close

Вход

Log in using OpenID

Comune di Ostuni RASSEGNA STAMPA

embedDownload
Comune di Ostuni
Ufficio Stampa
RASSEGNA STAMPA
selezione di ritagli-stampa ad uso del destinatario - non riproducibili
giovedì 20 novembre 2014
Sommario
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Politica. Coalizioni verso la tregua per il caso Santa Caterina (Quotidiano)
Politica. Il no delle opposizioni e il bubbone della zona artigianale (La Gazzetta del Mezzogiorno)
L’Ufficio postale di corso Mazzini temporaneamente chiuso (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Convegno. Ripensare la cultura con lo sguardo al Mediterraneo (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Sport – Basket. Problemi per la Cestistica Ostuni (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Cronaca. Assolto per il colpo alla Esso (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Cronaca. Droga in casa per uso personale (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Appuntamento. Banda italiana all’XXL Pub (Quotidiano)
Cisternino. Strada dei Colli: E’ scontro tra Sel e ambientalisti (Quotidiano)
Edilizia in Puglia. Piano casa, c’è la proroga fino a dicembre 2015 (La Gazzetta del Mezzogiorno)
Energia e ambiente. Trivellazioni e turismo, si può fare (Corriere del Mezzogiorno)
a cura di:
Natalino Santoro
Francesco Pecere
Emilio Guagliani
Il centrodestra apre al dialogo. Il Pd pronto aparlarne in commissione
Coalizioni verso,la tregua
per il caso Santa Caterina
di Danilo SANTORO
Il dialogo ancora non c'è.
Ma i toni accesi si ridimensionano. Il giorno dopo il consiglio comunale che ha sancito
la bocciatura della delibera riguardante il consorzio di "Santa Caterina" e contrada "Scopinaro", attraverso due conferen-
ze stampa, diverse, centrodestra e Partito Democratico hanno fornito le valutazioni in merito alla discussione in consiglio ed alla conseguente bocciatura del provvedimento presentato dall'assessore ai lavori
pubblici Paolo Pinna.
Dai due schieramenti sono
arrivali messaggi di voler rimodulare nel più breve tempo le
proposte in campo per poter dare tempi e soluzioni cene ai cittadini delle zone interessate. Il
coordinatore del centrodestra
Ernesto Camassa difende la
prop9sta della sua coalizione:
«La nostra delibera ha avuto
l'avlillo dell' ufficio tecnico e
legalc·quindi non si può parlare che il provvedimento sia superficiale. Noi vogliamo risolvere la risoluzione del problema dei cittadini in maniera lineare e trasparente. Nei prossimi
giorni ci confronteremo con il
consorzio. Siamo convinti di
aver messo in campo il massimo impegno per produrre un
documento che possa risolvere
questa annosa situazione».
Camassa evita d'inseguire
eventuali polemiche con le al-
La conferenza stampa del centrodestra
tre forze in consiglio comunale gliere comunale indipendente
auspicandosi una· ripresa del Giovanni Fedele: «E' obbligadialogo: «Dobbiamo confrontar- torio riprendere il dialogo con
ci sulle cose da fare, ma senza tutti per porre fine ad una
nessun interesse personale. Sia~ dramma sociale che stanno vimo aperti a tulle le voci. Invito vendo quelle famiglie. Ma non
i consiglieri del Pd a riprende- devono esserci furbizie da parre a ragionare insieme: non ci te di nessuno. Non si gioca suldevono essere, però, pregiudi- la pelle dei cittadini». -Sulla
frattura tra centrodestra e Pd
zi, preconcetti, ne condizionadà il suo contributo anche Giumenti di nessuna natura».
seppe Francioso, capogruppo
Sulla chiarezza e sulle as- di "Coppola per il Cambiamensunzioni di responsabilità dei - to": «E' innegabile che quello
partiti interviene anche il consi- spirito di collaborazione che ci
aveva visti confrontarci con i
democratici martedì in . consiglio ha aviito una battuta .d 'arresto: ma quando in gioco c'è
l'interesse di tante persone
ognuno deve assumersi le pro~
prie responsabilità». In serata
arriva la conferenza stampa del
Pd con il segretario e l'intero
gruppo consiliare a ricostruire
lintero percorso delle delibere
ed a difendersi dalle acctisç di
scarsa responsabilità registrate
al termine del consiglio comunale: «Ho seguito in prima per-
sona tutta la vicenda - dichiara questione interviene il capo!aia - e mi assumo tutta la re- gruppo del pd Angelo Pomes:
sponsabilità della gestione dei «Non ci possono essere termini
lavori consiliari. Siamo e sare- perentori ed inderogabili. La
mo pronti a confrontarci con questione va affrontata con
tutt . Ma pretendo il. massimo maggiore cf:tiarezza. Occorre
rispetto per il nostro partito. prima di cigni altra cosa riusciCiò che non è avvenuto nelle re attraverso le manifestazioni
ultime ore». Lo stesso Iaia an- d'Ìi:iteresse capire quante faminuncia quali saranno i prossimi ·glie possono essere inserite in
passi del Pd: «Siamo pronti a - questo · percorso di cambio di
· fare una scaletta dèlle priorità destinazione d' uso. Il nostro
che servono per venire incon- emendamento ha ricevuto un
tro alle esigenze dei .residenti parere tecnico favorevole dagli
di "Santa Caterina" e ·contrada uffici preposti. Ci aspettavamo
"Scopinaro". Siamo disposti an- dal centrodestra; vista la comche a valutare in un secondo plessiià dell'argomento serviva
momento le altre zone ed gli al- per approfondire la questione
tri centri direzionali come pro- anche di una sola settimana
posto nei nostri emendamenti. per trovare per trovare una soluzione defmiliva ed equilibraMa pretendiamo chiarezza ed ta». Dal Pd ora Si chiede un
il coinvolgimento del consorconfronto nelle commissioni
zio. Perché i cittadini non pos- consiliari: «Ci auguriamo che
sono essere utilizzati come stru- il dialogo possa riprendere con
mento puramente economico a tutti nei luoghi preposti dal
cui chiedere soldi»
consiglio per preparare un teli riferimento è agli eventua- sto che sia condivisa dalla più
li acconti, oneri da pagare ed i ampia rappresentanza possibile
tempi inseriti presenti nella de- senza farsi eroi di soluzioni aflibera del centrodestra. E sulla frettate».
[t
ij tiJ~ QSFOGO DEL SINDACO COPPOLA, DOPO ESSERE FINITO IN MINORANZA
«Il no delle opposizioni
lascia irrisolto il bubbone
della zona artigianale»
• OSTUNI. «Abbiamo definito standai"dprevistiinquellearee-si TENSIONI
in aula quali sono i criteri ~ndo . potes~ determinare la possibilità POUTICHE
i quali potevamo risolvere la que- di . reperire direl:1amente quegli Il municipio
stione della zonà artigianale e di standard raggiungendo due obiet- di Ostuni, dove
tutte quelle aree che la legge tivi: ragionare secondo criteri di nella seduta
16/ 2014-hadettoilcapogruppodel compatibilità ambientale e fun- consiliare
PD, arch. Angelo Pomes - indi- zionalità urbanistica e stabilire dell'altra sera
vidua all'interno delle quali è pos- dei principi .all'interno di quelle la maggioran- ··
sibile effettuare cambi di destina- aree non creando dei ghetti ma dei za è stata
.~'
zioned'uso. Durante il dibattito in quartieri dove individuare servizi messa in
Consiglio abbiamo fatto una pro- e aree attrezzate a standard».
minoranza
Questo. era l'intendimento
posta e cioè quella di perimetrare
tutteleareeperlequalièpossibile dell'amministrazione, ma poi i
applicare questa legge: zona ar- consiglieri dell'area socialista, le· renza, io sono andato avanti, no- che noi si sia contrari a voler ri· mente, sono stato contrario dutigianale, Scopinaro e centri di· liste civiche e il PD hanno votato . nostanll! le discussioni avevamo solvere anche quelle problemati· rante la campagna elettorale e
crezionali L'intento era quello di controemessoinminoranzal'am· anche accettati>, in corso d'opera, chemainquellasedutadell'assise successivamente, dicendo però
J>revedere che il limite opportuno ministrazione Coppola-di centro- - alcunemodifiche.Poièisiamotro-· - dice il -sidnaco ·- l'area in que- che se c'è una strada, una sola
.' . per la present;lzione delle doman· destra sulla -ùelibera di.modifica : vati di fronte ad- delibera to< stione era .quella ,jje]]a zona CO-. strada, una possibilità giuridica
denon.fosseunvincoloeunlimite delladestinazionedlisodellazona' talmente nuova; nellaqurue, oltre siddetta.artigianale per la quale per saÌlare quella situazione so' ,temporale .ma una opportunità _. .artigianale, sia di contrada Santa· a voler «Sanare» la zona di S. Ca·- tanto si è detto e speso in q1,1esti ciale, io la perseguirò. Io l'ho perll!rina e Scopinaro, si _voleva fare ultimi anni. lo stesso, in.12 anni di seguita e chi ha votato no se ne
per tutti i cittadini, di modo che - Caterina.che di Soopinaro.
.nel momento della presentazione
. «Sono deluso nella ·mi>ura in di tutta l'erba un fascio inseren-. opposizione in Consiglio Coffil!Jlll, assumeràle sue responsabilità>>:
Intanto vi sono 81 persone cll0
della.domanda e nel.momento in . . cui ci vuole poco per essei"i! Coe- doci.dentro il ctkezionaledi via.di_ ,le,hoaffermatodie,ssere~titrola
:· . , '<lui 11Jtc e l'Amministrazione · . renti.-dice il:si.odacoGlanfOmcO ·. - ·"Ce.glie, quello cdi. ·.via .Ci$rernino ,_lfea!izzazioene di tutte quelle case . abitano in strutture a1utt'oggi de- ·
·.'.ll\l\!Sse avuto.eonte.zza esatta degJi .-{!oppola .; proprio per questa coe-'' • che sono delle realtà diverse.-Non-' in tma zona artiglana.le è; ugual- ;-; srtnatead uffici. .
una
IA GAZZETIA DELMEZZOGIORNO
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
OSTU.NI RIAPRE r1
Adeguamento
rete èlettrica
l'ufficio postale
.
hluso
nmanec
e OSTUNI. Per l'adeguamento
dell'impianto elettrico alle nuove
normati.Ve di sicurezza, da ieri e
sino al 29 novembre prossimo, la
succursale n. 1 delle Poste italia·
ne, site in corso Mazzini, rimarrà
chiusa al pubblico. Le opere da
eseguire per mettere in regola la
struttura prosegui.cinno celer·
mente in modo da permettere la
riapertura degli sportelli a partire da lunedì 1° dicembre. Per
l'utenza di quell'ufficio, certamente sarà un problema ma la
direzione si è scusata per il disservizio e ha comunicato che «i
pagamenti delle pensioni saranno
spostati ·.alla sede centrale delle
Poste di via Pepe». L'erogazione
dei servizi postali, pensioni e ver·
samenti potranno essere fatti
presso .tutti .gli altri sportelli ..di
Ostuni situati sia presso la sede
• ')eentmle che pressò ledùe s\iccur;isali,mvfa;Fogazl;aro~NurCeglie.
IA GAZZETfA DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
OSTUNI DA fJGGI ESINO ASABATO SI SVOLSE Il IX CONVEGNO UZIONALE DEL ((MEICn
Riflettere·eripensare
la cultura còn lo sguardo
rivolto al Mediterraneo
· e OSTUNI. Prendono il via oggi i tre giorni del
IX convegno na2ionale ·dél' Meic che quest'anno
avrà come tema: "Oltre l'orizzonte del Mediterraneo: Africa chiama Europa. Per uno sviluppo
equo e solidale, a sostegno di una cultura di pace".
Organizzato dal Mpvimento Ecclesiale di Impe.gno Culturale in collaborazione con vari enti,
l'incontro si svolgerà presso il Centro · di spiritualità Madonna della Nova e ha come scopo quello di riflettere e ripensare la cultura, la società e la
politica con lo sguardo rivolto al Mediterraneo e ai
suoi popoli. Molto ricco di interventi il programma che propone diverse tematiche di grande interesse sviluppate da impo)'.tanti relatori.
Si inizia oggi (ore 17) con gli indirizzi di saluto
del sindaco Coppola, del prof. Carlo Cirotto, presidente nazionale Meic, del dott. Saverio Sgarra,
. .
.
COflJVEG!IK> Da oggi al centro «Madonna della Nova»
delegato regionale Meic-Puglia, e dell'avv. Gianmichele Pavone, presidente gruppo Meic di Ostuni. mtrodurrà il convegno il dott. Pietro Lacorte
mentre la prolusione sarà del prof. Mario Signore,
Ordinario di Etìca e impresa e Filosofia morale
all'Università del Salento nonché ·presidente di
"Sumphilosophein".
[a. guagl./
1A GAZZElTA DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
)"· -
IN VfSTA DELLA GARA IN PROGRAMMA A NAPOLI COACH VOZZA LAMENTA TRE ASSENZE
Cestistica: tre giornate aMalamov
Morenaricoverato al «Perrino»
per
• OSlUNI. Malamov squalificato
tre turni
(espulso'per proteste a 59" dalli! sirena del secondo
quarto dopo un fallo tecnico) e 12oo euro comples5ivi di multa per lancio di monetine, alla Cestistica. È quanto stabilito dal giudice sportivo
dopo aver valutatç> il referto dell'arbitro e quello
del commissario cli campo a seguito della gara
coritro il Sarno.
Non- è tutto: da due giorni, Mimmo Morena,
capitano della Cestistica, è ricoverato presso il
reparto Càrdiologia. terapia intensiva· dell'Ospedale «A. Perrino» per accertanumti. ·
L'assenza pesa e penalizzerà non.poco i giallo-blu che si preparano ad affrontare l'insidiosa
CAPITANO Mimmo Morena, Cestistica Ostuni
trasferta di Nàpoll senza il giocatore simbolo.
La sconfitta interna di domenica, oltre all'amaro in bocca per com'è maturat.a a causa dei problemi di salute di capitan Morena in panchina (per
onor di firma, causa influenza) e Caloia in campo
con una vistosa fasciatura, ha visto l'Ostuni ancor
più penali?:Mto. Coach Vozza dovrà gestire la
squadra e le partite senza due atleti cli peso, prestigio e professionalltà come Morena e Malamov.
Domenica, la Cestistica non ha 1>9tuto disporre
delle normali rotazioni e, al termine della gara, è
uscita dal campo battuta (64-73).
· Su quanto accaduto, non si registrano commenti. Coach Vozza attende notizie. sulla condi-
zione di salute di capitan Morena. Il presidente
della Cestistica, Antonio Zurlo, sulla squalifica
comminata a Malamov; prima di parlare ha deciso
di leggere le motivazioni per poi proporre ricorso
ritenendo punitiva la squalifica di 3 turni verso il
giocatore che aveva subito il fallo.
«Uscivamo da una Settimana particolare - ha
detto l'allenatore ·ostunese - perchè abbiamo dovuto fare a meno di due persone importanti per il
quintetto e Caloia in non periette condizioni. Ad
ogni modo abbiamo giocato la gara con i giocatori
contati. Devo ringraziare Caloia per il sacrificio
che ha fatto, visto che ha giocato con una importante distorsione alla caviglia».
[Al Gua./
'' '
!!?!':.}.ano
Q
GIOViDI' 20 NOVEMBRE 2014
·d·~·-"·
OST,U NI
11 verdetto. nei · rito abbreviato per i fatti del 201 O
Assolto per il colpo alla Esso
• Fu denunciato a piede libe-:_m e fini sotto_ processo . con
l'accilsa di essere uno degli autori di una rapina commessa ai
dannì di un distributore di ben.:.
"zina . aHa _periferia di -Ostuni.
Assolto a distanza di quattro ·
anni. èon formula piena, pei:
non · aver commesso il fatto.
Protagonista un giovane ostunese, Mino Morrone, difeso.
dall'avvocato Vito Cellie e
giudicato con il rito abbreviato dal gip Maurizio Saso. ·
. •La denuncia · a carico del ·.·
giovane scattò in .seguito ad
una tentata rapina messa iiI at..: .
to nel dicembre del 2010 ai
danni della stazione di servi-·
zio Esso, lungo la via per Fasano.
Il colpo non andò a buon fi:.:
ne e i due malviventi si diede~
ro rapidamente alla fuga.
Il personale del Commissariato di polizia, contestualmente agli accertamenti di rito ese-
guiti sul posto, vi,sionarono le
immagini riprese dalle telecamere a circuito chiuso dell'impi~nto di video sorveglianza. ·
Diversi i particolari, dalla statura all'abbigliamento dei due
rapinatori, che spinsero gli investigatori a risalire all'individuazione dei, presunti autori
dell'assalto armato.
Ieri .il primo .verdetto, con
l'assoluzione di Mdrrone, giudicato con il rito abbreviato.
Quanto al secondo giovane,
imputato con la medesima ipotesi di reato, la decisione del
tribunale giungerà al termine
del giudizio ordinario.
,. '"d"""'-""
Q ~!?,~~
,, .•.ano
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
f
Cadono le accuse di spaccio per un operaio
Droga in casa per uso personale
• Droga in tasca e in casa ma
era per uso personale. All'esito del giudizio ordinario, il giudice del Tribunale di Brindisi,
Stefania De Angelis, ha così
assolto con formula piena un
giovane operaio precario di
Ostuni (M. P.), accogliendo la
tesi della difesa (avvocato Gi,o- .
vanni Zaccarià) per cui lo stil.~ .: ·
pefacente, nonostante il rinvenimento della sostanza da taglio, era destinato ad uso per-.
sonale.
A pesare sulla decisione
non solo la modesta quantità,
comunque vicina alla soglia
massima detenibile stabilita
dalle tabelle ministeriali, ma
anche le ulteriori circostanze
relative al mancato rinvenimento di strumenti destinati al confezionamento (bilancini <ii precisione), n'onché di somme di
den,:uo frutto di una ipotizzata
Il giudice St~fania De Angelis
PochJ i grammi
di cocaina.
trovati nei·jeans
e nell'abitazione
attività di spaccio: elementi
questi idonei a superare l'originaria impostaziOne accusatoria.
I fatti risalgono al luglio
del 2008. Gli agenti del locale
Commissariato di Pubblica sicurezza di Ostuni formarono il
giovane nei pressi della sua
abitazione.
Dopo averlo sottoposto a
perquisizione riitvennero nella
tasca dei pantaloni un involucro contenente poco meno ·di
un grammo di cocaina.
L'attività di perqwsJZJone,
estesa all'abitazione, consentì
poi di ritrovare e porre sottosequestro altri due involucri più
voluminosi contenenti sostanza inerte da taglio del peso di
5,9 grammi e 2,2 grammi.
L'allora pm di turno dispose
l'arresto del giovane, che venne condotto nel carcere di
Brindisi.
· ·" '·' "d ... -...
Q ~,~!! ,. .~ano .
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
BANDA ITALIANA
ALL'XX:L PUB
e Domani sera, dalle 22, all'XXL
pub di Ostuni le note della Banda
italiana. A seguire i dj's di
Contromano Comunicazioni Tony
· Loco e Purple P.
La serata sarà trasmetta in diretta
Nazionale su Radio Studiopiù.
lnfolìne: 339.7650345.
Q
uotidiano
-........... _,,.,.,.,
.
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
113E)iM;]:11: [,] Nel Salone del Giannettino i "no" hanno criticato Stefàno: «Stiamo ancora aspettando un incontro»
Strada dei colli:~· è scontro tra Sel e ambientalisti
La strada dei colli
• Botta e risposta tra il circo- di Sei di Cisternino Aurora
lo di Sinistra e Libertà di Ci- Grassi ritenendola fuori posto
stemino e il "Comitato No al- e non attinente al tema della
la Strada dei colli", nel corso serata.
dell'incontro di lunedì scorso
Il comitato ambientalista in
in occasione della presentazio- una nota così si esprime: «Abne nel salone del Giannettino biamo fatto notare silenziosadella éandidatura alle primarie mente ma in maniera marcata
regionali . del candidato Dario la nostra preoccupazione verso
Stefano. Il Comitato ha conti- le scelte della giunta comunanuato ad esprimere il proprio le, in completa collisione con
dissenso alla realizzazione del- il programma del Piano paesagla Strada dei colli, con dei car- gistico territoriale regionale
telli colorati· con i quali invita- (PPTR) di Stefàno e tutto ciò
va l'amministrazione comuna- che è apparso. nel suo video
le a desistere. La protesta è sta- ·promozionale. L'assessore Reta subito zittita dalla segretaria gionale Leo Caroti, contrario
allo stradone della strage dei
colli, ha. promesso un incontro
pubblico in forma di dibattito,
ma per questo attendiamo convocazione. Ci sentiamo in dovere di ringraziare Caroli, ma
non la segretaria 16cale di Sei
che in maniera inopportuna ha
voluto puntualizzare il suo fastidio per una semplice manifestazione democratica di segnalazione di vari problemi locali,
che durante una campagna elettorale sono logicamente necessari e obbligatori». La risposta
dell'avvocato Aurora Grassi,
"spin-doctor" del partito e coordinatrice della conferenza
non si è fatta attendere: «lo
non mi permetto di dire a nessuno cosa deve fare e cosa
non deve fare - spiega - pur riconoscendo la pacatezza delle
rimostranze e comprendendo
l'importanza del confronto e
della sua ricerca, ho voluto tenere fuori da possibili polemiche il candidato e J?roteggere
l'iniziativa da gualsiasi eventuale strumentalizzazione. Anche alla luce del fatto che i cartelli sono stati alzati quando il
sindaco Baccara, ospite dell'iniziativa, ha iniziato a parlare .e
sono stati abbassati quando ha
terminato di parlare». F.Ziz.
LE MISURE DELLAREGIONE
Allungati i termini per l'aumento sino al 20%
delle volumetrie previsto dalla legge del
2009 ma stop all'oc,cupazione di suoli agricoli
IA GAZZETD\ DELMEZZOGIORllJO
I
'
.
.
',
.Pianocasa, c.e aproroga
fino al 31 dicembre 2015 ·.
Epresto un emendamento perii riutilizzo di edifici abbandonati
• BARI. Unanimità in V
commissione, presieduta da
Filippo Car:icciolo, sulla proposta di legge bipartisan di
Salvatore Negro (Ude), Giovanni Epifani (Pd) e Erio
Congedo (Fl) che proroga fino
al 31 dicembre 2015 gli interventi previsti dal piano casa di ampliamento e ristrutturazione degli edifici esistenti.
Peraltro · come è stato sottolineato da Luigi Mazzei (Fl)
- si sta lavorando d'intesa con
l'assessore alle Politiche del.
territorio Angela Barbanente, per la stesura di un emendamento (che sarà presentato
direttamente in consiglio regionale) fmalizzato alla tutela
della conservazione del terreno agricolo e al censimento
di tutti gli edifici in stato di
abbandono che è possibile tecuperare, puntando al riuti- ·
lizzo del patrimonio edilizio
esistente evitando il consumo
di altro suolo.
Si tratta di «un passo importante che consentirà non
solo di salvaguardare il territorio, limitandone la cementificazione, ma permetterà an-
che · dice Michele Mazzarano (Pd) - di continuare a
sostenere un settore molto colpito. dalla crisi come quello
edilizio». Grazie alle misure
previste dalla legge regionale
14 del. 2009. è possibile ampliare del 20% la volumetria di
una o più Wlità immobiliari
già in possesso del proprie·
tario, riqualificando abitazio·
ni già edificate, «processo attraverso il quale • aggiunge
Mazzarano ·è già stato avviato
un percorso di potenziamento
sia degli investimenti che
dell'occupazione nel settore
delle. costruzioni>>. L'emenda·
mento che arriverà in Aula,
poi, «conferma a pieno
quell'indirizzo di recupero degli edifici che questo consiglio
regionale - ricorda Epifani · ha
già favorito con altre leggi e
che pilnta al riutilizzo in chiave di edilizia residenziale degli immobili già edificati, scegliendo di non intaccare il
territorio con una cementificazione irr.izlonale». Quanto
CONSIGUOlbanchidellagiunta(alcentrorassessoreBarbanente)
alla proroga, «sj tradurrà in
una boccata d'ossigeno per il
settore edile, tra i più colpiti
dalla crisi, perché consentirà
a cittadini e imprese di usufruire dei premi volumetrici
fissati dalla Regione sugli ingrandimenti o sulle riqualificazioni delle abitazioni». «La
bontà della proroga · · dicono
CASA AllARME PER IL POSSIBILE DISSESTO FINANZIARIO ABARI (TASSEA +3,5 MIUONI DI EURO)•.CARACCIDLD: I COMUNI AllEGGERISCANO
Alloggi pubblici, corrette le.assegnazioni
Barbanente: misure perla vendita degli immobili ex Iacp, c'è la stangata fiscale
•Errori-tecnici,chehannoconsentito
l'assegnazione di alloggi anche dopo la
data di entrata in vigore della legge. Ecco
perché ieri, la V Conunissione, ha approvato le modifiche della legge sull'èdi·
lizia residenziale pubblica. L'articolo 20,
poi, è stato corretto eliminando riferimenti alle modalità di recupero delle
morosità degli assegnatari nei confronti
delle autogestioru, che sollevavano dubbi di incostituzionalità. Altre modifiche
hanno previsto la reintroduzione della
procedura autorizzativa per l'utilizzo
della riserva del 25% degli alloggi per
emergenza abitativa e l'estensfone della
platea dei soggetti che possono centri·
buire al fondo sociale anche agli enti
erogatori di servizi (è il caso di Aqp).
Quanto alle Arca, le Agenzie che hanno
sostituito gli lacp, la Bat è stata dotata di
un ufficio operativo distaccato.
La V Commissione ha anche approvato all'unaninùtà il disegno di legge
contenente le modifiche iri materia di
utilizzo del proventi delle alienazioni
degli alloggi di edilizia residenziale, vi-
sto il recente inasprimento fiscale. «Solo
sul patrimonio dell' èx IACP di Bari - ha
spiegato l'assessore al Territorio Angela Barbanente · c'è un aggravio di 3,5
milioni di euro. Con la modifica scon·
giuriamo nuovi dissesti finanziari». «In
tal senso - suggerisce il presidente della
commissione Filippo- Caracciolo · sa·
rebbe opportuno che i Comuni mantengano aliquote basse in modo da consentire agli enti gestori di effettuare le
manutenzioni senza rischiare collassi
finanziari».
Congedo e Mazzei - è ampiamente confermata dal report di della Banca d'Italia,
che fotografa la crisi pernistente del settore edilizio pugliese dove continua a diminuire il numero degli occupati. Infatti, agricoltura ed
edilizia registrano,· in Puglia,
un aumento del tasso di disoccupazione. che sfiora il
21 o/o, superando di oltre otto
punti percentuali la media nazionale».
1 permessi di costruzione ricorda Negro - sono crollati
fino al 90% ed è per questo che,
con l'emendamento, «si punta
a potere utilizzare le premialità previste dalla legge su
tutti gli edifici esistenti in
qualsiasi zona omogenea degli
strumenti urbanistici comunali, purché finaliz1.ati a scopi
residenziali. Questo incentivo
· sottolinea - viene previsto
nell'ottica di una riduzione del
consumo dei territori agricoli
a fini edificatori». Soddisfatto
an.c he Caracciolo: così, dice,
«si tenta di migliorare la condizione occupazionale delle
tante figure lavorative impiegate nel settore edilizio».
?~Bmo p~ano
•
•
I
1
L' energia
. e /' am b'1ent e
«Trivellazioni eturismo, si può fare»
L'ambasciatore croato in Italia risponde alla rivolta pugliese: «Con il petrolio macroregione più ricca»
I
Il bando
e La sponda
Nei mesi scorsi
la Croazia ha
pubblicato il
bando con il
quale ha
autorizzato le
trivellazioni per
la ricerca di
petrolio
davanti alle sue
coste. dall'altra
parte
dell'Adriatico, a
non troppa:
distanza dalle
isole Tremiti.
e Le regole
Molte le offerte
che sono
arrivate sul
tavolo del
governo croato
da parte delle
aziende .
ROMA Si.é svolta ieri e ieri !'al- 1 hanno questo background».
tro, alla Farnesina, in occasione
Il fossile dell'Adriatico ridei semestre di presidenza ita- · suita contenere una grande
lia,na dell'Unione europea, la percentuale di zolfo e quindi
conferenza di "alto livello" dal è ritenuto adatto ad essere
titolo Costruire un ponte ener- utilizzato non come combugetico sul Mediterraneo, a cui . stibile, ma per produrre mahanno partecipato tutti i Paesi teriale plastico. Quindi non
dellaUe.PerlaCroaziaerapre~ ·dovendo più svolgere una
sente l'ambasciatore in 'Italia funzione energetica avete vaDamir Grubisa, il quale, ri- lutato i costi e i benefici delle
spondendo ai timori dei pu- trivellazioni?
· . «Non l'abbiamo ancora fat' gllesi e dei molisani per le trivellazionl in Adriatico alla ri- to, si vedrà con le. trivellazioni
cerca di petrolio, ha detto: «Noi la 'qiiautà del petrolio'. Finora le
viviamo di turismo, che rap- mdic\liionl sull'opportunità di
presenta il i8% del 1iostro Pii e ti:jve!lare sono arrivate dalla
quindi siamo rigorosissimi "Speclrum", società norvegese ·
nell'adozione delle ·sur.e di dLricerca conside.rat.a la più.
salvaguardia europee».
importante del mondo;Ja stesAmbasciatore, come sta sa·che é all'origine dell'estraprocedendo l'iter del proget- zione di petrolio neLmare del
to per le trivellazioni?
Nord. ·È, in sostanza, la società.
«ll bando é chiuso e quindi
' ...
bls()gna solo aspettare le decisioni che ne deriveranno. Ricordo che abbiamo ricevuto
un~. decina di offerte dalle
ffil.
I
di ricerca all'avanguardia, di
cui ci fidiamo».
Marteru a Bruxelles é stata
avviata c.oncretamente la macroreglone Adriatico-Jonica,
di cui Italia e Croazia sono
partner fondamentali e che
hanno recenteménte convenuto sulla necessità della cooperazione rafforzata nei settori del turismo e della difesa
ambientale. Avete avuto contatti con la Puglia, e quindi
con il Molise, Regioni che si
oppongono alle trivellazioni?
«Per. noi la macroTegione é
fondamentale per supernre la
crisi e per spingere la crescita e
l'occupazione. Non dimenti,
chiamo che la màcroregione
può interess~ 57 milioni di
persone e 6 milioni di aziende.
Quindi é interesse di tutti gli
I
Grubisa
Il turismo è
il 18% del
nostroPil
mail
petrolio non
ci spaventa
otto Paesi che ne fanno parte
cooperare al meglio. Ribadì- I
sco: la nostra economia non si
basa sull'energia o sull'industria, ma sul turismo e quindi
ci muoviamo sempre nell'ottica
di preservare le condizionl per
cui il turismo possa crescere e
prosperare».
Le Regioni che si oppongono alle trivellazioni possono
bloccare il progetto? Possono
svolgere un ruolo di interdizione?
«Il parere delle Regioni non
évincolante, ma noi ci muoviamo credendo profondamente
nel ruolo della cooperazione
che, ribadisco, é l'elemento
fondante della macroregione
Adriatico-Jonica».
Rosanna Lampugnani
interessate a
trivellare in
Adriatico. Fra
queste, anche
l'Eni e altre tre
aziende
Italiane. La
Croazia
accetterà
quella
maggiormente
corrispondente
aisuoì
parametri di
rispetto
dell'ambiente.
e La riunione
Diciannove
sindaci dei
Comuni
rivieraschi del
Salento In
allerta per le
richieste di
prospezioni
ipreseritate al
Italiani in campo
«Quattro aziende, tra
cui l'Eni, si sono
proposte per cercare
l'oro nero in Adriatico»
aziende più importanti del
mondo».
Ci sono anche aziende italiane?
«Quattro sono italiane, tra
cui c'è l'EnL Ovviamente si de"
ciderà quale proposta accettare
sulla base della maggiore corresponsione ai .n ostri parametri di rispetto dell'ambiente. Di- · ·
rei che un vantaggio sulle altre
lo avrà la società che ha già lavorato in Adriatico, quindi più
esperta, con maggiore cono"
scenza dei fondali e delle problematiche locali e le italiane La p~otesta per strada u~.a delle molte manifestazioni ariti-peirolio.che si sono svolte negli ultimi anni in Puglia
ministero
dell'Ambiente
dalle società a
caccia di
petrolio si
riuniscono oggi
In Provincia.
Cooptati dal
presidente
Antonio
Gabellane,
discuteranno
della normativa
che regola il
settore con la
consulenza
degli esperti
dell'Università
del Salento.
Sono attesi
anche li
presidente
della Provincia
di Brindisi,
Maurizio
Bruno, e li
pr~siciente
della Provincia
di Taranto,
Martino
Tamburrano.
CORBIERE DELLA SERA
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO
GIOVEDI' 20 NOVEMBRE 2014
ltlRIPRO:xJZlO~E
f;i5!':RVATA
Author
Document
Category
Без категории
Views
0
File Size
723 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа