close

Enter

Log in using OpenID

Aprilia, nuovo assessore alle finanze

embedDownload
QUINDICINALE DI ATTUALITÀ - POLITICA - SCIENZA - ECOLOGIA - CULTURA - SPORT - SPETTACOLO
Fondato nel 1984 da Ben Jorillo
Redazione: Via Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT) - Tel. 06.9275019 - 335.8059019 - e-mail: [email protected]
sito www.giornaledellazio.it Aut. Tribunale di Latina n. 284 del 20/01/1977 - Direttore Bruno Jorillo
COPIA
OMAGGIO
Anno XXX N.5
Aprilia, nuovo assessore alle finanze
13 - 27 MARZO 2014
DALLA REGIONE
di BRUNO JORILLO a pag.47
NETTUNO
L’Assessore all’Ambiente
“L’Ispettore Ambientale è
una nuova figura che si
affiancherà ai cittadini”
a pag. 43
ANZIO
“Dallo Stalking al
Femminicidio”
di CONSUELO NOVIELLO
Foto di Gianfranco Compagno
ESCLUSIVA
Un pezzo del “Premio
Oscar” sbarca ad Aprilia
Servizio a pag.10
a pag.42
POMEZIA
Cinecittà World sarà il
più grande Parco a
Tema in Italia dedicato
al mondo del cinema
di FOSCA COLLI a pag.46
CISTERNA
“Insieme si può”, a
sostegno dei disabili
di FRANCESCO DE ANGELIS a pag. 41
ARDEA
Intervista a Giovanna Vignola alias "Dadina"
protagonista del film vincitore dell'Oscar "La
Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino. Giovanna
Vignola apriliana di adozione è membro del consiglio direttivo dell'associazione apriliana "Insieme per Crescere" presieduta da Nadia Pivato, che
si occupa delle persone affette da Acondroplasia.
SINDACO, ASSESSORE,
DIRIGENTE, EX ASSESSORE
ED ALCUNI DIPENDENTI
COMUNALI RINVIATI
A GIUDIZIO
a pag. 44-45
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 2
13 - 27 Marzo 2014
70° ANNIVERSARIO DELLO SBARCO DI NETTUNIA (ANZIO - NETTUNO)
I GIORNI CHE SEGUIRONO IL 22 GENNAIO 1944 NEL RICORDO DI BEPI ZANOTTI, CLASSE 1924
Si rifugiò con la famiglia nelle grotte naturali vicino al Fosso della Moletta, diventato tragicamente famoso
Poi lo sfollamento a Roma al Villaggio Breda. Il ritorno ad Aprilia immediatamente dopo la Liberazione di Roma
Dopo quattro anni, bisognava ricominciare da capo, ma con il podere distrutto e i campi di grano minati
di Nicola Gilardi
e Gianfranco Compagno
«Il 22 gennaio stavamo piantando le patate» racconta Giuseppe
Zanotti, conosciuto come Bepi,
che durante lo sbarco visse quei
momenti tra il Fosso della
Moletta e il Fosso Fontanile,
rifugiandosi nelle insenature del
terreno per salvarsi. All’età di
90 anni oggi vive al numero 1 di
Via Fossignano, nell’ex podere
2704 dove arrivò con la famiglia
nel 1940, quando aveva16 anni.
Nato nel 1924 e testimonianza
della storia di tutte quelle famiglie che dal Trentino si trasferirono, prima in Jugoslavia (al
tempo impero austro-ungarico)
ed in seguito ad Aprilia. Fu uno
di quei pionieri che vennero
insediati nei poderi dal governo
fascista e che qui lavorarono la
prima terra agricola liberata
dalla palude. «Intorno al 20
maggio 1940 arrivammo a Santa
Palomba con il treno. Ci portarono a Pian di Frasso, dove
restammo qualche giorno. Mio
padre però riuscì a farsi assegnare il podere, di circa 30 ettari».
Prima dello sbarco, però, venne
la chiamata alle armi e venne
arruolato: «il 26 agosto 1943 ho
avuto la chiamata in guerra,
destinazione Alessandria al
37esimo reggimento fanteria.
Come siamo andati al reggimento ci fu l’armistizio. Quella sera,
tornando in caserma, trovammo
le mitragliatrici piazzate dagli
italiani contro i tedeschi, e alcuni nostri comandanti ci dissero
di nascondere i moschetti. Nella
notte arrivarono i tedeschi che
tenerono rinchiusi per 2 giorni
senza mangiare. Ci chiesero chi
casa con il treno. Un mio compagno che fece la mia stessa
strada era il padre del consigliere Zanlucchi».
Arrivato a Roma, Zanotti venne
a sapere che la linea Roma-Nettuno era interrotta per il bombardamento della stazione di Campoleone. «Fui fortunato perché
sentii l’annuncio della partenza
di un treno per Nettuno in par-
Fosso del fontanile - La grotta
Lungo il fosso della Moletta
B. Tofani carta storica - Podere 2704 ha. 30 Zanotti
“Bepi” Zanotti classe 1924
voleva andare a combattere con
loro. Nessuno si offrì. C’era
anche chi provò a scappare, ma
non ci riuscì. Ci caricarono sul
treno per portarci in Germania,
ma nel frattempo liberarono
Mussolini. Così fecero scendere
a Mantova in una sorta di campo
di concentramento. Siamo stati lì
per otto giorni. Furono difficili
perché anche li il cibo era molto
poco. Successivamente entrarono i fascisti e anche loro ci chiesero di unirci alla battaglia. Io
accettai, sempre meglio che
andare in Germania. Ero in borghese e mentre camminavamo
per andare in caserma per la
strada molti cittadini ci fermarono per avere notizie. Intervenne
un ufficiale del repubblica di
Salò che impose di non far
entrare nella fila i borghesi.
Approfittai della situazione, mi
defilai e una signora mi accompagnò a casa sua. Il giorno dopo,
il 17 settembre 1943, ritornai a
vano i carri armati - racconta
Zanotti . Il giorno dopo arrivarono i tedeschi. Ritornarono nei
giorni successivi. Alle fine ci
rifugiammo in una grotta in cui
ci trovammo in trenta circa. Poi
trovammo rifugio in un’altra
grotta adiacente al Fosso del
Fontanile affluente del Moletta
(che ci ha mostrato anche se
l’ingresso è ostruito) nel nostro
tenza dal binario 8. Era una littorina, molto veloce. Scesi a Carroceto, e li vicino c’era la casa di
mio zio. Andando li trovo un
accampamento di tedeschi. Io
tornai indietro e passai per Vallelata e arrivai a casa. Verso sera
arrivarono i tedeschi su un
camion, io scappai e dopo 5
minuti sento mia madre che mi
chiama, mi disse che con i tedeschi ubriachi con mio zio che
volevano che suonassi la fisarmonica al loro accampamento».
Li passò il periodo fino allo
sbarco del 22 gennaio 1944.
«Sapemmo che iniziava lo sbarco grazie alle cannonate della
marina alleata che arrivarono
alla nostra valle. Stavamo piantando le patate. Scappammo in
casa e la notte la passammo in
una grotta tra i poderi dei Ricci e
Capaldo. Li passammo due giorni con la speranza che arrivassero gli americani. Noi stavamo in
una grotta e sopra di noi passa-
podere. Siamo stati lì fino all’ 8
febbraio. Di giorno venivano gli
americani e di notte i tedeschi.
Verso il 3-4 febbraio recuperammo una stufa e dei viveri per
mangiare. Avevamo paura ad
uscire. I tedeschi stavano al
Rimessone, un grosso caseggiato ancora esistente vicino al
podere, in antico era un deposito
di bronzi, e sparavano verso
casa nostra perché vedevano
movimento. Mia nonna era di
Bolzano e parlava il tedesco e
mia nonna gli urlò che eravamo
tutti civili». La situazione era
delicata e decisero di lasciare
quel posto per cercare un rifugio
più sicuri: «Decidemmo di andare a Pomezia a piedi, dove c’era
un casale di nostri parenti. Ma
dentro c’erano dei tedeschi, che
furono gentili e ci prepararono il
caffè. Poi ci portarono a Roma al
Villaggio Brera, sulla Casilina,
dove c’erano tanti sfollati e
rimanemmo per 3 o 4 giorni.
Venimmo a sapere dove stavano
i nostri parenti, alla Montagnola,
dentro ad una ex casa del fascio.
Li rimanemmo fin alla liberazione di Roma». Il giorno dopo partirono per Aprilia. Il loro podere
era stato minato dagli inglesi e
dovettero sminare tutto il terreno
che avevano a disposizione.
Numerosi anche i pezzi di artiglieria che vennero ritrovati.
«Venne una squadra di sminatori di Anzio, gli sminatori di Aprilia lavorarono verso Carano. Nel
1944 durante le operazioni di
sminamento, il loro metal detector segnalò una mina che, fortu-
Compagno intervista Zanotti
natamente, non era carica. La Zanotti venne assunto per toglietirarono fuori a mano». Quello re i calcinacci e le parti crollate,
che trovarono era la distruzione. pulendo la piazza di Aprilia e la
Molti casali distrutti e le grosse chiesa. «La piazza c’era, ma era
buche delle bombe dovettero tutto distrutto. La statua era in
essere richiuse per iniziare a piedi come adesso».
lavorare la terra. Inizialmente Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL
LAZIO
Editore D.P.R. di Bruno Iorillo
Iscritto al R.O.C. (Registro degli Operatori della Comunicazione)
Registrazione Tribunale di Latina 20/1/1977 n. 284
REDAZIONE : Via Fermi n. 18 - 04011 Aprilia (Latina)
Tel. e Fax 06.9275019 - 335.8059019
e-mail: [email protected] - [email protected]
DIRETTORE RESPONSABILE: Bruno Jorillo
DIRETTORE EDITORIALE: Ben Jorillo - VICE DIRETTORE: Piergiuseppe Jorillo
CAPOREDATTORE: Gianfranco Compagno
Impaginazione e grafica a cura della C.S.T.
La riproduzione di testi e immagini deve essere autorizzata dall’editore.
La collaborazione ad articoli o servizi è da considerarsi del tutto gratuita e non
retribuita. Manoscritti e fotografie anche se non pubblicati non si restituiscono.
PUBBLICITA’: Via E. Fermi n. 18 - Aprilia (Latina) - Tel. 06.9275019 - 335.8059019
STAMPA: Pignani Printing s.r.l
ASSOCIATO ALL’UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 3
A parlare è l’ex vicesindaco Rosario Raco, che ripercorre l’iter amministrativo
“IL PROGETTO DELLA SCUOLA TOSCANINI FU OPERA DELLA NOSTRA AMMINISTRAZIONE”
Con delibera di Consiglio comunale n. 44 del 30 giugno 1997. Il piano finanziario fu di 7 miliardi 345 milioni di lire
di Riccardo Toffoli
“Il progetto della scuolaToscanini fu opera della nostra amministrazione. Quella che ci ha
seguito, avrebbe dovuto fare due
percorsi. Da un lato proseguire
la vicenda giudiziaria e dall’altro però, per pubblica utilità,
riprendersi il cantiere”. A parlare
è l’ex assessore ai lavori pubblici Rosario Raco che sotto la
giunta Cosmi aveva avviato un
piano articolato e urgente di edilizia scolastica, nel quale,
appunto, aveva programmato e
approvato con progetto esecutivo la costruzione della scuola
Toscanini. L’ex assessore parla
dopo tanto tempo su questa
situazione, dopo che ha visto la
politica prendersi i meriti della
costruzione della nuova scuola.
Raco come suo solito, parla con
la documentazione. Porta sul
tavolo le delibere e tutto l’iter
che ha portato ora alla realizzazione della scuola Toscanini. “In
quel periodo –ci dice- noi avevamo una situazione del sistema
scolastico fatiscente. La scuola
Toscanini stava un capannone a
via Catanzaro. Abbiamo quindi,
pensato ad una prima soluzione
transitoria ma dignitosa e abbiamo preso in affitto i locali della
Flavia ’82 che almeno erano
nuovi. Il problema della Toscanini non era di certo l’unico.
Avevamo i ragazzi di Gattone e
Leda in una casa, a Poggio Valli
i bambini erano in uno scantinato. Lo stesso discorso per Casalazzara. L’idea era quella di
intervenire nell’ambito scolastico e dare soluzione con un programma scolastico che ho curato
personalmente. Ero assessore ai
lavori pubblici. Immediatamente
abbiamo trasferito la scuola
Toscanini nei locali della Flavia,
e messo in piedi una serie di progetti. Il primo progetto è stato la
scuola di Casalazzara che è stata
costruita in 16 mesi invece di 18.
La ditta che ha lavorato, di
Potenza, aveva gli operai che
dormivano qui e lavoravano
anche sabato e domenica. Contemporaneamente ho accelerato
i tempi negli anni ‘94 e ‘95 della
conclusione dei lavori di ristrutturazione alla scuola elementare
Marconi che è stata inaugurata il
10 settembre del 1994. Con l’inizio dell’anno scolastico del
1994 abbiamo avuto i nostri
primi frutti: abbiamo aperto la
scuola di Selciatella, la scuola
Marconi e abbiamo trasferito la
scuola Matteotti nella nuova
scuola di via Respighi, anche se
non c’era ancora il collaudo.
Fatto questo, riusciamo a fare la
scuola a Casalazzara e nello
stesso tempo programmiamo la
scuola Leda-Gattone. Dal
momento che continuava a crescere l’area Toscanini abbiamo
programmato la costruzione
della scuola e avevamo previsto
oltre la scuola elementare anche
la scuola media. Di conseguenza
questa scuola nasce con delibera
di Consiglio comunale n. 44 del
30 giugno 1997. Approviamo il
progetto preliminare e il piano
finanziario per 7 miliardi 345
milioni di lire, per i lavori circa
6 miliardi. Ottenuto il finanziamento della cassa depositi e prestiti, il 16 settembre 1998 la
giunta comunale ha approvato il
progetto esecutivo con delibera
722. Il 14 di febbraio 2001 una
volta esperita la procedura di
gara si dà l’appalto, con delibera
numero 29 del 14 febbraio 2001.
Poi purtroppo, a giugno di quell’anno sono stato sollevato dalle
mie funzioni, la giunta è entrata
in crisi, quindi è venuto il com-
La famiglia D’Alessio non ha mai chiesto di intitolare all’ex
Sindaco il plesso Arturto Toscanini
INTITOLAZIONE SCUOLA DI VIA
AMBURGO EX “FANTASMA”
E che venga posta fine alla penosa diatriba tra la dirigenza
scolastica e l’Amministrazione Comunale
La famiglia D’Alessio chiede che venga posta fine alla penosa
diatriba tra la dirigenza scolastica e l’Amministrazione Comunale, apparsa sulla stampa locale in riferimento al nome da attribuire alla scuola di via Amburgo, meglio conosciuta come scuola
“Fantasma”. Premesso che la famiglia non ha mai chiesto nulla
in proposito, l’eventualità dell’intitolazione della scuola a Domenico D’Alessio, appresa dalla stampa, naturalmente ha fatto
molto piacere, intesa come un riconoscimento alla sua attività
politica molto vicina ai giovani, oltre che come segno d’affetto
dei suoi concittadini. Convinti che anche il compianto Domenico non avrebbe desiderato che il suo
nome potesse divenire causa di tali polemiche, chiediamo che non venga più preso in considerazione
per l’intitolazione del plesso, nè tantomeno di altre strutture interne allo stesso, onde evitare ulteriori
spiacevoli strumentalizzazioni future. Su questa vicenda ci aspettiamo, da quanti in causa, un decoroso silenzio ed il massimo rispetto alla memoria del nostro amato Congiunto.
La Famiglia D’Alessio. Aprilia, 24/02/2014
missario e poi la nuova giunta
Meddi. Lì nasce un problema
che andrebbe indagato. Il primo
intervento della Finanza risulta
nel 2004, la cosa che dico e
affermo è che un’amministrazione comunale per interesse pubblico doveva camminare su un
duplice percorso: la vicenda giuridica e rimpadronirsi immediatamente del cantiere appunto per
pubblica utilità. La risoluzione
del contratto avviene con delibera di giunta il 28 marzo 2008,
giunta Santangelo. A questo
punto subentra l’intervento della
giunta D’Alessio che l’11 aprile
2011 con delibera 82 fa la riapprovazione del progetto definitivo. L’impegno di spesa è 3
milioni 350 mila euro. Si è praticamente raddoppiata la cifra. Il
26 gennaio 2012 con delibera
numero 10, infine, D’Alessio
riapprova il progetto esecutivo,
la cifra cambia di poco, cinque
mila euro in più. Viene fatta la
gara d’appalto”.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 4
13 - 27 Marzo 2014
APRILIA, PRESENTATO IL PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE CARE FOR LIFE
UN SUPPORTO MEDICO-LOGISTICO AI MALATI ONCOLOGICI
di Riccardo Toffoli
Un supporto medico-logistico ai
malati oncologici. Questo l’intento dell’associazione Care for
Life che è stata presentata questa
mattina alle ore 10.30 presso la
sala congressi di Villa Silvana. Il
lavoro che ha portato alla nascita di vari progetti per aiutare i
malati a ricevere le cure oncologiche è stato lungo e ha portato
ad una collaborazione specifica
tra medici e strutture sanitarie
nonché associazioni operanti nel
settore socio-sanitario del territorio. Erano presenti Belardino
Rossi direttore del distretto Asl
di Aprilia-Cisterna-Cori e Roccamassima, Nicola Pellegrini
direttore amministrativo di Villa
Silvana, Salvatore Resta direttore sanitario di Villa Silvana,
Alberto Siniscalchi responsabile
dell’Hospice di Aprilia. Per
l’amministrazione comunale
sono intervenuti l’assessore alle
politiche sociali Eva Torselli e la
dottoressa Francesca Russo referente della Multiservizi per il
sociale. A presentare l’associazione il presidente Arturo
Castrillo oncologo dell’Hospice
di Villa Silvana, Gian Paolo Spinelli oncologo Asl dell’università La Sapienza di Roma e Giuseppina Celli. I dati snocciolati
durante la conferenza stampa,
hanno messo in mostra la necessità di un intervento specifico
sul territorio. Nel 2013 il centro
oncologico Asl di via Giustiniano ha tenuto in cura 600 pazienti, affetti da cancro. Il centro si
occupa non solo delle terapie
come la chemio, ma anche della
diagnosi. Per questo, ha spiegato
il dottor Spinelli, serve un coordinamento per effettuare tutte le
analisi necessarie che i pazienti
devono effettuare nei vari e sparsi punti medici sparsi sul territorio. Inoltre l’hospice di Villa Silvana che tiene in cura i malati
terminali, ha avuto nel 2013 500
pazienti, di cui il 98% terminali
oncologici. Care for Life è un
motto, una filosofia di vita.
Prende spunto da Don Milani
che davanti alla scuola di Barbiana aveva attaccato un cartello
con scritto “I care”, “io mi occupo, ho a cuore”. E’ un prendersi
carico della vita, che il dottor
Arturo Castrillo ha legato alla
figura di Don Luigi Fossati parroco della chiesa di San Michele
e tra la comunità di sacerdoti
apriliani dell’istituto San Raffaele che hanno realizzato strutture, progetti e opere per e sul
sociale. Giuseppina Celli ha tratteggiato le linee d’intervento
dell’associazione. “Per prima
cosa –ha detto- vogliamo attivare un ambulatorio per il posizionamento degli accessi venosi,
nella fattispecie Picc, che sono
dei cateterini in poliuterano che
vengono posizionati in una vena
dell’avambraccio ed arrivano in
grossa vena centrale e ci permettono di poter somministrare farmaci ed alimentazione ai pazienti fragili come i malati in terapia
attiva oncologica (chemioterapia) o a paziente affetti da morbo
di Alzheimer, parkinson o malati terminali oncologici in fase
avanzata. In questo progetto ci
stanno aiutando per la formazione i colleghi dell’Ifo di Roma
che gestiscono l’ambulatorio già
da diversi anni. Il secondo progetto riguarda il trasporto dei
malati. Ci è stata donata un’autovettura che useremo per il trasporto di pazienti che non hanno
la facoltà di andare ed essere
sottoposti a terapia chemioterapica presso il dh oncologico
della Asl di Aprilia in quanto o
sprovvisti di autovettura o addirittura non hanno la condizione
economica di acquistare il carburante o di provvedere ad assicurare la loro autovettura e
rinunciano ad essere curati. Il
terzo progetto riguarda il recupero di fondi per l’acquisto di un
elettromedicale per la terapia del
dolore, la Sklamber Therapy,
neuropatico cronico e dolore
oncologico che attualmente è
presente sul mercato con costi di
50 euro a seduta e normalmente
ne necessitano almeno 10 sedute. L’ultimo progetto riguarda la
prevenzione nelle scuole. A settembre ai direttori didattici delle
scuole elementariu chiederemo
di poter eseguire gratuitamente
delle visite fisioterapiche, per la
prevenzione dei danni causati
dal piede piatto e dalla scoliosi.
Agli alunni sarà eseguito un
esame baropodometrico per
valutare e poter attuare la prevenzione”. In ultimo Care for
Life sta attivando la realizzazione di una rete tra associazioni
sul territorio che sia in grado di
far fronte alle emergenze sociosanitarie dei pazienti. La sede
dell’associazione sarà nel punto
Asl di via Giustiniano. L’inaugurazione è prevista per mercoledì prossimo alle ore 12. Sarà
inaugurata dal nuovo direttore
generale Asl di Latina.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 5
Pubblichiamo la nota integrale pervenuta in redazione martedì 4 marzo 2014
L’ASSESSORA LOMBARDI REPLICA AL CONSIGLIERE BAFUNDI
A seguito dell’articolo del 13.2.2014 in difesa dell’operato di Agostino Ruongo, presidente dell’Associazione Animali Aprilia
Pubblichiamo integralmente, come da
richiesta, una nota pervenuta in redazione martedì 4 marzo da parte dell’assessora all’ambiente di Aprilia Alessandra
Lombardi, in replica all’articolo pubblicato sul nostro quindicinale nel numero
4 del 13.2.2014 dal titolo: “Il consigliere
Giovanni Bafundi, in difesa di Ruongo”.
Innanzitutto è doveroso dire che noi non
pubblichiamo articoli diffamatori, come
afferma l’assessore, ma eventualmente
articoli di critica politica, che capiamo
che sono poco graditi.
Gentile Assessora la rassicuriamo di non
aver fatto tagli, come potrà constatare.
Avendo appreso, però, dall’assesora
Lombardi che l’argomento “Ruongo”
ha visto l’interessamento anche della
Procura della Repubblica, è suo dovere
convocarci, se è a conoscenza di notizie
di reato, che possono essere pubblicate,
altrimenti avrebbe fatto bene a tacere. È
il suo assessorato che ha revocato la convenzione del 16.10.2007 o meglio il contributo annuo, insufficiente diciamo,
all’Associazione Animali Ambiente
Aprilia, il cui presidente è Agostino
Ruongo, che conosciamo, da almeno
venti anni, il suo operato in favore dei
cani anche “rognosi” e delle colonie feline. Delle altre associazioni francamente
conosciamo a malapena il nome. Oltre il
comunicato ripubblichiamo, pensando
di farle cosa gradita, anche la prima foto
(30.1.2009), pubblicata, a seguito di
un’intervista che l’ha lanciata nella sua
carriera politica.
Gianfranco Compagno
di Alessandra Lombardi*
Dopo l’ennesimo articolo diffamatorio nei
riguardi dell’Assessorato a me assegnato,
mi sento in dovere di chiarire una lunga
serie di inesattezze e calunnie sul tema
lotta al randagismo che sono state ripetutamente pubblicate e non sono davvero più
tollerabili. Tralasciando il discutibile giudizio secondo il quale “le immediate esigenze del fenomeno del randagismo” si
ridurrebbero alla sola nutrizione dei randagi, cosa smentita da qualsiasi linea guida e
legge regionale (vedi DGRL 43/2010) che
inquadra in modo ben più complesso questo problema; tralasciando il giudizio personale secondo il quale questo assessorato
“interviene (quando interviene!) in malo
modo”, cosa contraddetta dai reiterati
finanziamenti ottenuti in ambito di lotta al
randagismo che ci hanno permesso ad
esempio di ampliare le fasce di popolazione che usufruiscono della sterilizzazione
gratuita dei cani di proprietà e di estenderla anche ai gatti, mi preme evidenziare le
numerose inesattezze che provenendo da
un ex assessore sono davvero gravi perchè
manifestano una colpevole incompetenza
in un settore nel quale egli si vanta di aver
ricoperto una carica importante. Nutrire i
randagi è certamente un’opera meritoria e
questo è il motivo per cui il signor Ruongo
ha ricevuto anche quest’anno i contributi
(non certo grazie alle lettere dei legali); tuttavia la DGRL 43/2010, che stabilisce le
politiche della Regione Lazio in tema lotta
al randagismo, ha attribuito una grandissima importanza alle associazioni animaliste
stabilendo una serie di azioni che esse debbono mettere in atto per una efficace lotta
al fenomeno quali: informazioni su microchippatura, iscrizione all’anagrafe canina e
sterilizzazione, incentivo alle adozioni dai
canili e campagne di sensibilizzazione
della popolazione. Il Signor Ruongo non si
è occupato di alcuna di tali iniziative che
ha anzi sempre avversato e criticato tanto
che si è assistito a una progressiva emorragia di persone dalla sua associazione fino
a renderla totalmente autoreferenziale ed è
questo il motivo del sorgere di altre associazioni sul territorio, non solo “Gli Amici
di Birillo” contro cui, con altre argomentazioni fasulle, si scaglia l’ex assessore, ma
anche “Associazione Protezione Animali”
e “Diritti e Difesa dei Randagi e dell’Ambiente”, tutte destinatarie di contributi da
parte del comune in seguito a verifica delle
attività (centinaia di adozioni di cani, campagne informative tra la popolazione e
nelle scuole, organizzazione
e collaborazione a giornate a
tema, gestione dello Sportello animali presso l’assessorato, raccolte cibo e una
miriade di attività di sensibilizzazione con punti informativi presenti in tutti gli
eventi cittadini come San
Michele, feste rionali, Fiera
di Campoverde...). A tal proposito l’ex assessore Bafundi dovrebbe sapere, ma evidentemente così non è, che
non è potestà dell’assessore
Lombardi di NOMINARE
associazioni in quanto queste, per essere riconosciute tali, devono
essere iscritte in un apposito registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato
(art.3 L.R. 29/1993), ma la continua guerra
personale che egli porta avanti nei miei
confronti dal 2009 è tipica di un modo di
fare politica che non mi rappresenta nè ora
nè mai; si getta fango e si sollevano sospetti senza essersi informati, solo per ricevere
visibilità personale e approfittando del
fatto di avere a che fare con una persona
come me che alle chiacchiere preferisce i
fatti e quindi molto spesso sceglie di non
replicare. Continua l’ex assessore Bafundi
“la revoca della convenzione ...nasce proprio nel momento in cui il problema del
randagismo comincia a incrementarsi”....;
intanto grossolanamente e in modo errato
si parla di revoca quando invece si tratta di
un recesso da un contratto che svincola
l’ente dalle tempistiche di preavviso di cui
parla Bafundi, cosa peraltro già chiarita
dall’ufficio legale, vorrei tanto sapere da
dove attinga l’informazione che il problema si stia incrementando visto che è esattamente il contrario della realtà: negli ultimi
4 anni il numero di cani ospitati presso le
strutture è rimasto costante nonostante
l’aumento continuo di residenti, il che
implica una flessione del problema da attribuirsi proprio alle tante attività messe in
campo e alle sinergie tra assessorato, asso-
ciazioni, asl, polizia locale, Regione Lazio
e veterinari. Ma la più grossolana delle inesattezze, inaccettabile da chi si vanta di
essere stato l’artefice dell’istituzione delle
prime guardie zoofile, è la confusione tra
guardie zoofile (nominate tali con Decreto
del Presidente Giunta Regionale) e volontari animalisti: due entità diverse con competenze diverse e distinte. Il numero delle
guardie zoofile non è affatto diminuito,
anzi ne sono state decretati altri due gruppi
nell’ultimo anno, tanto che si è resa necessaria una nuova delibera di giunta per l’inserimento dei nuovi individui. La strada da
fare per la lotta al randagismo è sicuramente ancora molta, ma non è accettabile che la
rabbia di un ex si spinga a disconoscere il
lavoro che dal 2009 stanno facendo tutti
coloro che ad Aprilia si adoperano per la
soluzione di questo problema, non si può
lasciar credere che l’unico a occuparsene
sia Agostino Ruongo, questa cosa offende
l’attuale assessore, gli impiegati dell’ufficio ambiente, i volontari, la popolazione di
Aprilia, la polizia locale, i veterinari, i
responsabili della Regione e chiunque
abbia assistito e preso parte alle iniziative
messe in campo negli ultimi 5 anni.
Foto G: Compagno 30.01.209
*Assessora all’ambiente, ecologia ed energia
del comune di Aprilia
pagina 6
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
Pubblicazione integrale della lettera pervenuta (8.3.2014) dal Coordinamento delle associazioni per la Palestina
“DIETRO LE QUINTE: LA GIORNATA DI ROGER”
“Peccato che tutto questo sia stato occultato da una regia con manie autoreferenziali e da una stampa locale che non sa guardare
dietro le quinte della rappresentazione teatrale” Dura critica al “cerimoniale” e all’organizzazione del comune di Aprilia, ma anche
alla stampa locale. Noi de Il Giornale del Lazio, non c’eravamo, non siamo stati invitati, a conferma della pessima gestione
di Tilde Rovigatti*
Anche per la presenza di un grande artista della musica
contemporanea, un uomo impegnato socialmente sui
temi molto concreti della libertà delle persone e dei
popoli, pensavamo di poterci sottrarre questa volta alla
solita retorica, tanto vuota di contenuti quanto priva di
aperture etiche e di speranze. Neanche la presenza di
tanti giovani nell’Aula magna del Rosselli (i giovani,
si sa, poco amano le cerimonie preconfezionate e auto
celebrative) il 18 febbraio scorso ha impedito ai nostri
illuminati cerimonieri di rappresentare la gloria di Aprilia. La grande e forte personalità dell’ospite Roger
Waters che con flebile voce ha cercato di aggiustare il
tiro sul vero significato della sua visita nella breve conferenza stampa, nulla ha potuto contro un apparato
organizzativo che aveva già predisposto ed orientato a
proprio “uso e consumo” l’intera manifestazione trovando anche il modo di inserire, durante la cerimonia di
scoprimento dell’obelisco, la Canzone del Piave, un
inno di ispirazione risorgimentale dalle forti passioni
militariste e nazionaliste (per questo molto amato dal
Fascismo) certamente mille miglia lontano dai sentimenti che animavano l’ospite e che avevano trascinato
il sottotenente Eric Waters a sacrificare la propria vita.
Speriamo vivamente che Roger non abbia capito esattamente l’indigesta pietanza che gli era stata preparata
e che gli sia
arrivato
al
cuore invece
il dolce e più
appropriato
“Bella ciao”
cantato da un
gruppo di cittadini fuori
dai cancelli
della scuola.
Ci piace pensare che il bel gesto di saluto libero e spontaneo, fuori dall’ufficialità del rito, sia stato un segnale
di condivisione verso quei cittadini ed è sicuramente
l’immagine che più ci resterà familiare ed emozionante
di tutta la kermesse. Tutto ciò ci ha insegnato che l’ospite meritava tutta l’attenzione e il rispetto e, soprattutto conoscendone le idee (l’impegno sociale di Roger
Waters sono di dominio pubblico internazionale), gli
andava preparata un’accoglienza adeguata, semplice,
ritagliata sulla sua persona. Niente di tutto questo inve-
ce. Non sappiamo quali pensieri hanno attraversato la mente di Roger Waters mentre rendeva
omaggio a suo padre Eric al fosso della Moletta e
davanti all’obelisco nel cortile dell’ istituto “ Rosselli” di Aprilia. Certamente sentimenti di fierezza e di riconoscenza. Sappiamo per certo, però,
che si è sentito a suo agio quando ha potuto indossare, il giorno prima, consegnatagli dal Sindaco
della Città nel ridotto comunale, senza cittadini e
senza la stampa, la kefiah donata dal Coordinamento pro-Palestina insieme a un cortometraggio
sulle ingiustizie subite dal popolo palestinese realizzato dai ragazzi del Liceo classico “Meucci”,
come riconoscimento delle sue battaglie di civiltà
a favore dei più deboli nel mondo (la Palestina e
la Siria , ad esempio). Ci piace pensare infine di
aver perfettamente interpretato il senso della sua
visita tra Aprilia e Anzio (che Roger ha espresso
chiaramente durante la conferenza stampa)
donandogli un bellissimo disegno del giovane
Federico Marchetti che con efficacia e sensibilità
ha rappresentato le figure del padre, pacifista e
caduto per combattere il nazifascismo, che consegna al figlio, impegnato per diffondere gli stessi
valori, la bandiera della libertà e della pace . Peccato che tutto questo sia stato occultato da una
regia con manie autoreferenziali e da una stampa
locale che non sa guardare dietro le quinte della
rappresentazione teatrale.
Foto di Attilio Francescani
*Per il Coordinamento pro Palestina: Anpi sez.
“Vittorio Arrigoni”- Aprilia - Libera Gaza in
Libera Palestina “Senzaconfine”–Aprilia Pontum – Nettuno
16 - 30 Gennaio 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 7
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 8
13 - 27 Marzo 2014
Aveva 74 anni. È deceduta martedì 25 Febbraio. Le esequie funebri in San Michele Arcangelo
È MORTA IOLANDA DE QUATTRO
Moglie, madre, nonna, insegnante e per circa 30 anni amministratrice
pubblica: consigliera comunale, assessora e vice sindaco
di Gianfranco Compagno
È morta Iolanda de Quattro,
moglie, madre, nonna, insegnante
e per circa 30 anni amministratrice pubblica: consigliera comunale, assessora e vice sindaco.
Aveva 74 anni. È deceduta martedì 25 febbraio, alle 11.30 presso
l’ospedale Santa Maria Goretti di
Latina. Era nata il 9 febbraio
1940 a Caianello, in provincia di
Caserta, dove ha mantenuto forti
legami con il suo paese di origine.
Residente ad Aprilia da oltre 40
anni, la sua attività principale è
stato l’insegnamento nelle scuole
elementari. Ormai in pensione da
anni. Ha potuto dedicare più
tempo, olre alla famiglia, alla
08.03.2005
16.10.2003
23.07.2007
passione politica. La sua prima
volta in consiglio comunale è
stato a seguito delle elezioni
dell’8 giugno 1980, nelle liste del
PCI (come indipendente). Riconfermata per sette consiliature: il
12 maggio1985, il 6 e 7 maggio1990, il 23 aprile 1995, il 13
giugno 1999, il 26 maggio 2002 e
il 3 e 4 aprile 2005, eletta con 542
25.06.2013
volta nel 1983, come supplente
nella giunta De Marinis, di seguito nel 1990 con il sindaco Meddi,
nel 1994 e 1995 con la prima e
08.03.2006
preferenze. Il 22 gennaio 2009 è stato il
suo ultimo giorno da
consigliera, quando
la sua firma di dimissioni davanti al
notaio ha decretato la
caduta del sindaco
Santangelo. Nella
tornata successiva
decise di non ricandidarsi, ma non di ritirarsi dalla politica
attiva. Ha continuato
a militare nel PD. Ha
ricoperto la carica di
assessore la prima
seconda giunta Raco, ancora nel
1995 e 2000 con la giunta Cosmi.
Dal 26 maggio 1995 al 1° febbraio 1997 ha assunto la carica di
vice sindaco. I funerali si sono
svolti nella chiesa di San Michele
Arcangelo, piena al limite della
capienza, mercoledì 26 febbraio
2014. Ha celebrato don Giuseppe
Billi. Almeno il gonfalone con
due vigili urbani potevano essere
mandati dall’Amministrazione
comunale in chiesa, per i suoi
trent’anni in consiglio, Iolanda
De Quattro avrebbe meritato questo riconoscimento.
Foto archivio G.Compagno
Fondato da Ben Jorillo
Redazione Aprilia - 06.9275019 -335.8059019 www.giornaledellazio.it
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 10
13 - 27 Marzo 2014
La conferma arriva direttamente dal sindaco Antonio Terra
APRILIA - SI CHIAMA ROBERTO MASTROFINI IL NUOVO ASSESSORE ALLE FINANZE
Quando lo sentiamo per la conferma il decreto è sul suo tavolo pronto da firmare
di Riccardo Toffoli
Si chiama Roberto Mastrofini ed è il
nuovo assessore alle finanze del Comune
di Aprilia. Sul tavolo del sindaco Terra è
pronto il decreto di nomina, quando lo
sentiamo, mentre noi stiamo andando in
stampa. Prende il posto di Antonio Pio
Chiusolo che si è dimesso nel mese di
dicembre 2013 per le intimidazioni ricevute, prima l’incendio della vettura e poi
una serie di bossoli sparsi dal portone al
cancello dell’abitazione privata. Avrà le
deleghe delle finanze e delle partecipate,
mentre il contenzioso rimarrà nelle mani
del sindaco Terra. Roberto Mastrofini è
laureato in giurisprudenza, ha 38 anni e
non è di Aprilia. Nato a Frascati, nonostante la sua giovane età, ha avuto tantissime esperienze amministrative. Consulente finanziario ed in generale per la
macchina amministrativa di molti comuni
del Lazio e della Regione, ha collaborato
anche con l’ex ministro Brunetta per la
riforma delle pubbliche amministrazioni.
Autore e docente per conto di case editrici di livello nazionale. Un curriculum di
un tecnico. Abbiamo rivolto qualche
domanda al sindaco proprio qualche ora
prima che stesse per firmare il decreto.
Perché, sindaco, si è scelta una figura
esterna ad Aprilia? Non c’era un tecnico in città che potesse occupare il posto
di assessore?
“la nostra scelta è caduta su un tecnico
che sia opera di completamento nel settore delle finanze per noi molto importante
e fondamentale. Prima del suo curriculum, ho visto altri tre o quattro nomi, un
paio di Aprilia. Rispetto però, ai tecnici
apriliani Mastrofini ha dalla sua parte la
conoscenza nel gestire meglio aspetti fondamentali della macchina amministrativa
come il riordino dei settori, i regolamenti.
Ha una conoscenza della gestione sicuramente più profonda”.
Il settore delle finanze è un settore che
scotta. L’abbiamo visto con l’ex assessore Chiusolo oggetto di diversi atti
intimidatori che lo hanno costretto alle
dimissioni. Avete pensato che magari
un tecnico esterno potesse avere più
mano libera, in particolare sulle municipalizzate?
“Sicuramente un tecnico è più operativo e
meno politicizzato su queste questioni.
Che affiancheranno il segretario Beniamino Gallinaro
ELETTI I COMPONENTI DELLA SEGRETERIA
PROVINCIALEDI DI SEL
Entrata la consigliera comunale di Aprilia Carmen Porcelli,
che si occuperà di comunicazione e ambiente
Si è svolta venerdì 28 febbraio
l’assemblea Assembela federale
di Sinistra Ecologia e Libertà di
Latina. L’assemblea ha approvato la proposta del segretario
Beniamino Gallinaro. I membri
della segreteria provinciale di
Sel che affiancheranno il segre-
tario Beniamino Gallinaro sono:
Silvana Lugli (Welfare e questioni di genere), Lucio Pavone
(Enti locali), Carlo Piccirilli,
(responsabile ai Beni comuni,
giovani e diritti), Giuseppe D’Acunto, (Lavoro e legalità); Carmen Porcelli (Comunicazione e
Ma non abbiamo pensato affatto
alla capacità di gestire meglio i
rapporti con le municipalizzate.
Noi abbiamo pensato ad una
gestione più profonda della macchina amministrativa”.
Si vocifera che sia vicino al Pd e
più specificatamente all’area del
sottosegretario alle riforme e ai
rapporti col Parlamento Sesa
Amici. Le risulta?
“Non so proprio se ha o meno la
tessera del Pd. Invece escludo
categoricamente che io abbia
avuto contatti con Sesa Amici per
questo incarico. Ho avuto contatti
col sottosegretario per la vicenda legata
alla legalità. Questo sì. E non ho mai
nascosto di avere buoni rapporti con
molti esponenti del Pd a livello regionale”.
Quindi da dove è uscito il suo nome?
Del resto le cariche di assessori sono
anche politiche.
“Noi avevamo avuto garanzie su questo
nome dall’ex dirigente delle finanze
Francesco Fraticelli. L’ex sindaco D’Alessio lo aveva incaricato di redigere una
Ambiente) e Carlo Pietrocini
(Tesseramento e tesoriere).«Il
partito di Sinistra, Ecologia e
Libertà – è stato il commento del
segretario provinciale di Sel
Beniamino Gallinaro - con i suoi
organi dirigenti al completo opererà in maniera strutturata; cercherà di consolidarsi sul territorio a partire dalla prima importante sfida che rappresenta l’appoggio alla Lista L’Altra Europa
con Tsipras. Mi preme precisare
che questo momento non lo
ritengo solo un fatto elettoralistico. Anzi, Sinistra Ecologia e
parte del piano di alienazioni del patrimonio comunale. E abbiamo avuto modo in
quell’occasione di valutare tutte le sue
professionalità”.
Anche Fraticelli aveva esperienze con
giunte di centrosinistra. Evidentemente l’amministrazione civica apriliana
ritiene che i migliori tecnici siano di
centrosinistra?
“Guardi non guardiamo le tessere ma le
capacità. E spero che la città lo sappia
apprezzare”.
Libertà crede che attraverso questo appuntamento la sinistra
possa ritrovarsi nuovamente
intorno ad un progetto di società
democratica, solidale ed ecosostenibile e non subalterna agli
interessi della finanza e dei
potentati economici». «Ci impegneremo per la nascita di comitati che abbiamo obiettivi di
medio e lungo termine – ha poi
concluso Gallinaro, segretario
provinciale di Sel - comitati che
non cesseranno di esistere all’indomani dell’appuntamento delle
elezioni europee, ma ci auguriamo possano divenire luogo di
costruzione di una nuova sinistra».
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 11
Il dottor Stefano Tonioni sarà presente nella struttura sanitaria tutti i venerdì dalle 9.00 alle 18.00
A VILLA SILVANA: APERTO L’AMBULATORIO DI CARDIOLOGIA
I servizi: l’elettrocardiogramma sotto sforzo, quello semplice, l’ecocardiogramma,
color doppler delle vene periferiche e l’elettrocardiogramma trans esofageo
di Nicola Gilardi
Il dottor Siro Simeoni, direttore
sanitario della Clinica Villa Silvana, ha annunciato l’apertura di
un nuovo settore per le cure dei
pazienti apriliani: «Nell’ambito
dell’espansione del nostro
poliambulatorio, mancava un
tassello riguardante la patologia
cardiaca. La dottoressa Marica
Gentile si occupa della medicina
cardiaca sportiva. Mancava proprio questo elemento ed eravamo costretti a rimandare indietro
queste persone che necessitavano di prova sotto sforzo per
testare la patologia». Ad occuparsi della patologia cardiaca
sarà il dottor Stefano Tonioni,
che abbiamo incontrato, giovedì
6 marzo, nell’ufficio della direzione sanitaria. Presente anche
la caposala, coordinatrice dei
poliambulatori Patrizia Longhi,
che ci ha guidato nell’ambulatorio dedicato mostrandoci i nuovi
e moderni macchinari. Il dottor
Tonioni è conosciuto per aver
partecipato come relatore anche
ai convegni sulla cardiologia
organizzati dal primario della
Casa di Cura Città di Aprilia,
Giancarlo Stazi. «Ad Aprilia c’è
questa esigenza perché vediamo
le richieste, sia dai pazienti che
dai medici di base» dice il dottor
Siro Simeoni che ha messo a
disposizione tutta la strumentazione medica necessaria. Il dot-
tor Stefano Tonioni, romano di
43 anni, è laureato all’Università
Cattolica Agostino Gemelli di
Roma e specializzato all’Università di Tor Vergata, conseguendo poi diversi master,
nazionali e internazionali, di chirurgia interventistica. Figlio di
Nancy a Roma e di emergenza
cardiologica di pronto soccorso.
Vista la chiusura del reparto di
emodinamica dell’ospedale nel
quale è primario, opera attualmente come interventista al
Gruppo Villa Maria. L’attività
privata, invece, viene svolta al
Dr. Siro Simeoni, direttore sanitario di Villa Silvana, caposala Patrizia
Longhi, coordinatrice poliambulatori, dr.Stefano Tonioni, cardiologo
Dr.Stefano Tonioni
medico cardiologo è sposato ed
ha due figli. «Ho preso il filone
interventistico, sia per le angioplastiche coronariche e sia per
gli interventi strutturali nel
cuore – dice Tonioni -. Ho anche
la specializzazione dell’interventistica periferica, il famoso
palloncino e l’inserzione della
rete che allarga i flussi sanguigni». Attualmente è primario
dell’Ospedale San Carlo di
Mater Dei, Pio XI e ICC di
Casal Palocco. Consulente di
interventistica in tutto il Lazio.
«Tutti i venerdì sarò a Villa Silvana dalle 9.00 alle 18.00 – prosegue il medico - le malattie cardiovascolari sono le più diffuse
al mondo ed è importante prima
di tutto capire lo stato delle
coronariche. Per questo bisogna
andare in prevenzione. Negli
USA la coronarografia ha supe-
rato la radiografia del torace».
Prima di arrivare al test, comunque, ci sono una serie di altre
prove non invasive che possono
dare una diagnosi abbastanza
accurata.
Il consiglio del dottor Tonioni è
chiaro: «Misurare spesso la
pressione e dopo i 40 anni fare
un test da sforzo se si fa sport. I
picchi di infarto sono dai 40 ai
45 anni e dai 65 ai 75 anni. Nel
primo picco molto spesso l’infarto è fatale. L’affanno è il
primo sintomo, che si avverte
anche a basso carico. Villa Silvana lavora sulla quantità e per
questo sono soltanto leggermente superiori al ticket sanitario.
Riuscire a fare questi controlli
tempestivamente è fondamentale». I servizi messi a disposizione sono: l’elettrocardiogramma
sotto sforzo, quello semplice,
l’ecocardiogramma, color doppler delle vene periferiche e l’elettrocardiogramma trans esofageo che dovrebbe essere attuato
a breve. Nonostante la sanità
locale sia a rischio vista la situazione regionale, i servizi convenzionati ed a pagamento possono essere un fondamentale
presidio per curare, ma soprattutto prevenire i problemi di
salute.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 12
13 - 27 Marzo 2014
L’ex campione del mondo di pugilato Nino Benvenuti, racconta la tragedia della sua famiglia durante la guerra
CISTERNA: “L’ISOLA CHE NON C’È. IL MIO ESODO DALL’ISTRIA”
Nel libro, scritto con Mauro Grimaldi, si racconta anche il dramma dei Giuliani-Dalmati, perseguitati dal Maresciallo Tito
Evento organizzato dai giovani del gruppo Cisterna 2014 - 2019 presso il locale RistorArte, venerdì 28 febbraio
di Veronica Alessandrini
Quella delle foibe e dell’esodo
degli italiani dall’Istria è una
pagina della storia italiana arrivata all’attenzione pubblica solo di
recente e, di conseguenza, risulta
ancora un po’ opaca. C’è bisogno
di chiarezza, di conseguenza le
testimonianze e il contributo di
chi ha vissuto questi episodi
(direttamente o indirettamente)
risulta molto prezioso per la
costruzione di una memoria condivisa. In quest’ottica si inserisce
l’evento organizzato a Cisterna di
Latina venerdì 28 febbraio presso
il locale RistorArte dal gruppo
Cisterna 2014 2019 per presentare il libro “L’isola che non c’è. Il
mio esodo dall’Istria” di Nino
Benvenuti e Mauro Grimaldi.
Benvenuti è un ex pugile italiano,
campione del mondo dei pesi
medi e oro olimpico, nato ad Isola
Istria nel 1938. Da qui è dovuto
fuggire nel grande esodo che ha
coinvolto moltissimi connazionali e nel libro scritto a quattro mani
con Mauro Grimaldi è contenuta
tutta la sua storia. La presentazione dell’opera è stata intervallata
dalla lettura di
alcuni brani tratti
dal libro effettuata
da Marianna Cozzuto. Brani particolarmente significativi, che descrivono i sentimenti
di un’intera popolazione sradicata
dalla propria terra:
«Eravamo italiani,
indesiderati ma italiani, trattati come
se fossimo noi i
portatori di tutte le
colpe e le responsabilità di una passato dimenticato
troppo
presto.
Come se attraverso
noi si volesse
rimuovere dalla
memoria collettiva le sconfitte
subite dall’Italia fascista». Ad
aprire il dibattito Gersenio (detto
Gerri) Boccabella, contitolare del
RistorArte che ha spiegato:
«Bisogna creare una coscienza
nazionale che permetta di giudicare i fatti come sono andati, in
modo scevro da qualsiasi appartenenza politica». Poi è stato il
turno di Grimaldi, che ha raccontato: «La storia la scrivono sempre i vincitori, per cui per 60 anni
alcune situazioni sono state
messe sotto naftalina: solo con la
tutte le maniere di restare legati ai
luoghi in cui i nostri avi avevano
creato la storia dei Benvenuti.
Anche lasciare i morti, i cari al
cimitero, è stato doloroso. Siamo
rimasti in Istria il più possibile
fino a quando le guardie dell’Oz-
Mauro Grimaldi, Nino Benvenuti e Gersenio “Gerri” Boccabella
caduta del muro di Berlino alcuni
accadimenti sono stati messi sotto
lenti meno deformate, così è iniziato ad uscire fuori l’argomento
delle foibe. Sono contento che un
personaggio come Nino, con la
sua esperienza, stia dando contenuto a delle pagine bianche della
storia, che non sono state ancora
scritte». Dopodiché è intervenuto
Benvenuti, che ha riassunto i passaggi più salienti della sua storia
e, quindi, del libro. «Noi volevamo restare in Istria- ha esclamatovolevamo rimanere legati alla
nostra terra, abbiamo cercato in
na, la polizia politica del maresciallo Tito, vennero a casa e presero mio fratello, che aveva 17
anni, per portarlo alla caserma di
Capo d’Istria insieme ad altri suoi
tre compagni di scuola. Da lì iniziò un momento terribile, perché
non sapevamo quando sarebbe
uscito. Gli portavo tutti i giorni la
pentola col minestrone caldo. A
raccontare queste cose le rivivi e
ci vuole tanta forza, perché sono
cose brutte- prosegue con una
nota di emozione nella voce- Noi
non sapemmo mai nulla di quanto
successe a mio fratello in quel
periodo e dopo poco mia madre
morì. Con il tempo ho imparato a
non odiare, anche grazie a lei che
mi disse: “A odiare si sta male, tu
stai male, quello odiato non lo sa
perché non sente nulla. Perciò
risparmiati, se non vuoi perdonare dimentica”. Tutti i giorni ringrazio i miei genitori per questi
insegnamenti. “L’Isola che non
c’è”, non c’è più: Isola d’Istria
era un paese straordinariamente
bello e pieno di gente che lavorava, un posto in cui eravamo felici». Il tutto si è svolto nell’ambiente gradevole e ben curato di
RistorArte, in via Quattro Giornate di Napoli, un locale che accoglie e dà spazio alle forme artistiche e culturali con mostre pittoriche e fotografiche periodiche e
cene a tema con rappresentazioni
teatrali.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 13
Il segretario generale, oltre al posto riservato ha l’utilizzo quotidiano dell’auto blu per andare e venire dalle stazioni ferroviarie
APRILIA - LA CASTA DEL GARAGE COMUNALE
I privilegiati: Antonio Terra, Bruno Di Marcantonio, Elena Palumbo, Francesco Battista e
Massimo Giannantonio. La consigliera Porcelli interroga. Non esiste nessun regolamento, ma prassi
consolidata, decide il Sindaco a sua insindacabile discrezione
di Riccardo Toffoli
e Gianfranco Compagno
Sei posti disponibili ma sette
autorizzati. Il criterio? Discrezionale. Lo decide il Sindaco. È
diventata una vera e propria
“casta” quella che ha l’accesso
Il sindaco AntonioTerra
al garage comunale. Una casta
perché in questo modo chi è
autorizzato, evita di pagare l’abbonamento o la tariffa del parcheggio a pagamento oppure di
parcheggiare lontano dal Comune di piazza Roma. Sotto il
palazzo del Comune c’è un parcheggio “riservato”. Ma riservato a chi? Ogni tanto esce qualche
macchina. Spesso non sono
quelle di servizio del Comune,
ma di privati. Così il consigliere
comunale Sel Carmen Porcelli
ha protocollato un’interrogazione al sindaco per sapere: “Se esiste un regolamento che disciplina l’utilizzo del parcheggio
interrato presso il palazzo comunale di Piazza Roma lato via
degli Aranci, quanti sono i posti
macchina e chi sono le persone
autorizzate a lasciare le vetture
presso la struttura comunale;
Nel caso in cui l’utilizzo del parcheggio interrato non fosse
regolato da alcuna disposizione,
con quali modalità viene assegnata la disponibilità al rimessaggio e chi sono i beneficiari”.
La risposta del sindaco è arrivata circa un mese dopo, ossia il 25
febbraio. La giunta D’Alessio e
poi Terra ha predisposto tantissimi regolamenti, però sull’utilizzo del parcheggio interno ha
deciso di continuare una “prassi” che “vede il sindaco investito, tra l’altro, di tale incombenza” - scrive Tonino Terra. E
infatti, con tutte le attività che ha
da fare un sindaco di una città di
70 mila abitanti, con tantissime
problematiche, figuriamoci che
grande incombenza è doversi
occupare anche del parcheggio
interno del palazzo comunale.
Tale è l’incombenza che i conti
non tornano. Infatti nella risposta all’interrogazione il sindaco
scrive che: “i posti macchina
sono sei, di cui due utilizzati,
correttamente, per le autovetture
di servizio dei messi comunali,
mentre per l’utilizzo dei restanti
quattro sono autorizzati oltre per
la vettura in uso al sindaco Terra,
il presidente del Consiglio
comunale, il segretario generale,
il capo di gabinetto e il dirigente
delle finanze”. E così gli “autorizzati” sono sette (nelle persone
di Antonio Terra sindaco, Bruno
Di Marcantonio, presidente del
consiglio comunale, Elena
Palumbo segretario generale,
Massimo Giannantonio capo di
gabinetto, Francesco Battista
dirigente delle finanze), uno più
dei posti disponibili. Ultimo
“autorizzato” il capo di gabinetto Giannantonio, si è guadagnato un posto all’ombra, giocando
sul fatto che il segretario generale, normalmente va e viene con
altri. –ci spiega- E mi è sorta la
curiosità. Nel 1999, la giunta
Cosmi decretò l’assegnazione di
alcuni posti a consiglieri comunali dicendo che era giusto che
chi andava ad effettuare commissioni per i cittadini avesse un
posto riservato e non pagasse il
si è civici e non si è politici per
giustificare alcuni atteggiamenti
lascia il tempo che trova di fronte a queste cose. Chi ci governa
oggi contestò quei posti gratuiti
per i consiglieri concessi nel
1999. Noi tutti facciamo commissioni, veniamo in Consiglio
Il Presidente consiglio
Di Marcantonio
Il segretario
Elena Palumbo
parcheggio a pagamento. Oggi
non si capisce per quale motivo
quella deve essere terra di nessuno. Secondo me è corretto dire la
verità e non trincerarsi. Dire che
Il Dirigente Finanze
Francesco Battista
comunale e parcheggiamo la
macchina anche lontano per non
pagare e non siamo così obbligati ad andare a timbrare nuovi
scontrini del parcheggio. Tra
il treno, abitando fuori Aprilia,
avendo a disposizione un’auto
blu, con tanto di autista comunale, che usufruisce come navetta
tra le stazioni di Aprilia e Campoleone e il municipio, cosa che
meriterebbe un’altra interrogazione e ovviamente il suo vice
ha sfruttato la situazione. O
quindi, sotto al palazzo comunale c’è un posto macchina fantasma “fantasma” oppure ogni
giorno si deve sperare che tutti e
sette non vadano a parcheggiare
sotto il Comune. E siccome è
capitato di vedere in passato
uscire dal parcheggio sotterraneo anche qualche altro assessore, la turnazione deve essere
veramente fortunata. Ma quali
sono i criteri per i quali vengono
assegnati questi posti? La risposta del sindaco è secca: “come
da prassi le istanze sono rivolte
al sindaco che autorizza sulla
base di valutazioni di natura
prettamente organizzativa”. In
pratica, in mancanza di un regolamento c’è una “prassi” che la
giunta Terra, sempre pronta a
rompere con le passate consuetudini amministrative, ha deciso
di mantenere in vigore. Questa
“prassi” prevede che chi vuole
parcheggiare nel parcheggio
comunale (con la conseguenza
di non pagare l’abbonamento e
di trovare un posto libero sicuro
e vicino), deve chiedere al sindaco che a sua volta, valuta in base
a ragionamenti di natura “organizzativa”. E quali sarebbero
queste “valutazioni di natura
prettamente
organizzativa”?
Perché non riservare tutti gli
spazi alle auto di proprietà
comunale e di servizio? Perché
il capo di gabinetto e il dirigente
delle finanze sì mentre magari il
dirigente dei lavori pubblici che
deve spostarsi continuamente
per controllare le manutenzioni
delle proprietà comunali e dei
lavori no? Magari il dirigente
dei lavori pubblici non ha fatto
domanda al sindaco e non è
intenzionato a parcheggiare
sotto il Comune. Fatto sta, che
per il consigliere Porcelli la
risposta del sindaco è troppo
“vaga”. “Questa interrogazione
nasce dal fatto che ho avuto
segnalazioni e anche io ho visto
con i miei occhi spesso e volentieri uscire dall’autoparco sotterraneo del Comune assessori e
G. Compagno e il consigliere
Carmen Porcelli
Il capo di gabinetto
Massimo Giannantonio
l’altro non è spiegato affatto il
criterio con cui vengono assegnati i posti. E’ discrezionale,
senza un criterio”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 14
13 - 27 Marzo 2014
Organizzata dal Giornale del Lazio e la web radio “Radio Lazio Sud”
"QUANDO LA MOGLIE E' IN VACANZA"
Lo spettacolo dei record arriva ad Aprilia il 14 marzo al Teatro Europa
Con Massimo Ghini e Elena Santarelli - musiche di Renato Zero
Una bionda da capogiro piomba
nella vita di un uomo sposato
mentre la moglie di questi è via e...
nulla sarà più lo stesso. "Quando
la moglie è in vacanza", testo di
George Axelrod diventato celebre
per il film con Marilyn Monroe,
nasceva prima di tutto sul piano
fisico. "Io non sono Tom Ewell spiega Ghini -, non sono buffo.
Perché lo spettacolo reggesse ho
dovuto cercare una nuova chiave
nel mio personaggio. È l'ho trovata nella grande ipocrisia di questo
di Marilyn, preferendo evitare
confronti impossibili e andando
per la sua strada.
Una prova importante che ha
affrontato con la giusta dose di
spensieratezza. "Ho studiato tanto
e mi sono preparata in maniera
ta a Latina - confessa -, perché è la
mia città natale e non è mai una
situazione facile".
Ghini scommette su di lei. "È una
bellissima sorpresa - giura -, certo
deve studiare ma se vorrà continuare ha i numeri per farlo. In questa situazione ci serviva abbinare
bellezza e talento, credo che con
lei ci siamo riusciti benissimo".
Elena dal canto suo per il momento si gode complimenti e piccole
rivincite ("mi piace quando vengono in camerino a dirmi 'non pensavo, mi hai fatto ricredere'") e non
ipoteca il futuro ("il teatro mi
piace ma stare tanto tempo lontana
da mio figlio è dura"). Ma soprattutto prende le distanze dal suo
personaggio. "Mi ci rivedo perché
come è una ragazza che arriva
dalla provincia a cercar fortuna spiega - ma lei rispetto a me è
sicuramente più ingenua. E più
incline ad accettare compromessi
per far carriera". Insomma, a dire
sì a qualche proposta indecente...
"Io, lo dico una volta per tutte, non
ne ho mai ricevute - afferma sicura -. Forse perché capivano che
non ci sarebbe stata trippa per
gatti. Poi se una fa la gallina, di
gente pronta ad approfittarne è
pieno il mondo...".
PUNTI DI PREVENDITE
APRILIA:
Teatro Europa Via G.XXIII
Tel. 06.9271965 -339.2742389
Discopoli" Via Giosuè Carducci, 14
Tel. 06.9270 2769
ANZIO: Tabaccheria "Mingiacchi"
Via Porto Innocenziano, 24 Tel. 06.9844721
approda il prossimo 14 marzo al
Teatro Europa di Aprilia con Massimo Ghini ed Elena Santarelli. "È
una commedia sofisticata che
mette alla berlina l'ipocrisia di
certi personaggi apparentemente
irreprensibili" spiega Ghini.
Un testo nato per fustigare i costumi di una certa middle class americana degli anni 50 e che il regista
Alessandro D'Alatri ha deciso di
portare in Italia e ai giorni nostri.
Il gioco in questo modo viene riattualizzato e rivitalizzato, laddove
la satira di costume regge benissimo essendo un argomento universale e fuori dal tempo.
Per godere al meglio lo spettacolo
però non si deve affrontarlo convinti di guardare una replica del
film. Niente "tagliatelle", niente
gonna al vento sospinta dal soffione della metro. Quello era il film
di Billy Wilder, erano gli anni 50,
erano Tom Ewell e Marilyn Monroe, una coppia il cui contrasto
NETTUNO: Tabaccheria "Caratelli"
Via della Liberazione, 110 Tel. 06 9851676
VELLETRI:
Agenzia "Il Biglietto" Via Eduardo De Filippo ,99
Tel. 06 96142750
GENZANO
"Drin Service"Via Don Nazario Galieti, 2
Tel.06 9364605
LATINA
"Tabaccheria Smorgon"
Via Carlo Romagnoli, 13 Tel. 0773 668083
TORVAJANICA
Agenzia "Zero Stress Viaggi"
Via Viareggio, 10 Tel. 06.91 531080
intellettuale che perde la testa per
la bionda ma poi torna dalla
moglie".
Anche Elena Santarelli, al debutto
in teatro, spiega di non aver voluto
nemmeno guardare il personaggio
scrupolosa - dice -. Credo che la
mia miglior qualità sia il sapere
ascoltare tutti, in modo da migliorare continuamente strada facendo". Paura da palcoscenico, nessuna. "Forse giusto la prima effettua-
POMEZIA
Agenzia viaggi Atollo Blu - Centro commerciale
16 Pini Via del mare Km 18.600
Tel. 06.9120631 Cell. 346.4985909
Puoi acquistare i biglietti anche online su:ciaotickets.com
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 15
pagina 16
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
Un pezzo del “Premio Oscar” sbarca ad Aprilia
Intervista a Giovanna Vignola alias "Dadina" protagonista del film
vincitore dell'Oscar "La Grande Bellezza" di Paolo Sorrentino
di Bruno Jorillo
Anche Aprilia festeggia l’Oscar “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino. Dadina,
caporedattrice e confidente del protagonista
del film Jep Gambardella, è Giovanna
Vignola. Molti la ritengono apriliana d’adozione. Giovanna infatti vive a Perugia, ma il
suo nome ad Aprilia è collegato all’associazione “Crescere Insieme”, nata per garantire una rete di supporto ai genitori di bambini affetti da Acondroplasia. Paolo Sorrentino che ha scritto quel ruolo su un personaggio acondroplastico ha contattato il presidente dell’associazione Nadia Pivato che
risiede ad Aprilia e quindi, è stata scelta
Giovanna che è membro del consiglio direttivo dell’associazione. Il compenso di
Dadina è stato interamente devoluto all’associazione per finanziare progetti per
ragazzi affetti da acondroplasia. Per Giovanna Vignola, recitare quel ruolo è stata
una sfida. Non essendo attrice professionista, ha pensato che Dadina potesse far
conoscere a tutti chi è e come si comporta
un acondroplastico, sfatare il mito del
“nano da circo” e spiegare che gli acondroplastici sono persone come tutti, capaci di
lavorare, pensare e vivere dignitosamente.
L’intervistata in esclusiva per i lettori de
Il Giornale del Lazio insieme al presidente Nadia Pivato, all’Hotel Enea di Aprilia
dopo la messa in onda del film, vincitore
del premio Oscar come miglior film straniero, su Canale5. L’Italia dal 1999, ossia
dalla premiazione de “La Vita è bella” di
Dadina in una scena del film “La grande bellezza”
Roberto Benigni, non conquista l’Oscar.
Qual è stata la prima sensazione che ha
provato al momento della premiazione?
“E’ stata una gioia infinita. I presupposti
che la Grande Bellezza potesse vincere l’Oscar c’erano, ma non si è mai sicuri fino
all’ultimo. La gioia infinita è per Paolo Sorrentino con il quale ho collaborato benissimo, una persona umana e lo stimo moltissimo, i produttori, Tony Servillo e per i miei
compagni di avventura. Ho pensato anche
ai bambini dell’associazione che per mano
li ho condotti al grandino più alto del
mondo. Io l’ho vista così questa grande
gioia. E’ per questo che ho accettato di
interpretare il ruolo di Dadina. Ho portato
visibilità massima fino all’ultimo gradino
più alto del mondo, ai miei bambini e agli
adulti acondroplastici che sono inseriti
benissimo nella società. Ma ecco desideria-
mo rispetto, accoglienza, civiltà e anche
informazione dei medici, della scuola, e
quando ci si incontra. Noi ci sentiamo utili
per questo”.
Quindi è per questo motivo, per far conoscere l’acondroplasia, che ha accettato di
recitare questa parte?
“Per l’ambiente della produzione del film
di Paolo Sorrentino, c’era tanta soddisfazione. Le loro motivazioni sono ovviamente
nell’ambito cinematografico. Per me, invece, è questa: per me è la soddisfazione di
tutti gli acondroplastici. Questo personaggio di Dadina era dignitoso, non era buffo,
non farsesco. Era un personaggio di tutto
rispetto, come siamo noi adulti. Il mio
obiettivo era la visibilità. Mi sono messa in
gioco, non avendo fatto alcun film e non
essendo affatto attrice professionista. Sono
stata scelta solo perché sono all’interno del-
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
l’associazione e soltanto perché
Sorrentino cercava una persona
acondroplastica, adulta e donna
così come l’aveva scritta”.
Ha avuto difficoltà durante le
riprese del film, con volti noti
dello spettacolo e del cinema
come Verdone o la Ferilli?
“Nonostante non facessi parte del
mondo dello spettacolo, sono
stata inserita molto bene e mi
sono trovata benissimo con tutti.
E non è una piaggeria. Sono state
persone di stima e rispetto. Mi
hanno trattato come una di loro,
rispettandomi con simpatia e allegria nei momenti di fuori scena e
di pausa. Ci siamo rivisti anche
fuori dal set”.
Qualche aneddoto particolare?
“Non ce ne sono stati molti. Quello che ha fatto impressione a tutti,
sulle terrazze alle tre quattro di
notte sentivamo tanto freddo. Ci
portavano le coperte addosso
oppure arrivavamo alle cinque del
mattino stanchissimi e assonnati e
dovevamo ancora ripetere qualche
scena”.
L’Italia si è divisa in due. Molti
hanno criticato il film. Cosa
pensa in merito?
“La critica costruttiva va bene. E’
vero che il film è molto machiavellico e molto inteso. Lancia
tanti messaggi, non solo quello
della diversità che ho rappresentato. Ogni personaggio lancia un
messaggio diverso che va a fare da
specchio all’italiano. Un mio
amico, quando ha visto il film, mi
ha detto di essersi identificato con
Jep Gambardella. Ognuno ha
visto la propria vita in qualche
personaggio. Questo può dar fastidio. Anche a me ha fatto un’impressione quando l’ho visto per la
prima volta. C’è un impatto di
questa grande mondanità frenata,
la vacuità umana che Sorrentino
ha messo appositamente in scena,
il divertimento sforzato, sfrenato e
voluto non permette di vedere la
propria realtà.
Lo spettatore nostro che va al
cinema per alleggerire la propria
giornata di lavoro, non ha trovato
quello che cercava. Non si va a
vedere Sorrentino per alleggerire
la giornata di lavoro. I film legge-
pagina 17
ri sono gradevoli, fa piacere fare
due risate al cinema ma a vedere i
film di Sorrentino, ci si deve andare riposati. La critica in rete è stata
anche molto feroce, questo non
l’accetto”.
Farà altri ruoli in futuro?
“Non è mia intenzione entrare nel
mondo del cinema. Se deve essere
un altro messaggio ben venga. Ma
un messaggio sociale è stato fatto.
Più di Dadina, che ha fatto capire
che non siamo solo buffoni e ridicoli? Non facciamo solo i nani da
circo, siamo tutti ragazzi e ragazze bellissime che hanno professioni e fanno di tutto. Questo è il
messaggio”.
Abbiamo quindi rivolto qualche
domanda a Nadia Pivato referente dell’associazione “Insieme per
crescere”. “Le finalità della
nostra associazione – ci spiegasono in particolare il supporto alla
famiglia, ossia quello che ci viene
richiesto dai genitori e dagli adulti con acondroplasia. Il passo successivo è sensibilizzare e informare chi non ci conosce, dal medico,
allo psicologo e alla scuola. L’a-
Il direttore Bruno Jorillo, il presidente dellʼAssociazione
"Insieme per Crescere” Nadia Pivato, la pedagogista
Cinzia De Angelis e “Dadina” Giovanna Vignola
Tony Servillo, Sabrina Ferilli, Paolo Sorrentino e Carlo Verdone
Il regista Paolo Sorrentino e “Dadina” Giovanna Vignola
condroplasia è una malattia gene- mento degli arti, che attualmente è
tica rara. Le ossa lunghe non cre- l’unica soluzione alla patologia e
scono, c’è un deficit sia a livello stiamo cercando di riattivare la
di gambe e di braccia. Informiamo riabilitazione. Ci serviranno dei
su questo tipo di patologia, con un fondi per i macchinari e per la sala
comitato scientifico dietro che ci attrezzi. A Genova abbiamo in
sostiene. Sul nostro sito internet programma la creazione di un
www.acondroplasia-insieme per laboratorio del sonno per tutti i
crescere.it c’è l’Iban bancario e bambini, e anche lì la raccolta
postale dove è possibile fare delle fondi è stata attivata. La sperimendonazioni volontarie oppure si tazione sta avvenendo in America
possono sostenere i progetti del- e finirà tra qualche anno. Sperial’associazione con il cinque per mo che dia esiti positivi. Il farmamille. Sta partendo ora la campa- co andrebbe a sollecitare le cellugna per la donazione. I progetti le di accrescimento delle ossa e in
sono all’interno degli ospedali. A questo modo i nostri figli non
Milano la prossima settimana dovranno più soffrire facendo
andremo a parlare del progetto di degli interventi lunghi e dolorosi
riabilitazione. Vengono operati i come adesso”.
bambini con interventi di allunga-
pagina 18
IL GIORNALE DEL LAZIO
VASCO ROSSI
Live Kom 014
25 - 26 - 30 Giugno 2014
Stadio Olimpico di Roma
biglietti TicketOne
MASSIMO GHINI & ELENA SANTARELLI
“Quando la moglie è in vacanza”
Musiche di Renato Zero
14 Marzo 2014
Teatro Europa Aprilia
biglietti Teatro Europa e ciaotickets.com
ALESSANDRA AMOROSO
“Amore Puro Tour”
11 Aprile 2014
Palalottomatica - Roma Ore 21:00
biglietti TicketOne
CLAUDIO BAGLIONI
“Convoitour”
18 -19 Marzo 2014
Palalottomatica - Roma Ore 21:00
biglietti TicketOne
I MODAʼ
11 LUGLIO 2014
STADIO OLIMPICO - ROMA ORE 21:00
biglietti TicketOne
GIORGIA
17 Maggio 2014
Palalottomatica - Roma ore 21,00
biglietti TicketOne
ARISA
6 Aprile 2014
Auditorium Parco della Musica
- Sala Santa Ceciliai
Biglietti nelle prevendite locali
ELISA
L' Anima Vola Tour
Sabato 15 Marzo 2014
Palalottomatica - Roma Ore 21:00
biglietti TicketOne
LIGABUE
30 MAGGIO 2014
MONDOVISIONE TOUR - STADI 2014
STADIO OLIMPICO - ROMA
biglietti TicketOne
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 19
UNA PESSIMA SCELTA COLLOCARLO DI FRONTE ALLA NUOVA SCUOLA. UN INSULTO AL DECORO
APRILIA - L’ORTO URBANO COMUNALE ABBANDONATO A SE STESSO
A denunciare lo stato dell’area di via Toscanini il consigliere Giovanni Bafundi, che ha interrogato il sindaco Terra.
Costato più di 40mila euro, più che un’operazione sociale, sembra più propaganda per chi l’ha ideato
di Veronica Alessandrini
Orto pubblico o distesa di erbacce? Questa è la domanda che
sorge spontanea di fronte alla
condizione di totale abbandono
in cui versa l’appezzamento di
terreno vicino alla scuola di via
Toscanini, individuato dall’Amministrazione Terra per la realizzazione di un orto urbano, ovvero un orto coltivato dai cittadini
per i cittadini. Per la realizzazione di questo progetto sono stati
stanziati oltre 40mila euro, una
somma notevole, un investimento che è costato caro ma che ora
sembra solo un prato incolto
come un altro: se non ci fosse la
staccionata di legno a delimitarne i confini, probabilmente nessuno si accorgerebbe della differenza. Così il 4 marzo Giovanni
Bafundi, consigliere comunale
d’opposizione
della
lista
Romualdi Sindaco per Aprilia,
ha presentato un’interrogazione
per vederci chiaro. Nel documento si fa richiesta di conoscere: la graduatoria per l’affidamento dell’orto pubblico, i criteri di assegnazione delle aree
destinate ad orto pubblico, il
motivo dello stato di abbandono
di tali aree e i motivi per cui non
è stata installata una casa-deposito per le attrezzature. Il 6
marzo ci siamo recati sul posto
per incontrare il consigliere e
per constatare la situazione.
Bafundi ci ha spiegato che inizialmente l’area per l’orto pubblico era stata individuata sempre in zona Toscanini, ma in via
Glasgow: “Erano iniziati i lavori
ma poi i cittadini hanno fatto
una petizione contro la realizzazione dell’orto in quell’area per-
ché avrebbero preferito ad esso
dei giochi per bambini”. Poi è
stata individuata l’area di fronte
alla nuova scuola Toscanini:
“Abbiamo speso 42mila euro
per quest’orto- esclama Bafundi- E ora è abbandonato a se
stesso, hanno fatto una graduatoria ma non è stato ancora assegnato. Ho fatto un’interrogazione per chiedere la motivazione
per cui non è stato ancora asse-
gnato, il criterio della graduatoria e i nomi degli assegnatari.
Dopo che abbiamo speso questi
soldi è tutto incolto e pieno di
erbacce, quando si sarebbe potuto utilizzare questo spazio per
realizzare qualcosa per la scuola”. Oltretutto il sito individuato
presenta delle criticità non indifferenti: “L’orto è stato messo in
una curva ad alta densità di traffico quindi ovviamente tutti i
depositi degli scarichi delle
autovetture andranno a finire
sugli ortaggi che si produrranno,
è stato messo vicino ad una
scuola appena fatta e quindi il
terreno si poteva tranquillamente adibire a parchetto per i bambini e via dicendo. Poi hanno
installato un enorme serbatoio di
acqua tra la scuola e la strada,
quindi deturpa la vista della
scuola stessa. Hanno penalizzato un’area si sarebbero potute
realizzare tante altre opere vicino alla scuola”. Infatti l’intero
terreno, con la staccionata e il
serbatoio, ha un forte impatto
sulla vista del nuovo edificio
della scuola Toscanini. Per di
più i cittadini non sembrano
molto entusiasti dell’iniziativa:
“C’è molta riluttanza- spiega
Bafundi- quest’estate hanno protestato anche a causa degli odori
causati dalla concimazione. Per
non parlare del fatto che manca
il deposito attrezzi con il custode. Le persone assegnatarie
quindi dovrebbero portare da sé
qualcuno per controllare”. La
realizzazione dell’orto pubblico,
dunque, oltre all’ingente spesa
comporta anche delle criticità
con cui l’Amministrazione
dovrà confrontarsi, a partire
dallo scetticismo dei cittadini.
“L’assessore all’Ambiente Lombardi sarà stato sicuramente
spinto a realizzare questo progetto da qualche consigliere,
penso ad Alessandro d’Alessandro che sta a Roma e quindi avrà
sicuramente visto qualche iniziativa simili e pensato di riprodurla qui. È vero che a Roma ci
sono, ma sono stati fatti in determinate zone” conclude Bafundi.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 20
13 - 27 Marzo 2014
A cura della Parrocchia di San Michele di Aprilia in collaborazione con l’Istituto San Raffaele di Vittorio Veneto
“IL QUADRIFOGLIO” IL LIBRO POSTUMO DI DON LUIGI FOSSATI
A due anni dalla sua scomparsa, è stato presentato sabato 1° marzo presso il centro don Milani di via Trieste
di Riccardo Toffoli
“Il Quadrifoglio”. Quattro petali
che portano fortuna. Ma solo per
chi li trova. Don Luigi Fossati
invece, ha voluto donare a tutti il
suo “quadrifoglio”. Non serve
cercarlo, è il quadrifoglio che
entra nelle case degli apriliani. A
due anni dalla scomparsa, la parrocchia di San Michele in collaborazione con l’istituto San Raffaele nella cui comunità sono
cresciuti i parroci della passata
generazione, ha voluto presentare l’ultima pubblicazione di Don
Luigi, scritta durante una degenza in ospedale e non “limata” a
causa dell’improvvisa scomparsa di Don Luigi. Fu don Bruno
“Brunetto” Meneghini, ultimo
parroco dell’Istituto San Raffaele di Vittorio Veneto della diocesi di Albano, ancora in servizio
presso la parrocchia di Frattocchie in Marino, ad avviare le
procedure per la pubblicazione
di questo scritto. Don Bruno ci
aveva anche contattato per
ampliare la pubblicazione con
contributi storico-specifici e ha
chiesto al collega Gianfranco
Compagno del materiale fotografico. La foto di copertina del
volume, Don Luigi solitario con
lo sguardo rivolto al parco Friuli
appena inaugurato, è dell’archivio fotografico del collega Compagno. Alla fine il risultato è
questo scritto: il “quadrifoglio”,
ossia i quattro petali più importanti della comunità dei sacerdoti dell’istituto San Raffaele a San
Michele. E sono: il mensile
Comunità parrocchiale, il centro
di addestramento professionale,
il centro sportivo Primavera e il
centro Don Milani. Quattro petali che oggi non ci sono più. Centro Don Milani a parte che continua ad operare con la stessa
solerzia di quando partì, ultima
roccaforte di un tesoro che si è
dissipato nel tempo. Miopia
civica, interessi economici, poca
attenzione culturale, tempi supe-
riflessione cattolica sulle problematiche sociali di Aprilia e un
pungolo alla politica cittadina. Il
centro Primavera c’è, ma è in
mano privata. Insomma l’esperienza di questi quattro petali
vengono raccontati da Don
Luigi nella loro specificità,
come una conquista sociale ma
soprattutto come una conquista
di e per Dio. La presentazione de
“Il quadrifoglio” è avvenuta
torio Veneto, l’assessore alla
cultura Francesca Barbaliscia,
don Bruno Meneghini, le sorelle
di Don Luigi e tantissimi amici
che hanno contribuito alla realizzazione dei quattro “petali” e
hanno voluto ricordare la loro
esperienza. Presente anche l’ex
parroco Don Bruno Maran, sempre dell’Istituto San Raffaele di
Vittorio Veneto che ha guidato la
comunità parrocchiale di San
Michele prima che don Luigi
diventasse parroco. “Don Luigi
–ha detto Pasquale Autieri- ha
scritto questo racconto prima di
morire, durante una degenza in
Foto originale della copertina libro scattata il 25.4.1995 da
Gianfranco Compagno, in occasione della ridenominazione del
“Parco Nord” in “Parco Friuli”
rati? Non è dato saperlo. Il centro di addestramento professionale ha tolto dalla strada numerosi giovani apriliani, dandogli
istruzione e, terminati gli studi,
anche un lavoro. Comunità parrocchiale era un giornale di
sabato 1 marzo alle ore 17 presso i locali del centro Don Milani. A fare gli onori di casa, il
nuovo parroco di Aprilia don
Franco Marando. Presenti Don
Ermanno Crestani, superiore
dell’Istituto San Raffaele di Vit-
ospedale e l’istituto San Raffaele ci ha chiesto di pubblicarlo.
Racconta l’impegno di una vita
spesa sul territorio apriliano. Il
linguaggio è molto empatico”.
“Ho definito Don Luigi un
gigante –ha ricordato Don
Bruno Meneghini- Amava la
natura. Amava la sua casa dietro
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
la quale coltivava un orticello.
Era un uomo di profonda cultura. Spaziava su tutti i campi, leggeva il giornale tutti i giorni.
Amava la musica, suonava il
pianoforte. E’ stata la sua testardaggine a mettere su l’organo
che ora troneggia nella chiesa di
San Michele Arcangelo. Non
ostentava tutta questa cultura.
Era anche modesto. Aveva tanti
amici. Coltivava l’amicizia e
continuava ad avere amici d’infanzia, di seminario e nell’apostolato. Ci teneva con cura particolare. Amava anche coloro che
non erano della sua stessa opinione. Anche quando discuteva
con me, non ho mai avuto il sentore che si distaccasse da me
come amico. Aveva una predilezione per i poveri. Amava i
malati. Nell’ultimo anno di
malattia, aveva lasciato molte
mansioni pastorali, ma una l’ha
mantenuta fino all’ultimo: andava ogni settimana a visitare i
suoi malati. Quanta gente ha
ospitato nella sua casa e a quanti ha trovato poi lavoro! Era questa una predisposizione naturale.
Era solito andare alla Caritas di
Nettuno e prendeva degli indumenti, tra i più umili, con i quali
si vestiva. La povertà era la sua
normalità. Amava la giustizia e
odiava l’ingiustizia. A volte
sembrava il Cristo che caccia i
mercanti dal tempio. E’qui ad
Aprilia che ha vissuto il suo
dramma e la sua più grande ferita di uomo. Ha lasciato la parrocchia di San Michele senza
capire il motivo di questo
improvviso cambio di parroco. E
questa scelta gli è costata anni di
sofferenza interiore. A San Giacomo di Nettuno ha passato un
periodo di purificazione. C’era
la difficoltà di inserirsi. E alla
fine si è riconciliato”. “Per Aprilia la comunità dei sacerdoti di
San Raffaele –ha spiegato don
Franco Marando- è stata un
dono grande. Senza la loro presenza, Aprilia avrebbe un volto
sicuramente diverso”. Don
Ermanno ha ricordato la grande
spiritualità di Don Luigi: “viveva la vita come una Messa.
Alcune scelte della Chiesa non
le capiva. La voleva povera,
forse aspettava papa Francesco”.
Quindi sono iniziati gli interventi dei quattro petali. Adriana
Rotili ha ricordato Comunità
parrocchiale che chiuse le pubblicazioni nell’ottobre del 1996,
qualche mese dopo che Don
Luigi lasciò la parrocchia di San
Michele. “La prima pubblicazio-
pagina 21
ne –ha ricordato- è uscita a
marzo 1971. Il mensile ha messo
in pastorale i problemi della
città. Ed era in linea con le linee
guida del Concilio Vaticano II
che chiedeva di conciliare la
fede con la vita quotidiana. Non
furono sempre tutte rose e fiori.
C’erano persone che lo accusavano di fare un’accozzaglia di
pezzi vari e diversi, chi sostene-
COMUNITÀ PARROCCHIALE “RINASCE”
Con il nome: “Voci e fatti da San Michele -foglio mensile d’informazione parrocchiale”
Per il momento si tratta di quattro pagine e distribuito in Chiesa
Don Franco Marando ha preso il posto di parroco di San
Michele Arcangelo dopo che Don Giovanni Cassata è
tornato nella sua Sicilia. Don Franco conosceva benissimo Don Luigi Fossati e ha collaborato con lui nel lungo
periodo in cui guidava la parrocchia di Campoleone. Lo
ha sempre stimato. Per questo motivo, ha deciso di ripartire da quell’esperienza e a marzo è uscito il primo
numero di “voci e fatti da San Michele”. Non è proprio
come comunità parrocchiale. Attualmente si occupa solo
degli eventi della parrocchia di San Michele senza pretendere di indirizzarsi ai problemi cittadini. Si tratta di
quattro pagine a colori, già andate a ruba nelle messe di
Sabato 1 e domenica 2 marzo, che parlano della parrocchia, degli eventi, ma anche della spiritualità e della
catechesi. “Nasce con l’inizio della quaresima –ha scritto nell’editoriale del primo numero don Franco- cioè con
l’inizio del cammino verso la Pasqua, questo foglio che
vorrebbe avere una cadenza mensile per portare nelle
nostre case una piccola e semplice informazione di quello che in parrocchia si fa e si vive. Non è un giornale,
non ha pretese giornalistiche vere e proprie, ma solo uno
strumento di informazione per favorire non solo la conoscenza di quanto accade, ma soprattutto permettere una
migliore partecipazione alla vita della nostra comunità.
Conoscere per partecipare, sapere per esserci. È un
umile foglio che permette ai vari settori di vita parrocchiale di far sentire la propria voce e mettere
in condivisione le idee e gli eventi che animano la nostra vita comunitaria. Ma quello che maggiormente diventa interessante non è la notizia di quanto accade e si propone, ma lo spirito che anima ciò
che si fa e si invita a vivere, lo spirito cioè di una comunità che cerca di essere una moltitudine impegnata a camminare verso “il cuor solo e l’anima sola!”.
va che si dimenticasse della
chiesa. Comunità parrocchiale
ha permesso il dialogo, insistito,
paziente, a volte non risolutivo.
E’ stato un momento di crescita
e soprattutto una giusta arma per
combattere l’apatia, l’indifferenza e l’inerzia”. Il centro Don
Milani, invece, è nato nel 1983
come centro rivolto all’ascolto
delle persone mentre sul centro
di addestramento professionale
ha parlato l’avvocato Ermanno
Iencinella che vi ha insegnato
per diversi anni. “Questa struttura ha iniziato ad operare con
poco –ha ricordato- erano attivi
pochi corsi e appena 80 allievi.
Fu un grande sacrificio economico per la parrocchia e per i
sacerdoti, dover acquistare il terreno di via dell’Industria dove fu
costruito il centro di addestramento. Lo sbaglio fu che, una
volta terminata, questa struttura
venne donata ad un ente che poi
ha subito traversie economiche
che hanno portato il sito all’abbandono. E divenne la rovina.
Ora non riesco a passare in via
dell’Industria senza commuovermi. Il centro di addestramento crebbe a tal punto che diede
istruzione ad oltre 3 mila 500
ragazzi. Ed era rinomato sul territorio tanto che le industrie cittadine prenotavano gli allievi
che si accingevano ad entrare
nel mondo del lavoro. Ebbe un
brutto epilogo, andò all’asta”.
Una speranza l’ha voluta dare
Don Franco al termine dei lavori: “non bisogna cristallizzarsi
sul passato, ma pensare che c’è
un nucleo forte che potrà operare bene per il futuro. Qualcosa di
tutto questo patrimonio, si potrà
recuperare”.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 22
13 - 27 Marzo 2014
A cura della Parrocchia di San Michele Arcangelo
APRILIA - EVENTI ORGANISTICI 2014
Ha aperto la stagione, venerdì 7 marzo il giovane maestro polacco Michal Markuszewski
La rassegna, molto sobria, prevede quattro appuntamenti spalmati nell’anno. “L’ottobre Organistico” va in pensione.
Andrebbe dedicata a don Luigi Fossati, che ha fortemente voluto l’organo, inaugurato domenica 25 aprile 1993, con un concerto
di Riccardo Toffoli
Dopo 18 anni di “ottobre organistico”, l’evento musicale organistico di Aprilia va definitivamente in pensione. L’organo
della chiesa di San Michele
Arcangelo è stato voluto da Don
Luigi Fossati. Nei numeri passati, grazie ai numerosi documenti
di archivio che abbiamo ritrovato in una lunga ricerca nell’archivio parrocchiale, abbiamo
ripercorso con dovizia di dettagli, tutte le tappe, le lettere, le
confessioni di Don Luigi che
hanno portato alla costruzione di
quest’organo, tra i più grandi di
tutto il Lazio. Costruzione avvenuta grazie in particolare, al contributo della famiglia Sada, nota
famiglia di imprenditori apriliani. Avevamo in quella occasione
avanzato la richiesta di intitolare
l’ottobre organistico a Don
Luigi Fossati. Don Franco ha
ritenuto di tornare allo spirito
originario degli eventi musicali
di don Luigi. Ossia non legare le
manifestazioni ad un evento specifico come l’ottobre organistico, ma arricchire di eventi musicali i quattro momenti “forti”
della vita pastorale della parrocchia: quaresima, mese mariano,
festività del Santo Patrono ed
Avvento. Quindi la manifestazione da quest’anno si chiamerà:
“eventi organistici della parrocchia di San Michele Arcangelo
di Aprilia” e sarà spalmata per
tutto l’anno. Il primo concerto si
è tenuto venerdì 7 marzo nella
chiesa di San Michele alle ore
20.45. Per l’occasione si è esibito il maestro polacco Michal
Markuszewski. Nato a Varsavia
nel 1980, ha iniziato il suo
apprendistato musicale all’età di
5 anni. Nel 2004 si è diplomato
con lode al Conservatorio F.
Chopin di Varsavia (organo:
prof. J.Grubich; pianoforte:
prof. K. Gierżod). Nel 2007 si è
laureato in improvvisazione per
organo all‘Universität der Künste di Berlino (prof. W.Seifen);
nel 2008 ha conseguito un diploma post laurea (prof. C.Bossert)
presso la Hochschule für Musik
di Würzburg. Ha ottenuto diver-
si riconoscimenti, tra cui: 2°
posto al Concorso di Musica
Contemporanea Polacca per
Organo di Legnica (1998); 1°
posto al Concorso Internazionale di Musica per Organo di
Rumia (2000), con menzione
speciale per la miglior interpretazione di brani di J.S. Bach;
premio del Presidente della città
di Danzica; 3° posto al Concorso Internazionale di Musica per
Organo di Zurigo-Wiedikon
(2007). Ha pubblicato ed inciso
per la radio e per la televisione e
ha effettuato numerosi corsi di
perfezionamento collaborando
con diversi cori, tra i più importanti della Polonia. Ha eseguito
musiche di Bach, Freyer, Gade,
Surzynski e un sua “improvvisazione in forma sonata”. Il prossimo appuntamento è per venerdì
2 maggio. Si esibirà il maestro
apriliano Giovanni Ubertini.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 23
Eletta all’unanimità dei delegati nell’assemblea del 10° Congresso, lunedì 3 marzo a Borgo Carso (Latina)
CRISTINA COMPAGNO, CONFERMATA SEGRETARIO DELLA CGIL FUNZIONE PUBBLICA DI LATINA
Presenti all’assemblea: Natale Di Cola segretario Cgil funzione pubblica di Roma e del Lazio, il segretario generale della Camera del Lavoro di Latina
Anselmo Briganti, il segretario regionale funzione pubblica con delega sanità e mercato del lavoro Patrizia Di Berto. Ha presieduto Lucia Baccari
di Riccardo Toffoli
Cristina Compagno è stata nuovamente riconfermata segretario
generale della Cgil funzione
pubblica della Provincia di Latina. Il decimo congresso si è
tenuto lunedì 3 marzo scorso nel
salone del ristorante Il Ritrovo
di Borgo Carso (Latina). Cristina Compagno si avvia così ad
un secondo mandato, eletta
all’unanimità degli aventi diritto. Rimarrà in carica per i prossimi quattro anni. “È stato premiato il lavoro svolto” ci commenta subito dopo la votazione.
Nata ad Aprilia il 18 novembre
1961, ha iniziato alla Glitsch
italiana come impiegata con una
sostituzione di maternità per un
anno e mezzo. Sempre precaria
prende una nuova sostituzione
di maternità alla Scherer, una
multinazionale tedesca che produceva capsule di gelatina
molli. Qui viene definitivamente assunta a tempo indeterminato, al servizio acquisti. Poi la
scelta di fare il concorso pubblico del 1988, sindaco Gallo. Era
stato bandito dal Comune di
Aprilia nel 1986, ma solo due
anni dopo è stato espletato.
Viene assunta per la necessità di
posti e impiegata presso l’ufficio segreteria del Comune con il
segretario Francesco Colacicco
e subito dopo con Gioino Arpea.
Dopo neanche un anno, l’ente
decide di costituire l’ufficio personale e viene destinata in quel-
l’ufficio. Infine nel 1994 viene
assegnata ai lavori pubblici. Un
carriera tutta interna quindi, al
Comune di Aprilia che Cristina
Compagno nel 2000 decide di
iniziare anche dal punto di vista
sindacale. In servizio al Comune fino al 2006, ha ottenuto
mezzo distacco sindacale e
completo nel 2007. Nel 2004
era componente delle Rsu. In
quelle votazioni nel Comune di
Aprilia diventa maggioritaria la
Cgil e si decide di nominare la
Compagno come coordinatore.
Dal 2004 al 2012 rimane alla
guida delle rappresentanze sindacali unitarie del Comune di
Aprilia. Quindi decide di non
candidarsi più perché era già
stato eletto segretario provinciale della funzione pubblica della
Cgil di Latina. Al congresso del
3 marzo scorso erano presenti
tra gli altri Natale Di Cola
segretario Cgil funzione pubblica di Roma e del Lazio, il segretario generale della Camera del
Lavoro di Latina Anselmo Briganti, il segretario regionale
funzione pubblica con delega
sanità e mercato del lavoro
Patrizia Di Berto. Alla presidenza Lucia Baccari. E’ stata un’assemblea partecipata. 70 i delegati da tutti i posti di lavoro
scelti per rappresentare i vari
comparti della funzione pubblica tra i quali: sanità, enti locali e
partecipate. “Ho iniziato la mia
relazione - ci dice Cristina Compagno- su una situazione politica economica di tutto il paese.
Mi sono fermata maggiormente
sulle vertenze e le criticità del
nostro territorio. Ed in particolare su alcuni nodi che ancora
devono essere sciolti. Parlo
della vicenda grande servizio
del 118. A Latina non è espletato il servizio direttamente da
parte dell’Ares ma è stato dato
in subappalto ad un privato. Mi
sono soffermata sulla precarietà.
Parlo dei lavoratori socialmente
utili, spesso in precariato da 20
anni. Ci sono alcuni piccoli
Comuni che non sono riusciti a
stabilizzarli. Altro punto è il
riordino degli enti locali, tanto
desiderata dall’attuale presidente del Consiglio Matteo Renzi.
Nella relazione abbiamo chiesto
che ci sia una vera riorganizzazione degli enti locali dove si
possa partire dai servizi. Il rior-
dino deve farsi sulle funzioni,
cioè su chi fa cosa. Gli enti locali non hanno personale per fare
servizi. Una parte fondamentale
ha riguardato il nostro congresso. La Cgil ha portato avanti due
tesi con due documenti, uno
diverso dall’altro. Abbiamo
fatto circa 60 assemblee, abbiamo messo a votazione i documenti e abbiamo spiegato cosa
diceva la Cgil, dalle pensioni al
fisco, dalla disoccupazione alla
precarietà. La Cgil ha preparato,
in ultimo, un piano del lavoro
perché pensiamo che se non si
riparte dal lavoro non si crea ricchezza”.
Intervista e foto di Gianfranco
Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 24
13 - 27 Marzo 2014
Tema della festa: “la frutta”
APRILIA - CARNEVALE A VILLA CARLA
Esibizione di Miki Ferrara, Nicola e Tony Zero
di Noemi Reali
L’atmosfera gioiosa del Carnevale invade Villa Carla
nel giorno 28 febbraio 2014 alle ore 15:30. Grandi
artisti sono intervenuti nel pomeriggio esibendosi
per gli ospiti della struttura. La musica di Miki Ferrara, considerato oramai da Villa Carla come un
amico per i suoi numerosi interventi, ha portato allegria ai pazienti; come l’esibizione di Tony Zero, imitatore di Renato Zero molto bravo. Per la prima volta
Villa Carla ha l’onore di assistere all’esibizione del signor Nicola, amico di Miki Ferrara e ospite fisso di Villa Silvana. Le educatrici Lucia, Cristina e Carmen, cooordinate dalla dottoressa Maria Tontaro, hanno
creato le maschere insieme ai pazienti
durante i laboratori creando delle maschere
bellissime. Il tema è la “frutta” e per questo con la
carta pesta sono state realizzate delle bellissime
mele,fragole e tanta altra frutta ancora. C’è chi entra
è stato gentilmente offerto da Villa Carla. Si ringraziano la coordinatrice della terapia e degli educatori
Maria Tontaro, il medico responsabile dottor Gianlu-
proprio nello spirito della festa come la dipendente
Lina vestita da corsaro. Sono stati invitati anche i
bambini della parrocchia Santo Spirito accompagnati dalle catechiste: tutti mascherati!! I bambini vengono invitati ogni anno in occasione del carnevale e
di halloween. Presente anche la signora Grazia che
era stata precedentemente la referente della parrocchia. I ragazzi della parrocchia sono anche i ragazzi
della scuola Toscanini che già conoscevano gli ospiti di Villa Carla per il progetto intergenerazionale,
uno dei tanti promosso dalla struttura, che ha lo
scopo di far interagire i bambini con gli anziani per
far nascere un incontro tra due generazioni differenti. Frappe e castagnole e tutto quanto è stato servito
ca Tedeschi, le educatrici e tutti coloro che hanno
reso possibile la realizzazione della festa.Tantissime
le attività che Villa Carla organizza per i suoi ospiti.
Dal mese di gennaio è partito il progetto insieme ai
bambini della primaria,classe quarta, della scuola
Toscanini. Tematica del progetto è il “riciclaggio”.
Sono stati realizzati diversi oggetti come collane,
bracciali e portapenne con tanti materiali tra cui le
cannucce!! Ogni mese viene realizzato qualcosa e
per il mese di marzo si prevede un evento in cui verranno esposte tutte le creazioni. Nel mese di settembre Villa Carla compierà 10 anni! Aspetteremo con
ansia settembre per scopire quale festa ha in riserbo
e per farle i nostri più sentiti auguri!
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 25
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 26
L’arte dell’arrangiarsi, si è inventato un’attività nel garage del condominio di via Inghilterra
LA BOTTEGA DEL SIGNOR VINCENZO
Ripara di tutto! Dalle lavatrici ai giocattoli
Dopo il centro sociale fai da te, un’altra realtà in quel mondo “sotterraneo”
di Noemi Reali
Dopo l’incendio avvenuto il 12
febbraio 2014 nei sotterranei
dei condomini di via Parigi e
via Inghilterra avevamo scoperto nei garages, per intender-
ci quelli che danno sulla piazza
della comunità Europea, mai
realizzata un” centro sociale fai
da te”, ovvero un luogo attrezzato dove un gruppo di amici si
riuniscono per una partitella a
carte e per bere un buon bic-
chiere di vino. Ma non è l’unica realtà che è venuta fuori. Il
signor Vincenzo, ad esempio,
ha utilizzato il suo garage come
bottega. L’uomo di 66 anni, ci
riferisce senza nessun reddito e
in attesa di pensione, si occupa
di riparare frigoriferi,
lavatrici, giocattoli, pentole... tutto! È stato proprio lui a mostrarci la
sua bottega dove tiene
oggetti di tutti i tipi
come anche enciclopedie. Prima di trasferirsi
ad Aprilia viveva allo
Scalo San Lorenzo a
Roma e per venti anni
aveva lavorato come trasportatore da Roma a
Milano. La sua bottega
raccoglie un mondo, il
suo mondo. Tra i diversi oggetti che vende e
ripara vi sono anche
quelli a lui cari, ricordi
della sua vita.
13 - 27 Marzo 2014
La storia di Eric Fletcher
Waters e la figura del figlio musicista
George Roger Waters
di Riccardo Toffoli
Grande entusiasmo del pubblico
presente alla conferenza su “La
storia di Eric Fletcher Waters e la
figura del figlio George Roger
Waters” il 25 febbraio 2014, nell’Aula Magna “Duilio Cambellotti” dell’Istituto
Comprensivo
“Giacomo Matteotti” di Aprilia, nell’ambito
del
Progetto
“Arte in Classe” giunto alla
12ª edizione del
Ricercatore
Prof. Francesco
Guadagnuolo,
con la partecipazione
dell’Associazione
Culturale “The
hanno restituito la libertà. Sono
intervenuti: l’artista Francesco
Guadagnuolo, la Dirigente Scolastica dell’Istituto Monica Piantadosi, Maurizio Patrignani e Massimo Zanon dell’Ass. Cult. “The
Factory 1944”. Una biografia dettagliata di Eric Fletcher Waters ha
introdotto
la
conferenza, che
ha analizzato la
storia di questo
eroe e le sue
vicende all’interno dell’8°
Btg.
“Royal
Fulisiers” nella
campagna d’Italia ed in particolare nel contesto delle operazioni successive allo Sbarco
Guadagnuolo con Harry Shindler
di Anzio, che
Factory 1944” di Aprilia. Questa hanno riguardato il territorio di
iniziativa è un’anteprima della Aprilia, fino ad arrivare alla sua
mostra annuale che si inaugurerà scomparsa. É seguita la biografia e
nel mese di maggio 2014. France- la figura di George Roger Waters,
sco Guadagnuolo, Ricercatore fondatore dei Pink Floyd e la sua
nel
contesto
didattico e divulgatore culturale ha importanza
ideato “Arte in Classe”, dodici della musica mondiale. La confeanni fa, che gli ha permesso di teo- renza è terminata con il racconto
rizzare una nuova metodologia dell’intervento di Roger Waters il
didattica dell’insegnamento del- 17 e 18 febbraio 2014 ad Aprilia
l’arte nella scuola. Una grande ed in particolare la sua visita priavventura artistica, che ha portato i vata nel punto in cui scomparve il
suoi workshop creativi a imporsi padre. Inoltre si è inaugurato il
in campo nazionale e ad essere corpo di ballo dell’Istituto “G.
riconosciuti come esempio e risor- Matteotti” diretto dal Prof. Guadasa di ricchezza d’idee per la Scuo- gnuolo che ha reso omaggio a
la Italiana.
Alla confe- George Roger Waters, fondatore
renza sono state presentate alcune dei Pink Floyd. Il successo di queopere grafico-pittoriche e tre sta iniziativa ha dato particolare
video-arte per il 70° anniversario soddisfazione alla Dirigente Scodello Sbarco di Anzio e la battaglia lastica Monica Piantadosi e al
di Aprilia, degli allievi del Master Prof. Guadagnuolo che ha preparadel Prof. Guadagnuolo. Le opere to così bene i suoi allievi alla readi “Arte in Classe” sono il prodot- lizzazione delle opere pittoriche e
to di una ricerca, non solo artistica, alla coreografia del balletto tanto
ma anche storica che guarda al che dagli applausi del folto pubblimondo che cambia e che porta a co si è sentito chiedere ripetutariflettere su questa storia bellica mente il bis, ed è stato ovviamente
che appartiene a tutti noi e per accontentato.
essere grati agli alleati che ci
Il 22 Gennaio è nato a Roma, Riccardo.
Alla mamma Annalisa Bencivenni, al papà Fazio
Antonio. Le più vive e cordiali felicitazioni per il
lieto evento!
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 27
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 28
13 - 27 Marzo 2014
Tanta musica e tante maschere giovedì 27 febbraio
APRILIA - CARNEVALE A VILLA SILVANA
L’evento rientra nelle attività socio-ricreative
di Noemi Reali
Musica, allegria e tante maschere invadono Villa Silvana. Il carnevale è giunto anche qui portando nel
giorno di giovedì grasso 27 febbraio 2014 tanta gioia
agli ospiti della R.S.A. La festa, iniziata alle 15:30, si
è svolta nei locali della struttura riccamente adornata
con materiale a tema; tutto realizzato dagli ospiti
durante le ore di attività di terapia occupazionale. Le
maschere indossate dai nonni erano state realizzate da
loro stessi. Ad aprire il pomeriggio di musica e di
danze è la splendida voce di Monica Fondra.
La sua musica è riuscita a coinvolgere tutti i
partecipanti che si sono cimentati in balli,
canti e allegri trenini. La festa si è poi conclusa alle 17:30 e tutti hanno potuto gustare
i tipici dolci del carnevale. Alla festa hanno
preso parte anche i parenti degli ospiti;
scopo principale di queste feste, che vengono organizzate ogni anno, è proprio questo: permettere ai nonni di Villa Silvana di poter stare insieme con
i propri cari. La festa per il Carnevale è , infatti, inse-
Caposala ed all’assistente sociale, si sono mascherate
a tema. Il gruppo delle Terapiste Occupazionali di
Villa Silvana coglie l’occasione per sottolineare quanto nel loro lavoro ci sia il piacere di regalare ai propri
rita nella programmazione delle attività socio-ricreative promosse dagli operatori della terapia occupazionale, avendo come obiettivo principale la finalità di
promuovere la socializzazione. Durante la preparazione delle maschere,dei cartelloni e festoni vengono stimolati i pazienti attraverso attività di manualità e
viene stimolata la loro creatività. Il nonno si sente in
questo modo gratificato attraverso la libera espressività. Un ringraziamento per la riuscita della festa và alle
terapiste occupazionali Maria Ioffreda, Elisabetta Spadaro, Lorella Di Trocchio e Monica Fondra e all’infermiera coordinatrice Teresa Gagliardi, per la disponibilità personale a partecipare ad ogni evento in programma. Per l’evento anche le terapiste, insieme alla
ospiti dei momenti di allegria e spensieratezza. L’arteterapia sviluppatasi negli ultimi anni sostiene le persone in percorsi individuali e di gruppo, aiuta a scaricare le tensioni e ad avere un approccio positivo alla vita
e ad entrare facilmente in rapporto con gli altri. I terapisti di Villa Silvana sono professionisti specializzati
che studiano con cura ogni singolo evento che viene
proposto non utilizzando idee e percorsi che appartengono ad altri. Un ulteriore ringraziamento speciale và
all’assistente sociale che è sempre partecipe in modo
attivo alle esigenze di ogni singolo paziente e alle
manifestazioni in programma. Si ringraziano anche la
proprietà, i direttori e tutte quelle persone che, con la
loro presenza e disponibilità partecipano agli eventi.
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 29
Quando il “destino” puo’ cambiare il corso della comune storia...
“LA SCINTILLA FU UNA SEGNALAZIONE AL GIORNALE DEL LAZIO PER CUI MISI
IN CONTATTO IL MANAGER DI ROGER WATERS CON HARRY SHINDLER”
ANTEFATTI E RETROSCENA DELL’EVENTO WATERS AD APRILIA
di Elisa Bonacini
unricordoperlapace.blogspot.it
Nei primi giorni di aprile 2012, dopo
poco più di due mesi che avevo intervistato Shindler (articolo pubblicato sul Giornale del Lazio del 23 febbraio 2012), arrivò in redazione la telefonata di una anziana signora di Anzio (R.C.) testimone dello
sbarco del 1944, che suggeriva un sopralluogo in un punto preciso del litorale,
dove sosteneva potessero trovarsi i resti
del padre di Roger Waters. Fu così che il
direttore Bruno Jorillo mi diede i contatti di questa signora. Ci incontrammo e
registrai la sua testimonianza. Ne parlai
anche con Harry Shindler con il quale
avevo frequenti contatti telefonici per la
preparazione di un mio convegno. Harry
che non conosceva affatto i Pink Floyd,
smentì subito la possibilità che quei resti
fossero del giovane sottotenente dei Fucilieri Reali Britannici.
Anna Gambuzza e Fernando Perica
Nonostante le dichiarazioni della signora
di Anzio su Eric Fletcher Waters si fossero rivelate senza fondamento, volli tentare comunque un contatto con Roger
Waters. Il 20 aprile 2012 scrissi un messaggio su Twitter e nella stessa giornata
inviai anche una e-mail “all’attenzione di
Mr. Roger Waters”. La risposta arrivò
presto, il 22 aprile 2012 alle ore 15:04 : un
certo J.., che si qualificò essere parte dello
staff di Roger Waters comunicava di avere
ricevuto la mia nota relativa al padre di
Roger Eric e di volere i miei contatti telefonici per avere maggiori informazioni.
Dopo avere verificato l’attendibilità di
quella e- mail risposi:“J.., Ho informato
Harry Shindler, veterano inglese di 91
anni che si impegna nella ricerca di
informazioni sui soldati dispersi. Aspetta
la tua telefonata”. Sebbene la motivazione fosse solo un pretesto, quella telefonata avvenne. Ero soddisfatta di essere
riuscita nel mio intento di mettere in
contatto le due parti ed ero sicura che
Harry, che non conosceva affatto le canzoni di quegli strani “FLUIDI ROSA”,
come li aveva definiti, non avrebbe esitato ad avviare le ricerche sul nuovo “caso
Waters”.
Cassino: Cimitero del Commonwealth.
E’ qui che Roger si reca il 29 marzo 2013,
e dove può solo leggere il nome del padre
Eric Fletcher Waters in una fredda lapide
sulla quale compaiono più di 4000 soldati
dispersi nella campagna d’Italia. E’ qui
che Roger pronuncia la frase che dallo
schermo televisivo entra nel cuore di
Harry Shindler: “Il mio viaggio finisce
qui”. E’ a quel punto che il grande Harry
vuole andare avanti. E’ così che fa partire
le ricerche negli archivi britannici.
Nei primi giorni di ottobre 2013 mi squilla il cellulare. E’ Harry. “Elisa”, mi dice, “
è’ arrivata la documentazione dall’Inghilterra. Sono le mappe e il diario di guerra
del 18 febbraio 1944, quando morì Eric”.
La notizia riportata sulla Repubblica il 9
ottobre 2013 con la foto della famiglia
Waters fece poi il giro del mondo.
Dal 10 ottobre 2013, numerose furono le
e-mail al Comune di Aprilia, affinché il
Sindaco Terra fosse sempre al corrente, in
tempo reale, dell’evoluzione del “caso
Waters -18 febbraio 1944” che sin dalle
prime fasi di accertamento sembrava evidenziare il pieno coinvolgimento del territorio di Aprilia.
In quei giorni, anche se non è stato riconosciuto, in molti ci mobilitammo qui in
Aprilia per fornire le cartine territoriali di
Aprilia, dando il nostro importante contributo affinché Harry, ad Ascoli Piceno,
con l’aiuto di Emidio Giovannozzi, riuscisse a trovare la
soluzione dell’enigma del 18
febbraio 1944. Collaborarono
subito il geometra Perica del
settore urbanistica, la Sig.ra
Anna Gambuzza, dell’Assessorato alla cultura, l’Istituto
Rosselli con i docenti Asquer e
Samà. In contatto giornaliero
con Harry, coordinavo le ricerche e gli invii del materiale
cartografico di Aprilia. L’11
novembre arrivò la conferma
ufficiale del punto esatto
dove morì Eric, nei pressi del
fosso della Moletta ad Aprilia.
Seguirono presto i ringraziamenti di Roger al veterano inglese. Il
cantante gli inviò una sua poesia inedita
scritta in ricordo del padre “Un solo
fiume”, che è stata pubblicata l’11 novembre sul quotidiano “La Repubblica”.
Anche Harry volle ringraziarmi pubblicamente a mezzo stampa per il mio
impegno ( Messaggero.it del 27 novembre
2013)
Sin dai primi giorni di novembre, Harry
Shindler, dopo il primo contatto con
Roger Waters mi parlò dell’idea di
costruire un monumento ai caduti dispersi qui ad Aprilia.
Mi sembrò subito un bellissimo progetto e
lo incoraggiai a portare avanti l’iniziativa,
con il mio sostegno sul luogo. Il 21
novembre 2013 presentai la proposta al
protocollo del Comune di Aprilia. La
mia felicità fu immensa quando Roger
decise di collocarlo nel piazzale antistante
l’Istituto Rosselli, dove si trova l’esposizione dei reperti Bonacini, di cui sono
curatrice.
Il Comune di Anzio riesce in quei giorni
ad attrarsi visibilità con la notizia del conferimento della cittadinanza onoraria a
Roger Waters. Da questo momento, si
crea una notevole confusione mediatica
sull’evento. Il ruolo di Aprilia diventa
quasi “a servizio” del Comune di Anzio e
dei festeggiamenti del 70esimo dello sbarco. Il monumento stesso diventa “monumento ai caduti dispersi dello sbarco di
Anzio”. E la battaglia/e di Aprilia?
Dopo tanti anni di impegno per divulgare
la storia di Aprilia nel 1944, attraverso le
sofferte testimonianze di chi ha vissuto
quei momenti, non nascondo la delusione
provata in quei giorni.
Nonostante queste amarezze, arriva il
grande giorno. Lunedi 17 febbraio, in
Via dei Pontoni ad Aprilia, Roger si
ricongiunge alla figura del padre, morto
nei pressi del fosso della Moletta. Sono
presente a quella che Roger ha desiderato
fosse una cerimonia privata e vivere quegli attimi emozionanti per cui tanto ho
lavorato nei mesi di preparazione dell’evento. Ed è un piccolo albero d’ulivo,
simbolo di pace, che Roger pianta al centro del memoriale, per scrivere finalmente
Roger Waters, Harry Shindler, Elisa Bonacini il 17 febbraio
in Via dei Pontoni ad Aprilia
la parola FINE al suo lungo e tormentato tagliato di 30 secondi della frase finale e
viaggio.
dei titoli di coda che riportano il nome
La cerimonia dell’inaugurazione dell’o- degli autori del video (Elisa Bonacini e
belisco il 18 febbraio all’Istituto Rosselli mio figlio Luca Congedo) e dei dovuti
avviene come previsto dal programma ringraziamenti a: Prof.ssa Maria Nostro
gradito a Roger Waters.
Dir. Scolastico I. C. “Antonio GramForte delusione nei fans dei Pink Floyd sci”(Aprilia); Prof.ssa Barbara Pedrazzi
e nei cittadini di Aprilia non forniti di ed i genitori dei piccoli della Scuola delpass che, accalcati sui cancelli chiusi del- l’infanzia “Arcobaleno” (I. C. “Antonio
l’Istituto, devono seguire la cerimonia su Gramsci”); Sig. Armando Fiorini, Cav.
un monitor collocato in Via Carroceto.
Gianni Tosolini e Sig.ra Alice Sittaro
Il coro dei ragazzi del Rosselli che esegue Basso (per le foto gentilmente fornite).
“When the tigers broke free” scalda il Roger Waters, commosso dalla calorosa
cuore di Roger. Dopo il discorso del Sin- accoglienza, ha promesso di ritornare ad
daco di Aprilia e dopo un mio breve inter- Aprilia, probabilmente il 18 febbraio
vento viene proiettato il video realizzato 2015. Speriamo quindi che “alla prossidalla mia Associazione “UN RICORDO ma” si possa costruire un evento più favoPER LA PACE” che purtroppo è stato revole alla Città ed ai cittadini di Aprilia.
pagina 30
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
Fotovoltaico, aumentano i vantaggi
Boggian: Con l’Accumulo oggi è possibile risparmiare di più”
Oggi è più vantaggioso realizzare
un impianto fotovoltaico per due
motivi: l’accumulo di energia elettrica e lo “scambio sul posto”. Grazie alla Energy System Project
srl analizzeremo tutti i benefici.
L’accumulo di energia elettrica ci
permette di immagazzinare l’energia prodotta in surplus dal nostro
impianto fotovoltaico, per poi
essere prelevata durante la notte,
quando non c’è luce e l’impianto
non produce. Infatti maggiore sarà
la quota di autoconsumo e maggiori saranno i benefici in termini di
redditività. La parte di energia pro-
massimizzare i vantaggi derivanti
dall’autoconsumo.
Ci sono ancora gli incentivi?
“Si basta scegliere l’opzione lo
Scambio sul posto. – spiega Danilo Boggian, titolare dell’Energy
System project – E’ un’ulteriore
fonte di valorizzazione economica
dell’energia prodotta dall’impianto. Tale beneficio è abbinabile alla
detrazione fiscale del 50% su base
IRPEF in 10 anni”.
Il servizio di scambio sul posto è
regolato su base economica dal
GSE in forma di contributo associato alla valorizzazione a prezzi di
Danilo Boggian
titolare dell’Energy System project
dotta dall’impianto e auto-consumata ci permetterà di ricevere un
doppio beneficio: 1) il risparmio
sulla bolletta elettrica per il mancato acquisto dell’energia dalla
rete; 2) la tariffa premio sull’autoconsumo. La soluzione, per sfruttare al massimo l’energia prodotta
dal fotovoltaico e per aumentare la
redditività del nostro impianto, si
trova nei sistemi d’accumulo di
energia. I sistemi d’accumulo,
attraverso le batterie, hanno il
compito di accumulare l’elettricità
prodotta in eccesso rispetto alle
necessità immediate di auto-consumo, per poi restituirla all’utenza
quando l’impianto solare è inattivo, ad esempio nei momenti di
scarsa insolazione o nelle ore notturne. In questo modo si massimizza l’auto-consumo di energia prodotta dal fotovoltaico, lasciando la
rete elettrica come risorsa ultima
di scorta. Accumulare l’energia
prodotta dal nostro impianto fotovoltaico ci permette dunque di
mercato dell’energia scambiata
con la rete. In pratica l’energia
prodotta dall’impianto fotovoltaico può essere:
autoconsumata, in tutto o in
parte, consentendo la riduzione
della bolletta elettrica
immessa in rete, ovviamente la
parte non auto consumata, determinando una fonte di ricavo esplicita con il contributo in conto
scambio.
La Energy System Project srl
presenta l’inverter SCHUCO
POWER ROUTER (3 kw, 3,75
kw e 5 kw). Tale inverter permette,
oltre al normale funzionamento
come qualsiasi altro, l’immagazzinamento dell’energia prodotta in
più dall’impianto fotovoltaico in
batterie apposite, che questo mese
sono in promozione. Inoltre potendo contare anche sulla detrazione
fiscale al 50% in 10 anni è ridotto
anche il costo totale dell’impianto
stesso.
pagina 31
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 32
13 - 27 Marzo 2014
LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE EVOLUZIONE
E SVILUPPI TRA APRILIA E IL TERRITORIO
Attività produttive, l’Amministrazione incontra
le associazioni di categoria e le sigle sindacali
Convegno dell’Assinarch di Aprilia venerdì 14 marzo 2014 ore 17.00,
presso la sede del Quartiere Nord
Ha avuto luogo presso
l’Aula
consiliare
del
Comune di Aprilia un
incontro promosso dall’Amministrazione Comunale con i rappresentanti
delle associazioni delle
categorie produttive e delle
sigle sindacali. Tema del
confronto le attività produttive in senso generale, e più
nello specifico le filiere
locali dei settori dell’agricoltura e dell’enogastronomia, nonché il nascente
brand “Città di Aprilia”, il
marchio di riconoscibilità
delle produzioni territoriali.
In rappresentanza dell’AmLʼassessore Vittorio Marchitti
ministrazione Comunale è
intervenuto l’Assessore con
ni in altro sito.
deleghe al Commercio e al Turismo “E’ stato un momento di confronto
Vittorio Marchitti.
importante – ha commentato l’AsGli argomenti hanno riguardato sessore – e mi auguro che in futuro
alcune proposte di modifica che anche le altre associazioni assenti
l’Amministrazione
Comunale mostrino una maggiore partecipaintende apportare al regolamento zione per concertare con la pubblisui mercati settimanali, con partico- ca Amministrazione quelle azioni
lare riguardo ai pagamenti dei tese a favorire un percorso condivicosiddetti “spuntisti”, alla pulizia so nelle strategie di sviluppo in un
dei mercati e agli orari di chiusura momento di particolare crisi come
delle operazioni di vendita e di quello che viviamo. Sui mercati
sgombero delle aree mercato, onde abbiamo ricevuto diversi suggerimigliorare la qualità dei mercati menti che porteremo in discussiostessi, definendo regole più strin- ne, insieme al lavoro degli uffici,
genti per chi viola reiteratamente le nella Commissione Consiliare
norme.
competente prima ed in Consiglio
Circa il Mercato di Filiera Corta Comunale poi, mentre sul progetto
(km. Zero), al termine del primo del marchio di Città abbiamo racanno sperimentale, è stata discussa colto ulteriori disponibilità e manila proposta pervenuta dagli opera- festazioni d’interesse oltre che la
tori di istituire la terza giornata del proposta di un tavolo permanente di
venerdì nell’area del parco comu- confronto con tutte le categorie pronale ex Manaresi e di spostare quel- duttive”.
la del mercoledì di Via delle Regio-
L’ASSINARCH (l’associazione
degli ingegneri e architetti di
Aprilia) e il Coordinamento
delle libere Professioni, promuovo un incontro sulle
tematiche relative alla realizzazione delle o p e r e p u b b l i c h e , in tutte le varie
sfaccettature. L’incontro dal
titolo “La realizzazione delle
opere pubbliche, evoluzione e
sviluppi tra Aprilia e il Terri-
il patto di stabilità questo sconosciuto, gli appalti (modalità di
aggiudicazione), gli espropri per
pubblica utilità e le opere pubbliche in perequazione. L’obiettivo, come sempre, è quello di
fare il punto della situazione su
quanto sta accadendo sul nostro
territorio in materia urbanistica
e di fornire punti di riflessione
importante al fine di comprendere al meglio gli strumenti a
Sala Manzù – Assinarch: G.Brilli E.Casoni M.Magliocchetti
(foto G. Compagno - 4.5.2013)
torio” si terrà presso la sede del
Comitato di Quartiere Aprilia
Nord, ad Aprilia in via Veneto 2, venerdì 14 marzo 2014,
alle 17.00.
Il convegno realizzato con la
collaborazione degli Ordini provinciali di Architetti, Ingegneri e
del Collegio dei Geometri e geometri laureati, ma anche con
Ance Latina e con il patrocinio
del Comune di Aprilia, verterà
su quattro argomenti principali:
disposizione delle pubbliche
amministrazione che intendono
pianificare concretamente interventi pubblici di rilievo. Tutto
questo
tra
limiti
e
vantaggi.Saranno presenti: il
sindaco di Aprilia, Antonio
Terra, l’assessore ai Lavori Pubblici, Mauro Fioratti Spallacci.
Aprirà i lavori il saluto del presidente dell’Assinarch, l’ingegnere Gianluca Brilli e quello del
presidente del Coordinamento
Libere Professioni, Ermanno
Iencinella.
I relatori: Davide Palazzo, presidente ANCE che interverrà su:
“Le principali forme degli
appalti pubblici di lavori e le
loro debolezze”
Con un dirigente del settore
Finanze del Comune di Aprilia
si affronterà “La legge e il patto
di stabilità nell’ambito della
finanza locale”
Il geometra Ilario Marino
interverrà su “L’esproprio per
pubblica utilità oggi”
Il professore ed architetto Pietro
Ranucci della facoltà di Architettura Roma Tre, relazionerà su
“Le Perequazione Urbanistica,
aspetti positivi e criticità”
Le conclusioni saranno affidate
all’architetto Aristodemo Pellico dirigente del Settore LL.PP.
del comune di Aprilia
Coordina l’architetto Michele
Magliocchetti.
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 33
Festeggiati anche i compleanni degli ospiti ricorsi nel mese di febbraio
CARNEVALE AL SAN MICHELE HOSPITAL
Per l’occasione hanno partecipato i ragazzi mascherati della catachesi della parrocchia di Montarelli
È stata una grande festa Giovedì Grasso 27 febbraio. Tante novità alla casa di riposo: Skype e Facebook
di Noemi Reali
Grandi festeggiamenti al San Michele Hospital di Aprilia. Il carnevale travolge tutti gli ospiti proprio di giovedì grasso, 27 febbraio 2014. La festa si è tenuta presso la sala polifunzionale al piano terra alle 16. “ I nostri
ospiti attraverso le feste e i vari festeggiamenti riescono a scandire il tempo, possono stare in compagnia dei
loro familiari. In questo modo stimolano le abilità
sociali che di conseguenza vanno a stimolare la memoria e il linguaggio” ci spiega la dottoressa Valentina
Pavino che all’interno del San Michele Hospital svolge
il ruolo di psicologa. Gli addobbi che ricoprono la sala
sono stati creati dai pazienti insieme ai terapisti durante i laboratori. Il ciambellone e le castagnole sono sempre frutto del lavoro degli ospiti del San Michele con
l’ausilio della cucina e dei vari terapisti. La terapista
svolta anche la “Festa dei compleanni di Febbraio”. Il
San Michele Hospital alla fine di ogni mese festeggia
tutti i compleanni dei suoi pazienti che in quel mese
hanno compiuto gli anni. In quest’occasione sono stati
festeggiati Flavio Settimi, Apollonia Levorato, Giovanni Viola e altri tre ospiti che per motivi vari non sono
stati presenti: Vincenzo Lagania, Rosina Federizzi e
Graziella Cirillo. Le attività svolte dal San Michele
sono veramente tante; il venerdì pomeriggio si ha
appuntamento fisso con il musicita Tonino che oramai
conosce tutti i gusti musicali dei pazienti e li intrattiene
con la sua musica. Ha persino intrattenuto diverse esibizioni con un ospite della struttura, il signor Gaetano.
Hanno inciso un disco! Tutti i pomeriggi la terapista
occupazionale svolge attività di recupero individuale e
laboratori di artigianato come la lavorazione della pasta
di sale o la pittura. “Il giovedì pomeriggio io e la teradr.ssa Valentina Pavino
occupazionale si è occupata di trovare tutte le ricette.
Per l’occasione è stata anche coinvolta la catachesi
della parrocchia di Montarelli; composta da ragazzi che
devono compiere la comunione e la cresima. I ragazzi
si sono presentati in maschera e hanno aiutato i pazienti a rispondere al momento della gara, un quiz. Ma il 27
febbraio non si è solo festeggiato il carnevale. È stata
pista occupazionale svolgiamo con un gruppo di
pazienti attività su base di gruppo per stimolare le abilità emotive e cognitive attraverso la stimolazione delle
abilità sociali. Più li motiviamo più saranno aperti ai
nostri trattamenti” spiega la psicologa Valentina Pavino. Il San Michele Hospital fa presente che dal mese di
Marzo è partita un importante iniziativa volta ad accorciare le distanze e facilitare la comunicazione tra gli
ospiti e i loro familiari. Il San Michele Hospital dotandosi di un account Skype vuole dare l’opportunità alle
diverse generazioni di comunicare tra loro attraverso il
noto sistema di messaggistica istantaneo. L’obiettivo
rimane il mantenimento delle abilità residue attraverso
la partecipazione ad attività piacevoli e gratificanti per
gli ospiti della struttura. In fine a breve verrà creato un
profilo Facebook ad uno dei pazienti. Ad averne fatto
richiesta è proprio l’ospite del San Michele, signore di
97 anni che ha desiderio di creare questo account per
raggiungere i sui parenti all’estero e condividere foto
ricordi e pensieri.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 34
13 - 27 Marzo 2014
“APRILIA SI…CURA”
IMMIGRAZIONE - PARI OPPORTUNITÀ E TUTELA DEI DIRITTI
GIORNATA DELLA DONNA: 8 MARZO NON UNA FESTA MA UNA
CELEBRAZIONE È QUELLO CHE CHIEDIAMO ALLE ISTITUZIONI
a cura di Sihem Zrelli
Care lettrici e lettori,
il mese di marzo si caratterizza per
un importante appuntamento che
lega milioni di donne nel mondo, sto
parlando della ricorrenza dell’ 8
marzo che ha un significato ben
diverso da quello che il consumismo
moderno ha voluto imprimergli, le
connotazioni attuali di questa data
sono: i festeggiamenti, il regalare
mimose o fiori alle donne, cene
fuori tra donne che si mettono in
ghingheri.Quello che era nato come
un giorno che serviva a celebrare i
diritti delle donne, ad innalzare il
loro ruolo nella storia e nella politica dell’epoca, quello che era un
giorno per celebrare il coraggio e la
determinazione delle donne, è ora
un giorno che è stato completamente stravolto.
Tutte quante noi che certamente
commemoriamo questa giornata per
quello che veramente essa rappresenta ci domandiamo: serve una
giornata per sentirsi donne o per
ricordare di esserlo? serve una
giornata per festeggiare l’essere
donna?
Il senso della “festa dell’8 marzo”
ha trasformato questa giornata nel
senso di avere una giornata libera,
mentre questa data era nata proprio
per commemorare la libertà delle
donne.
In questa data oggi le donne soprattutto le più giovani escono, si divertono, festeggiano l’essere donna,
senza neanche sapere il perchè lo
fanno, dando per scontato che ci
debba essere una giornata che serva
a festeggiare le donne (si son mai
chieste queste donne perchè non c’è
una festa dell’Uomo?), senza chiedersi perchè si celebrano le donne e
cosa hanno fatto per meritarlo.
Parlo da donna, libera e orgogliosa
di esserlo, orgogliosa soprattutto di
quello che le donne nel passato
hanno fatto per far si che io oggi
possa vantare la mia libertà.
Per quanto mi riguarda è 8 marzo
tutti i giorni, poichè tutti i giorni
festeggio il mio essere donna e non
ho bisogno di una data sul calendario che mi ricordi di farlo.
Per questo sarebbe opportuno che le
nostre Istituzioni facessero di questa
giornata una celebrazione dedicata
alla memoria di quelle donne che
riuscirono ad ottenere tutti i diritti
che noi donne moderne di oggi
diamo per scontati: diritto di voto,
uguaglianza sul lavoro, parità tra i
sessi, tutte cose ottenute grazie alle
lotte di grandi donne del passato.
Anche l’ Amministrazione comunale dovrebbe dimostrare una maggiore sensibilità verso questa celebrazione, almeno considerando il fatto
che oggi molte donne ricoprono il
ruolo di consigliere ed assessore,
come dire è vero dare spazio al Carnevale per la gioia dei più piccini …
ma anche le donne apriliane meritano di essere invitate ad un Convegno
in Aula Consiliare per celebrare le
loro conquiste nel lavoro e nel
sociale!!!
Per questo nel nostro piccolo l’Associazione Donne Tunisine La
Palma del Sud ha voluto organizzare un incontro, come fa ogni anno,
per promuovere la parità di genere
nell’accesso alle professioni, alle
carriere, alla rappresentanza ed
informare le donne dei loro diritti.
L’evento è stato ricco di testimonianze di donne di diversi Paesi alle
prese con un mercato del lavoro ed
una società ancora poco accessibile
e piena di ostacoli in cui le donne
sono ancora nei fatti una maggioranza trattata da minoranza, nelle istituzioni, nella politica, nella società
civile. L’Associazione ha voluto
anche dare continuità a questa giornata inaugurando lo Sportello
Donna per l’assistenza e la raccolta
di racconti relativi a situazioni discriminatorie di genere sul piano
lavorativo e sociale, con un punto di
ascolto e di assistenza psicologica
laddove il disagio femminile non è
superabile con la sola forza delle
donne.
Il punto di ascolto è aperto il sabato
dalle ore 16,00 alle 18,00 ed è organizzato grazie al contributo delle
volontarie dell’Associazione La
Palma del Sud e dei professionisti
che generosamente hanno offerto il
loro tempo.Comunque tutte noi che
vogliamo celebrare la Giornata della
Donna speriamo che almeno il prossimo anno l’Amministrazione di
Aprilia si organizzi per tempo e
possa ascoltare la voce di noi donne
che certamente hanno molto da dire
al Sindaco ed ai vari Amministratori
in termini di vivibilità, scuole,
ambiente, cultura e sociale perché
solo una comunità che ascolta e promuove il protagonismo femminile
può diventare più democratica.
Ed ora un po’ di storia ….L’8
marzo… perchè si celebra la
donna?
Ci sono molte leggende e racconti
che circolano in merito a questa
data; quello più accreditato, e che
purtroppo ho visto anche essere dato
come spiegazione della celebrazione, è che si ricorda in quella data la
morte di più di un centinaio di
donne, avvenuta in un incendio in
una fabbrica di New York.Le operaie, sempre secondo questa versione dei fatti, rimasero intrappolate
nella fabbrica e perirono, proprio il
giorno 8 marzo.
Ma la storia non dice proprio questo.In effetti l’incendio della fabbrica in cui perirono le operaie ci fu
davvero, ma accadde il 12 marzo, e
soprattutto molto tempo dopo che si
celebrava già la Giornata della
donna.
Giornata della donna, quel che ci
dice la storia
Questa giornata celebrativa nacque
negli Stati uniti, come “Woman’s
Day”, il 3 maggio 1908, quando a
una delle conferenze del partito
socialista di Chicago, alle quali
erano invitate a partecipare anche le
donne, in mancanza dell’oratore
ufficiale prese la parola la socialista
Corinne Brown, che era una ferma
sostenitrice dei diritti delle donne e
per la loro “liberazione”
Proprio durante il suo intervento in
questa conferenza Corinne Brown
affrontò il discorso dello sfruttamento da parte dei datori di lavoro
nei confronti delle operaie, che tra
l’altro ricevevano un salario bassissimo e avevano un orario di lavoro
quasi intollerabile.
Inoltre sempre nella stessa giornata
venne affrontato anche il discorso
delle discriminazioni sessuali nei
confronti della donna e dell’estensione del diritto di voto alle
donne.Dopo quella conferenza, che
però non ebbe un effetto immediato,
il Partito socialista americano decise «di riservare l’ultima domenica di
febbraio 1909 per l’organizzazione
di una manifestazione in favore del
diritto di voto femminile».
La prima giornata della donna fu
celebrata il 28 febbraio 1909 negli
Stati Uniti.
Dall’America al mondo
La vera svolta della Giornata della
donna si ebbe però nel 1910.
Il un lungo sciopero di 20.000 operaie di New York durato tre mesi, dal
novembre 1908 al febbraio 1909, fu
considerato dal Partito socialista
come una manifestazione che difendeva in pieno i diritti delle donne.
E proprio per questo motivo alla
Conferenza internazionale delle
donne socialiste, che nel 1910 si
svolse a Copenaghen, si decise di
istituire in tutto il mondo una giornata che fosse dedicata alla rivendicazione dei diritti delle donne.
Negli Stati Uniti la Giornata della
donna continuò a tenersi alla fine di
febbraio, mentre in Paesi come Germania, Austria, Svizzera, Danimarca, la prima Giornata della donna fu
tenuta il 19 marzo del 1911.
Perchè l’8 marzo?
La celebrazione della Giornata della
donna fu interrotta durante la Prima
Guerra Mondiale, ma quando l’8
marzo 1917 a San Pietroburgo, le
donne si unirono in una grande
manifestazione nella capitale per
rivendicare la fine della guerra, che
non suscitò nessuna reazione da
parte dei Cosacchi ed incoraggio il
popolo alle successive manifestazioni che portarono alla rivoluzione che
provocò il crollo dello Zar.
L’8 marzo 1917 quindi è rimasto
come il giorno in cui, grazie alle
donne russe, ebbe inizio la Rivoluzione Russa.
Per questo motivo nel 1921, la
seconda Internazionale delle donne
comuniste fissò come data celebrativa per la Giornata della donna l’8
marzo. In Italia per la prima volta la
Giornata della donna fu celebrata il
22 marzo 1922.
Primo appuntamento mercoledì19 marzo alle 16,30 con Fulco Pratesi, presidente onorario del WWF Italia
NINFA: “UN LIBRO NELLA NATURA”
Cinque incontri tra marzo e giugno, nell’area rinaturalizzata del Parco Naturale Pantanello. Ingresso gratuito
A chi partecipa a tutte le presentazioni, un biglietto d’ingresso omaggio al Giardino di Ninfa
La Fondazione Roffredo Caetani zio alle ore 16,30. Al termine della
organizza un ciclo di conversazio- conversazione di Pratesi potrà
ni che traggono spunto da libri aprirsi una riflessione sull’argodedicati alla Natura. La manifesta- mento. Il ciclo proseguirà secondo
zione, difatti, prende il nome di il calendario che si allega, che
“Un libro nella Natura” e si svol- comprende libri scritti da profondi
gerà, tra marzo e giugno, non a conoscitori del mondo naturalisticaso, nell’area rinaturalizzata del co e dei rapporti tra ambiente e
Parco Naturale Pantanello, eletta vita sociale, e terminerà con una
come esempio di impegno non novità in assoluto: la presentaziosolo per la conservazione, ma ne in Italia dei libri di una famoanche per lo sviluppo dei luoghi sissima gardener britannica, la
naturalistici a servizio della collet- scomparsa Vita Sackville-West, le
tività e come occasione di occupa- cui opere erano finora disponibili
solo nella lingua madre. La casa
zione per giovani.
Il ciclo sarà aperto da uno dei più editrice Elliot di Roma, con la colimportanti personaggi del mondo laborazione di Italia Nostra, ha
foto aerea Parco Naturale Pantanello
della Natura in Italia, l’architetto curato la traduzione dei due voluFulco Pratesi, consigliere della mi Il Giardino e Il libro illustrato
Fondazione, che illustrerà
un suo ormai famoso libro,
uscito alcuni mesi fa, “Storia della Natura in Italia” Ciclo di presentazione di libri organizzato dalla Fondazione Roffredo Caetani, da marzo a giugno presso la
che è una ricognizione sala convegni del Parco Pantanello, ingresso libero. Per chi partecipa a tutte le presentazioni, un biglietto
delle trasformazioni del d’ingresso omaggio per visitare il Giardino di Ninfa in un giorno di apertura pubblica del 2014.
paesaggio italiano, dalla 19 MARZO ore 16,30 Storia della natura d’Italia di Fulco Pratesi, Presidente Onorario WWF Rubettino
primaria destinazione agri- Editore
cola all’attuale impegno 3 APRILE ore 17,30 Giardini globali: una filosofia dell’ambientalismo urbano di Marcello Di Paola
disordinato, frutto di scelte 22 MAGGIO ore 17,30 I Caetani di Sermoneta: storia artistica di un antico casato di Adriano Amendola,
affrettate, disinformate e 5 GIUGNO ore 17,30 Cisterna e i Caetani. Arte e committenza tra ‘500 e ‘700 di Marta Pennacchi
non illuminate. Fulco Pra- 19 GIUGNO ore 17,00 Il Giardino e Il libro illustrato del giardino di Vita Sackville
tesi, presidente onorario del PARCO NATURALE PANTANELLO Doganella di Ninfa, Via Provinciale Ninfina, 66 – Cisterna di
WWF Italia, sarà a Panta- Latina Per [email protected]
nello il 19 marzo, con ini-
CALENDARIO INCONTRI
copertina Storia della natura
d’Italia di F.Pratesi
del giardino, che potranno, all’occasione anche essere acquistati a
prezzo promozionale. Alla manifestazione ha assicurato la collaborazione l’Associazione nazionale provinciale di Italia Nostra e la
libreria Punto Einaudi di Sermoneta Scalo. L’Associazione la
Strada del Vino, dell’Olio e dei
Sapori della provincia di Latina,
presieduta da Marco Carpineti,
offrirà al termine della presentazione una degustazione dei
migliori prodotti enologici.
Hanno collaborato Italia Nostra, la
Fondazione Camillo Caetani di
Roma, l’Associazione Amici dei
Musei della Provincia di Latina,
l’Associazione Anima Latina, il
FAI, la Fondazione Campus Internazionale di Musica di Latina, l’Istituto Pangea onlus, Latina
Domani.
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
LA PSICOLOGA RISPONDE
Dott.ssa Anna De Santis
(Psicologa - Psicoterapeuta)
GLI AMORI IMPOSSIBILI LI
CREIAMO NOI?
Sono innamorata di un uomo che
ho cercato da tutta una vita, ed ora
che l’ho trovato, l’ amore che
provo per lui è impossibile da
vivere insieme. Sogno di fare
molte cose insieme a lui, ma
rimarranno solo sogni. Sono sposata da molti anni e voglio bene a
mio marito, ma lui è l’amore che
cercavo. Ci siamo incontrati qualche volta e stare insieme a lui è
stato bellissimo, era come vivere
in un film. Mi sentivo bellissima,
apprezzata, amata e protetta come
un gioiello prezioso, era tutto mio
ed io totalmente sua. Ora ho deciso di non incontrarlo più, anche se
il mio cuore e la mia anima gli
appartengono, e so che sarà così
per sempre. Le sto scrivendo questa lettera non per avere delle
risposte rispetto a questa situazione, ma per far sapere ad altre
donne che questo amore che si
prova non morirà mai. Ma forse,
ora, una domanda mi nasce spontanea: gli amori impossibili li
creiamo noi?
ANNALISA
Noi, creiamo tutto della nostra
vita anche se non ce ne rendiamo
conto. Utilizziamo, per così dire,
tutti i dati che abbiamo incamerato dalla nascita fino ad oggi per
arrivare a fare ciò. Questi dati si
intrecciano “spontaneamente” fra
di loro a seconda delle situazioni
ambientali che ci capitano, o delle
persone che incontriamo. Le sensazioni e le emozioni che governano i nostri comportamenti, sono
per la maggior parte inconsci.
Costruire un amore impossibile,
può significare la riproduzione di
un’esperienza d’amore avuta
durante la nostra infanzia nei confronti di uno dei due genitori. Nel
senso che: l’amore verso uno dei
due genitore è stato soffocato o
reclamato a causa di lontananze
forzate, ma necessarie. Vedi il
caso in cui i bambini vengono
lasciati per lungo tempo dai
parenti per difficoltà economiche,
o altro. Questa lontananza non fa
altro che rafforzare quell’amore
goduto per poco tempo dal bambino che non smetterà mai di amare
da lontano il proprio genitore. La
lontananza viene, così, fusa con
l’amore, rappresentando, per il
bambino, una condizione “necessaria” affinché egli possa percepire il suo amore per il genitore, ma,
poi, per il principio della generalizzazione, tenderà a costruire i
propri amori su questi presupposti. Da adulto non riuscirà a comprendere come mai si sentirà
attratto da persone che non gli
potranno garantire la loro presenza d’amore, se non solo e soltanto
da lontano, facendogli vivere
quelle riminiscenze inconsce e
piacevolmente ricostruite, come
qualcosa di assolutamente necessario. Ebbene sì, siamo sempre
noi gli artefici della nostra vita,
anche se non vogliamo ammetter-
lo perché ci risulta strano pensare
di essere la causa delle nostre
stesse sofferenze, ma se ci pensiamo bene, il lato positivo è quello
che: se siamo noi a costruire tutto
possiamo anche ricostruire in un
modo diverso ciò che non ci
piace; usando altri dati a nostra
disposizione procurandoceli dall’interno, oppure dall’esterno
attraverso l’imitazione, processo
essenziale di apprendimento.
LA PAURA DI SBAGLIARE
Lo faccio? Non lo faccio? E se
poi sbaglio? Meglio non rischiare… Quante volte la paura di sbagliare ci blocca rendendoci incapaci di agire. E quante occasioni
importanti abbiamo perso nella
nostra vita per colpa di essa. La
paura di sbagliare è uno dei principali ostacoli alla crescita personale per moltissime persone.
Quasi tutti hanno paura di sbagliare almeno qualche volta, ma questa paura, chiamata atychiphobia,
può prendere il sopravvento su di
noi quando le consentiamo di
ostacolarci nell’intraprendere le
azioni per raggiungere i nostri
obiettivi. La paura di sbagliare è
strettamente collegata con la
paura del giudizio degli altri che
spesso porta a procrastinare. Inoltre, è quasi sempre presente nelle
persone che soffrono di depressione o di bassa autostima. Come
nasce la paura di sbagliare? In
genere tale paura viene instillata
da piccolissimi da genitori superprotettivi che, mossi da buone
intenzioni, tendono a metterci in
guardia da ogni eventuale piccolo
sbaglio o passo falso. Questo loro
modo di protegge, li spinge a ripetere spesso “no, non si fa così” più
e più volte. E dopo un po’ , il bam-
pagina 35
bino, comincia a muoversi con
“cautela” in tutto quello che fa, e
a tentennare chiedendosi: “andrà
bene fare così? Lo posso fare?”. E
mentre si pone queste domande,
probabilmente, si girerà a guardare la figura autoritaria per vedere
se sta facendo bene. Una volta
cresciuto, il bambino avrà interiorizzato così bene questo modello
di comportamento esitante, da
farlo diventare inconscio e, senza
che se ne renda conto, esso, si
metterà in atto in modo automatico in molte situazioni della sua
vita. Sconfiggere la paura di fallire può richiedere un po’ di lavoro
su se stessi, e si può riuscire facilmente se si mette il giusto impegno. Sbagliare è una parte del percorso. Spesso diamo troppa
importanza agli sbagli e agli errori e vediamo il fallimento come il
risultato finale, sottovalutando il
fatto che esso è solo una parte di
un processo più ampio che riguarda la crescita e l’apprendimento.
Esso è infatti un elemento chiave
dell’apprendimento. Tutte le
capacità più importanti nella vita
richiedono un certo quantitativo di
errori e successive correzioni
prima di essere apprese. E’ stato
cosi per imparare a scrivere, parlare, andare in bicicletta… Si
pensi, ad esempio, ad un bambino
che sta muovendo i suoi primi
passi, sicuramente qualche volta
cadrà per terra, ma poi si rialzerà
fino a diventare bravissimo e
imparerà a camminare da solo. E’
pressoché impossibile vivere una
vita senza fallimenti. Le persone
che ci riescono probabilmente
vivono in modo così cauto che
raramente realizzano qualche
obiettivo importante. La paura del
fallimento è un altro aspetto bloccante della nostra vita, ma Il fallimento non è una caratteristica
delle persone, anche se lo vivono
come il risultato di una loro incapacità ad agire nel modo più giusto, ma è fondamentale vedere gli
avvenimenti in modo oggettivo
per identificare i fattori che
influenzano negativamente i risultati e poi correggerli. Provate a
chiedervi: quale fattore al di fuori
del mio controllo contribuisce a
non far funzionare una data situazione? A volte impariamo dai
nostri errori, altre volte da quelli
altrui. Soffermarsi a riflettere sui
cinque maggiori presunti fallimenti della propria vita, può essere come un’incredibile opportunità di apprendimento, anziché di
demoralizzazione e rinunce future. Quando vi trovate di fronte ad
un risultato non desiderato, ponetevi queste domande: Cos’ho
imparato da questa esperienza?
Mi potrà tornare utile in futuro?
Perché è successo? Come potrei
fare per prevenire che succeda la
prossima volta? Cosa potrei fare
meglio la prossima volta? Rispondete a queste domande di getto,
senza rifletterci troppo, perché è
proprio così che troverete le risposte più vere ed utili alla vostra
vita!
Per porre domande alla dott.ssa
scrivi a: Dott.ssa Anna De Santis
ad Aprilia in via Mozart1 (di
fronte
Conforama)
tel.
393.6465283 o inviare una email al seguente indirizzo di
posta elettronica:
a1 [email protected]
Sono attivi gli incontri di
gruppo CODIP
Per informazioni
347.6465458
393.6465283
www.codip.org
e mail:[email protected]
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 36
13 - 27 Marzo 2014
Capitani coraggiosi!?
di Salvatore Lonoce
Cari amici lettori, chi o cosa
sono gli amministratori pubblici
vigliacchi e perché si chiamano
così?
Anzitutto va osservato che le
due parole, amministratore pubblico e vigliacco, rappresentano
una contraddizione in termini o,
se preferite, un’antinomia, nella
misura in cui la presenza contemporanea dei due vocaboli,
riferiti alla medesima persona,
parrebbe impossibile.
Ed allora, domanderete voi, se
una persona è vigliacca e fifona,
come può essere definita o,
meglio, definirsi amministratore
coraggioso?!
Cari amici, definirsi.... ecco,
appunto!!
Questo genere di persone
magnificano sempre azioni mai
fatte o fatte in misura molto
minore, si vantano, si pavoneggiano, si compiacciono, si gloriano sempre e dovunque, specie
alla presenza di chi non li conosce, ma, alla prova dei fatti, sono
quelli che scappano alla prima
avvisaglia di difficoltà.
Cari amici lettori, questi individui sono quelli che, se mandati
al fronte, non li troverete mai nel
bollettino dei caduti, perché, con
una scusa o l’altra, si saranno
imboscati nelle retrovie, sono
quelli che amano fare i forti con
i deboli ma sono deboli con i
forti.
Questi individui, della peggior
specie, sono quelli che si ritrovano sul carro del vincitore e lo
avranno fatto solo dopo che la
guerra è finita.
Presuntuosi e boriosi, scendono
in campo soltanto dietro agli
altri, per poi saltare in prima fila
quando si tratta di dividere il
bottino, salvo infine mordere
anche la mano di chi un minuto
prima lo nutriva, se ciò torna
loro vantaggioso.
A questi vanagloriosi, capaci
solo di rifugiarsi in attività politiche prive di pericoli, diciamo:
“ Hic Rhodus, hic salta” e cioè :
facci vedere qui ed adesso di
cosa sei capace!!
Ma chi sono costoro?!
Occorre anzitutto dividere questa categoria in 2 sezioni: quelli
“veterani” e quelli invece “occasionali”.
Questi ultimi, in verità, non sono
molto interessanti dal punto di
vista scientifico né sono facilmente individuabili, dato che,
appunto, solo in determinate
occasioni mettono in pratica la
loro indole mirata, tesa ad ottenere benefici non spettanti o, il
più delle volte, a mantenere una
favorevole posizione e un privilegio ai quali non si avrebbe
diritto.
Raramente essi sono costretti,
loro malgrado, ad assimilare la
loro condotta a quella dei politici coraggiosi, in ragione di circostanze lavorative o politiche
particolari; ciò non di meno, la
loro condotta è censurabile e criticabile, anche se in misura
minore.
Ma, quel che veramente stupisce
e ci piace osservare è la figura
del politico veterano: questo,
autentico campione di opportunismo, ha la capacità, non comune, di adeguare il proprio stile di
vita a quello prevalente. Costui è
disposto, senza apparente sforzo, a rinnegare il proprio credo
politico, le proprie idee personali; costui, per dirla tutta, non si fa
scrupoli a vendere anche i propri
familiari, figurarsi gli amici o i
colleghi di partito!
Cari amici, questa figura è una
pratica sempre più diffusa, cui si
dedica una folta schiera di sbavanti mezzecalzette; donnette e
omini inclini al baciastivali.
Costoro, privi di qualsiasi
decente dote per emergere, si
rifugiano in quella che è diventata una vera e propria disciplina
di vita: il politico della leccata.
Eh si, la slinguata, anche questa
è un’arte; c’è chi la dispensa
così frequentemente da acquisirne una padronanza assoluta.
Tale sopraffina tecnica si sviluppa e s’impone nel nostro sistema
sociale sempre più gerarchicizzato e burocraticizzato.
Per piacere agli altri, per far carriera devi evitare d’essere sincero, devi sottrarti dal dire ciò che
pensi. Meglio adulare, incensare, ossequiare, lodare, lusingare.
Ma, come abbiamo visto, ci
sono almeno 2 categorie: il politico lecchino “lungimirante”,
che slingua oggi per incassare
domani, ed il “politico slinguatore erga omnes”, che sbava su
chiunque, lasciando la scia della
sua fetida saliva in ogni dove.
Cari amici lettori, fa parte di
questa fauna, anche la segretaria
starnazzante che decanta la bellezza dell’orrenda cravatta del
capo e che è sempre pronta a
portargli il caffè; costei, più che
a leccar piedi si esalta nel baciar
capocchie.Il leccaculismo politico oggi fa molti proseliti nei
loculi amministrativi.
L’impiegatuccio che si arruffiana per una vita intera, al fine di
diventare qualcuno (anche se più
spesso diventa qualcosa).
Per lui è normale baciar deretani
a ripetizione, pur di raggiungere
un traguardo da decantare alla
mogliettina insipida o da sventolare in faccia al collega della
stanza accanto.
Sono quelli che in una qualunque discussione non entrano mai
nel merito o nel vivo della stessa, se non quando la stessa ha
preso una piega ben precisa e
ben si delinea la tesi vincente,
ovviamente schierandosi da
quella parte; ciò determina che
essi, per ironia della sorte, siano
tenuti in grande considerazione
proprio perché le loro “opinioni”
risultano quelle più equilibrate e
le più “seguite”!
Sono ancora quelli che siedono
alla tavola dei vincitori senza
aver fatto nessuna battaglia e
quelli che sono bravi a rimanere
in sella quando potrebbero e
dovrebbero solo pulire stalle!
Essi non hanno mai un credo
politico netto, quasi mai hanno
una lista del cuore, ma, in ogni
caso, simpatizzano anche per le
altre!
Cari amici lettori, ne avete riconosciuto qualcuno personalmente?!
MUSEI LUOGHI DI MEMORIA E IDENTITA’
Un interessante convegno per promuovere la creazione di un sistema museale nel territorio pontino
PRESENTATA L’ESPOSIZIONE BONACINI “APRILIA IN GUERRA: LA BATTAGLIA DI APRILIA”
di Elisa Bonacini
unricordoperlapace.blogspot.it
Si è tenuto sabato 1 marzo alle 10
nell’Auditorium del Liceo Classico “Dante Alighieri” a Latina il
convegno “MUSEI LUOGHI DI
MEMORIA E IDENTITA’’”.
L’interessante convegno è stato
organizzato dal Comitato Latina
Domani per promuovere la creazione di un sistema museale urbano che valorizzi il patrimonio artistico e culturale del territorio della
Provincia di Latina.
Oltre a Marco Cappelletti, presidente del comitato Latina Domani
hanno partecipato Vincenzo Scozzarella, Direttore del museo di
Valvisciolo; Maura Favero, dottoranda in Storia dell’arte; Claudio
Cristallini, della Direzione regionale Cultura; Pierluigi Regoli,
della Segreteria dell’Assessorato
regionale alla Cultura. Moderatore il giornalista Andrea Giansanti.
Sono seguiti alcuni interventi, tra
cui quello del Sindaco di Sabaudia
Dott. Maurizio Lucci e di alcuni
assessori dei Comuni della provincia di Latina.
Nel corso del convegno ho voluto
presentare ai presenti l’esposizione in essere all’Istituto Rosselli:
“APRILIA IN GUERRA: LA
BATTAGLIA DI APRILIA” (
inaugurata il 24 aprile 2013 con il
patrocinio del Comune di Aprilia)
il cui progetto culturale a favore
della collettività, curato dall’ASSOCIAZIONE “UN RICORDO
PER LA PACE” di cui sono presidente, si basa sull’ampia disponibilità del materiale storico della
famiglia Bonacini. Sono necessari
ed urgenti ulteriori finanziamenti
per ingrandire lo spazio espositivo
da sinistra:Vincenzo Scozzarella (Direttore del museo di Valvisciolo),
Claudio Cristallini ( Direzione regionale cultura) Pierluigi Regoli
(segreteria Assessorato regionale cultura)
ed ospitare finalmente tutto il
patrimonio storico che da 15 anni
attende una sua adeguata valorizzazione.
“La location di tale progetto all’Istituto Rosselli di Aprilia”- ho
spiegato al pubblico durante il
convegno- trova forte motivazione
nel messaggio di pace che è
necessario trasmettere alle giova-
ni generazioni, attraverso la
conoscenza e lo studio dei materiali della collezione Bonacini,
autentici documenti di memoria.
Motivazioni queste avvalorate
dalla scelta di ospitare in tale
sede anche l’importante monumento ai caduti dispersi, inaugurato il 18 febbraio scorso dal
celebre musicista Roger Waters”.
Elisa Bonacini, il giornalista Andrea Giansanti e Marco Cappelletti ,
presidente Comitato Latina Domani
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
Giorni Felici
pagina 37
Per festeggiare qualsiasi ricorrenza scrivi o invia un e-mail
al GIORNALE DEL LAZIO Via E. Fermi, 18 - 04011 APRILIA
e-mail: [email protected]
(gli auguri con foto verranno pubblicati gratuitamente)
16 MARZO 1968 – DOLCISSIMA ANNA…
Tanti auguri di buon compleanno
UN MONDO DI AUGURI, PER IL TUO
da tua moglie Emanuela, dai figli
COMPLEANNO.GLI ANNI PASSANO, MA
Lorenzo e Tommaso e dalla famiglia TU SEI SEMPRE LA STESSA…SEI UNICA E
PER QUESTO TI AMIAMO TANTISSIMO.
Citarella
BUON COMPLEANNO AMORE…TUO
MARITO GIULIANO, PAOLO, MAMMA
PASQUA E ALIEN
La nostra principessa è diventata
una regina!Auguri immensi ad
Ilaria Emiliani per la sua prima
candelina.da Davide, Giulia,
Mamma, Papà, Rodolfo e Daniela
Tanti auguri di buon compleanno ad Emmanuel
che il 10 marzo ha compiuto 8 anni. Auguroni dal
tuo papà Antonio, mamma Lina, da tua sorella
Francesca Riccardo e tutti i parenti
NICOLO'
GUZZON
18 anni
Tantissimi
auguri di
buon
compleanno
dalla tua
famiglia!
11 MARZO 1956 – CIAO TOMMASO, NON TE LO
ASPETTAVI E’…AUGURI PER OGNI SORRISO CHE TI
FARA’ STAR BENE, PER OGNI SOGNO CHE VORRAI
REALIZZARE,PER OGNI SPERANZA CHE TI SCALDERA’ IL CUORE.I NOSTRI SINCERI AUGURI DI BUON
COMPLEANNO E NON DIMENTICARE MAI,
CHE TI VOGLIAMO TANTO BENE…TUA SORELLA
ANNA, GIULIANO, PAOLO, MAMMA PASQUA E
ALIEN.
Auguri ad Adriano e
Ottavio che compiono sette
e nove anni il primo ed il
dieci marzo.Da papà Max e
mamma Filo
8 MARZO 1975 – CIAO SIMONETTA…NEL SILENZIO DI QUESTA
ALBA,IL NOSTRO PRIMO PENSIERO E’ PER TE. OGGI, DOPPIA
FESTA PER TE… (DOPPI AUGURI) FESTA DELLA DONNA E
COMPLEANNO.NOI VOGLIAMO FARTI UN REGALO…IL
NOSTRO REGALO PIU’ GRANDE:“ SIAMO E SAREMO SEMPRE
CON TE “. NON DIMENTICARLO MAI…TI VOGLIAMO TANTO
BENE. TANTISSIMI AUGURI DI BUON COMPLEANNO. ZIA
ANNA, GIULIANO, PAOLO, NONNA PASQUA, ALIEN,MAMMA,
PAPA’, ALESSANDRO E PAOLA.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 38
13 - 27 Marzo 2014
SONIA TOPAZIO E LA SUA CARRIERA RICCA
DI CAMBIAMENTI E DI CAMBI DI PELLE
Sonia Topazio e la sua carriera ricca di cambiamenti e di
cambi di pelle. Prima attrice,
poi scrittrice, finanche’ giornalista e responsabile ufficio
stampa dell’istituto di Vulcanologia Italiano. Spiegaci brevemente le tappe salienti del
tuo percorso cosi’ ricco ed
articolato.
Da minorenne correvo per una
società di atletica leggera, la
“CISES Frascati”, che mi comprò dal Club Atletico Potenza;
quindi per me stabilirmi a
Roma è stato facile: conoscevo
molti sportivi. Volevo fare la
fotomodella e ho trascorso un
breve periodo a New York
e a Milano, ma sono ritornata
subito nella capitale, dove mi
muovevo meglio e dove ho iniziato la carriera di attrice, pre-
sentatrice, apparizioni in tv. Mi
sono laureata tardi, ma con il
massimo dei voti a 32 anni, e
ho dato una svolta alla mia vita
cambiando pagina e dedicando-
mi alla scrittura: prima sono
diventata giornalista e poi scrittrice, costituendo nel 2002 l’ufficio stampa dell’attuale INGV.
Come attrice, qual e’ l’espe-
Sonia Topazio con Dario Argento
rienza a cui sei piu’ legata e pagina de Il Messaggero per
perche’?
problematiche legate all’amMACAO di Gianni Boncompa- biente. Tanto altro.
gni e il teatro con Giorgio Sei stata un paio d’anni la
Albertazzi. Non sono le espe- compagna di Dario Argento.
rienze, sono le persone straor- Cosa ti ricordi di quel periodinarie che sono riuscita ad do? Siete rimasti amici?
incontrare durante il mio per- Mi ricordo tutto, nel bene e nel
corso lavorativo che ti plasma- male, ma non amo parlare delle
no.
mie relazioni private. Siamo
E come giornalista?
amici, ha dato un contributo ai
Ho iniziato come presentatrice miei primi due romanzi ed è
di “Runners” per Tele Lazio, testimonial di Freerumble, il
poi ho scritto per più di un anno Social Network audio che ho
sul giornale del Partito Sociali- messo in piedi da pochi anni.
sta (che poi ho scoperto che non Hai piu’ rimpianti o rimorsi?
lo era, perchè Lavitola si spac- E tra dieci anni come ti vedi?
ciava per tale e ha fregato anche Nessun rimpianto e nessun
le mie buone intenzioni), ho rimorso, perchè dovrei averne?
scritto, ideato e diretto un pro- Le cose accadono a prescindere
gramma di scienza per una tv da noi. Non lo so come mi vedo
che ora non esiste più e ho con- tra dieci anni.
tribuito per una miriade di
palinsesti e ho firmato la prima
Lisa Bernardini
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 39
L’AVVOCATO RISPONDE
Assegno di mantenimento
Per porre domande scrivere e-mail: [email protected]
Avv. Margherita Corneli
Gentile Avvocato,
mi chiamo Laura e sono divorziata ormai da circa cinque
anni. Al momento del divorzio,
non avendo reddito, il Giudice
mi ha riconosciuto il diritto ad
un assegno di mantenimento, a
carico del mio ex marito, che
invece, godeva di un buon reddito. Sei mesi fa, per mia fortuna sono riuscita a trovare un
lavoro che mi impegna per
quattro ore al giorno e mi permette di integrare l’assegno
che percepisco, dato che solo
con quello non riuscivo ad
arrivare a fine mese.
Non appena è venuto a saperlo
il mio ex marito ha immediatamente fatto istanza al Giudice
per la totale revoca dell’assegno di mantenimento e, già dal
mese scorso, mi ha versato un
importo ridotto.
Io sono molto preoccupata.
C’è il rischio che l’assegno mi
venga tolto? Quali sono i presupposti per la revoca o la
modifica dell’assegno divorzile?
Laura
Cara Laura, come probabilmente avrà capito, la revisione
dell’assegno divorzile si può
richiedere tutte le volte che le
condizioni reddituali delle parti
(di entrambe quindi) risultano
mutate, in meglio oppure in
peggio, in modo da modificare
quella che era la situazione al
momento in cui l’assegno fu
stabilito.
Pertanto, una eventuale revisione o soppressione dell’assegno,
presuppone la verifica circa la
sopravvenuta mutazione delle
condizioni economiche delle
parti e l’idoneità della stessa a
mutare l’assetto patrimoniale
realizzato con il precedente
provvedimento attributivo dell’assegno, secondo una valutazione comparativa delle condizioni economiche di entrambe
le parti nell’ambito della quale
possono assumere rilievo
anche l’incidenza della sopravvenuta svalutazione moneta o
la convivenza more uxorio
intrapresa da uno dei coniugi,
purché si tratti di un rapporto
stabile e non meramente occasionale
In caso di miglioramento delle
condizioni economiche del
coniuge avente diritto all’assegno divorzile, il coniuge tenuto
al versamento non può decidere di sospendere l’erogazione
della somma o di ridurne
l’importo senza aver prima
ottenuto una pronuncia favorevole da parte del Tribunale,
pertanto ha sbagliato l’ex
coniuge a ridurre arbitrariamente l’importo dell’assegno
senza attendere la pronuncia
giudiziale.
I fattori che possono portare ad
una revisione od annullamento
dell’assegno divorzile sono
diversi ma tutti riconducono ad
un mutamento delle condizioni
economiche.
In tal senso si è ritenuto che
l’avvio di una convivenza da
parte del coniuge avente diritto
a percepire l’assegno divorzile
può giustificare, da parte dell’altro coniuge, una richiesta di
revisione dell’importo dell’assegno, come pure l’avvio di
una convivenza da parte del
coniuge obbligato a versare
l’assegno divorzile all’altro
coniuge può giustificare, da
parte del primo coniuge, una
richiesta di revisione dell’importo dell’assegno.
Nel caso in cui la sentenza di
divorzio non aveva previsto il
versamento di alcun assegno,
secondo un’interpretazione si
può avviare un procedimento
per la modifica delle condizioni di divorzio allo scopo
di richiedere l’assegno divorzile, purché si dimostrino le
circostanze sopravvenute. La
questione è comunque molto
dibattuta e si deve dar conto
dell’esistenza di un’interpretazione contraria, che esclude
questa possibilità.
Per quanto riguarda il mutamento delle condizioni economiche del coniuge avente diritto, la Cassazione ha stabilito
che, in tema di revisione dell’assegno di divorzio, quando a
fondamento dell’istanza dell’ex coniuge obbligato, rivolta
ad ottenere la totale soppressione del diritto al contributo
economico, sia posto come
motivo il miglioramento delle
condizioni economiche dell’ex
coniuge beneficiario, il giudice, ai fini dell’accoglimento
della domanda, non può limitarsi a considerare isolatamente
detto miglioramento, attribuendo ad esso un valore tale da
causare automaticamente l’estinzione dell’assegno e della
sottostante solidarietà postconiugale, ma, assumendo a parametro l’assetto di interessi che
aveva determinato il precedente provvedimento sull’assegno,
deve verificare se l’ex coniuge,
titolare del diritto all’assegno,
abbia acquistato, per effetto di
quel miglioramento, la disponibilità di “mezzi adeguati”,
ossia idonei a renderlo autonomamente capace, senza necessità di integrazioni ad opera
dell’obbligato, di raggiungere
un tenore di vita analogo a
quello avuto in costanza di
matrimonio.
C i si chiede, ovviamente, cosa
si intenda, sul piano pratico,
per “mezzi adeguati”, ed in
particolare “adeguati rispetto a
cosa”.
Sul punto la giurisprudenza è,
non senza oscillazioni, orientata nel ritenere che la inadeguatezza dei mezzi vada valutata
in ragione del tenore di vita che
il coniuge beneficiario aveva in
costanza di matrimonio.
Ne consegue che il diritto alla
percezione di questa forma di
mantenimento trova, qui, fondamento nella disparità delle
condizioni patrimoniali degli
ex coniugi; il coniuge, che non
sia in grado con i propri mezzi
di garantirsi lo stesso tenore di
vita di cui godeva in costanza
di matrimonio, ha diritto a raggiungerlo tramite l’ apporto
proveniente dall’ex consorte.
Pertanto Laura, pur con difficoltà, non avendo in mano
alcuna documentazione, ritengo che la soppressione dell’assegno divorzile a Suo favore
non sia così certa come le è
stato fatto credere.
Potrebbe subire una riduzione,
ma sempre e solo se le sue condizioni economiche sono cambiate al punto di equiparare il
tenore di vita che aveva quando
era sposata.
In ogni caso quello che il Suo
ex coniuge non poteva assolutamente fare è ridurre di sua
iniziativa l’importo dell’assegno senza aspettare la pronuncia di un Giudice.
Può pretendere l’integrale versamento anche obbligando il
suo ex marito.
L’associazione per la divulgazione e la tutela dei disturbi specifici
A.S.D. STUDIO E GIOCO
Il Laboratorio Artistico ha dato vita ad una simpatica festa per il giovedì grasso
A.S.D. Studio e gioco ,
associazione per la divulgazione e la tutela dei disturbi specifici d’apprendimento , nella persona
del presidente Lucarini
Eleonora , rende noto che
giovedì 27 febbraio alle
ore 16, presso la sede in
comodato d’uso presso
l’ex cral in via delle margherite , il Laboratorio
Artistico ha dato vita ad
una simpatica festa per il
giovedì grasso che come
d’usanza ci fa viaggiare
nel tempo , quest’anno il
tema sono stati i pirati , i
ragazzi durante il laboratorio hanno realizzato ,
gli abiti e gli accessori di
questi mitici uomini ,
riuscendo a capire il contesto
storico e come vivono i pirati ,
chi erano i corsari , un modo pratico e coinvolgente per lo studio
della storia , inoltre hanno eseguito una piccola recita ed una
caccia al tesoro , i ragazzi si
sono divertiti e il pomeriggio si è
colorato di fantasia e gioia.
Ricordiamo che l’associazione
promuove nella scuole e tra le
famiglie , le informazioni per
quanto riguardano i dsa,( disturbi specifici d’apprendimento),
facendo intervenire professionisti nel settore e facilitando gli
iter burocratici per le diagnosi
funzionali o le richieste d’indennità di frequenza , l’inoltro del
pdp scolastico, interventi nei
glho , non da meno è il servizio
pomeridiano di percorsi personalizzati per l’esecuzione compiti (
uso di mappe concettuali , sintesi vocali, strategie individuali),
di rilievo e con grande consenso
da parte dei ragazzi si sono attivati i laboratori: artistico e giornalistico , condotti dai responsabili , D’annibale Alberto e D’Annibale Francesca. per info :
3272612506 , maestra Eleonora ,
e.mail: [email protected] Buon Carnevale , A.S.D.
Studio e Gioco
pagina 40
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
CISTERNA
Forse sì, forse no. Da parte sua
c’è una “irrevocabile volontà” a
candidarsi, ma qualcuno ha maldigerito la sua decisione. Parliamo dell’attuale sindaco Antonello Merolla, il quale a detta sua
sarà candidato sindaco di Cisterna anche alle prossime elezioni
amministrative. Il primo cittadino ha sgomberato definitivamente il campo da equivoci e ha
confermato la sua irrevocabile
volontà di voler partecipare alla
prossima corsa elettorale per
guidare
l’amministrazione
comunale per un altro quinquennio. “Un amministratore che
crede davvero nelle scelte operate e realmente interessato alle
sorti della propria città – spiega
Merolla - non potrebbe mai mollare a metà dell’opera.
E’ troppo importante per Cisterna che vengano portati a termine
i tanti progetti fatti partire dalla
mia amministrazione. Purtroppo però, ultimamente la nostra
sembra essere diventata la città
dei misteri, dei retroscena assurdi e dei colpi di scena che non
arrivano mai. Dove alcuni
riescono a scrivere quello che
altri pensano, ad ascoltare quello
che nessuno ha mai detto, a testimoniare ciò che nessuno ha mai
fatto. Per questo – continua il
Merolla: “Mi ricandido”...ma c’è chi non lo vuole!
Sindaco – affinché cessino di
circolare strampalate supposizioni diffuse ad arte da chi ha
tutto l’interesse a destabilizzare
il quadro politico locale, annuncio ufficialmente la mia ricandidatura a sindaco di Cisterna alle
prossime elezioni amministrative. A sostenere la mia candidatura al secondo mandato consecutivo da Primo cittadino, ci sono
tutte le forze politiche che mi
hanno sostenuto e mi sostengono in quest’ultima fase della mia
amministrazione. Detto ciò,
sono costretto a manifestare il
mio personale rammarico per la
piega presa fin da subito da questa campagna elettorale. Qualcuno, infatti, ha ancora il coraggio di usare i vecchi sistemi –
dice Merolla - quel modo obsoleto di fare politica fatto di promesse destinate ad essere disattese e sbandierati progetti irrealizzabili. Ancora una volta, pur
di accaparrarsi una manciata di
voti, c’è chi fa finta di non sapere che cosa è successo e sta succedendo in Italia e quanto sia
diventato difficile amministrare
un Comune.
I cisternesi meritano anzitutto
rispetto e sincerità. Le promesse
campate in aria non possono
essere la soluzione. Ci vogliono
progetti concreti e realizzabili.
La mia amministrazione comunale in questi anni ne ha messi in
opera molti – conclude il Primo
cittadino - la maggior parte dei
quali di lungo termine e tesi a
trasformare Cisterna in una città
più vivibile, più attraente per gli
investitori e con più opportunità
per i nostri giovani”. Merolla ha
però dimenticato che deve fare
bene i conti con quelli che lui
ritiene e considera le sue forze
politiche a sostegno della sua
candidatura. A partire da Forza
Italia, senza considerare lo
“sgambetto” di Fratelli d’Italia
che ha sancito l’intesa con l’altro candidato sindaco Mauro
Carturan, un altro certo alla
prossima elettorale. Il “vecchio”
sindacone vorrebbe tornare a
governare la città, adducedendo
come scusa che vuole riportare
Corso della Repubblicia a doppio (quando è stato lui a farlo a
senso unico), come pure vuole
risolvere una volta e per tutte il
problema “delle buche” in centro (quando è stato sempre lui a
“bucare” la città). Come dire
vorrebbe tornare a governare la
città il “vecchio” che sa di marcio. Merolla o Carturan?
F. D.
Piana delle Orme “abbraccia” Cisterna
Il Museo Piana delle
Orme ed il Comune di
Cisterna insieme per
valorizzare e rendere
più fruibile il patrimonio storico del nostro
territorio. Con questo
intento la direttrice del
complesso Piana delle
Orme Alda Dalzini ed il
sindaco
Antonello
Merolla hanno sottoscritto un protocollo
d’intesa che apre nuove
prospettive al turismo
cisternese. Si tratta di
un vero e proprio programma d’azione che
prevede convegni di
studio su storia, tradizioni, arte e cultura; eventi,
mostre, congressi, stage,
workshop e corsi di cultura
storica legati al folclore,
all’artigianato, al turismo
enogastronomico, culturale
e ambientale del territorio;
la realizzazione di progetti
per interventi strutturali per
la valorizzazione e la promozione dei beni storici,
culturali e paesaggistici del
nostro territorio; la partecipazione a bandi europei,
regionali e provinciali; specifici studi e ricerche sulla
storia di Cisterna e del territorio. Inoltre, il Comune di
Cisterna ha concesso il
Patrocinio e l’utilizzo dello
stemma cittadino al Museo
Piana delle Orme che dovrà
utilizzarlo in tutte le sue iniziative. L’Ente si impegnerà
quindi a promuovere percorsi culturali e turistici
(attraverso lo sportello turistico ed il costituendo
Museo di Palazzo Caetani)
che leghino il parco tematico di Latina alle attrattive di
Cisterna. Dal canto suo,
Piana delle Orme dovrà dare
visibilità al Comune di
pagina 41
Cisterna e a tutte le sue iniziative, nei canali ufficiali
ed istituzionali; lascerà che
il sito diventi uno dei luoghi
di rappresentanza istituzionale di Cisterna, per manifestazioni, vendita di prodotti
artigianali, visite guidate ad
ospiti e scolaresche. Tutto
questo senza alcun impegno
di spesa per le parti. “Così
facendo – commenta Merolla – abbiamo aggiunto un
elemento importante all’ormai ricco quadro generale
dell’offerta turistica di
Cisterna. Per questo sono
estremamente soddisfatto
degli accordi definiti nel
protocollo d’Intesa siglato
stamane, oltre che orgoglioso di poter associare lo
stemma della nostra città
alla popolarità nazionale del
Museo creato da Mariano
De Pasquale, proprio alla
vigilia delle celebrazioni del
70° anniversario dell’Esodo
cisternese. Ringrazio dunque la direttrice Dalzini per
la disponibilità dimostrataci”. “Questo è solo il punto
d’inizio di un’attività di
valorizzazione del nostro
territorio e della nostra sto-
ria molto più ampia – spiega
l’assessore al Turismo,
Arturo Cianciosi - . Cisterna
è legata al passato della pianura pontina ma anche alle
realtà dei borghi dei monti
Lepini, partendo da Ninfa,
fino a Norma, Bassiano e
Sermoneta. E’ questo il circuito turistico del quale
dobbiamo diventare al più
presto il polo centrale,
ovviamente senza mai perdere la nostra specifica
identitàterritoriale”. “Espr
imo tutto il mio apprezzamento – dichiara Alda Dalzini - per un’amministrazione comunale che si dimostra
attenta e lungimirante in
fatto di promozione turistica
e culturale. Piana delle orme
in 16 anni è diventata, nel
suo genere, una delle attrattive culturali più importanti
d’Italia ed ora, con il supporto del comune di Cisterna potrà aprirsi ancora di più
verso il territorio. Perché un
museo come il nostro è anzitutto un luogo aperto, sociale, di scambio di esperienze”.
Francesco De Angelis
“Insieme si può”, a sostegno dei disabili
“Insieme si può”, questo il nome del
progetto presentato nei giorni scorsi
alla Regione Lazio dagli uffici dei Servizi Sociali del Comune di Cisterna. Si
tratta di un programma di intervento
atto a favorire il benessere scolastico
degli alunni diversamente abili delle
Scuole Primarie e Secondarie di I
grado. Il progetto è rivolto a 44 giovani utenti seguiti dal servizio di integrazione scolastica e ai loro compagni
di classe, per un totale di circa 600
alunni. Nello specifico si intende offrire alle scuole una serie di laboratori
che si realizzano impegnando l’intero
gruppo classe.
Il coinvolgimento del gruppo classe,
nel quale sono inseriti i bambini con
disabilità, intende far emergere le
risorse creative ed espressive del bambino diversamente abile, permettendo
ai compagni di riconoscerlo per le sue
potenzialità piuttosto che per le sue
difficoltà. I momenti di scambio creativo ed espressivo, fanno si che il
gruppo si senta più unito e che esporti
tale esperienza anche all’interno dell’ambiente scolastico. Il Comune
risponde all’avviso pubblico della
Regione Lazio per la concessione di
contributi economici a sostegno di
progetti da attuare nelle scuole inerenti il piano Regionale annuale per il
diritto allo studio. Sempre nei giorni
scorsi, la Giunta comunale ha approvato il Protocollo d’intesa con l’associazione di volontariato A.N.T.E.A.S.
di Latina per l’assistenza domiciliare
leggera. I volontari offriranno una
serie di servizi, a sostegno degli anziani inseriti nel progetto, relativi alla
gestione delle attività della vita quotidiana e domestica: dall’accompagnarli
a fare la spesa o a sbrigare pratiche di
vario genere, fino alle passeggiate
all’aperto o alla semplice compagnia
in casa. Il programma, che già era
stato sperimentato a Cisterna riscontrando un buon gradimento fra gli
utenti, non comporta alcun impegno di
spesa a carico dell’Ente, essendo inte-
l’assessore ai Servizi Sociali
Alberto Filippi
ramente finanziato dall’Associazione
attraverso i proventi del 5 per mille.
“Questa amministrazione comunale –
commentano l’assessore ai Servizi
Sociali Alberto Filippi ed il sindaco
Antonello Merolla – ha da sempre
dimostrato una particolare sensibilità
verso i progetti finalizzati all’assistenza ed alla cura dell’anziano, dei diversamente abili e, più in generale, di
tutte le fasce deboli della nostra
Comunità. Spesso siamo riusciti a
farlo con le esigue risorse dell’Ente,
altre volte, invece, collaborando attivamente con diverse associazioni operanti in tali ambiti o intercettando i
finanziamenti della Regione Lazio.
Per questo confidiamo di ricevere nei
prossimi giorni un riscontro positivo
da Roma in merito al progetto “Insieme si può”, così da poter offrire ai
nostri studenti un nuovo strumento per
crescere in un mondo dove le diversità
siano percepite come una ricchezza”.
L’ex campione del mondo di pugilato Nino Benvenuti, racconta la
tragedia della sua famiglia durante la guerra
CISTERNA: “L’ISOLA CHE NON C’È.
IL MIO ESODO DALL’ISTRIA”
a pagina 12
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 42
ANZIO
Una sala consiliare gremita ha
accolto il fondatore di “Avanguardia Nazionale” Stefano
Delle Chiaie, che ospite della rassegna editoriale “Libro e
Moschetto. Armiamoci di Cultura” ha presentato il suo libro
“L’aquila
e
il
Condor”.
Ad inaugurare la rassegna il Presidente dell’Associazione Sleipnir Rodolfo Turano, che leggendo un passo del libro “Elogio
della cazzimma” ha voluto ricordare come la rassegna sia stata
ideata e organizzata in onore dell’amico, giornalista e scrittore
Daniele Lembo. In sala, tra il
pubblico, la moglie Anna e la
figlia Marta.
Prima di iniziare però il fondatore di “Avanguardia Nazionale” ha
voluto brevemente replicare al
giornale Liberazione: “Chi ha
scritto l’articolo - ha detto Delle
Chiaie - non ha letto il mio libro.
Avrebbe dovuto leggerlo e venire
qui e fare le sue domande. Ovunque vado - continua Delle Chiaie
13 - 27 Marzo 2014
Presentato il suo libro “L’aquila e il Condor”
- vengo attaccato da certa stampa, ma nessuno ha mai avuto il
coraggio di affrontarmi e smentirmi. Non ricordo neanche più conclude Delle Chiaie - quanti
processi ho dovuto affrontare,
rispondendo alle sterili accuse di
3-4 magistrati, ma sono sempre
stato assolto”.
Delle Chiaie ha poi risposto alle
domande dei moderatori, il giornalista di “Rinascita” e “Notte
Criminale” Giuseppe Parente e
del giornalista, scrittore ed autore
di “Fascinazione” Ugo Maria
Tassinari e ha così raccontato la
sua versione della Battaglia di
Valle Giulia, della “rivolta del
pallone” di Caserta, della rivolta
di Reggio Calabria e del golpe
Borghese, rispondendo poi a tutte
le domande del pubblico.
Il video integrale di questo primo
appuntamento della rassegna editoriale sarà presto disponibile sul
canale YouTube dell’Associazio-
“ Vivere sicure...si può...Io Lotto”
Nelle giornate di sabato 8 e domenica 9
marzo, in occasione della Festa delle
Donne, presso la palestra del Chris Cappell College di Anzio, una squadra di
sportivi della Federkravmaga - Woman
Protect® ha organizzato un corso di
autodifesa per tutte le donne di Anzio. Il
corso è rivolto a tutte le persone che cercano un valido strumento per la propria
difesa. Le lezioni sono mirate a lavorare
sulle potenzialità della donna, in modo da
acquisire conoscenze e metodiche inusua-
li per aumentare le attitudini auto protettive di ognuno, anche in relazione alla
professione svolta. Nella difesa personale
ravvicinata, per reagire ad una aggressione, sarà necessario ricorrere a tecniche e
strategie adeguate alla situazione. La
difesa personale per le donne rappresenta
uno degli strumenti a disposizione per
affrontare un problema, sempre di attualità, come quello della difesa personale
femminile. Le esperienze tecniche nel
settore delle discipline di arti marziali, si
Convegno
“Dallo Stalking al Femminicidio”
Si è tenuto l’8 marzo a Villa Sarsina, il convegno “Dallo Stalking al Femminicidio”, organizzato dai consiglieri comunali Giuseppina Piccolo, Valentina Salsedo
e Velia Fontana, in collaborazione con la “Camera Nazionale Cammino” sede di
Velletri e la Segreteria del Sindaco di Anzio. Il convegno, moderato dall’avvocato
Giuseppina Piccolo, ha visto la partecipazione degli avvocati Alessio Mazzocchi e
Teresa Capasso, del giornalista Giovanni Del Giaccio, del criminologo Raimondo
Montanari e della psicologa Jennifer Williams. Presente il sindaco di Anzio, Luciano Bruschini, che ha portato il saluto dell’Amministrazione Comunale. “Il convegno che abbiamo organizzato nel giorno della Festa della Donna – spiega il consigliere comunale, Giuseppina Piccolo – sarà articolato con tre linee guida: l’evoluzione storico normativa del reato di stalking, lo stalking con aspetti clinici e psicopatologici dell’autore del reato (stolker) e della vittima e quando lo stalking diventa notizia”. Il moderatore, l’avvocato Giuseppina Piccolo, ha esposto sinteticamente il contenuto degli interventi, l’avvocato Teresa Capasso ha spiegato “L’evoluzione storico-normativa dello stalking”, in particolare ha analizzato la normativa
del reato di stalking (atti persecutori), art. 612 bis del codice penale, introdotto dal
decreto legge n. 11 del 23/02/2009, poi convertito, con modificazioni, nella legge
n. 38 del 23/04/2009, fino alle modifiche apportate dal legislatore con il D.L.
14/08/2013, n. 93 convertito in Legge 15/10/2013, n. 119, tale decreto mira ad inasprire il trattamento punitivo degli autori di maltrattamenti in famiglia, violenza
sessuale e di atti persecutori (stalking), introducendo, in determinati casi, misure di
prevenzione finalizzate alla anticipata tutela delle donne e di ogni vittima di violenza domestica. La dottoressa Jennifer Williams ha trattato “Gli aspetti clinici e
psico-patologici”, le varie tipologie di stalker, le vittime, con riferimento alle conseguenze psicologiche a breve e lungo termine derivanti dalle molestie, cercando
di inquadrare lo stalking da un punto di vista psicopatologico al fine di rintracciare le dinamiche più frequenti e comuni sottese al fenomeno. Il dottor Raimondo
Montanari ha trattato del “Femminicidio” ed il giornalista Giovanni Del Giaccio di
“Quando lo stalking diventa notizia”.
Conuelo Noviello
Evento di beneficenza “Serata di Primavera”
Si terrà mercoledì 26 marzo alle ore 20.00, al Cinema Multisala
Moderno di Anzio, la “Serata di Primavera” organizzata dal Comitato per lotta con il Cancro di Anzio/Nettuno per raccogliere fondi
per la prevenzione medica. E’ la diciannovesima edizione della
“Serata di Primavera”, un evento di beneficenza, infatti il ricavato
della serata, che prevede cabaret, spettacolo, musica ed arte varia
con numerosi ospiti, sarà interamente devoluto per l’acquisto di
apparecchiature mediche fondamentali per la prevenzione del cancro.
legano a quelle di carattere socio-psicologiche ed attraverso queste simbiosi è possibile stabilire la concezione pratica ed i
limiti di una realtà di grande rilevanza
personale e sociale. “La finalità delle
lezioni – ha affermato l’assessore alle
politiche sociali di Anzio, Roberta Cafà –
è quella di fornire alla donna utili consigli
per potersi difendere, utilizzando anche
gli oggetti più comuni, come una chiave,
una penna, un cellulare, ed assicurando la
stessa di fronte situazioni reali di offesa,
di minaccia o pericolo”. “L’obiettivo –
ne Sleipnir, che verrà condiviso
sull’omonima pagina Facebook e
sul
blog
assoc
iazionesleipnir.blogspot.com
<http://associazionesleipnir.blogspot.com>
Associazione Sleipnir
precisa l’assessore alla cultura di Anzio,
Laura Nolfi – è quello di fare luce su una
serie di disagi che “offendono” la nostra
sicurezza ponendoci in una situazione di
debolezza. Non si parla solo di violenza
fisica ma anche di emarginazione, offese,
insulti in relazione alla sfera sessuale.
Anche l’essere vittima di stalking ed il
subire comportamenti invadenti o minacciosi può arrecare un grave stato di timore tale da farle alterare lo stile di vita quotidiano”.
Consuelo Noviello
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 43
L’Assessore all’Ambiente Giuseppe Combi: “L’Ispettore
NETTUNO Ambientale
è una nuova figura che si affiancherà ai cittadini”
L’arrivo in centro della raccolta differenziata Porta a Porta
ha dunque chiuso l’ultimo tassello rimasto aperto consegnando l’intero territorio
comunale della Città di Nettuno al nuovo sistema di raccolta
dei rifiuti.
Solo da pochi giorni si è concluso un nuovo ciclo di incontri con gli operatori di settori e
commercianti per meglio
rispondere alle loro peculiarità, ma è a tutta la cittadinanza
che l’Amministrazione guarda
con attenzione per evitare
soprattutto che i cittadini possano incorrere in inconvenienti
ed errori che alla luce dei controlli effettuati dalla Polizia
Locale potrebbero sfociare in
inevitabili multe per chi conferisce in maniera errata.
L’Assessore
all’Ambiente
Giuseppe Combi, si prepara a
venire maggiormente incontro
ai cittadini attraverso l’impiego di una nuova figura: quella
dell’ispettore ambientale.
“Venerdì prossimo alle 15.30
nell’Aula Consiliare del
Comune – spiega lo stesso
Combi - presenteremo 75
ispettori ambientali che inizieranno da subito a prendere
servizio in tutte le zone della
città. Una figura che arriva a
collaborare col cittadino, per
un attività di supporto e assistenza preziosa e importante.
A dire il vero alcuni di loro,
essendo il servizio su base
volontaria, già stanno operando dallo scorso 17 febbraio
dando assistenza ai cittadini”.
Familiarizzazione col cittadino
è l’obiettivo principale per una
figura che innanzitutto mira ad
Quarta edizione del Concorso
fotografico nazionale Citta’ di Nettuno
L’Assessore agli Affari Generali,
Cultura, Informatizzazione e
Politiche Giovanili del Comune
di Nettuno, Eleonora Bocchini,
(nella foto) e’ lieta di dare il via
alla apertura ufficiale della
quarta edizione del Concorso
fotografico nazionale Citta’ di
Nettuno, in collaborazione con
l’Occhio dell’Arte e tecnica-
mente gestito dall’Associazione
romana 42mm.
Vi ricordiamo che le premiazioni del Concorso Citta’ di
Nettuno si svolgeranno, come
ogni anno, l’ultimo giorno del
NettunoPhotoFestival,
che
quest’anno cadra’ dal 19 Agosto al 31 Agosto.
Per partecipare, scaricate il
bando in PDF della competizione dal seguente link:
http://nettuno2014.42mm.it/
In attesa di conoscere le grandissime novita’ ed ospiti della
prossima edizione della rassegna
italiana Photofestival “Attraverso le pieghe del Tempo”
(NettunoPhotoFestival),
e’
stato varato nel frattempo il
Concorso fotografico ad essa
collegato.
Il Calendario della competizione
prevede che la scadenza, per
questa nuova edizione, sia’ fissata al 1 Agosto 2014, con la giuria che si riunira’ entro il 13
Agosto.
Le premiazioni avverranno
il 31 Agosto, nell’ambito del
NettunoPhotoFestival
2014
(orari e modalità saranno pubblicati a tempo debito nei siti ufficiali degli organizzatori, spediti
per mail, diffusi attraverso pagine Web, Facebook e simili).
La galleria di tutte le foto partecipanti al concorso sarà visibile
nel sito del partner tecnico
42mm; Le foto vincitrici, invece,
anche negli spazi web gestiti
dall’Occhio dell’Arte, una volta
terminato
il
concorso.
Nessuna chiave USB, CD o
DVD verranno restituiti ai concorrenti; le comunicazioni fra gli
organizzatori e i partecipanti
avverranno per e-mail e/o tramite i siti ufficiali del Comune di
Nettuno.In giuria, oltre all’Assessore ELEONORA BOCCHINI, delegata dalla Citta’ di
Nettuno agli Affari Generali,
Cultura, Informatizzazione e
Politiche Giovanili, saranno presenti anche FULVIO PELLEGRINI – Fotografo e sociologo
(Occhio dell’Arte) - STEFANO
CORSO – Fotografo (42mm) ed
ANTONIO BOTRUGNO –
Presidente Club Frascati FotografiaInteressanti i premi, tra
cui anche cifre in denaro.
Info a :Comune di Nettuno –
Occhio dell’Arte
Tel. 06-98889553 chiedere dell’
Assessorato
alla
Cultura
e.mail: [email protected]
Info: tel. 347-1488234 (Occhio
dell’Arte) e.mail: occhiodellart e @ g m a i l . c o m
Per problemi tecnici: 42mm:
e.mail
[email protected]
Scheda per la partecipazione: i
dati saranno richiesti durante
la registrazione online sul sito
http://nettuno2014.42mm.it/ .
informare quanto più possibile
su come conferire correttamente i rifiuti. Continua nel
frattempo l’attività di controllo
da parte della Polizia Municipale che con una volante civetta espleta servizio su eventuali
conferimenti in zone vietate:
“Questo perché purtroppo una
piccola minoranza dei cittadini continua a lasciare sacchetti di immondizia in zone oramai vietate – sottolinea Combi
– Sapevamo che il centro
avrebbe creato qualche inconveniente in più, e invito tutta la
cittadinanza ad una maggiore
attenzione, ma sono sicuro che
accadrà quello che è accaduto
in altre zone della città dove la
differenziata è iniziata molto
tempo fa e dove oggi tutto funziona perfettamente”.
Il Comune di Nettuno, grazie al contributo della
Regione Lazio, ha organizzato un corso sulle energie
alternative per tutti gli alunni delle classi quinte
Il Comune di Nettuno, grazie
al contributo della Regione
Lazio, ha organizzato un corso
sulle energie alternative per
tutti gli alunni delle classi
quinte appartenenti alle scuole
del territorio, al fine di istruire
e sensibilizzare i ragazzi sull’importanza delle energie
alternative e dello sviluppo
sostenibile. Le lezioni si stanno svolgendo in questi giorni
grazie ad un tecnico ed un professionista esperti della materia, che si recano presso i vari
plessi; i corsi sono stati programmati con l’aiuto di dirigenti e insegnanti per permettere ai bambini di apprendere
questa materia sia dal punto di
vista teorico che pratico.
Vista l’importanza del tema
trattato, l’Amministrazione ha
deciso inoltre che, al termine
del corso, verrà assegnato a
tutti partecipanti un diploma
con la qualifica di “Esperto in
energie alternative”, riconoscimento che sarà consegnato
agli alunni durante un’apposi-
ta manifestazione.
“Vogliamo stimolare e sensibilizzare i ragazzi alla tutela
del territorio – ha dichiarato il
presidente del Consiglio
Comunale Gianluca Franco –
alla luce di questo obiettivo,
abbiamo lavorato per ottenere
un finanziamento dalla Regione Lazio, grazie al quale
siamo riusciti ad organizzare
questo corso che terminerà a
fine marzo con la consegna di
un attestato a tutti i partecipanti”.
Al termine di questo corso poi,
le scuole verranno nuovamente coinvolte dall’Ente in un
altro progetto, che in questo
caso darà particolare attenzione alla storia nel periodo della
seconda guerra mondiale.
Dopo 23 anni liberato lo stabile di Via Corallo 16: “Venne illegalmente
occupato nel 1991 – sottolinea il Sindaco di Nettuno Alessio Chiavetta
Oggi è stato liberato senza alcun problema di ordine pubblico
’E’ stato sgomberato lo stabile di Via Corallo 16. Fu illegalmente occupato nel 1991 e solamente
oggi, a distanza di 23 anni, si è arrivati alla soluzione di una questione che se non attentamente valutata e gestita da questa Amministrazione, sarebbe potuta sfociare in un serio problema soprattutto
di ordine pubblico: “Ritengo che alla base della positiva soluzione della vicenda – sottolinea il Sindaco di Nettuno Alessio Chiavetta - ci sia stata la sinergia tra la nuova proprietà dello stabile e
l’Amministrazione comunale. Ci siamo impegnati in questi mesi con l’unico obiettivo di evitare
qualsiasi tipo di discriminazione. Ringrazio la nuova proprietà dello stabile che ha collaborato
attivamente alla soluzione del problema, e la nostra Amministrazione, a partire dalla parte politica con l’Assessore ai Servizi Sociali Cinzia Scanu e il presidente della Commissione Servizi Sociali Mario Pitò, fino ad arrivare agli uffici dei servizi sociali coordinati dalla Dott.ssa Dello Cicchi,
che si sono tutti impegnati in un lavoro molto delicato e difficoltoso. Non ultimi ringrazio gli uomini del Comando della Polizia Locale coordinati dal Comandante Arancio e del Commissariato di
PS, guidati dal Dottor Baroni che hanno garantito la sicurezza e l’ordine pubblico in un momento
così delicato, dimostrando al contempo la solita professionalità e l’estrema sensibilità alle emergenze sociali”.
Dunque era dal 1991 che in Via Corallo 16 regnava incontrastata l’illegalità: “Mentre oggi – spiega ancora il Sindaco Chiavetta – siamo riusciti a comunicare in maniera costruttiva con oltre 30
nuclei abitativi di persone provenienti anche da paesi esteri che comunque a Nettuno vivono e
lavorano. Tutti ci siamo impegnati in un delicato e fitto lavoro informativo, cercando di capire la
situazione di ogni singolo nucleo abitativo col fine di trovare la soluzione migliore. Ripeto, tutti
hanno svolto un lavoro molto delicato ed importante ma si è giunti ad una soluzione davvero positiva e senza ripercussioni negative d’ordine pubblico”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 44
13 - 27 Marzo 2014
ARDEA SINDACO, ASSESSORE, DIRIGENTE, EX ASSESSORE ED
ALCUNI DIPENDENTI COMUNALI RINVIATI A GIUDIZIO
Alla fine la notizia è arrivata:
rinvio a giudizio per il sindaco
Luca Di Fiori, per l’ex assessore
all’Ambiente, ora assessore ai
Servizi Sociali ed Istruzione,
Nicola Petricca, per il dirigente
comunale Giovanni Cocuzza e
per l’ex assessore all’Ambiente
Cassio Roccafiorita, oltre che
per alcuni funzionari comunali
ed imprenditori locali. La vicenda che ha spinto il Pubblico
Ministero Giuseppe Travaglini,
Sostituto Procuratore presso il
Tribunale di Velletri, a ricorrere
al rinvio a giudizio è quella legata ad uno dei tanti scandali che
hanno visto protagonista il cimitero di Ardea di via Strampelli.
L’inchiesta, denominata “Necropolis”, parlava di appalti sospetti ed oggi, dopo diversi rinvii
delle udienze da parte del giudice, è arrivata la notizia che il
procedimento andrà avanti. Per
quanto riguarda Di Fiori – che
all’epoca era un consigliere
comunale di maggioranza –
Roccafiorita
ex
assessore
all’ambiente e cimitero, Petricca
ex assessore all’ambiente e
cimitero oggi assessore ai servizi sociali sempre in quota Di
Fiori (Petricca all’epoca dei fatti
era non ricopriva incarichi politici entrambi in quota Di Fiori) il
giudice ha deciso il rinvio a giudizio “perché in concorso tra
loro i consiglieri di Ardea Roccafiorita e Di Fiori – in concorso
con l’imprenditore di pompe
funebri e Petricca (questo anche
quale assessore comunale dal
gennaio 2009) – più volte avanzavano richieste di denaro a
Frego Giancarlo, rappresentante
della cooperativa sociale “Il
Girasole” appaltatrice del servizio cimiteriale presso il Comune
di Ardea – rappresentando che
in caso di mancato versamento
vi sarebbero state difficoltà da
parte degli uffici comunali nella
liquidazione delle spettanze
della cooperativa, tanto da
indurre il Frego ad assumere alle
dipendenze della cooperativa
Maikol Roccafiorita, figlio del
consigliere comunale, versando
allo stesso mensilmente la retribuzione sino a settembre 2009; a
versare a Roccafiorita la somma
di €2500; a versare a Petricca la
somma di € 4000; ad offrire
numerose cene anche al prezzo
di € 800 l’una agli indagati e a
loro accoliti; a stipulare un contratto con l’imprenditore di
pompe funebri per la fornitura di
materiali necessari all’esecuzione di opere di manutenzione
all’interno del Comune di Ardea
al prezzo di €19.000 sino al settembre 2009.
Per quanto riguarda l’ex dirigente, e due tecnici comunali , l’attuale dirigente ai servizi sociali ,
ed alla pubblica istruzione e
responsabile dell’ufficio gare,
Giovanni Cocuzza, Bruna Ciocci, Antonio Pace e Cinzia Tamburini, il giudice ha ritenuto di
procedere con il rinvio a giudizio “perché l’ex dirigente e i due
tecnici e l’attuale dirigente
Cocuzza, quali funzionari
comunali preposti alla gara
d’appalto gestione del verde,
pulizia dei cimiteri comunali,
gestione servizi informazioni ed
assistenza all’ufficio contratti
concessioni comunali, con l’uso
di mezzi fraudolenti colludeva-
no con la Cioci – rappresentante
della cooperativa Tirrenica – e
con il Pace Antonio – rappresentante di fatto di tutte le cooperative partecipanti alla gara ad
esclusione della Girasole – per
Il sindaco Luca Di Fiori
alla fiaccolata per la
legalità ad Aprilia insieme
a Luigi Centore vittima di
tre attentati
l’aggiudicazione dell’appalto
alla cooperativa Equinozio”. In
particolare, viene spiegato nell’atto del Tribunale, l’ex dirigente, ed i due funzionari ammettevano alla gara, oltre alla Girasole, che aveva offerto un ribasso del 22%, anche l’Equinozio,
amministrata dalla moglie di
Antonio Pace, con un ribasso di
quasi il 26%, e le cooperative
sociali Pana (ribasso superiore
al 27%), che in realtà era una
pizzeria i quali titolari ignoravano di aver partecipato alla gara;
la Tirrenica (ribasso 23,85%),
ditta rappresentata da Cinzia
Tamburrini, per anni sindaco
della cooperativa Equinozio; la
Pegaso (ribasso 21,80%), che
nell’oggetto sociale non ha la
gestione dei servizi cimiteriali,
inattiva dal luglio del 2009 e
della quale i rappresentanti
ignoravano di aver partecipato
alla gara. Con questi presupposti, Cocuzza dirigente ancora in
carica, ratificava, il 26 giugno
2009, l’operato della commissione ed affidava l’appalto alla
cooperativa Equinozio. Mentre
per l’imprenditore di pompe
funebri ed uno dei funzionari
comunale, prosegue il giudice
nell’atto di rinvio a giudizio, si
procede “perché il funzionario
comunale, quale responsabile
del servizio cimitero di Ardea
consentiva le inumazioni provvisorie (in violazione al regolamento della polizia mortuaria)
purché coloro che avevano
necessità di seppellire un parente ma non disponevano di un
loculo si rivolgessero alla ditta
di Onoranze Funebri srl di S.
V.”. Sindaco, assessore, ex
assessore e dirigente, oltre ai
dipendenti comunali, sono quindi passati da oggi da indagati ad
imputati.
Dopo che la notizia si è diffusa,
è arrivata la dichiarazione ufficiale del primo cittadino. “Era il
2011 quando uscì fuori la notizia della richiesta di un mio
rinvio a giudizio. A maggio del
2012 rispuntò fuori ad arte
durante la campagna elettorale
e si mise in moto la macchina
del fango. Non mi sono mai
nascosto dietro ciò. Tutti mi
davano per spacciato, ma così
non è stato: i cittadini hanno
creduto in un progetto politico
e amministrativo che mi vede
alla guida di Ardea da ormai
due anni. Quella di oggi non è
Le opposizioni alla fiaccolata per la legalità
affatto una novità, tanto che lo hanno trovato sempre la porta
stesso mio avvocato mi aveva aperta del mio ufficio. Come
tracciato un percorso simile già successo, la calma e il
disegnando come un ‘passag- tempo mi daranno ragione”.
gio obbligato’ un giudizio per Intanto la vicenda ha già provodimostrare la mia innocenza. cato ulteriori polemiche. Una
Io, al giudizio, non mi sono mai storia tutta da provare per la
voluto sottrarre perché ho quale il giudice ha riconosciuto
piena fiducia nelle istituzioni e cinque parti lese, tra cui il
nella magistratura. I cittadini Comune di Ardea, che questa
lo sanno perché hanno sentito volta non potrà più esimersi,
di questa vicenda dalla mia come troppe volte ha fatto in
voce in diversi consigli comu- passato, dal costituirsi parte
nali. E’ chiaro che questa non è civile. Non è escluso che prima
cosa che mi rende felice ma mi dell’inizio della prima udienza
dà ancor più forza per affronta- del dibattimento sia il comune
re con maggiore incisività quel- che qualche altra associazione
la sfide che dal mio insedia- possa costituirsi parte lesa. La
mento ho voluto far prendere al richiesta – come ha anticipato il
Comune. Ovvio che questa è capogruppo del Pd Stefano
una sfida personale per un Ludovici - verrà rinnovata daluomo politico che ha voglia di l’opposizione nel consiglio
continuare a dare il contributo comunale del 13 marzo prossialle istituzioni. I cittadini sanno mo. A chiedere che il Comune si
quanto impegno sto mettendo costituisca parte lesa anche
per la comunità, perché non mi Simone Centore, segretario
sono mai arroccato come qual- della sezione de “La Destra” di
che mio predecessore ma Ardea, la cui lista nelle ultime
elezioni comunali appoggiò proprio il cartello Di Fiori insieme
alla lista Una Donna e a quella
del Grande Sud Porcelli. Ma
Centore come altri partiti rappresentati in consiglio comunale, rincara la dose chiedendo
anche le dimissioni del Primo
Cittadino e dell’assessore
Petricca, “dettate da motivi di
moralità e di non attaccamento
alla poltrona”. “La Destra – ha
dichiarato Simone Centore –
chiede a Di Fiori di non aver
paura nel rassegnare le dimissioni ed escludersi dalla vita politica fino a quando non verrà
assolto dai reati a lui ascritti,
assoluzione che gli auguriamo
di cuore. Queste dimissioni servono anche a dare un buon
esempio di moralità per i giovaminuto, l’ombra di un minimo
ni, per non vanificare le lezioni
dubbio?”.
sulla legalità che si stanno svol“Rimane sempre più attuale
gendo nelle scuole del territorio.
ed urgente un intervento del
Per tutti vale il principio d’innoPrefetto per costituire quella
cenza. Un’accusa, per quanto
Commissione di accesso per
pesante, non è una prova, che
la verifica degli atti amminicasomai verrà costituita in Tristrativi che ha formato oggetto
bunale, unica sede preposta. E
di apposito emendamento,
comunque la legge prevede tre
proposto nello scorso consigradi di giudizio, ma la moralità
glio comunale dalla Consiglieè comunque un’altra cosa. Non
ra socialista Capraro e firmaè escluso che prima del prossito da tutta l’opposizione di
mo consiglio alcune associaziocentrosinistra, alla mozione
ni possano riorganizzare una
sulla trasparenza, sicurezza e
fiaccolata per la legalità. Vorlegalità”. Emendamento, quelremmo che tutti i consiglieri di
lo presentato in occasione del
maggioranza si unissero a quelli
Consiglio comunale straordidi opposizione nel chiedere la
nario sul tema della legalità ad
costituzione di parte civile del
Ardea, “inopinatamente ed
Comune di Ardea”. La prima
inopportunamente respinto
udienza del dibattimento è stata
dalla maggioranza di centrofissata per il prossimo 5 giugno.
destra di Di Fiori”.
Mentre l’opposizione alza il tiro. Petricca
dichiara le accuse che mi sono state mosse
non hanno alcun fondamento
Dopo Di Fiori, anche Nicola
Petricca (nella foto) si difende dalle contestazioni mossegli nell’impianto accusatorio
alla base del suo rinvio a giudizio. “Le accuse che mi sono
state mosse non hanno alcun
fondamento – ha dichiarato
l’Assessore alla Cultura del
Comune di Ardea – io all’epoca dei fatti ero un libero cittadino e non un assessore. Questo già fa capire chiaramente
che non avrei avuto modo di
fare alcun tipo di ingerenza o
pressione nei fatti, semmai
questi siano accaduti. Il mio
avvocato ha già presentato una
memoria nella quale contesta
oltre che queste accuse, anche
tutte le altre”.
“Dimettermi? Mi sembrerebbe sbagliato perché
sarebbe come ammettere
colpe che non ho mai avuto.
Dico questo per il rispetto che
ho verso la cittadinanza, verso
la mia famiglia e soprattutto
verso le mie figlie, che proprio
ieri mi hanno chiesto i perché
di questa storia sui media. Con
loro ho dovuto giustificarmi
di qualcosa che non ho mai
commesso. Il modo migliore
per rispondere a queste accuse
– sostiene Petricca – è conti-
nuare a lavorare in maniera
trasparente
come
fino
a oggi ho fatto, così che i cittadini potranno continuare ad
avere la fiducia che finora mi
hanno riposto. Sono convinto
che questa parentesi giudiziaria, presto, svanirà”.
Non sembrano pensarla allo
stesso modo i membri dell’opposizione. Oltre alla
richiesta di un consiglio comunale straordinario, in cui discutere la costituzione come
parte civile del Comune di
Ardea nel processo e la
mozione di sfiducia contro il
Sindaco Luca Di Fiori, e dopo
la dura presa di posizione del
Partito Democratico, anche i
Socialisti intervengono chiedendosi per quale motivo il
Primo cittadino non abbia
deciso di dimettersi: “Siamo
dinanzi all’ipotesi di un reato
tra i più gravi per un amministratore pubblico – hanno
commentato – e la dichiarazione di Di Fiori di non pensare
minimamente a dimettersi ci
lascia semplicemente interdetti. Come può il primo cittadino
di un comune che è sotto la
lente d’ingrandimento per problemi di legalità, lasciare alla
cittadinanza, soltanto per un
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
ARDEA
pagina 45
“Il Comune si dovrebbe costituire Parte civile. E’ una questione di trasparenza”
Il Geom. Pietro Canino, già
responsabile
dell’ufficio
Ambiente del Comune di Ardea,
insieme ad altre persone,
fu
circa otto anni fa, rinviato a giudizio per un reato di gran lunga
inferiore alla concussione quest’ultimo secondo solo all’associazione mafiosa, dopo il dibattimento tutti vennero assolti con
formula piena. Il comune proprio per costituirsi parte lesa
approvò di Consiglio comunale la delibera n.1 del 26 gennaio
2006. Dopo quanto accaduto il
sei marzo scorso dove sono stati
rinviati a giudizio il sindaco
Luca Di Fiori, l’attuale assessore
Nicola Petricca, e l’ex assessore
Cassio Roccafiorita con un attuale dirigente e responsabile dell’ufficio appalti Avv. Giovanni
Cocozza, due funzionari del
comune ed un altro ex dirigente
oltre a quatro imprenditori. ora
la cittadinanza chiede a questa
amministrazione che si costituisca parte lesa come fece nel processo di otto anni fa, affinchè
non ci sia una giustizia a due
velocità. “I capi d’accusa per
alcuni dei politici che oggi
governano Ardea sono di associazione a delinquere, tanto che
al momento della richiesta di rinvio a giudizio per l’attuale sindaco e altri dieci allora coindagati
il Geom. Canino scrisse: “dovrebbero costituirsi parte
civile a tutela dei cittadini con il
rischio di divenire incompatibili”
. Cosa faranno i consiglieri nel
prossimo consiglio del 13 marzo
per salvare la credibilità politica
e non lasciare spazio a cattivi
pensieri? Verrà tradita la fiducia
degli elettori?” Va ricordato allo-
ra che quattro consiglieri che
oggi siedono nell’assise consiliare quattro votarono favorevolmente facendo approvare la delibera facendo si che il comune
potesse costituirsi contro il geometra e le altre persone. Tra questi oggi siedono nell’attuale assise il sindaco Luca Di Fiori, Policarpo Volante , Luca Fanco e
Antonino Abate quest’ultimi due
hanno già espresso con fermezza
la volontà di votare la costituzione di parte civile per potersi
costituire in giudizio a salvaguardia della cittadinanza oltre
che come singoli e come rappresentanti di partito hanno chiesto
anche le dimissioni del sindaco.
Ad unirsi ai due consiglieri e a
tanti cittadini non solo i segretari
dei partiti delle sezioni locali
come La Destra, il cui segretario
nazionale, per un semplice avviso di garanzia che terminò con
una assoluzione piena, si dimise
addirittura da ministro della
Repubblica. A chiederne le
dimissioni e la costituzione di
parte civile anche il responsabile
politico della lista “Grande Sud
Mauro Porcelli” che con La
Destra e la lista civica una donna
sono stati indispensabili affinchè
Di Fiori diventasse sindaco al
primo turno. Porcelli scrive:
“Nel prossimo Consiglio comunale, tutti quei consiglieri estranei a certe logiche e scevri da
condizionamenti, dimostrino di
avere a cuore il bene del paese
facendo rispettare il dispositivo
della delibera consiliare n. 1 del
gennaio 2006, che stabilisce di
costituirsi parte civile nel caso in
cui l’Ente sia parte offesa. Si
dimostri di essere trasparenti
veramente e non leggendo il
foglietto della spesa frutto di
regie sempre meno occulte. Si
inviino gli atti alla Corte dei
Conti per chiedere il ristoro dei
danni all’immagine dell’Ente.
Personalmente sarò parte attiva
Il pensiero del responsabile dell’Associazione Civilà – Grande sud, Mauro Porcelli
Abbiamo raggiunto il responsabile della Associazione Civilà –
Grande sud, Mauro Porcelli,
per sentire cosa ne pensa a proposito della richiesta di costituzione di parte civile. “Non vedo
difficoltà. A deliberare l’indirizzo politico in consiglio v’erano diversi soggetti presenti
oggi in Amministrazione.
All’ora si stabilì di costituirsi in
tutti quei procedimenti che
riguardavano danni all’immagine dell’Ente. Si intese operare
secondo principi di trasparenza,
legalità e imparzialità vista la
necessità di promuovere iniziative volte a testimoniare l’estraneità dell’Ente da logiche affaristico criminali. Non credo che
oggi l’Ente si voglia sottrarre
dal costituirsi sulla richiesta di
rinvio a giudizio per reati che,
almeno stando all’accusa, sono
di una gravità inaudita. Si parla
di loculi venduti come Totò e la
Fontana di Trevi, concubine,
hashish e posti di lavoro pubblici in cambio di silenzio. Non
costituirsi
sarebbe
come
ammettere di voler operare
secondo principi non estranei a
quelle logiche affaristico criminali richiamate nell’atto deliberativo del Consiglio comunale.
Un tradimento verso gli elettori. E poi, che figura farebbe il
Comune di fronte alle tante
associazioni che si costituiranno in rappresentanza dei cittadini di Ardea?
Credo che l’Amministrazione –
prosegue Porcelli - non ometterà di procedere secondo quanto
stabilito. Diversamente ogni
cittadino sarà legittimato a credere che ci si trovi di fronte ad
una casta che colpisce i più
deboli con l’arroganza di una
politica che nessuno vuole più.
I giovani senza lavoro, famiglie
che non arrivano a far quadrare
i conti e tanta diversità sociale.
Saranno loro a giudicare chi
oggi ometterà di rappresentarli.
Personalmente ci sarò e sarò
dalla parte dei cittadini”.
Ricordiamo per dovere di cronaca che un’accusa non equivale a una condanna, e che le
prove di un eventuale illecito di
formeranno solo in sede processuale. Al di la dell’aspetto
giudiziario, che attiene alle singole persone e va maneggiato
con grande delicatezza, resta
comunque il problema politico,
che invece interessa le Istituzioni. Vedremo nei prossimi giorni
quali saranno le decisioni
prese.
in ogni sede, nell’interesse della
collettività”. Va ricordato, come
spesso noi giornalisti siamo stati
proprio dal sindaco ed in autorevoli commissioni come quella
regionale sulla legalità presieduta dal Generale Balsassarre Favara, tra i cui componenti l’assessore regionale alla legalità ed
ordine pubblico Concettina
Ciminiello che partecipò con il
sindaco Di Fiori alla fiaccolata
sulla legalità nel comune di Aprilia, accusati di arrecare danno
all’immagine del paese mostrando anche con filmati andati in
onda su reti nazionali nelle quali
si evinceva lo stato di degrado di
questo paese, un degrado e disservizi da terzo mondo, come le
discariche abusive, ed i depositi
di immondizia in scantinati
abbandonati, strade ridotte a paesaggio lunare, edifici pubblici
come la stanza del sindaco, le
scuole, i centri anziani nei quali
quando piove filtra acqua. E che
dire degli aumenti di tutte le
tasse? Quale turismo è possibile
con un litorale abbandonato? Un
paese ove in alcune zone la legalità resta un optional, e lo sarò
sempre più se non si dovesse
arrivare alla costituzione di parte
civile, creando una giustizia a
due velocità.
Luigi Centore
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 46
POMEZIA
Il progetto è in corso di attuazione a Roma nel comprensorio di
Castel Romano, dove Dino De
Laurentiis costruì i suoi studios
negli anni ’60. Cinecittà World
si svilupperà su una superficie
complessiva di oltre 140 ettari e
comprenderà il Parco a Tema
“Cinecittà World”, ‘’The Village’’ un’offerta retail con negozi,
ristoranti e cinema ed una grande area di notevole pregio naturalistico-ambientale denominata
“Cinecittà Natura”.
Cinecittà World non vuole essere solo un parco a tema basato
sul cinema, ma un luogo che
accoglie il visitatore trasportandolo nell’immaginario del cinema. Ciascuna zona tematica di
13 - 27 Marzo 2014
Cinecittà World sarà il più grande Parco a Tema in Italia
dedicato al mondo del cinema. Sarà inaugurato a Giugno
Cinecittà World è concepita per
far «viaggiare» il visitatore sulla
linea di confine tra realtà e finzione, tra l’immaginario e la
«fabbrica» del cinema. Chi
entrerà nel parco diventerà parte
di un’esperienza. Ci saranno set
cinematografici in cui non solo
divertirsi, ma in cui si sarà coinvolti attivamente e dove ognuno
potrà essere chiunque: regista,
attore, tecnico delle luci… una
qualsiasi delle molte meravigliose professionalità che costruiscono un film. Non mancheranno certo le attrazioni (alcune
uniche al mondo e di diversa
tipologia: adrenaliniche, family,
kids) e gli spettacoli, ma il punto
di forza di Cinecittà World sarà
l’atmosfera che si vivrà all’interno della struttura, il fantastico
mondo del fare cinema.
Non a caso il progetto creativo è
stato affidato a Dante Ferretti,
uno dei più grandi scenografi del
cinema, 3 volte Premio Oscar .
Cinecittà World è il luogo della
perfetta sintesi tra cinema, cultura e divertimento.
Cinecittà World è promosso da
Cinecittà Parchi, società partecipata per l’80% da Cinecittà
Entertainment e per il 20% da
Generali Properties (Gruppo
Generali). Cinecittà Entertainment fa capo alla IEG – Italian
Entertainment Group i cui principali azionisti sono Luigi
Abete, Andrea e Diego Della
Per Camera del Lavoro dell’area Roma
Sud-Pomezia-Castelli
Cgil, Giuseppe Cappucci
riconfermato Segretario
Giuseppe Cappucci è stato confermato
quale Segretario generale del Cgil-Camera del Lavoro del Comprensorio Roma
Sud-Pomezia-Castelli, carica che gli era
stata già conferita nel 2012 quando venne
creato lo specifico comprensorio che ha
sede in Piazza Bellini 14, nel quartiere
San Michele di Pomezia. Cappucci è
nato il 15 dicembre 1955 a Carpineto
Romano; laureato in Scienze Politiche,
diplomato in Ragioneria ed Infermiere
Professionale. Per venti anni, dal 1977 al
1997, ha esercitato la professione di
infermiere, lavoro che ha svolto sempre
con grande passione, prima di intraprendere a tempo pieno l’attività sindacale.
Nel 1997 ha l’incarico di segretario territoriale della Funzione Pubblica; categoria della quale diviene segretario generale nel 2000. Nel 2005 è eletto nella segreteria della Cgil-Cdlt del Comprensorio
Pomezia, Castelli, Subiaco, Colleferro;
nel 2007 è eletto segretario generale del
Comprensorio. Poi il 19 gennaio 2012,
nominato segretario generale della nuova
CdLT e il resto è storia d’oggi. Per essere stato riconfermato, a lui ha espresso i
suoi complimenti Stefano Mengozzi,
Segretario del Pd di Pomezia: “Come
partito abbiamo partecipato il 6 e 7
marzo ai lavori congressuali: ne è emerso un confronto di altissimo livello sullo
stato economico e sociale di questo vasto
distretto industriale – ha dichiarato Mengozzi – La presentazione del piano del
lavoro della Cgil, con un’analisi seria e
capillare dello stato dei rapporti produttivi e occupazionali nel distretto industriale di Pomezia realizzata dall’istituto
Isfort, rappresenta il primo punto di partenza per un confronto che deve innescarsi già nei prossimi giorni sul destino
di questa area, colpita da un crisi senza
precedenti. Nei giorni scorsi abbiamo
appreso la notizia dell’incontro avuto dal
sindaco di Pomezia, Fabio Fucci, presso
l’assessorato al Lavoro della Regione
Lazio sulla vertenza dei lavoratori Arca.
– ha aggiunto – Apprendiamo positivamente della volontà del primo cittadino
di voler avviare un confronto sul futuro
dell’industria pometina. A nostro parere,
la fotografia consegnata dall’analisi
della Cgil, rappresenta il punto di partenza per avviare un serio piano di sviluppo locale. Nei prossimi giorni il Partito Democratico organizzerà un convegno sul tema della “Città che cresce”: un
primo passo per arrivare presto ad organizzare un tavolo di concertazione che
coinvolga gli enti superiori e metta, al
centro del dibattito, le prospettive per
salvare Pomezia da questa dolorosa crisi
del lavoro. Servono strumenti nuovi,
maggiore innovazione nelle imprese,
incentivi alle start-up ed – ha concluso
Mengozzi – una rinnovata e specifica
attenzione al miglioramento infrastrutturale del territorio, “assenza cronica”
che, in questi anni, ha costretto decine di
aziende ad abbandonare la città di
Pomezia. Ecco perché la nostra battaglia
a favore della realizzazione della strada
di collegamento Pomezia-Santa Palomba non si ferma”.
Fosca Colli
[email protected]
Valle, Aurelio De Laurentiis e la
Famiglia Haggiag.
Cinecittà World sarà inaugurato
a fine Giugno in questa prima
fase si estenderà su un’area di 25
ettari, ma successivamente si
dovrebbe arrivare a circa 150
ettari. Un’immensa area dedicato al cinema, con tanto di set
cinematografici
nei
quali
immergersi, con giochi e attrazioni sempre su questo tema.
L'investimento è di circa 200
milioni Per visitare questo
nuovo parco giochi non resta che
aspettare ancora qualche mese e
vivere almeno per un giorno la
magia del mondo del cinema.
CRONACHE POMETINE
(a cura di Fosca Colli)
Buon centenario Nonna Maria!
Ha appena spento cento candeline, ma
proprio a parlare con lei non sembra che
questa super nonnina abbia tutti questi
anni sulle spalle. Certo in un secolo di vita
di cose ne ha viste, ma il suo spirito forte,
dolce e combattivo l’ha sempre sostenuta.
Il 5 marzo ha festeggiato il suo compleanno in grande stile ma in semplicità. Ha
condiviso la torta con i parenti e amici. A
venirle a fare gli auguri di persona aa questa illustre concittadina, Maria De Benedectis, anche il Sindaco Fabio Fucci e la
giunta con tanto di fascia tricolore che ha
brindato alla nonnina dicendo: “Un augurio speciale ad una concittadina speciale!”.
Operazione antidroga, pometini in manette
I carabinieri il 5 marzo hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare,
a carico di 24 indagati, dei quali 10 rinchiusi in carcere, 5 sottoposti agli arresti domiciliari e 2 all’obbligo di firma, per detenzione illecita a fine di spaccio di stupefacenti
(hashish e cocaina, in particolare) per reati commessi tra il luglio 2012 e l’agosto 2013.
Nella rete sono finite anche delle persone di Pomezia. L’indagine “GIOSTRA 2013”, ha
consentito di segnalare alla Prefettura oltre 20 consumatori e di sequestrare 300 gr
cocaina, 250 gr di hashish e 200 gr di marijuana.
Torre piezometrica, esito positivo per il collaudo
Esito positivo per il collaudo dell’impermeabilizzazione della torre piezometrica di
Santa Palomba. Sono state eseguite il 28 febbraio scorso, infatti, le prove sul serbatoio.
Test che hanno consentito ai tecnici di procedere con le verifiche di funzionamento sulle
tubazioni che verranno collaudate in settimana. Ora la Torre, dopo la supervisione da
parte dei tecnici dell’Acea, passerà alla stessa Acea. Se non ci saranno altri intoppi,
finalmente anche i residenti del comprensorio Roma 2 dopo decenni potranno avere
l’acqua potabile.
Il 50% servirà per mantenere le strade, promuovere corsi ecc.
Dalle multe un aiuto a migliorare Pomezia
Paradossalmente si può dire “Grazie!” agli automobilisti indisciplinati che parcheggiano in
doppia fila, sui marciapiedi, sul posto dei disabili, sfrecciano a tutto gas ecc. ecc. Questo perché proprio grazie a questi poco corretti guidatori Pomezia potrà ora diventare più bella. Ironia a parte, di fatti sarà proprio grazie ad essi che si potranno reperire fondi per mettere in
atto delle importanti opere di miglioria.
Questo il succo di una deliberazione approvata dal Sindaco Fabio Fucci e la sua Giunta che
prevede come destinare il 50% dei proventi delle sanzioni amministrative per le violazioni
delle norme del Codice della Strada (come previsto dalla Legge 120 del 2010). A conti fatti,
la somma stimata per il 2014 è di 1.100.000 euro, di cui la metà – 550.000 euro – saranno
destinati al potenziamento e alla manutenzione della segnaletica stradale (25% pari a 137.500
euro); alla fornitura di automezzi ed attrezzature per il Servizio di Polizia Locale (25% pari
a 137.500 euro); ad altre finalità (50% pari a 275.000 euro). Di questi ultimi 50 mila euro
andranno alla manutenzione delle strade comunali, all’installazione, potenziamento e manutenzione delle barriere architettoniche e alla sistemazione del manto stradale; 20 mila euro
alla redazione di piani particolareggiati del traffico urbano; 30 mila euro verso interventi per
la sicurezza stradale a tutela degli utenti deboli (bambini, anziani, disabili, pedoni e ciclisti);
12 mila euro destinati a corsi didattici finalizzati all’educazione stradale nelle scuole di ogni
ordine e grado; 48 mila euro nell’assistenza e previdenza per il personale di Polizia Locale e
115 mila euro per progetti di potenziamento dei servizi di controllo, sicurezza urbana e stradale, nonché servizi serali.
Fosca Colli
"Informalibera"
il giornale online - l'informazione in un click
www.informalibera.com
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
pagina 47
dalla
Regione
di Bruno Jorillo
VIOLENZA CONTRO LE DONNE: IL LAZIO HA LA LEGGE
PER DIFENDERE DIRITTI E PARITA’
La Regione Lazio approva la legge contro la violenza sulle donne.
“E’ una vittoria di tutti”, è stato il primo commento del presidente Nicola Zingaretti. “Di chi
si oppone ogni giorno alla violenza – ha aggiunto - alle discriminazioni, all’intolleranza e a
ogni forma di sopruso. Di chi crede nella parità di genere e chi lotta per la difesa”.
“Abbiamo creato nuovi strumenti con cui le donne possono difendersi, potenziando l'insieme
dei servizi a sostegno delle vittime di violenza", ha aggiunto Concettina Ciminiello, assessore alle Pari Opportunità.
Quali interventi prevede la legge?
Nuove case rifugio e semi-autonomia, diffuse su tutto il territorio
regionale e una rete organizzata di
centri antiviolenza che possa accogliere le donne.
Percorsi di reinserimento sociale e
lavorativo per chi, pur avendo un
reddito, ha bisogno di protezione e
di un tetto.
Codice rosa nei pronto soccorso,
ossia un’assistenza speciale per
garantire la massima riservatezza.
Grazie ad una collaborazione tra
polizia, carabinieri, psicologi,
interpreti e medici garantiamo professionalità e cure in spazi appositi e più riservati.
Corsi nelle scuole. È fondamentale investire e fare formazione sui più giovani. Per educare
gli uomini di domani a rispettare le donne e a credere in una cultura nuova, paritaria, dobbiamo iniziare ora, con percorsi di prevenzione e con campagne di sensibilizzazione.
Una cabina di regia per coordinare le attività di prefetture, questure, associazioni ed enti pubblici e privati. La violenza è un fenomeno sommerso e taciuto, ma che riguarda diversi ambiti: legale, psicologico, culturale e sociale.
Progetti di recupero e rieducazione nelle carceri in collaborazione con psicologi e sociologi.
È importante risalire all’origine della violenza e rieducare i maltrattanti perché non ricadano
nella tentazione di ricommettere il crimine.
Osservatorio sulle pari opportunità e la violenza di genere per monitorare i dati, svolgere
indagini ed elaborare progetti nel corso dei prossimi tre anni.
È necessario un grande salto di civiltà, una grande trasformazione, perché la violenza contro
le donne è soprattutto di carattere culturale e per prevenirla dobbiamo porre fine a una mentalità basata su stereotipi e pregiudizi.
LA REGIONE CANCELLA GLI SPRECHI E RISPARMIA
200 MILIONI DI EURO. ECCO COME
La Regione cancella gli sprechi e risparmia più di 200 milioni di euro solo tra il 2013 e il
2014. Ecco come:I tagli ai costi della politica produrranno risparmi per 25 milioni di euro
l'anno.
La riorganizzazione delle società regionali, invece, comporterà complessivamente 22 milioni
di euro di risparmi all’anno.
La soppressione dell’Asp, l’agenzia di sanità pubblica regionale comporterà ogni anno 6,75
milioni di risparmi.Il riordino delle società di Sviluppo Lazio, inoltre, farà risparmiare alla
Regione 4 milioni di euro all’anno.
La razionalizzazione del patrimonio, infine, comporterà 1,8 milioni di risparmi all’anno.Altri
risparmi arriveranno con la soppressione dei Creia, i centri regionali di educazione ambientale, attraverso la quale la Regione risparmierà 5 milioni all’anno.
La soppressione dell'agenzia Abecol farà risparmiare alla Regione 1,25 milioni all’anno alla
Regione.L'unificazione delle aziende della mobilità sotto Astral comporterà invece 3 milioni
di euro di risparmi all’anno.Riduzione di 75 poltrone nei Consigli di amministrazione, che
scendono da 88 a 13.Creazione della centrale unica acquisti. Con la rinegoziazione dei contratti, la razionalizzazione dei servizi, il controllo dell’esecuzione dei contratti di servizio, le
gare centralizzate e gli interventi sui prezzi di riferimento e sulla razionalizzazione delle
spese comporterà risparmi per 163 milioni di euro a partire dal 2014.
DEBITI TRIBUTARI: PAGAMENTI SI POSSONO RATEIZZARE
A 60 MESI, NON PIU' SOLO A 12
Un sostegno ai cittadini e alle imprese che si trovano in difficoltà con il pagamento dei debiti tributari con la Regione.In questo modo la Regione intende alleggerire il carico fiscale
sostenendo imprese e i cittadini in difficoltà. Ecco tutte le informazioni
Va avanti il percorso che consentirà di rateizzarli fino a 60 mesi e non più di 12 mesi, come
invece è attualmente. La Giunta approva il provvedimento, che ora passa alla commissione
consiliare Bilancio. L’obiettivo è proprio quello di essere vicini a cittadini e imprese.
Per quali cifre sarà possibile?
Per somme fino a 5.000 euro, le rateizzazioni saranno concesse in questo modo, fino a un
massimo di: 36 rate mensili Per i debiti superiori a 5.000 euro, invece, si va da 36 a 60 rate
mensili in base al reddito e all’entità del debito.
“Con questo provvedimento – ha commentato il presidente, Nicola Zingaretti – vogliamo
essere sempre più vicini a chi è in difficoltà attraverso strumenti concreti che cercano di venire incontro alle esigenze dei contribuenti. Siamo consapevoli della situazione delicata che
vive il nostro territorio e che mette a dura prova cittadini e imprese”.
“La delibera di oggi, con la quale diamo seguito agli impegni presi in sede di approvazione
della Legge di stabilità – ha detto Alessandra Sartore, assessore al Bilancio - definisce le fasce
di reddito e di debito entro cui le diverse tipologie di soggetti possono far richiesta per dilazionare il proprio debito”.
APRE LA PRIMA CASA DELLA SALUTE PER UNA SANITA’ PIU’ EFFICIENTE
E VICINA ALLE PERSONE
Apre la prima Casa della Salute nel Lazio, per rilanciare un nuovo modello di sanità più efficiente e vicino alle persone. Si trova a Sezze, in provincia di Latina. Ad inaugurarla, il presidente, Nicola Zingaretti che ha sottolineato come inizi una nuova fase per la gestione della
sanità del Lazio - ha spiegato - con la costruzione di una rete di assistenza socio sanitaria
accanto agli ospedali sempre più specializzati”.
Portiamo la sanità più vicino a chi ne ha bisogno con servizi di qualità sul territorio. È il
nuovo modello della Regione, in questo modo si alleggerisce anche il peso sui pronto soccorso.
Con le Case della Salute la Regione intende adeguare l'offerta sanitaria ai bisogni e alle
necessità delle persone. L'obiettivo è quello di offrire servizi migliori tenendo conto dei cambiamenti intercorsi nei decenni sia per quanto riguarda la medicina che le patologie che colpiscono le persone. Alcuni fattori da tenere in considerazione sono ad esempio l'aumento dell'età media e delle diverse patologie croniche.
Il nuovo modello di sanità verso il quale sta andando la Regione è quello in cui i grandi ospedali specializzati coesistono con una rete di assistenza sociosanitaria dove i cittadini possano
trovare medici, specialisti e infermieri.
L’ospedale ha un’altra funzione. Grazie a questa rete sarà possibile limitare l'accesso al pronto soccorso dell’80% dei codici bianchi o verdi che affollano i pronto soccorso e che potrebbero essere curati altrove.
La Casa della Salute è aperta dalle ore 8 alle ore 20, dal lunedì al venerdì. I servizi di urgenza e l’unita di degenza infermieristica sono attivi tutto il giorno.
Ecco cosa si può trovare nella Casa della Salute, che porta le cure più vicino a chi ne ha bisogno:
• Area dell’accoglienza con lo sportello prenotazioni (CUP) e informazioni e orientamento
sociosanitario (PUA)
• Assistenza primaria garantita dai medici di medicina generale dalle 8 alle 20
• Ambulatori attrezzati a disposizione dei medici di medicina generale
• Area di sorveglianza temporanea
• Servizi di urgenza: punto di primo intervento, punto di soccorso mobile 118, continuità assistenziale (ex guardia medica)
• Attività specialistiche (Cardiologia, Pneumologia, Diabetologia, Oculistica, Otorinolaringoiatria, Chirurgia ecc.)
• Prelievi ed esami diagnostici
• Presa in carico di pazienti con malattie degenerative
La Casa della Salute aperta a Sezze è la prima delle 48 Case della Salute del Lazio. Entro il
2014 ne apriranno 15. L’obiettivo è averne una in ogni distretto sociosanitario del territorio.
PLUS: GLI INVESTIMENTI PER RENDERE PIÙ BELLE
LE CITTÀ E I QUARTIERI
Tanti gli interventi previsti, che riguarderanno 16 città della Regione e che saranno realizzati grazie ai fondi europei. Cambiare e migliorare il volto di città e quartieri del Lazio attraverso la riqualificazione urbanistica: è l'obiettivo di “Plus”, un progetto che la Regione sostiene con un investimento di 122 milioni di euro.
Le risorse, che fanno parte dei fondi europei a disposizione della Regione, saranno impiegate in particolare per 16 città.
Di cosa si tratta?
Roma, nuovo look per Porta Portese. Un investimento di oltre 11 milioni di euro per rilanciare un’area amata, dai romani e non solo, da tempo meta fissa di tante persone grazie al
mercato domenicale. Con azioni sulla viabilità e sull’arredo urbano e grazie all’utilizzo di
nuove tecnologie, diventerà un polo di attrazione produttivo e anche culturale.
Pomezia. Più servizi per le famiglie e per l’infanzia. Saranno realizzati un nuovo asilo nido,
una scuola materna e dell aree verdi e si procederà anche con la riqualificazione di arterie
urbane, aiuti per servizi di cura all’infanzia, interventi formativi.
Marino. Ci si concentrerà in particolare sul centro storico, con interventi dedicati alla valorizzazione di edfici importanti come Palazzo Colonna e Villa Desideri. Altri interventi riguarderanno il patrimonio culturale e il sostegno dell’artigianato.
Velletri. È previsto il recupero di aree, spazi ed edifici pubblici storici come l’ex Convento
seicentesco del Carmine. I fondi sono destinati anche ad un intervento di riconversione urbana e commerciale, legati a start-up per la sostenibilità ambientale, per la promozione, comunicazione e servizio alle imprese e al territorio. Si realizzerà anche un sistema integrato di servizi per consentire forti risparmi energetici per gli impianti d’illuminazione.
Albano. Rilancio e recupero del quartiere di Cecchina attraverso la realizzazione di alcune
opere infrastrutturali che consentiranno di dotare il quartiere di nuovi spazi pubblici, aggregativi e formativi, compresa una scuola materna con mensa e auditorium.
Fonte Nuova. Realizzazione della nuova casa comunale, con la creazione di un centro di servizi per la cittadinanza e riqualificazione della via Nomentana.
Guidonia. Rilancio e recupero del centro storico, attraverso infrastrutture come il completamento e l’ampliamento delle principali arterie di circolazione e la realizzazione di interventi
nella rete viaria. Sarà anche realizzato un asilo nido comunale, di cui la città è attualmente
sprovvista.
Monterotondo. Sarà creato un eco quartiere nella zona della stazione ferroviaria, con l’installazione di pannelli fotovoltaici, percorsi di tirocini formativi per fasce svantaggiate, contributi a fondo perduto per le imprese sostenibili.
Viterbo. Riqualificazione del centro storico di Viterbo con la riqualificazione degli spazi e la
sistemazione di parchi urbani.
Rieti. Rilancio del centro storico, con il riassetto della viabilità.
Frosinone. Per migliorare la vivibilità della città con l'apertura di un asilo nido, di impianti
sportivi, di un centro culturale e di piste ciclabili.
Latina. Con un progetto per riqualificare il lungomare dell’architetto Paolo Portoghesi. Un’azione attesa da molti decenni per quest'area da tempo in stato di degrado fisico e ambientale.
Aprilia. Nuove piste ciclabili, bike sharing. E tra gli altri interventi sono previste anche diverse forme di aiuto alle famiglie con bambini, laboratori per disabili, tirocini formativi. L'obiettivo è non solo quello di migliorare la qualità della vita dei residenti dando nuovo impulso anche alle attività socio-culturali ma anche quello di recuperare edifici comunali dismessi.
Fondi. Con una nuova scuola materna che si aggiunge alla scuola media e primaria già esistenti, creando un vero e proprio polo scolastico nel quartiere Portone della Corte, arricchito
dalla riqualificazione di Piazzale delle Regioni, vicino al polo scolastico, con percorsi ciclabili, aree verdi e zone da destinare ad attività socio-culturali. Un nuovo campus dello sport e
un parco per l’educazione stradale si uniscono ad altri aiuti per la zona artigianale e commerciale del luogo raggiunta da una nuova arteria e arricchita da attività cmmerciali.
Cisterna di Latina. Recupero e di Palazzo Caetani e delle grotte adiacenti, così come la valorizzazione del Palazzo e della corte porticata, risalenti a metà del ‘500. Interventi,questi,che
incideranno di certo positivamente anche sul turismo.
Formia. Valorizzazione del Waterfront con interventi di adeguamento e messa in sicurezza
delle strutture portuali.
Il piano per rilancio di queste località del Lazio è un esempio di come la Regione intende
investire le risorse europee: in modo innovativo e per lo sviluppo del territorio.
Altro impegno centrale nella nuova programmazione dei fondi europei del Lazio fino al 2020
l'allargamento del wi-fi e la fibra larghissima in tutta la Regione.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 48
SPORT
Piccolo passo in avanti dell’Aprilia che sul campo campano dell’ Ischia Isolaverde
conquista un punto. La sfida è
stata equilibrata con le due
contendenti che hanno cercato di mettere in difficoltà la
compagine rivale senza però
lasciare corridoi invitanti alle
eventuale scorribande avversarie. Con tale atteggiamento
mentale anche le occasioni da
rete non sono state molte e i
rispettivi portieri hanno dovuto prestare attenzione più che
altro sui tiri da media distanza. Il pareggio, per 0-0, interrompe la serie negativa esterna che per i giocatori pontini
durava da circa tre mesi.
Infatti l’ultimo risultato utile
che capitan Montella e compagni avevano ottenuto, lontano dalle mura amiche del
Quinto Ricci, è datato 15
dicembre 2013 quando, con
mister Silvio Paolucci in panchina, strapparono una divisione dei punti, 1-1, sul terreno di gioco del Tuttocuoio.
Da allora si erano susseguite
battute di arresto che avevano
lasciato il magro bottino dei
Piccolo passo in avanti dell’Aprilia
tecnica di Giuseppe Ferazzoli
sembra aver trasmesso alla
squadra dosi di entusiasmo
che possono rendersi molto
utili per questo finale di stagione che vedrà l’Aprilia lottare con tutte le sue forze per
raggiungere la salvezza.
Quando mancano sette gare
alla termine della regular season il club delle cinque rondini occupa con 30 punti la
quattordicesima posizione
di salvarsi ed aggiungersi alle
prime otto che ottengono la
permanenza nella serie C
unica che prenderà il via la
prossima stagione, è lontana
solamente tre punti mentre
l’ottava casella della graduatoria, che vale la salvezza
diretta, è attualmente distante
sei lunghezze. La classifica è
molto corta e nell’arco di solo
sei punti sono stazionate ben
nove formazioni. I punti a dis-
Giuseppe Ferrazoli e Bilotta
Davide Petagine
punti conquistati in trasferta a
quota tre, di cui due conquistati dalla prima gestione
Ferazzoli sui campi di Foggia
e Messina ed uno da mister
Paolucci ottenuto in terra
toscana. Il ritorno alla guida
13 - 27 Marzo 2014
della classifica del girone B
del campionato di Seconda
Divisione. La zona play out,
che comprende dalla nona
alla dodicesima posizione e
permette, dopo alcune partite,
ad una delle quattro squadre
posizione sono 21. L’Aprilia
ha in mano ancora delle carte
da giocarsi al momento
opportuno e il calendario,
almeno teoricamente, sembra
dargli una mano. I prossimi
due match i biancocelesti li
disputeranno al Quinto Ricci.
Domenica prossima ospiteranno i calabresi della Vigor
Lamezia, team ottavo con 36
punti e sette giorni più tardi
scenderà al Comunale di via
Bardi il Teramo, il cui timone
è saldamente nelle mani dell’allenatore Vincenzo Vivarini, il tecnico che sulla panchina dell’Aprilia al primo storico primo anno del sodalizio in
Lega Pro, condusse insieme
ad un ottimo gruppo di giocatori, i pontini a giocarsi i play
off per l’accesso in Prima
Divisione.
Dario Battisti
Il Latina sogna la serie A
Vittoria per 2-0 a Brescia e terzo posto per i nerazzurri
Nono risultato utile consecutivo (altro record per striscia
positiva stagionale) e terza vittoria di fila. Il Latina vince 20 a Brescia grazie ad un primo
tempo praticamente perfetto e
vola al terzo posto della classifica. Un girone fa, all'andata
giocata al Francioni, i nerazzurri festeggiavano la prima
vittoria in serie B, oggi la
squadra di Breda è una delle
solide realtà della serie cadetta, confermandosi in piena
zona playoff e ad un solo
punto dalla promozione diretta. Il tecnico pontino non cambia e sceglie il 3-5-2 per far
fronte al 4-4-2 di Iaconi, all'esordio sulla panchina delle
rondinelle. L'unica novità è
Morrone, che rientra a centrocampo dopo tre turni di stop
per infortunio sostituendo
Crimi, appiedato dal Giudice
Sportivo.
La partenza del Latina è di
quelle da incorniciare. Pronti
via, ed è subito gol. Al 4'
Ristovski scende sulla destra,
crossa a centro area dove
prima Morrone devia con il
tacco alzando una parabola su
cui Paolucci prova la deviazione in acrobazia. La palla arriva
dall'altra parte dove Jonathas
giunge come un falco sparando di controbalzo con il sinistro sotto la traversa. Un bolide da posizione ravvicinata
che non lascia scampo a Cragno. Il Brescia a questo punto
sbanda, il Latina è padrone
della situazione. Al 15' ci
prova Viviani con un missile
dalla distanza troppo centrale
per impensierire il portiere di
casa. I lombardi tentano di
alzare il baricentro dopo la
metà della prima frazione. Da
segnalare al 28' un tentativo
dalla distanza di Olivera che,
deviato, non crea problemi a
Iacobucci. Due minuti dopo il
gol del raddoppio nerazzurro.
Tutto nasce da una palla recuperata da Viviani a centrocampo. Apertura immediata per
Ristovski sulla destra, cross al
centro per la testa di Jonathas
che sotto misura trova il grande riflesso di Cragno. Il portiere di casa, però, non può nulla
sul tap-in di Paolucci, che
come un rapace anticipa tutti e
scaraventa in fondo al sacco il
suo primo gol in maglia nerazzurra. Il Brescia è stordito e ci
prova ancora con Olivera dalla
grande distanza, senza alcun
problema per Iacobucci. Lo
stesso Olivera rimedia al 38' il
secondo giallo della partita
complicando ulteriormente le
cose per i lombardi. Il Latina
sfiora anche il tris prima del
riposo con Bruno che inventa
una serpentina da sinistra e poi
cerca sul secondo palo Morrone che in spaccata trova solo
l'esterno della rete.
Iaconi cambia subito qualcosa
ad inizio di secondo tempo
spedendo in campo Saba al
posto di Corvia. Risponde
quasi subito Breda, che al 4'
sceglie Gerbo per rilevare
Viviani. Un minuto dopo tentativo di Jonathas dalla distanza, con la palla che sfila alta
sopra la traversa. Un buon
Latina che crea ancora un pericolo all'8': verticale di Jonathas per Paolucci, che da dentro l'area ma da posizione defilata prova il diagonale. Cragno
risponde presente e devia in
calcio d'angolo. Due giri di
lancette più tardi ancora Jonathas a tentare di sorprendere il
portiere di casa in pallonetto.
Il Brescia, però, ha la forza di
reagire e guadagna campo. Al
13' numero di Caracciolo che
da sinistra, all'altezza della
linea di fondo, fa fuori in un
fazzoletto Cottafava ed Esposito per poi sparare a rete tro-
vando però l'opposizione del
palo. Dieci minuti più tardi
stessa sorte per l'incornata dell'ariete biancoazzurro che su
cross di Saba anticipa Cottafava e Iacobucci trovando la traversa. Gli ultimi assalti del
Brescia, che deve rinunciare
tra l'altro proprio a Caracciolo
per infortunio, frutta una grande occasione nel finale. Sul
tentativo di Grossi, però, Iacobucci è super a chiudere lo
specchio all'avversario pronto
a battere indisturbato all'altezza del limite dell'area piccola.
Sul tap-in di Benali, invece, è
spettacolare il recupero di
Ristovski. Questo l'ultimo sussulto di una gara da incorniciare.
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
VENDESI LAVELLO IN ACCIAIO
INOX senza miscelatore, da appoggio Euro 15,00 Tel. 339/4648392
GRANDE OPPORTUNITAʼ VENDO
A SOLO 299 EURO una cucina
composta da: mobile base lunghezza 162 cm, altezza 90 cm, larghezza 45 cm, con 4 ampi cassetti e 4
sportelli tutti in legno truciolato; con
piano antigraffio e antimacchia e
piedini regolabili con in più 7 pensili ed 1 angoliera pensile ampia
capace. Tutto il materiale è in eccellente condizioni. Tel. 349/8094903
Anzio
VENDO ABBIGLIAMENTO MILITARE NUOVO: 2 tute mimetiche
taglia 52-56; 1 paio di anfibi nr.43;
Camicie misura XL; Magliette verdi
XL; 2 maglioni pesanti in lana XL;
vari tipi di berrettini/baschi; 1 sciarba paracadutisti; pantaloni e pantaloncini in tela; uno zainetto tattico
con spallacci imbottiti; 2 borse tattiche porta pc; cinturoni e cinturini
canapa. Tel. 349/8094903 Anzio
VENDO UNA ELEGANTE CAMICIA NERO GIARDINI da donna
nuova nella confezione originale
(scatola rigida – prezzata euro
79,00) taglia 46 a solo 35,00 euro.
Vendo varie scarpe da donna misura 37/38 eleganti o sportive come
nuove usato un paio di volte a solo
18,00 euro il paio. Tel. 349/8094903
Anzio
A SEGUITO RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTO, vendesi n°4
porte, complete di telai e mostrine
in ottimo stato! Al prezzo di Euro
300,00. Tel. 333/8286450
TAVOLO DA GIARDINO rotondo
diametro 110 cm, laccato bianco,
chiudibile + 4 poltroncine pieghevoli in 2 posizioni; Made in Italy (Arredamenti Italia, dimostrabile con
catalogo) In ottime condizioni Euro
100,00.
Tel. 06/9257554 – 340/3242918
CAMERA DA LETTO RAGAZZI in
ottimo stato laccata bianca con rifiniture stondate blu, completa di
tutto. Visibile in loco vera occasione!
Euro 400,00. Smontaggio e trasporto a carico dell’acquirente.
Tel. 06/9257554 – 340/3242918
PORTA COMPUTER con tastiera
scorrevole in legno color frassino,
con struttura in metallo con ruote,
praticamente nuovo! Pagato Euro
70,00 vendesi a Euro 30,00.
Tel. 06/9257554 – 340/3242918
FOTOGRAFO PROFESSIONISTA
cerca per ingranditore Durst 609 i
seguenti obiettivi: Componon 50
mm, Componon 80 mm. Si richiede
integrità assoluta ottica e meccanica e perzzo modico. Si ricernca
anche marginatore 24x30 o 18x24.
Chiamare dalle ore 09:00-20:00
Tel. 333/5647878
QUESTO ANNUNCIO Eʼ INDIRIZZATO ad appassionati studiosi
biblioteche persone interessate a
ricerche storiche, cronaca, cinema:
cedo oltre 100 videocassette (VHS)
di importanti film di cronaca, attività,
documentari. Mi accontento piccolo
compenso Tel. 333/5647878
✂
SONO UN ATTORE DI 65 ANNI di
aspetto giovanile e signorile, ho un
ottima educazione e rispetto verso
il prossimo. Causa la crisi che ha
raggiunto anche lo spettacolo,
avendo necessità di integrare la
pensione, avendo miti pretese mi
offro come accompagnatore, compagnia persone sole, lettore libri,
spesa, piccole faccende domestiche. La mia disponibilità è totale; no
badante! Tel. 331/3994939
AFFITTASI CAMERA MATRIMONIALE ben arredata sita un appartamento con uso bagno e cucina al
centro di Aprilia, ben collegato con i
mezzi pubblici. Tel. 338/3051542
DONNA ITALIANA seria, affidabile
con esperienza per assistenza
anziani, ospedale, case, diurno e
notturno, effettua pulizie, spesa ad
ore anche giorni festivi.
Tel. 388/3051542
MEDICHE FACC. DOMESTICHE,
COMPAGNIA - BUON CARATTERE DA E RICHIEDE SERIETA'
3395725081
VENDESI MACCHINETTA RICONOSCIMENTO
BANCONOTE
FALSE come nuova usata solo 8
mesi.Dotata di assicurazione errata
verifica.EURO 50.
TEL. 3477335826
CERCO BOX IN AFFITTO in via
Inghilterra in Aprilia. Contattare ore
serali al nr. 328 0255956.
SIGNORA STRANIERA in regola,
cerco lavoro per pulizie case, anche
assistenza anziani a lungo orario o
con dormire,zona Aprilia-NettunoPomezia-Albano-Telef.
3203850920- Massima serietà.
VENDESI: 2 AUTO D'EPOCA
1966-67 Fiat 1100 R- ( discrete
condizioni) 2000 euro l'una. Contattare Fabio tel. 3277984379
pagina 49
VENTENNALE MATURATA PRESSO STUDI PROFESSIONALI,
CONTABILITA'
GENERALE,
BILANCIO,PRIMA
NOTA,
IVA,CONTABILITA' CLI/FOR, CONCILIAZIONI BANCHE, OPERAZIONI INTRA/EXTRA CEE, DICHIARAZIONI
FISCALI
ISCRITTA
NELLE LISTE DI MOBILITA'.PROGRAMMI CONTABILITA' OSRA
B.POINT,
ENTRATEL,
EXCELL.CERCA IMPIEGO SERIO
TEL.3387266439
no in vetro satinato e ornie in ferro
battuto a mano in delizioso colore
verdino tenero. tutto artigianale,
ottime condizioni, da vedere. euro
160 tutto. tel 3291330379
VENDESISCARPONI DA TREKKING marca " la scarpa" n.42 mai
usati.Invio foto via mail su richiesta.€ 50 Tel.3314106089
CERCASI
ANIMATORI
PER
LAVORO ESTIVO, età compresa
tra i 18 e i 25 anni, ambosessi
,automuniti, inviare curriculum alla
Cerchiamo
collaboratori par-time
da inserire nel settore
del giornalismo
e agenti pubblicitari
Cell. 335.8059019
Tel.06.9275019
VENDO POMPA PER ACQUA
RAMATA antica, funzionante Euro
30,00 no trattabili.
Tel. 345/4579103
ARMADIO 4 ANTE con 2 specchi
scorrevoli, “nuovo” mt. 2,70 x 2,50 h
x 0,62 Euro 500,00 trattabili. Camera da letto primo Novecento composta da Armadio 4 ante comò con
copertine in pietra, toilette con pietra, e due comodini con pietra Euro
1.600,00 tratt. Tel. 330/928903
APRILIA NORD
APRILIA - AFFITTO 1^ Piano Nuovo - Trilocale - W.C.- Balcone No Condominio Euro 550,00 tel. 3204324335
STORNELLATORE MODERNO
ANIMATORE CANTANTE CHITARRISTA ACUSTICO REPERTORIO
FOLK E ATTUALE OTTIMO PER
BIRRERIE SERENATE SAGRE
COMITIVE PUBBLICITA' INAUGURAZIONI ARTISTA DI STRADA
328.5627325 LAUREANDO IN GIURISPRUDENZA e in possesso di maturità
scientifica impartisce ripetizioni a
ragazzi di scuola media, superiori in
Matematica, Fisica, Latino, Lettere,
Diritto. no perditempo. Garanzia di
risultati vantando un esperienza
pluriennale. 15€/h.
Alessandro 340-2486755
BADANTE ITALIANA AUTOMUNITA NON FUMATRICE - PRATICA
ASSISTENZA ANZIANI, CURE
BABY SITTER 38 ANNI referenziata assistente scuolabus disponibile
come baby sitter anke serale
accompagno scuola bimbi e ripetizioni d inglese. Aprilia. Massima
serieta'. 3802698867. Stefania.
VENDO DUE CUCCIOLE di jack
russel, svezzate, sverminate e con
primo vaccino,sono nate il 14 febbraio. il prezzo è accesibile,il mio
tel.3200567750,silvia
AFFITTASI LOCALE COMMERCIALE A NETTUNO 37 metri quadri maiolicato con canna fumaria
vicino
scuola
Ennio
visca
tel.3461203178
VENDO TELEFONINO LGDRIVe
detto anche LGKS360 colore acqua
blue display da 2'4 pollici QVGA
con interfaccia touchscreen e una
tastiera QWERTY A scomparsacosto di 60 eurocontattare solo se
interessati al numero 06.9284196
VENDESI LETTO A CASTELLO
IN LEGNO IKEA Euro 70,00 Cell.
337758835
VENDO NISSAN MICRA 3a
SERIE. Immatricolazione anno
2004, km 159.000, 1.5 turbo diesel,
airbag, abs, climatizzatore, sistema
elettronico, interni perfetti, controlli
regolari effettuati annualmente,
tagliandata, bolli pagati; 5 porte,
colore rosso, carrozzeria intatta.
Prezzo:&euro2000 trattabili. No
perditempo tel.3400086048 Clara
RAGIONIERA CON ESPERIENZA
ANNUNCI ECONOMICI GRATUITI - per privati
a pagamento per ditte o società tel. 06.9275019
Cedola da ritagliare e spedire
Lʼannuncio sarà ripetuto per 3 uscite, salvo diversa decisione della redazione
VENDESI SCOOTER A 4 RUOTE MOD. “MOTUS”
REF CS820 SMONTABILE PER TRASPORTO IN
AUTO E SEDILE REGOLABILEPREZZO € 1.800,00
TRATTABILI. TEL. 069280545 ORE PASTI
VENDESI MATERASSO SINGOLO mai usato 25 euro, matarassino
culla bimbo 20 euro usato poco, 1
mobiletto porta oggetti h 85 cm e
largo 120 cm.Tel 3387338263
VENDESI GOMME SEMI NUOVE
e cerchi in lega ford Fiesta 1.400
anno 2006 x informazioni cel
3487228105 trattabili
VENDO APPARTAMENTO A NETTUNO, complesso 7 Fiori Blu. 40
mq circa. Terzo piano con ascensore, risc. aut.,impianto satellitare, climatizzatore, salone con angolo cottura con uscita su balconcino vista
mare, camera con armadio a muro.
il bagno, finestrato, ha doppio
accesso sia dal salone che dalla
camera. libera al rogito. euro
119.000 tel 3291330379
VENDO APPENDIABITI tipo uomo
morto da camera, in legno euro 20.
tel 3479930076
VENDO PRESEPE NAPOLETANO
comprato a San Gregorio Armeno,
in sughero e muschio, completo di
personaggi non fatti a mano, molto
caratteristico. euro 120 tratt. tel
3291330379
VENDO
OCCASIONISSIMA,
COMPLETO DI LUCI PER CAMERA DA LETTO sia classica che
moderna, composto da plafoniera+
lume da comò+2 lumetti da comodi-
seguente e_mail
[email protected] entro e non oltre il
31 marzo 2014
VENDESI PORTAGIOIELLI "Paolo
Cane" color marrone-bordò mai
usato.Invio foto via mail su richiesta.€ 20 Tel.3314106089
PENDOLO A COLONNA IN
LEGNO color noce in ottime condizioni. Ritiro zona castelli romani a
carico dell'acquirente. Invio foto via
mail su richiesta.€ 400
Tel. 3483744345
CORNICE ARGENTO CON GIRASOLI, mai usata, ancora nell'imballaggio originale, vedi foto. invio foto
via mail su richiesta.€ 40
tel.3314106089
37 ENNE DIPLOMATA , OTTIMA
CONOSCENZA
COMPUTER,
buona dialettica e buona conoscenza dell inglese scritto e parlato
.Esperienza pluriennale in segreteria generica , cerca lavoro nella
zona di Aprilia o AnzioNo call center o agente di vendita Max sereita’
Tel 3493001921
"INFERMIERA italiana regolarmente iscritta all’albo, offre assistenza infermieristica di base e
specialistica per tutte le fasi della
vita. Massima disponibilità. Miriam
3474785941 "
CASA 100 MQ CON CORTILE E
Compilate qui il vs. ANNUNCIO GRATUITO e speditelo in busta chiusa
a: Il Giornale del Lazio via E. Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT)
oppure invia una e-mail al: [email protected]
OGNI PERSONA PUOʼ INVIARE UN SOLO ANNUNCIO
TESTO (scrivere in stampatello e senza abbreviazioni) .......................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Gli ANNUNCI GRATUITI, sono esclusivamente riservati ai privati.Il Giornale del Lazio, non è responsabile per qualità e veridicità delle inserzioni. A garanzia
dei lettori il Giornale del Lazio si riserva il diritto di NON PUBBLICARE annunci non conformi al presente regolamento o che, a suo insindacabile giudizio risultino non chiari o che possono prestarsi a ad interpretazioni equivoche. Gli inserzionisti prendono atto che, a richiesta dell’Autorità Giudiziaria, Il Giornale del
Lazio fornirà tutte le notizie riportate nella presente cedola.
COMMITTENTE: Nome .....................................................................................................................Cognome ...............................................................................................................
Via ....................................................................................................................................................Città ..........................................................................Tel. ...........................................................
Firma.............................................................................................................................
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 50
BOX AUTO zona Gattone Aprilia
200.000 mila euro o affitto 650 euro
al mese .Info :4374328752 ,
3291340855 no agenzia
APRILIA ZONA CAMPO DI
CARNE VENDESI VILLA unifamiliare di mq 85 e giardino di mq 1100
con garage cantina dependance
richiesta di euro 105.000 Classe
energetica G IPE 200 Tel.
3392477232
RAGAZZA ITALIANA,LAUREANDA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA,IMPARTISCE
RIPETIZIONI ,IN OGNI MATERIA,
A BAMBINI DI SCUOLA PRIMARIA.DISPONIBILITà ANCHE A
DOMICILIO.ZONA APRILIA E DINSERIETA’.
TORNI.MASSIMA
TEL.3297945276
CONTABILE CON ESPERIENZA
IN STUDI FISCALI, PER MANTENERSI SEMPRE AGGIORNATO
SULLE DISPOSIZIONI FISCALI E
CONTABILI IN VIGORE, E' DISPOSTO A LAVORARE, CON UN MINIMO DI RIMBORSO SPESE E
SENZA CONTRIBUTI, PRESSO
STUDI FISCALI O AZIENDE DI
POMEZIA E ZONE LIMITROFE.
TELEFONO: 345 1770556
FIAT BRAVA 1,4 BENZINA 5P.
ANNO 1996 REVISIONE FINO
APRILE 2015 MECCANICA EFFICIENTE, ARIA CONDIZIONATA,
AUTORADIO ESTRAIBILE,
EURO 700,00 APRILIA CENTRO
TEL.069282184 / 330568007
SIGNORA ITALIANA CERCA
LAVORO urgente come collaboratrice domestica, aiuto nelle menze,
stiratrice ad ore. Senza perditempo
ore pasti Tel. 333/4086881
LAVORO
CERCA
ITALIANO
urgente come aiuto pittore, manovale, aiuto giardiniere e piccoli lavori per le signore sole che serve
aiuto. Senza perditempo ore pasti
Tel. 333/7333325
VENDO FIAT GRANDE PUNTO
anno 2007 uniprò, nera, incidentata
anteriormente. 3 porte diesel 1300
MJT Euro 1.500,00
Tel. 339/1417048
FOTOGRAFI QUESTO ANNUNCIO Eʼ PER VOI! Per motivi di lavoro cerco i seguenti articoli per
camera oscura: Obb.80mm oppure
105mm marca Componon oppure
Componar per ingranditore Durst
609 – inoltre porta negativi o ingranditore completo Durst M600 Tel.
333/5647878
AFFITTASI APPARTAMENTO a
San Vito Lo Capo (TP) sito un residence di nuova costruzione composto da 2 camere da letto, bagno,
cucina abitabile, sala da pranzo, terrazzino, ampia terrazza e posto
auto. Disponibile tutto l’anno. I prezzi variano a seconda del periodo.
Stefania 349/3268213
SIGNORA ITALIANA CERCA
LAVORO come collaboratrice
domestica, pulizie scale, stiro presso famiglie, oppure lavapiatti, o pulizie uffici. Max serietà zona Aprilia e
limitrofe. Tel. 345/1039340
VENDESI 2 MATERASSI GONFIABILI + 2 asse da stiro + 1 aspirapolvere “Optimo” + Armadio 2 ante
(180x90x60) tutto 120 Euro. Vendesi enciclopedia “Scoprire per conoscere” Fabbri editori 25 volumi Euro
100, Vendesi Enciclopedia “Tematica aperta” Jack Book Editore 36
volumi 150 euro. Tel. 347/9076718
PER COLLEZIONISTI E AMATORI: possiedo oltre cento videocassette (VHS) di film importanti, documentari, fatti di cronaca; causa trasloco cedo in cambio di una ragionevole offerta. Le cassette sono tutte
in custodia e perfettamente conservate. Tel. 333/5647878
SIGNORA ITALIANA DI CAMPOVERDE referenziata, cerca lavoro
come badante Tel. 320/2693352
VENDO PORTE (5) complete di
tutto per cambio di ristrutturazione
(Nuove) 100 euro l’una.
Tel. 328/6225737
AFFITTASI CAMERA MATRIMONIALE ben arredata, con uso
bagno e cucina al centro di Aprilia
ben collegata con mezzi pubblici.
Tel. 338/3051542
RAGAZZO ITALIANO CERCA
LAVORO sono diplomato, in Ragioneria e ho conseguito attestato professionale di operatore informatico.
Cerco lavoro come commesso,
assicuratore, promotore finanziario,
barista, volantinaggio etc.. Sono
serio e con voglia di lavorare.
Tel. 366/1757285
APRILIA NUOVA COSTRUZIONE
Vendesi delizioso appartamento di
40 mq. vicino al centro di Aprilia e
alla stazione ferroviaria, ottimamente collegato con Roma. Ottime rifiniture: parquet, vasca idro, pannelli
fotovoltaici, impianto tv-satellitare,
portoncino blindato, ampio terrazzo,
posto auto. Euro 100.000,00
Cl.En.B Tel. 366/1757285
VENDESI DIVANO IN PELLE fiore
– cuscini in piuma d’oca – 6 posti –
disponibile tutti i giorni prezzo da
concordare. Tel. 349/3031007
CERCO LAVORO COME MURATORE e per campagna – pulizie
casa etc.. Tel. 380/6586067
CERCO LAVORO COME PORTIERE custode, addetto sicurezza,
guardiano, in possesso di attestato
di sicurezza. Tel. 324/8713723
VENDESI BOX mq.20 aprilia situato in via inghilterra al civico n°84 in
prossimita della farmacia. Aprilia
tel.3475941194/3407003827
FIAT BRAVA 1,4 BENZINA 5P.
ANNO 1996 REVISIONE FINO
APRILE 2015MECCANICA EFFICIENTE, ARIA CONDIZIONATA,
AUTORADIO ESTRAIBILE, EURO
WORKING
PROGRESS SCARL consorzio operante nel settore
del trasporto, logistica e
pulizie
industriali e civili ricerca
Cooperative per
affidamenti incarichi.
Per presentare Vs
credenziali societarie si
prega inviare mail
a:wlmailhtml:
[email protected]
CENTRO
APRILIA
700,00
TEL.069282184 / 330568007
LANUVIO – MALCAVALLO Casa
unifamiliare 100 mq - ampio salone con camino - angolo cottura con
forno - 2 ampie camere matrimoniali - bagno - portico 70 mq - magaz-
zino 40 mq - 5000 mq di terreno - 30
olivi-A.C.E”G” a 10 min di macchina
per stazione e autolinee Cotral di
Campoleone- a 5 min. da Aprilia €
200.000 Tel. 3483744345
VENDESI Portagioielli "Paolo
Cane" color marrone-bordò mai
usato.Invio foto via mail su richiesta.€ 20. Vendesi Scarponi da trekking marca " la scarpa" n.42 mai
usati.Invio foto via mail su richiesta.€ 50.Vendesi Beautycase in
metallo argento con stelline, mai
usato. Invio foto via mail su richiesta.€ 10.Vendesi 2 candelabri
argento marca Ottaviani, mai usati,
ancora nell'imballaggio originale,
invio foto via mail su richiesta.€ 80
Tel.3314106089
POMEZIA-COLLI ENEA -AFFITnuovo
TASIAPPARTAMENTO
mq.50 -I piano-angolo cottura-salone con terrazzo e barbecue-camera
con balcone-bagno-ripostiglio- C.E “
13 - 27 Marzo 2014
mobiletto porta oggetti h 85 cm e
largo 120 cm.Tel 3387338263
LAUREATA, DOCENTE In chimica,
impartisce ripetizioni in chimica, fisica, matematica, latino, greco
15euro/ora.Tel 3387338263
INSEGNANTE DI INGLESE E SPAGNOLO, MADRELINGUA SPAGNOLO, IMPARTISCE RIPETIZIONI A EURO 10 L'ORA, ZONA APRILIA CENTRO,NO A DOMICILIO,
NO BAMBINI SCUOLE ELEMENTARI.TEL:0692702623
VENDESI DAEWOO Tacuma 1.6
anno 2002- 123.000km OTTIMO
STATO: buone condizioni meccaniche/motore e interni/ esterni, 4 airbag, climatizzatore, ABS, imp.stereo,chiusure centralizzate. Ideale
per la famiglia.€ 3.000,00
Tel. 3294015481
VENDESI TV SONY 44 pollici stereo, tubo catodico con decoder.
Usato poco E. 220. Adatto anche a
Pagamento orario o mensile da
definire anche in merito al servizio
richiesto. Massima serietà esclusi
perditempo, chiamare se veramente
interessati.
Alessio: 3471930106.
TOR S.LORENZO Afitto app.to 80
Mq ben arredato salone con A/C
camera matrimoniale bagno in residence esclusivo munito di piscine
campi da tennis etc--ben servito E.
500 solo referenziati con busta
paga e/o profesionisti -no agenzie
Tel. 06/91010700 - 320/6063625
VENDESI CAMERETTA RAGAZZO/ a laccata bianca con bordi blu
avio e con rifiniture stondate. Armadio a tre ante con cassetti + ripiani a
giorno componibili blu avio, gialli,
bianchi. Letto, rete a doghe , comodino con due cassetti. Scrivania con
sedia. Vero affare Euro 420.
Tel.069257554 - 3403242918
No perditempo
APRILIA VENDESI VILLA TESTA
DI SCHIERA SU TRE LIVELLI ,
periferia Sud a 5 minuti dal centro,
via Bacchiglione 28 zona Aprilia Eur
TRATTABILI - VERO
€ 185,00
AFFARE solo privati. Piano terra e
DONNA BULGARA SERIA E
AFFIDABILE
AUTOMUNITA,
OFFRESI PER ASSISTENZA
ANZIANI IN OSPEDALI, CASE,
DIURNO E NOTTURNO. INOLTRE
EFFETTUA PULIZIE, STIRO,
COLF, SPESA AD ORE ANCHE
GIORNI FESTEVI. NON VITTO E
ALLOGGIO. PER APRILIA, E
TUTTA LA PROVINCIA DI LATINA
E PROVINCIA DI ROMA
TEL. 328.6873566
F”-possibilità garage-solo referenziati-no animali€ 650.00
Tel. 3483744345
RAGIONIERA CON ESPERIENZA
VENTENNALE MATURATA PRESSO STUDI PROFESSIONALI,
CONTABILITA'GENERALE, BILANCIO, PRIMA NOTA, IVA,CONTABILITA' CLI/FOR, CONCILIAZIONI
BANCHE, OPERAZIONI INTRA
/EXTRA CEE, DICHIARAZIONI
FISCALI ISCRITTA NELLE LISTE
DI MOBILITA'.PROGRAMMI CONTABILITA' OSRA B.POINT, ENTRATEL, EXCELL.CERCA IMPIEGO
SERIO TEL. 3387266439
VENDESI MATERASSO singolo
mai usato 25 euro, matarassino
culla bimbo 20 euro usato poco, 1
comunità, centro anziani e sala giochi per ragazzi.Tel. 069257554 3403242918 No perditempo
VENDESI DIVANO LETTO in ecopelle rosso seminuovo con bracioli
e schienale regolabili.Pagato E.
650. Vendesi a E. 220.Vero affare.
Tel 069257554 - 340.3242918
No perditempo
RAGAZZO 24 ANNI SERIO, EDUCATO, di sani principi,italiano automunito, offre proprio servizio per
assistenza o commissioni anche
per accompagnare persone prive di
automobile oppure come corriere,
consegna pacchi o posta in zona
limitrofe massimo roma, non rifiuto
chiamate o offerte di lavoro da
aziende o vigilanza non armata.
primo piano : di c.a. mq 120 composti da : salone doppio, cucina abitabile 2 bagni , camera matrimoniale,
2 camerette terrazzo, 2 grandi
verande,Seminterrato di mq. 125
c.a. (già predisposto di impianti termoidraulici ed elettrici) da personalizzare con garage + sala hobby o
appartamento con servizi già predisposti, cantina, ripostiglio.Persiane
e portoncino blindati. Infissi a
risparmio energetico Classe enerE' ALLO STUDIO
getica "G"
PRESSO STUDIO TECNICO, IPOFRAZIONAMENTODI
TESI
SCOPO UTILIZZO PER DUE
NUCLEI FAMILIARI. Verrà rilasciato progetto di frazionamento all'eventuale acquirente che ne facesse
richiesta.Per visite o richiesta foto
contattare : cell. 331 598 2222 oppure mail giu320 90 87 222
[email protected]
PORTA BASCULANTE NUOVA
MAI USATA ad Anzio misure h.
cm. 210 larg. cm 255 richiedere
eventuale foto a [email protected] e
per eventuale visione cell. 331.598
2222 € 520,00 .+ in regalo finestra
in alluminio e persiana zincata
h.cm120 larg.105 anch'essa proveniente da casa nuova mai abitata
Ragazza italiana 39 anni, offresi
per assistenza anziani, diurno o
notturno. Effettua, inoltre, pulizie
presso case, uffici e attivita' commerciali. Zona di lavoro: Pomezia.
Telefono: 3347220107
POMEZIA CENTRO: VENDESI
DI
APPARTAMENTO
AMPIO
CIRCA 95 MQ AL 3° PIANO IN VIA
SANTORRE DI SANTAROSA, IN
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 51
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 52
PARTE RISTRUTTURATO CON
INFISSI NUOVI.COMPOSTO DA
SALONE, N. 3 STANZE DA LETTO,
N. 2 BAGNI, CUCINA CON
ANNESSO TERRAZZINO VERANDATO,
AMPIO
CORRIDOIO,
ARMADIO A MURO, PORTA BLINDATA.PREZZO: € 240.000 TRATTABILI. SONO ESCLUSE AGENZIE. RIVOLGERSI
AL CELL: 3391941830 ING. GOLINO ANDREA.
APRILIA zona Coop piazza Aldo
Moro 1/c vendo box auto ottimo
anche come investimento16 mq. ,
vendita Max sereitaʼ
Tel 3493001921
RAGIONIERA CON ESPERIENZA
pluriennale maturata Presso Studi
Professionali e Aziende, Contabilità
Generale, Bilancio, prima nota, iva,
cont. Clienti / fornitori, conciliazioni
Banche, operazioni intra / extra
CEE, Buona Conoscenza di vari
Sistemi Operativi, cerca Occupazione. Cell. 3398458087
GIOVANE ITALIANA MUNITA DI
REFERENZE EFFETTUA PULIZIA
E RASSETTO ABITAZIONI E CONDOMINI (ZONA APRILIA). LA
VENDESI BAR IN ZONA CENTRALE
APRILIA GESTIONE VENTENNALE
MQ.110 (Cucina e Sala Slot) + Ampio
spazio ristoro interno ed esterno.
Trattativa in sede (No Agenzie)
TEL. 331.3628417
1050 euro/mq. disponibile subito.
No agenzie.
No commissioni
tel.338/8846349
APRILIA VIA GERMANIA VENDITA COMODO APPARTAMENTo
sito al 3°piano con ascensore molto
luminoso. L'immobile si compone di
salone, cucina abitabile, disimpegno, 3 grandi camere e 2 bagni oltre
a 2 balconi e cantina e posto auto
recintato.L'appartamento si presenta in ottimo stato, porte nuove e
bagni ristrutturati, in zona semi centrale raggiungibile a piedi ogni
genere di servizio primario, oltre a
scuole centri sportivi e chiesa. E'
ben collegato con Roma tramite SS
Pontina raggiungibile a 3 minuti di
macchina e stazione ferroviaria
oltre a linea Cotral.Inoltre l'appartamento gode di un parco condominiale.Euro 137.000,00 trattabili , per
informazioni o visite contattare
3280307465
37 ENNE DIPLOMATA , ottima
conoscenza computer, buona dialettica e buona conoscenza dell
inglese scritto e parlato.Esperienza
pluriennale in segreteria generica ,
cerca lavoro nella zona di Aprilia o
AnzioNo call center o agente di
VOSTRA GARANZIA è LA MIA
PROFESSIONALITA'. per contatti:
[email protected]
347/5735772
APRILIA AFFITTO APPARTAMENTO di mq 40 € 350 mensili più
altro affianco con due camere mq
75 € 500 Tel. 0688922153 classe
energetica G
VENDO FORNO MICROONDE
nuovo
marca
saturno
con
grill...capacità oltre 5 litri...€ 80....
N.2 vendo mobile porta tv in legno
color nocciola nuovo con intarsi e
due sportelli sotto..€ 60. telefono
da inserìe è il 3291643876..
VEDNDESI COMBINATA PER
LAVORARE LEGNO da cm 26.
monofase, 5 lavorazioni (Pialla
spessore - Toupie - Foratura - Circolare
euro
300,00
Tel.
346.2104400
VENDESI NISSAN Qashqai +2 bordeaux metallizzata, immatricolata
aprile 2012, 1500 diesel, full optional. Ottime condizioni. Euro 17.000.
Chiamare ore serali 3773232021
VENDESI DOCCIA SOLARIUM
alta pressione ottimo stato usata
poco anno 2009 euro 2000'00 info
069258713
SPLENDIDI CUCCIOLI DI PASTORE TEDESCO nero focati,svezzati,
sverminati, con vaccino e pedegree. emiliano 3201119048
TORCHIO IDRAULICO come
nuovo, capacità una botte di uva.
Ritiro zona castelli romani a carico
dell'acquirente. Invio foto via mail su
richiesta. €350 Tel.3483744345
PENSIONATI CERCASI, CON
UNA SITUAZIONE DIFFICILE,
CHE NON RIESCONO A PAGARE
IL MUTUO, LE TASSE, CHE
HANNO VOGLIA DI RICOMINCIARE IN UN PAESE SENZA L'EURO,
PREFERIBILMENTE FAMIGLIE
PROVVISTE DI PATENTE AUTO E
DI NON MALATTIE GRAVI. SI
TRATTA DI VIVERE IN CAMPAGNA CON L'AFFITTO O SE SI
DESIDERA COMPRARE CASA
CON GIARDINO E TERRENO. NO
SCHERZI, NE PERDITEMPO.
TELEFONARE PREFERIBILMENTE NELLE ORE SERALI
TEL. 3478008044
LAUREATA IN ARCHITETTURA e
diplomata
liceo
scientifico
100/100,impartisce ripetizioni, aiuto
compiti, elementari, medie, e biennio superiore. 8.00€ l'ora Aprilia
centro. Cell 338-2664339
POSATE ARGENTO da 12,peso
dei tre pezzi gr.240,in imballo originale del 1930 cedo inusate e perfette per inutilizzo • 2.000: ad acquirente regalo set posatine da dessert per 6,in argento,con lama coltelli dorata. Maurizio 347.9040410
APRILIA centro zona v. lauri ristrutturato finiture lusso 60 mq possibilità garage. Foto su fb vedi Appartamento apriliano. Cl. En F 138.000
euro NO AGENZIE Tel 3665295244
VENDESI PS3 CON 160 GB di
memoria con 18 giochi a 150 euro,
per informazion tel.3386254155.
VENDO APPARTAMENTO A NETTUNO, sito al primo piano di due,
circa 65 mq, composto da soggiorno, cucinotto, 2 bagni, due camere,
due balconi, completamente ristrutturato sia all'interno che all'esterno,
luminosissimo, cantina e posto
auto. Si trova nelle immediate vicinanze del parco della Loricina un
parco, a 10 minuti a piedi dal mare
e dalla stazione. Classe energetica
E . Su richiesta invio foto. Prezzo
richiesto
158.000
trattabili.
13 - 27 Marzo 2014
cell.3296170865
PRATICO MOBILE color vengè con
2 carrelli laterali estraibili con 4
ripiani di vetro utilizzabile sia come
mobile divisorio sia come testata
per letto sia come mobile d'ingresso.- Ideale per tutto quello che vuoi
celare e contemporaneamente
tenere a portata di mano. Larghezza: 177 cm Profondità: 31 cm, Altezza: 77cm. Euro 70.
cell.3296170865
NUOVISSIMA CAMERETTA a
ponte con doppio letto, vendesi a
4200 euro. Cell. 3296170865
VENDESI SALA DA PRANZO
noce chiaro come nuova composta
da :1 elemento con vetrina h136
lungh195 prof 48 + 1 elemento con
cassettiera h 70 lungh 195 prof 48 +
2 elementi componibili per farlo
diventare angolare( 1 elemento
48x48- 2 elemento lungh 100 prof
48 h 70) + tavolo rotondo allungabile+ 6 sedie- invio foto via mail su
richiesta. Ritiro zona castelli romani
a carico dell'acquirente.€ 1.000.000
tel.3483744345
VENDO MACCHINETTA FOTOGRAFICA HP PHOTOSMART
R827 , 7.2 megapixel. Video in HD.
Vendo perché me ne hanno regala-
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 53
pagina 54
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
13 - 27 Marzo 2014
ta una nuova. Un pó graffiata ma
perfettamente funzionante. €30.
Aprilia. Chiamare ore serali
3409598618. Cristina
PENDOLO A COLONNA in legno
color noce in ottime condizioni. Ritiro zona castelli romani a carico dell'acquirente. Invio foto via mail su
richiesta.€ 400 Tel.3483744345
SIGNORA, MADRE LINGUA russa
laureata a Mosca,si offre per ripetizioni e traduzioni da italiano-russo e
russo-italiano a prezzi modici anche
a domicilio zona Nettuno ,Anzio,
Aprilia, Lavinio e dintorni tel:
069854594
VENDO BELLISSIMO SMARTPHONE della LG modello L7.
Schermo da 4.3 pollici, android
4.0.3, fotocamera da 5MP, 1GHz
CPU. Vendo per passaggio modello
superiore. Acquistato a maggio
2013 quindi ancora in garanzia.
Completo di tutto. Compreso nel
prezzo una batteria in più,cover e
pellicola proteggi schermo. €140,00
Aprilia(LT). Chiamare ore serali
3409598618.
VENDO STEPPER PER GINNASTICA a casa. Dotato di un computer che consente di tenere l'allenamento sotto controllo. Perfetto per
effettuare esercizi di step, che favoriscono la tonificazione e lo sviluppo
muscolare di polpacci, cosce e glutei. Comode pedane antiscivolo con
pistoni idraulici. Vendo perchè non è
mai stato utilizzato e per mancanza
di spazio! €130,00. Aprilia. Chiamare ore serali 3409598618. Cristina
VENDESI TELEFONO CELLULARE Samsung Diva (modello GTS7070), in ottime condizioni, completo di scatola e accessori originali. Prezzo 30€. Si accettano solo
contanti. Tel. 06 9278106
VENDO TOYOTA RAV4 colore grigio scuro met. anno 2005 km
140000 originali e tagliandati con
gancio traino omologato, pedane e
barre portaoggetti, come nuovo.
Prezzo € 6800,00. Vero affare.
Tel. 324/6636382 Romano.
LAVINIO PIAZZA DEL CONSORZIO AFFITTASI VILLA 200 MQ
SALONE TRIPLO GRANDE CUCINA 4 CAMERE 3 BAGNI PORTICO
50MQ TERRAZZI 90MQ GIARDINO 800 MQ + PIANO SOTTOSTANTE DI 260 MQ CARRABILE
CON BAGNI E CANNA FUMARIA
EURO 2.000 TEL. 333 8617479
333 4972596
APRILIA AFFITTASI APPARTAMENTOARREDATO, centralissimo,semi indipendente mq 120, al1'
piano su stabile ad un piano,
3ampie camere balconate, ingress o, c o r r i d o i o, t i n e l l o, c u c i n o t t o,
2bagni, aria condizionata. in tutti gli
ambienti, riscaldamento autonomo,
no spese condominiali. Disponibili
anche cameremax 6 persone, €
650 mensili solo referenziati. Gianni 3332715888
AFFITTO GARAGE di mq. sito in
via Carlo Porta, 84 (zona Montarelli) Aprilia – Prezzo Euro 100,00 al
mese. Tel. 331/2311090
DONNA ITALIANA seria, affidabile
con esperienza offresi per baby sitter, assistenza anziani, ospedali,
case, diurno e notturno, inoltre
effettuo pulizie, spesa anche a ore,
anche giorni festivi.
Tel. 338/3051542
VENDESI FISARMONICA “Elka”
Castel Fidardo, nuova e Sassofono
tenore “Selmer” U.S.A. vero affare!
Tel. 333/6571796
ROBERTO 36 ANNI gastronomo –
barista espertissimo 22 anni di attività cerca lavoro. Tel. 392/6386148
CERCO PERSONA MAX 35 ANNI
per condividere appartamento a
S.Palomba/Roma 2 (Pomezia), 300
euro al mese + la metà delle bollette e condominio. Tel. 348/8603337
389/4429187 Carlo
PEUGEOT 205 AXD furgonetta,
anno 1992, pompa e batteria
nuova, vendesi euro 700,00 trattabili. Tel. 329/9426949
BADANDE OFFRESI ad Aprilia per
posto fisso giorno e notte
Tel. 348/2548723
VENDO DIVANO LETTO 1 piazza
Kia Sportage Active 2.0 benzina, nera, anno 2006,
KM 175.000 Vettura 4 ruote motrici, gomme
nuove, revisione febbraio 2014, graffi alla
carrozzeria. Prezzo Euro 4.900,00.
Per info 3926763003
APRILIA ZONA CAMPO DI
CARNE VENDESI VILLA UNIFAMILIARE di mq 85 e giardino di mq
1100 con garage cantina dependance richiesta di euro 99.000
Classe energetica G
Tel. 3392477232
ALVIERO MARTINI 1°CLASSE
VENDESI TRIO (Carrozzina- Ovetto-Passeggino) con Borsa in ottimo
stato euro300. cell.377 2531450.
RAGAZZA ITALIANA,LAUREANDA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA,IMPARTISCE
RIPETIZIONI ,IN OGNI MATERIA,
A BAMBINI DI SCUOLA PRIMARIA.DISPONIBILITA’ ANCHE A
DOMICILIO.ZONA APRILIA E DINSERIETA’.
TORNI.MASSIMA
TEL.3297945276
CERCHIONI 175/55/14 (3) per
nuova Fiat 500 completi di pneumatico( al 50%) E 50 cad. e 4 borchie
E 8 cad. tutto originale (si vendono
anche singolarmente per ruota di
scorta) tel.338/8846349.
APRILIA zona Coop piazza Aldo
Moro 1/c vendo box auto ottimo
anche come investimento16 mq. ,
1050 euro/mq. disponibile subito.
No commissioni
No agenzie.
tel.338/8846349
e mezza con contenitore, in tessuto,
3 posti a soli Euro 100,00 per informazioni rivolgersi al numero
333/5879951 Margherita
VENDESI APPARTAMENTO AD
APRILIA (via Parigi) semiristutturato, semiarredato, composto da: 1
sala, camera, cucina e bagno di 50
mq. aria condizionata, tende da
sole, zanzariere, Euro 70.000,00
escluso agenzie, escluso perditempo Tel. 340/4182723 Alessandro
SCI ROSSIGNOL JAMPI lunghezza 1,70 vendesi euro 30,00 Serena
347/6693456
APRILIA LOCALITAʼ SACIDA via
Valmalenco terreno agricolo mq.
1247 pianeggiante buona posizione
Euro 20/mq. tratt. Privato vende
Tel. 347/7892912
VENDESI CAPANNONE mq. 500
con 13.000 mq. terreno Euro
210.000,00 in Aprilia via del Campo
n°6 Tel. 06/92727018
DONNA MOLDAVA sposata, seria,
con esperienza, cerca lavoro come
domestica o badante, tutti i giorni 4
o 5 ore no perditempo!
Tel. 380/7511898
PORTA COMPUTER IN LEGNO e
metallo con ruote, seminuovo Euro
30,00 + Monitor Sony cristalli liquidi
17” Euro 40,00 Tel. 06/9257554 –
340/3242912
TV SONY tubo catodico, stereo 44”
con decoder. Usato poco Euro
200,00
Tel. 06/9257554 – 340/3242912
FRIGORIFERO REX Doppia porta
in ottimo stato Euro 175,00 Tel.
06/9257554 – 340/3242912
CAMERA DA LETTO RAGAZZI ,
vero legno (no truciolato), laccata
bianco con bordi stondati blu + 2
armadi + scrivania (smontata) Euro
400,00
Tel. 06/9257554 – 340/3242912
ANNUNCIO DI LAVORO
PROFESSIONALE
Primario studio di consulenza tributaria societaria ed
aziendale in Pomezia seleziona neo laureato, per lo svolgimento del tirocinio professionale. Inviare candidatura
con curriculum professionale
all’indirizzo: [email protected]
VENDESI VILLINO A SCHIERA in
via Berlino n°66 (di fronte scuola
nuova Toscanini) composto da:
garage pavimentato, piano terra,
bagno, cucina, cameretta, saloncino con camino I°piano 3 stanze da
letto, bagno, balcone, mansarda.
Tel. 331/3488159
APRILIA VEL DEL TUFELLO vendesi terreno tre ettari, pianeggiante
fronte strada, edificabile.
Tel. 389/3158291
APRILIA TERRENO AGRICOLO
mq. 3.154 in leggera discesa, parzialmente recintato, zona residenziale e località il Poggio via della
Collina, Euro 29.000,00
Tel. 331/7960902
NETTUNO IMMOBILIARE: San
Giacomo Box e cantine ultime rimaste box 700 euro/mq – cantina 1
euro 3.000,00 – cantina 2 euro
4.000,00 porte antifuoco. Trattabili
solo se in blocco Tel. 380/3494874
– 348/9382994
VENDESI SCAFFALI per chiusura
attività termoidraulica, scaffali con
ripiani e divisori H2,50 MT Lineari
13 Tel. 347/6464407
DOCENTE SCUOLE MEDIESUPERIORI impartisce lezioni di
matematica, fisica, chimica, ad ogni
livello. Prezzi modici
Tel. 346/2300308
STUDENTESSA UNIVERSITARIA
diplomata liceo linguistico 100/100,
impartisce ripetizioni/aiuto compiti
di inglese, francese, spagnolo per
elementari, medie e superiori. Prezzi modici in zona Aprilia centro.
Tel. 349/4169469
UNIVERSITARIo,
STUDENTE
impartisce ripetizioni o aiuto compiti di matematica, per scuole medie e
superiori. zona aprilia e dintorni.
telefono 3405193855
APRILIA,
VENDE,
PRIVATO
APPARTAMENTO di recentissima
costruzione e rifinitissimo,in via
toscanini angolo via inghilterra.75
mq calpestabili + 30 mq terrazzo.
Trilocale + 2 bagni. Posto
auto.129.000 Cell.3381022260
VENDESI NISSAN QASHQAI +2
bordeaux metallizzata, immatricolata aprile 2012, 1500 diesel, full
optional. Ottime condizioni. Euro
17.500. Chiamare ore serali
3773232021
GIOVANE ITALIANA MUNITA DI
REFERENZE EFFETTUA PULIZIA
E RASSETTO ABITAZIONI E CONDOMINI (ZONA APRILIA). LA
VOSTRA GARANZIA è LA MIA
PROFESSIONALITA'. per contatti:
[email protected]
Cell.347/5735772
VENDESI APPARTAMENTO CENTRALE AD APRILIa composto da:
ampia cucina, camera, cameretta,
bagno, lungo balcone di 17 metri.
Euro 120.000 - no condominio, no
agenzia - Tel. 3488420278
SIGNORA, MADRE LINGUA russa
laureata a Mosca,si offre per ripetizioni e traduzioni da italiano-russo e
russo-italiano a prezzi modici anche
a domicilio tel: 069854594 zona
Nettuno,Anzio,aprilia,Pomezia,Arde
a,Lavinio,Torvaglianica, e dintorni
VENDO enciclopedia "MARI E
MARINAI" nuova(48 fascicoli + 4
copertine da rilegare).Euro 20,00.
NINO 3332034801
CERCO PER AFFITARE UN BILOCALE IN APRILIA, con riscaldamento autonomo, preferbilmente
vicino alla stazione o pure vicino ai
mezzi di transporto. Posso offrire
350-400 euro al mese
Tel:3293506083
pagina 55
APICOLTORE - Ritira anche a
domicilio tutto ciò che è materiale
usato di Apicoltura.Claudio,
Tel. 3494066364
RAGIONIERA CON ESPERIENZA
VENTENNALE MATURATA PRESSO STUDI PROFESSIONALI,
GENERALE,
CONTABILITA'
NOTA,
BILANCIO,PRIMA
IVA,CONTABILITA' CLI/FOR, CONCILIAZIONI BANCHE, OPERAZIONI INTRA/EXTRA CEE, DICHIAISCRITTA
FISCALI
RAZIONI
NELLE LISTE DI MOBILITA'.PROGRAMMI CONTABILITA' OSRA
B.POINT, ENTRATEL, EXCELL.
CERCA IMPIEGO SERIO
TEL. 3387266439
MONTATORE DI INFISSI offresi
anche con propria attrezzatura
esperienza ventennale.
tel.3477753479 ( sergio ).
LAMPADARIO IN VETRO DECORATO, completo di attacco elettrico
ad una luce, vendesi a e.12.00.
Tel 3394648392.
APRILIA CENTRO - AFFITTASI
LOCALE commerciale mq. 55 con
corte dipertinenza e piccolo magazzino di 10mq. Disponibilità immediata- 450 €mensili
tel 33310789897
VENDO PER INUTILIZZO FIAT
600 hobby km 96000 colore bianco
euro 800 non trattabili cellulare
3452956340
APRILIA zona Campo di Carne
vendesi villa unifamiliare di mq 85 e
giardino di mq 1100 con garage
cantina dependance richiesta di E
105.000 Classe energetica G
Tel. 3392477232
PALI ZINCATI e verniciati a caldo
nuovi – altezza 7,5 mt. - Diam. base
13 cm. – Spessore 4 mm. – Idonei
per illuminazione / grandi strutture
in metallo / ecc. – Prezzo da concordare – Vero affare – Contattare
Alberto Tel. 347 1234031.
RAGAZZA ITALIANA,LAUREANDA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA,IMPARTISCE
RIPETIZIONI ,IN OGNI MATERIA,
a 25 euro( revisionato)+pistatrice
elettrica carrellata automatica con
motore da 1 hp a euro 200 usata
solo 2 volte+termosifone 20
euro+motori elettrici mono/trifase
varie misure e potenze(contattare
per disponibilità)+lavatrice revisionata a 50 euro tel.3407272199
roberto
MURATORE, SERIO AFFIDABILE,
OFFFRESI PER LAVORI DI EDILIZIA A ORE O A GIORNATE PREZZI MODICI. CELL. 331.9040714329.8174879
VENDESI ATTIVITAʼ COMMERCIALE Via dei Lauri, lana e bigiotteria. Ottima opportuinità!!
Tel. 349/1390464
VENDO ROVER 400 grigio metl
1600 benzina, buona condizione,
deve riparare motore. Euro 250,00
+ passaggio di proprietà.
Tel. 329/3172214
APRILIA VIA DEL TUFELLO vendesi terreno edificabile 3 ettari fronte strada pianeggiante.
Tel. 389/3458291
STUDENTESSA UNIVERSITARIA
(diploma liceo linguistico 100/100),
impartisce ripetizioni/aiuto compiti
di inglese, spagnolo, francese, italiano, per elementari, medie e superiori. Zona Aprilia centro. 9,00 euro
l’ora. Tel. 349/4169469 chiamare
ore pasti.
V E N D E S I A R D E A - TO R S A N
LORENZO vicino al mare “Villa
Moresca”, appartamento arredato
caratura 47.9 - accesso autonomo:
posto auto, giardino, primo piano:
veranda, soggiorno con angolo cottura, camera da letto, servizio. Ottimo stato!
Tel. 339/2070170 ore serali.
DIVANO IN PELLE con cuscini in
piuma d’oca a 6 posti in 3 pezzi ad
angolo giro marca Frau, prezzo da
concordare Tel. 349/3031007
SIGNORA ITALIANA max serietà,
automunita, cerca serio lavoro
come pulizie con lunga esperienza
lavorativa, oppure come badante
Carrello
portavivande
in puro legno
euro 130,00
Tel.
335.8059019
A BAMBINI DI SCUOLA PRIMARIA.DISPONIBILITà ANCHE A
DOMICILIO.ZONA APRILIA E DINSERIETA’
TORNI.MASSIMA
tel:3297945276
CONGELATORE A POZZETTO
BIANCO marca ignis, come nuovo
perfettamentefunzionante, capacità
250 lt.Ritiro zona castelli romani a
carico dell'acquirente. Invio foto via
mail su richiesta € 150
Tel. 3483744345
POMEZIA-COLLI ENEA -AFFITTASI APPARTAMENTO nuovo
mq.50 NON ammobiliato-I pianoangolo cottura-salone con terrazzo
e barbecue-camera con balconebagno-ripostiglio- C.E “ F”-possibilità garage-solo referenziati-no animali€ 650.00 Tel. 3483744345
PENDOLO A COLONNA IN
LEGNO color noce in ottime condizioni. Ritiro zona castelli romani a
carico dell'acquirente. Invio foto via
mail su richiesta.€ 600
Tel.3483744345
RICEVITORE SATELLITARE DIGIQUEST acquistato per errore il
13/11/2013 ancora in garanzia E30
zona Aprilia tel. 393/0521115
LAUREANDO IN GIURISPRUDENZA impartisce ripetizioni a
ragazzi di scuola media, superiori in
Matematica, Fisica, Latino, Lettere,
Diritto. anche a domicilio. Garanzia
di risultati vantando un esperienza
pluriennale. 15€/h. Alessandro 3402486755
37 ENNE DIPLOMATA , corso post
diploma di segretaria d azienda ,
ottima conoscenza pacchetto office,
internet , posta elettronica , buona
conoscenza inglese, esperienza
pluriennale in segreteria generica ,
cerca lavoro part time nella zona di
Aprilia o Anzio come addetta alla
segreteria, assistente alla poltrona
presso studi medici, commessa .
Astenersi call center e agente di
vendita .349/3001921
VENDO CISTERNA PIEDISTALLATA Inox 18/10 da 300 litri con
gallegiante e doppio rubinetto a 200
euro+ forno a micronde seminuovo
per persona autosufficiente, baby
sitter. Aprilia e periferia
Tel. 349/6178831
VENDESI AUTO BRAVA revisionata (1998) efficentissima, ottimo
stato! ore serali Tel. 339/2070170
V E N D E S I BA N C O N OT E DA L
1942 al 1960 prezzo in blocco euro
750,00 tratt. ma vendesi anche singolarmente con il prezzo da concordare al momento.
Tel. 328/1590111
DIPLOMATO AL CONSERVATORIO impartisce lezioni di chitarra,
basso, canto, moderno euro 15,00
l’ora Tel. 335/8236482
APRILIA CENTRO VENDESI
A P PA R T A M E N T O m q . 1 5 0 ,
3°piano, ingresso, ripostiglio, soggiorno, con terrazzo, 3 camere da
letto, 1 bagno con terrazzo, 1 bagno
con finestra, cucina con terrazzo,
tinello, possibilità box, ottimo stato.
Ore serali Tel. 06/92704537
VENDO VARI LIBRI di cui alcuni
antichi, altri che riguardano Benito
Mussolini, altri ancora storici, militari più libri attuali, storia del cinema
etc..si possono visionare ad Anzio
Giuseppe 349/8094903
CUCINA A GAS INOX LOFRA 4
fuochi più 1 elettrico - grill - girarrosto, buone condizioni, prezzo
accessibile + altra zoppas inox 4
fuochi Euro 150,00
Tel. 329/5418239
VENDESI BOX mq.20 aprilia situato in via inghilterra al civico n°84 in
prossimita della farmacia. aprilia
tel.3475941194/3407003827
PERITO ASSICURATIVO,REGOLARMENTE ISCRITTO AL RUOLO
CERCA STUDIO PERITALE PER
COLLABORAZIONE ZONA LATINA-ANZIO.NETTUNO.POMEZIA E
CASTELLI O ZONE LIMITROFE.
TEL 3491803666
LAUREATA in architettura e diplomata liceo scientifico 100/100,
impartisce ripetizioni, aiuto compiti,
elementari, medie, e biennio superiore. 8.00€ l'ora Aprilia centro.
Cell 338-2664339
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
5 734 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content