close

Enter

Log in using OpenID

Air Traffic Control Briefing 21 Agosto 2014

embedDownload
1
Milano vACC Briefing
Milano
Air Traffic Control Briefing
21 Agosto 2014
IVAOTM
Italy Division
International
Virtual Aviation Organization
Rev. 21 agosto
2014
LIMM-CH
IT-AOC
Francesco Scuderi
Fabrizio Pescara
2
Milano vACC Briefing
1. SCOPO
Il presente Briefing virtuale di ACC ha la funzione di stabilire le modalità applicabili per la
fornitura dei servizi ATS. Tali servizi sono devoluti al traffico GAT/OAT IFR/VFR all’interno
dell’area di competenza di Milano nel network di IVAOTM in accordo alla normativa nazionale e
internazionale vigente. Tale documento, oltre che essere di natura locale ed applicabile
solamente nel virtuale, è parte integrante del Regolamento di IVAO TM e delle informazioni
contenute nel Database. Ogni nominativo, frequenza e configurazione operativa è da ritenersi
obbligatoria ed emendabile esclusivamente via NOTAM virtuale o autorizzazione preventiva di
CH/ACH, IT-HQ o ATC Dep.
2. AREA DI RESPONSABILITÀ
Milano ACC/FIC è responsabile della fornitura dei servizi ATS al traffico IFR e VFR all’interno
della FIR/UIR di Milano nell’area riportata in AIP Italia ENR 2.
Milano FIR/UIR/TMA:
Area
FIR
UIR
TMA
ROTTE ATS
Rev. 21 agosto 2014
Limiti verticali
SFC / FL195
FL195 / FL460
FL460 / UNL
2500FT AMSL O 1500FT AGL
quale dei due più alto / FL195
MEL / FL115
FL115 / FL195
FL195 / FL460
Classificazione
“G”
“C”
“G”
“A”
“E”
“D”
“C”
3
Milano vACC Briefing
3. SETTORI OPERATIVI ARR/DEP
ANE
FL205
ANW
FL205
ADE
FL195
MAR
5500ft
ASW
FL195
LAR
FL195
Settore
Frequenza
Callsign
Limiti verticali
ANE
126.750 Mhz
LIMM_ANE_APP
GND/FL205
ANW
134.175 Mhz
LIMM_ANW_APP
GND/FL205
ASW
125.625 Mhz
LIMM_ASW_APP
GND/FL195
LAR
133.175 Mhz
LIMM_LAR_APP
GND/FL195
ADE
126.300 Mhz
LIMM_ADE_APP
GND/FL195
MAR
132.700 Mhz
LIMM_MAR_APP
GND/5500
4. CONFIGURAZIONI OPERATIVE ARR/DEP
Le seguenti configurazioni definiscono la priorità di apertura.
Configurazione
Settori unificati
Settore aperto
CNF 1A
Tutti i settori unificati
ANE
ANE+ANW+ASW+MAR
ANE
LAR+ADE
LAR
ANE+ANW
ANE
LAR+ADE
LAR
ASW+MAR
ASW
ANE+ANW
ANE
LAR+ADE
LAR
ASW
ASW
MAR
MAR
CNF 2A (*)
CNF 3A (*)
CNF 4A (*)
I successivi settori ADE e/o ANW, se aperti dalla CNF 4A in poi, opereranno entro l’area di
propria responsabilità senza accorpamenti.
(*) Configurazioni utilizzabili se presente almeno il settore d’aerovia WS.
Rev. 21 agosto 2014
4
Milano vACC Briefing
5. SETTORI OPERATIVI AWY
EN
Settori ARR/DEP
WN
ES
CE
WS
Settore
Frequenza
Callsign
Limiti verticali
EN
127.450 Mhz
LIMM_EN_CTR
GND/UNL1
ES
130.730 Mhz
LIMM_ES_CTR
GND/UNL1
WN
125.275 Mhz
LIMM_WN_CTR
GND/UNL1
WS
135.455 Mhz
LIMM_WS_CTR
GND/UNL1
CE
136.205 Mhz
LIMM_CE_CTR
GND/UNL1
6. CONFIGURAZIONI OPERATIVE AWY
Le configurazioni di seguito elencate in tabella dovranno rispettare un ordine prioritario di
apertura, pertanto la prima postazione che dovrà essere aperta sarà quella in testa alla
configurazione.
Le seguenti configurazioni definiscono la priorità di apertura fino alla configurazione a 5
settori (CNF 5B).
L'apertura di ulteriori settori aggiuntivi alla CNF 5 verrà definita in base alle esigenze operative
in fase strategica (prima di un particolare evento) o in fase tattica coordinando l'apertura dei
settori aggiuntivi con CH/ACH, IT-HQ o ATC Dep.
1
Sono escluse le aree controllate da TWR, APP e settori operativi ARR/DEP, se aperti.
Rev. 21 agosto 2014
5
Milano vACC Briefing
Configurazione
Settori unificati
Settore aperto
CNF 1B
Tutti i settori unificati
WS
WS+CE+ES
WS
EN+WN
EN
WS+CE+ES
WS
EN
EN
WN
WN
WS+CE
WS
EN
EN
WN
WN
ES
ES
WS
WS
EN
EN
WN
WN
ES
ES
CE
CE
CNF 2B
CNF 3B
CNF 4B
CNF 5B
7. INSTRADAMENTI PREFERENZIALI
I traffici inbound alla TMA di Milano che non trovano instradamento preferenziale nella
seguente tabella saranno autorizzati ai FIX sul quale è associata la procedura di avvicinamento
strumentale.
Traffico inbound
Rotta
LIML da ODINA
ODINA SRN
LIME da LUSIL
LUSIL  BEG
LSZA da KONER/MEGER/TOURTU/NOSTA
DEVOX  MMP  PINIK
LIMC da AKASU/ODINA
MORAD  RIGON
LIMC da LUSIL/ELTAR
SRN  RIGON
LIMC da sud/ovest
DCT ASTIG, DEVOX o MEBUR
LIML/LIME via TOP
DCT ASTIG
LIMJ da LUSIL
LUSIL  TZO  GEN
8. STANDARD OPERATIVI
Le disposizioni e le raccomandazioni operative riguardanti singoli settori, riportate in questa
sezione, sono state denominate "Standards/Raccomandazioni Operative". Gli Standards
hanno valenza di disposizione operativa ed i controllori, a meno di specifico coordinamento,
devono scrupolosamente attenervisi.
Rev. 21 agosto 2014
6
Milano vACC Briefing
8.1
SETTORE ADE
IVAC callsign:
LIMM_ADE_APP
Frequenza:
126.300 Mhz
Configurazione:
Il settore ADE ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali e verticali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 4 (pag. 3).
ADE
GND/FL195
Standard operativi:
Gestisce la partenza da LIML via TZO in coordinamento con ANE.
Autorizza il traffico in decollo da LIML/LIME che richiede FL 200 o più e procede via GEN a FL
190 e lo trasferisce ad ES. Sarà responsabilità di ADE verificarne la compatibilità con eventuali
decolli da LIMC via PAR ed effettuare gli eventuali coordinamenti.
Gestisce le partenze da LIPO che procedono via OSKOR e le trasferisce ad ANE dopo averne
coordinato il livello.
Gestisce tutte le partenze da LIME eccetto le ICP via SRN e TZO; le partenze dirette a NORD
saranno trasferite ad ANE dopo averne coordinato il livello.
Gestisce tutti gli arrivi a LIME.
All'inizio dell'avvicinamento finale, trasmette agli aeromobili le seguenti informazioni:

Variazioni significative della direzione e della velocità del vento al suolo;

Eventuali ultime informazioni sulla presenza di WS e/o turbolenza nell'area finale
dell'avvicinamento;

Visibilità attuale rappresentativa della zona di contatto.
Rev. 21 agosto 2014
7
Milano vACC Briefing
8.2
SETTORE ANE
IVAC callsign:
LIMM_ANE_APP
Frequenza:
126.750 Mhz
Configurazione:
Il settore ANE ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali e verticali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 4 (pag. 3).
ANE
GND/FL205
Standard operativi:
Il traffico in arrivo a LIMC sarà inizialmente autorizzato a RIGON non al di sotto di FL110. A
meno di specifico coordinamento con il settore ANW, la discesa al di sotto di FL110 avverrà
solo a sud del FIX MORAD. Il traffico sarà quindi autorizzato a 6000ft (seguenti traffici alle
quote libere) e trasferito a MAR.
Il traffico in arrivo a LIML sarà autorizzato via ODINA - SRN o LUSIL/ELTAR – ORI - COD a FL110
e trasferito a ADE rilasciato per ulteriore discesa (successivi traffici alle quote libere).
Il traffico in arrivo a LIME da ODINA/LUSIL sarà autorizzato a BEG VOR a FL110 e trasferito ad
ADE rilasciato per ulteriore discesa.
Il traffico in arrivo a LIPX/LIPO, che entra a FL190 o meno sarà autorizzato a GAZ via ELTAR,
sarà trasferito ad EN rilasciato per ulteriore discesa.
Gestisce la ICP via SRN da LIME e via NIKMO da LIML che dovranno essere oggetto di
coordinamento con ANW.
Gestisce le ICP via TZO da LIME che dovranno essere oggetto di coordinamento con ADE.
Il traffico in decollo da LIMC/LIML/LIME/LSZA che procede via ELTAR sarà autorizzato non al di
sopra di FL 190 e trasferito ad EN.
Raccomandazioni operative: Il traffico con destinazione LIPX/PO, se instradato via BEG – GAZ,
sarà autorizzato a BEG a FL150.
Rev. 21 agosto 2014
8
Milano vACC Briefing
8.3
SETTORE ANW
IVAC callsign:
LIMM_ANW_APP
Frequenza:
135.175 Mhz
Configurazione:
Il settore ANW ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i
limiti laterali e verticali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 4 (pag. 3).
LIM – FL205
ANW
GND/FL205
Standard operativi:
Coordina con ANE e LAR il traffico in decollo da LIMC via FARAK-PAR che richiede FL190 o
meno e lo trasferisce a LAR.
Coordina con ANE e LAR il traffico in decollo da LIMC via FARAK-PAR che richiede FL200 o più e
lo trasferisce a ES autorizzato a FL 190.
Trasferisce a WN il traffico in decollo da LIMC via LAGEN/NEDED che richiede FL190 o meno
autorizzato a FL150 (o inferiore se richiesto).
Trasferisce a WN il traffico in decollo da LIMC sulla TSE via AOSTA, NEDED, LAGEN o TOP
autorizzato a FL200.
Trasferisce ad ANE il traffico in decollo da LIMC che procede via SRN autorizzato a FL100.
Trasferisce a WN il traffico in arrivo a LIMF/LIMZ diretto a TOP autorizzato a FL160.
Le partenze da LIML via SRN chiameranno direttamente il settore ANW che le autorizzerà
inizialmente non al di sopra di FL100.
Rev. 21 agosto 2014
9
Milano vACC Briefing
8.4
SETTORE ASW
IVAC callsign:
LIMM_ASW_APP
Frequenza:
125.625 Mhz
Configurazione:
Il settore ASW ha responsabilità entro i limiti laterali mostrati in figura da
GND a FL195 ad esclusione dello spazio di responsabilità del MAR (tratteggio blu). Per gli
accorpamenti previsti vedi il para 4 (pag. 3).
ASW
5500/FL195
ASW
GND/FL195
Standard operativi:
Autorizza il traffico in arrivo a LIMC a VERCE a 6000 FT e lo trasferisce a MAR (successivi traffici
a quote libere).
Autorizza il traffico in arrivo a LIML a VOG a FL90 (successivi traffici alle quote libere) e lo
trasferisce a LAR.
Autorizza il traffico in arrivo a LIME a VOG a FL160 (successivi traffici alle quote libere) e lo
trasferisce a LAR.
Raccomandazioni operative:
Nel caso in cui sia in atto una concomitante sequenza di arrivi da sud a LIMC, effettua un
primo presequenziamento trasferendo il traffico a MAR distanziato di almeno 8NM.
Rev. 21 agosto 2014
10
Milano vACC Briefing
8.5
SETTORE LAR
IVAC callsign:
LIMM_LAR_APP
Frequenza:
133.175 Mhz
Configurazione:
Il settore LAR ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali e verticali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 4 (pag. 3).
LAR
GND/FL195
Standard operativi:
Previo coordiamento del livello, trasferisce a WS il traffico con destinazione LIMJ proveniente
da LUSIL-TZO.
Coordina con ANW il traffico inbound a LIME sulla direttrice DIXER-COD per verificarne la
compatibilità con i decolli da LIMC verso PAR/KARPI.
Autorizza il traffico in arrivo a LIME a COD L e lo trasferisce ad ADE dopo averne coordinato il
livello.
Trasferisce ad ADE, previo coordinamento, il traffico in decollo da LIMC via FARAK-PAR che
richiede FL 190 o meno.
Coordina, se necessario, con ADE il traffico in decollo da LIMC via FARAK - PAR che richiede
FL200 (slow climbing).
Imposta la sequenza di avvicinamento a LIML.
Comunica il tipo di avvicinamento (ILS, VOR etc.).
Comunica al pilota la distanza da percorrere (track miles).
È responsabile del mantenimento della prevista separazione tra successivi arrivi a LIML.
Comunica il tipo e la distanza dell’a/m che precede.
Delega ad ES lo spazio aereo sulla STAR di LIML via KALIK fino a FL160.
Delega a CE lo spazio aereo sulla STAR di LIML via AMOXI fino a FL140.
Rev. 21 agosto 2014
11
Milano vACC Briefing
8.6
SETTORE MAR
IVAC callsign:
LIMC_MAR_APP
Frequenza:
132.700 Mhz
Configurazione:
Il settore MAR ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i
limiti laterali e verticali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 4 (pag. 3).
MAR
GND/5500ft
Standard operativi:
Imposta la sequenza di avvicinamento a LIMC.
Comunica il tipo di avvicinamento (ILS, VOR etc.).
Comunica al pilota la distanza da percorrere (track miles).
È responsabile del mantenimento della prevista separazione tra successivi avvicinamenti a
LIMC.
Comunica il tipo e la distanza dell’aeromobile che precede.
Rev. 21 agosto 2014
12
Milano vACC Briefing
8.7
SETTORE CE
IVAC callsign:
LIMM_CE_CTR
Frequenza:
136.205 Mhz
Configurazione:
Il settore CE ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 6 (pag. 4).
CE
Standard operativi:
CE riceve da LAR il traffico con destinazione LIMJ in entrata da LUSIL-TZO-GEN e ne garantisce
la compatibilità con il traffico in arrivo a LIML
Trasferisce a LAR il traffico con destinazione LIML a FL140.
Raccomandazioni operative:
Effettua un presequenziamento per il traffico con destinazione LIML distanziato di almeno
8NM.
Rev. 21 agosto 2014
13
Milano vACC Briefing
8.8
SETTORE EN
IVAC callsign:
LIMM_EN_CTR
Frequenza:
127.450 Mhz
Configurazione:
Il settore SE ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 6 (pag. 4).
EN
FL205 - UNL
Standard operativi:
Trasferisce ad ANW il traffico in arrivo a LIMF/LIMZ in discesa per FL210 rilasciato fino a FL160.
Se proveniente da LUSIL/ELTAR, tale trasferimento non deve avvenire prima delle direttrice
ODINA-SRN.
Trasferisce a Verona APP il traffico inbound LIPX/LIPO via NEVNI coordinando con ANE.
Trasferisce a CE il traffico in arrivo a LIMJ via SRN-VOG-GEN a FL250.
Rev. 21 agosto 2014
14
Milano vACC Briefing
8.9
SETTORE ES
IVAC callsign:
LIMM_ES_CTR
Frequenza:
130.730 Mhz
Configurazione:
Il settore SE ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 6 (pag. 4).
FL195 - UNL
ES
Standard operativi:
Trasferisce a LAR il traffico con destinazione LIML a FL160.
Trasferisce a CE il traffico in arrivo a LIMC autorizzato a MEBUR a FL230.
Trasferisce a CE il decolli da LIPE a FL250 lungo la direttrice LUPOS-GEN.
Traferisce a LAR il traffico con destinazione LIMJ proveniente da LUSIL.
Trasferisce ad Ade il traffico in partenza da LIMP diretto a nord, coordinandone il livello.
Raccomandazioni operative:
Effettua un presequenziamento per il traffico con destinazione LIML distanziato di almeno
8NM.
Rev. 21 agosto 2014
15
Milano vACC Briefing
8.10
SETTORE WN
IVAC callsign:
LIMM_WN_CTR
Frequenza:
125.275 Mhz
Configurazione:
Il settore WN ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 6 (pag. 4).
WN
FL195 - UNL
Standard operativi:
Traferisce ad ANW le partenze da LIMF sulle TSE via MMP a FL140.
Trasferisce ad ANW il traffico con destinazione LIMW, previo coordinamento del livello.
Trasferisce ad ASW il traffico in arrivo LIMC/LIML/LIME/LSZA a FL210 rilasciato per la discesa a
FL160.
Rev. 21 agosto 2014
16
Milano vACC Briefing
8.11
SETTORE WS
IVAC callsign:
LIMM_WS_CTR
Frequenza:
135.455 Mhz
Configurazione:
Il settore WS ha responsabilità sullo spazio aereo compreso entro i limiti
laterali mostrati in figura. Per gli accorpamenti previsti vedi il para 6 (pag. 4).
WS
Standard operativi:
Instrada i traffici come previsto dal para 7 (INSTRADAMENTI PREFERENZIALI).
Rev. 21 agosto 2014
Milano vACC Briefing
8.12
NORME PARTICOLARI PER GLI AEROMOBILI IN ARRIVO
8.12.1
Controllo delle velocità per gli aeromobili in arrivo a Milano Malpensa
Se non diversamente istruiti dall’Ente ATC, i piloti dovranno osservare le seguenti velocità:

270 KT IAS a FL250 o al di sotto entro l’area definita dai seguenti punti: GEN VOR/NDB –
PIA NDB – ORI L – MARCO – ABESI – CANNE – ODINA – AKASU – PIMOT – TOP VOR/NDB
– LAGEN – GEN VOR/NDB;

230 KT IAS a FL 100 o al di sotto;

210 KT IAS sui punti VERCE/RIGON o a 20 NM dalla TDZ sull’avvicinamento diretto per
RWY 35L/R;

180 KT IAS a 9 NM dalla TDZ;

160 KT IAS a 5 NM dalla TDZ.
8.12.2 Controllo della velocità per gli aeromobili in arrivo a Milano Linate, Bergamo, Torino,
Genova e Lugano
Se non diversamente istruiti dall’Ente ATC, i piloti dovranno osservare le seguenti velocità:

250 KT IAS a FL 100 o al di sotto;

210 KT IAS, iniziando la virata per intercettare l’ILS/LOC o l’appropriata radiale VOR (in
caso di avvicinamento finale VOR o VOR+DME); o ad una distanza di 12NM dalla soglia
pista in caso di avvicinamento diretto;

180 KT IAS completando la virata per intercettare o ad una distanza di 9 NM dalla
soglia pista, in caso di avvicinamento diretto;

160 KT IAS ad una distanza di 5 NM dalla soglia pista.
NOTA: I piloti dei voli con destinazione Milano Linate dovranno ridurre la velocità a 160 KT
IAS ad una distanza di 7 NM dalla soglia pista.
8.12.3 Livello di transizione per gli aeroporti di Malpensa, Linate, Bergamo e Lugano
Ai fini della determinazione del livello di transizione comune per gli aeroporti di Malpensa,
Linate, Bergamo e Lugano si fa riferimento al QNH più basso tra quelli misurati nelle stazioni
aeroportuali.
8.12.4 Portate operative dei LOC sugli aeroporti di Bergamo, Linate e Malpensa
Allo scopo di prevenire la cattura di falsi localizzatori non deve essere autorizzata la
stabilizzazione sul localizzatore a distanza superiore alla portata dello stesso;
Il controllore radar deve segnalare agli aeromobili anche lievi scostamenti rispetto alla rotta
nominale di avvicinamento che dovessero verificarsi nelle ultime 18 NM dal punto di contatto,
fino al trasferimento dell'aeromobile alla TWR.
Si riportano di seguito le portate operative dei LLZ degli aeroporti ai quali Milano ACC fornisce
il Servizio di controllo di Avvicinamento:

LIME: 25 NM;
Rev. 21 agosto 2014
17
18
Milano vACC Briefing

LIML: 25 NM - Limitazione: tra 17 e 25 NM MRA (Minima altitudine di ricezione): 2600
FT;

LIMC RWY 35L: 25 NM;

LIMC RWY 35R: 25 NM.
9. SEPARAZIONE RADAR
Limitatamente allo spazio aereo da GND a FL195 entro la TMA di Milano, nei CTR di Malpensa,
Bergamo e Linate ed entro 50 NM da MMP VOR/DME si applica la minima separazione radar
di 3 NM.
Nella restante area di responsabilità di Milano ACC si applica la minima separazione radar di 5
NM.
NOTA: Quando maggiori si applicano le minime separazioni radar per turbolenza di scia.
La separazione dagli ostacoli all’interno della TMA di Milano è garantita nel rispetto delle
minime di vettoramento indicate nell’Italy Sectorfile (MVA GRID LIMM).
10. MILANO FIC
Milano Informazioni (LIMM_FSS) sulla frequenza 124.925 ha la
responsabilità di fornire il Servizio Informazioni Volo ed il Servizio di
Allarme all’interno dell’area di Milano vACC.
Se Milano Informazioni non è presente le funzioni saranno assolte
dall’appropriato settore ACC. In tal caso l’erogazione del servizio ATC
deve avere la precedenza sul FIS.
Milano FIC assegnerà a tutto il traffico VFR sotto la propria
responsabilità il seguente codice. L’inserimento del codice non
configura l’uso del sistema di sorveglianza ATS nel servizio fornito,
ma consente al controllore di distinguere le tracce in contatto.
Mattina fino alle 14.00
Pomeriggio dalle 14.01
Giorni con data
dispari
4601
4602
Giorni con data
pari
4602
4601
11. MILANO SCCAM
Milano Military (LIMM_M_CTR) sulla frequenza 129.825 Mhz ha la responsabilità di fornire i
servizi ATS ai traffici OAT entro tutta l’aerea di Milano vACC.
I traffici OAT non sono soggetti alla regolamentazione per il Traffico Aereo Generale ma
seguono norme e procedure specificate dallo Special Operations Department disponibili in
vMILAIP.
In assenza di Milano Military, per quanto possibile2, parte delle funzioni saranno assolte
dall’appropriato settore ACC.
2
In relazione alle capacità del controllore ACC di gestire traffici OAT ed usare fraseologia militare.
Rev. 21 agosto 2014
19
Milano vACC Briefing
12. FACILITY RATING ASSIGNMENT
Nominativo
AWY
APP
FIC
LIMM_EN_CTR
LIMM_ES_CTR
LIMM_WN_CTR
LIMM_WS_CTR
LIMM_CE_CTR
LIMM_ANE_APP
LIMM_ANW_APP
LIMM_ASW_APP
LIMM_LAR_APP
LIMM_ADE_APP
LIMM_MAR_APP
LIMM_FSS
Rating Minimo
APC H24
APC H24
ADC 00.00/19.00 UTC3
APC 19.00/00.00 UTC3
SCCAM
LIMM_M_CTR
APC H244
Visto e approvato da:
IVAO ITALIA
Fabrizio Pescara, ATC Operations Coordinator
Luigi Sileno, ATC Operations Assistant Coordinator
Francesco Scuderi, Milano FIR Chief
Davide Montana, Milano FIR Advisor 1
3
4
In vigore seppur non presente nel Facility Rating Assignments System, vedi FRA FIC.
In vigore seppur non presente nel Facility Rating Assignments System, vedi Military ATC.
Rev. 21 agosto 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
1 248 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content