close

Enter

Log in using OpenID

Come cambia il calcolo Isee

embedDownload
Lecce
3 Aprile 2014
Decreto correttivo Isee:
come cambia il calcolo
dell’Indicatore
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL VECCHIO CALCOLO DELL’ISEE
ISE = ISR + 20%ISP
ISEE = ISE / scala di equivalenza
ISR (vecchio) : redditi + reddito figurativo – affitto (max 5.164)
ISP (vecchio) : patrimonio mobiliare (franchigia 15.494 €) + patrimonio
immobiliare (franchigia 51.640 € per abit. principale e/o mutuo residuo)
La scala di equivalenza cresce in base al numero dei componenti e viene
maggiorata se sono presenti condizioni di disagio sociale o in caso di presenza di
minori con entrambi i genitori lavoratori.
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
RILEVANZA E PROBLEMI DELL’INDICATORE
• I nuclei familiari che hanno chiesto l’ISEE sono cresciuti da 1.949.000 nel
2002 a 5.800.000 nel 2012
•L’associazione Lef stima che ogni anno vengano trasferiti alle famiglie con
l’ISEE circa 10 miliardi di euro pari i in media a 1.500 euro a famiglia. Un
quinto di questi (2 miliardi) andrebbero a famiglie che non ne avrebbero
diritto.
•La componente reddituale soffre degli stessi difetti riscontrati sul lato
fiscale (il principale: una sistematica sottodichiarazione da parte di alcuni
lavoratori autonomi) e del fatto che i redditi esenti da Irpef non entrano nel
calcolo dell’indicatore.
•C’è un 25% di DSU che presenta dati incongruenti con le dichiarazioni dei
redditi.
•Oltre l’80% delle DSU presenta un patrimonio mobiliare nullo e la
percentuale supera il 90% nel meridione (Rapporto ISEE 2012). Con la
franchigia il peso del patrimonio mobiliare diventa trascurabile.
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
DOVE CAMBIA L’INDICATORE
Numeratore:
Denominatore:
ISE = Reddito + Patrimonio – Franchigie
Sc. equivalenza = Scala di base + Coeff. aggiuntivi
Obiettivi: aumentare la selettività dell’indicatore, accrescendo la rilevanza del
patrimonio e favorendo le famiglie numerose o con portatori di handicap.
Strumenti: potenziare la componente reddituale, quella patrimoniale e le
franchigie; modificare i coefficienti aggiuntivi della scala di equivalenza.
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
STRUMENTI PER MIGLIORARNE L’EQUITA’
Franchigie
TIPOLOGIA REDDITUALE
ABITARE
SALUTE
(per disabili)
Lavoro dipendente
Canone di locazione (maggiorata
(spese per la produzione del reddito) per famiglie numerose)
invalidità media (66% - 99%)
Invalidità grave (100%)
Non autosufficienza (>100%)
Pensione o prestazione sociale
proprietà 1°casa
assistenziale
(maggiorata per famiglie
spese sanitarie per disabili
numerose)
Spesa assegni periodici dati a
Spese per badanti o per rette su percorsi
coniuge e figli
sociosanitari integrati
Maggiorazioni scala di equivalenza in presenza di minori, famiglie numerose
NB: Eliminato l’effetto pendolo
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL NUMERATORE (ISE=ISR+ISP)
INDICATORE
ISR
SI AGGIUNGONO
SI SOTTRAGGONO (FRANCHIGIE)
(+)
(-)
• Redditi a fini Irpef
• Redditi esenti (Indennità di
accompagnamento; pensioni
sociali; ANF; ecc.)
• Reddito figurativo (rendita
sul patrimonio mobiliare)
ISP
• affitto (max. 7.000 +500 per figlio>2)
• assegni al coniuge e per mantenimento figli
• 20% pp. reddito da lavoro dipendente o pensione
(max. 3.000 dip; 1.000 pen)
• 4.000 pp. con handicap medio (-5.500 se minore)
• 5.500 pp. con handicap grave (-7.500 se minore)
• 7.000 pp. non autosufficiente (-9.500 se minore)
• spese per collaboratori domestici per non autosufficienti o
retta alberghiera su percorsi sociosanitari assistenziali
integrati
•spese sanitarie per disabili (max. 5.000 per ognuno)
• Patrimonio immobiliare
(valori ai fini IMU di fabbricati
e terreni)
• Mutuo residuo
• 52.500 per abitazione principale +2.500 per ogni figlio oltre
il secondo (e valore residuo ridotto a 2/3)
• Patrimonio mobiliare (C/C,
Titoli di Stato, Fondi
d’investimento, ecc.)
• 6.000+2.000 per comp. agg. (max. 10.000) +1.000 per
figlio>2
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL DENOMINATORE
SCALA DI EQUIVALENZA
Numero componenti
Parametro
1
1
2
1,57
3
2,04
4
2,46
5
2,85
+0,35 per ogni componente in più
Coefficienti aggiuntivi
VECCHIO ISEE (2013)
Nuovo ISEE (2014)
+0,2 nuclei con minori ed entrambi genitori lavoratori
+0,2 nuclei con minori ed entrambi genitori lavoratori (+0,3 se almeno
un minore <3 anni)
+0,2 nuclei monoparentali con minori
+0,2 nuclei monoparentali con minori (+0,3 se almeno un minore <3
anni)
+0,5 per ogni componente con handicap (>66%)
+0,2 nuclei familiari con tre figli
+0,35 nuclei familiari con 4 figli
+0,5 nuclei familiari con almeno 5 figli
+1 per componente in ambiente residenziale a ciclo continuativo o in
convivenza anagrafica se non in nucleo a se stante
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
ULTIME RICHIESTE UFFICIALI DELLA CISL (CON CGIL E UIL)
1.
Alleggerimento del carico sulla prima casa: franchigia a 7.500 euro per proprietari
(corrisponde a 56.250 su ISP) ed affittuari o riduzione della % di computo della prima
casa. (OTTENUTA)
2.
Innalzare la franchigia per disabilità e non autosufficienza fino almeno a 7.000 euro.
(OTTENUTA)
3.
Innalzare la franchigia sui piccoli patrimoni mobiliari fino a 10.000 euro. (OTTENUTA)
4.
Utilizzare i valori desumibili dall’imposta di bollo proporzionale sulle attività finanziarie,
introdotta nel Decreto Salva Italia, per il calcolo ed il controllo del patrimonio
mobiliare. (NON OTTENUTA)
5.
Introdurre un’apposita franchigia anche per i redditi da pensione. (OTTENUTA)
6.
Reinserire la maggiorazione sulla scala di equivalenza per i nuclei monoparentali con
minori (solo Cisl). (OTTENUTA)
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
UN ESEMPIO SULL’ABITAZIONE PRINCIPALE
• Appartamento a Roma di 80 mq con rendita catastale pari a 900€
• Valore a fini ICI = 900 x 105 = 94.500
• Valore a fini IMU = (900 x 105) + 60% = 151.200
• Famiglia di 2 persone monoreddito, con 30.000€ (lav. dip.), nessun patrimonio mobiliare e casa di abitazione
(rendita 900€)
• Isee2013 = [ 30.000 + 0,2 x (94.500- franchigia 51.640) ] / 1,57 = 24.568
• Isee nuovo = [ (30.000 – franchigia lavoro dip. 3.000) + 0,2 x (151.200 -52.500)x2/3 ] / 1,57 = 25.578
• A causa dell’aumento del valore di riferimento sull’abitazione principale, il “nuovo” valore ISEE è superiore
all’attuale di 1.010 pari al 4,1%.
• (In prima ed in seconda bozza del decreto tale differenza era rispettivamente pari a 5.482 e 4.209)
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL PATRIMONIO MOBILIARE
Come varia il patrimonio mobiliare nell'Isee (nucleo con 3 o 4 componenti)
18.000
16.000
14.000
12.000
10.000
8.000
6.000
4.000
2.000
100.000
95.000
90.000
85.000
80.000
75.000
70.000
65.000
60.000
55.000
50.000
45.000
40.000
35.000
30.000
25.000
20.000
15.000
10.000
5.000
0
0
Patrimonio mobiliare nell'indicatore (ISP)
20.000
Patrimonio mobiliare del nucleo
ISP vecchio
ISP ipotizzato inizialmente
Lorenzo Lusignoli
ISP nuovo
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
ISEE SU NUCLEI FAMILIARI “TIPO”
Nucleo monoreddito 4 persone, con ANF, casa di abitazione (rendita 750€), senza patrimonio mobiliare e
reddito da lavoro dipendente a 15.000 euro, .
ISEE 2013 = 8.302
ISEE nuovo = 10.040
(variazione: +1.738)
Stesso nucleo e medesimo reddito, con minore non autosufficiente, indennità di accompagnamento e
spese mediche di 3.000€
ISEE 2013 = 6.899
ISEE nuovo = 7.332
(variazione: +433)
Stesso nucleo, senza disabile, ma con reddito da lavoro dipendente a 25.000€
ISEE 2013 = 12.367
ISEE nuovo = 13.640
(variazione: +1.273)
Stesso nucleo, reddito da lavoro dipendente a 25.000 euro, con minore non autosufficiente, indennità di
accompagnamento e spese mediche di 3.000€
ISEE 2013 = 10.278
ISEE nuovo = 11.397
(variazione: +1.119)
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
UN ESEMPIO SUI PENSIONATI
•
Nucleo 2 persone anziane, reddito da assegno sociale complessivo pari ad euro 11.154, casa di proprietà
con rendita pari a 476€ (“piccolo” immobile)
ISEE 2013= 0
ISEE nuovo = 8.495
•
Stesso esempio considerando il medesimo reddito ma da pensione (non esente)
ISEE 2013= 7.104
ISEE nuovo = 8.495
•
(variazione: +8.495)
(variazione: +1.391)
Stesso nucleo considerando reddito da pensione, con un disabile non autosufficiente, l’indennità di
accompagnamento, spese mediche di 3.000 euro.
ISEE 2013= 5.388
ISEE nuovo = 5.929
(variazione: +541)
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
ISEE VECCHIO E NUOVO CON EVASIONE
Coppia con 2 figli minori reddito complessivo di 31.600 euro, affitto 9.000 € e patrimonio
mobiliare 8.000 €
ISEE 2013 = 10.930
ISEE nuovo = 8.894
ISEE nuovo (con evasione 10.000 €) = 4.829
(Abbattimento del 45,7%)
Coppia con 2 figli minori reddito complessivo di 31.600 euro, affitto 9.000 € e patrimonio
mobiliare 40.000 €
ISEE 2013 = 13.657
ISEE nuovo = 13.008
ISEE nuovo (con evasione 10.000 €) = 8.943
(Abbattimento del 31,2%)
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL SIMULATORE OGGI
Utilizzando la banca dati delle DSU già a disposizione al Caf-Cisl è possibile stimare con una
buona approssimazione quanto si modifica il nuovo Isee rispetto a quello precedente.
In attesa che siano raccolte le DSU del nuovo Isee siamo in grado di stimare quante sono le
famiglie in cui l’Isee aumenta, diminuisce o rimane stabile e di quanto, rispetto alle seguenti
tipologie:
Nucleo familiare con almeno un anziano (+ 65)
Nucleo familiare con due anziani (+ 65)
Nucleo familiare con almeno un ultra anziano (+ 75)
Nucleo familiare con almeno un minore
Nucleo familiare con almeno 4 minori
Nucleo familiare in casa di proprietà/affitto
Nucleo familiare con richiedente lavoratore/pensionato
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
Vecchio Isee
Lorenzo Lusignoli
Fasce Isee
Nuovo Isee
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
Oltre 65.000
60.000 - 65.000
55.000 - 60.000
50.000 - 55.000
45.000 - 50.000
40.000 - 45.000
35.000 - 40.000
30.000 - 35.000
25.000 - 30.000
20.000 - 25.000
17.500 - 20.000
15.000 - 17.500
12.500 - 15.000
10.000 - 12.500
7.500 - 10.000
5.000 - 7.500
2.500 - 5.000
1.000 - 2.500
0 - 1.000
ZERO
Percentuali (%)
PUGLIA: DAL VECCHIO AL NUOVO ISEE
25,00
20,00
15,00
10,00
5,00
0,00
L’ISEE A LECCE: CHI SALE E CHI SCENDE
21%
21%
58%
Migliora
Resta nella stessa fascia
Peggiora
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL SIMULATORE DOMANI
Quando avremo a disposizione la banca dati con le DSU del nuovo Isee saremo in
grado di calcolare quante sono le famiglie il cui Isee aumenta, diminuisce o rimane
stabile e di quanto, a seguito di una modifica di uno o più parametri di calcolo dell’Isee
o dell’introduzione di ulteriori criteri al livello locale.
Ciò consentirà di avere in anticipo la nuova struttura e la dinamica dell’Isee scaturita da
diverse ipotesi e pertanto di poter avere a disposizione un utile strumento per
concertare le politiche di accesso e di tariffazione .
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
IL CALCOLATORE DELLE TARIFFE
Per ciascun servizio il CALCOLATORE consente di calcolare il valore della tariffa
correlandolo al valore dell’Isee degli utenti di quel servizio o ad un qualsiasi altro
misuratore di reddito.
Partendo dall’elenco degli Isee nuovi (da richiedere all’ente erogatore) è possibile
definire una tariffa personalizzata per ciascuna famiglia ponendo come vincoli il valore
della tariffa massima, il valore della tariffa minima, i corrispondenti valori dell’Isee e il
valore complessivo delle entrate che l’ente erogatore intende realizzare nel corso
dell’anno.
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
Grazie dell’attenzione!
OSSERVATORIO SOCIALE
sulla concertazione territoriale
Lorenzo Lusignoli
Dipartimento Politiche Sociali e della Salute
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
196 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content