close

Enter

Log in using OpenID

allegato_decreto_2014_7583

embedDownload
t),/-.1,;,
GIUNTAREGIONALE
DIPARTIMENTo LAvoRI PUBBLICI ED INFRASTRUTTURE, EDILIZIA
RESIDENZIALE, POLITICA DELLA CASA, AUTORITA DI BACINO
Art. 39 della Legge Regionale 23 dicembre ZOLL, 47 (prowedimento generale
recante norme di tipo ordinamentale e procedurale (Collegato alla manovra di
finanza regionale per l'anno 2Ol2). Articolo 3, comma 4, della Letge Retionale n.
8l2OO2l, ATTO D'INDIR|ZZO per la predisposizione di un aPROGRAMMA
OPEMTIVO NEt SETTORE DEyEDtUZ|A SOC|ALE,, Finatizzato all,utilizzazione delle
risorse rivenlenti dall'attivita dr ricognizione defle somme non utilizzate sui
protrammi finanziati - D. G. R. del gOlOTlL2 n 347, D. G. R. del 07.03.2014 N. 93
e D.G.R. del 17.04,2OL4 N. L47.
Punto 3.3 Realizzazione dl un programma pilota e sperimentale destinato alla
locazione permanente la cui gestione i finalizzata a sostenere mod€lli abitativi
solidall da attuare nelle Cifie con popolazione superiore a 3O.0OO abltanti.
awiso pubblico
1)
OGGETTO DEt-yAWtSO PUBBLTCO
politiche per la casa promosse dalla Regione Calabria in questi ultimianni rappresentano
il tentativo di coniugare la gestione delle tradizionali modaliti di intervento, ancora tutte
Le
incentrate sull'edilizia residenziale pubblica (E.R.p.,) con
alternativo, orientato al mercato.
la
concezione
di un sistema
Gli aspetti caratterizzanti e innovativi di queste politiche risiedono:
. nel ricercare direttamente sul mercato privato,
.
.
attraverso gli strumenti della
programmazione urbanistica e del convenzionamento con gli operatori, parte delle risposte
che I'edilizia pubblica non a piir tn grado difornire;
nella creazione di strutture, strumenti e incentivi volti a favorire l,incontro tra domanda e
offerta sul mercato privato della locazione;
nell'introduzione di elementi innovativi all,interno delle tradizionali modalite di gestione
dell'edilizia pubblica, attraverso la creazione di alloggi per la locazione temporanea o
permanente/ da localizzare in ambiti urbani strutturati e sostenuti da adeguato sistema di
supporti sociali ed assistenziali.
La Regione considera come strategiche e non contingenti le politiche per la casa volte a
favorire l'accesso delle fasce deboli alla locazione privata, attesa I'assoluta inadeguatez2a delle
risorse di E.R.P.
La Regione Calabria, in attuazione dell,ATTO D,|NDIR|ZZO per la predisposi2ione di un
"PROGRAMMA OPERATIVO NEL SETTORE DEt'EDtLtZtA SOC|AtE,, finalizzato a ,utilizzazione
delle risorse rivenienti dall'attiviti di ricoSnjzione delle somme non utilizzate sui protrammi
finanziati - di cui alle D. c. R. del 30/07112 n. 347, D. G. R. det 07.03.2014 N. 93 e D.G.R. del
17.04.2014 N. 147 e nello specifico al punto 3.3 che prevede la proposizione di un programma
pilota e sperimentale destinato alla locazione permanente la cui gestione d finalizzata a
sostenere modelli abitativi solidali, da attuare nelle Citti con popolazione superiore a 3O.OOO
abitanti, intende procedere, con il presente awiso pubblico, alla definizione di un programma
pilota e sperimentale che preveda la realizzazione di un mix di offerta residenziale (alloggi), da
assottettare alla locazione permanente con gestione economica lucrativa, svolta direttamente
da sog8etti pubblici o privati in grado di rispondere ad una pluraliti di domande nell,area del
disagio sociale e della tensione abitativa. Le soluzioni dovranno essere anicolate in:
1. Residenze temporanee, a loro volta articolate jn alloggi individuali, residenze collettive e
alloggi per l'inclusione sociale;
2. Alloggi individuali destinati alla locazione permanente;
La Regione Calabria indice il presente awiso pubblico per l,individuazione dei programmj
finalizzatialla realizzazione di alloggi sociali secondo il DM del 22/4/2008, pubblicato sulla G.U.
n. 146 de124.06.2008, con l'obiettivo di:
. contrastare la rigiditi del mercato degli affitti che colpisce in particolare le giovani
coppie ed icittadini a basso reddito;
. fronteggiare la domanda degli studenti fuori sede nelle aree di insediamento delle
Universiti calabresi;
awiso pubblico
migliorare l'offerta rispetto alla domanda legata alla sempre maggiore presenza di
anziani autosufficienti e non autosufficienti e quindi favorire azioni di assistenza ed
inserimento sociale;
favorire l'inserimento dei lavoratori extracomunitari all'interno delle comunit: ove
sono maggiormente presenti;
ridurre il disagio per Ie ragazze madri;
ridurre il disagio per le famiglie al cui interno c'A un diversamente abile;
2)
SOGGETTI PROPONENTI
Per gli interventi oggetto del presente Bando possono partecipare, ATERq, Operutofi
Ptivdti qrali lmprese in forma singola o consorziata, Cooperative di produzione e lavoro e
Cooperative di abitazione in forma singola o consorziata.
3)
RTSORSE DTSPONTBTLT
Ai sensi dell'Art. 3.3 dell'Atto di lndirizzo approvato con D. G. R. del 30/07/12 n.347, D. G.
R. del 07.03.2014 N.93 e D.G.R. del !7.O4.2O14 N. 147, nonch6 della nota n. 138363 del
23,04,2014, I'ammontare massimo per il programma ascende ad € 45.000.000,00, tuttavia
subordinato alla disponibilite iniziale di € 25.000.000,00 in considerazione delle limitazioni
previste dalla DGR 147 ed alla verifica delle risorse disponibili al momento dell'emanazione dei
decreti di fina nziamento.
Pertanto nelle assegnazioni definitive dei finanziamenti ai soggetti beneficiari in
graduatoria sari garantita copertura in relazione alle risorse accertate al momento
dell'erogazione, con facolti di poter effettuare scorrimenti successivi in relazione ad ulteriori
disponibiliti, owero in concomitanza di rinunce o revoche disoggetti gia finanziati.
4}
REQUISITI DI AMMISSIBIL|TA
lsoggetti che intendono presentare proposte di lnterventi devono possedere, alla data di
presentazione della domanda (da confermare al momento dell'emanazione dell'eventuale
decreto di finanziamento), i requisiti di ordine generale riferiti agli amministratori ed agli
eventuali direttori tecnici ri8uardanti l'assenza di condanne penali pregiudizievoli
all'ottenimento di finanziamenti pubblici e di delitti contro la Pubblica Amministra2ione e di
essere nel pieno esercizio dei propri diritti, come nel seguito specificato, pena l'esclusione della
domanda di partecipazione al bando.
Per le Cooperative di abitazione e loro consorzi, Cooperative di Produzione e lavoro e
loro consorzi, lmprese di costruzione e loro consorzi.
o) requisiti per interventidi nuovo costruzione:
.
.
disponibilita dell'area ediricabile, oppure delfabbricato da demolire e ricostruire aisensi
dell'art. 5 della t. R. 2V2010 e smei, intesa come propriete oppure opzione o preliminare di
La
compravendita dell'area edificabile, con contenuto conforme alla vigente normativa in
materia di compravendita, sottoscritto e registrato in data anteriore a quella di presentazione
della domanda. Nell'ipotesi di area edificabile nel Piano di Zona o delle delimitazioni ai sensi
dell'Art. 51 legge a65/77, delibera di assegnazione dell'area da parte del Comune in data
awiso pubblico
anteriore a quella dipresentazione della domanda;
.
Tutte le aree devono avere destinazione edificabile, documentata dal certificato di
destina2ione urbanistica che deve essere allegato alla domanda. fintervento pud essere
ammesso limitatamente alla volumetria disponibile, owero in variante allo strumento
urbanistico mediante conclusione di accordo di programma.
.
Nell'ipotesi di programmi da realizzare in aree di proprieti pubblica d ammessa la
variante urbanistica mediante conclusione di accordo di programma. ln tal caso in luogo
della delibera di ass€gnazione dell'area d ammessa delibera di promessa di assegnazione o
di cessione contenente l'inizio della procedura di indizione della conferenza dei servizi.
.
La domanda pud riguardare altresi l'ipotesi di rimodulazione di un precedente
intervento, per il quale a necessario disporre della proprieta dell'area e del permesso di
costruire.
b) requisiti pet interventidi recuperc:
.
La disponibiliti dell'immobile da recuperare, intesa come propriet; oppure opzione o
preliminare dicompravendita dell'immobile, con contenuto conforme alla vigente normativa in
materia di compravendita, sottoscritto e retistrato in data anteriore a quella di presentazione
della domanda;
ulteiorirequisiti:
lscrizione alla C.C.l.A.A. attestante l'inesistenza di procedure concorsuali e recante
c)
.
la
dicitura antimafia;
.
Avere chiuso l'ultimo bilancio depositato, in pareggio o in attivo, owero dichiarazione di
nuova costituzione;
.
Per le Cooperative di abitazione e lo.o consorzi essere iscritte all'Albo nazionale delle
societe cooperative edilizie di abitazione e del loro consorzi, aisensi dell'An. 13 della 1.31
n. 59, owero aver presentato
domanda di iscrizione alla data di
presentazione dell'istanza di cui al presente bando e conseguire l'iscrizione alla data di
Gennaio 1992
emanazione dell'eventuale decreto di finanziamento.
.
Possedere i requisiti di ordine generale di cui all'Art. 38 del D.Lgs. n. 163/06.
Irequisiti precedenti sono da intendersi essenziali ed il loro mancato possesso a causa di
esclusione automatica della domanda di partecipazione al bando.
.
ATERP
g)
requisiti pet inteNenti di nuovo costruzione:
disponibiliti dell'area edificabile, intesa come propriet)/asse8nazione oppure opzione
o preliminare di cessione dell'area edificabile, sottoscritto e registrato in data anteriore a
quella di presentazione della domanda, owero vincolo preordinato all'esproprio.
La
Relativamente alle ATERP d inoltre ammesso, nell'ipotesi di area edificabile nel piano di
Zona o delle delimitazioni ai sensi dell'Art 57 le11e 865177, delibera di assegnazione
A
dell'area da parte del Comune in data anteriore a quella di presentazione della domanda;
Requisiti pet qli interventi di rccuperc;
La disponibilit) dell'immobile da recuperare, intesa come proprieta oppure opzione o
preliminare di compravendita dell'immobile, sottoscritto e registrato in data anteriore a
quella di presentazione della domanda
awiso pubblico
lsoggetti pubblici sopra indicati, se ammessi a finanziamento, devono trasmettere, entro
sessanta giorni dalla pubblicazione delle graduatorie, a pena di decadenza, apposito atto,
emanato dal competente organo decisionale, che dimostri la disponibiliti dei fondi necessari
per la quota parte non coperta dal contributo regionale, con esplicita indicazione degli atti
contabilio capitolidi allocazione delle citate risorse.
5)
DEFTNTZ|ON| E REQUtStTt
Ai fini del presente awiso pubblico devono essere soddisfattiise8uentirequisiti:
r
nucleo familiare, quello definito con deliberazione della c. R. 4 novembre 2003 n. 869
pubblicata sul B.U.R.C. del 2 dicembre 2OO3t "lo fdmiglio composto dol tichiedente, dol
coniuge non legolmente seporoto e doi
.
ligli minori (legittimi, noturoli, riconosciutie odottivi,
conviventi)". Tale composizione a riferita alla data di stipula del contratto di locazione.
reddito familiare, quello complessivo calcolato, sommando gli imponibili fiscali dei redditi
percepiti da tutti i componenti il nucleo familiare, con le modalita di cui aglj artt. 20 e 21
della legge 457/78.
P{
l'accertamento del requisito del reddito vale quanto disposto con
deliberazione della G. R. 4 novembre 2003 n. 869 pubblicata sul B.U.R,C. del 2 dicembre
2OO3: "sord preso [n consideruzione quello di due onni precedenti, quoloro lo doto do
rient
nel ptimo semestre di cioscun onno, e quello dell'onno precedente, se
ientro nel secondo" . La data cui far riferimento per il calcolo del reddito del nucleo familiare
E quella distipula del contratto di locazione. Tale calcolo sare reso noto contestualmente alla
pubblicazione della graduatoria sulsito della Regione Calabria Assessorato ai LL. pp..
. riovane coooia. quella famiglia formata da due persone di sesso diverso che abbiano
contratto matrimonio da non pii di 48 mesi o che lo contraggano entro 24 mesi dalla data di
pubblicazione del presente awiso. lconiugi non devono aver superato, cumulativamente, i
considerore
.
settanta annidi eti. ll calcolo sari operato sommando le rispettive eti compiute alla data di
pubblicazione del presente awiso;
studenti universitari fuori sede. studenti che risultino iscritti presso una Universiti del
territorio della Regione Calabria ubicata in un Comune diverso da quello di residenza e
distante da quest'ultimo almeno 35 chilometri. La data a cui far riferimento d quella di
stipula del contratto locazione.
. Anziano autosufficiente. persona che abbia superato i 65 anni di eti ed il cui nucleo
familiare sia costituito eventualmente dal solo coniuge (senza figli o alt.i soggettj a carico).
Nel caso di coniugi, il vincolo sull'eta a da intendersi riferito ad almeno uno dei componenti
della coppia. La data a cui far riferimento i quella d quella di stipula del contratto di
.
locazione.
Anziano non autosuffi.iente. persona che, per una minorazione singola o plurima, hanno
subito una riduzione dell'autonomia personale, correlata all'eti, in modo da rendere
necessario un intervento assistenziale permanente, cohtinuativo
individuale o ln quella di relazione
'
e globale nella
sfera
Iavoratori extra-comunitari. immigrati regolari che, alla data di pubblicazione del bando,
risultino residenti da almeno 10 anni nel territorio nazionale owero da almeno 5 nella
medesima regione e che dimostrino di svolgere attiviti lavorativa regolare e continuativa;
avviso pubblico
t
.
r
r
cittadini comunitari con diritto di soqsiorno permanente. cittadini appartenenti all,Unione
Europea che abbiano acquisito dopo 5 anni di residenza legale e continuativa in ltalia il
diritto disoggiorno permanente che garantisce la totale pariti con icittadini italiani, aj sensi
del D. Lgs. N. 30 del 06102/2007;
IgggI!.AJ!!gC.!g colei che, alla data di pubblicazione del presente awiso, sia nubile, owero
non abbia maicontratto matrimonio, che abbia solo lei riconosciuto il proprio figlio naturale
e che lo stia crescendo da sola (da comprovare con esplicita dichiarazione di riconoscimento
del fi8lio come per legge). ll figlio dovri essere gie nato, minore e portare il cognome della
madre;
attiviti lavorativa stabile, attiviti attestata da regolare contratto di lavoro
subordinato,
pubblico o privato, a tempo indeterminato, ovvero quella autonoma awiata da almeno un
anno alla data di pubblicazione del presente bandoj
attivita lavorativa tempotanea. persona assoggettata ad occupazione momentanea,
transitoria, temporanea, quali lavori interinale, co.co.co, co.co.pro, con esigenze di alloggi in
locazione per brevi periodi;
. forze dell'ordine, Persona appartenente ai corpi dei Carabinieri, polizia, Guardia di
Finanzia, Polizia Penitenziaria, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco, polizia
Municipale, ecc. con esigenze di alloggio temporaneo in locazione;
. alloegio non idoneo:
y' non conforme a quanto prescritto dalle vigenti normative nazionali e regionali
sull'agibiliti e che non sia tecnicamente recuperabile con gli interventi di cui all,art.31
lett. c) e d) della Legge 457/78 e s.m.i, oppure venga ceduto gratuitamente al Comune;
/ non adeguato al nucleo familiare dell'acquirente, dell'assegnatario o del locatario. (Si
considera non adeguato un alloggio con un numero di vani abitabili inferiore al numero
dei componenti del nucleo familiare, oltre ai vani accessorj quall bagni e cucina);
di cui il richiedente possieda solo la nuda proprieti o sia comproprietario con terzi non
appartenenti al nucleo familiare;
r'
y'
che non consenta l'accesso o l'agibiliti interna ad uno o pii componenti il nucleo
familiare che sia portatore di handicap o invalido affetto da una patologia che comporta
ridotte
.
.
.
o
impedite capaciti motorie permanenti opportunamente documentate dal
servizio sanitario nazionale e le barriere architettoniche che ne impediscono l,accesso e
l'agibilite non siano eliminabili.
costo convenzionale dell'alloseio. costo che deriva dalla compilazione dei vigenti Modelli
Quadri Tecnici Economici (QTE) redatti con icosti a8giornati all'ultima comunicazione del
Ministero delle lnfrastrutture e dei Trasporti del 7OltOl2O73 - prot. 11938, secondo le
previsioni di cui al D. M.5 Agosto 1994, annualmente, a partire dalla delibera di G. R. N"
934 del 09.12.2008, con maggiorazione massimo del 20% ove siano soddisfatti irequisiti
disostenibiliti del "Protocollo ltaca Sintetico pari a 1";
inizio lavori, awio dei lavori documentato con Modello Attestato 2 - CER owero con
dichiarazione sostitutiva di atto di notoriete rilasciato dal Direttore dei tavori;
fine lavori. Fine dei lavori documentato con Modello Attestato 3 - CER, owero con
dichiarazione sostitutiva di atto di notorieti rilasciato dal Direttore dei Lavori;
awiso pubblico
.
polizza fideiussoria, contratto con cui la Compagnia di Assicurazioni garantisce
l'adempimento degli obblighi del Contraente nei confronti dell,Ente Garantito di cui al
modello allegato al DGR n. 869 del 4lt7/2003, rilasciata dai so8getti aventi i requisiti
definiti dalla DGR 5264 del 04.O4.20t3 e secondo i criteri definiti dal DGR 8571 del
74.06.2072;
.
atto d'obbliqo, atto notarile regolarmente trascritto, con il quale il soggetto proponente
impegna al rispetto deivincoli di cui al presente awiso.
5)
si
CATEGORTE E REQUtstlt BENEFtCtARt FTNAU
Le categorie ed irequisiti soggettivi dei beneficiari finali degli allog8i individuali e delle
residen2e collettive sono:
l. Soggetti aventi necessiti abitative temporanee legate a contratti o rapporti di lavoro o
formazione;
.:. Altri soggetti aventi necessiti di locazione per periodi determinati, per
ragioni distudio, di
cura o diassistenza;
.1. So8getti
aventi necessita abitative temporanee le8ate alla perdita dell,abitazione;
.:. Soggetti che a seguito della perdita del lavoro non sono piil in grado
di affrontare affitti a
libero mercato;
.:. Soggetti che per motivi turistici, individualmente o in gruppo organizzati generalmente
appartenenti a cooperative o associazioni, hanno esigenze di ospitaliti di breve periodo
prezziaccessibili;
,
,,
7)
a
Soggetticon handicap fisici o psichici;
Anziani anche non autosuffi cienti;
CATEGORTE E REqUtStTt EENEFtCtARt FtNAt-t
tipologie edilizie previste per gri alloggi individuali e re residenze collettive, destinati alla
locazione temporanea sono:
a) minialloggi con superficie utile compresa tra 28 e 38 mq.;
b) alloggi con superficie utile compresa tra 38,01e 95 mq.;
c) appartamenti idonei ad ospitare gruppi in coabitazione (pluricamere con servizi + locali
comuni destinati alla residenza).
ln relazione alla tipologia edilizia proposta possono essere previstj locali e spazi comuni in
misura non superiore al20% della superficie complessiva comunque ammessa, per la creazione di
servizi e funzioni connessi e complementari alla residenza, necessari a garantire l,integrazione
sociale degli inquilini degli alloggi nonch6 con funzioni di servizio di quartiere, che sara considerata
Le
superficie utile ammissibile a finanziamento.
tipologie edilizie previste per gli alloggi destinati all,inclusione sociale (microcomunit) o
residenze collettive per l'autonomia, pensioni/alberghi sociali), destinati alla locazione
temporanea sono:
Le
a) camere (singole o doppie, ciascuna dotata dj servizio igienico di pertinenza);
b) minialloggi con superficie utile compresa tra 28 e 38 mq.;
a!'viso pubblico
c)servizi di pertinenza {servizi residenzialicollettivi, spazi per la socializzazione e lo svago, locali
adibiti a servizicomuni, ecc.).
te tipologie edilizie previste per gli alloggi individuali destinati alla locazione permanente sono:
a) minialloggi con superficie utile compresa tra 28 e 38 mq.;
b)alloggi con superficie utile compresa tra 38,01e 95 mq.
8}
MODATIA DI PRESENTAZIONE DEI.LE DOMANDE
Le domande, presentate con allegata tutta la documentazione prescritta, dovranno
pervenire a mezzo di spedizione di raccomandata A/R postale alla Regione Calabria _
Dipartimento n. 9 (Lavori Pubblici ed Acque) - Via Crispi, n. 33 - ggloo Catanzaro, ovvero a
mano presso il protocollo dello stesso Dipartimento N.9, entro le ore 12 del ventesimo
giorno decorrente da quello successivo alla data di pubblicazione dell,avviso sul sito della
Regione Calabria, pena l'esclusione per le domande spedite oltre tale termine.
Tutta la documentazione dovri essere contenuta in apposita busta che dovre essere
sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura.
Sulla busta oltre all'indirizzo e la Tipologia del soggetto proponente (Cooperativa, lmpresa,
Aterp) dovra essere apposta la seguente dicitura: ',Ayyiso pubblico pq lo Reolizzozione di un
Progrommo piloto e sperimentdle destinoto ollo locozione permonente lo cui gestione e
findlizzoto q sostenere modelli obitotivi sotidoli do dttuorc nelle Cittd con popolozione superiorc
d 30,000 obitdnti".
9}
>
>
>
ALLEGATI, CONTENUTI
E
TERMINI DELLA PROPOSTA
Alle domande dovre essere allegata, pena esclusione, la seguente documentazione;
Copia del titolo di propriete dell'area o dell,immobile oggetto dell,intervento, owero
opzione o preliminare di compravendita redatto in conformite alla vjgente normativa in
materia;
lsoizione alla C.C.l.A.A. attestante l'inesistenza di procedure concorsuali;
Copia uhimo bilancio depositato in pareggio o in attivo, con risultato di esercizio prima delle
imposte positivo, owero copia Atto Costitutivo e Statuto per Cooperative o lmprese di nuova
costituzione;
>
>
>
>
>
>
Dichiarazione, sostitutiva dell'atto di notorieti, sul possesso dei requjsiti di ordine generale
dicuiall'Art.38 del D.Lgs. n. 163/06;
Certificato Destinazione Urbanistica Area di lntervento;
Eventuale titolo abilitativo e/o convenzione relativo a strumenti di pianiticazione;
Certificazione attestante l'inesistenza di vincoli inibitori all,esecuzione dell,intervento
previsto;
Dichiarazione, sostitutiva dell'atto di notorieti, con il quale il soggetto proponente si
obbliga al rispetto deivincoli di cui al presente awiso pubblico;
Dichiarazione, sostitutiva dell'atto di notoriete, con la quale il soggetto proponente
dichiara di non trovarsi, rispetto ad un altro partecipante al bando in oggetto, in una
situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile o in una qualsiasi relazione,
anche difatto, che comportasse la presentazione di proposte imputabili ad un unico centro
awiso pubblico
decisionale;
>
Dichiarazione, sostitutiva dell'atto di notorieti, di aver preso vjsione e piena cognizione dei
contenuti del presente awiso pubblico e di tutte le circostanze generali e particolari che
possono influire sulla sua esecuzione;
>
>
Dichiarazione, sostitutiva dell'atto di notorieti, di accettare, senza condizioni o riserva
alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel presente awiso pubblico;
Progetto Preliminare dell'intervento proposto a firma di un professionista abilitato,
recante i seguenti contenuti:
1. Relazione Tecnica Generale;
2. RelazioneTecnicaSpecialisticaj
3. Rapporto Fotografico lmmobile o Area di lntervento
4. Corografie e Planimetrie nelle scale opportune;
5. Ortofotocarta e stralci delle carte dei vincoli;
6. Stralci PRG, Catastali, ecc.
7. Planimetrie particolareggiate, sezioni e profili territoriali in scale opportune;
8. Piante, Prospettie Sezioni in scale opponune;
9. Rendering nel numero necessario a rappresentare l'intervento proposto;
10. Stima Sommaria dell'lntervento e Quadro Economico;
> Programma e progetto Gestionale;
ll progetto dovre essere presentato con un book in formato UNt A3 contenente tutti i
precedenti elaborati in opportuna scala, oltre ad un CD o DVD contenente in formato pDF tutti i
citati elaborati e/o eventuali elaborati aggiuntivi. ll soggetto proponente potri presentare, a sua
discrezione, ulteriori elaborati oltre a quelli indicati, ritenuti necessari a chiarire e specificare le
soluzioni progettuali proposte, nonch6 illustrare gli elementi prestazionali e tecnici previsti in
progetto.
Alla domanda, in alternativa all'autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a
pena di esclusione, copia fotostatica leggibile di un valido documento di identiti del sottoscrittore.
10} MODALITA' DI VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E FORMAZIONE DETLE GMDUATORIE
Per le istanze pervenute si procederi alla formazione di graduatorie tramjte l,attribuzione di
punteggi riferiti all'intervento proposto stabiliti dalla Commissione Giudicatrice in sede di
valutazione delle domande presentate.
I criteri, in considerazione del contesto socio-economico, della qualit) progettuale, del
programma Sestionale, del valore sociale dell'iniziativa, di elementi di organiciti ed
armonizzazione della proposta e coerenza con Ie finalite dell'iniziativa, saranno declinati come
segue:
1. Qualiti progettuale con riferimento alla scala urbana, edilizia ed architettonica, per
l'affermazione dei criteri della sostenibiliti ed in particolare per la ridu2ione del consumo di
risorse naturali sia nel ciclo di produzione che nell'utilizzo.
Puntidala12
a\,.viso pubblico
2. Qualite progettuale con riferimento
al
comfort abitativo, alla qualiti percepita,
all'efficienza complessiva delsistema edificio, all'innovazione estetico-formale.
Puntidala12
3. Mix ed articolazione dell'offerta residenziale e di servizi con riferimento agli aspetti della
flessibiliti, adattabiliti ed integrazione con il contesto sociale di riferimento.
Puntida 1a 18
4. Progetto gestionale con riferimento alle finalizzazioni dell'iniziativa tesa a soddisfare
una
domanda con particolare connotazione sociale.
PuntidalalS
lpunteggi saranno asseSnati con motivato ed inrindacabile giudizio della commissione
esaminatrice.
A seguito degli esiti risultanti dai lavori della Commissione,
il
Dirigente Generale del
Dipanimento LL. PP. ed lnfrastrutture, con apposita determinazione, approva la graduatoria dei
progetti presentati, ilfinanziamento concesso per ciascun intervento ed assegna Ia prima tranche
di contributi previsti in relazione alle risorse disponibili. La determinazione i pubblicata sul sito e
sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.
Le proposte finanziate possono essere approfondite in tavoli di concertazione con isoggetti
istitl.lzionali e privati interessati alla realiz2azione degli interventi anche al fine di reperire ulteriori
finanziamenti diretti ad incrementare l'occupazione o il reddito, la formazione professionale,
l'integrazione sociale, l'assistenza ed ogni altra iniziativa utile al perseguimento degli esiti previsti.
11} AMMISSIBIIITA DELLE DOMANDE
Non saranno ammesse le se8uenti domande:
.
quelle che non contengono tutta
la
documentazione richiamata nella domanda di
partecipazione;
.
.
.
.
quelle che non contengano la documentazione prescritta per il controllo dei requisiti;
quelle i cui sogSetti richiedenti non posseggano i requisiti richiesti;
quelle che prevedano interventi non ricompresi nelle varie tipologie consentite;
quelle per le quali il presente avviso prevede espresse clausole di esclusione o decadenza.
12} PROCEDURE PER IL FINANZIAMENTO DEGLI INTERVENTI
Le istanze pervenute saranno valutate, da una Commjssione Giudicatrice costituita con
Decreto del Dirigente Generale del Dipartimento LL. PP. ed lnfrastrutture, entro 15 giorni dal
termine di presentazione delle istanze.
ll
presidente della Commissione Giudicatrice proporri al Dirigente Generale del
Dipartimento [1. PP. ed lnfrastrutture l'approvazione e la conseguente pubblicazione delle
graduatorie.
Ad awenuta pubblicazione si proceder.l, entro e non oltre 30 giorni, all'emanazione del
Decreto di ammissione a finanziamento, che produrri gli effettidi awio del procedimento.
L'inizio dei lavori degli interventi ammessi a finanziamento dovri awenire entro 120 giorni
dal Decreto di ammissione al finanziamento, previa approvazione, da parte del competente
a!'viso pubblico
10
Settore UOA - Politiche della Casa - del progetto esecutivo e del relativo eTE conformi e coerenti
con il progetto-offerta allegato alla domanda di partecipazione.
Su istanza del soggetto attuatore, da presentare alla Regione Calabria, prima della
rcadenza del predetto termine, potr, essere richiesta la nomina di un Commissario ad acta per
consentire l'awio dei lavori entro e non oltre 60 giorni dalsuo insediamento.
ll termine per l'ultimazione dei lavori i fissato in 36 mesi, a far data dall,effettivo inizio
deBlistessi.
liquidazione del finanziamento sari effettuata in quattro rate, previa costituzione di polizza
fidejussoria di importo pari all'erogazione, da effettuare secondo la ripartizione seguente:
n 50% nel momento in cui d cenificato l'awenuto inizio lavori;
La
.
.
.
.
ll
il 20% nel momento in cui d cenificata la spesa del 35% dei lavori;
il 20% nel momento in cui d certificata la spesa del 70% dei lavori;
t 70% nel momento in cui d rilasciato il certificato di agibilita dell'opera;
certificato
di
ultimazione dei lavori, rilasciato dal direttore dei lavori sotto forma di
dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta, dovre, altresi, attestare l,awenuto conseguimento e
rispetto ditutti i requisiti previsti nella proposta progettuale.
13) CONTRTBUTT MASS|Mt CONCEDtBtLt
Con riferimenti ai costi convenzionali del presente awjso icontributi massimi concedibili
sono pari all'80% con vincolo di destinazione a 25 anni (termine minino per la definizione di
locazione permanente).
L'effettivo contributo erogato all/operatore sarA commisurato
in
relazione
a
quanto
stabilito dall'Art. 2 comma 2, 3 e 4 del DM 22.04,08.
14} NORME SALVAGUARDIA.
L'amministrazione regionale, prima dell'emissione del decreto di concessione del
contributo richiesto, procederi alla verifica dei requisiti dichiarati dal concorrenti in sede di
domanda di partecipazione al bando.
ln seguito alla pubblitazione della graduatoria prowisoria si procederi a
richiedere,
d'ufficio, iseguenti cenificati all'assegnatario provvisorio del finanziamento:
D.U.R.C. - Attestazione regolariti contributiva;
Certificati del Casellario Giudiziale e dei Carichi Pendenti alla procura della Repubblica e la
certificazione dell'inesistenza di procedimenti per l'applicazione delle misure di prevenzione al
competente Tribunale;
-
-
Richiesta dell'informativa antimafia ai sensi dell'Art. 10 comma 1, lettera c) del D.p.R. 252/9g.
ll non possesso dei requisiti dichiarati comporta l'automatica esclusione della domanda di
partecipazione.
Qualora la commissione giudicatrice, in base alla presenza di elementi indiziari oggettivi,
concordanti, numerosi e univoci, rawisasse l'esistenza di domande e proposte sostanzialmente
riconducibili ad un medesimo centro decisionale, procedere alfesclusione delle domande
medesime in modo da salvaguardare iprincipi di pubblico interesse ed effettiva concorrenza che
presiedono le procedure digara.
avviso pubblico
11
la possibilit, di escludere quei soggetti per iquali, attraverso la
consultazione di Casellari lnformatici o in qualunque altro modo rilevato, emerSessero casi di
grave negligenza o malafede intervenuti nell'ambito di rapporti negoziali con altre Stazioni
La Commissione si riserva
Appaltanti.
Alla concessione del contributo si procederi con apposito decreto che
conterri, altresl, le
procedure e la documentazione tecnica ed amministrativa che il soggetto attuatore d tenuto
rispettare e presentare per l'erogazione del finanziamento.
a
Decreto conterre, inoltre, un dispositivo attraverso il quale il soggetto beneficiario
assumeri l'obbligo di tracciabilite dei flussi finanziari {Art. 3 comma 8 della Legge n. 136/2010 (Piono stragrdinario contrc le mofie),
La Regione calabria si riserva la facolt; di effettuare controllidurante la fase di esecuzione
dei lavori, anche attraverso la nomina di collaudatori esterni all'amministrazione regionale con
costi a carico del beneficiario, per verificare la rispondenza tra quanto dichiarato negli elaborati
progettuali e relativi QTE a quanto effettivamente realizzato o in corso di realizzazione. La non
corrispondenza tra quanto dichiarato e quanto realizzato comportera l'automatica revoca del
ll
finanziamento concesgo ed il recupero delle eventuali somme erogate dalla Regione al soggetto
attuatore.
diritto diannullare l'awiso pubblico, di rinviare l'apertura e
valutazione delle istanze o di non procedere alla stesura delle graduatorie o all'erogazione dei
contributi, in qualsiasi momento, senza che i partecipanti possano avanzare pretese di qualsiasi
La Regione Calabria si riserva il
genere e natura.
Le controversie derivanti dalla presente procedura saranno devolute alla competenza del
TAR Calabria.
idati raccolti saranno trattati
esclusivamente nell'ambito delle attiviti istituzionali della Regione Calabria e che il soggetto
Si informa che ai sensi dell'Art. 13 D.Lgs 30.06.2003 n. 196
partecipante dovri espressamente rilasciare l'autorizzazione altrattamento dei dati medesimi.
OBni circostanza, fatto o accertamento in contrasto con il presente awiso o su quanto
dichiarato nella domanda di partecipazione a causa di esclusione dai benefici di cui al presente
procedimento concorsuale.
Per quanto non espressamente previsto, si rinvia alla normativa vigente in materia.
Responsabile del Procedimento digara indicato dalla Regione Calabria d la D.ssa Marisa Giannone.
awiso pubblico
't2
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
630 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content