close

Enter

Log in using OpenID

Bollettino di produzione Integrata N°18

embedDownload
D IREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA I TTICA, A TTIVI TÀ FAUNIS TIC O-VENATORIE
PROVINCIA DI REGGIO EMILIA
Bollettino di Produzione
Integrata e Biologica
N. 18 del 5 giugno 2014
PREVISIONI DEL TEMPO
Emissione di giovedì 5 giugno 2014
Previsioni per oggi
Stato del tem po: Al ma ttino in pianura sereno o poco nuvoloso, sui rilievi nuvoloso; dal
pomeri ggi o sereno o poco nuvoloso.
Temperature: massime pomeridiane comprese tra 17 °C sui rilievi e 27 °C in pianura .
Venti: Vel ocità massima del vento compresa tra 22 (pianura ) e 45 km/h (rilievi).
Previsione per venerdì 6 giugno 2014
Stato del tempo: Sereno o poco nuvoloso; dalla sera sereno.
Temperature: mi nime del mattino comprese tra 12 °C sui rilievi e 14 °C i n pianura , massime
pomeridiane comprese tra 22 °C sui rilievi e 29 °C in pianura .
Venti: Veloci tà massima del vento compresa tra 17 (pianura) e 22 km/h (rilievi).
Previsione per sabato 7 giugno 2014
Stato del tempo: al mattino sereno; nel pomeriggio sereno o poco nuvoloso; dalla sera sereno.
Temperature: mi nime del mattino comprese tra 15 °C sui rilievi e 18 °C i n pianura , massime
pomeridiane comprese tra 24 °C sui rilievi e 31 °C in pianura .
Venti: Veloci tà massima del vento compresa tra 14 (rilievi ) e 15 km/h (pianura).
Tendenza prevista da domenica 8 a mercoledì 11 giugno 2014
L'espansione di un promontorio di al ta pressione di ma tri ce nord-a fri cana porterà condizioni di
tempo s tabile con cielo in prevalenza sereno. Le tempera ture sa ranno s uperiori alla media
clima tologi ca , con valori massimi che ra ggiungeranno i 32/33 gradi , mentre le minime saranno
a ttorno a 20 gradi .
Per informazioni dettagliate e in aggiornamento consultare le previsioni meteo ARPA Emilia
Romagna
“SERVIZI DI SUPPORTO PER L’APPLICAZIONE DEI DISCIPLINARI DI PRODUZIONE INTEGRATA E DELLE
NORME DI PRODUZIONE BIOLOGICA NELL’AMBITO DEL P.S.R. 2007-2013 – MISURA 214, AZIONI 1 E 2”
BOLLETTINO DI PRODUZIONE INTEGRATA
LE INDICAZIONI DI SEGUITO RIPORTATE SONO VINCOLANTI PER LA DIFESA INTEGRATA VOLONTARIA CIOÈ PER LE
AZIENDE INSERITE NEI PROGRAMMI RELATIVI AL REG CE 1698/2005- MISURA 214, REG CE N ° 1580/2007 E
1234/2007 - LLRR 28/99, MENTRE SONO DA CONSIDERARSI DEI CONSIGLI PER TUTTE LE ALTRE AZIENDE (DIFESA
INTEGRATA OBBLIGATORIA VEDI DECRETO N °150/2012)
DISCIPLINARI DI PRODUZIONE INTEGRATA 2014
Con Determinazione del Responsabile Servi zio Produzioni vegetali n.3037/2014 è s tato approva to
l ’aggiorna mento della fase di colti va zione dei DPI 2014. L’a tto ci ta to contiene le modi fi che
apporta te alla edizione 2013 . L'a ggi ornamento ha ri cevuto il pa rere di conformità alle Linee guida
na zionali di produzione integra ta .
Tutti i tes ti integrali 2014 delle singole colture e l 'atto di approva zione sono s ca ri cabili dal si to E-R
Agri col tura e pesca all’indi ri zzo:
http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/produzioniagroalimentari/doc/disciplinari/produzione-integrata/dpi_2014/disciplinari_in_vigore
NOTA GENERALE
PRIORITÀ NELLA SCELTA DELLE FORMULAZIONI
È obbliga tori o da re preferenza alle formulazioni Nc, Xi e Xn quando della stessa sosta nza a tti va
esistano anche formulazioni di classe tossicologi ca T o T+ ;
È obbligatorio da re preferenza alle formula zioni Nc e Xi quando della stessa sos tanza a tti va
esistano formulazioni a di versa classe tossicologi ca (Xn, Corrosi vi, T o T+) con frasi di ris chio
rela ti ve ad effetti croni ci sull’uomo (R40, R60, R61, R62, R63, R68). Per informazioni più
dettagliate consultare i precedenti bollettini.
SMALTIMENTO SCORTE
E’ a utori zza to l ’impiego dei prodotti fi tosani ta ri previs ti nelle norme tecni che s tabilite per un anno,
ma esclusi nell ’anno seguente. Tale indi cazione deve i ntendersi valida es clusi vamente per
l ’esaurimento delle s corte presenti e regis tra te nelle s chede di maga zzi no alla da ta dell’entra ta in
vi gore delle nuove norme o per le quali sia dimostra bile l'a cquisto prima di tale da ta . Tale
autori zzazione, valida solo per una annata agra ria , non può intendersi a ttuabile qualora siano
venute meno le autorizza zioni all'i mpiego e può essere applica ta utilizza ndo le sos tanze
interessate secondo le modali tà previste nelle norme tecni che nell ’anno precedente.
TRATTAMENTI IN FIORITURA DELLE COLTURE
Durante il periodo della fiori tura (periodo che va dalla s chiusura dei petali alla caduta degli s tessi)
delle colture è VIETATO esegui re tra ttamenti i nsetti cidi , a ca ri cidi o con altri presidi sani tari che
risul tino tossici per le api . In presenza di fiori tura del coti co erboso, è obbliga torio procedere allo
sfal cio dello stesso 48 ore pri ma del tra ttamento. (Decreto R.E.R. n° 130 del 4/3/1991).
RACCOMANDAZIONI TRAPPOLE
Per quanto concerne il numero di trappole consiglia te in funzione della superfi cie moni torata fa re
ri ferimento alle indi cazioni riporta te nei precedenti bollettini
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 2 di 13
PIANI DI CONCIMAZIONE
I quantita ti vi di ma croelementi da apporta re devono essere cal cola ti adottando il metodo del
bilancio previsionale cal cola to adotta ndo le indi ca zioni di segui to ri porta te oppure a vvalendosi del
softwa re speci fi co s ca ri cabile dal sito www.ermesagri coltura .it “Progra mma per formula zione
piano di bilancio”.
In al terna ti va alla reda zione di un piano di fertili zza zione analiti co è possibile adotta re il modello
semplifi cato secondo le s chede a dose s tanda rd per col tura . Per al cune col ture da seme è
consentita solo l’utilizzo del metodo dose standa rd come indica to nelle norme di col tura .
I piani di fertilizzazione devono essere reda tti in cias cuna annuali tà :
- entro il 28 febbraio per le colture erbacee e foraggere
- entro il 15 aprile per le colture orticole, arboree e sementiere.
Liqua mi : è possibile dis tribui rli in base alle norme tecni che – pa rte generale dal 1 ° ma rzo
(determina RER n° 13367 del 22/10/2013).
DIFESA INTEGRATA AVANZATA – DIA
COLTURA
LIMITAZIONI
OBBLIGATORIO*
Utili zzo della confusione o del
Indipendentemente dall ’a vversi tà gli es teri
disorienta mento sessuale, o di 8
Melo
fosfori ci possono essere impiega ti al massimo interventi confusione spra y o 3
2 vol te
interventi con vi rus della
granulosi
Utili zzo della confusione o del
Indipendentemente dall ’a vversi tà gli es teri
disorienta mento sessuale, o di 8
Pero
fosfori ci possono essere impiega ti al massimo interventi confusione spra y o 3
2 vol te
interventi con il vi rus della
granulosi
Indipendentemente dall ’a vversi tà gli es teri
fosfori ci non possono essere impiegati .
Utili zzo di almeno 2 Bacillus
Fermo res tando la limi tazione precedente
thuringiensis o almeno 1
l ’impiego di insetti cidi è a mmesso solo per la
Vi te
intervento di Spinosad o
di fesa da Cocci niglie, Scafoi deo e Tripidi
appli cazi one della confusione o
Di fesa dalla Tignola es clusi vamente con
del disorientamento sessuale
Bacillus thuringiensis o con Spinosad.
Non autori zza to l’i mpiego del Ma ncozeb
*Le norme tecni che speci fiche DIA della colonna “Obbli ghi ” debbono essere applica te i mpiegando
i formula ti previs ti secondo le ca ra tteristi che e le speci fiche modali tà di i mpiego riportate in
eti chetta . Ul teriori indi ca zioni utili ai fini del controllo, potranno essere forni te dai bollettini
provinciali e Regionali di produzione integra ta .
DEROGHE e NOTE di CHIARIMENTO 2014
Per consul tare l 'archi vio delle precedenti deroghe terri toriali:
http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/fitosanitario/temi/difesa-e
diserbo/documenti/deroghe/2014/deroghe-2014
Febbraio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga terri toriale valida per l ’intero terri torio della Regione Emilia-Romagna per l ’i mpiego alla
semina della s .a. Fipronil (formula to Goldor Pa ta ta 5G) per il controllo degli elateridi (Agriotes
spp.) su pata ta .
Febbraio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 3 di 13
Deroga terri toriale valida per l ’intero terri torio della Regione Emilia-Romagna per l’i mpiego della
s .a . Pyriproxyfen per la difesa di susino e ciliegio dalle cocciniglie
Febbraio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga terri toriale valida per l ’intero terri torio della Regione Emilia-Romagna per l’i mpiego della
s .a . La mbda cialotrina in formulazione granula re per la di fesa da gli ela teridi di spina cio, bieta da
cos ta e bieta da taglio.
28 Marzo 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga terri toriale per la modifi ca della dose di glifosa te da utilizza re nel diserbo di pre-tra pianto
di pomodoro e di pre-semina di ba rbabietola, mais, soia, sorgo e gi rasole
22 Aprile 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga terri toriale per l ’i mpiego della s .a . Protiocona zolo per la difesa del frumento duro dal
Fusari um.
30 Aprile 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga terri toriale per l ’intera provi ncia di Reggio Emilia per l ’i mpiego di Pymetrozine s u Anguria
in col tura protetta, contro gli afidi .
6 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per l'uso fino al 28 agos to di spinetoram per la di fesa del ciliegio da Drosophila
suzukii
6 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per l'uso del thi ram per la difesa del pero dalla ma cula tura bruna
6 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per l'uso del captano per la difesa del melo dalla ti cchiolatura
6 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per l 'uso, fino al 28 a gos to, di Acibenzola r s -metile per la difesa del ki wi dal
cancro batteri co
7 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per un intervento di Del tametri na nella fase di pre-ra ccol ta del ciliegio per il
controllo di re infes tazioni di afidi e contempora nea presenza di Drosophyla suzukii.
20 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Integra zione alle norme tecni che per la difesa fi tosanita ria e il controllo delle infes tanti .
Autorizza zione all’impiego di nuovi prodotti fi tosani ta ri e ul teriori modifi che
21 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per l ’uso, fino al 16 settembre, di Dimetoato, per la difesa del ciliegio dalla
Drosophila suzukii, e di Spinosad (formula ti Spintor Fl y e Tra cer Fl y), per la difesa del ciliegio dalla
mos ca (Rhagoletis cerasi)
28 Maggio 2014 - Reg. CE n. 1234/2007/UE, Reg. n. 1698/2006, LL. RR. 28/98 e 28/99
Deroga regionale per l ’esecuzione di un i ntervento nema toci da con 1,3 di cloropropene su terreni
des tina ti alla col ti va zione di ca rota .
COLTURE ARBOREE
Vite
Fase fenologica: allegagione
ASPETTI AGRONOMICI
Cimatura
- Spalliera: indipendentemente dalla fase fenologica si consiglia di effettua re interventi di
cima tura leggeri (la terali e api cali), asporta ndo gli api ci vegeta ti vi
- GDC: termina te le opera zioni di pettina tura (con fili mobili) si consi glia di procedere alla
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 4 di 13
cima tura es clusi vamente della pa rte superi ore della cortina o in alterna ti va di a ttendere
che la vegeta zione ri cada pri ma di interveni re.
Pettinatura GDC: per interventi manuali prevedere l ’inizio delle opera zioni indi ca ti vamente da fine
mese
DIFESA:
Peronospora: i n campo non si osservano infezioni di rilievo; nella giornata di Mercoledì 4 Giugno è
s tato di vulga to il bollettino a ntiperonospori co N.8 del Consorzio Fitosanita rio che consiglia di
effettua re il tra tta mento il 6-7 Giugno con formula ti a base di prodotti di copertura RAMEICI (Ca t.
A2) o MODERNI (Ca t. A3) al fine di ma ntenere una adeguata copertura .
-Nella ca tegoria A2 sono contempla ti i compos ti RAMEICI quali:
IDROSSIDI, OSSICLORURI DI RAME, POLTIGLIA BORDOLESE, SOLFATO TRIBASICO, ECC..
-Nella ca tegoria A3 sono contemplate le seguenti miscele:
ZOXAMIDE + RAME
L’aggiornamento in tempo reale, sulla tempis tica dei
tra ttamenti da effettua re e sulle tipologie di prodotti
(modalità d’impiego) è consul tabile sul si to
http://www.fitosanita rio.re.i t/
o a ttra verso i mani festi dislocati in di versi punti di
affissione della provincia (cantine, caseifici , ba r,
Comuni ed al tri luoghi). Su ri chiesta è disponibile
anche il servi zio gratui to SMS (per is cri versi vedere il
sito internet sopra menzionato).
ATTENZIONE AI PRODOTTI COMMERCIALI
(classificazione di pericolo) AMMESSI DAL
DISCIPLINARE ED AI DIVERSI VINCOLI
Per maggiori informa zioni sul bollettino e sullo s viluppo della malattia consul ta re la pagi na:
http://www.fitosanita rio.re.i t/fi to1/indica zioni -di -difesa/difesa-vi te/bollettino-antiperonospori con-10/
Si ricorda che:
- Zoxami de sono ammessi al massimo 4 i nterventi all’anno
Oidio: nell ’ul timo periodo è s tata rileva ta la presenza su foglie e grappoli nei campi spia non
tra tta ti ; s ta iniziando la fase epidemi ca della malattia . Le condi zioni meteorologi che e fenologi che
sono pa rti cola rmente fa vorevoli perta nto in concomi tanza al bollettino Antiperonospori co n.8 del
Consorzio Fi tosanita rio Provinciale di Reggio Emilia è s ta to consigliato l ’impiego di prodotti a lunga
persis tenza quali : TRYFLOXISTROBIN, PYRACLOSTROBIN, CYFLUFENAMIDE, QUINOXYFEN,
BOSCALID, METRAFENONE, MEPTYL-DINOCAP.
Si ricorda che:
- Tryfloxis trobin, pyra clos trobin: Indipendentemente dall'a vversità Famoxadone,
Pyra cl ostrobin, Fenamidone e Trifloxys trobi n non possono essere complessi vamente
impiega ti più di tre vol te in un anno
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 5 di 13
- Cyflufenamide, al massimo 2 interventi all'anno
- Quinoxyfen, al massimo 3 interventi all'anno
- Bos calid, tra Bos calid e Fluopyram al massimo 1 intervento all'anno indipendentemente
dall'a vversità
- Metrafenone, al massimo 3 interventi all'anno
- Meptyl -dinoca p, al massimo 2 interventi all'anno
Tignoletta: i ncrisalidamento in corso e i mminente i nizio del volo di seconda genera zione.
Provvedere alla sosti tuzione di trappole e feromoni .
Per maggiori dettagli consul ta re la specifi ca sezione alla pagina :
http://www.fitosanitario.re.it/fito1/indicazioni-di-difesa/difesa-vite/tignoletta-situazione-di-campo/
Cocciniglia: i n questa fase si segna la migra zione delle neanidi , nelle aziende interessa te dal
problema gli s corsi anni moni tora re la si tua zione.
Bostrico: elimina re le fascine es ca.
Pero
Fase fenologica: ingrossamento frutti
DIFESA
Ticchiolatura: rilas cio delle ascospore in esaurimento. Laddove sono presenti sintomi , In
previsione di precipi ta zioni , di ba gna tura prolunga ta o i rri gazioni interveni re preventi va mente con
DITIOCARBAMMATI (METIRAM) o DITHIANON o ZIRAM o THIRAM. In presenza di infezioni a tti ve
interveni re con DODINA + ZOLFO a intervalli ra vvi cina ti o mantenere la copertura
Si ri corda che:
- Meti ram: impiegabile fi no al 15 giugno
- Zi ram: massimo 3 interventi di cui solo 2 dopo la fiori tura
- Thira m: massimo 8 interventi all’anno.
Maculatura bruna: i n campo non si osservano sintomi. Il modello previsionale esprime un basso
indi ce di ris chio; i n condizioni fa vorevoli ad infezioni si consiglia di i nterveni re con prodotti a base
di TIRAM o ZIRAM (eventualmente i n miscela con FOSETIL Al ) allungando o a ccorciando i turni
d’intervento in funzione delle condizioni clima ti che.
In condi zioni di bagna tura prolunga ta , sarà consigliabile utilizza re al tri prodotti a maggior
persis tenza a mmessi dal dis ciplinare tra cui TRIFLOXYSTROBIN, FLUAZINAM, TEBUCONAZOLO,
CAPTANO, IPRODIONE (fi totossico su va r. DECANA).
Si ricorda che:
- Zi ra m massimo 3 tra tta menti indipendentemente dall ’a vversi tà , di cui solo 2 dopo la
fi ori tura
- Ti ra m massimo 8 tra ttamenti indipendentemente dall ’a vversi tà
- l ’uso dei di tioca rba mma ti è consenti to fino a 35 gi orni dalla ra ccol ta solo nei frutteti
colpi ti dalla ma cula tura bruna e sulle va rietà sensibili alla malattia .
-tra TRIFLOXYSTROBIN e PYRACLOSTROBIN al massimo tre interventi all’anno
indipendentemente dall’a vversi tà. Se ne s consiglia l’i mpiego con infezioni in a tto;
impiega re in mis cela con prodotti a differente meccanismo d’a zione.
- TEBUCONAZOLO al massimo 4 interventi all’anno con IBE. Non a mmesse formula zioni
classifica te Noci ve (Xn).
- CAPTANO massimo sei interventi all’anno indipendentemente dall’a vversi tà .
- IPRODIONE massimo due interventi all’anno.
Colpo di Fuoco Batterico: Il modello segnala un innalza mento dell ’indi ce di ris chi o. In presenza di
seconde fiori ture procedere alla loro asporta zione. Per la di fesa preventi va è possibile prosegui re
con
- Bacillus amyloliquefaciens
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 6 di 13
- Bacillus subtilis, da utilizza rsi dall’ini zio della fiori tura ;
Si ricorda che :
- Bacillus subtilis: massimo 4 interventi all’anno
- Bacillus amyloliquefaciens: massimo 6 interventi all’anno
Carpocapsa: è ini ziato l ’incrisalidamento delle la rve di I a generazione. Il modello previsionale
segnala il termine della nasci ta larvale. Veri fica re l ’eventuale presenza di frutti ba ca ti . Dalla
prossima settimana provvedere alla sos ti tuzione dei fondi collati e dei feromoni .
Per indi ca zioni relati ve ai tra tta menti si rimanda ai prossimi bollettini .
Per chi utilizza il metodo della confusione spra y l ’indi cazi one di riprendere la dis tribuzione verrà
forni ta nei prossimi bollettini.
Psilla: presenza di neanidi va riabili a li vello aziendale e incremento della presenza di adul ti. Le
infesta zioni presenti in provi ncia risul tano a ttualmente di s ca rso livello ed estremamente difformi .
Mantenere monitora ta la presenza dell ’insetto.
In caso di infes tazioni interveni re con SPIROTETRAMAT con prevalenza di uova gialle, o
ABAMECTINA i n prevalenza di uova gialle e pri missime neanidi . Si consiglia l ’i mpiego di entra mbe
le sos tanze in mis cela con OLIO BIANCO.
Si ri corda che:
-Abamectina massimo due interventi all’anno.
-Spi rotetrama t massimo due interventi all’a nno indipendentemente dall’a vversità di cui
non più di uno nei confronti di psilla ; i mpiega re con prevalenza di uova gialle.
Si raccomanda di non miscelare olio bianco e Fluazinam e comunque di impiegarli distanziati di
almeno 14 giorni al fine di evitare marcati fenomeni di fitotossicità
Ragnetto rosso: s ulle va rietà sensibili al brusone (Conference, William bianco, Kaiser, Guyot,
Morettini , Pa cka m’s), con tempera ture superiori ai 28 gradi e in presenza di Ra gnetto Rosso,
interveni re con: ETOXAZOLE, CLOFENTEZINE, EXITIAZOX, TEBUFENPIRAD, PYRIDABEN,
ACEQUINOCYL.
Si ricorda che:
- contro ques ta a vversità è a mmesso al massimo un intervento all ’anno.
Eulia: prosegue il volo.
Pandemis: non si segnalano ca tture ed infesta zioni .
Melo
Fase fenologica: frutto noce
DIFESA:
Ticchiolatura: In ca mpo si segnala la presenza di infezioni . In presenza di sintomi interveni re con
DODINA + ZOLFO (fitotossico su cv. Golden), a intervalli ra vvi cina ti, o con DITIOCARBAMMATI
(METIRAM) o CAPTANO o DITHIANON o FLUZINAM.
Si ricorda che:
- Fl uazinam massimo 3 interventi
- Meti ra m: i mpiegabile fino al 15 giugno
- Ca ptano massimo 5 interventi all’anno indipendentemente dall’a vversità
Oidio: i nterveni re alla compa rsa dei primi sintomi con ZOLFO.
Carpocapsa, Colpo di Fuoco, Eulia, Pandemis : vedi pero
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 7 di 13
COLTURE ERBACEE
Grano tenero e grano duro
Fase fenologica: maturazione cerosa
DIFESA
In questa fase non sono previs ti interventi
Fusariosi: si osserva no sintomi di enti tà va riabile
Oidio: si rileva la presenza di sintomi di s ca rsa consistenza
Ruggini: in alcune a ree della provincia si segnala la presenza di sintomi, anche consistenti e diffusi .
Afidi: non si segnalano i nfes tazioni di rilievo.
Micotossine: a ttualmente i modelli segnalano un ris chio basso.
Bietola
Fase fenologica: ingrossamento fittone
DIFESA
In questa fase non sono previs ti interventi .
Cercospora: l e i ndi cazioni rela ti ve agli interventi di difesa verranno forni te nei prossimi bollettini
Mais
Fase fenologica: levata
ASPETTI AGRONOMICI
Concimazione
Per indi ca zioni fa re riferi mento ai bollettini delle precedenti settimane
Pomodoro
Fase fenologica: sviluppo 1°palco – fioritura - allegagione
DIFESA
Peronospora: le condizi oni meteorol ogi che determinano un basso ris chio di infezione, s olamente
in previsione di condi zioni cli mati che fa vorevoli alla malattia (piogge prolunga te, umidi tà eleva ta ,
ecc.), interveni re con PRODOTTI RAMEICI, oppure con al tri prodotti specifi ci tra cui METIRAM,
PROPINEB, DITIANON, PROPAMOCARB, AZOXISTROBIN, PYRACLOSTROBIN, IPROVALICARB,
MANDIPROPAMIDE, DIMETOMORF, CYAZOFAMIDE, AMETOCTRADINA , FOSETIL Al o ZOXAMIDE.
In caso di piogge su vegeta zione non protetta si ra ccomanda di interveni re pri ma possibile, con
pri ncipi a tti vi sistemici -ci totropi ci quali: METALAXIL, METALAXIL-M, BENALAXIL, BENALAXIL-M,
DIMETOMORF, CIMOXANIL.
Si ricorda che:
Propineb, Meti ra m (da soli o in mis cela con al tri prodotti ) al massimo tre i nterventi /anno
indipendentemente dall ’a vversi tà . Inol tre devono essere sospesi 21 giorni prima della
ra ccol ta .
- Zooxamide massimo 4 interventi all’a nno indipendentemente dall’a vversità
- Cya zofamide massimo tre interventi all’anno
- Tra Azoxistrobin, Pyra clos trobin e Famoxadone al massimo tre interventi all’anno
indipendentemene dall’a vversi tà
-tra Ma ndipropamide, Iprovali cab e Dimetomorf al massimo qua ttro interventi all’anno.
Inoltre: mandi propa mide+mancozeb massimo 2 interventi all’anno.
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 8 di 13
- Ametoctra dina massimo tre interventi all ’anno
- tra Metalaxil , Metalaxil-M, Benala xil, Benalaxil-M al massimo tre interventi all’anno come
somma dei qua ttro
Batteriosi: s ui primi trapianti , con coltura in s viluppo vegeta ti vo, in previsione di condi zioni
clima ti che fa vorevoli alla malattia (piogge prolunga te, umidi tà eleva ta , ecc.), interveni re con SALI
di RAME a tti vi a nche nei confronti di peronospora.
Tuta absoluta: prosegue il volo, con catture di bassa consistenza .
Nottua gialla: non si segnalano ca tture
Afidi: al momento non si rilevano i nfes tazioni, mantenere moni tora ti i ca mpi .
Patata
Fase fenologica: fioritura – formazione dei tuberi
DIFESA:
Peronospora: le condizi oni meteorologi che determinano un basso ris chio di infezione, pres ta re
a ttenzione alla compa rsa di eventuali sintomi . In previsione di precipi ta zioni interveni re
preventi va mente con PRODOTTI RAMEICI da soli o i n mis cela con DIMETOMORF o con
CIMOXANIL. Altri prodotti impiegabili: METIRAM, FLUAZINAM, ZOXAMIDE, MANDIPROPAMIDE o
FLUOPICOLIDE, PROPAMOCARB, PROPINEB, CYAZOFAMIDE, FAMOXADONE, PYRACLOSTROBIN +
DIMETOMORF, FOSETIL Al, AMETOCTRADINA.In caso di pioggia su vegetazi one non protetta sarà
opportuno utilizza re prepa ra ti a d a tti vi tà cura ti va a base di DIMETOMORF, CIMOXANIL,
BENALAXIL, BENALAXIL-M, METALAXIL e METALAXIL-M.
Si ricorda che:
- Meti ra m al massimo tre i nterventi/anno indipendentemente dall’a vversi tà. Inoltre
devono essere sospesi 21 giorni prima della ra ccol ta
- Propineb al massimo tre interventi /anno i ndipendentemente dall ’a vversi tà . Inoltre
devono essere sospesi 21 giorni prima della ra ccol ta .
- tra Metalaxil , Metala xil-M, Benala xil, Benalaxil- M al massimo tre interventi all ’anno con
Fenilammidi
-tra Ma ndipropamide e Dimetomorf al massimo qua ttro interventi all ’anno.
- Cimoxa nil al massimo tre interventi all’anno;
- Fluopicolide al massimo tre i nterventi all’anno
- Pyra clos trobin, Famoxa done al massimo 3 i nterventi all ’anno indipendentemente
dall ’a vversi tà come somma dei due
- Zoxa mide al massimo 4 interventi all’anno
- Cya zofamide al massimo 3 interventi all ’anno
- Ametoctra din al massimo 3 i nterventi all’anno
Tignola: non si segnalano ca tture
Soia
Fase fenologica: seconda - terza foglia trifogliata
DISERBO
Per indi ca zioni fa re riferi mento ai bollettini delle precedenti settimane
Sorgo
Fase fenologica: levata
DIFESA
In questa fase non sono previs ti interventi .
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 9 di 13
Erba medica
Fase: sviluppo vegetativo – sfalci in atto
DIFESA
In questa fase non sono previs ti interventi
BOLLETTINO DI AGRICOLTURA BIOLOGICA
NOTA GENERALE : Si ricorda che le seguenti indicazioni tecniche fanno riferimento a quanto
previsto dai regolamenti CE sull’agricoltura biologica 834/2007 (obiettivi, principi e norme
generali) e 889/2008 (norme tecniche di applicazione) e successive integrazioni e m odifiche. Le
disposizioni applicative si trovano nel DM n. 18354 del 27.11.09 che ha completato ed attivato il
quadro normativo.
Tutte le operazi oni colturali devono volgere a mantenere un equilibrio vegeto-produtti vo delle
piante, al fine di aumenta re le difese na turali e diminui re i potenziali atta cchi delle a vversità ,
sal vagua rdando l'a mbiente ci rcos tante.
Principi attivi previsti dal Reg. CEE n. 834/07 e regolarmente registrati in Italia
Possono essere utilizza ti tutti i formula ti commerciali classifica ti come “Xi ”, “Nc” e Xn.
Solo se specifi ca tamente indi ca ti nelle norme tecni che possono essere utilizza ti anche formulati
commerciali classifi ca ti come “T” e “T+” .
Ulteriori approfondimenti su norme e indicazioni generali si possono consultare sul
sito: www.tecpuntobio.it
Materiale di propagazione
•
•
Colture orticole: piantine e seme i mpiega to devono essere biologi che certifi ca te. In caso
contra rio predisporre la ri chies ta di deroga 10 giorni pri ma della semina per le col ture
orti ve.
Grandi colture: il seme impiega to deve essere bi ologi co certi fi cato. In caso contra rio
predisporre la ri chies ta di deroga 30 giorni prima della semina per le grandi colture.
COLTURE ARBOREE
Vite
Fase fenologica: allegagione
DIFESA:
Peronospora: i n previsione di precipi ta zioni intervenire preventi va mente con SALI DI RAME.
Oidio: le precipi ta zioni previs te determineranno il rilas cio delle as cospore con possibili processi
infetti vi . Effettua re interventi preventi vi con prodotti a base di ZOLFO In questa fase è possibile
utilizza re zolfo in pol vere pa rti cola rmente a tti vo in presenza di i nfezioni .
Tignoletta: nas cita la rvale al termine, incrisalidamento in cors o e i mminente inizio del volo di
seconda genera zione. Provvedere alla sos ti tuzione di trappole e feromoni .
Per maggiori dettagli consul ta re la specifi ca sezione alla pagina :
http://www.fitosanitario.re.it/fito1/indicazioni-di-difesa/difesa-vite/tignoletta-situazione-di-campo/
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 10 di 13
Pero
Fase fenologica: ingrossamento frutti
DIFESA
Ticchiolatura e maculatura: s i segnala la presenza diffusa di sintomi di ti cchiola tura , perta nto in
previsione di precipi tazioni o di ba gna tura prolunga ta , interveni re preventi va mente con SALI DI
RAME a tti vi anche contro colpo di fuoco.
Colpo di Fuoco Batterico: si segnalano sintomi in ca mpo. In presenza di seconde fiori ture
procedere alla l oro asporta zione. E’ possibile effettua re tra ttamenti preventi vi con Bacillus subtilis
(massimo 4 tra ttamenti all’anno) o Bacillus amyloliquefaciens (massimo 6 interventi all ’anno) o
Bacillus subtilis (massimo 4 interventi all ’anno) o interveni re con sali di ra me. Elimi nare e bruciare i
punti di infezione effettuando i tagli ad almeno 50 centimetri al di sotto dell'al terazione visibile.
Disinfettare gli attrezzi utilizza ti per le pota ture e gli innes ti ed esegui re la brucia tura dei residui di
potatura a ffetti da Erwinia amylovora sul pos to..
Carpocapsa: è ini ziato l ’incrisalidamento delle la rve di I a generazione. Il modello previsionale
segnala il termine della nas cita la rvale. Veri fi care l ’eventuale presenza di frutti ba ca ti . Provvedere
alla sosti tuzione dei fondi collati e dei feromoni .
Per indi ca zioni relati ve ai tra tta menti si rimanda ai prossimi bollettini .
Psilla: presenza di adul ti e uova bianche, gialle e forme giova nili. Nelle aziende con presenza di
uova si può interveni re con olio bianco. Dista nzia re gli interventi tra olio bianco e zolfo o
polisolfuro di cal cio per evi ta re fi totossi cità .
Eulia: non si segnalano infes tazioni signi fi cati ve
Pandemis: non si segnalano ca tture
Tingide: verifi ca re la presenza degli adul ti in ovi deposi zione.
Melo
Fase fenologica: frutto noce
DIFESA
Ticchiolatura: s i segnala la presenza di ffusa di sintomi pertanto in previsione di preci pita zioni ,
interveni re preventi vamente con SALI DI RAME atti vi anche contro colpo di fuoco.
Oidio: i n caso di infezioni rileva te nello s cors o anno, interveni re con prodotti a base di zol fo
Afide verde: In presenza interveni re con AZADIRACTINA o PIRETRO.
Carpocapsa, Colpo di Fuoco, Eulia, Pandemis: vedi pero
COLTURE ERBACEE
Grano tenero e grano duro
Fase fenologica: maturazione lattea
DIFESA
Fusariosi: non si osservano sintomi
Oidio: si rileva la presenza di sintomi di s ca rsa consistenza
Ruggini: in alcune a ree della provincia si segnala la presenza di sintomi, anche consistenti e diffusi .
Pomodoro
Fase fenologica: sviluppo vegetativo – sviluppo primo palco – inizio fioritura
DIFESA
Peronospora e Batteriosi: i n previsione di precipi tazioni interveni re con prodotti ra mei ci a tti vi
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 11 di 13
anche nei confronti di peronospora
Patata
Fase fenologica: sviluppo secondo palco
DIFESA
Peronospora: i n previsione di precipi ta zioni intervenire con prodotti ramei ci a tti vi anche nei
confronti di peronospora
Sorgo, Mais, Soia
Fase fenologica: 4 foglie - inizio levata
ASPETTI AGRONOMICI
Controllo infestanti: i n caso di presenza di infes tanti interveni re con una sa rchia tura
Fertilizzazione: in caso di necessità effettuare fertilizza zione localizza ta alla semina con prodotti
organi ci contenenti a zoto.
BOLLETTINO IRRIGAZIONI
Livelli di falda
Per i da ti puntuali consul ta re “mappa della falda ” a ccessibile della home page del sito del CER:
http://www.consorziocer.i t/I valori di profondi tà della falda superiori a 2 metri , sono s ca rsamente
utili ai fini del soddisfa cimento dei fabbisogni idri ci delle col ture
Elaborazione del 3/06/2014
- Fragola In caso di precipi ta zioni inferiori ai 25 mm i rriga re in tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3.8
- Melone In caso di preci pita zioni inferiori ai 20 mm i rri ga re in tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3,2
- Cocomero In caso di preci pita zioni inferiori ai 20 mm i rriga re i n tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3,3
- Aglio In caso di precipi tazioni inferiori ai 20 mm i rriga re in tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3.6
- Cipolla In caso di precipi ta zioni inferiori ai 20 mm i rri ga re in tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3.6
- Patata In caso di precipi ta zioni inferiori ai 20 mm i rriga re i n tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3,8
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 12 di 13
- Pomodoro In caso di precipi tazioni i nferiori ai 25 mm i rriga re in tutti i terreni con i volumi i rri gui
riporta ti nel Dis ciplinare, oppure indica ti nella pa gina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3.4
- Bietola da seme In caso di precipi tazi oni inferiori ai 20 mm i rri ga re in tutti i terreni con i vol umi
i rri gui ri porta ti nel Dis ciplina re, oppure indi cati nella pagina di rispos ta del servi zio Irrinet ET: 3,7
- Fagiolino In caso di preci pita zioni inferi ori ai 20 mm irri ga re i n tutti i terreni con i volumi i rri gui
riportati nel Disciplinare, oppure indicati nella pagina di risposta del servizio Irrinet ET: 3,6
- Arboree: i n caso di precipi tazioni inferiori ai 30 mm i rri ga re resti tuendo i seguenti volumi
gi ornalieri.
INTERFILARE
INTERFILARE
COLTURA
NOTE
INERBITO
LAVORATO
POMACEE
4.2
3.1
ALBICOCCO-SUSINO
3.5
2.5
CILIEGIO
4.1
2.5
PESCO
3.5
2.5
VITE
ACTINIDIA
4.4
3.8
I Consumi medi giornalieri delle col ture (ET) si intendono sempre espressi in mm/giorno.
Nei vigneti e negli arboreti è possibile effettuare un i ntervento di soccorso negli impianti giovani .
In caso di pioggia , per determi nare il periodo di sospensione dell ’i rriga zione, occorre di videre i mm
letti con il pluvi ometro per il consumo giornaliero della coltura interessata. Esempio: una pioggia
di 25 mm su susino con i nterfila re i nerbi to determinerà un periodo di s ospensione dell’i rri gazione
pa ri a 10 giorni (25/2.5)
Li vello PO al punto di prelievo Boretto
Data
3.6.2014
Livello
Note
msl m 18,75
Gli incontri in elenco, se non diversamente specificato, si terranno presso l’ ASSESSORATO
AGRICOLTURA – Sala 1, via F. Gualerzi, 38 – 42124 Mancasale, Reggio Emilia
- Redazione e diffusione a cura di Luca Casoli
- In collaborazione con:
• Consorzio Fitosanitario Provinciale di Reggio Emilia
• Consorzio della Bonifica dell’Emilia Centrale
• Consorzio Agrario dell’Emilia
• Consorzio di Bonifica di Secondo Grado per il Canale Emiliano Romagnolo
• Fruit Modena Group
• Agri Uno - gruppo Progeo
• AINPO
• Al Molejn – gruppo Progeo
• Liberi professionisti
“SERVIZI DI SUPPORTO PER L’APPLICAZIONE DEI DISCIPLINARI DI PRODUZIONE INTEGRATA E DELLE NORME DI PRODUZIONE
BIOLOGICA NELL’AMBITO DEL P.S.R. 2007-2013 – MISURA 214, AZIONI 1 E 2”
Bollettino Produzione Integrata e Biologica - Provincia di Reggio Emilia n. 18 del 5 giugno 2014
pag. 13 di 13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
254 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content