Gran tour 2014 - Piemonte Italia

indice/legenda
Gran Tour
Scopri Torino e il Piemonte
con oltre 100 itinerari
tra storia, arte e natura.
Informazioni utili
Pag
2
Calendario generale
4
Il Quadrilatero in musica
8
Torino e dintorni
11
Il territorio piemontese
29
legenda
famiglie
natura
musei e monumenti
arte e storia
avventura
Accessibile ai disabili motori
Parzialmente accessibile ai disabili motori
Non accessibile ai disabili motori
Itinerario in bus
Itinerario a piedi
Possibilità di sosta ristoro Gran Tour
informazioni utili
Il programma è suddiviso in due sezioni: le passeggiate in Torino e dintorni e gli itinerari sul territorio regionale. Gli appuntamenti sono presentati in ordine cronologico,
a partire dalla prima data di svolgimento. Ogni percorso è identificato da un simbolo
che aiuta a selezionare i temi e le modalità di visita.
COME PARTECIPARE
La prenotazione ai singoli itinerari è obbligatoria e può essere effettuata dal 15 maggio per gli itinerari in programma fino al 31 agosto e dal 15 luglio per gli itinerari dal
1 settembre in avanti.
La conferma della prenotazione avviene con il pagamento della quota di partecipazione entro 10 giorni dalla prenotazione e può essere effettuata presso gli stessi punti, o con bonifico
bancario. Per chi sceglie la modalità on line, il pagamento avviene contestualmente alla prenotazione tramite transazione con carta di credito. In caso di pagamento con bonifico l’utente riceverà
una email con i dati utili. Prova dell’effettuato bonifico andrà anticipata via fax al n. Fax 011.0587955
o via mail all’indirizzo [email protected] entro 10 giorni dalla prenotazione.
È possibile prenotare:
• On line collegandosi al sito internet www.piemonteitalia.eu.
• Tramite il numero verde 800329329 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 18
• (chiuso dal 4 al 10 agosto)
• oppure recandosi presso: Infopiemonte-Torinocultura, via Garibaldi 2, Torino, aperto tutti i
giorni dalle 9 alle 18 (chiuso dal 11 al 17 agosto)
• Museo Civico Casa Cavassa, via S.Giovanni 5, Saluzzo
• Asti Turismo, piazza Alfieri 34, Asti
Le prenotazioni si chiudono due giorni prima della data dell’itinerario.
Ogni telefonata dà diritto alla prenotazione di un numero massimo di 4 itinerari per 4 persone.
Con la prenotazione telefonica vengono richiesti i dati anagrafici dei partecipanti, dati che saranno poi confermati all’atto del pagamento.
All’atto della prenotazione occorre indicare il proprio indirizzo di posta elettronica per ricevere la conferma della prenotazione con il promemoria delle visite prenotate e del termine per il pagamento. Attraverso l’indirizzo di posta elettronica si invieranno informazioni sui percorsi prenotati ed è possibile
iscriversi alla newsletter periodica che informa sulle attività di Gran Tour e le disponibilità di posti.
Per i gruppi composti da più di 15 persone è possibile concordare date riservate. Per informazioni
scrivere a: [email protected] o telefonare al 011.19527000
QUOTE DI PARTECIPAZIONE
Eventuali biglietti d’ingresso a musei e siti sono da considerarsi a parte.
Se il museo aderisce all’Abbonamento Musei Torino Piemonte 2014, gli abbonati hanno libero
accesso. Tali informazioni sono indicate in calce alle descrizioni degli itinerari.
GRATUITÀ
Minori di 6 anni, disabili e loro accompagnatori.
Gli insegnanti referenti del progetto “La scuola adotta un monumento”, fino ad un massimo di
2 percorsi.
Chi ha diritto alla gratuità deve comunque prenotarsi e recarsi, con il tagliando o il documento,
presso InfoPiemonte-Torinocultura per ritirare la conferma della prenotazione. Altri costi/ingressi
oltre alle quote passeggiata o bus sono sempre a carico del partecipante.
All’atto della prenotazione, per una migliore organizzazione della visita, si prega cortesemente di segnalare la presenza della persona disabile e del suo accompagnatore. Per gli itinerari in
pullman indicati come accessibili ai disabili il pullman sarà attrezzato con due posti. Altri disabili
possono raggiungere il gruppo con mezzi propri.
NOTE
Le visite sono accompagnate da guide e accompagnatori turistici o dai volontari delle associazioni culturali. Le visite si svolgono in lingua italiana.
Le quote di partecipazione non sono rimborsabili.
Gli itinerari in pullman si effettuano solo al raggiungimento di un minimo di 25 iscrizioni. Gli itinerari a piedi si effettuano solo al raggiungimento di un minimo di 10 iscrizioni.
Le visite annullate dall’organizzazione danno diritto alla scelta di un itinerario alternativo tra
quelli disponibili di pari importo (telefonando al numero verde 800.329.329) oppure al rimborso
della quota versata, esibendo la ricevuta di pagamento (esclusivamente presso InfoPiemonteTorinocultura) ed entro il giorno 30 del mese in corso.
Non sono effettuate per alcun motivo fermate intermedie durante gli itinerari in pullman. È previsto un unico punto di partenza e di arrivo, specificato nelle note in calce ai singoli itinerari.
Per i percorsi di un giorno intero, il pranzo è a carico dei partecipanti.
In alcuni casi l’organizzazione propone un pasto convenzionato, da prenotarsi e indicare all’atto della prenotazione dell’itinerario stesso.
Per le visite si consiglia abbigliamento e scarpe confortevoli.
Speciali requisiti sono indicati nelle “Note” di ciascun itinerario.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per danni subiti dalle persone e dalle cose durante
lo svolgimento di tutte le fasi dell’iniziativa e si riserva di annullare le visite in caso di emergenze
e/o indisponibilità dei luoghi per cause estranee all’organizzazione.
Le quote di partecipazione sono comprese tra 5 € per gli itinerari a piedi fino ad un massimo di 25 € per gli itinerari in pullman in regione
2
PARTECIPARE CON I MEZZI PROPRI
Alla maggior parte degli itinerari in pullman è possibile partecipare utilizzando i mezzi propri. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria. Il pagamento si può effettuare,
entro dieci giorni dalla prenotazione. È attiva anche la prenotazione e il pagamento on line su
www.piemonteitalia.eu, presso Infopiemonte-Torinocultura o con bonifico bancario.
Il numero verde 800.329.329 è sempre disponibile per raccogliere richieste ed esigenze.
Le quote di partecipazione sono:
8 € per gli itinerari in area metropolitana
10 € per gli itinerari in regione
Sui siti www.piemonteitalia.eu e www.torinocultura.it è disponibile la guida descrittiva
con le schede degli itinerari in programma.
L’itinerario del 21 giugno è gratuito e non necessita di prenotazione
3
calendario generale
Maggio
sabato
24
pag
• La città del verde
• Quattro passi nel medioevo tra
12
30
• Astigiano tra tufo e grotte
• Torino rinascimentale
• Leumann: un villaggio tra passato,
30
12
12
• Energia e rafting lungo il po
• Farmacie storiche torinesi
• Piante officinali della collina torinese
• Tracce di cinema al Cimitero
30
13
13
13
Giugno
sabato
14
Pinerolo e Osasco
domenica 25
martedì
giovedì
27
29
sabato
31
presente e futuro
Monumentale di Torino
• Valle Cervo e Miagliano tra lana,
acqua e lavoro
• Dronero e la fiera degli acciugai
Giugno
domenica 1
31
31
venerdì
20
sabato
21
pag
• Le strade dell’Orco
• Sebastiano Ferrero: mecenate e
collezionista nella Biella rinascimentale
• Castelnuovo Scrivia, tesori di arte
e natura
giovedì 5 • Portoni aperti: le meraviglie nascoste nei cortili di Torino
sabato
7 • La città del verde
• Chieri celtica, romana e medievale
• Dai rifiuti all’energia
• Vercelli e dintorni un paesaggio tra
arte e riso
domenica 8 • Pizzi blu. L’arte della ceramica nel
monregalese
• Sulle rive del Lago d’Orta
• Stagioni e colori nella aree protette
del biellese
• Torino e le sue scrittrici
lunedì
9 • Tracce di cinema al Cimitero
Monumentale di Torino
mercoledì 11 • Torino today tour. Le nuove architetture lungo le sponde della Dora
giovedì 12 • I caffè storici intorno a Porta
Nuova
• Benedetto Alfieri e il barocco
ad Asti
4
domenica 15
32
32
domenica 22
32
14
venerdì
sabato
27
28
12
14
15
33
34
33
34
15
13
15
domenica 29
• Antichi mestieri e natura sul Lago
di Viverone
• Torino today tour. Lungo la spina
centrale di Torino
• Vie d’acqua. Da Settimo al vercellese sulle tracce di Cavour
• Sotto i nostri piedi. Visita per
famiglie al Museo di Antichità
• L’abbazia di Fruttuaria e il territorio
del Conte Frola
• L’ottocento a Pinerolo: arte sacra e
riscoperta del medioevo
• Rivalta e la collina morenica
• La città quadrata: Torino romana
• Tracce di medioevo. I visconti e i
contadini
• San Salvario: dal Museo Lombroso
a via Lombroso 16
• Novara e i suoi tesori artistici
• Canale Carlo Alberto e l’imprenditoria alessandrina
• Arte contemporanea, industria e
natura nel biellese
• Architetture della Torino
medievale
• Sulle tracce del lupo
• A Fossano di corte in corte
• Torino green in tram
• Mondovì e le sue antiche tradizioni
• Sui sentieri della Sacra di San
Michele
• Vigna di Madama Reale, già Villa
Abegg e parco
• Domodossola e il Sacro Monte
Calvario
• Cistercensi, certosini e trappisti in
Piemonte
• Vigna di Madama Reale, già Villa
Abegg e parco
• Arte e spiritualità in Valsesia. Sacro
monte e pinacoteca
• Tra delfini, aquile e margheritine:
eclettismo e liberty a San Salvario
pag
Luglio
35
mercoledì 2
16
sabato
5
35
16
domenica 6
36
36
17
17
17
giovedì
10
sabato
12
18
36
37
37
domenica 13
18
38
38
19
38
39
19
venerdì
18
sabato
19
domenica 20
39
40
sabato
26
19
40
19
domenica 27
pag
• Torino liberty tra San Donato e
Cit Turin
• Lanzo, dalla leggenda alla storia
• I sentieri del Re sulle Alpi Marittime
• Chieri celtica, romana e medievale
• Alla ricerca dell’oro tra il torrente
Orco e Castello Malgrà
• Studi aperti, arts festival tra i due laghi
• Aguzzate la vista: caccia al tesoro
nel centro di Torino
• Il tram bianco e blu di Cinecittà:
storia e magia del cinema
• Valle Grana, il Castelmagno tra arte
e natura
• La nuova Torino: dall’area ex Italgas
al campus Einaudi
• Moncalieri, dal fiume alla reggia
• Tesori d’inchiostro e d’arte medievale in Val Susa
• A spasso nel parco, a spasso per
il mondo
• Valle Cervo e Miagliano tra lana,
acqua e lavoro
• 1.000 Anni di cotto
• Made in Torino. L’acqua del Pian
della Mussa
• Pastorizia e produzioni tipiche in
Valle Stura
• Pamparato. Cultura, artigianato e
gastronomia
• Monte Fenera: natura, grotte e
santuario
• Val Varaita: alla scoperta dell’antica
castellata
• Archeotour del cuneese
• Sui sentieri della Sacra di San
Michele
• Valle Grana, il Castelmagno tra arte
e natura
• Riti sacri e banchetti sulle vie di
pellegrini e mercanti
• Spiritualità sui monti del Lago d’Orta
20
41
40
14
41
Agosto
sabato
2
domenica 3
giovedì 7
sabato
9
domenica 10
42
21
venerdì
22
20
sabato
23
42
21
21
43
43
venerdì
sabato
29
30
domenica 31
pag
• A spasso nel parco, a spasso per
il mondo
• Val Sangone. Sopra e sotto terra
• Bassa Valle Maira tra arte e sapori
• I sentieri del Re sulle Alpi Marittime
• Medioevo nel basso Piemonte
• Alta Val Sesia: natura e tradizioni
Walser
• Tesori d’inchiostro e d’arte medievale in Val Susa
• Pastorizia e produzioni tipiche in
Valle Stura
• Ostana: natura e avventura ai piedi
del Monviso
• Tripudio barocco nel monregalese
• Sant’Elrado e la danza delle spade
• Carita’ e profezia
• Fiume Scrivia e le sue storie
• Sulle rive del Lago d’Orta
43
48
47
40
48
48
43
45
49
49
50
22
50
33
31
44
44
45
44
45
46
46
39
42
46
47
16
34
2014
5
calendario generale
Settembre
venerdì
sabato
5
6
domenica 7
venerdì
sabato
12
13
domenica 14
sabato
6
20
• Torino liberty tra San Donato e
Cit Turin
• Il tram bianco e blu di Cinecittà:
storia e magia del cinema
• Benedetto Alfieri e il barocco ad Asti
• Tesori dell’anfiteatro morenico di
Ivrea. Pieve San Lorenzo e Museo
Garda
• Pamparato. Cultura, artigianato e
gastronomia
• In fondo al mare... Sull’appennino
ligure
• Tra delfini, aquile e margheritine:
eclettismo e liberty a San Salvario
• I passaggi coperti a Torino
• La giornata di un archivista
• Archeotour del cuneese
• 1.000 Anni di cotto
• Domodossola e il Sacro Monte
Calvario
• Aguzzate la vista: caccia al tesoro
nel centro di Torino
• Cistercensi, certosini e trappisti in
Piemonte
• Spiritualità sui monti del Lago
d’Orta
• Monferrato astigiano tra arte e
produzioni tipiche
• La nuova Torino: dall’area ex Italgas
al campus Einaudi
• Liberty e architetture in Barriera
Milano
• Vercelli rinascimentale: storia e
arte di una città sabauda
• Villar Focchiardo: due certose e
400 anni di storia
• Sotto i nostri piedi. Visita per
famiglie al Museo di Antichità
• Made in Torino. Il Centro Ceramico
Fornace Pagliero e le stufe di
Castellamonte
pag
20
20
34
50
44
51
19
22
22
46
44
39
21
40
Settembre
domenica 21
• Val Sangone. Sopra e sotto terra
• Le strade dell’Orco
• Bric San Vito: passeggiata tra
natura e storia in collina
• Borghi, palazzi e viaggiatori del sud
astigiano
lunedì
22 • Tracce di cinema al Cimitero
Monumentale di Torino
sabato
27 • Tracce di cinema al Cimitero
Monumentale di Torino
• La giornata di un archivista
• Pizzi blu. L’arte della ceramica nel
monregalese
• Vie d’acqua. Da Settimo al vercellese sulle tracce di Cavour
domenica 28 • Leumann: un villaggio tra passato,
presente e futuro
• Canavese tra borghi, ricetti e
chiese
• Il supervulcano della Valsesia nelle
terre di Alessandro Antonelli
• La città quadrata: Torino romana
pag
48
32
23
53
Ottobre
mercoledì 1
giovedì
sabato
2
4
13
13
22
34
domenica 5
35
12
54
martedì
sabato
7
11
53
17
47
51
21
23
52
52
domenica 12
lunedì
13
mercoledì 15
giovedì 16
venerdì
17
sabato
18
16
52
domenica 19
pag
• Incontro con Augusto al Museo di
Antichità
• I caffè storici intorno a Porta Nuova
• Carità e profezia
• Riti sacri e banchetti sulle vie di
pellegrini e mercanti
• Canale Carlo Alberto e l’imprenditoria alessandrina
• San Salvario: dal Museo Lombroso
a via Lombroso 16
• Antichi mestieri e natura sul Lago
di Viverone
• L’abbazia di Fruttuaria e il territorio
del Conte Frola
• Chieri lungo l’antica via dei tintori
• Torino e le sue scrittrici
• Farmacie storiche torinesi
• Tracce di medioevo. I visconti e i
contadini
• Giochi senza frontiere
• Incontro con Augusto al Museo di
Antichità
• La chiesa dell’Immacolata Concezione di Torino
• La controriforma tra Novi e Bosco
Marengo
• Novara e i suoi tesori artistici
• Il mistero dei templari a Torino
• Norberto Bobbio e il suo quartiere
• Omeopatia e farmacie nella Torino
dell’Ottocento
• Fotoni e tempo campione
• I passaggi coperti a Torino
• Torino tour gallery
• Moncalieri, dal fiume alla reggia
• Torino vista dai caffè storici.
Dal San Carlo al Bicerin
• Mulini e fornaci in Canavese
• Arte contemporanea, industria e
natura nel biellese
• Legno e musica, un gioco da ragazzi
• Architetture della Torino
medievale
23
16
22
46
37
18
Ottobre
sabato
25
pag
• Acqua: un problema mondiale con
soluzioni locali
• Il palazzo di giustiza “Bruno Caccia”
• Stagioni e colori nella aree protette
del Biellese
domenica 26 • Pastorizia e produzioni tipiche in
Valle Stura
• Quando tra i filari nuotavano le
balene
26
26
34
45
56
35
36
24
15
12
17
Novembre
giovedì
sabato
6
8
54
23
27
54
36
24
25
25
24
22
26
21
25
domenica 9
sabato
15
domenica 16
mercoledì 19
sabato
22
pag
• Torino vista dai caffè storici.
25
Dal San Carlo al Bicerin
• Il palazzo di giustiza “Bruno Caccia”
• La chiesa dell’Immacolata Concezione di Torino
• Ivrea città industriale del ‘900
(Ivrea città)
• La città dell’arte. Torino e la street art
• Bianchi splendori. Le porcellane
torinesi Rossetti, Vische e Vinovo
• Portoni aperti: le meraviglie nascoste nei cortili di Torino
• Medioevo nel basso Piemonte
• Bianchi splendori. Le porcellane
torinesi Rossetti, Vische e Vinovo
• Il palazzo di giustiza “Bruno Caccia”
26
27
56
27
27
14
48
27
26
55
37
55
18
2014
7
Il Quadrilatero
in Musica
Sabato 21 giugno, con l’avvio dell’estate e in occasione della Festa della
Musica, Gran Tour propone un itinerario speciale che ripercorre alcune tappe della Torino musicale.
Una passeggiata nel centro storico per riscoprire le tracce musicali lasciate impresse da grandi musicisti e compositori e per farsi trasportare dal racconto di
piccoli aneddoti, intuizioni patriottiche, coinvolgenti pagine dell’organaria o da
semplici storie. Dal Teatro Regio al Santuario della Consolata, dall’organo della
Chiesa di San Lorenzo al jazz degli anni Trenta di Louis Armstrong: splendide
architetture e secoli di storia celano note e ritmi che la città di ieri e di oggi ha
sempre dimostrato di saper cogliere e amplificare.
Partendo da piazza Castello si rievoca l’atmosfera della grande lirica
del Teatro Regio dal Settecento sabaudo alla sua rinascita negli
anni Settanta. L’itinerario si snoderà alla volta della Galleria Subalpina per
entrare nella Torino del secondo Ottocento, dei_cafès chantants_ e degli
spettacoli del Caffè Concerto Romano. Descrivendo la capacità della città di mostrarsi sempre aperta alla musica, anche a quella meno tradizionale,
si ricorderanno le due grandi esibizioni di Louis Armstrong al Teatro Chiarella
di Torino.
Dal racconto del prezioso Fondo Vivaldi nella Biblioteca Nazionale e
delle vicende del Teatro Carignano si tornerà in piazza Castello per ammirare
lo straordinario organo della Real Chiesa di San Lorenzo e per riscoprire la
musica come strumento di magnificenza della corte sabauda del Settecento. Nel Duomo di San Giovanni sarà invece possibile confrontarsi con
l’organo della ditta Vegezzi-Bossi, del secolo successivo.
L’Ottocento è anche il secolo che vede Torino protagonista delle vicende risorgimentali e in via Barbaroux verrà ricordato il contributo dato da Michele
Novaro per la creazione dell’inno di Mameli.
L’Hotel Dogana Vecchia dove soggiornarono Leopold e W. A. Mozart e la casa
di Giacomo Puccini nel cuore del Quadrilatero Romano saranno l’occasione
per raccontare come la città di ieri e di oggi non abbia mai smesso di essere luogo accogliente per la musica, dove artisti e compositori hanno potuto
trovare fermento e stimoli di cui si continua a viverne eco e entusiasmo: dalle
prestigiose stagioni dei teatri ai vivaci festival musicali, dagli Mtv Days a MiTo
Settembre in Musica, dal Torino Jazz festival alla Festa della Musica.
L’itinerario si concluderà in piazza della Consolata di cui si visita l’interno della
chiesa.
Al termine della passeggiata il Quadrilatero vi accoglierà tra concerti e intrattenimenti musicali in programma per tutta la serata
organizzati dalla Città di Torino e Associazione “Mercanti di Note”.
ferragosto
Ritrovo
Torino, piazza Castello davanti al Teatro Regio, ore 17.00. Il percorso dura
un’ora e mezza circa. Il percorso è gratuito, non occorre prenotare.
Il percorso è proposto e guidato da Federagit – Federazione Accompagnatori Guide
Interpreti Turistici e GIA – Guide Interpreti e Accompagnatori Turistici del Piemonte.
8
2014
9
Passeggiate a Torino
e dintorni
In questa sezione troverete raccolte tutte le occasioni per scoprire Torino e i suoi dintorni.
Vi porteremo tra i quartieri cittadini riqualificati
e le ex fabbriche riconvertite lungo la Dora, la nuova
Spina Centrale e a visitare il nuovo campus universitario Luigi Einaudi.
Andremo a cercare tracce di cinema nel Cimitero
Monumentale di Torino, a curiosare negli angoli più
nascosti di cortili e palazzi privati, camminando
spesso a naso all’insù ad ammirare per esempio i
decori Liberty di Cit Turin e San Donato.
Vi aspetta una visita notturna della città a bordo del
tram originale di Cinecittà del 1935 e il nuovo
termovalorizzatore del Gerbido aprirà le porte per
spiegare l’intero ciclo dei rifiuti.
Le opere di street art e gli studi d’artista vi faranno
avvicinare all’arte contemporanea e scoprirete le
origini della medicina omeopatica grazie alle farmacie storiche sabaude.
Le famiglie potranno frequentare Gran Tour anche
in occasione di percorsi pensati per adulti e ragazzi con laboratori, cacce al tesoro e giochi per
scoprire la storia di Torino e curiosi aneddoti.
Non mancano anche quest’anno i percorsi ormai
diventati un classico dell’iniziativa: si cammina tra
le tracce della Torino romana e medievale, gli storici
caffè ottocenteschi che hanno mantenuti negli anni
arredi e atmosfera, il palazzo di giustizia Bruno Caccia e i preziosi documenti dell’Archivio di Stato progettato da Juvarra.
10
2014
11
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
La città del verde
Sabato 24 maggio
Sabato 7 giugno
L’acqua e il verde rappresentano due aspetti fondamentali della città. L’itinerario è un viaggio nel
verde di Torino tra passato, presente e possibili futuri. Il passato è rappresentato dall’Orto Botanico,
fondato nel 1729, dove sono catalogate e crescono
piante esotiche, ornamentali e specie utili. Il presente è raccontato dal Parco d’arte vivente in occasione
della mostra “Vegetation as a political agent”, ideale punto di partenza per raccontare il dibattito sul
verde urbano. Uno dei possibili futuri si scopre negli
orti urbani, una modalità di riappropriazione dello
spazio pubblico in un’ottica sostenibile. Gli orti di
Bunker sono un un progetto di aggregazione sociale, con oltre cento persone coinvolte nella realizzazione di 40 orti urbani. La visita verrà condotta da
Nicolò Taglia, giardiniere professionista specializzato
in costruzione di giardini e arboricoltura.
Luoghi di visita
Orto Botanico, PAV Parco d’Arte Vivente, progetto Bunker, Torino
Ritrovo
Orto botanico, viale Mattioli 25, Torino ore 14.00.
Il percorso dura quattro ore circa
Quota di partecipazione
12 € + 3 € per ingresso al PAV + 3 € ingresso Orto
Botanico (liberi con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Artesera produzioni
Leumann: un villaggio tra
passato, presente e futuro
Domenica 25 maggio
Domenica 28 settembre in occasione della
manifestazione “Filo lungo filo un nodo si farà”
Il villaggio operaio Leumann, progettato dall’architetto Pietro Fenoglio, fu realizzato tra la fine
del XIX e l’inizio del XX secolo dall’imprenditore
tessile Napoleone Leumann e concepito come
un’area in cui produzione, abitazioni, istituzioni sociali e tempo libero fossero strettamente
connesse. Dalla stazionetta Leumann l’itinerario
percorre il villaggio attraverso le casette degli
operai, abitate ancora oggi, la scuola, la chiesa,
il convitto delle operaie (ora biblioteca civica) e
l’edificio dei bagni.
Luoghi di visita
Villaggio Leumann, Collegno (TO)
Ritrovo
Stazionetta Leumann, Corso Francia 326, Collegno (TO) ore 9.30. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Amici della Scuola Leumann
Ritrovo
Piazza Castello, davanti palazzo Madama, Torino
ore 15.30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Barburin
Farmacie storiche torinesi
Martedì 27 maggio
Martedì 7 ottobre
Nel centro di Torino sono ancora attive numerose farmacie storiche. Tutte queste presentano
peculiarità artistiche, tecniche, culturali e storiche che permettono un’interessante lettura
dell’evolversi della professione farmaceutica
torinese tra il XVII ed il XIX secolo. Durante la
passeggiata verranno visitate sei farmacie per
esaminarne gli attrezzi, i mobili e le strutture architettoniche più interessanti.
Luoghi di visita
Farmacie storiche del centro di Torino
Torino rinascimentale
Domenica 25 maggio
Conoscete la Torino del Rinascimento? Attraverso un percorso laboratorio ludico/didattico le
famiglie con bambini potranno scorgere una Torino insolita e poco conosciuta fra testimonianze
rinascimentali architettoniche, monumentali e
pittoriche ancora visibili. Utilizzando supporti
grafici e didattici si percorre a tappe il centro storico, da Palazzo Scaglia Verrua fino alla Cattedrale
di San Giovanni, leggendo le tracce di un’epoca
in cui Torino gettò le basi per la sua futura grandezza politica ed economica.
12
Luoghi di visita
Palazzo Scaglia Verrua, chiesa Sant’Agostino,
casa del Pingone, Duomo, Torino
Ritrovo
Via XX Settembre 87, Torino, ore 15.00. Il percorso
dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
CISAF Collegio Indipendente Subalpino di Arti
Farmaceutiche
Piante officinali
della collina torinese
Giovedì 29 maggio
Lungo i sentieri della collina nei pressi di Superga
crescono allo stato spontaneo erbe officinali di
interesse salutistico ed alimentare. Dal piazzale
di fronte alla Basilica ha inizio un itinerario in cui
vengono descritti l’aspetto botanico e naturalistico delle diverse specie, la raccolta, la conservazione ed il corretto utilizzo. Si scoprirà l’uso nella
medicina popolare, naturale, ufficiale e nell’alimentazione.
Luoghi di visita
Collina di Superga, Torino
Ritrovo
Piazzale antistante la Basilica di Superga, Torino,
ore 15.00. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Collegio Indipendente Subalpino di Arti Farmaceutiche
Tracce di cinema al
cimitero monumentale
di Torino
Sabato 31 maggio ore 14.30
Lunedì 9 giugno ore 15.00
Lunedì 22 settembre ore 15.00
Sabato 27 settembre ore 14.30
Forse non tutti sanno che tanti personaggi legati al mondo del cinema hanno trovato la loro
ultima dimora al Cimitero Monumentale di Torino. Osservando l’evoluzione dell’arte funeraria
attraverso epoche e stili si scoprirà con quale forma hanno deciso di farsi ricordare scrittori quali
Franco Lucentini, Edmondo De Amicis e Carolina
Invernizio che hanno ispirato produttori e registi:
2014
13
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
originali come la tomba di Isa Bluette, semplici
come il tumulo del grande Erminio Macario o
severe come il busto del noto scrittore e regista
Mario Soldati.
Luoghi di visita
Cimitero Monumentale di Torino
Ritrovo
Cimitero Monumentale, presso ingresso principale Corso Novara 135, Torino Il percorso dura
due ore circa
Ritrovo
Piazza Castello di fronte al Teatro Regio. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Federagit Federazione Accompagnatori Guide
Interpreti Turistici
Quota di partecipazione
5€
A cura di
C.A.U.S. Centro Arti Umoristiche e Satiriche
Chieri celtica, romana
e medievale
Sabato 7 giugno
Sabato 5 luglio
Portoni aperti:
le meraviglie nascoste
nei cortili di Torino
Giovedì 5 giugno ore 17
Sabato 15 novembre ore 10
Una passeggiata nel cuore di Torino permette di
scoprire i cortili dei più bei palazzi della città. Dalla
“ zona di comando” di casa Savoia, intorno al Palazzo Reale, si percorre l’antico decumano romano
per scoprire il quattrocentesco palazzo Scaglia di
Verrua , uno dei rari esempi di architettura civile
rinascimentale in città, con il suo doppio cortile.
Dopo Palazzo Frichignono di Castellengo, raro
esempio di architettura cinquecentesca, si ammira il più grande palazzo nobiliare torinese, palazzo
Saluzzo di Paesana, con il suo magnifico cortile
e lo scalone aulico. Attraversata piazza Savoia si
scorge palazzo Martini Di Cigala, capolavoro di
Filippo Juvarra, per concludere di fronte all’adiacente palazzo dei Marchesi di Barolo, abitazione
della Marchesa Giulia dove soggiornò come suo
segretario Silvio Pellico.
Luoghi di visita
Cortili di palazzi storici di Torino
14
La chiesa di San Giorgio è il punto di partenza ideale per riassumere duemila anni di storia della città.
Chiese, palazzi, collezioni archeologiche aiutano a rileggere Chieri dalla protostoria celtica alla Carreum,
che meritò dai Romani il nome di Potentia, per giungere all’epoca medievale, quando il commercio dei
sui preziosi tessuti in tutta Europa attirava mercanti
ed artisti fin dalle lontane Fiandre.
Dai rifiuti all’energia
Sabato 7 giugno
Il problema dei rifiuti appare sempre più insostenibile. L’evoluzione delle tecnologie e le politiche di riciclaggio hanno modificato il “ciclo dei
rifiuti”. Cosa si fa con ciò che avanza dalle raccolte differenziate? Il percorso permette di capire
il funzionamento del nuovo termovalorizzatore
del Gerbido, la scelta di costruire questo impianto e in che modo è inserito nel ciclo dei rifiuti.
La visita mostrerà le fasi che attraversano i rifiuti
“indifferenziati”, che provengono dai cassonetti
della città e come sono trasformati in energia
con un complesso processo tecnologico.
Note
Pranzo libero o a richiesta sosta ristoro 15 €.
Indossare scarpe comode per tratti in salita e con
scale
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
Amici della Fondazione Ordine Mauriziano in collaborazione con Carrum Potentia
Luoghi di visita
Galleria Subalpina, piazza Carignano, piazza San
Carlo, via Gramsci, via Biancamano a Torino
Ritrovo
Galleria Subalpina, Torino ore 9.45. Il percorso dura
due ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Centro Studi PANIS
Luoghi di visita
Termovalorizzatore del Gerbido, Torino
Ritrovo
Via Paolo Gorini 50, Torino ore 10.00 (raggiungibile con la linea bus n. 74 e 38) Il percorso dura
due ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Centro Unesco di Torino
Luoghi di visita
Centro storico, chiesa di san Giorgio, chiesa di
San Bernardino, mostra archeologica, Duomo,
chiesa di San Domenico, Chieri (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
parole delle autrici accompagneranno la visita.
Torino e le sue scrittrici
Domenica 8 giugno
Domenica 5 ottobre
Passeggiando nel centro storico di Torino è
possibile “incontrare” molte scrittrici legate alla
città. La poetessa Guglieminetti si innamorò di
Guido Gozzano nella Biblioteca della Galleria
Subalpina e Maria Luisa Spaziani incontrò al Teatro Carignano Eugenio Montale. Ricordando
anche la giornalista Carola Prosperi, negli storici edifici della Casa Editrice Einaudi la grande
scrittrice Natalia Ginzburg viene rievocata con
i ritratti suggestivi dell’amico Cesare Pavese. Le
Torino today tour. Le
nuove architetture lungo
le sponde della Dora
Mercoledì 11 giugno
La visita si svolgerà nell’area nord-orientale della
città, appena oltrepassata la Dora dei più significativi esempi di riconversione degli stabilimenti
dismessi in nuovi spazi per abitare, lavorare e
produrre. Durante l’itinerario i temi delle trasformazioni verranno approfonditi visitando alcune
aree significative, come l’ex Ceat da fabbrica di
pneumatici a complesso per residenze e uffici,
il cantiere per la costruzione del nuovo Centro
Direzionale Lavazza e la Residenza Parma 33,
esito del programma di recupero urbano diffuso
“Volumi”, che ha selezionato nel tessuto urbano
edifici anonimi e li ha trasformati in opere contemporanee. La visita proseguirà con alcuni interventi di riuso delle vecchie fabbriche come
l’ex Colongo, oggi Cineporto e sede della Film
Commission Torino Piemonte, cotonificio costruito tra il 1908 e il 1915. L’ultima tappa sarà l’ex Maglificio Calzificio Torinese sede del Basic Village
- Robe di Kappa.
Luoghi di visita
Borgata Aurora, Torino
2014
15
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
Ritrovo
Largo Regio Parco, inizio del viale alberato, Torino
ore 17.00. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Urban Center Metropolitano
I caffè storici intorno
a Porta nuova
Giovedì 12 giugno
Giovedì 2 ottobre
I dintorni della stazione ferroviaria, porta della città
fin dalla sua costruzione, sono circondati da caffè
e confetterie che propongono il meglio della produzione di cioccolato e pasticceria torinese.
Tra preziosi arredi, devanture, specchiere, stucchi
policromi l’itinerario si snoda tra i caffè storici situati nel perimetro che racchiude l’area tra via Sacchi, piazza Carlo Felice e Re Umberto.
Torino today tour. Lungo
la spina centrale di Torino
Sabato 14 giugno
Un percorso per conoscere la nuova Torino, attraverso la riconversione delle grandi aree industriali
dismesse in nuovi spazi per vivere e produrre. L’itinerario racconta la trasformazione dell’area lungo
il viale della Spina Centrale e prevede la visita alla
Stazione di Porta Susa, al cantiere del Centro Direzionale Intesa Sanpaolo, alle ex Carceri Giudiziarie,
le OGR, alla Cittadella Politecnica e alla Centrale
del Teleriscaldamento. L’itinerario fa parte degli
eventi del Festival Architettura in Città 2014.
Luoghi di visita
Dalla stazione Porta Susa alla cittadella Politecnica, Torino
Ritrovo
Piazza XVIII dicembre, area pedonale fronte RAI,
Torino ore 10.00. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Urban Center Metropolitano
Luoghi di visita
Pasticceria Pfatisch, confetterie Giordano e Avvignano, Talmone e Caffè Platti, Torino
Ritrovo
Davanti pasticceria Pfatisch, via Sacchi 42, Torino,
ore 16.30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Centro di Documentazione Torino in Europa
Sotto i nostri piedi.
I bambini alla scoperta
del Museo di antichità
Sabato 14 giugno
Sabato 20 settembre
Un itinerario guidato attraverso il nuovo percorso
espositivo del museo archeologico. Sullo sfondo
della meravigliosa storia della fondazione romana di
Torino prenderanno vita personaggi affascinanti e
aneddoti divertenti, che accompagneranno i ragazzi in un avventuroso viaggio indietro nel tempo.
Luoghi di visita
Museo di Antichità di Torino
16
Ritrovo
Presso la biglietteria di Palazzo Reale, Torino ore
15.30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Federagit Federazione Accompagnatori Guide
Interpreti Turistici
Rivalta e la collina
morenica
Domenica 15 giugno
Una camminata sulla collina morenica di Rivalta, tra
massi erratici e soste nelle cascine e nei luoghi storici per scoprire un patrimonio naturalistico e artistico
appena fuori dalla città. Accompagnati da guide
esperte i visitatori passeggeranno dalla cappella dei
Santi Sebastiano, costruita nella seconda meta del
‘500, alle cascine Rifoglietto, Ronco e cascina Pigay.
Quest’ultima sorge in cima a un “Truc” (altura) a 345
metri in posizione panoramica. Sarà possibile arrivare fino al Centro di archeologia sperimentale di Villarbasse per analizzare momenti di vita preistorica.
Al pomeriggio sono previste passeggiate con pony
per bimbi, sfilate e giochi e attività con gli animali.
Luoghi di visita
Centro e collina morenica di Rivalta (TO)
Ritrovo
Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.30. Percorso di intera giornata
Note
Consigliato abbigliamento e calzature adatte a
percorsi sterrati e in salita. Pranzo incluso nella visita con degustazioni durante le tappe del percorso
Quota di partecipazione
12 € + 15 € visita guidata, soste e pranzo
A cura di
Rete Sistema Rivalta
La città quadrata:
Torino romana
Domenica 15 giugno
Domenica 28 settembre
Della città romana restano alcune vestigia, qualche volta evidenti come la Porta Palatina, altre
volte più discrete ma ugualmente interessanti.
L’itinerario cerca tra le pieghe della Torino barocca ottocentesca e industriale, le tracce del passato cittadino più antico, nel perimetro di Augusta
Taurinorum, tra piazza Castello, la Porta Palatina,
via della Consolata e via Santa Teresa.
Luoghi di visita
Centro storico di Torino
Ritrovo
Davanti la Real Chiesa di San Lorenzo, piazza Castello, Torino, ore 9.30. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
GAT Gruppo Archeologico Torinese
Tracce di medioevo.
I visconti e i contadini
Venerdì 20 giugno
Sabato 11 ottobre
Un percorso lungo la Val Ceronda, tra la Cassa e
Druento permette di conoscere la storia dei Visconti di Baratonia, potente dinastia medievale. Il
sito del castello eponimo, centro di una vasta signoria, ha conservato numerosi reperti ora esposti nell’“Antiquarium” di Varisella. Dopo una tappa
all’antico capoluogo di La Cassa, abbandonato
da secoli, con la Rocca, si visitano le scuderie del
Centro Internazionale del Cavallo situato nella
monumentale Cascina Rubbianetta, costruita da
Vittorio Emanuele II negli anni 1862-63 in onore
2014
17
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
del figlio Emanuele Alberto avuto con Rosa Teresa Vercellana, la Bela Rosin.
Luoghi di visita
Antiquarium e chiesa parrocchiale di Varisella, Museo della vita contadina, Rocca e ragione Basso a
La Cassa, Parco La Mandria con Rubbianetta, chiesa San Giuliano e Centro Internazionale del cavallo
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Ritrovo
Museo Cesare Lombroso, via Pietro Giuria 15, Torino ore 10.00. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Associazione Tutti per San Salvario
A cura di
Parchi Area Metropolitana di Torino e Amici
dell’Ecomuseo della Valceronda
San Salvario:
dal Museo Lombroso
a via Lombroso 16
Sabato 21 giugno
Sabato 4 ottobre
Il Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso” del Palazzo degli Istituti anatomici fece
parte della cosiddetta “Città della scienza” di fine
Ottocento, oggi realtà culturale nel quartiere di
San Salvario. Poco distante sorge ora il nuovo
polo culturale “Lombroso16” un tempo sede del
primo Ospedale omeopatico italiano del 1903.
Partendo dalla trasformazione attuale la visita
permette di andare a ritroso nell’antica vocazione scientifica del quartiere.
Luoghi di visita
Museo di Antropologia Criminale “Cesare Lombroso e polo culturale Lombroso16, Torino
18
Sabato 28 giugno
Un viaggio reale e metaforico su un tram storico
del 1960, lungo alcuni punti verdi del centro della
città: il Valentino, i Giardini Reali e piazza Carlina.
Una compagnia teatrale guiderà il pubblico con
narrazioni ed esperienze tra ambienti e temi legati alla vita quotidiana.
Luoghi di visita
Centro storico dai giardini reali, parco del Valentino a
piazza Carlina, Torino
Quota di partecipazione
12 €
Note
Scarpe da ginnastica o da trekking per sentieri
tracciati e con dislivello. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour € 15.
Torino green in tram
Architetture
della Torino medievale
Domenica 22 giugno
Domenica 19 ottobre
Torino ha fama di città barocca, ottocentesca
e industriale; è però ancora possibile riscoprire
l’atmosfera della città medievale. Percorrendo
il centro storico si incontrano palazzi di grande
interesse come la Casa del Senato, la Casa del
Pingone, Casa Broglia e Casa Romagnano, una
delle più complete testimonianze di edifici civili
medievali.
Luoghi di visita
Centro storico di Torino, tra piazza Castello, Porta
Palatina e via Santa Teresa
Ritrovo
Presso Real Chiesa di San Lorenzo, piazza Castello, Torino, ore 9.30. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
GAT - Gruppo Archeologico Torinese
Ritrovo
Piazza Castello fronte teatro Regio, Torino ore
20.30. Il percorso dura due ore circa
Abegg” dal nome dell’ultimo proprietario, è
oggi sede dell’Archivio Storico della Compagnia
di San Paolo.
Luoghi di visita
Villa Abegg (TO)
Ritrovo
Strada comunale di San Vito-Revigliasco - 65 Torino, due turni ore 9.30 e 11.00. il percorso dura
un’ora e mezza circa.
Il punto è raggiungibile con la linea bus n.73, parcheggio area ospedale San Vito
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura
Quota di partecipazione
10 € percorso in tram, ridotto 7 € posti in piedi
A cura di
ATTS Associazione Torinese Tram Storici e Intrecciastorie
Tra delfini, aquile
e margheritine:
eclettismo e liberty
a San Salvario
Vigna di Madama Reale,
già Villa Abegg e parco
Sabato 28 giugno
Domenica 29 giugno
Una visita speciale alla residenza sabauda collinare (“Vigna”), edificata tra il 1648 e il 1653 da
Madama Reale Cristina di Francia, figlia di Enrico
IV e vedova di Vittorio Amedeo I duca di Savoia.
Concepita come una piccola reggia, ricca di decorazioni e immersa nei giardini all’italiana, si affacciava in origine verso il Castello del Valentino.
La struttura seicentesca del Parco con terrazze
e fontane rimane visibile nell’assetto aulico, ma
ormai borghese, assunto dopo le trasformazioni
ottocentesche di gusto romantico, con il parterre erboso e il laghetto. Nota anche come “Villa
Domenica 29 giugno
Domenica 7 settembre
Partendo dalla sede storica della Fiat l’itinerario
si snoda tra le vie del quartiere San Salvario per
tratteggiarne la storia legata alla nuova vocazione
scientifico industriale che Torino assunse dopo la
perdita del ruolo di prima capitale italiana.
Oltre ad edifici di importante pregio architettonico ed esempi di Eclettismo e Liberty, come il
Villino Kind e il Villino Javelli, si presta particolare
attenzione ad elementi decorativi vegetali ed
animali che caratterizzano molte delle costruzioni della zona, in una sorta di “caccia al tesoro”
decorativa, che potrà risultare particolarmente
interessante per i partecipanti più piccoli.
Nel percorso si fiancheggerà il Parco del Valentino, si vedranno le sedi della nuova “città della
scienza” di fine ‘800 e il percorso si concluderà
2014
19
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
con l’incontro con tre realtà che fanno parte della
storia culturale e religiosa di Torino: il complesso
salesiano di San Giovannino, il Tempio Valdese e
la Sinagoga.
Luoghi di visita
Sede Storica Fiat, Villino Kind, Fontana dei 12
Mesi al parco del Valentino, Villino Javelli, Palazzo degli istituti Anatomici, Casa del Quartiere ex
Bagni Pubblici, Collegio San Giovannino, Tempio
Valdese, Sinagoga, Torino
Ritrovo
Davanti sede storica Fiat, corso Dante 102, Torino
ore 16. Il percorso dura due ore e mezzo
Quota di partecipazione
7€
A cura di
GIA Associazione Guide, interpreti e Accompagnatori turistici
Il tram bianco e blu
di Cinecittà: storia e
magie del cinema
Domenica 6 luglio
Sabato 6 settembre
Il tram 312 bianco e blu del 1935 ha collegato fino
al 1980 la stazione Termini a Cinecittà, trasportando tra gli altri Federico Fellini, che lo immortalò ne “L’intervista” nel 1987. In un affascinante
percorso notturno, a bordo di quello stesso tram,
si toccano i luoghi più significativi del cinema
torinese. Tra passato e presente, la “settima arte”
suggerirà un punto di vista inedito sulla città e sui
suoi storici mezzi di trasporto.
Luoghi di visita
Centro storico dai giardini reali a piazza Statuto,
Torino
Ritrovo
Piazza Castello fronte teatro Regio, Torino ore
21.00. Il percorso dura due ore circa
20
Quota di partecipazione
12 € percorso in tram, ridotto 7 € posti in piedi
A cura di
ATTS Associazione Torinese Tram Storici
Aguzzate la vista:
caccia al tesoro nel
centro di Torino
Domenica 6 luglio
Sabato 13 settembre
Giocare è solo per i bambini? Certamente no.
Partecipare alla caccia al tesoro significa per
grandi e bambini scoprire o ritrovare Torino in
un modo divertente. Una guida lancerà questa
avventura per poi raccontare la storia di quei luoghi. Partendo da piazza Corpus Domini, si andrà
alla caccia di monumenti, palazzi, dettagli e curiosità tutti situati in centro città, a poca distanza
l’uno dall’altro e raggiungibili comodamente a
piedi. Al termine, l’impegno sarà premiato.
Torino liberty tra
San Donato e Cit Turin
Mercoledì 9 luglio
Venerdì 5 settembre
Torino è una delle capitali indiscusse dello stile
floreale, o liberty, che ebbe straordinaria diffusione in città grazie all’esposizione del 1902, modificando con il suo estro creativo alcuni quartieri
della città. I più suggestivi e ricchi di capolavori
sono sicuramente i quartieri San Donato e Cit Turin, lungo l’asse di corso Francia. La passeggiata
offrirà la possibilità di scoprire la storia e le suggestioni estetiche.. con qualche sorpresa nascosta
dietro le facciate e i portoni.
Quota di partecipazione
7€
A cura di
G.I.A. PIEMONTE – Associazione Guide Interpreti
Accompagnatori Turistici
Luoghi di visita
Area ex Italgas e Campus Einaudi, Torino
Ritrovo
Corso Regina Margherita 52, Torino ore 10.00. Il
percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
CulturalWay
Luoghi di visita
Quartieri San Donato e Cit Turin, Torino
Ritrovo
Piazza Statuto 15, Torino ore 17.00. Il percorso
dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Federagit Federazione Accompagnatori Guide
Interpreti Turistici
Luoghi di visita
Centro storico di Torino
Ritrovo
Piazza Corpus Domini, Torino ore 16.30. Il percorso dura due ore circa
tà ambientale, dialoga con il paesaggio urbano e
naturale e il suo telone di copertura sembra “una
nuvola sotto Superga”.
La nuova Torino:
dall’area ex Italgas
al Campus Einaudi
Sabato 12 luglio
Sabato 20 settembre
Un percorso inedito che parte dai gasometri
delle antiche “officine del Gaz”, monumenti di
archeologia industriale, per arrivare all’interno
dell’edificio più moderno della città, il Campus
universitario sulle rive del fiume Dora. Il Campus,
costruito con i più innovativi criteri di sostenibili-
Moncalieri,
dal fiume alla Reggia
Sabato 12 luglio
Sabato 18 ottobre
Il precorso si snoda lungo il centro storico di
Moncalieri e comprende la visita alla Collegiata
Santa Maria della Scala, al Duomo di Moncalieri, alla Chiesa di Santa Croce ed al Monastero di
clausura delle Carmelitane Scalze. Una visita tra
reale e virtuale attraverso il racconto di personaggi vissuti o in transito a Moncalieri. L’itinerario si conclude davanti al Castello (visitabile solo
nella data di ottobre).
Luoghi di visita
Centro storico di Moncalieri (TO)
Ritrovo
Via Alfieri, Moncalieri (TO), c/o Terrazza del parcheggio multipiano, ore 15.00
Quota di partecipazione
5 € + 5 € ingresso al Castello di Moncalieri (per la
data del 18 ottobre)
A cura di
Famija Moncalerejsa
2014
21
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
Carità e profezia
Sabato 30 agosto
Sabato 4 ottobre
Protagonisti di questa visita tra le chiese del centro di Torino sono il Beato Sebastiano Valfrè e la
Beata Maria degli Angeli. Le opere custodite al
loro interno raccontano il rapporto dei padri di
San Filippo con la città, la curiosa relazione tra
casa Savoia e le profezie, il legame tra religione e
politica e la nascita dei santi sociali di cui Valfrè fu
modello ispiratore.
Luoghi di visita
Portici di Piazza Castello e Galleria Subalpina con
i locali storici, Torino
Ritrovo
Piazza Castello - cancellata su lato Palazzo Reale,
Torino, ore 17.30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5 € + 6 € aperitivo finale
A cura di
Associazione Culturale Athena in collaborazione
con Centro di Documentazione Torino in Europa
Luoghi di visita
Chiese di San Filippo Neri, di Santa Teresa, del
Corpus Domini e della Consolata, Torino
Ritrovo
Chiesa di San Filippo Neri, via Maria Vittoria 5, Torino ore 9.30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5 € , offerta libera per la visita
A cura di
Associazione San Filippo in collaborazione con
Volarte e Amici della Consolata
I passaggi coperti
a Torino, da piazza
Castello alla Galleria
Subalpina
Venerdì 12 settembre
Venerdì 17 ottobre
Sotto i passaggi coperti del centro storico, in
una delle zone più ricche di monumenti e opere d’arte della città, si sono incontrati nei secoli
importanti personaggi della storia, dell’arte e
dell’imprenditoria italiana. Percorrendo il tratto
compreso tra piazza Castello e la Galleria Subalpina se ne approfondisce la progettazione e
l’evoluzione degli edifici e delle attività produttive che ancora oggi ospita.
22
Liberty e architetture
in Barriera di Milano
Sabato 20 settembre
Una passeggiata nel quartiere Barriera di Milano
per incontrare esempi di archeologia industriale
ed edilizia residenziale di pregio. Tra edifici di gusto art nouveau, edilizia scolastica e i resti di due
cascine seicentesche emergono due luoghi speciali: il dancing Le Roy, con l’allestimento dell’architetto Carlo Mollino, e i Docks Dora, il complesso di magazzini costruiti all’inizio del ‘900 e ormai
sede di originali attività.
Ritrovo
Piazza Solferino, lato Teatro Alfieri, ore 8,15. Il percorso dura mezza giornata
Note
Indossare calzature adatte per un percorso nei
boschi
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
GAT Gruppo Archeologico Torinese
Luoghi di visita
Quartiere Barriera di Milano, Torino
La giornata
di un archivista
Sabato 13 settembre
Sabato 27 settembre
L’archivio di Stato di Torino nei suoi tre secoli di
storia ha visto l’avvicendarsi di generazioni di archivisti, depositari di una lunga tradizione professionale e culturale. La visita, nella sede storica realizzata da Filippo Juvarra nel ‘700, è l’occasione
per scoprire la professione e il lavoro quotidiano
dell’archivista grazie all’esposizione di documenti estratti da pregevoli archivi contemporanei.
Luoghi di visita
Archivio di Stato di Torino
Ritrovo
Piazza Castello 209, Torino, ore 10.00. Il percorso
dura due ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Amici dell’Archivio di Stato di Torino
Ritrovo
Piazza Crispi, c/o parcheggio lato banca, Torino,
ore 9,30. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Amici dell’Ecomuseo della Circoscrizione 6 di Torino
Bric San Vito:
passeggiata tra natura e
storia in collina
Domenica 21 settembre
Il percorso svela alcuni aspetti poco conosciuti
della storia della collina torinese e porta alla scoperta del sito archeologico di Bric San Vito, che
ha rivelato una frequentazione continua dalla
Protostoria sino all’epoca moderna, in particolare nella media età del Ferro e nel Medioevo.
Oggi rimangono i resti di una costruzione fortificata che prevedeva una torre di guardia e mura
di difesa.
Incontro con Augusto
al Museo di antichità
Mercoledì 1 ottobre ore 16.00
Sabato 11 ottobre ore 10.00
Il bimillenario della morte del primo Imperatore offre l’occasione di scoprire l’importanza che
ebbe per il territorio piemontese. I numerosi
reperti conservati nelle sale del Museo permettono di cogliere aspetti storici, politici, religiosi
ed artistici dell’epoca augustea, mentre i resti
dell’area archeologica circostante testimoniano
la fondazione di Augusta Taurinorum e i suoi successivi sviluppi.
Luoghi di visita
Museo di Antichità di Torino
Ritrovo
Atrio d’ingresso del Museo di Antichità, via XX Settembre 86, Torino. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5 € + 12 € ingresso al Museo da acquistarsi presso
biglietteria di Palazzo Reale (libero con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Amici del Museo di Antichità di Torino
Luoghi di visita
Sito archeologico Bric San Vito, Pecetto T.se (TO)
2014
23
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
Chieri lungo l’antica
via dei tintori
Domenica 5 ottobre
Un sentiero insolito fra torri e mura medioevali,
lungo i vicoli del centro storico di Chieri, tra cortili
ove si aprivano le antiche botteghe artigiane per
la tintura dei tessuti. Il percorso sulla via principale conduce, tra alti loggiati, nella zona un tempo
ricca di fabbriche in cui si scopre lo studio dell’artista Angela Calella Benlupo, luogo d’incontro in
cui si discute d’arte.
Luoghi di visita
Centro storico di Chieri (TO)
Ritrovo
Piazza Cavour 3 (davanti INPS), Chieri (TO), ore
15.00. Il percorso dure tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Aperto Torino (A.per.To. Artisti per Torino)
Fotoni
e tempo campione
Venerdì 17 ottobre
Come viene realizzata la Scala di Tempo Nazionale con gli orologi atomici? Come si possono
esplorare fenomeni quantistici con semplici attrezzature? Come si spiega la natura della luce
e dell’interferenza attraverso i fotoni? Una visita
speciale ai laboratori dell’INRIM – Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica permetteranno di
capire questi e altri quesiti scientifici.
Luoghi di visita
Laboratori e sede dell’INRIM, Torino
Ritrovo
Ingresso dell’INRIM, Strada delle Cacce 91, Torino,
ore 14.30. Il percorso dura due ore circa
24
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM)
Il mistero dei templari
a Torino
Lunedì 13 ottobre
Il 13 ottobre 1307 si compiva, con l’ordine di arresto di tutti i Cavalieri Templari nel regno di Francia, uno degli accadimenti più emblematici della
storia dell’Europa cristiana che decretò la fine del
medioevo crociato. In Piemonte le tracce di questo Ordine sono numerose e la loro presenza ha
trasformato Torino in uno dei punti fondamentali
per lo studio dei “monaci guerrieri”. A distanza di
oltre sette secoli l’itinerario nel cuore cittadino
rievoca la storia dei Templari, i loro misteri e il segreto del Graal a Torino raccontando un’importante pagina di storia medievale.
Luoghi di visita
Esterni della chiesa di San Filippo Neri, palazzo
Madama, piazzetta Consolata, chiesa Sant’Agostino, piazzetta IV marzo e Cattedrale San Giovanni, Torino.
Ritrovo
Piazza San Carlo davanti chiesa Santa Caterina,
Torino ore 20.00. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
Barburin
Norberto Bobbio
e il suo quartiere
Mercoledì 15 ottobre
Norberto Bobbio è stato uno dei più importanti
filosofi italiani del Novecento. I suoi studi sono un
punto di riferimento importante per la cultura accademica, la cultura politica, il dibattito civile. Il percorso proposto riguarda il Bobbio più “privato”. Partendo dalla stazione di Porta Nuova si raggiunge il
Liceo Massimo d’Azeglio. Si prosegue per via Sacchi, seguendo il percorso che gli era abituale, dove
le vie, le case, le botteghe, diventano occasione
per far rivivere momenti della sua vita. Il percorso si
conclude con la visita della casa dove visse e studiò.
Luoghi di visita
Porta Nuova, liceo d’Azeglio, abitazione di Bobbio, Torino
Ritrovo
Stazione Porta Nuova, parcheggio dei taxi lato
via Nizza. Torino ore 16.00. Il percorso dura due
ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Volarte
Omeopatia e farmacie
nella Torino dell’ottocento
Giovedì 16 ottobre
È possibile rivisitare oltre due secoli di storia
dell’omeopatia partendo dalla visita della storica
Farmacia dell’Ospedale Omeopatico di Torino,
ricomposto presso gli Archivi storici della città.
Anche Palazzo Barolo conserva un bell’esempio
di farmacia omeopatica da viaggio. Facendo tappa in una farmacia storica si potrà osservare dal
vivo le diverse tipologie di prodotti omeopatici
attuali e come sono realizzati.
Luoghi di visita
Archivio Storico di Torino, palazzo Barolo, Farmacia degli Stemmi, Torino
Ritrovo
Archivio storico di via Barbaroux 32, Torino ore
15.00. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5 € + 2,5 € ingresso Palazzo Barolo (libero con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
CISAF Collegio Indipendente Subalpino di Arti
Farmaceutiche
Torino vista dai caffè
storici. Dal San Carlo
al Bicerin
Sabato 18 ottobre ore 15.00
Giovedì 6 novembre ore 16.45
L’itinerario si snoda tra le piazze più rappresentative del centro di Torino, alla scoperta dei
caffè storici, luoghi frequentati da personaggi
famosi e dame raffinate che tra stili diversi e
prelibatezze di cioccolato fanno rivivere l’atmosfera salottiera tipicamente torinese tra la fine
dell’800 e inizio ‘900.
Luoghi di visita
Caffè San Carlo, Caffè Torino, Stratta, Baratti Milano, Mulassano, Caffè Fiorio, Bicerin, Torino
Ritrovo
Davanti al Caffè San Carlo, piazza San Carlo 156,
Torino. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Centro di Documentazione Torino in Europa in
collaborazione con Associazione Athena
2014
25
PASSEGGIATE A TORINO E DINTORNI
Torino tour gallery
Sabato 18 ottobre
Vanchiglia è uno dei quartieri storici di Torino che
si è sviluppato nel suo aspetto attuale dalla fine
dell’Ottocento. Oggi borgo Vanchiglia è uno dei
poli più dinamici della creatività artistica cittadina. Il percorso illustra diversi aspetti della vita
del quartiere: le gallerie d’arte, i punti storici e gli
studi di due artisti locali.
Ritrovo
Atrio d’ingresso del Palazzo di Giustizia, Corso
Vittorio Emanuele II angolo Via Giovanni Falcone,
Torino, ore 9.30. Il percorso dura due ore e mezza
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Teknotre-Istituto di Cultura
Luoghi di visita
Quartiere Vanchiglia, gallerie e studi d’artista, Torino
Ritrovo
Via Giulia di Barolo 9 angolo corso San Maurizio,
Torino ore 16.00. Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
7€
A cura di
CulturalWay e Galleria Moitre
Il Palazzo di giustizia
“Bruno Caccia”
Sabato 25 ottobre
Sabato 8 novembre
Sabato 22 novembre
Il Palazzo di Giustizia di Torino è intitolato al
magistrato Bruno Caccia barbaramente ucciso
nel 1983. L’edificio richiama le componenti del
tessuto urbano utilizzando il mattone a vista di
sapore secentesco alternato a grandi vetrate.
All’avanguardia nelle soluzioni architettoniche e
logistiche è considerato dagli architetti un riferimento di valore assoluto. La visita all’Aula Magna,
ad alcuni uffici e una delle due maxi aule utilizzate per i più noti processi permette di capirne il
funzionamento.
Luoghi di visita
Palazzo di Giustizia Bruno Caccia, Torino
26
Acqua: un problema
mondiale con soluzioni
locali
Sabato 25 ottobre
Quando si parla di acqua e di sviluppo sostenibile pochi sanno che in Italia l’organizzazione del
prelievo delle acque potabili e dello smaltimento
delle acque di scarico è regolata dal 1994.
In occasione della Giornata delle Nazioni Unite il
Centro UNESCO di Torino propone un percorso
che analizza il rapporto tra la risorsa dell’ acqua e
lo sviluppo sostenibile visitando l’impianto di potabilizzazione dell’acqua del fiume Po che consentirà di vedere quello che viene chiamato il “ciclo integrale dell’acqua”, dal prelievo delle acque
potabili allo smaltimento delle acque di scarico.
Luoghi di visita
Società Metropolitana Acque Torino SMAT, Torino
Ritrovo
Viale Maestri del Lavoro 10, Torino ore 9.00.
Il percorso dura tre ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Centro Unesco di Torino
La chiesa dell’Immacolata
Concezione di Torino
Sabato 8 novembre
La chiesa dell’Immacolata Concezione a Torino, realizzata su progetto dell’architetto Guarino Guarini,
conserva un elegante apparato decorativo interno
nel quale spicca una pala di Sebastiano Taricco.
Aperta in rare occasioni, è stata recentemente oggetto di un’analisi approfondita relativa alla storia ed
alle maestranze locali che operarono nel cantiere.
Nel corso della visita sarà attivato il piccolo laboratorio creativo per bambini “Disegna la tua chiesa”.
roshima mon Amour e si conclude in una delle sedi
della settimana dell’arte contemporanea torinese.
Luoghi di visita
Siti vari, Torino
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
14.00. Il percorso dura 4 ore circa
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
Artesera produzioni
Luoghi di visita
Chiesa dell’Immacolata Concezione, Torino
Ritrovo
Fronte chiesa, via Arsenale angolo via Lascaris,
Torino, ore 9.30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5€
A cura di
Premio Tesi di Laurea su Torino
Bianchi splendori.
Le porcellane torinesi
Rossetti, Vische
e Vinovo
Sabato 15 novembre
Mercoledì 19 novembre
La città dell’arte.
Torino e la street art
Domenica 9 novembre
Torino ospita un ricco patrimonio di street art, l’arte
che si fa nelle strade, che trasforma la città in una
galleria a cielo aperto. Dalle grandi facciate realizzate grazie a Picturin – Torino Mural Art, agli interventi
di MurArte, dal Museo di Arte Urbana di zona Campidoglio agli interventi recenti di NizzArt, fino ad arrivare alle gallerie e alle associazioni territoriali, che
da anni nutrono questo mondo artistico “parallelo”.
L’itinerario presenta gli esempi più interessanti e si
snoda tra Corso Castelfidardo, corso Tassoni e Parco
Dora. Si prosegue in via Fiocchetto per conoscere i
lavori di Roa + Erikailcane, due artisti molto conosciuti nel settore, si costeggia la sede del locale Hi-
Per la prima volta una mostra al Museo AccorsiOmetto tratta la produzione delle porcellane torinesi di Rossetti, Vische e Vinovo. Un’occasione
speciale per scoprire i segreti tecnici della produzione dell’ “oro bianco del Settecento” e i decori
più eleganti, oltre ai rituali delle tavole imbandite
e dei fastosi banchetti, strumento di ostentazione sociale per l’aristocrazia dell’epoca.
Luoghi di visita
Museo Accorsi-Ometto, Torino
Ritrovo
Museo Accorsi-Ometto, via Po 55, Torino, ore
15,30. Il percorso dura due ore circa
Quota di partecipazione
5 € + 5 € ingresso al Museo (libero con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Unitre - Università della Terza Età di Torino
2014
27
Itinerari per scoprire
il territorio piemontese
In questa sezione trovate proposte per conoscere il Piemonte.
Si potranno ammirare l’arte e l’architettura, diffuse
dai grandi ai piccolissimi centri e borghi piemontesi
spaziando dalla preistoria fino ai giorni nostri
in un flusso ininterrotto di produzione artistica espressa dalle comunità che hanno abitato o percorso
il territorio.
La natura si svela nelle aree protette del biellese,
con il parco Burcina e l’Oasi Zegna o nell’antica riserva di caccia di Casa Savoia sulle Alpi Marittime.
Tra i Sacri Monti, in un connubio tra fede e natura,
sono proposti quelli di Domodossola, Orta, Oropa e
Varallo, oltre ai percorsi naturalistici ai piedi del
Monviso e lungo il parco fluviale dello Scrivia. E ancora laghi, risaie, vallate alpine e l’antico vulcano
fossile della Valsesia.
Il lavoro dell’uomo e le produzioni tipiche saranno
esplorati tra la Valle Cervo, con l’industria della lana,
e l’antica arte della ceramica nel monregalese. Il
canale Carlo Alberto racconterà lo sviluppo dell’imprenditoria alessandrina, vecchi mulini e fornaci
del Canavese si apriranno al visitatore.
Le escursioni indicate come “avventura” propongono modalità di fruizione del territorio più attive, pensate per visitatori dinamici: easy rafting in gommone sul Po, tratti in bicicletta lungo il fiume Tanaro,
camminate in montagna sui sentieri della Sacra di San
Michele o nel parco del Marguareis permettono di vivere scenari più selvaggi e di sicuro fascino.
28
2014
29
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Astigiano
tra tufo e grotte
Sabato 24 maggio
Un itinerario per conoscere le terre astigiane
tra le sabbie dei fossili e le originali case-grotta.
Dopo la visita al museo paleontologico di Asti ci
si sposta in Valle Botto per osservare gli affioramenti paleontologici e i “crutìn” legati al lavoro
contadino. A Camerano Casasco si ammira la
cinquecentesca chiesa di San Lorenzo, con decorazione a stucco, e il dedalo di cunicoli del paese,
scavati nel tufo. Le case-grotta di Mombarone
si raggiungono con una breve camminata nel
verde. Un incontro musicale e la degustazione di
prodotti tipici chiude la giornata.
Luoghi di visita
Museo paleontologico di Asti, Riserva di Valle Andona, Botto e Grande, Camerano Casasco, Case
Grotta di Mombarone (AT)
Quattro passi
nel Medioevo
tra Pinerolo e Osasco
Sabato 24 maggio
Dall’antico “Piano” di Pinerolo scendendo per le vie
e le piazze del centro storico si possono riconoscere
case e palazzi dell’epoca medievale come Casa del
Senato e Casa del Vicario con la sua facciata affrescata. Poco fuori dalla città è collocato il Castello di
Osasco, fortezza difensiva del XIV secolo poi divenuta dimora signorile, circondato da mura e da un
giardino all’italiana con parco e alberi secolari.
Luoghi di visita
Centro storico di Pinerolo, Castello e parco di Osasco (TO)
Note
Indossare calzature comode per tratti in salita.
Pranzo libero o al sacco
Quota di partecipazione
18 € + 5 € visite guidate
Quota di partecipazione
12 € + 6 € visita guidata + 6 € ingresso Castello
di Osasco
A cura di
Le colline del mare, Ente gestione aree protette
astigiane
A cura di
Pinerolo e le valli: cammini di libertà tra arte e
cultura - Cesmap Centro studi e Museo d’Arte
Preistorica
Energia e rafting
lungo il Po
Domenica 25 maggio
Come si può declinare il concetto di energia tra
le risaie del vercellese e il fiume Po? Per esempio
con le scoperte del campo magnetico rotante di
Galileo e Adamo Ferraris nel museo a loro dedicato, o attraversando il paesaggio “metafisico” delle
30
Luoghi di visita
Museo di Livorno Ferraris, centro e mulino storico di Fontanetto Po (VC), easy rafting sul fiume
Note
Pranzo libero, a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour
15 €. Indossare scarpe sportive e giacca a vento
per breve camminata su sentiero.
A cura di
Amici della lana
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.30. Percorso di intera giornata
Quota di partecipazione
12 € + 2 € visita al mulino + 20 € rafting su gommone (15 € ragazzi fino 15 anni)
A cura di
Leggere Trame, parco fluviale del Po e dell’Orba
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.30. Percorso di intera giornata
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 7.45.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare calzature comode per sentiero sterrato. Pranzo libero. A richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 o 18 €
risaie a perdita d’occhio fino a un antico mulino
perfettamente funzionante e mosso dall’acqua.
Infine, salendo su un gommone nel fiume, si ricorre all’energia umana imbracciando le pagaie per
ammirare un tranquillo tratto del Po.
Valle Cervo e Miagliano
tra lana, acqua e lavoro
Sabato 31 maggio
Domenica 13 luglio
Un viaggio nel tempo nei luoghi del lavoro, dalla
trasformazione di uno dei più piccoli paesi italiani
al primo villaggio operaio piemontese. Dagli spazi
silenziosi della vecchia fabbrica a quelli tornati in
vita grazie al Centro di Raccolta di Lane Sucide, ideato dal consorzio Biella The Wool Company, e alla
mostra Wools of Europe. La fabbrica di Miagliano,
esempio di archeologia industriale lungo il torrente
Cervo, valorizza una materia prima totalmente ecologica e sostenibile: la lana.
Luoghi di visita
Sentiero da Sagliano (Cappellificio Cervo) a Miagliano, villaggio operaio di Miagliano, Lanificio
f.lli Botto Miagliano, mostra Wools of Europe (BI)
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 7.30.
Percorso di intera giornata
Dronero e la fiera
degli acciugai
Sabato 31 maggio
Dronero è una graziosa cittadina ai piedi della Valle
Maira, che conserva un affascinante borgo medievale e il Mulino della Riviera, recentemente rimesso
in funzione per la produzione di farine pregiate. In
occasione della Fiera degli Acciugai si assiste alla
rievocazione della tradizione dei venditori di acciughe, uno dei più diffusi mestieri itineranti della
Valle Maira. Il Castello del Roccolo a Busca, con il
suggestivo parco che è espressione del revival neomedievale in Piemonte, conclude la giornata.
Luoghi di visita
Mulino della Riviera e centro storico di Dronero,
fiera degli Acciugai della Valle Maira, Castello e
Parco del Roccolo a Busca (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.30.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero o a richiesta sosta ristoro” gran tour 18 €
Quota di partecipazione
18 € + 5 € visite guidate + 6 € ingresso Castello del Roccolo (libero con Abbonamento Musei
2014)
A cura di
Le identità visibili, Comunità Montana Valli Grana
e Maira
Quota di partecipazione
18 € + 10 € visite e ingressi
2014
31
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Sebastiano Ferrero:
mecenate e collezionista
nella Biella
rinascimentale
Domenica 1 giugno
Un percorso per scoprire nella Biella rinascimentale la figura di Sebastiano Ferrero, diplomatico
e ambasciatore tra la Torino sabauda e la Milano
di Ludovico il Moro. Si visita la Basilica di San Sebastiano, capolavoro rinascimentale con preziosi affreschi e tavole della scuola del Lanino, e il
Museo con le opere del ‘500 da lui stesso commissionate. Si prosegue con Palazzo La Marmora
nel Borgo del Piazzo per ammirare il parco e lo
splendido edificio che conserva le tavole con i
ritratti della sua famiglia. All’interno del Ricetto
di Candelo si trova un edificio imponente casatorre, detta “casa del principe”, abitazione che Sebastiano Ferrero fece costruire dopo l’investitura
feudale nel 1496 e che fu una delle cause della
lotta ingaggiata contro il suo popolo.
Luoghi di visita
Ricetto di Candelo in occasione del Festival del
libro per ragazzi, Museo del territorio biellese,
palazzo La Marmora
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore
8.30. Percorso di intera giornata
Quota di partecipazione
18 € + 3,5 € visita al ricetto Candelo + 5 € ingresso
palazzo La Marmora + 5 € Museo del Territorio
Biellese (ridotto 3 € con Abbonamento Musei
2014) + 1,8 € funicolare
A cura di
Biellese terra di telai, Comune di Biella, pro loco di
Candelo, palazzo La Marmora
Castelnuovo Scrivia,
tesori di arte e natura
Domenica 1 giugno
La riserva naturale di Castelnuovo Scrivia offre un
prezioso ambiente naturale vicino ad un centro
storico di grande fascino tra cui spicca la torre, il
castello con saloni affrescati tra il XIV e XVI secolo e la chiesa parrocchiale con portone in pietra
del 1.100. Il bosco ripariale di salici, pioppi bianchi
e neri, lungo il fiume Scrivia, offre lo spunto per
approfondire l’economia del luogo, un tempo
fondata sulla produzione del gualdo, da cui si
ricavava il “colore di Genova”.
Luoghi di visita
Centro storico Castelnuovo Scrivia e passeggiata
lungo fiume Scrivia (AL)
Luoghi di visita
Montanaro (TO)
Note
Pranzo libero. Indossare scarpe da ginnastica per
camminata in campagna
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
Amici del Castello e Complesso Abbaziale di
Fruttuaria
Note
Indossare calzature comode per sentiero sterrato. Pranzo libero
Quota di partecipazione
18 €
A cura di
Leggere Trame, parco fluviale del Po e dell’Orba
Le strade dell’Orco
Domenica 1 giugno
Domenica 21 settembre
Quota di partecipazione
18 € + 7 € visite + 8 € ingresso al Museo Borgogna
(libero con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Una città al Museo
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.30. Percorso di intera giornata
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.00. Percorso di intera giornata
Il torrente Orco, nasce nel Parco Nazionale del
Gran Paradiso. Nel tratto iniziale è un tipico torrente alpino, poi si trasforma nel fondo valle,
noto come “L’Eva d’Or” per la presenza di sabbie
aurifere. Con un passeggiata lungo le sue rive, nel
tratto del comune di Montanaro, in Canavese, si
scoprono boschi, campi, fauna rara, piloni votivi
32
ed edicole sacre. A conclusione il settecentesco
palazzo Bricha, appena restaurato, testimonia
l’importanza rappresentata dal territorio nei secoli passati.
I paesaggi di Vercelli
tra arte e riso
Sabato 7 giugno
La mostra Umberto Ravello (1881-1917). La natura inquieta presso il Museo Borgogna, con la
sensibilità dell’artista nelle opere di paesaggio
è l’incipit dell’approfondimento sul tema del
paesaggio vercellese di risaia. Dall’arte si passa
alla storia secolare della tecnologia delle acque
del territorio con la visita presso l’Ovest Sesia
che racconta la storia del primo consorzio irriguo d’Europa. La giornata nelle terre d’acqua
termina in risaia presso una suggestiva tenuta
agricola a Desana.
Sulle rive
del Lago d’Orta
Domenica 8 giugno
Domenica 31 agosto
Un itinerario lungo le rive del Lago d’Orta per scoprirne i preziosi beni artistici e architettonici come
i giardini e i palazzi dell’isola di San Giulio e il Complesso di San Filiberto a Pella, una delle più antiche
del Cusio. Durante il percorso si approfondisce
l’antica sapienza artigiana, legata alla tornitura del
legno e raccontata dal museo di Pettenasco , e l’arte
contemporanea con la visita di uno studio d’artista.
Luoghi di visita
Museo Tornitura del Legno a Pettenasco e studio
d’artista, Chiesa Parrocchiale, Orta san Giulio e
Chiesa di San Filiberto a Pella (NO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo al sacco sulle rive del lago
Quota di partecipazione
18 € + 2,7 € battello per Pella
A cura di
Cuore verde tra due laghi
Luoghi di visita
Museo Borgogna, Associazione Ovest Sesia, Tenuta Margherita di Desana, Vercelli
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 8.15.
Percorso di intera giornata
2014
33
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Stagioni e colori nella
aree protette del biellese
Domenica 8 giugno
Sabato 25 ottobre
Leggere il territorio attraverso i ritmi delle stagioni, tra la primavera e l’autunno permette di
cogliere i complessi meccanismi naturali che li
generano e il legame con la cultura territoriale.
Tra i rododendri del parco Burcina e la flora alpina del giardino botanico di Oropa si può passare
da un tripudio di profumi e colori della natura in
pieno risveglio primaverile alla veste autunnale
con i toni del giallo e dell’ocra che preparano al
riposo invernale.
regalese. Il Museo della ceramica di Mondovì, nella
cornice settecentesca di Palazzo Fauzone di Germagnano, offre un percorso espositivo, con oltre 600
ceramiche che ricostruiscono due secoli della produzione delle fabbriche locali. Dopo una passeggiata nello storico quartiere “piazza”, si scopre a Chiusa
Pesio il museo della Regia Fabbrica de’ vetri cristalli e
della ceramica dove, grazie ad un laboratorio pratico, si potranno approfondire le tecniche della ceramica locale nelle varie epoche storiche.
Luoghi di visita
Chiesa di S. Caterina, Seminario Vescovile, Palazzo Mazzetti, chiese di Martino, di S. Paolo e della
SS. Trinità, Asti
bigliamento sportivo e scarpe comode per breve
tratto su sentiero sterrato.
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.00. Percorso di intera giornata
A cura di
Ecomuseo Anfiteatro Morenico di Ivrea
Luoghi di visita
Museo della ceramica, Mondovì piazza, complesso museale G. Avena di Chiusa Pesio (CN)
Quota di partecipazione
18 € + 3 € ingresso palazzo Mazzetti (libero con
Abbonamento Musei 2014)
Ritrovo
Davanti al Teatro Alfieri, piazza Solferino, Torino,
ore 8,30. Percorso di intera giornata
A cura di
Asti città museo
Luoghi di visita
Riserva Naturale Parco Burcina, Santuario di OropaMuseo dei Tesori, Giardino Botanico di Oropa (BI)
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 7.45.
Percorso di intera giornata
Quota di partecipazione
18 € + 4 € visite guidate + 5 € laboratorio ceramico + 3 € ingresso museo della ceramica (libero
con Abbonamento Musei 2014)
Quota di partecipazione
18 € + 2 € ingresso Museo Tesori di Oropa + 3 €
Giardino Botanico (liberi con Abbonamento Musei 2014) + 7 € visite guidate
A cura di
Punti di Visita-cultura d’insieme, Associazione
Fermenti Musei
Note
Pranzo libero. Indossare scarpe sportive e giacca
a vento per camminata su sentiero
A cura di
Riserva Speciale del Sacro Monte di Oropa
Benedetto Alfieri
e il barocco ad Asti
Pizzi blu.
L’arte della ceramica
nel monregalese
Domenica 8 giugno
Sabato 27 settembre
Un itinerario per valorizzare la memoria della tradizione ceramica plurisecolare del distretto mon-
34
Giovedì 12 giugno
Sabato 6 settembre
Oltre alla città medievale Asti offre interessanti
spunti di architettura barocca nei quali Benedetto Alfieri fu protagonista attivo nel ’700 durante
il rinnovamento edilizio cittadino. Tra l’ampia cupola ellittica di S. Caterina, il Seminario Vescovile
e il prezioso Palazzo Mazzetti, con i suoi ambienti
di inizio ‘700 culminati con la decorazione della
sala dello Zodiaco si ammirano affreschi, sacrestie e preziosi dipinti.
Quota di partecipazione
18 €
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” 18 €
Vie d’acqua.
Da Settimo al Vercellese
sulle tracce di Cavour
Sabato 14 giugno
Sabato 27 settembre
Antichi mestieri e natura
sul Lago di Viverone
Sabato 14 giugno
Domenica 5 ottobre
Una giornata per scoprire le antiche tradizioni artigianali e il paesaggio intorno al Lago di Viverone.
Lungo la sponda selvaggia del lago morenico il
paese di Azeglio ospita un museo dedicato ai seggiolai e alle impagliatrici da cui parte un sentiero di
zone umide e bosco. A Zimone, balcone panoramico sull’Anfiteatro Morenico di Ivrea, si approfondiscono le competenze e la precisione dei carradori
(i costruttori di carri). L’ultima tappa sarà alla ricerca
della maestria dei tessitori di canapa nel suggestivo
borgo medioevale di Piverone.
Luoghi di visita
Ecomuseo dei seggiolai di Azeglio, Ecomuseo
“Storie di carri e carradori” a Zimone, borgo di
Piverone (BI) e Museo della Steiva
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.30.
Il percorso di intera giornata
Il territorio di Settimo, dove è situato il complesso
del Mulino Nuovo di Settimo sede dell’Ecomuseo
del Freidano, è stato per lunghi secoli debitore delle
terre d’Acqua dell’area Vercellese in materia di cultura idraulica. Dal periodo dei primi insediamenti
benedettini dell’ XI secolo, come l’Abbazia di Lucedio, sino agli anni d’oro del capitalismo agrario di
ispirazione cavouriana nell’800 si ripercorre questo
legame lungo le tappe della giornata.
Luoghi di visita
Ecomuseo del Freidano e parco dell’energia, Abbazia
di Lucedio, Tenuta La Darola a Trino Vercellese (VC)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.30. Percorso di intera giornata
Note
Indossare abbigliamento e calzature comode.
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
Quota di partecipazione
12 € + 7 € ingresso e visita all’Ecomuseo (ridotto
3 € con Abbonamento Musei 2014) + 5 € visita
Abbazia di Lucedio
A cura di
Ecomuseo del Freidano
Note
Pranzo libero sul lago di Viverone. Indossare ab2014
35
IL TERRITORIO PIEMONTESE
L’Ottocento a Pinerolo:
arte sacra e riscoperta
del Medioevo
Domenica 15 giugno
A fine Ottocento alcuni edifici religiosi di origine medievale hanno subito restauri neogotici o
sono stati edificati ex novo, in un clima culturale
che, attraverso una rilettura del Medioevo, cercava una identità comune per il Paese. In questo
stesso tema si inserisce anche il Museo Storico
del Mutuo Soccorso, che ripercorre la storia della
prima Società Italiana di Mutuo Soccorso nata a
Pinerolo nel 1848, in un clima di solidarietà sociale che reinterpretò le corporazioni medievali
trasformandole in società di reciproco aiuto tra
i lavoratori.
L’Abbazia di Fruttuaria
e il territorio
del Conte Frola
Domenica 15 giugno
Domenica 5 ottobre
Il Conte Frola, fondatore del Museo del Risorgimento di Torino, acquistò e restaurò nel 1800 il
Castello Abbaziale di Montanaro. Da qui si parte
alla scoperta dei monumenti del Complesso Abbaziale Vittoniano, del campanile con la Chiesa di
Santa Marta e della Chiesa di Santa Maria Assunta
con il suo monumentale organo. Dopo il settecentesco palazzo Bricha, progettato da Vittone
e Guarini e appena restaurato, si conclude a San
Benigno con l’Abbazia di Fruttuaria, importante
testimonianza della vita religiosa medioevale.
Luoghi di visita
Cattedrale di San Donato, Santuario del Sacro
Cuore dei Padri Oblati, Museo storico del Mutuo
Soccorso, Basilica di San Maurizio, Santuario della
Madre della Divina Grazia, Pinerolo (TO)
Luoghi di visita
Montanaro e San Benigno C.se (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.00. Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.00. Percorso di intera giornata
Luoghi di visita
Cupola e Basilica di San Gaudenzio, Casa Bossi,
Broletto, Duomo, biscottificio artigianale, Novara
Quota di partecipazione
18 € + 3 € Museo Cappello Borsalino (libero con
Abbonamento Musei) + 2 € Museo di Arte Sacra
Cassine
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.30.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero. Indossare abbigliamento sportivo
e scarpe comode per salita alla cupola
Quota di partecipazione
12 €
Quota di partecipazione
12 € + 3 € ingresso Abbazia di Fruttuaria (libero
con Abbonamento Musei 2014)
Note
Indossare calzature comode per breve salita.
Pranzo libero
A cura di
Amici del Castello e Complesso Abbaziale di
Fruttuaria
Novara e i suoi
esori artistici
Sabato 21 giugno
Domenica 12 ottobre
Novara svela i tesori del suo centro storico a partire dalla Basilica di San Gaudenzio (sec. XVI) con la
sua cupola di 121 metri, progettata da Alessandro
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
A cura di
Associazione I.N.G.O.R.T.P in collaborazione con
Comune di Alessandria, Comune di Cassine Associazione Volontari Cantalupo Onlus, Coutenza
del Canale Carlo Alberto
Quota di partecipazione
18 € + 5 € salita alla cupola
A cura di
Riso di vino e d’acque. Le terre delle colline novaresi e del Sesia
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8.30. Percorso di intera giornata
A cura di
Pinerolo e le valli: cammini di libertà tra arte e cultura - Diocesi di Pinerolo
36
Antonelli così come Casa Bossi, definita “il più bel
edificio neoclassico d’Italia”. Il Broletto, costituito
da quattro edifici sorti tra il XII e XV secolo, conserva nel suggestivo Salone dell’Arengo la sede duecentesca del primo Comune, e il Duomo presenta
alcuni tratti della sua origine romanica.
Canale Carlo Alberto
e l’imprenditoria
alessandrina
Sabato 21 giugno
Sabato 4 ottobre
Il Canale Carlo Alberto rappresenta per l’imprenditoria alessandrina un’importante testimonianza
storica. Il Cappello Borsalino, con l’omonimo museo, rappresenta la storia della produzione della
celebre azienda; anche il saponificio di Cantalupo
fu alimentato dalla forza motrice tratta dalle acque del Canale. A Cassine è visibile la “Chiavica“,
imponente opera idraulica. Il paese ospita anche
un interessante Museo d’Arte Sacra.
Luoghi di visita
Museo del Cappello Borsalino, Saponificio di
Cantalupo, Chiavica del Canale Carlo Alberto e
Museo d’Arte Sacra di Cassine (AL)
Arte contemporanea,
industria e natura
nel Biellese
Domenica 22 giugno
Domenica 19 ottobre
Un excursus tra cultura d’impresa presente e passata, arte contemporanea e natura. Cittadellarte
presenta un percorso che lega le opere di Michelangelo Pistoletto alle attività del centro di arte contemporanea negli spazi dell’ex-Lanificio Trombetta
(risalente al 1872). A Trivero Casa Zegna e la mostra
permanente “Cent’anni di eccellenza” raccontano
tra antichi tessuti e immagini d’archivio i cento anni
di storia del marchio italiano. Artisti di fama internazionale, tra cui Daniel Buren e Dan Graham, sono
presenti nella passeggiata del progetto “All’Aperto”.
Luoghi di visita
Cittadellarte-Fondazione Pistoletto, Oasi e Casa
Zegna, opere progetto “All’aperto”, Trivero (BI)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.30.
Percorso di intera giornata
2014
37
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 20 €. Indossare scarpe comode
Quota di partecipazione
18 € + 7 € visite guidate
A cura di
Oasi Zegna e Cittadellarte-Fondazione Pistoletto
Sulle tracce del lupo
Domenica 22 giugno
Uomini e lupi possono convivere? Il Centro del
Parco delle Alpi Marittime, articolato in due sezioni dotate di allestimenti innovativi e scenografie coinvolgenti, prima ancora di fornire risposte,
offre al visitatore l’opportunità di approfondire
la conoscenza dell’animale e del suo comportamento necessari per costruirsi un’opinione documentata e consapevole. La facile e suggestiva
passeggiata tra i due Centri a Entraque permette
di vedere i luoghi che in alcuni periodi dell’anno
sono frequentati dal predatore.
Luoghi di visita
Centro visita Uomini e Lupi e Centro faunistico Uomini e Lupi, Località Casermette, Entracque (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero o a richiesta sosta ristoro” Gran Tour
16 €. Indossare scarpe da trekking o da ginnastica; consigliati binocolo e macchina fotografica
Quota di partecipazione
18 € + 6 € ingresso Centro Faunistico Uomini e
lupi (libero con Abbonamento Musei 2014) + 2
€ visita guidata
A cura di
Parco naturale Alpi Marittime
38
A Fossano
di corte in corte
Venerdì 27 giugno
La visita alla città degli Acaia in occasione del
Palio dei Borghi – Giostra de l’Oca è l’occasione
per scoprire angoli sconosciuti. Tra Confraternite
e palazzi nobiliari si aprono cortili con figuranti
del Palio che rendono viva la visita alle antiche
dimore tra musica e teatro. Al termine del percorso è possibile assistere alle prove dei fantini della
Giostra de l’Oca nella cornice di piazza Castello.
Luoghi di visita
Chiesa Santissima Trinità, Palazzo Daviso di Charvensod, Palazzo Santa Giulia, Cattedrale, Palazzo
Pittatori, Bastione del Salice e Piazza Castello,
Fossano (CN)
multimediali e le Sale del Vescovado ne ricordano
il cinquecentesco passato universitario.
Luoghi di visita
Museo della Stampa, Museo della ceramica, Sale del
Vescovado, fabbrica della ceramica, Mondovì (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 18 €
Quota di partecipazione
18 € + 5 € ingresso museo (libero con Abbonamento Musei 2014) + 6 € visita guidata + 1,3 €
funicolare
A cura di
Sistema Urbano Città di Mondovì - Monregaltour
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore
16.30. Il percorso dura mezza giornata (rientro
previsto ore 23.30)
Note
Possibilità di cena al sacco e aperitivo 6 €
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
Fossano Bellacittà
Mondovì e le sue antiche
tradizioni
Sabato 28 giugno
Un percorso per conoscere le tradizioni artigiane
più antiche di Mondovì, città Universitaria dal 1500,
come la stampa e la ceramica. Il Museo della Stampa presenta la più completa raccolta pubblica di
macchine ed attrezzature esistente oggi in Italia.
Il Museo della Ceramica, situato nel settecentesco
Palazzo Fauzone di Germagnano, ha un ricco allestimento distribuito su due piani con installazioni
Domodossola e il Sacro
Monte Calvario
Sabato 28 giugno
Sabato 13 settembre
Una giornata per conoscere la cittadina medievale
di Domodossola, dal borgo fortificato allo storico
Palazzo San Francesco, e il Sacro Monte Calvario,
un gioiello tra natura e architettura. La visita esplora anche gli spazi interni del convento, i giardini e
le cappelle, scoprendone i segreti e la spiritualità
rosminiana dei Padri che ancora vi dimorano.
Luoghi di visita
Città vecchia e borgo fortificato, Monte Calvario
e cappelle Via Crucis, Domossola
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.30.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe comode per sentiero in salita.
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 18 €
Quota di partecipazione
18 € + 3 € ingresso palazzo San Francesco (ridotto 1,5 € over 60) + 4 € visite guidate
A cura di
Ente di Gestione dei Sacri Monti e Associazione
Musei d’Ossola
Sui sentieri della
Sacra di San Michele
Sabato 28 giugno con ricetto medievale di Almese
Sabato 26 luglio con centro storico di Sant’Ambrogio di Torino
Un’occasione per conoscere il paesaggio della Sacra di San Michele attraverso la natura e la storia
della rete di percorsi che si distribuiscono tutt’intorno. È ancora visitabile la cava, avvolta nel bosco, da
cui provengono le pietre verdi con cui fu costruita
l’Abbazia. Tra il ricetto medievale di San Mauro di
Almese (nella data di giugno) e il centro storico di
Sant’Ambrogio (nella data di luglio) si scoprono con
l’occasione anche i prodotti tipici della zona.
Luoghi di visita
Cava d’Andrade, Sacra di San Michele, ricetto di
Almese (a giugno), centro di Sant’Ambrogio di
Torino (a luglio)
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino ore 8.45.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarponcini e consigliati bastoncini da
trekking. Pranzo libero o a richiesta sosta ristoro
con prodotti tipici 12 €
Quota di partecipazione
12 € + 13 € visita guidata (ridotto 8 € bambini)
+ 4 € ingresso Sacra di San Michele (libero con
Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Valle di Susa: Tesori di Arte e Cultura Alpina - Sacra Natura
2014
39
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Arte e spiritualità
in Valsesia. Sacro Monte
e pinacoteca
Domenica 29 giugno
Tre tappe per scoprire arte e spiritualità in Val
Sesia. La cinquecentesca chiesa francescana di
Santa Maria delle Grazie, affrescata da Gaudenzio
Ferrari nel 1513 anticipa, con il racconto della vita
di Cristo, la salita al Sacro Monte di Varallo. Qui,
le sue 45 cappelle rappresentano la “Nuova Gerusalemme” realizzata da fine ‘400 da artisti piemontesi e lombardi. La Pinacoteca, ricca di 3.000
opere dal XV al XX secolo e oltre 1.000 disegni, è
l’ideale chiusura del prezioso triangolo artistico.
Luoghi di visita
Santa Maria delle Grazie, Pinacoteca e Sacro Monte di Varallo (VC)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare calzature comode. Pranzo libero
del mondo. Dai Cistercensi dell’Abbazia di Staffarda, scienziati, tecnici e architetti, fino alla vocazione contemplativa dei Certosini, arroccati,
con la protezione dei Signori di Barge, sul Mombracco. Lo stesso monte fu sede di stanziamenti
preistorici e diede rifugio ai monaci Trappisti in
arrivo dalla Francia.
Luoghi di visita
Abbazia di Staffarda, Mombracco e Certosa (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 18 €. Indossare abbigliamento comodo e
calzature sportive per breve tratto su sentiero
sterrato
Quota di partecipazione
18 € + 3,5 € ingresso Abbazia di Staffarda (libero
con Abbonamento Musei 2014)
Cistercensi, certosini e
trappisti in Piemonte
Domenica 29 giugno
Domenica 14 settembre
L’itinerario presenta le profonde differenze fra
tre Ordini religiosi che hanno operato sul territorio piemontese ritrovandone traccia nei paesaggi che rispecchiano la loro diversa visione
40
Quota di partecipazione
12 €
Luoghi di visita
Terme di Valdieri, Centro visita del Parco, Piano del
Valasco e Reale casa di caccia, Giardino botanico alpino Valderia (CN)
A cura di
Volarte
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe e indumenti da montagna; percorso di 5km su strada sterrata dislivello 400m.
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
Quota di partecipazione
18 € + 2 € ingresso al giardino + 2 € visita guidata
A cura di
Parco Naturale Alpi Marittime
A cura di
Amici della Fondazione Ordine Mauriziano di
Torino
Lanzo, dalla storia
alla leggenda
Quota di partecipazione
18 € + 3 € funicolare a/r + 1,5 € visita guidata + 7 €
ingresso Pinacoteca di Varallo (libero con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Riserva Speciale del Sacro Monte di Varallo
che delle Marittime inserite nel loro ambiente
naturale.
Sabato 5 luglio
I sentieri del Re
sulle Alpi Marittime
Sabato 5 luglio
Mercoledì 7 agosto
Un’escursione guidata per osservare gli animali
e scoprire la flora del Parco delle Alpi Marittime,
territorio che per quasi cento anni fu Riserva reale di caccia di Casa Savoia. Partendo da Terme
di Valdieri si arrivare al Pian del Valasco, uno dei
luoghi più affascinanti dell’area protetta e cuore
del Parco, dove sorge l’ottocentesca casa di caccia di Vittorio Emanuele II (oggi rifugio escursionistico). Poco distante il giardino botanico
alpino Valderia custodisce 500 specie botani-
La visita a Lanzo e una passeggiata nell’antico
borgo invitano a scoprirne la storia e l’arte che
conserva il paese, con le tradizioni e i personaggi
che nel tempo hanno lasciato le loro tracce. Un
lungo cammino, dal Medioevo ai giorni nostri, tra
chiese, cappelle, la Torre di Aimone e il trecentesco ponte del diavolo.
Luoghi di visita
Chiesa di Santa Croce, Torre di Aimone, chiesa
di San Pietro in Vincoli, ponte del diavolo, Lanzo
Torinese (TO)
Alla ricerca dell’oro
tra il Torrente Orco e
Castello Malgrà
Domenica 6 luglio
Anticamente lungo il torrente Orco, in Canavese,
la fiorente ricerca dell’oro ha coinvolto molte generazioni. Oggi è possibile ricostruirne con una
dimostrazione dal vivo i metodi, gli strumenti ed
i risultati proprio sulle rive del torrente nel tratto
che lambisce la cittadina di Rivarolo. La mostra allestita presso il Castello di Malgrà, dimora signorile
dei Conti di San Martino, ripercorre anch’essa la
storia dell’acqua dolce, tra immagini di laghi e fiumi oltre a inedite fotografie di fondali canavesani.
Luoghi di visita
Sponde del torrente Orco e Castello di Malgrà,
Rivarolo Canavese (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore
13.30. Il percorso dura mezza giornata
Note
Indossare abbigliamento comodo e calzature
sportive per breve tratto su sentiero sterrato
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
Amici del Castello di Malgrà
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8,30. Percorso di intera giornata.
Note
Pranzo libero con possibilità di picnic. Indossare
calzatura comode per alcuni tratti sterrati
2014
41
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Studi aperti, arts
festival tra i due laghi
Domenica 6 luglio
Un percorso che pone l’arte contemporanea in
dialogo con il territorio grazie a Studi Aperti Arts Festival, evento multidisciplinare che coinvolge centinaia di artisti provenienti da tutto
il mondo. Dalla Fondazione Calderara e le sue
300 opere contemporanee all’elegante settecentesca Villa Nigra si alternano studi d’artista
per concludere con il prezioso palazzo Tornielli
e il suo parco neogotico.
Luoghi di visita
Fondazione Calderara di Vacciago, Villa Nigra A
Miasino, Spazio Museale e parco di Palazzo Tornielli, studi di artisti
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 18 €
Quota di partecipazione
18 €
A cura di
Cuore verde tra due laghi
Valle Grana,
il Castelmagno tra arte
e natura
Tesori d’inchiostro
e d’arte medievale
in Val Susa
Giovedì 10 luglio
Sabato 26 luglio
Sabato 12 luglio
Venerdì 22 agosto
L’itinerario conduce alla scoperta del Castelmagno, esplorando le diverse fasi di produzione nel
Caseificio Cooperativo dell’Alta Valle Grana. A Castelmagno, circondato dai pascoli e dalla natura
incontaminata s’innalza maestoso il celebre Santuario di San Magno. Passeggiando tra antiche
cappelle della media Valle Grana si ammirano
affreschi tardogotici e preziosi esempi di pittura
trecentesca ascoltando storie di antiche tradizioni e mestieri.
Lungo la via Francigena della Val Susa si incontrano testimonianze d’arte sacra e tesori archivistici.
L’antico borgo di Novalesa, dalla tipica architettura alpina, accompagna fino all’abbazia di Novalesa con la cappella di San Eldrado e il Museo
Archeologico. Proseguendo a piedi si scoprono
curiosità storiche e naturalistiche della Valle Cenischia fino a Susa dove una visita speciale al palazzo del Seminario svela gli antichi tesori della
Biblioteca e dell’Archivio.
Luoghi di visita
Caseificio a Pradleves, Santuario di San Magno a Castelmagno, Museo dei babaciu a Monterosso Grana, chiesa di santa Maria della Valle a Valgrana (CN)
Luoghi di visita
Borgo e Abbazia di Novalesa, Museo Archeologico,
percorso naturalistico Cenischia-Susa, palazzo del
Seminario, Susa (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
7.30. Percorso di intera giornata
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare calzature adatte per una passeggiata
su sentiero sterrato. Pranzo libero. A richiesta “sosta ristoro” Gran Tour 16 €
Note
Indossare scarpe da ginnastica per breve tratto
sterrato. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 14 €
Quota di partecipazione
18 € + 5 € visite guidate
Quota di partecipazione
18 € + 2 € ingresso museo archeologico (libero con
Abbonamento Musei 2014) + 4 € visite guidate
A cura di
Le identità visibili, Comunità montana Valli Grana
e Maira
A cura di
Valle di Susa. Tesori di arte e cultura alpina
A spasso nel parco,
a spasso per il mondo
Sabato 12 luglio
Sabato 2 agosto
Escursione naturalistica nell’incontaminato ambiente del Parco naturale del massiccio Marguareis: l’area protetta delle Alpi Marittime tra la Valle
Pesio e l’Alta Valle Tanaro. Accompagnati da un
guardiaparco sarà possibile fare una piacevole
escursione, con tappe per l’osservazione della
fauna e della flora e percorsi didattici di scoperta.
L’itinerario si snoda da Località Certosa di Pesio al
Pian delle Gorre. Si visita inoltre l’Atlante dei suoni
di Boves, parco tematico dedicato alla musica nei
5 continenti.
Luoghi di visita
Parco naturale del Marguareis, Certosa di Pesio,
Atlante dei suoni di Boves (CN)
Ritrovo
Davanti al Teatro Alfieri, piazza Solferino, Torino,
ore 8,00. Percorso di intera giornata.
Note
Camminata medio-facile di circa 2 ore a piedi dalla Certosa di Pesio al Pian delle Gorre. Necessario
equipaggiamento sportivo (scarponcini, pedule,
pile e giacca antivento/antipioggia). Pranzo al
sacco al pian del Gorre. A richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 15 € presso Rifugio (da riservarsi alla
prenotazione)
Quota di partecipazione
18 € + 3,5 € visita al parco + 7 € ingresso Atlante
dei Suoni (libero con Abbonamento Musei 2014,
5 € ragazzi fino 18 anni)
A cura di
Punti di Visita-cultura d’insieme, Associazione
Fermenti Musei
42
2014
43
IL TERRITORIO PIEMONTESE
1.000 Anni di cotto
Domenica 13 luglio
Sabato 13 settembre
Terra, acqua, aria e fuoco diventano mattoni che
permettono di ripararsi, produrre terraglie per
cuocere il cibo ed elementi decorativi in cotto,
come formelle o cornici che ricamano disegni sulle facciate delle chiese e dei palazzi trecenteschi.
Per scoprirle si segue un percorso tra Vezzolano,
antico complesso monastico immerso nel verde, le pievi romaniche cimiteriali di Marentino e
Pecetto, tra preziosi cicli affreschi dal Trecento al
Cinquecento, e si conclude al Munlab con l’escursione nella cava a cielo aperto di Cambiano. Un
laboratorio artigiano permetterà di sperimentare
l’uso dell’argilla.
Made in Torino. Tour
the excellent. L’acqua
del Pian della Mussa
Venerdì 18 luglio
Un’occasione speciale per scoprire dove nasce l’
Acqua Minerale Pian della Mussa. Entrando nelle
Valli di Lanzo, nello specifico a Balme, si visita la
storica azienda delle acque minerali Pian della
Mussa per vedere la sorgente e assistere a tutto il
processo di imbottigliamento. Spostandosi poi al
Pian della Mussa, in un piacevole ambiente alpino,
si pranzerà presso il Rifugio Città di Ciriè.
Luoghi di visita
Azienda acqua Pian della Mussa, Balme (TO)
Luoghi di visita
Canonica Santa Maria a Vezzolano, chiesa S. Maria dei Morti e apiario a Marentino, chiesa San
Sebastiano e ricetto a Pecetto T.se, Munlab a
Cambiano (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 9.30.
Rientro previsto alle ore 16.00 circa
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.30.
Percorso di intera giornata
A cura di
Turismo Torino e Provincia
A cura di
La Compagnia della Chiocciola e Munlab Ecomuseo dell’argilla
Pamparato.
Cultura, artigianato
e gastronomia
Sabato 19 luglio
Domenica 7 settembre
Pamparato è un piccolo paese a 816 metri in Val
Casotto che ha mantenuto intatta nel tempo la sua
caratteristica di borgo antico. Ad arricchirlo sono
piccoli gioielli architettonici, come la Cappella di
San Bernardo (XI secolo) con un ciclo di affreschi
del 1400 e la Chiesa Parrocchiale di San Biagio. Il
Museo della gente di montagna, con una dimostrazione sull’artigianato del legno, una passeggiata
44
Luoghi di visita
Comune di Pamparato (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe da ginnastica per breve tratto
sterrato. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 18 €
Percorso di intera giornata (rientro ore 20.00)
Note
Pranzo libero. A richiesta “sosta ristoro” Gran Tour
18 o 25 €
Quota di partecipazione
18 € + 4 € visite
A cura di
Ecomuseo della pastorizia
Quota di partecipazione
18 € + 1 € visita stagionatura Occelli
A cura di
Cultura, gastronomia, tradizione – Comune di
Pamparato
Monte Fenera: natura,
grotte e santuario
Domenica 20 luglio
Quota di partecipazione
25 € comprensivo di pranzo
Note
Indossare scarpe da ginnastica per breve tratto
sterrato. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour 18 € (solo per la data di settembre)
Quota di partecipazione
18 € + 3 € ingresso Munlab + 4 € visite guidate
tra rigogliosi boschi di castagni, i famosi biscotti di
meliga e i luoghi di stagionatura di formaggi Occelli
presenteranno il meglio di Pamparato.
Pastorizia e produzioni
tipiche in Valle Stura
Sabato 19 luglio
Sabato 23 agosto
Domenica 26 ottobre in occasione della Fiera
dei Santi a Vinadio
L’Ecomuseo della Pastorizia, a Pontebernardo in
Valle Stura, propone un viaggio nell’attività della
pastorizia, ancora viva nella vallate grazie al recupero della pecora sambucana. Con una piacevole
passeggiata si riscoprono le produzioni tipiche tra il
saponificio di Pietraporzio, che unisce la tradizione
Marsigliese alle antiche ricette delle Valli Cuneesi, e
il caseificio di montagna.
Luoghi di visita
Ecomuseo della pastorizia, percorso “Na draio per
Vioure - Un sentiero per vivere”, Centro di Selezione
degli arieti, Caseificio Toma dell’Ecomuseo, laboratorio lavorazione carne di agnello, Pietraporzio (CN)
Il monte Fenera presenta numerose grotte scavate dalle spettacolari cascate del torrente Magiaiga,
alcune delle quali hanno rilevato segni unici in Piemonte della presenza dell’uomo di Neanderthal,
vissuto in questi luoghi circa 50.000 anni fa. Nel
parco del monte svetta il neoclassico Santuario del
Crocefisso di Boca, esempio di sperimentazione
progettuale dell’architetto Alessandro Antonelli.
Boca è anche il nome di un prezioso vino, prodotto
in quantità limitata delle cantine della zona.
Luoghi di visita
Monte Fenera, Giardino della Grotte di Ara, Santuario di Boca, cantina del vino Boca (NO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe da ginnastica per sentiero sterrato. Pranzo al sacco o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 8 €
Quota di partecipazione
18 € + 5 € visite guidate
A cura di
Ente Gestione Aree Protette della Val Sesia
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.30.
2014
45
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Val Varaita:
alla scoperta dell’antica
castellata
Domenica 20 luglio
Un itinerario sulle tracce di un’esperienza unica nella storia europea, quella della Repubblica
degli Escartons. Questa repubblica federale, che
si sviluppò tra il 1343 e il 1713, era composta da
cinque cantoni (Escartons) che si estendevano
tra Italia e Francia. La Castellata, il cantone della
valle Varaita, aveva la sua capitale a Casteldelfino
e comprendeva anche i comuni di Pontechianale
(definito uno dei borghi più belli d’Italia a 1.800
metri) e Bellino, con le sue meridiane, i suoi affreschi e passaggi coperti.
Luoghi di visita
Bellino Borgata Chiesa, Borgata Celle e Chiazale,
borgo di Casteldelfino, villaggio di Chianale -Museo del Costume a Pontechianale (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
vita animale e umana nel territorio, e il Museo della
necropoli di Valdieri, in valle Gesso, con interessanti reperti rinvenuti durante gli scavi. La necropoli è
un tassello dell’area archeologica circostante con
sepolture tra l’età del Bronzo e del Ferro (625 -475
a. C.) e rafforza un percorso che conduce dal reperto allestito al luogo di ritrovamento.
Luoghi di visita
Complesso Monumentale di San Francesco – Museo Civico di Cuneo, Museo e Necropoli di Valdieri,
parco archeologico (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 9.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe da ginnastica per breve tratto
sterrato. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 16 €
Quota di partecipazione
18 € + 2 € ingresso museo civico di Cuneo (libero con Abbonamento Musei 2014) + 3,5 € visite
guidate
A cura di
Parco Naturale Alpi Marittime
A cura di
Le vie del Monviso
Riti sacri e banchetti
sulle vie di pellegrini
e mercanti
Domenica 27 luglio
Sabato 4 ottobre
Archeotour del cuneese
Sabato 26 luglio
Sabato 13 settembre
Un percorso archeologico tra il Complesso Monumentale di San Francesco – Museo Civico di Cuneo, che ospita le più antiche testimonianze della
46
Ritrovo
Davanti al Teatro Alfieri, Piazza Solferino, Torino,
ore 8.30. Il percorso dura tutto il giorno
Il territorio sulla destra del Po, considerato via d’acqua importante per i traffici, era affiancato da sentieri su cui transitavano mercanti, pellegrini, soldati
e personaggi anche illustri. Tra il sito archeologico
della città romana di Industria, il ricetto medievale
al Borgo Garibaldi dominato dal Castello e la suggestiva rocca di Verrua Savoia se ne ripercorrono
le testimonianze stratificate nei secoli.
Quota di partecipazione
18 €
A cura di
Riserva speciale Sacro Monte di Orta, Monte Mesma e Torre di Biccione
Note
Pranzo libero. A richiesta “sosta ristoro” Gran Tour
presso agriturismo 18 € (da riservarsi alla prenotazione)
Quota di partecipazione
18 € + 4 € visita Fortezza di Verrua Savoia + 5 €
visita guidata
A cura di
Associazione Culturale Athena
Bassa Valle Maira tra
arte e sapori
Domenica 3 agosto
Spiritualità sui monti
del Lago d’Orta
Domenica 27 luglio
Domenica 14 settembre
Note
Indossare scarpe da ginnastica per brevi tratti
sterrati. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 15 €
Quota di partecipazione
18 € + 2 € ingresso museo del costume + 10 €
visite guidate
Luoghi di visita
Sito romano di Industria a Monteu da Po, Brusasco e Fortezza di Verrua Savoia (TO)
Il Parco racchiuso sulle colline che sovrastano il
lago d’Orta include tre aree distinte, che hanno
in comune un habitat influenzato dall’ambiente
lacustre. Il Sacro Monte di Orta è un complesso
monumentale seicentesco formato da 21 cappelle che narrano, con scene statuarie e affrescate, la
vita di San Francesco. A pochi chilometri di distanza la riserva del Monte Mesma, ricoperta di boschi,
ospita sulla sommità un convento francescano e
una chiesa seicenteschi collegati lungo le pendici
da una via Crucis del 700.
Luoghi di visita
Sacro Monte di Orta e riserva del Monte Mesma
(NO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe da ginnastica per breve tratto
sterrato o in salita. Pranzo libero
L’itinerario porta alla scoperta delle peculiarità
artistiche, culturali e naturalistiche della bassa
Valle Maira. Dopo aver visitato il centro storico di
Busca si prosegue per Villar San Costanzo per un
perfetto connubio di arte, con la preziosa cripta medievale e gli affreschi della cappella di San
Giorgio nella Ex Abbazia Benedettina, e natura,
con i curiosi funghi in pietra della Riserva Naturale dei Ciciu. L’azienda agricola Cascina Rosa
a Caraglio concluderà la giornata con i sapori
dell’enogastronomia locale e piemontese.
Luoghi di visita
Centro storico di Busca, Riserva Naturale Ciciu del
Villar ed Ex Abbazia Benedettina a Villar San Costanzo, Cascina Rosa Caraglio (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.30.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 18 €. Indossare scarpe comode per passeggiata su sentiero sterrato
Quota di partecipazione
18 € + 5 € visite guidate + 2 € ingresso riserva
Ciciu del Villar + 2 € degustazione
A cura di
Le identità visibili, Comunità Montana Valli Grana
e Maira
2014
47
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Val Sangone.
Sopra e sotto terra tra
funghi e miniere
Domenica 3 agosto
Sabato 21 settembre
Dopo anni di lavori è da poco agibile l’antica miniera di talco di Garida, risalente al 1888, una delle
più antiche delle Alpi. Percorribile per più di 1000
metri è possibile vedere l’evoluzione della pratica
dell’estrazione del talco confrontando le prime
gallerie con quelle dagli anni 50 al 68, anno in cui
cessò l’attività. Risalendo sopra la terra si scoprono
boschi, animali e funghi, della Riserva Real Boulaj
per la tutela e raccolta del Fungo Porcino della Valsangone, guidati a riconoscere specie fungine più
o meno note.
Luoghi di visita
Miniera di talco di Garida, Riserva Real Boulaj, Forno di Coazze (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.45.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe da trekking, keeway per la miniera, maglione e bastone per ricerca dei funghi
su tratti di bosco. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour 12 €
Quota di partecipazione
12 € + 7 € ingresso alla miniera (ridotto 5 € ragazzi) + 2 € visite guidate
Medioevo nel basso
Piemonte
Sabato 9 agosto
Domenica 16 novembre
A Santa Giustina a Sezzadio, Abbazia in stile gotico
che presenta un ciclo di affreschi del XIV secolo e
una suggestiva cripta, comincia il percorso sul Medioevo nel Basso Piemonte. Il complesso conventuale di San Francesco a Cassine testimonia l’arte
del XIII secolo. Il percorso si conclude con la visita
alla Pieve di Santa Maria a Novi Ligure, con absidi
romaniche e un affresco firmato Manfredino Boxilio, e con l’abbazia cistercense del XIII secolo a
Rivalta Scrivia.
Luoghi di visita
Abbazia di Santa Giustina a Sezzadio, Complesso di
San Francesco a Cassine, Pieve di Santa Maria a Novi
Ligure, Abbazia di Rivalta Scrivia (AL)
Luoghi di visita
Carcoforo e museo naturalistico del parco, Rima San
Giuseppe e gipsoteca “Pietro della Vedova” (VC)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare scarpe da ginnastica per brevi passeggiate. Pranzo al sacco o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 10 €
Quota di partecipazione
18 € + 8 € visite guidate
A cura di
Ente di gestione delle aree protette della Valle Sesia
Note
Pranzo al sacco o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
Quota di partecipazione
18 € + 2 € visite guidate + 2 € ingresso al Museo
di Cassine
A cura di
Sistema Urbano Curtis Nova – Distretto dell’Oltregiogo
Alta Val Sesia: natura
e tradizioni Walser
Domenica 10 agosto
Un itinerario per scoprire la natura e le origini walser della Valsesia a partire da Carcoforo, piccolo
comune a 1.300 metri di altezza, con il suo parco
e museo naturalistico. Superato il lago di Rimasco,
Percorso di intera giornata
Note
Indossare abbigliamento e calzature da trekking
per tratti sterrati e salita (dislivello 250m). Pranzo
libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour 15 €
Quota di partecipazione
18 € + 16 € visita naturalistica, casco e imbrago per
parco avventura e ingresso museo etnografico di
Ostana (10 € ridotto under 12 anni)
A cura di
Le vie del Monviso
Tripudio barocco
nel monregalese
Venerdì 29 agosto
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
A cura di
Ecomuseo dell’alta Val Sangone
48
Rima San Giuseppe conserva tutto il fascino delle
abitazioni walser e la Gipsoteca dedicata alla scultore Pietro della Vedova insieme al laboratorio del
marmo artificiale.
Ostana: natura e avventura
ai piedi del Monviso
Sabato 23 agosto
Una giornata all’aperto sul territorio di Ostana:
uno dei comuni di montagna più suggestivi delle Alpi Cozie. La passeggiata naturalistica conduce alla scoperta delle borgate, dei vecchi sentieri
e del bosco; al pomeriggio il Parco Avventura e il
Muro di arrampicata, con l’assistenza di guide alpine, permetterà ad adulti e ragazzi di scoprire, in
sicurezza, quanto può essere divertente cimentarsi in questo sport. La visita al Civico Museo Etnografico di Ostana conclude la giornata.
Luoghi di visita
Passeggiata-escursione su un tratto delle “ Vie
d’Oustano”, di Ostana, attività sportive e ludiche
per bambini e adulti presso il Muro di arrampicata e il Parco avventura, Civico Museo Etnografico
di Ostana (CN)
Un itinerario alla scoperta dei gioielli del Barocco
monregalese. Dalle bellezze di Mondovì di entrambi i rioni, con le numerose chiese e le stupefacenti
illusioni prospettiche create da Andrea Pozzo all’interno della Chiesa di San Francesco Saverio detta
“La Missione” , alla Cupola ellittica più grande del
mondo presso il Santuario di Vicoforte.
Luoghi di visita
Chiese di San Pietro e di San Filippo, Chiesa della
Missione a Mondovì, santuario di Vicoforte, degustazione
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 18 €
Quota di partecipazione
18 € + 4 € ingresso Chiesa della Missione (libero
con Abbonamento Musei 2014) + 6 € visita guidata + 1,3 € funicolare
A cura di
Sistema Urbano Città di Mondovì - Monregaltour
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
2014
49
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Sant’Elrado e la danza
delle spade
Sabato 30 agosto
Lungo la via Francigena della Val Susa si incontrano numerose testimonianze d’arte sacra tra
l’antico borgo di Novalesa, dalla tipica architettura alpina, l’abbazia di Novalesa con la cappella di
Sant’ Eldrado affrescata nel XI secolo e il Museo
Archeologico. Poco distante San Giorio conserva il
borgo, la casaforte medievale, la cappella del Conte, e un’esposizione di “Ricami d’Arte Bandera Valle
Susa”. La Danza delle spade effettuata dagli spadonari rievoca antichi movimenti e passi danzati.
Luoghi di visita
Borgo e Abbazia di Novalesa, Museo Archeologico, San Giorio (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.30.
Percorso di intera giornata
Pozzolo, con il capanno dei guardiacaccia, punto
di osservazione speciale. L’Abbazia cistercense di
Rivalta Scrivia, in stile romanico-gotico del XIII secolo, conclude il percorso.
Luoghi di visita
Area protetta torrente Scrivia frazione Morella, abbazia Rivalta Scrivia (AL)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata a
Note
Percorso in bicicletta, circa 25 km pianeggianti e
sterrati. Bici offerte in loco gratuitamente. Pranzo
al sacco o a richiesta “cestino” Gran Tour 6 €
Quota di partecipazione
18 € + 2 € visite guidate
A cura di
Valle di Susa. Tesori di arte e cultura alpina
Sabato 30 agosto
Una giornata in bicicletta per conoscere il parco
fluviale del torrente Scrivia. Osservando la flora
e la fauna tipiche si visita un antico maglio con
il laboratorio del fabbro, e si giunge per antiche
strade di campagna fino alla frazione Bettole di
50
Luoghi di visita
Pieve di San Lorenzo e Battistero di San Giovanni a
Settimo Vittone e Museo civico Garda di Ivrea (TO)
A cura di
Tortona tra Storia Cultura e Natura
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8,30. Percorso di intera giornata.
Quota di partecipazione
18 € + 3 € visita alla Pieve di San Lorenzo + 5 €
ingresso Museo Garda (libero con Abbonamento
Musei 2014)
A cura di
Anfiteatro Morenico di Ivrea. Natura e paesaggio,
Comune di Ivrea
Tesori dell’anfiteatro
morenico di Ivrea.
Pieve San Lorenzo e
Museo Garda
Il complesso costituito dal Battistero e dalla Pieve
dedicata a San Lorenzo, sorto all’interno della cinta del Castello di Settimo Vittone, viene considerato uno dei più importanti esempi dell’architettura
pre-romanica del Piemonte: è datato al sec. IX ed è
completamente affrescato. Cinto di ulivi e tutelato
dal FAI sorge su un colle dominante il territorio circostante. Dopo una visita approfondita il percorso
si sposta a Ivrea per scoprire il Museo Civico Garda,
recentemente aperto, che ospita un’importante
sezione archeologica, una pregiata collezione
d’arte orientale e i quadri della collezione Croff tra
cui spiccano il “Ritratto d’uomo” di Annibale Ca-
Monferrato astigiano
tra arte
e produzioni tipiche
Domenica 14 settembre
In fondo al mare...
Sull’Appennino Ligure
Sabato 6 settembre
Fiume Scrivia
e le sue storie
Quota di partecipazione
18 € + 3 € visite guidate
A cura di
Sistema Urbano Curtis Nova – Distretto dell’Oltregiogo
Note
Indossare scarpe da ginnastica per breve tratto
sterrato. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 14 €
Quota di partecipazione
18 € + 2 € ingresso museo archeologico (libero con
Abbonamento Musei 2014) + 3 € visite guidate
racci, il celebre “La Superbiosa” di Filadelfo Simi, e
due opere di Giorgio De Chirico.
Domenica 7 settembre
La zona del Guardamonte è quella che più di ogni
altra, in Val Curone, offre la possibilità di effettuare
un viaggio a ritroso nel corso della storia tra natura
e cielo incontaminati. Questa località, situata sullo
spartiacque tra Val Curone e Valle Staffora (Pavia),
è ricca di reperti archeologici: dai fossili di enormi
capodogli e conchiglie, fino ai resti di un rudimentale villaggio fortificato. Si passeggia in una zona
ricca di boschi di roverella e cespugli di ginepro,
dove si possono incontrare la pernice rossa e le
orchidee selvatiche.
Luoghi di visita
San Sebastiano Curone, Guardamonte (AL)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 7.00.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare abbigliamento sportivo per sentiero
sterrato in salita. Pranzo libero o a richiesta “sosta
ristoro” Gran Tour 18 €
Percorrendo a piedi l’ultimo tratto dell’antico cammino che conduce alla Chiesa di Santa Maria di Vezzolano, si ammira questo gioiello di arte romanica e
gotica edificato a partire dal XII secolo. L’itinerario
prosegue con la visita al Castello quattrocentesco
di Moncucco Torinese, che raccoglie testimonianze sull’estrazione e lavorazione del gesso come
i soffitti realizzati con decori in rilievo. La visita ad
un’azienda enologica storica a Castelnuovo Don
Bosco conclude la presentazione di questo territorio.
Luoghi di visita
Santa Maria di Vezzolano in Albugnano, Museo
del gesso a Moncucco Torinese, cantina storica a
Castelnuovo don Bosco (AT)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8,00. Percorso di intera giornata
Note
Percorso in parte a piedi (un’ora) con breve tratto
in salita su asfalto e su sterrato con modesti dislivelli. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro”
Gran Tour 15 €
Quota di partecipazione
18 € + 3 € ingresso al Museo del gesso
A cura di
Associazione Culturale la Cabalesta
2014
51
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Vercelli rinascimentale:
storia e arte di una
città sabauda
Villar Focchiardo:
due certose e 400 anni
di storia
Sabato 20 settembre
Sabato 20 settembre
Da Casa Alciati, dimora patrizia abbellita da stanze affrescate, a Palazzo Tizzoni, eccezionalmente
aperto, dove spicca la volta affrescata del Caccia,
si osservano due diversi tipi di palazzi nobiliari
vercellesi del Cinquecento. Naturale proseguimento è il Museo Borgogna, che offre una panoramica dell’arte rinascimentale piemontese.
La chiesa di san Giuliano, attualmente oggetto di
restauro con i preziosi affreschi del Giovenone e
del Lanino, conclude il percorso.
L’itinerario segue il percorso svolto dai Padri certosini in 400 anni di storia. La Certosa di Monte
Benedetto (a 1.200m) è l’unico esempio in Europa di certosa Primitiva ovvero certosa che conserva ancora parti originali della sua costruzione
avvenuta nel 1198. Banda, chiesa ancora consacrata, nell’omonima borgata posta poco sopra il
paese, conserva intatti alcuni elementi tipici delle costruzioni certosine.
Luoghi di visita
Museo Leone, Palazzo Tizzoni, Museo Borgogna,
Chiesa di s. Giuliano, Vercelli
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 8.15.
Percorso di intera giornata
Quota di partecipazione
18 € + 4 € visite + 10 € ingresso ai Musei Francesco
Borgogna e Camillo Leone (liberi con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Una città al Museo
Note
Indossare calzature comode per sentiero a piedi.
Pranzo libero. A richiesta “sosta ristoro” Gran Tour
15 €
Luoghi di visita
Centro Ceramico Fornace Pagliero, Castellamonte (TO)
A cura di
Le colline del mare, Ente gestione aree protette
astigiane
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore 9.30.
Rientro previsto ore 16.00
A cura di
Turismo Torino e Provincia
Il supervulcano della
Valsesia nelle terre di
Alessandro Antonelli
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore 7.45.
Percorso di intera giornata
Note
Breve passeggiata su sterrato per raggiungere
la Certosa. Necessarie calzature comode o scarponcini e abbigliamento caldo. Pranzo libero
Quota di partecipazione
12 € + 10 € per la navetta della Certosa
A cura di
Valle di Susa. Tesori di arte e cultura alpina
Fornace Pagliero e le stufe di
Castellamonte
Sabato 20 settembre
L’itinerario permette di accedere alla più antica
Fornace di Castellamonte, accompagnati dal
Maestro ceramista Daniele Chechi, per scoprire
una storica azienda di ceramiche. Visitando un
Quota di partecipazione
18 € + 5 € visite guidate e degustazioni
Quota di partecipazione
25 € incluso il pranzo in ristorante
Luoghi di visita
Villar Focchiardo (TO)
Made in Torino. Tour the
excellent. Il Centro Ceramico
52
autentico sito di archeologia industriale si entrerà
in esclusiva nel suo laboratorio assistendo in prima persona al processo produttivo di una stufa.
Il pranzo presso un ristorante aderente a “Sapori
Torinesi” permetterà di scoprire i piatti tipici del
Canavese.
Borghi, palazzi
e viaggiatori
del sud astigiano
Domenica 21 settembre
Un tour delle “colline del mare” con la visita ad
alcuni luoghi legati alla memoria della vita di territorio e a borghi storici del sud astigiano. Lungo
il percorso si scopre la figura di Giacomo Bove,
viaggiatore di fine ottocento, con momenti di
degustazione al museo degli alambicchi presso le
Distillerie Berta, e si passeggia nei centri storici di
Mombaruzzo e Bruno, due affascinanti finestre su
colline e vigneti.
Luoghi di visita
Museo del Gusto a Nizza Monferrato, Museo
Giacomo Bove a Maranzana, Museo degli alambicchi e parco Naturalistico – Distillerie Berta
a Casalotto di Mombaruzzo, Borgo storico di
Mombaruzzo e di Bruno (AT)
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 7.30.
Percorso di intera giornata
Domenica 28 settembre
Il Supervulcano del Sesia è il caso unico al mondo
riconosciuto dall’UNESCO del fossile di un Supervulcano che mostra le sue parti più profonde. A
Prato Sesia si sviluppa un geosito di grande interesse dove all’interno della caldera è visibile uno
dei migliori affioramenti di megabreccia vulcanica
sulle rive del fiume Sesia. Lo stesso territorio ospita
Villa Caccia, opera di Alessandro Antonelli, sede del
Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia e la
preziosa Cantina dei Santi, con un ciclo di affreschi
d’argomento biblico, del XV secolo.
Luoghi di visita
Caldera del Supervulcano a Prato Sesia, Villa Caccia e Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia, Cantina dei Santi a Romagnano Sesia (VC)
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 8.30
Percorso di intera giornata
Note
Indossare calzature comode per sentiero sterrato. Pranzo libero. A richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 10 €
Quota di partecipazione
18 €
2014
53
IL TERRITORIO PIEMONTESE
A cura di
Riso di vino e d’acque. Le terre delle colline novaresi e del Sesia
La controriforma tra
Novi e Bosco Marengo
Sabato 11 ottobre
Canavese tra borghi,
ricetti e chiese
Domenica 28 settembre
Una giornata per scoprire preziose testimonianze
artistiche dal Medioevo al XII secolo sul territorio
canavesano. Tra i trecenteschi affreschi della chiesa di San Giorgio a Valperga, l’originale complesso
plebano di San Ponso e il prezioso ricetto medievale di Oglianico si ripercorrono le tappe dello sviluppo di un territorio tra arte, fede e storia.
Luoghi di visita
Favria Canavese, Oglianico, San Ponso, Valperga (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore 8.30.
Percorso di intera giornata
Note
Pranzo libero. A richiesta sosta ristoro “Gran Tour”
14 €
Quota di partecipazione
12 €
A cura di
Associazione Il Battistero, Amici di San Giorgio in
Valperga, Comitato della Cappella di Sant’Evasio,
Comitato San Grato
Un percorso per conoscere il territorio del Basso
Piemonte attraverso le testimonianze dell’architettura e dell’arte tra il XVI e XVII secolo. Si inizia
da Novi Ligure con i suoi palazzi dipinti, chiese e
oratori: una galleria d’arte all’aperto che rispecchia
il gusto genovese e i fasti di un’epoca che fu “il
secolo d’oro” della Repubblica di Genova. Proseguendo per Bosco Marengo si ammira il cinquecentesco complesso conventuale di Santa Croce;
la chiesa è un esempio precoce del rinnovamento
artistico della Controriforma e conserva importantissime tele di Giorgio Vasari oltre ai chiostri e una
preziosa biblioteca.
Luoghi di visita
Centro storico di Novi Ligure con oratori e chiese,
complesso di Santa Croce a Bosco Marengo (AL)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino ore 8.00.
Percorso di intera giornata
Luoghi di visita
Ecomuseo del Freidano e parco dell’energia, molino Peila, Fornace Pagliero di Castellamonte (TO)
Luoghi di visita
Torre di Masio, camminata fino a Rocchetta Tanaro, in bicicletta Rocchetta-Cerro con museocentro storico, Cerro-Masio in bicicletta, museo
del tambass e merenda a Rocca d’Arazzo (AT)
Note
Indossare abbigliamento e calzature comode.
Visita al Molino Peila con macchinari rumorosi in
funzione. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour 15 €
Ritrovo
Piazza Solferino lato teatro Alfieri, Torino, ore 7.30.
Percorso di intera giornata
Note
Indossare calzature e abbigliamento comodi per
sentiero sterrato e pedalate. Previsti 6 km a piedi
e circa 10 km in bicicletta. Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran Tour 18 €
Percorso a piedi e in bicicletta, tra le province di
Asti e Alessandria, lungo l’asse fluviale del Tanaro
A cura di
Ecomuseo del Freidano
Legno e musica,
un gioco da ragazzi
Mulini e fornaci
in Canavese
Sabato 18 ottobre
Sabato 11 ottobre
Quota di partecipazione
12 € + 10 € ingresso e visita all’Ecomuseo (ridotto
7 € con Abbonamento Musei 2014) + 6 € ingresso
Fornace Pagliero (libero con Abbonamento Musei 2014)
A cura di
Le colline del mare, Ente gestione aree protette
astigiane
Quota di partecipazione
18 € + 2 € visite guidate + 5 € ingresso al Museo
Vasariano di Bosco Marengo
A cura di
Sistema Urbano Curtis Nova – Distretto dell’Oltregiogo
Ritrovo
Davanti al Teatro Alfieri, Piazza Solferino, Torino,
ore 8.30. Percorso di intera giornata
Quota di partecipazione
18 € + 10 € visite guidate e noleggio bicicletta
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
Giochi senza frontiere
lungo il Fiume Tanaro
54
tra Masio (con la sua Torre del XIII secolo appena
restaurata) e il “sentiero della poiana” fino a Rocchetta Tanaro. Si prosegue in bici fino a Cerro
Tanaro e al suo museo della bicicletta per concludere a Rocca d’Arazzo con tradizionale sport del
tambàss (tamburello) e tipica merenda sinoira.
L’itinerario collega tre realtà produttive del Canavese nate per soddisfare i bisogni primari del nutrirsi e
dell’abitare. Il complesso del Mulino Nuovo di Settimo, oggi sede dell’Ecomuseo del Freidano, fu uno
dei più grandi mulini dell’Ottocento piemontese
e il Molino Peila, a Valperga, è ancora in funzione
e rappresenta un’attività produttiva di eccellenza.
La Fornace Pagliero di Castellamonte, nota per la
produzione di ceramiche, presenta ancora le antiche filiere di lavorazione nonché una collezione di
antichi pezzi e mostre temporanee.
Domenica 19 ottobre in occasione della sagra
della castagna
La Valle Varaita, dominata dal Monviso, è nota anche
per la lavorazione del legno ed una tradizione culturale e musicale che affonda le sue radici nell’eredità
trobadorica e occitana. Il viaggio di scoperta inizia ad
Alfabetulla, il nuovo centro didattico sorto ad Isasca
dedicato all’albero e al legno. Nel percorso si conosce il legno con tutti i cinque sensi, mentre si gioca
e costruisce. L’esperienza prosegue alla Fabbrica dei
Suoni di Venasca, il primo parco tematico italiano
dedicato interamente alla musica di tutto il mondo.
Luoghi di visita
Alfabetulla e La Fabbrica dei suoni, Venasca (CN)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8,00. Percorso di intera giornata
2014
55
IL TERRITORIO PIEMONTESE
Note
Pranzo libero o a richiesta “sosta ristoro” Gran
Tour 15 €
Quota di partecipazione
18 € + 10 € ingressi e laboratorio (gratuito minori 4 anni e per possessori Abbonamento Musei
2014)
A cura di
Le vie del Monviso, Comunità Montana Valli del
Monviso
Quando tra i filari
nuotavano le balene
Domenica 26 ottobre
Uno speciale laboratorio al Museo Paleontologico Territoriale dell’Astigiano con visita ai reperti
di molluschi e cetacei fossili risalenti a circa 3,5
milioni di anni fa. I ragazzi proveranno in diverse
postazioni a distinguere i tipi di molluschi attuali e
fossili, a comporre uno scheletro di balena e a produrre dei calchi. Per i genitori è attivo un percorso
artistico guidato nel quadrante del centro di Asti
dove ha sede il Museo.
Ivrea, città industriale
del XX secolo
note
Sabato 8 novembre
La visita del MAAM - Museo a cielo aperto dell’Architettura moderna di Ivrea - percorre la storia
dell’Architettura Moderna attraverso l’armonia, le
proporzioni e la struttura degli edifici, illustrando
anche la storia industriale e le proposte culturali
del modello olivettiano. Un secolo della storia cittadina diventa fruibile con il disegno urbanistico,
le architetture industriali e dei servizi collettivi. Il
Museo [email protected] presenta infine i prodotti e le creazioni che hanno preso vita all’interno
degli stessi dando risalto alle produzioni e alla cultura della Olivetti.
Luoghi di visita
MAAM, laboratorio [email protected], Ivrea (TO)
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore
8,30. Percorso di intera giornata
Quota di partecipazione
18 € + 10 € ingresso a [email protected] e visite guidate (ridotto 7 € con Abbonamento Musei
2014)
A cura di
Anfiteatro Morenico di Ivrea. Natura e paesaggio,
Comune di Ivrea
Luoghi di visita
Palazzo Del Michelerio, sede del Museo Paleontologico dell’Astigiano, Asti
Ritrovo
Piazza Solferino lato Teatro Alfieri, Torino, ore 13.45.
Il percorso dura mezza giornata (fine laboratorio
h.18.00)
Quota di partecipazione
12 € + 3 € visita al Museo
A cura di
Asti città museo
56
2014
57
note
58
2014
59
note
60
2014
61
note
62
2014
63
note
64