close

Enter

Log in using OpenID

Crociato Ottobre.indd - Fraternità Sacerdotale San Pio X

embedDownload
IL CROCIATO
Organo della Crociata Eucaristica Italiana
Anno XXVIII - n. 10
Ottobre 2014
Prega
Sacrificati
Comunicati
Sii Apostolo
2
Il Crociato
La lettera del vostro Cappellano
Cari Crociati,
la Crociata Eucaristica è una vera
battaglia! Come sapete bene, non si
combatte una battaglia senza armi,
e del resto una battaglia spirituale si
combatte con armi spirituali.
Ora, noi tutti abbiamo a disposizione
un’arma fondamentale: il Santo Rosario.
Le nostre anime si salveranno con la preghiera, in particolare
con questa preghiera così cara alla Madonna; le anime dei nostri
cari, quelle dei nostri amici e dei poveri peccatori ugualmente
hanno bisogno delle nostre preghiere, dei nostri rosari continui.
Ma ricordatevi che il Santo Rosario ha permesso di vincere
anche una battaglia “materiale”: quella che si combatté a Lepanto, nel mese di ottobre 1571.
Infatti, mentre le navi dell’esercito cristiano si preparavano
con i loro cannoni ad affondare le navi dei turchi musulmani che
volevano invadere l’Europa e conquistarla, il Papa San Pio V, dai
suoi palazzi vaticani, recitava senza posa il Rosario. La Madonna premiò questa sua devozione: concesse la vittoria ai cristiani,
grazie soprattutto alla preghiera del Sommo Pontefice. I Turchi
smisero così di minacciare l’Europa cristiana.
In questo mese di ottobre, allora, particolarmente dedicato al
Santo Rosario, recitiamo con fervore questa preghiera e facciamolo più spesso, per invocare la protezione della Madre Celeste
su di noi e sui nostri cari.
Vi benedico insieme alle vostre famiglie.
Ottobre
3
I miei quindici minuti di silenzio
La preghiera
❁ Devi cambiare in preghiera anche le tue occupazioni come la scuola, il lavoro, il gioco. Occorre, però,
che tu le faccia con retta intenzione, il meglio possibile,
e in unione a Gesù, elevando
di frequente la tua mente al
Signore. È così che fai?
❁ Sii convinto che la preghiera è la tua arma, è il tuo
cibo quotidiano. È un’arma
silenziosa, che non fa rumore; colpisce a grandissima
distanza, più in là dei cannoni di marina; va più lontano
dei più potenti trimotori, più
lontano dei missili intercontinentali, e colpisce sempre e
colpisce giusto. È l’arma dei
forti, dei vincitori.
❁ Le tentazioni, specialmente quelle contro la bella
virtù, non si vincono senza
la preghiera. “Questo genere
di demoni non si scaccia che
con la preghiera e col digiuno”. (Vangelo)
❁ Chiedi ogni giorno a
Gesù la grazia d’essere puro.
Quando soprattutto la tentazione ti assale – un pensiero
insistente, una brutta immagine, un discorso cattivo, un
compagno vicino – allora,
apri il tuo cuore a Gesù, e
diGli: “Vedi, o Gesù, come
sono tentato? Aiutami! Io
voglio restare con Te!”.
❁ Prega, dunque, prega
molto, perché la preghiera è
il mezzo più potente che tutti
i Santi hanno usato per vincere e trionfare di ogni difficoltà e tentazione. Con la
preghiera vincerai anche tu,
e nelle difficoltà della giornata sentirai la protezione di
Gesù e di Maria che tu hai
invocato, pregando!
Proposito: Stai più unito a
Gesù servendoti delle giaculatorie, e sta attento a fare bene,
adagio, il segno della Croce.
4
Il Crociato
Il Rosario di
una vecchia irlandese
Una nobile e ricca dama inglese, protestante convinta, accostò un giorno una povera vecchietta irlandese, che stava recitando
il suo Rosario; nella speranza di convertire quella ‘povera creatura ignorante’,
le chiese il perché di quella stupida
preghiera.
“Questa stupida preghiera come
Lei la chiama, signora, è per me
una gioia e una grande consolazione. Quando sono triste e afflitta mi consola e quando sono
contenta, mi dà ancora più gioia
e piacere. Come potrebbe essere
stupido, signora, parlare alla Santa Madre di Dio?”.
“Ebbene”, rispose Lady Beatrice Allen - convinta di sentire un sacco di superstizioni - mi potrebbe spiegare ciò che
vuol dire con questo?”.
La spiegazione del Rosario che le dette la povera venditrice di legumi fu talmente chiara e impressionante, che
la nobile signora inglese si fece istruire e fu ricevuta nella
Chiesa cattolica già alla fine dell’anno!
Ecco brevemente il sermone che predicò questa vecchietta illetterata. Il Rosario in mano, mostrò il crocifisso a Lady
Beatrice dicendo:
“Quando dico il mio Rosario, signora, inizio baciando le
Ottobre
5
cinque piaghe di Gesù Cristo come lo fece la Sua Santa Madre quando Lo discesero dalla Croce per deporlo nelle Sue
braccia. Lo ringrazio di tutto quello che ha sofferto per me
e Lo supplico di perdonare i miei peccati e di portarmi in
Cielo dopo la mia morte.
Dopo, come può vedere, signora, ci sono due parti nel
Rosario: una è piccola ed ha solo cinque grani. Questo mi
dice che la vita è breve, che le mie sofferenze saranno presto
finite e che farei bene a prepararmi, perché potrei morire da
un momento all’altro e prego per una santa morte.
La parte più grande è qui, con le cinque decine, che mi
ricordano che la vita futura non finirà mai. Mi dico allora,
fa ben attenzione, di andare in Cielo e non all’Inferno! E mi
sforzo di essere buona e di non offendere Dio.
Sui grani grandi diciamo il PADRE NOSTRO, la preghiera che Dio
stesso ci ha insegnato. È sicuro
che ci ascolta, perché ce l’ha
promesso. Oh, che bella preghiera, e come la dico volentieri! Pensare che Dio è mio
Padre! Questo è sufficiente per
rendere felici chiunque!
Sui grani piccoli diciamo
l’AVE MARIA, ed anche questa
preghiera ci viene da Dio perché sono le parole che l’Arcangelo Gabriele ha detto
alla Madonna quando le
6
Il Crociato
annunciò che doveva essere Madre di Dio. Come la Vergine
Maria deve essere contenta di riascoltare queste stesse parole! Lei è mia Madre ed io le domando di dare anche a me un
po’ della sua gioia e della sua santità perché una vera madre
dà tutto ai suoi bambini.
Nell’Ave Maria domando anche alla
mia Beatissima Madre di pregare per me,
sua povera bambina, durante questa vita
dura e stancante, di aiutarmi in tutte le
mie piccole difficoltà.
Le voglio spiegare adesso, che mentre
diciamo queste sante preghiere pensiamo a Nostro Signore che si è
fatto Uomo ed ha vissuto 33 anni
sulla terra. Chiamiamo questi i
Misteri gaudiosi.
In seguito pensiamo alle Sue
terribili sofferenze e alla Sua
Morte in Corce. Questi sono i
Misteri dolorosi. La povera vecchietta, nel parlare della Passione e Morte di Gesù divenne particolarmente eloquente e
dai suoi occhi cadevano le lacrime.
Finalmente signora, gloria a Dio, pensiamo a Gesù che è
risuscitato dai morti ed è salito in Cielo. Questi sono i Misteri
gloriosi.
Ma prima di partire, disse a Pietro e agli altri Apostoli che
avrebbe inviato loro lo Spirito Santo per confortarli e consolarli e che Lui stesso sarebbe rimasto sempre presente in
mezzo a noi per aiutarci.
Ottobre
7
Ed in verità è presente nel Santissimo Sacramento che abbiamo nella Chiesa. Io vado a Messa tutte le mattine e anche
se sono povera e cattiva, il Sacerdote mi dice che devo ricevere la
Santa
Comunione.
Lady
Beatrice
ascoltava con
grande
ammirazione e
domandò
alla vecchietta: “Chi le ha insegnato tutte queste belle cose?”.
“Sono le Religiose da noi in Irlanda quando andavo a
scuola, poi il Parrroco, che Dio lo benedica. Ci sapeva fare
con il Buon Dio, e spiegava tutte le cose in una maniera molto
chiara”.
La stessa Lady Beatrice ci raccontò la storia della sua conversione. Tuttora tiene al braccio il Rosario della vecchia Irlandese. Ci tiene come ad uno dei suoi beni più preziosi.
Questa storia ci mostra come il Rosario può dare anche ai
fedeli più umili una coscienza ed una comprensione chiarissima dei Misteri della nostra Fede.
Tratto da: LE SECRET DE LA PRIÈRE del R. P. Paul O’Sullivan, o.p. (E.D.M.)
8
Il Crociato
La Sacra Scrittura
Samuele, il piccolo Profeta (I Re II, 23 fino alla fine)
Avete sentito che Samuele stava col vecchio Eli in Silo,
abitavano in una tenda vicina al tabernacolo.
Eli aveva due figli, che erano sacerdoti ed offrivano sacrifici sull’altare, ma purtroppo erano cattivi. Non amavano
Dio, pensavano sempre a mangiare e a divertirsi, e non davano retta al loro padre. Eli era troppo buono; non castigava
i suoi figli cattivi, e faceva male.
Conosceva i peccati
che commettevano
i suoi figli, e diceva loro: “Perché
fate il male? Tutti
mi parlano della
vostra malvagità.
O figli miei, il Signore sarà sdegnato con voi, e vi punirà!”.
Ma i figliuoli di Eli non badavano agli avvertimenti del
padre e continuavano nella loro cattiva condotta.
Sentite ora ciò che avvenne a Samuele.
Una sera il vecchio Eli era a letto; il piccolo Samuele dormiva in un altro letto poco distante da lui. Samuele udì una
voce che disse: “Samuele, Samuele!”.
Egli, credendo che Eli lo chiamasse, rispose: “Eccomi!”.
E scese dal letto, corse da Eli per sapere che cosa voleva.
Ottobre
9
Vedete che buon bambino era Samule, e com’era pronto a
obbedire ad Eli.
Ma Eli disse a Samule: “Non ti ho chiamato”. E Samuele
tornò a letto.
Poco dopo Samuele udì di nuovo chiamare: “Samuele!”.
Egli tornò da Eli e gli disse: “Eccomi! La tua voce mi ha
chiamato”.
Ma Eli rispose: “Non ti ho chiamato, figliuol mio, va a
letto”. Allora Samuele
tornò a letto, ma poco
dopo udì di
nuovo una
voce che diceva: “Samuele!”.
Sicuro che
fosse Eli che
chiamava, si portò da lui e gli dise: “Eccomi, poiché tu mi
hai chiamato!”. Questa volta Eli conobbe chi era Colui che
chiamava Samuele.
Gli disse di tornare a letto e se mai udisse quella voce,
di rispondere: “Parla, Signore, che il tuo servitore ascolta”.
Samuele doveva dirsi servitore di Dio.
Samuele dunque tornò a letto, e il Signore lo chiamò come
le altre volte: “Samuele, Samuele!”. Allora egli ripose: “Parla, Signore, che il tuo sevitore ascolta”.
Iddio non aveva mai parlato a Samuele, e questo doveva
desiderare di sapere ciò che gli voleva dire il Signore. Pur-
10
Il Crociato
troppo era una cosa dolorosa e terribile per Eli.
Iddio disse a Samuele, che ben presto avrebbe punito i
figli di Eli per la loro malvagità, e che era scontento di Eli
perché non li aveva castigati.
Samuele era dolente di dover dire ad Eli che Dio era scontento di lui. Venuta la mattina, Eli
lo chiamò, poiché voleva sapere
quello che Dio gli
aveva detto, e lo
pregò di manifestargli ogni cosa,
e non nascondergli nulla.
Ed il piccolo Samuele raccontò ad Eli tutto quello che
Dio gli aveva detto. Come doveva essere dolente Eli quando
seppe che il Signore voleva punire i suoi figliuoli, e che era
scontento di lui! Comunque rispose con dolcezza: “Faccia
il Signore quello che gli parrà bene”. Eli amava veramente
Dio, sebbene avesse qualche volta peccato.
Dopo ciò Iddio parlò spesso a Samuele, e gli anunciò
come avrebbe punito i malvagi. Samuele riferiva al popolo
le cose che Dio gli diceva, e quello che Samuele diceva, si
avverava sempre. Samuele era un Profeta; Profeta è colui al
quale il Signore dice le cose che devono accadere.
Il popolo prestava grande attenzione alle parole di Samuele; ma tuttavia molti continuarono nella loro malvagità.
Il popolo di Silo era cattivissimo, e Dio determinò di punirlo
insieme coi figliuoli di Eli.✦
Ottobre
Cr
ocia
11
a
n
a
li
ta Eu
caristica Ita
Nuove Entrate
CAMPO
“MADONNA DI FATIMA”
PAGGIO
CROCIATO
CROCIATO
CAMPO
“SANTA MARIA GORETTI”
DAMIGELLA
Andrea Brandovardi
Mattia Bierer
Giovanni Bergamini
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
Azzurra Mazzasette
Gemma D’Amico
Charlotte Bierer
Elena Pasqualetti
Agata Ruggeri
Letizia Consonni
Sofia Biandolino
Flavia Del Duca
Agnese Moretti
Martina Passiatore
12
Il Crociato
DAMIGELLA D’ONORE
1. Trofimena Stellamaris
Aceto
2. Sofia Cabiati
3. Angelica Barbacci
4. Agnese Pepa
5. Cecilia Colombo
6. Melissa Barbacci
7. Letizia Maria Venturini
8. Giovanna Cinto
DAMA DELLA CROCIATA
1.
2.
3.
4.
Sara Ruggeri
Maria Aurora Pepa
Annamaria Rita Aceto
Selina Fiorin
Nostra Signora di Lanka
La Madonna che vedete in prima copertina, è la Patrona dello Sri
Lanka - sentiamone la storia:
Nei primi anni 40, durante la seconda guerra mondiale,
l’Arcivescovo di Colombo Jean Marie Masson (OMI), per
timore che l’isola venisse devastata, promise alla Madonna
di erigere una Basilica a Lei dedicata e di proclamarla come
Nostra Signora di Lanka, se avesse salvato la Patria dalla
guerra.
Nel pieno della guerra, il 15 aprile del 1942, all’improvviso degli aerei nemici sorvolarono la capitale per bombardarla, e già avevano individuato degli obiettivi strategici, quando, nessuno sa spiegarsi il perché, gli aerei si allontanarono
senza aver gettato nemmeno una bomba! Ancora oggi gli
Ottobre
13
esperti di guerra non sanno spiegarsi questo mistero e lo definiscono un incredibile
incidente.
Il 5 Febbraio del 1943 il Papa Pio XII ha
proclamato la Madonna come Patrona del
paese.
La statua fu da lui benedetta nel 1952 e
rappresenta la Madonna col Bambino in
braccio, per dimostrare che Lei è la Madre di Dio. Il Bambino ha in una mano il
Rosario e con l’altra mostra Sua Madre per insegnarci che il
Rosario è l’unico mezzo per avvicinarla. I piedi della statua
sono ornati con tre foglie e fiori dell’albero nazionale dello
Sri Lanka. La purezza del bianco fiore, che si chiama “Na”,
simbolizza la castità della Beatissima Vergine.
Tesoro Spirituale di Maggio 2014
Tesori
ricevuti
Offerte
della
giornata
Sante
Messe
Comunioni
Sacramentali
Comunioni
Spirituali
Sacrifici
Decine
di S.
Rosario
Visite
al SS.
Sacramento
15 minuti di
silenzio
Buoni
esempi
11
305
112
101
506
630
1539
463
240
568
Tesori
ricevuti
Offerte
della
giornata
Sante
Messe
Comunioni
Sacramentali
Comunioni
Spirituali
Sacrifici
Decine
di S.
Rosario
Visite
al SS.
Sacramento
15 minuti di
silenzio
Buoni
esempi
9
241
61
55
117
314
1346
63
79
248
Tesori
ricevuti
Offerte
della
giornata
Sante
Messe
Comunioni
Sacramentali
Comunioni
Spirituali
Sacrifici
Decine
di S.
Rosario
Visite
al SS.
Sacramento
15 minuti di
silenzio
Buoni
esempi
8
253
158
132
224
482
1595
392
121
390
Tesoro Spirituale di Giugno 2014
Tesoro Spirituale di Luglio 2014
14
In questo ingarbugliato disegno si possono riconoscere con un po’ di buona
volontà tutte le lettere maiuscole dell’alfabeto!
eli
ng
A
i
l
g
no
do
Qu
an
do ri
Il Crociato
A SCUOLA
- Chi vinse la battaglia di Canne?
- I cannibali.
- Qual è il superlativo di malato?
- Morto.
- Quante sono le parti del mondo?
- Sono cinque.
- Dimmele.
- Una due tre quattro cinque.
- Quanti figli ha avuto Eva?
- Tre
- Quali?
- Evo antico, Evo medio,
Evo moderno.
- Che cosa significa la frase: l’uovo di
Colombo?
- Significa uno sbaglio, perché era
invece un uovo di gallina.
“Perché in questo
paese non si ha carne fresca
tutti i giorni?”. “È un paese piccolo, non si può ammazzare ogni giorno
un manzo” risponde il macellaio.
“E voi ammazzatene mezzo!”.
IL CROCIATO – Poste italiane Sped. Abb. Post. DL 353-2003 (Conver. In legge 27/02/2004 n° 46)
art. 1 com. 2 – DCB Roma – Aut. di Velletri n. 7/11 del 08/04/2011 – Dir. Resp. Don Giuseppe Rottoli –
Stampato in proprio al Priorato di Albano Laziale – Via Trilussa, 45 – 00041 Albano Laziale (RM) –
Tel. 06.930.68.16. Sito internet: www.sanpiox.it – e-mail: [email protected]
Ottobre
15
Intenzione per il mese di Ottobre 2014
PER LE MISSIONI
Nel XVII secolo, viveva lungo la costa delle
Indie, una tribù selvaggia e disprezzata da
tutti: “gli Intoccabili”; gli Indù stessi
rifiutavano di frequentarli. Per vivere,
pescavano conchiglie nella speranza
di trovare delle belle perle da vendere.
Un uomo solo non ebbe paura di avvicinarli, di tendere loro la mano
per mostrare a loro il Cielo e questa mano che ha battezzato, assolto,
benedetto... tanti Intoccabili, è adesso ornata da gioielli e posta in un
reliquiario splendido nella chiesa del Gesù al centro di Roma. Avete
riconosciuto, cari Crociati, quest’uomo? È San Francesco Saverio, il
grande Apostolo delle Indie!
Come fece per ammansire questo popolo? Ogni mattina, faceva
suonare la sua campanella sulla spiaggia; vestito di una tonaca molto
consumata, il suo crocifisso in mano, cominciava a predicare il Nome
di Gesù; questi uomini vestiti di perizoma e turbante, scoppiavano in
sonore risate; ma nonostante le sgarberie e i sassi... Francesco ritornava ogni mattina, sorridente, continuando instancabilmente: “Gesù si
Continua
“Il Crociato” è il bollettino ufficiale della Crociata Eucaristica, opera spirituale
per la santificazione dei bambini e dei ragazzi, al servizio dei grandi bisogni
della Chiesa.
◊ Il bollettino è inviato gratuitamente.
Chi volesse contribuire alle spese di stampa e di spedizione può inviare un‛offerta tramite la posta, al CCP n. 61417002 intestato a Ass. Fraternità San Pio
X, indicando nella causale: PER IL CROCIATO. Coloro che non fossero interessati a ricevere il bollettino sono invitati gentilmente a segnalarlo.
◊ Ecco il nostro indirizzo:
CROCIATA EUCARISTICA ITALIANA
VIA TRILUSSA 45
00041 ALBANO LAZIALE (ROMA)
Tel. 06 930 6816
Fax 06 930 5848
e-mail: [email protected]
L’intenzione del mese
Per le Missioni
è fatto uomo per voi; per salvarvi, per
portarvi al Cielo”. A volte c’era silenzio;
qualche indiano ascoltava questo straniero sì buono, dagli occhi sì brillanti,
che mangiava come
loro pesce secco, dormiva sulla nuda terra
e pregava così tanto
questo Dio che loro non
conoscevano.
In un primo tempo si convertirono i
bambini, ricevettero il
Battesimo e portarono
i loro genitori al vero Dio attraverso i
loro esempi, la loro preghiera e i loro
sacrifici: “Le assicuro, scriveva il nostro
Santo al suo Superiore Sant’Ignazio a
Roma, che il diavolo riceve da questi
bambini più ingiurie che non ha ricevuto onori. Bisogna vederli calpestare gli
idoli, strappargli il naso, gli occhi, sputarci sopra. È magnifico vedere come
i bambini vendicano i loro genitori del
demonio che ha spinto tanto l’audacia
fino a farsi adorare da loro”.
Presto tutta la tribù dei Paravi chie-
se il Battesimo...; attraverso il suo apostolo, il Cuore di Gesù aveva toccato il
cuore degli Intoccabili.
Cari Crociati, il mese d’ottobre è dedicato in particolar modo
alle missioni. Allora, pregate il Buon Dio affinché
susciti dei santi missionari
ardenti di zelo come San
Francesco Saverio. E poi,
oggi, i missionari vanno
spesso nei paesi molto
poveri e, per fare del bene
alle anime, aiutano gli abitanti attraverso le loro elemosine. Per
questo, hanno bisogno delle offerte dei
cristiani dei paesi ricchi come il nostro.
Volete un’idea di sacrificio? Privarvi
di dolciumi e tenere i soldi di queste
caramelle per darli alle Misssioni, alla
“domenica delle Missioni”. Attraverso
questi sacrifici, otterrete dal Buon Dio
la conversione degli infedeli e, attraverso la vostra elemosina, aiutarete i
missionari ad alleggerire i miseri. Che
la Madonna del Rosario vi aiuti e benedica i vostri sforzi.
Offerta della giornata:
“Divin Cuore di Gesù, vi offro, attraverso il Cuore Immacolato di
Maria le preghiere, le azioni e le sofferenze della giornata, in riparazione delle nostre offese e secondo le intenzioni per le quali vi
immolate continuamente sugli altari. Ve le offro in particolare: per
le Missioni”.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
1 210 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content