close

Enter

Log in using OpenID

AZIENDA FAUNISTICO VENATORIA QUERCETO

embedDownload
Settore Risorse Faunistiche e
Aree Protette
Via delle Sperandie, 47
53100 Siena
www.provincia.siena.it
AZIENDA FAUNISTICO VENATORIA QUERCETO SCHEDA ANAGRAFICA E TECNICA A) ‐ DATI GENERALI DELL’AZIENDA Denominazione: AFV QUERCETO Comune: Casole d’Elsa e Colle Val d’Elsa Comprensorio: SI 17 Superficie catastale: 706.95.67 ettari Istituzione: Determinazione Dirigenziale n. del B) ‐ RECAPITI UFFICIALI Indirizzo: c/o Castello di Casole srl – Loc. Querceto ‐ 53031 Casole d’Elsa (SI) Telefono: 0577 948737 Fax 0577 948161 E‐mail: [email protected] Reperibilità immediata: c/o Direttore Tel.: 320 1799066 C) ‐ DATI ANAGRAFICI DEL DIRETTORE Nome e cognome: Paolo BAGNOLI Luogo e data di nascita: Varese 09.09.1973 Residenza: Pod. Selvatellino n. 12– Loc. Querceto 53031 Casole d’Elsa (SI) D) – GUARDIACACCIA 1) Nome e cognome: Luogo e data di nascita: Residenza: Telefono: Decreto del Prefetto (data): Requisiti essenziali (Delib. G.P. n. 210 del 19.07.2010): Yuri MONTOMOLI Casole d’Elsa (SI) 02.08.1974 Pod. Grecinella–La Pergola ‐ 53031 Casole d’Elsa (SI) 320 1799119 23.05.1997 corso di formazione (7‐9 settembre 2010) – (D.D. n. 1327 del 18.09.2010) 2) Nome e cognome: Luogo e data di nascita: Residenza: Telefono: Decreto del Prefetto (data): Requisiti essenziali (Delib. G.P. n. 210 del 19.07.2010): Claudio BANDINELLI Monteriggioni (SI) 17.09.1967 via delle Querce n° 1, 53031 Casole d’Elsa (SI) 329 8199493 4.11.2008 corso di formazione (7‐9 settembre 2010) – (D.D. n. 1327 del 18.09.2010) Ultimo aggiornamento: 09.06.2014 - MM
1
Settore Risorse Faunistiche e
Aree Protette
Via delle Sperandie, 47
53100 Siena
www.provincia.siena.it
E) – INDICAZIONI FAUNISTICHE La gestione faunistica e venatoria è autorizzata secondo i seguenti indirizzi: Specie in indirizzo produttivo: LEPRE Vocazionalità del territorio per il cinghiale: NON VOCATO F) ‐ ALLEVAMENTI DI FAUNA SELVATICA All’interno dei confini dell’AFV sono regolarmente costituiti i seguenti allevamenti di selvaggina: NESSUNO. Questo punto del disciplinare ha valore ricognitivo e deve pertanto comprendere tutti gli allevamenti condotti sulle specie oggetto di caccia impiantati per qualsiasi scopo, compresi quelli che, essendo condotti da imprenditori agricoli, non sono subordinati all’autorizzazione della Provincia. G) ‐ STRUTTURE DI DETENZIONE, ALLEVAMENTO E AMBIENTAMENTO All’interno dei confini dell’AFV è autorizzato l’impianto delle seguenti strutture: TIPO SCOPO DIMENSIONI UBICAZIONE 1‐ Recinto Ambientamento fagiano ha 6.28.00 Loc. Querceto 2‐ Voliera Ambientamento fagiano mq. 100 Interna al recinto n. 1 Ciascuna delle strutture autorizzate deve essere descritta in una breve relazione tecnica, con riferimento ai materiali utilizzati e alla funzione faunistica, e l’ubicazione deve essere chiaramente indicata su cartografia. H) – APPOSTAMENTI FISSI DI CACCIA STRUTTURA TIPOLOGIA UBICAZIONE N. TABELLA 1‐ Appostamento fisso colombacci Vemignano Tab. n. 6100 2‐ Appostamento fisso colombacci Poggio Tre Mulini Tab. n. 6101 I) ‐ STRUTTURE DI CONTENIMENTO (art. 37 della LRT 3/94) All’interno dei confini dell’AFV sono state omologate le seguenti strutture di cattura: TIPO SCOPO DESCRIZIONE NUMERO 1‐ Trappole di cattura Contenimento Corvidi Larsen in legno 3 2‐ Trappole di cattura Contenimento Corvidi A nassa 1 MATRICOLA DI OMOLOGAZIONE Dal 1035 al 1038
L) ‐ INDICAZIONI, PRESCRIZIONI E ACCORDI SPECIFICI Durante il periodo di attività venatoria i registri sono tenuti a disposizione degli organi di vigilanza e controllo presso il recapito ufficiale dell’AFV (Registro principale). Ultimo aggiornamento: 09.06.2014 - MM
2
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
204 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content