close

Enter

Log in using OpenID

Applicativo PAGHE PROJECT - HR Infinity

embedDownload
Applicativo PAGHE PROJECT
Paghe per Aziende, Banche ed Assicurazioni, Enti Pubblici
Versione 04.06.00 del 14 Marzo 2014
Elenco contenuti
1 - Importazione dati da tabelle predefinite..............................................................2
2 - Gestione IRAP......................................................................................................12
3 - Gestione ratei di ferie – Assoggettamento contributivo..................................13
4 - A.N.F. – Carichi familiari e tabella INPS da stato di famiglia...........................22
5 - Modello di richiesta detrazioni 2014..................................................................24
6 - Archiviazione/pubblicazione modello CUD 2014 in lingua tedesca ..............25
7 - Archiviazione/Pubblicazione documenti azienda.............................................25
8 - Gestione distinte fondi assistenziali..................................................................28
9 - Disposizioni di pagamento CBI/SEPA................................................................28
10 - Inail - Denuncia di infortunio.............................................................................29
11 - Inail - Denuncia trimestrale retribuzioni (Lavoratori somministrati)............29
12 - Imposta sulle altre indennità T.F.R. - Esposizione a cedolino e riepilogo. . .30
13 - Nuova funzione di calcolo tredicesima per gli Enti Pubblici.........................31
14 - ListaPosPA - Gestione sospensione contributi per eventi calamitosi.........34
15 - ListaPosPA - Migliorie alla pagina di manutenzione archivi.........................35
16 - Casellario pensionati.........................................................................................35
17 - Esportazione dati CUD per Modello 730/2014.................................................38
18 - Archivio telematico F24 Diretto / Remote Banking / Cumulativo..................39
19 - Nuove funzioni a menu......................................................................................39
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 1 / 40
1 - Importazione dati da tabelle predefinite
Gli archivi indicati di seguito devono essere OBBLIGATORIAMENTE copiati in quanto
necessari alle elaborazioni.
Si ricorda che per procedere all'effettiva copia dei dati è necessario attivare l'opzione
“Copia dati”.
ATTENZIONE:
Durante la fase di importazione “Archivi Predefiniti” l'applicativo effettua le seguenti
verifiche:
✔ se il dato non esiste, si procede alla copia;
✔ se il dato esiste, viene aggiornato solo se ha mantenuto la caratteristica di
“Predefinito” ossia non risulta essere stato modificato dall'Utente
IMPORTANTE
Si ricorda che, dopo aver effettuato la copia tabelle predefinite nel proprio ambiente di
lavoro, è obbligatorio prendere visione delle relative stampe prodotte.
Entrare nello spool di stampa e verificare le seguenti stampe:
✔ “Copia tabelle predefinite” che contiene le sole segnalazioni di tipo [INSERITO]
e/o [AGGIORNATO]
✔ “Copia tabelle predefinite - segnalazioni” che contiene le segnalazioni di tipo
[SALTATO] e/o [ERRORE], quindi da verificare da parte dell'Utente
Quest'ultima evidenzia i record che, nell'ambiente in cui è stata eseguita la copia, non sono
più predefiniti [SALTATO] o hanno delle incongruenze tecniche [ERRORE].
Pertanto, per ogni segnalazione emessa nella stampa “Copia tabelle predefinite segnalazioni”, non è stato aggiornato o inserito il record dalla relativa copia. In tal caso, la
verifica e la relativa manutenzione e/o integrazione è a cura dell'utente.
Al fine di prendere atto dell'impostazione fornita con l'aggiornamento, in merito a tali record,
collegarsi all'ambiente Predefinito con la chiave indicata nella stampa.
1.1 Modello CUD - Lavoratori domestici somministrati
Durante il caricamento del presente aggiornamento la conversione “c01 CUD – Ctb 53
INPS Lav.domestici retrib.conv.” compila il flag “Soggetto a massimale contributo L.335/95”
al contributo “053 - INPS-Lav.domestici retrib.convenzionale”, utile alla valorizzazione della
casella “4 Imponibile previdenziale” - Parte C – Sezione 1 del modello CUD 2014. Eventuali
CUD già ottenuti senza questa impostazione dovranno essere rielaborati.
1.2 Inquadramento territoriale
1.2.1 Inserimento di alcuni dati mancanti ai comuni definiti con la versione 04.04.00
(Da: Dati comuni – Tabelle – Generiche – Inquadramento territoriale)
A seguito della pubblicazione nel sito INAIL dell'aggiornamento delle tabelle: Istat – Asl.xls
e Sedi Inail.xls (in vigore dal 14 marzo 2014) si è provveduto ad inserire le seguenti
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 2 / 40
informazioni:
•
Cod ASL (nella tabella “Città”)
•
Sede INAIL (nella tabella “Statistiche città”).
Per alcuni comuni, di seguito elencati, è stato possibile definire i codici di avviamento
postale (nelle tabelle “Città” e “CAP”).
•
M321 - 50064 - FIGLINE E INCISA VALDARNO
•
M322 - 52020 - CASTELFRANCO PIANDISCO'
•
M323 - 44027 - FISCAGLIA
•
M324 - 47824 - POGGIO TORRIANA
•
M325 - 43018 - SISSA TRECASALI
•
M327 - 56035 - CASCIANA TERME LARI
•
M328 - 56040 - CRESPINA LORENZANA
•
M329 - 52017 - PRATOVECCHIO STIA
•
M330 - 83025 - MONTORO
•
M331 - 61022 - VALLEFOGLIA
ATTENZIONE:
Durante il caricamento del presente aggiornamento la conversione “z02 - Tabella CAP –
M318 Trecastelli” provvede a rettificare, nella tabella “CAP”, il codice di avviamento postale
del comune “M318 - Trecastelli” (codice errato 60010 - codice corretto 60012); la rettifica
viene effettuata solo se il dato ha mantenuto la caratteristica di “Predefinito”.
1.2.2 Istituzione di ulteriori nuovi comuni
(Da: Dati comuni – Tabelle – Generiche – Inquadramento territoriale)
(Da: Dati comuni – Tabelle – ISTAT)
Con il presente aggiornamento sono state predisposte le tabelle: "Città, Statistiche città,
CAP e ISTAT città" relative ai nuovi comuni elencati nella tabella sottostante, inoltre ai
rispettivi comuni estinti è stato attivato il relativo flag.
E' stata inoltre modificata la denominazione del comune L372: da Tremosine a Tremosine
sul Garda.
Cod.catastale
I349
L649
B140
D991
A744
C754
D369
E051
G329
L755
L756
A711
Versione 04.06.00
Comune estinto
SANT'OMOBONO TERME
VALSECCA
BREMBILLA
GEROSA
BELLAGIO
CIVENNA
DREZZO
GIRONICO
PARE'
VERDERIO INFERIORE
VERDERIO SUPERIORE
BASTIDA DEI DOSSI
Cod.catastale Comune nuovo
M333
SANT'OMOBONO TERME
M334
VAL BREMBILLA
M335
BELLAGIO
M336
COLVERDE
M337
VERDERIO
M338
CORNALE E BASTIDA
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 3 / 40
Cod.catastale
D017
E775
G677
L705
B011
H123
E525
F181
G182
L371
Comune estinto
CORNALE
MACCAGNO
PINO SULLA SPONDA DEL
LAGO MAG
VEDDASCA
BORGOFORTE
VIRGILIO
LENNO
MEZZEGRA
OSSUCCIO
TREMEZZO
Cod.catastale Comune nuovo
M339
MACCAGNO CON PINO E
VEDDASCA
M340
BORGO VIRGILIO
M341
TREMEZZINA
Si pone in evidenza il fatto che ad oggi, non essendo stato possibile recuperare tutte le
informazioni necessarie, mancano le seguenti impostazioni:
•
Codice ISTAT DMAG
•
Depresso/Montano
•
Esenzione terreni agricoli
•
Codice INPS
•
Numero residenti
1.3 UNIEMENS versione 2.7.2
Con questa versione sono state apportate le modifiche indicate nell'allegato tecnico release
2.7.2 del 27/02/2014.
Inseriti i seguenti codici nella tabella "Indirizzamento elementi" (da: Tabelle – Previdenziali
– INPS – Denuncia UniEmens – UNIEMens), presente solo nell'ambiente “Predefinito”:
•
EBTR "Ente bilaterale Confimprese Italia - CSE EBICC TRASPORTI" (risoluzione
A.E. n. 12 del 17/01/2014 - circ. INPS n. 25 del 13/02/2014);
•
ENBL "Ente nazionale bilaterale lavoro e impresa E.N.B.L.I." (risoluzione A.E. n. 13
del 17/01/2014 - circ. INPS n. 24 del 13/02/2014);
•
N963 "Sospensione contributi per l'evento alluvionale del 17 gennaio 2014 che ha
colpito i territori della provincia di Modena, già colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio
2012 (circ. INPS n. 26 del 14/02/2014).
Inserito il seguente nuovo codice calamità nella tabella "Calamità" (da: Tabelle Previdenziali - INPS - Denuncia UNIEmens – Collaboratori):
•
17 "Sospensione contributi a causa dell'evento alluvionale del 17 gennaio 2014 nei
medesimi territori colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012" (circ. n. 26 del
14/02/2014)
ATTENZIONE:
Gli utenti che a seguito della nostra comunicazione del 26-02-2014 hanno importato il file
"anticipo_040600.txt" nell'ambiente Predefinito, ed eseguito le relative copie non devono
effettuare nuovamente la copia indicata di seguito.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 4 / 40
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
Da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia:
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione 04.06.00
Cod Argomento INPS-UNIEM-COLL.CALA
UNIEMens - Collaboratori - Calamità
Cod Elemento UNIEMENS-COL.CALA.17
UNIEMens - Collaboratori - Calamita' 17
1.3.1 Contratti di solidarietà
A seguito di quanto indicato dal messaggio INPS n. 3234 del 11/03/2014 con questo
aggiornamento sono state effettuate le seguenti modifiche.
Aggiornata la data di fine validità (da 31/12/2013 a 31/12/2999) dei seguenti codici nella
tabella "Indirizzamento elementi" (da: Tabelle – Previdenziali – INPS – Denuncia UniEmens
– UNIEMens), presente solo nell'ambiente “Predefinito”:
•
F502 "Ratei contratti di solidarietà maggiorazione 20%";
•
G704 "Solidarietà: maggiorazione 20% arretrati 2010, 2011, 2012 e 2013";
•
G705 "Solidarietà: maggiorazione 20% periodi correnti"
Inserito il seguente codice nella tabella "Indirizzamento elementi" (da: Tabelle Previdenziali - INPS - Denuncia UniEmens - UNIEMens), presente solo nell'ambiente
"Predefinito":
•
F503 "Ratei contratti di solidarietà maggiorazione 10%"
1.4 Gestione ratei di ferie – Assoggettamento contributivo
Con questo aggiornamento, è stata completata la gestione della contribuzione delle ferie,
permessi ex festività e r.o.l. non goduti, come specificato nel capitolo “Gestione ratei di ferie
- Assoggettamento contributivo” nel sommario dei cambiamenti.
Di seguito, si elencano le copie da effettuare per attivare la gestione.
1.4.1 Voci paga
Sono state create le seguenti voci paga:
•
FNG101 Ferie-Importo da assoggettare
•
FNG104 Ferie-Rec.imponibile AC
•
FNG106 Ferie-Rec.imponibile AP
•
FNG110 Ferie-Rest.ctb c/dip AC
•
FNG112 Ferie-Rest.ctb c/azi AC
•
FNG114 Ferie-Rest.ctb c/dip AP
•
FNG116 Ferie-Rest.ctb c/azi AP
•
FNG120 Ferie-Rec.TFP di cui c.azi
•
FNG201 ExFe.-Importo da assoggettare
•
FNG204 ExFe-Rec.imponibile AC
•
FNG206 ExFe-Rec.imponibile AP
•
FNG210 ExFe-Rest.ctb c/dip AC
•
FNG212 ExFe-Rest.ctb c/azi AC
•
FNG214 ExFe-Rest.ctb c/dip AP
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 5 / 40
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
FNG216 ExFe-Rest.ctb c/azi AP
FNG220 ExFe-Rec.TFP di cui c.azi
FNG301 Rol-Importo da assoggettare
FNG304 Rol-Rec.imponibile AC
FNG306 Rol-Rec.imponibile AP
FNG310 Rol-Rest.ctb c/dip AC
FNG312 Rol-Rest.ctb c/azi AC
FNG314 Rol-Rest.ctb c/dip AP
FNG316 Rol-Rest.ctb c/azi AP
FNG320 Rol-Rec.TFP di cui c.azi
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(Da: Utilità – Aggiornamento – Copia tabelle predefinite – Copia)
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione_04.06.00
Cod Argomento
TAB_VOCI PAGA
Tabelle voci paga
Cod Elemento
VOCI_FNG_FERIE
Voci gestione ferie non godute
VOCI_FNG_ROL
Voci gestione Rol non goduti
VOCI_FNG_EX FEST. Voci gestione ex festivita' non godute
1.4.2 Tabelle previdenziali
E' stata creata una nuova tipologia di contributo e recupero: FNG "Assoggettamento ferie
non godute".
I contributi interessati a tale gestione sono i seguenti:
•
005 INPS-FPLD/IVS
•
006 INPS-IVS Aggiuntivo
•
015 INPS-Malattia
•
016 INPS-Maternita'
•
017 INPS-CUAF
•
018 INPS-Fdo gar.T.F.R.
•
019 INPS-Mobilita'
•
020 INPS-Mobilita'
•
030 INPS-Cig ordinaria
•
035 INPS-Cig straord.
•
045 INPS-F. Integrativo
•
048 INPS-F.spec.sos.red.
•
049 INPS-INAIL Appr.
•
050 INPS-Apprend.e agev.
•
080 INPS-F.Volo-Add.le
•
115 INPS-MA-Lav.Enpals T.D.
•
116 INPS-MT-Lav.Enpals T.D.
•
118 INPS-C.Sol.DL201/11
•
120 INPS-ASpI
•
121 INPS-Ult. ASpI
•
122 INPS-DS speciale
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 6 / 40
123 INPS-Addiz. ASpI
718 Rec.Ctb.TFR L.297/82
•
719 Esonero ctb DL 203/2005
•
780 INPS-Rid.cont.edili
I recuperi interessati a tale gestione sono i seguenti:
•
AZ1 Lav.Agr.-Agev.Zona Tariffaria-Ctb INPS
•
AZ3 Lav.Agr.-Agev.Zona Tariffaria-Ctb INPS
•
AZ5 Lav.Agr.-Agev.Zona Tariffaria-Ctb Agric.
•
I01 INPS - generico
•
I10 INPS - Sgravio -Dip.
•
I11 INPS - Sgravio -Azienda/Ente
Creato un nuovo "Raggruppamento contributi" e "Raggruppamento recuperi" (da: Tabelle Previdenziali - Contributi):
•
FNG Ferie non godute
•
•
Le suddette variazioni sono disponibili con la seguente copia.
Da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia:
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione 04.06.00
Cod Argomento TAB.PREV.CTB_REC.FNG
Tabelle prev. ctb. e rec. ferie non godute
Cod Elemento TAB.PREV.CTB_REC.FNG
Tabelle prev. ctb. e rec. ferie non godute
1.4.3 Tabelle ratei
Vengono predisposte dal Predefinito le tabelle:
•
"Priorità fruizione goduto ratei ferie". L'impostazione proposta non è vincolante ai fini
del corretto calcolo della fruizione dei goduti. Per informazioni sull'utilizzo della
stessa, fare riferimento al Sommario cambiamenti 04.03.00 del 10/01/2014,
paragrafo “4.3 Ordinamento nella memorizzazione del goduto”.
•
"Associaz. gruppo rateo istituti previdenziali" (da: Tabelle – Contrattuali – Ratei).
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
Da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia:
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione 04.06.00
Cod Argomento RATEI FRUIZ.GODUTO
Tabelle ratei priorita' fruiz. goduto ratei ferie
Cod Elemento RATEI FRUIZ.GODUTO
Priorita' fruizione goduto ratei ferie
Versione
AGG_04.06.00
Cod Argomento ASS.RATEO IST.PREVID
Cod Elemento ASS.RATEO IST.PREVID
Aggiornamento_versione 04.06.00
Tabelle ratei ass. rateo istituti previdenziali
Associazione rateo istituti previdenziali
1.4.4 Movimenti collegati direttamente per UNIEmens
E' stata predisposta la tabella "Movimenti collegati direttamente" (da: Elaborazioni postpaghe - INPS Denunce - INPS UNIEmens) per il recupero dei contributi e degli imponibili
sulla denuncia UNIEmens.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 7 / 40
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, collegarsi all'ambiente Predefinito e operare
come segue:
Da: Utilità - Copia tabelle predefinite - Copia
Cod gruppo
INPS DENUNCE
INPS UNIEmens
Cod argomento UNIEMENS_MOV_COL_DIR Movimenti collegati direttamente per
UNIEmens
Cod elemento UNIEMENS_MOV_COL_DIR Movimenti collegati direttamente per
UNIEmens
1.5 Gestione eventi alluvionali territori della provincia di Modena
ATTENZIONE:
Gli utenti che a seguito della nostra comunicazione del 26-02-2014 hanno importato il file
"anticipo_040600.txt" nell'ambiente Predefinito, ed eseguito le relative copie non devono
effettuare nuovamente le copie indicate di seguito, ad eccezione di quanto riportato nel
sotto paragrafo “Recuperi previdenziali per gestione ListaPosPA”
In conseguenza dell'evento alluvionale del 17 Gennaio 2014 che ha colpito i territori della
provincia di Modena, già colpiti dal Sisma del 20 e 29 Maggio 2012, è stato emanato il D.L.
n. 4 del 28 gennaio 2014.
A seguito di ciò l'Inps, con circolare n.26 del 14/02/2014, ha dettato le modalità operative.
Tale gestione viene attivata tramite la fiscalizzazione.
Per ogni dipendente/collaboratore soggetto alla sospensione contributiva si dovrà indicare
nel rapporto di lavoro nel campo “Cod. raggr. Fiscalizzazione“ (da: Paghe – Enti Contributi), i seguenti codici:
•
ZEV1 solo sospensione contributiva INPS
•
ZEV6 solo sospensione contributiva EX INPDAP
•
ZEV7 sospensione contributiva INPS/ EX INPDAP
•
ZEV8 solo sospensione contributiva EX ENPALS
•
ZEV9 sospensione contributiva INPS/ EX ENPALS
Automaticamente, con il calcolo del cedolino che lascerà invariato il calcolo dei contributi
dipendente/collaboratore e azienda, verranno generate e calcolate delle voci di
sospensione:
•
in competenza per quanto riguarda gli importi dei contributi c/dipendente e
collaboratore;
•
figurativa nel riepilogo per i contributi ditta.
Si fa presente che tra i contributi carico ditta è stata inserita la quota del conferimento a
Tesoreria (corrente e arretrato) in quanto, come da messaggio INPS n. 23735 del
01/10/2007, le quote tfr versate a Tesoreria assumono la natura di contribuzione
previdenziale e pertanto possono essere sospese.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 8 / 40
1.5.1 Dipendenti
Contributi Inps
Il totale dei contributi c/dipendente e c/ditta verranno esposti e calcolati sul modello
Uniemens con il codice N963 come indicato nella suddetta circolare.
Contributi Ex Inpdap
Il totale dei contributi c/dipendente e c/ditta verranno esposti sul modello UNIEmens
Listapospa nell'elemento <ContributoSospesoCalam>.
Inoltre deve essere indicata la data di <DataFineBeneficioCalamita>
Contributi Ex Enpals
La circolare ha precisato che sarà cura dell'utente presentare la domanda all'ente preposto
al fine di fruire della sospensione degli adempimenti contributivi.
1.5.2 Collaboratori - Gestione separata
I committenti tenuti alla contribuzione nella gestione separata nella denuncia individuale
UNIEmens riferita ai periodi di sospensione dovranno riportare nell'elemento
<CodCalamità> di <Collaboratore> il valore "17" (per la copia vedere paragrafo
Importazione dati da tabelle predefinite - UNIEMENS versione 2.7.2).
L'importo dei contributi sospesi saranno dedotti nei relativi righi (cod C10 e CXX) del
modello F24.
1.5.3 Dipendenti e/o collaboratori ai quali viene già calcolata la fiscalizzazione per
motivi diversi
Nel caso in cui ci siano dei dipendenti ai quali viene già calcolata la fiscalizzazione, e
pertanto nel campo “Cod. raggr. Fiscalizzazione“ è già presente un codice e inoltre sono
soggetti alla sospensione contributiva INPS, si dovrà verificare se i codici della
fiscalizzazione utilizzati sono quelli provenienti da Predefinito e mai modificati dall’utente.
Vi ricordiamo che i codici fiscalizzazioni predisposti dal Predefinito riguardanti l’INPS sono
relativi alle fiscalizzazioni zone agricole svantaggiate e sono i seguenti:
•
AZ02 Lav.Agr.-Terr.Svant.SUD-Ex Cassa Mezz.
•
AZ03 Lav.Agr.-Terr.Sv.Centro Nord-Ex Sv.Nord
•
AZ04 Lav.Agr.-Terr.Svant.SUD-Ex Svant.SUD
•
AZ05 Lav.Agr.-Terr.Part.Svant.-Ex Zona Mont
Pertanto, se vengono utilizzati tali codici, che non sono mai stati variati dall’utente si dovrà
modificare nel rapporto di lavoro, per il periodo di sospensione contributiva, i “Cod. raggr.
Fiscalizzazione“ come sotto indicato:
•
se cod.AZ02 indicare
ZEV2 Agr.Terr.Svant.SUD-Ex Cassa Mezz.Ctb sosp.
•
se cod.AZ03 indicare
ZEV3 Agr.Terr.Sv.Centro Nord-Ex Sv.Nord Ctb sosp.
•
se cod.AZ04 indicare
ZEV4 Agr.Terr.Svant.SUD-Ex Svant.SUD Ctb sosp.
•
se cod.AZ05 indicare
ZEV5 Agr.Terr.Part.Svant.-Ex Zona Mont.Ctb sosp.
Nel caso i codici AZ02- AZ03-AZ04-AZ05 siano stati variati oppure ne siano stati utilizzati
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 9 / 40
dei nuovi si dovrà:
•
predisporre dei nuovi codici fiscalizzazione;
•
indicare negli stessi i recuperi indicati nei codici fiscalizzazione da Voi utilizzati;
•
aggiungere i recuperi che servono per effettuare la sospensione contributiva nel
seguente modo:
Sospensione contributiva INPS dipendente/ditta:
Inizio validità
Fine Validità
Rec Seq.
01-01-1800
31-12-2999
IS1 75
Indicare 100% nell'aliquota azienda + dipendente
Regola Imp. Regola Fascia
ZEV1
Z010
Inizio validità
Fine Validità
Rec Seq.
Regola Imp. Regola Fascia
01-01-1800
31-12-2999
IS2 75
ZEV2
Z010
Indicare 100% nell'aliquota dipendente / azienda + dipendente
Sospensione contributi INPS collaboratore
Inizio validità
Fine Validità
Rec Seq.
01-01-1800
31-12-2999
IS3 75
Indicare 100% nell'aliquota azienda + dipendente
Regola Imp. Regola Fascia
ZEV3
Z010
nizio validità
Fine Validità
Rec Seq.
Regola Imp. Regola Fascia
01-01-1800
31-12-2999
IS4 75
ZEV4
Z010
Indicare 100% nell'aliquota dipendente / azienda + dipendente
Indicare nel rapporto di lavoro del dipendente interessato il “Cod. raggr. Fiscalizzazione”
nuovo. Si consiglia la storicizzazione della variazione anagrafica.
Negli indirizzamenti recupero previdenziali (da Tabelle – Previdenziali - Indirizzamenti)
esclusivamente per le sospensioni INPS indicare:
Tipo recupero: fiscalizzazioni
Cod. raggr. Fiscalizzazione: per ogni codice nuovo dove è interessata la sospensione INPS
Recupero
Inizio validità
Fine validità
IS1
01-01-1800
31-12-2999
IS2
01-01-1800
31-12-2999
Per ogni rigo di recupero nell'indirizzamento della modulistica
modello
quadro
rigo
segno
UNIEMens
N963
somma
1.5.4 Copia tabelle e formule
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
Da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia:
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione 04.06.00
Cod Argomento EVENTI ECCEZIONALI
Tabelle per sospensione contributi
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 10 / 40
Cod Elemento TAB_PREVID
Tabelle previd.per sospensione contributi
Sono state previste le seguenti formule che gestiscono la sospensione contributiva, infatti
nelle suddette formule sono elencati i codici contributi che possono essere sospesi:
•
ZSISM1 - Ctb c/azienda INPS sosp.eventi eccez.
•
ZSISM2 - Ctb c/dip. INPS sosp.eventi eccez.
•
ZSISM3 - Ctb c/az. coll. sosp.eventi eccez.
•
ZSISM4 - Ctb c/coll. sosp.eventi eccez.
•
ZSISM5 - Ctb c/azienda EX INPDAP sos.eventi ecc.
•
ZSISM6 - Ctb c/dip. EX INPDAP sosp. eventi eccez
•
ZSISM7 - Ctb c/azienda EX ENPALS sos. eventi ecc.
•
ZSISM8 - Ctb. c/dip. EX ENPALS sosp. eventi eccez
Per eseguire la copia delle suddette formule operare come segue:
1) Posizionarsi nell'ambiente Predefinito in Utilità – Copia tabelle predefinite – Copia
formule
2) Indicare le seguenti informazioni richieste:
•
Cod. piano tabellare= 99999;
•
Da cod. formula
= ZSISM1;
•
A cod. formula
= ZSISM8;
•
Cod. ambiente di destinazione (selezionare gli ambienti di lavoro da
aggiornare);
•
Stampa di controllo = Attivare il flag per eseguire la stampa di controllo
•
Copia dati = Attivare il flag per eseguire la copia delle formule dall'ambiente
Predefinito.
1.5.5 Recuperi previdenziali per gestione ListaPospa
Nell'ambiente predefinito, nei recuperi IS5 Sos.ctb Cassa pen.EX INPDAP c/az.ev.ecc. e
IS6 Sos.ctb Cassa pen.EX INPDAP c/di.ev.ecc. sono stati impostati i seguenti campi:
•
Tipo recupero: Contributo pens. Per eventi calamitosi
•
Data fine beneficio: 31/07/2014
Per avere maggiori informazioni sui due campi sopra citati, fare riferimento al capitolo
“ListaPosPA - Gestione sospensione contributi per eventi calamitosi” presente nel
sommario cambiamenti.
Nel caso i recuperi IS5 e IS6 fossero già stati utilizzati ad es. per CFL o L. 247 è necessario
che l'utente ne crei di nuovi, impostandoli come lo sono i codici IS5 e IS6 predefiniti.
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
Da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia:
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione 04.06.00
Cod Argomento TAB.PREV_REC.PREV. Tabelle previdenziali - Recupero
Cod Elemento IS5_IS6
Sos.ctb Cassa pen.EX INPDAP c/az e c/dip.
ev.ecc.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 11 / 40
1.6 Denuncia d'infortunio INAIL - Qualifica assicurativa
L'INAIL, nel sito Internet, ha pubblicato il documento “Tipi lavoratore, contratto, qualifica
assicurativa.xls” aggiornato al 6 marzo 2014, le modifiche disposte dall'Istituto ed apportate
di conseguenza nell'ambiente predefinito riguardano esclusivamente il “Prestatore di lavoro
accessorio”.
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(Da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia)
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione 04.06.00
Cod Argomento INAIL_DEN.INF_QUALIF
INAIL - Denuncia d'infortunio - Qualifica
assic.
Cod Elemento LAVORO_ACCESSORIO
Prestatore di lavoro accessorio
1.7 Autoliquidazione INAIL 2013/2014 – Quote di retribuzione parzialmente o
totalmente esenti
(Da: Tabelle – Previdenziali – Contributi)
Nella tabella riepilogativa delle tipologie di esenzione, parziali e totali, è stata eliminata la
codifica relativa al "CFL con applicazione della regola de minimis" (Codice "B") pertanto,
durante il caricamento del presente aggiornamento la conversione "c06 – Rapporto prev.
I69- Esenzione INAIL" modifica l'impostazione del campo "Versione tabella tipo esenzione"
al rapporto previdenziale "I69" (il dato ora risulta essere valido al 31/12/2012).
1.8 IRAP – Movimenti collegati direttamente
(Da: Elaborazioni periodiche – IRAP)
Nel prospetto "1 – Stampa costo c.f.l./disabili/apprendisti/coop.sociali/ric. e svil./altri dip."
colonna "03 – Contributi c/azienda" è disponibile la nuova tipologia "Tutti". La tabella
presente nell'ambiente predefinito è stata di conseguenza adeguata (la conversione "c08 –
IRAP – Tipo prospetto 1 \ Colonna 3" imposta la tipologia "Tutti" ai "Tipi movimento":
contributi e recuperi previdenziali).
2 - Gestione IRAP
La funzione “Stampa prospetto” (da: Elaborazioni periodiche – IRAP) è stata implementata
per permettere all'utente di gestire le seguenti situazioni:
•
Valorizzazione contributi assicurativi
Fino alla versione precedente, per valorizzare i contributi assicurativi, l'applicativo
determinava in autonomia da quale archivio reperire le informazioni (per le stampe
eseguite per il periodo Gennaio – Dicembre, senza dipendenti distaccati, i dati
venivano letti esclusivamente dall'archivio dell'autoliquidazione). A causa dello
spostamento della scadenza dell'autoliquidazione, potrebbe essere necessario
reperire le informazioni sempre dall'archivio mensile, in quanto l'autoliquidazione non
è ancora stata ottenuta.
Per permettere all'utente di definire come valorizzare i “Contributi assicurativi” è stata
introdotta l'opzione “Determina importo da autoliquidazione”. Tale opzione permette
di decidere se i dati relativi ai contributi assicurativi devono essere reperiti
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 12 / 40
•
dall'archivio dell'autoliquidazione (da: Elaborazioni annuali – Gestione INAIL –
Gestione premio e anticipo) oppure dai dati INAIL mensili (da: Elaborazioni paghe –
Risultati mensili – INAIL).
Applicazione deduzione ordinaria per regioni svantaggiate
Per le aziende, alle quali non è riconosciuta la maggior deduzione prevista per le
regioni svantaggiate, è stata introdotta, nell'Anagrafico Azienda/Ente, nella sezione
Paghe – Fiscali
(da: Anagrafici), l'opzione “Regioni svantaggiate – Applica
deduzione ordinaria”. La stessa opzione è stata abilitata anche per la gestione dei
dipendenti distaccati (da: Elaborazioni periodiche – IRAP – Ripartizione costi per
distaccati), nel caso in cui per l'azienda “utilizzatrice” non sia prevista l'applicazione
della maggiore deduzione per regioni svantaggiate.
3 - Gestione ratei di ferie – Assoggettamento contributivo
Ad integrazione di quanto rilasciato con la versione 04.03.00, con il presente
aggiornamento è stata completata la gestione relativa all'assoggettamento contributivo
delle ferie non godute.
Per chiarezza, oltre ad indicare le novità introdotte con questa versione, vengono riportate
le specifiche dell'intera gestione.
3.1 Assoggettamento contributivo
L'INPS richiede il versamento dei contributi sulle ferie non godute, a prescindere
dall'effettiva erogazione dell’indennità sostitutiva.
L’obbligo contributivo sulle stesse deve essere assolto:
•
entro il diciottesimo mese successivo al termine dell'anno solare di maturazione delle
ferie
•
entro la maggiore o minore scadenza stabilita dai contratti collettivi per la fruizione
delle ferie maturate.
Una volta individuato il periodo impositivo, il datore di lavoro dovrà provvedere a sommare
all'imponibile previdenziale del mese, l'importo corrispondente al compenso di ferie,
ancorché non corrisposto, e a versare i relativi contributi.
Tale contribuzione verrà poi recuperata nel momento in cui il dipendente fruirà delle ferie.
Nella tabella “Regole ferie” (da: Tabelle – Contrattuali – Ratei sezione Goduto/Pagato),
come anticipato in precedenza, sono stati introdotti i seguenti campi:
•
Numero mesi per assoggettamento contributivo: indica il numero mesi successivi al
termine dell'anno solare di maturazione, utili per assoggettare a contributi i residui di
ferie. Tale indicazione potrà essere differenziata tra i dipendenti con calendario
normale e con calendario differito. Sommando al mese di gennaio il numero mesi, è
possibile determinare il mese/anno di assoggettamento.
•
Dato utente – Forzatura data per posticipo assoggettamento: permette, tramite il
dato utente di tipo “Data”, di indicare, per i dipendenti che hanno delle assenze che
sospendono l'assoggettamento contributivo, fino a quale data l'assoggettamento
contributivo deve rimanere sospeso. Nel mese successivo a tale data, l'applicativo
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 13 / 40
•
provvederà ad assoggettare quanto “sospeso” in precedenza.
Codice voce: è la voce relativa all'importo di ferie non godute che, generata nel
mese/anno, calcolati con le regole definite in precedenza, provoca
l'assoggettamento contributivo alimentando l'imponibile previdenziale con tipologia
“Assoggettamento ferie non godute”.
Nel mese successivo alla chiusura rateo, impostando i nuovi parametri, verranno
memorizzati nella nuova sezione, presente nell'archivio “Ratei ferie” (da: Elaborazioni
paghe – Risultati mensili bottone Residui da assoggettare), i residui dell'esercizio
precedente.
Alla data di effettivo assoggettamento, gli eventuali residui ancora presenti nelle quantità da
assoggettare (residuo per anno meno goduto/pagato diverso da zero), verranno utilizzati
per la valorizzazione della voce utile all'assoggettamento contributivo. La voce generata è
quella presente nella tabella “Regole ferie” (da: Tabelle – Contrattuali – Ratei sezione
Goduto/Pagato).
Per assoggettare a contribuzione gli eventuali residui, è indispensabile la presenza, per
gruppo rateo, della tabella “Associazione gruppo rateo istituti previdenziali” (da: Tabelle –
Contrattuali – Ratei) nella quale sono presenti le informazioni relative ai contributi che
devono essere calcolati, oltre alle voci che dovranno essere generate per la restituzione dei
contributi anticipati.
I codici raggruppamento contributi e recuperi hanno lo scopo di determinare, per istituto
previdenziale, quali sono i contributi/recuperi che devono essere anticipati sugli importi di
ferie non godute.
Per poter calcolare i contributi sugli importi di ferie non godute sarà obbligatoria la
presenza, per i contributi/recuperi presenti nel raggruppamento, nella tabella “Contributo”
(da: Tabelle – Previdenziali – Contributi), della tipologia “Assoggettamento ferie non godute”
che verrà utilizzata sia nel mese di assoggettamento a contributi che nel mese di
restituzione, nel caso la stessa avvenga nello stesso anno in cui le ferie risultano
assoggettate (es. assoggettamento 06/2014 e recupero delle stesse 08/2014). Nel caso in
cui il recupero avvenga in un anno differente rispetto a quello di assoggettamento, non
verranno generati i contributi ma solo le voci che provvederanno a restituire quanto
anticipato.
Nel mese di assoggettamento, la valorizzazione dei contributi sarà dipendente dalla
presenza della voce di “Ferie – Importo da assoggettare”, che alimenterà l'imponibile
previdenziale di tipologia “Assoggettamento ferie non godute” (da: Tabelle – Voci paga –
Voce paga sezione Regole di assoggettamento). La voce, poiché relativa ad un imponibile,
verrà scritta sempre arrotondata all'euro.
La presenza dell'imponibile provocherà la valorizzazione dei contributi presenti nel
raggruppamento con la nuova tipologia “Assoggettamento ferie non godute”. La
particolarità di questo “Tipo contributo” è che gli importi presenti non concorreranno al
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 14 / 40
raggiungimento dei massimali previdenziali, in quanto anticipi che verranno in seguito
restituiti.
I contributi calcolati con il nuovo tipo contributo saranno memorizzati nell'archivio ratei (da:
Risultati mensili – Ratei ferie sezione Residui già assoggettati) con il dettaglio degli istituti
previdenziali.
Nell'archivio ratei verrà memorizzata anche la parte di “Trattenuta fondo pensione” che è
stata calcolata sull'imponibile previdenziale, generato dall'assoggettamento delle ferie non
godute, e che ha abbassato il TFR del mese.
3.2 Restituzione dei contributi su ferie non godute
La restituzione dei contributi sulle ferie non godute può avvenire:
•
nel mese di godimento delle ferie già assoggettate a contribuzione
•
nel mese di liquidazione di saldi per la cessazione del rapporto di lavoro
La presenza del godimento/liquidazione dei saldi genererà la presenza di una voce che
alimenterà l'imponibile previdenziale corrente per assoggettare a contribuzione quanto
erogato. Poiché parte degli importi erogati risultano già assoggettati, sarà necessario
restituire quanto anticipato.
La restituzione può avvenire nei seguenti modi:
•
se la restituzione avviene nell'anno di assoggettamento, verranno generati i
contributi di tipologia “Assoggettamento ferie non godute” con segno negativo, per
restituire i contributi anticipati. La gestione del contributo negativo servirà anche per
avere l'imponibile annuale correttamente progressivato.
•
se la restituzione avviene nell'anno successivo a quello di assoggettamento, la
restituzione avverrà con delle voci retributive e non con i contributi, in quanto i
progressivi dei contributi dell'anno non sono stati influenzati dall'assoggettamento
per ferie non godute che si stanno restituendo.
Una particolarità è legata alla “Trattenuta fondo pensione” in quanto, nel mese di
assoggettamento, il TFR viene abbassato anche della trattenuta fondo pensione calcolata
sulle ferie non godute. Di conseguenza, nel mese nel quale avviene la restituzione dei
contributi anticipati, la trattenuta fondo pensione del mese, calcolata sull'imponibile totale
del mese, dovrà essere ridotta della quota parte di TFP pagata in anticipo.
ATTENZIONE:
Si precisa che in presenza di restituzione parziale dei contributi anticipati, il valore degli
stessi verrà determinato in misura proporzionale alle quantità in godimento rispetto a quelle
assoggettate.
3.3 Esempio
Nel mese di assoggettamento contributivo (06/2014) è presente un residuo da assoggettare
(3 giorni). Nel cedolino di Giugno verranno generati i seguenti dati:
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 15 / 40
Nell'archivio ratei, si memorizzerà la sezione relativa alle quantità già assoggettate a
contributi:
L'assoggettamento delle ferie non godute ha dei risvolti anche nella memorizzazione dei
contributi sui ratei e nello specifico:
Residuo AP a conguaglio
Il residuo AP a conguaglio è la parte di residuo AP accantonato in azienda e non ancora
goduto. Nel momento in cui una parte di residuo viene assoggettato a contribuzione, i
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 16 / 40
contributi dovuti sul residuo AP a conguaglio verranno ridotti di quanto già pagato in
anticipo, in quanto l'azienda ne ha già sostenuto il costo. In presenza di variazioni di
aliquota/tariffa, nei contributi sul residuo AP a conguaglio verrà registrato il costo che
l'azienda dovrà ancora sostenere sulle ferie AP ancora da liquidare.
Assoggettati
Nel valore mese è riportato il costo che l'azienda ha sostenuto per anticipare i contributi.
Nel valore progressivo è riportato il costo totale che l'azienda ha sostenuto per anticipare i
contributi sulle ferie non godute.
Sezione Saldo
I contributi presenti in questa sezione, contenendo anche il Residuo AP a conguaglio, sono
anch'essi al netto di quanto anticipato.
Nell'UNIEmens del mese di assoggettamento (Giugno) non ci sarà evidenza dei contributi
pagati sulle ferie non godute in quanto gli stessi verranno dichiarati insieme
all'imponibile/contributi del mese:
Nell'imponibile ordinario viene dichiarato il valore totale dell'imponibile assoggettato a
contributi:
•
Imponibile corrente (4.054) +
•
Imponibile “Assoggettamento ferie non godute” (244) =
•
Imponibile in denuncia 4.298
Anche per i contributi il valore dichiarato corrisponde ai contributi dovuti sul totale
imponibile (corrente + ferie non godute).
Il TFR accantonato
nel mese sarà ridotto
della TFP calcolata
sull'imponibile totale
(4.298 * 0,50%) =
21,49
Nel mese di Luglio 2014 il dipendente gode un giorno di ferie, precedentemente
assoggettato a contribuzione. Di conseguenza nel mese verranno restituiti i contributi
pagati in precedenza e verrà assoggettato alla contribuzione del mese quanto erogato (1
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 17 / 40
giorno di ferie):
L'imponibile ordinario del mese è dato dalla somma delle voci di retribuzione ordinaria e di
ferie godute (2.115,15 + 81,35 = 2.196,5 che arrotondato risulta 2.197).
Poiché le ferie godute sono già state assoggettate a contribuzione, si rende necessaria la
restituzione dei contributi già pagati e la sistemazione del relativo imponibile con la
generazione dei tipi contributi FNG negativi.
La valorizzazione delle quote da restituire avverrà in proporzione rispetto a quanto
assoggettato:
Imponibile → Imponibile assoggettato residuo / giorni assoggettati residui * giorni di goduto
244 / 3 * 1 = 81,33333 che viene troncato a 81
Anche per valorizzare i contributi verrà eseguita la stessa proporzione.
Contributi → Importo del singolo contributo residuo /giorni assoggettati residui * giorni di
goduto
Nell'archivio ratei i residui già assoggettati verranno ridotti di quanto restituito:
La restituzione dei contributi sui ratei non goduti ha dei risvolti anche nella memorizzazione
dei contributi sui ratei e nello specifico:
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 18 / 40
Contributi su goduto/pagato
Nel mese di godimento del rateo, i contributi sul goduto pagato saranno ridotti di quanto già
precedentemente pagato.
Assoggettati
Il valore progressivo relativo all'assoggettato dell'anno viene ridotto di quanto restituito, fino
ad azzerarsi nel momento in cui tutti i contributi anticipati saranno restituiti.
Restituito anno in corso
E' l'importo progressivo di quanto restituito nell'anno.
L'importo di TFP restituito andrà a diminuire la TFP del mese, aumentando di fatto il TFR
accantonato nel mese (questo per evitare di stornare due volte la TFP sulle ferie).
Di conseguenza nell'archivio del mese di restituzione, il valore della TFP viene calcolato
sull'imponibile ordinario 2.197 * TFP 0,50% = 10,99
Dal valore così ottenuto verrà stornato il valore della voce relativa alla restituzione della
TFP.
Il valore del mese sarà pari a 10,99 – valore della voce 0,41 = 10,58
Nell'UNIEmens si avrà evidenza di quanto restituito nella sezione relativa alle Variabili
retributive. Si precisa che per alimentare la sezione delle variabili retributive sarà
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 19 / 40
necessario aver codificato le voci nella tabella “Movimenti collegati direttamente” (da:
Elaborazioni post-paghe – INPS Denunce – INPS UNIEmens).
Nella sezione dei dati retributivi viene dichiarato l'imponibile del mese con i relativi contributi
(calcolati sulle competenze del mese → Retribuzione e ferie godute)
Nella sezione relativa alle variabili retributive vengono memorizzati, negli importi a credito, i
contributi anticipati sulle ferie non godute con il relativo imponibile e la data nella quale è
avvenuto l'assoggettamento.
Nel mese di Gennaio 2015 il dipendente ha avuto un aumento di retribuzione e gode 2
giorni di ferie, precedentemente assoggettati a contribuzione. Di conseguenza nel mese
verranno restituiti i contributi pagati in precedenza e verrà assoggettato alla contribuzione
del mese quanto erogato (2 giorno di ferie):
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 20 / 40
L'imponibile ordinario del mese è dato dalla somma delle voci di retribuzione ordinaria e di
ferie godute (2.415,15 + 185,78 = 2.600,93 che arrotondato risulta 2.601).
Poiché le ferie godute sono già state assoggettate a contribuzione, si rende necessaria la
restituzione dei contributi già pagati e, poiché le ferie sono state assoggettate a
contribuzione nell'anno precedente, la restituzione avviene solo tramite le voci.
La valorizzazione delle quote da restituire, se parziale, avverrà in proporzione rispetto a
quanto assoggettato, mentre se totale, come nell'esempio, avverrà per la parte restante già
assoggettata:
Imponibile → Imponibile assoggettato residuo (163,00)
Contributi azienda → Importo dei contributi azienda ancora da recuperare (47,80)
Contributi dipendente → Importo dei contributi dipendente ancora da recuperare (17,07)
Di cui TFP → Importo di TFR ancora da recuperare (0,81)
Ovviamente, in questo caso, saranno le voci di restituzione ad influenzare l'imponibile
fiscale e il netto del cedolino, per quanto riguarda la quota carico lavoratore.
Poiché dopo tale restituzione l'importo già assoggettato risulterà pari a zero, nell'archivio
ratei, i residui già assoggettati saranno pari a zero.
L'importo di TFP restituito andrà a diminuire la TFP del mese, aumentando di fatto il TFR
accantonato nel mese (questo per evitare di stornare due volte la TFP sulle ferie).
Di conseguenza nell'archivio del mese di restituzione, il valore della TFP viene calcolato
sull'imponibile ordinario 2.601 * TFP 0,50% = 13,01
Dal valore così ottenuto verrà stornato il valore della voce relativa alla restituzione della
TFP.
Il valore del mese sarà pari a 13,01 – valore della voce 0,81 = 12,20
Nell'UNIEmens si avrà evidenza di quanto restituito nella sezione relativa alle Variabili
retributive. Si precisa che per alimentare la sezione delle variabili retributive sarà
necessario aver codificato le voci nella tabella “Movimenti collegati direttamente” (da:
Elaborazioni post-paghe – INPS Denunce – INPS UNIEmens).
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 21 / 40
Nella sezione dei dati retributivi viene dichiarato l'imponibile del mese con i relativi contributi
(calcolati sulle competenze del mese → Retribuzione e ferie godute)
Nella sezione relativa alle variabili retributive vengono memorizzati, negli importi a credito, i
contributi anticipati sulle ferie non godute con il relativo imponibile e la data nella quale è
avvenuto l'assoggettamento.
4 - A.N.F. – Carichi familiari e tabella INPS da stato di famiglia
Come già fatto per l'attribuzione dei carichi familiari per le detrazioni fiscali, da questo
rilascio è possibile determinare direttamente dallo stato di famiglia il numero di familiari, il
numero di figli ed il codice della tabella INPS utili alla valorizzazione degli Assegni per
Nucleo Familiare.
A tal fine sono stati effettuati degli interventi, nella sezione "Stato di famiglia" dell'anagrafico
"Soggetto" (Anagrafici), che permettono una più specifica identificazione del singolo
familiare proprio in relazione all'identificazione del carico familiare A.N.F..
Con lo stesso obiettivo è stato rivisto il ruolo, in anagrafico "Rapporto di lavoro" (Anagrafici),
della sezione "A.N.F." (Paghe > Enti) che da questo momento continua a permette
l'indicazione del reddito di riferimento ma può costituire invece eventuale forzatura alla
determinazione del numero di familiari, numero di figli e tabella INPS da stato di famiglia.
Segue il dettaglio degli interventi effettuati.
4.1 Opzioni generali
(Da: Tabelle – Generiche)
Nell'etichetta "Opzioni di calcolo", relativamente al "Calcolo mensile", sono stati aggiunti i
due flag:
•
Carichi familiari e tabella INPS per A.N.F. da stato di famiglia
Il flag attiva la determinazione del numero familiari, del numero figli e della tabella
INPS in base alla compilazione della sezione "Stato di famiglia" dell'anagrafico
"Soggetto". Nel caso non fosse attivato il reperimento continua ad essere effettuato
dalla sezione anagrafica A.N.F. del Rapporto di lavoro
•
Verifica coincidenza carichi per ANF
Il secondo flag, al di là che sia stato attivato o meno il reperimento sopra descritto,
permette di ottenere, durante il calcolo del cedolino, una stampa di controllo che
evidenzia eventuali differenze che possono sussistere, nella determinazione dei
carichi A.N.F., tra quelli desunti dallo stato di famiglia e quelli indicati nella sezione
"ANF" dell'anagrafico "Rapporto di lavoro". Ciò permetterà di verificare e quindi
correggere la compilazione dello "Stato di famiglia" prima di utilizzarlo per il
reperimento dei carichi A.N.F..
4.2 Stato di famiglia
(Da: Anagrafici – Soggetto)
Per il corretto riconoscimento dei familiari a carico A.N.F. è necessario compilare specifici
campi; alcuni sono stati aggiunti nel precedente rilascio (PAGHEJ ver. 04.05.00), altri sono
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 22 / 40
presenti da tempo. In dettaglio:
•
ANF
Flag fondamentale per l'identificazione dei familiari che devono essere considerati
per la determinazione del nucleo familiare.
•
Inabile
Il flag permette di identificare il familiare che, per difetto fisico o mentale, si trova
nell’assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi a proficuo lavoro.
•
Tipo familiare
Visibile solo per i familiari con grado di parentela "Altro familiare", permette di
identificare più precisamente che tipo di familiare sia, scegliendo tra:
◦ Sorella/Fratello
◦ Nipote collaterale
◦ Nipote a carico di ascendente diretto.
•
Studente/apprendista
Visibile solo per i familiari con grado di parentela "Figlio/a" identifica quelli che sono
studenti o apprendisti in modo che, nel particolare caso dei nuclei numerosi (più di
tre figli con meno di 26 anni) possano essere parificati ai figli minori anche se con
età compresa tra 18 e 26 anni.
•
Data scadenza autorizzazione INPS
Consente l'indicazione della scadenza dell'autorizzazione INPS che permette di
considerare
il
familiare
nel
nucleo
per
A.N.F.
Se compilata, determinerà la segnalazione dell'imminente uscita dal nucleo familiare
ANF e, al suo scadere, ne determinerà l'uscita effettiva. Se non compilata il familiare
sarà considerato parte del nucleo esclusivamente in base al flag "ANF" ed all'età
anagrafica. Le segnalazioni di imminente uscita dei familiari dal nucleo sarà oggetto
del prossimo rilascio.
4.3 Esportazione stato di famiglia ed Importazione stato di famiglia
(Da: Utilità – Utilità su anagrafici – Stato di famiglia)
Le funzioni in oggetto sono state adeguate prevedendo l'esportazione e l'importazione dei
nuovi campi introdotti nello "Stato di famiglia" (Anagrafici - Soggetto).
4.4 A.N.F.
(Da: Anagrafici – Rapporto di lavoro > Paghe > Enti)
La sezione ANF dell'anagrafico "Rapporto di lavoro" è stata rivisitata per permettere:
1) L'indicazione del reddito di riferimento per il calcolo dell'assegno
2) L'esposizione dell'importo che sarà erogato al dipendente in base ai carichi familiari
3) L'indicazione dei carichi familiari (numero componenti, di cui figli, tabella INPS)
quando in tabella "Opzioni generali" NON si sia optato per la determinazione dei
carichi da "Stato di famiglia".
4) L'indicazione, in forzatura a quelli desunti dallo "Stato di famiglia", dei carichi familiari
(numero componenti, di cui figli, tabella INPS) quando in tabella "Opzioni generali" si
sia optato per la determinazione dei carichi da "Stato di famiglia".
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 23 / 40
Nel dettaglio, i nuovi campi previsti:
•
Disabilita assegno nucleo familiare
Permette di disabilitare l'erogazione dell'assegno perché già erogato, ad esempio,
per un diverso rapporto di lavoro. Lo stesso effetto può essere ottenuto senza
compilare la sezione o impostando una fine di validità alla sezione corrente.
•
Informazioni in forzatura allo stato di famiglia
Nel caso in cui in tabella "Opzioni generali" si sia optato per il reperimento dei
"Carichi familiari e tabella INPS per A.N.F. da stato di famiglia", con questo flag è
possibile indicare che si intende forzare il numero componenti, il numero figli e la
tabella INPS con la compilazione dei rispettivi campi di questa sezione anagrafica.
La riorganizzazione dei campi della sezione anagrafica identifica due gruppi di informazioni:
•
Carichi ANF (abilitato/disabilitato)
Racchiude le informazioni relative ai carichi familiari da compilare nel caso in cui in
tabella "Opzioni generali" non si sia optato per il reperimento dei carichi da stato di
famiglia oppure il reperimento da stato di famiglia sia attivo ma si abbia la necessità
di forzarlo. In questi casi lo stato della sottosezione risulta "abilitato", in caso
contrario risulta "disabilitato".
•
Carichi ANF da Stato di famiglia (abilitato/disabilitato)
Racchiude le informazioni relative ai carichi familiari, non direttamente modificabili,
rilevate dallo stato di famiglia nel caso in cui in tabella "Opzioni generali" si sia optato
per effettuarlo. In questi casi lo stato della sottosezione risulta "abilitato", in caso
contrario risulta "disabilitato".
4.5 Verifica famigliari a carico
(Da: Utilità – Utilità su anagrafici – Stato di famiglia)
La funzione, già efficace per la verifica dei carichi per le detrazioni fiscali, è stata
implementata con la generazione della stampa di controllo che verifica i carichi A.N.F..
Se selezionata, la verifica dei carichi A.N.F. genera una stampa nella quale sono
evidenziate le situazioni di difformità tra i carichi A.N.F. (numero componenti, numero figli,
tabella INPS) rilevabili nella sezione anagrafica A.N.F. (Anagrafici – Rapporto di lavoro >
Paghe > Enti) e quelli rilevabili dallo "Stato di famiglia" (Anagrafici – Soggetto).
Si tratta della stessa stampa, attivabile nella tabella "Opzioni generali" (Tabelle –
Generiche), che viene generata durante il calcolo dei cedolini con lo stesso scopo.
5 - Modello di richiesta detrazioni 2014
E' stato revisionato il modello di richiesta delle detrazioni apportando le seguenti modifiche:
•
l'intestazione del modello è stata rivista lasciando come unico riferimento del Tuir gli
articoli 12 e 13, eliminando il dettaglio dei singoli commi;
•
nelle “Avvertenze per la compilazione del modello” è stato eliminato il paragrafo
relativo ai Soggetti non residenti in quanto, la disposizione normativa è attualmente
subordinata a proroghe annuali, pertanto si ritiene che la verifica della spettanza sia
in capo al soggetto non residente che effettua la richiesta.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 24 / 40
Il modello suddetto inoltre è stato adeguato per essere archiviato/pubblicato nel DMS,
come peraltro, già avveniva per quelli degli anni precedenti.
ATTENZIONE:
Si precisa che l'archiviazione/pubblicazione del nuovo modello è possibile unicamente con
la versione 06.01.01 o successive di HR Portal.
6 - Archiviazione/pubblicazione modello CUD 2014 in lingua tedesca
Dalla presente versione e unicamente con il portale HR aggiornato alla versione 06.01.00 o
successive, è possibile archiviare/pubblicare a folder organizzativo e/o ai singoli dipendenti
il CUD 2014 in lingua tedesca.
7 - Archiviazione/Pubblicazione documenti azienda
Da questa versione, si comincia ad introdurre nell'applicativo PagheJ la possibilità di
archiviare nel DMS e pubblicare a folder organizzativo i documenti utili all'azienda. Tale
funzionalità permette di archiviare file di spool sia totali, sia ripartiti, sia sotto forma di
ulteriori documenti suddivisi in base a dati applicativi selezionati dall'utente.
Le stampe attualmente abilitate allo scopo sono le seguenti:
•
Prospetto TFR riassuntivo (Totale2) (da: Elaborazioni paghe - T.F.R. - Prospetti e
stampe - Dati mensili/Annuali)
•
Prospetto TFR a fondi riassuntivo (da: Elaborazioni paghe - T.F.R. - Prospetti e
stampe - Dati fondi previdenza)
•
Prospetti IRAP (da: Elaborazioni periodiche - IRAP - Stampa prospetto IRAP)
•
Stampa bilancio di contabilità generale (da: Elaborazioni post-paghe - Contabilità Elaborazioni - Contabilità generale - Stampa di bilancio)
•
Stampa bilancio di contabilità analitica (da: Elaborazioni post-paghe - Contabilità Elaborazioni - Contabilità analitica - Stampa di bilancio)
•
Statistica movimenti (da: Elaborazioni post-paghe - Statistica movimenti - Stampa)
•
Stampa dati imposta sostitutiva (da: Elaborazioni paghe - T.F.R. - Imposta sostitutiva
- Stampa)
•
Stampa F24 (da: Elaborazioni post-paghe - Gestione modello F24 - Stampa
modello)
•
Stampa F24EP (da: Elaborazioni post-paghe - Gestione modello F24EP - Stampa
modello)
•
Stampa F24 Accise (da: Elaborazioni post-paghe - Gestione modello F24 - Stampa
modello)
E' stata inoltre abilitata l'archiviazione anche alla stampa:
•
Prospetto TFR a fondi individuale
che potrà quindi essere anche pubblicata a folder organizzativo e dipendente.
ATTENZIONE:
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 25 / 40
Si precisa che l'archiviazione/pubblicazione delle stampe suddette è possibile unicamente
con la versione 06.01.01 o successive di HR Portal.
Per permettere tale gestione sono state modificate le seguenti funzioni.
7.1 Ordinamento
(Da: Tabelle – Generiche)
Per ciascun dato di ordinamento è stato aggiunto il campo “Rottura per distribuzione” che
permette di archiviare/pubblicare le stampe sopra elencate in percorsi differenziati in base
appunto ai dati contrassegnati con tale flag.
Si precisa che dopo il caricamento del presente aggiornamento in tutti gli ordinamenti già
presenti in tabella, il nuovo campo sarà impostato a "No" (“Rottura per distribuzione” non
spuntato). Sarà cura dell'utente impostare tale campo quando e dove ritenuto necessario.
7.2 Gruppo aziende/Enti
(Da: Elaborazioni post-paghe – Contabilità – Tabelle )
Nella sezione "Suddivisioni" della funzione in oggetto, per ciascuna suddivisione per
generazione movimenti relativi alla contabilità generale e contabilità analitica è stato
aggiunto il campo “Rottura per distribuzione” che permette di archiviare/pubblicare le
stampe di bilancio di contabilità generale/analitica in percorsi differenziati in base appunto
ai dati contrassegnati con tale flag.
Si precisa che dopo il caricamento del presente aggiornamento in tutte le suddivisioni già
presenti in tabella, i nuovi campi saranno impostato a "No" (“Rottura per distribuzione” non
spuntato). Sarà cura dell'utente impostare i campi quando e dove ritenuto necessario.
7.3 Archiviazione/pubblicazione stampe con possibilità di ripartizione/ordinamento
Per tutte le funzioni di stampa suddette ove già possono essere applicati degli
ordinamenti/ripartizioni a scelta utente, tramite l'utilizzo della tabella “Ordinamenti”, è
possibile ripartire una stampa a DMS in molteplici documenti memorizzandoli
eventualmente in percorsi differenti in base alle ripartizioni applicate.
Nella suddetta tabella degli ordinamenti, i primi due campi per i quali è stata attivata la
rottura, nel caso in cui sia stata attivata anche la rottura per distribuzione, verranno utilizzati
per comporre il percorso nel quale verranno memorizzati i documenti. Invece, i primi cinque
campi aventi la sola rottura (senza rottura per distribuzione) verranno utilizzati per
comporre il nome del documento.
Esempio:
Ottenendo il prospetto TFR riassuntivo con il seguente ordinamento:
Dato
Rottura
Rottura per distribuzione
Dato 1
Cod filiale/dipendenza
Si
Si
Dato 2
Cod centro di costo
Si
No
Dato 3
Cod qualifica
Si
No
Per l'azienda: 000001 - Azienda Spa
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 26 / 40
Per il periodo: Da 01/01/2014
A 31/01/2014
In presenza di più filiali, nel momento in cui verrà importata nel DMS, la stampa verrà
ripartita in tante cartelle quante sono le filiali presenti in essa, generando dei percorsi
come il seguente:
"… /AziendaSPA/001 Area del personale/Prospetti-Report/Prospetto TFR Riassuntivo/
2014/Cod filiale/dipendenza/0000000001 Filiale di Bologna"
In ciascuna cartella sarà presente il file con all'interno i dati ripartiti per centro di
costo e qualifica riguardanti la filiale in esame. Esempio di documento generato:
"Da 2014 Gennaio A 2014 Gennaio Cod centro di costo Cod qualifica.pdf "
Se fosse già stata archiviata la stessa stampa per altri periodi, nella stessa cartella
saranno presenti altri documenti, uno per ciascun periodo ottenuto.
Elenco stampe con possibilità di ordinamento/ripartizione variabile:
•
Prospetto TFR riassuntivo (Totale2)
•
Prospetto TFR a fondi riassuntivo
•
Stampa bilancio di contabilità generale (vengono, in tal caso, utilizzate le rotture
impostate nella tabella "Gruppo aziende/Enti - Suddivisioni" (da: Elaborazioni postpaghe – Contabilità – Tabelle ). Si precisa che non è permessa l'archiviazione per le
stampe ottenute con "Dettaglio mensilità=Si")
•
Stampa bilancio di contabilità analitica (vengono, in tal caso, utilizzate le rotture
impostate nella tabella "Gruppo aziende/Enti - Suddivisioni" (da: Elaborazioni postpaghe – Contabilità – Tabelle ). Si precisa che non è permessa l'archiviazione per le
stampe ottenute con "Dettaglio mensilità=Si")
•
Statistica movimenti (si precisa che non è permessa l'archiviazione per le stampe
ottenute con "Esposizione per = Movimento/ordinamento")
Riferendosi all'esempio precedente, nel caso in cui non si applichino rotture, il percorso
generato sarà:
"… /AziendaSPA/001 Area del personale/Prospetti-Report/Prospetto TFR Riassuntivo/2014/"
e il documento:
"Da 2014 Gennaio A 2014 Gennaio.pdf"
7.4 Archiviazione/pubblicazione stampe senza possibilità di ripartizione/ordinamento
In questo caso, poiché già in PagheJ la stampa non può essere ripartita, non potrà essere
neanche suddivisa nel DMS in documenti o percorsi differenti.
Elenco stampe senza la possibilità di ordinamento/ripartizione variabile:
•
Prospetti IRAP
•
Stampa dati imposta sostitutiva
•
Stampa F24
•
Stampa F24EP
•
Stampa F24 Accise
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 27 / 40
Riferendosi, ad esempio, alla stampa del prospetto IRAP, il percorso generato sarà:
"… /AziendaSPA/001 Area del personale/Prospetti-Report/Prospetti IRAP/2013/"
e il documento:
"Da 2014 Gennaio A 2014 Gennaio.pdf"
8 - Gestione distinte fondi assistenziali
Con questa versione, è stata introdotta la possibilità di ottenere le distinte di versamento
anche per i fondi assistenziali che utilizzano il tracciato PREVINET (ad esempio, il Fondo
FASIE).
A tale scopo è stata creata la tabella “Opzioni generali” (da: Elaborazioni Post-paghe –
Fondi Assistenziali – PREVINET) dove è possibile, per codice fondo, inserire i parametri
utili all'ottenimento del file.
Inoltre, sono state aggiunte due nuove funzionalità:
•
Ottenimento archivio telematico (da: Elaborazioni Post-paghe – Fondi Assistenziali –
PREVINET),
•
Supporto magnetico per banche (da: Elaborazioni Post-paghe – Fondi Assistenziali)
Per il reperimento dei campi, fare riferimento al manuale operativo "Previnet" (da: Manuali
– Manuali, argomento FONDI_ASSI Fondi assistenziali – Previnet).
9 - Disposizioni di pagamento CBI/SEPA
(Da: Dati comuni – Tabelle – Pagamento competenze – Gruppo di addebito)
- Con questo aggiornamento è stato attivato un nuovo campo “Esposizione dei pagamenti
effettuati come 'addebito unico' ('Batch Booking')” nel box “Disposizioni di pagamento xml
(SEPA)”. Il campo serve per la compilazione del tag non obbligatorio <BtchBookg>,
avendo così la possibilità di ottenere una ulteriore tipologia di file SEPA. Se impostato a Sì
verrà emesso il tag con il valore “true”; in caso contrario il tag non sarà presente nel file.
- E' stato creato un nuovo campo “Indicazione indirizzo destinatario” nel box “Informazioni
supporto magnetico per le banche” utile alla generazione di tutte le tipologie di file per le
banche ottenibili.
Con questo campo viene introdotta la possibilità di generare o meno i dati relativi
all'indirizzo del destinatario del pagamento di netti e acconti (dipendente/beneficiario).
Se il campo è impostato a Sì verrà generato il tipo record 40 per il formato CBI Standard
mentre per tutti i file SEPA verrà generato il tag <PstlAdr> Postal address.
L'aggiornamento imposta il valore del nuovo campo a Sì per mantenere il comportamento
tenuto finora. E' possibile variare il valore in base alle proprie esigenze.
Si precisa che nel combo box relativo al campo “Bonifico SEPA” è visibile un'opzione (Sì,
SEPA ISO 2 sistema 'CGI' (Deutsche Bank)) al momento non attiva, aggiunta per sviluppi
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 28 / 40
futuri e, per questo motivo, controllata con apposita segnalazione.
Si precisa inoltre che nella tabella “Gruppo di addebito” sono visibili nuovi campi che
servono per indicare coordinate bancarie estere. La gestione di pagamenti con banca di
addebito estera (per la sola tipologia di file SEPA ISO 1 portale 'Connexis' (BNP Paribas))
sarà argomento di uno dei prossimi rilasci, pertanto si consiglia di non attivare i campi.
10 - Inail - Denuncia di infortunio
(Da: Elaborazioni paghe – Assenze – Denuncia infortunio – Gestione denuncia infortunio)
L'indirizzo per l'invio della corrispondenza, che in precedenza conteneva informazioni di
solo output determinate in automatico dall'applicativo, è stato reso manutenzionabile.
Di conseguenza è stata predisposta una conversione, che deve essere eseguita
obbligatoriamente dall'utente tramite la funzione “Conversioni per release 04.06.00” (da:
Utilità – Conversioni), con lo scopo di memorizzare nell'archivio della “Gestione denuncia
infortunio” i campi relativi all'indirizzo per l'invio della corrispondenza, sulle denunce fino a
questo momento elaborate e salvate. La conversione reperisce i dati e li memorizza nella
tabella seguendo il criterio utilizzato fino ad oggi.
Attenzione:
Dopo il caricamento dell'aggiornamento e prima di inserire una qualsiasi nuova denuncia è
necessario ed obbligatorio eseguire la conversione suddetta.
10.1 Calcolo retribuzione con formula
Con questo aggiornamento viene fornita inoltre la possibilità di calcolare l'importo della
retribuzione da indicare in denuncia tramite una formula.
(Da: Tabelle – Assenze – Parametri retribuzione indennità infortunio)
E' stato aggiunto un nuovo campo “Cod formula retribuzione denuncia infortunio” nel
quale indicare eventualmente la formula da utilizzare per la valorizzazione del campo
“Importo” nella sezione DATI RETRIBUTIVI relativa alla Gestione denuncia infortunio
(da: Elaborazioni paghe – Assenze – Denuncia infortunio).
In fase di inserimento di una nuova denuncia, se indicata una formula nella suddetta
tabella, il programma la risolverà e ne indicherà il risultato. L'indicazione della formula è una
forzatura su tutti i calcoli effettuati finora per determinare l'importo della retribuzione.
11 - Inail - Denuncia trimestrale retribuzioni (Lavoratori somministrati)
(Da: Elaborazioni periodiche – Adempimenti di settore – INAIL Lavoro interinale)
E' ora possibile scegliere se denunciare i lavoratori somministrati con retribuzione a zero,
oppure ometterli.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 29 / 40
12 - Imposta sulle altre indennità T.F.R. - Esposizione a cedolino e
riepilogo
Con questo aggiornamento viene data la possibilità di modificare la descrizione indicata a
cedolino dell'imposta relativa alle altre indennità T.F.R. (“Integrazione T.F.R.”,
“Indennita'sost.preavviso”, “Incentivo all'esodo”, “Indennita'esodato”, “Premio esodato”,
“Indennita'fine mandato”, “Mancato preavviso”).
(Da: Tabelle – T.F.R. – Definizione altre indennità)
E' stato creato un nuovo campo "Descrizione alternativa per stampe" nel box “Calcolo
imposta". Il campo serve per forzare la descrizione fissa a programma dell'imposta sulle
altre indennità del T.F.R..
(Da: Elaborazioni paghe – TFR – Dati dipendente)
Nella sezione “Altre indennità” è stato creato un nuovo campo "Descrizione alternativa
per stampe" nel box "Imposta". Il campo serve per forzare ulteriormente la descrizione
eventualmente impostata nella tabella “Definizione altre indennità” o direttamente quella
fissa a programma.
(Da: Elaborazioni paghe – Cedolino on line)
(Da: Elaborazioni paghe – Libro unico – Stampa libro unico)
(Da: Elaborazioni paghe – Stampa cedolini)
Sono stati implementati i programmi di visualizzazione cedolino e stampa, che da questo
aggiornamento si comporteranno nel seguente modo per l'esposizione dei dati:
- se presente una descrizione nel nuovo campo "Descrizione alternativa per stampe" (da:
Elaborazioni paghe – T.F.R. – Dati dipendente – Altre indennità) verrà visualizzata e
stampata questa descrizione;
- se non presente la descrizione nel suddetto archivio, se presente una descrizione nel
nuovo campo "Descrizione alternativa per stampe" (da: Tabelle – T.F.R. – Definizione altre
indennità) verrà visualizzata e stampata questa descrizione;
- se entrambi i nuovi campi non fossero stati compilati, verrà visualizzata e stampata la
descrizione fissa da programma, come avveniva fino a prima di questo rilascio.
Il codice con cui vengono esposte le informazioni rimane invariato e fisso da programma.
(Da: Elaborazioni paghe – Riepilogo cedolini)
E' stato inoltre implementato il programma di stampa del riepilogo dei cedolini nel quale
verranno stampati i dati relativi all'imposta sulle altre indennità considerando le eventuali
forzature delle descrizioni effettuate per i dipendenti. Il rigo verrà stampato a rottura di
codice e di descrizione.
E' stato inoltre implementato il programma di stampa del cedolino parametrico per chi
gestisce il modulo aggiuntivo (da: Altri moduli - Modulistica parametrica).
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 30 / 40
13 - Nuova funzione di calcolo tredicesima per gli Enti Pubblici
13.1 Premessa
I ratei di 13ma mensilità sono stati sino ad ora calcolati tramite la formula ZPE001, fornita
da Predefinito.
Viene ora rilasciata una apposita funzione di calcolo ratei 13ma per enti pubblici, in
365esimi, perfettamente integrata nella fase di calcolo ratei e con la gestione assenze
INPDAP-Enti pubblici, eliminando, di fatto, il calcolo tramite formula.
13.2 Come sono calcolati i ratei di 13ma dalla nuova funzione
Per il calcolo dei ratei di 13ma, per ogni mese e dipendente, la nuova funzione procede nel
seguente modo:
•
Lettura (da cedolino), della data di inizio e fine validità dello stesso
◦ In caso di assunzione e/o cessazione tali date sono opportunamente adeguate
◦ Si procede quindi con il calcolo dei giorni di calendario per determinare i ratei
maturati
•
Lettura assenze trattenute nel mese
◦ Calcolo dei giorni di calendario dell'assenza
◦ I giorni sono sempre scalati dal totale ratei
◦ Se l'assenza prevede la maturazione ratei 13ma, i ratei sono reintegrati (in
proporzione)
Esempio:
Da
A
Periodo del cedolino:
01/03/14 31/03/14
EP90- Assenza per malattia al 90% 01/02/14 10/02/14
Reintegro giorni (al 90%)
EP09-Astensione facoltativa rid.
04/11/13 05/11/13
Totale maturato
nr. giorni
31
-10
9
-2
28
Importante: Sono considerate tutte le assenze trattenute nel cedolino del mese di calcolo
ratei, anche se l'assenza è riferita ad anni precedenti.
Un'assenza scala sempre i giorni dai ratei, il reintegro dei giorni (in proporzione alla %
trattenuta) avviene solo se, nella configurazione assenze, è stata spuntata la casella di
maturazione ratei 13ma.
13.3 Attivazione e configurazione della nuova funzione
Nei punti seguenti si forniscono le indicazioni sulle operazioni da compiere per attivare la
nuova funzione:
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 31 / 40
13.3.1 Configurazione assenze
(da: Tabelle - Assenze - Enti
pubblici)
Allo stato attuale non esiste una
configurazione "predefinita", quindi
l'utente deve manualmente scorrere
le assenze e spuntare in modo
opportuno i due nuovi indicatori che
sono stati aggiunti e che sono
evidenziati dal box nella figura qui
accanto:
Maturazione ratei in 13ma mens.:
se questa casella è spuntata,
l'assenza fa maturare i ratei di 13ma
in proporzione alla %di trattenuta, ad
es.: una Malattia al 90% (EP90) farà
maturare i ratei al 90%. Se questa
casella non è spuntata, i giorni di calendario dell'assenza in oggetto sono scalati dai ratei
maturati nel mese senza alcun "reintegro".
Calcolare virtuale 13ma mens.: (per uso futuro)
Se questa casella è spuntata, per l'assenza in oggetto sono calcolati i virtuali di 13ma.
Si forniscono le seguenti indicazioni riguardo alla configurazione della causali di assenza:
Caus. Descrizione
1002
EP00
EP09
EP50
EP72
EP90
Malattia
Malattia senza retribuzione
Astensione facoltativa rid.
Malattia al 50%
Sospensione dal servizio
Malattia al 90%
Ratei S/N Virt. S/N
S
N
N
S
N
S
S
S
S
S
S
S
Tutte le altre assenze non fanno maturare ratei e non danno origine ad alcun virtuale.
13.3.2 Configurazione della tabella Regole mensilità
(da: Tabelle – Contrattuali – Ratei)
Nella sezione "Maturato" della tabella "Regole mensilità" per attivare la nuova funzione di
calcolo ratei 13ma, occorre impostare il campo "Ratei differenziati" sull'opzione "Si- (Enti
pubblici, calcolati in
365esimi)", come
mostrato in figura,
Inoltre è importante che
siano impostate a "no" le opzioni su Riproporzionamento per Part-Time e Job-sharing, in
quanto tali controlli sono già effettuati internamente alla funzione di calcolo.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 32 / 40
Le regole mensilità predefinite, sezione 'Maturato', sono state adeguate per i seguenti
contratti:
•
H001 Ministeri - Dipendenti
•
H051 Ministeri - Dirigenti
•
H101 Pres.Consiglio dei Ministri - Dipendenti
•
H151 Pres.Consiglio dei Ministri - Dirigenti
•
H201 Enti pubblici non economici - Dipendenti
•
H251 Enti pubblici non economici - Dirigenti
•
H401 Enti locali - Personale dipendente
•
H402 Enti locali - Segretari
•
H452 Enti locali - Dirigenti
•
H601 Sanità - Dipendenti
•
H651 Sanità - Dirigenti
•
H802 Università - Dipendenti
•
H822 Ist.di ricerca - Dipendenti
•
H852 Universita' e Ist. Ricerca – Dirigenti
E' a cura dell'utente verificare quali contratti copiare in base alle proprie necessità e
verificare le eventuali personalizzazioni nella tabella del 'Maturato' sopra menzionata.
Se non sono effettuate copie e/o configurazioni manuali, continuerà ad essere applicato il
metodo precedente, qualunque esso sia.
Tabelle contrattuali ratei mensilità/maturato
(Argomento: RATEI_MS_MATUR)
Per copiare le variazioni contrattuali riguardanti i suddetti contratti, operare come segue:
(da: Utilità – Aggiornamento – Copia tabelle predefinite – Copia)
Versione
AGG_04.06.00
Aggiornamento_versione_04.06.00
Cod Argomento
RATEI_MS_MATUR Tabelle ratei mensilità - Maturato
Cod Elemento
CNTH001
Ministeri - Dipendenti
CNTH051
Ministeri – Dirigenti
CNTH101
Pres.Consiglio dei Ministri - Dipendenti
CNTH151
Pres.Consiglio dei Ministri - Dirigenti
CNTH201
Enti pubblici non economici - Dipendenti
CNTH251
Enti pubblici non economici - Dirigenti
CNTH401
Enti locali - Personale dipendente
CNTH402
Enti locali - Segretari
CNTH452
Enti locali – Dirigenti
CNTH601
Sanità - Dipendenti
CNTH651
Sanità - Dirigenti
CNTH802
Università - Dipendenti
CNTH822
Ist.di ricerca - Dipendenti
CNTH852
Universita' e Ist. Ricerca – Dirigenti
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 33 / 40
13.4 Ricalcolo ratei
Terminate le operazioni configurazione, la nuova funzione di calcolo ratei, verrà utilizzata
sia nella fase del cedolino, sia nella funzione esterna di ricalcolo ratei (da: Elaborazioni
paghe - Ratei).
Si consiglia vivamente di ricalcolare tutti i ratei, di tutti i dipendenti, di tutti i mesi dell'anno in
corso, sino al mese di applicazione di questa nuova funzione.
14 - ListaPosPA - Gestione sospensione contributi per eventi calamitosi
Da questa versione in ListaPosPA è gestito il recupero dei contributi per eventi calamitosi.
I codici "Recupero" (da: Tabelle - Previdenziali) da utilizzare per questa tipologia di eventi
sono identificati da due nuove opzioni presenti per il campo "Tipo recupero":
•
Contributo pens. per eventi calamitosi
•
Contributo prev. per eventi calamitosi
è stato aggiunto anche il campo "Data fine beneficio" da compilarsi quando si seleziona una
di queste tipologie ed utilizzato per la compilazione del campo in ListaPosPA "49-Data fine
ben."
In fase di ottenimento ListaPosPa i recuperi presenti nel cedolino, identificati da questi
codici, sono totalizzati nei campi:
•
"50-Contr. pens. sosp."
i recuperi identificati da "Contributo pens. per eventi calamitosi"
•
"51-Contr. prev. sosp."
i recuperi identificati da "Contributo prev. per eventi calamitosi"
Il campo "33-Tot. contr. Pens." viene esposto per intero, senza considerare la quota di
recupero, lo stesso per i contributi previdenziali.
Per completezza di informazione precisiamo che nel flusso ListaPosPA sono alimentati i
seguenti tag:
•
<ContributoSospesoCalam>
con la casella "50-Contr. pens. sosp."
•
<ContributoSospesoPrev>
con la casella "51-Contr. prev. sosp."
•
<DataFineBeneficioCalamita>
con la casella "49-Data fine ben."
Infine nell'F24/F24EP, nella fase di calcolo versamento contributi da ListaPosPA, il totale
contributi (pensionistico e previdenziale) viene calcolato tenendo conto, in sottrazione, dei
campi 50 e 51.
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 34 / 40
15 - ListaPosPA - Migliorie alla pagina di manutenzione archivi
La pagina di manutenzione archivi ListaPosPa è stata oggetto di una revisione al fine di
renderla più funzionale.
Come si nota dalla figura, le pagine di ricerca e manutenzione sono state aggregate.
Si segnala che il simbolo , se premuto, esegue il ricalcolo (ottenimento) della
dichiarazione del soggetto relativo.
16 - Casellario pensionati
16.1 Adeguamento nuovi tracciati record
Con il seguente aggiornamento l'applicativo è stato adeguato al fine di produrre e leggere i
nuovi tracciati che l'Inps ha pubblicato il 13 Febbario u.s., relativamente alle comunicazioni
con il Casellario Centrale Pensioni.
Le variazioni riguardano nello specifico:
1) il “Tracciato record da utilizzare per la segnalazione dei dati” - Versione 03.03.01 del
24 gennaio 2014"
2) il "Tracciato record del flusso relativo alla elaborazione per articolo 8 del decreto
legislativo 2 settembre 1997, n. 314 e per articolo 34 della Legge 23 dicembre 1998,
n. 448" - versione 2014.0.0 del 27 gennaio 2014
Ricordiamo che il tracciato di cui al punto 1 viene prodotto dalle elaborazioni:
•
“Denuncia trimestrale”;
•
“Denuncia di fine febbraio”
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 35 / 40
e può anche essere utilizzato per popolare gli archivi del casellario in fase di avviamento
gestione, mediante la funzione “Importazione da ultimo supporto inviato al Casellario
Pensionati”.
Il tracciato di cui al punto 2 invece, viene letto dalla funzione “Importazione file ART.8”, per
valorizzare dati utilizzabili dall'elaborazione del cedolino per la tassazione fiscale.
Conseguentemente alle variazioni introdotte sono stati aggiornati anche i programmi di
ottenimento “Denuncia trimestrale”, “Denuncia di fine febbraio” e le relative manutenzioni.
16.2 Ottenimento dati annuali a consuntivo per CUD 2014
E' stata aggiornata la funzione di “Ottenimento dati annuali” con lo scopo di valorizzare i
dati annuali, da dichiarare col tipo record 41 a consuntivo per l'anno 2013, con le
informazioni dichiarate con il modello Cud 2014. Di seguito riportiamo il reperimento dai dati
annuali richiesti dall'archivio CUD (con anno modello 2014 e anno redditi 2013):
Imponibile annuo Irpef
Importo detrazioni di imposta
Cas. 001 + Cas. 002
Cas. 107
Importo detrazioni per carichi familiari
Oneri deducibili
Imposta netta IRPEF trattenuta alla fonte
Arretrati relativi ad anni precedenti e soggetti
a tassazione separata
Aliquota media di tassazione degli arretrati
Cas. 102 + Cas. 103
Cas. 129
Cas. 005
Cas. 351 + Cas. 352
Imposta netta applicata sugli arretrati
Fringe benefit
Addizionale regionale all'IRPEF,
certificato sul Cud
Acconto addizionale comunale all'IRPEF,
certificato sul Cud
Saldo addizionale comunale all'IRPEF,
certificato sul CUD
Acconto addizionale comunale all'IRPEF per
l'anno successivo, certificato sul CUD
Importo annuo su cui calcolare il contributo
solidarietà L.147/2013
Versione 04.06.00
“Aliquota media per tassazione
separata” presente nel rapporto di
lavoro
(sezione Fiscali – Erario)
Cas. 353
Annotazione AH
Cas. 006
Cas. 010
Cas. 011
Cas. 013
Nel modello Cud 2014 l'informazione
non è presente e verrà valorizzato con
il valore dell'imponibile annuo Irpef
(arrotondato all'unità di euro superiore).
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 36 / 40
16.3 Ottenimento dati annuali a preventivo
E' stata aggiornata la funzione di “Ottenimento dati annuali” con lo scopo di valorizzare
alcuni dei dati annuali da dichiarare col tipo record 41 a preventivo. Le informazioni
verranno reperite dall'ultimo cedolino elaborato per il pensionato nell'anno 2014 e in
particolare:
Imponibile annuo Irpef
Valorizzato con il valore dell'imponibile lordo annuo
relativo al trattamento del singolo Ente dell'archivio
“Calcolo Irpef da casellario” presente nel link “Ritenute
fiscali” del Cedolino On line.
Importo detrazioni di imposta
Attenzione: Qualora l'archivio “Calcolo Irpef da
casellario” non fosse presente, l'imponibile annuo
verrà calcolato nel seguente modo:
Imponibile progressivo (del cedolino in elaborazione)
+ Imponibile mese per il numero delle mensilità
mancanti ad arrivare a tredici
Valorizzato con il calcolo (a * b / c) dove:
a = valore della detrazione totale spettante annua
relativa al trattamento del singolo Ente dell'archivio
“Calcolo Irpef da casellario” presente nel link “Ritenute
fiscali” del Cedolino On line.
b = valore della detrazione da pensione spettante
annua su imponibile complessivo presente nel link
“Detrazioni” del Cedolino On line.
c = valore della detrazione totale spettante annua
relativa al trattamento complessivo dell'archivio
“Calcolo Irpef da casellario” presente nel link “Ritenute
fiscali” del Cedolino On line.
Importo detrazioni per carichi
familiari
Attenzione: Qualora l'archivio “Calcolo Irpef da
casellario” non fosse presente, l'informazione non
verrà determinata.
Valorizzato con il calcolo (a * b / c) dove:
a = valore della detrazione totale spettante annua
relativa al trattamento del singolo Ente dell'archivio
“Calcolo Irpef da casellario” presente nel link “Ritenute
fiscali” del Cedolino On line.
b = valore totale delle detrazione per carichi di
famiglia spettanti annue su imponibile complessivo
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 37 / 40
presenti nel link “Detrazioni” del Cedolino On line.
c = valore della detrazione totale spettante annua
relativa al trattamento complessivo dell'archivio
“Calcolo Irpef da casellario” presente nel link “Ritenute
fiscali” del Cedolino On line.
Imposta netta IRPEF
trattenuta alla fonte
Attenzione: Qualora l'archivio “Calcolo Irpef da
casellario” non fosse presente, l'informazione non
verrà determinata.
Valorizzato con il valore dell'imposta netta dovuta
annua relativa al trattamento del singolo Ente
dell'archivio “Calcolo Irpef da casellario” presente nel
link “Ritente fiscali” del Cedolino On line.
Attenzione: Qualora l'archivio “Calcolo Irpef da
casellario” non fosse presente, l'informazione non
verrà determinata.
Aliquota media di tassazione “Aliquota media per tassazione separata” presente nel
degli arretrati
rapporto di lavoro (sezione Fiscali – Erario)
Importo annuo su cui calcolare L'informazione verrà valorizzata, come per il
il contributo solidarietà
consuntivo 2013, con il valore dell'imponibile annuo
L.147/2013
Irpef 2014 (arrotondato all'unità di euro superiore).
17 - Esportazione dati CUD per Modello 730/2014
(Da: Elaborazioni annuali – Gestione 730)
Con il presente aggiornamento sono stati adeguati i programmi per consentire
l'esportazione dei dati necessari alla produzione del Modello 730/2014.
Le indicazioni dettagliate, relative a tale esportazione, sono riportate nel manuale "Modello
730(2014)", consultabile nell'Area riservata MyZucchetti nella sezione “Area tecnica Portale PostVendita - Prodotti - HR Soluzioni - Paghe Project - Documentazione - Come
fare per- PagheProject - Denunce”.
Si precisa che gli applicativi Zucchetti predisposti ad importare i flussi generati da Paghe
verranno adeguati ai tracciati 2014, come segue:
•
applicativo MD730 versione 13.01.00 in rilascio nella settimana 24-28 marzo
•
applicativo 730OnWeb in rilascio nella settimana 24-28 marzo
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 38 / 40
18 - Archivio telematico F24 Diretto / Remote Banking / Cumulativo
(Da: Elaborazioni post-paghe – Gestione modello F24 )
Quando vengono eseguite tali funzioni per più aziende/Enti, in automatico, viene proposta
la pagina di "Selezione Aziende/Enti" che permette di selezionare quali pagine dei modelli
F24 considerare nei supporti fra tutti i modelli elaborati per le aziende indicate. In questa
videata è stata aggiunto il campo che permette di selezionare o deselezionare tutte le
pagine dei modelli F24 proposti, facilitandone la selezione.
19 - Nuove funzioni a menu
Si elencano di seguito i nuovi punti di menu:
•
Opzioni generali e Ottenimento archivio telematico (da: Elaborazioni postpaghe/Fondi assistenziali/Previnet);
•
Supporto magnetico per banche (da: Elaborazioni post-paghe/Fondi assistenziali)
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 39 / 40
Riepilogo delle operazioni a cura dell'utente:
Si ritiene utile evidenziare le operazioni e le verifiche necessarie che l'utente dovrà
eseguire dopo il caricamento del presente aggiornamento (dettagliate nelle pagine
precedenti):
•
•
Importazione tabelle predefinite
Denuncia infortunio: prima di inserire una qualsiasi nuova denuncia è necessario e obbligatorio
eseguire la conversione indicata al paragrafo “Inail - Denuncia di infortunio”.
N.B.:
si ricorda di prendere visione delle variazioni tabellari presenti nel documento “Circolare predefinito”
Cordiali saluti
ZUCCHETTI
Divisione Paghe
Versione 04.06.00
Data rilascio 14-03-2014
Pag. 40 / 40
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
562 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content