close

Enter

Log in using OpenID

Approvazione Piano Finanziario e

embedDownload
Comune
di
Vieste
Provincia di Foggia
PROPOSTA CONSIGLIO *26* del 01-08-2014
Oggetto:
Approvazione Piano Finanziario e determinazione Tariffe TARI - Anno 2014 -.
Firmatario:
Dirigente
Parere Regolarità tecnica
Espresso parere Favorevole il 06-08-2014
Ai sensi dell’art. 49 – Decr. Legisl. 267/2000
Parere Regolarità contabile
Espresso parere Favorevole il 06-08-2014
Ai sensi dell’art. 49 – Decr. Legisl. 267/2000
VISTO del Segretario Generale
Ai sensi dell’art. 49 – Decr. Legisl. 267/2000
L’assessore ai tributi Sig. Nicola Rosiello relaziona:
VISTO l’art. 1, comma 639, della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito l’imposta
unica comunale (IUC) che si compone, oltre che dell’IMU e della TASI, anche della TARI, la
tassa sui rifiuti destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti;
RICHIAMATO in particolare il comma 683 del sopra citato articolo 1, il quale stabilisce
che: “il consiglio comunale deve approvare, entro il termine fissato da norme statali per
l’approvazione del bilancio di previsione, le tariffe della TARI in conformità al piano
finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani, redatto dal soggetto che svolge il servizio
stesso ed approvato dal consiglio comunale o da altra autorità competente a norma delle leggi
vigenti in materia”;
VISTO il D.M. del 18.07.2014 il quale fissa il termine per l’approvazione del Bilancio di
Previsione al 30 settembre 2014;
VISTO il D.P.R. 27 aprile 1998, n. 158, disciplinante il metodo normalizzato per definire la
tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani, applicabile a norma dell’art. 14,
comma 9, del D.L. 201/2011, convertito con modificazioni dalla L. 22/12/2011, n. 214, per la
determinazione della tariffa del tributo comunale sui rifiuti;
PROPOSTA CONSIGLIO nr. 26 del 01-08-2014 - Pagina 1 di 14
VISTO il regolamento comunale IUC contenente la la disciplina della tassa sui rifiuti
(TARI), approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. ____ del __________;
VISTO il Piano finanziario, di cui all’art. 16 del predetto Regolamento, relativo ai costi del
servizio di gestione dei rifiuti per l’anno 2014 pervenuto all’Ufficio tributi il 18.07.2014, prot.
n. 13867, a firma del Dirigente del Settore Ambiente Dott. Luigi Vaira, che si allega, per
l’approvazione alla presente delibera a formarne parte integrale e sostanziale;
–
–
–
–
TENUTO CONTO che:
le tariffe della tassa sui rifiuti (TARI) devono garantire, ai sensi del comma 654 dell’articolo
1 della Legge 147/2013, la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi
al servizio, ricomprendendo anche i costi di cui all’art. 15 del D.Lgs. 36/2003, ad esclusione
dei costi relativi ai rifiuti speciali;
dal costo complessivo del servizio di gestione dei rifiuti deve essere sottratto il costo relativo
alla gestione dei rifiuti delle istituzioni scolastiche di cui all’art. 33-bis del D.L. 248/2007;
le tariffe della tassa sono differenziate sulla base delle categorie di attività con omogenea
potenzialità di produzione dei rifiuti, così come definite dal vigente regolamento comunale
per la disciplina della tassa sui rifiuti (TARI);
le tariffe sono composte da una quota determinata in relazione alle componenti essenziali del
costo del servizio di gestione dei rifiuti e da una quota rapportata alle quantità di rifiuti
conferiti, al servizio fornito ed all’entità dei costi di gestione;
DATO ATTO che, secondo le risultanze del piano finanziario, l’ammontare complessivo
del costo del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati previsto per l’anno 2014
ammonta ad € 4.773.313,93 al netto:
- del costo relativo alla gestione dei rifiuti delle istituzioni scolastiche ( contributo a carico
del MIUR dedotto dai costi comuni diversi CCD) pari a € 12.462,65;
- dell’importo di € 88.752,33 risultante da maggiori entrate ruolo 2013, ritenendo
improcedibile il rimborso pro-quota a ciascun contribuente del ruolo, dedotto dai Costi generali
di gestione CGG;
pertanto, l’importo complessivo dei proventi della tassa previsti per il medesimo anno
deve
ammontare
ad
€ 4.773.313,93;
RITENUTO di imputare alle utenze domestiche il 45 per cento del costo complessivo ed
alle utenze non domestiche il 55 per cento del medesimo in base alle risultanze di cui al Piano
Finanziario anzidetto;
RITENUTO pertanto, al fine di assicurare un gettito della tassa pari al totale dei costi del
servizio di gestione dei rifiuti di approvare le tariffe della tassa in oggetto nella misura risultante
dall’allegato prospetto (ALL. B), che costituisce parte integrante e sostanziale del presente
provvedimento, determinate in applicazione del criterio stabilito dal D.P.R. 158/99 secondo
quanto risultante dall’allegato tecnico di calcolo delle tariffe (ALL. A), dando atto che i
coefficienti di produttività per l’attribuzione della parte fissa e della parte variabile delle tariffe
per le utenze non domestiche sono stati determinati sulla base di quanto specificato nel predetto
allegato tecnico;
DATO ATTO che l’onere derivante dalle seguenti riduzioni previste nel vigente
regolamento comunale per la disciplina della tassa sui rifiuti (TARI) ai sensi dell’art. 1, comma
660, della Legge 147/2013, è quantificabile per l’anno 2014 in € 115.375,26 di cui
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 2
-
€ 25.796,37 per le riduzioni del 40% per “ Abitazioni distanti dal contenitore oltre 1000
mt.”;
-
€ 89.578,90 per le riduzioni del 20% per le “ utenze non domestiche non stabilmente
attive”;
trovano copertura mediante ripartizione dell’onere sui contribuenti rispettivamente alla
tipologia di utenze che usufruisce di tali benefici;
RICHIAMATA la deliberazione della Giunta Comunale n. 121 del 31.07.2014, di proposta di
approvazione del piano finanziario e determinazione delle Tariffe TARI per l’anno 2014;
ACQUISITO sulla proposta della presente deliberazione il parere favorevole di regolarità
tecnica e contabile espresso dal Dirigente del servizio finanziario, a norma dell’art. 49 del
D.Lgs. 267/2000;
ACQUISITO altresì il parere espresso dall’organo di revisione economico-finanziaria in merito
a quanto costituisce oggetto del presente provvedimento ;
DATO ATTO che la proposta della presente deliberazione è stata esaminata dalla competente
commissione consiliare nella seduta del __________________________;
VISTO il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
VISTO lo Statuto dell’Ente;
VISTO il regolamento di contabilità dell’Ente;
Con il seguente esito della votazione : presenti n. ____ assenti n. ____ votanti n______ astenuti
n.______ favorevoli n.____ voti contrari n. ____
DELIBERA
I.
Di approvare per l’anno 2014, per le motivazioni espresse in premessa che si intendono qui
integralmente richiamate, le tariffe della tassa sui rifiuti (TARI) di cui all’art. 1, comma
639, della Legge 147/2013, indicate nell’allegato alla presente deliberazione (ALL. B),
che ne costituisce parte integrale e sostanziale, determinate sulla base delle disposizioni
del D.P.R. 158/1999 secondo quanto meglio specificato dall’allegato tecnico di
determinazione delle tariffe (ALL. A);
II. Di dare atto che con le tariffe di cui al punto precedente è assicurata la copertura integrale
dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, così come risultante dal
piano finanziario redatto dal soggetto gestore del servizio che pure viene approvato con il
medesimo atto tenuto conto altresì conto degli oneri relativi alle riduzioni ed esenzioni
previste nel vigente regolamento comunale di disciplina della tassa sui rifiuti (TARI);
III. Di dare altresì atto che le tariffe approvate consentono la copertura integrale delle
componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti mediante la “quota fissa”
delle stesse e dei costi di gestione legati alla quantità di rifiuti conferiti ed al servizio
fornito, mediante la “quota variabile”;
IV. Di dare atto che ai sensi dell’art. 1, comma 666, della Legge 147/2013, si applica il tributo
provinciale per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene dell’ambiente di
cui all’art. 19 del D.Lgs 504/92, commisurato alla superficie dei locali e delle aree
assoggettate al tributo, nella misura percentuale stabilita dalla Provincia di Foggia;
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 3
V. di trasmettere, la presente deliberazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze,
dipartimento delle finanze, Direzione Federalismo Fiscale;
VI. Di dichiarare, a seguito di votazione separata avente il seguente esito
___________________________________, la presente deliberazione immediatamente
eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000
.
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 4
ALL. A : ALLEGATO TECNICO DI CALCOLO DELLE TARIFFE
COMUNE DI VIESTE
1. RIPARTIZIONE UTENZE ED ATTRIBUZIONE DEI COEFFICIENTI
Area
SUD
Popolazione
<5000 ABITANTI
Quantità Totale dei Rifiuti prodotti dalle utenze domestiche (Kg)
Quantità Totale dei Rifiuti prodotti dalle utenze non domestiche (Kg)
Quantità Totale dei Rifiuti prodotti (Kg)
Percentuale Utenze Domestiche
Percentuale Utenze Non Domestiche
4.262.590
5.072.900
9.335.490
45%
55%
2. COEFFICIENTI KA (PARTE FISSA) E KB (PARTE VARIABILE) UTENZE DOMESTICHE
Codice Descrizione
1
OCCUPANTE 1
2
OCCUPANTI 2
3
OCCUPANTI 3
4
OCCUPANTI 4
5
OCCUPANTI 5
6
OCCUPANTI 6 O PIU'
KA
0,81
0,94
1,02
1,09
1,10
1,06
KB
0,60
1,40
1,80
2,20
2,90
3,40
3. COEFFICIENTI KC (PARTE FISSA) E KD (PARTE VARIABILE) UTENZE NON DOMESTICHE
Codice Descrizione
MUSEI, BIBLIOTECHE, SCUOLE,
1
ASSOCIAZIONI, LUOGHI DI CULTO
2
3
4
CINEMATOGRAFI E TEATRI
AUTORIMESSE E MAGAZZINI SENZA
ALCUNA VENDITA DIRETTA
CAMPEGGI, DISTRIBUTORI
KC
KD
0,45
4,00
0,33
2,90
0,36
0,63
3,20
5,83
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 5
5
6
7
8
9
10
CARBURANTI, IMPIANTI SPORTIVI
STABILIMENTI BALNEARI
ESPOSIZIONI, AUTOSALONI
ALBERGHI CON RISTORANTE
ALBERGHI SENZA RISTORANTE
CASE DI CURA E RIPOSO
OSPEDALI
0,35
0,34
1,01
0,85
0,90
0,86
3,10
3,03
8,92
7,50
7,90
7,55
11
UFFICI, AGENZIE, STUDI
PROFESSIONALI
0,90
7,90
BANCHE ED ISTITUTI DI CREDITO
NEGOZI ABBIGLIAMENTO,
CALZATURA, LIBRERIE, CARTOLERIE,
FERRAMENTA, E ALTRI BENI
DUREVOLI
EDICOLA, FARMACIA, TABACCAIO,
PLURILICENZE
NEGOZI PARTICOLARI QUALI
FILATELIA, TENDE E TESSUTI, TAPPETI,
CAPPELLI E OMBRELLI,
ANTIQUARIATO
0,48
4,20
0,85
7,50
1,01
8,88
0,56
4,90
BANCHI DI MERCATO BENI DUREVOLI
ATTIVITA ARTIGIANALI TIPO
BOTTEGHE: PARRUCCHIERE,
BARBIERE, ESTETISTA
ATTIVITA ARTIGIANALI TIPO
BOTTEGHE: FALEGNAME, IDRAULICO,
FABBRO, ELETTRICISTA
CARROZZERIA, AUTOFFICINA,
ELETTRAUTO
ATTIVITA INDUSTRIALI CON
CAPANNONI DI PRODUZIONE
ATTIVITA ARTIGIANALI DI
PRODUZIONE BENI SPECIFICI
RISTORANTI, TRATTORIE, OSTERIE,
PIZZERIE, PUB
1,19
10,45
1,19
10,45
0,77
6,80
0,91
8,02
0,33
2,90
0,45
4,00
3,40
29,93
MENSE, BIRRERIE, AMBURGHERIE
BAR, CAFFE, PASTICCERIA
SUPERMERCATO, PANE E PASTA,
MACELLERIA, SALUMI E FORMAGGI,
GENERI ALIMENTARI
2,55
2,56
22,40
22,50
1,56
13,70
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 6
26
27
28
29
30
PLURILICENZE ALIMENTARI E/O
MISTE
ORTOFRUTTA, PESCHERIE, FIORI E
PIANTE, PIZZA AL TAGLIO
IPERMERCATI DI GENERI MISTI
BANCHI DI MERCATO GENERI
ALIMENTARI
DISCOTECHE, NIGHT CLUB
1,56
13,77
4,42
1,65
38,93
14,53
3,35
0,77
29,50
6,80
Sia per le utenze domestiche che per le utenze non domestiche sono stati utilizzati i coefficienti
minimi previsti per Legge.
4. DETERMINAZIONE E SUDDIVISIONE DEI COSTI
Costi di Gestione del ciclo dei servizi attinenti i rifiuti solidi urbani dell'anno
precedente (CG)
4.477.939,99
Costi di gestione del ciclo dei servizi sui RSU indifferenziati (CGIND)
3.788.990,38
Costi Spazzamento e Lavaggio strade e piazze pubbliche (CSL) parte fissa
1.090.059,93
Costi di Raccolta e Trasporto RSU (CRT) parte variabile
1.472.754,56
Costi di Trattamento e Smaltimento RSU (CTS) parte variabile
1.135.600,57
Altri Costi (AC) parte fissa
90.575,32
Costi di gestione del ciclo della raccolta differenziata (CGD)
688.949,61
Costi di Raccolta Differenziata per materiale (CRD) parte variabile
595.449,57
Costi di Trattamento e Riciclo (CTR) parte variabile
93.500,04
Costi Comuni imputabili alle attività relativi ai rifiuti urbani dell' anno
precedente (CC)
295.373,94
Costi Amministrativi dell'Accertamento, della Riscossione e del Contenzioso
(CARC) parte fissa
82.531,00
Costi Generali di Gestione (CGG) parte fissa *
200.269,59
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 7
Costi Comuni Diversi (CCD) parte fissa **
12.573,35
Percentuale di Inflazione Programmata per l'anno di riferimento (IP)
0
Recupero di produttività per l'anno di riferimento (X)
0
Costi d'uso del capitale relativi all'anno di riferimento (CK) parte fissa
0
Ammortamenti (Amm)
0
Accantonamenti (Acc)
0
Remunerazione del capitale investito (R)
0
Tasso remunerazione del capitale impiegato (r)
0
Capitale netto contabilizzato dell'esercizio precedente - immobilizzazioni nette
(KN)
0
Investimenti programmati nell'esercizio di riferimento (I)
0
Fattore correttivo in aumento per gli investimenti programmati e in riduzione
per l'eventuale scostamento negativo ex-post, cioè riferito all'anno precedente
tra investimenti realizzati e investimenti programmati (F)
0
Costi Calcolati ( T = TF + TV )
4.773.313,93 €
Parte Fissa ( TF = CSL + CARC + CGG + CCD + AC + CK )
1.476.009,19 €
30,92 %
Parte Variabile ( TV = CRT + CTS + CRD + CTR )
3.297.304,74 €
69,08 %
*Costo al netto del dell’importo di Euro 88752,33 quale somma risultante da maggiori
entrate ruolo 2013 ritenendo improcedibile al rimborso pro quota a ciascun contribuente del
ruolo.
**Costo al netto dell’importo di Euro 12462,65 quale costo relativo alla gestione dei rifiuti
delle istituzioni scolastiche (contributo a carico del MIUR).
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 8
5.Suddivisione della tariffa
TOTALE
4.773.313,93 €
Parte Fissa
1.476.009,19 €
Utenze domestiche
664.204,14 €
Utenze non domestiche
811.805,05 €
Parte Variabile
3.297.304,74 €
Utenze domestiche
1.505.551,20 €
Utenze non domestiche
1.791.753,54 €
TARIFFE UTENZE DOMESTICHE
tipo
D
D
D
D
D
D
cod.
min.
1
2
3
4
5
6
Tar. parte
fissa €/mq
0,94
1,10
1,19
1,27
1,28
1,24
Descrizione
OCCUPANTE 1
OCCUPANTI 2
OCCUPANTI 3
OCCUPANTI 4
OCCUPANTI 5
OCCUPANTI 6 O PIU'
Tar. parte
Variabile €
72,12
168,29
216,37
264,45
348,60
408,70
TARIFFE UTENZE NON DOMESTICHE
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 9
tipo
cod.
min.
N
N
1
2
N
3
N
N
N
N
4
5
6
7
N
N
N
N
N
N
7.01
8
8.01
8.02
9
10
N
N
11
12
N
13
N
14
N
N
15
16
N
17
N
18
N
19
N
20
N
21
Descrizione
MUSEI, BIBLIOTECHE, SCUOLE,
ASSOCIAZIONI, LUOGHI DI CULTO
CINEMATOGRAFI E TEATRI
AUTORIMESSE E MAGAZZINI SENZA
ALCUNA VENDITA DIRETTA
CAMPEGGI, DISTRIBUTORI
CARBURANTI, IMPIANTI SPORTIVI
STABILIMENTI BALNEARI
ESPOSIZIONI, AUTOSALONI
ALBERGHI CON RISTORANTE
STRUTTURE RICETTIVE CON
RISTORANTE
ALBERGHI SENZA RISTORANTE
APPARTAMENTI PER VACANZE
CASE PER FERIE
CASE DI CURA E RIPOSO
OSPEDALI
UFFICI, AGENZIE, STUDI
PROFESSIONALI
BANCHE ED ISTITUTI DI CREDITO
NEGOZI ABBIGLIAMENTO,
CALZATURA, LIBRERIE, CARTOLERIE,
FERRAMENTA, E ALTRI BENI
DUREVOLI
EDICOLA, FARMACIA, TABACCAIO,
PLURILICENZE
NEGOZI PARTICOLARI QUALI
FILATELIA, TENDE E TESSUTI,
TAPPETI, CAPPELLI E OMBRELLI,
ANTIQUARIATO
BANCHI DI MERCATO BENI DUREVOLI
ATTIVITA ARTIGIANALI TIPO
BOTTEGHE: PARRUCCHIERE,
BARBIERE, ESTETISTA
ATTIVITA ARTIGIANALI TIPO
BOTTEGHE: FALEGNAME, IDRAULICO,
FABBRO, ELETTRICISTA
CARROZZERIA, AUTOFFICINA,
ELETTRAUTO
ATTIVITA INDUSTRIALI CON
CAPANNONI DI PRODUZIONE
ATTIVITA ARTIGIANALI DI
PRODUZIONE BENI SPECIFICI
Tar. parte
fissa €/mq
Tar. parte
Variabile €/mq
0,55
0,40
1,22
0,88
0,44
0,98
0,77
0,43
0,41
1,23
1,69
0,95
0,92
2,72
1,23
1,03
1,03
1,03
1,09
1,05
2,72
2,29
2,29
2,29
2,41
2,30
1,09
0,58
2,41
1,28
1,03
2,29
1,23
2,71
0,68
1,45
1,49
3,19
1,45
3,19
0,94
2,07
1,11
2,45
0,40
0,88
0,55
1,22
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 10
N
N
N
22
23
24
N
25
N
26
N
N
27
28
N
N
29
30
RISTORANTI, TRATTORIE, OSTERIE,
PIZZERIE, PUB
MENSE, BIRRERIE, AMBURGHERIE
BAR, CAFFE, PASTICCERIA
SUPERMERCATO, PANE E PASTA,
MACELLERIA, SALUMI E FORMAGGI,
GENERI ALIMENTARI
PLURILICENZE ALIMENTARI E/O
MISTE
ORTOFRUTTA, PESCHERIE, FIORI E
PIANTE, PIZZA AL TAGLIO
IPERMERCATI DI GENERI MISTI
BANCHI DI MERCATO GENERI
ALIMENTARI
DISCOTECHE, NIGHT CLUB
4,14
3,1
3,11
9,13
6,83
6,86
1,9
4,18
1,9
4,20
5,38
2,01
11,87
4,43
4,08
0,94
9,00
2,07
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 11
ALL. B: PROSPETTO TARIFFE
TARIFFA ANNUALE UTENZE DOMESTICHE
n. comp
q. fissa - TFd (N,s) - €/mq
1
0,94
1,10
1,19
1,27
1,28
1,24
2
3
4
5
6 o più
q. variabile - TVd - €
72,12
168,29
216,37
264,45
348,60
408,70
TARIFFE UTENZE NON DOMESTICHE
Categoria attività (ap)
Tariffa totale (€/mq)
1. Musei-biblioteche-associazioni-luoghi di culto
1,77
2. Cinematografi e teatri
1,28
3. Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta
1,42
4. Campeggi – distributori carburante – Impianti sportivi
2,46
5. Stabilimenti balneari
1,38
6. Esposizioni - autosaloni
1,33
7. Alberghi con ristorante
3,95
-7.01 Strutture ricettive con ristorante
3,95
8. Alberghi senza ristorante
3,32
-8.01 Appartamenti per vacanze
3,32
-8.02 Case per ferie
3,32
9. Case di cura e riposo
3,50
10. Ospedali
3,35
11. Uffici – Agenzie – Studi professionali
3,50
12. Banche ed Istituti di credito
1,86
13. Negozi abbigliamento – Calzature – Librerie – cartolerie –
ferramenta e altri beni durevoli
3,32
14. Edicole – Farmacie – Tabaccai - Plurilicenze
3,94
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 12
15. Negozi particolari quali filatelia , tende e tessuti, cappelli e
ombrelli - Antiquariato
2,17
16. Banchi di mercato beni durevoli
4,64
17. Attività artigianali tipo botteghe : parrucchiere – Barbiere Estetista
4,64
18. Attività artigianali tipo botteghe : falegname – idraulico –
fabbro - elettricista
3,01
19. Carrozzeria – autofficina - elettrauto
3,56
20. Attività industriali con produzione di capannoni
1,28
21. Attività artigianali di produzione beni specifici
1,77
22. Ristoranti – trattorie – osterie – pizzerie – pub
13,27
23. Mense – birrerie - amburgherie
9,93
24. Bar – Caffè - Pasticcerie
9,97
25. Generi alimentari : macellerie – pane e pasta – salumi e
formaggi - supermercati
6,08
26. Plurilicenze alimentari e/o miste
6,10
27. Ortofrutta – Pescherie – Fiori e piante - Pizza al taglio
17,25
28. Ipermercati di genere misti
6,44
29. Banchi di mercato generi alimentari
13,08
30. Discoteche – night club
3,01
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 13
Proposta di DELIBERA DI CONSIGLIO n.26 del 01-08-2014 Comune di VIESTE
Pag. 14
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
579 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content