close

Enter

Log in using OpenID

Cestodi

embedDownload
19/05/2014
Sottoregno
METAZOA
ORDINE Pseudophyllidea
Scolice costantemente privo di rostello e di ventose
Phylum
PLATELMINTHES
Phylum
ACHANTOCEPHALA
Ordine
Cyclophyllidea
Classe CESTODA
Classe ASPIDOGASTREA
Classe DIGENEA
Due profonde fessure longitudinali dette bothria o
botridi
Phylum
NEMATODA
Sottoclasse
EUCESTODA
Proglottidi fornite di un unico set riproduttivo
ermafrodita (unico poro genitale posto sulla superficie
ventrale)
Ordine
Pseudophyllidea
Associati ad ambiente acquatico
Ciclo biologico - due ospiti intermedi
-Allo stadio adulto sono tutti parassiti intestinali
-presentano uova opercolate nel cui interno si
sviluppa il coracidio (larva esacanta) detto anche oncosfera
Scolice di Diphyllobotrium latum
dotto spermatico
cirro
-centri nervosi costituiti da un plesso cefalico da cui originano cordoni
nervosi longitudinali che percorrono tutto il corpo
-apparato escretore costituito da protonefridi e 2 vasi acquiferi comuni
a tutto lo strobilo
-sono ermafroditi e forniti di apparati riproduttori distinti e ripetuti
in ogni proglottide
poro
uterino
follicoli
spermatici
vitellogeno
vagina
ovario
gh. mehlis
vitellodotto
1
19/05/2014
Uova opercolate
Al loro interno contengono un embrione ciliato detto
coracidio
Botridi
2 fasi larvali successive in due diversi ospiti
intermedi
I O.I.
larva procercoide
II O.I.
larva plerocercoide
Diphyllobotrium latum
I O.I. crostaceo
II O.I. pesce
-Parassita allo stadio adulto dell’intestino di uomo, cane, gatto, maiale
e vari mammiferi ittiofagi; allo stadio larvale (spargano) parassita di
pesci di acqua dolce
-Relativamente frequente in zone lacustri. In Italia è presente
nei laghi settentrionali in alcune specie di pesci, nei quali determina
la sparganosi, ma è tuttavia raro nell’uomo e nel cane
-L’adulto può raggiungere la lunghezza di 2-25 m; scolice lungo
2-3 mm fornito di botrii; strobilo formato da 3000-4000 proglottidi,
sempre più larghe che lunghe e caratterizzate dalla presenza di
una macula brunastra centrale (organi genitali femminili) visibile ad
occhio nudo; uovo opercolato e delle dimensioni di 65-70 micron x 42-45
-I OI crostaceo genere Cyclops o Diaptomus
-II OI pesce persico, luccio, bottarice ecc
Il parassita adulto si ancora a livello della mucosa del tenue
e può sopravvivere così per anni
Nei
pesci che viene
ingeriscono
Se
inge- i
Seil icoracidio
pesci infetti vengono
Le
proglottidi,
più
larghe
copepodi
infetti,
la
larva
Giunto
Gli
ospiti
definitivi
l’uovo
sono
i
rito
daall’esterno,
diverse
specie
di premangiati
da altri
pesci
che
lunghe,e
il
loro
uteGli
ospiti
siche
sviluppa
cani,
i gatti,
adefinitivi
coracidio
ininfettae nelaltri
procercoide
sil’uomo
libera
crostacei
copepodi
datori, le
larve plerocercono
ingerendo
carni
crude
di
ro,
raggomitolato,
conqualche
animali
settimana.
che
si
nutrono
Il
codi
l’intestino
e
raggiunge
le
rappresentano
il I ospite
idi si accumulano
nei muscoli
pesci
nei
cui
muscoli
si trovatiene
le contiene
embriocavità
ouova
i muscoli
dove
sviracidio
pesci.
Nel
loro
l’oncosfera
intestino
il
intermedio,
ilnon
coracidio
di questi ultimi
che fungono
nate.
no
le larve
fornita
parassita
6plerocercoidi.
adulto
uncini
può
arriluppa
adialarva
plerocercoide
sviluppa
larva
di
II
da ospiti paratenici. stavare
a 25 m di lunghezza.
(spargano).
dio
(procercoide)
Proglottidi di
Diphyllobotrium latum
Potere patogeno: il parassita adulto esplica azione spoliatrice,
con sottrazione di chimo, e tossica generale (emissione di cataboliti)
Può provocare tuttavia anche anemia perniciosiforme per assorbimento di
vitamina B12 all’altezza del duodeno
Nei pesci provoca la sparganosi, parassitosi che impone il sequestro dei
p
2
19/05/2014
Uova di Diphyllobotrium latum
Crostacei copepodi (componenti del plancton)
Cestodi Cyclophyllidea
-lo strobilo è costituito da un numero assai variabile di proglottidi
(da 3 a una o due migliaia) che, una volta gravide si staccano, raggiungono
il suolo con le feci e venendo quindi disgregate dagli agenti esterni
così da liberare le uova.
-in molte specie l’uovo possiede un embrionoforo nel cui interno è racchiusa
la larva esacanta o oncosfera, provvista di 6 uncini
-lo scolice è dotato generalmente di 4 organi adesivi, le ventose, dotate
di propria muscolatura; può presentare inoltre un organo retrattile
provvisto di un certo numero di corone di uncini, detto rostello
Ermafroditi-la fecondazione avviene entro la stessa proglottide o
tra proglottidi differenti, nel caso in cui le gonadi maturano
in tempi successivi anziché contemporaneamente
-Il sistema nervoso è costituito da un plesso cefalico e da cordoni nervosi
-la larva esacanta liberatasi dal suo involucro, in seguito all’ingestione
dell’uovo da parte dell’ospite intermedio, attraversa la parete del tubo
digerente, si localizza nei tessuti di elezione e si trasforma nello
stadio larvale successivo che, a seconda della specie, presenta forma
e denominazione diversa
-L’apparato escretore è costituito da protonefridi e vasi acquiferi
-L’utero è per lo più a fondo cieco; le uova vengono in tal caso liberate
solo dopo la disgregazione della proglottide gravida nell’ambiente esterno
3
19/05/2014
Una volta raggiunta la sede d’elezione
l’oncosfera perde gli uncini
e si trasforma in una delle seguenti forme
larvali, spesso note
come metacestodi:
Cisticerco
Cisti contenente un solo scolice invaginato
(protoscolice) immerso
nel liquido cistico
Cenuro
Simile al cisticerco ma contiene numerosi
protoscolici invaginati
Strobilocerca
Lo scolice è evaginato, attaccato alla cisti
tramite una catena di
proglottidi immature; queste ultime sono
distrutte dalla digestione
nell’ospite definitivo, lasciando solo lo scolice
Idatide:
Grossa cisti contenente liquido cistico e rivestita internamente
da un epitelio germinativo dal quale si generano scolici invaginati.
questi possono restare liberi o venire raggruppati e circondati
dall’epitelio germinativo (vescicole proligere). Il contenuto delle
cisti, scolici e vescicole, viene spesso indicato come “sabbia
idatidea”.
È possibile osservare la formazione di cisti “figlie”, complete
di cuticola e strato germinativo, all’interno della cisti originale o,
in
seguito alla rottura della cisti, all’esterno.
Cisticercoide
Un solo scolice evaginato incluso in una piccola cisti solida. È la
forma più frequente quando gli ospiti intermedi siano
rappresentati da
artropodi
Tetratiridio
Larva vermiforme con uno scolice invaginato; solo nei
Mesocestoididae
Quando il metacestode viene ingerito dall’ospite definitivo, lo scolice
si fissa alla mucosa, le altre strutture vengono eliminate e la catena
delle proglottidi comincia a formarsi dalla base dello scolice.
LE TENIE DELL’UOMO
Taenia solium
4
19/05/2014
Scolice di Taenia solium
CICLO DI TAENIA SOLIUM
Rostello armato
Quando
le uova
vengono
ingerite
L’uomo
si infetta
mangiando
carni
crudedall’ospite
o poco
Questo
evento
si può
verificaOgni
giorno
si
staccano
da intestino
6nel
avescicoliz7duodeno,
Nel
tessuto
muscolare
le
oncosfere
intermedio
schiudono
Ospite
definitivo
è
l’uomo,
nelQuesto,
cui
ilnel
cotte
contenenti
il(suino),
cisticerco.
giunto
re anche
nell’uomo
nel
caso
cheformano
proglottidi
caratteristiche
il eil tramizano
e
nell’arco
di
circa
2
mesi
cistiattraversano
la
mucosa
intestinale,
parassita
adulto
può
raggiungere
lunghezza
suoquesti
intestino,
si attacca
alla mucosala(per
T.
solium
ingerisca
le
proglottidi
loro
utero
ramificato
contenencerco
(uno
cellulosae
)inizia
infettante
(7-9
x
temetri,
ilCysticercus
sistema
circolatorio
diverdi
4-6
con un
numeroed
diraggiungono
proglottidi
che
possiede
scolice
armato)
a
crescere
o le oncosfere
ti ciascuna
da
80.000
a 100.000
5gravide
mm)
si organi
tessuti
(principalm.
muscoli)
può
anche
a 2.000
fino
aarrivare
formare
ile verme
adulto
uova
Strobilo di Taenia solium - proglottidi mature
Proglottide gravida di
Lingua – masseteri – cuore- diaframma
Taenia solium
(utero ramificato pieno di uova)
Cysticercus cellulosae
Costituito da una vescicola con
più o meno liquido entro cui è
invaginato uno scolice
2 x 1 cm
Vitalità 1 anno
5
19/05/2014
L’uovo è costituito da:
1)
Una larva esacanta o oncosfera
2) Una membrana robusta, scura e striata radialmente chiamata
embrioforo
3) Un guscio vero rappresentato da una membrana molto sottile che
è spesso già persa mentre l’uovo è ancora dentro l’utero
TAENIA SAGINATA
6
19/05/2014
CICLO DI TAENIA SAGINATA
Quando
le uovamangiando
vengono ingerite
dall’ospite
L’uomo
si
infetta
carni
crude
o poco
Ospite
definitivo
è si
l’uomo,
nel
cui
il
Ogni giorno
staccano
da intestino
6
a7
intermedio
(bovino),
schiudono
nel
duodeno,
cotte
il cisticerco.
Questo,
giunto nel
Nelcontenenti
tessuto
le oncosfere
vescicolizparassita
adultomuscolare
può
raggiungere
laper
lunghezza
proglottidi
caratteristiche
il
attraversano
la
mucosa
intestinale,
e tramisuo6-10
intestino
(notare
che T.2 saginata
non
possiede
zano
e nell’arco
di numero
circa
mesi
formano
il cistidi
metri,
con
un
di
proglottidi
loro
utero
ramificato
contenente il sistema
circolatorio
raggiungono
diverun
rostello
armato
come
) inizia(7-9
a
cresce(ciascuna
Cysticercus
bovis
)solium
infettante
x5
checerco
anche
a T.
2.000
tiarrivare
80.000
a 100.000
sipuò
organi
e tessuti
(principalm.
muscoli)
re fino
formare
ilda
verme
adulto
mm) a
uova
Cysticercus bovis
5 x 9 mm
Vitalità – fino ad un anno
Masseteri, lingua, cuore e diaframma
Proglottidi mature
Taenia saginata
Proglottide gravida
Muscoli pterigoidei, quadricipite femorale, esofago
Sopravvivono 10-15 gg., se le carni sono mantenute
a +10 °C, 2 mesi se a 4°C, meno di 10gg a –10°C;
resistono qualche giorno alla putrefazione
Cuore bovino
cisticerchi (C. bovis) di Taenia saginata
7
19/05/2014
Potere patogeno
Nell’uomo l’adulto esplica azione sottrattiva, irritativo-flogistica sulla mucosa
intestinale, tossica e allergica da riassorbimento di cataboliti.
La sintomatologia è molto variabile potendo essere quasi assente o provocare
disturbi solo locali (coliche) o ripercuotersi sulle condizioni generali
(dimagramento, sensazione di fame, cefalea). Nell’ ospite intermedio l’infestazione
è di solito asintomatica.
Le tenie dei ruminanti
Diagnosi
Proglottidi nelle feci umane o nel letto; citicerchi nelle carni bovine o suine
(osservare il cuore, la lingua, i muscoli masticatori). Nel suino la diagnosi può
essere fatta anche in vivo, con la palpazione dei cisticerchi sulla faccia inferiore
della lingua
Profilassi
Educazione sanitaria, controllo delle carni; congelamento delle carni parassitate
Cestodi
Moniezia benedeni
CICLO DI MONIEZIA SPP.
Moniezia expansa
Anoplocephalidae
Le uova vengono ingerite da acari oribatidi
Dalle proglottidi
si
libera
unenumero
enorme
presenti
sui
pascoli
cheacari
di solito
si nutrono di
Quando
iruminanti
ingeriscono
gli
insieme
Ospiti
definitivi
sono
i ruminanti.
Gli
ospiti
di uova
dalla
caratteristica
forma
poligonale
Dopo
l’ingestione
leinevaginano
uova
schiudono e
all’erba,
si
liberano
i vengono
cisticercoidi
che
Le proglottidi
mature
espulse
ambiente
adulti
sonodella
invegetali.
genere
parassitati
da pochi
tipica
Famiglia
Anoplocephalidae
l’embrione
migrapossono
nell’emocele,
nell’intestino
e maturano
direttamente
vermisi trasforma
esterno.
esemplari,
mentre
i giovani
subireadove
in cisticercoide.
adulti (questo
infezioni
massive.processo richiede 4-8 settimane)
In alto: Acaro oribatide
Moniezia expansa
Tipico uovo di forma poligonale
Moniezia benedeni
A fianco: Proglottidi mature di
Moniezia sp. (notare il doppio
set di ovari e la presenza di
due pori genitali per ogni proglottide).
8
19/05/2014
Potere patogeno
CISTICERCOIDI DI MONIEZIA SP.
In relazione alla carica infestante, in genere non molto evidente negli animali
Adulti, con diarrea, dimagramento e anemia nei giovani.
Diagnosi
Presenza nelle feci di tipiche proglottidi somiglianti a chicchi di riso bollito
o delle uova caratteristiche (forma piramide)
Profilassi
Trattamenti sistematici degli animali giovani con tenicidi, lotta contro gli acari
(arature profonde del terreno)
Cestodi equini
Anoplocephala perfoliata
-8x1,2 cm, con piccolo scolice inerme
-uovo triangolare, 65x 80 micron
racchiuso da tripla membrana
Davainea proglottina
Potere patogeno
Disturbi enterici, in relazione alla carica parassitaria
Diagnosi
-parassita pollo e altri gallinacei
Reperimento nelle feci delle uova con tipico apparato piriforme
-cosmopolita
-ospite intermedio: molluschi
genere Limax, Arion, Agriolimax,
Cepaea
9
19/05/2014
Le tenie dei cani e dei gatti
-3mm formato da 4-9 proglottidi, scolice armato
-uovo 28-40 micron
-un mollusco può albergare fino a 1500 cisticercoidi
Armato - 80 cm
Dipylidium caninum
Le
proglottidi
gravide
sono espulse
in
D.
Caninum
utilizza
le larve
e poilegli
adulti
Nell’artropode
ospite
vettore,
oncoGli ospiti
definitivi
si le
infettano
quando
ambiente
esterno
con
feci.
Spesso
Caratteristica
dilungo
Dipylidium
èleil della
comune
pulce
del
cane
Ctenocepha
Il
verme
adulto,
fino
a(caninum
50
cm,
vive
sfere
schiudono,
gli
embrioni
migrano
ingeriscono
gli
artropodi
(ospiti
interproglottidi
sono
dotate
di
movimenti
fatto
che le
vengono
espulse
raccolte
lides
spp.)
o iuova
pidocchi
masticatori
( Tricho
nell’intestino
dei
cani
e
dei
gatti.
E’
uno
deinell’emocele,
e
quindi
evolvono
a
larvae
medi)
tentativo
di lenire
il prurito
proattivi
enel
possono
fuoriuscire
dall’ano
in
involucri
che
prendono
il
nome
di
dectes
canis
)
come
ospiti
intermedi.
parassiti
più
comuni
ed
ha
una
distribuziocisticercoidi.
vocato
dalle
loro punture.
anche
senza
essere
veicolate dalle feci.
«capsule
ovigere».
ne
cosmopolita.
Capsule ovigere (20 uova )
CICLO DI DIPYLIDIUM CANINUM
OSPITI INTERMEDI
10
19/05/2014
Tenia cucumerina
1 pulce sino a
50 cisticercoidi
Rostello armato
Potere patogeno
Irritazione della mucosa intestinale con o senza diarrea, sottrazione di alimento in
relazione al numero di parassiti presenti.
Talvolta non appare alcuna sintomatologia evidente
Diagnosi
Reperimento delle proglottidi o delle capsule ovigere o uova nelle feci
Profilassi
Uso di ectoparassiticidi per eliminare gli ospiti intermedi, igiene del cane (feci)
11
19/05/2014
Taenia hydatigena
OSPITI INTERMEDI
foto
Armato
Cysticercus tenuicollis
lunghezza di alcuni metri
5 cm di diametro
Cavità peritoneale
Taenia pisiformis
Armata
Potere patogeno
Le lesioni provocate dalle larve esacante nel loro passaggio al fegato, se in numero
massivo, possono provocare lesioni gravi ed emorragie anche mortali. L’adulto
1 metro di lunghezza
provoca scarsa sintomatologia nel cane.
Diagnosi
Negli ospiti intermedi la diagnosi è esclusivamente necroscopica. Nel cane,
reperimento di proglottidi nelle feci o di uova
Profilassi
Educazione sanitaria degli allevatori, trattamento periodico dei cani con tenicidi,
controllo macellazione e distruzione dei cisticerchi
OSPITI INTERMEDI
Potere patogeno
Le lesioni provocate dalle larve esacante nel loro passaggio attraverso il fegato
possono essere molto estese e gravi, tali da portare a morte il soggetto.
L’adulto provoca normalmente scarsa sintomatologia nel cane.
Più colpiti i cani da caccia
Diagnosi
Nel coniglio, solo necroscopica, nel cane, reprimento
Nelle feci di proglottidi o uova
Profilassi
Cysticercus pisiformis
Negli allevamenti di conigli, distruzione dei visceri colpiti
Grappoli (200 elementi)
12
19/05/2014
Taenia ovis
OSPITI INTERMEDI
Cysticercus ovis
• Armata
• Oltre 50 cm di lunghezza
Epicardio, pleure, diaframma……. in altri organi e nei muscoli
Multiceps multiceps
Potere patogeno
• Armata
Poco conosciuto
• Lunghezza: oltre un metro
Diagnosi
Solo necroscopica, per l’ospite intermedio; per l’ospite definitivo,
l’esame delle feci
OSPITI INTERMEDI
13
19/05/2014
Coenurus cerebralis
Capostorno nell’ovino
O cenurosi
5-7 cm
Si sviluppa solo nel sistema
nervoso dell’ospite intermedio
contiene alcune centinaia o
migliaia di protoscolici, visibili
anche ad occhio nudo
Uomo
Ciclo biologico:
L’uovo schiude nell’intestino dell’OI, la larva esacanta va in circolo, si
localizza nel snc, si sviluppa il cenuro, ingestione da parte di un canide
emissione delle proglottidi gravide con le feci e contaminazione dei
pascoli, ingestione delle uova da parte dell’ospite intermedio con le
erbe contaminate
Potere patogeno: sindromi neurologiche diverse dovute alla
compressione meccanica del parassita in lento ma continuo
accrescimento, quali le sindromi convulsive, atassiche, paralitiche,
meningitiche
Diagnosi:
Nell’ospite intermedio la diagnosi è in genere clinica oppure necroscopica. Nel cane,
reperto di proglottidi o uova nelle feci (le uova sono difficilmente differenziabili da
quelle di altre tenie)
Profilassi:
Educazione sanitaria degli allevatori e delle popolazioni rurali in genere, trattamento
periodico dei cani con tenicidi, controllo e distruzione dei visceri colpiti
14
19/05/2014
15
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 324 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content