Manuel Barrueco torna in Italia nel marzo 2015

ORIAMILANO
oria milano 27 giugno 2014
DI DENISE PETRICCIONE
Manuel Barrueco
firma gli autografi ,
assediato dal
pubblico romano
dopo il suo recital
del marzo 2014 per
l’Istituzione
Universitaria dei
Concerti nell’Aula
Magna
dell’
Università La
Sapienza
Manuel Barrueco torna in Italia
nel marzo 2015
Manuel
Barrueco,
reduce
dall’enorme successo ottenuto lo
scorso marzo,
quando si è
confermato un grande beniamino
del pubblico italiano, sarà
nuovamente in tournée nel
Marzo 2015 con un nuovo
impegnativo
programma
comprendente pagine di Weiss
Bach Sor Torroba Turina e
Albeniz.
Barrueco ha registrato molti cd:
in esclusiva per EMI una
dozzina di dischi e poi per Tonar.
Il suo disco “Cuba!” è stato
definito “uno straordinario
risultato musicale” dal San
Francisco Chronicle, mentre
l’incisione del “Concierto de
Aranjuez” di Rodrigo con
Placido Domingo come direttore
e la Philharmonia Orchestra è
stata definita “la migliore
registrazione di quest’opera” da
“ Classic CD Magazine”.
Il suo “Nylon & Steel” con il
jazzista Al Di Meola, Steve
Morse dei Deep Purple e Andy
Summers
dei
Police
è
un’ennesima dimostrazione della
sua grande versatilità . La sua
incisione “Concierto Barroco”
ha ricevuto il Latin Grammy
nella categoria “Best Classical
Recording”.
Nel 2007 Barrueco aveva già
ottenuto un Grammy come
“Migliore esecuzione solistica”
per “Solo Piazzolla”, primo cd
pubblicato con Tonar Music ,cui
hanno fatto seguito : “Tango
Sensations” e “Sounds of the
Americas” con il Cuarteto
Latinoamericano, che ha avuto il
Latin Grammy Award per “Inca
Dances” di Gabriela Lena Frank
come
“Best
Classical
Contemporary Composition ”;
“Virtuoso Guitar Duos” è stato
pubblicato nel 2009 e nel 2010 è
uscito “Tárrega!”, che ha
ricevuto la Latin Grammy
nomination per “Best Classical
Album”; del 2012 è “Chaconne–
A Baroque Recital” e nella
stagione 2013/14 sono stati
pubblicati i cd “Medea” e
“China West” con il Beijing
Guitar Duo ,un disco dedicato al
trio di chitarre con le sue allieve
Meng Su & Yameng Wang.
Barrueco sarà in Italia dal
1°al 9 marzo 2015.
oria milano- via savoia cavalleria 10-20145 milano-www[email protected]
ORIA MILANO 27 giugno 2014
Andrea Marcon dirige al Festival di Aix
Ariodante di Haendel
A partire dal prossimo 3 luglio Andrea
Marcon , direttore clavicembalista e organista
fondatore della Venice Baroque Orchestra,
dirigerà al Festival di Aix-en-Provence sei
recite di Ariodante di Haendel con un cast che
prevede Sarah Connolly nel ruolo di
Ariodante, Patricia Petitbon in quello di
Ginevra, Sandrine Piau come Dalinda , Sonia
Prina come Polinesso.
nelle foto:
Andrea Marcon
Festival d'Aixen-Provence
Ancien Palais
de
l'Archevêché
La regia dello spettacolo è affidata a
Richard Jones. Si tratta di una nuova
produzione del Festival in coproduzione con
Dutch National Opera, Canadian Opera
Company e Lyric Opera of Chicago.
Marcon
svolge
un’intensa
attività
concertistica in Europa , USA, Canada e Asia
nei più prestigiosi festivals e centri musicali
in veste solistica e di direttore dell’Orchestra
Barocca di Venezia (ai Proms della Royal
Albert Hall e al Barbicane di Londra,
Konzerthaus Berlino, Gewandhaus Lipsia,
Concertgebouw Amsterdam, Theatre du
Chatelet Parigi, Konzerthaus e Musikverein
di Vienna, Tonhalle Zurigo, Kyoi Hall Tokyo,
Carnegie Hall, Alice Tully Hall-Lincoln
Center New York, Palau de la Musica di
Barcellona e Valencia, etc ).
tedesche WDR di Colonia, NDR di Hannover,
HWR di Francoforte, Orchestra Filarmonica
di Brema, Orchestra della Città di Granada,
Real Filarmonica de Galicia, Orchestra da
Camera di Potsdam/Berlino, Orchestra da
Camera di Ginevra, Orchestra Sinfonica di
Lucerna, Orchestra Mozarteum di Salisburgo,
Orchestra Sinfonica di Montecarlo e dai Teatri
d’Opera di Francoforte, Basilea, Venezia,
Potsdam e Los Angeles .
Appassionato interprete di opere teatrali
barocche ha diretto Alcina, Ariodante, Siroe di
Haendel, Tito Manlio, Atenaide, Orlando Furioso
di Vivaldi, L’ Olimpiade di Cimarosa e di
Galuppi, Orione e Giasone di Cavalli, Orfeo di
Monteverdi collaborando con registi quali
Achim Freyer, Jan Bosse, Andrea Cigni, Jorge
Lavelli, Barry Kosky.
Ha registrato più di 50 cd, attualmente incide
in esclusiva per la Deutsche Grammophone/
Archiv Produktion.
Moltissime delle sue registrazioni hanno
ottenuto
importati
riconoscimenti
internazionali quali il “Premio Internazionale
del Disco Vivaldi per la Musica Antica
Italiana” della Fondazione Cini di Venezia, il
“Diapason d’ Or” francese e l’ECHO PREIS
In veste di direttore ospite è stato inoltre tedesco e per cinque volte il Premio della
invitato
dai
Filarmonici
di
Berlino, Critica Discografica Tedesca , il Premio
dall’Orchestra Sinfonica delle Radio nazionali Edison.
oria milano- via savoia cavalleria 10-20145 [email protected]
ORIAMILANO 27 giugno 2014
The King’s Singers
Freddy Kempf e Chloë
Hanslip
nelle Dolomiti
I King’s Singers canteranno il 20
luglio a Dobbiaco nella Sala Mahler e
il 21 a Bressanone in Duomo.
Si tratta di un gran finale per il
tenore Paul Phoenix ,che dopo 17 anni
con il complesso lascia il suo posto per
dedicarsi alla famiglia e
all’insegnamento.
Dopo ripetute e severe audizioni i
King’s Singers hanno da poco scelto il
nuovo tenore, che sarà con loro a
partire dalla prossima stagione.
Si tratta di Benedict Hymas,
nato nel 1985 e laureato in Musica al
King’s College di Londra nel 2008.
Benedict ha avuto un’intensa
attività come tenore e come contralto
con il Gabrieli Consort, i Tallis
Scholars, Polyphony e Tenebrae, oltre
ad aver fatto parte del coro a 12 voci
Stile Antico, con cui ha inciso ben sette
cd. E’ stato anche solista con parecchi
importanti direttori, tra i quali Eric
Whitacre, Paul McCreesh e Stephen
Layton.
Il suo primo concerto con i King’s
Singer s avver rà il prossimo 25
settembre in Inghilterra a Mayfield.
Il pianista Freddy Kempf
suonerà in recital a Dobbiaco per le
Settimane Musicali Gustav Mahler il
prossimo 15 luglio un programma
comprendente la Sonata Op.109 di
Beethoven, i Pezzi Fantastici di
Schumann e la poco eseguita Sonata
no.2 in sol maggiore di Tchaikovsky.
Benedict Hymas sarà
il nuovo tenore dei
King’s Singers a
partire dal prossimo
settembre
Freddy coltiva ,oltre alla musica,
molte altre passioni . Adora la corsa, lo
sci, le arrampicate, il nuoto, il ciclismo,
l’allenamento in palestra. Ama anche
molto cucinare (ottimo il suo risotto alla
milanese!) , è un provetto caffettiere, un
ottimo guidatore e un conversatore
poliglotta.
Parla correntemente
l’inglese, il tedesco, il russo, il francese e
l’italiano. Se la cava anche con qualche
frase di giapponese, koreano e spagnolo.
Ha lasciato da qualche anno
Londra, e vive sulle montagne della
Baviera, non distante da Monaco, dove
passa tutto il suo tempo libero con la
moglie e i figli. Ha infatti una bimba di
5 anni, un bimbo di 2 ed un terzo in
arrivo alla fine di luglio.
Il suo ultimo cd interamente
consacrato a Schumann
con i
Fantasiestücke, Blumenstuck e gli Studi
Lilya Zilberstein
a Siena per la Chigiana
nella foto di Roberto Mora :
Lilya Zilberstein sul palcoscenico del
Teatro Donizetti di Bergamo in recital per
il Festival Pianistico Internazionale di
Bergamo e Brescia
Lilya Zilberstein, la grande pianista
nata a Mosca e naturalizzata tedesca,
ha passato buona parte dello scorso
maggio in Italia.
Ha comiciato la sua attività italiana di
primavera con due concerti al Festival
di Brescia e Bergamo : un recital
interamente russo a Bergamo e il
Secondo Concerto di Rachmaninov a
Brescia con l’Orchestra del Festival
diretta da PierCarlo Orizio.
Ha poi suonato con l’Orchestra
Verdi di Milano la Burleske di Strauss
Sinfonici, è stato molto lodato dalla
critica internazionale .
Chloë Hanslip, la giovane e
brillante violinista britannica, suonerà
al Festival Ciani di Cortina il prossimo 8
agosto accompagnata al pianoforte da
Danny Driver. Il programma è
dedicato nella prima parte alla musica
contemporanea alla Prima Guerra
Mondiale : Bloch e Debussy, e nella
seconda parte a Prokofiev e Brahms.
diretta da Jader Bignamini ed ha
partecipato a Trame Sonore- Mantova
Chamber Music Festival, una bellissima
kermesse musicale che ha visto i più bei
luoghi d’arte mantovani invasi per
quattro giorni da musicisti e pubblico
interessato e festoso.
Alla fine di luglio Lilya Zilberstein
sarà nuovamente a Siena per i corsi che
tiene annualmente all’Accademia
Chigiana e anche per due concerti : il
primo un recital il 31 luglio alla Chiesa
di Sant’Agostino e il secondo al
Chiostro di Torri di Sovicille con il
violoncellista Antonio Meneses.
oria milano- via savoia cavalleria 10-20145 [email protected]