close

Enter

Log in using OpenID

clicca qui per visualizzare

embedDownload
CLASSE PRIMA
CLASSE PRIMA
ITALIANO
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:





Partecipa a scambi linguistici con compagni e docenti attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti;
si esprime verbalmente su vissuti ed esperienze personali con ordine logico/cronologico, manifestando proprie emozioni;
comprende semplici testi ascoltati e ne individua il senso globale e le informazioni principali;
legge brevi e facili testi per scopi pratici, di intrattenimento e di svago e ne individua gli elementi essenziali;
si esprime attraverso la lingua scritta con frasi semplici e compiute, strutturate in un breve testo, che rispettano le principali
convenzioni ortografiche;
 a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni.
Obiettivi di apprendimento
Contenuti
Attività
1. Ascoltare e parlare




Comprendere
gli
elementi Conversazioni e racconti.
essenziali di una storia.
Rispondere a domande per parlare Fonemi e grafemi vocalici
di sé.
Eseguire
semplici
consegne
Fonemi e grafemi: M, S, R e L.
dimostrando di averle comprese.
Cogliere il significato globale di
Ascolto di favole e storie.
Presentazione di se stessi
conoscenza dei compagni.
Individuazione delle vocali.
e














filastrocche.
Pezzi di parole: segmenti non sillabici e sillabe
Intervenire nel dialogo in modo
ordinato e rispettando l’argomento.
Comprendere una storia ascoltata
individuando gli elementi essenziali.
Interagire in una conversazione per
esprimere esperienze personali.
Cogliere il significato globale di
testi in versi.
Eseguire istruzioni per realizzare
manufatti.
Comprendere il significato globale
di filastrocche e individuare le parole in
rima.
Esprimere le proprie emozioni
attraverso linguaggi diversi.
Cogliere il significato globale di
filastrocche individuando gli elementi
essenziali relativi ai personaggi e alle loro
caratteristiche.
Eseguire semplici istruzioni.
Comprendere e riferire le azioni in
sequenza di una storia ascoltata.
In una storia individuare la
sequenza temporale delle azioni narrate.
Partecipare a scambi comunicativi
in maniera adeguata e pertinente.
Comprendere il senso globale di
una storia ascoltata.
Comprendere
una
storia
Famiglie di parole.
Individuazione di semplici parole
che iniziano per la vocale in esame.
Stampatello maiuscolo.
Individuazione delle consonanti.
Filastrocche.
Classificazioni (parole che iniziano
con …).
I colori dell’autunno.
Fonemi e grafemi: F, P, N e V.
Lettura di frasi.
Il
Natale:
storie,
racconti,
conversazioni, rappresentazioni.
Filastrocche.
Formulazioni di semplici frasi
Giochi di parole (cruciverba illustrati, anagrammi, corrette.
puzzle di parole), filastrocche e conte.
Ascolto di letture.
Racconti, poesie, filastrocche sul Natale.
Comprensione
sollecitata
di
domande – guida, di quanto
Fonemi e grafemi Z, D, B e T.
ascoltato.
Giochi linguistici.
Rappresentazione grafico-pittorica di un
racconto, di una poesia.
Composizione e scomposizione di parole.
I gruppi MP - MB.
Individuazione
di
vocali
consonanti all’interno di parole.
Racconti, poesie, filastrocche.
Lettura di sillabe.
e
individuando gli elementi essenziali relativi
ai personaggi e alle azioni svolte.
Fonemi e grafemi C e G.
La consonante H.
Parole con suoni duri e suoni dolci.
Il plurale delle parole.
I raddoppiamenti consonantici.
2. Leggere e scrivere







Riconoscere le vocali e alcune
consonanti sul piano grafico e fonico e
utilizzarle per completare parole.
Leggere globalmente semplici
parole.
Analizzare
le
parole
discriminando al loro interno “pezzi”
(segmenti anche non sillabici, sillabe) e
lettere.
Riconoscere
e
usare
lo
stampatello maiuscolo.
Riconoscere le consonanti sul
piano grafico e fonico.
Unire consonanti e vocali per
formare sillabe.
Unire sillabe per formare nuove
Il gioco della trasformazione:
consonanti e vocali cambiano la
grafica.
Disegnare oggetti che iniziano con
relative vocali e/o consonanti.
Giochiamo con
iniziano con…
le
parole
che
Avvio al carattere corsivo.
Scrivere semplici parole a partire
dalle sillabe conosciute.
I digrammi GL, GN, SC.
Abbinare l’immagine alla parola
giusta.
I gruppi SCA, SCO, SCU.
Il genere delle parole.
Famiglie di parole.
Gli elementi di un racconto.
Composizione di schede informative.
I gruppi CU, QU e CQU.
Individuare la corrispondenza tra
fonema e grafemi.
Ricercare e riconoscere
ricorrenti di parole.
pezzi
Identificare le parti mancanti delle
parole.
Ritagliare e comporre brevi frasi di
senso compiuto.
Le parole della famiglia “acqua”.
Comporre e scomporre parole.
Leggere frasi.
Parole capricciose.
Riconoscere
vocali
e
consonanti.
Articoli e uso dell’apostrofo.
Scrivere parole nuove a partire
da sillabe o segmenti non sillabici.
Riconoscere le lettere C e G e i
loro diversi suoni davanti alle vocali.
Uso di C’E’ – C’ERA.
Riconoscere la funzione grafica
della lettera H.
Riconoscere
la
diversa La divisione in sillabe.
articolazione dei suoni C e G davanti alle
Nomi e qualità.
vocali E-I e in presenza della lettera H.
Stabilire relazioni tra suoni e
Rielaborazione di storie.
lettere.
Eseguire esercizi di conversione
da un carattere all’altro.
Avvio alla punteggiatura.
parole.










Riconoscere e usare i suoni GL, Punto esclamativo e punto interrogativo.
GN, SC.






Utilizzare sillabe e segmenti La frase: nomi e azioni.
non sillabici per completare parole.
Leggere brevi frasi.
Il verbo avere.
Riconoscere le lettere Q – CQ e
associarle al relativo suono.
Discriminare la forma grafica
CU dalle forme QU – CQU.
Scrivere sotto dettatura brevi
testi.
Usare l’accento grafico e
l’apostrofo.
Elaborare
immagini.
brevi
didascalie
per

Completare un breve testo con
immagini.


Rispettare
le
convenzioni
ortografiche.
Usare i segni di punteggiatura.
LINGUA INGLESE
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:
 comprende e utilizza formule di saluto;
 sa presentarsi e chiedere il nome;
 comprende ed esegue semplici istruzioni;
 riconosce e utilizza gli elementi del lessico trattati durante l’anno;
 riconosce alcune parole scritte e le associa alle relative immagini;
 riproduce oralmente ritmi e suoni della Lingua 2 attraverso canti e filastrocche.
Obiettivi di apprendimento
Contenuti








Comprendere e saper usare
semplici forme di saluto.
Presentarsi e chiedere il nome.
Riprodurre i ritmi della lingua in
una canzoncina.
Comprendere e rispondere con
azioni a semplici istruzioni.
Riconoscere e saper nominare
alcuni elementi legati alla festività
di Halloween.
Riconoscere e pronunciare i nomi
dei colori.
Riconoscere e pronunciare le parti
del corpo.
Eseguire e dare istruzioni.
I saluti.
Attività
Interagire con i compagni salutando,
chiedendo loro il nome e presentandosi.
Lessico relativo a Halloween.
Recitare coralmente una canzone.
I colori.
Il lessico delle parti del corpo.
Il lessico relativo alla famiglia.
Presentazione di alcuni elementi relativi ad
Halloween.
Il lessico relativo agli oggetti scolastici.
Presentazione dei colori e nuove istruzioni
favorendone la memorizzazione con giochi di
gruppo.
Gli arredi dell’aula.
Risposte sintetiche a domande sui colori.
Il lessico relativo ai giocattoli.
Recitazione di una filastrocca.
Introduzione dei numeri e invito a contare in
modo corale e usando le dita.
















Riprodurre i ritmi della lingua Il lessico relativo al Natale e alla Pasqua.
attraverso una famosa canzone.
Comprendere e seguire istruzioni Il lessico relativo alle stagioni:
per disegnare e colorare.
Riconoscere e pronunciare i nomi
dei membri della famiglia.
Comprendere e rispondere a
semplici domande.
Presentare i membri della
famiglia.
Riconoscere e pronunciare i nomi
degli oggetti scolastici.
Riconoscere il lessico relativo
all’aula.
Ascoltare e comprendere una
semplice storia.
Comprendere
ed
eseguire
istruzioni per localizzare oggetti.
Identificare i numeri dall’1 al 10.
Rispondere a domande relative a
quantità.
Identificare giocattoli.
Esprimere possesso e descrivere
oggetti.
Riconoscere e pronunciare il
nome di alcuni simboli del Natale.
Ripetere formule augurali.
Riprodurre ritmi della lingua in
una canzoncina natalizia.
Introduzione dei nomi delle parti del corpo.
Canto e mimo di una canzone conosciuta.
Introduzione dei nomi dei componenti della
famiglia.
Richiesta del nome dei propri famigliari.
Presentazione del lessico relativo agli oggetti
scolastici e agli arredi dell’aula.
Presentazione del lessico relativo ai giocattoli
con giochi e flashcard.
Introduzione del lessico relativo al Natale e
alla Pasqua.
Conoscenza di tradizioni legate alle stagioni.





Riconoscere e nominare elementi
simbolici della Pasqua.
Usare formule augurali.
Identificare le stagioni e i
cambiamenti stagionali.
Identificare gli animali associati
alle varie stagioni.
Acquisire informazioni sulle
ricorrenze stagionali.
STORIA
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:
 riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita;
 riconosce ed esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio;
 usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate,
periodizzazioni;
Obiettivi di apprendimento
Uso delle fonti
 comprendere che da documenti,oggetti,te=
stimonianze e immagini possono essere
ricavate informazioni sul passato recente
 individuare le tracce e usarle come fonti
per produrre conoscenze sul passato recente
Contenuti
Attività
 Il primo giorno di scuola(il ricordo e la ricerca di  ricordare il primo giorno di
tracce).
scuola
 Osservazione e analisi di fotografie e immagini.
 ricercare tracce e produrre infor=
mazioni a partire da esse
 Riordino di sequenze.
 far cercare ai bambini varie fonti
 Individuazione di tracce di vario tipo.
 Le fonti.
 La successione di avvenimenti.
 Le tracce.
Organizzazione delle informazioni
 riconoscere durate e periodi in espe=
 rienze vissute e narrate
riconoscere relazioni di successione e
di contemporaneità,cicli temporali,muta=
menti,permanenze in fenomeni ed
esperienze
vissute e narrate







La giornata scolastica.
La durata e il periodo.
La settimana.
Le scansioni di una giornata.
Il calendario delle attività scolastiche.
Il ciclo della settimana.
La contemporaneità.
 Rilevare le idee che i bambini
si sono fatti sulla durata di una
giornata scolastica
 identificare le azioni rituali
 confrontare la breve esperienza
della scuola primaria con
l’esperienza
della scuola dell’infanzia ed

organizzare le conoscenze acquisite in
semplici schemi temporali




Le stagioni dell’anno e i mesi.
Il ciclo delle stagioni.
La scansione dei mesi.
Indicatori topologici:simboli e legende.
eviden=
ziare somiglianze e differenze
 partire dall’osservazione diretta
del sole per far comprendere lo
scorrere del tempo
 partire
dalle
conoscenze
relative alle stagioni e al tempo
ciclico
per realizzare una mappa comune
 evidenziare le caratteristiche
delle stagioni per elaborare un
grafico temporale per comparare
la ciclicità delle stagioni e i mesi
dell’anno
 ricostruire l’esperienza comune
di classe prima:raccogliere le
tracce,produrre
informazioni
mediante il loro uso,classificandole
per temi e rappresentandole in
schemi temporali per elaborare un
racconto
 condividere il proprio racconto
con compagni di altre classi
Strumenti concettuali
 avviare la costruzione dei concetti
fondamentali della storia:famiglia,grup=
po,regole,agricoltura,produzione...
 selezionare gli aspetti più significativi
del passato da ricostruire
 comprendere la funzione e l’uso degli
strumenti convenzionali per la misurazione


I
concetti
fondamentali
della
storia:famiglia,gruppo,regole.
Il passato recente attraverso l’uso di strumenti
convenzionali:calendario,linea del tempo,orologio.
 far elaborare linee del tempo
personali e compararle
 usare strumenti di tempo
convenzionali e comprenderne la
funzione
 usare stumenti di tempo
convenzionali e non per
ricostuire il passato
e la rappresentazione del tempo(calendario e
linea del tempo)
Produzione scritta e orale
 rappresentare conoscenze e concetti ap
presi mediante racconti orali e disegni
 rappresentare graficamente e verbal=
mente le attività,i fatti vissuti e narrati e
definire durate temporali




Giochi didattici.Schede operative.
Esposizioni orali.
Rappresentazioni grafiche e iconografiche
.Gli indicatori temporali.
 Creare un clima sereno per
esprimere le proprie sensazioni ,
esporle oralmente e rappresentarle
graficamente
GEOGRAFIA
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:
 si orienta nello spazio circostante;
 realizza semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progetta percorsi.
Obiettivi di apprendimento
Orientamento
 muoversi consapevolmente nello spazio cir=
costante utilizzando punti di riferimento e gli
indicatori spaziali(sopra,sotto,davanti,dietro..)
Linguaggio della geo-graficità
 leggere ed interpretare la pianta dello spazio
vicino,basandosi su punti di riferimento fissi
 riconoscere nel proprio ambiente di vita le
funzioni dei vari spazi
Paesaggio
 esplorare il territorio circostante attraverso lo
Contenuti

Analisi di immagini che riproducono
ambienti diversi. Indicatori spaziali.
Attività





Mappe e percorsi. Punti di riferimento fissi.
Conoscenza e rappresentazione dei vari
ambienti noti. La funzione dei vari spazi.
Esplorazione del territorio circostante
attraverso i 5 sensi.Sopralluoghi nei vari


affrontare i concetti topologici
spaziali,attraverso
giochi
di
movimento
discriminare lo schieramento in fila
in riga
partire dall’osservazione del sole per
orientarsi nello spazio circostante
riflettere sulla funzione dei vari
spazi:casa,scuola,quartiere.
 fare osservare e registrare le posizioni
del sole

approccio senso-percettivo e l’osservazione
diretta
conoscere
l’ambiente
circostante,
rispettandolo
Regione e sistema territtoriale
 tracciare percorsi effettuati nello spazio
circostante
 utilizzare mappe di spazi noti che si formano
nella mente




ambienti.Giochi
psico-motori
per
conoscere
e
rispettare
l’ambiente
circostante.
Educazione ambientale.
Percorsi e mappe mentali.
Rappresentazioni cartografiche.
Successione di movimenti in relazione
all’ambiente circostante.
 usare gli indicatori spaziali per rap=
presentare graficamente esperienze
motorie e manipolative
 sensibilizzare gli alunni al rispetto e
alla tutela dell’ambiente
 organizzare giochi e percorsi motori
per riflettere sull’importanza delle
regole
 rappresentare mappe mentali e
confrontarle con rappresentazioni
cartografiche di ambienti conosciuti
MATEMATICA
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:









legge e scrive i numeri naturali senza limiti prefissati;
riconosce il valore posizionale delle cifre in numerali che possono rappresentare grandezze relative alla sua esperienza;
calcola addizioni e sottrazioni;
risolve problemi riconoscendo da solo quale operazione è più adatta;
compie le prime osservazioni relative alla geometria riconoscendo figure bidimensionali (2D) e tridimensionali (3D) e
indicando alcune loro caratteristiche proprie;
individua e descrive relazioni tra elementi di fi gure bidimensionali (2D) e tridimensionali (3D);
riconosce simmetrie assiali e traslazioni;
in contesti opportuni, riconosce se un evento casuale è possibile e, nel caso che sia possibile, se è certo;
riconosce in un oggetto alcune grandezze misurabili.
Obiettivi di apprendimento
1. Numeri
 Contaretti o eventi, con
la voce e mentalmente in
senso progressivo e regressivo

Leggere e scrivere i numeri
Contenuti
Attività

 Costruzione di insiemi
Conservazione e confronto
di quantità
 I numeri naturali da 0 a 20
 La regola del + 1 e – 1.
 Lettura e scrittura di
numeri naturali sia in cifra
che in lettere
naturali in notazione decimale,
con la consapevolezza del
valore che le cifre hanno a
seconda della loro posizione;
confrontarli ed ordinarli anche
rappresentandoli sulla retta

Eseguire mentalmente
semplici operazioni con i
numeri naturali e verbalizzare
le procedure di calcolo
 La successione: precedente
e successivo
 Il numero 0
 La linea dei numeri
 Simboli > < =
 Tecniche per sommare
 Tecniche per sottrarre
 Relazioni inverse tra
addizione e sottrazione
 Basi diverse; la base 10
 La decina. Il valore
posizionale
 Conoscenza dei numeri
naturali: aspetto ordinale e
cardinale
 Giochi e attività sulla linea
dei numeri
 Comparazione di quantità:
maggiore, minore e uguale
 Raggruppamento e
riconoscimento in basi
diverse
 Esecuzione di semplici
addizioni e sottrazioni con
metodi e strumenti diversi

 Numeri pari e numeri
dispari
Numeri cardinali e ordinali
2. Spazio e figure
 Comunicare la posizione di
oggetti nello spazio fisico, sia
rispetto al soggetto, sia rispetto
ad altre persone o oggetti,
usando termini adeguati
(sopra/sotto, davanti/dietro,
destra/sinistra etc.)
 Eseguire un semplice percorso
partendo dalla descrizione
verbale o dal disegno,
descrivere un percorso che si
sta facendo e dare istruzioni a
Piano quadrettato
 Il quadrato, triangolo,
rettangolo, cerchio
 Figure solide nella realtà
quotidiana
 Esecuzione, rappresentazione e
verbalizzazione di percorsi
 Realizzazione di percorsi sul
piano quadrettato
 Localizzazione di oggetti sul
piano quadrettato
 Riconoscimento e riproduzione
di figure piane
 Individuazione delle principali
caratteristiche di figure solide e
piane
qualcuno perché compia un
percorso desiderato
 Riconoscere, denominare e
descrivere figure geometriche
3. Relazioni, dati e previsioni
 Comunicare la posizione di
oggetti nello spazio fisico, sia
rispetto al soggetto, sia rispetto
ad altre persone o oggetti,
usando termini adeguati
(sopra/sotto, davanti/dietro,
destra/sinistra etc.)
 Eseguire un semplice percorso
partendo dalla descrizione
verbale o dal disegno,
descrivere un percorso che si
sta facendo e dare istruzioni a
qualcuno perché compia un
percorso desiderato
 Riconoscere, denominare e
descrivere figure geometriche




 Connettivi logici (e, o, non)
Ideogrammi, istogrammi
Criteri di classificazione
Situazioni problematiche
quotidiane
 Osservazione, descrizione e
confronto di oggetti
 Classificazione in base a un
attributo
 Individuazione e risoluzione
di situazioni problematiche
concrete in un contesto di
vita quotidiana
 Svolgimento di semplici
indagini statistiche e relativa
rappresentazione
SCIENZE E TECNOLOGIA
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:





sviluppa un atteggiamento di curiosità e di ricerca esplorativa;
riconosce diversi tipi di materiali;
distingue esseri viventi e cose non viventi;
riconosce e distingue animali domestici, frutti e piante e ne nomina le parti;
progetta, sperimenta e riflette provando a generalizzare.
Obiettivi di apprendimento
1. Esplorare e descrivere
oggetti e materiali
 Individuare qualità e proprietà
di oggetti e materiali
Contenuti
Attività
 Le caratteristiche fisiche dei
materiali più utilizzati
(duro/morbido/liscio...)
Esperienze indotte e semplici
esperimenti attraverso l'uso dei
sensi
 Le caratteristiche funzionali
dei materiali e degli oggetti
 Tabulazione dei dati

Realizzazione di cartelloni
 I cinque sensi
2. Osservare e sperimentare
sul campo
 Criteri di classificazione
 Misurazione con strumenti
empirici

Riconoscere grandezze da
misurare
 Esplorare il mondo attraverso i
cinque sensi
 I cinque sensi
 Il tutto e le parti
 Riconoscimento delle
informazioni che provengono
dai cinque sensi
 Rilevazione del tempo
atmosferico
 Operare classificazioni
 Rilevare i fenomeni
atmosferici
3. L’uomo, i viventi e l’ambiente
 . Riconoscere le diversità dei
viventi
 Esseri viventi e non viventi
 Il ciclo vitale di un vegetale
 Comportamento di animali e
piante durante le stagioni
dell'anno
 Lavori di ritaglio e formazione
di insiemi
 Osservazioni di piante
 Esperimenti di semina
 Tabulazione dei dati
 Conversazione, letture e
visione di filmati
ATTIVITA’ ESPRESSIVE
Traguardi di sviluppo delle competenze
L’alunno:
 esplora, discrimina ed elabora gli eventi sonori;
 articola combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche applicando schemi elementari;
 osserva, esplora, descrive e interpreta la realtà diretta e quella mediata;
 rielabora in modo personale le immagini con diverse tecniche, materiali e strumenti;
 è consapevole di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali;
 utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d’animo
Obiettivi di apprendimento
Contenuti
 La fonte sonora
1. musica
 Il silenzio
Esplorare dal punto di vista acustico le
 Il paesaggio sonoro
diverse possibilità espressive di oggetti.
 Esplorare il mondo sonoro
 Individuare la fonte di un suono
 Esplorare, discriminare ed elaborare
eventi sonori
 Gestire diverse possibilità espressive

 Durate, timbri e intensità
 Oggetti quotidiani per produrre i
suoni.
 Suoni e ritmi con il corpo.
 Filastrocche e canzoni.
 Storie sonorizzate
Attività
 Uso consapevole del suono e
del silenzio
 Conoscenza del possibile
rapporto tra segno e suono
 Lettura e riproduzione di ritmi,
anche in gruppo
 Discriminazione di timbri
differenti
 Discriminazione delle diverse
della voce
sonorità corporee
 S (mani, piedi,
ecc.)
u
 Discriminazioneo ed
utilizzazione di ndiverse
sonorità vocali (parlato,
i
sussurrato, urlato, cantato)
 Ascolto attento e consapevole
di alcuni, facili ebrani musicali
 Memorizzazione di semplici
r
brani vocali
u
m
o
r
i
 Eseguire ritmi
 Eseguire da solo o in gruppo brani vocali
2. Immagine
Guardare
e
osservare
con
consapevolezza l’ambiente
 Elaborare creativamente produzioni
personali per esprimere sensazioni
ed emozioni
 Sperimentare strumenti e tecniche
diverse per realizzare prodotti grafici
 Osservare
con
consapevolezza
immagini
e
oggetti
presenti
nell’ambiente
 Osservare la realtà e rielaborarla
creativamente secondo formulazioni
figurative originali
 Lo spazio aula, gli spazi interni
ed
esterni
dell’edificio
scolastico
 Utilizzo in senso espressivo di
oggetti e materiali di uso
quotidiano
 Uso di materiali per la
creazione di oggetti dono.
 I colori, le forme, il puntinismo,
il frottage, le composizioni
astratte.
 Il disegno e la colorazione su
supporti diversi.

Osservazione dell’ambiente scolastico e
rappresentazione secondo il proprio punto di vista
 Esplorazione delle potenzialità espressive
di oggetti e materiali di uso quotidiano

Creazione e confezionamento di cartoncini
augurali e/o doni da regalare in occasioni speciali

Utilizzo di tecniche grafico-pittoriche
3. Educazione fisica
Organizzare il proprio movimento nello
spazio in relazione a sé, agli oggetti, agli
altri.
 Padroneggiare schemi motori e
posturali in rapporto alle variabili
spaziali e temporali.
 Utilizzare il linguaggio corporeo
per comunicare e d esprimere
stati d’animo
 Utilizzare il corpo con modalità
espressive attraverso forme di
drammatizzazione
 Coordinare e utilizzare diversi
schemi corporei in forma di
successione.
 Partecipare attivamente alle varie
forme di gioco collaborando con
gli altri.
 I
movimenti
e
gli
spostamenti
 L’orientamento
 Il gioco dei mimi
 I giochi di ruoli
 Le drammatizzazioni
 Giochi di movimento e di
coordinazione
 Giochi di squadra
 La coordinazione posturale






Eslplorazione degli ambienti scolastici
Utilizzo di motricità diverse
Drammatizzazione di piccole storie
Successioni di sequenze ritmiche
I percorsi
Giochi: ghiaccio-sole; ruba bandiera degli animali;
il cacciatore; la staffetta.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
462 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content