close

Enter

Log in using OpenID

ALLEGATO 1 AL PIANO DI PREVENZIONE DELLA

embedDownload
2014
Allegato 1 al Piano di prevenzione della Corruzione
A.M.E.S. S.p.A.
ALLEGATO 1 AL PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE A.M.E.S. S.p.A.
CHECK LIST PROCESSI A RISCHIO EX ARTICOLO 1, COMMA 16, LEGGE 190/2012
CHECK LIST PROCESSI A RISCHIO EX ART. 1, COMMA 16, LEGGE 190/2012
Autorizzazione o concessione
Scelta del contraente per l’affidamento di lavori, servizi e forniture
Concorsi e prove selettive per l’assunzione del personale e progressioni in carriera
Descrizione attività a presidio (coerenti con gli esiti della valutazione del
rischio
Non applicabile
Programmazione della formazione, con particolare attenzione alle aree a
maggior rischio di corruzione
X
Previsione per l’attuazione delle decisioni della Società in relazione al rischio
di fenomeni corruttivi
X
Individuazione di modalità di gestione delle risorse umane e finanziarie idonee
ad impedire la commissione di reati
X
Previsione di adozione di un Codice di Comportamento
Regolazione di procedure per l’aggiornamento
Regolazione dei flussi informativi per monitorare l’implementazione del Piano
Introduzione di un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato
rispetto del Piano
X
Si, formal.
Si, non
formal.
no
Si, formalizzata
Si, non formalizzata
No
Prevista nel Piano da integrare con
programmi specifici di formazione
e/o informazione
Si, formalizzata
Si, non formalizzata
No
Regolamento assunzioni. Da
integrare con particolarità L.
190/2012
Regolamento assunzioni. Da
integrare con particolarità L.
190/2012
Prevista nei Regolamenti aziendali
sugli acquisti. Da integrare con
particolarità L. 190/2012
Regolamento assunzioni
Codice Etico. Da integrare con
particolarità L. 190/2012
Codice Etico. Da integrare con
particolarità L. 190/2012
X
X
x
X
X
X
X
Codice Etico. Da integrare con
particolarità L. 190/2012
1
Codice Etico. Da integrare con
particolarità L. 190/2012
2014
Allegato 1 al Piano di prevenzione della Corruzione
A.M.E.S. S.p.A.
VALUTAZIONE DEL RISCHIO AREA A) AFFIDAMENTI DI LAVORI , SERVIZI E FORNITURE
VALUTAZIONE RISCHIO
IDENTIFICAZIONE RISCHIO
PROCESSI
1. DEFINIZIONE DELL’OGGETTO
DELL’AFFIDAMENTO
(PROCEDURE DI GARA DIVERSE
DA AFFIDAMENTI DIRETTI)
2. INDIVIDUAZIONE DELLO
STRUMENTO PER
L’AFFIDAMENTO
3. REQUISITI DI QUALIFICAZIONE
4. REQUISITI DI AGGIUDICAZIONE
VALUTAZIONE
PROBABILITA’
VALUTAZIONE
IMPATTO
FASCIA DI
ESPOSIZIONE
AL RISCHIO
PROTOCOLLI DI PREVENZIONE IMPLEMENTATI SUL
PROCESSO
VALUTAZIONE
COMPLESSIVA
DEI CONTROLLI
SOTTO-PROCESSI
IDENTIFICAZIONE DEI
RISCHI
MEDIA DEGLI
INDICI DI
PROBABILITA’
MEDIA DEGLI INDICI
DI IMPATTO
ACQUISIZIONE BENI MOBILI
Utilizzo della definizione in
modo selettivo per limitare
il numero degli offerenti
3,6
1
BASSA
Codice Etico e regolamento spese in
economia
No
3
ACQUISIZIONE SERVIZI
GENERALI (PULIZIA,
VIGILANZA..)
Utilizzo della definizione in
modo selettivo per limitare
il numero degli offerenti
3,6
1
BASSA
Codice Etico e Regolamento spese in
economia
No
3
AFFIDAMENTO LAVORI
Utilizzo della definizione in
modo selettivo per limitare
il numero degli offerenti
BASSA
Codice Etico e Regolamento spese in
economia
SCELTA TRA PROCEDURA
APERTA, RISTRETTA,
NEGOZIATA, IN ECONOMIA
Utilizzo della procedura
negoziata e abuso
dell’affidamento diretto al
di fuori dei casi previsti
dalla legge al fine di
favorire un’impresa
BASSA
Codice Etico, Regolamento spese in
economia e Regolamento spese di modesta
entità
INDIVIDUAZIONE REQUISITI
DI BASE SECONDO LA
NORMATIVA DI SETTORE E
INDIVIDUAZIONE DEGLI
ULTERIORI REQUISITI CON
RIFERIMENTO
ALL’ESIGENZA SPECIFICA
DELLA COMMESSA
Definizione dei requisiti di
accesso alla gara e, in
particolare dei requisiti
tecnico – economici dei
concorrenti al fine di
favorire un’impresa
MASSIMO RIBASSO
-
AGGIUDICAZIONE
MEDIANTE
INDIVIDUAZIONE DI
PARAMETRI
NELL’OFFERTA
ECONOMICAMENTE PIU’
VANTAGGIOSA
Uso distorto del criterio
dell’offerta
economicamente più
vantaggiosa, finalizzato a
favorire un’impresa
3,6
3,5
1
1
SISTEMA DOCUMENTALE
3,8
1,25
BASSA
0
0
-
3,8
1,25
BASSA
2
Codice Etico, Regolamento delle spese in
economia
Codice Etico; Regolamento delle spese in
economia
RIMEDI
GAP ANALYSIS
CALENDARIO
ATTUATIVO
IMPLEMENT.
Adeguati ma da
aggiornare con
nuovo regolamento
acquisti
31/12/2014
Aggiornamento
regolamento spese
in economia
Adeguati ma da
aggiornare con
nuovo regolamento
spese in economia.
31/12/2014
Aggiornamento
regolamento spese
in economia
Adeguati ma da
aggiornare con
nuovo regolamento
spese in economia
31/12/2014
Aggiornamento
regolamento spese
in economia
AUDIT
No
No
3
3
Verifica rispondenza
budget e adeguata
motivazione dei
provvedimenti
Verifica rispondenza
budget e adeguata
motivazione dei
provvedimenti
Verifica rispondenza
budget e adeguata
motivazione dei
provvedimenti
Formalizzazione dei
procedimenti. Ricorso al
mercato elettronico nei
casi previsti dalla legge.
Motivazione puntuale
della scelta della
procedura
No
3
Verifiche della capacità
di contrarre con la P.A.
secondo quanto previsto
dal Codice dei Contratti
e da AVCP.
Definizione di requisiti di
qualificazione atti a
garantire la più ampia
partecipazione e
concorrenzialità, nonché
idonei a contenere
apprezzamenti
discrezionali
No
3
-
3
Rispetto della normativa
secondo quanto previsto
dal Codice dei contratti
e da AVCP.
No
Adeguati
Adeguati ma da
aggiornare
attraverso
specifiche policy
aziendali
Adeguati. Da
implementare audit
specifici. Obbligo di
motivazione in caso
di scostamento .
31/12/2014
31/12/2014
previsione audit
specifici
2014
Allegato 1 al Piano di prevenzione della Corruzione
A.M.E.S. S.p.A.
VALUTAZIONE RISCHIO
IDENTIFICAZIONE RISCHIO
PROCESSI
5. VALUTAZIONE DELLE
OFFERTE
6. VERIFICA DELLA EVENTUALE
ANOMALIA DELLE OFFERTE
7. PROCEDURE NEGOZIATE
8. AFFIDAMENTI DIRETTI
9. REVOCA DEL BANDO SULLA
BASE DI PRESUPPOSTI
NORMATIVI E DISCREZIONALI
SOTTO-PROCESSI
IDENTIFICAZIONE DEI
RISCHI
VALUTAZIONE SULLA BASE
DI NORMATIVA VIGENTE
CON CRITERI AUTOMATICI
O COMUNQUE CON BASSI
INDICI DI DISCREZIONALITA’
Distorsione del criterio
dell’offerta
economicamente più
vantaggiosa al fine di
favorire un’impresa;
Eccesso di discrezionalità
valutativa da parte della
Commissione
PER APPALTI DI LAVORI,
FORNITURE E SERVIZI
INDIVIDUAZIONE DEGLI
OPERATORI ECONOMICI DA
INVITARE
INDIVIDUAZIONE DEGLI
OPERATORI ECONOMICI
SELEZIONE DEI
PARTECIPANTI
Eccesso di discrezionalità
nella valutazione delle
offerte anomale
Uso della procedura
negoziata e abuso
dell’affidamento diretto
fuori dei casi previsti dalla
legge per favorire
un’impresa. Eccesso di
discrezionalità nella scelta
delle imprese da invitare;
Violazione dell’obbligo di
astensione
Alterazione della
concorrenza; Possibile
accordo tra le parti con
svantaggio economico per
la Società; mancata
verifica dell’obbligo di
astensione; Mancata
verifica dell’obbligo di
ricorso al MEPA; Ricorso
a presupposti d’urgenza
inesistenti al fine di
aggirare la normativa
appalti.
Eccesso di discrezionalità
con rischio di alterazione
della concorrenza; Abuso
del provvedimento di
revoca del bando per
bloccare una gara il cui
risultato sia diverso da
quello atteso o per
concedere un indennizzo
all’aggiudicatario
VALUTAZIONE
PROBABILITA’
VALUTAZIONE
IMPATTO
MEDIA DEGLI
INDICI DI
PROBABILITA’
MEDIA DEGLI INDICI
DI IMPATTO
3,3
3,5
3,5
4
3,6
1,8
1,25
1,25
1,25
1,75
FASCIA DI
ESPOSIZIONE
AL RISCHIO
PROTOCOLLI DI PREVENZIONE IMPLEMENTATI SUL
PROCESSO
SISTEMA DOCUMENTALE
BASSA
BASSA
BASSA
BASSA
MEDIA
3
Codice Etico, Codice Appalti, Regolamento
spese in economia e Regolamento spese di
modesta entità
Codice Etico, Regolamento spese in
economia
Codice Etico, Codice Appalti, Regolamento
spese in economia
Codice Etico, Codice Appalti, Regolamento
spese di modesta entità
Codice Etico, Codice Appalti
VALUTAZIONE
COMPLESSIVA
DEI CONTROLLI
RIMEDI
GAP ANALYSIS
CALENDARIO
ATTUATIVO
IMPLEMENT.
3
Predefinizione dei criteri
e del punteggio per la
valutazione dell’offerta.
Individuazione
sottocriteri e definizione
puntuale dei sub –
punteggi.
Riduzione
della
discrezionalità
tecnica
della
Commissione
Adeguati. Da
implementare audit
specifici
31/12/2014
previsione audit
specifici
Valutazione sulla base
della normativa vigente
con criteri automatici.
Previsione dei criteri di
valutazione delle
anomalie nel bando di
gara o nella lettera di
invito
Adeguati. Da
implementare audit
specifici
Istituzione albo dei
fornitori ovvero
pubblicazione nel sito
web istituzionale lettera
di invito aperta e
predefinizione dei criteri
di selezione degli
operatori economici da
invitare.
Da implementare
audit specifici
31/12/2014
previsione audit
specifici
Da implementare
audit specifici
31/12/2014
previsione audit
specifici
Da implementare
audit specifici
31/12/2014
previsione audit
specifici
AUDIT
No
No
No
No
No
3
2
2
3
Previsione di soglie al di
sopra delle quali
disporre di un sondaggio
informale. Verifica sulla
motivazione degli atti
amministrativi nei casi
residuali di mancato
rispetto delle soglie.
Rotazione degli
operatori economici
Verifica obbligo di
puntuale motivazione
dell’interesse pubblico.
Ammissibilità di revoca
del bando nel caso in
cui si debba riadattarlo
per esigenze di favor
partecipationis o
sopravvenute esigenze
di fatto o di diritto che
impongano il ritiro
dell’atto.
31/12/2014
previsione audit
specifici
2014
Allegato 1 al Piano di prevenzione della Corruzione
A.M.E.S. S.p.A.
VALUTAZIONE RISCHIO
IDENTIFICAZIONE RISCHIO
PROCESSI
10. REDAZIONE DEL
CRONOPROGRAMMA
11. VARIANTI IN CORSO DI
ESECUZIONE DEL CONTRATTO
12. SUBAPPALTO
SOTTO-PROCESSI
DEFINIZIONE
DELL’OGGETTO
VERIFICA DEI
PRESUPPOSTI
AUTORIZZAZIONE AL
RICORSO DEL SUBAPPALTO
IDENTIFICAZIONE DEI
RISCHI
Alterazione della
tempistica nella
esecuzione del contratto;
Mancata applicazione
delle penali previste dal
contratto
Utilizzo di varianti per
evitare procedura di gara
più lunga e onerosa;
Utilizzo di varianti per
esigenze sopravvenute
diverse da quella della
gara principale;
Ammissione di varianti in
corso di esecuzione del
contratto per consentire
all’appaltatore di
recuperare lo sconto
effettuato in sede di gara o
di conseguire extra
guadagni
Accordi collusivi tra le
imprese partecipanti a una
gara volti a manipolarne
gli esiti, utilizzando il
meccanismo del
subappalto come modalità
per distribuire i vantaggi
dell’accordo a tutti i
partecipanti dello stesso
VALUTAZIONE
PROBABILITA’
VALUTAZIONE
IMPATTO
MEDIA DEGLI
INDICI DI
PROBABILITA’
MEDIA DEGLI INDICI
DI IMPATTO
3,8
3,5
3,5
1,25
1,25
1,25
FASCIA DI
ESPOSIZIONE
AL RISCHIO
PROTOCOLLI DI PREVENZIONE IMPLEMENTATI SUL
PROCESSO
SISTEMA DOCUMENTALE
BASSA
BASSA
BASSA
4
Codice Etico, Codice Appalti, Regolamento
spese in economia e Regolamento spese di
modesta entità
Codice Etico, Codice appalti
Codice Etico, Codice Appalti, Regolamento
spese in economia e Regolamento spese di
modesta entità
VALUTAZIONE
COMPLESSIVA
DEI CONTROLLI
RIMEDI
GAP ANALYSIS
CALENDARIO
ATTUATIVO
IMPLEMENT.
3
Applicazione
della
normativa
esistente;
verifica
della
compatibilità del crono
programma con qualità
ed
entità
delle
prestazioni richieste dal
contratto;
Verifica
periodica
stato
di
attuazione del contratto
Adeguati. Da
implementare audit
specifici
31/12/2014
previsione audit
specifici
AUDIT
No
No
No
3
3
Verifica obbligo di
puntuale motivazione
sull’utilizzo di varianti;
Verifica in capo ad altro
referente aziendale
competente in materia
circa l’esistenza dei
presupposti tecnici e
giuridici per poter
procedere all’adozione
della variante
Verifica documentale
collegamenti diretti e/o
indiretti delle imprese
partecipanti con quelle
subappaltatrici quando
vi siano fondati elementi
per ritenere che vi siano
accordi collusivi
Adeguati. Da
implementare audit
specifici
Adeguati.Da
implementare audit
specifici
31/12/2014
previsione audit
specifici
31/12/2014
2014
Allegato 1 al Piano di prevenzione della Corruzione
A.M.E.S. S.p.A.
VALUTAZIONE DEL RISCHIO AREA B) ACQUISIZIONE E PROGRESSIONI DEL PERSONALE
VALUTAZIONE RISCHIO
IDENTIFICAZIONE RISCHIO
PROCESSI
SOTTO-PROCESSI
PROCESSO DI SELEZIONE
Previsione requisiti di
accesso personalizzati e
insufficienza di
meccanismi oggettivi e
trasparenti idonei a
verificare il possesso dei
requisiti attitudinali e
professionali richiesti in
relazione allo posizione da
ricoprire allo scopo di
reclutare candidati
particolari; Irregolare
composizione della
Commissione finalizzata al
reclutamento di candidati
particolari; Omessa
verifica incompatibilità
nella composizione della
Commissione;
Disomogeneità delle
valutazioni durante la
selezione; pubblicità della
opportunità
STABILIZZAZIONE DEL
PERSONALE
Abuso nei processi di
stabilizzazione del
personale finalizzato al
reclutamento di candidati
particolari
PROGRESSIONI
ECONOMICHE
Progressioni economiche
o di carriera accordate
illegittimamente allo scopo
di agevolare dipendenti
particolari
CONFERIMENTO INCARICHI
DI COLLABORAZIONE
Motivazione generica e
tautologica circa la
sussistenza dei
presupposti di legge per il
conferimento di incarichi di
collaborazione allo scopo
di agevolare soggetti
particolari.
1. RECLUTAMENTO
2. PROGRESSIONI IN CARRIERA
3. CONFERIMENTO INCARICHI DI
COLLABORAZIONE
IDENTIFICAZIONE DEI
RISCHI
VALUTAZIONE
PROBABILITA’
VALUTAZIONE
IMPATTO
MEDIA DEGLI
INDICI DI
PROBABILITA’
MEDIA DEGLI INDICI
DI IMPATTO
3,5
3,3
3,5
3,5
1,25
1,75
1,75
1,25
FASCIA DI
ESPOSIZIONE
AL RISCHIO
PROTOCOLLI DI PREVENZIONE IMPLEMENTATI SUL
PROCESSO
SISTEMA DOCUMENTALE
BASSA
Codice Etico e regolamento reclutamento e
selezione del personale
MEDIA
Codice Etico e regolamento reclutamento e
selezione del personale
MEDIA
Codice Etico e regolamento reclutamento e
selezione del personale
BASSA
5
Codice Etico e Regolamento sul conferimento
di incarichi di collaborazione
VALUTAZIONE
COMPLESSIVA
DEI CONTROLLI
GAP ANALYSIS
CALENDARIO
ATTUATIVO
IMPLEMENT.
Adeguati ma da
aggiornare con
nuovo regolamento
sul reclutamento del
personale
30/06/2014
Aggiornamento
regolamento
reclutamento del
personale
3
Obbligo di motivazione;
Rispetto
del
piano
annuale dei fabbisogni
Adeguati ma da
aggiornare con
regolamento sul
nuovo reclutamento
del personale.
30/06/2014
Aggiornamento
regolamento
reclutamento del
personale
3
Obbligo di adeguata
motivazione basata su
criteri oggettivamente
verificabili
Da implementare
audit specifici
31/12/2014
3
Verifica presupposti
normativi per il
conferimento di
incarichi; verifica
situazioni di
incompatibilità;
Adeguata motivazione
del provvedimento
RIMEDI
AUDIT
No
No
No
No
3
Pubblicazione dei bandi
di selezione;
predefinizione dei criteri,
ove già non previsti
dalla contrattazione
collettiva; verifica
situazioni di
incompatibilità all’interno
della Commissione
giudicatrice
Adeguati ma da
aggiornare con
nuovo regolamento
sul conferimento
degli incarichi
30/06/2014
Aggiornamento
regolamento sul
conferimento degli
incarichi
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
120 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content