close

Enter

Log in using OpenID

Comunicato stampa Assomela 16022015

embedDownload
Produzione di mele e situazione di mercato
- Comunicato stampa di Assomela –
16 Febbraio 2015
Il Comitato marketing di Assomela ha analizzato la situazione del mercato a livello
nazionale, regionale e provinciale, nel contesto comunitario e come prospettive di
evoluzione.
Le vendite
Dalla partenza della stagione commerciale sono state vendute complessivamente 967.231
ton., con un aumento particolarmente significativo pari a 139.143 tonnellate (+ 17%)
rispetto allo stesso periodo del 2013/2014.
Considerato che l’aumento di produzione per quanto riguarda le mele da tavola è stato
esattamente del 17% si può affermare che il trend di vendite è perfettamente in linea con
l’obiettivo di chiusura della campagna commerciale corrente entro fine estate.
Dal punto di vista varietale per il gruppo Gala si registra una vendita di 239.945 ton. da
inizio stagione, rispetto alle 204.136 ton. dell’anno precedente. La giacenza residua pari
51.618 ton. potrà essere collocata con buona soddisfazione entro fine aprile.
Ottimi volumi di vendita si trovano anche per il gruppo Red delicious, con 121.772 ton.
collocate al 01 febbraio contro le 81.898 del 2014 (+48%), della Fuji con 69.240 ton. vendute
rispetto alle 55.827del 2014 (+24%) e per la Golden delicious, che evidenzia un volume di
vendita pari a 316.769 ton., con un + 10% rispetto al 01 febbraio 2014.
In maniera un po’ sorprendente la stessa Granny Smith segna un record di vendite, con
68.845 ton. esitate nella stagione corrente contro le 46.210 dello stesso periodo nell’anno
2014 (+ 49%). Ottimo comportamento anche per la varietà Braeburn, che si porta a 53.004
ton. di giacenza, circa 1.000 ton. in meno rispetto al 2014.
Le Giacenze
L’elevato ritmo di vendita porta la giacenze totale di “mele da tavola” alla data del 01
gennaio 2015 a 1.186.513 ton., superiore del 17% rispetto alla stessa data dell’anno
precedente.
Questo trend ha consentito di ridurre di circa il 45% l’aumento di volume di mele
disponibili tra il raccolto 2014 ed il raccolto 2013, che passa da 307.418 a 168.275 ton.
Le previsioni di produzione dell’Emisfero Sud
In occasione di Fruit Logistica si è tenuto il tradizionale meeting di WAPA con la
presentazione delle previsioni di produzione e dei programmi di esportazione dei
maggiori paesi produttori dell’Emisfero Sud, come di seguito riportati.
Per quanto riguarda le produzioni si rileva una prospettiva di aumento del 5% circa, che
porterebbe il volume totale a 5.542.000 ton., seconda produzione degli ultimi anni.
Non sono stati ancora stimati i danni di una estesa grandinata che ha interessato le aree a
melo in Argentina, che potrebbe ridurre il volume di mele per il mercato fresco. La qualità
viene confermata buona e la stagione leggermente in ritardo rispetto alla precedente.
Previsioni di produzione Emisfero Sud (fonte WAPA)
x 1000 tons
Paese
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
P2015
[1]
[2]
Argentina
Australia
Brasile
Cile
Nuova Zelanda
Sud Africa
1.047
267
993
1.732
427
689
980
262
983
1.770
434
749
933
263
1.053
1.811
466
747
800
255
1.226
1.755
448
775
1.048
260
1.250
1.784
513
768
853
293
1.184
1.806
476
813
930
289
1.063
1.755
550
907
890
275
1.165
1.667
478
794
907
311
1.234
1.678
538
874
2%
13%
6%
1%
13%
10%
2%
9%
8%
-4%
7%
4%
Totale
5.156
5.178
5.272
5.260
5.623
5.426
5.494
5.269
5.542
5%
2%
[1]Differenza percentuale tra previsione 2015 e produzione consuntiva 2014
[2] Differenza percentuale tra previsione 2015 e media delle produzioni consuntive 2012/2013/2014
La destinazione d’uso dei frutti raccolti fornisce una indicazione importante per valutare il
livello di impatto sul mercato.
In tal senso si rilevano programmi di esportazione globalmente superiori del 5% rispetto
all’anno precedente, sebbene in alcuni paesi il mercato interno sia in crescita (Brasile) e la
situazione nel mercato comunitario continui ad essere pesante.
Considerando che il mercato USA appare meno remunerativo, complice anche il secondo
record di produzione in due stagioni consecutive e che una costante incertezza grava sul
mercato Russo, è ragionevole prevedere un maggiore indirizzo di mele verso i mercati
asiatici o del Medio Oriente.
Programmi di esportazione (fonte WAPA)
Export in tonnellate
Paese
Argentina
Brasile
Cile
Nuova Zelanda
Sud Africa
TOTALE
2011
2012
2013
2014
P2015
[1]
[2]
212.903
48.665
794.000
299.643
318.966
133.233
72.096
758.000
285.049
358.456
163.500
85.467
823.000
324.685
434.663
160.600
44.294
798.000
303.251
339.321
149.900
50.000
801.000
298.443
423.713
-7%
13%
0%
-2%
25%
-2%
-26%
1%
-2%
12%
1.674.177
1.606.834
1.831.315
1.645.466
1.723.056
5%
2%
[1] Differenza percentuale tra previsioni di export per l'anno 2015 e export anno 2014
[2] Differenza percentuale tra previsioni di export per l'anno 2015 e media export 2012-2013-2014
Tendenze e prospettive
I trends di vendita si sono confermati eccellenti ed elevati su tutte le aree ed i paesi.
Per alcune varietà, come Gala, Red, Braeburn e Fuji, si confermano segnali di recupero
dei prezzi. Resta più delicata la situazione per la stessa Golden delicious in particolare per
i calibri inferiori.
In senso positivo, dopo gli ultimi aggiornamenti, si rileva una scarsa pressione della
Polonia, in parte per un probabile sfogo verso tradizionali mercati dell’Est Europa dove
trovano più facile collocazione le vecchie varietà ancora presenti in tale paese ed in parte
per l’assorbimento di volumi rilevanti di mele da parte della Turchia, che conferma un
calo di produzione del 25% circa.
Viste le dinamiche di decumulo si conferma che il volume di prodotto aggiuntivo rispetto
alla stagione precedente potrebbe essere assorbito già a primavera, portando la
disponibilità e l’offerta di mele ad un livello più equilibrato.
In attesa di indicazioni più chiare circa la quota di produzione di controstagione
dell’Emisfero Sud che arriverà in quello settentrionale, i dati disponibili fino a questo
momento permettono di confermare le valutazioni prudenti ma ragionevoli già espresse
a dicembre e gennaio per una graduale ripresa del mercato nell’ultimo terzo della
stagione commerciale.
Assomela s.c. è il Consorzio delle Organizzazioni di Produttori di mele italiani che rappresenta
l’80% della produzione melicola nazionale, a cui si associano le OP VOG (Marlene), VIP e VOG
Products della Provincia di Bolzano, Melinda, “la Trentina” e Mezzacorona della Provincia di
Trento, COZ e Nord Est della Regione Veneto, Melapiù della Regione Emilia Romagna, Rivoira e
Lagnasco della Regione Piemonte, Friulfruct del Friuli Venezia Giulia e Melavì della Regione
Lombardia.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
116 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content