scarica il pdf

Distribuzione Gratuita
Tivoli (Rm)
via Parmegiani, 10
Tel. 0774
281965
TIVOLI Piazza Garibaldi, 7
SEGUICI SU
tel./fax
tritype.it
0774.336714
QUINDICINALE PER LE ASSOCIAZIONI LA CULTURA E IL TEMPO LIBERO
Anno XVII - Autor. Trib. di Roma 403/98 del 6-8-1998 • n. 04 del 26 febbraio 2015 • Tel. 0774 336714 - Fax 0774 315378 • www.xlgiornale.it [email protected]
Amianto, no grazie
ROCCA PIA
Ristrutturata dal comune
ma è ancora del Demanio
Occorre aumentare la prevenzione e limitare il dannoso smaltimento abusivo. L’Amianto è un
minerale molto pericoloso che
può comportare conseguenze
pesanti per la nostra salute,
spesso letali.
Quando i manufatti contenenti
amianto iniziano a deteriorarsi
c’è da preoccuparsi ed occorre
provvedere correttamente per
evitare la dispersione delle fibre.
a pag. 5
a pag. 11
VENDI
IL TUO VECCHIO ORO
a
s
i
Annal A CHI TI OFFRE DI PIÙ
PARCHEGGIO RISERVATO ORARIO NO STOP 8:30-20:00 TIVOLI - via Empolitana 45 tel. 0774 336631
LA FARMACIA PALLANTE REGALA, A PARTIRE DAL 6 MARZO,
“PILLOLE DI SALUTE, ALIMENTAZIONE E CUCINA NATURALE”
La salute dipende direttamente dal cibo che scegliamo per noi e per i nostri cari, quindi cerchiamo di ampliare le nostre conoscenze sulle proprietà degli alimenti e le loro preparazioni per stare bene a tavola con gusto! Brevi incontri
per conoscere da vicino le proprietà benefiche di alcuni alimenti e imparare a cucinarli in modo facile e veloce attraverso dimostrazioni pratiche, replicabili a casa con gli strumenti della propria cucina. Non trattati scientifici ma informali chiacchierate per capire i principi alla base della nostra alimentazione e che determinano il nostro stato di salute.
Gli incontri si terranno presso la saletta Fukuoka, al piano superiore della Farmacia Pallante.
Cucinare naturalmente utilizzando ingredienti di origine vegetale non è mai stato più facile e veloce!
I PRIMI APPUNTAMENTI:
DATA
ARGOMENTO
RICETTE CHE VERRANNO DIMOSTRATE
VEN 6 Marzo ore 11-12
VEN 20 Marzo ore 11-12
VEN 3 Aprile ore 11-12
VEN 17 Aprile ore 11-12
MER 6 Maggio ore 11-12
Il Latte: allergie e intolleranze
Integratori naturali di calcio
I legumi, un tesoro in un baccello
Preferiamo i prodotti naturali
Enzimi digestivi e alimenti fermentati
Latte di mandorla, la maionese vegana
Crema di sesamo da spalmare, gomasio
Cottura antigonfiore, ceci al forno, crema di ceci
Conserva di dado vegetale naturale, usi degli esaltatori
Zuppa di miso con azuki, un secondo vegetale tempeh
Piazza del Plebiscito 17, Tivoli tel 0774 312183; email: [email protected] www.farmaciapallante.it
3
26 febbraio • XL • n. 04/2015
Stacchini, si cambiano i controllori
I volontari della Protezione Civile lasciano
l’incarico ricevuto lo
scorso novembre dal
Comune. I volontari dei
Vvaa di Guidonia Montecelio, diretti da Serena
Di Paolo, hanno presidiato h24 l’ingresso della bidonville impedendo
l’ingresso delle vetture e,
di conseguenza, di materiale che sarebbe stato
bruciato nel tentativo di
recuperare metallo da
rivendere.
Il servizio dei volontari,
di avvistamento e di
spegnimento degli eventuali incendi, ha effettivamente abbattuto drasticamente il problema
che affliggeva, da tempo
immemore, i quartieri
di Tivoli Terme e Villalba di Guidonia. Al loro
posto, ora, dei vigilanti
privati al momento a carico del comune.
“Intanto voglio ringraziare i volontari per il
servizio che hanno svolto – ha commentato il
sindaco Giuseppe Proietti – ma per loro era
diventato insostenibile.
I vandali del Ponte
Ora abbiamo affidato
l’incarico alla guardia
privata ma questa decisione l’abbiamo accompagnata con due diffide,
una per l’area di Stacchini ed una per quella
occupata dai siciliani.
I proprietari sono stati
diffidati dal bonificare
le due aree”.
La situazione più grave
resta, comunque, quella
dell’ex polverificio fresco di acquisizione da
parte di un gruppo di
società. “Due terzi del-
l’area sono di proprietà
della Euroiset – ha aggiunto Proietti – che incontreremo a breve. In
quell’area a settembre,
come censito dalle forze
dell’ordine, c’erano 500
persone ora, senza azioni di forza, poco più di
100”. Domenica scorsa,
inoltre, diverse famiglie
sono tornate in Romania
aiutate dal Comune e
dalle associazioni che, da
sempre, si interessano
della zona. Un risultato
ottenuto anche grazie al
presidio che, ora, dovrebbe diventare un onere del privato “altrimenti
lo farà il Comune in danno del proprietario”.
Intanto si attendono i
progetti che i nuovi proprietari vorrano realizzare nell’ex polverificio
“aspettiamo le loro proposte – ha aggiunto il
Primo Cittadino – ci
hanno ventilato la possibiltà di realizzare un impianto di compostaggio”.
Fulvio Ventura
Non è dato sapere chi e perché abbia acceso fuoco sul Ponte di legno che Tivoli ha dedicato alla
Pace e che unisce con un passaggio pedonale le
due sponde dell’Aniene tra l’Ospedale e la Stazione. L’atto, che segue il filone di un dilagante vandalismo, manifesta l’assenza di coscienza pubblica e scatena rabbia nei confronti di chi lo ha compiuto. È un episodio che ne segue molti altri e che
denota come Tivoli e i suoi quartieri spesso, soprattutto la notte, siano in balia di una delinquenza spesso gratuita e fine a se stessa.
Fortunatamente il danno a Ponte non è stato grave, probabilmente anche grazie all’intervento
tempestivo di alcuni cittadini e dei vigili. C’erano
preoccupazioni per la stabilità dopo la prima perizia che aveva evidenziato come le braci avessero
aggredito i sostegni, alcune tavole della passerella
pedonale e l’arco laterale. Una nuova e più approfondita indagine tecnica però ha certificato, il
giorno successivo, l’agibilità del tavolato appena
restaurato sul quale dovranno essere avviati nuovi
e costosi lavori.
4
26 febbraio • XL • n. 04/2015
Pronto soccorso di Tivoli in codice rosso
Pronto soccorso in affanno, laboratorio analisi dimezzato e reparti in carenza. Per il San Giovanni Evangelista non sembrano mai arrivare i giorni migliori e, negli ultimi
tempi, le cose se possibile
sono andate anche peggiorando. In attesa che si
completi l’iter per l’apertura dell’Emodinamica,
pubblicato ed in attesa di
risposte il bando per la
selezione degli infermieri
e dei tecnici di radiologia,
il pronto soccorso è al
collasso ed il personale
sciopera sotto la direzione generale.
La manifestazione, organizzata da tempo, ha se-
guito un “giorno nero”
per il Dea, lunedì scorso,
con 54 persone in attesa
di un posto letto o di essere visitate. Dietro alla
mostruosa fila la carenza
di posti letto, per ricoverare i malati più gravi, e
l’afflusso in massa di persone che i dottori e gli infermieri della struttura
non sono riuscite a smaltire in tempi celeri.
“Il picco di affluenza è legato anche alle mancate
vaccinazioni di inizio inverno – spiegano dalla Direzione Generale – un fenomeno che si sta registrando in tutta Italia. Per
lo stazionamento dei pazienti nel pronto soccorso
Vi ricordate del Parco Rosmini?
Ancora tutto fermo per
il parco Rosmini che
era stato dato in
affidamento e
successivamente
fermato dalla
Magistratura per
costruzioni non
conformi alla legge.
È evidente lo stato di
abbandono e il
rammarico di non
poter utilizzare un
piccolo polmone verde
al centro di Tivoli.
Sciopero degli operatori di Tivoli
martedì 24 presso la direzione
aziendale della Asl G.
Lunedì ci sono state 54
persone in attesa di essere
visitate e di un posto letto.
Situazione al collasso
n attesa di un posto letto
bisogna specificare che
tanti rifiutano il trasferimento in altri ospedali,
restando così in attesa di
una sistemazione a Tivoli.
Il personale è sovraccarico di lavoro, non da oggi,
assunzioni devono essere
autorizzate in virtù del
piano di rientro, non siamo liberi. Il presidente
della Regione Nicola Zingaretti sta cercando di risolvere questa emergenza
(comune agli altri ospedali laziali, ndg). Intanto
abbiamo pubblicato un
bando di mobilità interna
per il pronto soccorso,
scade il 27 vedremo le risposte. Tutto quello che
possiamo fare, lo stiamo
facendo”.
Dai sindacati, uniti sotto
la direzione di via Acquaregna, le richieste vanno
oltre questa emergenza.
“Siamo nella condizione
di non poter più garantire
livelli adeguati
di assistenza
alla cittadinanza – hanno
scritto gli stessi
lavoratori del
pronto soccorso – vista la
gravissima carenza di personale, ormai divenuta insostenibile”.
“Vogliamo
richiamare
l’attenzione – hanno aggiunto i sindacati, Cgil,
Cisl e Uil – sulla necessità
di reintegrare il personale
mancante, la riorganizzazione strutturale del Dea,
la riorganizzazione della
rete ospedaliera finalizzata al decongestionamento
dei pazienti di competenza medica e chirurgica
che stazionano giorni e
giorni in pronto soccorso,
il passaggio dalla fase
sperimentale alla definitiva della turnazione h12”.
Per cercare di risolvere
questa
emergenza le parti, sindacati e direzione dell’Asl, si
sono dati appuntamento per una serie di incontri con
la speranza che si possa
arrivare ad una vera svolta, anche con l’aiuto della
Regione che ha promesso
una serie di assunzioni
proprio per sopperire alle
carenze dei pronto soccorsi.
Capitolo diverso, invece,
per il nuovo laboratorio
analisi dell’ospedale di Tivoli. La struttura, che dovrà elaborare i campioni
raccolti in tutte le altre
strutture dell’Asl Roma G,
sta cominciando a muovere i primi passi ma la
metà dei macchinari è
ferma. “Manca il personale per farli funzionare”,
hanno criticato dalla Cisl
Fp, “il personale c’è, occorre ultimare l’installazione dei macchinari”
hanno replicato dalla Direzione Generale. Sta di
fatto che per l’utenza i disagi potrebbero essere
dietro l’angolo a causa dei
ritardi nell’elaborazione
dei referti. La nuova rete
prevista dalla Regione
prevede dei laboratori per
le urgenza nei quattro
ospedali dell’Asl, e nella
casa della salute di Palombara, le analisi più
specifiche saranno inviate al Pertini di Roma
mentre, la maggior parte
dei campioni, saranno
elaborati proprio a Tivoli.
Fulvio Ventura
Altre vetture su:
www.gestcar.it
L’USATO GARANTITO
FINANZIAMENTO COMPLETO DEL VEICOLO - AGEVOLAZIONE LEGGE 104 IVA 4%
I CHILOMETRI DEI NOSTRI VEICOLI SONO GARANTITI, DICHIARATI IN FATTURA E SUL CONTRATTO. PER LE AUTO AZIENDALI È DISPONIBILE PERIZIA DEKRA
A.R. 147 1.9 JTD 2008 km 87.000
GIULIETTA 1.4 2012 km 72.457
AUDI A4 Sw 2010 km 76.065
AUDI A6 2.7 2010 km 85.887
BMW X1 4X4 2011 km 77.963
C4 Picasso 1.6 2007 km 110.000
€ 5.800
€ 12.900
€ 17.500
€ 16.800
€ 18.900
€ 5.950
FIAT 500L 1.3 2014 km 0
Grande Punto 2008 km 55.733
PANDA 1.2 2012 km 27.858
PANDA 1.2 2012 km 38.568
PANDA 1.2 2014 km 13.415
FORD S-MAX 2011 km 46.928
€ 15.900
€ 6.300
€ 6.500
€ 6.800
€ 9.050
€ 15.500
LANCIA Delta 2009 km 76.597
C200 2010 Sw km 28.915
C220 Cdi 2010 km 81.877
SCENIC 1.5 2011 km 167.977
TRAFIC 2.0 2008 km 225.000
PASSAT 2.0 2011 km 75.704
€ 9.200
€ 16.500
€ 15.900
€ 8.800
€ 6.500
€ 15.900
Via Pantano (SP27B) - Rotonda via Maremmana - Strada per Acquapiper - Guidonia Montecelio
Tel. 0774.768920 - 0774.353751 - Fax. 0774.2445033 Cell. 347.1071745 - 340.4884859
5
26 febbraio • XL • n. 04/2015
Amianto: Regione e Comune si muovono
TIVOLI - Per decenni edifici,
treni, autobus, tubature, sono stati rivestiti da strati di
amianto. Poi finalmente si è
capito che quel materiale facile da usare e dalle grandi
proprietà era pericolosissimo per la salute umana. Ne
è stato proibito l’utilizzo, anche se le cifre raccontano
che comunque se ne importano ancora in Italia centinaia di tonnellate l’anno
(1040 dall’India nel 2012).
Come se la vicenda processuale di Casale Monferrato,
dove si produceva eternit e
dove le vittime continuano
ad aumentare, non abbia insegnato nulla.
Nel 1992 la legge 257 ha vietato l’utilizzo dell’amianto e
dettato le norme per lo smaltimento ma non ha imposto
l’obbligo di eliminarlo. Impossibile un obbligo per i
circa 32 milioni di tonnellate
di materiale che secondo i
dati del CNR, limitati all’eternit, sono ancora in opera nel nostro paese. Circa
cinquantamila sono tuttora
gli edifici pubblici, scuole
comprese, da bonificare.
La Regione Lazio si sta avviando alla approvazione di
una Legge regionale che è
stata presentata in un convegno organizzato dal Consigliere Cristiana Avenali presso la sede di via della Pisana.
Sono stati illustrati dal professor Francesco Forastiere,
dirigente del Dipartimento
di Epidemiologia del Servizio Sanitario della Regione
Lazio i dati ricavati dal registro Mesoteliomi che, istituito con Delibera 438 del
2006, ha sede presso la sede
del dipartimento di Epidemiologia della Asl RmE.
Nel Lazio sono stati accertati 1042 casi di mesotelioma,
dal 2001 al 2014 e per ognuno di essi vengono stimati 2
o 3 casi non ufficialmente riconosciuti. Il periodo di latenza è di circa 46 anni ed i
casi sono in aumento. La
media degli ultimi anni è di
90-100 casi l’anno ed il picco
viene stimato tra il 2015 ed
il 2020. Il 62% dei casi è collegato a cause lavorative,
compresi familiari di lavoratori venuti a contatto con
l’amianto ed è accertato che
la malattia non si sviluppa
se non c’è stato contatto con
il pericoloso materiale. A livello nazionale sono stimati,
in media, duemila morti
l’anno collegate alle patologie da amianto. Per i prossimi 20 anni si stimano 30.00
morti nei prossimi 20 anni!
Nel Lazio viene stimata la
presenza in opera di circa
un milione di tonnellate di
Un convegno sulla legge regionale
in preparazione e la prossima
pubblicazione di un bando da parte
dell’Assessorato all’Ambiente del
Comune di Tivoli affrontano il
problema Amianto, con l’obiettivo
di aumentare la prevenzione e
limitare il dannoso smaltimento
abusivo. L’Amianto è un minerale
molto pericoloso che può
comportare conseguenze pesanti
per la nostra salute, spesso letali,
sono l’asbestosi, il cancro dei
polmoni ed il mesotelioma.
Quando i manufatti contenenti
amianto iniziano a deteriorarsi c’è
da preoccuparsi ed occorre
provvedere correttamente per
evitare la dispersione delle fibre
amianto ed in 10 anni ne sono state smaltite circa cento
tonnellate.
Molti casi sono stati accertati in ambito ferroviario, in
particolare a Colleferro dove
negli stabilimenti BPD si costruivano e riparavano carrozze ferroviarie sulle quali,
come isolante, era utilizzato
zazione ad alta temperatura,
1.200°, che stabilizza le fibre
tramutandole in cristalline
innocue e ne consentirebbe
smaltimento ed addirittura
il riciclo come materie prime in altri processi industriali.
In base alla gravità del problema, entro l’estate prossi-
ma dovrebbe essere approvata la proposta di legge regionale che contiene alcuni
principi di pianificazione e
controllo, risanamento, prevenzione, bonifica e smaltimento, accompagnati dalle
necessarie risorse.
Sono previste politiche di
sostegno per la tutela e la
prevenzione della salute degli esposti insieme alla creazione di “sportelli amianto”
nelle località a maggiore
morbilità.
Per il risanamento dell’ambiente sono previste le possibilità dello smaltimento di
piccole quantità a livello comunale e la redazione di un
Piano regionale Amianto Lazio per le grandi opere di
protezione, bonifica, decontaminazione e smaltimento.
Un piano indispensabile viste le grandi quantità ancora
installate in capannoni, impianti industriali, navi, condotte, scuole.
La legge avvierà anche la
mappatura già prevista dal
Dpr regionale 8/8/94 che finora ha riguardato solo il
12% del territorio.
Altro fattore importante sarà
la formazione di medici ed
operatori delle Asl e dell’Arpa Lazio unita ad una azione di informazione verso la
cittadinanza che riguarderà
non solo la salute ma anche
la sensibilizzazione sulla necessità di smaltimento e stabilizzazione delle piccole
quantità di amianto.
Infine, saranno creati appositi registri destinati a contenere le specifiche dei siti
contenenti amianto e saranno previste sanzioni per gli
inadempienti.
Quindi la regione Lazio a gestione Zingaretti si avvia ad
allinearsi alla normativa europea e nazionale, recuperando la distanza che ancora
la separa dalle regioni più
avanzate.
Nel frattempo l’amministrazione comunale di Tivoli è
intenzionata ad avviare, per
incentivare ad uno smaltimento corretto i tiburtini,
un programma di conferimento facilitato per quei cit-
tadini che trovandosi nella
necessità di eliminare
amianto prendano coscienza del danno ambientale e
sanitario che possono provocare e si decidano a non abbandonare lungo le strade
periferiche cassoni idrici e
tettoie dismessi gravando
dei costi individuali tutta la
cittadinanza.
A breve l’assessore all’Ambiente Marialuisa Innocenti
pubblicherà un bando-manifestazione di interesse per la
ricerca di una azienda specializzata interessata alla firma di una convenzione con
il Comune che consenta risparmi per l’Ente, per le
aziende locali e per i cittadini che si trovino nella condizione di dover smaltire il pericoloso materiale.
Sansificio e Legambiente
Una grande tettoia contenente amianto che ricopriva
il deposito dell’ex sansificio era presente fino a tre
anni fa in via Sant’Agnese. La segnalazione inviata
nel 2006 dal Circolo Legambiente di Tivoli ad una
serie di Enti e l’impegno del nostro giornale portarono finalmente nel 2011, ad
una ordinanza del
sindaco Gallotti ed alla successiva eliminazione e smaltimento
dei quintali di amianto ormai deteriorato.
amianto spruzzato.
Per quanto riguarda lo smaltimento, che deve rispettare
un protocollo di sicurezza
ed essere affidato a ditte specializzate ed autorizzate, il
Lazio non ha un impianto
utilizzabile, i due esistenti
sono sotto sequestro per irregolarità ed il 72% di quello
che viene smantellato finisce, costosamente, all’estero.
A proposito dello smaltimento è in corso di validazione scientifica un brevetto
italiano, prodotto dal Dipartimento di Scienze della terra dell’Università di Modena
e Reggio Emilia, di inertiz-
A Villa Adriana un nuovo Comitato
Prende vita ufficialmente il Comitato di quartiere Villa Adriana, associazione senza scopo di lucro con
l’obiettivo di recepire i bisogni e i problemi delle persone resigenti a Villa Adriana.
Il presidente scelto dai promotori dell’associazione è
il sig. Paolacci Nello, mentre ad occuparsi della segreteria sarà la sig.ra Proli Fabiana.
La sede dell’associazione è situata a Villa Adriana
presso il ristorante il Maniero, in via di Villa Adriana.
Per Rubeis un rimpasto faticoso
GUIDONIA - Avrebbe dovuto risolvere la situazione politica di stallo in poche ore, invece sono passati giorni e forse altri
ancora passeranno prima di ritrovare l’intesa
con i partiti in gioco: il
sindaco di Guidonia
Montecelio Eligio Rubeis ancora non ha riassegnato le deleghe agli
assessori che proseguono
il loro lavoro senza possibilità di firma. Insomma,
nella Città dell’Aria qualcuno trema.
Mentre Aldo Cerroni si
prepara a prendere il posto di Marco Bertucci
alla presidenza del consiglio comunale, rinunciando all’assessorato al
Personale occupato fino
a ieri da Anna Angelini e
aprendo non pochi dibat-
titi all’interno della lista
civica, ecco che Anna
Maria Vallati (nella foto), la spalla in “rosa” di
Bertucci, inizia a pensare
ad un clamoroso spostamento di banco: dal consiglio comunale all’assessorato. Una mossa utile a
Bertucci per avere un
contatto diretto e al primo cittadino Rubeis per
sciogliere i nodi. Con
tanto rammarico per Federico Pietropaoli, volto noto a Palazzo Guidoni, ex assessore, pronto a
rientrare dalla finestra
dopo essere uscito dalla
porta principale e avvistato nell’ultimo periodo
di frequente nell’ufficio
di Marco Bertucci. L’idea
Pietropaoli è durata lo
spazio di una mattinata,
anzi di un pranzo.
Il piatto è gustoso: sul tavolo un assessorato al
Lavoro con Sport, Demanio e Patrimonio, Attività
Produttive e Commercio,
Energie Rinnovabili e
uno Sportello Europa.
Sì, perché ancora una
volta a bloccare il rimpasto sono state le donne,
in poche parole la necessità di averne un certo
numero in Giunta. Così
anche il trio Mazza-Morelli-Tortora ha dovuto
ripiegare su una scelta
femminile, in ballo ci sono due professioniste.
Detto della necessità di
cambiare gli assessorati
rivedendo anche la distribuzione delle deleghe, si
sono susseguite anche
riunioni relative alla rotazione dei dirigenti. Per
i Lavori Pubblici si mormora di un cambio di
rotta: dall’architetto Angelo De Paolis (ad interim) all’Architetto Paola
Piseddu. Tutti concordi
in maggioranza: da questa nuova fase l’amministrazione dovrà ritrovare
lo slancio che ha contraddistinto i cinque anni
dal 2009 al 2014, altrimenti si aprirà una crisi
vera.
Danilo D’Amico
6
26 febbraio • XL • n. 04/2015
“Portatemi Dio, gli voglio parlare”: i giovani
Nella Lettera pastorale dello scorso agosto Lei si rivolge direttamente ai giovani e analizza il loro stato
nel nostro territorio. Qual
è la situazione, come stanno le cose dal suo punto di
vista?
Dal mio punto di vista i giovani ci sono anche se si vedono poco e soprattutto si
offrono loro poche occasioni
per farsi vedere. Anche qui,
come un po’ ovunque, non
possiamo più parlare dei
“giovani” come si parlava
negli anni ’70 o ’80… I giovani non sono più una massa ma sono come tanti cristalli di sale provenienti da
un mare che si è seccato e li
ha abbandonati a se stessi
sul proprio fondale sabbioso.
Sono in rete, comunicano
con il mondo ed anche tra
loro in modo virtuale, ma sono molto soli. Inoltre, intorno a loro, mancano agenzie
educative che sappiano agire
insieme per farli crescere in
umanità e in desiderio di sano protagonismo nella vita.
Parlo della famiglia, della
scuola, delle istituzioni, della
Chiesa stessa... Facciamo fatica a dialogare insieme per
il bene del medesimo soggetto. Inoltre si fatica a dedicarsi ai singoli. Proprio perché
non sono più una massa
omogenea, occorre un rapporto personale con ciascun
giovane, con le storie dalle
quali ciascuno di loro proviene, per comprendere i motivi da cui derivano le loro
fragilità e quindi far emergere le grandi potenzialità che
hanno ma che non riescono
ad esprimere perché non si
dà loro abbastanza fiducia,
ascolto, occasione di esprimersi. (...)
Lei prende spunto da un
graffito “Portatemi Dio
gli voglio parlare”: è forte la domanda di sacro
nelle nuove generazioni
o prevale la sfiducia,
l’edonismo, l’egoismo?
La domanda di sacro c’è e
sono convinto che ci sia e ci
sarà sempre perché parto
dalla convinzione profonda
che ho come uomo e come
credente. Essendo l’uomo
creato da Dio, Dio è in Lui e
vuol farsi incontrare dalla
sua creatura che non può
non desiderare Dio medesimo. Tuttavia la cultura nella
quale crescono i nostri giovani ha da molto tempo contrapposto scienza e fede come se fossero tra esse inconciliabili per cui credere pare
essere per gente fuori moda.
Più che l’edonismo o l’egoismo io credo che oggi prevalga l’indifferenza verso il sacro perché molte agenzie
educative, vittime di un
complesso di inferiorità culturale, hanno fatto credere ai
Nostra intervista al Vescovo
della diocesi di Tivoli Mons.
Mauro Parmeggiani. In primo
piano i giovani e il ruolo delle
parrocchie nei nostri territori
ragazzi e giovani e anche alle
famiglie che si possa vivere
senza Dio e così da una parte
c’è il desiderio di Dio insito
naturalmente nel cuore
umano e che grida “Portatemi Dio, gli voglio parlare” e
dall’altra c’è una generazione
anche dei cosiddetti “buoni
cristiani” che hanno paura
di “uscire” verso questi giovani per aiutarli crescere.
(...)
Cosa viene chiesto alle
istituzioni religiose o,
comunque, cosa esse
fanno o dovrebbero fare?
Come dicevo, alle istituzioni
religiose oggi viene chiesto di
essere meno istituzioni e più
realtà di persone che piene di
Dio accolgono, ascoltano,
dialogano con i giovani e li
accompagnano a comprendere che la vita non è un caso, che il tempo che Dio ci
concede va speso per amare,
che le scelte non sono sempre reversibili… Esse comunque fanno già molto.
Penso a quanto fanno, ad
esempio, le parrocchie per i
ragazzi e i giovani: dall’impegno per trasmettere la fede –
e non è secondario – a quello
di accompagnare i ragazzi e
i giovani nella loro crescita
umana e cristiana tramite la
vita di gruppo, gli oratori, i
campi scuola, i grest…
(...) Sicuramente occorrerebbe avere un numero di
persone, sacerdoti, religiose,
famiglie molto più numeroso. Dovrebbero poi “uscire”
di più da se stesse per andare
a cercare i cosiddetti lontani
e non attendere che essi si
avvicinino da soli.
Non pensa che a volte le
parrocchie siano troppo
chiuse in se stesse…
quale è la sua esperienza
diretta in questo senso?
Senza giudicare il lavoro delle parrocchie che è veramente tanto e pieno di tutta la
buona volontà possibile da
parte dei sacerdoti e degli
operatori pastorali, sicuramente, come dicevo, il ri-
schio della chiusura in se
stesse da parte della parrocchie c’è. Non è un voler rimanere chiuse perché piace.
Tutti teoricamente condividono che è urgente porsi in
stato di missione. Il problema è che quando si forma
un gruppo, una comunità,
essa assorbe tanto e se il Pastore ed i suoi collaboratori
non vigilano innanzitutto su
se stessi rischiano di rimanere ingabbiati in quei pochi o
tanti che hanno messo insieme ma che poi non riescono
più ad aprirsi agli altri. Nella
mia vita di prete, oltre che di
Vescovo, mi sono sempre occupato di pastorale giovanile
e posso dire per esperienza
che il rischio c’è. C’è il rischio derivante anche dal
linguaggio che progressivamente si inizia a parlare in
un gruppo e impedisce di
aprirsi a chi si affaccia ad esso per la prima volta. C’è poi
una sorta di “cattiveria” – mi
si comprenda – “giovanile”
che guarda con un po’ di
egoismo al proprio gruppo,
non si apre agli altri poiché
si sta bene come si è. Dalla
mia esperienza credo che per
rompere questa chiusura occorra innanzitutto pregare,
avere davanti la realtà, pensare ad una pastorale giovanile non soltanto intesa come una serie di eventi da offrire a chi vuol partecipare
Viale Trieste, 28/30 - 00019 Tivoli
Tel./Fax: 0774.317941
[email protected]
www.lucianimmobiliare.agenzie.casa.it
TIVOLI - AD.ZE STAZIONE
Appartamento
composto da ingresso, cucina abitabile, due camere,
bagno e terrazzo
soprastante di 50
mq. Ristrutturato. APE-G
€ 140.000,00
LOCALITÀ MONITOLA
Costruzione di 50 mq con acqua e luce + terreno di
€ 90.000,00 tratt.
7.000 mq. APE-G
CASTEL MADAMA
App.to 2° piano completamente da ristrutturare, 50
€ 55.000,00
mq centrale. APE-G
TIVOLI - VIA RAFFAELLO
TIVOLI - CASALI DELLA CASTELLUCCIA
Porzione di bifamiliare su 3 livelli con 3.000 mq di giardino. Buono stato. APE G € 405.000,00 tratt.
GERANO
ADIACENTE
POSTE
TIVOLI - VIA DELLA MISSIONE Appartamento al primo piano con ingresso indipendente composto dasala,
cucina, 2 camere e bagno. Ristrutturato. Ideale per studio professionale. APE-G. € 175.000,00
Appartamento di
40 mq con 2 vani cucinotto e
bagno. APE G.
€ 30.000,00
SAN GREGORIO Villa su unico livello di 160 mq predisposta per due unità immobiliari. 1,5 ha di terreno
APE-G.
€ 280.000,00
AFFITTI
VIA TIBURTINA VALERIA Capannone di 250 mq con
1.000 mq di piazzale con bagno e ufficio APE-G
€ 1.000,00
TIVOLI via Empolitana app.to al 3° piano senza
ascensore composto da cucina, camera, bagno e balcone. APE-G.
€ 450,00
Appartamento al 1° piano composto da sala, cucina
abitabile, 3 camere, doppi servizi, terrazzo/giardino
di 200 mq, cantina di 30 mq e posto auto. APE G.
€ 350.000,00 tratt.
TIVOLI via della Sibilla app.to finemente ristrutturato e ammobiliato con vista templi e ponte gregoriano.
Sala 2 camere cucina e bagno. APE G.
€ 700,00
CEDESI GESTIONE
TIVOLI via Cinque Giornate locale commerciale di
160 mq ca ottimo stato con bagno e giardino esterno.
TIVOLI - Cedesi gestione nuovo e centralissimo
CENTRO ESTETICO CON SOLARIUM. Contratto di locazione
per 12 anni – Si valuta anche la vendita dell’attività
Trattativa dopo visione
€ 2.400,00 compreso affitto
7
26 febbraio • XL • n. 04/2015
e il ruolo delle parrocchie nel territorio
ma coinvolgenti i giovani
stessi in una dimensione
missionaria che spinge tutti,
continuamente, ad andare a
cercare chi è lontano per
creare amicizia, empatia e
trasmissione della fede non
con lo stile di chi va a far
proseliti ma di chi volendo
bene a colui che si ha di
fronte gli fa sentire che, come
cristiano, è preoccupato per
il suo destino. Ricordo, tra i
tanti episodi capitatimi da
quando sono Vescovo come
in un paese della nostra
montagna, dopo avermi fatto incontrare tutti i gruppi
parrocchiali vollero incontrarmi, ormai giunti all’ultima sera della Visita che in
genere dura una settimana, i
giovani della pro-loco. Mi invitarono a mangiare una pizza e vi andai nonostante che
il parroco mi avesse avvertito: “questi non vengono
mai… anche politicamente
sono a noi molto distanti…
non si scandalizzi se parleranno male della Chiesa, di
Cristo, ecc. e forse anche la
contesteranno…”.
Senza
paura andai e portai con me
anche il parroco. Fu il più
bell’incontro della Visita.
Trovai giovani aperti che da
anni desideravano parlare
con il Vescovo o meglio ancora con un prete. Parlammo di tutto: la vita del loro
paese, la Chiesa, la fede, del
loro lavoro, delle loro vite
personali, ecc. Ma quando
arrivammo a parlare dei motivi del credere il discorso
non si interrompeva. La
mattina dopo tra lo stupore
mio ma soprattutto della
gente del paese li vidi entrare
in chiesa alla Messa di chiusura della Visita Pastorale.
Non so se poi hanno continuato… quando mi reco in
quel paese per le Cresime o
qualche festa a volte qualcu-
no di loro viene a salutarmi
chiedendomi: “Si ricorda di
me?...”. Non so perché non
sono mai andati in chiesa
prima ma sicuramente non
erano chiusi a Dio. Forse
erano chiusi a un certo modo di proporre la fede e la vita ecclesiale da parte nostra.
(...)
Al di là della missione
pastorale della Chiesa
cosa secondo Lei dovrebbero fare istituzio-
ni, associazioni, singoli
per ridare speranza a
questo territorio e più
in generale al Paese?
Innanzitutto, come già accennavo, compiere ogni sforzo per lavorare insieme pur
nel rispetto delle diverse
competenze e modi di sentire. Per questo territorio si potrebbero valorizzare molto di
più le risorse culturali per
creare lavoro e quindi dignità per i giovani e la possibili-
tà di metter su famiglia. Ma
occorrono anche politiche
più attente all’essenziale e
non a quanto è superficiale,
alla scuola, alla famiglia, occorrerebbe educare ad una
Politica con la “P” maiuscola
affinché non ci si fermi in
sterili contrapposizioni ma
si lavori insieme per raggiungere il bene comune dei più.
Anche dal punto di vista sociale occorre una proposta
che vada maggiormente in-
MAURO PARMEGGIANI è nato a Reggio Emilia il 5 luglio 1961. Ricca e importante la sua
“carriera” ecclesiastica. Dopo aver conseguito il diploma di geometra, nel 1980 è entrato nel
Seminario di Reggio Emilia. Il 18 ottobre 1985 è diventato sacerdote. Ha iniziato il proprio
ministero quale Assistente dei giovani e giovanissimi di Azione Cattolica della Diocesi di
Reggio Emilia – Guastalla e del Movimento Studenti di Azione Cattolica. Nel contempo insegnava religione presso l’I. T. Professionale “L.Nobili”.
Dopo un anno è stato chiamato a Roma come Aiutante di Studio della Segreteria Generale
della CEI quale Segretario particolare del Cardinale Camillo Ruini. Nel 1991 è stato assunto
presso il Vicariato di Roma. Da sempre attivo nelle iniziative di pastorale giovanile nel 1994
è stato nominato Direttore del Servizio diocesano per la pastorale giovanile della Diocesi di
Roma. A Roma ha seguito la preparazione di molti incontri per giovani con San Giovanni
Paolo II. Nel 2003 è stato nominato Prelato Segretario Generale del Vicariato di Roma, incarico che ha mantenuto fino al 3 luglio 2008 quando fu nominato Vescovo di Tivoli da Papa
Benedetto XVI. Durante gli anni romani, nonostante il lavoro presso la CEI o il Vicariato,
ha sempre prestato servizio presso diverse parrocchie romane e ha organizzato e partecipato
alle Missioni popolari dei giovani ai giovani denominate “Gesù al centro”. E’ stato anche Delegato del Cardinale Vicario per la Consulta diocesana delle Aggregazioni laicali di Roma.
Ordinato Vescovo il 20 settembre 2008 ha iniziato il suo ministero in Tivoli il 5 ottobre 2008.
A lui si deve la creazione della Mensa per i poveri di San Lorenzo, la realizzazione del Consultorio familiare Familiaris Consortio di Villanova di Guidonia, della Casa famiglia per ragazze madri in Tivoli di ormai prossima accoglienza. Per i giovani ha fondato la Scuola diocesana di preghiera, la Casa Giovanni Paolo II per studenti, e supportato varie iniziative: tra
le quali la Missione dei giovani ai giovani nella città di Tivoli e annualmente la Tenda dell’Eucaristia. Ha scritto alcune lettere pastorali: “Chiesa di Tivoli cosa dici di te stessa?”; il
Piano Pastorale “Per fede…Abramo”; la Lettera: “Per fede… Maria” in occasione dell’Anno
Mariano diocesano (2013-14); “Portatemi Dio: gli voglio parlare. La trasmissione della fede
alle giovani generazioni”.
contro all’uomo e, per i giovani, sia soprattutto opera di
prevenzione rispetto a quelle
derive nelle quali cadono come le dipendenze, la descolarizzazione nonché di offerta
di lavoro che dia dignità all’essere. Ritengo che non occorrano manifestazioni contro qualcuno ma a favore di
qualcuno e soprattutto realizzazione di micro-progetti
per dare anche possibilità di
lavoro ai giovani. Come
Chiesa stiamo attivando il
Progetto Policoro affinché almeno alcuni giovani, guardando alle risorse del territorio, diano vita a forme di
cooperazione per creare alcuni posti di lavoro. A chi, poi,
qui detiene ricchezza chiederei di investire localmente.
Caso mai accontentandosi di
un po’ di meno ma evitando
un esodo di giovani dai nostri territori e anche dal Paese. La Chiesa è disponibile a
mettere a disposizione ciò
che ha ed è ma da sola non
può farcela!
Per contatti
[email protected]
tivoli.chiesacattolica.it
Tel.0774 335227;
fax 0774/317380
L’intervista è del 17/2/2015
il testo integrale su
www.notizialocale.it
Campagna di sensibilizzazione e incentivazione della raccolta differenziata
dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE)
Sabato 7 Marzo ore 8,00 - 12,00
• Tivoli Terme, piazza Catullo
Sabato 21 Marzo ore 8,00 - 12,00
• Villa Adriana, via Val Gardena (vicino caserma vigili del Fuoco)
Raccolta gratuita dei Rifiuti di apparecchiature
Elettriche ed Elettroniche e degli Ingombranti
A supporto dell’iniziativa è istituito e organizzato il ritiro dei suddetti rifiuti anche a domicilio su appuntamento.
Gli utenti potranno prenotare un ritiro a domicilio, telefonando al centralino dell’ASA Tivoli Spa (Tel. 0774/520000)
il martedì ed il giovedì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.30, e concordare l’orario di espletamento del servizio. Il ritiro a domicilio prenotato potrà essere effettuato il primo ed il terzo sabato pomeriggio del mese.
ASA Tivoli spa
L’Amministratore Unico ing. Francesco Girardi
8
Tornei di Burraco
“Burrachiamo Insieme” è l’iniziativa promossa
dall’ASD Burraco “I Pioppi” che appunto propone
tutti i martedì a partire dal 3 marzo, dei tornei del
popolare gioco di carte a coppia. I tornei con inizio
alle ore 20 si svolgeranno presso il Ristorante “La
Taverna della Rocca” in Piazza delle Nazioni Unite
a Tivoli. Info e prenotazioni Vincenza 328 3122464
Per un pugno di libri
TIVOLI - Gli studenti del Liceo Classico parteciparenno sabato 7 marzo al programma “Per un pugno
di libri” in onda alle oer 18,00 su Raitre.
Il programma condotto da Geppi Gucciari e Piero
Dorfles prevede una serie di sfide letterarie tra gli
studenti delle scuole secondarie italiane e quindi
facciamo gli auguri e un grande “In bocca al lupo”
ai nostri studenti..
Conferenza sull’apprendimento
VICOVARO - Promossa dall’Università delle tre età
di Vicovaro si terrà sabato 28 febbraio alle ore 17 la
Conferenza a cura della dott.ssa Silvia Giovannercole su “I disturbi specifici dell’apprendimento”. Il
luogo della conferenza sarà l’aula consiliare del Comune di Vicovaro e interverrà la dott.ssa G. Missimei, dirigente scolastico.
Teatro all’Imperiale
Prosegue la stagione di spettacoli al teatro Imperiale di Guidonia. Il 20 e 21 marzo andrà in scena Il
berreto a Sonagli del regista Francesco Bellomo
con Pino Caruso.
Il 27 e 28 marzo marzo sarà la volta di Alessandro
Haber, con il suo concerto-spettacolo Habebus
Haber.
Info biglietteria 0774 301291- 340 1901325
[email protected] youticket.it
Teatro al Giuseppetti
Il mese di marzo prevede due spettacoli per il teatro
Giuseppetti: il 9 va in scena “Una famiglia quasi
perfetta” di e con Carlo Buccirosso, mentre il 24
tocca a Giorgio Albertazzi con il Suo “Miti e d
eroi”
Inizio spettacoli ore 21,00
Info e prenotaz. Teatro Giuseppetti 0774 335087
Un attore è un attore
Sabato 28 Febbraio alle ore 21,00, al Teatro Comunale La Fenice di Arsoli, va in scena lo spettacolo
Un attore è un attore...è un attore del pluripremiato
autore bosniaco Zijah Sokolovic con Franco Korosec, attore del Teatro Sloveno Kulturni Dom di Nova Gorica.
Un attore sale sul
palco ed annuncia
che la recita è sospesa per mancanza di
attrezzature, causa i
tagli ai finanziamenti del Ministero dello
Spettacolo. Sarebbe
infatti impossibile allestire senza le scene un dramma medievale, con tanto di castello, mura e fossato.
L'attore però non si arrende e con due mattoni, un
bidone della spazzatura e alcuni spettatori, usati come elementi scenici, decide di montare comunque
lo spettacolo.
Il testo illustra i patimenti artistici, burocratici e
tecnici che vive il mondo del teatro.
Lo spettacolo viene presentato all’interno della stagione 2014/15 del Teatro Comunale La Fenice di Arsoli riaperto dopo due anni di inattività dovuta a un
restauro realizzato grazie a fondi regionali.
Il cartellone, composto da tre rassegne, una dedicata al genere contemporaneo popolare (Rassegna
dei Teatri e delle Residenze) con presenze artistiche
di rilievo, una al teatro ragazzi (Piccola Officina) e
una a quello amatoriale (Il territorio in scena), è a
cura di Officina E.S.T. 2.0 – officina culturale della
Regione Lazio e sta registrando grande interesse e
partecipazione.
26 febbraio • XL
Tivoli storica città della music
È stata presentata Domenica 22 febbraio allle
Scuderie Estensi la nuova associazione no-profit Amici della Musica
di Tivoli.
Non è a tutti noto che
Tivoli nel passato è stato
un centro musicale di
altissimo livello. Con le
sue splendide ville e
chiese, ha attratto musicisti di grande fama come Pierluigi da Palestrina e Liszt.
G. M. Nanino è stato
uno dei più grandi polifonisti del Rinascimento. La Cappella Musicale del Duomo di Tivoli
ha formato personaggi
di indiscusso talento
(Caccini, Carissimi) e
promosso la grande musica sacra italiana. Moltissime musiche, nel
Settecento e nell’Ottocento, sono state composte da maestri tiburtini (Vergelli ed eredi,
Leoni, ecc.) per rendere
più grandiose e artistiche le feste e le celebrazioni della Città. Giuseppe Radiciotti è stato
uno dei pionieri della
musicologia moderna e
Filippo Guglielmi un
compositore “europeo”
da riscoprire.
Gli Amici della Musica
di Tivoli sono un’Associazione formata da musicisti
professionisti,
studiosi e appassionati,
che nasce proprio per
valorizzare e promuovere in maniera continuativa, questa cultura musicale che ha radici antiche.
A Tivoli sono presenti
degli Archivi di inestimabile valore: l’Archivio
Capitolare del Duomo di
Tivoli, oggi completamente catalogato grazie
all’impegno del prof.
Maurizio Pastori (direttore del coro polifinico
Giovanni Maria Nanino)
, che conta 703 manoscritti, per un totale di
1.015 composizioni prevalentemente risalenti ai
secoli XVIII-XIX; l’archivio Vergelli, in corso
di catalogazione, conserva oltre 2000 tra manoscritti, libri e spartiti;
l’archivio Silvani conserva oltre un migliaio di
edizioni musicali a
stampa dei secoli XIX e
XX. Il 25 ottobre 2014
un concerto ha ridato
vita ad alcune perle di
musica sacra conservate in questi Archivi.
Gli “Amici della Musica
di Tivoli” nascono per
ridare valore a queste
iniziative e nel contempo promuovono molte
altre attività. Produzioni
musicali di livello professionale; un’orchestra
da camera stabile formata da professionisti,
per la maggior parte residenti sul territorio; un
coro di voci bianche
con annessa scuola di
canto; incisioni di Cd
con musiche inedite degli archivi tiburtini e
non;
recupero degli
strumenti antichi e di
pregio; pubblicazione di
una Rivista e di un sito
internet per divulgare
contenuti, news, curiosità e studi.
Per realizzare tutte queste iniziative l’Associazione promuoverà una
campagna di adesioni,
che – con un piccolo
contributo annuo – permetteranno di offrire alla città una proposta
musicale continuativa
programmata annualmente.
Intanto è stato reso noto
(ma suscettibile di modifiche) il Programma
dei Concerti per l’anno
2015. Si comincerà con
un tributo a Giovanni
Maria Nanino in marzo.
Seguiranno il tradizionale Concerto di Primavera a Villa d’Este (19
Festival delle Cerase 2015
Festeggia quest’anno la
sua trentesima edizione,
il Festival delle Cerase. E
lo fa con un programma
particolarmente
ricco
che, ancora a Monterotondo divenuto ormai sede d’adozione del festival,
accompagnerà il pubblico fino a giugno. Proiezioni, presenze illustri,
serate d’onore e appuntamenti/trittici tematici saranno ospitati quest’anno
nella prestigiosa e splen-
dida sede del Teatro comunale Ramarini, recentemente riaperto al pubblico. Ideato da Silvio
Luttazzi e diretto da
Franco Montini l’edizione
2015 del Festival è organizzata dall’associazione
culturale “Il Laboratorio”
e dal Comune di Monterotondo, con il patrocinio
della Regione Lazio, del
ministero per i beni e le
attività culturali e del
“Roma Lazio Film Com-
mission”, la rassegna presenterà, come da tradizione, le migliori produzioni nazionali di qualità
della stagione in corso,
opere sia di giovani che di
affermati registi, film
d’essai dai grandi festival.
A premiare le opere migliori e i migliori protagonisti con le “Ciliegie d’oro
del cinema italiano” sarà
ancora la giuria popolare
costituita dal pubblico
stesso nel corso della ras-
segna. Serata conclusiva,
con premiazioni e passerella d’onore, fissata per il
6 giugno nella splendida
ambientazione del cortile
di Palazzo Orsini,.
Si è partiti lunedì 16 febbraio con il film “In nome
del figlio” di Francesca
Archibugi, con ospiti Valeria Golino e Rocco Papaleo. Si replica domenica 1 marzo con“Sei mai
stata sulla luna?” a Palombara e lunedì 2 marzo
Alla scoperta del libro
Frequento la classe prima nella Scuola Media Segrè
(Istituto Comprensivo Tivoli I). Io e i miei compagni in
queste settimane abbiamo svolto un percorso didattico
tutto dedicato al libro. Non lezioni tradizionali, ma momenti di dialogo, in cui le insegnanti di lettere ci hanno
spiegato l’importanza e il fascino di questa invenzione
nella storia dell’umanità leggendo passi di libri famosi;
poi, con l’aiuto delle immagini, hanno ripercorso con
noi la storia del libro spiegando quale aspetto esso aveva
nell’antichità e come è cambiato nel corso dei secoli.
A questo punto è iniziata la parte più divertente: noi stessi dovevamo creare un esemplare di libro per ogni epoca.
Un rotolo a imitazione di quelli antichi in papiro, delle
tavolette ricoperte di cera come quelle che usavano i romani, e così via. Ma il lavoro era da svolgere in gruppi,
con un’organizzazione molto precisa ed efficiente, seguendo un metodo un po’ speciale di apprendimento
cooperativo (cooperative learning) che una delle insegnanti ci ha spiegato per l’occasione. In ogni gruppo vi
erano ruoli ben definiti e chiari obiettivi da raggiungere;
le insegnanti monitoravano e valutavano continuamente lo svolgimento delle attività e … guai a distrarsi o rallentare il lavoro senza motivo! La valutazione del gruppo
precipitava.
Avevamo grandi tavoli da utilizzare e tutti i materiali necessari, come carta, colori, gesso, a nostra disposizione;
così, nel giro di pochi minuti, cominciavano a prendere
forma bellissime tavolette in argilla con iscrizioni incise;
pugillares talmente simili a quelli romani da confondersi
con quelli originali delle immagini studiate; pagine di
codice che sembravano quasi in vera pergamena, con
quelle iniziali miniate che noi avevamo visto solo sui libri. Con le mani sporche di tempera e di colla (ma non
ci importava) abbiamo creato qualcosa di prodotto interamente da noi. Che soddisfazione! Ci siamo veramente divertiti molto; ma, soprattutto, abbiamo capito quanto sia importante, per socializzare veramente con i compagni, lavorare insieme ad un progetto comune.
9
L • n. 04/2015
ca colta
aprile) e altri sei appuntamenti assolutamente
da non perdere, tra cui
una serata dedicata a
Mozart e a Luigi Vergelli
(settembre) e la seconda
edizione degli Inediti
Sei-Settecentesci
nel
Duomo di Tivoli (ottobre).
http://amicimusicativol
i.blogspot.it/
con “Ambo”e l’incontro
con l’attrice Sara Putignano. In concorso, tra
molti altri, i film “Noi e
Giulia” di Edoardo Leo
con Luca Argentero e
Claudio Amendola, “Latin lover” di Cristina Comencini con Francesco
Scianna e Donatella Finocchiaro, “Tre tocchi” di
Marco Risi, “Torneranno
i prati” di Ermanno Olmi
con Claudio Santamaria,
Alessandro Sperduti, Andrea Di Maria, “Se Dio
vuole”, opera prima di
Edoardo Falcone con
Tivoli off
La rassegna di drammaturgia contemporanea, organizzata dall’Assessorato alla Cultura, ”Tivoli Off”
si svolgerà al teatrino Comunale di via del Colleggio il cui utilizzo allo scopo già rappresenta di per
se una buona notizia.
Nello specifico della rassegna, gli spettacoli avranno un costo di 2 euro.
Il 1° marzo, ore 21, con Interno Abbado di Andrea
Baracco e Claudio Storani con Giandomenico Cupaiuolo, musiche dal vivo di Francesco Leineri per
la regia di Andrea Baracco.
Il 22 marzo, ore 21, Crepacuore di Erika Galli, con
Diletta Acquaviva, regia di Martina Ruggeri, produzione Industria Indipendente.
Il 10 aprile, ore 21, Pasquarosa di e con Gloria
Sapio e Maurizio Repetto, regia di Alessandro Minati, Officina EST – Officina Cultura della Regione
Lazio.
Il 19 aprile, ore 17, Antropolaroid, di e con Tindaro Granata, luci Matteo Crespi, elaborazioni musicali Daniele D’Angelo, produzione Proxima Res.
Il 24 aprile, ore 21, Digerseltz di e con Elvira Frosini, regia Elvira Frosini, collaborazione artistica
Daniele Timpano, compagnia Frosini\Timpano.
Dall’assessorato trapela una doppia soddisfazione:
“finalmente a Tivoli nasce una stagione teatrale legata alla drammaturgia contemporanea e, soprattutto,
legata al lavoro dei giovani. Inoltre stiamo restituendo alla città il teatrino – ha commentato l’assessore
Urbano Barberini – A Tivoli c’è un’enorme fame di
cultura, si è visto con il successo della stagione teatrale del Giuseppetti. Stiamo cercando di riportare la
Città alla dimensione culturale che gli deve appartenere anche se riuscire a fare ogni cosa ha sempre una
difficoltà estrema a causa dei mille intoppi burocratici che ci sono”.
Marco Giallini e Alessandro Gassman, “Vergine
giurata” di Laura Bispuri
con Alba Rohrwacher,
“La prima luce” di Vincenzo Marra con Riccardo Scamarcio e Daniela
Ramirez.
Coloro che volessero far
parte della Giuria popolare possono rivolgersi
agli indirizzi e-mail [email protected] o
[email protected] oppure chiamare il numero
338.8716481.
© notizialocale.it
Idee di pietra Guidonia
Ultima tappa del concorso di design e comunicazione “GUTTA CAVAT
LAPIDEM”. LE IDEE LA
PLASMANO. Sono state
realizzate ed ora andranno sul mercato della pietra le opere in travertino
progettate da due giovanissimi
guidoniani.
Giunge così a conclusione la prima edizione del
concorso, promosso dalla “Rustici del Trusco” e
rivolto agli studenti del
liceo scientifico Ettore
Majorana di Guidonia.
I progetti, realizzati in
travertino, saranno consegnati nelle mani dei
vincitori nei prossimi
giorni e già premiati con
una borsa di studio da
750 euro a maggio.
Si tratta del porta candele progettato da Davide
Maccarrone e del porta
coltelli, opera di Lorenzo Fabri (nella foto). Le
opere saranno immesse
nel commercio della pietra ed i giovani riceveranno una quota sulla vendita.
Maccarrone ha progettato un porta candele in
travertino componibile
come un puzzle ed era
Cabaret con Impastato e
Farina al Giuseppetti
Torna al Teatro Giuseppetti di Tivoli il grande cabaret nazionale con la serata di sabato 28 febbraio.
Dalle 21,30 risate e divertimento con artisti apprezzati dal piccolo schermo: Gianluca Impastato e Alberto Farina.
L’evento è organizzato dal portale d’informazione
“La Web Tv”. “Direttamente da Colorado”, questo
il nome della notte speciale tiburtina, è un live
show che coinvolge ragazzi ed adulti in uno spettacolo di alto livello comico.
Info e prenotazioni
tel. 0774/335087 oppure 340 6968769
Riceviamo e pubblichiamo
[email protected]
Noi costruttori di pace
È il 26 Gennaio e oggi in classe parliamo di pace. Ci siamo detti: ”Noi
vogliamo costruire la pace. Ma come fare? Da dove cominciare?”
Quando vediamo scorrere sotto i nostri occhi immagini violente e senza
pietà noi ci spaventiamo, ma soprattutto vogliamo capire. Così, dopo
aver studiato con la nostra insegnante un argomento di storia riguardante l’Islam, abbiamo programmato un incontro con il giornalista
Osman Tarek. Questa esperienza, sin da subito, si è rivelata straordinaria. Il signor Osman infatti ci ha guidati attraverso un viaggio fatto di conoscenza e curiosità. Ci ha spiegato le origini comuni della religione
cristiana e di quella islamica, ci ha fatto comprendere
che l’islamismo è moralità e tolleranza. Quando sentiamo dunque parlare di persone che uccidono in nome di un Dio dobbiamo sdegnarci, perché nessun Dio
può volere tutto ciò. Siamo stati curiosi, cercando di capire tante altre
caratteristiche della religione islamica. Nel corso di questo incontro abbiamo trovato una risposta a tutte le
nostre domande, ma soprattutto abbiamo compreso cosa significa “costruire la pace”. Significa aprirsi al
dialogo, eliminando pregiudizi e
paure. Significa non aver paura delle diversità, poiché
solo attraverso esse diventiamo persone più ricche. In
modo ufficiale e non con una semplice stretta di mano,
vogliamo ringraziare il signor Osman che ci ha guidati
verso la conoscenza con passione e grande pazienza.
Un grazie speciale va alla scuola, alla nostra scuola,
che ancora una volta è stata luogo d’incontro e di crescita.
Gli alunni della classe I E
Scuola media E. T. Segrè
stato premiato: “Per l’uso
originale della forma
scelta che presenta un
elemento modulare utilizzabile in più contesti”.
Lorenzo Fabri ha presentato alla giuria il progetto
di un porta coltelli in travertino con lame a vista
ed è stati premiato: “Per
aver ripensato in maniera originale un oggetto
d’uso quotidiano ed averlo declinato in una soluzione estetica originale”.
“Sono lieto di poter mo-
strare e donare a questi
giovani talenti il loro lavoro finito - ha detto il direttore tecnico dei “Rustici del Trusco” Maurizio Massini –. Così come
ho detto al momento della premiazione stilare la
graduatoria ed attribuire
i premi non è stato semplice proprio per la qualità e la passione dimostrate da tutti i partecipanti”.
Michela Maggiani
Tumore e qualità di vita
Si svolgerà sabato 7 marzo
presso i locali delle Scuderie Estensi di Tivoli la conferenza promossa dall’Associazione Per Lei realizzata grazie ad un contributo offerto dalla Susan G.
Komen Italia onlus. “Prendersi cura di sè nonostante
la malattia” il sottotitolo
della conferenza che prevede il seguente programma:
Ore 16,00 Apertura lavori
Ore 16.15 Proiezione del video: “La mia avventura...Un
modo alternativo di vivere la malattia” performance di
musica e arti visive di Paola La Rocca e Dalia Valdez.
Ore 16,30 “Alimentazione e controllo della crescita tumorale” dott.ssa Debora Rasio dirigente medico nutrizionista presso l’Azienda Ospedaliera S. Andrea di Roma
Ore 17,00 “L’estetica quale terapia complementare a supporto della qualità di vita del paziente oncologico” Angela Noviello Direttore Italia e Formatore Oncology Esthetics® Member of International Society of Oncology
Estheticians.
Ore 17,30 “Chirurgia mininvasiva del linfedema” dott.
Guido Gabriele - dott. Paolo Gennaro supermicrochirurgia dell’Università di Siena
Ore 18,00 “La medicina complementare come supporto
terapeutico alla chirurgia, radioterapia e chemioterapia
nel tumore della mammella” dott.ssa Anna Dominici internista ed esperta in medicine complementari.
Nella serata verranno esposte due mostre fotografiche:
“Dopotutto..io” e“La Bellezza resta: 30 scatti di coraggioso splendore” la testimonianza della forza delle donne dopo e/o durante la malattia,di come si possa reagire in modo positivo di fronte ad un evento così doloroso.
Foto di Tonino Novelli e Cecilia Pinci. Make up artist
Carla Trudu e Valentina Zatti.
Sarà presente anche l’associazione ONDANUOVA, gruppo di donne operate di tumore al seno e supporters per
la prevenzione del linfedema attraverso il Dragon Boat.
info: [email protected] facebook: associazione per lei
10
26 febbraio • XL • n. 04/2015
Nuova sezione alla materna
VILLANOVA - Lo scorso
19 febbraio il plesso di
Campolimpido della Giovanni XXIII di Villanova
di Guidonia ha aperto le
porte di una sezione di
scuola per l’infanzia comunale. Tutti i bambini
inseriti nelle classi. Una
trentina le domande in
tutto, a cui è stato fatto
fronte con un bonus di sostegno alle famiglie che
hanno scelto strutture private. Il plesso di Campolimpido ospiterà 14 bambini.
“Si apre una classe di asilo
comunale nel plesso di
Campolimpido, uno dei
quattro appartenenti all’Istituto
Comprensivo
Giovanni XXIII di Villanova di Guidonia. Di questi
tempi un’apertura di una
classe dedicata all’infanzia
rappresenta una boccata
d’ossigeno per i genitori. Le
famiglie sanno che potranno lasciare i loro bambini
ben custoditi, affidati alle
cure esperte di maestre e
collaboratori che hanno
come unico scopo la crescita della personalità del
bimbo. Speriamo che le riforme nazionali in discussione in questa fase vengano attuate perché ad esempio la proposta dell’organico funzionale rappresente-
rebbe veramente un grande
aiuto per tutte le scuole:
rapidità nelle sostituzioni e
nell’assorbimento del sostegno che è la voce più a
cuore di noi dirigenti”, l’intervento del dirigente scolastico Sandra Vignoli.
Taglio del nastro effettuato dal sindaco della Città
di Guidonia Montecelio
Eligio Rubeis che ha avuto modo di salutare i genitori presenti e rivolgere i
complimenti alla preside
per la cura del plesso.
Convenevoli respinti con
affetto: “L’organizzazione è
decisiva – la precisazione
della Vignoli -, saper motivare il personale altrettanto: tutti contribuiamo all’assolvimento del diretto
all’istruzione e l’accoglienza riguarda tutti coloro che
lavorano nella scuola. Dal
collaboratore scolastico alla maestra. Inoltre è un fattore di deontologia professionale, di responsabilità”.
In lista d’attesa già un
centinaio di iscrizioni per
il prossimo anno alla
scuola materna comunale.
“Si tratta di una giornata
molto importante per le famiglie e per i bambini che
iniziano un percorso scolastico a 3 anni, un percorso che porteranno avanti
per gran parte della loro vita. Da parte dell’amministrazione comunale uno
sforzo non indifferente per
dare questa opportunità
dal risvolto sociale ed
istruttivo molto alto. A
Guidonia Montecelio la
collaborazione tra scuola e
comune prosegue bene.
Questa è una sezione di
scuola comunale, inoltre
eroghiamo servizi a tutte le
scuole del comune. Dalla
Regione Lazio sono arrivati fondi per mettere in sicurezza questi istituti scolastici, i Lavori Pubblici sono già al lavoro. Tutte le
scuole a livello nazionale
soffrono per quanto ri-
guarda la sicurezza perché
le risorse sono sempre molto poche. Questa disponibilità arriva a Guidonia
Montecelio dopo anni di
investimenti da parte dell’amministrazione, siamo
un’isola felice in questo
senso. Le nostre scuole ricevono sempre applausi
per le strutture quando ricevono visite da altre realtà. Certo, dobbiamo sempre migliorare e lo faremo
per raggiungere un grado
di eccellenza elevato per
tutte le scuole del territorio. Un liceo classico nella
Città dell’Aria? Non è questo un compito dell’Ente
locale, ma ci stiamo muovendo molto in questo senso. Dobbiamo arrivare ad
avere due poli di qualità:
uno tecnologico e uno liceale. Quello liceale sta ricevendo un largo consenso
da tutta la cittadinanza seguendo l’andamento nazionale. Quest’anno il Liceo Scientifico ‘Ettore Majorana’ ha avuto 300 nuove iscrizioni. Noi speriamo
di migliorare l’offerta”, le
dichiarazioni del vice sindaco Andrea Di Palma
che ha analizzato il momento scolastico a 360
gradi.
Danilo D’Amico
Scuola & Disabilità
Ma cos’è la
Scuola? Trasmissione di
conoscenze
e di saperi
indispensabili per affrontare la
vita. Molte
aspettative dei genitori,
degli studenti, della società, degli intellettuali,
sono riposte nella Scuola
cioè nel luogo ideale dove
con mente e passione, si
acquisiscono strumenti
per migliorare le condizioni di partenza.
Cultura, scienza, attualita’, societa,’ sono i cardini della Scuola ma
non mancano i problemi, tanti e variegati. In
ordine di tempo è da segnalare il disagio provocato dalla soppressione
delle Provincie.
Il 2° SEMINARIO
SCUOLA & DISABILITA’, organizzato dalla
Lega Arcobaleno sabato
28 febbraio a Tivoli,
presso le Scuderie
Estensi alle 16.30, affronterà le problematiche relative all’handicap
e a tutto il mondo che
ruota attorno agli alun-
TIVOLI incontra...
Avrà inizio venerdì 27
febbraio la rassegna Tivoli incontra una serie di
sei “conversazioni – intervista” con personalità
del mondo della cultura
italiana, che si presteranno a raccontare la loro visione della società,
dell’arte, della politica.
Ad iniziare sarà il noto
giornalista e conduttore televisivo Corrado Augias
venerdì 27 febbraio che presenterà il suo ultimo libro “Il lato oscuro del cuore”.
Il 24 marzo sarà invece il turno di Fausto Bertinotti
con la partecipazione di Giovanni Aversa.
Per il mese di aprile sono in programma altri due
incontri: il 18 con il regista Dario Argento ed il 28
con Paolo Villaggio. Il 13 giugno sarà la volta di Dacia Maraini ed Eugenio Muralli, per chiudere poi
con Philippe Daverio per il quale verrà a breve comunicata la data precisa. Tutta la rassegna è organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dalla Sovrintendenza e curata da Pino Strabioli che sottolinea
come la rassegna sia un’occasione per incontrare
alcuni protagonisti del mondo della cultura, recuperando il piacere del racconto e dell’ascolto intorno a temi variegati. Gli incontri, con ingresso libero, avranno luogo a Villa d’Este presso la sala del
Trono con inizio alle ore 18,00.
www.villadeste.info tel 0774 312070
www.comune.tivoli.rm.it
ni con disabilità: dirigenti, insegnanti, genitori, assistenti, collaboratori,
Enti pubblici, Comuni,
Associazioni,
Cooperative, volontari,
sono tutti attori coinvolti a vario titolo in questo ambito. Anche i Trasporti e le Barriere architettoniche sono settori in prima fila per
agevolare o meno l’inserimento mirato. Oggi
che la Scuola sta diventando più aperta e tecnologica, dovrebbe essere meno problematica l’inclusione di studenti con disabilità anche grave e gravissima.
In questo, l’Italia è fra
gli Stati all’avanguardia
per la Legislazione sull’inclusione scolastica;
lo è un po’ meno per
quanto riguarda l’attuazione delle Norme
giuridiche. Lo sa bene
chi, come le Associazioni del settore, si batte
quotidianamente affinché le Leggi siano rispettate e possibilmente
implementate.
Il Seminario in programma mira, con il
supporto di alcuni tra i
massimi esperti a livello
nazionale e regionale, a
dare informazioni utili
e risposte precise a
quanti hanno problemi
e non si vergognano di
segnalarli. Solo con la
collaborazione tra i vari
responsabili, si potranno superare le troppe
barriere culturali che a
volte impediscono la
realizzazione di quello
che non deve essere un
Sogno ma solo un Diritto di ogni persona.
Tutti i cittadini sono invitati a partecipare e
agli intervenuti sarà dato in omaggio del materiale informativo.
E’ gradita la segnalazione della presenza e anche della proposta di un
eventuale quesito.
Info 3291647661
[email protected]
www.legarcobaleno.it
La confererenza del Gobetti rimandata al 2 marzo
A causa della concomitanza con altre iniziative del Comune di Tivoli la Conferenza
del 27 febbraio con l’on. Giuseppe Soriero per tema “Un nuovo dialogo tra nord e
sud” è stata spostata a lunedì 2 marzo sempre alle ore 17,30 e sempre alle Scuderie
Estensi in piazza Garibaldi.
11
26 febbraio • XL • n. 04/2015
ROCCA PIA: non ci resta che piangere!
TIVOLI - Consiglio comunale del 16 febbraio: finalmente si svela il grande mistero della Rocca,
che ... sembra il titolo di
un romanzo giallo e invece descrive la realtà di
fatti, sfiorando il ridicolo;
dobbiamo ammetterlo.
L’attuale assessore Barberini spiega all’assemblea con non poco imbarazzo che sotto diverse
amministrazioni, si è lavorato con un “iter” che,
in effetti, non sa spiegare
nemmeno lui.
Anzi l’Assessore, costretto ad una sorta di indagine, nemmeno fosse un inquirente, è riuscito a capire che la Rocca Pia è
stata restaurata con i fondi del Comune e in parte
della Provincia ma il bene appartiene al Demanio quindi: “la Rocca Pia
sta come sta”, ovvero restaurata ma chiusa, perché il comune che l’ha restaurata con i propri fondi non ne ha mai richiesto l’uso! E per richiederlo, questo uso, occorre
una procedura ben definita che non è stata mai
avviata!
Non basta. Tra le spese
c’è una voce relativa all’acquisto di opere d’arte
da inserire nel futuro mu-
Tra lo sguardo allibito dei
presenti e di chi ha seguito su
web la seduta del 16 febbraio
scorso, l’assessore Barberini
illustra la situazione complessa
della Rocca Pia, svelando una
verità che ha sapore delle solite
cose fatte “all’italiana” e nello
specifico “alla tiburtina”
seo della Rocca, che al
momento della ricerca
dell’Assessore si trovavano in parte nella biblioteca e in parte nell’abitazione professionista responsabile dei lavori, in una
sorta di deposito momentaneo, giacché non si sapeva dove metterle. A
parte il fatto che di opere
di Tivoli sono pieni i depositi delle soprintendenze e non si capisce perché
abbiamo dovuto acquistarne altre – se volete
sapere anche cosa abbiamo acquistato, si tratta di
libri! Libri nella Rocca?
Esatto!Quindi abbiamo comprato anche opere d’arte,
senza sapere se potevamo
utilizzare quegli spazi!
Riassumiamo, i lavori di
restauro sono finiti da un
pezzo, ma la Rocca Pia
continua a rimanere
chiusa e lo sarà ancora
per un altro bel pezzo.
Speriamo che il Comune
riesca finalmente a prendere possesso del bene attualmente proprietà del
Demanio, sempre che lo
Stato non pensi di volersene servire diversamente, affidando l’uso e la gestione a cooperative
esterne e quindi ben poco
rimarrebbe in introiti per
il Comune che a quel
punto avrebbe investito
in opere di bene!
La Rocca attualmente è
sotto la tutela del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per
le Province di Roma, Fro-
Aniene Comics: buona la prima
La prima edizione dell’Aniene Comics svoltasi
a Bagni di Tivoli il 22 febbraio nella location del
Casale Rock, con patrocinio del comune di Tivoli.
La giornata nonostante
la premessa meteo negativa, si è svolta sorprendentemente oltre ogni
nostra aspettativa, non
solo una giornata di sole
ma di festa per tutti noi e
per i partecipanti.
L’affluenza ha superato le
1000 persone dalle quali
abbiamo avuto riscontri
positivissimi, come testimoniato anche dai moltissimi messaggi, mail e
commenti di complimenti e supporto inviatici (
sia circa l’offerta di attività proposta che per la
stessa
organizzazione
dell’evento).
Grande l’affluenza di Cosplayer, grv gamers, fotografi, appassionati di settore e semplici curiosi
nonchè di troupe televisive richiamate dalla risonanza tutti soddisfatti
anche dalla presenza dei
molteplici stand multitematici e provenienti per
l’occasione da tutto il
centro Italia.
Grande successo hanno
riscosso gli appuntamen-
© foto Joy photographie
ti di punta, combattimenti nelle arene, cosplay contest (con premiazione finale dei migliori cosplayer, miglior
accessorio e menzione
speciale per la miglior interpretazione di gruppo
premiati dalla nostra
competentissima giuria)
e concerto di chiusura a
cura della Ufo Rock
Band che con il loro
show hanno saputo coinvolgere il pubblico presente che ha risposto con
molto calore.
Abbiamo apprezzato tantissimo il coinvolgimento
di tutti, visitatori, espositori e associazioni presenti che hanno partecipato attivamente a tutte
le attività proposte. Inol-
tre, nonostante l’evento
abbia chiuso i battenti a
tarda notte, l’affluenza e
il coinvolgimento, non
hanno subito alcun calo
durante tutta la giornata.
Siamo fieri dell’andamento della giornata nonostante i piccoli imprevisti, quali il meteo sfavorevole o il blocco auto
che hanno scoraggiato
alcuni ospiti, l’organizzazione Aniene Comics,
ringrazia tutti i presenti,
gli sponsor, espositori e
soprattutto Il Casale
Rock che ci ha ospitati
permettendoci di realizzare questo appuntamento, che, dato il successo
raggiunto avrà sicuramente una seconda edizione.
sinone, Latina, Rieti e Viterbo e di soggetti adatti
a presentare progetti per
l’uso di un bene demaniale per uso pubblico, c’è ne
sono molti e molto esperti nel campo!
“Il Comune di Tivoli - ha
spiegato l’assessore Urbano Barberini intervenendo proprio sul futuro della Rocca Pia sulla sua pagina Facebook - per poterne ottenere l’uso in concessione a titolo gratuito
deve preparare un piano
di gestione molto articolato, che sia professionale ed
economicamente sostenibile ed in accordo con il
Mibact presentarlo al Demanio e stipulare una
convenzione per ottenere
la concessione. Dopo aver
eseguito vari sopralluoghi
tecnici nei mesi scorsi, mi
sono recato in Soprintendenza per concertare insieme al responsabile il percorso per arrivare a questo
obiettivo. Insieme ad alcuni collaboratori stiamo
elaborando un piano di
gestione che sia economicamente sostenibile e che
preveda la creazione di
uno spazio culturale e turistico multifunzionale
che ne valorizzi la vocazione”.
Le operazioni di restauro
della Rocca sono state
portate a conclusione durante il periodo del commissariamento del Comune. Gli interventi sono
costati più di 2,2 milioni
di euro (780mila spesi
dalla Provincia), ed oggi
il sito è pronto ad accogliere un museo di presentazione della città di
Tivoli (un plastico è già
stato allestito all’interno
di una delle sale). Oltre
alla realizzazione del museo, c’era anche l’idea di
creare un punto di riferimento per promuovere il
brand Tivoli e Valle dell’Aniene. Amen.
Ilaria Morini
Visita guidata
Come annunciato nel
numero scorso di XL
si svolgerà Sabato 28
febbraio dalle ore 10
la visita guidata per il
nuovo percorso turistico nel centro storico
di Tivoli. L’appuntamento è davanti alle
Scuderie Estensi con il
prof. Sciarretta.
26 febbraio • XL • n. 04/2015
A cura di Danilo D’Amico
GOLF/La Ryder Cup a Guidonia?
La Ryder Cup è un torneo di
golf che si svolge ogni due
anni dal 1927 fra una selezione di giocatori statunitensi ed europei. Il torneo
prende il nome dal trofeo
donato da Samuel Ryder
(1858-1936), ed è cogestito
dalla Pga of America e dallo
European Tour. Negli ultimi
venti anni la competizione è
stata dominata dall’Europa
che si è aggiudicata ben otto
vittorie su dieci edizioni.
L’edizione del 2016 si svolgerà in Minnesota (Usa), come
capitano del team Europa è
stato scelto Darren Clarke.
I golfisti professionisti Renato Paratore e Andrea Pavan ed il giornalista Massimo Caputi hanno descritto il
progetto della Fig mentre i
due maxischermi dell’Olimpico proiettavano un filmato
con i momenti più emozionanti delle passate edizioni
dell’evento.
La candidatura italiana, come detto, è quella del Marco
Simone Golf & Country
Club, nella Città dell’Aria,
struttura che ha già ospitato
numerose importanti manifestazioni tra le quali l’Open
d’Italia nel 1994. Le candidature dovranno essere presentate a febbraio del 2016.
Oltre all’Italia in corsa ci sono anche la favorita Germania, la Turchia, la Spagna, la
Danimarca, il Portogallo e
l’Austria. Il Marco Simone
Proseguono i lavori per portare a Guidonia
Montecelio la Ryder Cup 2022. La scelta,
approvata dalla Federgolf di Milano a novembre,
è stata annunciata con un lancio a sorpresa in
un palcoscenico speciale, nello Stadio Olimpico di
Roma in occasione dell’intervallo di Italia-Irlanda
del Sei Nazioni di rugby lo scorso 7 febbraio
La Tivoli Calcio insegue la vittoria del campionato
La Tivoli Calcio continua a sognare la vittoria nel campionato di Prima Categoria, sono
quattro i punti di ritardo dalla capolista Alberone (applausi per un attacco capace di segnare 56 reti in 21 partite).
Nell’ultimo turno sofferto successo per 2-0 in casa del Setteville, contro una squadra coinvolta nella lotta per non retrocedere e assetata di punti. Cavaliere e Cecchini segnano le
due reti che regalano i tre punti ai tiburtini. Dagli altri campi, però, non arrivano buone
notizie perché nel big match della giornata il Vicovaro (miglior retroguardia del torneo
con appena 13 reti al passivo) non riesce a fermare l’Alberone, squadra che si conferma al
primo posto e mantiene i 4 punti di vantaggio a 10 giornate dal termine.
La dirigenza della Tivoli Calcio sta cercando in tutti i modi di rinforzare l’organico e nelle
ultime settimane sono arrivati anche il bomber Giorgio Ricci ed il centrocampista Pietro
Cascini. Il primo ha già dato il suo contributo nelle ultime giornate, il secondo deve ancora
recuperare da un brutto infortunio. Attenzione al prossimo turno: la Tivoli Calcio ospita
il Castelverde che è indietro di appena tre punti rispetto ai tiburtini, mentre l’Alberone riceve la visita di un Setteville con alcune assenze pesanti per squalifica. Nella lotta per non
retrocedere coinvolte anche l’Estense Tivoli e l’Albula, la prima impegnata nella trasferta
di Affile e la seconda pronta ad ospitare il Licenza.
Golf Club può vantare 27
buche su 110 ettari di natura
incontaminata, abilmente
modellate dall’architetto statunitense Jim Fazio, su 7mila metri quadrati. Per gli appassionati di golf un’esperienza unica.
“Sarebbe fantastico poter
portare la Ryder Cup in Italia – ha detto Pavan allo Stadio Olimpico – e sono convinto darebbe un grande impulso alla crescita del numero di golfisti nella nostra nazione”. Anche Renato Paratore, oro olimpico all’Olimpiade giovanile, si è detto
entusiasta. La candidatura
rientra nell’idea di far vivere
quattro anni indimenticabili
a Roma: la Ryder Cup nel
2022, la Coppa del Mondo di
Rugby nel 2023, l’Olimpiade
nel 2024 ed il Giubileo nel
2025.
Ad interessarsi al progetto
direttamente il sindaco di
Guidonia Montecelio Eligio
Rubeis che proprio negli ultimi giorni ha incontrato in
un pranzo di lavoro la stilista Laura Biagiotti che dal
1980 vive al Castello di Marco Simone. L’amministrazione comunale ha un ottimo
rapporto con il Gruppo Biagiotti e conta di riuscire a
conquistare la possibilità di
ospitare la Ryder Cup per
portare la città ad avere un
risalto mondiale.
Danilo D’Amico
Tiro a Segno...
uno sport da provare
RILASCIO CERTIFICATI - ALLENAMENTI GPG
SOCI VOLONTARI
Lunedi
15.00 - 19.00
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Venerdi
Sabato
8.00 - 12.00
8.00 - 12.00
15.00 - 19.00
15.00 - 19.00
CHIUSO
8.00 - 12.00 15.00 - 19.00
8.00 - 12.00
Sede: stadio comunale “Ripoli” - 00019 Tivoli (RM) - casella postale, 73
tel. 0774.313918 - fax 0774.313553 - www.tsntivoli.it - [email protected]
13
26 febbraio • XL • n. 04/2015
TIVOLI RUGBY/Celebrate le vecchie glorie
Un venerdì 20 febbraio di ricordi per la Tivoli Rugby
con l’incontro tra Vecchie Glorie che si è svolto presso
il campo Roccabruna di Villa Adriana, ormai impianto
storico del sodalizio sportivo che ha superato i 10 anni
di storia e si sta preparando al futuro nonostante le
enormi difficoltà del movimento (vedi le critiche internazionali sulle prestazioni della Nazionale nel Sei Nazioni) e quelle legate ad una crisi economica che di certo non sta aiutando lo sport italiano.
E’ una Tivoli Rugby che continua a dimostrare di aver
lavorato bene in tutti questi anni. Quando oltre 50
adulti decidono di tornare a sporcarsi su un terreno in
terra battuta, in pieno inverno, con il rischio pioggia
sempre in agguato, per un incontro amichevole (anche
se nel rugby si tratta sempre di dura lotta) allora significa che in fondo al cuore è forte il sentimento nei confronti di questa maglia. Alcuni partecipanti si sono mobilitati da mete lontane come Milano, sacrificando il
fine settimana di tutta la famiglia per rivedere vecchi
UNDER 14
Continua il
trend positivo
I giovani rugbisti dell’Under 14 sabato scorso
hanno battuto in casa la
formazione romana dell’Appia. Nella foto un
momento della partita.
amici e tornare a rivivere
le emozioni di un tempo.
La passione nella vita
può fare tanto.
“Presi dalle nostre attività
non siamo riusciti nel
2014 a festeggiare nel migliore dei modi i 10 anni
di vita della Tivoli Rugby
– le dichiarazioni del presidente Maurizio Piervenanzi -. Con questa iniziativa speriamo di dare
vita ad una serie di incontri per ricordare quello
che ha costruito questo
club, con l’aiuto di tutti,
in questi anni. Abbiamo
creato qualcosa di speciale e speriamo di poter
continuare a dare tanto allo sport della nostra città”.
Al termine della gara amichevole che ha visto alcuni
elementi in ottima forma lasciando pensare a clamorosi ritorni sulla scena agonistica, ha fatto seguito il
fatidico terzo tempo per tutti i partecipanti con apprezzati panini con la porchetta e birra a fiumi per una
piacevole serata in stile rugby. Per tutti appuntamento
tra dieci anni.
In alto a sinistra il presidente Maurizio Piervenanzi, a
destra alcuni momenti dell’iniziativa di venerdì 20 febbraio
Passione e grinta: ingredienti giusti per l’Under 16
Grinta passione e finalmente un gran bel gioco di
squadra, questo è stato lo
spettacolo offerto domenica scorsa dai ragazzi della
U16 della Tivoli Rugby ai
loro supporter, sfidando
l’Arvalia Villa Pamphili in
un incontro con in palio il
secondo posto nella classifica del loro girone.
La sconfitta della partita
dell’andata, persa per un
solo punto non era proprio
andata giù ai ragazzi di Villa Adriana che aspettavano
da allora il riscatto.
Tutti presenti in campo domenica, la squadra al completo, perché ognuno dvo-
leva mettere la sua parte in
questa partita... Con loro
mister
Massimiliano
Achilli, che ha messo a disposizione del gruppo tutta
la sua esperienza di ex rugbista e di allenatore. Gli ingredienti giusti c’erano e si
sentivano nell’aria, si leggeva negli occhi, nei sussurri
accompagnati dalle pacche
sulle spalle fra compagni,
insieme alla tensione e all’ansia dei genitori che sentivano questa partita come
i loro ragazzi.. ma sono bastati pochi minuti dal fischio dell’arbitro e tutto ciò
si è trasformato in gioco
aperto, lucido, organizzato,
in campo c’era una squadra mai vista prima d’ora,
una squadra ben messa,
che profumava di esperienza, di chi sa il fatto suo e al
secondo minuto è arrivata
la prima meta e al quarto
minuto la Tivoli andava di
nuovo a segno, i ragazzi
amarantoblu non davano
spazio all’Arvalia, aggredivano ogni ripartenza e
quando erano loro ad attaccare, la squadra erano
sempre ben schierata,
avanzavano in sei, sette
giocatori, tutti pronti a
supportare il proprio compagno, la palla ovale scorreva fluida fra quelle mani,
non era importante chi andava a meta, era importante segnare, finalmente una
squadra, e che squadra!...
fra il delirio dei loro tifosi
un punteggio senza precedenti che non lascia dubbi
85-5.
Ora sono secondi in classifica e ne sono fieri. Come
lo sono tutti i dirigenti
dell’Amatori Tivoli Rugby,
in primis il loro presidente
Maurizio Piervenanzi e
poi il mister Massimiliano
e naturalmente gli splendidi genitori sempre attivi e
presenti ai quali va un merito particolare per il “mitico” terzo tempo. La.Pot.
Giovane arbitro
di Tivoli al Tg2
Il 24 febbraio sono stati
intervistati ai microfoni
del TG2 Cristian Chirnoaga (arbitro OTS) e
Simone
Innocenzi
(Consigliere Sezionale),
il servizio, autorizzato
dall’AIA, evidenzia il
confronto tra due generazioni arbitrali; Chirnoaga giovane arbitro
della sezione di Tivoli e
Carlo Longhi ex arbitro
internazionale. Andrà
in onda il 28 febbraio 2
al TG2 delle ore 20:30.
PALLAVOLO/L’Andrea doria domina il Giro Volley
Con la vittoria contro il Giro Volley, il campionato
rimane sempre di più un gioco a due tra le
tiburtine e le romane dell’Orizzonte Sport per
contendersi la vittoria finale
ragazze
amarantoblu
riuscivano ad aggiudicarsi i parziali senza dover
soffrire troppo.
Il set centrale era un monologo delle nostre ragazze, che prendevano
subito il sopravvento e
riuscivano ad aggiudicarsi il parziale per 25-8.
La settimana si apre con
le formazioni dell’Andrea
Doria saranno impegnate nei campionati giovanili, con l’Under 12 e 14 e
16 Elite Femminile e non
ultima la gara AICS
Open Femminile.
A chiudere il calendario
settimanale, il match ca-
salingo della Prima Divisione in programma domenica alle 18:30 Al Baccelli di Tivoli.
Questo il calendario
completo degli incontri
in programma durante la
settimana:
U16F ELITE - Andrea
Doria Tivoli - Volley Labico - Lun. 23/02 ore
18:30 (Rosmini)
U14F - Volley Friends
Roma - Andrea Doria Tivoli - Ven. 27/02 ore 17
U12F - GSD Palombara
Pallavolo - Andrea Doria
Tivoli - Ven. 27/02 ore 19
U16F ELITE - Pallavolo
Tivoli Guidonia - Andrea
Doria Tivoli - Sab. 28/02
ore 17
1DIVF - Andrea Doria Tivoli - GSD Palombara
Pallavolo - Dom. 01/03
ore 18:30 (Baccelli)
AICS OPENF - ASD Con
Noi - Andrea Doria Tivoli
- Mer. 25/02 - ore 19:30
Questo il programma in
dettaglio del prossimo
turno di campionato della Prima Divisione Femminile:
Dom. 01/03: 1DIVF - Andrea Doria Tivoli - GSD
Palombara Pallavolo
Palestra Scuola Media
Baccelli - ore 18:30
© Mariano Trissati
L’ostacolo era di quelli
più difficili, si dovevano
superare le ragazze del
Giro Volley, seconde a tre
punti, per distanziarle
ancora di più e mantenere la testa della classifica.
Serviva una prestazione
senza sbavature, decisa e
aggressiva, da parte delle
ragazze guidate da mister Maurizio Valeriani e
così è stato per tutto il
match, con momenti pallavolo spettacolo e altri
in cui si è dovuto dar fondo a tutti i trucchi del
mestiere, per riuscire ad
avere la meglio sulle avversarie.
Primo e terzo set giocati
con il freno a mano tirato, ma dopo aver migliorato il livello di attenzione e sistemato la difesa
in maniera opportuna, le
14
26 febbraio • XL • n. 04/2015
ATLETICA/Correre non è uno scherzo
Facciamo il
punto sulle
società che si
occupano di
atletica a
Tivoli: Podistica
solidarietà,
Tibur Ecotrail,
Tivoli Marathon
e Tibur
Runners.
L’atletica è ben
rappresentata
e la loro
mission è
promuovere i
valori sani dello
sport
Prendi un giorno d’estate,
quando la mattina presto il
fresco ti da il buon giorno e
tu che indossi un completo
semplice di cotone o “tecnico”, come si dovrebbe dire
oggi. Ai piedi un paio di scarpe da “runners” buone, un
cronometro al polso e via.
Inizia un altro giorno di allenamento e di passione insieme a tanta gente per le strade della città, che come te fa
questo meraviglioso sport.
Podistica Solidarietà
Tibur Runners
Tibur Ecotrail
L’atletica. A Tivoli correre
non è uno scherzo.
Chi di noi non conosce la
Podistica Solidarietà, ovvero gli angeli orange del simpatico e appassionato Presidente Giuseppe Coccia, chi
non la Tivoli Marathon solo
per citare alcune delle società d’eccellenza tiburtine di
atletica leggera?
L’atletica a Tivoli è numericamente ben rappresentata
da un bel po’ di società spor-
A colloquio con Orazio
Romanzi
Parlando di atletica a Tivoli è d’obbligo sentire l’opinione di un ex
atleta tiburtino Orazio Romanzi,
che non ha bisogno di presentazioni, il quale ci ha rilasciato un’intervista sulla sua attuale attività e sullo
stato dello sport nella nostra città.
Attualmente è consigliere regionale
Fidal, fiduciario Coni di Tivoli e allenatore giovanile del centro sportivo della Guardia di Finanza delle
Fiamme Gialle.
L’intervista si svolge durante l’allenamento dei suoi ragazzi al campo sportivo degli
Arci e mi accoglie con molta disponibilità ed entusiasmo.
La “ricetta” per far crescere un futuro campione?
Prima cosa trovarlo, farlo avvicinare all’atletica e far crescere in lui la passione
per lo sport. Mai avere fretta perché la passione si accende lentamente. Un campione non ha mai paura, come dice una nota canzone.
Qual è lo stato di salute dello sport tiburtino?
Ho visto nascere e crescere sempre nuove realtà, società sportive, palestre e associazioni che si dedicano allo sport. Tuttavia siamo rimasti un po’ indietro sotto il
profilo dell’eccellenza, ma credo che sia soltanto una questione di tempo e qualche
bella e giovane speranza non tarderà a tornare.
I concetti-base della tua filosofia di vita che insegni ai ragazzi?
Prima di tutto il rispetto reciproco, la voglia di fare e non per ultimo la voglia di
emergere senza scorciatoie, ma con la volontà e la consapevolezza che l’allenamento paga sempre. Come diceva la nostra maestra (io e Orazio siamo stati compagni di classe alle Elementari, n.d.a.) per fare sport ad alti livelli bisogna saper
sopravvivere come su di un’isola deserta.
Un parere sulla situazione degli impianti sportivi della nostra città?
Tivoli, al contrario di quanto si dice, non è carente di impianti sportivi, tuttavia
l’unica cosa che va registrata nei giusti canoni è la gestione e l’utilizzo di tali impianti da parte del cittadino, sia per coloro che si avvicinano allo sport, sia per chi
lo sport lo pratica assiduamente. Certo l’unico rimpianto è che Tivoli, cittadina
immersa nel verde collinare, non ha una pista ciclabile che sicuramente porterebbe
ancora un ulteriore avvicinamento all’attività sportiva. Ma se penso che anche Roma Capitale si sta organizzando nella gestione degli impianti sportivi, credo che
ce la faremo anche noi tiburtini a recuperare il gap, speriamo presto. (G.P.)
tive. Ognuna ha colori e nomi diversi, caratteristiche e
risorse umane straordinariamente impegnate e motivate.
Su tutte però i loro organizzatori si impegnano per promuovere i valori sani dello
sport e il rispetto delle persone. Questo breve articolo
vuole far conoscere le principali società di atletica sul nostro territorio.
La Podistica solidarietà
Nasce dodici anni fa all’interno della Banca d’Italia come sezione del gruppo Donatori di sangue. Una società
sportiva, “che unisce allo
sport l’amore per il prossimo
– come afferma il suo presidente Giuseppe Coccia – “nel
tentativo di ridargli un sorriso a chi da tempo lo ha perso”. Il 2014 è l’anno dei record per questa società sportiva per quanto riguarda i
tesseramenti. Sono stati circa 1.300. Figurano 1.289
iscritti Fidal, dei quali ben
287 sono donne, che hanno
vinto nella gara a loro dedicata, la Best Women di Fiumicino, con 50 atlete. Ma il
progetto cardine che porta
avanti la podistica è appunto
la solidarietà. Il Presidente
che ci ha gentilmente concesso del materiale informativo esprime nello specifico
che: “Abbiamo raccolto e donato in beneficenza circa
37.000 euro, attraverso la
vendita di mele, gardenie e
stelline per l’AISM. Poi,
26.000 euro di iscrizioni dalla Race per conto della KOMEN ITALIA che segue la ricerca contro i tumori al seno, risultato che ci colloca al
secondo posto tra le associazioni che hanno raccolto
maggior fondi in Italia e addirittura in tutte le Race del
mondo. Poi, uova di Pasqua
e stelle di Natale per l’Associazione Italiana Leucemie.
Sono dati che la dicono lunga sull’impegno profuso da
tutti”. Alla fine gli abbiamo
anche chiesto quali saranno
i progetti per il nuovo anno.
“Continuare su questa strada, continuare a correre e a
sudare per ottenere dei piccoli grandi risultati che ci
consentiranno di aiutare
quelle associazioni e quelle
case - famiglia che ormai da
anni contano sul nostro aiuto e noi non li lasceremo soli..”.
L’A.s.d. Tibur Ecotrail
Un’altra società piuttosto interessante, se non altro perché promuove discipline
sportive particolari, nate e
praticate soprattutto nei paesi del nord Europa, è l’A.s.d.
Tibur Ecotrail, che nasce,
ad opera dei suoi fondatori,
Massimiliano Rossini, sua
moglie, Serena Latini, Davide Frezza ed altri pionieri,
il 15 marzo 2010. E’ un’associazione senza scopo di lucro
ed opera per fini sportivi, ricreativi e culturali per
l’esclusivo soddisfacimento
degli interessi collettivi. I loro fondatori ci tengono a
precisare sul loro sito internet che: “Operiamo promuovendo le attività sportive alla
natura correlate, quali il
trail, skyrace, il fit-walking, il
nordic walking, le camminate, il trekking ed orienteering. Organizziamo, pertanto, manifestazioni sportive
direttamente o indirettamente, le cui finalità sono la solidarietà e la riscoperta dei costumi dei popoli a cui le terre
appartengono.”
L’A.S.D. Tivoli Marathon
Nasce nel 2005 dalla volontà
dei suoi fondatori, Ugo De
Angelis, Valter Benaglia,
Tullio Meschini, Amedeo
Calabrini e Roberto Ferdinandi, di dare alla città di Tivoli un’associazione podistica che portasse il suo nome
e lo facesse conoscere anche
al di fuori della realtà locale.
In quel primo anno di vita gli
atleti iscritti all’Associazione
furono 32, di cui 3 donne.
Molti di essi fanno parte della squadra ancora oggi, come l’attuale Presidente Mar-
co Morici, il Vice Presidente,
alcuni Consiglieri e altri attivissimi collaboratori, animati dalla volontà di far crescere la squadra ogni anno di
più.
La Tivoli Marathon conta oggi 121 atleti iscritti, di cui 22
donne, e si fregia ormai di
partecipazioni a competizioni sia nazionali che internazionali. L’attività principale
della Tivoli Marathon è, prima di tutto, la corsa in tutte
le sue declinazioni e quindi
l’organizzazione di competizioni che possano coinvolgere sia gli atleti dediti all’agonismo che quanti si affacciano a questo sport da neofiti.
Ma è con grande orgoglio
che la Tivoli Marathon e alcuni dei suoi atleti, tra cui il
presidente Morici, Alessio
Bonifaci, Massimiliano Binnella, Davide Corbo, Marianna Pucci e Vittorio Sensi, annunciano alla città tiburtina,
che durante la maratona di
Roma, che si terrà il 22 marzo 2015, sosterranno un’importante iniziativa di raccolta fondi attraverso la “rete
del dono” per l’associazione
Hyena’s Puppies, che si occupa da sempre di malattie genetiche rare.
L’A.s.d Tibur Runners
L’ultima nata fra le società
sportive dilettantistiche di
atletica leggera è l’A.s.d Tibur Runners, nata dalla volonta del suo attuale presidente, Marco Rencricca e
dalla passione di un gruppo
di amici che credono in tutti
i veri e sani valori dello
Sport. Anche la Tibur Runners si occupa principalmente di atletica, in particolare
di corsa su strada. Il suo presidente ha voluto fortemente
costruire questa società insieme a ragazzi pieni d’entusiasmo e disponibilità, primo fra tutti dal Vice Presidente Pierfrancesco Sciarretta, passando dai due tecniciistruttori Fidal Francesco Tesoro e Andrea D’Offizi.
Giulio Pasqua
15
26 febbraio • XL • n. 04/2015
CALCIO/Eccellenza e Promozione: il punto
A dieci giornate dal termine del campionato il Fonte
Nuova si ritrova al comando del campionato di Eccellenza con 45 punti,
quattro in più della coppia
Ladispoli-Villanova, mentre sembra aver abbandonato la contesa il Montecelio Borussia. Nell’ultimo
turno per il Fonte Nuova
successo di misura e sofferto sul Monterotondo.
Per il Villanova esaltante
rimonta nella tana della
Nuova Sorianese, battuta
2-1 con le reti di Giampaolo e Ramceski. Nella lotta
per non retrocedere copertina di giornata al Cretone
Castelchiodato Città di Palombara che espugna il
“Fattori” di Civitavecchia.
Una vittoria importante
per la squadra di Fazzini,
oggi ancora fuori per squalifica, che si porta a 31
punti in graduatoria. Sono
però i padroni di casa a
rendersi pericolosi nell’immediato, con una conclusione dal limite di Lo Mele,
che si stampa sul legno,
probabilmente sfiorata da
Dolci. Rispondono gli ospiti al 16’: traversone di Pas-
siatore per Gallaccio, che,
disturbato da Brunetti, calcia fuori. L’attaccante classe ‘86 non fallisce 5’ più
tardi, quando raccoglie un
cross deviato di Petroccia e
con un lob piazza alle spalle di Paracucchi per il vantaggio. Al 29’ è Petroccia
ad andare alla conclusione
direttamente in porta da
calcio piazzato: palla che
termina non troppo lontana dal palo. Dalla parte opposta del campo, al 41’,
Elisei aziona il motorino e
si invola sulla sinistra, e,
tenuto a bada da Calabresi,
BASKET SERIE D/Il Collefiorito al comando
Scatto in avanti del Collefiorito in Serie D, i guidoniani comandano il proprio raggruppamento
con 26 punti (13 vittorie e 3 sconfitte in 16 gare con una media punti a gara vicino ai 73) e possono iniziare a preparare i play off. Nell’ultimo turno affermazione per 81-70 nei confronti della
Roma Nord 2012, terza forza del girone e quindi avversario molto solido. Dopo un primo quarto
sostanzialmente equilibrato viene fuori la forza del gruppo di Umberto Fanciullo che prende il
largo. E’ Della Libera il protagonista con 41 punti, sono due stagioni che questo ragazzo regala
basket spettacolo. Bene anche Greselin e Colagrossi. Mancano sei giornate al termine della stagione regolare. Nel prossimo turno Collefiorito impegnato nella trasferta nella tana della Pegaso
Basket Roma, al penultimo posto con 8 punti.
E’ iniziata male la stagione della Pallacanestro Tivoli in Promozione e sta proseguendo nel peggiore dei modi. Nell’ultimo turno la Basket Cures supera i tiburtini con il punteggio di 74-63
nonostante un primo quarto di carattere del gruppo di Camardella. L’euforia, però, si spegne
presto e già dal secondo quarto parte la rimonta di Baldassini e compagni. Per la Pallacanestro
Tivoli ottima prestazione di Di Branco con 22 punti all’attivo, bene anche Di Nicolò con 11 e
Ferrari con 8. Coccia e compagni occupano la penultima posizione con 8 punti a due giornate
dal termine della stagione regolare. Nel prossimo turno trasferta in casa del fanalino di coda
Barrilli e chiusura con l’Olimpia Rieti. Due sfide che si possono vincere per dare un senso diverso alla classifica e ad una stagione complicata. Non ci sono retrocessioni e questo può aiutare
la Pallacanestro Tivoli a dimenticare in fretta questa annata per ripartire più forte di prima da
settembre.
va al tiro da posizione defilata, allontanato da Dolci.
Nei secondi 45’ il CreCas
controlla la gara e da segnalare è solo il rasoterra
al 36’ di Barluzzi, semplice
per Dolci. Al triplice fischio, sorridono i rossoblù.
Prossimo turno con Real
Monterosi-Montecelio Borussia, Almas-Fonte Nuova, Villanova-Futbolclub e
Cretone Castelchiodato
Città di Palombara-Sporting Città di Fiumicino.
In Promozione il La Sabina resta saldamente al comando. Sorprende sempre
di più il Sant’Angelo Romano, sesto con 37 punti.
Nell’ultimo turno pareggio
per 1-1 contro il Fiano Romano. Guidonia che respira con il 2-1 in casa del
Cantalice, rete decisiva di
Boncompagni a cinque minuti dalla fine con il Guidonia in quel momento
con un uomo in meno. Pari senza reti con la Castelnuovese per il Villalba
1952, leggermente in affanno in questo 2015.
Scontri salvezza molto delicati domenica: il Guidonia ospita il fanalino di coda Football Riano, la Vis
Subiaco riceve il Sant’Angelo Romano mentre il Villalba è atteso dal Fiano Romano.
Giorgio Pirri,
professore per un giorno
Tra i 150 allenatori selezionati per la lezione
del “professore per un
giorno” Stefano Pioli
nei panni del docente,
anche il tecnico degli
Allievi
Provinciali
dell’Acd
Guidonia
Montecelio Giorgio
Pirri. L’allenatore della Lazio Pioli e il suo
staff, lo scorso febbraio, sono stati protagonisti di un corso di aggiornamento tecnico presso
l’Università di Tor Vergata a Roma.
Nel corso dell’incontro, organizzato dall’Assoallenatori regionale Lazio e da quello provinciale Roma, in collaborazione con l’Assopreparatori e con il
patrocinio del corso di laurea in Scienze Motorie di
Tor Vergata, Pioli ha ripercorso la sua carriera in
panchina e ha spiegato come analizza, programma
e prepara ogni match, sottolineando ancora una
volta l’importanza del gruppo.
L’emiliano ha ribadito alla platea che “è più importante il simbolo che portiamo sul petto del nome
che abbiamo sulle spalle”.
L’allenatore del Guidonia Giorgio Pirri è in testa nel
proprio campionato provinciale ed è reduce da due
esaltanti salvezze nella categoria Elitè che hanno
permesso al club guidoniano di mantenere la categoria giovanile più alta a livello regionale. Inoltre
Pirri ha contribuito alla crescita di ragazzi poi selezionati da club professionistici, tra questi anche
quel Porzi passato alla Lazio nell’estate del 2013.
Pirri è sicuramente uno degli allenatori emergenti
del Nord-Est romano.
CICLISMO/Torna la Granfondo Garibaldina NORDIC/Pietro Spano nel Sahara
Torna la Granfondo La Garibaldina, uno degli appuntamenti di riferimento per i ciclisti della provincia di Roma. Percorsi affascinanti, disegnati tra la Sabina Romana e la Sabina Reatina, attraverso paesaggi rimasti sostanzialmente immutati nel
tempo e poco interessati allo
sviluppo edile moderno: sono la cornice naturale della
Gran Fondo La GaribaldinaMemorial Arnaldo e Maurizio Ciccolini. Appuntamento
a domenica 19 aprile. Si tratta anche della seconda prova
del circuito Emozione Bici.
Attesi molti partecipanti dal
ciclo-master, tanti personaggi e campioni del ciclismo
(del passato e del presente)
per un appuntamento che è
cresciuto nelle ultime tre edizioni sotto l’organizzazione
del Gruppo Ciclistico Ciccolini Mentana.
A Mentana, il cuore pulsante
della granfondo è posto a
300 metri dal Museo Garibaldino, tra i più importanti
d’Italia, dove sono conservati
i resti di 300 valorosi Garibaldini non identificati, caduti nella famosa e storica
battaglia del 3 novembre
1867 verso la conquista di
Roma. Un’occasione imperdibile per scoprire i tantissimi cimeli custoditi in questo
suggestivo museo, le cui visite sono sempre gratuite.
Quindicinale per le Associazioni
la Cultura e il Tempo Libero
Anno XVIII - numero 04
Iscr. Trib. di Roma 403/98 del 6 agosto 1998
26 FEBBRAIO 2015
Editore: Tritype srl - Tivoli - Impaginazione: Tritype srl
Direttore responsabile ed editoriale: Piergiorgio Monaco
Coordinamento editoriale: Claudio Iannilli, Gianni Innocenti
Redazione: Igor Bennati, Antonella Bernardini, Gianmarco Iannilli
Stampa: Litosud srl - via Carlo Pesenti, 130 - Roma
via P. Nenni, 5 - 00019 Tivoli - Tel. 0774.336714 Fax 0774.315378
[email protected] - [email protected]
Diffusione: 13.000 copie distribuzione gratuita nei principali punti di ritrovo di
Tivoli, Guidonia, Castel Madama, Valle dell’Aniene
Pubblicità: TRITYPE srl - tel. 0774 336714
Una volta partiti, i partecipanti toccheranno i paesi di
Fonte Nuova, Palombara Sabina, Moricone, Acquaviva
di Nerola, per entrare poi
nella provincia di Rieti, dove
i due tracciati si divideranno.
I granfondisti (tracciato di
134 chilometri) invece, pedaleranno verso Fara in Sabina, Toffia e Osteria Nuova,
scenderanno per circa dieci
chilometri lungo la strada
che porta al ricongiungimento con il percorso medio ed a
iniziare l’ascesa verso Nerola-Montorio Romano affrontando delle pendenze mai arcigne attorno al 6-7 per cento medio.
Da questo mese di febbraio è
in vigore, fino al 16 aprile,
l’iscrizione alla quota di 30
euro che sarà poi di 40 euro
fino al 19 aprile, giorno della
manifestazione. Grandi vantaggi per gli atleti tesserati
con società fuori dalla Regione Lazio, la cui quota sarà sempre di 20 euro.
Pietro Spano è un tiburtino
che ha in mente di fare una
grande impresa: vincere la
“100 km del Sahara”. Partecipazione confermata, biglietto di andata acquistato
per il 25 aprile, quello di ritorno per il 2 maggio. La
“100 km del Sahara” a tappe,
ben cinque, è una gara di
“Trail-Running-Adventure”
che quest’anno apre per la
prima volta le porte alla specialità Nordic Walking. Va
sempre più diffondendosi,
infatti, questo nuovo modo
di vivere l’attività sportiva
che permette di godere delle
emozioni e delle sensazioni
dei luoghi attraversati senza
però essere coinvolti dallo
stress della prestazione sportiva. Con il Nordic Walking
si cammina con i bastoncini,
si progredisce spingendo con
i quattro arti con l’utilizzo
della giusta tecnica.
“Pratico questa specialità da
quattro anni – le dichiarazioni di Pietro Spano -, nel
mondo sta crescendo a dismisura il numero degli appassionati. A Tivoli, dove
continuo ad insegnare questa pratica, secondo il mio
parere sono oltre 500 coloro
che conoscono e praticano il
Nordic Walking, un’attività
per il benessere che aiuta anche chi ha problemi di postura. E’ all’aria aperta, praticabile da tutti, grandi e piccoli. Alla 100 km del Sahara
proverò a farmi onore, porterò con me una bandiera di
Tivoli e spero di fare bella figura. Siamo in 5 italiani (tra
questi anche l’ex ciclista
Claudio Chiappucci, ndr) su
un massimo di 200 partecipanti. Sto cercando di allenarmi in luoghi dove posso
ricostruire un ambiente particolare come quello del Sahara. Le difficoltà non mancheranno: oltre alla fatica
dovremo fare attenzione alle
tempeste di sabbia”.
Pietro Spano concluderà la
sua preparazione il 22 marzo
quando parteciperà alla Maratona di Roma, sempre nella specialità Nordic Walking,
ormai riconosciuta dalla Fe-
derazione Italiana di Atletica
Leggera. A seconda del risultato romano, Spano programmerà tempi e metodi
dell’ultimo mese prima del
grande evento che potrà consegnarlo alla storia di questo
nuovo sport.
Danilo D’Amico
LA TECNICA
La TECNICA del Winter N.W. è una diretta derivazione di quella del Nordic Walking classico, ne
mantiene tutti i presupposti di base, adattandoli al
terreno innevato attraverso l’ausilio dell’attrezzo
specifico RAK e SCARPONCINO della TSL nato
appositamente per questa
disciplina
IL GESTO
L’ampiezza dei movimenti, l’utilizzo del bastoncino, il corpo eretto e leggermente proteso in avanti, l’apertura della mano, il
leggero piegamento del braccio e della gamba, sono
tutti elementi che sono presenti anche nel Winter
N.W.
Per info www.nordicwalkingvalledellaniene.it