close

Enter

Log in using OpenID

CSV FC ASSIPROV

embedDownload
CSV FC ­ ASSIPROV
Venerdì, 21 novembre 2014
CSV FC ­ ASSIPROV
Venerdì, 21 novembre 2014
Prime Pagine
21/11/2014 Prima Pagina
1
Il Resto del Carlino (ed. Forli)
csv e scenario locale
20/11/2014 Cesena Today
Redazione
Al Teatro Bogart il ritorno di "S.V.A.N., Svantaggiati Anonimi"
21/11/2014 Corriere di Romagna (ed. Forlì­Cesena) Pagina 5
3
«Il volontariato non si deve pagare»
21/11/2014 Corriere di Romagna (ed. Forlì­Cesena) Pagina 16
4
Cantarelle per la Caritas
21/11/2014 Corriere di Romagna (ed. Forlì­Cesena) Pagina 17
5
«Il voto in giunta è del tutto regolare»
21/11/2014 Corriere di Romagna (ed. Forlì­Cesena) Pagina 17
6
Il no a giochi per disabili finisce al garante per l' infanzia
20/11/2014 Forli Today
Redazione
Seconda edizione per la "Guida alle risorse e ai servizi per famiglie"
20/11/2014 Forli Today
Redazione
"Adotta un progetto", Ior e Irst uniti nella lotta al tumore del polmone
20/11/2014 Forli Today
Redazione
Elezioni regionali, Ancarani (Pd): "Con Zoffoli e Ravaioli il territorio...
21/11/2014 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 13
21/11/2014 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 7
21/11/2014 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 14
Pronta la seconda edizione con tutte le informazioni
21/11/2014 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 18
E ora i cittadini sono più attenti al riciclo
21/11/2014 La Voce di Romagna (ed. Forlì) Pagina 32
In Fiera l' antica canapa e solidarietà
21/11/2014 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 13
Quattro borse di studio per giovani laureati
9
11
14
«Il Comune non regala soldi e lavoro»
Il vescovo incontra due centenari «I nostri anziani, fonte di...
7
13
Gambettola, cantarelle per beneficenza
21/11/2014 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 15
2
BANDINI OSCAR
15
16
18
20
21
21 novembre 2014
Il Resto del Carlino (ed.
Forli)
Prima Pagina
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
1
20 novembre 2014
Cesena Today
csv e scenario locale
Al Teatro Bogart il ritorno di "S.V.A.N., Svantaggiati
Anonimi"
A grande richiesta torna "S.V.A.N.,
Svantaggiati Anonimi", uno spettacolo teatrale
che, attraverso le voci e i movimenti di
volontari e di persone con disabilità, sa parlare
al cuore del pubblico, dando prova c h e è
possibile coltivare insieme i propri talenti. La
rappresentazione andrà in scena sabato, alle
21, al teatro Bogart di Cesena, dopo il grande
successo riscosso dalla prima lo scorso
giugno. Diretto dal regista Corrado Bertoni e
preparato dalle associazioni Acea, Adda ed
Amici di Casa Insieme, con la collaborazione
della cooperativa Cisa, S.V.A.N. porta a
conclusione un percorso teatrale inclusivo e
sfaccettato, iniziato a gennaio 2014 grazie al
supporto di Assiprov, nel quale ciascuna delle
organizzazioni coinvolte ha messo a frutto le
proprie specificità: un itinerario complesso
quello del progetto "Attori in erba", che ha
portato persone con diversi bagagli di
esperienze e capacità a collaborare,
condividendo il dolce e l' amaro degli sforzi
creativi. «Nella prima parte dello spettacolo
rappresentiamo il nascere del tempo, che tutti
ci misura», preannuncia il regista Corrado
Bertoni, «mentre nella seconda parte
raccontiamo una storia esemplare sul destino
u m a n o » . E a q u e s t o proposito conclude:
«Siamo tutti toccati dal destino, alcune esistenze forse più di altre».
Redazione
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
2
21 novembre 2014
Pagina 5
Corriere di Romagna
(ed. Forlì­Cesena)
csv e scenario locale
IL CASO.
«Il volontariato non si deve pagare»
FORLÌ. Giovanni Fasciano, presidente dell'
associazione "Pari Diritti", denuncia il caso di
una disabile di 74 anni alla quale sarebbero
stati chiesti 10 euro ­ da parte di un'
associazione di volontariato ­ per il trasporto in
ospedale per una visita medica.
«Non bisogna mai pagare quando si riceve un
s e r v i z i o d i assistenza p e r volontariato ­
ammonisce Fasciano invitando a contattarlo al
329.2120436 ­.
Nel caso vi capiti di ricevere domande di
pagamento, dovete denunciarle. La disabile in
questione riceve 260 euro di pensione e paga
bollette e affitto; con 10 euro mangerebbe tre
giorni».
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
3
21 novembre 2014
Pagina 16
Corriere di Romagna
(ed. Forlì­Cesena)
csv e scenario locale
CAMPER CLUB GAMBETTOLA.
Cantarelle per la Caritas
GAMBETTOLA. All' antica Fiera della Canapa
scende in campo anche la solidarietà. Il
Camper Club di Gambettola, capitanato dal
presidente Marcello Bernardi, scende in
campo con quella che ormai da anni è
divenuta la loro specialità: le cantarelle.
Fatte di acqua e farina, buone con marmellata,
cioccolata o semplicemente con zucchero e
olio le cantarelle del Camper Club di
Gambettola serviranno a dare una mano alla
Caritas p a r r o c c h i a l e . « I l n o s t r o p a e s e ­
raccontano dalla Caritas ­ è ricco di persone
che con allegria e semplicità si rimboccano le
maniche e sostengono progetti solidali a
favore di chi sta attraversando un momento
difficile. Sono purtroppo davvero tante le
famiglie che bussano allo sportello d' ascolto
Caritas ogni mese, e queste risorse, che il
Gruppo Camperisti mette a disposizione già
da alcuni anni, consentiranno di acquistare i
beni di prima necessità esauriti».
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
4
21 novembre 2014
Pagina 17
Corriere di Romagna
(ed. Forlì­Cesena)
csv e scenario locale
San Mauro Pascoli. Il sindaco Garbuglia risponde al Movimento 5 stelle che ha presentato
esposto in procura.
«Il voto in giunta è del tutto regolare»
«Domanda presentata a nome di associazione, non per interesse del presidente»
SAN MAURO PASCOLI. «Non sussiste alcuna
irregolarità nella votazione della giunta
comunale» sulla delibera del 30 ottobre
relativa alla concessione in uso di un locale a
Villa Torlonia all' associazione Impronte di
T e a t r o . L o assicura i l s i n d a c o L u c i a n a
Garbuglia dopo l' esposto presentato dal
Movimento 5 stelle in procura a F o r l ì . L a
spiegazione è che «la domanda di utilizzo dei
locali è stata presentata dal presidente di
Impronte, Antonietta Garbuglia (sorella del
s i n d a c o , n d r ) , a n o m e d e l l ' associazione
stessa: non sussiste dunque un interesse
immediato e diretto della persona; l' interesse
è dell' associazione. La votazione avvenuta in
giunta comunale è da considerarsi pertanto
legittima. L''amministrazione comunale ha tra l'
al tro confermato una situazione già esistente.
Dal 2006 l' associazione usufruisce dei locali
di Villa Torlonia a favore delle finalità sociali
d e l l ' associazione. I m p r o n t e d i T e a t r o
continuerà dunque a utilizzare una sala all'
interno del compendio Villa Torlonia (con un
rimborso forfettario delle spese di utenza di
330 euro) per svolgere attività d i promozione
sociale, legata al teatro». Garbuglia sindaco
parla di Impronte di Teatro: «Una realtà
oramai consolidata sul territorio: coinvolge più
di 150 tra volontari e ragazzi con disabilità.
L' associazione è inoltre inserita nel registro delle associazioni di promozione sociale e non ha scopo di
lucro, non vi sono interessi economici nelle attività che promuove. Non solo, il progetto "Teatro Insieme"
pro mosso dall' associazione riceve annualmente dall' Unione dei Comuni un contributo di 2.500 euro,
previsto anche dall' amministrazione precedente e che ha permesso tra l' altro la realizzazione,
produzione e distribuzione del film "Fuori dal Gioco", realizzato proprio grazie ai volontari e ai ragazzi
disabili». Le altre associazioni che utilizzano gratis sedi e locali di proprietà comunale sono
Associazione Torre a Villa Torlonia, Italia Nostra ed Ecology Team alla Casa dei Sammauresi, Caritas,
Avis, Aido, Anteas, Amici di Gigi e Volo Insieme utilizzano locali comunali a titolo completamente
gratuito. «Come amministrazione continueremo a sostenere l' associazionismo che rappresenta una
risorsa preziosa per il nostro territorio».
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
5
21 novembre 2014
Pagina 17
Corriere di Romagna
(ed. Forlì­Cesena)
csv e scenario locale
San Mauro Pascoli. Il consigliere Matteo Pollini.
Il no a giochi per disabili finisce al garante per l'
infanzia
SAN MAURO PASCOLI. Giochi per bambini:
Tuttixsanmauro all' attacco con Matteo Pollini.
Il consigliere comunale riprende l'
interrogazione mossa dai gruppi
Tuttixsanmauro e M5S sull' inserimento di
giochi adeguati a tutti i bambini, prestando
particolare attenzione a chi ha difficoltà
motorie, sensoriali, causate da una disabilità o
condizione esistenziale. A settembre l'
assessore Stefano Baldazzi fu «oltre a un
apprezzamento sommario sul progetto, che in
base alle ricerche effettuate presso la
direzione didattica in paese vi è un solo
ragazzo sotto ai 14 anni con disabilità motorie,
è ben chiaro dunque che quest' unico bambino
non è sufficiente per l' inserimento di giochi a
lui accessibili». Secondo Pollini si tratta di
«violazione dei diritti sanciti nella convenzione
sui diritti dell' infanzia» e ha segnalato il caso
al garante per l' infanzia.
E commenta: «Non inserire giochi per bambini
con difficoltà sensoriali e motorie significa
precludere il diritto al gioco: solo perchè un
bambino con difficoltà non bussa alle porte del
comune a chiedere d' essere incluso, non
significa che non lo desideri».
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
6
20 novembre 2014
Forli Today
csv e scenario locale
Seconda edizione per la "Guida alle risorse e ai
servizi per famiglie"
Le pagine forlivesi, che nel 2013 hanno ricevuto oltre 58.300 accessi, sono curate e
aggiornate dagli operatori dello sportello Informafamiglie del Centro per le Famiglie del
Comune di Forlì.
In occasione della 25esima Giornata
internazionale per i diritti dell' Infanzia e dell'
Adolescenza , esce la seconda edizione della
"Guida alle risorse e ai servizi per famiglie con
figli da 0 a 18 anni" intitolata "C' è tutto un
mondo". Si tratta di una guida online con
informazioni suddivise su tre aree: "Scuola e
servizi educativi", "Oltre la scuola", "Servizi
socio­sanitari". Le notizie raccolte nella Guida,
pubblicata sul sito www.comune.forli.fc.it (e
che sarà inserita nei siti dei 15 Comuni del
comprensorio e dell' Ausl Romagna ­ sede di
Forlì), sono descritte in modo dettagliato nel
sito regionale www.informafamiglie.it. Le
pagine forlivesi, che nel 2013 hanno ricevuto
oltre 58.300 accessi, sono curate e aggiornate
dagli operatori dello sportello Informafamiglie
del Centro per le Famiglie del Comune di
Forlì. L' opera è frutto del contributo di
operatori dei 15 Comuni, dell' Ausl forlivese,
dell' Ufficio scolastico provinciale, di
associazioni e cooperative. La raccolta dei dati
è stata coordinata dal Centro per le Famiglie
del Comune di Forlì con la collaborazione del
Centro Famiglie di Forlimpopoli e delle Unità
territoriali per le Famiglie. Che cosa contiene
la Guida? ­ Tutte le scuole (dai Nidi alle
Superiori, pubbliche e private, istituti
professionali ed enti di formazione); oltre 30 associazioni che organizzano attività per bambini e
adolescenti; 10 centri educativi per attività extrascolastiche; 15 associazioni che seguono la futura
mamma dalla gravidanza all' allattamento; tutti i servizi dell' Ausl per la famiglia e per bambini e ragazzi
fino ai 18 anni; le realtà che offrono consulenza familiare e corsi e gruppi per genitori; 10 associazioni
che offrono corsi e gruppi per famiglie straniere; 14 associazioni per il sostegno alle competenze dei
genitori anche in situazioni di fragilità e di disagio; 24 associazioni di volontariato e associazionismo
familiare; un Percorso Nascita, rivolto al periodo della gravidanza, della nascita e al primo anno di vita
dei bambini; tutte le indicazioni per i contributi economici di sostegno alle famiglie. E, ancora: proposte
per il tempo libero, la creatività, lo sport. Anche l' offerta per gli adolescenti e le loro famiglie, dai centri
di aggregazione ai servizi per situazioni problematiche è qualificata (consulenze familiari, mediazione
familiare, consulenza psicologica, consulenza legale). Oltre 30 sono le associazioni che si impegnano
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
7
20 novembre 2014
<­­ Segue
Forli Today
csv e scenario locale
per la tutela dei bambini e ragazzi e sostengono la famiglia in situazioni complesse, anche verso le
diverse forme di genitorialità e di supporto fra famiglie (affiancamento, affido familiare, adozione).
Annuncio promozionale Numerose le pagine relative alle diverse forme di supporto alla vita quotidiana
delle famiglie: trasporto scolastico e servizio mensa, contributi e agevolazioni per le famiglie, baby
sitting, borse di studio e sussidi vari ma anche innovativi percorsi finalizzati alla coesione sociale e alla
partecipazione o alle nuove forme di economia di prossimità. Rilevanza è assegnata alle informazioni
per agevolare la conciliazione fra tempi di lavoro e cura della famiglia (documenti, pratiche e link per
approfondimenti vari). Le informazioni sono riferite a servizi e attività costanti nel tempo, caratterizzati
da stabilità e accreditati sul territorio.
Redazione
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
8
20 novembre 2014
Forli Today
csv e scenario locale
"Adotta un progetto", Ior e Irst uniti nella lotta al
tumore del polmone
Istituto Oncologico Romagnolo e IRST IRCCS uniti nella lotta contro il tumore al
polmone. Grazie alla campagna di raccolta fondi "Adotta un progetto" rivolta ad aziende
e cittadini promossa dallo IOR.
Istituto Oncologico Romagnolo e IRST IRCCS
uniti nella lotta contro il tumore al polmone.
Grazie alla campagna di raccolta fondi "Adotta
un progetto" rivolta ad aziende e cittadini
promossa dallo IOR durante le prossime
festività, i ricercatori dell' IRST IRCCS
potranno svolgere un importante studio
triennale su uno specifico tipo di
adenocarcinoma polmonare. Esistono oggi
farmaci (detti inibitori tirosino chinasici) che, in
pazienti portatori di una particolare alterazione
genetica, sono in grado di "bloccare" il tumore.
L' effetto, purtroppo, dopo circa un anno
decade e la malattia torna a essere
aggressiva. Obiettivo dello studio promosso
dai ricercatori del Laboratorio di Bioscienze
IRST insieme al Gruppo di patologia Toracica,
in piena sintonia con la strategia di costruire
cure sempre più personalizzate sul singolo
paziente, è di mettere a punto un modello di
diagnosi precoce che possa, attraverso un
semplice prelievo di sangue (una sorta di
biopsia liquida) e l' utilizzo delle
strumentazioni all' avanguardia presenti in
Istituto, prevedere la ripresa di malattia,
consentendo così ai medici di pianificare
nuove ed efficaci cure. L' iniziativa è stata
presentata giovedì 20 novembre in una
conferenza stampa a cui hanno presenziato le Direzioni IRST, IOR e i ricercatori del Laboratorio di
Bioscienze. "In questo periodo di così forti e decisivi cambiamenti ­ ha detto Marcello Tonini, Direttore
Generale IRST dopo aver ringraziato lo IOR ­ il volontariato, IOR in primis, deve ricoprire un ruolo
fondamentale: da un lato offrire un sostegno economico forte e trasparente a progetti importanti per il
progresso delle cure, dall' altro deve impegnarsi nel rilancio del sistema di sanità pubblica, unire le
realtà e non disperderle." "Siamo di fronte ­ ha detto Fabrizio Miserocchi, Direttore Generale IOR ­ a una
ricerca davvero innovativa. Proprio per questo abbiamo deciso di lanciare due importanti campagne di
raccolta fondi per Natale in tutta la Romagna per sostenerne i costi, circa 70mila euro: le strenne
natalizie e la campagna aderenti. Le strenne sono ideali per dimostrare ai propri clienti, fornitori e
dipendenti che si pensa a loro in un momento così speciale dell' anno, valorizzando inoltre la propria
responsabilità sociale di impresa. Si potrà, inoltre, diventare aderente o sostenitore del progetto di
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
9
20 novembre 2014
<­­ Segue
Forli Today
csv e scenario locale
Ricerca donando direttamente alla campagna natalizia dello IOR. Sostenendo questo progetto si potrà
diventare protagonista e parte attiva nella lotta contro il cancro." I versamenti potranno esser eseguiti
tramite bollettino bancario sul ccp 10839470 oppure recandosi presso una delle dieci sedi IOR presenti
in Romagna. Come illustrato dalla dott.ssa Paola Ulivi ­ coordinatrice dell' equipe del Laboratorio di
Bioscienze che, su base triennale, condurrà lo studio ­ il tumore polmonare rappresenta una delle
principali cause di morte per cancro al mondo. Un dato aggravato dal ritardo con cui questo tipo di
malattia viene diagnosticato, quando lo stadio è ormai tanto avanzato da precludere la possibilità di
intervento chirurgico e le uniche strategie terapeutiche restano chemioterapia e radioterapia. Negli ultimi
anni però la terapia con particolari farmaci detti inibitori tirosino chinasici ha portato ad importanti
risultati (risposte positive in circa l' 80­85% dei casi) in pazienti portatori di specifiche alterazioni
molecolari a livello del gene EGFR (si tratta di circa il 10­15% dei pazienti). Purtroppo, però, la risposta
a questo tipo di terapia è quasi sempre temporanea e dopo circa un anno insorgono ulteriori alterazioni
molecolari nel tumore che lo rendono resistente al trattamento. Fondamentale per adottare nuove
terapie e, dunque, allungare nel tempo la risposta positiva è riuscire a diagnosticare in anticipo la
ripresa di malattia. Lo studio condotto in IRST vedrà coinvolti 25 pazienti e attraverso l' utilizzo di
sofisticatissime tecnologie (strumenti base per le metodiche di identificazione del DNA circolante e
Cellule Tumorali Circolanti) con un semplice esame del sangue cercherà di scoprire i principali
meccanismi di resistenza che s' innescano nel tumore dopo il trattamento con farmaci inibitori tirosino
chinasici. Lo svelamento di questi principi permetterà non solo di diagnosticare in anticipo la
progressione di malattia ma anche di pensare a nuovi farmaci inibitori. "Ho approvato con estrema
convinzione questo progetto ­ ha concluso il prof. Dino Amadori, Direttore Scientifico IRST e Presidente
IOR ­ anche se molto complesso, costoso in termini sia di materiali sia di personale specializzato.
Credo, infatti, che questa sia la strada giusta da perseguire per dar corpo alla natura ultima e vera della
ricerca scientifica. Investire su questo tipo di ricerca spesso non è ben accetto perché non sempre
portano buoni risultati; ma nostro obbligo è rispondere ai cosiddetti "unmet needs" cioè bisogni che
ancora non hanno trovato un mezzo che li soddisfi. Il nostro Istituto, effettuando ricerca traslazionale
ovvero mettendo in pratica clinica le scoperte fatte in laboratorio, lavora proprio in quest' ottica. Per farlo
abbiamo bisogno che il pubblico come il privato ci diano un forte sostegno."
Redazione
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
10
20 novembre 2014
Forli Today
csv e scenario locale
Elezioni regionali, Ancarani (Pd): "Con Zoffoli e
Ravaioli il territorio arriva a Bologna"
Si è svolta giovedì mattina la chiusura della campagna elettorale per le elezioni
regionali. Il segretario territoriale del Pd forlivese, Valentina Ancarani, ha sottolineato
che è stata portata avanti una "campagna elettorale in mezzo alla gente.
Si è svolta giovedì mattina la chiusura della
campagna elettorale per le elezioni regionali di
domenica dei candidati del Pd forlivese
Valentina Ravaioli e Paolo Zoffoli. Il segretario
territoriale del Pd forlivese, Valentina Ancarani,
ha sottolineato che è stata portata avanti una
"campagna elettorale in mezzo alla gente.
Abbiamo toccato tutti i Comuni, da
Premilcuore a Tredozio. Nonostante questo è
stata una campagna elettorale a costi molto
contenuti, finanziata dal basso, dai cittadini
con i loro contributi volontari. Renderemo
pubblico il bilancio non appena saranno
disponibili i dati". "A sostenerci sono
intervenuti Graziano Delrio (sottosegretario
alla Presidenza del Consiglio), Simona Bonafè
ed Elly Schlein (europarlamentari), Anna
Ascani (parlamentare), Stefano Bonaccini
(candidato alla presidenza della Regione). A
questi si aggiungono i tanti appelli che
provengono dal territorio, dal parlamentare
Marco Di Maio, ai sindaci Drei, Frassineti,
Menghetti, Zaccarelli, Zelli, Valbonesi,
Grandini, Toledo, Pieraccini; dal professor
Roberto Balzani, a tutti i consiglieri del Pd di
Forlì, dal capogruppo in consiglio comunale di
'Noi con Drei' Mario Peruzzini, alla giunta di
Forlì ­ continua Ancarani ­. La chiave per
riavvicinare l' ente regionale alla gente è stata quella di scegliere due ex amministratori che in questi
ultimi anni hanno svolto la loro professione dedicandosi ai bisogni dei cittadini". "Siamo di fronte ad una
sfida complicata ­ esordisce Ravaioli ­: nel confronto con i cittadini si percepisce chiaramente la
disaffezione, certo non ingiustificata, nei riguardi della politica. Proprio per questo, però, occorre
stimolare la partecipazione, sottolineando la centralità della Regione in ambiti cruciali, dalla sanità alla
gestione dei rifiuti alle infrastrutture, e l' importanza della presenza di consiglieri che portino avanti le
istanze dei territori, mettendo al centro i bisogni delle persone e sorvegliando, affinchè le decisioni non
penalizzino alcune aree rispetto ad altre, per logiche di pesi e contrappesi politici che poco hanno a che
fare con il merito. ­ ha esordito Ravaioli ­ Non basta, però: occorre insistere sulla necessità di sostenere
in Regione persone libere, che sappiano difendere senza tentennamenti e con la schiena diritta le loro
posizioni, anche quando sono scomode o isolate, così come il territorio forlivese ha già ampiamente
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
11
20 novembre 2014
<­­ Segue
Forli Today
csv e scenario locale
dimostrato di essere capace. Ecco io cercherò di fare questo, se sarò eletta, dando il mio contributo di
giovane e donna per un' Emilia­Romagna nuova, che abbia la forza di riprendere quel ruolo di traino e
modello, rivestito per decenni, su tante questioni: dalla creazione di lavoro, anche in nuovi ambiti di
sviluppo economico e occupazionale quali la green economy e l' industria creativa, alla valorizzazione di
un nuovo modello culturale e turistico, ripartendo dalla lotta alla corruzione e all' infiltrazione mafiosa
che distrugge la nostra economia sana ed investendo su quel sistema formativo che ha rappresentato
un' eccellenza assoluta. Un sistema su cui si costruisce il futuro di un territorio e di un Paese e sul quale
la nostra Regione può candidarsi a sperimentare il modello 0­6 anni proposto in Parlamento dal Pd e
può lavorare per investire sulla partita cruciale del diritto allo studio, fino all' alta formazione, con la
consapevolezza che dai saperi e dalla ricerca passano ripresa e crescita". "Da quando mi hanno
proposto la candidatura a consigliere regionale ho girato tutti i Comuni della Romagna forlivese, ho
incontrato e ascoltato tanta gente, stretto mani e guardato negli occhi a migliaia di persone, ovunque; ­
ha detto Zoffoli ­ ho illustrato il mio modo di lavorare, la mia idea di politica come servizio e quali sono le
priorità per cui, in rappresentanza del nostro territorio, mi impegnerò in Regione, se verrò eletto. La
Regione determina moltissime delle grandi politiche territoriali, a partire dalla Sanità. Eleggere
rappresentanti conosciuti ed affidabili, capaci di rappresentare gli interessi del territorio, sicuramente fa
la differenza. Forlì deve rialzare la testa in Regione: mi candido per questo e per dare più forza a tutti i
Comuni del nostro comprensorio. Proprio perché conosco l' importanza che può avere la Regione e
conosco bene il territorio da cui provengo, Forlì e i comuni della nostra collina e montagna ­ ha detto
ancora Zoffoli ­, sono pronto a battermi e a ripagare la fiducia che chiedo in queste elezioni con il più
totale impegno, quello che conosce chi ha avuto in qualche modo a che fare con me negli anni in cui
sono stato sindaco. Occorre che la nostra Regione metta in campo più coraggio: il coraggio di
cambiare, di fare scelte, se necessario, anche controcorrente, come ho fatto io quando da sindaco a
Forlimpopoli sono stato il primo ad avviare la raccolta dei rifiuti differenziati porta a porta, o quando
abbiamo cominciato il processo di fusione con il Comune di Bertinoro". Durante la conferenza stampa è
stato presentato il sostegno del mondo della scuola ai candidati. Il documento, riassunto dalla
coordinatrice del Forum Scuola, università, ricerca e sviluppo, Loretta Lega, è stato firmato da 31 tra
docenti, dirigenti, amministratori. "Per una fortunata coincidenza i due candidati che il nostro territorio
esprime per il prossimo consiglio regionale conoscono molto bene il mondo della scuola. Paolo Zoffoli è
maestro elementare, ma anche per diversi anni sindaco di una città che ha curato molto bene l'
istruzione pubblica. Valentina Ravaioli, forse futura insegnante, si è occupata come assessore del
Comune di Forlì dei giovani e delle loro iniziative. Due persone giuste per portare avanti idee e progetti
in Regione, sull' istruzione, i servizi educativi, l' infanzia, la ricerca, l' Università. ­ ha spiegato Lega ­. Le
Regioni possono fare molto per qualificare il sistema educativo e garantire opportunità a tutti i bambini e
i ragazzi; per sviluppare i loro talenti, le attitudini, le potenzialità; per aiutare chi è in difficoltà e metterlo
al pari degli altri. In particolare una regione come la nostra, che ha forti tradizioni di impegno e di qualità
nel campo delle strutture educative e dell' innovazione didattica. Questo impegno deve continuare, anzi,
deve essere rafforzato di fronte a qualche appannamento degli ultimi anni. I soldi spesi per l' istruzione
sono soldi spesi bene, per i ragazzi, per il loro futuro, la loro formazione­professionale e non solo­ per il
loro lavoro. Dobbiamo fare di più per i nostri studenti e la Regione può farlo, destinando risorse e
iniziative per i giovani in tutti i campi (istruzione, sport, tempo libero, cultura, apprendistato). Una quota
più consistente della ricchezza della nostra regione deve essere orientata verso le giovani generazioni.
Redazione
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
12
21 novembre 2014
Pagina 13
Il Resto del Carlino (ed.
Cesena)
csv e scenario locale
Gambettola, cantarelle per beneficenza
PER L' ANTICA Fiera della Canapa, che si
svolgerà sabato e domenica, scende in campo
la solidarietà. Gli amici del Camper club,
capitanati dal loro presidente Marcello
Bernardi, scendono in campo con quella che
da anni è divenuta la specialità: le cantarelle.
Fatte di acqua e farina, buone con marmellata,
cioccolata o semplicemente con zucchero e
olio, le cantarelle del Camper Club diventano
squisite perché serviranno a dare una mano
alla Caritas parrocchiale. Sono davvero tante
le famiglie che ogni mese bussano allo
sportello dell' ascolto Caritas, e queste risorse,
che il Gruppo Camperisti mette a disposizione
già da alcuni anni, consentiranno di acquistare
i beni di prima necessità esauriti.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
13
21 novembre 2014
Pagina 7
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
STRANIERI INIZIATIVE PER COLORO CHE CHIEDONO ASILO POLITICO.
«Il Comune non regala soldi e lavoro»
SONO 28, a Forlì, i richiedenti asilo. Arrivano
da diverse nazioni: Ghana, Nigeria, Egitto,
Kurdistan per citarne qualcuna. Tutti sono
ospitati in città: 18 in un' unica struttura, i
restanti divisi in due appartamenti. Che
percorso devono seguire queste persone? A
loro sono stati fornite una serie di informazioni
mercoledì a 'L' Urlo', in via Marcolini.
All' appuntamento era presente anche l'
assessore all' immigrazione del Comune di
Forlì Raoul Mosconi. L' amministratore, a
fronte di una serie di recenti polemiche
politiche, precisa che «non è il Comune ma il
ministero dell' Interno a dare 40 euro
giornalieri a queste persone. E non è poi
compito dell' amministrazione trovare lavoro a
queste persone. Il lavoro non si regala a
nessuno». L' amministrazione, attraverso la
cooperativa Dialogos e la comunità Papa
Giovanni XXIII, lavora con i richiedenti asilo
attraverso il progetto Sprar (sistema di
protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Il
consigliere comunale Paola Casara (Noi
Forlivesi), ha chiesto che i richiedenti asilo
venga impiegati per attività di volontariato. Mosconi effettuerà nei prossimi giorni una serie di incontri
per capire se esiste questa possibilità. «Può essere una buona idea ­ dichiara l' amministratore ­.
Vedremo se si potrà concretizzare. A Civitella queste persone sono state utilizzate per lavori
socialmente utili».
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
14
21 novembre 2014
Pagina 15
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
SANTA SOFIA SARÀ IN VISITA PASTORALE FINO AL 28 NOVEMBRE.
Il vescovo incontra due centenari «I nostri anziani,
fonte di saggezza»
di OSCAR BANDINI VISITA pastorale del
vescovo della diocesi di Forlì­Bertinoro Lino
Pizzi a Santa Sofia. Un programma intenso di
incontri dallo scorso 15 al prossimo 28
novembre che porterà il vescovo,
accompagnato dal parroco dell' unità pastorale
don Giordano Milanesi, a toccare le realtà
parrocchiali, associative e le istituzioni della
comunità bidentina e delle sue frazioni come
Corniolo, Spinello e Raggio. Non
mancheranno gli incontri molto sentiti con i
giovani, le associazioni di volontariato, l e
strutture simbolo del paese come l' azienda
servizi alla persona San Vincenzo de' Paoli, l'
ospedale Nefetti, le scuole di ogni ordine e
grado e naturalmente anche la massima
assise cittadina cioè il consiglio comunale.
«IL VESCOVO è tenuto a compiere la visita
pastorale ­ precisa don Giordano Milanesi ­
come è richiesto dallo stesso diritto canonico
ogni anno o tutta o in parte in modo da visitare
la diocesi almeno ogni cinque anni. Ma la
visita pastorale ­ aggiunge don Giordano ­
oltre a un indubbio significato teologico ha un
risvolto concreto perché l' incontro con le varie categorie di persone, di luoghi sacri, strutture ed
istituzioni offre al vescovo una felice occasione per capire di persona i progressi o e le difficoltà di
evangelizzazione e dell' apostolato. La visita pastorale quindi ­ conclude don Giordano ­ non è uno
strumento di inchiesta, ma uno dei modi attraverso cui si esprime la carità pastorale del vescovo, l' unità
e il rinnovamento della Chiesa». Così il vescovo Pizzi si incontrerà con centinaia e centinaia di persone
di ogni età e professione con l' intento di trarne indicazioni utili anche ad aggiornare metodologie e
contenuti del messaggio della Chiesa anche in queste piccole realtà appenniniche che si confrontano
però ampiamente con la globalizzazione.
Tra i tanti incontri spiccano quelli con i due ultracentenari del paese e cioè Isolina Morelli, classe 1910, e
con Gino Renzi di Berleta 105 anni compiuti. Il vescovo, ieri, ha ascoltato con grande interesse la lunga
narrazione di Isolina nella sua abitazione di via Doberdò, dal terremoto del 1918 alle sue esperienze
lavorative in giro per l' Italia a partire da 14 anni e ha commentato: «Isolina è una vera banca della
memoria, una fonte di saggezza per le nuove generazioni, sempre molto lucida. Sono alla mia seconda
visita pastorale a Santa Sofia e posso dire che si tratta di una comunità aperta e moderna».
BANDINI OSCAR
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
15
21 novembre 2014
Pagina 14
La Voce di Romagna
(ed. Forlì)
csv e scenario locale
GUIDA ALLE RISORSE E AI SERVIZI PER FAMIGLIE CON FIGLI DA 0 A 18 ANNI.
Pronta la seconda edizione con tutte le informazioni
In occasione della 25^ Giornata internazionale
per i diritti dell' Infanzia e dell' Adolescenza,
ieri è uscita la seconda edizione della "Guida
alle risorse e ai servizi per famiglie con figli da
0 a 18 anni" intitolata "C' è tutto un mondo...".
Si tratta di una guida online con informazioni
suddivise su tre aree: "Scuola e servizi
educativi", "Oltre la scuola", "Servizi socio ­
sanitari". Le notizie raccolte nella Guida,
pubblicata sul sito www.comune.forli.fc.it (e
che sarà inserita nei siti dei 15 Comuni del
comprensorio e dell' Ausl Romagna ­ sede di
Forlì), sono descritte in modo dettagliato nel
sito regionale www.informafamiglie.it . Le
pagine forlivesi, che nel 2013 hanno ricevuto
oltre 58.300 accessi, sono curate e aggiornate
dagli operatori dello sportello Informafamiglie
del Centro per le Famiglie del Comune di
Forlì. L' opera è frutto del contributo di
operatori dei 15 Comuni, dell' Ausl forlivese,
dell' Ufficio scolastico provinciale, di
associazioni e cooperative. La raccolta dei dati
è stata coordinata dal Centro per le Famiglie
del Comune di Forlì con la collaborazione del
Centro Famiglie di Forlimpopoli e delle Unità
territoriali per le Famiglie.
Che cosa contiene la Guida? Tutte le scuole
(dai Nidi alle Superiori, pubbliche e private,
istituti professionali ed enti di formazione); oltre 30 associazioni che organizzano attività per bambini e
adolescenti; 10 centri educativi per attività extrascolastiche; 15 associazioni che seguono la futura
mamma dalla gravidanza all' allattamento; tutti i servizi dell' Ausl per la famiglia e per bambini e ragazzi
fino ai 18 anni; le realtà che offrono consulenza familiare e corsi e gruppi per genitori; 10 associazioni
che offrono corsi e gruppi per famiglie straniere; 14 associazioni per il sostegno alle competenze dei
genitori anche in situazioni di fragilità e di disagio; 24 associazioni di volontariato e associazionismo
familiare; un Percorso Nascita, rivolto al periodo della gravidanza, della nascita e al primo anno di vita
dei bambini; tutte le indicazioni per i contributi economici di sostegno alle famiglie. E, ancora: proposte
per il tempo libero, la creatività, lo sport. Anche l' offerta per gli adolescenti e le loro famiglie, dai centri
di aggregazione ai servizi per situazioni problematiche è qualificata (consulenze familiari, mediazione
familiare, consulenza psicologica, consulenza legale...). Oltre 30 sono le associazioni che si impegnano
per la tutela dei bambini e ragazzi e sostengono la famiglia in situazioni complesse, anche verso le
diverse forme di genitorialità e di supporto fra famiglie (affiancamento, affido familiare, adozione...).
Numerose le pagine relative alle diverse forme di supporto alla vita quotidiana delle famiglie: trasporto
scolastico e servizio mensa, contributi e agevolazioni per le famiglie, baby sitting, borse di studio e
sussidi vari ma anche innovativi percorsi finalizzati alla coesione sociale e alla partecipazione o alle
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
16
21 novembre 2014
Pagina 14
<­­ Segue
La Voce di Romagna
(ed. Forlì)
csv e scenario locale
nuove forme di economia di prossimità. Rilevanza è assegnata alle informazioni per agevolare la
conciliazione fra tempi di lavoro e cura della famiglia (documenti, pratiche e link per approfondimenti
vari). Le informazioni sono riferite a servizi e attività costanti nel tempo, caratterizzati da stabilità e
accreditati sul territorio.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
17
21 novembre 2014
Pagina 18
La Voce di Romagna
(ed. Forlì)
csv e scenario locale
SETTIMANA DEI RIFIUTI Comune mostra i dati: la produzione pro ­capite dell' indifferenziata
cala di 8 kg, sale di 7,765 tonnellate la differenziata.
E ora i cittadini sono più attenti al riciclo
Nel corso di sei anni, dal 2008 al 2013, a
Cesena la produzione dei rifiuti differenziati ed
indifferenziati pro ­capite è calata di 8 Kg (dai
717Kg del 2008 ai 709 kg del 2013). Nello
stesso periodo è calato anche il totale dei rifiuti
indifferenziati (­7.300 tonnellate) mentre è
cresciuta la raccolta differenziata (+ 7.765
tonnellate) e quella delle utenze con
compostaggio domestico (che oggi raggiunge
1900 tonnellate, dalle zero del 2008). E' su
questi dati positivi che il Comune inaugura il
programma della Settimana Europea per la
riduzione dei rifiuti. "L' iniziativa è al suo quinto
anno, un segnale di come la città si è
impegnata nel percorso di produrre meno
rifiuti e nel riutilizzare quelli gettati. Un
impegno che deve continuare perché la
produzione dei rifiuti cali del 20% entro il 2020,
come prefissato dal nuovo piano regionale dei
rifiuti". Con queste parole Lia Montalti,
assessore per la sostenibilità ambientale ed
Europa del Comune di Cesena, ha presentato
il programma della Settimana dedicata alla
riduzione dei rifiuti, da oggi a sabato 28
novembre, che vuole diffondere tra i cittadini
una maggiore consapevolezza sulle eccessive
quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di
operare quotidianamente alla loro riduzione,
con un consumo critico e sostenibile. E sono proprio il consumo critico ed il riciclo creativo alla base dei
due progetti pensati per le scuole elementari, presentati u no dall' associazione Artemisia ed uno dalla
Onlus Anima Mundi. Si inizia oggi alle 16.30 con l' inaugurazione della nuova sede di Trasformarte, in
via Pescheria 25: uno spazio contenente materiali di scarto (come carta, plastica, tessuto e legno)
provenienti da alcune aziende del territorio, che sono stati selezionati per essere reinterpretati in forma
artistica. Sempre sabato 22, dalle 17 alle 19.30 al Foro Annonario, Le Cirque Calder, laboratori gratuiti
di riciclo creativo per famiglie e proiezioni video dedicate al grande scultore statunitense Alexander
Calder. Grandi e piccini potranno realizzare personaggi per un piccolo circo riciclato. I laboratori per le
scuole Trasformarte e Cirque Calder continueranno dal 24 al 29 novembre al Foro annonario. Venerdì
28 novembre alle 10, al Museo di Scienze Naturali, si inaugurano invece la mostra ed i laboratori L'
essenza e l' eccesso, curati dalla onlus Anima Mundi. Una mostra sui nuovi stili di vita, ideata da Paolo
Ulian e prodotta da Best Up, in arrivo direttamente dal Muba (Museo del bambino) di Milano. La mostra
è costituita da 24 coppie di oggetti che rispondono ad una stessa funzione, in modo essenziale ed
eccessivo. "Vogliamo far riflettere le persone sulle loro azioni ­ spiegano da Anima Mundi ­. Un oggetto
essenziale segue una progettazione consapevole e non inquina". I laboratori riservati alle scuole
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
Continua ­­>
18
21 novembre 2014
Pagina 18
<­­ Segue
La Voce di Romagna
(ed. Forlì)
csv e scenario locale
continueranno dal 28 novembre fino al 20 gennaio 2015.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
19
21 novembre 2014
Pagina 32
La Voce di Romagna
(ed. Forlì)
csv e scenario locale
IN BREVE.
In Fiera l' antica canapa e solidarietà
Domani e domenica a Gambettola c' è la
"Antica fiera della canapa", la mostra ­mercato
delle tipicità romagnole. Quest' anno scende in
campo la solidarietà.
Gli amici del Camper Club di Gambettola,
capitanati dal loro presidente Marcello
Bernardi, scendono in campo all' antica Fiera
della Canapa con quella che ormai da anni è
divenuta la loro specialità: le cantarelle!
Fatte di acqua e farina, buone con marmellata,
cioccolata o semplicemente con zucchero e
olio le cantarelle del Camper Club di
Gambettola diventano squisite perché
serviranno a dare una mano alla Caritas
parrocchiale. Il nostro paese è ricco di persone
che con allegria e semplicità si rimboccano le
maniche e sostengono progetti solidali a
favore di chi sta attraversando un momento
difficile.
Sono purtroppo davvero tante le famiglie che
bussano allo sportello dell' ascolto Caritas
ogni mese, e queste risorse, che il Gruppo
Camperisti mette a disposizione già da alcuni
anni, consentiranno di acquistare i beni di
prima necessità esauriti.
Non lasciate quindi l' antica Fiera della
Canapa senza averle assaggiate, sicuri che la
vostra generosità sarà consegnata nel nostro
paese a chi, accanto alla nostra porta, ha bisogno di aiuto.
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
20
21 novembre 2014
Pagina 13
Il Resto del Carlino (ed.
Forlì)
csv e scenario locale
PREDAPPIO IL BANDO PER L' ANNO ACCADEMICO 2012/2013 SCADE IL 29
NOVEMBRE.
Quattro borse di studio per giovani laureati
IL COMUNE di Predappio indice un bando di
concorso per l' assegnazione di quattro premi
d i l a u r e a , g r a z i e a i c o n t r i b u t i d e l l ' Avis
comunale di Predappio, della Pro Loco di
Fiumana, della Pro Loco di Predappio Alta, del
Gruppo Sportivo San Savino, della Asd.
Fiumanese e della Cna Area Colline Forlivese.
Il bando si rivolge ai laureati nell' anno
accademico 2012/2013 residenti nel territorio
del comune predappiese. Spiega il sindaco
Frassineti: «Si tratta di un importante
contributo, pensato per valorizzare i giovani
predappiesi che meritevolmente hanno
conseguito un bel risultato nel loro percorso di
studi». Sul sito internet del Comune
(www.comune.predappio.fc.it) sono disponibili
tutte le indicazioni per partecipare alla
selezione, oltre al modulo per poter compilare
la domanda, che dovrà pervenire agli uffici
comunali entro le ore 12 di sabato 29
novembre. Informazioni presso gli uffici del
Comune: (tel.
0543/921763, Tatiana Prati).
Riproduzione autorizzata licenza Ars Promopress 2013­2016
21
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 293 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content