Intero - Camera dei Deputati

ATTI PARLAMENTARI
XVII LEGISLATURA
CAMERA DEI DEPUTATI
Doc. CCVI
n. 3
RELAZIONE
SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL DECRETO
LEGISLATIVO RECANTE RIORGANIZZAZIONE
DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA CROCE
ROSSA (CRI)
(Aggiornata al 30 giugno 2014)
(Articolo 8, comma 5, del decreto legislativo 28 settembre 2012, n. 178)
Presentata dal Ministro della salute
(LORENZIN)
Trasmessa alla Presidenza il 17 settembre 2014
TIPOGRAFIA DEL SENATO
PAGINA BIANCA
Senato della Repubblica
- 3-
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
CROCE ROSSA ITALIANA
COMITATO CENTRALE
STATO DI AITUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI DEL DECRETO LEGISLATIVO
28 SETTEMBRE 2.011, N. 178 e 'uccenlve m.odifidle
)
IL QUADRO NOIMATIVO NAlJONALE E llEGIONAJ..E
1.1 D Deueto t.epJiativo 17812012 e successive DIOdific.he
Come è noto, il decreto legislativo 28 settembre 2012 o. t 78 prevedeva
wta
graduale
privatizzaione dell'Ente Croce Rossa Italiana distinta in tre fasi: una pTIJda fare conclusasi il
27/0112013, in cui la CR1 ha assunto centralmente e sul tenitorio UD ordinamento democ;ratico
provvisorio; 11111 teconda fate, çhe prevedeva al 1" gennaio 2014 la trasfotmazionc deTI'attuale
Ente Pubblico in "''Ente strument.alc alla Croce Rossa Italiana", con funzioni di supporto tec:nicologistiço dell'attività dell'Associazione, e cbe fosse costituita l'associazione nazionale- privata di
interesse pubblico - della Croce Rossa Italiana, con ccmscguente assunzione della personalita.
giuridica di diritto privato da parte Comitati Provinciali e Locali CRI; cd una tena fase, con
decoli'CIIZ& dal l 11 gennaio 2016, in cui l'Ente avrebbe dovuto essere soppresso e posto in
liquidazione.
In effetti, a norma delle modifiche apportate Il decreto legislativo 178/2012 coo la Legge 30 ottobte
n. 12S "Com~u.sioM ;n legze, con modificozkmi, del decreto legge 31 agosto 2013, n. 101, recante
disposizioni urgenti per il persegldmento di obiettivi di raziortallzzarione nelle pubbliche
amministrQ.Zionl"", la privatizzazione dei Comitati Locali e Provinciali è decorsa dal l o gennaio
2014, come previsto nell'iniziale testo dcJ dlgs. 178/2012, ma con una modifica sostanzi.ùe:
anziché essere privatizzati in un'unica Associazione privata nazionale, gli stessi hanno
singolarmente acquisito la pcrsonalità giuridico di Diritto Privato, dando lQOgo, dunque, ad oltre
600 Associazioni di Promozione Sociale (APS).
Di conseguenza, quindi, a pllrtirc da1l 0 gennaio 2014 c fino a131 dicembre 2014,la Croce Rossa
Italiana è artK:olata su ..due distinti piani":
- uno pubblico (Comitato centrale e comitati regionali e Comitati delle pi'Ovinc~ out.onome di
1Tmto e Bolzano);
- uno privato (oltre 600 éomilali IOCilii e provinciah' APS).
Dal 1° gennaio 2015, la CRI, quale ente pubblico non economico, si trasformerà in "Ente
Strumentale alla Croce Rossa Italiana" e le singole Assoçiazioni di ProJDOzione Sociale, unitamente
al Comitato Centtale e ai Comitati Regionali nonché ai Comitati Provinciali eli Trento c Bolzano anch'essi privatizzati • daranno vita ad wl'tntica Associazione di Diritto Privato (di cui all'art. l del
d.lgs. 17812012 e successive modifiche).
Senato della Repubblica
- 4-
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
DaJ 1° gennaio 2017, l'Ente Strumentale (sorto il l 0 gennaio 2015 dalla trasformazione dell'ente
pubblico non economico attuale) verrà soppresso e posto in liquidazione e tutte le attuali funzioni
esercitate dalla CRI pubblica verranno trasferite all'Associazione di diritto privato.
1.2 D Decreto MioJiferiale Salute 16 aprlk 2814 pubbUc.ato In GU 155 del13.06.2014
La Legge 30 ottobre 2013, n. 125 di conversione, con modifica, del decreto legge 31 agosto 2013,
n. 101 di modifica del d.lgs. 178!2012 ha previsto. anche, !•emanazione di un "decreto di naiUI'a
ntm regolame11tar~ del Ministro della sgJute. di concerto con i Ministri dell'economia e delle
finanze e pe la pubblica tll11ministrazione e la St!mp/ifica:ioM 11l111Ché, per quanto di
competenza. ctm il Minutro tklla difesa. {con cui) sono disciplinate le modalità organizrativr
e funzionali t:kll'.A.ssociaziont anche con riferimento alla sua bau associativa privatiz.zata ••.
La Croce Rossa Italiana ha partecipato alla fase di elaborazione della bozza di Decreto Ministerialc,
fornendo al Ministero della Salute tutti i dati necessari. E' stato, inoltre, fornito sostegno al
Ministero della Salute in sede di risc:ontro alle richieste di informazjo.ai c osservazioni fonnulate
dalla Sezione di controllo della Corte dei Conti nel quadro deJJ'istruttoria finalizzata aJla
registruionc del Decreto Ministeriale stesso.
n Ministero della Salute, con nota Leg 0003324/P del 9 giugno 2014. ha trasmesso al Comitato
Centrale CRI copia del Dcaeto Ministeriale, informando che lo stesso ~ stato registrato dalJa Corte
dei Conti in data 4 giugno 2014.
l1 Decreto Ministerialc di co.i alJ'art. 1-bu del d.lgs. 17812012, c successive modifiche, è stato
pubbHcato in Otttetta Ufficiale i113 giugno 2014.
Giova immediatamente chiarire, come chiave di lettura del1a presente relazione. che
l'Amministrazione. nelle more dell'entntA in vigore del Decreto Ministerialc (avvenuta il 13
giugno 2014 con pubbliQZione in Gazzetta Ufficiale) ha comunque adottato atti gena:ali, circolari c
direttive, di seguito meglio spcclficate, necessarie per gestile il processo di privatizzazionc
normativamcntc disposto e iniziato in data l 0 gennaio 2014.
l citiW aUi generali - adon.ti dall'Amministrazione e riguardanti essenzialmcnk: natura e assetto
giuridico delle Associazioni, personale, patrimonio e oontabiliti - sono stati puntualmente trasmessi
ai Mìniat.eri vigilanti cd banno trovato sostanziale e concreta organica disciplina nel Decreto
Ministeriale che, in estrema sintesi, li ba recepiti.
1.3 Le Leggi RegfonaU
La Regione Liguria ha promulgato la Lesge Regionale del 23 dk:embre 2013, n. 40, collegata
alla Legge finanziaria dello Stato per 1'8DDO 2014. L'articolo 23 della sudddta Legge Regionale ba
disciplinato la materia stabilendo che i Comitati Provinciali e Locali della CR.J., esistcoti daDa data
del 31 dWcmbrc 2013 sul territorio ligure c che ne facciano apposita istauza. sono iscritti di diritto
nei suddetti regi&tri regionali.
La totalità dei Comitati presenti sul t«ritorio ha gi! provveduto in tal senso.
ADche la Regloae Umbria ba provveduto a promulgare la Lege regionale dd 23 dicembre 2013,
n. Jl, prevedendo espressamente aU 'articolo 6 che i Comitati Provinciali e Locali CRI siano iscritti
nei regis1ri Tegionali "allo data previ.rta dal m«<esimo art. l bis.., ossia dal l o gennaio 2014.
Senato della Repubblica
- 5-
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
In applicazione deJla citata legge regiooale della Regione Umbria, la Direzione regionale
competente dell'Ente "Regione Umbria" ba adottato la dctenninazione dirigc:nziale n. 849 del 06
fcbbmio 2014 avente ;sd oggetto "L.R. 2212004/scrizione al registro regtoMle tklle GSsociazioni di
promozione sociale dei Comitati locali e provlnclali dell'Umbria deU'Associ02lone Italiana dslltJ
Croce Rossa (C. R. 1}", in coerenza con i tmninì dì cui alt•articolo l-bis dd d.Jgs. 178/2012 e
successive modifiche, e quindi dal1° gennaio 2014.
1.4 Cop.tau:ioso legato al prycesao di riordigo
l •.C.J Riçono TA.R LAZIO avverso .la Deunninazioue del Direttore Geoeralt 10112013
n Presidente del Comitato Provinciale CRI di Caserta, (Comitato privatizzato dal
l o gennaio 2014}
ha presentato ricorso al TrilnmaJe Amministrativo RegionaJc del Lazio avvetSO la Dctmni.nazione
del Direttore Oe:ne.rale ddla CRI n. l 01/2013 recante clisposizioni a:i Direttori Regionali in ordine
alla prlvatizzazione dcUe Unità Territoriali (con particolare riferimento alla cassa e al personale).
Il ricorso tendeva al riconoscimento della deconeuza della privatizzazìone dei Comitati
Locali/Provinciali DOn già dal 1° gconaio 2014, bensl dal 1° gemJaiO 2015.
D TAR Lazio. con Ordinanza 1650/2014 ha accolto la domanda cautelare proposta dal ricorrente,
sospendendo, dunque, la predetta Determinazione Direttoriale.
La Croce Rossa Italiana ha presentato ricorso al CoDSiglio di Stato il quale, con Ordinaoza
227012014, ba accolto il ricorso dell'Ente, riformando in toro la pronunzia di primo grado.
Conseguentemente rimane pienamente confermato il aono-programma della priva.tizzazione
definito dal d.lgs 17812012, cosi come modificato dalla Legge 125/2013 di CIÙ al preccde.nte punto
1.1.
1.4.1 RJ.cono TAR LAZIO avverto nota a.18660 del17 .03.l()l3 del Pretidç!te Nazionale
Inoltn:, talune Organizzazioni Sindacali banno impugnato la nota n. 18660 del 17 marzo 2013 del
Presidente Nazionale reJativa all'applicazione del c:onttatto ANPAS. In relazione a questo
contenzioso l'Amministrazione si è costituita in giudizio ed il TAR Lazio, con ordinanza cautelare
n. 3070 del21uglio 2014, ha accolto le argomentazioni dell'Amministrazione negando aUe OO.SS.
Ja misura cautelare.
l
ADDIP.IMENTI :POSn IN ESSERE lN APPLICAZIONE DEL DLG6 1781201Z E SUCCESSIVE
l\IOPDJCBE
Si riportano di seguito i principoill adempimenti svolti dall'Amministnz.iooe per dare applicazione
al D.lgs 178!2012 e successive modifiche.
Si precisa che per completezza vengono, di seguito, riportati anche gli atti di maggiore rilevanza di
fine dicembre 2013.
Senato della Repubblica
- 6-
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
2.1 DifferlmeDto dei termini di privatiuazione dei Comitati Loc.U e Provba~faU
Come detto in preccdcnza, il decreto legge 101/20J3, convertito con modificazioai oon Legge
12512013, ha previsto una .speciale proccdun. per il differimc:rrto dal 1° gennaio 2014 al 30 giugno
201-4 della privat:izzazione di Unitl con particolari probkmatiehc organizzativc.
Ai Comitati Locali c Provinciali 6 stata, dllllque, data la possibilità di riclliedere il differimento dcUa
privatizz.azione entro 20 giorni ddla data di entrata in vigore della Legge di conversione 12512013
(31 ottobre 2013), quindi entro il termine del 20 novembre 2013.
D Presidente Nazionale, a seguito deU'istruttoria curata dalla Direzione Generale per il tnmùte c:ti Wl
Groppo di Lavoro fonnat.o da tre Dirigenti, ba proceduto alla disamina delle istanze pervenute: tutte
sono risultate prive dei requisiti per poter ottenere il differimento della privatizzazione.
n Presidente Nazionale
ba trasmesso il Ministero dell'Economia. e delle Finanze l'informa1iva
reJativa a tale procedimento, casi come previsto dalla Legge 125/2013. Non essendovi istanze
accoghbili, il Ministero dell'Economia non ha emesso alcun provvedimento volto ad autorizzare il
differimen.to della privatizzazione.
2.2 Defmiziooe dei Comitati Locali e Promc.bili ehe hUDo assunto la penonalid giuridica di
diritto privato
Già nel mese di dicembre 2013, ai fini dell'applicazione dell'art l·bis del d.JJP. 178/2012 e
soc:ccssivc modifiche. sono state adottate dal Presidente Nazionale le prime Otdinanze tese
all'approvazione de11' elenco dei Comitati Provinciali e Locali CRI, esistenti alla data del 31 ottobre
2013, ai fini del subentro in tutti i rappotti attivi e passivi, ivi compresi i rapporti n:lativi alle
convenzioni stipulate dalJa Croce Rossa Italiana con enti tc:rritoriali ed organi del Servizio Sanitario
Nu:ioualc noodlé l'elenco ricognitivo dei Comitati Locali e Provinciali che, alla data del l o
gennaio 2014, assumono peniODalità di diritto privato:
Ordinanza Presidenziale n. 492/13 del 23 dicembre 2013: ApproftZione elenco Comitati
Locali e Provinciali Liguria - assunzione personalità gjuridlca di diritto privato;
- Ordinanza Presidenziale n. 506113 deJ 24 dia:mbre 2013: Approvazione elenco Comitati
Locali e Provinciali resto d'Italia - assunzione personalità giuridica di diritto privato.
Tali Ordinanze sono, poi, state integJ'ate con i dati relativi aJle sedi legali ed ai Pr-esidenti e/o
Commissari dl.e non erano stati comunicati per tempo:
-
Ordinanza Presidenziale n. 027114 del S febbraio 2014: Approvazione elenco Comitati
Locali e Provinciali tutta ItaJia - assunzione personalità giuridica di diritto privato
all'O 1.01.201 4;
- Ordinanza Presidenziale n. 76/14 del 17 m817.0 2014: Approvazione clc:nco Comitati Locali
c Provinciali della Lombardia - assunzione personalità giuridica di diritto privato alla data
del l 0 gennaio 2014.
Si battA di Ordinanze aventi natura ricognitiva degli clementi essenziali dei Comitati Locali e
Provinciali costituiti in APS e che, in sostanza., indi~o gli elementi caratteristici eU tm tipico atto
- 7-
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
costitutivo di un'associazione privata (denominazione dell'associazione, sede legale, anagra.6ca dei
legali rappresentanti, ccc.).
2.3
ln~ntri teenici con
il Ministero dell'latemo
La Croce Rossa Italiana, al fine di approfondire le problcmatiche riscontrate in merito
all'acquisizione della personalità giuridica e dell'iscrizione nel registro delle persone giuridiche in
applicazione dell'articolo t -bis, cormna l del d.lgs. 178/2012, e successive modifiche, ha effettuato
con il M"wistero dell'Intcmo degli incontri di natura tecnica. Duran1e gli incontri si è esaminata la
problematica relativa alle modalità di cotlciliazjone dei requisiti previsti dal DPR l O febbraio 2000,
n. 361 ton il dettato dell'art. l-bis del d.lgs. 178/2012 e successive modifiche.
Premesso che l'iscrizione al Registro delle persone giuridiche deve avvenire presso le Prefetture
competenti a livello territoriale, si è condivisa l'esigenza di definire delle linee guida dì dettaglio, il
Ministero dell'Interno per le Prefetture e la Croce Rossa Italiana nazionale per le APS, dei requisiti
previsti dal DPR 361/2000 e sulla base di quanto concordato negli incontri.
2.-4 Avvio della gatione separati!
Ai sc:osi e con le modalità di cui all'artitolo 4, comma 2, del d.lgs. 178/2012 e successive
modifiche, la CrocJe Rossa Jta1iana ba dato avvio, oon Ordinan2a del Presidente Nazionale n. 513
del 27 dicetnbR 2013, alla gestione separata, a far data dal 1° gennaio 2014, individuando gli
elementi ehc confluiscono in fide gestione:
e) i residui attivi derivanti dai cn:diti la cui causa giuridica si sia verificata entro il 31 dicembre
2011. anche se accertati successivamente a tale data;
b) i residtd passivi derivanti dai debiti la cui causa giuridica si sia vmficata entro iJ 31
dicembre 2011, anche se a<:eertati successivamente a tale data;
c)
Je enlrate deriVBDti dall'alienazione degli immobili prevista daJ comma 1. lettera c) del
d.lgs. n. 178/2012 e successive modifiche.
R Dccmo Mini~teriale citato ba previsto ull.'artiooJo S, comma 5: "Nella gestione separata, avviata
con ortlinanza presidenziale n. $13 del 27 dicembre 2013, in con[ormiul a quanJo previsto
dall'art;co/o 4, comma 2 tkl decreto legislativo 17812012 e succusive modificazioni confluiscoM:
a) ì residui attivi derivanli dai crediti la cui causa giuridica si sia verificata entro il 31
dicembre 201 l, anclre se accet1ati $UCcessiva~nte a ta.le iÙlta;
b) i residui ptusivi deriwmti dai debiti la cui causa giuridica si sia verificata entro il 31
dicembre 2011, anche se accertati successivamente a tale data;
c) le entrare derivanti dD//'alientJZione degli immobili prevista dal comma l, lettera c) del
decreto legislativo n. 178 de/2012;
d) ogni altro debito ovellle causa gfun'dica antecedente a/31 dicembre 2011''.
L'art. S,
oomma 6 del medesimo Decreto ha. altrcsi, previsto che: "Per l'aJtuazione dello gesriont
separata~
aperta una apposi/Q conlDbiliulliquiJaloria e predisposto il bilancio di liquidszione nel
quale viene tnserita la mas.ra attiva e passiva. Vi~ altresì acceso un conto corrmle bancario
Senato della Repubblica
- 8-
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
dedicato nell'ambito della T&ore.ria unica secondo le mcdalitò proprie della tabella B della legge
720/1984".
Fmno restando quanto sopra. l'Amministrazione - Dipartimento Economico Finanziario c
Patrimoniale, si è attivata per meglio definire le procedure per la. comtuzionc e l'attivazione della
gestione separata che sono, peraltro, contenute all'art.S, comma 5 del Decreto Ministeriale Salute
16.04.2014, ovesono definite lemacro atti vitA da porre in es~ che risultano al momento:
1) detemrinazionc della situazione iniziale della massa attiva e passiva con l'inserimento dci
crediti e debiti la cui causa giuridica si sia verificata entro il 31 dicembre 2011, anche se
accertati successivamente a tale data, risultanti negli ultimi muliconti dcJ Comitato
Centrale e delle Unità Territoriali approvati (Rendiconto generale 2013) sulla base di una
certificazione del Direttore Regionale competente, nelle more dell'acquisizione di tutta la
documentazione wntabile in possesso del Comitato Centrale, dei Camitati Regionali c
delle Unità Territoriali CRJ;
2) apertura di una apposita contabilità Jìquidatoria -separata da quc!Ia del Comitato Centralenella quale vengono inserite la massa attiva e la massa passiva.
3) ac:censione di lDl conto corrente bancario dedicato alla contabilità liquidatori& neWambito
della Tesoreria unica secondo le modalità proprie dcUa tabella B) della legge 72011984.
Si stima utile evideozUR, per completezza di informazione, che in data 16 luglio 2014 si 6
provveduto all'inoltro al Ministero dell'Economia e delle Finanze di apposito quesito in ordine alla
correttezza delle procedure poste in essere, tra l'altro, approvate con nota MEF prol61057 del
21.07.2014.
Tale quesito si t reso necessario tenuto conto che non sono noti precedenti in ordine alla
privatìzzazionc di enti pubblici non economici delle dimensioni della CRI.
2.5 Avvio deUa tede di coafronto eoordi.a.ata dal DipartimeDCo Funzione Pubblica per
l'iadividuaziaue del eontratto df riferimento da appBcard al lavoratori def Comitati
prlvatizzad in APS
La Croce Rossa Italiana ha sollecitato c ottenuto la convocazione della sede di confronto di cui
all'articolo 6, comma 5 del dJgs. 178/2012, e mccessive modifiche, cui hanno partecipato Ja stessa
CRI, il Dipartimento Funzione Pubblica. il Ministero deU•Economìa e deiJe Finanze, il Ministero
della Salute, il Ministero della Difesa, la Conferenza Stato-Regioni c le Organizazioni Sindaçali.
In tale sede il CCNL ANPAS 6 stato individuato quale contratto di riferimento pià idoneo da
app1icarsi ai lavoratori dei Comitati privatizzati in APS, tanrt.o conto della tipologia del servizio
svolto da tali Unità.
Di tale indivìduazionc astata data. la comunicazione di rito agli Enti Previdenziali.
Z.6 Costituzione Ta•k Force Nwooate
Con Ordinanza Presidenziale n. 03/2014 de11'08 gennaio 2014, il Presidente Nazionale ha costituito
una Task Force Nazionale di consultazione sulle tematìcbe della privatizz.ezione deDa rete
territoriale della Croce Rossa Italiana.
Senato della Repubblica
- 9-
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
Sono state cosi organizzate numerose riunioni di coordiuammto al fine di monitorare c guidare il
processo di privatizzazionc delle Unità territoriali.
Integrando il precedente provvedimento, con Ordinanza Presidenziale n. 187/2014 del 27 giugno
2014, il Presidente Nazionale ba affidato alla Task Force anche la competenza di effettuare attività
di monitoraggio e verifica sull'effettiva esecuzione; da parte dei Comitati Territoriali CRI, degli
adempimenti posti dal d.Igs. 178112, c successive modifiche, dal citaro Decido Ministeriale del 13
giugno 2014 e dalle circolari del Comitat<l Centrale, io materia di ptivatizzazionc dei pmletti
Comitati.
Alla stessa Task Force è stata affidata. inoltrl; la oompetenza di svolgere visite ispettivc su
segnalazione del Presidente Nazionale.
l.7 Costituzione Cabina di Regia
n Direttore Generale, considerato che la riorganizzazione della Croce Rossa Italiana prevede diversi
adempimenti particolarmente complessi ricadenti sulle strutture organinative e gestionali del
Comitato Centnle, con Determinazione Direttoriale n. 32114 dcl23 maggio 2014, ba costituito una
Cabina di regia per l'organica attuazione di quanto disposto dal d.lgs. 178/2012, e successive
modifiche, in ordine alla riorganizzazi.one deWAssociazione nei termini previsti dal decreto stesso.
2.8 Obiettivi strategicll014 e Piuo Trieon•le deJJa performmc:t
D Presidente Nazionale. definendo con Ordinanza Presidenziale n. 18/14 del 28 gennaio 2014 gli
obiettivi sttategici dell'Ente per l'anno 2014, ha previsto al ptmto l: 1' "individuazione di tulle le
azioni necessarit per l'attuazione del decreto di riordino. Definizione ed espletamento tklle azioni
attuQtive previste dal D.Lgs 178 del 28 settmbre 2012 l! smi, con particolare attenzione alle
tempistiche dettate in tema di personale. patrimonio, revisione dello Statuto dell'Ente Pubblico,
avvio della gestione separata, riforma dei Regolamenti interni della Croce Rossa ltah·ana per
armonizzarli con il nuovo assetto territoriale e programma straqrdinario pluriennale che proponga
soluzioni per la gestione del personale e d~lla massa debitoria".
Facendo seguito alla predetta ordinanza, il Presidente Nazion&lc con Ordinanza Presidenziale n.
20/14 del 28 gennaio 2014 ha definito gli obiettivi strategici da assegnare a] Direttore Generale,
fissando conseguentemente i confini della programmazione gestionale.
ln relazione all'anzidetto punto I degli obietti\'i strategici, il Presidente Nazionale ba previsto:
•
"J. l. Atruozicne dt!l/~ azioni previste dal D.Lgs di riordino della CRI nonché tkJla riforma
della normativa interna alla Croce Rossa /talia1111 e coordiMmento centro-territorio.
Descrizione: Dali gennaio 20/4 i Comitati Provinciali e LoctJli della CRI sono diventati
privati, così come nonnato dal D.lgs 17812012 (così co~ modificato dal decreto legge
1011201 J convertito con modificazione con legge l 25/101 J), mentre la struiiJlra Cenlrale e
i Comitati Regionali mantengono la persoMiità di diritto pubblico. Il medesimo D.lgs l 78
all'art. J biJ, comma 3, prevede che le modalità operative e fonzionoli siano discipliTUZte
dal dureto non regoùzmentare del Ministro della Salute. La Direzione GeMrale è. tent4ta
ad attivani con gli uffici (tecnici legislativi etc.) presso i M"misteri vigilanli al fiN! di dare
le informazioni necessarie per le azioni cormess~ al riordino suddetto. Jlisli i tempi n'stretti
Senato della Repubblica
- 10 -
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
che non hanno ~rmuso entro Il 31 dfcembr~ 2013 l'emanazione del D.M., si rende
stante I'Jndifferibìlltò della privotizzazione tlei Comitati Locali/Provinciali dal
l gennaio 2014, ed in assenza del predetto decreto, di dare indi'ctJ%loni, anche attraverso
le strullrJI'e amministrative competenti, al fine di attuare la rifonna prevista dtlllegblatore
mcmterwndo l'unicità deR'Ente e garantendo l'omogeneità dell'attività .sul territorio.
Risulta fondamenJale monitorare l'attuazione della riforma pret:Usponendo le previ.tte
relazioni sematrali a art. 8 comma 5 del D.lgs 178.
MUSSdrio,
•
1.2. Presentazione al Presiden~ NazioM/e di un programma straormnario p/uriennale
che proponga soluzioni pu la gestione del ptrsonale e della mossa debitoria elle
garanttscano ltl sosrembilità dei suddetti costi.
Duçrizione: In considerazione della fase straordinaria vissuta da CRI e con pt:rticolare
riguordo aU'impalto sul persorwle e sull'eventuale equilibrio economico finanziario è
evidmte la necessità di definire un programma pluriennale (10141201 5) su due punti
C111ciali:
l) Ipotesi di fabbisogno del personale e sua sos~ibilità
2) con ri/erirMnto alla gestione separata definjzione della ma.ssa passi\la e massa attiva
e defiNizione di un piano di pagammti e predisposizione del bilancio di
liquidazione ".
Sum=ssivamentc, il PRSidente Nazionale, richiamando le succitatc Ordinanze e ai sensi del decreto
lcgisJativo 27 ottobre 2009, n. l SO, con Ordinanza Pn:aidenziale n. 22 del 3 t gennaio 2014 ha
adottato il piano trieonale della performance anno 2014-2016.
1.9 Nomiaa Commfssari al llcllJ
Con Ordinanza Presidenziale n. 66114 dell'l) marzo 2014, il Presidente Nazional~ preso atto d1e
numerose unità tcnitoriaJi non avevano ancora provveduto all'approvazione del conto oon.suntivo
2013 e vista l'esigenza di procedere all'approvazione del bilancio di previsione consolidato
dcii 'Ente nei tempi di lcsge, ba nominato i Direttori regionali quali Commissari ad acta per la
predisposizionc e Papprovazione del conto consuntivo 20~3 dci Comitati Provinciali e Locali e
dello stesso comitato regionale della propria regione, laddovc non fossero stati ancora approvati.
2.10 Direttive, drcolari e atti aeneraU del Comitato Centrale •i Comitati CRI
Di seguito si riportano, in ordine qonolo2iço, i principali atti dii'IIDati dalla sede centrale in ordine
di personale, gestione finanziarla, economica e patrimoniale, etc.
•
Ortolare prot. D. CR.VCC/0000077 del 0.2 gena.afo 2014 del Senizlo Reclutameuto
01"Canizzazioac e Sviluppo Professionale
Oggetto: Ricognizione personale civile di ruolo a tempo indeterminato alla data dcl31.10.2013
Si trtumette ai Direttori dei Comitati Regionali CRI/a Determinazione Dipartimentale n. 128 del
30.12.1013 con la quale i stato u.lflcializzato l'elenco del personale cMie di ruolo o tempo
pre.s$0 i Comitati Provinciali ~ Locali alla data del 31.10.1013, c/ùdendo di
ind~tenniMlo
- 11 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~erificare e rendere pubblico l'elenco dandone manima diffUsione al penoMie interessato e
segnalare eventuali erron· e inesattezze.
•
Circolare prot. n. CRI/CC/000707 del 07 gennaio 1014 del Dtpntimellto RU e ICf e
EFPff.
Oggetto: Attuazione art. 1-bis D.l~ o. 178/2012- saldo conto corrente aJ 31/12/2013
Facmtio seguito alla circolare prot. CRJICC/0076472 del 30.12.2013 si affida ai Dir~ltori
regionali tl coordinamento di evenluali segna/azioni di partioolari, con preventiva comunicazione
entro i/10. 0J.20U a [email protected] per valuJazione preventiva.
• Cirwlare prot. n.. CRUCC/000030 del 11 gennaio 1014 del Servizio Trattameoto
Economko e Gh1ridko dd Periouale
Oggetto: Comunicazioni urgenti adempimenti lRAP decorrenza l. OJ .2014
Si danno disposizioni ai Direttori Regionali per il coardinametJtO ed il controllo dei versamenti
l.RA.P derivanti dali 'utiliZzo da parte dei Comitati Provinciali e Locali privarizzati dej contratti di
collaborilZione e di sommini.strazlone.
•
Cireolare prot. n. CRJ/CC/0008862 del 07 febbraio lOl.C del Diplll'dmeato Risorse
UmaneeiCT
Oggetto: ComWJicazione obbligatoria <:entri dell.impiego
Qm ri/~nlo alla nola del PN pror. CRJICC/0074940 del 19.12.2013, con la quak si sono
dettate le linee guida in ordine, tra l 'altro, agli adempimenti legali alla gestione del persoMie
ekll'Ente td alla Determinazione del Direttore Generale n. 101 th/27.12.13 con la quale è stata
delegato ai Direttori RegioMli la formalizzazione dei protocolli d 'intesa con i comitati Provinciali
e Locali CRI prillfltizzati ]Hr l 'assegnazione temporaneo del personole civile di ruolo e a tempo
determinato (ai semi dell'art. 2J bis c. 7 D.lgs 178111}, richiamando l'o«UIZione dei Direttori
regionali sulla comunicazione ai Centri per l'impiego del/ 'utilizm di tale personale di.l pam dei
Comitati Provinciali e Locali, si forniscono le necessarie istruzioni.
•
Circolare prot.
UmmeeiCT
11..
CRI/CC/0009396 del 10 febbndo 2014 del Dipartimento Ri&one
Oggetto: Schema protocollo d'intesa, ai sensi dell'articolo 23, comma 7 del D.lgs 16S/2001
Con riferimento alla nota prot. CRUCC/0074940 del 19.12.2013 del Pr~idenle Nazionale con la
si è disposto che il personale civile di ruolo e a tempo detuminato, impiegato per le attività
in regime convenzionale ovvero per attività completamente jii'UJnziate con fondi privati venga
qual~
as3egnalo ai Comilati Provinciali e Locali CRI.
vien~ lrtmnesso -
quale proposta da sl.nltturare e
integrare - ai Dir~llori regionali uno scMma base di protocoUo d'intesa, ai sensi tkll'art. 2J.
comma 7 del dlgs n. 16S/2001, do. stipulare tra Comitato Regionale e siP'uttUre territoriali,
acquisendo il consenso dell'inttressato.
- 12 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
• Circolare prot. n. CRIICC/0010794 del14 febbraio
Flnuzlario e Patrimoniale
201~
del Dipartimento Ec.ouooùco
Oggetto: Ricognizione conccmente lo stato di attuazione della Cìreolare del Djpartimento EFP n.
76472 del 30.12.2013 in materia di gestione dci conti correnti- Servizio di Tesoreria e di Cassa- e
della Circolare n. prot. 74619 de117.12.2013 &l Preaidente Nazionale
Yiene riclùultl ai Direttori regionali una reloziOM dettagliata sullo sltJto di attvazio~ delk
disposizioni imparlite con le precedenti circolari ed in particolare se a lutti i Comitali Locali e
Provinciali sia stata trasforita ID ®tazione di cassa, ovvero dì conoscere i Comitati a cui non è
stato possibile avviare detta procedura, nonché i motivi e le criticità che lo lumno impedito, e
mettendo in evidenza le possibili ipotesi di soluzione.
Yiene chiesto inoltre una tabella l'elenco dei nuovi conti correnti postali/bancari attivati dai
Comitati prillati:zati, l'eventuale motivazione per cui non è stato possibile proetdere, e l 'elenco
ricognitiWJ dei codici fiscali .t delle pllrtite ll'A acquisile, evidenziando eventuali problematich~.
•
Clnolare prot. n. CRI/CC/0015254 del 64 marzo 201• del Servizio RedutameDto
Organhzazione e Swlluppo Proftssionale
Oggetto: Rioognizione personale civile di ruolo a tempo indeterminato alla data del 31. J0.2013
Jlìene trasme.ua ai Direttori Regionali. per gli adempi~nti di competenza, la Delermino.rione
Dipartimentale n. li de/17. 02.2014 con la quale è stato u.ffìcitl/izxato il nuovo elenco del personale
civile di ruolo a tempo indetmni1Uito in servizio prt.fso i ComikJti Provinciali t Locali alla d4ta tkl
31.10.2013 di cui alla Determinllzio7U! n. 128 de/30.12.2013.
•
Circolare prot N. CRVCC/0019740 dellO marzo 2014 del Pnùdente Nazionale
Oggetto: Comitati Locali e Provinciali C.R.I. APS: iscrizìone registri APS
Il Presidente Nazionale. richiamando l'attenzione sul1a possibile eterogeneità delle
regolamcntazioni legislative nazionali, trasmette ai Presidenti dei Comitati Locali e Provinciali un
faers.imile dell'istanza di iscrizione ai registri provinciali delle APS e chiede ai Direttori Generali dì
agevolare 1c attività dei Presidenti mediante una attenta attività di coordinamento.
•
CiTcol•re prot. n. CRI/CC/0020112 dd ZliUrzo l014 del Praideu.te Nazionale
Oggetto: comunfeazloae di adeaJone al C.C.N.L. personale A.N.P.A.S.
l/ Presidente Nazionale
comuni«~
ali'INPS. all'INAIL. al Ministero tkl Lavoro e delle Politiche
sociali. alle OOSS. e ai Prenunli dsi Comitflti. provinciali e locali delle risultanze del tavolo di
co-nfronto. istituito ai sensi del comma 5 dell'ari. 6 del d.lgs. n. 178/2012, nel quale il PN ha
comWiicato che il C. C. N. L. cui i Comitali Locali e Provinciali privati intendono aderi1'e è il
C C.N.L per il personale dipendenJe dell'A.N.P.A.S., di cui viene allegato copia.
•
Circolare prot. n. CRVCC/0039627 del 09 giugno 2014 deJ Presidente Nazionale
Oggetto: Decreto di cui all'art. 1 bis del Dlgs 17812012 c smi
Senato della Repubblica
- 13 -
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
li Presidente Nazionale trasmette ai Presidenti dei Comitati Regionali, Provinciali e Locali la copia
del Decreto del Ministro della Salute.
2.11 Rithletb di parere •l G•rante per la protezione dei dati penonaU
Con nota prot n. CRIICC/0028258/14 del 24 aprile 2014 dcl Direttore Generale è stato
richiesto all'Autorità per la protezione dei dati penonali un parere in merito
all'orpnivazione della protezione del trattamento dei dati personali all'interno della
Croce Rossa Italiana. alla luce delle modifiche apportate alla sua natura giuridica dal dJgs.
l 78/2012 e successive modifiche.
In applicuione all'art. l-bis del dJgs. 178/2012 e successive modifiche, infatti. dal 1°
gennaio 2014 gli oltre 600 Comitati Provinciali e Locali della Croce Rossa Italiana hanno
assunto personalità giuridica di diritto privato, disciplinati dalle nonne del titolo U del hòro
primo del codice civile e isaitti di diritto nei registri provinciali delle associazioni di
promozione sociale. Ciò fino al 1° gennaio 2015, quando sarà costituita l'Associazione
della Croce Rossa Italiana prevista dal d.lgs. 17812012, e successive modifiche, che avrà
personalità giuridica di diritto privato e che coordinerà i Comitati Provinciali e Locali,
anch'essi privati.
Si è chiesto aU 'Autorità se ciascun Comitato Provinciale e Locale CRI può essere
considerato, ai sensi dell'artH:olo 4, oomma l, lettera f) del decreto legislativo 30 gjugno
2003, n. 196, autonomo Titolare del trattamento dei dati personali fino a qwmdo non sarà
costituita l'Associazione Nazionale o se, in alternativa. Ja titolarità dei Comitati Provinciali
e Locali può essere rappresentata dal Presidente Nazionale dell'Ente.
3. PRIVATIZZAZIONE COMITATI PROVINCIALI E LOCALI
Si riportano di seguito i dati e le informazioni relative aU'acqllislziooe di codid fisc:ali, partite
IVA, kcri:lione uei registri deUe A1roduloni di promozlooe sociale, auddiviso per regione:
l. Regione Abruzzo:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 4) e Locali (n 14) haono aperto la Partita l.V.A. e
Codice Fiscale;
2. Regione BasOìcata:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 2) e Locali (n. S) hanno aperto la Partita l.V.A. e
Codice Fiscale.
3. Regiclne Calabria:
Senato della Repubblica
- 14 -
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 5) e Locali (n. 15) banno aperto 1a Partita I.V.A. e
Codice Fiscale.
4. Regione Campauia:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. S) e n. 17 Locali su 18 hanno aperto Ja Partita f.V.A. e
C<ldicc Fiscale, un Comitato Locale ha solo il Codice Fiscale.
S. Regione Emilia Romagna:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 9) e Locali (n. 39) hmno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fiscale.
6. Regione Friuli VeDezla Giulia:
a. N. 3 Comitati Provinciali su 4 e tutti i Locali (n. 6) banno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fiscale. un Comitato provinciale ha solo il Codice Fiscale.
7. Regione Lazio:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 5) e n. S6 Locali su 57 hanno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fi.s<:ale. un Comitato t..ocale ha solo il codice fiscale.
8. Regione Liguria:
a. Nella regione Liguria solo Wl Comitato Provinciale e u.n Comitato Locale CRI hanno
aperto sia la Partita I.V.A che il Codice Fiscale, mentre i restanti 3 Comitati
Provinciali e 54 Comltati Locali hanno aperto solo il Codice Fiscale.
9. Regione Lombardia:
a. N. l l Comitati Provinciali su 12 e tlltti i LocaJi (n. 82) hiiMo aperto la Partita I.V.A.
e Codice Fiscale, un Comitato Provinciale CRI non ha aperto la partita l. V.A. ma
iiOlo il Codice Fiscale.
J O. Regione Marche:
a. lUtti i Comitati Provinciali (n. S) e Locali (n. 32) hanno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fiscale.
- 15 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
11. Regionale Moliae:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 2) hanno aperto la Partita l. V .A. e Codice Fiscale.
l l. Regione PiCDJonte:
a. Tutti i Comitati Provinciali {n. 8) e locali (n. 88) hanno aperto la Partita LV.A. e
Codice Fisca.lc.
13. Regione Puglia:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 6) e Locali (n. li) hanno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fiscale.
14. Regione Sardegua:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 4) c Locali (n. 2) hllnno aperto Ja Partita I. V. A. e
Codice Fiscale.
15. Regione Sicllia:
a. lùtti i Comitati Provinciali (n. 9), n. 17 Locali su 18 hanno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fisca.Je. un Comitato Locale oon ha aperto la partita l.V.A., ma solo ì1 Codice
Fiscale.
b. Per quanto riguarda l'iscrizione nel registro regionale e/o provinciale delle APS (o
delle ONLUS) si evidenzia che:
>
la Regione Siciliana è sproyyista sia dell'elswo regionale che degli
elenchi provinciali delle APS~
>
per quante riguarda l'iscmione ai registri delle per§Pne giuridiche presso
le !Regioni o PrefeUuiel. il Comitato Rçgionale. oon nota datata 06
febbraio 2014, ha inviato alla regione Siciliana istanza di isaizi.one nel
registro delle Personalità giuridiche di diritto privato:
}>
in data 13 febbraio 2014. la Regione Siciliana. ha ç9municato l'avvio di
procedura di diniego:
- 16 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
>
in data 14 aprile 2014. il Comitato Regionale ha chiçsto alla Regione
Siciliana la sosoçnsione del procedimento relativo al)'istyza di
iscrizione nel registro delle persone giuridiche dj diritto privato fino
all'approvazione del decreto mini$riale con cui sono discipljnate le
modalità organjmtive e funz.iopali dell'Associazione anche CQD
riferimento alla sua base: assoçiativa privarizzata.
16. Regione Toscana:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 10) c n. 46 I...ocalì su 58 hanno aperto la Partita I.V.A.
e Codice Fiscale; dodici Comitati locali CRI non hanno .aperto la partita I.V.A. ma
solo il Codice Fist:alc.
17. Regfoae TrentiDo Alto Adige:
a. Territorio in regime di diritto pubblico.
18. Regione Umbda:
a. Tutti i Comitati Provinciali (n. 2) e Loalli (n. 17) hanno aperto la Partita l. V.A. e
Codice Fiscale.
19. Repone Veneto:
a. Tutti i Comitati provinciali (n. 7) e locali (n. 16) banno aperto la Partita I.V.A. e
Codice Fiscale.
lO. Regione VaDe d'Aosta: 10lo Comitato Regionale
Si evidenzia che la Croce Rossa Italiana ha individuato quale Cod.ke ATECO da
utili~
949990.
4. IL PERSONALE DELLA CRI
4.1. Eserdao dà diriUo di opzione di c:ui al terzo t!omma deD'art. l-bis del d.lgs. 178mJ2, e
•uceesstve moclificbe, e dell'art. lO del Decreto laterrniniJteriale 16 aprile 2014
il
Senato della Repubblica
- 17 -
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
La Croce Rossa Italiana, con circolare n. 12/2014 del Il giugno 2014 (prot. n. 4015712/14) ba
invitato U personale destinatario delle previsioni di cui al terzo comma dell'art. l~bts del d.lgs.
178/2012 c successive modifiche, per il tramite delle rispettive Direzioni Regionali CRI. ad
esercitare il diritto di opzione dì cui ell'articolo 10 del Decreto Interministeria1e J6 aprile 20 l4,
pubblicato nella O. U. I3 giugno 2014, n. 135.
In particolare, in ossequio alle mdicazioni fomite dalla Prc:s:idenza Nazionale con nota prot n.
7494012013, i1 Dipartimento Risorse Umane e ICI', con Determinazione n. 128/2013 del 30
dicembre 2013, successivamente iotegrala e rettificata con Determinazione n. 11/2014 datata 27
febbraio 2014, ha uffi.cializzat.o l'elenco del personale civile a tempo indeterminato in servizio
presso i Comitati Provinciali e Locali CRJ alla data del 31 ottobre 2013.
Personale chi.mato ad esercitare U dJritto di opzione per n. 764 uniti ed ln particolare:
a) Personale che ha esercitato il diritto di opzione per il Comitato Centrale: n. 136;
b) Personale che ha esercitato il diritto di opzione per i Comitati Regionali CRI; n. 496~
c) Personale che ba esercitato il diritto di opzione per i Conùtati Provinciali CRI privatizzati: n.
6;
d) Personale che ha esercitato il diritto di opzione per i Comitati LocaJj CRI privatizzati: n. 7;
c) Personale che ha esercitato il diritto di opzione verso altre pubbliche amministrazioni: n. 65.
Da ultimo, si segnala che n. 653 dipendenti banno inviBio, oltte al moddlo di cui alla circolare n.
1212014, alcune QOmunicazi.oni con 1e quali banno rappresentato di esercitare il diritto di opzione
"con riserva".Jn particolare n. 631 unità banno "esercitaJo il diritto di opzione, in via CQUtelare, con
riserva dì confermare o modificare lo scelta in via defim'tiva e d; promuovere ogni eventuale e
pouibile azione nelle sedi competenti a tuttla dei propri diritti" mentre per a. 22 unitA hanno
r&PPfescolalo di "non essere in grado di poter esercitare, in maniera consapevole il c.d. diritto dì
opzione".
4.l, Situazione personale civile a tempo determinato e militari ridli:lunati iD •ervizio
temporaneo io r-egiu.te di convenzione
n Servizio Reclutamento Organizzazione e Sviluppo del
Pmonale della Croce Rossa Italiana ha
costantemente moDitorato la situazione del personale civile a tempo determinato e del personale
militare richiamato in servizio tempo.raneo, utilizzati in regime di convenzione.
• Dalla ricognizione, effettuata al 6 marzo 1014, si evidenziavano n. 1.505 unità civili a
tempo determinato (Comitati Regionali, Provinciali e Locali CRI) e n. 129 militari in
savizio temporaneo per complessive a. 1.634 unità.
•
DaUa ricognizione effettuata al 4 aprile 2014 i1 personale impiegato in convenzione era pari
a n. 1.341 unità, risultando pertanto complessivamente non più in servizio n. 293 unità, di
cui n. 187 civili a tempo determinato e n. 106 militari richiamati in servizio temporaneo.
Delle ricognizioni seguenti, contillu.ate con cadenza mensile, per brevitA evidemiano j seguenti dati:
- 18 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
•
AH'l pugno ZOl.C il personale civile a tempo determinato e il personale militare richiamato
in servizio temporaneo Ùl regime di convenzione. era pari a n. l .078 unitA civili a tempo
determinato (Comitati Regionali, Provinciali e Locali CRI) c a n. 23 militari in servizio
temporaneo per complessive o. 1.101 unità. Sono risultati pertanto complessivamente non
più in servizio n. 239 unità civili alcmpo determinato
•
AU'l luglio 2014 il persona]e civile a tempo determinato e il pmonaJc militare richiamato
in servizio temporaneo in regime di convenzione:, era pari a n. 953 wùtà civili a tempo
detc:mlinato (Comitati Regionali, Provinciali e Locali CR1 e a n. 23 militari in servizio
temporaneo per complessive n. 976 wùtà. Sono risultati pertanto complessivamente non più
in servizio n. 124 Wlità civili a tempo determinato.
Da una verifica effettuata con i Comitati Regionali CRI sono stati assunti con contratto
ANPAS dai Comitati privatizzati n. 80 uniti gii. civili a tempo determinato e n. 21 con
contratto ìnterinale. Non sono pertanto più contrattuali.zzati con la CRI n. 2.3 unità di
personale, già, a tempo determinato.
4.3. Stipula Contratti ANPAS
Da uo& verifica effettuata con i Comitati Regionali CRI sono stati assunti con contratto ANPAS da
Comitati privatìzzati n. 80 unità, già, civili a tempo detenninato e n. 21 con contratto interinale,
cosi suddivisi:
• fmilia Romagna:
l
• Liguria:
3O
• Lombardia:
• Tose&Ul
48
r--
019J27flldd0
2070400610
(AQ)
(1ìB)
CJ'B)
CP. L'AQUILA
c.P. PESCAIA
C.P. '1'81tAMO c:/o
ComJo Loc. OiuJI.nuwa
AIRIJZZO
AlllUZ2'0
(PB}
CCH)
(1B)
(CH)
(AQ)
(PII)
('PB)
C'l'&
CEPAOAm
omm
anJlJANOVA
LAHCIANO
L.'AQ.UIU
Pf!lo&Nll
PISCAAA
ROSBTO
SPOLTDall
ABilUZl.O
ABRUZZO
.UltUZZO
J\BRUZZO
ABRUZZO
ABRUZZO
ABRU'IZO
Alllt11ZZ.O
AAitU'l:m
~ --
C.P. POT8NZA
BASD.JCATA
-
(M'I)
C.P.MATBRA
BASILICATA
-
PV
.URU2ZO
COMITATt
11739007&
Ol~B
P.U:MAIVA
0246SUJ0~99
(CH)
JtBGlOHE
OUIU4106711
,..uz:ro
('l'B)
UGJSTKO
1873900763
01265240778
lD dm. 1MI7/20l4
T~ claa.tmealaiona
COOl<Z I'ISCAU ISCIUZIOrl& UCIS'bO
lli'G.JJIROV. :OEI.LI.US
UNrl''-'
PEUOICB
GIVJUDJCD
~mo
CODICE
A.TECO
~
949990
949990
011&5410671
J10HI'10696
9451990
Ot9Jl9«)(;63
2G71D90613
20703tOa3
0J9129401563
(l'B)
CAQ)
SULMONA
URAMO
VASTO
949990
949990
94mo
~9!190
949990
949990
949990
1Kril1oac
4l
dftJ:IUIII. di
lll:lizloae
l
~
9499f0
9-49990
949t9G
94~
Hm()
949990
MJ99D
CODICE
ATIICO
01114960673
207CIG)AI
2070430U7
019U57D668
0246.ttl0693
01814530674
11'6~150692
f'luei&*IIIOIIIUOI di
GIURIDICHE
UG1&1':aO
l'BUONa
Oli&CH06'73
2070430617
2070420681
OJ912J706A
02465220693
246SlS0691
01114530674
0191:moe6'7
01912:510667
llZ01'0S2I06IS
fAQ)
~
01913120666
OJ ~138206156
~Q)
AVBZZANO
CAlt.SOU
~~·
2UJOGI6Io
OJ912110d60
24&64505J
ISClUZIONR UGJBft()
CODlarmc.u.& IMGJl"llOV. D&U.B 4I'Suat"A.'
ONLU8S
ABRIJZZD
ABRUZZO
.UJllJ'ZZO
ABIUn:ZO
tii49SQ61.4
l4664.,
PV
(CH)
c.P.amm
PA.IITD'AIVA
AUU?ZO
-
OOMlTA.n
--
UGI01C
--------
!
l
l
i
;
lf\t 7..
l
z·
C),._
C)-
~
;:::
:::ti
!:::;
::::::::
~
Il~
w
~
::t-.
S'
'1::j
;:::
~
~
~Il~
n
0
tJ'
o
~j
on
c
tJ'
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tn
t;;i
tJ'
~
?O
èic
t"'
t;;i
o
tn
t"'
~
~
;::;
- 19 -
- 20 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~
§-c
~
i
i'S
di
~~
i
~~
la
u
·~
l
n
l
Il
l
l
l
l- l l-l gllla l l l l l IlIl .l l l l llll
l• -- l- l
•a
s;
O Cl\
..
-i
ii Il l l ll~
~
~
~
o
a
~ l~
...
....
g g~
l-
l
;
B
l ~~
--~
~~ Il
ii
ea
li li
ii
~
i
i;
i
2
9
g
t l~ ~ i
l
l sl l
!:i
.;
..:u u ~
>'
C!;.
gj
~ ~ g ~ gli ~~
~> g~o ~
u
~>
~
j! H
0:
§...
g g g i l~ Ag
l
l
l
i
l
~~ l lgliln ~ l
sl
<
~
-c
g
:1
F
i3;! ~ u l !~ l ! l! lll!ll!l lllIl
~:;
~
l
CAMPANIA
CAMPANIA
CAMPANIA
CAMPANIA
CAMPANIA
CAMPAMA
CAMPANIA
CAMPANIA
CAMPANIA
CAMPAMA
CAMPAMA
CAMPANIA
CAMPANJA
l2111106B
:!Z 1115106.59
-
- _(SAJ
-----
SBRJlB
~l.l~9
05%1.5!NCIC9
(SA)
s,.\PIU
9.51~6
9.JI41B06S6
(SA)
(NA)
CNA)
(SA)
(NA)
(NA)
OS21Sl'10654
7U4.511216
1654SZI2J5
76.54.53J:ZI4
0765Mllll!t
NO [VA
76.5451!216
7654ni21S
7654531214
07659611219
(HA)
POMPEI
PORTICI
SA!BtNO
76,.50121?
7f6CS01117
O'fA)
9!11486011653
076!11391.216
OS'2120006Sfi
0765 139121«5
(SA)
NAPOUSUD
NAPOLI NORD
PRATJ'AMAOOIOU
·~ 'VAIJ.S
-~
PIANA
COSTA AMALPI'fANA
.E.IlCOUNO
D521:M30b4
52111001
0394QSQ0618
GDlJ4301154
S2U~
(SA)
($A)
CA7ACCOoPA8lliM
CASBR'J"A NORD
CAVA DB111JIBIRO
CAMPNIIA
!100222106.53
0'119<1500641
QS213260655
03941]40612
076454.'U21Q
052l.W0653
~'
OISI7310622
Ol94CMW61:l
Ol~l
07.10100102
l
CODIC&I1SC.\L& 'ISCaiZlOM& DGISTRO
UNn'A'
:UCJPaOV. DILL& oU8
l
~12
Dl94Q500611
(a!)
AtJRUNCO
115213160657
052J32QI6.5.5
052.12450653
DMU4Z1210
OIS&'7310622
03!UU«J61:Z
(C6)
CAV)
ARIANO I1U'INO
CAMPANlA
CAMPANIA
CAMPANIA.
edcl
(SA)
A~-·--
(SA)
CNA)
(SA)
CILiiNfO
CAMPANIA
C.P. NAPOLI
Cl'.SAU!ItNO
AOit.O
CAMPANIA
CAMPANIA
(CB)
(AV}
(Bl'l)
Ol~
0210JOOB02
PUTll'AlVA
l
py
(RC)
c.P. A.V&IJ.JHO
l
c.P. BI!NIM!N'l'O
C.P.CASSP:TA
COMITAD
DI!L
-v:o
CAMPANIA
l
CAMPA.NIA
CAMPANIA
mtGJONZ
CALABRIA
l
Gn:JaJmar&
REGISTitO
daONE
l
-
Ar.&CO
CODICE
l
l
!:::;
:zw
vs
0
n
n
o
tJ
l
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t""'
8
~
tn
(li
tJ
l
~
c?O
~
(=)•
t""'
C),._
C)-
~;:::
:::ti
§;
~
a
o
(li
tn
><
8t""'
~
!:::;
;::;
:::t.
S'
'"1::j
;:::
~
~
;:s
Il~
- 21 -
- 22 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~ l l l l l l l l l i l l
l
"&
i:
i
l l
~~a
!
l
os
~a
Ira
ri~l
-
l
l
l
i
l
l
l§- lll l ll
li
i l i
l
l
a l l
i
l
§
l
l
l
a
l
~
ll l
~
~
~
.~R
~
l l
a
Cl\
i
-
~
:a
1:11
t
i
c
o i
6'
e.
f
il
6'
~ !
~
3
a
~
o.
110
!!;
l g
0:
~ §
;
i
1"1
l g i i
@§
l
i
il
i i ll
i
i
l
l l l ~ l l liU
l il il il ~~ il Il ~il Il il Il ~~ ~~ li ~~ il
e
i·
ti
~
f)
~
~
5 ti ti 5
52
~
6
~i
li:
~~CG
- 23 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
l
~
l l l l l l l ll i l l l ii l l
o
...
•~
01
i
f
l
t.
li
i l
l
l
l l l i l l B! l l l l l l l l § l
~
~
·l
g
l
o
~
*
~ ;i
s
~
l l i l l l i l i l l l l il m
ll
~ ~
g g l
i'"
i
~
8
~ ei
~
~
ig i§
i ~~ l
i
g
i
a
·g
~
~
j
e
@~ ~
6
!
g
~
!il
;:
~ a6' ~
g
o
6
i
s
~ ~
l
i
; l i i l j i ~ ~ i!i ~ a~;
l~ i~ B l !
'
'i
o
li:
~
z:
!
Il ~~ rl ~~ il ~~ il i Il i!• ~~ ~~ Il ~~ ~i il il
o(
Ili;
•
;g
~
~
- 24 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
llillllil
o
l
l
!
l
~~
Ul
~
n
rJ
.o
ç;
l ll
l
l l l B lllli
~
i
s a
~
~
l
l
e s
l ll llllil
i
'
i
:!
i
i
l &~ g g
~ ~ ~ ~
a
..:
~
o
i lo l i
::l
~
t
a&e
e
~
l l l l~~~a
o
~
~
.,. :to c
~
"'
V'l
<C
6
l i l ls... l
i
~<
::>
a~
~
i
i l l l lli l i l ~
~ i
~~ ~~ ~~ Il ~~ Il il ~~ Il Il Il Il
!
~~
"(
~
N
o
'loti
§
~
c
~
~
.......
2
~ ~ :j ~
l f it f ~d i
l~ .
d
- 25 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~
l
l l
111
~~~
Il
ls
!g
~~ ~~
~~ Illj
l- l l-- l
- ... l
.~
s
1'\
§
•
~
o ...iS o s
&:1
""
....
a
l
fJ a
f8 ~o-
8.... ~
...
o
:1
f~ ff
i
~d
i
~
C'l-
l il Il ul
-::;!
i~ l"' l
g;:;
_, N
:!S
-
§
N
'ie- llaIl
t ~ [email protected] l~ ~ ~ ! ~ ~ ~ ~ l ~ ~ g
~
t
!
Il
l
li
~
l ll ~~ ~~~
aF~
g
ai
i ~~ i!
1!:!
!l s
- g
o
~
l
<l!
l
!~
j
~~
il
l
...
1~
....
a~
~o
Il
~e
~
ta
~
-.,.
1\i
§~;
l s
~
o -S
i:i
.
~
i
u
ti
o:
~ ~
l!
~
~-
""S
g ;:;;:t
l! . l
lt l! l l
l ij a
;
~ ~ u~l
.:
i
~
!
l §~ ~ ~ § ~ § ~ §~ ~ §§~ ~
l
- 26 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
l
s
~·
!; hs
~~
li s
ls
-
§
~
8
i
; l
!j
~
ll.. i j ul
l - l
l i li l l l l i- l- l l
l ·l §s
~ """' ... !'N i
"IO
~
g
~
l
~
C't
l
§
i
t!
;
l l l li
~
a~
~
~
~
~~ ~l
~ ~
8 §
...
!
15
~
i
l
~~
§
!::!
Wl
~
~
i g ~ g'i
~
~~
ii2
~Q
~
j
l
l~ra~!
~
g
l
~
-=
ii
-- !§ i ~ l
i~
~ l-
§
§
is;
i
~
~
ll
i
~
i
~
i
~
§ § ~ § §
•
~
l 8
~
s
~ ~ 1a ~
•~
Il l !
ll i i! i~ ll
l
~
~
!:!
Es:
j
-
~ ~ jS ~ ~ ~
~i ~~
i ~~ i ! i i i
Q
12
~
:&
1:1!:
:1
~
:2:
3 ~ ~ ~ g~ §~ 3~ § ~ ~ ~ §~ ~ ~ § § ~
o
~
~
2
!
o
~
l
21351305~
(RM)
O..T)
(RM')
(AM)
(JtM)
(RM)
(RM)
(YT)
~ (YT)
SABATJNO
SABINA. ROMANA
SANTA SBVBRA
SANTA MAitiNI!I.LA
SORL\NO
SUDPONTINO
TARQUINIA
TOlJIA
TtiSCUUJM
VAUJi D11L SACCO
VAU.S DEL TBVBRI!
VJ\UJ! DBU.'ANISWB
VEU.Bl'R1
VIOHANBUD
VrrEIU!O
l.AZIO
lAZIO
LA%.10
LAZIO
LAZIO
LUlO
U%10
LAZIO
LAZIO
J..AZID
LAZIO
LAZIO
LAZIO
LAZIO
-
U.660i0 1005
12661161001
2133600!"
(V'l')
ROMCIQUONB
LAZIO
12467121000
12669311001
126'7 1731003
126677Zl000
12C569lll 001
12471711003
213SilO~L
21l36005CIS
1:1660901005
1266116lCU
126196411101
Q'lJ:MmOStiO
az t~
(V1')
(RM)
1.2669641008
Q274~
0213«MMJ63
ali~
CV'J')
027461W!H
9106111051)
91061110$8.1
21J442056"1
12662151005
1266511$1008
(RM)
(RM}
(Al)
LAZIO
1113290$79
(At)
_ .__
02813CrnJ1100
02113070600
126:'116210CD
{RM).
PALIANO
POWrllA
RJm
LAZIO
LAZIO
J2651G.I003
900'702A0571
21J4GO:S61
12662151005
llfi81S1008
011])560561
O'U3~1
1134130562
97779630517
(V'l')
(\'T)
1:26&7121~
(ltM)
ORTB
ll6173211Xl.S
21341]092
517779630SI7
ll67l7SJOOI
12.661201002
LAZ'JO
126'717.5 1001
12161201002
(RM)
(RM)
(1t.t.f)
LAZIO
.•090[
DI ROMA
101·11-12
·-· lONA·-7DI
ROMA
NPI'I
NOMBNTUM
LAZIO
LA1JO
LAZIO
l
LA?JO
i
IIASBDl
-----
LAVORAZIONE
~A-s' IN
IN lfA!'BDI
U.VORAZrON'B
~
RIOUBSTA B' IN PASB DI
U.VORAZIONll
LAVOilAZIOM!
, B"IN FASE DI
A B" 1M l"ASB Dl
LAVORAD>NB
--
-----
--···
9C!I990
949990
N90oQ
9oC9990
l
=
'
l
!:::;
w
:z:
vs
0
n
n
o
tJ
l
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tn
(li
tJ
l
~
c?O
~
(=)•
t"'
C),._
C)-
~;:::
:::ti
§;
~
a
o
(li
tn
t"'
><
8
~
!:::;
;::;
:::t.
S'
'1::j
;:::
~
~
;:s
Il~
- 27 -
:
l
l
l
CP.JMPI!IUA
LICJli'RJA
.
(ClB)
(JM)_
(SP)
(08)
fOW)
GATIOJtNA
GBNOVA
UOURIA
UOtJRI.\
lJOliJUA
LIGURIA
UCMUA
LlOURJA
1.lOUiliA
UOURIA
UOURIA.
(SP)
(SV)
LEVANTO
LOANO
MAGLIOLO
('S\'}
NOlVA.
NOI\'A
(OB)
lAVAGNA
'--
~[VA
(1M)
1MPI!JUA
NOIVA
(QB)
Qf!NOVA. POHBN1'8
((iB)
NOIVA
NOIVA
HOIYA
NOJVA
NOIVA
iNOIYA'
NOIVA
(GB)
COGORNO
DAYAONA
DIANO MAIUNA
LlOUIUA
NOIVA
(G8)
COOOLBTO
UOURIA
LIOUIIA
LIOUIUA
NO IVA
(OB)
~OJVA
~_lVA
OCAQNA
(CDI)
UGURJA
UOURIA
NO !VA
(SV)
CBNOlO
CIIRANBSI
CBlUALB
atiAVARJ
(SV)
(ClB)
CAMPOMOllONB
NOIVA
NOIVA
HOIVA
iNoiVA
~MQ_IVA
NOJVA
l394l30Jl4
NOIVA.
iNOIVA
~IVA.
INOIVA
~IVA
H()lVA
(CJPJ
P.u.nTA IVA
NOIVA
(C'l~~}
~
(1M)
BOitDKIHERA
CANPCLlOURB
(GB).
aM.W.W
AllENZANO
AM2QLL\
UOUIUA
UOURIA
L..lCJUJ.IA
UOUitiA
UClURIA
l.AOUIIUA
UOURIA
LIOUIUA
J.JGUIUA
(V)
(!IV)
(SV}
AlASSIO
AUBNGA
UCJUJUA
. (SP)
(IV)
(IM)
-~
""
UDUIUA
CP.SAVONA
UGUI.IA
LIOUIUA
c.r. LA JPIZIA
COMrrAn
c.p,ODfOVA
-
UOURJA
--
IIBGIONS
-
94!1990
949!190
!1-49990
J.9CIUI"ll)
mam-ro
ISCUITO
~
900594GOO!II
tlOI:MOOII!J
I5CIITJ'O
'ISatJT1'0
949PPO
949990
949990
JSCUJ'IO
ISCIInTO
949990
!Hft90
~9990
9499!10
949§190
MmC>
94!1!)90
949990
~
M9990
949990
M9MO
949990
949990
M9990
94HtO
949990
!H9HD
949990
M999Q
969990
5MMO
94M90
949!190
CODIC&
4TICO
IIOITTO
ISClU1TO
.I.SClU'ITO
JsatlTI'O
.llatiJTO
1ICinTO
ISCUI'TO
ISCM1'0
J!CRI1TO
JSC'RlTI'O
lSCIUTI'O
I.ICRl11'0
ISClUJ1'0
Datrri'O
JSCIU'ITO
1SCilJ'm)
IS'CIUTTO
LSaU'M'O
18CIUTJO
ISCitlTro
IJCl!'l"ro
~
ISCili'J10
IICltll'ro
ISCIUTrO
DCRm'O
ISCitJT1'0
JSaUTrO
ISCRm'O
D CUlTO
J!CIU11'0
ISCim'O
1SCIUTTO
JSaft"ro
JSCUn'O
JSCRnTo
ISQUTl'O
IICRJn'O
L'II'CitliTO
sscamo
ISCRI'M'O
I!ClU'lTO
1SOmTO
uatrl'l()
CDWIDJCIIE
rscarrro
IICR1T1'0
ISatm'O
ISCRIITO
JICittri'O
ISCRITTO
ISCIUTl'O
ISCRm'O
P'DS()NB
UGIIDO
ISCIU'riO
91oa.960017
900&61501 04
,,1100100
tl1'70P.20102
911112410111
9001i5Z00101
911141970086
9CIIH110101
900&5110102
9J1'70Pf0105
90066J6010'l
9517JU70Jo.'J
90059C~
951709'70107
9Jl0194Cl093
P5170910106
9SJ?IJ20108
,171010104
900MO!IOOI1
9SI70K0101
921019100H
90DS94IOOH
900St501109J
!100:2i110J li
91042930011
91.012.G0J J7
95171116Dl06
CODICS li'JSCALK .ISCalZIONB .DQJSD.O
UNrrA'
DG.IROV.DBU.&AlS
l
l
l
l
!:::;
:zw
vs
0
n
n
o
tJ
l
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tn
(li
tJ
l
~
c?O
~
(=)•
t"'
C)-o
,._
C)-o
:::ti
~;:::
§;
~
a
o
(li
tn
t"'
><
8
~
!:::;
;::;
:::t.
S'
"1::j
;:::
~
~
;:s
Il~
- 28 -
'
(GB)
S. S"IEPANO D'AYm'O
SANIIIMO
UOURIA
UOUJUA
-
(08)
ROSSmLIONB
~
SIIUtA uo:xr
S11!1J..A
TAOOIA.
'OOIRANO
TOJtRIGLSA
URIJE
t.ISCIO
VD.LARII(iiA
UOU1UA
UClUR1A
UOURIA.
LIOURIA
QtJllJANO
VADO
(SV)
SOJtl
{IM)
(JM)
NO IVA
NOIVA
ISCRIITO
ISCI1JTO
9001606001$
~
'SCl1I'TO
91012A4011S
IMOIVA
com
(SI')
LSaU1TO
rscarrm
ISCRJ'JTO
ISClUITO
ISCRm'O
IJCltrlTO
lSCitlTm
ISCRITI'O
ISCRlTJ'O
ISCIUTro
NONA
NOIVA
(SV)
{SV)
tliOIIIOD!II
ISCRlJTO
19CRDTO
lSCitfi'TO
J.SCRmO
9511UX10lQO
92101170092.
NOIVA
(OB)
90016CJ'10084
900594'10097
95111050107
9210tl901)g()
91047UOIOO
INOIVA
INoiVA
(SV)
ISCIJ'I"tO
ISCIUn'O
JSCIU1TO
ISCIU1TO
ISCRm'O
ISQUITO
t!CaJm]
ISC1tJTIU
JBCIUJTO
949990
aauno
tscarrro
9Sl11540100
91CG430114
910UD!IOI04
9210111000!n
949990
DCR.rrro
JSCRlm)
94~
949990
949990
949990
~
94M90
!M99!10
949990
!N-9990
5149!190
!149ft()
949990
949990
949990
!1499110
!M9990
9210192009,
949!J90
949990
9.UOt930094
ISCR11TO
949990
949990
ISatmO
949990
ISClU1TO
949990
949990
949990
949990
M999o
9499!10
JSourm
JSCJUTro
rsaurro
lSCJU'l'TO
&SCRmo
IICJUTI'O
1SCRrrro
ISCKfi'IO
JSCIU'JTO
ISCIU'n'O
ISCitiiTO
BCRtrtO
llatm'O
ISCIUTI'O
ISClUTI'O
ISC1ltiTO
I!CUJTO
lSCRJITO
JSCRnTO
ISOUTro
IICJU'I"ro
UCRrrrD
91047100101
95110930101
90066130106
900MOIOOI3
9Sl7l010101
91004301111
90066190100
!IOOMI4010$
91 OQ9J400I9
910429901*
95171000101
tl1019SOOP2
LSCRrM'O
ISCitlMU
ISCittiTO
NDIVA
NOIVA
NO IVA
HO IVA
2236130999
NOIVA
(OB)
(8V)
(1M)
(~
(CJE)
SESTA GODANO
NOIVA
l'IO IVA
NONA
NOIVA
<orn
(SV)
HO IVA
NO IVA
NO IVA
HOIVA
HOIVA
NOIVA
NOIVA
NONA
~OIVA
NOIVA
l'fOIVA
(OB)
(SV)
VAU.B SCIUVIA
VAaJt.:ZD!.
VARB1B UOURB
VSHITMJQL1A
LIGURIA
UOUIUA
UOURJA
UOUitlA
UGURIA.
lJOUIUA
UOURIA
UOURIA
l.JOVJUA
I.JOORIA
UOURlA
UOuaJA
LIOUIUA.
UOURIA.
IJOURJA
SANTA MARGHBIUTA
UClUIUi
SAN'rOLCI!SB
SASSBLLO
SAVONA
(1M)
(ClB}
IJQURJA
(SP)
[l!)
(1M)
(lM)
(SV)
(08)
UClUaiA
UOIJIUA
i'ON'J'BnASSIO
RJ!ZZOAOUO
MASON!!
MJU.ESlMO
PfBVB DI TBCO
IUCXXJ' DBL CJOU'IO
RIVA 'I1UOOSO
LKJUmA
UOUIUA
Lltil1RIA
UOURIA
i
UOURIA
--
l
l
l
l
l
!:::;
:zw
vs
0
n
n
tJ
o
l
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tn
(li
tJ
l
~
c?O
~
(=)•
t"'
C),._
C)-
:::ti
~;:::
§;
~
a
o
(li
tn
t"'
><
8
~
!:::;
;::;
:::t.
S'
'"1::j
;:::
~
~
;:s
Il~
- 29 -
- 30 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~B
§~
Ili
n
~~
al
...,. t
~~a l llal... l l lli
'l
~
Q
l... l l li l
e s
t ~
6
~
fQ
j
is
Ci ~
§
l il ! ;l ii
Lo§
~ ~~
•;-
ç;
t
l l
l
l i l e Bi l
i
<C
~
tJ
(J
~
l
l
~
llll ll
~
j
~
...
..
l
s
~
... o
;:
~
l l
l
l l l ll lll~ ll l
e 3 ~ ~ ~ i~ :s.~ l l
~ ~ tj ~ a: ~ ~~ l~ i= ~ ~ 5 ~
a,;
t-
a;;
Oi
~
i
~
Baa9l~ il lg l t l~ l~Il ! l§ ~
li l
.......
ul l l l Il n
B B In
i
Q
~ il Il i
o
i ! i ~ g~ _g
l li !3ii~ i l lll..~ !~ lll
~
~
~
~
>
i
i
lllll ~ ll llilll~ llIl
I..OMBAIIJ)IA
(MI)
(VA}
(l'V)
CUSANO MLAN1NO
llBSIO
DOW.SO
OAI.U.RA1B
OAMBOLO'
LOMBAlt»lA
LOM&UDlA
LOM&UDIA.
LOMBARDIA
U!CCO
l.BJHAMO
LOMBA&DrA
LOMBARDIA
LOMIWtDL\
LOMJIAKDIA
LOMBARDIA.
LOMBARDIA
LOMBARDIA
LOMBAIU)JA
LOMBARDIA
l..OMBAitDlA
0/A)
LUINO
WRATECACOVIO -
(00)
LO,..UZO
03492110J:M
ll&oMIOOil6
!IO.'JIIMJJ~
(çQ) -L....-~!2.0133
(CO)
OI4661409G
(LO)
014664215192
Ol49Z40Q 134
oti4689I09d9
035797t0916
OlSI031i0914
03491'780139
0146116]0g60
3384140124
Olmlo40117
OMH6701JA
01466300962
03494150131
014WU1!161
0349'17901!1
(LO)
01!14110194
l
CMB)
LaDIOtAHO OVBST
(MI)
(LC)
SBVESO
LIPOMO
LODI
LSNTATBSUL
(MI)
CMO
(00)
LOMBAitDIA.
OR.OA.NB
LAINA'IE
(BS)
TROMPIA
OHBDl
CIS)
(CO)
CIIANDA'I'B
.LOMDAJtDIA
I..OMBAitDIA
LOMBARDlA
VAL
(CR)
(MB)
{CR,)
aBMA
l:JI.490JJ26
034911201))
CD492'190131
GN5614896%
IOSIII401!1J
o:M92&101M
~10961
CDm40013o4
OI4G6DI962
OMA910M9
01461630960
a3492710ll9
'
l
o
w
:z:
vs
n
n
0
tJ
l
zj
on
c
~
tJ
~
~84
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tJ
t;;i
tn
l
~
?O
èic
t"'
t;;i
o
tn
t"'
~
><
03579710916
~140117
UIWMU24
CD.t941501ll
~
01466670!168
014754Cl0969
GIS.,OSOIH
Ol!UIII0194
01475400969
01515'050196
034n420J32
0&46~
Ol4fi200!I64
(MI)
Q3.492A20132
08466200964
0146Ha69
0:MP1730134
014191~
Q)4~:mGIJI
CltBMOHA
LOMBAU)(A
~19150202
034917JOJJ4
W2AIOOIS8
01S24'770JS3
ID4ft'7601l1
(LC)
couco
OU1410olll
o:uvnom
(CO)
(LO)
CODOONO
lOMBARDIA
COMO
CORMANO
(MJ)
CI'HlSBLLO BALBAMO
LQMBAJU)IA.
1.0M'81JlDlA
J..OMIIAJU)fA
LOMBARD1A.
J...OMIIAJmiA
LOMBAitDIA.
{CO)
(MN)
mvDIRB
CI!RMBNA'm
l~
(PV)
{l'V)
LOMIWtDIA
l CAST
CASORA'IB PRIMO
CA3TBCIOIO
LOMBMDIA.
LOMBARDIA.
~
!:::;
;:;·
C),._
C)-
~
;:::
:::ti
!:::;
::::::::
~
a
!:::;
;::;
:::t.
S'
'"1::j
;:::
~
~
~
Il~
- 31 -
- 32 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
!
:
l! -
li lnhIl l tl r i l i l l ll s
!!l
l
~
~
ii
l
e s"'e l
i
l..
!:
§
i...,
Q
~
2
01
-a
3
!!:!
~
l
e
~ ~ ~ !i i l~
-
o
! §
!l
i l l llli lll
R
l l 'a lii
1.1
l
f:
~
6
l ll i l l l l lll ii
l
l l i
•i l ai
::t
il
§ i i i li ~ i l i' la l~
fD
~
J
"'
a~ -
a
~
~~
i f!
l
!
h
l
l
l
l
l
l
lul l~ ~ ll i i i i J ~ l ~! m§ lIl l!lu
~
o
i
b
~
a;
<
o
::E
~
:s
3 l
l
§
§
l llllll~ ill l ~ lll l
l
~
~
gl
! l li
~ ~~
~~ ~
ll
l
(CD)
(PY)
(MB)
(PV)
VAUOLDA
YARESS
VIOBVANO
VULAIANTA
VOOHBRA
1SCUJTO
ISCRmO
msll!ll0t18
1140'1t04a9
(PS)
(MC)
(AN)
(AH)
(MC)
(AN)
(PU}
CANBIUNO
CAS'I1ii..PLANIO
CHIARA.V ALLB
CINOOLI
FABRIANO
PANO
MARCHB
~
MAR.aiB
MARaiB
PSRMJONANO
1sanTO
01Jilii(M.U
OZSS191CMII
1140'110439
0211'7110444
(AP)
ASOOUPICEIMO
CAGU
{PS)__ - L__CIZ:»l11Z.041J_.
02!)1!100419
02.614960421
026149304.24
184012.003
016l-4900m
~1'11.0417
02S3190041J
CIZd 1-4900427
114012003
021ii4!Ja0421
021ii4'31M14
026141!10420
lSCilR'TO
JSCRm'O
1SCRJT1'0
tsamO
uarrro
I5CUTTO
ISOUTI'O
llSCit.R10
(AN)
ANCONA
IIClUITO
011140130432
~319'70412
(PS)
(MC)
'
16904Z - -
16!1042
869()42
169042
869042
169042
86!1042
169!M2
H9G4Z
169042
1169DG
109042
161M2
02117tZ0441
0218'7920441
DI14013Df32
02531970411
Ol614fB0420
(11M)
MAit.CHB
MA1tOtl!
MARaiB
MARCHI!
MIUtOIB
MARCHI
MAJtCHB
MAitOtB
MARCHB
169042
lsatm'O
lsatrn'O
U'lii'Jb(te.f3
0211'1190443
(AP)
C.P. ASCOU PICENO
C.P. fUMO
Cl. MA.CBitATA
C.P.PBSARO
lti9042
CODICB
ATP.CO
JSCRJTI'O
UGL'ft'RO
.l"BUUN8
GruuDJaiB
026l<llt0421
MARCKB
02ti14BI0411
(AN)
Cl". ANCONA
MAJtaiE
Pd.'l'lTAIVA
... • ISCIUZION&.REGIBDO
tJNITA'
UChaov. DBUJt APS
CODICI:-~
COMITATI
"
OlSlAI:IAlH
IJ:U92P40l39
331419012!1
1»49B301JO
03314160122
GJ4Mio40134
34m2013J
03!1s.t910J6'1
"'-"1S70!16S
01525tgQ113- ._.~~114 -
3314190129
Cl:m412o116
01410"10H.5
~ll9
03J141&0122
Ol<W4140134
034919l0130
3492920131
lnPS3JIOl67
RI:GIONE
LOMilAJIDIA
LOMBARDII\
LOMBARDIA
--------
LOMBARDIA
LOMBAJtDIA
L...
(IL')
VAU.IADRBIA
(VA)
(YA)
vAl.CSRBSJO
LOMBARDIA
J..OMBAJU)lA
(CO)
VOOtAlB TJtSVANO
(CO)
LOMBARDIA
-
-
(110)
I.ARIANO
TREVJ<D.JO R -OBIV.DADDA
LOMBARDIA
· LOMBARDI"
~
w
:z:
vs
n
n
0
o
tJ
l
z~j
on
c
tJ
l
~
o
[:l
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tJ
t;;i
tn
l
~
?O
èic
t"'
tn
ot;;i
t"'
><
!:::;
;:;·
,._
C)C)-
~
;:::
:::ti
!:::;
::::::::
~
a
!:::;
~
;::;
::t-.
Eì
'"1::j
;:::
~
~
;:s
Il~
- 33 -
- 34 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
li li i l il il l l l... l., Il Il il Il
~~ i l
Ili
o
IS !
uul ~~ un~ l l uuul l nl~~
i
l
ii!
i
i
i
l
l
i
Il
l
ll n - l ·l l i l l l l
ai
!l la
i
i
i
o
- ....
fi i sa j
c; O
i
i
i li ~ l ;
i
l
l
l
lj i ~ ~ 8 D~ o
.,
o
l
t
o i
Q
~
i
Ci c;
o
:t
11'1
l
oi ji s ~o
~~ o
ll i ii
~
o
l l l i i
i ! ...
§ i
s ag i o
a
o
i
~
s
g~~ ~ ~ i g&t~ &li i ~ ~ ~ &~ ~ ! ~~ i lg l~
il l
.
~
~
l
i
l
l
i
i
i
l
l
l
l
l
l
l
;l ;l! !~ !!~ l i ~ ! ;!!l ;i l !
:1
rJ
~
a;,
i
:l
!
.~ l
c;
l
t r~ @
o
~
~~ gl ~~ §
8~ ~~ ~
li
)
~
M
e
l
l lti
~
l
i~
l
- 35 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~
IU
u
n
!:.:
il
l
l
u
n
Il
sa
Il
Il
l
l
l
l
i
l
l
l
l
l
l. ll lll-ll -l 9ll- i l ll ll-l l
g_
....
~~
! il
Il
l
Iii
li l Iii BI l
ei
~
~
-
.o
Il\
=·~
l
ES !S
~
g~
~
j ...
o ii
s
aa
'•
t ~ i§ 5 l§ ~ g~ g! gl~ l§ li g!iiè:- ~ li5
Q
5 i i ·i ~
~
~
i
~
u
~ 111
tJ
s
O'
i!.
~ ~
,;
ù
~
r.:
o;
C) rJ
~
:!
s
~ ~ ~ ~ l~ 'g g
l nll
l lli l§ ; ~ ~ i l
i
ii
~
~
i
l
i li ~ d
~
g g
:r
i l lililil lllllll ll l l ll ll l l
i
~
Q;
~
Ilo
- 36 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~
""
i
u
l
l
l
l
l
l
u
i
l
Il
i
l Il -- - = l
i
l
l
l
i
l
l
l
l
i
l
l
l
lll... ll--l - ls - - - = l -- l-
N
l i
i..... i j l i ls ii
.,
..
8 i
l
l- ! l i-l-l !s....
i
Q
ll
ll
~ ! l~ ~~ ~g
lg
§
o
...
IC
- 2i
~~
-
CII
~i)
s ... a~ ...
o
8•
le
R
•
8
o
g
g ~.... ~ gl~ gl~ ~ g gi ggi g§ ~ glg
~:c
...
8
8
R
so
~ g~ :~..... ~~
~ gl
l
l
!
!l ll i ~ l s~ li i
,~~ l i i
5
~i
l
l
l
l
l
l
l
l
ì
l
l
l
§
l llllll i llllllll lli l~ ll l lll Il
~
o
~
~
DO
~
~
l!!
- 37 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
.... ÌN
i
~ i
88
ls
~~
i
!l
~~
~l
l
i
~ s
~~ ... - =m is s: li
-" l
l
l l l i- u
l
--- l ll
-i l
il
l
~
l
l
u
il
l
l i ll-li l l-l-l-l -- l l --- l ,..
,..o
~
-
o
o
~
s.~
~ l~
...
8
... 3
-51
...
o
a::
,..
o
D
e
c;
i:!
=l
ii"' ftl
§s
i
rJ
j
.......
i = B ~R
~ ....
Cll
g g g gi i g ~ 'g gg~ gg ~ g g g~ ~
f.i
~
gg ~ g ~
i
l
l
~ !
i
6
s
~
!ii l2 ~ lll ~ ~ni ! l ia l l l~ ~
gi
~
~
l
lil l lil il llll l . l l lll l il il
~
~b
2
~
~e
~§
~
l!
~
~
~Q
Ilo
~
j
~~
~a
i
~
(4
ilt
- 38 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~
121
al
Es
!i
....
§ ii
.. o
lf l l i §i
i
l- - li l- D~- i -- Il-!
...
-o
!!:l
l--ll li l
i
l
::
.. l i ilil
! a!1- fi - §Q ~
tg lg ~ l~ g ~ g ~ g f1.... g~
~i
i
ll l ~ ~ gl !al
a~
c
~
w~
§
miS
>
i>
>
>
il.. llll l lllIl
n
~~
ai
§
~
~
i
l
ll il ll i~~ lm
l lIl llIl
.
l ll lll ll l ll l l
§éf
C!
A
fj ~
l
{j §
g ile. g19 ~ i ~ ~ g ~ !
! ~~
~
s
f$
§
i.,;o
~
t ~
~
oa .., $
~
l
l l §a:
h
~
tJ
~
~i;
ìll
~
l
u aB
tJ rt.:
l~ ~ ~ ~ ~ ~ ~ ~
e<' ~
~
!
§
o
~
l
:2
~j~~ ~
Q
i
<
.fJ
Olm»>tlO
05136150172
Cn7lSM0140
019223lll85'7
OSI37050177
012m2'70161
0!1219330133
062d9030I2I
OlSS4350il2
011111710193
01:!21330110
~l363SOI72
(SS)
(Oit)
(SS)
PV
(AO)
~
(Cl')
(BN)
(MB)
BOSA
OUIIA
COMITATI
c.P. AOIOOBNTO
C.P. CALTAmSSRn"A
C.P. CATI\JIOA
C.P.BNNA
CJI. MBSsJNA
C,P, Po\1..1!RNO
SARDBONA
SAIWBONA
RBGIONK
SICILIA.
SlCJIJA
SICUJA
SICilJA
SlCILIA
SlalJA
SICILll.
91CILIA
SJCHJA
S1CIUA
SICJUA
SJCILl.\
SA.RDBONA
'-----
('l'P)
C.P. TllAPANI
9l07011101l...
9'10%1560197
Otll~
{n)
03219330131
06169030128
92mll«<ID
1111271019)
01922310157
QS ll'J050177
!11052110160
0%7355!10140
CODICE JJSCAUr. BCRIZIONBD01STRO
JIICJPR.OV, JJE[J...BAPS
IJNlTA'
02SSl130904
1437210911
2551"091).1
UGISD.O
f'IUOliCI
GIUIIDICIIE
OODICR
ATKOO
-
949~
9499QO
9G990
949990
949990
949990
AUCO
CODtCI
11. .101)56
a:t526UOII-4
PA.ILmAJVA
~SUS0904
015!21311904
J.U7210tll
UGIS'BO
PASONE
Gl1.1RD)tCIIB
0143'7200Jl6
922J,I.so!JZ7
JTP)
(Cl')
(SR}
ACI:JIBAI.E
ALCAMO
AV~U ____
(RO)
CJ».aAOUSA
CP. SIRACUSA
<P&
1175101!6
(NU)
(OR)
CP.NUOIRO
C.P. ORISTANO
CP.SASSAIU
SAADECINA
SAJIDBCINA
aHI Il~
Ol43'1lOO!U6
(CA)
CP. CACJUARI
SARD20NA
PARTITA IVA
P'V
OOMJTA.n
RmlorcE
COIUCB IIIW'u.:. .18CRJDONB UGISTRO
tJNITA.I
RBGJI'aO'V, DEU.II: ArS
023!19290'U7
(Djl)
073ml0726
07SS21'1tml
0Z399l90747
MOHOPOU
OS'ruNI
07S5291072CI
m~n1»122
(BA)
{BA)
MOLFBTl'A
PUa.IA
PtJOUA
l'tlOLIA
i
i
l
'
:zw
vs
n
n
0
o
tJ
l
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t""'
8
~
tn
t;;i
tJ
l
~
?O
èic
t""'
t;;i
o
tn
t""'
~
><
~
!:::;
;:;·
C),._
C)-
~
;:::
:::ti
!:::;
::::::::
~
a
!:::;
;::;
::t-.
S'
'1::j
;:::
~
~
~
Il~
- 39 -
- 40 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~
Ili
n
2!
al ! l
l u l ~l r
.l
i
~
i8 a
IN
i
~
g
s;;
l1
il l:
~~
"'
o
l l l ls lrsi i l io
2
ii l
i 8 rJ J9
l §lu !
~
i
o
l
Il\
i l..., i~
! .....
;
o o
e: alti € ~ § i i
~
!!.
l~
~~ ~~ l~; g8le ;l~ ~
!
l
a !
~l
i
~
j
l
~
a~gi
11'11
~~ il li~!l l ills
01
~
§
i i 01
l
l
.J
li
~ •
~ •
i.
t
~
i ~s o
l~ g g
2
~
~
t
oS
ai g
Il l l
~ ~~ ~~
l
~
l
l
l
~
g~ ; a§ ~ ~ g ~.., l
~
~~
i
:$
llll
Diii
llll
5
D:
(j
a: c
u u,.; ~
.:
c.J
l ll ll l l
~
l
l
c.r. PJlA'I'O
C.P.SII!HA
ALBIANOMAORA
BAONI DJ LUCCA
BAOHO A R1POU
TOSCANA
'I'OJCANA
TOSCANA
(U)
(PI)
(Fl,l
DONOilA11CO
PAUGLIA
Flll!N2'.E
TOSCANA
TOSCANA
TOSCANA
(JIJ)
(l'l)
ORBVB IN CIBANtl
C\SALB MAJtlrJ1MO
1'0SCANA
TOSCANA
'l'OeCANA
TOSCANA
lNClSA IN VAL
D'ARNO
ISOLA D'B.BA
loiO
o
't1!1lMB
OUARDISTAU..O-
(GR)
OAVOilRANO
"''CSCANA
"ffSCA" A
91Ul20'0538
91Dl~1ltM94
91001330474
~187004f7
910SS'1Ul494
Dl~67%0tU
(U)
(PT)
9Q3~71041S
9l'.IJSilS00500
94233'700416
92011130531
91041200415
lSGIIOS.M
92079JDO:I ....
94'U36'ICMII
90M453Q50'7
92.1~
910790110511
01S4319tm5
9lOU21041ot
91Q790i)QSI7
91 Ol6981i!GJ
0\54:1170Sl2
90ilM52DD
(11)
02121410l06
J5GnD531
06411600419
064]1690QG
1:5421105)4
(FI)
(O~
PCU..OtnCA
JlliCECCHm
TOSCANA
'ro!CANA
02J74170SI7
(AR)
ODANA
06418S6041'
ll23'nm06
NOIVA
Ol'T7909CM95
~~·~
01~190535
NO IVA
OIS43110S32.
021215»50!1
NOIVA
2123710J07
TOSCANA
FOIANO DBLLA
(AR)
(PI)
CCJR)
VBRMA
l .LA
PESCArA
CBRTALDO
~Dt!UA
toSCANA
TOSCANA
TOSCANA
rCAS'
(AR)
PJOREN'IDIO
TOSCANA
....,_ ..............
(PI)
(OIU
aarro
CAS'Im.L'AZZAIIA
"tOSCANA
'TQ8CAH.A
- · ...JUl
(PI)
'tOSCANA
CAS
(C!R).
CASCWfA TJDtMB
'I'OSCANA
1178490518
MUl6904fi
no791.SIQ
0641~
(PJ)
(AR)
92QSMI!Ot64
!7l0GD40SZS
900l.5710453
i005S3mn4
OUS7440974
NOIVA.
137'lOOS24
013011604.56
Ol2&7~4
Olm660472
(l.U)
(MS)
(SI}
(l'O)
(~
BIBBIBNA
CAPAUIO
'I'OSCANA
1'0SCANA
TOSCANA
C.P. PIS'TO.IA
TOSCANA
i
l
l
!:::;
w
:z:
vs
0
n
n
o
tJ
l
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
~
tn
(li
tJ
l
~
c?O
~
(=)•
t"'
C),._
C)-
:::ti
~;:::
§;
~
a
o
(li
tn
t"'
><
8
~
!:::;
;::;
:::t.
S'
'1::j
;:::
~
~
;:s
Il~
- 41 -
- 42 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
l l Il i
Il
l
l"' l i i l Il...- ... ~~ fi l !l s
101
i l i-
~
~
l - ls
t;
g
i
~ ~ g ~ i ,i
g ~<
~ ~
s
l
l
gi
:2
~
l
l
"
«
g~ : g g g ~ ~
g
l
ocr.
•
i
~
.i !
l-
l l ls ii lo ~ l i i l
~
!:!
.l
~
~
;;:
;:;
l
§
~
[email protected] &~ i g g g.Q- i g
~ <t
i sj l.., a l ll ~ é l
l
l
i
BI
~~
i
!
~
li l
!
ll ì l! l il
~
!::!:
l j si
·l
l i l lil i i
~ ~l t l ~~
i i
i o io o~ o i H
ss o j
ll i
;;
ii
...
ss:; ~ ~
i t=
c
ii
i
l l l l l l i l l l l l l l l l il il l l ~ l l ;
<
L...
Oll219905~
m~
CU3670605G
0336~
(PO)
0'0)
(TR)
{l'Q)
.(PO)
(PO)
-®>
c.P. PBitUGlA
C.P.TSRNI
ASSW
AVlOUANO UMBRO
BASnAUMBIA
crtTA' Ol CAS1'SLLO
OSR.UTA TORGIANO
POUONO
UMBIUA
UMBR1A
UMBRIA.
IJ"f.OIUA
UMI'RJA
UMBRIA
UMBRIA
UMSRIA
UNIIRJA
UMIJIUA
\JMBJUA
UMBRIA
l!MBIUA
UMBRIA
UMB1UA
UMilt.IA.
UMBIUA
UMBRIA
~1496110543
03364U~
(l'O)
(PO)
(l'O)
(PO)
(PCI)
~
VAl.HISTORS
CORCIANO
OUALOOTADJNO
GUBBIO
__ OR't'l.ff!U __
033670JOS47
OU2120Q55&
03~
Ol.51120(WI
94149620!147
920 1664054g
91DJ663QS.CI
941495~2
941491S~
~
03:MfiSIOSIO
01161CS054l
0
91()45620541
03~
(l"')
t1'G)
w
:z:
vs
n
n
o
l
tJ
9414~1
zj
on
c
~
tJ
l
~
o
[:1
~
?O
tn
Rl
o
tn
t"'
8
91~36Q5Sl
-----~
i
:
~
01.!11770.550
·L.....-..--
Afta)
CODIC'.ft
~9
GJOJUDIQIB
JtZCIS'l'aO
PDIONI:
t;;i
tn
tJ
l
~
?O
èic
t"'
t;;i
o
tn
t"'
~
><
(l'O)
M 1496303<46
!ill04.5610549
900'l4!lSRW6
9lOG7l.&OS»
Ml49610541
MJ .WSI0543
9100733<lm
941~
CODJCBftBCAI.K IBcaJZIOIG UGISTJtO
DG.IftOV. DELLI.US
tJNITA'
900S~
90035411M92
02211'15109'77
9J047Z30t60
924!7090463
(l'R)
cm~
'0336m054
01:521-460551
03S66990541
PAin'ITA IVA
9003.S<M0493
900...~
OU.I\RDBA ·ALVIANO
MASSA MARTANA
SJIPJ.J.o
10Dl
VALPABBIUCA
(TRJ
PV
COMITA"n
NO IVA
02121»90501
UCIDI$
'nlSCAN-'
(PI)
Ol34~61
VrLLA. BASJIJCA
VOL'l13RRA
(W)
HOIVA
0112!75QSOJ
NOIVA.
0221'75101177
TOSCANA
(PO)
(UJ)
(U)
VSRNIO
'VI!N'l1JJUNA.
TCISCANA
TOSCANA
1'CSCANA
(lJ)
d'!)
VIARJ!OOIO
SUVERm'O
WYBTOTBRMB
'tOSCANA
'roSCANA.
~
!:::;
;:;·
C),._
C)-
~
;:::
:::ti
!:::;
::::::::
~
a
!:::;
;::;
:::t.
S'
'1::j
;:::
~
~
~
Il~
- 43 -
- 44 -
Senato della Repubblica
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
~~
l~~~~
l!
li
li$
.l
l il
-~
ii
Il
~~
l i li il l l·l a..- el l Il i Il Il
l
i i il
l
l
i
l
l
la l l li ll l lli ll .e l l l l l ~~ l l
-E
g
c;:!;
~
n
i~
§
!g
~
E
ci s
:l
t
g gi
t:
Cl
s
!
~
~ ~ [~ ~ ~ ~ ~~ ~ ~ g
Q
fl
~
~~
~
~~
;!
~~
~
l
l i l ~ ll l
ll~ l
~
5i
.,;
fJ
~
A.:
ti
>
~ Aiu ~ ~
~
~
9
~
~
a
g: g~~ l~ ~ ~ ~
-
l
l i
il i l
il
l ll ll l ll l lllll lll ll l llll
Senato della Repubblica
- 45 -
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
Senato della Repubblica
- 46 -
Camera dei deputati
XVII LEGISLATURA- DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI- DOCUMENTI- DOC. CCVI, N. 3
PAGINA BIANCA
€4,00