scarica pdf - Corriere Padano

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1983
Poste Italiane spa - Spedizione in a.p. - D.L. 353/2003
(conv.in l.27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1 - DCB Pc
GIOVEDÌ 29 MAGGIO 2014 - ANNO 32 N. 19 - EURO 0,20
Il Pd di Renzi vince per distacco:
scatta il paragone con la Juve
Pubblicità inferiore al 45% - Contiene IP
www.corrierepadano.it
WEEKEND
Europee, risultato record. Comunali, più riconferme che scossoni
POLLASTRI A PAGINA 4
La città che cambia - Cosa può davvero succedere dopo la lettera del Ministero
Piano Caricatore e Pertite,
che sia la svolta buona?
Festival dei Gufi,
passione rapace
A PAGINA 13
E’ ufficiale l’ok della Difesa a dismettere la prima area e a liberare una fetta
della seconda: il Comitato pro parco, però, punta a ottenere molto di più
Per un primo passo concreto sulle aree militari sembra sia finalmente la volta buona: il
Ministero della Difesa, infatti, ha promesso
l’immediata cessione alla città di 26mila mq
della Pertite e la imminente convenzione per
la concessione del Piano Caricatore.
Piacenza, terra di eccellenze
Elvis, lo show
può cominciare
DOSSENA A PAGINA 3
A PAGINA 10
Il reporter morto in Ucraina
Andy Rocchelli,
il coraggio di esserci
LOMBARDI A PAGINA 5
Vite in gioco
Azzardopatia,
studenti in campo
Latte e formaggi di qualità,
benessere in tavola
DA PAGINA 14
DOSSENA A PAGINA 3
VILLAGGIO GLOBALE
Rugby, che forza le piacentine:
un’annata da ricordare
Nonni in fuga: all’estero per curarsi
A PAGINA 2
DOSSENA A PAGINA 7
Corriere Padano
29 maggio 2014
2
VILLAGGIO GLOBALE
Salute - L’allarme lanciato dalla Fipac (commercianti in pensione) di Confesercenti
Italia, nonni in fuga:
ci si cura all’estero
Anziani costretti da crisi e prezzi alle stelle ad andare in altri Paesi
per usufruire di interventi low cost, e sempre di più rimandano le visite
Nonni in fuga all’estero per usufruire di cure “low cost”: sono circa 400 mila, hanno pensioni che vanno dai 650 euro ai
1.500 euro e non riescono a pagare le cure necessarie, spese
mediche oltre la propria portata soprattutto odontoiatriche.
A lanciare l’allarme è la Federazione italiana pensionati attività commerciali (Fipac) di
Confesercenti nel dossier
“Nonni in fuga”, per raccontare i viaggi verso i luoghi low cost
delle cure mediche in Europa.
Secondo i dati del Censis, spiega la Fipac, la crisi ha colpito
duramente la capacità di spesa
degli italiani nell’ambito delle
cure mediche. Sono oltre 9 milioni gli italiani che hanno rinunciato a curarsi, rimandando visite e interventi, anche a
causa di tempi d’attesa biblici,
e tra questi circa 2 milioni sono
anziani over 65.
Tra gli anziani in difficoltà, però, c’è chi non cede alla crisi e
piuttosto che non curarsi sceglie di fare un viaggio al di fuori
dei confini nazionali per trovare cure più economiche e alla
portata delle proprie tasche. È
così che dall’Italia, per 270 mila
pensionati con una pensione da
650 a 1000 euro al mese e per i
restanti 130 mila con una pensione un po’ più consistente da
mille a 1.500 euro al mese, si va
in Romania, Cipro, Malta, Slovenia, Canarie e altri posti ancora.
La Romania è la meta low cost
preferita da chi necessita di cure odontoiatriche. In Italia, le
visite dal dentista sono diminuite a vista d’occhio. Secondo
il dossier, infatti, nel 2012 sono
state effettuate 2,8 milioni di
visite (4,7 per ogni 100 persone), mentre nel 2005 le visite e-
La partenza, a giudicare dai giudizi
degli utenti, non è stata delle migliori, ma la nuova app gratuita ‘OsservaPrezzi’ per trovare il distributore più
conveniente per il carburante di cui
si ha bisogno (benzina, gasolio, gpl e
metano) promette di avere a portata
di mano i prezzi dei carburanti e scegliere il gestore che pratica i più bassi: il prezzo praticato non può essere
superiore a quello comunicato, e se lo
fosse il gestore rischia una sanzione,
ma è possibile invece praticarne uno
più basso.
L'app è stata realizzata dal ministero dello Sviluppo economico, nella
cui sede il sottosegretario Simona Vicari l’ha presentata nei giorni scorsi
L'applicazione, realizzata in colla-
rano a quota 3,7 milioni, cioè 6,4
ogni 100 persone. Dati in picchiata confermati anche dall’Associazione nazionale dentisti italiani, secondo cui mezzo
milione di famiglie italiane, dal
2007 al 2012, hanno rinunciato
al dentista, anche in presenza
di patologie serie. Ma i costi alti
delle cure odontoiatriche in Italia non sono un luogo comune, secondo il dossier, i dentisti
italiani sono costosi e in quanto
a interventi odontoiatrici sono
secondi solo ai colleghi inglesi.
Ed è così che diverse migliaia di
anziani scelgono di fare una
“gita salutare”nell’Est Europa
che permette loro, spiega il dossier, di risparmiare fino al 60
per cento, viaggio incluso, rispetto alle cure nostrane. C’è
poi chi preferisce le Canarie,
dove con una polizza medica
privata di 40-80 euro al mese si
ha diritto ad una copertura totale, senza contare l’Iva al 4 per
cento.
Il dossier ‘Nonni in fuga’ dà
conto anche di un'altra tendenza: sempre più italiani si rivolgono agli ambulatori sociali
pensati quasi esclusivamente
per gli stranieri, segno tangibile della povertà sanitaria che avanza. “Da Milano a Roma, passando per Firenze e Padova –
spiega il dossier -, gli ambulatori dedicati a chi non può permettersi le cure sono in continuo aumento. Pensati in origine solo per gli stranieri che arrivavano in Italia, oggi forniscono prestazioni anche ai connazionali che chiedono prevalentemente i farmaci da banco e inacquistabili per i livelli pensionistici e la povertà sanitaria
cui molti pensionati sono costretti”.
(Agenzia Dire, www.dire.it)
La Terra ha un ‘cugino’:
si chiama Kepler-186f
La speranza di trovare acqua allo stato liquido su un pianeta diverso dalla Terra (a sinistra nella foto) si chiama Kepler-186f (a
destra nella foto). E' un pianeta roccioso, ha dimensioni simili a
quelle della Terra (ma è più grande del 10%) e ruota intorno a
una nana rossa, inserito in un sistema di cinque pianeti di cui è
il più esterno. Il cacciatore di esopianeti della Nasa, il telescopio
spaziale 'Kepler', si è accorto di lui in un lembo della Via Lattea
ad appena 500 anni luce da noi. La posizione, la dimensione e la
composizione del pianeta fanno ben sperare gli scienziati, concentrati nel tentativo di capire se si possa trovare acqua allo stato liquido - e quindi considerare possibile la vita - anche su altri
pianeti.
Kepler-186f si trova nella cosiddetta fascia abitabile, è vicino
alla sua stella (piccola e debole) ma non così tanto perché la presenza di acqua sia impossibile e non così distante da non ricevere benefici dalla sua luce e dal suo calore. “Essere nella zona abitabile - ha chiarito il ricercatore del Bay Area Environmental
Research Institute di Ames, Thomas Barclay - non significa però
sapere che il pianeta sia abitabile. La temperatura dipende fortemente dal tipo di atmosfera che lo circonda: Kepler-186f può
essere considerato un cugino della terra più che un suo gemello”.
“Quando cerchiamo pianeti in cui possa esistere la vita - ha
spiegato la ricercatrice Elisa Quintana, del Seti Institute nel
NASA's Ames Research Center - ci focalizziamo su quelli che
possano replicare le caratteristiche della terra. Trovare un pianeta in una zona abitabile che abbia una dimensione comparabile con quella della Terra è un considerevole passo avanti”.
(Agenzia Dire, www.dire.it)
Benzina, la nuova app OsservaPrezzi
suggerisce il distributore meno caro
borazione con Unioncamere e Infocamere, è già disponibile sullo store
Google play per i sistemi Android e lo
sarà anche su iTunes per quelli iOs di
Apple.
Al 16 maggio scorso l'applicazione
vede coinvolti 17.113 impianti (logo e
no logo, che fanno capo a 13.208 imprese) sui circa 24mila totali presenti
in Italia. Per tipologia di strade si possono verificare le offerte di 480 distributori su autostrade, 2.206 su strade
statali e 14.427 su altre strade.
L’applicazione consente di trovare
anche durante il viaggio i distributori di carburanti più comodi e convenienti per il rifornimento, segnalandoli attraverso icone di gradazioni
cromatiche diverse: il colore verde
indica il prezzo più basso fino al colore rosso prezzo più alto, ma nei primissimi giorni gli utenti si sono mostrati molto critici.
Per alcuni funziona male, per altri
copre poco la zona di riferimento, per
altri ancora è incompleta o fornisce
dati sbagliati: per superare altre app
analoghe, evidentemente, ci vorrà
ancora un po’ di lavoro, ma la speranza è che queste innovazioni spingano
le compagnie a calmierare i prezzi italiani, i più alti in Europa.
Andrea Dossena
29 maggio 2014
Corriere Padano
3
IN PRIMO PIANO
La città che cambia - Cosa promette la lettera del Ministero
Piano Caricatore
e Pertite, questa
è la volta buona
E’ ufficiale l’ok della Difesa a dismettere tutta la prima
area e a liberare una fetta della seconda: il Comitato
pro parco, però, punta a ottenere ancora di più
ANDREA DOSSENA
Per un primo passo concreto
sulle aree militari sembra sia
la volta buona: l’attesa lettera
inviata al Comune di Piacenza
dal Ministero della Difesa, infatti, ha promesso l’immediata cessione alla città di 26mila
metri quadri della Pertite e la
imminente convenzione per la
concessione del Piano Caricatore.
Le basi per queste importanti novità erano state poste,
qualche tempo fa, in un incotro svoltosi a Roma tra il ministro della Difesa Paola Pinotti
e il Comune di Piacenza rappresentato dal sindaco Paolo
Dosi e dall’assessore all’Urbanistica Silvio Bisotti, supportati dalla parlamentare piacentina Paola De Micheli che
ha lavorato per un cambio di
passo sulla questione.
Piano Caricatore,
chance importante
La disponibilità dell’area, di
Azzardopatia,
studenti in campo
Coordinamento provinciale, presto
una giornata di mobilitazione
(dosse) Maggiore coinvolgimento dei Comuni, rafforzamento della rete di associazioni e soggetti coinvolti nella lotta
contro il gioco d'azzardo patologico, sostegno alle iniziative
già in programma sul territorio nelle prossime settimane ma
soprattutto sensibilizzazione del mondo della scuola e della
terza età all'interno dei circoli ricreativi. Sono questi i prossimi passi concordati nei giorni scorsi in Provincia dal coordinamento provinciale contro l'azzardopatia.
“Dopo la serata del 23 aprile scorso - ha rimarcato il presidente della Provincia Massimo Trespidi - quando il caporedattore del quotidiano Avvenire ha incontrato nell'Auditorium Sant'Ilario istituzioni e cittadini per disegnare i contorni del fenomeno della dipendenza da gioco, è necessario adesso non abbassare l'attenzione ma proseguire nel lavoro iniziato. In particolare è fondamentale pensare ad un investimento culturale massiccio all'interno delle scuole. Occorre
mettere in cantiere una proposta educativa rivolta ai ragazzi
delle classi prime fino alle quinte coinvolgendo preventivamente dirigenti scolastici e insegnanti. L'idea è quella di promuovere per l'inizio dell'anno scolastico 2014-2015 una giornata di grande mobilitazione con il mondo scolastico contro
la dipendenza dal gioco”.
notevole importanza strategica nel quadro di una riqualificazione complessiva del comparto, è nella sua posizione: il
Piano Caricatore - area completamente inedificata in cui
si attesta il binario militare
che in passato attraversava la
città, collegandola con la Pertite - è strategica in quanto si
colloca in un punto di soglia, in
cui si toccano la radiale d'ingresso alla città (via Emilia
Parmense, via Colombo, via
Roma), il fascio dei binari ferroviari e l’anello dei bastioni,
ma è anche a ridosso del tessuto storico e in posizione baricentrica rispetto all'autostrada e allatangenziale sud.
Ecco perchè una rigenerazione urbana del comparto, con la
realizzazione di circa 600 posti
auto e lo sblocco della nuova
stazione delle corriere a Borgofaxhall, potrebbe risultare
un volano per l’intera città.
Anche perchè sull’ex mercato ortofrutticolo è stato chiarito che non esiste alcun vincolo
architettonico, per cui un ulte-
riore tassello del comparto potrebbe presto aggiungersi.
Pertite, passo avanti
verso il parco
Per quanto riguarda l’ex Pertite, i circa 26mila metri quadri pronti ad essere destinati a
verde sono meno di un decimo
tavia, “per incrociare le esigenze di razionalizzazione della Difesa e le aspettative della
città”, che con una fetta consistente di cittadini (circa 30mila) ha chiesto nel referendum
‘ad hoc’ la destinazione a parco dell’intera area, sarà decisivo il Tavolo Tecnico sulle dismissioni che presto riunirà
amministratori e militari per
La svolta con il ministro Pinotti
dopo l’accelerazione chiesta dalla
onorevole piacentina De Micheli
dell’intera area, che è di
276mila mq, ma molti piacentini sognano che possano diventare la premessa a ben altro risultato.
Come non ha nascosto lo stesso assessore Silvio Bisotti, tut-
una discussione a 360 gradi
sull’intera partita delle aree
militari, compresa l’annosa
questione dell’ex ospedale
militare.
Sperando che la prossima notizia si riveli una cannonata.
S. Eufemia, sarà ispirato al tema dei pirati
il Summer Camp in inglese al via in giugno
La scuola S. Eufemia, in collaborazione con la sede piacentina del British Institutes, ormai da diversi anni propone
una vacanza come quelle che si trascorrono nei college inglesi, attraverso un’esperienza ricca, stimolante e divertente, in attesa delle vacanze con i genitori.
L’inglese è la lingua ufficiale della vacanza: non si insegna, ma si usa per creare e lavorare nell’ambito dei laboratori
e per parlarsi nel corso delle attività e
dei giochi.
L’affascinante tema di quest’anno sarà ispirato ai pirati.
Durante le 3 settimane dal 9 al 27 giugno - dal lunedì al venerdì - tutti i giorni
saranno organizzati con attività sportive (nuoto, tennis, pallavolo, equitazione..), gite, un grande gioco a squadre
che è il filo conduttore di tutto il campo
e i “Kidlabs” (laboratori creativi ispirati alla teoria delle intelligenze multiple
di Howard Gardner).
L’iniziativa è aperta anche a studenti
provenienti da altre scuole primarie. I
ragazzi saranno affidati agli insegnanti
madre-lingua del British Institutes in
compresenza con gli insegnanti della
scuola primaria S. Eufemia.
“Con la fine della scuola - dichiarano le
insegnanti del S. Eufemia - molte famiglie necessitano e desiderano proporre
ai propri figli un'esperienza formativa
di qualità. Ma visto che le proposte estive per bambini sono tante, varie, valide,
perché optare proprio per il nostro
Summer Camp?
Tre i motivi a nostro parere fondamentali:
Innanzi tutto è importante ricordare
che il tempo trascorso al Summer Camp
non è un classico tempo scolastico, benché coordinato e facilitato dalla presenza di noi insegnanti. Non aspettatevi
quindi un corso di lingua inglese tradizionale. Il Summer Camp propone agli
alunni di S.Eufemia, ma anche a tanti esterni, attività ed esperienze divertenti, nelle quali si apprende in maniera attiva e cooperativa, stimolando le diverse potenzialità di ciascuno. E tutto ciò
senza libri di testo, né voti in pagella.
Questi pur fondamentali strumenti didattici, lasciano spazio a giochi, gare,
sfide per le squadre di partecipanti.
La lingua inglese non si insegna al
Summer Camp, ma si apprende, vivendo le accattivanti proposte. E si impara
ugualmente? Legittima richiesta. Certo, attraverso un percorso meno prevedibile rispetto a quello scolastico, ma ugualmente valido e certamente altrettanto coinvolgente e formativo. Da questo punto di vista, il metodo ‘English is
fun’, che ispira e guida il Camp, non ha
bisogno di presentazioni.
Al Summer Camp ogni partecipante è
importante e il benessere di tutti è quello di ciascuno. L'esperienza di amicizia
costruita nell'arco dell'anno scolastico
trova spazio anche nella vita del Camp,
dove i più grandi guidano i piccoli e dove tutti accolgono i nuovi arrivati, affinché anch'essi si mettano in gioco, offrendo le proprie competenze al servizio del gruppo.
Noi maestre che, unitamente agli insegnanti madrelingua, costituiamo il
team educativo, riteniamo che un tempo così connotato sia certamente un
tempo di qualità e di privilegiato apprendimento, grazie al quale far vivere
un'emozionante estate ai partecipanti,
del nostro e di altri istituti scolastici.
Non ci resta quindi che augurare a tutti
noi: buon Summer Camp!”
La programmazione dettagliata ed i
moduli di adesione sono scaricabili dal
sito web: www.istitutosanteufemia.it.
Possono inoltre essere ritirati presso la
Segreteria della scuola, in via S. Marco
37, tel. 0523/330410-322679 o richiesti
via e-mail all’indirizzo [email protected]
Corriere Padano
29 maggio 2014
4
ATTUALITÀ POLITICA
Il voto - Dalle urne risultati senza scossoni clamorosi. Affluenza in forte calo
Comunali, il trend
è la riconferma
Vincono 15 dei 19 sindaci uscenti che si sono ricandidati: gli elettori
hanno scelto la continuità. Patrizia Calza vince il big match di Gragnano
MARCELLO POLLASTRI
Pari e patta. L’esito del voto
nei 34 comuni del Piacentino
di domenica ci consegna una
mappa geopolitica quasi equamente distinta tra comuni di centrodestra e di centrosinistra, nonostante le parecchie liste civiche in campo
non siano sempre inquadrabili negli schieramenti politici canonici. Tante riconferme sia in un campo che nell’altro e qualche new entry. Il
centrodestra può esultare
per aver mantenuto Castelsangiovanni, il centro principale chiamato alle urne in
questa tornata, mentre il
centrosinistra va a conquistare una serie di piccoli comuni ribaltando l’assetto
precedente. Ecco nel dettaglio i nuovi sindaci.
VALTREBBIA
A Bobbio torna sindaco Roberto Pasquali con il 47,7%,
stavolta vestendo i panni leghisti.
La prima riconferma per il
centrosinistra arriva da Travo con Lodovico Albasi e la
sua lista Siamo TraVoi. Era
l’unica candidato presente.
Gossolengo si conferma roccaforte del centrosinistra
con il nuovo sindaco Angelo
Ghillani (60,96%) del Partito
Democratico.
A Gazzola vittoria per Luigi
Francesconi con la lista Per
Gazzola e la sua gente
(63,89%).
A Rivergaro vittoria targata centrosinistra con Andrea
Albasi e Democratici per Rivergaro (47,25%);
A Gragnano nel segno della
continuità con l’amministrazione uscente di centrosinistra diventa sindaco Patrizia
Calza che ha ottenuto il
60,08%;
A Calendasco si aggiudica
una corsa particolarmente
affollata Francesco Zangrandi con Calendasco per
Continuare (33,94%);
In alta Valtrebbia a Ottone
si aggiudica la competizione
elettorale Federico Beccia
con
Ottone
Libera
(54,47%);
A Coli si assiste al ritorno
sulla poltrona di sindaco di
Luigi Bertuzzi con la civica
molto centrista Insieme per
la
nostra
montagna
(39,52%).
A Cerignale si conferma il
candidato del centrosinistra
Massimo Castelli con il
73,33% con la lista civica Insieme ancora per Cerignale.
Franco Pantrani con il
26,66%.
Un’altra conferma a Zerba,
quella di Claudia Borrè, centrosinistra, con Viviamo la
Valle: per lei il 66,07% contro il 33,62% di Severino Trevisan.
A Cortebrugnatella vittoria
per il giovane sindaco Stefano Gnecchi con Partecipazione è cambiamento con il
48,12%;
VALNURE
A Pontedellolio vittoria per
il centrosinistra con Sergio
Copelli con Insieme per cambiare il futuro con il 53,47%
dei voti.
Il centrodestra vince invece
a San Giorgio con la riconferma di Giancarlo Tagliaferri
con il 53,87%.
A Pontenure vittoria del
centrosinistra con Manola
Gruppi e il 55,83%;
A Podenzano il nuovo sindaco del centrosinistra è Alessandro Piva con il 44,82%;
la Lega Nord si aggiudica la
cittadina di Castelsangiovanni con l’avvocatessa Lucia Fontana
A Caminata vince Carmine
De Falco con la lista civica
Caminata Casa Comune
(63,17%).
A Ziano vittoria per il leghista Manuel Ghilardelli con il
68,16%.
Il centrodestra si conferma
a Pecorara con Franco Albertini, centrodestra, con il
61,55%.
Così come a Sarmato con
Anna Tanzi e la lista Sarmato
2.0 che ha ottenuto il
39,96%.
A Nibbiano vittoria per Giovanni Cavallini con il
58,09%.
Fontana secondo sindaco donna
di Castelsangiovanni, Pasquali
ridiventa primo cittadino a Bobbio
A Vigolzone arriva la conferma del candidato uscente
del centrosinistra Francesco
Rolleri che con il 62,44% ha
battuto Werner Argellati e
Lucia Anelli.
A Farini riconfermato con
l’81,81% Antonio Mazzocchi
per il centrosinistra con Uniti per Farini.
A Pianello conferma per
Gianpaolo Fornasari del centrodestra con Insieme per il
nostro futuro che ha ottenuto
il 57,96%.
A Piozzano vittoria per Lorenzo Burgazzoli con il
53,96%.
VALTIDONE
Vittoria netta a Lugagnano
per il sindaco di centrodestra
uscente di Forza Italia Jona-
Il centrodestra insieme con
Il Pd di Renzi in trionfo anche a Piacenza,
scatta il paragone con la Juventus di Conte
VALDARDA
than Papamarenghi con il
63,87% che ha sconfitto
Gianni Copelli candidato del
centrosinistra in quota al
Pd.
Vittoria nel segno della continuità a Caorso con il centrodestra di Roberta Battaglia
(40,24%), naturale prosecuzione del mandato del sindaco Callori;
Ad Alseno il nuovo sindaco,
stavolta di centrodestra, è
Davide Zucchi con Progetto
Alseno (46,86%) che ha vinto
la concorrenza di altri tre
candidati.
A Besenzone scontata vittoria per la civica di Luigi Garavelli.
A Castellarquato netta vittoria della continuità con il
centrodestra Ivano Rocchetta (82,11%);
In alta Valdarda a Morfasso
è sindaco Paolo Calestani
con la civica Per Morfasso
(39,48%;
Pinuccio Sidoli vince a Vernasca mantenendo alti i colori del centrosinistra e si aggiudica la competizione a tre
con il 60,11%;
A San Pietro in Cerro unica
candidata Manuela Sogni
che diventa sindaco.
Nelle immagini al centro,
da sinistra: Fontana,
Pasquali e Calza, eletti
sindaci con il voto
del 25 maggio.
Sopra, un’urna elettorale
Intitolata area a padre Bugliani
Il boom del nuovo corso del partito accostato alla cavalcata da 102 punti dei bianconeri
Il nuovo corso del Partito
Democratico di Renzi si
esalta anche a Piacenza.
Stravince le elezioni
Europee con il 41,28% dei
voti su base provinciale e
uno squillante 45,40% in
città.
E se a Roma la gran parte
legge il debordante
risultato delle Europee
come la legittimazione del
governo Renzi (che
scontava il peccato
originale dell’essere nato
senza elezioni), nella nostra
città due sono le chiavi di
lettura che vanno per la
maggiore: da una parte il
buon lavoro messo in atto
dalla nuova classe dirigente
del partito del segretario
Gianluigi Molinari;
dall’altra il giudizio positivo
nei confronti
dell’amministrazione Paolo
Dosi (nella foto, mentre
vota), invitata a proseguire
nella politica del “gettare il
cuore oltre all’ostacolo”.
Poco sembra importare, in
realtà, che Europee e
Comunali siano due
competizioni elettorali agli
antipodi. Anche lo stesso
Dosi ritiene che l’exploit
democratico “sia sinonimo
di approvazione
dell’operato della nostra
giunta in un momento
storico di grande
difficoltà”.
I vertici del Pd, con
Molinari e il sottosegretario
Roberto Reggi in testa,
hanno paragonato la
performance del Pd alla
vittoriosa cavalcata della
Juventus nel campionato di
calcio. "Per gli altri, come il
centrodestra, davvero solo
le briciole". "Da noi sono
arrivate le proposte, le idee;
dagli altri gli insulti e la
ricerca continua dello
scontro che non paga a
livello elettorale. Il nostro è
il vero centrosinistra
progressista e moderato" ha
detto Molinari che si è detto
stranito di avere alle spalle,
ben distante, il Movimento
5 Stelle e non il
centrodestra. “Dovremo
abituarci anche a questo”.
Oggi il Movimento 5 Stelle è
infatti il secondo partito
della città con il 18,29%. Poi
Forza Italia con il 17,80%, la
Lega Nord con il 10,32% in
crescita e Fratelli d’Italia
con il 4,02%. L’altra Europa
con Tsipras al 3,19%, il
Nuovo centrodestra fa
registrare il 2,64%.
Marcello Pollastri
Cerimonia con i bambini nel giardino
tra le vie Raffaello e Leonardo
Si è tenuta il 27 maggio scorso la cerimonia di
intitolazione dell’area verde tra via Raffaello
Sanzio e via Leonardo da Vinci, nei pressi della
primaria Due Giugno, alla memoria di padre
Vittorio Bugliani da Massa, per tanti anni
cappellano della casa circondariale di Piacenza.
Sono intervenuti il sindaco Paolo Dosi, il nipote
dell’indimenticato frate Pietro Bugliani e il
superiore dei Cappuccini di Piacenza padre Adriano
Franchini. Presenti anche tre classi quarte della
scuola Due Giugno, che hanno approfondito,
grazie all’intervento della consigliera comunale
Lucia Rocchi, la storia e la figura di padre Vittorio.
29 maggio 2014
Corriere Padano
5
ATTUALITÀ
Andy Rocchelli, il coraggio di un fotoreporter in prima linea
Andy Rocchelli, il fotoreporter ucciso il
24 maggio scorso da un colpo di mortaio
vicino a Sloviansk, in Ucraina, aveva 30
anni, era originario di Pavia, viveva a Pianello Val Tidone con la compagna e il figlio ed era membro fondatore del collettivo fotografico Cesura, con base sempre
a Pianello. Da giorni si trovava in Ucraina
per documentare con le sue foto il confronto armato tra filorussi ed esercito ucraino insieme al traduttore Andrei Mironov, anche lui morto dopo l'attacco. La
sua morte comporta stati d'animo e riflessioni le più diverse: a) il dolore per la
scomparsa di un uomo; b) la costernazione che accompagna la notizia di una morte sul lavoro; c) il dispiacere per il venir
meno di reportage di qualità, quindi di la-
vori fatti bene; d) la scoperta che a Piacenza pochissimi conoscessero l'esistenza di Andy e del collettivo di fotoreporter
Cesura.it.
Una notizia, quella della morte di Rocchelli che, nel mondo della stampa locale, squarcia il velo dell'autocompiacimento professionale di provincia: si può
esistere, con base a Piacenza (in questo
caso a Pianello) senza mai passare per Libertà.
Rocchelli, dopo un Master presso il Politecnico di Milano, Facoltà di Visual Design, ha lavorato per Grazia Neri Photo Agency e nel 2007 come assistente nello
studio di Alex Majoli, collaborando con
post-produzione e montaggio di mostre.
Nel 2008 ha fondato Cesura, un collettivo
con altri quattro fotografi, con sede a Pianello. Cesura lavora sul processo artistico di editing, sequencing e la stampa, seguendo progetti fotografici e la completa
produzione di mostre.
Dal 2009 Andy ha iniziato una documentazione seriale degli abusi sui civili negli
stati del Caucaso in Ingushetia Checenya
e Daghestan.Nel 2010, collaborando con
Human Right Watch, documenta la crisi
etnica nel Kyrgyzstan del sud. Dal 2011
copre gli avvenimenti legati alla “Primavera Araba” in Tunisia e Libia. Dal 2008
incomincia una documentazione a 360°
sull’Italia, documentando il fenomeno
del velinismo nella TV commerciale italiana, i seminari e la vocazione dei giovani preti, la cronaca in Calabria. (fl)
Prospettive - Avviata la fase clou: parola a cittadini, associazioni e Ordini
Psc, lo “sconosciuto”
che cambierà Piacenza
Baracchi, presidente degli Architetti: “La nostra città sarà sempre più multietnica,
occorre un nuovo modello che metta al centro il cittadino con le sue esigenze”
“Se il Psc si basasse solamente sulla riqualificazione
urbana sarebbe una partita
persa in partenza”. Parola di
Giuseppe Baracchi presidente dell'Ordine degli Architetti di Piacenza. Il tema è
il piano strutturale comunale, meglio noto come Psc, forse per la gran parte dei cittadini solo una sigla in realtà
un documento fondamentale per lo sviluppo futuro della città. Pensare alla Piacenza dei prossimi dieci anni
sembra un compito estremamente astratto e poco concreto, ma le basi si devono
porre già ora. Dopo un percorso impegnativo e discusso si è giunti all'adozione.
Quella che si sta avviando è
la fase più importante, quella delle proposte operative,
quella nella quale a prendere la parola saranno cittadini, associazioni e ordini professionali. La fase in cui dare
corpo ad azioni concrete. Gli
architetti cercheranno di ritagliarsi un ruolo importante: “Riqualificare oggi – continua il presidente Baracchi
– ha un costo che le imprese
non riescono a sostenere. La
Riempire e rendere fruibile ciò che già esiste senza
pensare al nuovo favorendo i
cittadini con incentivi a livello centrale, sembra la ricetta per costruire il futuro
di Piacenza.
Il presidente degli architetti si spiega meglio: “Lo Stato
ad un nuovo modello che
metta al centro il cittadino
con le sue esigenze e le sue
necessità, attorno a questi elementi si devono progettare nuovi spazi e costruire il
futuro”.
Riempire i vuoti urbani, mirare al recupero di alcune a-
“Proporzionati agli standard abitativi,
i 5mila alloggi vuoti corrispondono
a circa 8mila persone mancanti”
sfida è intervenire sulla città
contemporanea, tanto per
intenderci quella zona che
comprende barriera Torino,
barriera Roma e la Galleana
dove esistono circa 5mila alloggi vuoti che proporzionati
agli standard abitativi attuali corrispondono a 8mila persone mancanti”. Baracchi
porta alcuni esempi: “Inter-
venti di riqualificazione come l'ex Acna o la Manifattura Tabacchi oggi sono al palo
perchè studiati con interventi e modalità non sostenibili, per contro in tempi non
sospetti zone come l'ex Unicem, viale Sant'Ambrogio
hanno messo in moto meccanismi virtuosi che hanno
portato a buoni risultati”.
dovrebbe creare incentivi,
leve di carattere fiscale per i
privati. Ad oggi le agevolazioni riguardano solo la ristrutturazione e la sostituzione delle caldaie, ma non
basta. Occorrono interventi
strutturali che diano la possibilità agli enti pubblici di
forzare la proprietà privata”.
Su cosa puntare allora? Baracchi non ha dubbi: “La nostra città, come gran parte di
quelle italiane ed europee,
sarà sempre più multietnica,
per questo occorre pensare
CantiAmo Piacenza live su Zerocinque23.tv,
successo per lo streaming dal Municipale
Il concerto Cantiamo Piacenza Live
è stato un successo. Un successo per
le 23 formazioni musicali che si sono
alternate sul palco del teatro Muncipale e un successo anche per la web tv
zerocinque23 che ha trasmesso in diretta streaming tutto l'evento.
Oltre tre 3 ore di spettacolo che ha avuto picchi di oltre 1250 contatti.
Questo grazie alle diverse professionalità di un team, zerocinque23 per lo
streaming e service Cravedi per le riprese, che ha saputo organizzarsi e lavorare insieme.
Un risultato che conferma l'impegno ad esserci sempre quando la città
chiama.
Il palco del teatro ha ospitato generi
ed espressioni musicali completa-
mente diverse tra loro che hanno proposto un assaggio della propria musica, li citiamo tutti 88Trash, Amperehead, Blugrana, Cani della Biscia,
Edoardo Cerea, Mattia Cigalini, Paolo Codognola, Alessandro Colpani,
Coro Besenzone, Coro Teatro Municipale, Flowers, I Misfatto, I Tasti Neri,
Jack Folla, Le sorelle Gilian, Giuseppe Libè, Link Quartet, New Sisters,
Silvio Piccioni, Maurizio Pitacco,
Paola Quagliata, Marco Ray Mazzoli,
Roverheart, Steams, Sugarpie & The
Candymen, Linda Sutti, Alessandro
Zanolini.
Per dare la possibilità a tutti ed in
qualsiasi momento di rivedere il concerto la redazione di zerocinque23 ha
creato una pagina dedicata all'indirizzo cantiamopiacenza.zero523.tv
sulla quale è visibile lo spettacolo e
l'intervista a Giovanni Castagnetti uno degli organizzatori dell'evento.
ree, riqualificare in parte ciò
che già esiste senza che questa sia l'attività principale,
sono le linee che impone il
nuovo Psc, senza dimenticare che lo sviluppo delle nostra città deve passare anche
attraverso il potenziamento
della linea ferroviaria.
L’assessore all’urbanistica
Silvio Bisotti ha annunciato
che a breve verrà presentato
il progetto di riqualificazione di Borgo Faxhall comprensivo dell’area da barriera Roma alla stazione grazie
alla recente concessione del
piano caricatore da partedel
Ministero della Difesa, che
avverrà entro l'estate. Con
questo intervento, nelle intenzioni dell'amministrazione, si darà una risposta all'annoso problema dell'autostazione degli autobus liberando così Piazza Cittadella. Non solo, l'intera area
verrà riqualificata anche dal
punto di vista commerciale
creando un passaggio obbligato nella vicina galleria. La
zona coinvolta da questo intervento strutturale è stata
oggetto di accesi dibattiti anche per quanto riguarda il tema della sicurezza urbana,
un intervento così invasivo
potrebbe, in parte, risolvere
o attenuare anche questa
problematica.
Nella foto sopra, masterplan
del Psc di Piacenza.
A lato, una casa vuota
Il servizio completo su
www.zerocinque23.tv
Croce Rossa di Piacenza,
nuova raccolta di viveri
Sabato 31 maggio 2014, per tutta la giornata, torna in campo la
Croce Rossa Italiana con "Metti un sorriso alla solidarietà", la
campagna nazionale di raccolta alimentare organizzata grazie all'iniziativa benefica del gruppo Selex. Nei supermercati Galassia
di Piacenza, Famila di Caorso e Ponte dell'Olio e Famila Superstore di Castel San Giovanni i volontari della Croce Rossa Italiana chiederanno di contribuire alla raccolta attraverso l'acquisto di beni di prima necessità da consegnare
all'uscita dai punti vendita,
nei sacchetti in precedenza
consegnati. I prodotti suggeriti da acquistare sono in
particolare quelli per l'infanzia, prodotti in scatola e
prodotti per l'igiene personale. La raccolta andrà a favore della distribuzione che Croce Rossa Italiana di Piacenza attua nelle sue Sedi alle famiglia in difficoltà. Nella precedente raccolta del 29 marzo 2014 una analoga iniziativa aveva avuto un ottimo esito con oltre 4 tonnellate di cibo raccolto. La campagna è
visibile anche sul sito www.donaconselex.it
Corriere Padano
6
Farmacie,
turni settimanali
FARMACIE DI SERVIZIO A PIACENZA
DAL 30.5.2014 AL 6.6.2014
TURNO DIURNO: dalle 8,30 alle 22
RASTELLI – Via E. Pavese, 23
SAN FRANCESCO – Via Sopramuro, 7
Avis,
i prelievi
Sabato 31 maggio:
Alseno;
Domenica 1 giugno:
Cadeo, Caorso,
Gossolengo, Pianello
Val Tidone.
TURNO NOTTURNO: dalle 22 alle 8,30
30.05 DR. AMBROGI – Stradone Farnese, 48
31.05 DR. LANERI – C.so V. Emanuele, 64/66
1°.06 CAMILLO CORVI – Via XX Settembre, 106
02.06 DANTE – Via Nasolini, 56
03.06 DR. CROCI – P.zza Cavalli, 29
04.06 DR. DALLAVALLE – Rotonda Viale Dante, 34
05.06 DR. BONORA – Via Genova, 20
06.06 DR. ANTONIO CORVI – Via XX Settembre, 65
E’ possibile accedere alle farmacie, in servizio di
turno, ricomprese nella ZTL, comunicando al
farmacista il numero di targa del proprio mezzo.
IL NUMERO 0523/330033 DA' INDICAZIONE DELLE
FARMACIE DI TURNO A PIACENZA E PROVINCIA
Mercati settimanali
Lunedì: Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, San Nicolò,
Castell’Arquato, Castelvetro
Martedì: Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio,
Pontenure, Travo, Vernasca
Mercoledì: Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone
Giovedì: Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola,
Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana,
Podenzano, Villanova
Venerdì: Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio,
Rivergaro, Roveleto
Sabato: Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, PC Besurica
Domenica: Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata,
Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano,
Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello,
Pontedellolio
29 maggio 2014
CITTÀ UTILE
Nuovo bando
Giovani
e Impresa
Con l'uscita del Bando si inaugura la seconda edizione
di Giovani & Idee di Impresa,
per la quale vengono stanziati
40.000 Euro a fondo perduto
destinati alle start up di impresa giovanili
Può partecipare chi ha un’età compresa tra i 18 e i 35 anni,
residente o domiciliato nel
Comune di Piacenza. Possono
concorrere sia singoli proponenti che gruppi di giovani
che condividano un progetto
imprenditoriale nei settori in
oggetto del Bando.
L'invio del business plan e
della domanda di partecipazione sarà telematico, la modulistica relativa deve essere
necessariamente compilata
digitalmente, firmata e inoltrata insieme agli allegati obbligatori (documento di identità in corso di validità, permesso di soggiorno se pertinente, curriculum vitae) all'indirizzo
[email protected] entro e non oltre le ore 12 del 20 giugno
2014.
Il business plan, la domanda
di partecipazione e il curriculum vitae di ogni propoponente vanno inviati esclusivamente in formato PDF mentre
il documento di identità e il
permesso di soggiorno vanno
allegati come file JPG o PDF.
In fondo alla pagina, oltre alla documentazione da produrre, è possibile scaricare anche
il Bando di concorso e le spese
ammissibili.
Sarà inoltre attivo uno sportello di orientamento e tutoraggio per supportare i giovani nella trasposizione della loro idea di impresa in un business plan presso:
Ufficio Politiche Giovanili in
viale Beverora 59 : giovedì
dalle 11 alle 13
Spazio 2 via XXIV Maggio
51,53: martedì dalle 18.30 alle
20.30
(contatto mail: [email protected])
Compleanno
per Coopselios
Il Centro socio riabilitativo diurno di Cadeo festeggia
25 anni: il 30 maggio giornata per conoscerne l’attività
Venerdì 30 maggio alle ore 11,30, il Centro Socio
Riabilitativo Diurno di Cadeo – Coopselios festeggia insieme alla comunità i 25 anni di attività
sul territorio.
Una giornata pensata per far conoscere l'attività e la storia del Centro (in alto una foto delle origini); nato come progetto di formazione e lavoro
all'interno di una struttura di proprietà del Comune di Cadeo il 15 maggio 1989, oggi rappresenta un punto di riferimento per il territorio in termini di integrazione sociale e riabilitazione. Nel
corso della mattinata di venerdì, sono previsti interventi delle autorità, a partire dal Sindaco di
Cadeo Marco Bricconi, della Responsabile del
Servizio Sociale del Distretto di Levante, dottoressa Natalia Gallini, della Direttrice Area Piacenza e Parma di Coopselios, dottoressa Ester
Schiaffonati. All'evento, a cui gli organi di stampa sono vivamente invitati a partecipare, interverranno anche le famiglie degli ospiti del Centro, i volontari, le associazioni che hanno collaborato e lavorato con la struttura in questi anni, gli
enti del territorio e le strutture Coopselios. Prima del rinfresco, si potrà assistere al saggio di
danza sportiva degli ospiti del Centro, guidati da
Marta Consonni del Comitato Paralimpico Italiano.
La storia
Il centro è nato il 15 maggio 1989 come laboratorio di lavanderia e guardaroba su un progetto di
formazione e lavoro e all’interno di una struttura
di proprietà del Comune di Cadeo.
Promotore e gestore del progetto è stato il Servizio Sociale del Distretto di Levante che a seguito del conferimento di delega da parte dei Comuni gestisce le funzioni di assistenza sociale a favore dei disabili del territorio. In questi anni si è
sempre occupata dell’inserimento degli ospiti,
della gestione dei progetti, del rapporto con le famiglie, dando in appalto il Centro alla Cooperativa piacentina Coopse, diventata poi negli anni
Coopselios. Erano presenti 4 ospiti diversamente abili seguiti da un’educatrice (Monica Vezzulli) e da una figura professionale (Enza Traviglia)
che fungeva da docente. Il centro svolgeva attività di lavanderia principalmente per gli asili locali
di Roveleto di Cadeo e Fiorenzuola e per gli anziani che usufruivano del servizio di Assistenza
Domiciliare. Al suo interno si svolgevano inoltre
attività di piccola sartoria e guardaroba, riordino
e pulizia degli alloggi, attività didattiche e grafico espressive nonché attività più ricreative come
uscite esterne e gite di gruppo.
Successivamente, a metà degli anni ’90 il laboratorio, per rispondere ai cambiamenti e ai nuovi
bisogni che emergevano dal territorio, è diventato Centro Socio Riabilitativo Diurno aumentando il numero degli ospiti e mantenendo la lavanderia come principale e peculiare attività occupazionale del Centro.
Perché la lavanderia per un Centro Socio- Riabilitativo Diurno?
L’attività di lavanderia, mantiene e potenzia le
autonomie, le capacità pratiche e le risorse residue attraverso lo svolgimento e la successione di
attività coordinate e processi definiti. È un’attività qualificante per gli ospiti che li stimola ad un
apprendimento semplice di un processo lavorativo che si svolge e si deve realizzare in squadra.
Quali attività svolte nel concreto?
Ogni operazione svolta ha una valenza educativa e riabilitativa: comporta attenzione, cura dei
panni e dei processi svolti, responsabilità e lavoro di gruppo; per questo gli ospiti della struttura
sono seguiti, accompagnati e stimolati dalle operatrici in ogni fase della lavanderia e nello specifico: raccolta panni sporchi; separazione panni;
carico della lavatrice e scelta del detersivo; scarico e carico dell’essicatoio; scelta dei panni, riordino e separazione; stiratura dei panni; piegatura dei panni.
Oggi
Attualmente il Centro è frequentato da 8 ospiti
affetti da patologie medio-gravi che trascorrono
la loro giornata affiancando al lavoro di lavanderia tante altre attività con finalità socio-educativa e riabilitativa: attività di fisioterapia, attività
di musicoterapia, attività di danza sportiva, attività sportiva di nuoto, attività didattiche personalizzate, attività di orticoltura, attività informatizzate, attività ludico-ricreative, attività di cucina, nonché tutte le attività che fanno parte della
quotidianità: aiuto domestico (apparecchio e
sparecchio tavola, pulizie, riordino dei locali).
La tipologia delle attività e il lavoro svolto dagli
operatori ha permesso che nel corso di questi 25
anni gradualmente il Centro si aprisse al territorio creando importanti relazioni e collaborazioni
con gli enti locali:
- La parrocchia, con il quale periodicamente si
organizzano incontri
- La squadra sportiva di calcio, per il quale vene
mantenuto il lavoro di lavanderia di divise e panni;
- Le associazioni locali come la Pro loco, l’Aido,
l’Avis, Circolo Bykers Roveleto, Gruppo Volontari Aiutiamoci Insieme, Avtc Associazione Volontari Trasporto Cadeo, Foto Arte Vita Cadeo.
- Le altre strutture territoriali come il centro
diurno per anziani di Roveleto di Cadeo.
Alcuni di questi enti hanno fatto importanti donazioni al Centro, permettendo agli ospiti di poter usufruire di strumenti per lo svolgimento delle attività. Fondamentale inoltre è stato il sostegno del Comune di Cadeo, che ha sempre agito di
fronte alle esigenze del Centro, supportandolo e
rispondendo dove possibile alle necessità.
Il Centro Socio Riabilitativo Diurno Cadeo ringrazia i commercianti locali che hanno contribuito ai festeggiamenti per i suoi 25 anni: Antichi sapori; Myosotis fiori; Orto Sotto Casa di Mattia; Ortofrutta Mezzadri; Panificio “Il piccolo forno” di
Moriseni; Panificio Fulgoni; Pasticceria “DolcEamaro”; Pasticceria Gelateria “La tana dei golosi” (supermercato Coop di Roveleto di Cadeo).
29 maggio 2014
Corriere Padano
7
SPORT
Vittorino da Feltre in azzurro con Ruggi, Bricchi e Carini
I tre piacentini sono stati convocati con la rappresentativa giovanile italiana per partecipare al prossimo Cinque Nazioni a Mosca
Il nuoto giovanile piacentino si tinge ancora una volta d'azzurro. I due portacolori della Vittorino da Feltre Leonardo Bricchi (categoria Ragazzi) e Alessia Ruggi (Juniores)
ed il giovane nuotatore Giacomo Carini (Juniores), tesserato Rane Rosse ma allenato
dallo staff tecnico biancorosso guidato da
Gianni Ponzanibbio (con loro nella foto), sono
stati convocati con la Nazionale giovanile italiana per partecipare al Cinque Nazioni.
Si tratta di un importante Meeting Internazionale organizzato dalla Federnuoto russa
e che vedrà in gara, oltra all'Italia e ai padroni di casa, anche atleti di Spagna, Ungheria
e Ucraina. Bricchi, Ruggi e Carini sono stati
convocati dal responsabile tecnico delle
squadre giovanili italiane di nuoto Walter
Bolognani, che già in passato aveva dimostrato attenzione ed interesse per questi autentici talenti del nuoto giovanile piacentino; per Ruggi e Carini si tratta, infatti, della
quarta convocazione azzurra mentre Leonardo Bricchi è al suo esordio.
Già decise anche le gare in cui verranno
schierati i tre campioni piacentini: Alessia
Due ‘quindici’ super,
il rugby è da applausi
Il Piacenza Rugby torna in Serie A, i Lyons si giocano l’accesso
all’Eccellenza - il massimo campionato nazionale - contro L’Aquila
ANDREA DOSSENA
Una promozione certa e una
ancora possibile, benchè difficilissima da acciuffare: annata
davvero speciale per le due
squadre storiche del rugby piacentino, Lyons Piacenza (foto a
lato) e Piacenza Rugby (foto al
centro).
I bianconeri si giocheranno la
finale del campionato italiano
di Serie A (la seconda serie più
importante dopo l’Eccellenza)
contro L’Aquila Rugby 1936
nella partita decisiva di sabato
31 maggio allo stadio XXV Aprile di Parma.
Il traguardo, già di per sè
straordinario, è arrivato grazie
al passaggio del turno di semifinale conquistato per differenza
punti globale contro Recco: il
15 di Rolleston e Baracchi ha così vissuto il momento più esaltante di una stagione che proprio nelle sfide decisive ha regalato al team piacentino soddisfazioni ed emozioni d’altri
tempi.
Inutile nascondere che L’Aquila, che ha battuto due volte i
piacentini negli scontri diretti
di questa stagione, parte netta-
mente favorita, ma in una partita secca tutto può succedere e
comunque per i bianconeri sarà
un’annata da ricordare.
Certi del ritorno in Serie A, do-
po due anni di Serie B, sono invece i ragazzi di coach Pagani: al
culmine di una cavalcata spettacolare, hanno conquistato i
cinque punti mancanti per la
promozione con il 33-18 ai danni
del Gruppo Padana Paese.
Dopo tante sofferenze, per il
Piacenza Rugby, ci può stare
anche una gioia incontenibile.
Nino Bixio, canottieri impegnati su più fronti:
le medaglie arrivano dagli studenti universitari
Canottieri della Nino Bixio (nella foto, la
sede)impegnati su più fronti: da una parte
i più giovani a Gavirate (Varese) al Meeting Nazionale riservato alle categorie allievi e cadetti (11-14 anni), dall’altra gli
studenti universitari ai Campionati Nazionali all'Idroscalo di Milano.
Tra i secondi, Federico Fontana e Tommaso Rossi hanno portato alla società piacentina ben quattro medaglie. Federico,
studente di Ingegneria biomedica di Milano, ha ottenuto tre argenti (più un quarto posto) con i colori del Cus Milano: il primo nel quattro 500 metri, il secondo nell'otto staffetta 500 metri e il terzo nel
quattro senza 2000 metri, per chiudere
con il quarto posto in doppio pesi leggeri.
Tommaso, studente della facoltà di Medicina e Chirurgia di Parma nonché unico
rappresentante del Cus Parma per il settore canottaggio, si è tolto la soddisfazione di portare al proprio ateneo la prima
storica medaglia proveniente da questo
sport nella regata senza dubbio più difficile e competitiva della manifestazione, il
singolo 500 metri.
A Gavirate i giovanissimi Michele Cigni
e Matilde Bruschi, entrambi della categoria cadetti (14 anni) hanno invece sfiorato il podio: per il primo due quarti posti
nelle specialità del 7,20 e del singolo, per
la seconda il quinto posto nel doppio cadette.
Andrea Dossena
Ruggi gareggerà nei 50, 100 e 200 stile libero
e, probabilmente, anche nella staffetta 4 x
100 stile libero, Leonardo Bricchi scenderà
in vasca nei 50 e 100 stile libero mentre Carini sarà ai blocchi di partenza nei 100 e 200
delfino, nei 200 misti e probabilmente anche nella 4 x 100 misti. Teatro della manifestazione sarà la piscina Olimpijski, la stessa
che nel 1980 ospitò le Olimpiadi di Mosca.
L'Italia sarà rappresentata al Cinque Nazioni da quaranta atleti (venti maschi e venti
femmine) compresi tra i tredici e i diciotto
anni, selezionati tra tutte le società del nostro Paese.
“Avere nella Nazionale giovanile di nuoto
tre atleti piacentini su quaranta selezionati
in tutta Italia – ha sottolineato Ponzanibbio
– credo sia un vanto ma anche un orgoglio
per tutto lo sport biancorosso. Questa convocazione rappresenta il meritato premio per
gli eccellenti risultati conseguiti da questi
straordinari atleti, e al tempo stesso anche
una gratificazione per il lavoro che quotidianamente viene svolto da tutto lo staff tecnico della Vittorino da Feltre”. (dox)
Corriere Padano
29 maggio 2014
8
CHI CERCA TROVA
I TUOI ANNUNCI
COLLEZIONISMO
Collezionismo: Macchine fotografiche
varie, da collezione, vendo tel. 339
4714039
ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI
“Billabong” originali n. 2 costumi/bermuda, come nuovi, tel. 339.4714039 foto anche via mail
“Classic Camera” riviste collezione dal
n. 1 al n. 39, perfette, vendo. Tel.
339-4714039
Giaccone-giubbotto nero, con imbottitura staccabile, esterno impermeabile,
come nuovo euro 15 tel. 339 4714039
Macchina da scrivere d’epoca Antares
Capri originale con custodia in pelle portatile vendo a euro 150,00, per informazioni 329.7476668 [email protected]
Portachiavi e fermasoldi in argento 925
con stemma, euro 55 vendib. anche separatam. tel 339-4714039
ARREDAMENTO E COMPLEMENTI
Porta, mis. 80 x 210, con doppia serratura, liscia, tinta noce, vendo a euro 40, tel.
339-4714039
Tavoli e scrivanieda ufficio e direzionali
da 100 a 400 euro. Informazioni al n.
329.7476668
Vendesi ventilatori a euro 10 cad., colore bianco, seminuovi, per informazioni
329.7476668 o [email protected]
Vendesi cancello antico in ferro fatto a
mano con elementi di pregio color grigio Euro 4800,00. Per informazioni
3297476668 [email protected]
ELETTRONICA ED INFORMATICA
Play Station, volante a controllo digitale analogico, con pedali, vendo. Tel.
339- 4714039
Sony, macchina fotografica 7mpxl
schermo 2,3pollici quasi nuova euro
70.00. Tel. 329.74.76.668
I phone 3GS 16 GB vendo a 135 euro, ottimo stato, bianco, perfettamente funzionante. Tel. 329.74.76.668
VARIE
Bici da corsaLee Cougan xxl bianca e nera Euro 690,00. Tel. 329.74.76.668 [email protected] mailto: [email protected]
Bici mountain bike Euro 110,00. Tel.
329.74.76.668 [email protected]
Mountain bikeMerida full carbon, cambio xt e xtr euro 690.00. Tel.
329.74.76.668 [email protected]
+ cantina, garage. Cell. 338-2247506
Pontenure centro vendo in palazzina libera su quattro lati appartamento al 1°
e ultimo piano mq. 100 + mansarda stessa metratura, garage, cantina. Prezzo
affare. Tel. 338.2247506
Vendo bici da bambino 4-8 anni, ottimo
stato, bellissima, con marce, mtb, euro
96,50. Tel. 329.74.76.668 [email protected]
Affittasi o vendesi ufficio a Piacenza, in
zona Le Mose, di 200 mq. ottime finiture. Tel. 338.9005270
AFFITTO E VENDITA
LAVORO
Gropparello, vendo casa bifamigliare
indipendente con ampia veranda. Tel.
338.6823379
Pontenure zona comune vendo in palazzina singola appartamento mq. 100
Signora italiana 50 enne di ottima presenza e cultura, amante degli animali,
max serietà, offresi per assistenzaa persone anziane autosufficienti,dama di
compagnia, lavori domestici. Solo famiglie referenziate. Tel. 339.1345326
Avviso ai lettori
Ricordiamo che per il servizio di pubblicazione degli
annunci la redazione non riceve alcun compenso
sulle transazioni commerciali, non effettua vendite
dirette, non è responsabile per la qualità, la
provenienza o la veridicità delle inserzioni né
dell'esito della transazione oggetto dell'inserzione
stessa. Le richieste di inserzioni sono espressamente
subordinate al consenso dell'Editore alla
pubblicazione ed alla disponibilità di spazi La
Direzione pertanto si riserva il diritto di modificare
rispettando il messaggio, rifiutare o sospendere una
inserzione a proprio insindacabile giudizio, nonché
di effettuare dei controlli sull'inserzionista. L'editore
non risponde per eventuali ritardi rispetto alla data
indicata dall'inserzionista, o perdite causate dalla
non pubblicazione dell'inserzione per qualunque
motivo e non è responsabile per eventuali errori di
stampa. Gli inserzionisti sono responsabili di quanto
indicato nella richiesta di inserzione e sono obbligati
a risarcire all'editore ogni pregiudizio, di qualsiasi
tipo, eventualmente da esso sopportata in relazione
all’inserzione commissionata ed al suo contenuto.
COME TRASMETTERE
L’ANNUNCIO
GRATUITO
Compila in
stampatello la cedola
pubblicata a fianco
e spediscila a:
CORRIERE PADANO
VIA XXIV MAGGIO, 4
29122 PIACENZA
Oppure trasmettila
via fax al numero:
0523 754369
Inoltre è possibile
inviare una e-mail
all’indirizzo:
[email protected]
Paghe, amministrazione del personale,
legislazione del lavoro , sgravi contributivi offresi tel. 334.1676465
Manutenzione serramenti, porte, specchi rotti, sistemazioni, piccoli lavori di
muratura, cartongessi 36 euro ora; per
informazioni 3297476668 [email protected]
AUTO E MOTO
Ricambi e accessori vari auto d’epoca e
vintage, vendo, tel. 339-4714039
Lambretta Pathos 125, ancora in rodaggio 100 km, anno 2010, causa errato acquisto vendo a 840 euro, regalo bauletto; tel. 329.7476668 [email protected]
29 maggio 2014
Corriere Padano
EVENTI
Elvis Fan Club, al Palabanca il 31 l’attrice Suzanna Leigh e il pianista Glenn Dee Hardin
MUSICA
Gaia Galizia, da X Factor con Mika alla Festa del rugby: sul palco una carica di energia
9
Spazio 4, per l’estate
una scorpacciata
di musica e feste
PIETRO CORVI
La riapertura estiva dello Spazio4 è tra i momenti più attesi dell'estate piacentina e anche
quest'anno, per tutto il mese di giugno e di luglio, nel prato del centro aggregativo di via
Manzoni si farà una gran scorpacciata di concerti, party e dj-set, con un'infilata di gruppi e
musici piacentini, dall'Italia e dal mondo, messa a punto da 29Cento Factory in collaborazione con altre associazioni e realtà del territorio.
Si parte forte, sabato 31 maggio. Inaugurazione affidata al terzo "Party McFly". Danze e su-
dore con 5 rodati dj-set a rotazione no-stop: Molecola (anni 70), Savannah ('80), KurtaRally
('90), Blackat Crew (2000) e Tramadrops
(2010). Domenica 1, Desert Fox Night curata
dall'omonima etichetta e confraternita piacentina. Sarà una serata a tutto stoner, desert e
space-rock: sul palco, da non perdere, i Sende-
lica, dal Galles, e i cremonesi Red Sun. Il 4, per
il primo dei 4 consueti mercoledì di anteprima
del Festival Beat (ai primi di luglio, a Salso, la
22° edizione), largo allo swing'n'roll d'antan
della nostrana big band Justine Jive & The Jitterguys; ai giradischi, l'immancabile Gianni
Fuso Nerini.
Corriere Padano
10
MUSICA
VIVIPIACENZA
29 maggio 2014
ANTEPRIMA
Ritmo, parole, operetta e sushi:
‘Musica diffusa’ a Banda Larga
PIETRO CORVI
Elvis Presley, il Re
”torna” al Palabanca
"Apocalyptic show", così si intitola l'evento
internazionale organizzato quest'anno dall'instancabile Elvis Fan Club di Piacenza sabato 31
al Palabanca. Dagli USA, due ospiti d'onore: la
celebre attrice Suzanna Leigh - un gradito ritorno - e il grande pianista texano Glenn Dee Hardin. Oltre a Presley, ha suonato con gente come
Johnny Cash, Dean Martin, Nancy Sinatra, Elvis Costello.... Sarà un'ora e mezza di concerto
semplicemente emozionante. Ma ci saranno anche il Corpo Bandistico La Magiostrina con le
sue majorette, la danzatrice Rossella Guarnieri
e il suo staff, i premiati ballerini Roberto Albasi
e Tiziana Gregori, Luca Olivieri e la sua band, i
Boppin' Shoes, la JFM Band, il concorso fra sosia di Presley, stand di dischi, gadget, memorabilia e molto altro. Info sul sito www.elvis-pcevents.it.
‘Terra’, l’elettronica
si fa immaginifica
GIOVEDI 29 - SOUND BONICO - Apertura straordinaria del live club di San
Bonico per il release party di "Terra", il
nuovo album di Cubedivision, progetto solista del dj e producer piacentino Max Araldi
(DaBass Crew). Elettronica, dubstep e am-
Dalla penna disallineata di Paolo Nori al cinema di Miyazaki, dalla pizzica all'operetta.
Domenica 1° giugno al delizioso Teatro Serra,
nel Parco Raggio di Pontenure, si apre una
settimana ricca di eventi e iniziative culturali
accompagnate da cibi, vini e bevande di pregio, musica e letteratura di qualità. 7 appuntamenti diversi e sempre ricercati. È il momento di Associazione Banda Larga e della 2°
edizione del suo festival "Musica Diffusa". Il
1° si partirà alle 17 con lo swing della Banda Isacco. Poi, jazz con il "Nicolini", mostra di bici
storiche a cura di VeloLento, alle 20.30 lo
scrittore Nori con il monologo "La Svizzera" e
a seguire danze emiliane con il delizioso settimino L'Usignolo. Il 2 si ballerà ancora con il
Balfolk dei Todze'n e le pizziche e tarante dei
Domo Emigrantes (nella foto). Mercoledì 3,
"La serra incatata", serata di proiezioni e musica dedicata a Miyazaki accompagnate da sapienti abbinamenti di champagne e sushi.
Giovedì 5, l'operetta "La Dirindina" di Scarlatti con il "Nicolini", Manicomics e musicisti
di alto livello. Visitate il sito www.blpc.it e lasciatevi tentare: se cercate una serata diversa
è il posto che fa per voi.
Fest": la crew ed etichetta discografica sanrocchina Night of the Vinyl Dead all'Arci
live club di San Bonico schiera sul palco una
preziosa triade di gruppi rigorosamente
metal, come è nel suo stile, all'insegna di un
power-prog con sfumature sleaze. Suoneranno DGM, Hungryheart e la storica formazione piacentina Dark Horizon.
Fratelli Tarzanelli,
si danza folk
VENERDI 30 - AMICI DEL PO - Al circolo
Arci di Monticelli sul Grande Fiume ritorna
una serata danzante Balfolk. Stavolta, dalle
21.30, è il turno dei Fratelli Tarzanelli. Poco
da dire. Arrivano dal Belgio, si chiamano
Baltazar Montanaro e Pablo Godler e sono
un violino e una fisarmonica pronti a infuocare gli animi e le gambe con i ritmi
immortali della tradizione da ballo di tutto
il mondo.
bient suonate "live" dai viraggi oscuri e di
grande potenza immaginifica. A completare una serata dedicata alle basse frequenze e alla sperimentazione, il dj-set
dello storico sodale Emilio Solenghi della
DaBass Crew e il live-set "noise" del duo
NeRumore in apertura.
Cignatta e Colpani,
quando la canzone conta
VENERDI 30 - SOUND BONICO - Dopo il
successo dell'anno scorso, ritorna la "Night
VENERDI 30 - LYONS - Al via uno degli
appuntamenti più attesi in assoluto dell'anno per quanto riguarda la movida piacentina. La festa dei Rugby Lyons al campo
di via Boselli, a tutti gli effetti la festa della
birra cittadina, parte sulle note dei Rad1,
cover band rock, hard-rock, metal e crossover a 360 gradi che non ha certo bisogno
di presentazioni, ma solo di farsi "pogare"
con le corna al cielo.
prima dell'uscita dell'omonimo album, in
estate, su etichetta Cam Jazz. Con lui, Gianluca Di Ienno al pianoforte e Nicola Angelucci alla batteria.
Enzo Frassi,
il jazz di caratura
Marco ‘Ray’ Mazzoli,
assaggi del nuovo cd
VENERDI 30 - TUXEDO - Ritorna il pianista e cantante piacentino Marco "Ray"
Mazzoli e lo fa sull'amato palchetto del
Tuxedo di via Colombo. Tra gli amici, tra le
orecchie attente dei seguaci. Sì, perché alle
21.30 si esibirà in solo, al piano e alla voce,
per anticipare i brani del nuovo CD allo
studio. Durante e al termine del concerto,
GIOVEDI 29 - MELVILLE - “Qualche
specie di canzone”, una serata all’insegna
della musica d’autore italiana. Alle 22, sul
palco del caffè letterario di San Nicolò, tra
chitarre, voci, ukulele, percussioni e armonica, ecco il concerto di Davide e Paolo
Cignatta e Alessandro Colpani. Dai grandi
maestri (DeGregori, DeAndré, Battiato,
Guccini, Dalla...) a Gazzè alle canzoni originali di Cignatta e Colpani passando per
Young e Cash.
Voglia di metal?
C’è la Night Fest
Festa del rugby,
divertimento totale
Black Gremlin,
debutto potente
SABATO 31 - SOUND BONICO - Festa di
chiusura della prima stagione all'Arci live
club di San Bonico. Dopo circa 150 concerti e
dj-set, l'arrivederci a settembre inizia presto
(dalle 19 con happy hour e ingresso libero)
ed è destinato a finire insieme ai fusti della
birra. In console, i milanesi Soul Finger con
una valigia di vinili rock'n'roll, soul e funk.
Sul palco alle 21.30, da Parma, i tostissimi
Black Gremlin con il rilascio ufficiale del loro
potente album di debutto, Raw'n'Roll.
Mattia Cigalini
presenta ‘Astrea’
spazio a una jam session a ruota libera per
non far mancare proprio niente alla sua
festa di compleanno.
SABATO 31 - MILESTONE - Ultima serata d'autore della stagione, al jazz club di
via Emilia Parmense, prima della tornata
finale di saggi degli allievi della scuola di
musica. Alle 21.15 il palco sarà tutto per il
nostro beniamino del sax, Mattia Cigalini, in
trio per presentare il suo nuovo inedito
progetto "Astrea", in anteprima assoluta
SABATO 31 - AMICI DEL PO - Serata jazz
di caratura, all'Arci di Monticelli. Alle 21.30,
presentazione dell'album "Orizzonte degli
eventi" di Enzo Frassi, pregiato contrabbassista ormai di casa al circolo affacciato
sul Po. Con lui sul palco, un trio di alto
valore: Marco Brioschi alla tromba, Germano Zenga al sax tenore e Paolo Mozzoni
alla batteria.
Antani Project,
sarabanda di cover
SABATO 31 - LYONS - Al campo di via
Rigolli la festa dei Rugby Lyons continua tra
29 maggio 2014
Tempo di saggi,
apre ‘La Stanza di Danza’
birra e griglie fumanti con le cover ad ampio
raggio degli Antani Project, gruppone con
fiati ed elettronica che mescola ska, punk,
rock ed evergreen della musica pop, una
ricetta stilisticamente speziata e inconfondibile.
Transit VPS, ancora insieme
per una notte
Gaia Galizia, da X Factor
a tutta forza
DOMENICA 1 GIUGNO - TEATRO MUNICIPALE - Apertura straordinaria della
sala per l'ultima "Ricorrenza in musica"
della stagione concertistica. Alle 21, palco
all'Orchestra Filarmonica Italiana in occasione delle Festa della Repubblica. L'ensemble, diretto da Carla Delfrate, suonerà
musiche di Beethoven, Mozart e Rossini.
Misfatto e Beatles,
la strana coppia
‘La gente che sta bene’
di Patierno al Jolly
Della Svizzera
ingolosisce anche il jazz
Teatro a domicilio
con Samantha Oldani
MERCOLEDI 4 GIUGNO - AMICI DEL
PO - È di scena il jazz internazionale. Al
circolo Arci di Monticelli, come sempre alle
21.30, approda un trio italo-svizzero per
presentare il nuovo cd "Norsten". Sul palco,
Franz Hellmuller alla chitarra, Stefano Risso
al contrabbasso e Marco Zanoli alla batteria.
VENERDI 30 - APPARTAMENTO PRIVATO - Terzo e ultimo appuntamento con
"Home Made", rassegna di teatro d'appartamento targata Manicomics. Protagonista sarà Samantha Oldani con la pièce
originale "Più di ieri, meno di domani":
ispirata a vicende vere, la storia tragico-grottesca di una donna che vive una
quotidianità fatta di spese, appuntamenti,
schiaffi e letti da rifare. Ospiti, il violinista
Gian Andrea Guerra e la dott.ssa Enrica
Bianchi. Inizio spettacolo alle 21, ritrovo alle
20.45. L'indirizzo della casa ospite sarà comunicato agli spettatori prenotati ai numeri 3484535270 o3803061872.
Nagual, cavalcata rock
dal progressive al grunge
MERCOLEDI 4 GIUGNO - MELVILLE Serata a tutto progressive-rock anni '70. In
scena, i Nagual, dalle ore 22. Piacentini,
attivi dal 2007, alternano in scaletta brani
originali con grandi classici di Led Zeppelin,
Whitesnake, Black Sabbath, Deep Purple,
Soundgarden, Temple of the Dog, Audioslave con puntate nel rock-blues dei '70 e
nel grunge dei '90.
TEATRO
DOMENICA 1 GIUGNO - LYONS - Spazio
alla musica di casa nostra alla festa del
rugby in via Rigolli. Sul palco, in apertura di
serata, la storica rock band piacentina Misfatto con i brani del nuovissimo album
"Heleonor & Rosencruz". A seguire, il tributo ai Beatles degli scoppiettanti Shout.
Pre-Visioni, Boccaccio
con gli studenti del Gioia
VENERDI 30 - TEATRO GIOIA - "Pre-Visioni", scocca l'ora di Boccaccio. Al teatro di
via Melchiorre, ore 20.30, nuovo appuntamento con la rassegna conclusiva di Teatro Gioco Vita. Tocca all'esito del laboratorio teatrale curato dal regista, attore e
formatore Nicola Cavallari con i ragazzi
della 3° scientifico A del Liceo "Gioia". In
scena, "Decamerone - 10 corti teatrali e un
epilogo", una creazione collettiva dallo stile
asciutto, essenziale, frizzante e divertente.
Un violoncello
per viaggiare
DOMENICA 1 GIUGNO - SAN CRISTOFORO - All'oratorio di via Genocchi, ore
17.30 per il Bibiena Art Festival del Gruppo
Ciampi, suona stavolta Gioele Gusberti, al
cello. "Souvenir di viaggio di un violoncellista nelle terre del Ducato Estense",
titolo suggestivo per un concerto che passerà in rassegna composizioni di Gabrielli,
Galli, Vitali, Degli Antoni.
‘Click Variabile’,
debutto da seguire
Cala il sipario sulla prima edizione della rassegna di danza contemporanea "In-Sincronia",
curata al Teatro Trieste 34 da Claudia Passaro e
Ottavia Marenghi. Sabato 31, ore 21, quarto e
ultimo appuntamento con il debutto del gruppo
piacentino "Individuo Dance Company", nato
da una idea del ballerino Karoly Paul, dal bisogno di aderire al contesto sociale raccontando
nuovi linguaggi e strutture stilistiche. Sarà presentata la prima produzione "Click Variabile",
la ricerca personale dell'artista che mette in discussione le certezze che regolano la quotidianità. Il coreografo si interroga sulla variabilità
degli eventi che ci circondano. Dubita dell'illusione del tempo in cui ci troviamo. Perché ogni
istante in cui ci troviamo è come un click e senza
che ce ne accorgiamo si è già trasformato in
qualcos'altro.
CINEMA
GIOVEDI 29 - TEATRO FILODRAMMATICI - Tempo di saggi, a dare il via è La
Stanza di Danza. La scuola di Borgotrebbia
diretta da Simona De Paola porta in scena
alle 20 lo spettacolo "Etude 2014", in due
parti, dedicato esclusivamente agli allievi di
Danza Classica. Una serata ricca in cui oltre
che danzare gli allievi saranno presentatori
e macchinisti, presenteranno esercizi tecnici
e un repertorio di coreografie di grandi
maestri e di materie complementari tra
musica riprodotta, musica dal vivo e altre
sorprese.
LUNEDI 2 GIUGNO - LYONS - Lei è stata
l'ultima eliminata ad X-Factor 7. E' Gaia
Galizia, classe 1992, occhi verdi, taglio corto
e voce da vendere. I suoi primi brani li ha
scritti a 13 anni, buttando fuori rabbia, le
frustrazioni dell'incomprensione, la paura
dell'insuccesso. Alla tatuatissima fanciulla
della scuderia di Mika le cose non stanno
andando male ma siamo sicuri che il suo
concerto sarà tutt'altro che posato.
Festa della Repubblica,
celebrazioni in musica
11
ANTEPRIMA
A CURA DI PIETRO CORVI
SABATO 31 - MELVILLE - Appuntamento di rigore con un pezzo di storia del
rock piacentino. Dopo la reunion dello scorso anno, riecco, per una sera, i Transit VPS, di
nuovo insieme sul palco del caffè letterario
di San Nicolò dalle ore 22 per una scorpacciata di crossover e hard-rock fuori dal
tempo.
Corriere Padano
VIVIPIACENZA
50+1, I Mole People
al Teatro Serra
SABATO 31 - TEATRO SERRA - Ultimo
episodio del festival "50+1" al Teatro Serra
di Pontenure, Parco Raggio. Alle 21, palco a
"I Mole People", misteriosa band amata
dagli intenditori dell'indie-rock. Un acoustic
duo di stampo retrò. Uno sa suonare, l'altro
no. Sono il misterioso progetto del genovese GTC - Gruppo di Teatro Campestre,
già rimbalzato dal Teatro della Tosse di
Genova al Next Generation Festival di Padova. Al termine, dj-set di congedo con
Santa Fabbrica e Filippo Losi Lab. Prenotazione obbligatoria: 339.6634890
Tratto dal romanzo di Federico Baccomo, è
l'ultimo film di Franceso Patierno, "La gente
che sta bene", a inaugurare martedì 3 alle
21.30 al cinema Jolly di San Nicolò la nuova
edizione della consueta rassegna antologica
"Accadde Domani - 2014, un anno di cinema
italiano".
La storia ruota attorno all’avvocato Umberto Dorloni, uno che ce l’ha fatta e ormai non
guarda più in faccia a nessuno. Per lui crisi,
tasse e precarietà sono solo un altro titolo di
giornale. Quello che conta sono i ricevimenti,
le interviste, il successo ad ogni costo. Ad un
passo dal trionfo quel mondo così perfetto inizia a sgretolarsi ma il nostro avvocato ingaggerà una lotta sempre più frenetica sull'orlo del precipizio, in una spirale tragicomica, per riconquistare il suo posto sulla vetta.
Corriere Padano
12
29 maggio 2014
TEMPO LIBERO
A TAVOLA
Festival dei Gufi a Grazzano Visconti,
tre giorni di passione rapace
Dal 31 maggio al 2 giugno Grazzano Visconti ospiterà il Festival dei Gufi, la manifestazione dedicata al mondo dei rapaci
notturni organizzata da Noctua. Durante
la tre giorni sarà possibile conoscere da vicino questi splendidi animali e altri volatili attraverso mostre d’arte e di fotografia, laboratori didattici e giochi per bambini, documentari e workshop con esperti, che avvicineranno il pubblico al fantastico mondo dei gufi e dei rapaci. Sarà anche possibile osservare dal vivo rari esemplari che saranno ospitati in grandi voliere realizzate all'interno del parco; alcuni
verranno liberati durante la manifestazione, grazie alla partnership con Parcobaleno (centro di educazione ambientale
che si occupa esemplari di fauna selvatica
protetta). Non mancherà il consueto Gufo
Shop, il mercatino artigiano con circa un
centinaio di collezionisti provenienti da
tutta Italia (e dall'estero) che operano
nella realizzazione di gufi e civette portafortuna e altre creazioni a tema.
Artisti e pittori esporranno poi le loro opere all’interno del cortile del Castello,
nel Portico nobile (per l'occasione aperto
al pubblico). Sarà possibile ammirare inoltre le foto della mostra “Strigiformes”
sui rapaci notturni e della personale “ Il
Gufo delle Nevi” del fotografo Fabrizio
Moglia. Tra le iniziative anche il Concorso
di Body Art e Facepainting.
L’ingresso al Borgo di Grazzano Visconti
durante la tre giorni del Festival sarà a pagamento: il biglietto di ingresso potrà essere acquistato presso le 2 casse (collocate ai due ingressi al Borgo), oppure on line
su TicketOne.
Il biglietto comprende anche l’ingresso
al Parco del Castello dove si svolgeranno
le mostre, i laboratori e gli eventi. Orari e
costi: sabato 31 maggio dalle ore 10:00 alle
ore 23:00; domenica 1 giugno dalle ore
10:00 alle ore 23:00; lunedì 2 giugno dalle
ore 10:00 alle ore 19:00. Biglietto d’ingresso per un giorno: 8,50 euro (ridotto 7 eu-
ro); 3 euro per bambini dai 6 ai 14 anni ;
6,50 euro per gruppi (oltre 25 persone,
prezzo a persona). Abbonamento 2 giorni:
12 euro (ridotto 10 euro); 5 euro per bambini dai 6 ai 14 anni; 9,50 euro per gruppi
(oltre 25 persone, prezzo a persona). Con
l’abbonamento di 2 giorni, il terzo giorno è
gratuito.
Il biglietto ridotto è riferito a over 65 anni e convenzioni varie (IKEA Family,
Club Plein Air, Touring Club e Touring
Junior, Soci Camper Club Italia). Info su
www.noctua.it
lazzo Douglas Scotti da Fombio, “I fiati e il
pianoforte. Cronaca di un’emancipazione”; nella stessa giornata, ma al Conservatorio e alle 18.30, “Il pianoforte francese”;
più tardi, alle 20.30, musiche di Jonathan
Willcocks, Giuseppe Verdi, Johann Sebastian Bach.
Il 1° giugno alle ore 18, “Rassegna di primavera” presso la Chiesa di Sant’Antonio; il 3, alle 17.30, “Musica in bianco e nero”: incontri musicali a cura dei docenti
del conservatorio, mentre alle 21 ci sarà
ancora un concerto al Teatro Serra di Parco Raggio, Pontenure.
informazioni e prenotazioni: 339. 2987892
o [email protected]
AGENDA
PIACENZA - MONDO IN FESTA 2014
Giornata conclusiva di “Mondo in festa”,
sabato 31 maggio, con giochi e animazioni
per bambini e ragazzi, stand espostivi delle associazioni. Alle ore 16 sfilata delle
bandiere, con musiche e costumi tradizionali dei paesi del mondo. Alle ore 17 premiazione del concorso “Io, tu, noi, voi esiste una sola razza, la razza umana". Musica dal vivo del gruppo Lo Que Hay.
PIACENZA - FESTA DELLA REPUBBLICA
Celebrazioni per la Festa della Repubblica, lunedì 2 giugno: alle ore 11, in piazzetta
Tempio, rassegna del Prefetto ai Reparti
e alzabandiera. Dalle ore 15 alle 18, i Musei civici di Palazzo Farnese saranno aperti con ingresso gratuito e possibilità di visite guidate. Dalle 15.30 alle 17.30, poi,
prende vita “Viva l’Italia” a Palazzo Farnese, un laboratorio creativo di animazione gratuito per bambini dai 5 ai 10 anni.
Prenotazione obbligatoria telefonando al
349.8436735 o inviando una mail a [email protected]
PIACENZA - PROPOSTE D’ASCOLTO
Continuano le “Proposte d’ascolto” del
Conservatorio Nicolini: venerdì 30 maggio alle ore 21, presso gli Amici della Lirica, musiche di Maurice Ravel, Carl Maria
von Weber, Francis Poulenc. Sabato 31, ore 21 nel Loggiato del Collegio Morigi Pa-
CUCINA DI CASA
Involtini di pesce spada
Ingredienti per 4 persone: 600 g di pesce spada in un unico pezzo, 50 g di pangrattato fresco, 50 g di pecorino grattugiato, 50 g di
parmigiano grattugiato, 1 spicchio d'aglio, 1 manciatina di
prezzemolo, origano, timo, foglie fresche di limone, 3 cucchiai
d'olio extravergine d'oliva, sale e pepe di mulinello. Spiedini di
legno.
Preparazione: Tenete nell'acqua gli spiedini per qualche ora: questo eviterà che si brucino durante la cottura. Spellate
il pesce e tagliatelo a fettine sottili e il più possibile regolari.
Mettete il pangrattato in una ciotola e unitevi i due formaggi,
il
prezzemolo
tritato insieme
all'aglio, mezzo
cucchiaio di origano e altrettanto timo. Unite
l'olio e mescolate in modo da avere un composto morbido e legato. Allineate
sul tavolo le fettine di pesce
quindi formate
delle "salsiccette" con il composto e distribuitele sulle fettine
che chiuderete a involtino. Lavate e asciugate le foglie di limone quindi infilzate gli involtini di pesce negli spiedini alternandoli con le foglie di limone. Dopo aver pennellato gli
spiedini con un filo d'olio potete cuocerli o sotto il grill del forno o, per un risultato migliore, su letto di braci di legna. In ogni caso dovranno cuocere circa cinque minuti per parte. Un
minuto prima di toglierli dal fuoco, spolverateli di sale e pepe. Serviteli caldissimi con un'insalata verde. Le foglie di limone danno un aroma molto particolare agli involtini ma, se
non le avete a disposizione, potete sostituirle con foglie di alloro.
Ciliegie sott'aceto
GROPPARELLO - SPOSALIZIO A CORTE
BASELICADUCE - FESTA DELLA RANA
Tradizionale sagra dedicata alla rana, con
musica dal vivo e stand gastronomici, dal
30 maggio al 2 giugno a Baselicaduce. Specialità: la rana fritta.
CAORSO - FESTA DEL PESCATORE
Tre serate con specialità gastronomiche
(pesce fritto, di fiume e di mare, e piatti tipici locali), balli, animazioni e mostre in onore del grande fiume Po. Dal 30 maggio
al 2 giugno.
Rievocazione medievale delle nozze di
Pietrone da Cagnano e Rosania Fulgosio
con costumi d'epoca, domenica 1° giugno
dalle ore 10 alle 18. Info su www.castellodigropparello.it
STRÀ DI TREVOZZO - FESTA DELLE ROSE
RIVALTA - NOTTE PARANORMALE
GRAGNANO - MERCATINO DEL RIUSO
Sabato 31 maggio dalle ore 20.30, il maniero apre le porte ad una visita guidata che
unisce storia, leggenda e studi scientifici,
realizzati dal gruppo di ricerca IdP Melegnano che si occupa di analisi ambientali,
per confermare la genuinità o smascherare eventuali mistificazioni nel campo del
paranormale. Un tour insolito, in notturna, per conoscere la storia del castello e le
indagini del gruppo IdP Melegnano. Per
Domenica 1° giugno a Gragnano Trebbiense dalle ore 7 alle ore 13, mercatino
del riuso e dei creativi.
Dal 31 maggio al 2 giugno, festa dedicata
allo svago e al divertimento. Stand gastronomici e diverse iniziative collaterali animeranno il week end.
CASTELL'ARQUATO - IL CASTELLO
DI BIANCANEVE
Avventura per bambini dai 4 ai 10 anni alla Rocca di Castell’Arquato, domenica 1°
giugno dalle 14.30. Prenotazione obbligatoria (tel. 0523 803215)
Ingredienti: 500 g di ciliegie ben mature, circa ½ litro di ottimo
aceto, 2 cucchiai colmi di zucchero, la scorza di ½ limone non
trattato, 2 chiodi di garofano, 1 pezzetto di cannella.
Preparazione: Tagliate con le forbici il gambo delle ciliegie
lasciandone attaccato un pezzettino. Lavatele, asciugatele e
lasciatele per qualche ora all'aria, distese su un canovaccio.
Sistematele in un
vaso di vetro con la
chiusura ermetica,
spolverando ogni
strato con poco zucchero. Fate bollire
dolcemente per una
decina di minuti l'aceto con la cannella,
i chiodi di garofano e
la scorza di limone
quindi scartate la
scorza e versatelo
bollente sulle ciliegie che dovranno esserne
completamente ricoperte. Se
necessario, aggiungete quindi altro aceto, avendo l'accortezza di farlo prima
bollire per qualche minuto. Chiudete il vaso e conservatelo
in un luogo buio e fresco, consumando le ciliegie dopo circa
due mesi dalla preparazione. Le ciliegie sotto aceto sono ottime per accompagnare i bolliti e, in particolare gli insaccati
bolliti come zampone e cotechino mentre l'aceto che rimane
può essere usato per aromatizzare in modo meno consueto un'insalata di lattuga.
29 maggio 2014
Corriere Padano
13
LAVORO
Crescita economica,
serve lavoro di qualità
Il rapporto ‘World of Work 2014: Developing with jobs’ avverte:
i Paesi che investono in buona occupazione avanzano più rapidamente
Investire nell’occupazione
di qualità soluzione contro la
crisi. I paesi che a partire dal
2000 si sono impegnati nella
creazione di solidi posti di lavoro dal 2007 hanno registrato una crescita superiore di
circa l’1% rispetto a quella di
altre economie emergenti o in
via di sviluppo.
Questo quanto rilevato nel
secondo rapporto Ilo World of
work 2014: Developing with
Jobs (Il lavoro nel mondo
2014: l’occupazione al centro
dello sviluppo), analisi di 140
Paesi in via di sviluppo ed emergenti e sulle politiche utilizzate per investire nella qualità del lavoro, ridurre forme
di occupazione più vulnerabili, ridurre la disuguaglianza
dei redditi.
“Lo sviluppo non è solo il risultato di fattori come l’export, il libero scambio e gli investimenti diretti stranieri” –
ha dichiarato Guy Ryder, direttore generale Ilo – “Anche
la protezione sociale, il rispet-
to delle norme fondamentali
del lavoro e politiche che promuovono l’occupazione formale sono fattori decisivi per
creare un’occupazione di qualità che migliori il livello di vita, incrementi il consumo interno e dia un impulso alla crescita globale. Le opportunità
di lavoro dignitoso per le donne e gli uomini aiutano lo svi-
luppo e riducono la povertà”.
Senegal, Perù, Vietnam alcuni dei Paesi in cui l’aumento
dei lavoratori salariati ha fatto registrare un netto calo dei
livelli di povertà e un costante
aumento della produttività. Il
rapporto evidenzia quindi
l’importanza di:
- investire in misure di protezione sociale;
- potenziare la produttività
dell’agricoltura;
-investire i proventi del petrolio e di altre risorse naturali nel resto dell’economia;
- favorire, anche con misure
di semplificazione, la creazione e sviluppo di impresa.
“Visti i risultati” – ha commenta ancora Guy Ryder – “è
essenziale porre il lavoro dignitoso al centro degli obiettivi dell’agenda di sviluppo Post-2015. Nel prossimo decennio, i paesi in via di sviluppo
dovranno creare circa 40 milioni di nuovi posti di lavoro ogni anno per poter far fronte
ad una popolazione in età da
lavoro sempre più numerosa”.
La disoccupazione mondiale
nel 2013 si è attestata a quota
200 milioni e si stima che nel
2019 la cifra raggiungerà i 213
milioni ma, a livello percentuale, si prevede che la quota
di persone senza lavoro si
manterrà nella cifra attuale
del 6% fino al 2017. Nel 2014
saranno stazionari i tassi di disoccupazione più elevati:
Nord Africa (12,3%) e Medio
Oriente, 11,1%. Un significativo aumento è previsto invece per l’Europa centrale e del
Sud-Est e i per i paesi dell’ex
Unione Sovietica, dove la disoccupazione
raggiungerà
l’8,3% nel 2014.
Nei prossimi cinque anni, il
90% dei posti di lavoro sarà
creato nei Paesi emergenti e
in via di sviluppo, processo
che impatterà significativamente sull’andamento dei
flussi migratori.
“Già da adesso” – ha affermato Moazam Mahmood, vice
direttore del Dipartimento di
ricerca dell’Ilo – “possiamo
vedere come la migrazione
Sud-Sud sia in crescita e molti
lavoratori stanno lasciando le
economie avanzate, in particolare i paesi europei gravemente colpiti dalla crisi, in
cerca di opportunità di lavoro
nei paesi in via di sviluppo”.
“Abbiamo notato l’esistenza
di due fenomeni molto diversi
che vanno di pari passo. Molti
Paesi in via di sviluppo, in particolare in America Latina e
Asia, stanno compiendo enormi sforzi per affrontare le diseguaglianze e migliorare la
qualità dell’occupazione e
della protezione sociale. Al
contrario, numerose economie avanzate, in particolare
in Europa, sembra stiano andando nella direzione opposta”.
CENTRO PER L’IMPIEGO OFFERTE DI LAVORO
Richieste di personale pervenute ai Centri per l’Impiego della Provincia.
Gli interessati possono inviare curriculum vitae via mail o via fax previo controllo
di eventuale aggiornamento sul sito della Provincia, citando il numero di riferimento
Provincia di Piacenza (settore welfare, lavoro e formazione professionale)
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 14.30 alle 16.30.
In caso di forte afflusso di utenza la distribzione dei numeri di ingresso terminerà 30 minuti prima della chiusura
Provincia di Piacenza - Centro per l'impiego - Borgo Faxhall P.le Marconi - tel. 0523-795716 fax: 0523-795738 - e-mail: [email protected]
Cod. 207/2014 valida fino al 31/05/2014
Azienda richiedente: ADFOR SPA
Mansione: Consulente It
Qualifica ISTAT: 3122002 consulente software
Contenuti e contesto del lavoro: consulente it
area software developing
Luogo di lavoro: Parma
Formazione: laurea in materie scientifiche
Caratteristiche candidati: automunito/a
Contratto: tirocinio
Conoscenze: ottima conoscenza della lingua
inglese, ottima conoscenza pacchetto Office,
gradita la conoscenza dei sistemi open
Orario: tempo pieno
Per candidarsi: inviare curriculum vitae indicando nell'oggetto: consulente it parma via
mail a [email protected]
Cod. 156/2014 valida fino al 31/05/2014
Mansione: centro di formazione aziendale ricerca tirocinante addetta/o alla segreteria
Qualifica ISTAT: 2653202 coordinatore progettista nella formazione
Contenuti e contesto del lavoro: gestione della
segreteria didattica e dell'amministrazione di
corsi di formazione tecnica
Luogo di lavoro: Provincia di Piacenza
Formazione: laurea breve in scienze della formazione preceduta da diploma di ragioneria
oppure di perito aziendale corrispondente in
lingue estere (è indispensabile che la laurea sia
stata conseguita negli ultimi 24 mesi con una
votazione uguale o superiore a 105 su 110)
Contratto: tirocinio, successivamente potrà essere attivato contratto di somministrazione
oppure contratto di apprendistato
Orario: tempo pieno
Per candidarsi: inviare CV con rif. 156 via mail
[email protected]
0523/795738
o
via
fax
Cod. 209/2014 valida fino al 31/05/2014
Azienda richiedente: Marina Rinaldi Srl
Mansione: addetta/o alle vendite
Qualifica ISTAT: 5122011 commesso di negozio
Contenuti e contesto del lavoro: la risorsa si occuperà delle attività di negozio inerenti al raggiungimento degli obiettivi di business,alla relazione con la clientela,alla gestione delle attività di visual/merchandising
Luogo di lavoro: Piacenza
Formazione: diploma di maturità
Caratteristiche candidati: indispensabile pluriennale esperienza come addetto/a vendite
settore abbigliamento
Contratto: tempo determinato
Conoscenze: buona conoscenza della lingua
inglese
Orario: part-time 30 ore settimanali
Per candidarsi: inviare CV con oggetto: Rdv_Piacenza via mail [email protected]
Cod. 211/2014 valida fino al 30/05/2014
Mansione: impiegata/o contabile in mobilità l.
223/91
Qualifica ISTAT: 3312108 addetto alla contabilità generale
Contenuti e contesto del lavoro: emissione fatture, registrazioni in prima nota, liquidazione
iva, ritenute d'acconto, gestione scadenziario
clienti e fornitori, recupero crediti, centralino,
gestione banche (controlli estratto conto, carte di credito, riba, bonifici, emissione ricevute
bancarie, compilazione f24, riconciliazioni
bancarie, ecc)
Luogo di lavoro: Piacenza
Formazione: diploma di ragioneria ed affini
Caratteristiche candidati: indispensabili iscrizione nelle liste di mobilità 223/91, consolidata
esperienza nella mansione
Contratto: contratto a tempo determinato
Orario: full time 08.30-12.30 / 14.30-18.30
Per candidarsi: inviare CV con rif. 211 via mail a
[email protected] o via fax
0523/795738
Cod. 218/2014 valida fino al 31/05/2014
Mansione: tornitore cnc
Qualifica ISTAT: 6223128 tornitore di metalli
Contenuti e contesto del lavoro: il candidato
sarà adibito alla mansione di attrezzaggio tornio, carico/scarico dei pezzi dalla macchina,
controllo pezzi lavorati
Luogo di lavoro: Piacenza
Caratteristiche candidati: automunito, indispensabile esperienza di almeno 5 anni su torni
cnc fanuc e il domicilio entro i 30 km la sede di
lavoro
Contratto: tempo determinato con successiva
possibilità di trasformazione a tempo indeterminato
Conoscenze: richiesta la conoscenza della lingua inglese, indispensabile conoscenza disegno meccanico
Orario: tempo pieno dalle 8 alle 12, dalle 14 alle
18
Per candidarsi: inviare CV con rif. 218/14 via
mail [email protected] o via fax
0523/795738
Cod. 222/2014 valida fino al 02/06/2014
Mansione: conduttore di macchine a controllo
numerico
Qualifica ISTAT: 7211000 Conduttori di macchine utensili automatiche e semiautomatiche
industriali
Contenuti e contesto del lavoro: utilizzo di
macchine automatizzate per affilare vari tipi di
utensili
Luogo di lavoro: Piacenza
Formazione: diploma di perito meccanico
Caratteristiche candidati: età per contratto di
apprendistato (entro 29 anni)
Contratto: tirocinio e/o apprendistato
Conoscenze: buona conoscenza della lingua
inglese, buona dimestichezza nell'utilizzo del
pacchetto Office
Orario: tempo pieno con orario a giornata oppure su turni
Per candidarsi : inviare CV con rif. 222 via mail
[email protected] o via fax
0523/795738
Cod. 225/2014 valida fino al 02/06/2014
Mansione: material certification controller
Qualifica ISTAT: 3131001 perito meccanico
Contenuti e contesto del lavoro: controllo della presenza e della conformità dei certificati
dei materiali consegnati dai fornitori
Luogo di lavoro: Fiorenzuola d'Arda
Formazione: diploma di perito meccanico
Caratteristiche candidati: automunito/a, indispensabile domicilio entro i 30 km la sede di lavoro
Contratto: tirocinio
Conoscenze: richiesta conoscenza generale
delle caratteristiche chimico/fisiche dei metalli, capacità di lettura del disegno meccanico,
buona conoscenza di windows e office, conoscenza della lingua inglese
Orario: tempo pieno
Per candidarsi: inviare CV con rif. N°225/14 via
mail [email protected] o via fax
0523/795738
Corriere Padano
14
29 maggio 2014
SPECIALE LATTE E FORMAGGI
Formaggi e salumi positivi
per l’equilibrio alimentare
Salute più tutelata inserendoli, nelle giuste dosi, nella dieta di tutte le età:
il verdetto degli esperti riuniti nella Sala Panini della Banca di Piacenza
In 30 g di Grana Padano sono
concentrate le sostanze nutritive di 1/2 litro di latte; altamente
energetico, fonte di vitamine e
di sostanze minerali: l'alfabeto
vitaminico è quasi completo e il
calcio è il più rappresentato
(100 g di Grana Padano ne contengono 1,165 g). Proprietà che
lo rendono alla base della sana
alimentazione. Dalla volontà di
fornire un quadro dettagliato
dello stile di vita alimentare italiano si è sviluppato "Educazione Nutrizionale Grana Padano", progetto realizzato in collaborazione con SIMG (Società italiana di medicina generale) e
FIMP (Federazione italiana
medici pediatri), grazie al sostegno e all'impegno sociale del
Consorzio Tutela Grana Padano. L'iniziativa si compone di una ricerca osservazionale, condotta dall'Osservatorio Grana
Padano, composto da medici e
pediatri di famiglia, e di una serie di attività di informazione
ed educazione. Attraverso questa indagine permanente per rilevare le abitudini dei pazienti
e monitorare la quantità di nutrienti assunti con i vari cibi
consumati su base settimanale
e mensile, il medico è in grado di
effettuare una raccolta di informazioni per valutare se l'assunzione dei nutrienti è adeguata
rispetto ai fabbisogni e per fornire al paziente consigli personalizzati.
L'importanza di inserire, nelle
giuste dosi, salumi e formaggi
nella dieta di tutte le età è stata
ribadita anche nell’ambito del
convegno che si è svolto il 16
maggio scorso nella sala Panini
della Banca di Piacenza, dal titolo “Salumi e formaggi Piacentini Dop, quale ruolo per la salute” (promosso dall'associazione Laureati in Scienze Agrarie e
Forestali in collaborazione con
l’Ordine provinciale dei Medici
Chirurghi e degli Odontoiatri di
Piacenza). Dopo l'intervento
dei tecnici - che hanno relazionato su tecniche di lavorazione,
caratteristiche e valori nutrizionali di salumi e formaggio
Dop – hanno preso la parola i
medici per sfatare molti pregiudizi relativi al loro uso nell'alimentazione di tutti i giorni. Il
pediatra dottor Sacchetti ha illustrato le esigenze alimentari
dei bambini dall'infanzia all'adolescenza, soffermandosi sull'importanza nella dieta dei lipidi apportati da salumi e formaggi ed ha richiamato l'opportunità che nell'alimentazione
quotidiana dei bambini sia presente il Grana Padano Dop, almeno due cucchiaini al giorno.
A merenda Sacchetti propone
un buon panino con la coppa
piacentina e una mela, apportatori rispettivamente di 250 e 50
calorie. Il dottor Visalli è intervenuto su sport e alimentazione
ricordando come i prodotti tipici DOP piacentini, per le loro peculiari caratteristiche, soddisfino le esigenze del gusto degli atleti e allo stesso tempo ricostituiscano il patrimonio energetico del fabbisogno delle calorie
utilizzate nella prestazione agonistica. Anche il dottr Cella, geriatra, ha ribadito il concetto di
una dieta equilibrata ove siano
presenti in giusta proporzione i
formaggi, nella fattispecie il
Grana Padano, insieme a coppa, salame e pancetta, tutelati
dalla DOP, ovviamente prestando attenzione alla presenza
di acidi saturi e non saturi.
Nella foto da sinistra:
Vincenzo Bozzetti, Annalisa
Rebecchi, Anna Scansani,
Salvatore Visalli, Luigi Cella,
Roberto Sacchetti, Giuseppe
Bertoni, Gianfranco Piva
Piacenza, una terra
di formaggi Dop
La Valle Padana è terra del gusto e dei sapori, e Piacenza è tra le
sue illustri rappresentanti. Città dall'antica tradizione enogastronomica, si distingue per la presenza sul suo territorio di produzioni
DOP, ovvero con denominazione di origine protetta. Non solo vini
e salumi ma ben due formaggi, prodotti nelle zone piacentine e rinomati in tutta Italia: il Grana Padano e il Provolone Valpadana,
che si possono fregiare del marchio dop. Entrambi vantano una lunga storia: mentre il primo accompagna sin dall'anno Mille lo sviluppo della cultura agro-alimentari, grazie all'ingegno e al lavoro dei
monaci cistercensi e benedettini; il secondo nasce nella Val Padana
verso la seconda metà del secolo XIX dal felice connubio tra la cultura casearia delle "paste filate", proveniente dal meridione d'Italia, e la vocazione lattiero-casearia del territorio. Due prodotti che
trovano posto da tempo sulla nostra tavola a testimonianza del gusto e dell'alta qualità raggiunta dai produttori della zona padana.
Se il Grana Padano è oggi il formaggio dop più venduto al mondo, il
Provolone Valpadana è famoso e apprezzato per la sua "varietà", in
termini di pesi e forme. Infatti mentre il Grana Padano è un formaggio semigrasso a pasta dura, con dimensioni precise - ha forma cilindrica e peso non inferiore a 24 kg -, il Provolone Valpadana ha pasta filata, la cui plasticità in fase di lavorazione consente ai maestri
caseari di dilettarsi con forme e misure molto varie. Alta qualità
delle materie prime e soprattutto regole ferree da rispettare nella
produzione e lavorazione li rende prodotti a marchio dop. E Piacenza, che ne vanta la produzione, si qualifica ancora una volta come
zona ricercata per buongustai e amanti della buona tavola.
29 maggio 2014
Corriere Padano
15
SPECIALE LATTE E FORMAGGI
Grana Padano, 60 anni
per il Consorzio di Tutela
Il Consorzio di Tutela del formaggio Grana Padano compie sessant’anni: nacque infatti nel 1954,
precisamente con atto notarile del 18 giugno, a Milano, promosso da alcune cooperative della Federlatte Confcooperative e da alcune industrie private dell’Assolatte. Risale quindi a quell’anno il momento in cui tutta la provincia di Piacenza venne
inserita nel territorio comprensoriale di produzione del formaggio Grana Padano assieme a Piemonte, Lombardia, Veneto e Trentino. Ai fini dell’identificazione territoriale, in aggiunga alla sigla provinciale, fu attribuito un numero ad ogni
provincia: ecco perché su ogni forma di formaggio
prodotta nel nostro territorio troviamo “PC 5”, seguito da altre due cifre. La prima ditta piacentina
ad aderire fu la latteria sociale Aurora di Turro di
Podenzano (costituita nel 1951), cui venne attribuita matricola “PC 501”. Successivamente aderirono tutte le cooperative lattiero casearie e le industrie private (comprese le ditte artigianali) della nostra provincia, per un totale di una cinquantina circa.
Oggi in provincia di Piacenza i produttori di Grana Padano (cooperative e privati) sono ventidue.
Dalla sua costituzione il Consorzio del Grana Padano ha svolto un ruolo importantissimo per la valorizzazione del prodotto, prima in Italia e poi all'estero, favorendo il miglioramento delle caratteristiche qualitative e organolettiche su tutta l'area comprensoriale a tal punto da diventare il prodotto DOP (Denominazione di Origine Protetta)
più consumato al mondo.
Oltre 2.000.000 di tonnellate di latte della pianura padana vengono trasformate ogni anno in Grana Padano DOP (oltre 4.600.000 forme); per il 33%
sono esportate in tutto il mondo. Un grosso salto di
qualità si è avuto appunto a partire dal 1996 con
l'attribuzione, da parte dell'Unione Europea, del
riconoscimento della DOP (denominazione di origine protetta) a questo grande prodotto.
In provincia di Piacenza si producono circa
260.000 tonnellate di latte destinate per il 90% alla trasformazione in Grana Padano DOP (circa
540.000 forme nel 2013) e risulta essere la produzione lorda vendibile più importante del nostro
territorio provinciale, capace di portare una redditività non indifferente al sistema agroalimentare piacentino: da non dimenticare infatti che Piacenza da anni è la quarta provincia (su un totale di
27) per quantitativo di produzione di Grana Padano DOP.
Infine è da ricordare che il Consorzio di Tutela
del formaggio Grana Padano, ai fini della promozione commerciale del prodotto, sosterrà un grosso sforzo finanziario (di circa 2 milioni di euro) in
occasione di Expomilano 2015 (1° maggio/31 ottobre), per cui si prevedono circa 20 milioni di visitatori, così da rendere il territorio piacentino - con la
sua DOP Grana Padano - uno dei grandi protagonisti dell’evento.
Grana Padano Dop, è qui il top
Il caseificio S. Vittoria secondo classificato a CaseoArt, il caseificio
Valtidone si piazza primo nel concorso Alma Caseus al Cibus
Numerosissimi i formaggi che hanno partecipato al concorso “Caseo Art - Premio all’eccellenza dell’arte lattiero-casearia”, organizzato da “Asso Casearia Pandino”, l’associazione dei diplomati della scuola casearia. La
manifestazione, mirata alla valorizzazione
della tradizione casearia italiana, ha visto gareggiare 136 DOP e 198 generici. Il tecnico
Marco Zanazzi dell’Ersaf di Carpaneta (MN)
con “Gran Musi” (vacca 98 %, asina 2%) ha
stravinto non solo la sua categoria (formaggi
a latte misto) ma ha anche “stregato”la giuria
emerita che valutato i 28 vincitori di categoria ammessi per regolamento al girone finale.
A Marco Zanazzi è stato attribuito pertanto il
Trofeo San Lucio 2014. Ecco la classifica riservata Grana Padano Dop : primo, GP-250
Mauro Benazzi Grana Padano DOP Riserva
PLAC; secondo, GP-297 Roberto Salduzzi
Grana Padano DOP Riserva Coop. S. Vittoria;
terzo, GP-118 Andrea Boscarini Grana Padano DOP Riserva Latt. Ca De Stefani. Altro importantissimo riconoscimento per il nostro
territorio è quello attribuito al caseificio Valtidone: nel corso del 2° concorso Alma Caseus, organizzato dalla famosa Scuola Internazionale di Cucina Italiana di Gualtiero
Marchesi per promuovere i migliori prodotti
caseari dello Stivale, il Grana Padano Dop riserva del Caseificio Valtidone si è aggiudicato il primo premio per questa categoria. Sono
stati centinaia i campioni di formaggi inviati
nei mesi scorsi ad Alma, ma solo pochi i premiati dopo gli assaggi degli esperti. Per la precisione, sono stati 44 i finalisti totali.
Laboratorio Consorzio Colat, nuovi strumenti
per la determinazione dell’urea nel latte
Una nuova strumentazione
che permette di analizzare
dieci campioni contemporaneamente attraverso lo spettrofotometro, al fine di trasformare l’urea in derivati fenolici: il laboratorio del consorzio
COLAT si è dotato di questa
nuova attrezzatura per potenziare la propria attività. Il consorzio infatti svolge da oltre
trent’anni analisi di latte e assistenza casearia; di recente il
consiglio di amministrazione,
su proposta del presidente
Giancarlo Pedretti, ha deliberato di acquistare questa nuova e moderna strumentazione
per la determinazione del tenore di urea nel latte, cloruri,
ecc. In particolare la ricerca
dell'urea è diventata un'analisi molto richiesta, poiché attraverso questo valore si riesce a stabilire se nel rumine
delle bovine è presente troppa
proteina degradabile; l’eccesso proteico aumenta infatti la
concentrazione di urea, mentre l’eccesso energetico porta
un calo dell'urea nel latte. L'analisi di questo valore è quindi
di grande importanza in quanto permette di stabilire se la razione è bilanciata. In più l'analisi dell'urea permette di individuare eventuali alterazioni
nel latte allo scopo di aumentare il contenuto di proteine.
Corriere Padano
16
29 maggio 2014
PUBBLICITÀ