close

Enter

Log in using OpenID

DECRETO n. 310 del 29/05/2014

embedDownload
ASL di Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - [email protected]
Posta certificata: [email protected]
Codice Fiscale e Partita IVA: 03436310175
DECRETO n. 310
del 29/05/2014
Cl. 1.1.02
OGGETTO: Fornitura di un sistema analitico e relativo materiale diagnostico per la
determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione dedicata,
in forma congiunta tra Azienda Sanitaria Locale della Provincia di
Brescia ed Azienda Ospedaliera di Desenzano, per un periodo di anni
tre. Indizione.
Il DIRETTORE GENERALE - Dr. Carmelo Scarcella
nominato con D.G.R. IX/001088 del 23.12.2010
Acquisito il parere di legittimità del
DIRETTORE AMMINISTRATIVO
Dott. Pier Mario Azzoni
_________________________________________________________________
IL DIRETTORE GENERALE
Premesso che con Determinazione n. S/11 del 14.08.2008 si è disposta
l’aggiudicazione della fornitura di materiale per sierologia, sieri di controllo e
strumentazioni in comodato d’uso per i sistemi analitici del Laboratorio di Sanità
Pubblica Aziendale come segue:
x
Lotto n. 1 ditta Sebia Italia srl – Bagno a Ripodi (FI) per € 13.859,96 (IVA
inclusa);
x
Lotto n. 2 ditta Bio Rad Laboratoires srl – Segrate (MI) per € 35.136,00 (IVA
inclusa);
per il periodo 01.03.2008 – 28.02.2011, per un importo complessivo di € 48.985,96
(IVA inclusa);
Premesso altresì che:
in vista della scadenza contrattuale, il Direttore del Laboratorio di Sanità
Pubblica, con nota prot. gen. n. 0023716 del 17.02.2011, ha chiesto il rinnovo
dell’affidamento della fornitura in oggetto per un ulteriore triennio;
con la medesima nota sono stati inviati i nuovi fabbisogni, rideterminati in
ragione dei consumi registrati durante il triennio trascorso ed alla luce del
significativo incremento dei quantitativi dei diagnostici per la determinazione di
“% CDT TIA” in HLPC” (test per analisi alcoologia);
Dato atto che, per quanto sopra, con Deliberazione D.G. n. 247 del 27.04.2011 si è
proceduto al rinnovo dei rapporti contrattuali stipulati con le ditte Sebia Italia srl –
Bagno a Ripodi e Bio Rad Laboratoires srl – Segrate, per il periodo 01.04.2011 31.03.2014, per un importo complessivo di € 87.646,32 (Iva incl.);
Dato atto che a seguito di interlocuzioni tra le Aziende facenti parte del Consorzio
“Aipel” – si è rilevata la comune necessità di indire, in forma consorziata, apposita
procedura per l'affidamento della fornitura in argomento per un periodo di anni tre
con l’Azienda Ospedaliera di Desenzano (BS);
Visto che con nota prot. n. 5179/gs/rt del 25.02.2014 – prot. ASL n. 0031715/14 del
05.03.2014 – l’A.O. di Desenzano ha trasmesso il mandato conferito per
l’espletamento della gara in questione;
Preso atto che quest’Azienda espleterà la procedura di affidamento in aggregazione
con l’Azienda Ospedaliera di Desenzano (BS), in qualità di Azienda capofila;
Dato atto che la presente procedura è conveniente in quanto consente di aggregare
la domanda di più soggetti e, conseguentemente, di ottenere condizioni più
favorevoli da parte dei fornitori e di razionalizzare gli acquisti;
Stabilito che:
il nuovo rapporto contrattuale avrà validità di tre anni, con decorrenza presunta
dall’1.07.2014;
gli oneri che quest’Azienda dovrà sostenere, in relazione alla fornitura di cui
trattasi, ammonteranno a circa € 135.000,00= (IVA esclusa) - € 164.700,00=
(IVA inclusa), importo determinato tenendo conto dei dati di consumo forniti dal
Direttore del Laboratorio di Sanità Pubblica con nota prot. n. 0044368 del
31.03.2014;
l'esatto ammontare della fornitura verrà rideterminato in sede di aggiudicazione,
in ragione delle offerte presentate dalla ditta aggiudicataria;
dopo l’aggiudicazione l’Azienda mandataria provvederà autonomamente alla
gestione operativa dell’appalto;
Atteso che, nelle more di definizione dell’istruttoria della nuova procedura di gara,
con Determinazione dirigenziale n. S/252 del 04.04.2014 si è proceduto a
_________________________________________________________________
formalizzare l’estensione dell’efficacia dei rapporti contrattuali, per il periodo
01.04.2014 - 30.06.2014, nella misura strettamente necessaria per un importo
complessivo pari ad € 12.500,00 (Iva esclusa);
Precisato che l’appalto in oggetto comprende, oltre alla fornitura dei reagenti e
diagnostici per l’effettuazione dei tests di Laboratorio, anche la fornitura della
strumentazione in noleggio, necessaria per l’esecuzione delle determinazioni;
Vista la nota prot. n. 0044368/14 del 31.03.2014 con la quale il Direttore del
Laboratorio di Sanità Pubblica, Dr. Fabrizio Speziani, chiede l’approvvigionamento
della fornitura in questione;
Vista, altresì, la nota prot. n. 0068464/14 del 20.05.2014 a firma del Responsabile
dell’U.O. Biologia Molecolare e Parassitologia, Dr.ssa Chiara Romano, la quale
specifica che, attualmente, la Ditta BIORAD s.r.l. risulta essere l’unica Ditta sul
mercato in grado di determinare la transferrina desialata con metodo HPLC con
caratteristiche in esclusiva rispetto a quelle richieste dal Laboratorio di Sanità
Pubblica;
Preso atto della nota prot ASL n. 0065954/14 del 15.05.2014 con la quale la Ditta
BioRad s.r.l. dichiara che il metodo HPLC è commercializzato esclusivamente da
BioRad Laboratories s.r.l. ed è anche protetto da Brevetto che copre un metodo per
la separazione e la quantificazione del CDT in siero, a conferma di quanto risulta a
conoscenza dell’Azienda;
Rilevato che detta dichiarazione della Ditta Bio Rad s.r.l. attesta e comprova che il
prodotto che presenta gli elementi tecnici infungibili richiesti dal Laboratorio di Sanità
Pubblica è coperto da esclusività commerciale;
Precisato che l'iter procedurale di affidamento della fornitura in oggetto seguirà
quanto disposto dal Codice dei Contratti pubblici (D.Lgs. n. 163/2006) e, pertanto, in
considerazione delle note sopra citate, si ritiene opportuno procedere ad indire
procedura negoziata ai sensi dell’art. 57, comma 2, lett. b) del Codice dei Contratti
pubblici;
Ritenuto di indire la procedura di gara ex art. 57, comma 2, lett. b) del D.Lgs. n.
163/2006, per un importo presunto di € 148.500,00 (IVA esclusa) – ed € 181.170,00
(IVA inclusa), così suddivisi:
x
ASL DI BRESCIA
€ 135.000,00 - IVA esclusa;
x
AO DI DESENZANO
€ 13.500,00 - IVA esclusa;
Precisato, altresì, che la procedura di gara verrà condotta mediante l'ausilio della
Piattaforma Sintel, messa a disposizione delle Aziende del Sistema Regionale da
Regione Lombardia;
Visti gli allegati documenti di gara, parti integranti e sostanziali del presente
provvedimento: Capitolato Speciale, Disciplinare di gara e Specifiche di utilizzo della
piattaforma Sintel (Allegato “A”, composto da n. 66 pagine);
Richiamato:
l’articolo 59 della legge 23.12.2000, n. 388, che promuove aggregazioni di enti
con il compito di elaborare strategie comuni di acquisto attraverso la
standardizzazione degli ordini di acquisto per specie merceologiche;
il decreto legge del 18.09.2001, n. 347, convertito con legge del 16 novembre
2001, n. 405, che ha disposto che le Regioni adottino iniziative necessarie
affinché le Aziende Sanitarie e le Aziende Ospedaliere aderiscano a tale sistema
ad eccezione che per singoli acquisti per i quali sia dimostrata la non
convenienza;
con Deliberazioni D.G. n. 763 del 05.11.2003 e n. 174 del 10.03.2004, si è
approvato l’accordo interaziendale, con alcune Aziende Sanitarie e Ospedaliere
_________________________________________________________________
della Regione Lombardia, disciplinante le forme aggregate di acquisto di beni e
servizi;
Richiamate, altresì:
la D.G.R. Lombardia n. 4334 del 26.10.2012, avente ad oggetto “Determinazioni
in ordine alla gestione del servizio socio sanitario regionale per l’esercizio 2013”
(Regole 2013), nonché la D.G.R. Lombardia n. 1185 del 20.12.2013 avente ad
oggetto “Determinazioni in ordine alla gestione del servizio socio sanitario
regionale per l’esercizio 2014” (Regole 2014), che sottolineano l’obbligo di
procedere a forme di acquisto di beni ed affidamento di servizi mediante
procedure consorziate al fine di avere maggiore forza contrattuale verso i
fornitori;
la Deliberazione D.G. n. 763 del 05.11.2003, ad oggetto “Accordo Interaziendale
per la disciplina delle procedure aggregate di acquisto di beni e servizi”;
Richiamate, altresì, le Linee guida per l’espletamento di gare in forma aggregata
nell’ambito dell’Unione d’Acquisto “AIPEL” adottate con Decreto D.G. n. 170 del
28.03.2013;
Visto il D.Lgs. n. 163/06;
Accertata la conformità del presente provvedimento con il Regolamento Aziendale di
cui al Decreto D.G. n. 287 del 06.06.2013;
Vista la proposta presentata dalla Responsabile dell’U.O. Approvvigionamenti,
Dott.ssa Elena Soardi, che attesta la conformità del presente provvedimento al
disposto dell’art. 13, comma 17, della L. R. 30.12.2009 n. 33, nonché, in qualità di
Responsabile del procedimento, la regolarità tecnica del presente provvedimento;
Vista l’attestazione della Responsabile dell’U.O. Programmazione e Bilancio, Dott.ssa
Lara Corini, in merito alla regolarità contabile;
Acquisito il parere di legittimità del Direttore Amministrativo, Dott. Pier Mario Azzoni;
DECRETA
a)
b)
c)
d)
e)
di indire, in qualità di capofila, procedura negoziata ai sensi dell'art. 57, comma
2,lett. b) del D.Lgs. n. 163 del 12.04.2006, per l’affidamento della fornitura di un
sistema analitico e relativo materiale diagnostico per la determinazione di “%
CDT TIA” IN HPLC con strumentazione dedicata, in forma congiunta tra Azienda
Sanitaria Locale della Provincia di Brescia ed Azienda Ospedaliera di Desenzano,
per un periodo di anni tre;
di approvare, quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, i
documenti di gara Capitolato speciale di gara, Disciplinare di gara e Specifiche di
utilizzo della piattaforma Sintel (Allegato “A”, composto da n. 66 pagine);
di dare atto di assumere il valore delle strumentazioni in noleggio al Laboratorio
di Sanità Pubblica per l’iscrizione nei “Conti d’ordine” per il periodo 01.07.2014 –
30.06.2017;
di dare atto che il valore delle strumentazioni derivante dal presente
provvedimento, qui quantificato in € 50.000,00 (onnicomprensivo) sarà
registrato ai conti “Beni Proprietà di Terzi” cod. 95.1.300 e “Depositanti beni di
Proprietà di Terzi” cod. 95.2.300;
di dare atto che gli oneri presunti derivanti dal presente provvedimento,
quantificati per l’ASL di Brescia in € 135.000,00 (IVA esclusa) - € 164.700,00
(IVA inclusa) - troveranno riferimento nella Contabilità analitica – Bilancio
Sanitario 2014/2015/2016/2017 e saranno registrati come segue:
_________________________________________________________________
-
anno 2014 – per € 27.450,00 (IVA inclusa al 22%), al conto "Materiale
diagnostico c/acquisti" cod. 400.14.10, e gestito con il programma di spesa n.
444/2014;
- anno 2015 – per € 54.900,00 (IVA inclusa al 22%), al conto "Materiale
diagnostico c/acquisti" cod. 400.14.10, e gestito con il programma di spesa n.
444/2015;
- anno 2016 – per € 54.900,00 (IVA inclusa al 22%), al conto "Materiale
diagnostico c/acquisti" cod. 400.14.10, e gestito con il programma di spesa n.
444/2016;
- anno 2017 – per € 27.450,00 (IVA inclusa al 22%), al conto "Materiale
diagnostico c/acquisti" cod. 400.14.10, e gestito con il programma di spesa n.
444/2017;
f) di stabilire che il Direttore del Servizio Laboratorio di Sanità Pubblica, Dr.
Fabrizio Speziani, provvederà al monitoraggio dei costi nel rispetto delle
assegnazioni che Regione Lombardia comunicherà per la redazione del Bilancio
economico di previsione per gli anni 2014/2015/2016/2017;
g) di dare atto che gli oneri derivanti dal presente provvedimento saranno
correttamente rideterminati nel provvedimento di aggiudicazione all’esito delle
procedure di gara;
h) di dare atto che il presente provvedimento è sottoposto al controllo del Collegio
Sindacale, in conformità ai contenuti dell’art. 3-ter del D.Lgs. n. 502/1992 e
ss.mm.ii. e dell’art. 12, comma 12, della L.R. n. 33/2009;
i) di disporre, a cura della U.O. Affari Generali, la pubblicazione all'Albo on-line –
sezione Pubblicità legale - ai sensi dell'art. 18 della L.R. n. 33/2009 e dell'art. 32
della L. n. 69/2009.
Firmato digitalmente dal Direttore Generale
Dr. Carmelo Scarcella
ALLEGATO A
AZIENDA SANITARIA LOCALE DI BRESCIA
PROCEDURA NEGOZIATA, IN FORMA AGGREGATA MEDIANTE PIATTAFORMA
TELEMATICA SINTEL, PER LA FORNITURA DI
UN SISTEMA ANALITICO E RELATIVO MATERIALE DIAGNOSTICO
PER LA DETERMINAZIONE DI “% CDT TIA” IN HPLC,
CON STRUMENTAZIONE DEDICATA PER IL LABORATORIO DI SANITA’ PUBBLICA
PER UN PERIODO DI TRE ANNI.
Stazione appaltante – capofila
x
Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia
Azienda consorziata:
x
Azienda Ospedaliera di Desenzano
CIG _____________.
Sez. I: Disciplinare di gara;
Sez. II: Capitolato speciale di appalto;
Sez. III: Specifiche di utilizzo della Piattaforma Sintel.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
1
ALLEGATO A
SEZIONE I
Disciplinare di gara
PREMESSA
I Direttori Generali dell’Azienda Sanitaria Locale di Brescia e dell’Azienda Ospedaliera di
Desenzano hanno adottato distinti atti al fine di procedere congiuntamente all’affidamento
della fornitura di un sistema analitico e relativo materiale diagnostico per la determinazione di
“% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica.
L’Azienda Ospedaliera di Desenzano ha delegato l’ASL di Brescia quale capofila e
amministrazione aggiudicatrice, affidando alla stessa l’espletamento delle procedure di gara.
Art. 1 - Generalità
Il capitolato speciale viene approvato sotto l’osservanza delle norme del capitolato generale
approvato con deliberazione n.1161 del 17.06.98, ed in applicazione del Regolamento
Aziendale disciplinante le procedure di acquisto di cui alla deliberazione D.G. n. 286 del
06.6.2013, in quanto non in contrasto con le seguenti disposizioni:
x R. D. N. 827/24;
x D.Lgs 12.04.2006 n. 163 (Codice dei contratti pubblici) e ss.mm.ii;
x D.P.R. 05.10/2010 n. 207 (Reg. attuaz. Codice dei contratti pubblici), ed in particolare
art. 296;
x D.Lgs 7 marzo 2005 n. 82 (Codice dell’Amministrazione Digitale);
x Legge Regionale Lombardia n. 14/1997, in particolare art. 3 comma 7, relativo alle
procedure di acquisto esperite attraverso l’utilizzo di sistemi e strumenti telematici e
l’utilizzo di infrastrutture tecnologiche appositamente predisposte;
x Legge Regionale Lombardia n. 33/2007, in particolare art. 1 comma 6, relativo
all’utilizzo della piattaforma SINTEL;
La procedura è svolta ai sensi dell’art. 57, c. 2, lett. b) del D. Lgs. n.163/2006, mediante
l’ausilio di sistemi informatici e l’utilizzo di modalità di comunicazione anche in forma
elettronica, ai sensi dell’art. 77 del Codice dei contratti pubblici.
Fatto salvo quanto diversamente ed espressamente previsto dalla documentazione di gara, i
fornitori partecipano alla presente procedura di gara interamente gestita con i sistemi
telematici ai sensi dell’art. 296 del D.P.R. n. 207/2010, attraverso il Sistema, con le modalità e
nei termini di seguito indicati nell’apposita Sezione III.
In particolare, la stazione appaltante Azienda Sanitaria Locale di Brescia (ASL), utilizza il
Sistema di intermediazione telematica di regione Lombardia denominato “SINTEL”, al quale è
possibile accedere attraverso il punto di presenza sulle reti telematiche all’indirizzo Internet
corrispondente all’URL wwwarca.regione.lombardia.it (di seguito il “Sistema”). Il Sistema è
messo a disposizione da Lombardia Informatica S.p.A. ai sensi della Legge Regionale
Lombardia n. 14/1997, in particolare art. 3 comma 7, nonché della Legge Regionale Lombardia
n. 33/2007, in particolare art. 1 comma 6. La descrizione del Sistema e della piattaforma
informatica su cui si basa è contenuta nel presente Disciplinare nell’apposita Sez. III I fornitori
partecipano alla presente procedura di gara attraverso il Sistema, con le modalità e nei termini
ivi indicati.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
2
ALLEGATO A
Art. 2 – Gara in forma aggregata.
La presente gara verrà svolta in forma aggregata. Conseguentemente le seguenti Aziende:
x Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia (Azienda capofila);
x Azienda Ospedaliera di Desenzano (Azienda mandante);
procedono congiuntamente, in aggregazione d’acquisto, all’affidamento della fornitura in
oggetto.
La gara darà vita a due distinti rapporti contrattuali intercorrenti tra la ditta aggiudicataria e le
Aziende appaltanti partecipanti all’aggregazione.
Tali rapporti, indipendenti gli uni dagli altri, si costituiranno con il provvedimento di
aggiudicazione della gara per l’ASL di Brescia e con provvedimento D.G. di presa d’atto
dell’esito della gara per l‘Azienda Ospedaliera mandante.
Art. 3 - Oggetto ed importo della gara
La gara ha per oggetto la fornitura di un sistema analitico e relativo materiale diagnostico per
la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione dedicata, per i Laboratori di
Sanità Pubblica per l’ASL di Brescia e l’AO di Desenzano, in un unico lotto, secondo le
caratteristiche tecniche indicate nel presente Capitolato, come di seguito meglio specificati.
LOTTO:
Fornitura in service di un sistema analitico e relativo materiale diagnostico per
la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione dedicata
(compreso il comodato “full service” a titolo gratuito delle attrezzature);
ASL BRESCIA
AO DESENZANO
135.000,00
13.500,00
Valore complessivo del lotto
(IVA esclusa)
€ 148.500,0,00
Valore complessivo dell’appalto: € 148.500,00 (IVA esclusa) (3 anni);
Valore dell’opzione di rinnovo: € 99.000,00 (IVA esclusa) (2 anni).
L’aggiudicazione verrà disposta per lotto unico, completo ed indivisibile, secondo il
criterio dell’offerta al prezzo più basso di cui all’art. 82, D. Lgs. 163/2006.
L’offerta dovrà essere formulata indicando l’importo complessivo offerto; in tale prezzo si
considerano interamente compresi tutti i servizi, le prestazioni, le spese e ogni altro onere
espresso e non dal presente Capitolato, inerente comunque la fornitura oggetto di gara.
La ditta dovrà – mediante l’utilizzo dell’apposito allegato “A2”, descrivere tutte le voci
componenti l’offerta economica con il seguente dettaglio:
- per ogni test richiesto, comprensivo di materiale vario di consumo;
- il costo della manutenzione e del noleggio della strumentazione;
- il dettaglio dei materiali vari di consumo componenti ogni singolo test offerto.
In tale prezzo si considerano interamente compresi tutti i servizi, le prestazioni, le spese e
ogni altro onere espresso e non dal presente Capitolato, inerente comunque la fornitura
oggetto di gara.
La presente gara è, fondata sul principio della presupposizione in conseguenza del quale i
volumi indicati sono puramente indicativi, essendo gli stessi non esattamente prevedibili in
quanto subordinati a fattori variabili e ad altre cause e circostanze legate alla particolare
natura dell’attività sanitaria, nonché ad eventuali manovre di contenimento della spesa
sanitaria disposte dallo Stato o dalla Regione Lombardia.
I dati sopra indicati non costituiscono, perciò impegno o promessa dell’Azienda la quale non
garantisce lo stesso ammontare di attività/volumi per gli anni di vigenza del contratto.
Pertanto, la ditta aggiudicataria sarà tenuta a fornire, alle condizioni economiche risultanti in
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
3
ALLEGATO A
sede di gara, solo ed esclusivamente le quantità di prodotti che verranno effettivamente
ordinati, senza poter avanzare alcuna eccezione o reclamo qualora le quantità ordinate, al
termine della fornitura, risultassero diverse da quelle indicate nel presente Capitolato. La
fornitura dovrà, quindi essere regolarmente eseguita sia per quantitativi minori che per
quantitativi maggiori. La ditta aggiudicataria nel caso di aumento dovrà attivarsi nel modo da
poter fronteggiare il maggior impegno, nel caso di diminuzione del fabbisogno, non potrà
richiedere alcun risarcimento o indennità, né la variazione del prezzo contrattuale.
Il prezzo offerto è da ritenersi immutabile per tutta la durata del contratto, fatto salvo quanto
previsto dall’art. 115 del D. Lgs n. 163/2006.
La ditta concorrente dovrà apporre la propria offerta in formato elettronico attraverso la
piattaforma Sintel – mediante l’utilizzo dei modelli A1 e A2 da inserire nel campo “dettaglio
prezzi unitari offerti”– indicando:
- SUL MODELLO A1:
x Valore complessivo offerto (inferiore alla base d’asta non superabile) con
riferimento all’importo triennale stimato per la fornitura di beni di consumo e noleggio
delle attrezzature;
- SUL MODELLO A2:
x il costo di ogni singolo test e il dettaglio delle voci componenti il valore del canone di
noleggio: valore della strumentazione, canone dell’assistenza;
Nel dettaglio, la ditta dovrà declinare le seguenti informazioni: nome commerciale del prodotto
offerto, codice prodotto, codice CND, codice CIVAB, numero dei test per confezione, numero
confezioni offerte, prezzo per confezione definitivo e scontato IVA esclusa, totale per prodotto
IVA esclusa, elenco del materiale di consumo necessario per la corretta esecuzione dei test
previsti, totale triennale dei prodotti IVA esclusa, canone triennale del noleggio della
strumentazione, quota triennale assistenza tecnica (manutenzione full risk) IVA esclusa, totale
generale lotto (Iva esclusa), modello e numero strumenti offerti, valore commerciale degli
strumenti.
La valutazione economica comparativa verrà effettuata mediante il raffronto del valore totale
del singolo lotto: valore offerto della fornitura dei beni di consumo e noleggio della
strumentazione.
A seguito di preventiva verifica dei Servizi di Prevenzione e Protezione delle ASL partecipanti
alla procedura in oggetto e alla valutazione dei rischi riscontrati per interferenze ai sensi del
Testo Unico sicurezza sul lavoro d.lgs. n. 81/08, gli oneri di sicurezza sono pari a:
per l’ASL di Brescia
€ 0,00;
per l’AO di Desenzano
€ 0,00;
Art. 4 - Informazioni, documenti da allegare all’offerta e formalità per partecipare
alla gara
L’impresa che intende partecipare alla gara dovrà sottomettere la propria offerta,
esclusivamente tramite piattaforma Sintel, entro e non oltre il termine perentorio delle ore
12,00 del giorno ________.
In sede di gara, non si farà luogo a gara di miglioria verbale, né sarà consentita la
presentazione di altra offerta, fatto salvo quanto previsto dall’Art. 6 della presente sezione, in
tema di offerte uguali.
Documentazione amministrativa
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
4
ALLEGATO A
Nella compilazione dell’offerta è richiesta, a pena di esclusione, la sottomissione della
seguente documentazione in ottemperanza a quanto previsto dal D. Lgs. n. 163/2006.
Tale documentazione, compilata e firmata digitalmente, dovrà essere allegata nel campo
“documentazione amministrativa”:
x
(ALLEGATO MODELLO B): Modello di autocertificazione, firmato digitalmente:
tale modello riguardante tutte le informazioni che devono essere fornite ai sensi degli artt. n.
38, 39, 41 e 42 del D. Lgs n. 163/2006, viene consegnato da questa Azienda Sanitaria Locale
e dovrà essere restituito dalla ditta, debitamente compilato in ogni sua parte e firmato
digitalmente. Le parti che non si compilano, perché non di pertinenza, devono essere barrate
all’attodellacompilazione.
La mancata o l’incompleta compilazione del Modello di Autocertificazione allegato alla
Piattaforma comporterà per la ditta l’esclusione dalla gara. Peraltro, ai sensi di quanto stabilito
dall’art. 46 del D. Lgs 163/2006, le imprese concorrenti possono essere invitate
dall’Amministrazione a completare l’offerta fornendo i chiarimenti in ordine al contenuto dei
certificati, documenti e dichiarazioni presentati. In questo caso la ditta dovrà far pervenire
quanto richiesto all’indirizzo di posta elettronica indicato ed entro la data che verrà stabilita,
pena l’esclusione dalla gara. Si procederà alla revoca dell’aggiudicazione qualora i controlli
amministrativi dovessero evidenziare criticità non sanabili; come da normativa vigente
l’autocertificazione deve essere corredata da copia elettronica del documento di identità in
corso di validità.
Si precisa che in questa fase non è necessario allegare alcuna documentazione e/o
certificazione a riprova di quanto dichiarato nel modello di autocertificazione.
Ogni parte del modello di autocertificazione dovrà essere compilata a cura dell’impresa
partecipante e firmata digitalmente dal titolare della ditta o dal suo legale rappresentante.
Nel caso di partecipazione di Raggruppamento Temporaneo di Impresa, il mandatario, pena
l’esclusione dalla gara, dovrà inserire nel sistema:
- modello di autocertificazione del mandatario, firmato digitalmente;
- una scansione del modello di autocertificazione compilato e firmato digitalmente dal legale
rappresentante di ogni impresa mandante;
- una scansione firmata digitalmente del mandato conferito dalle imprese facenti parte del
gruppo, sottoscritto da tutti i componenti dell’RTI (in caso di RTI già costituita).
x (ALLEGATO MODELLO B5): “Dichiarazione sostitutiva del Certificato di iscrizione
Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura”;
x (ALLEGATO MODELLO C): dati per richiesta Durc;
x (ALLEGATO MODELLO D): dati impresa partecipante;
x (ALLEGATO MODELLO E): cessati dalla carica;
x (ALLEGATO h) Copia della garanzia provvisoria (di cui all’art. 75, comma 1, D.Lgs
163/2006) ovvero deposito cauzionale provvisorio (scansionata) firmata digitalmente.
L’originale invece dovrà essere spedito per posta a: Asl di Brescia, U.O. Approvvigionamenti –
viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia; Oggetto: cauzione provvisoria per la fornitura di
un sistema analitico e relativo materiale diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA”
IN HPLC con strumentazione dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica, e pervenire entro il
termine di scadenza per la presentazione offerte.
La garanzia è pari al 2% dell’importo complessivo presunto (IVA esclusa).
La cauzione, da presentare tassativamente, pena l’esclusione dalla gara, può essere costituita,
a scelta dell’offerente mediante fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
5
ALLEGATO A
intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’articolo 107 del D. Lgs. n.358/1993,
che svolgono invia esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal
Ministero dell’Economia e delle Finanze.
Per quanto non espressamente stabilito nel presente articolo si rimanda all’art. 11 del
Capitolato speciale di gara (Sez. III).
L’importo della garanzia, è ridotto del 50% per gli operatori economici ai quali venga
rilasciata, da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000
e della serie UNI CEI ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualità conforme alle
norme europee della serie UNI EN ISO 9000, ovvero la dichiarazione della presenza di
elementi significativi e tra loro correlati di tale sistema. Per fruire di tale beneficio, l’operatore
economico segnala, in sede di offerta, il possesso del requisito e lo documenta nei modi
prescritti dalla normativa vigente.
x (ALLEGATO i) Copia, firmata digitalmente, della ricevuta di avvenuto
pagamento del CIG a favore dell’Autorità di Vigilanza sui contratti Pubblici di Lavori, Servizi e
Forniture, ove previsto. L’attestazione deve avvenire mediante l’invio obbligatorio, di copia
della ricevuta in formato elettronico e sottoscritta con firma digitale dal titolare della ditta o dal
suo legale rappresentante, oppure dalla scansione dello scontrino rilasciato dal punto vendita,
corredato da dichiarazione di autenticità, firmata digitalmente, in caso di pagamento nei punti
vendita autorizzati.
Per i soli operatori economici stranieri trasmissione della scansione del bonifico bancario
internazionale che attesta l’avvenuto pagamento a favore dell’Autorità di Vigilanza. Le
istruzioni operative relative al pagamento della suddetta contribuzione sono comunque
pubblicate e consultabili al seguente indirizzo internet:
www.avcp.it/portal/public/classic/home/riscossione.
L’Azienda Sanitaria, verificherà l’avvenuto pagamento, l’esattezza dell’importo e la
corrispondenza del CIG riportato sulla ricevuta del versamento con quello assegnato alla
procedura in corso.
x (ALLEGATO l): Idonee dichiarazioni di istituti bancari o intermediari autorizzati ai
sensi della Legge 1 settembre 1993 n. 385 (almeno due) rilasciate entro 16 mesi antecedenti
al termine fissato per la presentazione delle offerta, da cui risulti che l’offerente ha sempre
fatto fronte ai propri impegni con regolarità e puntualità, ai sensi dell’art. 41, comma 1, lett.
a) del D.Lgs. 163/2006. Tali dichiarazioni devono evidenziare non solo l’intrattenimento di
rapporti finanziari con l’istituto bancario certificante, ma, anche e soprattutto, la solidità
economica della società concorrente e la correttezza nei rapporti contrattuali intrattenuti con
l’istituto bancario. Qualora la Ditta disponga di una sola dichiarazione bancaria dovrà
presentare qualsiasi altro documento considerato idoneo al fine di provare la propria capacità
economica e finanziaria. Tale documentazione sarà oggetto di valutazione da parte
dell’Azienda;
Per concludere la fase di sottomissione dell’offerta amministrativa, i concorrenti dovranno
rendere le seguenti dichiarazioni, che verranno prodotte automaticamente da Sintel e
saranno firmate digitalmente tramite la sottoscrizione del file in formato .pdf riepilogativo dei
dati dell’offerta.
Dichiarazione di presa visione e piena accettazione di termini e condizioni illustrate nel
Disciplinare, Capitolato, nei relativi allegati, nonché delle norme e delle condizioni ASL.
Dichiarazione di presa visione e piena accettazione di termini e condizioni illustrate nel
Codice Etico aziendale (ASL Brescia, AO Desenzano), nel Codice Comportamentale dell’Asl di
Brescia, nonchè nel Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali (approvato con
DGR n. 1299 del 30 gennaio 2014) (ALLEGATO MODELLO F).
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
6
ALLEGATO A
Impegno a rispettare gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari (ALLEGATO MODELLO
G)
x
Il concorrente si impegna all’assunzione di tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi
finanziari di cui all’art. 3 della legge 13 Agosto 2010, n.136 e successive modifiche.
La legge 136/2010, entrata in vigore il 7 settembre 2010, prescrive all’art.3 alcuni
obblighi in materia di tracciabilità dei flussi finanziari relativi a lavori, servizi e forniture
pubbliche, per prevenire eventuali infiltrazioni criminali. In particolare, la norma
dispone l’obbligo di appoggiare tutti i pagamenti legati ad appalti pubblici su conti
correnti dedicati accesi presso banche o presso la società Poste Italiane S.p.A.
Pertanto, la ditta affidataria dell'appalto è tenuta a fornire alla Stazione Appaltante –
entro 7 giorni dal ricevimento della comunicazione di aggiudicazione – gli estremi
identificativi del conto corrente fornito come conto corrente dedicato e ad inviare le
generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare sullo stesso.
A seguito di quanto sopra, si fa presente che sino all’acquisizione di quanto richiesto,
questa Azienda non potrà procedere al pagamento di forniture pubbliche. Si precisa
inoltre che, qualora la Ditta aggiudicataria intendesse avvalersi della cessione di credito
o di procura all’incasso, anche il cessionario e/o il procuratore dovranno fornire i dati
sopra specificati.
Documentazione tecnica
Attraverso gli appositi campi messi a disposizione in Sintel (2° step del percorso guidato “Invia
offerta”), il concorrente dovrà allegare i seguenti documenti, firmati digitalmente.
La Stazione Appaltante procederà ad esprimere un giudizio di idoneità delle apparecchiature
e dei materiali offerti, sulla base delle schede tecniche caricate sulla Piattaforma e annesse
all’offerta.
•
(ALLEGATO n): Certificazioni di qualità dei prodotti;
•
(ALLEGATO o): Scheda tecnica di tutti i prodotti offerti e delle strumentazioni, da
inviare in un'unica cartella zip, corredate da eventuali depliant illustrativi, redatte in lingua
italiana, e contenenti tutte le informazioni utili alla valutazione comparativa, oltre al nome
commerciale, indicazione quali- quantitativa, modalità di conservazione ecc, debitamente
sottoscritte al pari dell’offerta con le pagine numerate. Le schede dovranno riportare ogni
notizia utile per accertare la corrispondenza tecnica dei prodotti offerti con quanto richiesto nel
capitolato di gara. Dovranno essere indicati, per ogni prodotto offerto, il CND e il Repertorio o
la motivazione della loro eventuale mancanza.
Per concludere la fase di sottomissione dell’offerta, i concorrenti dovranno rendere le seguenti
dichiarazioni, che verranno prodotte automaticamente da Sintel e saranno firmate digitalmente
tramite la sottoscrizione del file in formato .pdf riepilogativo dei dati dell’offerta:
x Dichiarazione di accettazione invio comunicazioni fax/e-mail.
x Dichiarazione che attesti che tutti i prodotti offerti sono muniti di “schede di sicurezza”.
Ciascuna Azienda aggiudicataria provvederà a redigere il Duvri solo con la ditta
aggiudicataria.
Documentazione economica.
Nel campo “documentazione economica”, il concorrente dovrà allegare nel campo prezzi
unitari offerti:
x (ALLEGATO MODELLO A1): Modello Offerta economica, firmato digitalmente. Tale
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
7
ALLEGATO A
modello dovrà contenere, oltre all’offerta economica:
¾ la ragione sociale, la sede, il numero di codice fiscale e di partita IVA della ditta
offerente;
¾
nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio del/dei legale/i rappresentante/i o
del procuratore autorizzato;
¾
la dichiarazione di disponibilità a mantenere valida l’offerta, al fine dell’espletamento
delle procedure di gara, per 180 giorni dalla data di scadenza del termine fissato per la
presentazione della stessa;
¾
la sede dell’Ufficio delle Imposte Dirette territorialmente competente.
In caso di raggruppamenti temporanei d’imprese la dichiarazione d'offerta dovrà contenere
l'indicazione delle parti della fornitura che saranno eseguite dalle singole imprese nonché
l'impegno che, in caso di aggiudicazione, le imprese raggruppate si conformeranno alla
disciplina contenuta nell'art. 37 del decreto Legislativo n.163/2006 e s.m.i.
x (ALLEGATO MODELLO A2): Modello firmato digitalmente dell’offerta dettaglio prezzi.
Comporterà dichiarazione di nullità dell’offerta la mancata osservanza delle modalità richieste
dall’Azienda per la compilazione e la presentazione dell’offerta e della documentazione. Le
informazioni complementari, sempre che siano state chieste in tempo utile, verranno fornite
entro il termine di cui sotto.
L'offerta economica è redatta utilizzando i modelli “A1 – A2” come da allegati; l’offerta
dovrà essere formulata in euro (iva esclusa).
IMPORTANTE:
Tutta la documentazione richiesta dovrà essere:
-
sottoscritta tramite firma digitale dal legale rappresentante, dal procuratore autorizzato
o comunque da altra persona legittimamente autorizzata ad impegnare l’impresa
stessa, in caso di singola impresa, dal legale rappresentante o dal procuratore
autorizzato di tutte le imprese partecipanti in caso di RTI/ATI/Consorzi;
-
sottomessa esclusivamente tramite piattaforma digitale SINTEL.
Pertanto, al termine della predisposizione e della sottoscrizione con firma digitale di tutta la
documentazione, l’offerta dovrà essere inviata attraverso Sintel.
Il semplice caricamento (upload) della documentazione di offerta su Sintel non comporta
l’invio dell’offerta alla Stazione Appaltante. L’invio dell’offerta avverrà soltanto mediante
l’apposita procedura da effettuarsi al termine e successivamente alla procedura di redazione,
sottoscrizione e caricamento su Sintel della documentazione che compone l’offerta. Il
Concorrente è tenuto a verificare di avere completato tutti i passaggi richiesti da Sintel per
procedere all’invio dell’offerta. Sintel darà comunicazione al fornitore del corretto invio
dell’offerta. Sintel consente di salvare la documentazione di offerta redatta dal Concorrente,
interrompere la redazione dell’offerta e riprenderla in un momento successivo. Il Manuale
d’uso per il Fornitore e le istruzioni presenti sulla piattaforma forniscono le indicazioni
necessarie per la corretta redazione e la tempestiva presentazione dell’offerta. Per qualsiasi
informazione ed assistenza tecnica sull’utilizzo di Sintel è possibile contattare Lombardia
Informatica S.p.A al numero verde 800.116.738.
Ai sensi di quanto stabilito dall’art. 46 del D. Lgs 163/2006 le imprese concorrenti
possono essere invitate dall’Amministrazione a completare od a fornire i chiarimenti.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
8
ALLEGATO A
Nel caso di raggruppamento di imprese, dovranno essere presentati:
1)
in forma congiunta e firmati digitalmente:
: offerta economica (modello A1)
: offerta economica (modello A2)
: garanzia provvisoria
: ricevuta del pagamento CIG
: documentazione tecnica;
2)
singolarmente da ciascuna ditta del raggruppamento, firmati digitalmente:
- la restante documentazione.
In caso di ATI la cauzione provvisoria dovrà essere prodotta dall'impresa capogruppo.
Non saranno considerate valide, e saranno perciò escluse dalla gara le offerte:
x Incomplete, o espresse in modo difforme rispetto a quanto prescritto dal presente
capitolato, o espresse in modo condizionato o comunque mancanti anche di uno solo
dei documenti o dichiarazioni richieste;
x Pervenute oltre il tempo utile;
x contenenti correzioni che non siano state dal concorrente espressamente confermate e
sottoscritte;
x espresse con riferimento ad altra offerta, anche se modificative o aggiuntive;
x qualora si verifichi una delle condizioni di esclusione previste.
Saranno ritenute altresì nulle le offerte condizionate, contenenti riserve o espresse in modo
indeterminato, così che non sia possibile desumere con certezza la volontà dell’offerente.
Termini
L’offerta e la documentazione che la compone dovranno essere inviate e fatte pervenire
all’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia attraverso la piattaforma Sintel entro il
termine perentorio delle ore 12:00 del giorno __________ pena la nullità dell’offerta e
comunque la non ammissione alla procedura.
L'aggiudicazione sarà immediatamente vincolante per la ditta, mentre lo diverrà per l'ASL
consociate quando sarà intervenuta la superiore approvazione dell'atto.
Presentazione dei chiarimenti
Eventuali richieste di informazioni complementari e/o di chiarimenti sull’oggetto e sugli atti
della procedura e ogni richiesta di notizia utile per la partecipazione alla procedura o sullo
svolgimento di essa devono essere presentate in lingua italiana e trasmesse all’ Azienda
Sanitaria Locale della Provincia di Brescia per mezzo della funzione “Comunicazioni della
procedura” presente sulla piattaforma Sintel entro il perentorio termine delle ore 12:00 del
giorno __________.
Termine entro il quale la Stazione Appaltante fornirà i chiarimenti: ___________.
Le risposte ai chiarimenti saranno nell’apposita area, ”Comunicazioni della procedura”,
presente sul Sistema www.arca.regione.lombardia.it – Sintel all’interno della presente
procedura.
Art. 5 Criteri di aggiudicazione
L’aggiudicazione avverrà per lotto unico, completo ed indivisibile e seguirà il criterio dell’offerta
al prezzo più basso ai sensi dell’art. 82 del D. Lgs n. 163/2006.
Non verranno presi in considerazione, e verranno dunque esclusi dalla procedura, prodotti che
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
9
ALLEGATO A
non rispettino i minimi qualitativi di cui al presente capitolato.
In particolare, la Stazione Appaltante procederà all’apertura dell’offerta economica solo dopo
aver verificato che i prodotti rispondono ai requisiti qualitativi minimi indicati ed aver espresso
un giudizio di valutazione tecnica.
Assistenza tecnica:
Sulle apparecchiature fornite dalla ditta aggiudicataria deve essere garantita l’assistenza
tecnica full-risk. Deve inoltre essere garantita la manutenzione ordinaria, indicandone il
numero di interventi all’anno.
Training e supporto scientifico:
Sarà a carico dell’azienda fornitrice l’addestramento per gli operatori del laboratorio. Indicare
le modalità del training formativo e dell’attività di supporto tecnico-scientifico. Verranno
valutate dalla Commissione tutte le attività scientifiche di supporto che l’azienda fornitrice sarà
in grado di proporre.
Non verranno accettate offerte alternative.
L’Azienda si riserva di non aggiudicare l’intera fornitura, o parte di essa, qualora le offerte
presentate in sede di gara non siano compatibili con le disponibilità di bilancio.
L’Azienda non procederà all’affidamento della fornitura qualora sussistano opposti fondati
motivi di pubblico interesse.
In relazione alle norme del regolamento generale dello Stato, il concorrente che avrà
presentato la migliore offerta resta vincolato, anche in pendenza dell’accettazione dell’offerta
stessa da parte dell’Azienda.
Il provvedimento di aggiudicazione ha effetto giuridico immediato nei confronti della ditta
aggiudicataria.
Ai sensi di legge, il contratto non è tacitamente rinnovabile e pertanto si intende disdetto alla
naturale scadenza, salvo quanto previsto dall’art. 3 - Sezione II - del capitolato.
Le Aziende appaltanti si riservano il diritto di non procedere all’aggiudicazione nel caso in cui
l’offerta presentata non venga ritenuta idonea.
E’ altresì facoltà delle Aziende appaltanti di interrompere o annullare in qualsiasi momento la
procedura di gara, senza che i concorrenti possano vantare diritti o attese di sorta.
Tutti gli elementi di giudizio qualitativo forniti dalla ditta aggiudicataria costituiscono formale
impegno e sono quindi integralmente recepiti nel contratto.
Art. 6 Modalità di espletamento della gara.
L’apertura, l’esame e la valutazione dell’offerta pervenuta sono demandate ad un’apposita
Commissione nominata dall’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia che opererà
attraverso la piattaforma Sintel, a garanzia della segretezza e dell’inalterabilità della
documentazione inviata dai Concorrenti, nonché del tracciamento e della registrazione delle
operazioni di gara.
La gara si svolgerà secondo le seguenti modalità:
1a fase: Controllo sul possesso dei requisiti (in seduta pubblica).
Nella data che sarà preventivamente comunicata, presso gli uffici dell’Azienda, il Seggio di
gara procederà, in seduta aperta, operando attraverso il sistema informatico Sintel, allo
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
10
ALLEGATO A
svolgimento di tutte le attività, al fine di procedere all’ammissione preliminare della ditta alla
gara:
- verifica elenco Ditte partecipanti alla gara;
- verifica della Firma Digitale;
- verifica domanda di partecipazione e requisiti, al fine di accertare la presenza della
documentazione amministrativa richiesta nella gara.
2a fase: giudizio di idoneità tecnica(in seduta segreta).
Dopo la verifica della documentazione amministrativa e prima di procedere all’apertura delle
offerte economiche, la Stazione Appaltante procederà ad esprimere un giudizio di idoneità
delle apparecchiature e dei materiali offerti, sulla base delle schede tecniche caricate sulla
Piattaforma e annesse all’offerta.
3a fase: apertura offerta economica (in seduta pubblica).
L’Azienda comunicherà alla ditta, con mezzo idoneo e con preavviso, l’ora ed il giorno in cui
verranno aperte le buste elettroniche relative alle offerte economiche.
Nell’ora e giorno stabiliti, si procederà, in seduta aperta, all’apertura delle buste chiuse
elettronicamente, contenenti le offerte economiche:
- il Sistema procede alla “Valutazione delle componenti economiche presenti in ogni offerta”;
- in automatico procede all’assegnazione del punteggio ed alla formazione della graduatoria
dei concorrenti;
- segnala il superamento della base d’asta;
- segnala l’offerta Anomala.
Si precisa che le persone che interverranno alla gara, se non titolari o legali rappresentanti del
concorrente offerente, potranno presenziare solo se munite di documento idoneo a
comprovare la loro legittimazione ad agire in nome e per conto del concorrente.
4° fase: Aggiudicazione.
Il Presidente di Commissione procederà quindi alla proclamazione provvisoria della ditta
aggiudicataria.
L’aggiudicazione provvisoria sarà comunicata al fornitore tramite il Sistema.
Delle suddette operazioni verrà data evidenza a sistema. Per ciascuna operazione effettuata a
Sistema, nonché per ciascuna attività verrà redatto apposito verbale.
La Commissione ha la facoltà di richiedere la regolarizzazione della documentazione e la
presentazione di informazioni e chiarimenti, assegnando al Concorrente un termine perentorio.
Nel caso in cui i documenti predetti non siano forniti, ovvero dal loro contenuto non si evinca
la dimostrazione dei requisiti previsti dal bando di gara e dal capitolato d’appalto, l’ASL
provvederà ad annullare l’aggiudicazione.
La stipula del contratto sarà subordinata al positivo accertamento in ordine all’insussistenza a
carico dell’aggiudicatario dei relativi impedimenti. Il raggruppamento temporaneo di impresa
dovrà presentare i documenti predetti con riferimento a ciascuna impresa partecipante allo
stesso.
Si precisa che l’aggiudicazione è immediatamente vincolante per la ditta, mentre per le
Aziende appaltanti lo diverrà solamente dopo l’adozione del relativo provvedimento
deliberativo. Qualora non dovesse essere adottato il provvedimento di aggiudicazione del
servizio, la ditta aggiudicataria non avrà nulla a pretendere salva la restituzione del deposito
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
11
ALLEGATO A
cauzionale, qualora fosse stato prestato.
Le Aziende appaltanti richiederanno alla ditta aggiudicataria la produzione di idonea
documentazione a comprova del possesso dei requisiti relativi a quanto dichiarato. Pena la
decadenza dell’aggiudicazione, la ditta dovrà provvedervi entro 10 giorni dalla data di
ricezione della specifica richiesta in tal senso.
Ove risulti aggiudicatario un raggruppamento temporaneo d’imprese, questo dovrà presentare
la documentazione sopraindicata con riferimento a ciascuna impresa riunita.
Lo stesso raggruppamento dovrà presentare il mandato collettivo speciale con rappresentanza
previsto dall’art. 37 c. 8 del citato Decreto Legislativo n. 163/2006 e successive modificazioni
ed integrazioni. Nel medesimo termine di 10 giorni, l’affidatario dovrà inoltre presentare i
documenti occorrenti per la verifica “antimafia” ai sensi del Decreto Legislativo n. 490/94 e del
D.P.R. 252/98 e successive modificazioni ed integrazioni nonché la certificazione di regolarità
contributiva di cui all’art. 2 del Decreto Legge 25 settembre 2002 n. 210, convertito dalla
legge 22 novembre 2002 n. 266 e di cui all’art. 3 c. 8 del Decreto Legislativo 14 agosto 1996
n. 494 e s.m.i..
Nel caso in cui i documenti predetti non siano forniti, ovvero dal loro contenuto non si evinca
la dimostrazione dei requisiti previsti dal bando di gara e dal capitolato d’appalto, le ASL
provvederanno ad annullare l’aggiudicazione ed a dichiarare aggiudicatario il secondo
classificato, previa la verifica dei documenti richiesti ai precedenti articoli.
Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e successive modificazioni ed
integrazioni, i dati di cui le ASL verranno in possesso saranno trattati nel rispetto di quanto
disposto dalla citata legge ed esclusivamente in ordine al procedimento instaurato per
l’affidamento della fornitura oggetto del presente appalto.
Art. 7 Termini e modalità di versamento della contribuzione (CIG)
In ossequio a quanto previsto dalla Deliberazione Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici
di lavori, servizi e forniture in materia di “Attuazione dell’art. 1, commi 65 e 67, della legge 23
dicembre 2005, n. 266 per l’anno 2007, i concorrenti che intendono partecipare alla presente
procedura di gara per l'aggiudicazione della “Fornitura di un sistema analitico e relativo
materiale diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione
dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica”, sono tenuti alla registrazione/ pagamento della
contribuzione quale condizione di ammissibilità alla procedura di selezione del concorrente.
Con riferimento al codice identificativo della gara, il pagamento della contribuzione deve
avvenire con la seguente modalità:
mediante versamento on line collegandosi al portale web “Sistema di riscossione” all’indirizzo
http://riscossione.avcp.it seguendo le istruzioni disponibili sul portale.
Il n. CIG che identifica la procedura è: CIG: __________.
Art. 8 Raggruppamento temporaneo di impresa
Nel caso di raggruppamento temporaneo d’impresa l’offerta congiunta deve essere sottoscritta
da tutte le imprese raggruppate e deve specificare le parti della fornitura che saranno eseguite
dalla singole imprese e contenere l’impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, le stesse
imprese si conformeranno alla disciplina prevista dall’art. 37 del D. Lgs n. 163/2006.
L’offerta congiunta comporta la responsabilità solidale nei confronti dell’amministrazione di
tutte le imprese raggruppate. Per gli assuntori di prestazioni secondarie, la responsabilità è
limitata all'esecuzione delle prestazioni di rispettiva competenza, ferma restando la
responsabilità solidale del mandatario.
E' fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo
o consorzio ordinario, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia
partecipato alla gara medesima in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
12
ALLEGATO A
E' consentita la presentazione dell'offerta da parte dei soggetti di cui all'art. 34, comma 1,
lettere d) ed e) del D. Lgs n. 163/2006 anche se non ancora costituiti. In tal caso l'offerta
deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno il RTI o il consorzio
ordinario e contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione, gli stessi operatori conferiranno
mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, da indicare in sede di offerta e
qualificato come mandatario.
E' vietata qualsiasi modificazione alla composizione dei RTI o dei consorzi ordinari rispetto a
quella risultante dall'impegno presentato in sede di gara.
Per tutto quanto non espressamente indicato nel presente articolo si rimanda al testo integrale
dell’art. 37 del D. Lgs n. 163/2006.
E’ vietata l’associazione in partecipazione. Salvo quanto disposto ai commi 18 e 19 dell’art. 37,
è vietata qualsiasi modificazione alla composizione in raggruppamenti temporanei e dei
consorzi ordinari di concorrenti rispetto a quello risultante dall’impegno presentato in sede di
offerta.
Verranno altresì esclusi dalla gara i concorrenti per i quali venga accertato che le relative
offerte siano imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi.
Per quanto riguarda l’istituto del subappalto nell’ambito della partecipazione alla presente
procedura di gara, si fa rinvio a quanto prevede l’art. 118 del Decreto Legislativo n. 163/2006.
Ove risulti aggiudicatario un raggruppamento temporaneo d’imprese, questo dovrà presentare
la documentazione sopraindicata con riferimento a ciascuna impresa riunita.
Lo stesso raggruppamento dovrà presentare il mandato collettivo speciale con rappresentanza
previsto dall’art. 37 c.8 del citato D. Lgs n. 163/2006 e successive modificazioni ed
integrazioni. Nel medesimo termine di 10 giorni, l’affidatario dovrà inoltre presentare i
documenti occorrenti per la verifica “antimafia” ai sensi del D. Lgs n. 490/94 e del D.P.R.
252/98 e successive modificazioni ed integrazioni nonché la certificazione di regolarità
contributiva di cui all’art. 2 del D. Legge 25/09/2002 n. 210, convertito dalla legge
22/11/2002 n. 266 e di cui all’art. 3 c.8 del D. Lgs 14/08/96 n. 494 e s.m.i. Al concorrente
aggiudicatario è altresì richiesta la documentazione probatoria (capacità economico-finanziaria
e capacità tecnico-professionale) a conferma di quanto dichiarato in sede di gara.
La stipula del contratto sarà quindi subordinata al positivo accertamento in ordine
all’insussistenza a carico dell’aggiudicatario dei relativi impedimenti. Il raggruppamento dovrà
presentare i documenti predetti con riferimento a ciascuna impresa partecipante allo stesso.
Nel caso in cui i documenti predetti non siano forniti, ovvero dal loro contenuto non si evinca
la dimostrazione dei requisiti previsti dal bando di gara e dal capitolato d’appalto, l’ASL
provvederà ad annullare l’aggiudicazione ed a dichiarare aggiudicatario il secondo classificato,
previa la verifica dei documenti richiesti ai precedenti articoli.
In caso di raggruppamento temporaneo di imprese emette fattura a carico delle ASL, come per
legge la capofila.
Ai sensi del Decreto Legislativo 30/06/2003 n. 196 e ss mm ii, i dati di cui l’ASL verrà in
possesso saranno trattati nel rispetto di quanto disposto dalla citata legge ed esclusivamente
in ordine al procedimento instaurato per l’affidamento in oggetto.
Art. 9 Cause di esclusione
E’ considerata legittima causa di esclusione dalla presente procedura, il verificarsi di una delle
seguenti ipotesi:
1) incertezza assoluta sul contenuto dell’offerta ed offerta carente di altri elementi essenziali;
2) incertezza assoluta sulla provenienza e offerta non sottoscritta;
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
13
ALLEGATO A
3) file contenente l'offerta o la domanda di partecipazione non integro ovvero altre irregolarità
relative al file, tali da far ritenere, secondo le circostanze concrete, che sia stato violato il
principio di segretezza delle offerte;
4) violazione dei termini per la presentazione dell’offerta;
5) partecipazione contemporanea alla medesima gara di consorzi stabili e dei consorziati per i
quali il consorzio ha dichiarato di concorrere; partecipazione contemporanea alla medesima
gara di consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro e/o consorzi tra imprese
artigiane e dei consorziati per i quali il consorzio ha dichiarato di concorrere (ai sensi all’art.
36, comma 5, i consorzi stabili sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati
il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto “divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma,
alla medesima gara”. In caso di violazione di tale divieto, saranno esclusi dalla gara sia il
consorzio sia il consorziato. È, inoltre, vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile.
Del pari, ai sensi dell’art. 37, comma 7, del Codice è fatto divieto ai concorrenti di partecipare
alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero
di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara
medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti.)
6) soggetti che versano in una delle situazioni di esclusione previste dall'art. 38 del D.Lgs. n.
163/2006;
7) concorrenti per i quali la stazione appaltante accerta che le relative offerte sono imputabili
ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi;
8) violazione delle norme sull’avvalimento;
9) violazione sul subappalto (l’obbligo di indicare in sede di offerta la quota della prestazione
che il candidato intende subappaltare è una condizione necessaria per l’autorizzazione da parte
della stazione appaltante, nella successiva fase dell’esecuzione del contratto, ad affidare una
quota della prestazione ad un subappaltatore, con il quale l’appaltatore può stipulare un
contratto derivato secondo quanto stabilito all’art. 118 del D. Lgs. n. 163/2006);
10) mancato utilizzo di moduli predisposti dalle stazioni appaltanti nel caso in cui l'offerta del
prezzo sia determinata mediante prezzi unitari;
11) mancata produzione della garanzia provvisoria (l'offerta presentata senza la garanzia è
incompleta e, pertanto, non ammissibile);
12) offerta non corredata dall’impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria
per l’esecuzione del contratto, qualora l’offerente risultasse affidatario;
13) mancato versamento del contributo all’Autorità (i concorrenti sono tenuti a dimostrare, al
momento di presentazione dell’offerta, di avere versato la somma dovuta a titolo di
contribuzione e che “la mancata dimostrazione dell’avvenuto versamento di tale somma è
causa di esclusione dalla procedura di scelta del contraente ai sensi dell’art. 1, comma 67 della
legge 23 dicembre 2005, n. 266”).
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
14
ALLEGATO A
SEZIONE II
CAPITOLATO SPECIALE DI GARA
PER LA FORNITURA
DI UN SISTEMA ANALITICO E RELATIVO MATERIALE DIAGNOSTICO
PER LA DETERMINAZIONE DI “% CDT TIA” IN HPLC,
CON STRUMENTAZIONE DEDICATA PER IL LABORATORIO DI SANITA’ PUBBLICA
PER UN PERIODO DI TRE ANNI.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
15
ALLEGATO A
Art. 1 Contenuto della prestazione
Costituisce oggetto della presente gara l’appalto della fornitura di un sistema analitico e
relativo materiale diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con
strumentazione dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica dell’ASL di Brescia e dell’AO di
Desenzano.
Tale fornitura comprende il noleggio di strumentazioni e l’acquisto del materiale di consumo
necessario all’esecuzione dei test richiesti.
Caratteristiche e carico di lavoro annuo
Carico di lavoro annuo presunto dei tests:
LOTTO
FORNITURA DI
UN SISTEMA
ANALITICO E
RELATIVO
MATERIALE
DIAGNOSTICO
PER LA
DETERMINAZIONE
DI “% CDT TIA” IN
HPLC,
CON
STRUMENTAZIONE
DEDICATA PER IL
LABORATORIO DI
SANITA’ PUBBLICA
Descrizione
diagnostici
fabbisogno annuo
ASL BRESCIA
fabbisogno annuo
AO DESENZANO
%CDT HPLC
REAGENTI KIT
6000 tests (sei mila)
600 tests (seicento)
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
in q.tà sufficienti all'esecuz.
dei tests
%CDT HPLC
CARTUCCIA
ANALITICA
%CDT HPLC
HOLDER
CARTUCCIA
ANALITICA
%CDT HPLC
REAGENTE DI
LAVAGGIO
%CDT HPLC
SET DI
CONTROLLI 2
LIVELLI 2x2x1
ml
%CDT HPLC
SET DI
CALIBRATORI 2
LIVELLI 1 X2
ML
E’ richiesta la fornitura di:
1) Reagenti, calibratori, controlli e materiale di consumo necessario all'esecuzione
dei campioni.
2) Sistema analitico HPLC di ultima generazione.
3) Stampante per stampa lista di lavoro con annessi risultati ottenuti.
4) Software interfacciabile con il sistema aziendale utilizzato dal Laboratorio.
5) Assistenza tecnica full-risk.
La strumentazione fornita deve risultare nuova di fabbrica e di ultima generazione e deve
essere completa di tutti gli accessori necessari al buon funzionamento.
Tutti i lavori occorrenti per la corretta installazione e per il perfetto funzionamento
dell'apparecchiatura offerta, dovranno essere eseguiti a spese della Ditta aggiudicataria,
secondo le indicazioni ed il controllo dell’incaricato del Laboratorio di Sanità Pubblica.
La Ditta aggiudicataria sarà tenuta ad eseguire la fornitura a somministrazione dei beni di
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
16
ALLEGATO A
consumo per quanto riguarda tutte le maggiori o minori quantità che dovessero occorrere alle
Aziende anche oltre la quota derivante dal quinto d’obbligo e alle condizioni tutte previste dalla
presente gara, senza avanzare alcuna ulteriore pretesa.
CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI
STRUMENTAZIONE IN NOLEGGIO E MATERIALE DI CONSUMO.
Strumentazione in NOLEGGIO
La ditta dovrà fornire le seguenti informazioni:
x
x
x
Descrizione dell’apparecchiatura che la ditta intende installare e di tutti i componenti,
numero di codice e nome commerciale, q.tà degli strumenti offerti e valore commerciale
(Iva esclusa), quota di noleggio triennale, quota triennale di assistenza tecnica
(manutenzione full risk) iva esclusa;
Caratteristiche tecniche, conformi a quanto chiesto nel capitolato di gara, funzioni e
potenzialità dell’attrezzatura offerta (allegando schede tecniche e depliant illustrativi e
tutta la documentazione tecnica e scientifica disponibile, in lingua italiana);
Conformità delle attrezzature proposte alle vigenti norme di sicurezza, indicando a quali
(generali o speciali) fanno riferimento;
Le strumentazioni fornite in noleggio devono interfacciarsi con il software aziendale utilizzato
dal Laboratorio:
Per l’ASL di Brescia:
la ditta di riferimento è: Tesi Elettronica e Sistemi Informatici di Milano (tel. 02/55180368);
Per l’AO di Desenzano: non è richiesto interfacciamento con il sistema informatico.
Nel caso di un’eventuale sostituzione del software, la ditta aggiudicataria dovrà porre in essere
tutte le misure atte a garantire la continuità della fornitura alle medesime condizioni. Si
precisa inoltre che i costi relativi alle licenze d’uso, ai servizi professionali ed alle ulteriori
attività che si rendessero necessarie per l’integrazione di cui sopra saranno a carico della ditta
aggiudicataria.
Materiale di consumo
La ditta dovrà fornire le seguenti informazioni relative ai reattivi e al materiale di consumo:
x
x
x
Numero di codice e nome commerciale del prodotto;
Tipo di confezione offerta;
Incidenza per seduta analitica di tutte quelle voci che concorrono a definire il
costo/determinazione (se del caso).
Le ditte potranno fornire qualsiasi ulteriore informazione che riterranno opportuna per una
migliore valutazione dello strumento e dei kit diagnostici.
ASSISTENZA TECNICA
x
L’intervento di assistenza tecnica deve essere effettuato entro 24 ore dalla chiamata
telefonica; qualora la riparazione richieda un tempo superiore alle 48 ore, è
indispensabile fornire uno strumento alternativo per evitare l’interruzione dell’attività
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
17
ALLEGATO A
x
x
del Laboratorio.
Deve essere garantita la manutenzione ordinaria, straordinaria e di emergenza con
eventuale possibilità di sostituzione delle apparecchiature.
Deve essere mantenuto un rapporto di continuità nel tempo per quanto riguarda:
l’aggiornamento del sistema apparecchio-reagenti o le nuove versioni del programma di
gestione dell’apparecchiatura, la collaborazione tecnico scientifica e relativi corsi di
formazione per il personale addetto.
La ditta dovrà, inoltre, indicare:
a) La sede cui rivolgersi per l'assistenza tecnica
b) i tempi massimi di attesa dalla chiamata prima dell'intervento, fatto salvo il limite massimo
sopra indicato
c) Le condizioni e le modalità di esecuzione degli interventi programmati e di quelli su
chiamata
d) La soluzione proposta, al fine di garantire la prosecuzione delle determinazioni, qualora la
riparazione richieda un tempo superiore alle 48 ore dalla chiamata;
e) Le modalità per l'istruzione del personale addetto dell'Azienda da svolgersi presso la
ditta/Laboratorio.
f) modalità operative con la quale la ditta aggiudicataria assisterà il personale del Laboratorio
durante l'avviamento della strumentazione, adeguando la fornitura alle esigenze del
Laboratorio stesso.
DOCUMENTI RICHIESTI
1) Scheda tecnica dettagliata di tutti i prodotti offerti. La scheda tecnica deve contenere le
seguenti informazioni:
Nome commerciale del prodotto;
Descrizione;
Composizione;
Caratteristiche;
Modalità di utilizzo;
Modalità di conservazione;
Tipo di confezionamento;
Marcatura CE;
Validità.
2) Scheda tecnica relativa alla strumentazione fornita in noleggio.
Art. 2 Importo dell’appalto
L' importo complessivo presunto dell'appalto ammonta ad € 148.500,00 (IVA esclusa) per TRE
anni.
Opzione di rinnovo: € 99.000,00 (IVA esclusa) per DUE anni.
L’importo dell’appalto, sopra indicato, calcolato sulla base dei prodotti storicamente forniti, è
puramente indicativo e non vincola l’Azienda appaltante.
Nel caso di diminuzione del fabbisogno, l’appaltatore non potrà chiedere alcun risarcimento o
indennità, né la variazione del prezzo contrattuale.
Nel caso di aumento dovrà attivarsi in modo da poter fronteggiare il maggior impegno. In
nessun caso il prezzo contrattuale potrà subire variazioni.
Art. 3 Durata della fornitura, diritto di recesso e ripetizione del servizio.
Con apposito provvedimento, l'ASL provvederà a formalizzare le risultanze della procedura di
gara; il rapporto contrattuale avrà decorrenza presumibilmente dal 1.7.2014; entro tale
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
18
ALLEGATO A
termine la ditta aggiudicataria dovrà dar inizio all'esecuzione della prestazione, secondo le
modalità determinate dalla Stazione Appaltante.
La fornitura si intenderà accettata a tutti gli effetti dalla data di avvenuta effettuazione, con
esito positivo, del collaudo. Da tale data decorreranno i canoni di locazione e di assistenza
tecnica e manutenzione full-risk e la fatturazione relativa all’acquisto dei reagenti e del
materiale di consumo. L’Azienda si riserva la facoltà di protrarlo alle stesse condizioni
economiche, per un periodo fino a 6 mesi dalla data di naturale scadenza contrattuale nel caso
in cui per una qualsiasi ragione non si sia potuto procedere all’aggiudicazione per il periodo
successivo.
Il contratto stipulato relativamente alla fornitura in oggetto avrà durata di TRE anni +
eventuali ULTERIORI DUE dalla data di decorrenza dell’appalto, ferma restando la facoltà di
prorogare il termine di scadenza del contratto di 180 giorni, alle medesime condizioni
contrattuali, dandone preventivo avviso al fornitore il quale sarà pertanto tenuto a continuare
il servizio per tutto il periodo di proroga senza interruzioni di sorta.
La facoltà di estendere l’efficacia dei contratti, allo scadere del triennio, è rimessa
alla valutazione delle singole Aziende procedenti, che potranno procedere
congiuntamente o autonomamente; tale facoltà – che dovrà essere comunicata alle
ditte aggiudicatarie almeno tre mesi prima della scadenza – non rappresenta alcun
diritto per le ditte affidatarie e, pertanto, lo spirare della scadenza quinquennale le
stesse non potranno vantare alcuna pretesa risarcitoria.
La formalizzazione degli ulteriori due anni sarà preceduta da una rinegoziazione
delle condizioni economiche ed operative; le Aziende appaltanti – comunque –
potranno chiedere uno sconto minimo del 3% rispetto ai prezzi in vigore.
Cessazione del servizio.
Qualora l’appaltatore dovesse cessare il servizio prima della naturale scadenza convenuta e
prevista dall’accordo, senza giustificato motivo o giusta causa, sarà senz’altro facoltà
dell’Azienda addebitare alla stessa le spese emergenti per l’assegnazione della fornitura e
noleggio ad altro contraente a titolo di risarcimento, incamerando il deposito cauzionale.
Recesso.
Le ASL hanno facoltà di recedere dal contratto stipulato, in qualsiasi momento ai sensi della
norma di cui all’art. 1671 del c.c.
Tale facoltà non è concessa all’appaltatore.
In caso di recesso dell’ASL, la ditta aggiudicataria ha diritto al pagamento delle forniture
effettuate, purchè correttamente ed a regola d’arte, secondo il corrispettivo e le condizioni
contrattuali, rinunciando espressamente, ora per allora, a qualsiasi ulteriore eventuale
pretesa, anche di natura risarcitoria, ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso
delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall’art. 1671 c.c.
Fermo restando quanto sopra previsto, qualora taluno dei componenti l’organo di
amministrazione o l’amministratore delegato o il direttore generale o il responsabile tecnico
della ditta aggiudicataria siano condannati, con sentenza passata in giudicato, per delitti
contro la Pubblica Amministrazione, l’ordine pubblico, la fede pubblica o il patrimonio, ovvero
siano assoggettati alle misure previste dalla normativa antimafia, le ASL hanno diritto di
recedere dal contratto in qualsiasi momento e qualunque sia il suo stato di esecuzione, senza
preavviso. In tale ipotesi, l’appaltatore ha diritto al pagamento di quanto correttamente
eseguito a regola d’arte secondo i corrispettivi e le condizioni contrattuali, rinunciando
espressamente, ora per allora, a qualsiasi pretesa risarcitoria, ad ogni ulteriore compenso o
indennizzo e/o rimborso delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall’articolo 1671 c.c.
Art. 4 Obblighi delle Aziende appaltanti
L’ASL di Brescia e l’AO di Desenzano si impegnano a:
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
19
ALLEGATO A
a) fornire tutti i supporti di conoscenza tesi all’ottimale espletamento della fornitura e/o del
servizio;
b) individuare un referente presso il Laboratorio di Sanità Pubblica ed a comunicarne il
nominativo alla Ditta;
c) sottoporre l’esecuzione della fornitura a controlli e verifiche periodiche, nominando, a tal
fine, come referenti la Direzione del Laboratorio di Sanità Pubblica e l’U.O. Approvvigionamenti
per quanto di competenza.
Art. 5 Obblighi delle ditte aggiudicatarie
La ditta aggiudicataria (chiamata in seguito semplicemente “ditta”) è responsabile
dell’osservanza di tutti i regolamenti e leggi vigenti ed emanandi/e in materia.
Essa sarà inoltre responsabile di infrazioni o danni comunque arrecati a persone o cose sia
dell’Azienda che di terzi, nell’espletamento del servizio.
Il valore del danno da risarcire sarà stabilito dal competente Servizio Legale, d’intesa con il
rappresentante della ditta.
Qualora l’impresa non dovesse provvedere al risarcimento ed alla rimessa in pristino, nel
termine fissato dall’Azienda, questa potrà provvedervi direttamente, a spese dell’impresa,
trattenendo l’importo su quanto dovuto.
La ditta deve risultare in possesso di tutti i requisiti previsti dalla vigente legislazione in
materia di partecipazione alle pubbliche gare.
La ditta è impegnata a fornire tempestivamente ogni documentazione richiesta dall’Azienda
relativa alle clausole dell’esecuzione della fornitura.
Il fornitore, qualora la Stazione Appaltante lo richiedesse, dovrà sostituire i prodotti aggiudicati
con altri di nuova fabbricazione, ferme restando le condizioni di gara, nel caso in cui lo stesso
ponga in commercio, durante il periodo contrattuale, nuovi kits o nuovi strumenti analoghi a
quelli oggetto dell'appalto, che presentino migliori o uguali caratteristiche qualitative e
quantitative.
In tal caso la ditta dovrà fornire gli elementi per la variazione dei codici di magazzino.
Tracciabilità dei flussi finanziari.
La ditta aggiudicataria assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art.
3 della legge 13 Agosto 2010, n.136 e successive modifiche.
La ditta si impegna inoltre a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante ed alla
prefettura-ufficio territoriale del Governo della provincia di competenza della notizia
dell’inadempimento della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di
tracciabilità finanziaria.
La ditta è impegnata a fornire tempestivamente ogni documentazione richiesta dall’Azienda
relativa all’esecuzione della fornitura.
La ditta aggiudicataria è obbligata all’osservanza dei principi stabiliti nel Codice Etico aziendale
(ASL Brescia, AO Desenzano), nel Codice Comportamentale dell’Asl di Brescia, nonchè nel
Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali (approvato con DGR n. 1299 del 30
gennaio 2014) che prevede puntuali obblighi a carico delle imprese partecipanti.
Il Codice Etico dell’A.S.L. di Brescia è stato adottato con deliberazione n. 178 del 05/04/2013,
e pubblicato sul sito aziendale http://www.aslbrescia.it.
Il Codice Etico dell’A.O di Desenzano è consultabile sul sito aziendale http: www.aod.it;
La violazione di tali principi può comportare causa espressa di risoluzione del rapporto
contrattuale, fermo ogni ulteriore diritto dell’Azienda stessa al risarcimento per i danni che ne
abbiano a conseguire.
L’aggiudicatario dovrà, inoltre, considerata la natura del servizio e la sua particolarità,
garantire l’assoluto rispetto della normativa relativa alla “privacy” e alla tutela dei “dati
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
20
ALLEGATO A
sensibili”.
Art. 6 Altre indicazioni
E’ facoltà dell’Azienda provvedere ad acquisti liberi sul mercato di particolari partite di
materiale di cui al presente Capitolato, ove non fossero nella tempestiva provvisoria o
definitiva disponibilità della ditta. La ditta dovrà assumere l’onere dell’eventuale maggiore
spesa.
Detto onere verrà trattenuto, senza obbligo di preventiva comunicazione, sull’importo dovuto
al fornitore per le forniture già effettuate.
L’Azienda si riserva inoltre la facoltà di provvedere ad acquisti di particolari prodotti di cui al
presente Capitolato, in deroga alle condizioni ed impegni contrattuali, in una proporzione non
superiore al 20% del totale della fornitura.
Inoltre, atteso che l’attività contrattuale dell’Azienda si fonda sui principi fondamentali, tra gli
altri, della semplificazione, speditezza e de materializzazione del processo di acquisto, si
specifica che la sottoscrizione del contratto, in formato elettronico, in forma di scrittura
privata, dovrà avvenire con firma digitale da parte dei contraenti, alla luce della normativa
vigente in materia.
L’Azienda avrà la facoltà di respingere i prodotti per i quali si riscontrino vizi o difetti o quelli
non corrispondenti alle caratteristiche dichiarate nell’offerta o alle norme di legge.
Occorrendo somministrazioni in via d’urgenza, in deroga a quanto stabilito per la consegna
periodica, la Ditta aggiudicataria dovrà prestarle non appena ricevuta la comunicazione,
secondo i tempi e le modalità stabilite di volta in volta dal Laboratorio di sanità Pubblica.
La quantità di determinazioni segnalata in elenco è riferita al prevedibile carico di lavoro annuo
ed è meramente orientativa potendo variare, in relazione alla mutata domanda cui il
Laboratorio sarà sottoposto. I reattivi, al momento della consegna al Laboratorio di sanità
Pubblica, devono avere scadenza non inferiore ai cinque mesi successivi.
Durante il corso del contratto, con cadenza semestrale, dovrà essere riscontrato, con apposita
documentazione del Responsabile del Laboratorio, il rispetto degli standard di resa previsti per
quanto riguarda sia gli spetti economici, che qualitativi della fornitura.
La ditta si impegna ad accettare la relazione di analisi e, nel caso in cui la merce non dovesse
rispondere a quanto prescritto, a pagare le relative spese, oltre le sanzioni previste dal
capitolato speciale.
Art. 7 Modalità di consegna
I prodotti dovranno essere consegnati, previa richiesta del Responsabile del Laboratorio di
Sanità Pubblica indicante di volta in volta la quantità necessaria, entro 5 giorni lavorativi dalla
data dell’ordine, direttamente presso la sede del Laboratorio stesso, sita in via Cantore, 20
Brescia (SECONDO PIANO), referente Dr.ssa Elena Grassi tel. 030/3838650;
Per l’AO di Desenzano sede di consegna Farmacia Ospedale Desenzano, Località Montecroce
– 25015 Desenzano del Garda (BS), dal lun. al ven. dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore
13 alle ore 15.30 (solo automezzi lunghezza max mt. 7).
Per i prodotti refrigerati la consegna dovrà avvenire entro le ore 13.
Occorrendo somministrazioni in via d’urgenza, la ditta affidataria dovrà fornire i suddetti
prodotti non appena ricevuta la comunicazione, secondo i tempi e le modalità stabilite di volta
in volta dal Laboratorio.
I reattivi, i flaconcini di prelievo e i calibratori al momento della consegna dovranno avere
scadenza non inferiore ai tre quarti della durata dichiarata.
Le spese di imballo, trasporto e consegna sono a totale carico della ditta, la quale deve
garantire la consegna dei materiali (qualsiasi sia la natura, l’imballo e il peso) nei locali indicati
dagli operatori del Laboratorio, senza oneri aggiuntivi anche nel caso in cui questi siano ubicati
non al piano terra.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
21
ALLEGATO A
Se del caso dovrà essere garantita la catena di refrigerazione necessaria, dandone
certificazione al Laboratorio; qualora gli imballi presentassero manomissioni, difetti,
lacerazioni, la merce sarà rifiutata e la ditta fornitrice dovrà procedere all’immediata
sostituzione.
La firma all’atto del ricevimento della merce indica solo una verifica circa la rispondenza del
numero dei colli inviati.
E’ TASSATIVAMENTE ESCLUSA L’IMPOSIZIONE DA PARTE DELLA DITTA DI IMPORTI
MINIMI FATTURABILI.
La ditta aggiudicataria, entro 30 giorni lavorativi dalla data dell’ordine, dovrà consegnare ed
installare e rendere funzionante, a proprie spese e rischio, l’apparecchiatura costituente il
sistema diagnostico oggetto della presente procedura, presso la sede indicata da ogni Azienda.
Nella fase di installazione la ditta dovrà impegnarsi a fornire gratuitamente la necessaria
assistenza tecnica e tutto il materiale diagnostico e d’uso necessario per la definitiva messa a
punto delle metodiche e per l’ottimizzazione dell’attività analitica in relazione
all’organizzazione del lavoro.
La consegna e il collaudo delle apparecchiature dovranno essere concordati con il personale
tecnico preposto all’utilizzo delle stesse individuato da ogni Azienda.
In relazione all’installazione effettuata, la ditta aggiudicataria dovrà, senza ulteriori costi a
carico dell’Azienda, predisporre tutte le dichiarazioni di rispondenza alle norme legislative di
sicurezza e protezionistiche. La certificazione attestante l’avvenuto adempimento delle
procedure summenzionate dovrà essere redatta in conformità alle normative.
Nell'arco di tre mesi dalla consegna, il Laboratorio valuterà l'idoneità e la capacità del sistema
a mantenere e riprodurre le prestazioni chieste.
Art. 8 Garanzie
La ditta aggiudicataria dovrà garantire un numero di visite periodiche ordinarie per garantire il
corretto funzionamento delle apparecchiature, al di fuori delle chiamate per malfunzionamento
(almeno 2 volte all’anno).
Art. 9 Rendicontazione e fatturazione
Le fatture dovranno essere intestate a:
Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia
Viale Duca degli Abruzzi, 15
25124 - BRESCIA
Partita I.V.A. 03436310175
E
Azienda Ospedaliera di Desenzano del Grada
UO Economico Finanziario
Località Montecroce –
25015 Desenzano del Garda (BS)
Partita I.v.a. 01972400988
Dovranno essere emesse, in regola secondo le vigenti disposizioni legislative.
Il pagamento delle stesse sarà assicurato entro 60 giorni dalla data del ricevimento.
Nel caso di ritardo nei pagamenti verrà corrisposto il tasso di riferimento: “tasso di interesse
determinato in misura pari al saggio di interesse del principale strumento di rifinanziamento
della Banca Centrale Europea applicato alla sua più recente operazione di rifinanziamento
principale effettuata il primo giorno di calendario del semestre in questione, maggiorato al
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
22
ALLEGATO A
massimo di due punti percentuali su base annua”, più una maggiorazione massima di due
punti percentuali.
E' fatta salva la definizione, in sede di contrattazione, di una maggiorazione inferiore ai 2 punti
percentuali su base annua”.
L’IVA sarà a carico delle Aziende appaltatrici con le aliquote previste dalle vigenti disposizioni.
Ai pagamenti delle forniture verrà dato corso in attuazione delle disposizioni di cui alla nota
prot. n. H1.2008.11104 del 12.03.2008 della Direzione Generale Sanità di cui alla D.G.R. n.
VIII/4060 del 9.05.2007, con la quale viene conferito mandato per il pagamento diretto di
forniture di beni e servizi, a FINLOMBARDA S.p.A..
ART. 10: Periodo di prova
Conclusa la fase di installazione e collaudo, le Aziende si riservano un periodo di prova di sei
mesi per accertare la rispondenza dell’apparecchiatura, dei reagenti e dei materiali di consumo
alle proprie esigenze, nonché la rispondenza di quanto dichiarato dalla ditta in sede di gara.
Tale periodo decorrerà dalla data in cui l’apparecchiatura risulterà operativamente
funzionante, come da apposito verbale.
In caso di esito negativo della prova, certificato da motivata relazione del Responsabile del
Laboratorio, l’Azienda potrà procedere al recesso dal contratto, senza che la ditta possa
sollevare obiezioni.
ART. 11 Controllo della merce contestazioni inadempienze contrattuali e penalità
Il controllo qualitativo della fornitura sarà effettuato dal personale del Laboratorio di ogni
singola Azienda.
L’Azienda si riserva la facoltà di far analizzare la merce presso i Laboratori ed Istituti di propria
fiducia al fine di verificare la corrispondenza del prodotto fornito alle prescrizioni di legge, a
quelle previste dal Capitolato speciale ed alle caratteristiche dichiarate dalla ditta in sede di
gara. Il fornitore si obbliga ad accettare inderogabilmente i risultati di tali analisi.
In caso di esito non favorevole o di mancata rispondenza anche parziale ai requisiti richiesti
dalla legge, dall’azienda od a quelli dichiarati dalla ditta in sede di gara, le analisi saranno
ripetute, con spese a carico del fornitore. Qualora, per la seconda volta, emergessero
irregolarità, l’Azienda si riserva la facoltà di sospendere la fornitura e di interrompere il
rapporto contrattuale. Agli effetti del controllo qualitativo, la firma apposta per ricevuta, non
esonererà la ditta fornitrice dal rispondere ad eventuali fondate contestazioni che potrebbero
insorgere all’atto dell’utilizzazione del prodotto ed in relazione ai vizi apparenti ed occulti del
prodotto consegnato. L’Azienda si riserva la facoltà di effettuare le contestazioni inerenti la
qualità ed i difetti dei prodotti forniti, anche a distanza di tempo dalla consegna, quando cioè
all’apertura delle confezioni ne sarà possibile il controllo.
L’ASL potrà procedere di diritto (ipso iure) ex art. 1456 c.c. alla risoluzione del contratto e ad
assicurare direttamente, a spese del fornitore inadempiente, la continuità della fornitura, con
le modalità indicate:
x in caso di gravi negligenze ed inadempienze nell’esecuzione del contratto tali da
compromettere la regolarità della fornitura senza giustificato motivo; inosservanza dei
termini essenziali di consegna indicati nelle ordinazioni; reiterate inosservanze delle norme
di legge e/o di regolamento che disciplinano la fornitura in oggetto;
x quando a carico degli aggiudicatari sia stato avviato procedimento penale per frode, o per
qualsiasi reato che incida sulla loro moralità professionale, o per delitti finanziari.
x in caso di cessione dell’Azienda, di cessazione di attività, oppure nel caso di concordato
preventivo, di fallimento e di atti di sequestro o pignoramento a carico dell’aggiudicatario;
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
23
ALLEGATO A
x
x
nei casi di cessione del contratto o subappalto qualora non siano rispettati i termini di
legge.
per motivi di interesse pubblico specificati nel relativo decreto.
Ove le inadempienze siano ritenute non gravi, cioè tali da non compromettere la regolarità del
servizio, le stesse saranno formalmente contestate alla ditta inadempiente.
Dopo n. 5 contestazioni formali per le quali non siano pervenute o non siano state accolte le
giustificazioni del fornitore, l’ASL potrà procedere di diritto (ipso iure) ex art. 1456 c.c. alla
risoluzione del contratto come sopra, in quanto trattasi di grave negligenza (art. 38 D. Lgs. n.
163/2006).
La risoluzione del contratto, per qualsiasi motivo, comporta l’incameramento della cauzione
definitiva ed il risarcimento dei danni derivanti.
L’ASL ha facoltà di applicare le seguenti penali:
In caso di violazione di quanto previsto dal capitolato speciale di gara, l’ASL potrà
applicare, previa contestazione formale, una penale sino ad € 5.000,00 – dimensionata
secondo la gravità dell’inadempimento - a proprio insindacabile giudizio.
Nel caso di ritardo nelle consegne del materiale, l’ASL potrà applicare, previa contestazione
formale, una penale di € 150,00 a proprio insindacabile giudizio, per ogni giorno di ritardo.
In caso di esecuzione d’ufficio della fornitura oggetto del presente appalto verrà applicata,
oltre all’addebito all’appaltatore dell’eventuale maggiore prezzo rispetto a quello convenuto
nonché ogni costo aggiuntivo sostenuto, una penale di Euro 500,00.
Nel caso di danni arrecati colposamente e non riparati verrà applicata, oltre alle spese
derivanti dagli stessi, una penale aggiuntiva pari al 10% dell’importo del danno.
Le suddette penali verranno scontate mediante decurtazione dal corrispettivo convenuto in
sede di pagamento dello stesso, senza obbligo di preventivo esperimento di azione giudiziaria.
Nel caso in cui i corrispettivi liquidabili all’appaltatore non fossero sufficienti a coprire
l’ammontare delle penali, nonché dei danni dallo stesso arrecati, l’ASL si rivarrà sul deposito
cauzionale definitivo, secondo i principi della compensazione di cui agli art. 1241 e Codice
Civile. In tal caso nell’eventualità di continuazione del rapporto contrattuale, l’aggiudicatario è
tenuto a ricostituire la cauzione definitiva nel suo originario ammontare.
L'eventuale inadempimento delle proprie obbligazioni da parte dell'aggiudicatario, debitamente
accertato dai competenti uffici dell'Azienda, dovrà essere formalmente contestato dall'Azienda
all'aggiudicatario.
L’applicazione delle penalità, infatti, dovrà essere preceduta da regolare contestazione
dell’inadempienza inviata dall’ASL.
L'aggiudicatario potrà comunicare le sue controdeduzioni entro e non oltre 7 giorni dalla data
di ricevimento della contestazione.
In caso di assenza o di inaccoglimento delle controdeduzioni l’ASL potrà dare corso
all’applicazione delle penali.
In caso di ritardo rispetto ai termini di consegna, l'Azienda potrà disporre proroga dei termini il
cui mancato rispetto dà luogo all'applicazione delle penali, previo accertamento dell'esistenza e
validità della motivazione. In ogni caso l'aggiudicatario non potrà invocare indennizzi, rimborsi
o compensi di qualsiasi natura.
In caso di reiterate irregolarità o di gravi ritardi nella esecuzione degli obblighi contrattuali, o
qualora il ritardo nell'effettuazione delle consegne sia per due volte pari o superiore a 30 giorni
solari l'Azienda si riserva la facoltà di risolvere il contratto, salvo risarcimento del danno
ulteriore, senza necessità di atti giudiziari. Entro 5 giorni lavorativi dalla data di superamento
di tali limite, l'Azienda comunicherà, in forma scritta, l'intenzione di avvalersi della risoluzione
del contratto, sospendendo contestualmente l'applicazione di ulteriori penali.
L'Azienda potrà compensare gli eventuali crediti derivanti dall'applicazione delle penali, di cui al
presente articolo, con il debito nei confronti dell'aggiudicatario, o avvalersi della cauzione
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
24
ALLEGATO A
versata senza bisogno di diffida o procedimento giudiziario.
L'applicazione delle penali non pregiudicherà il diritto dell'azienda ad ottenere la prestazione.
E' fatto in ogni caso salvo il diritto dell'Azienda di richiedere il risarcimento del maggior danno.
L’importo di detta penale sarà recuperato all’atto dell’emissione del mandato di pagamento
delle fatture.
ART. 12 Subappalto
Fatto salvo quanto previsto in materia di subappalto dall’art. 118 del D. Lgs 163/06 il
subappalto non autorizzato costituisce causa di risoluzione contrattuale. Le imprese offerenti
che intendono ricorrere al subappalto devono indicare in offerta le parti dell’appalto che
intendono subappaltare nella misura non superiore al 30% dell’importo complessivo del
singolo contratto.
ART. 13 Cessazione del servizio
Qualora l’appaltatore dovesse cessare il servizio prima della naturale scadenza convenuta e
prevista dall’accordo, senza giustificato motivo o giusta causa, sarà senz’altro facoltà
dell’azienda addebitare alla stessa le spese emergenti per l’assegnazione della fornitura e
noleggio ad altro contraente a titolo di risarcimento, incamerando il deposito cauzionale.
ART. 14 Aggiornamento tecnico e rispetto degli standard
In qualunque momento, durante la vigenza del rapporto contrattuale, le parti possono
concordare la sostituzione e/o l’affiancamento dei prodotti e/o delle apparecchiature concesse
a noleggio con strumentazioni o prodotti più aggiornati, purchè siano rispettate le seguenti
condizioni:
x Non peggiorino le condizioni tecniche, operative ed economiche previste dal contratto;
x Non sia necessario un maggior numero di operatori per assicurare il corretto
funzionamento dell’apparecchiatura;
x Non si verifichino disguidi nella funzionalità della fornitura/noleggio;
Qualora i prodotti aggiudicati vengano sostituiti dalla ditta con altri più recenti, è facoltà
dell’Azienda acquistare i nuovi prodotti, corrispondendo però lo stesso prezzo offerto in gara.
L’Azienda potrà rifiutare i nuovi prodotti allorchè li ritenga non perfettamente rispondenti alle
proprie necessità organizzative ed alle specifiche esigenze degli utilizzatori.
Durante il corso del contratto, con cadenza semestrale, dovrà essere riscontrato con apposita
documentazione del Responsabile del Laboratorio, il rispetto degli standard di resa del
presente contratto per quanto riguarda sia gli aspetti qualitativi che l’idoneità e la capacità del
sistema a mantenere e riprodurre gli standard di cui sopra.
ART. 15 Cessione d’azienda o di un suo ramo – trasformazione, fusione, scissione
societaria.
I soggetti affidatari sono tenuti ad eseguire in proprio la fornitura di cui alla presente
procedura di gara, ad eccezione di quanto previsto dagli art. 116 e 118 del D. 163/2006 e
s.m.i.
A norma dell’art. 2558 c.c., è ammesso il subentro dell’impresa cessionaria a quella cedente
nella posizione di partecipazione alla procedura concorsuale, ai sensi e per gli effetti del
contratto di cessione.
Nel caso la ditta aggiudicataria dovesse, durante il servizio, subire variazioni societarie,
cessioni o accorpamenti, dovrà darne tempestiva comunicazione a mezzo lettera A/R a questa
Amministrazione e nello stesso tempo la ditta subentrante dovrà comunicare l'accettazione di
tutte le condizioni e clausole in essere.
Il subentro è condizionato alla verifica del possesso, in capo al subentrante, dei requisiti
soggettivi ed oggettivi (consistenza economica ed affidabilità tecnica) necessari per contrarre
con l’Azienda, la quale, esperiti i dovuti controlli, comunicherà tramite l'U.O.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
25
ALLEGATO A
Approvvigionamenti l'eventuale accettazione del cambiamento di cui sopra a mezzo lettera
A/R.
ART. 16: Cessione del credito.
In caso di cessione del credito, il creditore deve notificare all’Azienda copia legale dell’atto di
cessione. La cessione è irrevocabile. Questa Azienda non può essere chiamata a rispondere di
pagamenti effettuati prima della notifica predetta.
La cessione del credito non è efficace senza espressa accettazione dell’Azienda.
La ditta aggiudicataria, qualora intenda procedere alla cessione dei crediti, dovrà
espressamente (per ogni singola cessione) chiedere l'autorizzazione all’Azienda, nonché fornire
contestuale autorizzazione alla stessa al trattamento dei dati per procedere alle verifiche di cui
alla Circolare n. 29 del 08/10/2009 del Ministero dell'Economia e delle Finanze, mediante
l'utilizzo del modulo Allegato A alla citata Circolare.
Art. 17 Deposito cauzionale
Deposito cauzionale provvisorio.
L'offerta deve essere corredata da una garanzia pari al 2% dell'appalto, sotto forma di
cauzione o fideiussione (bancaria o assicurativa).
La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione
del debitore principale, la rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2, del Cc., nonché
l'operatività medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante.
La garanzia deve avere validità per almeno 180 giorni dalla presentazione dell'offerta.
La garanzia copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell'affidatario ed è
svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.
Tale garanzia verrà svincolata contestualmente e, comunque, non oltre 30 giorni alle ditte non
aggiudicatarie.
Per tutto quanto non espressamente indicato nel presente articolo si rimanda al testo integrale
dell’art. 75 del D. Lgs n. 163/2006.
Deposito cauzionale definitivo
A garanzia dell’esatto adempimento degli obblighi inerenti la fornitura, la ditta aggiudicataria
dovrà costituire dopo l’aggiudicazione il deposito cauzionale definitivo pari al 10%
dell’ammontare dell’importo aggiudicato (IVA esclusa) della fornitura. Tale deposito verrà
chiesto dalle Amministrazioni procedenti in ragione del valore dei singoli contratti stipulati.
La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione
del debitore principale, a rinuncia all'eccezione di cui all'art. 1957, comma 2, del Cc., nonché
l'operatività medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Stazione Appaltante.
La garanzia fideiussoria verrà progressivamente svincolata, a misura dell'avanzamento
dell'esecuzione, nel limite massimo del 75% dell'iniziale importo garantito.
Il restante 25% verrà svincolato entro 90 giorni dalla scadenza del contratto.
Per tutto quanto non espressamente indicato nel presente articolo si rimanda al testo integrale
dell’art. 75 del D. Lgs n. 163/2006.
Essa, comunque, non potrà essere svincolata finché:
Š non siano state definite le eventuali controversie;
Š non sia stata liquidata l’ultima fattura;
Š non siano state definite tutte le ragioni di debito o di credito ed ogni altra eventuale
pendenza.
1. La mancata costituzione della garanzia di cui al punto 1 determina la revoca
dell’affidamento e l’acquisizione della garanzia posta a corredo dell’offerta.
2. La fidejussione o la polizza, intestata all’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia,
dovrà avere una scadenza posteriore di almeno 6 mesi rispetto a quella fissata per la
scadenza del contratto.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
26
ALLEGATO A
3.
4.
5.
In caso di proroga/rinnovo della fornitura/servizio oltre i termini contrattuali, la garanzia
dovrà essere rinnovata, alle stesse condizioni previste nel presente articolo, per un
periodo non inferiore alla proroga/rinnovo.
Il deposito cauzionale definitivo è dato a garanzia dell'adempimento di tutte le obbligazioni
del contratto, del risarcimento dei danni derivanti dall'inadempimento delle obbligazioni
medesime e della veridicità di quanto dichiarato dal concorrente nei documenti di gara. E'
fatto salvo l'esperimento di ogni altra azione nel caso in cui la cauzione risultasse
insufficiente.
E' in facoltà dell'Azienda di incamerare, in tutto od in parte, la garanzia definitiva per
inosservanza degli obblighi contrattuali, per eventuali risarcimenti o penalità debitamente
contestati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, senza obbligo di preventiva
azione giudiziaria.
ART. 18: Fallimento, liquidazione, procedure concorsuali
In caso di scioglimento o di liquidazione dell’Impresa aggiudicataria, le ASL a loro insindacabile
giudizio, avrà diritto di pretendere tanto la risoluzione del contratto, da parte dell’Impresa in
liquidazione, quanto la continuazione dello stesso da parte dell’Impresa subentrante.
In caso di fallimento o di ammissione a procedure concorsuali in genere, il contratto si riterrà
risolto di pieno diritto a datare dal giorno della dichiarazione di fallimento o di ammissione alle
procedure concorsuali, fatto salvo il diritto dell’ASL di rivalersi sulla cauzione e sui crediti
maturati per il risarcimento delle maggiori spese conseguenti alla cessione della fornitura
ART. 19: Rispetto D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81
I servizi dovranno essere svolti nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti in materia di
prevenzione e infortuni (D.Lgs. n. 81/08) ed igiene del lavoro. L’Azienda si riterrà sollevata da
qualsiasi responsabilità, al verificarsi di infortuni derivanti dal mancato rispetto della normativa
vigente.
La ditta aggiudicataria, pertanto, si obbliga ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri
dipendenti derivanti da disposizioni legislative e regolamenti vigenti in materia di lavoro, ivi
compresi quelli in tema di igiene e sicurezza, nonché previdenza e disciplina infortunistica,
assumendo a proprio carico tutti i relativi oneri. In particolare la ditta aggiudicataria si
impegna a rispettare nell’esecuzione delle obbligazioni derivanti dal presente capitolato le
norme di cui al D.Lgs. n. 81/08 e successive modificazioni ed integrazioni.
La ditta aggiudicataria si obbliga, altresì, ad applicare nei confronti dei propri dipendenti, le
condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi ed
integrativi di lavoro applicabili alla data di stipulazione del contratto, nonché le condizioni
risultanti da successive modifiche ed integrazioni.
La ditta deve risultare in possesso di tutti i requisiti previsti dalla vigente legislazione in
materia di partecipazione alle pubbliche gare.
ART. 20: Normativa antimafia
L’aggiudicazione della fornitura è subordinata all’accertamento da parte degli organi
competenti dell’insussistenza di cause ostative in capo alla ditta come previsto dalla normativa
di legge vigente.
Qualora dall’accertamento risulti l’esistenza di alcuna delle cause ostative previste dalla legge,
l’Azienda chiederà l’annullamento dell’aggiudicazione e l’incameramento della cauzione salva la
ripetizione degli eventuali maggiori danni.
ART. 21: Finanziamento
La spesa è finanziata con mezzi di bilancio dell’Azienda a carico del Fondo Sanitario Nazionale.
I conseguenti pagamenti avverranno in riferimento alle vigenti disposizioni ed alle erogazioni
di cassa regionali.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
27
ALLEGATO A
ART. 22: Responsabilità della ditta aggiudicataria e assicurazioni.
La ditta aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità per infortunio o danni
eventualmente subiti da parte di persone o di beni, tanto della medesima ditta quanto dell’ASL
o di terzi, in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative all’esecuzione
delle prestazioni contrattuali ad esso riferibili, anche se eseguite da parte di terzi.
A fronte dell’obbligo di cui al precedente paragrafo del presente articolo, la ditta aggiudicataria
dovrà stipulare idonea polizza assicurativa, a copertura del rischio di responsabilità civile della
medesima ditta in ordine allo svolgimento di tutte le attività di cui al presente capitolato.
In particolare detta polizza tiene o, comunque, deve tenere indenne l’ASL, ivi compresi i suoi
dipendenti e collaboratori, nonché i terzi per qualsiasi danno la ditta aggiudicataria possa
arrecare all’ASL, ai suoi dipendenti e collaboratori, nonché ai terzi nell’esecuzione di tutte le
attività di cui al presente capitolato.
Copia di tale polizza dovrà essere consegnata entro 30 gg. dalla comunicazione di
aggiudicazione al Servizio Approvvigionamenti delle aziende, pena la decadenza
dall’aggiudicazione.
ART. 23: Dati personali (D.Lgs 196/2003)
Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, si informa che i dati forniti dalle ditte partecipanti alla gara
verranno utilizzati soltanto per le finalità connesse all’espletamento della gara, non verranno
comunicati o diffusi a terzi e verranno comunque trattati in modo da garantire la riservatezza
e la sicurezza dei dati stessi. La sottoscrizione del presente capitolato comporta l’accettazione
del trattamento dati.
La ditta aggiudicataria ha l’obbligo:
x
x
di mantenere riservati i dati e le informazioni, ivi comprese quelle che transitano per le
apparecchiature di elaborazione dati, di cui venga in possesso e, comunque, a
conoscenza;
di non divulgarli in alcun modo e sotto qualsiasi forma e di non farne oggetto di
utilizzazione a qualsiasi titolo per scopi diversi da quelli strettamente necessari
all’esecuzione del servizio.
L’obbligo di cui sopra non concerne i dati che siano o divengano di pubblico dominio.
La ditta aggiudicataria è responsabile per l’esatta osservanza da parte dei propri dipendenti,
consulenti e collaboratori, nonché dei propri eventuali subappaltatori e dei dipendenti,
consulenti e collaboratori di questi ultimi, degli obblighi di segretezza anzidetti.
Eventuali inosservanze verranno considerate ai sensi del c.p. e del Decreto Legislativo
196/2003.
I dati riguardanti le Ditte partecipanti a procedimenti di gara, sotto qualunque forma, sono
oggetto di trattamento da parte dell’Azienda secondo le seguenti modalità:
a) il trattamento riguarda qualunque operazione o complesso di operazioni, svolti con o senza
l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la
Registrazione/Abilitazione , l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione,
la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione,
la diffusione, la cancellazione e la distruzione dei dati;
b) il trattamento dei dati avviene con procedure atte a garantirne la sicurezza;
c) i dati sono trattati per le finalità istituzionali inerenti l’attività dell’Azienda, connesse con le
procedure di gara ed i successivi adempimenti di legge.
La natura del conferimento di tali dati è obbligatoria; il rifiuto a rispondere e conferire i dati
determina l'impossibilità di ammettere la Ditta alla procedura di gara.
Titolari del trattamento dei dati sono i Rappresentanti Legali dell’Azienda.
Il Gestore del Sistema è nominato responsabile del trattamento dei dati personali comunicati
dai fornitori ai fini dell’utilizzo del Sistema sulla base dell’apposito incarico a questo conferito ai
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
28
ALLEGATO A
sensi dell’art. 29 del D.Lgs. 196/2003.
ART. 24: Diritto di accesso
Il diritto di accesso si esercita, nel rispetto di quanto previsto dalle vigenti disposizioni in
materia di diritto di accesso ai documenti amministrativi ai sensi della Legge n. 241/1990, del
Codice dell’Amministrazione Digitale e del Codice dei contratti pubblici, attraverso apposita
richiesta da inviare al Responsabile del Procedimento.
L’accesso alle registrazioni del Sistema avviene attraverso l’interrogazione delle registrazioni in
formato elettronico che documentano le attività compiute all’interno del Sistema, inoltrando
apposita richiesta e previa autorizzazione specifica concessa dal Responsabile del
Procedimento indicato sui documenti della procedura di gara. Sono escluse dal diritto di
accesso le soluzioni tecniche ed i programmi utilizzati dal Sistema.
L'invio, al soggetto che vi abbia titolo, di copia della documentazione è effettuato dalla
stazione appaltante con l'inoltro del documento richiesto a uno dei domicili indicati dal
fornitore ai sensi dell’art. 10 del presente Disciplinare.
ART. 25: Foro giudiziario competente
Le Aziende stipuleranno con l’aggiudicatario i contratti in forma di scrittura privata con
sottoscrizione con firma digitale da parte dei contraenti, secondo le rispetti regolamentazioni
interne. Per le controversie relative alle procedure di gara e all’esecuzione dei contratti Foro
competente sarà quello del luogo ove ha sede l’Azienda contraente. E l’aggiudicatario dovrà
indicare l’esatto domicilio eletto per tutte le comunicazioni, ordinazioni ed intimazioni che
l’Azienda dovrà fare per l’esecuzione del contratto. Le parti congiuntamente si accordano di
eleggere quale foro competente per qualsiasi controversia o contestazione esclusivamente il
foro della città ove ha sede ogni singola Azienda, escludendo espressamente la competenza di
altri fori.
ART. 26: Spese di gara
Tutte le spese conseguenti all’aggiudicazione della presente gara, ivi comprese quelle di bollo
ed eventuali altri oneri fiscali, sono a carico della ditta.
L’IVA è a carico dell’Azienda.
Il capitolato generale d’oneri è visibile presso questa Azienda Sanitaria Locale.
ART. 27: Elezione di domicilio
Agli effetti dell’esecuzione del contratto le parti contraenti eleggono il domicilio per tutta la
durata dello stesso presso le rispettive sedi legali.
Eventali modifiche della ragione sociale della Ditta aggiudicataria dovranno essere comunicate
per iscritto, precisando che la prosecuzione del rapporto contrattuale rimane comunque
subordinata all’espresso consenso dell’Azienda, la quale si riserva di verificare che le variazioni
non pregiudichino la regolare esecuzione del contratto.
ART. 28: Rinvio
Per quanto non previsto dal presente Capitolato Speciale si fa riferimento al Capitolato
Generale per l’acquisizione di beni e servizi approvato dall’ASL di Brescia consultabile presso il
Servizio Approvvigionamenti, al D. Lgs. n. 163/2006.
Il capitolato generale d’oneri è visionabile presso questa Azienda Sanitaria Locale.
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
29
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
MODALITÀ TECNICHE PER L’UTILIZZO DELLA
PIATTAFORMA SINTEL
Indice
1.
2.
3.
4.
5.
LA PIATTAFORMA SINTEL ........................................................................................................... 2
GUIDE E MANUALI...................................................................................................................... 4
DOTAZIONE INFORMATICA ......................................................................................................... 4
POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) ..................................................................................... 4
REGISTRAZIONE AI SERVIZI DELL’AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI S.P.A........................ 5
5.1
5.2
5.3
5.4
5.5
5.6
6.
FORMA E SOTTOSCRIZIONE DEI DOCUMENTI .............................................................................. 7
6.1
6.2
7.
8.
FIRMA DIGITALE ................................................................................................................................................. 8
MARCATURA TEMPORALE .................................................................................................................................. 8
COMUNICAZIONI PROCEDURA.................................................................................................... 8
PREDISPOSIZIONE ED INVIO DELL’OFFERTA IN SINTEL .................................................................. 9
8.1
8.2
8.3
9.
REGISTRAZIONE A IDPC ...................................................................................................................................... 5
REGISTRAZIONE A SINTEL ................................................................................................................................... 5
DOCUMENTO RIEPILOGATIVO DEI DATI DELLA REGISTRAZIONE ......................................................................... 6
REGISTRAZIONE A SINTEL PER I LIBERI PROFESSIONISTI ...................................................................................... 6
REGISTRAZIONE A SINTEL PER LA PARTECIPAZIONE IN FORMA AGGREGATA ...................................................... 6
REGISTRAZIONE A SINTEL PER GLI OPERATORI ECONOMICI STRANIERI............................................................... 7
DOCUMENTO D’OFFERTA ................................................................................................................................... 9
DIMENSIONI MASSIME DEI FILE CARICATI (UPLOAD) ........................................................................................ 10
HASH ................................................................................................................................................................ 10
CONTATTI ................................................................................................................................ 10
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 1 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
1.
LA PIATTAFORMA SINTEL
La Regione Lombardia, a seguito degli interventi volti alla Razionalizzazione degli Acquisti nella Pubblica
Amministrazione (L. 296/2006), ha messo a disposizione di tutti gli Enti di Pubblica Amministrazione presenti sul
territorio lombardo la piattaforma telematica di e-procurement Sintel.
Le procedure di gara gestite con Sintel sono condotte mediante l’ausilio di sistemi informatici e l’utilizzazione di
modalità di comunicazione in forma elettronica, ai sensi di:
x
D.Lgs. 163/2006 “Codice dei Contratti Pubblici” e ss.mm.ii.;
x
D.G.R. n. IX/1530 di Regione Lombardia del 6/4/2011, Allegato A, “Determinazioni per il funzionamento e
l’uso della piattaforma regionale per l’E-procurement denominata sistema di intermediazione telematica
(Sintel) di Regione Lombardia (ART. 1, C. 6-bis, L. 33/2007) e del relativo elenco fornitori telematico”.
Le soluzioni tecniche e le procedure di funzionamento di Sintel assicurano il rispetto delle norme sopra richiamate,
nonché delle disposizioni relative alle firme digitali ed alla marcatura temporale:
x
Direttiva 1999/93/CE, “Relativa ad un quadro comunitario per le firme elettroniche”, così come recepite dalla
legislazione nazionale e dai relativi regolamenti applicativi;
x
D.P.C.M. 30 marzo 2009, “Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme digitali
e validazione temporale dei documenti informatici”;
x
D.P.C.M. 22 Febbraio 2013, “Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme
elettroniche, avanzate, qualificate e digitali”.
La piattaforma Sintel assicura la segretezza delle offerte, impedisce di operare variazioni sui documenti inviati,
garantisce l’attestazione e la tracciabilità di ogni operazione compiuta sulla piattaforma e l’inalterabilità delle
registrazioni di sistema (log), quali rappresentazioni informatiche degli atti e delle operazioni compiute valide e
rilevanti ai sensi di legge.
Ogni operazione effettuata attraverso la piattaforma:
x
è memorizzata nelle registrazioni di sistema, quale strumento con funzioni di attestazione e tracciabilità di
ogni attività e/o azione compiuta in Sintel;
x
si intende compiuta nell’ora e nel giorno risultante dalle registrazioni di sistema.
Il tempo di Sintel è sincronizzato sull'ora italiana riferita alla scala di tempo UTC (IEN), di cui al D.M. 30 novembre
1993, n. 591.
Le registrazioni di sistema relative ai collegamenti effettuati sulla piattaforma Sintel e alle relative operazioni eseguite
nell’ambito della partecipazione alla presente procedura sono conservate in Sintel e fanno piena prova nei confronti
degli utenti, ai sensi dell’Art. 289 del D.P.R. 207/2010. Tali registrazioni di sistema hanno carattere riservato e non
saranno divulgate a terzi, salvo ordine del giudice o in caso di legittima richiesta di accesso agli atti, ai sensi della L.
241/1990.
Le registrazioni di sistema sono effettuate ed archiviate, anche digitalmente, in conformità a quanto previsto
dall'articolo 43 del D. Lgs. 82/2005 “Codice dell’Amministrazione Digitale” e ss.mm.ii. e, in generale, dalla normativa
vigente in materia di conservazione ed archiviazione dei documenti informatici.
Le operazioni effettuate su Sintel sono riferite ai concorrenti sulla base delle chiavi di accesso rilasciate ai concorrenti
ai sensi degli articolo 1, comma 1, lettera b), e 8 del D. Lgs. 82/2005 “Codice dell’Amministrazione Digitale” e ss.mm.ii.
I concorrenti, con la partecipazione alla procedura, accettano e riconoscono che tali registrazioni costituiscono piena
prova dei fatti e delle circostanze da queste rappresentate con riferimento alle operazioni effettuate su Sintel.
L’Azienda Regionale Centrale Acquisti S.p.A. (in seguito “ARCA S.p.A.”) è “Gestore del sistema”, di cui all’Art. 290 del
D.P.R. 207/2010, e, tra l’altro, ha il compito di: (i) gestire i servizi di conduzione tecnica e delle applicazioni
informatiche necessarie al funzionamento di Sintel; (ii) curare tutti gli adempimenti inerenti le procedure di
registrazione e l’utilizzo di Sintel; (iii) controllare i principali parametri di funzionamento di Sintel stesso, segnalando
eventuali anomalie del medesimo.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 2 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
Quale responsabile del trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 29 del D. Lgs. 196/2003 “Codice In Materia Di
Protezione Dei Dati Personali” e ss.mm.ii., nonché del D.P.R. 207/2010, il Gestore del sistema cura l’adozione di tutte
le misure previste dal D. Lgs. 196/2003 e ss.mm.ii. medesimo ed è, altresì, incaricato della conservazione delle
registrazioni del sistema e della documentazione di gara ai sensi dell’Art.16, comma 3 della D.G.R. 6 aprile 2011 n.
IX/1530.
La documentazione di gara viene archiviata da ARCA S.p.A. in qualità di Gestore del sistema, ma la conservazione della
stessa è demandata ed è di responsabilità della stazione appaltante, ai sensi dell’Art.16, comma 3 della D.G.R. 6 aprile
2011 n. IX/1530.
Il Gestore del sistema è, inoltre, responsabile della sicurezza informativa, logica e fisica di Sintel stesso e riveste il ruolo
di responsabile della sicurezza e del trattamento dei dati ai sensi della disciplina che regola la materia, nonché
dell’adozione di tutte le misure stabilite dal D. Lgs. 196/2003 “Codice In Materia Di Protezione Dei Dati Personali” e
ss.mm.ii. in materia di protezione dei dati personali.
La piattaforma è costituita da complesse infrastrutture tecnologiche, quali sistemi di trasmissione ed elaborazione dati
ed è stata realizzata sulla base dei migliori standard tecnologici e procedurali ad oggi presenti nello stato della tecnica.
In ogni caso, non si possono escludere anomalie o malfunzionamenti di Sintel: in tale caso, la stazione appaltante si
riserva di adottare tutte le misure necessarie per garantire la regolarità della procedura, ivi compresa la sospensione e
la non aggiudicazione della stessa.
In ogni caso, i concorrenti esonerano la stazione appaltante e ARCA S.p.A., anche in qualità di Gestore del sistema, da
qualsiasi responsabilità relativa a malfunzionamenti, difetti o vizi di Sintel, fatti salvi i limiti inderogabili previsti dalla
legge; infatti, salvo il caso di dolo o colpa grave, ARCA S.p.A. non potrà essere in alcun caso ritenuta responsabile per
qualunque genere di danno, diretto o indiretto, che dovessero subire gli operatori economici registrati, i concorrenti
o, comunque, ogni altro utente di Sintel, e i terzi a causa o, comunque, in connessione con l’accesso, l’utilizzo, il
mancato utilizzo, il funzionamento o il mancato funzionamento di Sintel.
I concorrenti sono consapevoli del fatto che qualsivoglia loro intervento avente come fine e/o effetto quello di
turbare, alterare, sospendere o impedire indebitamente il normale funzionamento di Sintel, oltre a comportare le
eventuali responsabilità civili e penali previste dalla legge, può determinare la revoca della registrazione a Sintel, di cui
oltre, l’impossibilità di partecipare alla procedura di gara e/o, comunque, l’esclusione dalla medesima.
ARCA S.p.A. si riserva di segnalare qualsiasi fatto rilevante all’Autorità Giudiziaria e/o all’Autorità per la Vigilanza sui
Contratti Pubblici per gli opportuni provvedimenti di competenza. I concorrenti si impegnano a manlevare e tenere
indenne la stazione appaltante ed ARCA S.p.A., anche nella sua qualità di Gestore del sistema, risarcendo qualunque
costo, danno, pregiudizio ed onere (ivi comprese le spese legali) che dovesse essere sofferto da questi ultimi a causa di
un utilizzo scorretto o improprio di Sintel e, comunque, a causa di qualsiasi violazione della normativa vigente e della
disciplina della presente procedura.
Con l’utilizzo di Sintel i concorrenti e la stazione appaltante esonerano ARCA S.p.A. da ogni responsabilità relativa a
qualsivoglia malfunzionamento o difetto relativo ai servizi di connettività necessari a raggiungere Sintel, attraverso la
rete pubblica di telecomunicazioni.
Ove possibile ARCA S.p.A. comunicherà anticipatamente agli utenti registrati a Sintel gli interventi di manutenzione su
Sintel. Gli utenti di Sintel, in ogni caso, prendono atto ed accettano che l’accesso a Sintel utilizzato per la presente
procedura potrà essere sospeso o limitato per l’effettuazione di interventi tecnici volti a ripristinarne o migliorarne il
funzionamento o la sicurezza.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 3 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
2.
GUIDE E MANUALI
L’uso della piattaforma Sintel è disciplinato, oltre che dal presente documento, dai “manuali”, e dalla D.G.R. n. IX/1530
di Regione Lombardia del 6/4/2011, Allegato A, “Determinazioni per il funzionamento e l’uso della piattaforma
regionale per l’e-procurement denominata sistema di intermediazione telematica (Sintel) di Regione Lombardia (ART.
1, C. 6-bis, L. 33/2007) e del relativo elenco fornitori telematico”.
Questi documenti sono scaricabili dal sito www.arca.regione.lombardia.it (>> Home >> Help&FAQ >> Guide e
manuali). Inoltre è possibile avere ulteriori informazioni seguendo il seguente percorso: Home >> Chi Siamo >>
Normativa.
Nel caso di contrasto o incompatibilità tra le disposizioni di cui ai manuali e la documentazione di gara, prevale quanto
disposto da quest’ultima.
3.
DOTAZIONE INFORMATICA
Al fine di poter partecipare alla presente procedura, l’operatore economico deve essere dotato della necessaria
strumentazione tecnica ed informatica (software ed hardware) dei collegamenti alle linee di telecomunicazione
necessari per il collegamento alla rete Internet, di una firma digitale in corso di validità rilasciata da un organismo
appartenente all’elenco pubblico dei certificatori riconosciuti dal DigitPA, tutto ai sensi del D.Lgs n. 177/2009 e della
ulteriore normativa vigente in materia di firme elettroniche avanzate di cui alla Direttiva 1999/93/CE.
L'accesso alla piattaforma Sintel è possibile utilizzando un sistema dotato dei seguenti requisiti minimi:
x
dimensioni dello schermo 15 pollici e risoluzione 800x600, con numero colori 256;
x
accesso Internet con una velocità di 1 Mb/sec;
x
abilitazione del browser alla navigazione in SSL a 128 bit.
Per la navigazione i seguenti browser risultano essere compatibili con la piattaforma Sintel e con il Negozio Elettronico
in tutte le rispettive funzionalità:
x
Internet Explorer 7, 8 e 9;
x
Mozilla Firefox 10 e superiori;
x
Google Chrome.
E' possibile l'utilizzo di browser diversi da quelli elencati, per i quali non è garantita l'effettiva compatibilità con la
piattaforma. Per un utilizzo ottimale si raccomanda comunque l’impiego di Mozilla Firefox 10 e superiori.
ATTENZIONE: le funzionalità "Modifica" e "Anteprima" all'interno della pagina "Modello della Procedura" in
piattaforma Sintel non sono garantite con l'utilizzo di Internet Explorer 7 e 8.
Si ricorda che ai fini dell’espletamento di tutti i passaggi relativi alle procedure di gara è necessario dotarsi di
programmi per l’apposizione e la lettura della firma digitale, quali Dike e Digital Sign.
L'acquisto, l'installazione e la configurazione dell'hardware e del software restano ad esclusivo carico degli utenti finali
della piattaforma Sintel.
4.
POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)
La piattaforma Sintel comunica con gli utenti registrati attraverso Posta Elettronica Certificata (di seguito “PEC”) per
tutte le comunicazioni afferenti alle procedure di gara inviate direttamente dalla casella di posta Sintel.
Si ricorda che l’Art. 16 del D.L. 185/2008,“Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e
per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale” introduce per gli operatori economici l’obbligo di
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 4 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
dotarsi di una casella PEC, da dichiarare alla propria Camera di Commercio; tale obbligo è ribadito dal D.L. 18 Ottobre
2012, n. 179, in merito alle modalità di comunicazione con la Pubblica Amministrazione.
Pertanto, in sede di registrazione (v. successivo paragrafo 5.2 - REGISTRAZIONE A SINTEL), tutte le imprese devono
obbligatoriamente indicare un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) commerciale acquistata da un gestore
autorizzato.
Il dominio GOV.IT è relativo al servizio di posta elettronica certificata fornito dal Governo Italiano per permettere ai
cittadini di dialogare con le Pubbliche Amministrazioni.
Tuttavia tali caselle PEC non possono essere utilizzate per inviare comunicazioni ad altri cittadini, Enti o associazioni.
Si consiglia pertanto di inserire nel proprio profilo utente in piattaforma Sintel un indirizzo PEC differente.
5.
REGISTRAZIONE AI SERVIZI DELL’AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI S.P.A.
Il sistema di autenticazione/registrazione ai servizi di ARCA S.p.A. è adeguato allo strumento standard di
autenticazione ai servizi e alle applicazioni online di Regione Lombardia (IdPC).
La registrazione online consente ad Enti pubblici ed operatori economici di usufruire dei servizi messi a disposizione da
ARCA S.p.A., tra i quali la piattaforma Sintel.
È possibile accedere al servizio di registrazione attraverso il sito www.arca.regione.lombardia.it (Home >>
Registrazione). La registrazione prevede 2 step:
x
registrazione a IdPC;
x
registrazione ad ARCA S.p.A. / Sintel.
5.1
REGISTRAZIONE A IDPC
Il sistema IdPC (Identity Provider del Cittadino) ha il compito di effettuare il riconoscimento degli utenti che richiedono
l’accesso ai servizi on-line di Regione Lombardia. Con questo sistema di riconoscimento, Cittadini, Imprese e Pubbliche
Amministrazioni possono utilizzare le stesse credenziali per accedere ai vari servizi messi a disposizione da Regione
Lombardia e che hanno adottato il sistema IdPC.
La registrazione ad IdPC è gratuita e richiede l’inserimento dei dati anagrafici del richiedente. La registrazione può
essere effettuata anche attraverso l’utilizzo della Carta Regionale dei Servizi (CRS) o di altra smartcard quale la Carta
Nazionale dei Servizi (CNS).
Il sistema IdPC invierà le credenziali d’accesso attraverso posta elettronica ordinaria (di seguito “PEO”). L’effettivo
recapito delle comunicazioni inviate dalla casella PEO dipende dalle seguenti tipologie di caselle destinatarie utilizzate
e indicate dall’utenza in fase di registrazione:
5.2
x
PEC: il canale di comunicazione funziona a condizione che la casella di posta PEC del destinatario sia
configurata in modo da poter ricevere messaggi di posta ordinaria;
x
PEO: il canale di comunicazione funziona senza garanzie per il mittente che il messaggio sia stato
effettivamente recapitato;
x
CEC PAC (Comunicazione Elettronica Certificata tra Pubblica Amministrazione e Cittadino): il canale di
comunicazione NON funziona poiché le caselle CEC PAC sono a circuito chiuso, dedicate alle relazioni con la
Pubblica Amministrazione che le ha rilasciate all’utenza.
REGISTRAZIONE A SINTEL
Per poter presentare offerta e prendere parte alla procedura, ciascun operatore economico è tenuto ad eseguire
preventivamente la Registrazione a Sintel così come disciplinato nei “Manuali”, accedendo al portale di ARCA S.p.A.,
all’indirizzo internet www.arca.regione.lombardia.it, nell’ apposita sezione “Registrazione”.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 5 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
La registrazione è del tutto gratuita, non comporta in capo all’operatore economico che la richiede l’obbligo di
presentare l’offerta, né alcun altro onere o impegno.
Salvo malfunzionamenti delle reti, dell’infrastruttura e delle tecnologie di comunicazione, la procedura di registrazione
è automatica e avviene rapidamente. In ogni caso, ai fini del rispetto dei termini previsti per l’invio delle offerte e, per
prevenire eventuali malfunzionamenti, si consiglia di procedere alla registrazione con congruo anticipo, prima della
presentazione dell’offerta.
L’utenza creata in sede di registrazione è necessaria per ogni successivo accesso alle fasi telematiche della procedura.
L’utente è tenuto a non diffondere a terzi la chiave di accesso (nome utente e password) a mezzo della quale verrà
identificato da Sintel.
Le chiavi di accesso sono strettamente personali e devono essere conservate con cura. Gli utenti sono tenuti a
conservarle con la massima diligenza, a mantenerle segrete e riservate, a non divulgarle o comunque cederle a terzi e
ad utilizzarle sotto la propria esclusiva responsabilità, ai sensi dell’Art. 3 della D.G.R. 6 aprile 2011 n. IX/1530.
L’operatore economico ottiene l’utenza attraverso il legale rappresentante, ovvero un procuratore (generale o
speciale) abilitato a presentare offerta.
L’operatore economico, con la registrazione e, comunque, con la presentazione dell’offerta, si obbliga a dare per
valido l’operato compiuto dai titolari e/o utilizzatori delle utenze riconducibili all’interno di Sintel all’operatore
economico medesimo; ogni azione da questi compiuta all’interno di Sintel si intenderà, pertanto, direttamente
imputabile all’operatore economico registrato.
5.3
DOCUMENTO RIEPILOGATIVO DEI DATI DELLA REGISTRAZIONE
Al termine del processo di registrazione, l’operatore economico deve firmare digitalmente il documento riepilogativo
dei dati della registrazione (in formato .pdf).
È necessario cliccare su “Scarica .pdf”, selezionare il percorso di salvataggio senza modificare il nome del file generato
da Sintel. Si consiglia quindi di aprire il file utilizzando il software per la firma digitale e non altri programmi (Adobe
Reader, Word, etc).
In generale, si raccomanda di non eseguire le seguenti operazioni:
x
effettuare il salvataggio in locale utilizzando “salva con nome” o “salva una copia”;
x
rinominare il file, neppure dopo averlo firmato;
x
qualsiasi operazione che possa modificare/alterare il contenuto o le proprietà del file originale.
Una volta correttamente firmato, il file deve essere nuovamente caricato (upload) nel modulo di registrazione.
5.4
REGISTRAZIONE A SINTEL PER I LIBERI PROFESSIONISTI
La registrazione ai servizi ARCA S.p.A. è possibile per tutti gli operatori economici, compresi i liberi professionisti
operanti nell’ambito delle professioni regolamentate e non regolamentate, gli studi associati e altre società di
professionisti.
Per approfondimenti circa le particolarità di questo tipo di registrazione, si consiglia di contattare il call center al
numero verde gratuito 800.116.738.
5.5
a)
REGISTRAZIONE A SINTEL PER LA PARTECIPAZIONE IN FORMA AGGREGATA
Nel caso in cui un operatore economico intenda partecipare ad una procedura di gara nelle seguenti forme di
aggregazione:
x
consorzio stabile,
x
rete di imprese,
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 6 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
è necessario effettuare una nuova registrazione ad-hoc ai servizi e-procurement di ARCA S.p.A., selezionando
attraverso il menù a tendina “Tipo di società” la voce appropriata.
b) Nel caso in cui un operatore economico intenda partecipare ad una procedura di gara nelle seguenti forme di
aggregazione:
x
raggruppamento temporaneo di imprese,
x
consorzio costituendo,
x
altra forma finalizzata alla partecipazione ad una specifica procedura di scelta del contraente,
è sufficiente la registrazione a Sintel della capogruppo / mandataria senza che sia necessaria la registrazione di tutti i
soggetti facenti parte del raggruppamento. Si precisa che al momento di accedere all’interfaccia “Dettaglio” della
procedura di gara d’interesse, prima di avviare il percorso guidato “Invia offerta”, è necessario utilizzare l’apposita
funzionalità “Partecipazione in forma aggregata”, disponibile attraverso il menu di sinistra. Una volta creata la forma
di partecipazione attraverso questa funzionalità, sarà possibile procedere all’invio dell’offerta, selezionando la forma
di partecipazione.
5.6
REGISTRAZIONE A SINTEL PER GLI OPERATORI ECONOMICI STRANIERI
La partecipazione alle procedure gestite attraverso la piattaforma Sintel è possibile anche per tutti i fornitori stranieri,
sia che essi abbiano una sede operativa in Italia o meno.
Il requisito è quello di munirsi di firma digitale italiana ai sensi del D.Lgs n. 177/2009, oppure di altra firma digitale
avanzata, emessa in un paese membro della UE, purché conferma alla normativa vigente in materia di firme
elettroniche avanzate, di cui alla Direttiva 1999/93/CE.
La firma digitale dovrà inoltre essere conforme a quanto esplicitato nel paragrafo 6.1 - FIRMA DIGITALE del presente
documento.
Per approfondimenti circa le particolarità di questo tipo di registrazione, si consiglia di contattare il call center al
numero +39-02.39.331.780 (assistenza in lingua italiana).
6.
FORMA E SOTTOSCRIZIONE DEI DOCUMENTI
Ogni documento relativo ad una procedura di gara Sintel deve essere presentato secondo le norme e le modalità di
partecipazione sotto indicate, redatto in ogni sua parte in lingua italiana ed in conformità a quanto previsto dalla
documentazione di gara.
Salvo diversa indicazione, ogni documento elettronico (di seguito, per brevità, anche solo “file”) inviato dall’operatore
economico nell’ambito della presentazione dell’offerta dovrà essere sottoscritto dal legale rappresentante
dell’operatore economico con la firma digitale e marcato temporalmente.
Resta in ogni caso di esclusiva competenza e responsabilità dell’ operatore economico verificare che la propria
documentazione sia effettivamente e correttamente sottoscritta con firma digitale e marcata temporalmente. Per
l’elenco dei certificatori accreditati e per maggiori informazioni sulla firma digitale, la marca temporale e la Posta
Elettronica Certificata si può fare riferimento al sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale www.agid.gov.it.
La stazione appaltante potrà procedere in qualsiasi momento a controlli e verifiche della veridicità e della completezza
del contenuto delle dichiarazioni della documentazione presentate dai concorrenti, richiedendo l’esibizione di
documenti originali e certificati attestanti quanto dichiarato dai concorrenti.
Si rammenta che, ai sensi degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000, la falsa dichiarazione comporta sanzioni penali e
costituisce causa d’esclusione dalla partecipazione alla procedura.
Qualora sia richiesto da Sintel ovvero qualora l’ operatore economico preveda il caricamento di numerosi file utilizzando un
formato di compressione – quale, a titolo esemplificativo e non esaustivo, in formato elettronico “.zip” ovvero “.rar” ovvero
“.7z” ovvero equivalenti software di compressione dati – salvo diverse indicazioni nella documentazione di gara, tutti i singoli
file in esso contenuti dovranno essere firmati digitalmente, mentre la cartella compressa stessa non dovrà essere firmata.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 7 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
6.1
FIRMA DIGITALE
In conformità alla normativa nazionale di riferimento, Sintel supporta firme digitali generate nel formato CAdES (CMS
Advanced Electronic Signatures, con algoritmo di cifratura SHA-256) BES. Questa tipologia di firma digitale è
distinguibile dall’estensione del file che viene generato dopo l’apposizione della firma (.p7m).
Si precisa che Sintel non accetta firme digitali di tipo PAdES (PDF Advanced Electronic Signature) e XAdES (XML
Advanced Electronic Signature), anche se con algoritmo di cifratura SHA-256.
Le firme digitali gestite sono di tipo attached. Il documento originario oggetto di firma e il certificato di firma digitale
risiedono all’interno in un unico file. Ad esempio, dato il file “prova.pdf”, se questo viene firmato digitalmente con
tipo di firma attached, si genera un file “prova.pdf.p7m”.
Nel caso di apposizione di firme multiple, Sintel gestisce esclusivamente le firme in modalità “parallela”. Apporre fime
digitali multiple in modalità parallela significa (indipendentemente dallo strumento utilizzato, es. Digital Sign, Dike,
ecc.) generare un file con UNICA estensione “.p7m”.
In sintesi, il sottoscrittore successivo al primo firma a sua volta il documento originale e non il documento firmato dal
primo sottoscrittore. Sintel non accetta firme multiple diverse, quali ad esempio la c.d. "firma nidificata" (i firmatari
successivi firmano il file già firmato, generando un file “.p7m.p7m.p7m”).
Si precisa inoltre, che ai fini della sottoscrizione della documentazione di gara e dei documenti componenti le offerte,
non sono valide le firme elettroniche (firme “deboli”), ivi comprese la FEQ (Firma Elettronica Qualificata) e la FEA
(Firma Elettronica Avanzata).
6.2
MARCATURA TEMPORALE
La Marcatura Temporale è il risultato della procedura con cui si attribuisce ad uno o più documenti informatici un
riferimento temporale opponibile ai terzi. Tale riferimento è richiesto dal legislatore (articoli 20 e 21 D.Lgs n. 82/2005
e articolo 37 del D.P.C.M. 30 marzo 2009 “Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme
digitali e validazione temporale dei documenti informatici”), al fine di garantire la validità della firma digitale nel
tempo e la conseguente opponibilità a terzi della medesima, a tutela del operatore economico.
È possibile marcare temporalmente i documenti utilizzando un kit per la firma digitale. I software di firma forniti, sia
per la smart card che per il token usb, permettono di apporre firme digitali e marche temporali (che devono essere
acquistate da una Certification Authority), anche attraverso un’unica operazione.
Sintel gestisce esclusivamente marcature temporali di tipo “attached”: il documento originario oggetto di marcatura
temporale e la marca temporale devono quindi risiedere all’interno di un unico file, che assume estensione .p7m.tsd.
Ad esempio, dato il file “prova.pdf”, se questo viene firmato digitalmente e marcato temporalmente, si genera un file
la cui denominazione compresa l’estensione sarà “prova.pdf.p7m.tsd”.
Infine, si evidenzia che il Gestore del sistema, al fine di garantire opponibilità ai terzi della traccia delle operazioni
svolte e dei file presenti in piattaforma provvede ad apporre firma digitale e marcatura temporale a tutti i log di Sintel.
7.
COMUNICAZIONI PROCEDURA
Salvo diversamente indicato nella documentazione di gara, tutte le comunicazioni nell’ambito della procedura,
avverranno di regola per via telematica, attraverso l’apposita funzionalità di Sintel denominata “Comunicazioni
procedura”, disponibile per l’operatore economico nell’interfaccia “Dettaglio” della procedura di gara.
L’operatore economico elegge dunque, quale domicilio principale per il ricevimento delle comunicazioni inerenti le
procedure e, in generale, le attività svolte nell’ambito di Sintel l’apposita area riservata ad accesso sicuro
“Comunicazioni procedura” e l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dichiarato dallo stesso al momento della
registrazione (o successivamente con l’aggiornamento del profilo utente).
A tale fine, l’operatore economico si impegna a verificare costantemente e tenere sotto controllo la funzionalità
“Comunicazioni procedura” all’interno di Sintel.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 8 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
Tutte le comunicazioni della procedura inviate attraverso Sintel da Enti pubblici ed operatori economici, sono inviate
anche all’indirizzo PEC dichiarato dall’operatore economico al momento della registrazione. Sintel utilizza per le
comunicazioni una casella PEC, ai sensi dell’Art. 48 del D. Lgs. 82/2005, del D.P.R. 68/2005 e del D.P.R. 445/2000 e
ss.mm.ii..
Il momento, data ed orario, di invio delle comunicazioni effettuate attraverso Sintel sono determinate dalle
registrazioni di sistema (log), in conformità a quanto previsto dal D.P.R. 207/2010.
In caso di R.T.I. costituendi e Consorzi ciascuna delle imprese che prendono parte al raggruppamento eleggono quale
domicilio per il ricevimento delle comunicazioni relative alla procedura i recapiti appartenenti all’impresa mandataria.
8.
PREDISPOSIZIONE ED INVIO DELL’OFFERTA IN SINTEL
La predisposizione e l’invio dell’offerta avviene esclusivamente mediante l’apposita funzionalità “Invia” disponibile al
termine della procedura di redazione, sottoscrizione e caricamento (upload) su Sintel della documentazione che
compone l’offerta (percorso guidato “Invia Offerta”).
Si ricorda che il semplice caricamento (upload) della documentazione di offerta su Sintel non comporta l’invio
dell’offerta alla stazione appaltante. L’ operatore economico dovrà verificare di avere completato tutti i passaggi
richiesti da Sintel e procedere con la conferma e successivo invio dell’offerta. Sintel darà comunicazione all’ operatore
economico del corretto invio dell’offerta, ai sensi dell’art. 295 comma 6 del D.P.R. 207/2010.
E’ possibile per l’ operatore economico sottomettere una nuova offerta (entro i termini per la presentazione delle
offerte), tale nuova offerta annulla e sostituisce la precedente, che entra nello stato “sostituita” e non potrà essere
quindi più consultata.
Alla scadenza del termine per la presentazione delle offerte, le offerte correttamente inviate non possono essere più
ritirate e sono definitivamente acquisite dal Sintel, che le mantiene segrete e riservate fino all’inizio delle operazioni di
apertura e verifica della documentazione da parte della stazione appaltante.
Tutta la documentazione allegata e le informazioni inserite in Sintel componenti l’offerta inviata dall’operatore
economico sono mantenute segrete, riservate e conservate in appositi e distinti documenti informatici. Sintel
garantisce il rispetto della massima segretezza e riservatezza dell’offerta e dei documenti che la compongono,
assicurando la provenienza e l’inalterabilità della stessa.
In caso di RTI o Consorzio Ordinario l’offerta presentata determina la responsabilità solidale nei confronti
dall’Amministrazione nonché nei confronti dei fornitori o dei subappaltatori (se concesso il subappalto).
Si ricorda che la sessione di operatività della piattaforma Sintel consente un periodo di inattività pari al massimo a due
ore consecutive. Pertanto se la sessione dovesse scadere senza che l’offerta sia stata inviata o salvata, le informazioni
inserite nel percorso “Invia offerta” andranno perdute e dovranno dunque essere prodotte nuovamente in una
successiva sessione in Sintel.
Nota bene: è sempre possibile per l’operatore economico controllare un’offerta già inviata ed i relativi contenuti, accedendo
all’interfaccia “Dettaglio” di una procedura di gara, quindi alla funzionalità “Storia offerte”.
8.1
DOCUMENTO D’OFFERTA
Al quarto step del percorso guidato “Invio offerta”, l’operatore economico deve firmare digitalmente il “Documento
d’offerta” (in formato .pdf).
Il documento d’offerta rappresenta un elemento essenziale dell’offerta, in quanto è l’unico documento in cui vengono
sottoscritte tutte le dichiarazioni rese “a video”, i dati tecnici sui file allegati (hash, dimensione, formato) e i valori
dell’offerta economica. Pertanto, con la sottoscrizione del documento d’offerta l’operatore economico assume la
paternità dell’offerta inserita in Sintel e si assume la responsabilità sulla verifica dell’integrità e leggibilità di tutti gli
elementi della stessa.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 9 di 10
AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI - ARCA S.p.A.
Classificazione: dominio pubblico
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel
È necessario cliccare su “Scarica .pdf”, selezionare il percorso di salvataggio, senza modificare il nome del file generato
da Sintel. Si consiglia quindi di aprire il file utilizzando il software per la firma digitale e non altri programmi (Adobe
Reader, Word, etc).
In generale, si raccomanda di non eseguire le seguenti operazioni:
x
effettuare il salvataggio in locale utilizzando “salva con nome” o “salva una copia”;
x
rinominare il file, neppure dopo averlo firmato;
x
eseguire qualsiasi operazione che possa modificare/alterare il contenuto o le proprietà del file originale.
Una volta correttamente firmato, il file deve essere nuovamente caricato (upload) in piattaforma. Si raccomanda di
eseguire le operazioni qui descritte con congruo anticipo rispetto al termine ultimo per la presentazione delle offerte.
8.2
DIMENSIONI MASSIME DEI FILE CARICATI (UPLOAD)
In fase di sottomissione delle offerte (busta amministrativa, busta tecnica, busta economica) Sintel applica il controllo
sulla dimensione dei file che vengono “caricati” in piattaforma (upload), attraverso gli appositi campi. In ciascun
campo a disposizione per l’upload, è consentito il caricamento di documenti (file, anche sotto forma di cartella
compressa) con dimensioni superiori a 0 byte (non sono quindi accettati file completamente vuoti), ed inferiori a 143
Mbyte.
Nel caso di invio di comunicazioni tramite la piattaforma, le dimensioni massime dei file allegati alla funzionalità di
messaggistica interna di Sintel non deve superare complessivamente i 30 Mbyte.
In merito si segnala che le performance di caricamento dei file all’interno di Sintel dipendono dalle dimensioni degli
stessi, pertanto, laddove possibile, si consiglia di non superare i 20 Mbyte per singolo file.
8.3
HASH
Si definisce hash una funzione matematica capace di produrre una stringa (sequenza di caratteri) di lunghezza fissa
partendo da qualunque file o testo. Ogni modifica del file o del testo produrrà una diversa stringa in uscita, cui si
assegnerà un nuovo codice hash completamente differente dal precedente. Esempi di algoritmo di hash sono l'MD5 o
lo SHA.
Sintel calcolerà il codice hash usando algoritmo MD5 codificato in Base64 e lo assegnerà in modo univoco all’ultimo
file caricato dai concorrenti in ogni campo del percorso guidato “Invia Offerta”.
I concorrenti potranno verificare i codici hash dei file caricati, consultando il documento d’offerta generato al quarto
step del percorso guidato “Invia Offerta” che dovrà essere scaricato dall’operatore economico sul proprio terminale
come descritto nel precedente paragrafo 8.1 - DOCUMENTO D’OFFERTA e quindi sottoscritto con firma digitale dal
titolare della ditta o dal suo legale rappresentante. Tale firma rappresenta un’ulteriore comprova della correttezza ed
autenticità dei file allegati.
Grazie al confronto dei codici hash sarà, ad esempio possibile, verificare che i file scaricati dalla stazione appaltante in
fase di valutazione delle offerte ricevute, corrispondano esattamente a quelli inseriti in Sintel dall’operatore
economico.
9.
CONTATTI
Per la richiesta di ulteriori informazioni sull’uso di Sintel, gli utenti della piattaforma potranno collegarsi al portale
www.arca.regione.lombardia.it, nella sezione contatti.
È disponibile il contact center di ARCA S.p.A., raggiungibile dall’Italia al numero verde 800.116.738 e dall’estero al +3902.39.331.780 (assistenza in lingua italiana). I nostri operatori sono a disposizione tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30
esclusi sabato, domenica e festivi.
Inoltre, l’indirizzo e-mail [email protected] è a disposizione degli utenti Sintel per inviare ad ARCA S.p.A.
richieste di supporto/assistenza di natura tecnica.
Modalità tecniche per l’utilizzo della piattaforma Sintel – Maggio 2014
Pagina 10 di 10
€ 148.500,00
Base d'asta fornitura tests
e materiale vario di
consumo
(Iva ESCLUSA)
Impossibile visualizzare l'immagine.
Timbro Ditta
OFFERTA DITTA
(3 anni)
l Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
sede dell’Ufficio delle Imposte Dirette territorialmente competente:
Legale Rappr.te:
partita IVA
Ditta offerente:
Sede Legale:
FORNITURA DI
UN SISTEMA ANALITICO E RELATIVO
MATERIALE DIAGNOSTICO
PER LA DETERMINAZIONE DI “% CDT TIA”
IN HPLC,
CON STRUMENTAZIONE DEDICATA PER IL
LABORATORIO DI SANITA’ PUBBLICA
Mod. offerta A1
Codice
ditta
%CDT HPLC SET
DI CALIBRATORI 2
LIVELLI 1 X2 ML
%CDT HPLC SET
DI CONTROLLI 2
LIVELLI 2x2x1 ml
%CDT HPLC
REAGENTE DI
LAVAGGIO
%CDT HPLC
HOLDER
CARTUCCIA
ANALITICA
%CDT HPLC
CARTUCCIA
ANALITICA
%CDT HPLC
REAGENTI KIT
Descrizione
diagnostici
CND
codice
CIVAB
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
600
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
in q.tà
sufficienti
all'esecuz.
dei tests
6000 tests
fabbisogn
Prezzo
fabbisogn
o annuo
Prezzo
OFFERTO o annuo
confezion
AO
OFFERTO a
unitario
ASL
a-mento
DESENZA
confezione
test
BRESCIA
NO
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U. O. Approvvigionamenti – Dott.ssa Soardi Elena
DITTA
OFFERENTE:
FORNITURA
DI
UN SISTEMA
ANALITICO E
RELATIVO
MATERIALE
DIAGNOSTICO
PER LA
DETERMINAZI
ONE DI “%
CDT TIA” IN
HPLC,
CON
STRUMENTAZI
ONE
DEDICATA
PER IL
LABORATORI
O DI SANITA’
PUBBLICA
Lotto
%
iva
n. conf. Imponib
anno
ile anno
2014
2014
Asl
Asl
Brescia Brescia
n. conf.
anno 2014
AO
Desenzano
Imponibile
anno 2014
AO
Desenzano
n. conf.
anno
2015 Asl
Brescia
PROSPETTO DI DETTAGLIO OFFERTA
Imponibi
n. conf.
le anno
anno 2015
2015
AO
Asl
Desenzano
Brescia
Imponibile
anno 2015
AO
Desenzano
n. conf.
anno
2016 Asl
Brescia
Imponib
Imponibile n. conf.
n. conf. anno
ile anno
anno 2016
anno
2016 AO
2016 Asl
AO
2017 Asl
Desenzano
Brescia
Desenzano Brescia
Imponib
ile anno
2017 Asl
Brescia
n. conf.
anno 2017
AO
Desenzano
totale (iva
incl.)
iva
TOTALE
OFFERTO
(iva escl.)
CANONE
ASSISTENZA
TECNICA (per
3 anni):
CANONE DI
NOLEGGIO
(per 3 anni):
TOTALE
FORNITURA
(reagenti,
mat.
Consumo,
calibratori e
controlli)
Imponibile
anno 2017
AO
Desenzano
imponibile totale
DIPARTIMENTO ATTIVITÀ AMMINISTRATIVE
SERVIZIO RISORSE STRUMENTALI
U.O. APPROVVIGIONAMENTI
Viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030 383.8245 - Fax 030 383.8360
E-mail [email protected]
Brescia,
Prot. Gen. N.
Cl.: 1.6.03
Spett.le Ditta
Bio Rad Laboratories s.r.l.
Via Cellini, 18/A
20090 – Segrate (MI)
/14 ES/as
Trasmissione telematica tramite Piattaforma Sintel
Oggetto:
Fornitura di un sistema analitico e relativo materiale diagnostico per la
determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione dedicata, in forma
congiunta tra Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia ed Azienda
Ospedaliera di Desenzano, per un periodo di anni tre.
Lettera di invito
Per l’espletamento della presente procedura, l’Azienda si avvale del Sistema Informatico
della
Regione
Lombardia
(Sintel),
accessibile
dall’indirizzo
https://www.arca.regione.lombardia.it.
In particolare, le condizioni di accesso ed utilizzo del Sistema sono indicate nei documenti
“Modalità di utilizzo della piattaforma Sintel” e “Manuale operativo Utente Fornitore“,
scaricabili dal suddetto sito Internet.
Per poter partecipare alla presente procedura, l’impresa individuata è invitata da parte di
questa Azienda Sanitaria, tramite la Piattaforma Sintel a mezzo di posta elettronica
all’indirizzo dichiarato in fase di registrazione.
Il presente invito indica la procedura iniziale per essere messi in grado di partecipare alla
selezione ed indica che la gara è lanciata sulla piattaforma Sintel.
In particolare, la partecipazione alla presente procedura si articola nell’inserimento dei
dati e delle informazioni relative ai requisiti di ordine generale, di capacità economico –
finanziaria e tecnico organizzativa, e dell’offerta economica dell’impresa concorrente,
secondo le indicazioni riportate sulla piattaforma Sintel. Ai fini della valida partecipazione
alla procedura in corso, l’impresa concorrente dovrà, pena esclusione dalla procedura
medesima, firmare digitalmente il file prodotto dalla piattaforma Sintel contenente
l’offerta in tutte le sue parti.
Il fornitore inoltre – in fase di gara - dovrà sottomettere tutti i file richiesti solo tramite
Piattaforma e non è consentito inviare a Codesta A. S. L. file in altra maniera o tramite
mail a meno che non sia stato richiesto esplicitamente al fornitore stesso dalla stazione
appaltante. Le imprese riceveranno solo tramite e-mail informazioni sull’inizio della
procedura.
L’A.S.L. avrà la facoltà di sospendere o rinviare la procedura di gara senza che le imprese
possano avanzare pretese qualora, nel corso della negoziazione, si verificassero anomalie
nel funzionamento dell’applicativo o della rete che rendano impossibile ai partecipanti
l’accesso a Sintel, o che impediscano di formulare l’offerta.
ASL di Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - [email protected]
Posta certificata: [email protected]
Codice Fiscale e Partita IVA: 03436310175
SPECIFICHE DELLA GARA:
La gara ha per oggetto la fornitura di un sistema analitico e relativo materiale
diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione
dedicata, in forma congiunta tra Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia ed
Azienda Ospedaliera di Desenzano, per un periodo di anni tre., presumibilmente dal
1.7.2014.
L'importo dell'appalto ammonta a presunti € 148.500,00.= (IVA esclusa) sui tre anni;
l'entità indicata potrebbe subire delle variazioni in aumento o diminuzione, secondo le
reali necessità della Stazione Appaltante.
Il Fornitore dovrà sottomettere la propria offerta, digitando sull’apposita schermata che
comparirà sulla piattaforma Sintel il prezzo offerto (indicato con due cifre decimali oltre la
virgola) sulla base dei prezzi proposti nel Modello A1, allegato al capitolato speciale di
gara, per garantire la fornitura richiesto nel rispetto delle condizioni riportate nel
capitolato speciale di gara presente sulla Piattaforma Sintel.
Le imprese che intendono partecipare alla gara dovranno sottomettere la propria offerta
entro e non oltre il termine perentorio del _________, ore 12.00.
RIFERIMENTI:
Per informazioni sulla modalità di sottomissione dell’offerta e sulle problematiche
connesse alla piattaforma Sintel bisogna fare riferimento esclusivamente al numero verde
Sintel 800 116 738.
Per problematiche relative al contenuto del bando si può fare riferimento all’ASL – U. O.
Approvv. ti: per le questioni amministrative: Dott.ssa Elena Soardi tel. 030-3838221,
Dott.ssa Antonietta Suriano tel. 030/3838535, U.O. Approvvigionamenti tel. 030 3838245/220/320.
Distinti saluti.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE
U.O. APPROVVIGIONAMENTI
(Dott.ssa Elena Soardi)
Struttura competente: UO Approvvigionamenti
Il Responsabile del procedimento: Dott.ssa Elena Soardi
Il Referente della pratica: Dott.ssa Antonietta Suriano
030/383.8535 - ġ- [email protected]
ASL di Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - [email protected]
Posta certificata: [email protected]
Codice Fiscale e Partita IVA: 03436310175
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE
Oggetto:
Procedura negoziata per la fornitura di un sistema analitico e relativo materiale
diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con strumentazione
dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica dell’ASL Brescia e dell’AO di Desenzano,
per un periodo di anni tre.
(modello da compilare solo per le parti di pertinenza)
***************
(Da restituire compilato in ogni sua parte e sottoscritto. La presente Autocertificazione deve
essere sottoscritta con firma autenticata oppure semplicemente firmata ed accompagnata dalla
fotocopia di un documento d'identità non scaduto).
***************
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA'
Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, art. 47
Io
Sottoscritto/a
__________________________________________
_______________________________
il
__________________
____________________________________________
nella
nato/a
mia
(eventualmente
qualità
giusta
a
di
procura
generale/speciale n. __________ del _________________) autorizzato a rappresentare
legalmente l'impresa/ società
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
________________________________________________ forma giuridica ____________
codice fiscale ______________________ Partita IVA n. ____________________________
con
sede
legale
in
_________________________
Via/Piazza
_____________________________
Sede Amministrativa ______________________________________________
numero
telefonico
____________________________
numero
fax
___________________________ indirizzo ove inviare la successiva corrispondenza e/o
richieste
di
chiarimenti/informazione
e
quant’altro:
__________________________________________________________________
indirizzo
p.e.c
(obbligatorio
se
in
possesso)
_____________________________________________________________________
Indicazione
dell'eventuale
depositario,
indirizzo,
n.
di
telefono
e
n.
di
fax:
_____________________________________________________
Data: ____________
Timbro della Ditta
Firma del Legale Rappresentante
___________________________________
-1-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
DATI UTILI PER LA SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO FIRMATO DIGITALMENTE
Ragione sociale Ditta:
Sede legale
Cod.Fisc. e P.IVA
Soggetto che stipula il contratto
Sig./Sig.a:
Ruolo:
Nato/a a:
il
Residenza:
Dati del soggetto che sottoscriverà digitalmente il contratto:
Nome e Cognome:
Ruolo:
Nato/a a:
il
Firma digitale rilasciata da:
Con validità dal
al
-2-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
CONSAPEVOLE DELLA RESPONSABILITA' PENALE CUI POSSO ANDARE INCONTRO IN
CASO DI AFFERMAZIONE MENDACI AI SENSI
DELL'ART. 76 DEL PRECISATO D.P.R. N. 445
CERTIFICO E DICHIARO:
1) che l'impresa è iscritta al n. ___________ della Camera di Commercio Industria Artigianato
di ______________________________ dal ________________________;
OPPURE
Che la società o cooperativa o consorzio è iscritta al n. _____________ del registro delle
società
della
Cancelleria
Commerciale
del
Tribunale
di
____________________________________;
OPPURE
Che l'impresa o società o cooperativa o consorzio è iscritta al n. ___________ del registro
della imprese di ________________________ che la Cooperativa o Consorzio è iscritta al n.
___________ del Registro della Prefettura di _______________________________;
OPPURE
(per le imprese di altri Stati)
Che l'impresa è iscritta al n. _______________ del registro professionale o commerciale
_________________________ di Ente ___________________________________ analogo a
quelli italiani, operante nel proprio Stato di appartenenza;
(PER TUTTI)
- che la rappresentanza legale è attribuita alle seguenti persone (nome, cognome, data e luogo
di nascita, carica sociale e relativa scadenza):
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
_____________________________________
(PER TUTTI)
- che il/i seguente/i legale/i rappresentante/i
__________________________________________________________________
ha/hanno
firma
congiunta
con
il/i
seguente/i
altro/i
legale/i
rappresentante/i
_________________________________________________
__________________________________________________________________
Data:_________________
Timbro della Ditta
Firma del Legale Rappresentante
_______________________________
-3-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
2) che ai fini della presente gara, l’ impresa partecipante nelle persone dei suoi rappresentanti
ovvero i soggetti che possono essere affidatari di subappalti e/o possono stipulare i relativi
contratti, posseggono i requisiti di cui all’art. 38 del D. Lgs. 163 del 12/04/2006 così come
modificato dal decreto-legge n. 70 del 2011, conv. dalla L. n. 106/2011. In particolare dichiaro
che:
ai sensi dell'art. 38 del D. Lgs. 163 del 12/04/2006 e ss.mm.ii., l'impresa/società/consorzio
ed il titolare o direttore tecnico – nel caso di impresa individuale – i soci o il direttore tecnico
– nel caso di società in nome collettivo – i soci accomandatari o il direttore tecnico – nel
caso di società in accomandita semplice - il/i legale/i rappresentante/i o il direttore tecnico o
il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di
quattro soci, se si tratta di altro tipo di società, versano nella situazione sotto indicata:
a) non si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, o
nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali
situazioni;
b) non è pendente procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione di
cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative
previste dall'articolo 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575; in particolare non è
pendente il procedimento nei confronti del titolare o direttore tecnico, se si tratta di
impresa individuale;dei soci o del direttore tecnico se si tratta di società in nome
collettivo, dei soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in
accomandita semplice, degli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o de
direttore tecnico o del socio unico persona fisica, ovvero del socio di maggioranza in
caso di società con meno di quattro soci se si tratta di altro tipo di società;
c)
nei loro confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato,
o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di
applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura
penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità
professionale; è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in
giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un'organizzazione criminale,
corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'articolo 45,
paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18; nei confronti dei soggetti cessati dalla carica
nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, l'impresa ha
dimostrato che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione della condotta
penalmente sanzionata; nel caso di accertamento di reato l'esclusione e il divieto di
partecipazione a questa gara non operano in quanto il reato è stato depenalizzato
ovvero è intervenuta la riabilitazione ovvero il reato è stato dichiarato estinto dopo la
condanna ovvero è stato revocato in caso di condanna;
d) non hanno violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all'articolo 17 della legge 19
marzo 1990, n. 55; l'esclusione ha durata di un anno decorrente dall'accertamento
definitivo della violazione e va comunque disposta se la violazione non è stata rimossa;
e) non hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia
di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
f)
non hanno commesso grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle prestazioni
affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara; o che non hanno commesso un
errore grave nell'esercizio della loro attività professionale (potrà accertato con qualsiasi
mezzo di prova da parte della stazione appaltante);
g) non hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi
relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella
dello Stato in cui sono stabiliti;
h) nei loro confronti, ai sensi del comma 1-ter, non risulta l’iscrizione nel casellario
informatico di cui all’articolo 7, comma 10, D. Lgs 163/2006 per aver presentato falsa
dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la
partecipazione a procedure di gara e per l’affidamento dei subappalti;
i)
non hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia
di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in
cui sono stabiliti;
j)
sono in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla
legge 12 marzo 1999, n. 68;
-4-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
k)
nei loro confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9,
comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione
che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i
provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 36-bis, comma 1, del decreto-legge 4 luglio
2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; (ora
articolo 14 del d.lgs. n. 81 del 2008);
l)
nei loro confronti, ai sensi dell'articolo 40, comma 9-quater, non risulta l'iscrizione nel
casellario informatico di cui all'articolo 7, comma 10, per aver presentato falsa
dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio dell'attestazione SOA;
m) pur essendo stati vittime dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice
penale aggravati ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152,
convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203, risultino aver
denunciato i fatti all’autorità giudiziaria, salvo che ricorrano i casi previsti dall’articolo 4,
primo comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689.
La circostanza di cui al periodo precedente deve emergere dagli indizi a base della
richiesta di rinvio a giudizio formulata nei confronti dell’imputato nell'anno antecedente
alla pubblicazione del bando e deve essere comunicata, unitamente alle generalità del
soggetto che ha omesso la predetta denuncia, dal procuratore della Repubblica
procedente all’Autorità di cui all’articolo 6, la quale cura la pubblicazione della
comunicazione sul sito dell’Osservatorio;
n) non si trovano, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura di
affidamento, in una situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile o in
una qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di controllo o la relazione
comporti che le offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale.
Hanno subito le seguenti condanne:
_________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________
Il concorrente non è tenuto ad indicare nella dichiarazione autocertificata le condanne
quando il reato è stato depenalizzato ovvero per le quali è intervenuta la riabilitazione
ovvero quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero in caso di revoca
della condanna medesima. Si intendono gravi le violazioni individuate ai sensi dell'articolo
14, comma 1, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive
modificazioni, fermo restando quanto previsto, con riferimento al settore edile, dall'articolo
27, comma 1-bis, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Si intendono gravi
le violazioni che comportano un omesso pagamento di imposte e tasse per un importo
superiore all'importo di cui all'articolo 48-bis, commi 1 e 2-bis, del d.P.R. 29
settembre 1973, n. 602. Si intendono gravi le violazioni ostative al rilascio del
documento unico di regolarità contributiva di cui all'articolo 2, comma 2, del decreto-legge
25 settembre 2002, n. 210, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 novembre 2002, n.
266; i soggetti di cui all’art. 47, comma 1, D.Lgs 163/2006 devono dimostrare, ai sensi
dell' articolo 47, comma 2, decreto citato, il possesso degli stessi requisiti prescritti per
il rilascio del documento unico di regolarità contributiva.
nei loro confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'art. 9, comma 2,
lettera c), del decreto legislativo del 8/06/2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il
divieto di contrarre con la pubblica amministrazione.
che possiedono la capacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione, in quanto non
hanno mai subita condanna per i delitti commessi in danno o a vantaggio di un'attività
imprenditoriale o comunque in relazione ad essa, previsti dagli artt. 316 bis – 317 – 318 –
319 – 319 bis – 320 – 321 – 322 – 353 – 355 – 356 – 416 - 416 bis – 437 – 501 - 501 bis
– 640 n.1, II c. - 644;
che non hanno mai violato l'art. 144, Legge n. 689/81, effettuazione di scarichi inquinanti
che superano i limiti di accettabilità;
-5-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
che non hanno mai violato le leggi tributarie che comportano l'applicazione di sanzioni
penali che espressamente prevedono, quale pena accessoria, l'incapacità a contrattare con
la Pubblica Amministrazione;
3) che ai sensi dell'art. 41 del D. Lgs n. 163/2006 l'impresa/società è in possesso della
capacità finanziaria, economica per concorrere il servizio in oggetto. In particolare dichiaro:
referenze bancarie della banca/banche:
________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________
(indicarne almeno due)
i fatturati globali d'impresa degli ultimi tre anni disponibili:
anno 20
: Euro ____________________________________
anno 20
: Euro ____________________________________
anno 20
: Euro ____________________________________
gli importi relativi a servizi identici a quelli oggetto di gara degli ultimi tre anni disponibili
anno 20
: Euro ____________________________________
anno 20
: Euro ____________________________________
anno 20
: Euro ____________________________________
4 bis) che, pur essendo l'impresa/società di recente costituzione/ l'attività iniziata da meno di
tre anni, sono rispettati i requisiti di partecipazione al capitolato speciale;
4) che ai sensi dell'art. 42 del D. Lgs n. 163/2006 l'impresa/società è in possesso della
capacità tecnica per concorrere al servizio in oggetto. In particolare dichiaro:
l'elenco delle principali forniture (corredato dalle dichiarazioni di buon esito) effettuate
durante gli ultimi 3 anni:
Anno
Ente/Ditta
Importo
__________
_______________________ _________________
__________
_______________________ _________________
__________
_______________________ _________________
__________
_______________________ _________________
__________
_______________________ _________________
__________
_______________________ _________________
__________
_______________________ _________________
che i tecnici e organi tecnici che fanno/non fanno parte integrante dell'impresa ed in
particolare quelli incaricati dei controlli di qualità sono:
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
Responsabile del processo produttivo: _____________________________________________
Responsabile dei controlli di qualità: ______________________________________________
Possesso di certificazioni: SI _______
No ________
per un numero totale di: ____________ del seguente tipo: ____________________________
che i prestatori di servizi, i dirigenti dell'impresa, con particolare riferimento ai responsabili
della prestazioni hanno i seguenti titoli di studio:
-6-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
________________________
SE DEL CASO DESCRIZIONE DELLE ATTREZZATURE (ART. 42 LETT. C)
SE DEL CASO CONTROLLO DI CUI ALL'ART. 42 LETT. D.
DICHIARA INOLTRE
a) di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all'articolo 2359
con alcun soggetto, e di aver formulato l'offerta autonomamente;
del codice civile
b) di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si
trovano, rispetto al concorrente, in una delle situazioni di controllo di cui all'articolo 2359
del codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente;
c) di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si
trovano, rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del
codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente.
Nelle ipotesi di cui alle lettere a), b) e c), la stazione appaltante esclude i concorrenti per i
quali accerta che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di
univoci elementi. La verifica e l'eventuale esclusione sono disposte dopo l'apertura delle buste
contenenti l'offerta economica.
solo per appalti di servizi
che il numero medio annuo di dipendenti è pari ad _____________________;
che il numero medio di dirigenti impiegati negli ultimi tre anni è pari ad _______________;
che il prestatore di servizi disporrà, per l'esecuzione del contratto, della seguente
attrezzatura, materiale, equipaggiamento tecnico:
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________
___________________________________________________________________________;
che l'impresa/società intende subappaltare la seguente quota dell'appalto:
_______________________________________;
solo per forniture
che l'impresa/società provvederà – su richiesta della Stazione appaltante – alla consegna di
campioni, descrizioni o fotografie dei beni, certificando l'autenticità di detto materiale;
che (se del caso) i prodotti sono confermo a requisiti e norme di riferimento (certificazioni
rilasciate da istituti o servizi ufficiali incaricati del controllo di qualità);
5) SOLO PER LE IMPRESE CHE OCCUPANO NON PIU’ DI 15 DIPENDENTI E DA 15 FINO
A 35 DIPENDENTI CHE NON ABBIANO EFFETTUATO NUOVE ASSUNZIONI DOPO IL 18
GENNANIO 2000:
‰ 1 la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni obbligatorie di
cui alla legge n. 68/99 in tema di diritto al lavoro di disabili;
SOLO PER IMPRESE CHE OCCUPANO PIU’ DI 35 DIPENDENTI E PER LE IMPRESE CHE
OCCUPANO DA 15 A 35 DIPENDENTI CHE ABBIANO EFFETTUATO UNA NUOVA
ASSUNZIONE DOPO IL 18 GENNAIO 2000:
‰ 2 ai sensi della legge 68/99 in tema di diritto al lavoro dei disabili, l’ottemperanza alla
norma della suddetta legge;
-7-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
‰ 3 sede dell’Ufficio provinciale per l’Impiego – Collocamento mirato Disabili
territorialmente competente ………………………………………………………………………………………………
tel. ….…………………………………….. e-mail ………………………………………………………………………………..
N.B. 1: per la compilazione barrare la casella di competenza
N.B. 2: per la compilazione barrare la casella di competenza
N.B. 3 da compilare anche se l’impresa non è soggetta agli adempimenti di cui alla L.
68/1999
6) dichiaro che l’impresa è in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi
previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione italiana:
i indicare gli uffici INPS - INAIL presso i quali è possibile verificare quanto dichiarato:
Ufficio, indirizzo, CAP, città – Fax – Tel – Cod. Società – n. posizione);
i
N. di matricola INPS ………………………………..
i
N. codice ditta INAIL ……………………………….
i
Settore CCNL applicato ……………………………
7)Dichiaro inoltre:
di aver preso visione e di accettare il capitolato speciale, nonché di tutte le circostanze
generali e particolari che possono aver influito sulla determinazione dei prezzi e delle
condizioni generali del servizio/fornitura, e di aver giudicato il tutto nel complesso
remunerativo e tale da consentire l'offerta proposta;
che i prezzi offerti si intendono definitivi, scontati fissi e validi per tutta la durata del
servizio, comprese le eventuali proroghe;
che il servizio/fornitura offerto possiede tutti i requisiti previsti dalla vigente ed emananda
legislazione e che il servizio dovrà essere effettuato in conformità alle disposizioni di legge
vigenti ed emanande nel corso del servizio/fornitura stesso;
che la ditta, per il servizio/fornitura offerto, non ha subito negli ultimi 5 anni, alcuna
interruzione dello stesso o risoluzione di contratto con altre Pubbliche Amministrazioni per
cause imputabili alla ditta medesima.
di mantenere valida l'offerta per 4 mesi dalla data della delibera di aggiudicazione, qualora
non aggiudicatario;
la sede Ufficio Imposte – Agenzia delle Entrate territorialmente competente:
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
via …………………………………………………………….………………………………………………………………………………...
città …………………….…………………………………………….………… tel. ………………………………………………….
fax ………………………………………… e-mail……………………………………………………………………………….………..
ovvero, ove trattasi di Grandi contribuenti
sede Direzione Regionale Agenzia delle Entrate – Ufficio Grandi Contribuenti territorialmente
competente ………………………………………………………………………………………………………………………………………
via
…………………………………………………………….………………………………………………………………………………...
città …………………….…………………………………………….……..…… tel. …………………………………………………..
fax …………………………………………… e-mail .……………………………………………………………………………….………..
la
sede
del
Tribunale
territorialmente
competente
al
rilascio
del
certificato
di
assenza/pendenza di procedure fallimentari o concorsuali (L. F. D.Lgs. 5/2006 e 169/2007):
………………………………………………………………………………………………………………………………………………………
via …………………………………………………………….………………………………………………………………………………...
città …………………….…………………………………………….………… tel. ………………………………………………….
fax ………………………………………… e-mail……………………………………………………………………………….………..
-8-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
MI IMPEGNO
A produrre, in fase di aggiudicazione la sottoelencata documentazione per una
valutazione di idoneità tecnico professionale dell’appaltante:
x Nominativo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione;
x Nominativo del Medico del lavoro competente (e copia del piano sanitario);
x Piano di sicurezza dei lavoratori;
x Nominativo degli operatori che presteranno servizio presso la sede, con
riferimenti Inail, Inps e copia delle relative idoneità sanitarie;
x Attestato di frequenza e profitto a corso antincendio di almeno 8 ore;
x Referente e/o direttore lavori e/o responsabile dell’appalto.
(solo nel caso di raggruppamento d'impresa) a costituire, nel caso di aggiudicazione della
gara, mandato collettivo speciale con rappresentanza conferito al legale rappresentante
dell'impresa/società designata quale capogruppo.
Nota Bene: in caso di raggruppamento di imprese, il presente Modello di Autocertificazione
deve essere rilasciato dal titolare di ogni Impresa o dal legale rappresentante di ogni singola
Società o Cooperativa.
IL CERTIFICATO CCIAA CON DICITURA ANTIMAFIA, IL DURC ED EVENTUALI REFERENZE BUON
ESITO FORNITURE/SERVZI SVOLTI VERRANNO ACQUISITI D’UFFICIO DALLA STAZIONE
APPALTANTE.
La presente dichiarazione si compone di n. 08 pagine.
Data: _________________
Timbro della Ditta
Firma del Legale Rappresentante
_________________________________
-9-
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL CERTIFICATO DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI
COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA
(resa ai sensi dell’art. 46 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di
documentazione amministrativa n. 445/2000).
Compilare tutte le sezioni in stampatello
Il/La sottoscritt__
nat__ a
il
residente a
Via
codice fiscale
nella sua qualità di
dell’Impresa
DICHIARA
che l’Impresa è iscritta nel Registro delle Imprese di
con il numero Repertorio Economico Amministrativo
Denominazione:
Forma giuridica:
Sede:
Sedi secondarie e
Unità Locali
Codice Fiscale:
Data di costituzione
- 10 -
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Numero componenti in carica:
PROCURATORI E PROCURATORI SPECIALI
Numero componenti in carica
COLLEGIO SINDACALE
Numero sindaci effettivi:
Numero sindaci supplenti
OGGETTO SOCIALE
COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
(Presidente del C.d.A., Amministratore Delegato e Consiglieri)
NOME
COGNOME
LUOGO E DATA DI NASCITA
- 11 -
RESIDENZA
CODICE FISCALE
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
PROCURATORI E PROCURATORI SPECIALI (OVE PREVISTI)*
NOME
COGNOME
LUOGO E DATA DI NASCITA
RESIDENZA
CODICE FISCALE
RESIDENZA
CODICE FISCALE
COLLEGIO SINDACALE
(sindaci effettivi e supplenti)
NOME
COGNOME
LUOGO E DATA DI NASCITA
COMPONENTI ORGANISMO DI VIGILANZA (OVE PREVISTO) **
NOME
COGNOME
LUOGO E DATA DI NASCITA
- 12 -
RESIDENZA
CODICE FISCALE
Allegato Modello B a capitolato+
Mod. B5 dich.sost.iscr. CCIAA
SOCIO DI MAGGIORANZA O SOCIO UNICO (NELLE SOLE SOCIETA’ DI CAPITALI O
COOPERATIVE DI NUMERO PARI O INFERIORI A 4 O NELLE SOCIETA’ CON SOCIO
UNICO)***
NOME
COGNOME
LUOGO E DATA DI NASCITA
RESIDENZA
CODICE FISCALE
DIRETTORE TECNICO (OVE PREVISTI)
NOME
COGNOME
LUOGO E DATA DI NASCITA
RESIDENZA
CODICE FISCALE
Dichiara, altresì, che l’impresa gode del pieno e libero esercizio dei propri diritti, non è in stato di liquidazione,
fallimento o concordato preventivo, non ha in corso alcuna procedura dalla legge fallimentare e tali procedure
non si sono verificate nel quinquennio antecedente la data odierna.
LUOGO
DATA
IL TITOLARE/LEGALE RAPPRESENTANTE
________________________________________
*
I procuratori e i procuratori speciali: sono sottoposti ai controlli antimafia in quanto, ai sensi dell’art. 91, comma 5
del D.Lgs 159/2011.” Il prefetto estende gli accertamenti pure ai soggetti che risultano poter determinare in qualsiasi
modo le scelte o gli indirizzi dell’ impresa”.
** Organismo di vigilanza: l’ art. 85, comma 2 bis del D.Lgs 159/2011 prevede che i controlli antimafia siano effettuati,
nei casi contemplati dall’ art. 2477 del c.c., al sindaco, nonché ai soggetti che svolgono i compiti di vigilanza di cui all’art.
6, comma 1 , lett. b) del D.Lgs 8 giugno 2011, n. 231.
***Socio di maggioranza: si intende “la persona fisica o giuridica
che detiene la maggioranza relativa delle quote o
azioni della società interessata”.
N.B. Nel caso di più soci (es. 3 o 4) con la medesima percentuale di quote o azioni del capitale sociale della società
interessata, non è richiesta alcuna documentazione relativa al socio di maggioranza.
Variazioni degli organi societari - I legali rappresentanti degli organismi societari, nel termine di trenta giorni
dall'intervenuta modificazione dell'assetto societario o gestionale dell'impresa, hanno l'obbligo di trasmettere al prefetto
che ha rilasciato l'informazione antimafia, copia degli atti dai quali risulta l'intervenuta modificazione relativamente ai
soggetti destinatari delle verifiche antimafia.
La violazione di tale obbligo è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria (da 20.000 a 60.000 Euro) di cui all'art.
86, comma 4 del D. Lgs. 159/2011.
Nel caso di documentazione incompleta (es. dichiarazioni sostitutive prive di tutti i soggetti di cui all’ art. 85 del
D.Lgs. 159/2011) l’istruttoria non potrà considerarsi avviata e quindi non potranno decorrere i termini previsti dall’ art. 92,
commi 3 e 4 del D.Lgs 159/2011..
- 13 -
DATI PER RICHIESTA DURC
3
APPALTATORE
Codice Fiscale *
Denominazione/
ragione sociale *
Sede legale *
1
IMPRESA
Codice Fiscale *
1
2
E-mail
cap
Comune
Via/Piazza
(appaltatrice/subappaltatrice)
E-mail
2
Denominazione/Ragione
Sociale *
3
Sede legale *
4
Sede operativa *
5
6
7
8
Recapito corrispondenza*
Tipo Impresa*
Lavori *
C.C.N.L. applicato*
9
Dimensione aziendale *
Pr
N°
Cap
Comune
Pr
Via/Piazza
N°
Cap
Comune
Pr
Via/Piazza
N°
sede legale
oppure
sede operativa
impresa
lavoratore autonomo
eseguiti
da eseguire
Edile Industria
Edile Piccola Media Impresa
Edile Cooperazione
Edile Artigianato
Altro non edile (specificare
lavorazioni ------------------------------da 16 a 50
da
51 a 100
Nessun dipendente
oltre
Da 1° 5
(SPECIFICARE)
da 6 a 15
10
1
2
3
4
Quota percentuale subappalto *
ENTI PREVIDENZIALI
INAIL - codice ditta *
INPS - matricola azienda *
INPS - posizione contributiva
individuale titolare/soci
imprese artigiane *
CASSA EDILE-codice impresa *
INAIL - posizioni
assicurative territoriali*
INPS - sede competente*
INPS - sede competente*
CASSA EDILE - codice
cassa *
(*) campi obbligatori
Data
.............................................................
Firma
...............................................................
NB:Si prega cortesemente di scrivere chiaro in stampatello
E di compilare i campi con l’asterisco
Il Responsabile del Procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dott. ssa Elena Soardi
1
Allegato modello “D”
IMPRESA PARTECIPANTE
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
Partita IVA
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
Ragione Sociale
ŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŋ
Luogo (Immettere il Comune italiano o lo Stato estero dove ha sede l’Impresa)
Prov.
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
ŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
CAP/ZIP
Sede legale
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
Codice attività Tipo Impresa: Singola
( )
Consorzio ( )
ŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŋŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŋ
Volume affari
Capitale Sociale
Raggr.Temporaneo Imprese ( )
Tipo Divisa:
Euro
Si conferma la veridicità dei dati sopra riportati.
Il Legale Rappresentante dell’Impresa
……………………………….., lì ……………………….
----------------------------------------------
NOTE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO
Impresa Partecipante
E’ un’Impresa che:
se si è presentata singolarmente, inserire i dati relativi all’Impresa stessa, indicare “Singola” come
Tipo Impresa
se è un Consorzio, inserire solo i dati relativi al Consorzio e non inserire i dati relativi alle singole
Imprese che costituiscono il Consorzio; come Tipo Impresa indicare “Consorzio”
se è un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, inserire i dati relativi a ciascuna Impresa del
Raggruppamento; come Tipo Impresa indicare “Raggr. Temporaneo Imprese”
Stato/Comune indicare lo Stato per le imprese che hanno sede all’estero ed il Comune per le imprese che
hanno sede in Italia
CAP/ZIP se il luogo è in territorio italiano identifica il codice di avviamento postale del luogo se il luogo è
in territorio estero identifica lo Zip/code
Codice Attività deve essere conforme ai valori dell’Anagrafe Tributaria
Tipo Impresa:
se l’Impresa si è presentata singolarmente, indicare “Singola”
se l’Impresa è un Consorzio, indicare “Consorzio”se l’Impresa fa parte di un Raggruppamento Temporaneo
di Imprese, indicare “Raggr. Temporaneo Imprese”
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dottssa Elena Soardi
Allegato modello “E” per i cessati dalla carica
PROCEDURA: Procedura negoziata per la fornitura di un sistema analitico e relativo materiale
diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con
strumentazione dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica dell’ASL Brescia e
dell’AO di Desenzano, per un periodo di anni tre.
Dichiarazione concernente l’inesistenza di cause d’esclusione dalle gare d’appalto
per l’esecuzione di appalti pubblici di cui alla lettera c), comma 1, dell’art. 38 del D.
Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.
Il sottoscritto …………….……………………………………………………………………………………………..
nato a …………………………………………………..………………..…………… il ………………………………
residente in ………………………………………………………….………………………….………………..……..
nella sua qualità di legale rappresentante, ai sensi dell’art. 47 del DPR 28/12/2000 n. 445
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di
atti falsi,
dichiara
che nell'ultimo anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non ci sono stati
soggetti cessati dalla carica di legale rappresentante o direttore tecnico
OVVERO
dichiara (*)
sotto la propria responsabilità quanto segue:
nei confronti del sig . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . , nato a . . . . . . . . . . .
il . . . . . . . . . . . . (**), cessato dalla carica di . . . . . . . . . . . . . , in data . . . . . . . . . ,
l’inesistenza di sentenze definitive di condanna passata in giudicato, o di decreto penale di
condanna divenuto irrevocabile, ovvero di sentenze di applicazione della pena su richiesta ai
sensi dell'articolo 444 del c.p.p., ai sensi dell’art. 38, comma 1, lett. c) del D. Lgs. n. 163/2006
e ss.mm.ii.;
ovvero che il soggetto cessato ha riportato (indicare il ruolo, imputazione, condanna)
---------------------------------------------------------------------------------------------------------…………………… lì ……………………………..
Firma…………………………………..……...
Allegare fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.
N.B. Qualora sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso
decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure di applicazione della pena su
richiesta ai sensi dell'articolo 444 c.p.c., per reati che incidono sull'affidabilità morale e
professionale ai sensi della lett. c), comma 1, art. 38, del D.Lgs. 163/2006, nei confronti dei
soggetti cessati dalla carica nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando, l'impresa
dovrà dimostrare di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta
penalmente sanzionata.
(*)
La dichiarazione dovrà essere effettuata per ogni soggetto interessato cessato dalla
carica di:
Titolare e direttore tecnico, per le imprese individuali;
Tutti i soci e i direttori tecnici per le società in nome collettivo;
Tutti gli accomandatari e i direttori tecnici per le società in accomandita semplice
Tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza e i direttori tecnici o il
socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno
di quattro soci se si tratta di altro tipo di società.
(**) Compilare solo nel caso di dichiarazione resa dall’attuale legale rappresentante dell’impresa
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dottssa Elena Soardi
Allegato F
Spett.le
Azienda Sanitaria Locale di Brescia
Viale Duca degli Abruzzi, 15
25124 Brescia
Prot. n.
Oggetto: Codice Etico Aziendale e Patto di Integrità.
La presente per confermarVi di avere preso visione del “Codice Etico” e del “Codice di
comportamento” dell’Azienda Sanitaria Locale di Brescia approvati, rispettivamente, con
Decreto del Direttore Generale n. 178 del 05.04.2013 e n. 49 del 30.01.2014 disponibili nella
Sezione
Amministrazione
Trasparente
del
sito
Internet
aziendale
(http://www.aslbrescia.it), nonché del Patto di Integrità di cui alla D.G.R. 4 maggio 2011
n. X/1299/2014.
Sarà, pertanto, preciso obbligo della nostra Società/Ditta, nell’ambito delle attività da
noi prestate per Vostro conto, adottare le linee di comportamento prescritte nei summenzionati
documenti. Ai fini dell'ammissione alla procedura, dovrà espressamente accettare il contenuto
del Patto di Integrità, così come sottoscrivere – per accettazione – una copia, nei termini di cui
all'art. 1 “Ambito di applicazione” della D.G.R. citata. Tale dichiarazione dovrà essere resa
nell'apposita sezione prevista dalla Piattaforma Sintel.
Siamo altresì consapevoli che, qualora si concretizzassero inadempimenti causati da
comportamenti in contrasto con le disposizioni previste dal Codice Etico, dal Codice di
comportamento o dal Patto di Integrità, l’Azienda provvederà alla irrogazione di sanzioni
patrimoniali o addirittura alla risoluzione dei contratti in essere e ad avanzare, in sede
giurisdizionale, eventuale richiesta di risarcimento del danno di immagine subito.
Sarà nostra cura portare a conoscenza dei succitati Codice Etico aziendale, Codice di
comportamento e Patto di Integrità i nostri dipendenti/collaboratori/subappaltatori incaricati di
svolgere le attività previste nel contratto in essere con ASL Brescia, del cui operato ci rendiamo
pienamente responsabili.
Distinti saluti.
Ragione/ Denominazione Sociale:
________________________________________________
Data: ____________
Firma del Legale Rappresentante:
________________________
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti Dott.ssa Elena Soardi
Allegato F
NB: la presente nota deve essere compilata, datata, firmata digitalmente per accettazione.
D.G.R. 30 gennaio 2014 – n. X/1299 Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali
LA GIUNTA REGIONALE
Premesso che:
1. Regione Lombardia ha attivato tutti i possibili strumenti legislativi e amministrativi per potenziare il contrasto a
tutte le forme di illegalità e, specificatamente, a quelle originate dalla criminalità organizzata e, con tale finalità,
ha già varato una serie di iniziative volte a contrastare e prevenire i tentativi di infiltrazione mafiosa, tra le quali:
a) la l.r.33/2008, finalizzata, tra l’altro, alla incentivazione del recupero da parte dei Comuni lombardi interessati,
dei beni confiscati alla criminalità organizzata, che ha istituito un apposito Fondo;
b) la l.r.2/2011, denominata «Azioni orientate verso l’educazione alla legalità», che ha stanziato fondi per il sostegno di iniziative nelle scuole e negli enti locali;
c) la l.r.6/2011, di modifica al T.U.Sanità l.r.33/2009, che ha previsto per ogni Azienda Sanitaria, l’adozione di un
codice etico-comportamentale e la costituzione di organi di vigilanza;
d) la l.r.n.9/2011 «Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalità» contenente norme ed
interventi articolati in tema di lotta alla criminalità organizzata ed al fenomeno dell’usura;
2. Regione Lombardia ha, altresì ,adottato dei provvedimenti mirati nel settore degli appalti pubblici, che
costituiscono un’area fortemente a rischio di infiltrazione mafiosa, così come attestato dalla relazione annuale al
Parlamento della Direzione investigativa antimafia, tra i quali:
a) la sottoscrizione in data 31 luglio 2009 del Protocollo d’Intesa per la tutela della legalità nel settore degli appalti pubblici con la Prefettura di Milano, Assimprendil - Ance, ILSPA e FNM che ha imposto ai contraenti obblighi più severi rispetto a quelli previsti dalla normativa di settore nel campo degli appalti pubblici;
b) la delibera del Consiglio regionale n.945/2010 che ha impegnato la Giunta ad attuare le finalità indicate nel
suddetto Protocollo di Intesa attraverso l’adozione di atti specificativi e a garantire massimo rigore nell’attuazione delle suddette finalità nell’ambito delle commesse legate all’evento Expo 2015;
c) la l.r.7/2010 che ha modificato la l.r.14/1997, recante la disciplina dell’attività contrattuale della Regione e
del Sistema regionale, con lo scopo di adeguarla alla disciplina statale (d.lgs.163/2006 «Codice appalti») e che
ha introdotto importanti elementi di attuazione del principio di trasparenza dei contratti di appalto;
d) la d.g.r.n.1437 del 16 marzo 2011 che ha approvato lo schema di Protocollo con l’Associazione ATECAP finalizzato a promuovere forme più idonee di controllo sulle forniture di calcestruzzo preconfezionato nell’ambito
delle opere di competenza regionale;
e) la d.g.r.n.1644 del 4 maggio 2011 «approvazione del codice etico degli appalti regionali», che disciplina i
comportamenti delle Amministrazioni aggiudicatrici, dei concorrenti e aggiudicatari degli appalti di lavori,
servizi e forniture indetti da Regione Lombardia e degli enti e società del Sistema Regionale di cui all’All.A1
l.r..n.30/2006;
3. il Codice Etico, è stato elaborato sulla base della giurisprudenza del Consiglio di Stato (sent.2142/2009) che
riconosceva «la legittimità di quegli strumenti che, come il Codice Etico, prevedono un sistema di condizioni e
requisiti la cui accettazione costituisce presupposto necessario e condizionante per la partecipazione delle
imprese ad una gara, precisando altresì che con la sottoscrizione di tale patto, all’atto della presentazione della
domanda, il concorrente accetta le regole del bando che rafforzano comportamenti già doverosi per coloro che
sono ammessi a partecipare a gare e che prevedono, in caso di violazione di tali doveri, sanzioni di carattere
patrimoniale, oltre alla esclusione dalla gara stessa»;
4. a seguito del d.l.13 maggio 2011 n.70 «Prime disposizioni urgenti per l’economia», introduttivo del comma 1 bis
dell’art.46 del codice dei contratti pubblici, sono state enumerate tassativamente le cause di esclusione dalle
procedure di affidamento e previsto che «i bandi e le lettere di invito non possono contenere ulteriori prescrizioni
a pena di esclusione» e che «dette prescrizioni sono comunque nulle», il Presidente ha comunicato alla Giunta regionale, in data 6 luglio 2011, la nuova previsione di legge che rende non operativo l’effetto del «Codice etico»
laddove si esclude dalla partecipazione alla gara chi non lo avesse sottoscritto;
Vista la legge 6 novembre 2012, n.190 «Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e
dell’illegalità nella pubblica amministrazione» ed, in particolare, l’art.1 comma 17 che prevede che «Le stazioni
appaltanti possono prevedere negli avvisi, bandi di gara o lettere di invito che il mancato rispetto delle clausole
contenute nei protocolli di legalità o nei patti di integrità costituisce causa di esclusione dalla gara»;
Considerato che:
1. il comma 17 dell’art.1 della legge 190/2012 prevede espressamente la possibilità di introdurre negli avvisi,
bandi e di gara e lettere di invito clausole di rispetto della legalità la cui inosservanza può essere sanzionata con
l’esclusione dalla gara;
2. la medesima legge 190/2012 innova in materia di pubblicità anche con riferimento alle procedure di
individuazione dei contraenti dei contratti pubblici;
3. che il Gruppo di lavoro tecnico per l’attuazione della normativa per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione, costituito con decreto della Presidenza 7865 del 26 agosto
2013, è intervenuto sul testo del «Codice etico» ed elaborato un testo che per coerenza alle previsioni del comma
17 dell’articolo 1 della legge 190/2012 è denominato «Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali «
e che alla stesura definitiva dello stesso ha contribuito il Comitato regionale per la trasparenza degli appalti e
sulla sicurezza dei cantieri di cui all’art.10 della l.r.9/2011;
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti Dott.ssa Elena Soardi
Allegato F
4. l’elaborato «Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali «prevede:
a) la formale obbligazione delle Amministrazioni aggiudicatrici e dei concorrenti e aggiudicatari di improntare i
rispettivi comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza.A presidio di tali principi è posta una
serie puntuale di obblighi il cui inadempimento può comportare l’irrogazione di provvedimenti disciplinari, se
attribuito ai dipendenti delle Amministrazioni aggiudicatrici; l’applicazione di sanzioni patrimoniali, graduate in
relazione alla gravità dell’inadempimento e la estromissione dalle procedure di affidamento, se attribuito agli
operatori economici;
b) diviene parte integrante dei contratti stipulati da Regione Lombardia e dagli enti e società del Sistema
Regionale;
c) rappresenta una misura preventiva nei confronti di eventuali tentativi di infiltrazione della criminalità e di
pratiche corruttive e concussive, nel delicato settore dei contratti pubblici;
d) costituisce, con la sua accettazione, condizione di ammissibilità alle procedure di affidamento;
5. è opportuno adottare il «Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali «, che sostituisce il vigente
codice etico;
Ritenuto di approvare il Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali di seguito allegato, parte integrante e
sostanziale della presente deliberazione, quale strumento per potenziare il contrasto a tutte le forme di illegalità, e,
specificatamente, a quelle originate dalla criminalità organizzata;
Ritenuto altresì di disciplinare la fase transitoria;
All’unanimità dei voti espressi nelle forme di legge; DELIBERA
1. di approvare il Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali di seguito allegato, parte integrante e
sostanziale della presente deliberazione, in sostituzione del Codice etico adottato con la d.g.r.1644 del 4 maggio 2011;
2. di disporre che la presente deliberazione venga pubblicata sul BURL e che entri in vigore il 15° giorno successivo
alla pubblicazione;
3. di disporre che il Patto di integrità in materia di contratti pubblici regionali si applichi alle procedure di affidamento
le cui determinazioni a contrarre ex art.11 comma 2 d.lgs.163/2006, siano assunte dalle Amministrazioni aggiudicatrici
a decorrere dall’entrata in vigore della presente deliberazione;
4. di disporre che l’accettazione del Patto di integrità da parte degli operatori economici già iscritti negli Albi Fornitori
delle Amministrazioni aggiudicatrici avvenga in occasione del primo aggiornamento degli elenchi o, se anteriore, in
occasione della partecipazione degli operatori ad una procedura di affidamento.
II segretario: Marco Pilloni
——— • ———
ALLEGATO
PATTO DI INTEGRITA’
IN MATERIA DI CONTRATTI PUBBLICI REGIONALI
1.
2.
3.
4.
1.
Articolo 1
Ambito di applicazione
Il Patto di Integrità degli appalti regionali regola i comportamenti degli operatori economici e dei dipendenti della
Regione Lombardia e dei soggetti del Sistema Regionale di cui all’All.A1 l.r.n.30/2006, nell’ambito delle procedure
di affidamento e gestione degli appalti di lavori, servizi e forniture di cui al d.lgs.n.163/2006.
Esso stabilisce la reciproca e formale obbligazione tra le Amministrazioni aggiudicatrici e gli operatori economici
individuati al comma 1, di improntare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza, nonché
l’espresso impegno anticorruzione di non offrire, accettare o richiedere somme di denaro o qualsiasi altra
ricompensa, vantaggio o beneficio.
Il Patto di Integrità costituisce parte integrante dei contratti stipulati da Regione Lombardia e dai soggetti del
Sistema Regionale di cui all’All.A1 l.r.n.30/2006.L’espressa accettazione dello stesso costituisce condizione di
ammissione alle procedure di gara ed alle procedure negoziate di importo non inferiore ad € 40.000,00, nonché per
l’iscrizione all’Albo/Elenco Fornitori.Tale condizione deve essere esplicitamente prevista nei bandi di gara e nelle
lettere d’invito.
Una copia del Patto di Integrità, sottoscritta per accettazione dal legale rappresentante dell’operatore economico
concorrente, deve essere consegnata unitamente alla documentazione amministrativa richiesta ai fini sia della
procedura di affidamento, sia dell’iscrizione all’Albo/Elenco.Per i consorzi ordinari o raggruppamenti temporanei
l’obbligo riguarda tutti i consorziati o partecipanti al raggruppamento o consorzio.
Articolo 2
Obblighi degli operatori economici nei confronti della Stazione appaltante
In sede di affidamento di contratti di lavori, servizi e forniture, ovvero in sede di iscrizione ad Albi/Elenchi Fornitori,
l’operatore economico:
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti Dott.ssa Elena Soardi
Allegato F
1.
2.
1.
2.
1.1 si obbliga a non ricorrere ad alcuna mediazione o altra opera di terzi finalizzata all’aggiudicazione e/o gestione
del contratto;
1.2 dichiara di non avere influenzato il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto del bando o di
altro atto equipollente al fine di condizionare le modalità di scelta del contraente da parte dell’Amministrazione
aggiudicatrice e di non aver corrisposto né promesso di corrispondere ad alcuno – e s’impegna a non
corrispondere né promettere di corrispondere ad alcuno – direttamente o tramite terzi, ivi compresi i soggetti
collegati o controllati, somme di denaro o altra utilità finalizzate a facilitare l’aggiudicazione e/o gestione del
contratto;
1.3 dichiara, con riferimento alla specifica procedura di affidamento o iscrizione ad Albo/Elenco Fornitori, di non
avere in corso né di avere praticato intese e/o pratiche restrittive della concorrenza e del mercato vietate ai
sensi della normative vigente, ivi inclusi gli artt.101 e segg.del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea
(TFUE) e gli artt.2 e segg.della l.287/1990, e che l’offerta è stata predisposta nel pieno rispetto della predetta
normativa; dichiara altresì, che non si è accordato e non si accorderà con altri partecipanti alle procedure per
limitare con mezzi illeciti la concorrenza;
1.4 si impegna a segnalare all’Amministrazione aggiudicatrice qualsiasi illecito tentativo da parte di terzi di turbare,
o distorcere le fasi di svolgimento della procedura di affidamento e/o l’esecuzione del contratto;
1.5 si impegna a segnalare all’Amministrazione aggiudicatrice qualsiasi illecita richiesta o pretesa da parte dei
dipendenti dell’amministrazione o di chiunque possa influenzare le decisioni relative alla procedura di
affidamento o all’esecuzione del contratto;
1.6 si impegna, qualora i fatti di cui ai precedenti punti 1.4 e 1.5 costituiscano reato, a sporgere denuncia
all’Autorità giudiziaria o alla polizia giudiziaria;
1.7 si impegna ad acquisire con le stesse modalità e gli stessi adempimenti previsti dalla normativa vigente in
materia di subappalto, preventiva autorizzazione da parte dell’Amministrazione aggiudicatrice, anche per i
subaffidamenti relativi alle seguenti categorie:
A. trasporto di materiale a discarica;
B. fornitura e/o trasporto terra;
C. fornitura e/o trasporto calcestruzzo;
D. fornitura e/o trasporto di bitume;
E. smaltimento rifiuti;
F. noli a caldo e a freddo di macchinari;
G. forniture di ferro lavorato;
H. servizi di guardiania dei cantieri.
2 Nelle fasi successive all’aggiudicazione, gli obblighi si intendono riferiti all’aggiudicatario il quale avrà l’onere di
pretenderne il rispetto anche dai propri subcontraenti.A tal fine, la clausola che prevede il rispetto degli obblighi di
cui al presente patto sarà inserita nei contratti stipulati dall’appaltatore con i propri subcontraenti.
Articolo 3
Obblighi dell’Amministrazione aggiudicatrice
L’Amministrazione aggiudicatrice si obbliga a rispettare i principi di lealtà, trasparenza e correttezza e ad attivare i
procedimenti disciplinari nei confronti del personale a vario titolo intervenuto nel procedimento di affidamento e
nell’esecuzione del contratto in caso di violazione di detti principi e, in particolare, qualora riscontri la violazione dei
contenuti dell’art.14 del D.P.R.16.04.2013, n.62 o di prescrizioni analoghe per i soggetti non tenuti all’applicazione
dello stesso.
L’amministrazione aggiudicatrice, oltre alle informazioni previste dalla normativa in materia di trasparenza, pubblica
sul proprio sito internet le informazioni pervenute dall’affidatario ai sensi dell’ultimo periodo del comma 11
dell’art.118 del codice dei contratti pubblici nelle ipotesi e secondo le modalità stabilite dal Comitato previsto
all’art.10 della l.r.9/2011 di concerto con i soggetti del Sistema Regionale di cui all’ allegato A1 sez.1 della
l.r.30/2006.
Articolo 4
Violazione del Patto di Integrità
La violazione è dichiarata in esito ad un procedimento di verifica in cui venga garantito adeguato contradditorio con
l’operatore economico interessato.
La violazione da parte dell’operatore economico, sia in veste di concorrente che di aggiudicatario, di uno degli
impegni previsti dall’articolo 2 comporta:
A. l’esclusione dalla procedura di affidamento e l’incameramento della cauzione provvisoria ovvero, qualora la
violazione sia riscontrata in un momento successivo all’aggiudicazione, l’applicazione di una penale dall’1% al
5% del valore del contratto;
B. la revoca dell’aggiudicazione, la risoluzione di diritto del contratto eventualmente sottoscritto ai sensi e per gli
effetti dell’art.1456 del codice civile e l’incameramento della cauzione definitiva.L’Amministrazione
aggiudicatrice può non avvalersi della risoluzione del contratto qualora la ritenga pregiudizievole agli interessi
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti Dott.ssa Elena Soardi
Allegato F
pubblici, quali indicati dall’art.121, comma 2, d.lgs.104/2010.È fatto salvo in ogni caso l’eventuale diritto al
risarcimento del danno;
C. l’Amministrazione aggiudicatrice, per il tramite degli uffici della Giunta regionale, segnala agli altri soggetti di cui
all’All.A1 l.r.n.30/2006 l’operatore economico che abbia violato uno degli impegni previsti dall’articolo 2.La
Giunta e i soggetti del Sistema Regionale di cui all’ All.A1 l.r.30/2006 tengono conto della segnalazione ricevuta
ai fini delle valutazioni relative all’esclusione degli operatori economici dalle procedure di affidamento previste
dall’articolo 38, comma 1, lett.F d.lgs.163/06.
Articolo 5
Efficacia del Patto di Integrità
1. Il presente Patto di Integrità degli Appalti Regionali dispiega i suoi effetti fino alla completa esecuzione del contratto
conseguente ad ogni specifica procedura di affidamento.
2 Il contenuto del presente documento è integrato dagli eventuali Protocolli di legalità sottoscritti dai soggetti del
Sistema Regionale di cui all’All.A1 l.r.n.30/2006.
Ragione/ Denominazione Sociale:
________________________________________________
Data: ____________
Firma del Legale Rappresentante:
________________________
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti Dott.ssa Elena Soardi
Stampare su carta intestata
Allegato modello G
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETÀ
(art. 47 D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445)
ai sensi dell'art. 3 della Legge 136/2010 relative agli obblighi di tracciabilità dei
flussi finanziari.
Oggetto della procedura: Procedura negoziata per la fornitura di un sistema analitico e
relativo materiale diagnostico per la determinazione di “% CDT TIA” IN HPLC con
strumentazione dedicata, per i Laboratori di Sanità Pubblica dell’ASL Brescia e dell’AO di
Desenzano, per un periodo di anni tre.
Il sottoscritto _________________________________________________________
nato a __________________________________ il ___________________________
residente a ___________________ via ____________________________________
documento tipo: ________________ n. ________________ del ________________
codice fiscale _________________________________________________________
in qualità di ___________________________________________________________
della ditta/ente ________________________________________________________
con sede in ________________________ via _______________________________
codice fiscale ___________________________ partita IVA _____________________
telefono _____________________________ fax _____________________________
e-mail _______________________________________________________________
consapevole delle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di
formazione o uso di atti falsi, previste e richiamate dall'art. 76 del D.P.R. n.
445/2000
DICHIARA
di ottemperare alle disposizioni di cui alla Legge n. 136/2010, “Piano
straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa
antimafia” con particolare riferimento all’art. 3 della citata legge, ed al fine
COMUNICA
gli estremi identificativi del
Conto Corrente Bancario/Conto Corrente Postale
dedicato in via esclusiva /dedicato in via non esclusiva
alle commesse pubbliche
Estremi identificativi del Conto Corrente Bancario:
Banca: ...…………………………………………………….
Sede/Agenzia: ……………………………………………..
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dottssa Elena Soardi
Stampare su carta intestata
Allegato modello G
Numero di conto: …………………………………………..
Intestazione: …………………………………………….…
Codice IBAN: ………………………………………….......
Estremi identificativi del Conto Corrente Postale:
Banca: ...…………………………………………………..
Sede/Agenzia: ……………………………………………
Numero di conto: ………………………………………...
Intestazione: ………………………………………………
Codice IBAN: ……………………………………………..
COMUNICA
altresì i dati anagrafici, il Codice Fiscale e la carica della/e persona/e delegata/e
ad operare sul conto medesimo.
Delegato ad operare sul Conto Corrente:
Nome ……………………………………..Cognome ………………………………………
Carica …………………………………………………………………………………………
Nato a ……………………..il ………….Codice Fiscale …………………………………..
Delegato ad operare sul Conto Corrente:
Nome ……………………………………..Cognome ………………………………………
Carica …………………………………………………………………………………………
Nato a ……………………..il ………….Codice Fiscale …………………………………..
Delegato ad operare sul Conto Corrente:
Nome ……………………………………..Cognome ………………………………………
Carica …………………………………………………………………………………………
Nato a ……………………..il ………….Codice Fiscale …………………………………..
II sottoscritto si impegna altresì a comunicare alla stazione appaltante ogni
eventuale variazione dei dati sopra richiamati.
Dichiara di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al D. Lgs. n. 196/2003 e
successive modificazioni ed integrazioni, che i dati personali raccolti saranno
trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del
procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.
_________________________
(luogo, data)
_________________________
(firma)
Ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445 del 28 Dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in
presenza del dipendente addetto, ovvero sottoscritta o inviata insieme alla fotocopia, non autentica, di un
documento di identità del dichiarante in corso di validità, alla competente Sezione Gare o Contratti oppure a
mezzo posta, via telefax o tramite un incaricato.
Il Responsabile del procedimento: Responsabile U.O. Approvvigionamenti – Dottssa Elena Soardi
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 029 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content