DANIELA PAMPALONI
20
2.
PIIC837006
I.C. “GANDHI” – PONTEDERA (PI)
DANIELA TRAVI
20
3.
PIIC82800B
I.C. CAPANNOLI (PI)
LIDIA SANSONE
20
4.
PIIC81900L
I.C. “NICCOLINI” – PONSACCO
(PI)
MAURA BIASCI
20
5.
PITD03000R
I.I.S “FERMI” – PONTEDERA (PI)
CRISTINA COSCI
20
TOT.
100
GRUPPO DI PROGETTO
n.
Istituto
Nome docente
Ordine e grado di scuola /
disciplina
1.
I.C. “G.MARITI” – FAUGLIA
CINZIA TURINI
SC. PRIMARIA
2.
I.C. “GANDHI” – PONTEDERA
ANNA PAOLA FANTOZZI
SC. SECONDARIA
3.
I.C. CAPANNOLI
SARA FANTONI
SC. PRIMARIA
4.
I.C. “NICCOLINI” – PONSACCO
ANNA MARIA ORAZZINI
SC. PRIMARIA
5.
I.I.S “FERMI” – PONTEDERA
LORELLA BIONDI
SC. SECONDARIA
1° GRADO
2° GRADO
PERCORSO DI FORMAZIONE E RICERCA: DESCRIZIONE
Illustr ar e br evem ente il perc ors o c he si intende r ealizzar e
a. analis i e lettur a dei bis ogni f or mativi
Strumenti di rilevazione:
Dati relativi alla situazione socio-economica della popolazione scolastica, al trend sulla dispersione scolastica, ai
flussi migratori e ai BES acquisiti tramite indagini svolte sul territorio della Valdera, contatti con l’Unione Valdera e
la conferenza Educativa di Zona, dati forniti dall’Osservatorio Scolastico Provinciale, contatti con ASL, analisi dati
riportati dai Piani dell’Offerta Formativa.
Le tematiche già individuate in base ai bisogni formativi, per l’avvio di un lavoro di ricerca-sviluppo intorno alle
Nuove Indicazioni sono quattro: gli ambienti di apprendimento, la didattica per competenze, il curricolo verticale e
le competenze digitali per l’inclusione. Le quattro tematiche sono sviluppate negli Istituti della Rete secondo il seguente schema:
Istituto Mariti: insegnamento della letto-scrittura e del calcolo nella classe prima della scuola primaria (lavoro collegato alla Rete Einstein, già esistente, che si occupa appunto della prevenzione delle difficoltà di apprendimento fin
dalle prime classi attraverso la predisposizione di ambienti di apprendimento efficaci).
Istituto Scuola Secondaria di 2° grado Fermi e Istituto Comprensivo Gandhi: competenze in matematica e in musica. L’Istituto Fermi ha già in attivo una rete di scuole che lavora sul tema delle competenze matematiche, in particolare sul raccordo scuola secondaria di primo grado e biennio del secondo grado. Questo ulteriore lavoro sulle
Indicazioni serve di approfondimento con esempi di ricercazione. L’Istituto Gandhi coordina la Rete Musicale Territoriale e in questo caso l’obiettivo è la costruzione del curricolo verticale per competenze sulla musica.
Istituto Comprensivo Capannoli: insegnamento delle scienze secondo il curricolo verticale, attività supportata dal
Laboratorio Didattico Territoriale. Anche in questo caso è già attiva una rete di scuole che si raccorda anche con i
Laboratori dei Saperi Scientifici della Regione Toscana.
Istituto Comprensivo Ponsacco: inclusione e valorizzazione delle diversità attraverso l’utilizzo della tecnologia nella
didattica (lavoro collegato alle scuole facenti parte di “Una rete per l’innovazione” in collaborazione con l’ Osservatorio Scolastico Provinciale e Scuola Superiore Sant’Anna).
b. tipologia (inc ontri s eminariali, lavor i di gruppo, attività labor atoriali, eventuali lavori on-line, studio pers onale e di
appr of ondimento, …)
S i pr evede l’or ganizzazione di quattr o labor atori di ric erc azione s ulle tematiche individuate, aperti ad un numer o
limitato di doc enti motivati ( max. 20), c oordinati dai r ef er enti di ogni is tituto e c on la super visione di es per ti. Il lavor o
dei quattr o gr uppi par alleli s ar à supportato dai patrners loc ali ( il Labor atorio Didattic o T erritoriale, l’U nione dei C omuni, il C entr o di R ic erc a Educ ativa “G ianni R odari” e la Scuola Superior e San’Anna) c he gar antisc ono la super vi1 Ogni rete è costituita da non meno di 4 istituzioni scolastiche, preferibilmente della stessa provincia, fatte salve le
scuole situate in territori di confine.
2
sione dei gr uppi da parte di esperti .
Le ipotesi di ric erc a e i perc orsi didattici innovativi s ar anno sperimentati nelle c lassi e debitamente documentati
da parte dei gruppi di lavor o.
c. numer o di or e per ogni tipologia di lavor o
P er ogni labor atorio pr evediamo un minimo di 20 or e di lavor o.
d. pr odotti c he s i intendono r ealizzar e ( attività e mater iali didattici, pubblic azioni, supporti multimediali, audiovisivi …)
D al lavor o di ric erc a-s viluppo e sperimentazione intendiamo pr odurr e sia supporti multimediali per i doc enti, sia
mater iali per l’appr endimento utili alla didattic a quotidiana.
e. modelli di diffusione (sito della scuola, depliant, mostre, incontri dedicati …)
Il progetto di Formazione e Ricerca avrà visibilità sui siti di ogni scuola partecipante e sul sito della rete generale
delle scuole della Valdera “Costellazioni”. Saranno organizzati anche incontri dedicati e, se possibil e, depliant cartacei e digitali per la disseminazione dell’esperienza.
PERCORSO DI FORMAZIONE E RICERCA: T EMPI
ATTIVITÀ
PERIODO DI SVOLGIMENTO
Progettazione
DICEMBRE
2013
Avvio
Gennaio 2014
Attuazione
Gennaio/dicembre 2014
Documentazione e pubblicizzazione
Gennaio/giugno 2015
Eventuali sviluppi
Gennaio/giugno 2015
Conclusione del percorso
Giugno 2015
N.B. Il percorso può essere di durata pluriennale, fermo restando che al termine del primo anno deve essere presentato
un prodotto compiuto del lavoro svolto fino a quel momento.
ESPERIENZE PREGRESSE
ATTIVITÀ DI FORMAZIONE E RICERCA SULLE INDICAZIONI NAZIONALI
LE SCUOLE DELLA RETE “COSTELLAZIONI PER LE INDICAZIONI NAZIONALI” HANNO GIÀ ATTIVI AL LORO INTERNO NUCLEI DI LAVORO SULLE NUOVE INDICAZIONI E SUL CURRICOLO VERTICALE. DA ANNI, ANCHE GRAZIE ALLA COSTITUZIONE DELLA RETE GENERALE DELLA VALDERA, IL LAVORO DEI DOCENTI È SUPPORTATO DA GRUPPI INTERNI RAPPRESENTATIVI DI TUTTI GLI ORDINI DI
SCUOLA CHE FANNO RICERCA ANCHE CON IL SUPPORTO DI ESPERTI
COSTI PREVISTI
2
ESPERTI, TUTOR, COORDINATORI…
FONDI ASSEGNATI DAL MIUR 2
ALTRI FONDI
3000,00
1000,00
SPESE ORGANIZZATIVE E DI GESTIONE (MAX 10%)
DOCUMENTAZIONE E PUBBLICIZZAZIONE
3
1000,00
1000,00
ALTRO………………………………….
TOT.
4000,00
2000,00
Prodotto finale da presentare ai collegi dei docenti delle scuole aderenti alla rete e da condividere nel sito ufficiale delle Indicazioni nazionali4:
 RELAZIONE SCRITTA
 Registrazioni video o audio
2
Non superiore a 4.000,00 euro
3
Specificare gli impegni di spesa aggiuntivi che concorreranno alla realizzazione del progetto e che sono già
nel bilancio della scuola o da acquisire attraverso sponsor, accordi con enti locali, …
4
Da inviare per posta elettronica (come allegato, se di dimensioni inferiori a 3 Mb; tramite link ad un server di
storage gratuito - tipo Dropbox, Google Drive, SkyDrive, SafeSync, ICloud… - se di dimensioni maggiori di 3 Mb)
all’USR e ad uno dei membri del Comitato scientifico nazionale (oppure a [email protected]
3
X
X
PRESENTAZIONE POWERPOINT
DESCRIZIONE DI ATTIVITÀ DIDATTICHE
 Itinerario di lavoro
 Descrizione della metodologia di formazione
 ALTRO: ________________________________________________________________________
Data: 28 ottobre 2013
Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Daniela Pampaloni
4
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
182 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content