close

Enter

Log in using OpenID

3 - Astigiana Trap

embedDownload
Uno dei protagonisti
della scorsa domenica tiravolistica è senza
dubbio lui: Michael Spada (nella foto). È proprio
lo specialista umbro ad
essersi aggiudicato il titolo nazionale d’inverno degli Eccellenza di
Sporting nel confronto
di Laterina. Con 91/100
Michael Spada ha anche
fatto segnare il miglior
risultato della gara aretina e nella massima categoria ha preceduto il
solido 89 di Mario Claudio Ruberti e l’88 di Daniele Valeri. In Prima categoria è Emanuele
Cardinetti a far suo il titolo invernale con lo stesso 82/100 che costringe alle sedi più basse del podio Alessandro Evirati e Stefano Dei. In Seconda 83 bersagli utili consegnano lo
scudetto invernale a Marco Succi che precede di due lunghezze Massimo Grieco. Il bronzo
va a Antonino Labate, autore di 79 centri. In Terza categoria il campione d’inverno del 2015
è Gianluca Anzuini che intercetta il volo di 79 bersagli e precede il 78 di Daniele Casucci
e il 76 di Roberto Balducci. Tra le Ladies vince Jessica Tosti: la ragazza umbra totalizza 79
centri e precede il 73 di Katia Vaghi e il 71 di Paola Cuccarolo. Simone Brussolo si impone
tra gli Juniores: con 76 centri costringe Andrea Menga e Niccolò Sodi (75) rispettivamente al secondo e al terzo posto. Tra i Veterani è campione d’inverno Carlo Walter Tani che
totalizza 87 centri e precede Giovanni Provenzale e Fabio Daveri, mentre tra i Master il
titolo va a Ferruccio Morelli che intercetta 83 piattelli e svetta su Eugenio Bruscolini e
Mario Gregoratti.
La Redazione
CONTROCOPERTINA
A FIL DI
(MICHAEL) SPADA
pag 4
ITALIA,
IL MONDO
ABITA QUI
pag 8
GHIACCIO
BOLLENTE
In copertina
Ecco i primi campioni nazionali dell’anno: sono i ragazzi e le ragazze che a Rimini si sono segnalati nel Campionato invernale del Settore giovanile. In una freddissima domenica di febbraio, tutta la
vitalità dei campionissimi di domani: ghiaccio bollente…
N um ero 316 3 17
18 FEBBR AIO 2015
Direttore
Luciano Rossi
Direttore
Responsabile
Luigi Agnelli
Direzione e Redazione
Federazione Italiana
Tiro a Volo
Viale Tiziano 74
00196 Roma
Tel. 06 45235200
Fax 06 3233791
[email protected]
Coordinatore
Redazionale
Massimiliano Naldoni
[email protected]
Tw i t t e r : @ I LT I ROAVO L O
Armi
Caesar Guerini
Perazzi Armi
Pietro Beretta
Macchine lanciaeliche
Rodenghi
Abbigliamento
Beretta
Piattelli
Eurotarget
Dispositivi acustici
Eurosonit
Grafica
& Multimedia
Andrea Tei
Tutti i diritti riser vati
Vietata la riproduzione
anche parziale se non
autorizzata.
Aut. del Tribunale di Roma
n.111 del 17 marzo 1994
pag 16
REAL
PEZZAIOLI
pag 18
UNO
SCUDETTO
PER
TITTARELLI
SPONSOR FEDERALI
Munizioni
Baschieri & Pellagri
Bornaghi
Clever
Cheddite
Fiocchi Munizioni
Nobel Sport Italia
RC Eximport
Macchine lanciapiattelli
FAB
3
316 317
EVENTI
ITALIA,
IL MONDO
ABITA QUI
Con questo sloigan la Fitav ha presentato all’Hit Show di Vicenza le principali
manifestazioni internazionali che saranno ospitate dall’Italia nel 2015
Il Presidente del Cncn Giovanni Ghini e il Presidente della Fitav
Luciano Rossi sono stati i protagonisti della conferenza stampa
indetta dalla Federazione all’Hit Show di Vicenza
Italia, il mondo abita qui. È all’insegna di questa
tagline che la Fitav ha presentato la stagione
2015 degli appuntamenti internazionali in un’affollata conferenza stampa all’Hit Show di Vicenza.
Davanti ad una platea attenta costituita da rappresentanti della stampa, operatori del settore,
dirigenti sportivi e appassionati, l’appuntamento
organizzato dalla Fitav ha proposto un vivace
scambio di opinioni tra il Presidente della Fitav
Luciano Rossi e il suo omologo del Cncn, l’avvocato Giovanni Ghini.
4
316 317
zioni verranno in parallelo capillarmente organizzati e che si rivolgono comunque ad un pubblico internazionale, ci ripresentiamo al mondo
in grande stile. Qualcuno potrebbe chiedersi: è
mai stata messa in discussione la leadership del
nostro paese e della nostra Federazione in questi ambiti? Possiamo dire che è accaduto. Sì: quella leadership è stata in discussione, ma è anche
giusto, vorrei dire, che sia costantemente messa
in discussione. Peraltro, da italiani, siamo attratti
dalle grandi sfide e dalle grandi imprese, perché
entrambe da un lato rappresentano un momento di verifica e inoltre costituiscono l’occasione
per poter sorprendere il mondo. Le quattro iniziative che caratterizzeranno la stagione internazionale del tiravolismo italiano vedranno dunque
coinvolti non soltanto la nostra Federazione e il
nostro Comitato olimpico, ma in senso più ampio la storia e il ruolo dell’Italia nel contesto globale. Questo la dice lunga sul fatto che vogliamo
continuare a competere, sia in senso agonistico
che organizzativo, innanzitutto per continuare a
vincere e inoltre per rivendicare nuovamente un
ruolo che potrà riverberare utilmente sulla credibilità dell’intero nostro paese.”
“Nell’anno agonistico che sta aprendosi, - ha
esordito Luciano Rossi - il nostro paese si troverà a rappresentare un crocevia di avvenimenti
tiravolistici di grande portata. Il Campionato del
mondo delle discipline olimpiche che si disputerà a Lonato del Garda nel prossimo settembre è
naturalmente il più prestigioso degli eventi considerati ed è soprattutto quello dalla portata mediatica principale, ma il confronto planetario di
elica in programma a Venezia, il Gran prix Juniores ancora delle discipline olimpiche di Porpetto
e il Campionato europeo di compak a Foligno si
affiancheranno alla sfida iridata del Concaverde,
creando una suggestiva concentrazione di eventi.
Proprio con questi grandi episodi agonistici, ma Concorde anche l’avvocato Ghini sul significato
anche con altri eventi che dalle nostre associa- importante del rilancio dell’Italia tiravolistica so-
EVENTI
Alla conferenza stampa
dal titolo “Italia, il
mondo abita qui” sono
intervenuti dirigenti
sportivi, noti campioni e
operatori della stampa e
del comparto industriale
del settore
prattutto in chiave organizzativa.
“Ritengo che questo rappresenti la prosecuzione
della grandissima tradizione italiana nel raccogliere risultati e auspico che questo 2015 rappresenti l’occasione per consolidare quei risultati.
Peraltro le aziende che aderiscono al Comitato
nazionale caccia natura hanno una partnership
con la Fitav che è più che ventennale. E si tratta
di una partnership che non mira soltanto ad assicurare ai nostri campioni l’utilizzo degli attrezzi
e delle munizioni al più alto grado di qualità, ma
si concentra anche sull’obbiettivo di conquistare
un nuovo pubblico alla causa del tiro a volo. È
un qualcosa che abbiamo fatto crescere insieme
negli anni, ad esempio con gli studi che abbiamo
condotto in modo concertato per comprendere appunto come fare avvicinare nuovi praticanti
alla disciplina. Questo programma è finalizzato
al fatto che noi tutti vogliamo che le discipline
del tiro a volo non siano circoscritte al solo,
pur esaltante, aspetto verticistico, ma siano in
L’avvocato Giovanni Ghini è intervenuto anche
al Campionato invernale del Settore giovanile
di Rimini: nell’immagine il massimo dirigente
del Cncn è ritratto durante l’intervento
pronunciato alla cerimonia di premiazione
della manifestazione di domenica 15 febbraio
L’intervento del
Presidente del
Concaverde Ivan
Carella
5
316 317
EVENTI
grado di coinvolgere tante persone. E credo che
questo possa essere proprio il passaggio culturale
che nel 2015, grazie appunto ai tanti eventi internazionali in programma, potrebbe portarci ad
essere presenti massicciamente nei media e presenti altrettanto stabilmente presso quel grande
pubblico che si appassiona per le imprese del tiro
a volo soltanto in occasione delle Olimpiadi, ma
che invece deve imparare ad apprezzare quotidianamente i contenuti agonistici e i grandi successi
di quello sport.”
Presente alla conferenza stampa di Vicenza anche
un folto parterre di dirigenti federali: in platea,
accanto al campionissimo Giovanni Pellielo, hanno assistito all’evento la Vicepresidente della Fitav Emanuela Croce Bonomi, i Consiglieri federali
Fiorenzo De Rosa e Fabrizio Forti e il Delegato
regionale Fitav del Veneto Adriano Lonardi. L’intervento di Ivan Carella, Presidente del Concaverde,
e di Salvatore Coppiello, suo omologo del Vecio
Piave, ha permesso poi di delineare più dettagliatamente a beneficio degli intervenuti alcuni aspetti
organizzativi specifici dei due appuntamenti tiravolistici iridati in programma sul suolo italiano.
Il Presidente Luciano Rossi e la
Vicepresidente Emanuela Croce
Bonomi si sono intrattenuti presso lo
stand della Fitav con alcuni visitatori
6
316 317
L’intervento del Presidente del
Vecio Piave Salvatore Coppiello
SETTORE GIOVANILE
afica
lleri
Ga
foto
gr
GHIACCIO
BOLLENTE
a
- 316 317 -
A Rimini debutta ufficialmente la stagione 2015 con il Campionato invernale del Settore
giovanile: vincono Simone D’Ambrosio, Alessia Iezzi, Filippo Olivieri, Niccolò Fabbri, Lara
Dusi, Emanuele Iezzi, Gaia Ragazzini, Cristian Ciccotti, Francesca Del Prete, Leonbruno
Cavaliere, Eraldo Apolloni, Jacopo Duprè De Foresta e Lorenzo Franquillo
È una giornata freddissima quella che, sulle pedane
di Rimini, assiste al debutto - vitalissimo: perfino incandescente - della stagione 2015 del Settore giovanile. È ghiaccio bollente, dunque, la cifra distintiva
della giornata di esordio dell’agonismo del comparto under 20 della Fitav. E quell’aperta contraddizione, del resto, inquadra perfettamente il connotato di
laboratorio (tecnico, agonistico ma anche esistenziale) rappresentato da quel segmento anagrafico
vissuto dai ragazzi e dalle ragazze del Settore. Questo primo appuntamento stagionale del vivaio della
Fitav, che ha permesso di commemorare, come già
avvenne un anno fa, la figura di Nerio Cicotti: dirigente di Baschieri & Pellagri che è sempre stato attento alle nuove istanze del mondo del tiro a volo, si
è presentato subito all’insegna delle novità. Lo conferma Alberto Di Santolo, Coordinatore del Settore
giovanile: “Innanzitutto il Gran premio del 2014 si è
trasformato in Campionato invernale, sponsorizza-
to da Anpam – Cncn, e ha previsto dunque l’assegnazione ufficiale degli scudetti in tutte le qualifiche
del Settore giovanile. La trasformazione dell’evento
ha contribuito a creare i presupposti per una partecipazione più convinta: siamo passati dai centoventidue partecipanti del 2014 ai centosettantadue contendenti dell’edizione di quest’anno. Questo decreta
il successo pieno per una manifestazione che deve
comunque fare i conti con le difficoltà dell’avvio di
una nuova stagione e con il fatto che costituisce un
avvenimento inserito nel vivo del periodo scolastico. Del resto, guardando in prospettiva la stagione
che è appena iniziata, per quanto riguarda le presenze, confermarsi a questi livelli non sarà certamente
facile, perché i numeri nella passata stagione sono
già fortemente cresciuti rispetto agli anni precedenti e quindi la sfida che andiamo ad affrontare andrà
vinta sia sul piano delle presenze, sia sul piano della
qualità del lavoro di quei ragazzi che crescono e
Fossa
Olimpica: tra
gli Juniores
Simone
D’Ambrosio
ha vinto
precedendo
Davide
Barbieri e
Mirko Amici
8
316 317
aspirano ad accedere alle rappresentative nazionali.”
Vediamo allora com’è andata dal punto di vista agonistico in questa gelida domenica 15 febbraio sulle
pedane di Via Marecchiese. Tra gli Juniores del Trap
sono stati due nomi assai noti del vivaio ad aggiudicarsi i titoli invernali: Simone D’Ambrosio e Alessia
Iezzi. L’eclettico atleta campano delle Fiamme Oro è
stato letteralmente impeccabile: con il suo 49/50 ha
staccato di due piattelli Davide Barbieri e Mirko
Amici che nel successivo shoot-off (3 a 2 per il ragazzo lombardo) si sono distribuiti in quell’ordine
sul podio. Con 46 centri hanno concluso la gara riminese Gianluca Coati, Diego Valeri, Alessio Franquillo e Leonardo Franceschini. Netta anche la vittoria di Alessia Iezzi: l’abruzzese del Corpo
Forestale dello stato ha totalizzato 44/50 e si è aggiudicata lo scudetto invernale precedendo di misura la campionessa italiana dell’estate 2014 Giulia
Grassia. Erica Sessa ha conquistato con determinazione il terzo posto del podio romagnolo. Dopo
aver concluso la gara con 42 centri all’attivo come
Rachele Amighetti, la ragazza campana ha regolato la
coetanea lombarda per 5 a 4. Domenica Krizia Laganà si è inserita negli immediati paraggi della zona
podio con 41 davanti al 40 di Giorgia Pepponi. Scontro acceso (in linea con quell’atmosfera di gelo incandescente che ha caratterizzato tutto l’evento
riminese) tra le Giovani Speranze: Filippo Olivieri e
Lorenzo Ferrari hanno concluso le due serie regolamentari con 45 piattelli all’attivo e hanno dovuto
affrontare uno shoot-off in cui il ragazzo abruzzese
ha superato il lombardo per 3 a 2. Fabio Beccari si è
aggiudicato la medaglia di bronzo con 44 escludendo dalla zona medaglie il 43 di Sebastiano Pedulli e i
42 di Manuel Fuggi e Federico Girolimetti. Volata finale di grande intensità agonistica anche tra gli Allievi con Nicolò Fabbri, Matteo Santopadre e Manuel
D’Arpino che hanno concluso alla pari con 46 bersagli utili. Nel successivo barrage l’errore al primo
lancio di D’Arpino e Santopadre ha consegnato il
titolo invernale a Nicolò Fabbri. Il ragazzo emiliano
ha quindi potuto assistere con lo scudetto già appuntato sul proprio gilet all’ulteriore confronto per
le altre medaglie che ha visto Matteo Santopadre
SETTORE GIOVANILE
Fossa Olimpica.
Tra le Juniores è
stata Alessia Iezzi
a conquistare lo
scudetto invernale
davanti a Giulia
Grassia e Erica Sessa
“Quasi mai i tecnici che seguono questi ragazzi ha dichiarato il Coordinatore del Settore Alberto
Di Santolo durante la gara di Rimini - ottengono
la ribalta: questo significa che il loro lavoro,
sebbene molto prezioso, rimane per molti aspetti
oscuro, apprezzato non in modo adeguato. Ma
si tratta di un lavoro che valorizza i giovani
e che quindi diventa indispensabile perché la
vera possibilità di crescita è legata proprio
all’entusiasmo di queste persone.”
spuntarla su Manuel D’Arpino per 2 a 1. Costretto
alla prima sede fuori dal podio Michele Gamberi
che ha totalizzato 43 e ha preceduto i 42 di Simone
Tramontelli, Aurelio Gattuso e Francesco Marra.
Tutto settentrionale invece il podio delle Allieve.
Con un brillante 40/50 la lombarda Lara Dusi si è
aggiudicata lo scudetto invernale precedendo la
conterranea Elisa Tagliani (39) e l’emiliana Greta
Luppi (36). Con 35 centri Marianna Matassa si è
aggiudicata il quarto posto davanti al 34 di Barbara
Casello e al 32 di Jessica Galletti. Il successo della
famiglia Iezzi al Campionato invernale di Rimini non
si limita alla bella impresa di Alessia tra le Juniores:
9
316 317
Fossa Olimpica: Filippo Olivieri ha
vinto tra le Giovani Speranze regolando
Lorenzo Ferrari e Fabio Beccari
SETTORE GIOVANILE
Fossa Olimpica:
tra gli Allievi
Nicolò Fabbri
ha vinto
precedendo
Matteo
Santopadre
e Manuel
D’Arpino
è da registrare infatti anche la brillante affermazione
di Emanuele tra gli Esordienti. Il promettente rampollo della famiglia Iezzi ha artigliato la vittoria con
42/50 davanti al 41 di Fabrizio Moriero. Francesco
Fossa Olimpica: tra le Allieve Lara
Dusi ha svettato davanti a Elisa
Tagliani e Greta Luppi
10
316 317
Superti ha conquistato il terzo posto, prima confezionando 39 centri come il conterraneo lombardo
Samuele Faustinelli, e poi superandolo con un secco
1 a 0. Più circoscritta in termini di partecipazione la
SETTORE GIOVANILE
Fossa Olimpica:
Emanuele Iezzi è
stato il migliore degli
Esordienti davanti a
Fabrizio Moriero e
Francesco Superti
sfida delle Esordienti di Fossa Olimpica: è stata infatti Gaia Ragazzini ad imporsi in quel confronto
con 27 centri davanti al 22 di Aurora Di Fabrizio.
Nel Campionato delle Regioni è stata la formazione
della Lombardia ad impossessarsi della vittoria: Sa-
muel Faustinelli, Davide Barbieri, Lorenzo Ferrari,
Lara Dusi, Francesco Tiboni e Rachele Amighetti
hanno totalizzato 253 centri su 300 e hanno preceduto l’Abruzzo (249 centri ad opera di Emanuele
Iezzi, Filippo Oliviero, Lorenzo Morale, Marianna
Fossa Olimpica: tra
le Esordienti Gaia
Ragazzini ha vinto
precedendo Aurora
Di Fabrizio
11
316 317
Fossa Olimpica:
nel Campionato
delle Regioni la
Lombardia ha
vinto davanti
all’Abruzzo
e all’Emilia –
Romagna
SETTORE GIOVANILE
Matassa, Simone Tramontelli e Alessia Iezzi) e l’Emilia Romagna (234 bersagli utili confezionati da Riccardo Lolli, Michele Gamberi, Fabio Beccari, Greta
Luppi, Nicolò Fabbri e Giulia Grassia). Sicuramente
12
316 317
Skeet: tra gli
Juniores Cristian
Ciccotti ha vinto
davanti a Valerio
Palmucci e
Edoardo Aloi
un po’ elitaria la sfida degli Juniores dello Skeet, ma
non per questo priva di contenuti agonistici di interesse. I tre ragazzi in gara, Cristian Ciccotti, Valerio
Palmucci e Edoardo Aloi, hanno concluso con 47
SETTORE GIOVANILE
Skeet: tra le Juniores
Francesca Del
Prete ha dominato
precedendo Francesca
Grieco e Giada Longhi
centri all’attivo e soltanto lo shoot-off ha permesso
di delineare la loro collocazione sul podio. È stato
Ciccotti (+4) a spuntarla con una bella prova di carattere che ha costretto Aloi (+2) al terzo posto e
Palmucci (+3) alla sede dell’argento. Dominio incontrastato del comparto femminile del segmento Ju-
niores da parte di Francesca Del Prete che si è assicurata la vetta della graduatoria con un 41/50 che
ha staccato addirittura di sette lunghezze Francesca
Grieco. Giada Longhi ha artigliato la medaglia di
bronzo, prima totalizzando 32 centri come Giorgia
Mercolini e poi escludendo in shoot-off dalla zona
Skeet: Leonbruno Cavaliere ha
svettato tra gli allievi davanti a
Lorenzo Ranieri e Erik Pittini
13
316 317
SETTORE GIOVANILE
Skeet: nel
Campionato delle
Regioni il Lazio
ha prevalso sulla
Campania
14
316 317
medaglie la sua collega del team del
Lazio per 1 a 0. Pregevole anche il
46/50 con cui Leonbruno Cavaliere
si è aggiudicato lo scudetto invernale
degli Allievi. 43 centri hanno assegnato la medaglia d’argento a Lorenzo
Ranieri, mentre il bronzo è andato a
Erik Pittini (42) che ha preceduto il
41 di Giovanni Don Vito, il 38 di Manuel Marelli e i 37 di Valerio Meschini
e Giuseppe La Pietra. Larghissimo il
successo del Lazio nella gara valida
per il Campionato delle Regioni. Cristian Ciccotti, Edoardo Aloi e Francesca Del Prete hanno composto 135
centri su 150 e hanno costretto alla
piazza d’onore la Campania (107) di
Giuseppe La Pietra, Gennaro Izzo e
Francesca Grieco. Edoardo Apolloni
compone un solido 49/60 e si aggiudica il titolo invernale degli Juniores
del Double Trap. Nel primo round
sembrava essere Ignazio Maria Tronca a poter appuntarsi sul gilet lo scudetto di questo primo Campionato
invernale del Settore giovanile. Invece il tiratore della Fiamme Oro “stecca” nel secondo giro e cede lo scettro al coetaneo veneto per un
piattello. Con 46 è Jacopo Dal Moro
a fregiarsi del bronzo davanti a Andrea Galesso (44). Se Lorenzo Franquilllo (39/60) è il solitario vincitore
della gara degli Esordienti di Double
Trap, è invece Jacopo Duprè De Foresta ad artigliare con autorevolezza
Double
Trap:
tra gli
Juniores
è stato
Eraldo
Apolloni
a svettare
davanti
a Ignazio
Maria
Tronca
e Jacopo
Dal Moro
Double
Trap: gli
Allievi
hanno
avuto
il loro
leader in
Jacopo
Duprè De
Foresta
che ha
preceduto
Nicola
Osetto e
Riccardo
De
Gasperi
SETTORE GIOVANILE
Double Trap: Lorenzo
Franquillo ha gareggiato
tra gli Esordienti
la vittoria tra gli Allievi. L’azzurrino confeziona 44
centri e costringe alle rimanenti sedi del podio Nicola Osetto (38) e Pietro Martinelli (36). Nel confronto valido per il Campionato delle Regioni è il
Veneto a centrare il risultato più prestigioso: Eraldo
Apolloni, Jacopo Dal Moro e Andrea Galesso totalizzano 139/180 e staccano ampiamente il 115 della
Lombardia ad opera di Ignazio Maria Tronca, Pietro
Double Trap: nel Campionato delle Regioni
il Veneto ha prevalso sulla Lombardia
15
316 317
DALLE REGIONI
REAL PEZZAIOLI
I monteclarensi dominano nei confronti invernali di Double Trap e di Fossa
Universale della Lombardia: al suo primo anno di attività il sodalizio bresciano si
sta confermando come compagine da battere in tutte le specialità
I campioni regionali
d ’inverno della
Lombardia di Fossa
Universale
Di Giorgio Steccanella
16
316 317
A dimostrazione che fanno sul serio e sono loro
i primi a crederci, per i colori del Tav Pezzaioli
c’è una tripletta da incorniciare in questo esordio stagionale nella prova unica del Campionato
lombardo di Double Trap disputatosi domenica
15 febbraio presso la società mantovana di Castel Goffredo. Ci riferiamo alla classifica per società, che ha visto i portacolori del dream team
bresciano di Montichiari conquistare, con le sue
tre formazioni, tutti i gradini del podio. Protagonisti di tutto ciò sono stati rispettivamente Andrea Vezzoli, Claudio Franzoni e Alberto Garosio
nella formazione numero uno, Cristian Filippi,
Francesco Galvagni e Alessandro Mometti per la
“Pezzaioli 2” e Renato Ferrari, Massimo Ferrari e
Matteo Serena, componenti della squadra “Pezzaioli 3”. Il campionato invernale lombardo si è disputato sulla distanza di tre serie da 15 doppietti
ciascuna con la formula ISSF random. Per quanto
concerne i titoli individuali, scontata la vittoria in
solitaria per l’Eccellenza Claudio Franzoni, di sicuro interesse è invece il successo di Simone Vedovelli (San Fruttuoso) ai danni di Matteo Serena
con un buon margine di vantaggio. Chi non manca
di stupirci tra i Seconda categoria è il poliedrico
e polivalente Cristian Filippi che, seppur di misura, si è lasciato alle spalle sia Alberto Garosio
che il favorito della vigilia Renato Ferrari. Esatto
contrario, invece, tra i Terza categoria con tutti i
pronostici rispettati a iniziare dalla bella vittoria
di Andrea Vezzoli (miglior risultato in assoluto)
che figura, tra l’altro, tra i candidati al tricolore di
categoria. Altro successo senza rivali tra i Veterani con il rientrante Ernesto Bini Chiesa, mentre
ricco di contenuti per la storia sportiva del tiro a
volo è stato lo scudetto conquistato dall’evergreen plurititolato Mario Barbieri. Da segnalare inoltre, giusto per render merito alla passione, con
gli auguri di riuscire pian piano a scalare gradini
sempre più importanti, il titolo vinto senza rivali
dal sedicenne del Tav Valle Duppo di Lodrino (BS)
Davide Bertanza nel Settore Giovanile. Con un
avvincente testa a testa per aggiudicarsi il titolo
regionale delle società tra gli alfieri del Tav Pezzaioli e i portacolori del Tav Il Campanile di Mesero, si è concluso sempre domenica 15 febbraio
sulle pedane di Mesero il campionato regionale
invernale di Fossa Universale 2015. Dopo la per-
zani, prima di potersi cucire addosso lo scudetto
regionale, è stato costretto ai tempi supplementari dall’alfiere del Tav Belvedere di Uboldo Angelo
Idone. Uno sguardo adesso ai Prima categoria con
il successo chiaro di Santo Plataroti (Eurotrap) e
soprattutto la disfida per le restanti posizioni del
podio tra Sergio Dragoni (Concaverde) e Cristian
Filippi (Pezzaioli) con lo shoot-off vinto dopo il
primo lancio da Dragoni che si è così messo al
collo l’argento. A parte il successo a mani basse
dell’Eccellenza Mauro Ferri (Eurotrap), anche le
altre sfide ci hanno regalato bei momenti di sport
con alcuni capovolgimenti di fronte nell’ultima tornata che hanno dato maggior brio alla kermesse.
Di buona fattura il successo tra i Master di Gianfranco Mosca (Belvedere-Uboldo) con alle spalle
i gettonatissimi Dino Pavan (Campanile-Mesero)
e il maestro dei maestri Mario Barbieri (Pezzaioli) e stesso dicasi, questa volta tra le Ladies, dello
scudetto regionale vinto, senza mai lasciar posto a
pronostici avversi o dubbi fin dalla prima giornata,
da Daniela Mazzocchi affiliata quest’anno al team
Milano Trap. Chiudiamo con gli Juniores, dove a
dettar legge è stato il giovane alfiere del Tav Tav
Belvedere di Uboldo Marco Caimi che ben poco
ha concesso alle speranze dell’arlunese Michelangelo Dondi, suo più diretto antagonista, fin dalla
prima giornata di gara.
DALLE REGIONI
fetta parità di punteggio fatta registrare al termine delle tre prove in programma, ovvero quelle
disputate a Fagnano, Arluno e Mesero, tutte sulla
distanza dei 50 piattelli ciascuna e la possibilità di
scartare la prova meno performante, si è dovuti
andare a spulciare la classifica, che ha così sancito
il successo dei bresciani del Tav Pezzaioli in virtù
dell’ultima miglior serie. Emozioni non ne sono
mancate neppure in alcune sfide per lo scudetto
regionale in alcune categorie e qualifiche tra i 109
partecipanti in lizza sotto la pioggia che ha caratterizzato la gara di chiusura. Tra le sfide più accattivanti, quella tra i tiratori di Seconda categoria
dove l’alfiere dell’Eurotrap Sebastiano Palumbo,
protagonista peraltro di una apprezzabile rimonta,
è riuscito, solo ai tempi supplementari, a piegare
le giustificate velleità del portacolori bergamasco
del Tav Cieli Aperti Stefano Bettoni e del tiratore accasato al Tav Pezzaioli Massimo Ferrari. Altre
vittorie a denti stretti, ovvero con lo scarto di un
solo piattello a far la differenza, quelle di Bruno
Celada del Tav Il Campanile di Mesero tra i Terza
e di Franco Sozzani (Eurotrap) nella qualifica Veterani. Da sottolineare, tra i Terza, la bella sfida per il
bronzo tra il varesino Germano Evangelisti (Tav La
Montagnola) e Andrea Papotti (Tav Il Campanile)
che sono andati allo shoot-off chiuso con un + 4 a
favore di Evangelisti.Anche il Veterano Franco Soz-
QUI SICILIA: IL GIORNO DI
ANTONINO CAPPELLO
Di Giuseppe Di Giorgi
Si è sostanzialmente stabilizzata la partecipazione
al campionato d’inverno 2015, sia per l’individuale
(250/260 partecipanti) che per le società (15/17
sodalizi), che la prossima domenica assegnerà titoli,
bonus e qualificazione a squadre nell’ultima prova in
calendario sui campi di Mazara del Vallo e Castanea.
Domenica 15 febbraio è stato il giorno di Antonino
Cappello (nella foto Cappello è premiato da Saro
Avveduto e Salvo Giaquinta),Veterano di terza categoria che a Siracusa ha vinto brillantemente la prova con 47/50. Al Tav Traversa di Casteldaccia, invece,
nulla di nuovo sotto il sole: è infatti ancora il fortissimo Fabio Sollami a vincere la prova dimostrando un
momento di forma strepitosa. Per le società: Catania
e La Contea ex aequo a quota 265/300 nell’orientale seguite da Castanea con 254, nell’occidentale
Torretta vince la prova con 275/300 seguita a pari
merito da ben quattro società: Marsala, Mothia, Il
Tiro e Eni Group, tutte a 265.
17
316 317
DALLE REGIONI
UNO SCUDETTO
PER TITTARELLI
Il fuoriclasse di Fabriano è campione regionale d’inverno del’Umbria nella Fossa Olimpica:
vincono il titolo anche Daniele Lucidi, Maurizio Calzettoni, Francesco Ciocca, Katia Rostini
Lucidi, Massimo Ceccarelli, Sergio Tarquini e Michele Nicoletti
Di Stefano Terrosi
18
316 317
Finale da spettacolo per la sesta ed ultima prova del Campionato regionale d’inverno di Fossa Olimpica sulle pedane dello Sporting & Resort Umbriaverde di Massa Martana. Ben 138
tiratori si sono sfidati per l’assegnazione dei
titoli e per ottenere la qualificazione alla finale
del Campionato nazionale d’inverno. Si è aggiudicato questa gara lo straordinario tiratore
del Tav Cascata delle Marmore Daniele Lucidi
che, con il punteggio di 49 su 50, precedeva in
classifica assoluta Roberto Castrichini (49/50),
Maurizio Calzettoni (49/50), Stefano Bracci
(48/50), Roberto Sparnaccini (48/50), Marcello
Tittarelli (48/50), Carlo Brunetti (47/50), Franco Felici (47/50), Massimo Ceccarelli (47/50)
e, a chiudere le prime dieci posizioni, Sandro
Diamantini (47/50). Al barrage finale per l’assegnazione del Trofeo del Presidente accedevano:
Marcello Tittarelli (Eccellenza – Tav Umbriaverde), Roberto Castrichini (Prima categoria - Tav
Umbriaverde), Massimo Ceccarelli (Seconda
categoria - Tav Umbriaverde), Mauro Schiavolini (Seconda categoria - Tav Foligno), Simone
Apostolico (Seconda categoria - Tav Gualdo
Tadino) e Maurizio Carubini (Terza categoria Tav Trasimeno). Al termine di un’entusiasmante
sfida, dove i sei tiratori hanno fallito solo dodici bersagli su centocinquanta, è emersa ancora
una volta la classe di Marcello Tittarelli, premiato dal Presidente di Umbriaverde Giuliano
Proietti, che si aggiudicava il Trofeo con il punteggio di 24 su 25. Nella classifica a squadre
il Tav Umbriaverde (280/300) ha prevalso per
un solo piattello sul Tav Foligno (279/300) e
sul Tav Cascata delle Marmore (279/300). Alla
presenza dei coordinatori della gara Mauro Labella e Mario Massaccesi, il Car Marino Cipriani stilava le classifiche finali per incoronare i
campioni regionali d’inverno 2015. Ecco il responso del circuito regionale d’inverno di Fossa Olimpica dell’Umbria: Eccellenza – Marcello
Marcello Tittarelli premiato
da Giuliano Proietti
Tittarelli (campione regionale), 2° Pierpaoli
Giovanni, 3° Leonardo Brozzetti, Prima Categoria – Daniele Lucidi (campione regionale),
2° Oscar Rota, 3° Claudio Sciurpa, Seconda
Categoria – Maurizio Calzettoni (campione
regionale), 2° Micio Gioiello, 3° Francesco
Grigioni, Terza Categoria – Francesco Ciocca
(campione regionale), 2° Massimo Cerreti, 3°
Maurizio Carubini, Veterani – Massimo Ceccarelli (campione regionale), 2° Stefano Bocci,
3° Marino Cipriani, Master - Sergio Tarquini
(campione regionale), 2° Sergio Pantalla, 3°
Mauro Schiavolini, Settore Giovanile – Michele Nicoletti (campione regionale), 2° Leonardo Franceschini, 3° Davide Allegrucci. Ladies
– Katia Rostini Lucidi (campione regionale).
Accedono al Campionato italiano d’inverno a
squadre il Tav Cascata delle Marmore con zero
penalità, il Tav Umbriaverde con sei penalità ed
il Tav Foligno con dodici penalità. Sfortunatissimi gli atleti del Tav Trasimeno, complice l’ottima prestazione finale del Tav Foligno, ai quali
DALLE REGIONI
I campioni regionali d ’inverno
dell’Umbria della stagione 2015
si è applicata con precisione la famosa legge di
Murphy: tutto quello che poteva andare storto,
è andato storto. I tiratori lacustri, per una serie negativa di eventi e per il gioco degli scarti, sono rimasti ancora una volta fuori dai tre
posti disponibili pur avendo le stesse penalità
di Foligno.
I CAMPIONI DEL PIEMONTE
È Giuseppe Palumbo il campione regionale d’inverno di Eccellenza di Fossa Olimpica del Piemonte: lo ha decretato la sfida conclusiva del circuito 2015 sulle pedane della Società Le Bettole di
Trecate. Nella massima categoria il secondo gradino del podio è stato appannaggio di Alessandro
Musolino e il terzo di Alessandro Quatrana. In Prima categoria è campione regionale Davide Lucchiari che precede Mimmo Chindemi e Paolo De Micheli. In Seconda lo scudetto va a Antonio
Ferrara che precede Enrico Lino e Luigi Pizzimenti, mentre tra i Terza svetta Rossano Zabarino
davanti a Cesare Guarda e Bruno Salcuni. Con Erica Marchini campionessa regionale delle Ladies
davanti a Nayara Tarricone e Elda Rolandi, è invece Mirko Tumiatti ad aggiudicarsi lo scudetto del
Settore giovanile davanti a Stefano Pesce ed Elisa Forno. Giorgio Bottigella vince tra i Veterani precedendo Peppino Musolino e Nicola Malara, mentre Erasmo Belledonne è campione dei Master
davanti a Beppe Maffiotti e Giuseppe Quattrocchio. Tra i sodalizi è la Carignanese a conquistare il
titolo: la Società torinese precede Carisio e Pecetto.
19
316 317
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
7 193 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content