close

Enter

Log in using OpenID

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.3 Avvertenza

embedDownload
Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.3
Avvertenza
In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso
esclusivo del destinatario della presente comunicazione e non possono essere divulgate a terzi o pubblicate senza il consenso
scritto della ZUCCHETTI.
Principali novità introdotte
1. Migliorie Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione
Con questo aggiornamento, sono state introdotte importanti migliorie riguardanti l’integrazione tra Gestionale 1 e il nuovo
software Zucchetti “Fatturazione Elettronica PA” (c.d. FATEL), che elenchiamo qui di seguito.
•
Possibilità di esportare a FATEL le informazioni CIG e/o CUP per le fatture non collegate agli ordini
Con la versione 5.3.3 è possibile esportare a FATEL i campi “Codice C.I.G.” e/o “Codice C.U.P.”, indicati nella scheda “Altri
dati” della Testata della fattura di vendita, anche se questa non ha nessun ordine collegato. L’invio del CIG e/o CUP a
FATEL, avviene solo nel caso in cui si compili in fattura il campo “Vs. ordine” (ed eventualmente il campo “del”) presente
nella scheda “Principali” della Testata del documento, infatti, secondo anche quanto dichiarato dalla Segreteria Tecnica
SDI, il CIG e\o il CUP devono necessariamente avere un numero che li identifichi, che può essere il numero dell’ordine di
acquisto, il numero del contratto o, ancora, il numero della convenzione in essere con la Pubblica Amministrazione.
Il valore compilato in Gestionale 1 nel campo “Vs. ordine” viene riportato in FATEL nel campo “Numero Documento” nella
scheda “Dati documenti di origine” e corrisponde al campo “IdDocumento” dell’ordine, presente nella sezione
<DatiOrdineAcquisto> del tracciato XML, formato FatturaPA, da inviare a SDI; l’informazione relativa all’<IdDocumento>
può essere richiesta da alcuni enti della Pubblica Amministrazione (es. INPS).
In Gestionale 1 è possibile compilare anche il campo “del” posto accanto a “Vs. ordine” per riportare in FATEL la data
dell’ordine di riferimento.
Esportazione CIG e/o CUP per fatture collegate agli ordini
Per le fatture collegate agli ordini, ad oggi è già possibile inviare a FATEL il CIG e/o il CUP, infatti, compilando tali
informazioni sull’ordine di origine, queste vengono riportate automaticamente sulla fattura di vendita generata. Anche in
questo caso CIG e/o CUP hanno la necessità di avere un numero che li identifichi, pertanto, si consiglia la compilazione del
campo “Vs. ordine” sull’ordine di partenza; tuttavia, in assenza di tale informazione, il gestionale passerà a FATEL il
riferimento interno dell’ordine (es. C1 2014 5) al fine di garantire il passaggio del CIG e/o CUP.
Il riferimento interno dell’ordine verrà riportato in FATEL nel campo “Numero documento” con il prefisso “ns. ord.” (es. ns.
ord. C1 2014 5) per differenziare il riferimento dell’ordine interno dell’azienda di Gestionale 1, dall’ordine di acquisto della
PA.
•
Possibilità di esportare a FATEL i riferimenti relativi al contratto o alla convenzione
Qualora l’utente avesse la necessità di indicare, invece dell’ordine, i riferimenti del contratto o della convenzione in essere
con la Pubblica Amministrazione, è possibile utilizzare il campo “Vs. ordine” debitamente compilato secondo le seguenti
indicazioni:
-
per trasferire i dati relativi ad un contratto compilare il campo “Vs. ordine” con il prefisso “cont.” (minuscolo)
seguito dal numero del contratto (es. cont. 556); in questo modo in FATEL, nella scheda “Dati documenti di origine”,
nella sezione “Riferimenti documenti di origine” verrà inserita una riga di Tipo “Contratto” e “Numero Documento” il
numero del contratto inserito dopo la stringa “cont.”
Inserendo il campo “Vs. ordine” nella modalità descritta verrà compilata la sezione <DatiContratto> del tracciato XML
e, se compilati, verranno trasferiti in questa sezione anche i codici CIG, CUP e la data indicati nel documento nei
campi “Codice C.I.G.”, “Codice C.U.P.” e “del”.
-
per trasferire i dati relativi ad una convenzione compilare il campo “Vs. ordine” con il prefisso “conv.”
(minuscolo) seguito dal numero della convenzione (es. conv. 7890); in questo modo in FATEL, nella scheda “Dati
documenti di origine”, nella sezione “Riferimenti documenti di origine” verrà inserita una riga di Tipo “Convenzione” e
“Numero Documento” il numero della convenzione inserito dopo la stringa “conv.”
Pag. 1 / 3
Inserendo il campo “Vs. ordine” nella modalità descritta verrà compilata la sezione <DatiConvenzione> del tracciato
XML e, se compilati, verranno trasferiti in questa sezione anche i codici CIG, CUP e la data indicati nel documento nei
campi “Codice C.I.G.”, “Codice C.U.P.” e “del”.
Esempio per trasferimento dati contratto
Compilazione in G1:
Risultato in FATEL:
- Vs. ordine: “cont. 556”
- Tipo: “Contratto”
- del: “01/07/2014”
- Numero documento: “556”
- Codice C.U.P: “12245725”
- Data: “01/07/2014”
- Codice C.I.G: “145781A25”
- Codice Unitario Progetto: “12245725”
- Codice Gara: “145781A25”
•
Adeguata la scelta “Aggiorna Stato Fattura Elettronica da FATEL”
Con la versione 5.3.3 è stata adeguata la scelta “Aggiorna Stato Fattura Elettronica da FATEL” per consentire la lettura
della notifica di tipo AT (Attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito) introdotta in FATEL, per gestire
il caso in cui, non conoscendo il codice IPA del soggetto destinatario, si inserisce in fattura un codice IPA “999999” e per
tale documento si avrà solo e direttamente l'invio della attestazione di avvenuta trasmissione (AT) con la quale il
documento può essere considerato emesso e lo stato in FATEL sarà “Non recapitabile”.
Pag. 2 / 3
Il file generato da FATEL (STATI_FEPA.CodiceAzienda), contenente l'elenco dei documenti considerati emessi, che verrà
successivamente importato in Gestionale 1, conterrà oltre allo stato “RC” (Ricevuta Consegna) e/o “MC” (Mancata
Consegna), anche lo stato “AT”. A questo punto in Gestionale 1, attraverso la scelta “Aggiorna Stato Fattura Elettronica da
FATEL” sarà possibile aggiornare lo Stato Fattura Elettronica impostando il valore “Emesso” anche per i documenti per i
quali si è ricevuta la notifica di Attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito “AT”.
•
Inserimento di un nuovo messaggio NON bloccante per la verifica della corretta impostazione dei dati
anagrafici per i clienti soggetti alla fatturazione elettronica
Con questo aggiornamento, qualora un cliente “Soggetto alla fatturazione elettronica”, abbia impostato come Tipo
anagrafica “Persona fisica” senza aver indicato Nome e Cognome, viene fornito un messaggio che invita l’utente alla
verifica dei dati anagrafici inseriti, in particolare suggerisce di indicare come Tipo anagrafica “Società” oppure di compilare
Nome e Cognome nella scheda “Domicilio Fiscale” nell’Anagrafica Clienti.
Il nuovo messaggio è stato introdotto nelle scelte “Anagrafica Clienti” (menu “Base”), “Gestione Documenti” (menu
“Vendite”) e “Invio documenti a FATEL” (menu “Vendite \ Fatturazione elettronica PA”) ed ha lo scopo di favorire l’utente
nella corretta compilazione dei documenti direttamente in Gestionale 1, evitando così segnalazioni di errore in fase di
validazione dei documenti da parte di FATEL.
Fine documentazione.
Pag. 3 / 3
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
135 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content