close

Enter

Log in using OpenID

20140405_A_pl_taio_fiorinda punta a crescere ancora

embedDownload
Valli di NON e SOLE
l'Adige
Le prime venti tonnellate sono state
acquistate dal gruppo britannico Asda
che fa parte del colosso WalMart
VAL DI NON
Ufficio: 0463 421213 fax 0463 609175
email: [email protected] - Recapito: via Madruzzo, 2
A partire dall’autunno verranno stoccati
circa 900 vagoni di mele all’interno degli
spazi sotterranei per la frigoconservazione
Le mele in grotta con successo
sbarcano in Gran Bretagna
E una fetta di questo importante quantitativo (selezionata sulla base di precise caratteristiche estetiche e organolettiche per il mercato al quale sarà destinato) se l’è già assicurata
Asda. Si tratta del primo accordo di
esclusiva (peraltro basato su un patto fra gentiluomini) che il consorzio
del bollino blu stringe per la vendita
di mele conservate all’interno di pareti di roccia che hanno 170 milioni di
anni, senza ossigeno e ad una temperatura costante di un grado.
Al progetto che coniuga le esigenze
di nuovi spazi del consorzio delle mele Dop e il rispetto ambientale viene
dunque riconosciuto un grande valore di immagine. Il magazzino sotterraneo appare molto attraente per le
catene di distribuzione. E l’impegno
nel rispettare il territorio e nel risparmiare energia e acqua fa percepire il
valore unico dei frutti conservati in
galleria. Che possono dunque risultare decisamente interessanti ai consumatori più attenti a queste tematiche.
Per fare un semplice esempio, come
l’energia idroelettrica piace più di
quella nucleare, la mela stoccata in
grotta riscuoterà forse maggiori apprezzamenti rispetto a quella conservata in un tradizionale magazzino. Va
sottolineata comunque la necessità
di non creare aspettative irrealistiche
sulla possibilità di ottenere guadagni
più consistenti dalla vendita di mele
«ipogee».
ANDREA BERGAMO
VAL DI NON - Nel reparto ortofrutta
di alcuni supermercati Asda, nel Regno Unito, le mele conservate in grotta erano state proposte come prodotti eccezionali. First apples in the world
to be stored in a cave (le prime mele
al mondo immagazzinate in grotta,
ndr) recitava il cartello pubblicitario
sul quale spiccava il marchio Melinda. Sui banconi è stato disponibile un
piccolo quantitativo di frutti, pari ad
appena due vagoni (corrispondenti a
20 tonnellate) provenienti dalla prima cella sperimentale realizzata all’interno dei tunnel di Dolomia a Mollaro. Un’iniziativa evidentemente apprezzata, tanto che in attesa del completamento dei lavori all’intrerno della cava «Rio Maggiore», la catena britannica che rientra nel circuito della
statunitense WalMart si è già assicurata l’esclusiva per un anno delle Golden destinate alla Gran Bretagna.
L’innovativa iniziativa che vede come
partner Melinda e Tassullo Spa sta
dunque riscuotendo grande interesse anche fuori dai confini nazionali,
tanto che l’esclusiva riguarda mele
che non sono ancora maturate nei
frutteti della val di Non. A partire dal
prossimo autunno verranno stoccati
circa 900 vagoni di mele appena raccolte all’interno degli spazi per la frigoconservazione ricavati sotto terra.
MOLLARO
sabato 5 aprile 2014
41
IN BREVE
COREDO
Concerto benefico
Concerto di beneficenza
domani con il gruppo vocale
«Homines Ventris» che
esegue la messa «Papae
Marcelli» di Giovanni
Pierluigi da Palestrina.
Segue l’esibizione del Coro
7 Larici, per la prima volta
diretto dal maestro
Massimiliano Cova,
studente di musica di soli
20 anni, con un repertorio a
base di canti popolari del
Trentino. Ore 20.30.
REVÒ
Alimentazione e salute
Ha inizio lunedì 7 aprile
presso il centro servizi il
corso «Alimentazione per la
salute», che sarà tenuto da
Milena Berti, educatrice alla
salute, autrice di 13
monografie sul tema. Otto
le lezioni previste, sempre al
lunedì, dalle 20.15 alle
21.15. Informazioni e
iscrizioni al 340/8481648.
Un cartello in inglese pubblicizza l’origine delle mele «frigoconservate» nelle celle ipogee
E proprio a partire da un ragionamento sulle grotte nonese, il direttore generale di Conad Francesco Pugliese ha
recentemente invitato a guardare ai
modelli del made in Italy che esalta-
no la produttività e la qualità «come
le mele del Trentino che hanno messo a punto un’organizzazione tale da
richiamare anche colossi della grande distribuzione come WalMart».
VAL DI NON
Sacchetti per l’umido
La Comunità di valle
informa che per gli utenti
dei Comuni di Cles,Taio,
Tres, Coredo, Smarano,
Sfruz, Denno e delle frazioni
di Termon, Campodenno,
Quetta e Dercolo sono in
distribuzione i sacchetti per
la raccolta del rifiuto umido
presso i Centri di Raccolta
Materiali di Cles,Taio,
Coredo e Denno, da martedì
8 a venerdì 11 aprile negli
orari di apertura.
Informazioni sul sito
www.comunitavaldinon.tn.it
La festa si arricchisce di biciclettate tra i meli in fiore e rievocazioni
Fiorinda punta a crescere ancora
FEDERICA CHINI
TAIO - L’edizione 2014 di
Fiorinda si preannuncia ricca
di iniziative e proposte per
tutti i gusti: l’evento che
celebra la fioritura dei meli si
terrà sabato 12 e domenica
13 aprile a Mollaro. La
macchina organizzativa,
come affermano la presidente
e la vicepresidente della Pro
Loco di Taio, Ilaria Magnani
ed Elisa Chini, è ai blocchi di
partenza, forte del supporto
offerto dalle realtà
economiche locali e del
notevole contributo
dell’associazionismo e
volontariato, che metterà in
campo un gruppo di 200
persone pronte a dare una
mano. «Quest’anno
l’organizzazione è più mirata
e perfezionata rispetto
all’edizione numero zero del
PASSO MENDOLA
2013: contiamo sull’ulteriore
consolidamento della
manifestazione e della
numerosa presenza dei
turisti» dice Chini,
ricordando il grande
successo dello scorso anno,
che ha portato nelle vie di
Mollaro ben 10.000 presenze
nei due giorni della kermesse.
Si rafforza la partnership con
i consorzi Melinda e
Trentingrana e la Strada della
Mela e dei Sapori, con
l’allestimento di stand
enogastronomici di prodotti
tipici ed artigianali locali, il
mercato florovivaistico e la
Casarada. Non mancheranno
percorsi culturali e didattici
per bambini ed adulti,
biciclettate tra i meli in fiore
con la Scuola di Ciclismo Val
di Non e di Sole e grandi
spettacoli storici alla
scoperta del castello di
Mollaro. A questo proposito,
la presidente del Gruppo
Rievocatori Storici del
Trentino Margherita
Valentini ha presentato la
rievocazione medievale dei
decenni compresi tra il 1350
ed il 1380, alla quale
prenderanno parte armigeri,
arcieri, falconieri, musici e
cavalieri della Compagnia
delle 13 Porte di Bologna;
sabato sera cena medievale
degli arcieri con zuppa,
salumi e pane di fichi e
racconti medievali per
bambini ed horror per adulti
e possibilità di passeggiare
tra gli stand illuminati fino
alle 20.30. La manifestazione
ha un occhio di riguardo per
la solidarietà: sarà infatti
aperta una mostra d’arte,
«Primavera - la rinascita», le
cui opere saranno donate
dagli artisti per la raccolta di
fondi in favore dell’Agsat di
Coredo e della «Fondazione
Sebastiano». Inoltre, il
progetto «Terre per l’Africa»,
in collaborazione con la
Cassa Rurale d’Anaunia e
l’associazione Melamango,
invita all’acquisto di
appezzamenti di bananeti in
Kenya al prezzo simbolico di
1 euro al metro quadro: il
ricavato sarà devoluto
all’orfanotrofio Shalom Home
di Mintunguu.
«I presupposti per la buona
riuscita della due giorni ci
sono: ora speriamo che il
tempo faccia la sua parte»
conclude Chini, ringraziando
gli sponsor. L’inaugurazione
ufficiale si terrà sabato 12
alle 15; via della Pausa a
Mollaro sarà chiusa al
traffico. La giornata di
domenica coincide con il
referendum per la fusione dei
5 comuni dell’altopiano della
Predaia: gli organizzatori
avvisano la popolazione che
Trenta maestri hanno aiutato i ragazzi a sperimentare la disabilità
Un evento dell’edizione 2013 di Fiorinda
sarà possibile parcheggiare
nel piazzale antistante la
chiesa per espletare le
operazioni di voto. Saranno a
disposizione bus navetta per
percorsi culturali a Castel
Thun, al Museo di Padre Kino
a Segno e alla pieve di Torra
ed è in fase di organizzazione
l’apertura del parcheggio del
magazzino Cocea di Taio con
relativo servizio di trasporto
alla festa. Venerdì 11 aprile,
MALÉ
alle 20, avrà luogo presso
Cocea il convegno
introduttivo alla kermesse,
«Agricoltura e turismo:
indifferenza o alleanza?»
organizzato in collaborazione
con la Cassa Rurale
d’Anaunia. Per informazioni è
possibile consultare il sito
www.fiorinda.org oppure
contattare Ilaria al numero
348 5967679 ed Elisa al
numero 349 6788303.
Tagliare siepe e rami sporgenti
Studenti Enaip, una giornata speciale sulla neve Multe per l’incuria
PASSO MENDOLA - Giornata speciale per
gli studenti di Enaip e Upt di Cles, che
sulle nevi di Passo Mendola hanno preso
parte al progetto «Scie di passione»,
promosso dalla Comunità di valle,
rappresentata nell’occasione
dall’assessore Stefano Graiff. Un progetto
il cui scopo è garantire a tutti di vivere la
montagna e lo sport sulla neve
indipendentemente dalle proprie
condizioni psico-fisiche e motorie, in
collaborazione con i maestri di una
scuola di sci che promuove progetti
legati alla disabilità per 365 giorni l’anno.
La giornata è stata «guidata» dal maestro
di sci Vito Molignoni e dal primo maestro
di sci disabile d’Italia, Mauro Bernardi: gli
studenti hanno potuto sperimentare sul
campo varie pratiche sportive dello sci
alpino e nordico simulando le diverse
tipologie di disabilità. I ragazzi hanno
svolto le attività con molta curiosità,
impegno e dedizione grazie alla
professionalità dei circa trenta maestri di
sci presenti. Nella stessa giornata si è
tenuto un «incontro di restituzione» dei
lavori al Centro Sportivo di Sarnonico:
«Un’esperienza entusiasmante dove ho
potuto provare alcune attrezzature
utilizzate dai disabili per sciare, ho
anche provato a sciare con gli occhiali
oscurati e all’inizio l’impatto è stato forte
perché mi mancava qualcosa, non avevo
più l’equilibrio e dovevo fidarmi del
compagno che mi accompagnava»,
commenta Michele, studente dell’Enaip,
mentre Francesco, studente dell’Upt,
testimonia: «Ho accompagnato un mio
compagno che fingeva di essere non
vedente e la cosa non è stata semplice in
quanto lui doveva trovare la sicurezza
muovendosi con la sinergia giusta,
controllando le emozioni». «Un progetto
importante per la nostra scuola dove
diversità, integrazione e inclusione sono
concetti all’ordine del giorno»,
commenta il direttore dell’Enaip, Luca
Branz. «L’incontro di preparazione
tenutosi presso la scuola, grazie al
racconto di vita da parte di Mauro
Bernardi, aveva già messo in risalto
presupposti importanti, e l’entusiasmo
di molti studenti che hanno partecipato
alle varie attività proposte sono una
conferma della valenza di questo
progetto». Analoghe considerazioni per
Walter Iori, direttore dell’Upt: «Il lavoro
quotidiano di sensibilizzazione e di
attenzione alla disabilità all’interno della
scuola ha dato i suoi frutti in un contesto
dove i ragazzi avrebbero potuto
dimostrarsi incapaci di concepire le
difficoltà quotidiane di un disabile. Così
non è stato, la giornata è stata vissuta
con intensità di emozioni che
porteranno ulteriore beneficio non solo
nel contesto dell’ambiente scolastico,
ma anche nel vissuto quotidiano dei
nostri allievi».
MALÉ - Usa il pugno di ferro il sindaco di Malé Bruno
Paganini, con i residenti che non si prendono cura della
propria aiuola. Con un’ordinanza firmata ieri mattina, il
primo cittadino del capoluogo solandro ha stabilito il
pagamento di una multa compresa tra i 168 euro e i 674
euro per chi non dovesse spuntare arbusti e rami che
invadono parcheggi, marciapiedi, piste ciclopedonali e
strade comunali. Lo stesso vale per le siepi che
occultano la segnaletica stradale, creano problemi di
visibilità alla circolazione e non consentono il passaggio
di ciclisti e pedoni. L’iniziativa di Paganini è stata decisa
in seguito alle segnalazioni da parte della Polizia locale,
che ha rilevato come in diversi punti dell’abitato vi siano
siepi, arbusti e rami che sporgono sulla pubblica via.
Nell’ordinanza si fa dunque notare che l’incuria della
vegetazione può costituire un pericolo per l’incolumità
dei cittadini, e che persino il Codice della strada prevede
alcuni obblighi «in modo da non restringere o
danneggiare la strada». Si tratta di prescrizioni
quantomeno curiose, perché riguardano il tema della
pacifica convivenza fra cittadini. Regole spesso
considerate banali, ma che evidentemente non sono
affatto scontate.
An. Bg.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
225 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content