close

Enter

Log in using OpenID

Autunno 2014 - Zocca Garden Center

embedDownload
è arrivato l’ Autunno
Numero 3 - 2014
magazine
Vuoi portare sempre con te la rivista?
Sfogliala on line, clicca sul QR CODE:
Vuoi essere aggiornato
sul mondo della Natura?
Diventa nostro amico su:
In questo numero:
PIANTE PERENNI
Consigli per la coltivazione e cura
ORTO IN AUTUNNO
Cosa coltivare in questa stagione.
RICETTE D’AUTUNNO
Prepara con noi sfiziosi piatti!!
PIANTE DA FRUTTO
Riscopri il piacere di “cogliere e gustare”
i frutti dall’albero!
IL MEDICO DELLE PIANTE
Le risposte dell’esperto alle vostre
domande sulla cura di fiori e piante.
...e tanti altri sorprendenti argomenti
ti aspettano all’interno... buona lettura!
www.giardinia.it
NEW COLLECTION 2015
MYmood
La casa...è un vaso meraviglioso.
The house...is a wonderful pot.
La maison...est un pot merveilleux.
Das Haus...ein wunderbarer Topf.
La collezione completa è consultabile al sito internet: www.plastecnic.it
È tornato l’autunno....
Giardinia Scarl - Concorezzo (MB)
...e con lui anche l’appuntamento con la nostra rivista sulla
www.giardinia.it
[email protected]
natura!! In questo numero abbiamo cercato di raccogliere
Progetto editoriale, ideazione,
LUCABALDI Grafica & Comunicazione
utili consigli sulla preparazione delle vostre amiche verdi in
vista dell’inverno: troverete una selezione di piante perenni
Stampa
Elcograf Spa
Stampato su carta riciclata
per mantenere verde anche il vostro autunno e tanti, tanti
validi suggerimenti.
Per introdurre al mondo della Natura anche i più piccoli
abbiamo progettato uno spazio in cui troveranno giochi e
informazioni per conoscere fiori e piante... divertendosi!!!
Sperando che anche questo numero possa offrirvi preziosi
consigli, auguro a tutti voi un felice Autunno.
Il Gruppo Giardinia comprende punti vendita
che trattano aree merceologiche diverse.
Per sapere le aree presenti in ciascuno dei punti
vendita elencati in IV di copertina
ecco la legenda, che identifica anche i servizi e
le rubriche all’interno di questa rivista.
VERDE VIVO
ATTREZZATURE
ARREDO DA ESTERNI
Arianna Giovannelli
Presidente Giardinia Group
PET - ANIMALI
DÉCOR
Orto
in autunno
Piante
Perenni
6
11
p.
Cucinare
con la zucca
p.
Colora l’orto
d’autunno
14
16
p.
L’oroscopo
delle piante
p.
Fiori
artificiali
23
p.
24
p.
Composizioni
autunnali
SOMMARIO
12
p.
Piante
da frutto
20
p.
Il Medico
delle Piante
26
p.
p.6
Piante perenni: consigli per coltivazione e cura
p.8
Piante perenni: le migliori, selezionate per voi....
p.11
Orto in autunno: la semina
p.12
Composizioni autunnali
p.14
Cucinare con la “zucca”
p.16
Colora l’orto d’autunno
p.18
Gioca con la natura
p.20
Piante da frutto: il piacere di cogliere e “gustare”
p.23
L’oroscopo delle piante
p.24
Fiori artificiali... bellezza senza fine!
p.26
Il Medico delle piante
p.28
Questo mese parliamo di...
p.30
Festa dei Nonni e Mostre d’autunno
Piante perenni
consigli per coltivazione e cura
Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante
erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, che rimangono nel
nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle
annuali, che invece con il freddo invernale tendono a disseccare
completamente. Essendo piante erbacee non formano un arbusto
legnoso, e quindi la parte aerea spesso non sopravvive alle basse
temperature; dall’apparato radicale però otterremo ogni anno
nuove piante.
Per poter sopravvivere anno dopo anno la maggior parte delle
piante erbacee perenni sviluppa bulbi, tuberi, rizomi, o altro
tipo di apparato radicale che possa immagazzinare sostanze
nutritive sufficienti a sviluppare una nuova pianta all’arrivo della
primavera; alcune fioriscono sin dal primo anno in cui vengono
messe a dimora, altre necessitano di alcuni anni per stabilizzarsi
al meglio e poter fiorire; alcune possono essere coltivate per anni,
altre hanno vite brevi e vengono “ringiovanite” di anno in anno,
utilizzando talee o piante ottenute da seme.
COME SI COLTIVANO LE PERENNI
Esistono molte specie di piante perenni, ma possiamo individuare alcuni
consigli utili per coltivarle tutte.
Prima di porre a dimora una perenne ricordiamo che tale pianta resterà a lungo
nel nostro giardino, quindi poniamola in un luogo dove possa svilupparsi
indisturbata nel corso degli anni; molte perenni tendono con il tempo ad
essere delle tappezzanti, quindi ricordiamo anche che se non vorremo che si
sviluppino in modo eccessivo, ogni anno dovremo contenerne lo sviluppo,
estirpando le piante rovinate o più piccole o malate.
Quando avremo scelto il luogo per l’impianto lavoriamo al meglio il terreno,
mescolandovi del terriccio di foglie e della sabbia, per aumentare il drenaggio;
arricchiamo il substrato con del concime organico maturo, che oltre a
rilasciare un buon apporto di sali minerali, ci aiuterà anche a migliorare
l’impasto del terreno; mentre rivoltiamo le zolle eliminiamo tutte le infestanti
eventualmente presenti.
Ricordiamo sempre che conoscere le nostre piante ci aiuta a coltivarle al
meglio: prima di acquistare le perenni per il nostro giardino informiamoci
su quali siano più adatte per l’aiola che abbiamo scelto, poi poniamo al sole le
piante che amano la luce, ed all’ombra le felci o altre piante simili; evitare sin
dall’inizio errori grossolani ci aiuterà durante la coltivazione.
Oltre all’illuminazione, informiamoci anche sull’umidità gradita dalle piante
da noi scelte; se non abbiamo un impianto di irrigazione e viviamo in Sicilia
evitiamo le piante che necessitano di molta acqua; se invece viviamo in
Trentino evitiamo le piante di origine mediterranea o che temono il gelo.
p.6
Dopo aver scelto le perenni più adatte poniamole a dimora, mantenendo almeno
15-20 cm di spazio libero tra una pianta e l’altra; le giovani piante da poco poste
a dimora necessiteranno di annaffiature frequenti, ma sospendiamole se il clima
è piovoso, intensifichiamole durante i periodi siccitosi.
Nel corso degli anni le nostre piante tenderanno a stabilizzarsi, e avranno
bisogno di essere annaffiate soltanto durante i mesi estivi o durante particolari
periodi di siccità. Per mantenere comunque il terreno umido e privo di infestanti
è consigliabile pacciamarlo tra le piante, utilizzando corteccia, lapillo, foglie
secche; il materiale posto sul terreno lo manterrà più fresco in estate e meno
freddo in inverno, garantendo anche l’umidità necessaria alle piante durante i
periodi di siccità.
CURE PARTICOLARI
Alcune piante amano essere rinnovate ogni 3-4 anni per poter fiorire
al meglio e svilupparsi in modo vigoroso; generalmente si provvede a
ringiovanire le piante dividendole: si procede in autunno estirpando le
piante da terreno, e dividendo in porzioni il pane di radici e il cespo di
foglie al di sopra di esse; le piante così ottenute vengono poste direttamente
a dimora. Durante l’operazione di divisione possiamo osservare lo stato
di salute dell’apparato radicale delle nostre perenni; una leggera potatura
delle radici ne stimolerà la crescita, potiamo anche le radici annerite o le
parti rovinate o scarsamente sviluppate.
Alcune piante perenni tendono a produrre fusti semilegnosi, che
disseccando rimangono nel giardino durante l’inverno; volendo é possibile
potare in autunno, o a fine inverno, i resti della stagione vegetativa, in
modo da mantenere l’aiola pulita. Questa pratica è particolarmente
indicata nel caso in cui le piante manifestassero malattie fogliari o l’attacco
da parte di parassiti animali durante la bella stagione; potando tutta la
parte vegetativa ormai appassita asporteremo anche i parassiti, evitando
che si possano diffondere nel giardino.
PIANTE PERENNI: QUALI SCEGLIERE?
Le piante erbacee perenni in natura sono moltissime, quelle presenti nei Centri
Giardinia sono anch’ esse molto numerose; la scelta dipende dai nostri gusti, dal clima
della zona in cui viviamo e anche dalla posizione in cui vogliamo porle in giardino.
Elleboro, anemone, ajuga, astilbe e geranium sono sicuramente adatti ai luoghi
ombreggiati e freschi; invece sedum, saponaria, coreopsis ed echinops amano il sole
ed i climi più caldi ed asciutti.
Le lewisie e le primule fioriscono non appena l’inverno comincia a scaldarsi, invece gli
anemoni giapponesi e le echinacee fioriscono quando le giornate sono già ben calde
o addirittura a fine estate.
Ci sono decine di perenni che potremmo chiamare semplicemente margherite, decine
di campanule, decine di anemoni.
Moltissime perenni sono presenti nei boschi o nelle zone selvatiche della zona in
cui viviamo; scegliendo perenni nei Centri Giardinia simili a quelle che vediamo nel
bosco saremo sicuramente più tranquilli: è molto probabile che le piante di quelle
specie ben si adattino al nostro giardino ed al clima della nostra zona. Evitiamo di
scegliere piante alpine per le zone vicino al mare o di fare altri errori simili, poichè le
perenni “esotiche” sono difficili da coltivare.
p.7
Piante perenni
le migliori, selezionate per voi....
PIERIS
I pieris appartengono alla famiglia delle ericacee, sono piante acidofile, che
necessitano di terreno fresco e con ph acido, privo di calcare; si coltivano
in terriccio apposito, evitando di annaffiarli con acqua fortemente calcarea.
Nelle zone con terreno alcalino di solito si preferisce coltivare i pieris in vaso,
in modo da poter meglio controllare il terreno attorno alle radici; oppure
si prepara un’ampia buca di impianto, che va riempita con torba e terriccio
per piante acidofile; se viviamo in una zona con acqua fortemente calcarea,
il terriccio attorno ai pieris andrà sostituito periodicamente, o rischiamo che
con il passare degli anni divenga eccessivamente povero di ferro, causando la
clorosi ferrica, ovvero un irreparabile ingiallimento del fogliame.
I pieris sono piante del sottobosco, abituate in natura a vivere in zone con inverni freddi ed estati
fresche; in Italia li troviamo nelle aiuole semiombreggiate, riparate dal sole diretto nelle ore più
calde del giorno. Possono sopportare il sole diretto e brevi periodi siccitosi, ma prediligono un
clima fresco e umido, vanno quindi annaffiati regolarmente, da marzo a settembre, evitando di
lasciare il terreno secco a lungo. Evitiamo anche gli eccessi, e quindi aspettiamo che il terreno
sia asciutto prima di annaffiare nuovamente, e garantiamo alle nostre piante un terreno fertile,
profondo e molto ben drenato, in modo che l’acqua in eccesso possa scivolare via rapidamente.
Per tutto il periodo vegetativo forniamo un concime per piante acidofile a fiore, ogni 12-15 giorni;
possiamo utilizzare lo stesso concime che usiamo per azalee o ortensie. I pieris sono piante molto
decorative, senza grandi necessità; lo sviluppo è molto lento e solitamente non è necessario potare
i pieris; se proprio dovesse essere necessario, accorciamo i racemi di fiori appassiti, e ricordiamoci
di evitare potature autunnali per non asportare la gran parte dei futuri fiori.
SETTEMBRINI
I settembrini sono fiori molto decorativi perché hanno il centro giallo dorato
e i petali rosa, fucsia, lilla oppure viola. La somiglianza con le margherite e le
gerbere è molto evidente.
I settembrini non hanno bisogno di molte cure e per questo è semplice
coltivarli.
I settembrini si adattano a qualunque tipo di terriccio e la loro posizione
ideale è all’ombra e lontano da correnti d’aria, in più non temono il freddo,
anche se per precauzione sarebbe meglio coprire di torba la base della pianta
in inverno per non comprometterne la crescita.
Le innaffiature devono essere regolari, ma va tenuto conto dello stato del
terreno, che prima di una nuova innaffiatura non deve essere umido.
Nel periodo invernale è possibile sospendere le innaffiature o limitarle molto,
bagnando solo con piccole quantità d’acqua
Unica precauzione: in caso di una notevole crescita, va messo un supporto per
contrastare l’azione di eventuali raffiche di vento, così da evitare che la pianta
si possa danneggiare.
p.8
SKIMMIA
Si tratta di una pianta rustica, che ben sopporta il gelo, anche intenso, trova
posto direttamente a dimora in giardino; possiamo coltivarla anche in vaso,
garantendo un contenitore di adeguate dimensioni, per evitare che la pianta
secchi durante l’estate.
La Skimmia preferisce terreni soffici e ricchi, abbastanza freschi, ma molto ben
drenati; i ristagni idrici causano rapidamente problemi alle radici facendo seccare
le punte o le intere ramificazioni; a del buon terriccio universale aggiungiamo
un po di stallatico, poca sabbia per aumentare il drenaggio, e una buona quantità
di terriccio per piante acidofile.
Se nel tempo la nostra skimmia tende ad ingiallire ricordiamo di aggiungere un
buon rinverdente alle annaffiature primaverili.
Questi arbusti non amano particolarmente la luce solare diretta, e neppure l’eccessivo
caldo estivo; posizioniamo le skimmie in un luogo ombreggiato o semiombreggiato,
dove ricevano i raggi del sole soltanto durante le ore più fresche del giorno.
Da aprile a settembre vanno annaffiate con regolarità, evitando di lasciare a lungo il
terreno inzuppato d’acqua o secco; intensifichiamo le annaffiature in caso di siccità
e sospendiamole in caso di piogge intense. Ogni 10-12 giorni mescoliamo all’acqua
delle annaffiature un concime per piante acidofile.
Sono piante a crescita lenta, che in genere non necessitano di grandi cure; però,
soprattutto dopo la fioritura, possono assumere un aspetto disordinato; accorciamo
in questi casi tutti i rami disordinati, o rovinati dalle intemperie invernali,
ricostituendo un portamento tondeggiante.
HEUCHERA
Queste piante sono molto resistenti e vigorose, e si coltivano in piena terra o
in vaso, con grande facilità.
Prediligono posizioni soleggiate o semi-ombreggiate, anche se le specie a
foglia molto scura preferiscono avere meno ore di luce solare diretta, mentre
le specie a foglia molto chiara tendono ad amare maggiormente il sole diretto.
In linea generale si coltivano a mezzombra, in modo da avere un riparo dalla
luce solare diretta durante le ore più calde delle giornate estive, ma con almeno
qualche ora di luce, soprattutto in inverno.
Sopportano molto bene il freddo ed il gelo, un pò meno la calura assai intensa,
anche se capita spesso che in giugno e luglio le piante entrino in un periodo
di riposo vegetativo, e quindi difficilmente il caldo eccessivo le rovina o le
danneggia.
Per tutto l’anno si annaffiano solo quando il terreno è asciutto, evitando di annaffiarle
eccessivamente durante l’estate.
Per le annaffiature da marzo a settembre aggiungiamo all’acqua un concime per piante
verdi, ogni 12-15 giorni, mescolato.
Possiamo considerare l’heuchera una pianta a bassa manutenzione. Facciamo però
attenzione agli esemplari coltivati in vaso, che possono soffrire se lasciati a lungo senza
acqua e concime.
p.9
LA STAGIONE DEL BARBECUE
NON FINISCE MAI!!!
Per gustarsi del buon cibo cucinato al
barbecue non si deve aspettare il caldo estivo.
Con i barbecue WEBER ogni momento
dell’anno è il momento giusto per trovarsi e
passare momenti piacevoli cucinando insieme.
La linea WEBER comprende anche dei pratici
modelli da trasporto, per portare il gusto della
cucina al barbecue ovunque andrai.
Scopri tutti i modelli e gustose ricette sul sito:
www.weberstephen.it
p.11
Composizioni Autunnali
L’ autunno è una stagione ricca di spunti per chi ama le decorazioni fai da te.
Rami e foglie secche sono perfette per realizzare delle bellissime ghirlande, mentre piccole zucche, castagne,
mele, pere e pigne sono ottimi spunti con cui creare delle decorazioni autunnali per la tavola.
Per decorare la vostra casa in autunno dovete puntare sui colori caldi: l’arancione in primis, ma anche il
rosso, il giallo e le varie tonalità del marrone.
Bastano davvero pochi e semplici tocchi per cambiare l’aspetto di una stanza! Ad esempio un set di candele
dai colori autunnali, un vaso di spighe, un vassoio di melograni sul tavolo può cambiare l’arredamento del
vostro soggiorno e donargli un tocco tutto settembrino!
Le decorazioni autunnali possono essere estese ad ogni angolo della casa: cesti di mele e zucche in cucina,
pout porri di fiori secchi nel bagno, fili di foglie secche appesi in camera da letto.
CENTROTAVOLA-PORTAFIORICONZUCCHE
Uno dei prodotti più comuni in questo periodo è sicuramente
la zucca che, negli ultimi anni, è facile trovare nella sua variante
ornamentale, non commestibile, ma utilissima nella realizzazione di
centrotavola molto colorati. Prendi una zucca tonda, taglia la parte
superiore e con un cucchiaio estrai tutta la polpa e i semi. Sistema
all’interno della zucca ben pulita un vaso in plastica e metti al suo
interno una spugna idrofila, versaci sopra un pò d’acqua in modo
che la spugna si impregni bene e poi scegli dei fiori di stagione per
la decorazione. Puoi aggiungere ulteriori decorazioni utilizzando
foglie secche, pungitopo, pigne e molto altro. Una volta terminato
non devi far altro che mettere il nuovo vaso portafiori sulla tavola!
COMPOSIZIONI AUTUNNALI
CON LE CANDELE
Da sempre, le candele, rappresentano il must per donare luce e
illuminare piccoli angoli e possono contribuire alla riuscita di
una composizione. Basse o alte, dentro ciotole di vetro o nude,
aromatizzate con diverse fragranze o naturali, donano carattere alla
nostra tavola mettendo ancor di più in vista la nuova composizione
fai da te. Diverse sono le possibile offerte dalla natura per realizzare
centrotavola o semplici decorazioni per la nostra casa: è una
operazione divertente da effettuare in compagnia magari durante
una giornata di maltempo, fantasiosa e soprattutto a bassissimo
costo.
p.12
p.13
“Ricette della Natura”presenta:
Cucinare con
la “Zucca”!
1
2
3
La prima cosa per preparare il risotto alla zucca,
è pulire la zucca. Privatela di semi, tagliatela a
fette, sbucciatela e riducetela a cubetti.
Nel frattempo, mettete a rosolare in un tegame
abbastanza grande la cipolla finemente tritata
(1) con l’olio.
RISOTTO ALLA ZUCCA
Il risotto alla zucca è uno dei piatti più
tradizionali dell’Italia settentrionale, in
particolare è molto apprezzato in Lombardia,
patria anche dei tortelli di zucca.
Il risotto alla zucca è un piatto molto semplice
da preparare e allo stesso tempo molto gustoso
ottimo sopratutto nelle fredde sere autunnali o
invernali.
Le origini di questo risotto, come la maggior
parte dei piatti preparati con la zucca, sono
legate a tradizioni contadine, a un tipo di
cucina sobrio, essenziale ma colmo di gusto.
Come quasi tutti i piatti a base di zucca, anche
il risotto di zucca si può “collegare” alla festa
di Hallowen, così da farlo apprezzare anche dai
più piccoli.
Quando la cipolla sarà ben dorata, aggiungete i
cubetti di zucca (2) e cuocete finchè non si sono
ben ammorbiditi (se necessario aggiungere un
po’ di brodo).
Adesso aggiungere il riso (3), mescolare il tutto
per qualche minuto e sfumare con del vino
bianco (4). Quando si asciuga aggiungete un
mestolo di brodo bollente (5) e ripetete questa
operazione tutte le volte che il riso si asciuga.
Fate cuocere per 15-18 minuti.
Se lo desiderate, verso metà cottura, per dare
maggior sapore al risotto, potete aggiungere un
rametto di rosmarino ben legato per far si che
non perda gli aghetti.
Quando mancano 2 minuti alla fine della
cottura aggiungete il burro e il parmigiano (6)
mescolando il tutto per bene. Lasciate riposare
il riso per due minuti e servite in tavola ben
caldo!
4
p.14
5
6
Orto in Autunno
la semina...
INIZIO AUTUNNO
SALVIA, TIMO, MENTA
ROSMARINO, PREZZEMOLO,
CICORIA
AUTUNNO INOLTRATO
(aree fredde)
AGLIO, CARDO, CAVOLO DI BRUXELLES,
CAVOLO NERO O TOSCANO, CAVOLO
VERZA, FAVA, PISELLI, PORRO, RADICCHIO,
RAPA, SCALOGNO, SPINACIO
AUTUNNO INOLTRATO
(aree calde)
BARBABIETOLA DA ORTO, BIETE,
PREZZEMOLO, RAVANELLI, CAROTE, CIME
DI RAPA, CIPOLLE PRECOCI, LATTUGA,
VALERIANA, FINOCCHI, SCAROLA
Molte delle piante che hai seminato, adesso
attendono di essere trapiantate.
Ricorda di bagnare la terra che contiene la pianta
la sera prima, e lo stesso va fatto con il terreno
stesso che ospiterà la pianta. Attenzione: la terra
dell’orto non deve essere eccessivamente bagnata.
Fai attenzione anche alle temperature minime
notturne, un abbassamento di temperatura
potrebbe nuocere alle piantine!
p.15
TUTTO L’ AUTUNNO
AGLIO, CAROTE, FAVE, LATTUGHE,
PISELLI, RAVANELLI, SPINACI
Colora l’Orto d’Autunno
il porro...
Le sue foglie sono di colore verde scuro o verde giallastro
e sono supportate da una sorta di fusto bianco (è di colore
bianco perché cresciuto coperto dalla terra e quindi senza
luce). Il porro è detto “la cipolla gentile” per il suo gusto
simile a quello di una cipolla
la carota...
È una verdura con un bel ciuffo
verde, mentre la parte di colore
rosso-arancio o giallo è la radice
(che è la parte che si mangia). Le
carote possono essere lunghe da
3 ad oltre 20 cm, a seconda delle
varietà.
la zucca...
Le piante delle zucche sono vigorose e
lunghe diversi metri o cespugliose con il
fusto breve in alcune varietà selezionate
per la coltivazione in orti. Le foglie sono
ricoperte di ruvidi peli, i fiori sono grandi,
di colore giallo intenso. La zucca ha un
valore nutritivo basso a causa dell’elevata
percentuale di acqua ma ha però un buon
contenuto di vitamina A.
La zucca ha inoltre ispirato tante storie di
paura... specialmente quelle di Halloween!!!!
p.16
il broccolo ...
Questo ortaggio fa parte della grande famiglia
di piante conosciute comunemente come
cavoli. È un ortaggio che si raccoglie da
ottobre e marzo e ce ne sono di diversi tipi e
colori: verde, viola, bianco.
la patata...
È un tubero commestibile ed ha una forma
allungata e rotondeggiante, liscia, con
buccia di colore giallo o rosso violaceo.
É composto da 5, 7, 9 foglioline di varia
dimensione e colore, da verde chiaro a
verde intenso.
Si mangia cotta: bollita, arrosto o fritta!
p.17
la cipolla...
Questo ortaggio ha un sapore ed un odore molto
particolare, infatti quando si taglia la cipolla…
si piange… Ci sono tantissime varietà di cipolle
che si riconoscono per le sfumature di colore: dal
bianco, fino al dorato, al rosso e al viola.
Gioca con
la Natura!
Giocare con le parole e i numeri è sempre divertente,
se si utilizzano strumenti semplici e magari colorati.
CRUCIPU ZZLE
Trova le parole nascoste in un mucchio di
lettere che sembrano senza senso. Le parole
possono essere scritte in verticale, orizzontale,
diagonale, dall’altro al basso e viceversa.
Trova le seguentiu parole come nell’ esempio:
-MISTICANZA
-BROCCOLETTI
-RAPE
-CARCIOFI
-CARDI
-ZUCCA
-FINOCCHIO
-MENTA
-SPINACI
-RAFANO
-TIMO
-RUCOLA
-SALVIA
-CACO
-PATATE
-AGLIO
-MELISSA
-PORRI
-SEDANO
LE PAROLE NON UTILIZZATE
COMPONGONO UNA SIMPATICA FRASE!!*
R
S
M
‘
C
A
R
D
I
!
B
U
A
P
E
Z
U
C
C
A
M
R
C
L
F
I
N
O
C
C
H
I
O
O
V
V
A
N
T
P
A
N
S
C
L
I
A
T
N
A
A
R
N
T
C
A
A
I
A
T
O
C
C
O
I
O
E
M
C
A
C
O
T
I
R
C
L
O
V
T
A
G
L
I
O
A
A
E
M
E
L
I
S
S
A
F
P
N
T
S
E
D
A
N
O
U
I
E
Z
T
V
I
L
U
P
O
R
R
I
A
I
UNISCIPU NTINI
Unisci i puntini seguendo i numeri in
ordine crescente: inizia dal numero 1 e
vai fino alla fine tracciando una linea
con la matita.
Alla fine uscirà il disegno completo che
potrai colorare come vuoi!
* Soluzione: Evviva l’autunno!
p.18
N oi dalla Natura prendiamo
solo ciò che possiamo restituire
We take from Nature only what we can return
Nous prenons a la Nature uniquement ce que nous pouvons lui rendre
Wir nehmen aus der Natur nur das, was wir ihr zurueckgeben koennen
TERRECOTTE DI TREQUANDA
Linea BASIC
Seminiera
cm. 70x36 h.22
Cassetta
cm. 70x36 h.40
Cassetta Alta
cm. 70x36 h.60
p.19
www.anticomestiere.com
Piante da frutto
il piacere di cogliere e “gustare”
Le piante da frutto meritano un “posto in prima fila” nel nostro
giardino, piccolo o grande che sia.
Oltre a donarci il piacere di gustare frutti appena raccolti
dall’albero, potranno diventare un elemento d’attrazione del
nostro giardino: la fioritura, la comparsa dei frutti e la crescita
fino alla maturazione, la caduta delle foglie.
Le piante da frutto vanno riscoperte e rivalutate, potendo diventare
un elemento di originalità e di richiamo per il nostro giardino.
COME SCEGLIERE UN ALBERO DA FRUTTO
Prima di introdurre una nuova pianta nel nostro giardino dobbiamo
sempre valutare a fondo le esigenze e le caratteristiche della specie,
per non rischiare insuccessi.
Così deve essere anche per le piante da frutto. Ogni specie ha
un’adattabilità differente all’ambiente e al tipo di terreno e inoltre
richiede cure colturali (potatura, difesa dalle avversità ecc…) più
o meno impegnative. E’ quindi necessario esaminare attentamente
ogni aspetto per compiere le scelte corrette e decidere la collocazione
di ogni pianta.
Ad esempio, in vicinanza di un’abitazione si dovrà evitare di
disporre specie che richiedono numerosi trattamenti per la difesa
dalle avversità, come pure dovremo prevedere la vicinanza di piante
impollinatrici se la varietà lo richiede. Dovremo valutare anche
l’epoca di maturazione di ciascuna varietà, la quantità di frutti che
potranno produrre le nostre piante e i metodi di conservazione nella
nostra casa.
Ad esempio le mele autunnali si possono conservare facilmente
quindi possiamo prevedere anche 5-10 piante, dalle quali si può
stimare di ottenere una produzione da 100 fino a 400 kg di mele che
potremo consumare nell’arco di due-tre mesi. Diversamente ciliegie,
pesche, albicocche e susine hanno una conservabilità limitatissima
e conviene piantare pochi alberi per non rischiare di avere una
produzione molto superiore ai nostri consumi. Piuttosto potremo
prevedere piante di diverse varietà con maturazione scalare per avere
una raccolta diluita e prolungata nella stagione.
p.20
COME PIANTARE UN ALBERO DA FRUTTO
Nel calcolare le distanze, dobbiamo valutare attentamente le dimensioni che raggiungeranno
le piante nell’età adulta. Dobbiamo evitare di piantare gli alberi da frutto troppo ravvicinati:
mettendo a dimora una pianta in meno, otterremo dalle altre una produzione maggiore in
quantità e qualità. Infatti, in situazioni di ombreggiamento diminuisce la formazioni dei fiori, i
frutti sono meno saporiti, più sensibili a marciumi e a malattie. Se realizziamo dei filari continui
dobbiamo mantenere una distanza per lo meno uguale all’altezza delle piante; inoltre, sempre per
ottimizzare l’illuminazione delle piante, è fondamentale che siano orientati da nord a sud.
Lo sviluppo delle piante che mettiamo a dimora, come la longevità e produttività, dipendono da
come vengono piantate. Prima di tutto il terreno va preparato con anticipo in modo che la terra
di scavo, col gelo e le piogge, diventi friabile e fine; evita anche di piantare dove si sono estirpate
altre piante e dove si formano ristagni d’acqua.
Poi si dovranno reperire e scegliere le piante: per questo è indispensabile
rivolgersi ad un Garden Center Giardinia, dove potremo trovare un
grande assortimento di specie e varietà.
Infine realizzeremo la messa a dimora delle piante, preferendo giornate
miti e in assenza di gelo.
Se il terreno dove andremo a mettere a dimora la pianta non è lavorato,
si consiglia di fare una bella buca larga 60x60 cm profonda 60 cm circa.
Sul fondo aggiungere della terriccio fine, oppure una manciata di
concime organico di origine biologica mischiato con il terriccio fine;
tutti articoli che trovate nei Garden Center Giardinia! Adesso la buca
è pronta per accogliere il nuovo alberello, basta solo muovere le radici
della zolla con delle forbici,
in modo che radichi meglio.
Le radici devono essere ben coperte.
Se il terreno dove andremo a mettere a
dimora la pianta è invece stato fresato,
basta fare una piccola buca, poco più
grande della grandezza della zolla.
Aggiungere un palo tutore e annaffiare
abbondantemente.
A questo punto inizia la nostra
avventura di frutticoltori!!!
p.21
LE MIGLIORI PIETRE ORIGINALI ITALIANE
Ciottoli e Granulati di Marmo per decorare
giardini di prestigio con colori unici e naturali.
www.granulati.it
p.22
ESPOSIZIONE PERMANENTE UNICA IN EUROPA
www.stonecity.it
L’oroscopo delle piante
Scopri la pianta abbinata al tuo segno
ARIETE
TORO
Il rododendro considerato il
re degli arbusti tra le piante da
fiore sempreverdi dei paesaggi
temperati, come il segno del Toro
è un simbolo di eleganza, di
bellezza e di temperanza in virtù
della moderazione.
La menta è la pianta più adatta ai
Gemelli perché porta loro fortuna:
è sempre consigliato, infatti, per i
nati sotto questo segno, coltivarne
un vasetto sul balcone.
CANCRO
LEONE
VERGINE
BILANCIA
Il fiore che rappresenta l’ariete
è il tulipano, questo segno è
dominato dalla natura impetuosa
e guerriera di Marte, ama i colori
forti e passionali, che riprendono ed
esaltano il suo carattere impetuoso
ed energico.
Il fiore perfetto per questo
segno è la miosotide più
comunemente conosciuto come:
non ti scordar di me...
Rappresenta la tenerezza e la
dolcezza, tratti distintivi del
segno del Cancro.
Le caratteristiche fondamentali del
Leone sono la generosità, la lealtà, e
la nobiltà di cuore, anche se spesso
ciò contrasta con un carattere
impulsivo e intollerante verso i
soprusi. Il fiore più adatto a questo
segno di fuoco è il ciclamino,
per quietare l’istinto e per calmare
“i bollenti spiriti”.
GEMELLI
I nati sotto il segno della Vergine
sono
intransigenti,
precisi
e
persino pignoli, dotati di
ottime capacità intellettuali e
di una ferrea logica. Protettivi e
coerenti... Il fiore adatto a questo
segno è il gelsomino, esprime
protezione, amabilità e sensualità.
In equilibrio tra fantasia e
razionalità, eleganti ma mai
portati all’eccesso… il fiore che
più rappresenta questo segno
zodiacale è la viola, piccola e
semplice ma molto chic.
SCORPIONE
Appassionati e pieni di ombre e
luci, vanitosi e affascinanti:
la pianta dello Scorpione è l’
erica della brughiera, misteriosa
e selvaggia...
SAGITTARIO
CAPRICORNO.
ACQUARIO
PESCI
Tra i valori che lo rappresentano
ci sono la vanità, l’amicizia e la
fedeltà, che si manifestano in gesti
concreti, più che con le parole.
Il fiore che parla di amicizia e
devozione è il narciso.
p.23
La camelia è un fiore delicato
in apparenza ma… davvero
fortissimo! Sopporta il freddo e le
avversità e come gli Acquario ha
una doppia anima.
Attenzione a non farli arrabbiare!
Il
basilico è una pianta
profumata e dalle tante virtù
nascoste, per questo molto simile
alla personalità dei nati sotto al
segno del sagittario, che a volte
celano il loro vero valore dietro
l’esuberanza e la grande curiosità.
I ciclopini e le ninfee
per un segno acquatico…
fiori acquatici!
Particolari e coraggiose, queste
piante vivono sospese in un altro
mondo.. un po’ come i Pesci,
sempre a spasso nei sogni!
Fiori artificiali...
bellezza senza fine!
Abbellire la casa con i fiori è anche uno spunto per arredare in maniera alternativa. I fiori donano
calore, ravvivano, mettono allegria all’ambiente e specialmente se usati in modo sapiente e con un pizzico
di maestria, regalano al nostro appartamento un design affascinante. Mentre i fiori freschi purtroppo
seccano presto e comunque anche se piantati in vaso hanno bisogno di estrema cura, possiamo optare
per i fiori artificiali che se rispecchiano realmente quelli veri, danno un tocco di eleganza a tutta la casa.
Le composizioni di piante e fiori artificiali sul mercato, sono
tante e tutte molto belle esteticamente. Una pianta artificiale
posta nell’ingresso di un’abitazione, è il modo ideale per dare
il benvenuto a chi entra in casa nostra così come una pianta
all’ingresso di un negozio è il modo migliore per accogliere
la Clientela. Ma le piante ed i fiori artificiali non si fermano
a comuni mazzi e la loro molteplicità di espressione è
veramente varia e superba. Esistono composizioni di fiori a
cascata che sono elegantissime.
Ci sono persone che decorano le griglie del loro terrazzo
con fiori artificiali dalle fibre resistenti a tutte le temperature
atmosferiche, talmente sono veritieri.
Le orchidee appaiono in tutto il loro splendore e l’edera
rampicante, rispecchia fedelmente quella reale perché
ha delle venature che assomigliano tantissimo a quelle
vere. Anche un camino rustico può essere abbellito da una
ghirlanda di fiori e specialmente se scelta secondo lo stile
dell’abitazione, quest’ultima diventa un accessorio che entra
in perfetta simbiosi con tutto il decor interno. Molte volte
le composizioni floreali, diventano complementi d’arredo in
quelle stanze dove non è possibile dare luce diversamente.
I fiori ravvivano l’ambiente se sistemati con maestria e sono
capaci di essere efficaci alla pari di un punto luce. Un semplice
tavolino viene arricchito con la composizione floreale che diventa
un elemento suggestivo ed indispensabile.
p.24
Benchè di ottima manifattura, i fiori
artificiali, hanno bisogno di essere puliti
e spolverati di tanto in tanto.
Il procedimento è molto semplice.
Le composizioni possono essere
spolverate passando su di esse il
getto tiepido o freddo di un phon
asciugacapelli. Se vogliamo lavare le
composizioni perché magari annerite
dallo smog o dal vapore della cucina,
prepariamo una soluzione con acqua e
sgrassatore liquido e con una spugnetta
morbida, insaponiamo almeno le foglie
più grandi.
Immergiamo una seconda spugnetta in una bacinella con dell’acqua pulita e passiamo quest’ultima sulle
foglie delle piante e, dove è possibile sui fiori. Passiamo infine il getto tiepido di un phon su tutti gli elementi.
Per quanto riguarda invece i fiori artificiali che teniamo sfusi e liberi nei vasi, il procedimento è
leggermente diverso. Prepariamo un grosso catino con acqua tiepidissima e sapone neutro.
Con le mani agitiamo l’acqua ed immergiamo i fiori nella soluzione. Lasciamoli a bagno per una mezz’ora
e poi passiamoli in un altro contenitore con acqua semplice tiepida per sciacquarli. Dopo queste due
operazioni ancora grondanti d’acqua, riuniamo i fiori con un filo di rafia e mettiamoli a “testa in giù”
per eliminare l’acqua in eccesso, direttamente sulla vasca o nella doccia. Passiamoli infine sul balcone
non direttamente esposti ai raggi solari ma in un posto in penombra e ben ventilato. Una volta asciutti,
possiamo porre i fiori nuovamente nel vaso.
LE COMPOSIZIONI
PRESENTI IN QUESTE
PAGINE SONO
REALIZZATE DA:
p.25
il Medico delle piante
Quante volte vi è capitato di avere delle domande,
semplici o complesse, riguardanti il mondo della
Natura ma nessuno è in grado di rispondervi...
Da oggi Giardinia mette a vostra disposizione
il “MEDICO DELLE PIANTE”.
Domanda
Vorrei comprare un fiore che possa resistere senza problemi all’inverno...
Puoi consigliarmi quale scegliere e come mantenerlo?
Risposta
A causa della provenienza da zone con un clima molto freddo in inverno e
caldissimo in estate, il tulipano ha una grande resistenza al gelo e agli inverni
rigidi. Il tulipano è simbolo per eccellenza delle piante bulbose e non può
mancare in terrazza oppure in giardino.
A imbuto, a campana o a goccia, il fiore del tulipano è sempre estremamente
decorativo e facile da coltivare.
Queste piante da esterno di possono tenere in terrazzo sia in vaso, sia in cassette.
La collocazione ideale è all’esterno in pieno sole, anche se alcune varietà
sopportano la mezz’ombra. Il tulipano tollera bene anche la sistemazione
in casa in inverno. È consigliabile però spostare la pianta all’esterno quando
inizia il bel tempo. È possibile comprare il tulipano con boccioli chiusi o in fiore
a partire da metà inverno fino a primavera.
La cosa di cui ha bisogno il tulipano per crescere e produrre fiori, è il freddo.
La fioritura dura a lungo se non si superano i 18/20 gradi. I bulbi vanno
piantati in autunno, a 10/15 centimetri di distanza gli uni dagli altri, vanno
innaffiati 2 o 3 volte a settimana evitando di bagnare foglie e fiore.
Attenzione all’altezza dei tulipani: se si coltivano in vaso, scegliere quelle
varietà dallo stelo corto o medio. In questo modo non avranno bisogno del
supporto.
Dopo la fioritura, quando le foglie sono seccate, si tolgono i bulbi dal terreno e
si conservano in un ambiente asciutto all’interno di cassette poco profonde, per
poi ripiantarli l’autunno seguente.
Consiglio:
tutte le varietà di tulipano possono essere piantate in vaso utilizzando ciotole
ampie per le varietà a stelo basso, e grandi contenitori per quelle a stelo alto. In
questo caso per un bel risultato si possono piantare i tulipani al centro del vaso
e tutto intorno collocare muscari, narcisi e anemoni. In giardino si possono
piantare tra un bulbo e l’altro alcunee erbacee perenni con lamium maculatum
o saponaria, o la ymades (più basse rispetto ai tulipani). Si creerà così un
effetto contrasto tra masse e volumi.
In casa si possono utilizzare come fiori recisi: usare contenitori colorati, anche
degli innaffiatoi, delle bottiglie di plastica, barattoli di vetro, o bicchieri di
qualche servizio vecchio. L’effetto sarà bellissimo.
SCRIVI ANCHE TU AL MEDICO DELLE PIANTE DEL PUNTO VENDITA GIARDINIA PIU VICINO A TE, LO TROVI SU:
http://www.giardinia.it/web/punto-vendita/
p.26
p.27
Questo mese parliano di....
L’azienda agricola Nicora ha radici lontane, nell’attività del nonno Ambrogio Nicora che, durante la prima guerra mondiale,
alle dipendenze del Marchese Litta, imparava l’arte del giardiniere nelle serre (rare a quei tempi) della Villa ora sede del palazzo
comunale di Varese. Durante la seconda guerra mondiale, Ambrogio passò alle dipendenze dell’ Ospedale di Varese, creandone
l’azienda Agricola che si rivelò propizia nel fornire alimentazione all’ospedale, tanto che nel 1944 ad Ambrogio venne proposta la
medaglia d’oro per merito di produzione, avendo prodotto oltre 400 quintali di patate su una superficie di 10.000 mq.
Nel 1951 Ambrogio, con i due figli Angelo 17enne e Luigi 12enne, si trasferì a Gazzada ove iniziano a coltivare in pieno campo e
nei letturini (serrette incassate nel terreno e coperte di finestroni vetrati) quel che il mercato di quel periodo richiedeva.
Angelo, il figlio maggiore, diventato multi-esperto, con molto lavoro e appassionato impegno cavalca i tempi e, oltre a costruire
giardini, apre nel 1986 il primo garden di Varese (“Il supermercato dei fiori”), e nel 1991 a Gazzada il secondo garden center
“Nicora Garden” ! Oggi la terza generazione, Vittore e Ambrogio conducono col papà Angelo i due Garden, che entro l’anno
raggiungeranno i 5000 mq totali di superficie coperta.
“Per questo Autunno avete in serbo delle novità per i vostri Clienti?”
Dal 27 settembre presenteremo le novità delle fioriture autunnali, durante la
ormai tradizionale e amata Mostra delle Viole (27 settembre / 12 Ottobre).
Certamente quest’anno la novità più importante sarà il 25 Ottobre, per
l’inaugurazione del garden di Gazzada, fortemente ampliato e rinnovato . In
occasione di questo evento apriremo anche i reparti di decorazione e regali per
Natale: sempre più emozione per i nostri Clienti!
Intervista a
Vittore Nicora
titolare di
NICORA Garden Center
insieme al fratello
Ambrogio e al
papà Angelo Nicora.
“Qual è la VOSTRA visione del futuro nel settore della floricoltura?”
La floricoltura per noi è diventata selezione e proposta delle varietà che danno ai
nostri Clienti maggior soddisfazione in cambio di meno cure: nuove piante con
fioriture abbondanti e prolungate (es. Cleome, Lobularia, Mecardonia), oppure
nuovi colori di piante storiche (es. Surfinie, petunie, coleus)
I garden center sono i terminali della filiera produttiva floricola: facciamo
conoscere e distribuiamo le piante che i migliori produttori ricercano e coltivano
in aziende sviluppate per quello scopo. Trasmettiamo cultura del verde per
portare salute e benessere nei luoghi che frequentiamo.
“Qual è l’idea vincente alla base del VOSTRO successo?”
Ascoltare i nostri Clienti e lavorare per soddisfare i loro desideri, operare tra noi
scambiandoci le idee da proporre nei garden e procedere a passi decisi senza mai
fermare la ricerca e lo studio delle ambientazioni più stimolanti.
Teniamo al centro dei nostri pensieri le piante e le circondiamo di idee per
abbellire gli ambienti di casa, giardino e uffici.
“Secondo VOI cosa offrono i VOSTRI Garden in più rispetto alla
concorrenza?”
Due sono le armi principali con cui sfidiamo la concorrenza: un rapporto
personale e professionale coi nostri Clienti per trasmettere loro una vera cultura
del verde e condividere idee per la decorazione, e una scelta di proposte esclusive
ed originali, affiancata ai prodotti più tradizionali, sia per le piante che per
il decor. L’attenzione ai prezzi e alla presentazione dell’ambiente sono ormai
prerequisiti per un garden center.
p.28
“Come mantenete informati e curate la relazione con i
vostri Clienti”?
Cerchiamo di non essere invasivi con le nostre
comunicazioni, ma sempre più spesso ci viene richiesta
una maggiore attività di informazione. Pertanto, oltre
a questo giornalino che distribuiamo gratuitamente a
tutti i Clienti, da alcuni anni i possessori della nostra
Shop Card ricevono saltuariamente le comunicazioni
che riguardano gli eventi e i corsi che svolgiamo
presso i Garden. È attiva inoltre la pagina Facebook
NicoraGarden attraverso la quale inoltriamo idee e
novità ai nostri fan. E da metà settembre è online
anche il nuovo sito Internet, sviluppato con tecnologia
accessibile sia dai computer desktop che dai dispositivi
mobili.
Partecipate al gruppo Giardinia e siete tra i fondatori
di AICG, l’Associazione Italiana Centri Giardinaggio,
cosa vi spinge a questi rapporti?
Crediamo che la crescita dei garden in questi tempi
oggettivamente difficili, sia aiutata dalla condivisione
delle esperienze del nostro lavoro, sia per gli aspetti più
legati ai prodotti, grazie al gruppo Giardinia, sia per
la crescita professionale delle persone offerta da AICG
attraverso corsi di formazione e convegni.
Questo mese parliano di....
La Soc.Agricola SHOW GARDEN di AREZZO è un’Azienda che è
presente nel territorio toscano da oltre 30 anni, costituita dalla Famiglia
Biagioni: Mara ,Fabrizio e Riccardo. L’Azienda è cresciuta negli anni e la
nuova ubicazione con la rinnovata struttura ha permesso un incremento
importante in tutte le attività coadiuvate dall’apporto delle giovani risorse
come Riccardo con Giulia.
Teniamo a precisare che il ns. personale ha un’anzianità di servizio elevata
e la loro professionalità deriva dall’esperienza e dagli aggiornamenti e corsi
di formazione a cui partecipano. La metà del ns. personale è costituito da
familiari che con il loro apporto partecipano concretamente all’attività.
“Qual è l’idea vincente alla base del suo successo?”
La ns. esperienza maturata negli anni ci consente di soddisfare ogni esigenza
degli appassionati del verde e di tutto ciò che lo circonda.
Ci adoperiamo con la ns. professionalità, creatività e cortesia ad accogliere il
Cliente affinchè possa trovare, all’interno del ns. garden center quell’atmosfera
che gli consenta di stare bene in tranquillità e relax.
Le famiglie vengono al completo ed i bambini d tutte le età si sentono a loro agio.
Di questo ne siamo felici.
“Per questo Autunno avete in serbo delle novità per i vostri Clienti?”
Una delle prerogative aziendali è il processo in continuo miglioramento facendo
attenzione ai segnali provenienti dal settore,questo è possibile grazie all’adesione
e partecipazione attiva alle fonti da cui questi segnali provengono: contatti con
associazioni di categorie, clubs, ed ascoltiamo sempre con attenzione le esigenze
del Cliente.
Questo ci dà l’entusiasmo per organizzare i ns. eventi che tanto vengono
apprezzati dai ns. utenti.
In Autunno organizziamo Domeniche dedicate all’accensione dei barbecue con
vari assaggini tanto apprezzati e mostre di piante grasse.
“Qual è in questo momento il vostro punto di forza?”
In questo momento stiamo curando “CAMPAGNA AMICA” un ampio corner
aziendale destinato all’esposizione ed alla vendita diretta dei ns. prodotti agroalimentari tipici locali del territorio a Km.0.
Abbiamo iniziato la coltivazione degli ortaggi all’interno della ns. Azienda che
sono molto apprezzati per l’ottima qualità e la sicurezza della provenienza.
“ DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE” VERO!!!!!!!
E i Clienti ringraziano e.... Comprano !!!!!!
Intervista alla
Famiglia Biagioni
titolare di
SHOW GARDEN.
Nella foto accanto
la veduta aerea della
prima struttura
del Garden e la
versione attuale.
2 Ottobre festeggia la...
Festa dei Nonni
Vieni a trovarci nel Centro Giardinia più vicino a te,
troverai simpatiche decorazioni per personalizzare le
piante da regalare ai nonni. Vi aspettiamo!
Scopri tutte le
Mostre d’autunno
nei Centri Giardinia
SHOW GARDEN:
MOSTRA DELLE PIANTE GRASSE
dal 6 al 28 Settembre
CENTRO VERDE GIOVANNELLI:
MOSTRA DELLE VIOLE
dal 27 settembre al 12 ottobre
BARDIN:
MOSTRA DELLE VIOLE
dal 4 al 12 ottobre
GIARDINI DELLA VERSILIA:
MOSTRA DELLE VIOLE
dal 27 settembre al 12 ottobre
MOSTRA DEGLI ACERI
dal 19 ottobre al 2 novembre
NICORA:
MOSTRA DELLE VIOLE
dal 27 settembre al 12 ottobre
www.giardinia.it
Visita il sito Giardinia per essere aggiornati su tutte le nuove iniziative.
p.30
p.31
An idea from
Azienda Floricola Donetti
Garden Vicenza Verde
Centro Verde Giovannelli
Febo Garden
Via Martiri, 151
Romagnano Sesia (Novara)
Tel. 0163 833320
[email protected]
www.donetti.it
Via Saviabona, 72
Vicenza
Tel. 0444 507749
[email protected]
www.vicenzaverde.it
Via Massa Avenza, 55
Massa
Tel. 0585 250318
[email protected]
www.centroverdegiovannelli.it
Via Lungofino, 185
Città S. Angelo (Pescara)
Tel. 085 95221
[email protected]
www.febogarden.it
Centro del Verde Toppi
Zocca Garden Center
Giardini della Versilia
Garden Piccolo Giardino
SS 233 Varesina km 21
Origgio-Saronno (Varese)
Tel. 02 96732323
[email protected]
www.toppi.com
Via per Mestrino, 2
Saccolongo (Padova)
Tel. 049 8015661
[email protected]
www.gardenzocca.it
Via Aurelia Sud, 107 bis
Pietrasanta (Lucca)
Tel. 0584 792804
[email protected]
www.giardinidellaversilia.com
Via Bari, Km 1500
Foggia
Tel. 0881 687427
[email protected]
www.gardenpiccologiardino.it
Nicora Garden Center
Verdechiara
Show Garden
La Moderna Agricoltura
Via Carnia, 133
Varese
Tel. 0332 265888
[email protected]
www.nicoragarden.it
Via per Piavon, 10
Oderzo (Treviso)
Tel. 0422 712793
[email protected]
www.verdechiara.it
Via Casentinese
Ceciliano (Arezzo)
Tel. 0575 320532
[email protected]
www.showgarden.it
Via Mazzini, 128/B
S. Venerina (Catania)
Tel. 095 950056 - 953777
[email protected]
www.lamodernagricoltura.com
Agri Brianza
Bardin Garden Center
Pellegrini Garden
Via Dante, 191
Concorezzo (Monza-Brianza)
Tel. 039.611.68.11
[email protected]
www.agribrianza.it
Via Selghere, 10
Villorba (Treviso)
Tel. 0422 350714
[email protected]
www.bardingardencenter.it
Via Aldo Moro, 70
Civitanova Marche (Macerata)
Tel. 0733 815980
[email protected]
www.pellegrinigarden.it
Linea Verde
Mondo Verde
Bavicchi
Via G. Galilei, 2
Orio al Serio (Bergamo)
Tel. 035 526969
[email protected]
www.lineaverde.bg.it
Via Tonelli, 30/C
Taneto-Gattatico (Reggio Emilia)
Tel. 0522 671888
[email protected]
www.mondoverde.org
Via della Valtiera, 293-295
Ponte S. Giovanni (Perugia)
Tel. 075 393941
[email protected]
www.bavicchi.it
Centro Verde Caravaggio
Centro Verde
Spazio Verde
Via Treviglio
Caravaggio (Bergamo)
Tel. 0363 53134
[email protected]
www.centroverde.com
Via Volta, 1
S. Stefano Magra (La Spezia)
Tel. 0187 633262
[email protected]
www.centro-verde.it
Strada Maratta Bassa, 91
Terni
Tel. 0744 248105
[email protected]
www.gardenspazioverdeterni.it
VERDE VIVO
ATTREZZATURE
ARREDO DA ESTERNI
PET - ANIMALI
DÉCOR
ATTENZIONE!
I prodotti illustrati in
questa rivista possono
non essere presenti in
tutti i punti vendita.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
14 258 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content