close

Enter

Log in using OpenID

Ala - Federazione Trentina delle Pro Loco e Consorzi

embedDownload
Vallagarina
34 mercoledì 29 ottobre 2014
l'Adige
Pro Loco di Ala, un successo lungo un anno
ALA - «Piccoli passi e tanta umiltà»: è questo il
motto che ha accompagnato la nuova Proloco
di Ala nel suo primo anno di attività, ricco di
successi e soddisfazioni. Riunito insieme a numerosi rappresentanti delle associazioni alensi giovedì sera alle ex scuole di Marani, il direttivo della Proloco ha potuto esporre un resoconto dell’anno trascorso, ma soprattutto presentare i nuovi progetti, a partire dai mercatini di Natale che animeranno le vie di Ala a dicembre. «In questo anno abbiamo fatto tutto il
fattibile - ha esordito il presidente Antonio Cazzanelli - abbiamo avuto la possibilità di collaborare e creare eventi con numerose associazioni locali. Dovremo essere bravi a continua-
L’INCHIESTA
re in questa direzione, facendo crescere il nostro territorio».
La nuova Proloco alense vuole diventare un
punto di riferimento, un aiuto per tutte le associazioni che ne avranno bisogno, anche solo per risolvere i problemi burocratici, contando sulla collaborazione con la Federazione
Trentina Proloco. Dopo un anno di successi,
dal Natale 2013 al torneo internazionale di calcio con l’Us Alense il primo maggio, senza dimenticare la festa di Carnevale, il bilancio è positivo.
E non è finita qui. Tra meno di due mesi arriveranno nelle vie del centro storico di Ala i mercatini di Natale organizzati appunto dalla Pro-
loco: il 12, 13 e 14 dicembre saranno tre giorni
di festa per bambini ed adulti, con numerose
animazioni garantite anche dalle varie associazioni alensi. Venerdì 12 l’arrivo di Santa Lucia
e del suo asinello accompagnati dalla fanfara
sancirà l’apertura delle bancarelle (per cui sono arrivate già 35 richieste) dalle 14, oltre ovviamente a rendere felici i più piccoli con sacchetti pieni di dolci e un omaggio di Calzedonia. Alle 20, invece, al teatro Sartori andrà in
scena uno spettacolo dell’Associazione teatrale alense, aperto a tutta la comunità. Il sabato
e la domenica i mercatini apriranno invece già
alle 10: non mancheranno artisti di strada e
musica, oltre al trenino.
A.B.
Sulle anfetamine il polacco arrestato «scagiona» il farmacista di Villa Lagarina
«Droga, Tarek non c’entra»
CHIARA ZOMER
«Il farmacista non c’entra niente con
lo spaccio di anfetamine». Questo
avrebbe detto ieri mattina Zygmunt
Ryszard Sobczyk, detto Zizu, arrestato venerdì con la pesante accusa di
aver spacciato anfetamine sulla piazza roveretana. Il quarantatreenne polacco, davanti al Gip in sede di interrogatorio di garanzia, ha deciso di parlare. E sembra che abbia ammesso il
suo coinvolgimento nel giro dello spaccio scoperto dalla polizia, ma avrebbe negato qualsiasi contatto, a fini criminosi, col farmacista di Villa Tarek El
Banna. Le strade dei due indagati, insomma, dal punto di vista giudiziario
sembra si stiano dividendo. Anche se
non basta a togliere dai guai il farmacista, che ieri è apparso davanti al giudice. Si è avvalso della facoltà di non
rispondere, ma bastava un’occhiata
per capire come si senta ora: schiac-
Il professionista davanti
al Gip: «Io non ho mai
fatto nulla di male,
non ho niente da
nascondere. Perché
volete rovinarmi?»
ciato da un’accusa che ritiene falsa.
«Non ho mai fatti del male a nessuno
- ripeteva, sia all’avvocato Alessio Giovannazzi che al pm Fabrizio De Angelis, in attesa dell’inizio dell’udienza perché volete rovinarmi?».
L’inchiesta è quella sfociata nei due
arresti di venerdì: da una parte Zizu,
accusato di spaccio di anfetamine, dall’altra il farmacista di Villa, El Banna,
a cui si imputa di aver venduto senza
prescrizione medica alcuni farmaci,
nonché di aver ceduto sostanze ritenute dopanti. Ma gli inquirenti avevano fin da subito ipotizzato legami tra
i due. Ieri si è tenuto per entrambi l’interrogatorio di garanzia. Zizu, difeso
dall’avvocato Luigi Campone, ha ammesso gli addebiti: troppe le decine
di intercettazioni che lo inchiodavano in modo diretto allo smercio di anfetamine, per negare. Ma ha specifica-
IN BREVE
ALA
Guerra al teatro di Serravalle
Stasera e domani alle 20.30 al
teatro parrocchiale di Serravalle il
gruppo Amici del teatro, assieme
all’associazione Culturalmente di
Mori organizza l’evento «Canti e
racconti verso la pace». Lo
spettacolo di teatro, canto e musica
racconta la storia della popolazione
trentina dai primi del 1900 alla fine
della Grande guerra. Canta il coro
Bianche Zime di Rovereto. Presenta
Sandro Dal Bosco.
VALLARSA
Danza del benessere
Domani alle 18 alla palestra delle
elementari «F. Cavallin» di Raossi
incontro di presentazione di un
corso di danza creativa per
bambini. A seguire, alle 19,
presentazione di un corso di danza
del benessere per adulti.
MORI
Inaugurazione supermercato
Stamattina alle 10 verrà inaugurato
il nuovo supermercato Conad a
Mori, in Via del Garda.Verrà
effettuato anche il servizio a
domicilio in giornata, anche via
telefono. Info al 0464 918988.
Venerdì scorso all’alba gli arresti
L’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore
Fabrizio De Angelis e portata
avanti dal commissariato di polizia, ha portato
ai due arresti - in
cella il polacco Zizu, ai domiciliari il farmacista lagarino Tarek El
Banna - lo scorso venerdì. All’alba la polizia ha fatto scattare perquisizioni e esecuzione delle ordinanze di custodia, al termine di
quattro mesi di indagine. Tutto
era partito dalla denuncia da parte di un giovane. Il ragazzo si era
presentato in commissariato dicendo che era finito nei guai: dopo aver acquistato delle anfetamine da Zizu, era rimasto in debito con il polacco. Ma incapace
di pagare, si era visto minaccia-
to di ritorsioni di varia natura,
che avrebbero coinvolto anche
la sua famiglia. Da qui la decisione di chiedere aiuto alla polizia,
che ha messo sotto controllo i telefoni, rendendosi conto innanzi
tutto che la storia denunciata dal
giovane roveretano reggeva. Da
qui l’approfondimento dell’indagine: sono stati messi sotto sequestro i telefoni di Zizu, per ricostruire quello che gli inquirenti ritenevano un giro di spaccio
piuttosto fiorente in città.
E sono stati i telefoni a mettere
nei guai anche il farmacista Tarek
El Banna, dipendente della farmacia di Villa Lagarina: i suo contatti con Zizu hanno insospettito la
polizia. Da qui l’indagine e gli addebiti (smercio di farmaci stupefacenti e pillole illegalmente importante, nonché farmaci dopanti), che ora lui nega.
to una cosa: in questo giro il farmacista di Villa nulla c’entra. I due si conoscono - da qui le telefonate riscontrate dalla polizia - ma nulla di più. Dopo
l’interrogatorio, Zizu è stato riaccompagnato in carcere, dove attenderà la
conclusione della sua vicenda, per altro vicina: per lui si profila un patteggiamento.
Più complicato il caso del dipendente della farmacia di Villa Tarek Ed Banna. Assieme all’avvocato Alessio Giovannazzi è stato sentito dal Gip Riccardo Dies, ma si è avvalso della facoltà di non rispondere, più per motivi
di strategia difensiva, che di scelta personale. Perché lui ci teneva a ire che
nulla c’entra con le accuse mossegli
dalla procura. «Non ho mai fatto niente, c’era sempre la ricetta medica - ripeteva in attesa dell’arrivo del giudice, ad avvocato e pm - io non ho mai
fatto nulla di male». Per ora resta ai
domiciliari - è stata respinta infatti la
richiesta di revoca della misura cautelare - ma è chiaro che la difesa promette i dare battaglia su ogni capo
d’imputazione.
MORI
L’arte del marmo
Domani alle 20.30 in biblioteca
incontro sul Settecento artistico
lagarino e sulle famiglie di lapicidi
castionesi, i Benedetti e i Sartori.
Relatore Ezio Chini.
VOLANO
Dai campi alle trincee
Domenica alle 16 al teatro
parrocchiale di Volano spettacolo
storico realizzato dal Gruppo alpini
Verla «Dai campi alle trincee».
Ingresso a offerta: il raccolto servirà
per la costruzione della casa
polifunzionale a Rovereto sulla
Secchia colpita dal terremoto.
ALA
«Smetto quando voglio»
Stasera alle 20.45 al cinema teatro
Sartori riprende il cineforum del
Circolo Arci Avio-Ala, in
collaborazione con il comune. Il film
è «Smetto quando voglio»,
incentrato sul tema della crisi, della
disoccupazione e dei tagli alla
cultura, un tema trattato in modo
ironico e divertente.
Ala | Al via oggi il corso del «Kia team»: l’assessorato copre parte delle quote
Il Comune insegna alle donne a difendersi
ALA - Il Comune insegna a difendersi, con il corso anti-aggressione rivolto alle donne,
tenuto dall’associazione sportiva Kja team,in collaborazione con l’assessorato alle Pari
Opportunità, che copre parte
delle quote. Il corso parte oggi, ed è dedicato alle donne che
desiderano acquisire una maggior sicurezza di sé nella vita
quotidiana e prendere coscienza delle proprie potenzialità
per gestire alcune emergenze.
Il corso non necessita di particolari doti fisiche, l’età è preferibile dai 14 ai 50 anni e le partecipanti non potranno essere
più di una ventina. Il programma si struttura in 8 lezioni della durata di un’ora abbondante ciascuna (dalle 21 alle 22.15).
Nel dettaglio, tra teoria e pratica ci saranno focus sui tre ar-
gomenti affrontati: l’aspetto fisico della reazione a un aggressore, l’aspetto psicologico del
riscontro emotivo e l’aspetto
legale con alcuni cenni giuridici sull’uso della difesa personale. Gli istruttori del corso sono Manuel Zoara, presidente
di Kia Team e istruttore cintura nera II Dan Kickboxing
(FIKBMS CONI), e Norberto Bonomini, istruttore Federazione
Fight1 e allenatore del settore
giovanile e agonisti, nel settore kick/light contact k1.
Ulteriori info: www.kjateam.it
COMUNE DI POMAROLO Provincia di Trento
AVVISO
Variante n. 3 al P.R.G. di Pomarolo
IL SEGRETARIO COMUNALE
rende noto, ai sensi dell’art. 31 comma 3 e dell’art. 33 della L.P. di data 04 marzo
2008, n.1 e ss.mm., che con la deliberazione del Commissario ad Acta n. 1 di data
28.10.2014 è stata adottata in via preliminare la variante n. 3 al Piano Regolatore
Generale del Comune di Pomarolo. La variante n. 3 al Piano Regolatore Generale e la
documentazione che la compone, sono depositati presso gli uffici Comunali a dispo
sizione del pubblico per 60 giorni decorrenti dal 29.10.2014. Entro il suddetto perio
do di deposito, chiunque può prendere visione della documentazione nell’orario di
apertura al pubblico e presentare osservazioni nel pubblico interesse.
Pomarolo, 29.10.2014
IL SEGRETARIO COMUNALE dott.ssa Angeli Tiziana
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
361 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content