close

Enter

Log in using OpenID

Alpexpress - Ticino 2/14

embedDownload
alpexpress
L A R I V I S TA D I A L P T R A N S I T S A N G O T TA R D O S A
T I C I N O 2 / 2 0 14
Iniziano i collaudi per la Galleria di
base del Ceneri
3
12 Giornata delle porte aperte a Sigirino
14 Centro d'esercizio Sud FFS
GALLERIA DI BASE DEL CENERI
Dopo la realizzazione,
ecco le fasi di collaudo
2
Aggiudicazione corretta
al Ceneri
Nel mese di settembre 2014, il Tribunale
federale ha accolto due ricorsi contro le decisioni del Tribunale amministrativo federale in
relazione alla Tecnica ferrovia della Galleria di
base del Ceneri, confermando così le decisioni di aggiudicazione originali della AlpTransit
San Gottardo SA.
Eravamo convinti di aver eseguito in maniera
corretta le aggiudicazioni, ma in processi così
complessi, è sempre possibile trovare qualche
cavillo. L’appalto perfetto non esiste. Perciò
con la decisione ricevuta da Losanna ci siamo
sentiti sollevati, anche perché le cittadine e
i cittadini svizzeri non saranno chiamati a
pagare per i costi supplementari che un ritardo avrebbe causato. Quindi, ora si prosegue
con i lavori e la messa in esercizio della Galleria di base del Ceneri con il cambio orario del
dicembre 2019.
AlpTransit San Gottardo SA farà di tutto per
raggiungere questo obiettivo.
Renzo Simoni
Presidente della Direzione
AlpTransit San Gottardo SA
In copertina:
Galleria di base del San Gottardo, cantiere all’aperto Nodo della Giustizia (Biasca)
Le opere sotterranee a nord della
Galleria di base del Ceneri, ubicate a
Camorino in località Vigana, sono terminate. Inizia ora la fase delle verifiche tecniche delle opere che consentirà l‘avvio del collaudo dei manufatti.
I lavori iniziati nel 2008 sono giunti al termine. Il sistema di tunnel è costituito da
due canne, la più lunga delle quali misura
circa 510 m e due grandi caverne lunghe
rispettivamente 400 m e 230 m circa.
Le ragguardevoli dimensioni delle caverne, che nello sviluppo massimo raggiungono una sezione di 158 m2, sono
caratterizzate anche da una armonia architettonica di pregio, difficilmente ritrovabile in opere infrastrutturali. Il delicato
lavoro di scavo sotto l’autostrada A2
senza mai interrompere il traffico, ed il
successivo attraversamento, sempre sotterraneo, della linea ferroviaria del San
Gottardo, hanno costituito una importante sfida ingegneristica, vinta. L’opera
di avanzamento in roccia è stata completata con un articolato sistema di drenaggi
ed impermeabilizzazioni. La costruzione
dell’anello interno, in cemento armato,
ha infine dato l’aspetto di un'opera finita
e duratura. Restano da ultimare le opere
di pulizia della galleria, l'eliminazione di
qualche imperfezione e soprattutto il minuzioso controllo di tutti i documenti che
attestano l’esecuzione dell’opera nel rispetto delle regole dell’arte. Ditte specializzate, leader nel settore, verificano la presenza di fessure o irregolarità delle
superfici dell’anello interno. Nessuna fessurazione che debba essere riparata e
nessun difetto, se non di lieve entità,
sono stati sin ora registrati.
Spesso trattasi di sbavature nel calcestruzzo che dovranno essere smerigliate
dal consorzio di imprese che ha realizzato
l’opera. I controlli che seguono gli strutturati processi di AlpTransit, appositamente
istituiti per controllare capillarmente tutti i
processi di costruzione, sono ancora in
pieno svolgimento. Terminata tale fase, si
sarà in grado di consegnare, al consorzio
di imprese che completerà le opere, un sistema di gallerie, completi nelle sue parti
fondamentali, con qualità certificata.
La sensazione che si ottiene percorrendo
le opere sotterranee di Vigana è quella
che si ha guardando opere d’arte, uniche
nel loro genere, che caratterizzano l’ingegno dell’uomo, sempre impegnato a raggiungere il limite delle proprie capacità.
Vigana-Camorino
Galleria di base del Ceneri, Caverna Ovest
3
I N T E R V I S TA A D AV I D E S I A
Cantieri, passioni e
sogni
4
Forse era destino che Davide Sia arrivasse ad AlpTransit. Infatti, suo papà
ha lavorato per 30 anni come minatore e in casa si parlava spesso dei
cantieri dove lui era attivo. Così l’interesse di Davide Sia per questa professione è aumentata sempre di più e ha
determinato in un qualche modo anche la sua scelta professionale.
«Da mio padre ho imparato ad avere rispetto per i lavoratori che svolgono lavori
impegnativi, come nel caso del minatore
che è il vero artefice di quest’opera mondiale. Pensate che mio papà, poeta per
passione, ha addirittura loro dedicato una
poesia: ‘ben conosco quei volti ruvidi,
aridi e duri, come la roccia scavata...
so proprio tutto di loro, so delle loro fatiche, ansie, pene e dolori e conosco i loro
cuori... ero uno di loro’. Grazie ai racconti
di mio papà il mio interesse per questa
professione, e in seguito verso il progetto
AlpTransit, è sempre più aumentato.»
Approdato nel 2009 ad AlpTransit San
Gottardo SA Davide Sia (38 anni) gestisce,
in collaborazione con i capo-progetto,
i contratti d’appalto del Settore Esecuzione Ceneri; in particolare si occupa di
coordinare la gestione dei materiali estratti
al fronte della galleria e provenienti dagli
scavi dei vari lotti all’esterno, della qualità
dei calcestruzzi messi in opera e le attività
correlate con monitoraggio delle vibra-
Davide Sia, Assistente Capoprogetto
per la Galleria di base del Ceneri
per AlpTransit San Gottardo SA
zioni provenienti dai lavori in sotterraneo.
Del suo lavoro dice: «Devo ammettere che
i lavori legati al Deposito Definitivo, ossia
quella montagna artificiale che si vede
passando dal cantiere AlpTransit di Sigirino, sono le attività che più mi affascinano in questa esperienza lavorativa.»
«Si tratta infatti», aggiunge, «non solo di
mettere a deposito circa 3,5 milioni di m3
di materiale di risulta ma anche di realizzare importanti opere nel campo dell’ingegneria civile e ambientale, permettendomi
di collaborare con validi professionisti.»
Prima di arrivare ad AlpTransit, Davide
Sia aveva lavorato per qualche anno
presso diverse imprese di costruzioni
con le quali ha fatto le prime esperienze
con cantieri di edilizia e genio civile.
«Gli operai della ditta», si ricorda lui,
«mi chiamavano ‘il geometra’». Dopodiché, vista la sua passione per la tecnologia dei materiali, è passato alle dipendenze di un laboratorio e quando non si
recava in cantiere indossava il camicie assomigliando ad ‘un chimico’. In seguito
ha avuto modo di lavorare presso uno
studio tecnico che si occupa di progettazione, preventivi e direzione lavori e dagli
artigiani con cui aveva a che fare era
considerato ‘l’architetto’. «Ora che sono
ad AlpTransit», aggiunge con un sorriso,
«sono in molti a chiamarmi ‘ingegnere’ e
non tutti sanno però che in realtà sono
un tecnico edile STE-SAT. Il tecnico edile
è capace ad allestire preventivi e offerte,
dirigere e programmare i lavori ecc.
In ogni caso per tutti sono il ‘Sia’ quello
delle Norme SIA. A scuola ricordo infatti
girava una specie di barzelletta che diceva avessi una figlia di nome Norma.»
La sua personalità gli permette di adattarsi alle situazioni e integrarsi facilmente
con i colleghi e il team, si considera altruista e uno a cui la fantasia non manca
anche se ama la praticità. La sua passione è il calcio. «Di me dicono», sorride
Davide Sia, «che ho la testa nel pallone...
non è proprio vero ma devo ammettere
che sin da bambino è stato amore a
prima vista con il pallone.» Da piccolo
giocava anche da solo in cortile, facendo
la telecronaca delle sue azioni come se
fossero quelle di un fuoriclasse alla finale
mondiale. Organizzava anche dei tornei
tra bambini tappezzando il quartiere con
il programma delle partite! Amava le statistiche, spesso scriveva risultati e classifiche di un campionato immaginario dove
la squadra più debole riusciva a battere
quelle più blasonate.
«Dopo aver appeso le scarpe al chiodo»,
continua,«la passione mi è rimasta e infatti alleno gli allievi C (13-14 anni) del
Basso Ceresio. È un’attività impegnativa
ma mi diverto un mondo con i ragazzi!
Inoltre organizzo ogni anno il torneo quadrangolare AlpTransit nel quale si sfidano
Committente, Direzione lavori, Progettisti
e Consorzio. È diventato un appuntamento fisso dell’estate e un’occasione per
condividere e socializzare con i colleghi al
di fuori del solito contesto del cantiere.»
E finiamo con il sogno nel cassetto!
«Esiste, certo!», conferma, «Vorrei realizzare e gestire un giorno un piccolo impianto sportivo, un circolo dedito al calcio
a 5, per il momento resta solo un sogno
ma come diceva qualcuno ‘Chi non sogna
è destinato a morire’».
5
GALLERIA DI BASE DEL CENERI
Stato
dei lavori
6
Nella Galleria di base del Ceneri
procedono a pieno ritmo i lavori di
scavo superando, alla fine del mese
di ottobre 2014, l’85% dei complessivi 39.8 km di gallerie e cunicoli.
A Vigana e Vezia procedono i
lavori di realizzazione dei due
portali. Presso il cantiere del Nodo
di Camorino prosegue la realizzazione dei viadotti.
1 2 Nodo di Camorino
Nella seconda parte dell’anno le attività
del cantiere del Nodo di Camorino si
sono concentrate sulla realizzazione
dei viadotti Lugano-Bellinzona e
Bellinzona-Lugano. A fine ottobre 2014
la costruzione grezza di 8 dei 10 settori
del viadotto Lugano-Bellinzona è terminata. Il manufatto sarà completato entro
la fine del 2015.
Risulta invece quasi ultimato il piccolo viadotto Bellinzona-Lugano. La conclusione
di questi lavori è prevista per fine 2014.
Presso il ponte ferroviario che sovrasta
l’autostrada A2, si stanno effettuando i
lavori di finitura e, per fine anno 2014,
anche questo cantiere sarà ultimato.
Portale nord di Vigana
Al portale nord della Galleria di base del
Ceneri si procede in sotterraneo con i lavori di finitura e all’esterno con la sistemazione delle aree di cantiere e la realizzazione dei portali. In questi mesi il
portale ha iniziato a prendere la sua
forma finale con l’armatura e il getto
della struttura in calcestruzzo.
3
4 Attacco intermedio di Sigirino
Al cantiere di Sigirino proseguono i lavori di scavo della Galleria di base del
Ceneri. In direzione sud, mancano poco
più di 400 metri, in entrambe le canne,
prima di festeggiare la caduta dell’ultimo diaframma e ultimare così gli scavi
in direzione sud.
In direzione nord, a causa della geologia
poco favorevole, si prosegue con un avanzamento giornaliero tra i 4 e i 5 metri.
All’ultimazione delle fasi di scavo verso
nord mancano circa 2.6 km nella canna
Nord-Est e circa 2.4 km nella canna
Nord-Ovest.
All'aperto, proseguono i lavori di formazione del Deposito di Sigirino.
Fino ad oggi sono stati messi in deposito
2,5 milioni di m3 di materiale di scavo,
mentre il muro in terra armata, ai piedi
del deposito, ha raggiunto un’altezza
complessiva di 92 metri.
del portale della lunghezza di 89 metri,
che sarà effettuato a breve, e definirà la
struttura del portale sud della Galleria di
base del Ceneri. Sono pure iniziati i lavori
di copertura del primo tratto della galleria
artificiale che, a lavori ultimati, risulterà
interamente interrata.
7
1
I lavori presso la nuova strada comunale
sono stati ultimati e la stessa è stata riconsegnata al Comune di Vezia.
Nel corso del mese di giugno 2014 sono
iniziati i lavori per la realizzazione dell’edificio che ospiterà i locali tecnici riservati
alla tecnica ferroviaria.
2
3
In data 15 settembre 2014 il Tribunale
federale ha convalidato la delibera di
ATG per la posa della tecnica ferroviaria
del 12 agosto 2013 per la Galleria di
base del Ceneri. Quindi la sua messa in
esercizio, sinora programmata per il
cambio orario di dicembre 2019, continua ad essere l'obiettivo di ATG.
Portale sud di Vezia
Si è conclusa la costruzione della prima
tratta della galleria artificiale e sono in
corso i lavori per la costruzione della seconda tratta e del portale. Degno di nota
è il previsto getto della monolitica trave
5
4
5
«il ricordo di un manufatto
che le future generazioni
non potranno ammirare»
Vezia,
Galleria artificiale, portale sud della Galleria di base del Ceneri.
Sono iniziati i lavori di copertura del manufatto.
galleria di base del san gottardo
STATO DEI LAVORI
10
Il 90 per cento dei lavori di tecnica
ferroviaria alla Galleria di base del
San Gottardo sono stati completati.
Da fine ottobre 2014 il binario senza
massicciata è stato installato in tutte
e due le canne.
A cielo aperto anche le tratte d’accesso vengono attrezzate. Sui piazzali d’installazione invece continuano i lavori di smantellamento.
1 Tratta a cielo aperto nord – Uri
I lavori nella tratta a cielo aperto nord
continuano. Al raccordo con la linea esistente sono stati posati i pali per la linea
di contatto e le pareti antirumore. Il completamento di questo lavoro avverrà nella
primavera 2016.
I lavori di costruzione grezza al tracciato
sono stati terminati a fine agosto 2014.
Il tracciato è stato consegnato alle FFS e
all’impresa di tecnica ferroviaria.
I lavori di rinaturalizzazione lungo il tracciato avanzano. I primi terreni sono stati
riconsegnati ai proprietari.
Erstfeld/Amsteg – Uri
La tratta di galleria tra Erstfeld e Sedrun
Ovest è completamente attrezzata. Tutte
le installazioni tecniche sono state posate.
Il punto di alimentazione viene man mano
preso in consegna da parte di un team
delle FFS. I componenti della protezione
automatica dei treni sono stati collegati
alla rete elettrica.
AlpTransit San Gottardo SA e Basis 57
hanno informato la popolazione in merito
alla pescicultura prevista con l’acqua della
Galleria di base del San Gottardo.
Sedrun – Grigioni
Sul piazzale d’installazione di Sedrun
continuano i lavori di smantellamento
e rinaturalizzazione.
Nell’edificio di tecnica ferroviaria procedono i lavori d’installazione. I trasformatori sono stati consegnati, piazzati e installati, così come le barre di corrente e
l’impianto no break.
2
La tratta di galleria tra Sedrun e Faido Est
è completamente attrezzata. Tutte le installazioni tecniche sono posate.
Faido
A partire da fine ottobre 2014 sono iniziati i lavori di rinaturalizzazione del piazzale d’installazione di Faido.
3
A giugno 2014 l’esercizio della tratta di
prova tra Bodio e Faido è stato terminato.
In tutto sono stati eseguiti 650 viaggi durante 78 giorni di esercizio. Questi test
hanno dato importanti informazioni per
gli esercizi di prova lungo tutto il sistema
di gallerie che inizierà ad autunno 2015.
11
2
4 Tratta a cielo aperto sud
Tra il portale sud della Galleria di base del
San Gottardo e il sottopasso Bosco di
Pasquerio a Pollegio sono in corso i lavori
di rinaturalizzazione dell’area precedentemente occupata dalla vecchia linea ferroviaria che è stata nel frattempo smantellata.
Al Nodo della Giustizia continuano i lavori
sul ponte Froda ed il completamento della
strada cantonale che sarà inaugurata a
fine novembre 2014.
1
3
Nell’edificio di tecnica ferroviaria al portale di Faido sono stati posati i conduttori
a fibra ottica e gli armadi per la corrente a
bassa e media tensione.
A fine ottobre 2014 nella tratta FaidoBodio Ovest è stato posato l’ultimo binario ed è stata festeggiata la posa del «binario d’oro». Ora tutte e due le canne
sono attrezzate con i binari ed interamente percorribili.
Bodio
Il piazzale d’installazione di Bodio è stato
smantellato e consegnato al settore Biasca per le misure di rinaturalizzazione.
È stato gettato il calcestruzzo per le vasche di raffreddamento dell’impianto di
trattamento acque di galleria.
4
GALLERIA DI BASE DEL CENERI
giornata delle porte aperte
a sigirino
12
Come di consuetudine anche
quest’anno si è svolta la giornata
delle porte aperte presso un cantiere
AlpTransit. Il 20 settembre 2014
sono state aperte le porte a Sigirino e
6'500 persone hanno approfittato di
quest’occasione per toccare con mano
i lavori alla Galleria di base del Ceneri.
Nonostante l’inizio uggioso della giornata di sabato 20 settembre, i primi visitatori si sono presentati ancora prima
dell’ufficiale orario d’apertura. Sono stati
accolti in cantiere dagli addetti ai lavori e
hanno ricevuto le informazioni in merito
alla giornata. All’interno dell’Infopoint
(centro visitatori) hanno potuto assistere
ad una breve presentazione del progetto
delle due gallerie di base, da parte degli
ingegneri AlpTransit, per poi procedere
lungo un percorso che toccava buona
parte del cantiere esterno. Questo offriva
diversi punti informativi e molti intrattenimenti per i più piccoli (condurre macchinari di cantiere, fare bolle di sapone
giganti, clown, popcorn e preparare biscotti con le proprie manine). Una volta
raggiunto l'imbocco del cunicolo d'accesso (Finestra di Sigirino) e ritirato i caschi, tramite autopostali si raggiungeva
la Galleria di base del Ceneri.
Arrivati a destinazione nel sotterraneo, i
visitatori, a bordo di due trenini turistici,
affrontavano l’affascinante percorso studiato per attraversare la canna grezza,
ritornando nell’altra canna quasi terminata. Inoltre tutti hanno avuto la possibilità di visitare a piedi una parte del sistema di galleria, ricevendo dal personale di cantiere tutte le informazioni richieste. Una volta usciti dalla galleria,
con il bel sole che si era finalmente presentato, in molti hanno scelto di rifocillarsi all’interno del capannone allestito
appositamente per l’occasione.
13
Committente:
Committente:
AlpTransit San Gottardo SA
AlpTransit San Gottardo SA
C entro d ’ eserci z io S u d
Struttura a forma
di periscopio delle FFS
Infocentro
Gottardo Sud SA
Gotthard
San Gottardo
Gotthard
San Gottardo
AGENDA
Galleria di base del San Gottardo
Galleria
di 2014
base del San Gottardo
NOVEMBRE
14
La centrale d’esercizio (CE) Sud si
trova nelle immediate vicinanze del
portale sud della Galleria di base del
San Gottardo per poter garantire, in
caso di eventi imprevisti, la messa a
disposizione di locali task force.
L’ imponente edificio di 7 piani sovrasta
di alcuni metri l’edificio dell’Infocentro
a Pollegio. La particolare struttura, paragonata spesso ad un periscopio, ospita
tutti i collaboratori che gestiscono il traffico, il controllo di segnali e scambi e
l’informazione dei viaggiatori nelle stazioni, nonché l’approvvigionamento
della corrente elettrica. Per dirlo con parole più semplici: la centrale delle FFS
gestisce il traffico ferroviario tra Chiasso/
Locarno/Luino fino ad Arth-Goldau.
In futuro dalla CE Sud saranno inoltre
gestite le Gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri.
L’ultimo piano ospita i due locali task
force che attualmente vengono utilizzati
come aula corsi (per le diverse istruzioni
al personale FFS in vista della messa in
esercizio della Galleria di base del
San Gottardo nel 2016) e come centrale
di controllo per i test di prova che sono
stati eseguiti nella prima metà di
quest’anno da parte di AlpTransit
San Gottardo SA in stretta collaborazione con le FFS (vedasi pagina 10).
I numeri della struttura:
• 6'000 m3 di calcestruzzo
• 800 tonnellate di acciaio di armatura
• 750 m di pali di fondazione di diametro 1,2 m
• 27'000 m3 volume edificio
Il centro visitatori per la nuova ferrovia transalpina a Pollegio ospita
spesso visite ed eventi particolari.
Consegna alle autorità della nuova
strada cantonale al Nodo di Giustizia
................................................................
Il mese scorso, per esempio, il Comune
di Bedano ha prenotato una visita per i
giovani del Comune che nel 2014 compiono 18 anni. Diversi giovani hanno accettato l’invito (foto sotto) e sono entrati
nella galleria di base del San Gottardo
con un treno di cantiere per poi visitare
4 Dicembre 2014
Committente:
Committente:
AlpTransit San Gottardo SA
AlpTransit San Gottardo SA
Festa della Santa Barbara
................................................................
Committente:
AlpTransit San Gottardo SA
Dicembre 2014
un cunicolo trasversale equipaggiato di
tutto punto e praticamente pronto per
il futuro esercizio.
Fine dei lavori al viadotto
Bellinzona – Lugano
................................................................
Un gruppo particolare che
ha avuto supGotthard
San Gottardo
porto da parte dell’Infocentro, è stato
l’esercito Svizzero o più precisamente la
colonna del treno 12 (foto sopra).
L’Infocentro, insieme ad AlpTransit San
Gottardo SA, ha messo a disposizione
dei serbatoi per abbeverare i cavalli.
Primavera 2015
Galleria di base del San Gottardo
Prima caduta diaframma
Galleria di base del Ceneri
Galleria di base del Ceneri
Galleria di base del Ceneri
Gotthard
San Gottardo
Gotthard
San Gottardo
Nodo di Camorino
Nodo di Camorino
Galleria di base del San Gottardo
Galleria di base del San Gottardo
Filippini & Partner Ingegneria SA
Studio d’Ingegneria
G. Dazio SA
& Associati SA
Filippini
& Partner Ingegneria
Studio d’Ingegneria
d’Ingegneria G.
Bernardoni
SA
Studio
Dazio & Associati
SA
Brenni d’Ingegneria
Engineering SA
Studio
Bernardoni SA
Brenni Engineering SA
15
Impressum
Editore e redazione: AlpTransit San Gottardo SA, Servizio stampa Ceneri: Alberta Cereghetti, Monica Knapp
Fotografie: Archivio ATG, Nicola Demaldi, Keystone
Concetto grafico ed impaginazione: Stefano Pedrazzetti, Immagimedia
Stampa: Tipo-offset Aurora SA, Lugano-Canobbio
Novembre 2014, Tiratura 92'000
16
www.alptransit.ch
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 290 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content