close

Enter

Log in using OpenID

A.T.C. 18

embedDownload
A.T.C. 18
Siena 2
Via Massetana Romana, 34 – 53100 SIENA
Tel. 0577/271898 – Fax 0577/247451
e-mail: [email protected]
http://www.provincia.siena.it/atc18/index.asp
Codice Fiscale 92017890523 – Conto Corrente Postale n. 10293538
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL COMITATO DI GESTIONE
OGGETTO: PIANO DI GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA DEL CINGHIALE
2014/2015,
DI
PREVENZIONE
DANNI
ALLE
COLTURE
E
ASSEGNAZIONE DEL TERRITORIO DI CACCIA VOCATO ALLE
SQUADRE DI CACCIA DEI DISTRETTI DI GESTIONE DEL CINGHIALE
DELL’ATC 18.
Il C.d.G. dell’A.T.C. 18,
VISTA la legge n° 157/1992 e la L.R. n° legge regionale 3 febbraio 2010, n. 2 contenente modifiche alla
LRT n° 3/1994, il testo coordinato della Legge Regionale Toscana 3/94 nonché il Decreto del presidente
della giunta regionale 26 Luglio 2011, N. 33/R “Regolamento Regionale Di Attuazione Della LRT 3/94”;
CONSIDERATO quanto previsto dal Titolo VI “Gestione Faunistico Venatoria e modalità di prelievo degli
Ungulati”del suddetto Regolamento del 26 luglio 2011, nonché dal Regolamento Provinciale e dal
Disciplinare dell’A.T.C. 18 per la gestione faunistico – venatoria del cinghiale, approvato dal Consiglio
Provinciale con Deliberazione N° 62 del 27/05/2005;
VISTA la Deliberazione del Consiglio Provinciale di Siena n. 68 del 29/07/2013 nella parte relativa alla
individuazione della Zona Vocata al Cinghiale della Provincia di Siena e in particolare nel Comprensorio 18;
RICHIAMATA la Delibera del Cdg dell’ATC 18 n° 13 del 11/06/2014 relativa alla SUDDIVISIONE
DELL’AREA VOCATA AL CINGHIALE INDIVIDUATA DALLA PROVINCIA IN DISTRETTI DI
GESTIONE DEL CINGHIALE per la durata del Piano Faunistico 2012-2015.
VISTA la Deliberazione di G. P. n. 169 del 22/07/2014 Calendario Venatorio del Cinghiale Stagione
Venatoria 2014/2015.
VISTO il Piano di prelievo del Cinghiale nei Distretti di Gestione approvato con Decreto Deliberativo del
Presidente della Provincia n. 1 del 30 ottobre 2014.
VALUTATE le disposizioni di legge vigenti in materia che disciplinano le modalità di iscrizione, di caccia
nei vari distretti;
RITENUTO pertanto di procedere all’iscrizione per la stagione venatoria 2014/2015 dei Distretti di
gestione del Cinghiale e delle relative squadre;
Con voti favorevoli 6 su 6 presenti, espressi nelle forme di legge
DELIBERA DI
SUDDIVIDERE LA ZONA VOCATA DEL COMPRENSORIO 18 IN UN UNITA’ MINIME DI
GESTIONE DENOMINATE DISTRETTI DI GESTIONE DEL CINGHIALE 1 Gaiole in Chianti,
Castelnuovo 2 ovest Vagliagli e 2 Est , 3 Rapolano Asciano, 4 Murlo 5-1 Rosso Montalcino 5-2 Blu
Montalcino 5-3 Verde Montalcino COME DA CARTOGRAFIA DEPOSITATA PRESSO L’AMBITO
TERRITORIALE DI CACCIA E SECONDO L’AREA VOCATA APPROVATA DALLA PROVINCIA DI
SIENA CON DELIBERAZIONE C.P. N. 68 DEL 29/07/2013 PIANO FAUNISTICO VENATORIO
PROVINCIA DI SIENA 2012-2015
DI ASSEGNARE AD ECCEZIONE DELL’AREA LECCETO DEL COMUNE DI SIENA GLI
AMPLIAMENTI E LE MODIFICHE DELLA ZONA VOCATA COME PREVISTI DALLA DELIBERA
DI C.P. N. 68 DEL 29/07/2013 PER LA SOLA STAGIONE VENATORIA 2014/2015 ALLE SQUADRE
CHE NE HANNO FATTO RICHIESTA COME DA CARTOGRAFIA DEPOSITATA ALL’ATC 18
DI PREVEDERE PER LA SOLA ZONA VOCATA DEL LECCETO (COMUNE DI SIENA) UNA
ASSEGNAZIONE ALLE TRE SQUADRE CHE NE HANNO FATTO RICHIESTA E CIOE’ SQUADRA
VAGLIAGLI, SQUADRA MALAFRASCA E GEGGIANO E SQUADRA COSTAFABBRI SAN GUSMÈ
COME DA CARTOGRAFIA DEPOSITATA PRESSO L’ATC 18. QUESTE SQUADRE POTRANNO
CACCIARE NELLA ZONA DEL LECCETO (COMUNE DI SIENA) NEI GIORNI DI MERCOLEDI E
SABATO NEI MESI DI NOVEMBRE E DICEMBRE MENTRE TUTTI I GIORNI PREVISTI DAL
CALENDARIO VENATORIO ESCLUSO LA DOMENICA NEL MESE DI GENNAIO





Di iscrivere per la stagione venatoria 2014/2015 di caccia al cinghiale, i Distretti di Gestione del
Cinghiale con i relativi responsabili come sotto specificato.
di nominare ai sensi dell’art. 89 comma 1 paragrafo c) del reg. Decreto del presidente della giunta
regionale 26 Luglio 2011, N. 33/R e successive modificazioni e integrazioni come responsabile del
distretto 1 Gaiole in chianti il sig. Brogi Marino residente in Via Etruschi 24B Castelnuovo Berardenga,
come responsabile del distretto 2 ovest Vagliagli il sig. Pozzebon Paolo residente in strada Poggiarello la
Ripa, n° 37 Monteriggioni, come responsabile del distretto 2 Castelnuovo est il sig. Santi Andrea
residente in Località S. Piero 34 Castelnuovo Berardenga, come responsabile del distretto 3 Rapolano
Asciano il sig. Camillini Franco residente in via Umberto I° n. 2 Sinalunga, come responsabile del
distretto 4 Murlo il sig. Bartolini Giuseppe residente in via del leccio 7 Casciano di Murlo, come
responsabile del distretto 5-1 rosso Montalcino il sig. Tassi Giuliano residente in via Roma 82 Monteroni
d’Arbia come responsabile del distretto 5-2 blu Montalcino il sig. sig. Palazzesi Elia residente in loc.
Podere Pisana Montalcino e come responsabile del distretto 5-3 verde il sig. Bartolommei Manuele
residente in Podere Caprili Montalcino.
Di indicare le modalità e i tempi di caccia, secondo quanto previsto dal Titolo VI “Gestione Faunistico
Venatoria e modalità di prelievo degli Ungulati”del Decreto del presidente della giunta regionale 26
Luglio 2011, N. 33/R, nonché dalla G. P. n. 169 del 22/07/2014 Calendario Venatorio del Cinghiale
Stagione Venatoria 2014/2015.
Richiamato il Piano di prelievo del Cinghiale approvato con Decreto Deliberativo del Presidente della
Provincia di Siena n° 1 del 30/10/2014 assegna al Distretto 1 di Gaiole, un piano di abbattimento di 1150
cinghiali da suddividersi tra le squadre iscritte al Distretto; di assegnare al Distretto 2 Ovest Vagliagli un
piano di 320 cinghiali da suddividersi tra le squadre iscritte al Distretto di assegnare al Distretto 2 Est
Castelnuovo un piano di 390 cinghiali da suddividersi tra le squadre iscritte al Distretto, di assegnare al
Distretto 3 Rapolano un piano di 400 cinghiali da suddividersi tra le squadre iscritte al Distretto, di
assegnare al Distretto 4 di Murlo un Piano di 680 cinghiali da suddividersi tra le squadre iscritte al
Distretto di assegnare al Distretto 5-1 Rosso un piano di 300 cinghiali da suddividersi tra le squadre
iscritte al Distretto, di assegnare al distretto 5-2 Blu un piano di 400 cinghiali da suddividersi tra le
squadre iscritte al Distretto, di assegnare al Distretto 5-3 Verde un piano di 380 cinghiali da suddividersi
tra le squadre iscritte al Distretto per un totale di 4020 cinghiali da abbattere nella zona vocata dell’ATC
18.
di trasmette il registro alle squadre secondo l’elenco e relativi responsabili presentato a questo ATC 18
entro il 31/05/2014, dopo avere verificato l’albo provinciale degli aventi titolo, nonché il registro delle
schede giornaliere delle battute di caccia al cinghiale e l’elenco dei fuori regione ammessi a questo ATC.
Le schede giornaliere delle battute debbono essere compilate da ogni squadra come previsto dalle
istruzioni allegate per ogni battuta effettuata nelle Zone Vocate. Per quanto non espressamente verificato
da questo ATC, si rimanda alle responsabilità individuali rispetto alle vigenti norme Nazionali, Regionali
e Provinciali.
I tempi di caccia sono quelli previsti dal Calendario Venatorio 2014/2015 della Provincia di Siena.
Il C.d.G. dell’A.T.C. 18 approva altresì
-
-
L’obbligo per i Distretti di Gestione e i Capo – Caccia o i Responsabili delle Squadre, di far
corrispondere una quota di Euro 20 (venti) per ogni giornata di caccia ai cacciatori giornalieri non
iscritti all’A.T.C., rilasciando una ricevuta predisposta dall’A.T.C. e di versare in un’unica soluzione
a fine stagione venatoria i denari incassati, all’A.T.C. 18 unitamente alle copie delle ricevute
rilasciate.
La consegna, come previsto dalla D G. P. 175 n° 175 del 10/09/2013 e successive integrazioni, al
Presidente del Distretto di BOLLINI AURICOLARI inamovibili di colore GIALLO per le Zone
2
-
Vocate numerati progressivamente, con l’obbligo di applicarne uno all’orecchio sinistro di ogni
cinghiale abbattuto, prima dell’uscita dall’area di battuta nelle aree vocate gestite dal Distretto;
La consegna al Distretto e alle Squadre iscritte delle schede predisposte dalla Giunta Regionale,
riunite in un REGISTRO con pagine siglate e numerate per ogni Squadra, nelle quali il Responsabile
di quest’ultima ha l’obbligo di fare firmare i presenti alla battuta e gli altri dati relativi alla stessa.
I GIORNALIERI debbono essere iscritti nell’apposito spazio di detta scheda e non sono
conteggiabili al numero minimo OBBLIGATORIO di 25 degli iscritti alla Squadra per poter
effettuare la battuta, salvo quanto previsto dalla LRT 3/94 art. 28 comma 3 paragrafo D).
Il C.d.G. dell’ATC 18 inoltre vista
l’attività di prevenzione dei danni svolta dai Distretti acquisita via posta e agli ATTI, in cui risulta che le
squadre di caccia al cinghiale che hanno operato la prevenzione nel territorio assegnato nella stagione
2013/2014 hanno instaurato con le Aziende Agricole delle rispettive aree di pertinenza un rapporto di
conoscenza e di collaborazione che ha permesso di contenere in maniera soddisfacente i danni potenziali
causati dal cinghiale sulle colture agricole del territorio assegnato; esaminati i parametri statistici circa
l’attività di caccia della stagione 2013/2014 e in particolare richiamati e confrontati per ogni squadra iscritta
al Distretto il numero di giornate di caccia, il numero di cinghiali abbattuti, il numero medio di partecipanti
per ogni battuta, i cinghiali abbattuti per partecipante e gli ettari a disposizione per cacciatore partecipante;
ravvisata la sostanziale omogeneità e equiripartizione dei parametri statistici e dei valori sopra menzionati tra
le squadre iscritte ai distretti con la possibilità per esse di disporre di territori sufficientemente vasti e
omogenei per potere svolgere la caccia al cinghiale, con valori ottimali in termini di densità di animali e
numero di cacciate, senza che vi siano squadre in qualche modo penalizzate o discriminate; acquisiti i pareri
dei responsabili delle squadre di caccia interessate circa la possibile assegnazione diretta del territorio alle
singole squadre e ravvisato che le squadre hanno approvato ALL’UNANIMITA’ tale proposta escludendo la
rotazione programmata e il sorteggio dei territori; acquisite le delimitazioni delle aree di battuta delle singole
squadre,
ASSEGNA
IN MANIERA DIRETTA IL TERRITORIO DI CACCIA ALLE SQUADRE
ISCRITTE AI DISTRETTI DI GESTIONE DEL CINGHIALE DEL
COMPRENSORIO 18 FACENDO RIFERIMENTO ALLA CARTOGRAFIA
DEPOSITATA PRESSO L’ATC 18 AD ACCEZIONE DELL’AREA VOCATA DI
LECCETO DEL COMUNE DI SIENA CHE VIENE ASSEGNATA A ROTAZIONE
PROGRAMMATA.
Il C.d.G. dell’A.T.C. 18
INVITA IL PRESIDENTE DEL DISTRETTO
a convocare mensilmente incontri con i Responsabili delle Squadre per impegnare gli iscritti alle stesse a
partecipare più attivamente alla realizzazione di specifici programmi di prevenzione, nonché ad esaminare
ovunque, e in particolare dove è in atto una tendenza all’aumento dell’accertamento danni,
L’ASSUNZIONE DI DECISIONI AUTONOME
e/o d’intesa con l’A.T.C., sia per partecipare alla realizzazione delle opere ed anche per l’eventuale
partecipazione alla spesa per le attività di prevenzione danni, relazionando, per scritto all’A.T.C., sui
problemi emersi e gli interventi attuati con i relativi costi a carico del Distretto e delle singole squadre, quali
atti dimostrativi di un impegno diretto alla realizzazione del Piano di Gestione come indicato dal Titolo VI
“Gestione Faunistico Venatoria e modalità di prelievo degli Ungulati”del Decreto del presidente della giunta
regionale 26 Luglio 2011, N. 33/R e successive modificazioni o integrazioni
Il C.d.G. delibera altresì

Che per quanto riguarda i tempi, gli orari e le modalità di caccia al cinghiale valgono le prescrizioni
indicate dal Calendario Venatorio 2014/2015 e da altri atti dell’Amm.ne Prov.le di Siena, oltre che dalle
Leggi e dai Regolamenti in vigore;
3

Che gli adempimenti previsti dal Piano di gestione Faunistico – Venatorio del cinghiale nonché i
contenuti della presente delibera costituiscono atto impegnativo - d’obbligo per il Distretto di Gestione e
per ogni Squadra iscritta ai sensi del Regolamento per la gestione del Cinghiale Del. CP n° 62 del
27/05/2005. In caso di mancata realizzazione o di inadempienza, il C.d.G. dell’A.T.C. esaminerà gli atti
relativi per l’applicazione delle sanzioni previste dagli articoli 25 - 26 – 27 – 28 – 29 del Disciplinare
dell’A.T.C. per la gestione del cinghiale in vigore. In caso di inadempienza dell’intero Distretto o di
singole Squadre, il C.d.G. incaricherà il tecnico convenzionato di relazionare in proposito e su proposta
della Commissione ungulati e del suo responsabile, deciderà sull’applicazione sanzioni previste dalle
norme e regolamenti vigenti
Il Comitato di Gestione dell’ATC 18 decide infine di convocare
INCONTRI MENSILI DI VERIFICA DELL’ATTUAZIONE DEL PIANO DI GESTIONE E DELLA
PRESENTE DELIBERA nella sede dell’A.T.C., con invito ai Presidenti, ai Vice Presidenti e ai Segretari del
Distretto oltre al Tecnico convenzionato e alla Commissione Ungulati: e più precisamente il 02/12/2014, il
13/01/2015, il 27/01/2015 e il 03/02/2015.
Nel mese di febbraio 2015 saranno fatti incontri nei Distretti con tutti i rappresentanti delle Squadre per la
verifica degli orecchi e delle fascette inamovibili applicate agli stessi, nonché delle schede delle battute,
redigendo, per la consegna all’A.T.C. 18, un verbale da sottoscrivere dai rappresentanti della Squadra
interessata, del Distretto e del C.d.G. dell’A.T.C. incaricato e presente.
La presente deliberazione viene consegnata al Presidente del Distretto per se stesso e in copie sufficienti per
la distribuzione ad ogni Squadra iscritta per la rispettiva conoscenza ed osservanza.
4
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
114 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content