close

Enter

Log in using OpenID

Da Assidai svolta sulla tecnologia per migliorare i

embedDownload
ANNO 1 NUMERO 4 - novembre 2014
benefit
salute
qualità
welfare
assistenza
Welfare 24
I l Va l o r e d e l l e Pe r s o n e p e r As s i d a i
Da Assidai svolta sulla tecnologia
per migliorare i propri servizi
Pantone Orange 021 C
Pantone 418 C
Dopo i rimborsi online, l’associazione raddoppia e lancia la sua App, rafforzando il proprio profilo digitale
C 0, M 55, Y100, K 0
innovazione
e non solo
di Giangaetano Bissaro
Presidente Assidai
Negli ultimi mesi, Assidai ha
voluto imprimere una svolta
tecnologica alla propria attività,
con l’obiettivo di rendere più
fruibili ed efficienti i servizi per
i propri iscritti. Il rimborso online
e la App Assidai, di cui si tratta
ampiamente in questa newsletter, rappresentano due pietre
miliari di questo 2014. I risultati
raggiunti hanno superato le previsioni: ad esempio le pratiche
processate online in pochi mesi
hanno già raggiunto il 30% con
un vantaggio in termini di costi
e di tempo per l’associazione e
gli iscritti.
Come afferma nell’intervista
che vi proponiamo il presidente
di Federmanager Giorgio Ambrogioni è ora di dire basta al
pessimismo. Bisogna ripartire.
Anche per questo, nel prossimo numero della newsletter
realizzata in collaborazione
con Il Sole 24 Ore Radiocor, vi
parleremo delle condizioni
di rinnovo dei piani sanitari
per il 2015. Condizioni che,
siamo certi, rappresentano
una risposta forte e netta di
Assidai alla crisi.
L
a nuova App Assidai, resa
disponibile gratuitamente
a ottobre sulle piattaforme Apple e Android, dà
possibilità di accesso per gli iscritti anche attraverso smartphone e
tablet, grazie all’introduzione di
funzionalità innovative. Tutto ciò
unito a una importante facilità di
utilizzo tramite una veste grafica
chiara e un menù di scelta rapido
e intuitivo.
Le principali evoluzioni introdotte dall’applicazione consentono
agli iscritti di consultare in tempo reale lo stato dei rimborsi, inviare la documentazione di spesa
per richiedere le prestazioni, preattivare un convenzionamento
diretto, cercare le strutture sanitarie e i medici convenzionati vicini al proprio domicilio. In più,
il sistema di geo-localizzazione
guida direttamente alla struttura sanitaria prescelta. Oltre a
tutte queste funzioni, è possibile
salvare i contatti all’interno del
proprio smartphone o tablet, visualizzare le notifiche inviate dal
network per la pre-attivazione
del convenzionamento diretto,
segnalare sulla propria agenda
gli appuntamenti e verificare le
proprie informazioni anagrafiche.
Un’altra importante svolta sotto
il profilo tecnologico era già arrivata lo scorso aprile con il lancio
della nuova procedura relativa
alla presentazione della richiesta
di rimborso online. Un servizio
innovativo messo a disposizione
dei propri iscritti con l’obiettivo
di coniugare trasparenza, massima efficienza e risparmio di costi
e tempi. In particolare ciò per-
www.assidai.it
C 0, M 0, Y30, K 75
mette di eliminare gli oneri per
l’invio della documentazione cartacea e la visualizzazione in tempo reale della richiesta inserita
tra le pratiche in lavorazione con
una verifica immediata da parte
degli assistiti.
Non è un caso che, come evidenziato dal direttore Marco Rossetti
nell’intervista di pagina 3, a sette
mesi di distanza dall’introduzione di questa novità, già il 30% di
tutte le pratiche di rimborso viaggiano già online.
Pantone Orange 021 C
Pantone 418 C
Ambrogioni, presidente Federmanager:
“la crisi si batte con uomini e fatti”
C 0, M 55, Y100, K 0
C 0, M 0, Y30, K 75
Serve una svolta
nelle piccole
imprese, possibile
soltanto attraverso
l’ingresso di
manager esterni
“
giorgio ambrogioni
> Presidente Federmanager
Senza imprese
non ci sono
dirigenti ma senza
dirigenza
non c’è
imprenditorialità
moderna
e vincente
“L
a classe dirigente
di questo Paese
deve dare segnali di incoraggiamento e di speranza, non dettati da ottimismo di facciata
ma fondati su elementi oggettivi”. Per Giorgio Ambrogioni,
presidente di Federmanager
(associazione dalla quale è
nata Assidai nel 1990, la 24esima candelina verrà spenta
proprio in questi giorni), bisogna invertire rotta e dire no al
pessimismo. “Tra burocrazia,
fisco, norme e ambiente tutto
si coalizza contro la voglia di
fare impresa”. Tuttavia alcuni
dati sono incoraggianti.
Ha qualche esempio?
Una recente indagine di Nomisma ha messo a confronto
le imprese italiane e tedesche
per valutare il gap di produttività. Effettivamente è emerso che quelle italiane, prese in
blocco, sono meno produttive.
Tuttavia, analizzando le medie
“
Su Assidai abbiamo
saputo leggere in
anticipo i bisogni
e le attese crescenti
del mondo del lavoro.
Bisogna sempre di più
guardare al benessere
dei lavoratori.
Noi lo facciamo
esaltando mutualità
e solidarietà
imprese tricolori, si è scoperto
che questa realtà è molto più
produttiva dell’omologa tedesca. Il divario è invece legato
alla marea di micro imprese
che caratterizzano il nostro sistema industriale. Tutte realtà
in cui innovazione, ricerca e
assidai,
la governance
CDA
Giangaetano Bissaro, Presidente
Silvana Menapace, consigliere
Ettore Cambise, consigliere
Collegio dei Revisori dei Conti
Corrado Carrara, Presidente
Marina Cima, Revisore
Walter Rattotti, Revisore
Marco Rossetti, Direttore
L
a governance di
Assidai è molto
semplice e lineare.
Prevede un consiglio di amministrazione
composto da tre membri:
il presidente Giangaetano
Bissaro e i consiglieri Sil-
internazionalizzazione fanno
difficoltà a entrare.
La vera sfida dunque è agire su
questa realtà?
Sì, è una sfida di politica industriale, fiscale e normativa.
è un’evoluzione che vogliamo
spingere attraverso l’aumento
delle competenze manageriali
in queste realtà, con l’ingresso di manager esterni alla famiglia proprietaria. In questo
senso c’è un’altra indagine
molto significativa. Abbiamo
incaricato Prometeia di analizzare cosa sta succedendo nelle
imprese famigliari acquisite da
aziende estere, con un contemporaneo ingresso di una squadra di manager esterni. Ebbe-
vana Menapace ed Ettore
Cambise. Altrettanti sono
i componenti del Collegio
dei Revisori (Corrado Carrara, Marina Cima e Walter Rattotti), mentre il direttore è Marco Rossetti.
Sul fronte delle certificazioni, va invece rimarcato che
Assidai è un fondo Sanitario
dotato di un Sistema Gestione Qualità certificata in
base alle norme UNI EN ISO
9001:2008. L’associazione
è anche iscritta all’Anagrafe
www.assidai.it
ne, nel campione già osservato
per conto del Ministero dello
Sviluppo Economico e riferito
al settore della moda, le aziende in questione, nel giro di pochi anni, fanno registrare tassi
di crescita significativi.
Di recente avete intrapreso altre iniziative che vuole sottolineare?
Vogliamo fornire profili di
manager certificati alle piccole imprese. Abbiamo infatti
messo a punto un progetto di
certificazione delle competenze ad altissimo livello, insieme
a Rina. Certifichiamo profili
di temporary ed export manager, di manager di rete e per
l’internazionalizzazione.
Su
questo campo siamo pronti a
collaborare con Confindustria
ed in particolare con il loro
Comitato Piccola Industria. è
una forma nuova ma strategica
di partnership.
dei Fondi Sanitari (di cui al
Decreto del Ministero della
Salute del 31 marzo 2008 e
del 27 ottobre 2009) e il suo
bilancio di esercizio viene
certificato ogni anno dalla
società internazionale di revisione e consulenza Kpmg.
Va ricordato inoltre che Assidai ha adottato il Codice
Etico e di Comportamento
e sta completando l’iter di
adozione di un modello di
organizzazione, gestione e
controllo ex D.Lgs. 231/2001.
marco Rossetti: “Dopo i rimborsi online
ecco l’App, puntiamo sulla tecnologia”
secondo il direttore
di assidai “in sette
mesi le pratiche
digitalizzate sono
arrivate al 30%.
ora l’obiettivo è
almeno il 70%”
“I
l lancio della App
di Assidai si contestualizza in tutte le
attività che abbiamo iniziato ad aprile scorso
improntate alla tecnologizzazione avanzata della nostra
associazione. Credo che proprio quello tecnologico sia un
fronte sul quale dovremo essere sempre all’avanguardia”.
Marco Rossetti, direttore generale di Assidai, ha le idee chiare
su quale dovrà essere la strada
per l’associazione e sottolinea
che, dallo scorso aprile, è stata
data agli iscritti la possibilità di
inviare le richieste di rimborso
online. Il tutto con risultati assolutamente significativi.
Che risultati avete ottenuto a
circa sette mesi di distanza su
questa innovazione?
Ormai ben il 30% delle pratiche viene inviato online. Mi
“
Sulle pratiche
online mi sarei
aspettato
qualche
difficoltà in
più. In questo
senso, mettere
a punto una
App era il passo
successivo
e automatico.
Il nostro focus
è spingere
in questa
direzione,
in modo che
gli iscritti
possano avere
la fruibilità
di tutti i servizi
da device
“
Aumentando il tasso di tecnologia, Assidai ha
soddisfatto le esigenze dei manager che sono
al lavoro e hanno poco tempo a disposizione.
è proprio la tecnologia che ci differenzia
sul mercato dei fondi sanitari e dà un valore
aggiunto per gli iscritti. La soluzione
dei rimborsi online garantisce un risparmio
dei costi significativo rispetto alla pratica
cartacea: è una win win solution
sarei aspettato qualche difficoltà in più. In questo senso,
mettere a punto una App era
il passo successivo e automatico. Il nostro focus è spingere
in questa direzione, in modo
che gli iscritti possano avere
la fruibilità di tutti i servizi da
device. Ora è possibile consultare da ogni luogo, dall’Italia e
dall’estero, la situazione delle
pratiche e quali siano le strutture sanitarie vicine, oppure
addirittura avviare una pratica
on line per mandarla in liquidazione.
Qual è il prossimo obiettivo in
termini di rimborsi online?
Io sarei contento se arrivassimo a un 70% di pratiche
on line, un target che considero in linea con le nostre
potenzialità. Non sono invece d’accordo nell’obbligare
tutti gli iscritti ad avvalersi
di questo canale. Questo per-
chè bisogna dare la possibilità a chiunque di utilizzare
gli strumenti che ritiene più
comodi e opportuni. Non dimentichiamoci che il 10% della nostra popolazione ha più
di 80 anni e quindi non possiamo dare certo per scontata
una loro conversione.
Che riscontri avete avuto sulle
fasce di iscritti più giovani?
Aumentando il tasso di tecnologia, Assidai ha soddisfatto
le esigenze dei manager che
sono al lavoro e hanno poco
tempo a disposizione. è proprio la tecnologia che ci differenzia sul mercato dei fondi
sanitari e dà un valore aggiunto per gli iscritti. La soluzione
dei rimborsi online garantisce
un risparmio dei costi significativo rispetto alla pratica
cartacea: è una win win solution. L’iscritto si vede rimborsare prima la pratica (visto
www.assidai.it
marco rossetti
> Marco Rossetti è Direttore
di Assidai e giunge alla
nomina nel maggio 2009,
dopo aver ricoperto per ultimo,
l’incarico di Senior Client
Manager - Responsabile dei
rapporti di marketing per i
Clienti Domestic Affari, Vita
e Malattia per la Swiss Re
Europe S.A., leader mondiale
della Riassicurazione. Con
una consolidata esperienza
nel settore previdenziale,
Rossetti ha iniziato il suo
percorso professionale nel
FIPDAI, partecipando alle
attività di start-up per la
creazione di PREVINDAI,
il Fondo di Previdenza a
Capitalizzazione per i Dirigenti
di Aziende Industriali. Nel
1991 passa quindi all’Unione
Italiana di Riassicurazione,
successivamente acquisita
dalla Swiss Re, assumendo la
responsabilità della sezione
“Gestione Fondi Previdenziali”
e della funzione di “Interfaccia
Unico Amministrativo“ per
i rapporti tra Compagnie di
Assicurazioni e il PREVINDAI.
che si accorciano i tempi di
spedizione) e noi abbiamo un
risparmio dal punto di vista
gestionale.
Come procede, più in generale, il business di Assidai?
Al mio ingresso in Assidai nel
maggio 2009, Federmanager
mi affidò la mission di riportare al centro del progetto la soddisfazione dei colleghi. Ritengo che sia in fase di attuazione.
Ci sono ottimi risultati sia sul
numero degli iscritti, che continua a crescere anche in un
momento di crisi economica,
sia sul livello di soddisfazione, che mi sembra buono. Nel
2014 abbiamo registrato una
customer satisfaction significativa, con il 90% degli iscritti
che ha espresso un giudizio
tra mediamente soddisfatto e
soddisfatto. Un buon risultato,
anche se si può e si deve sempre migliorare.
Pantone Orange 021 C
Pantone 418 C
“Internet, il futuro è nello smartphone”
C 0, M 55, Y100, K 0
C 0, M 0, Y30, K 75
Secondo gli esperti
di Audiweb,
il personal computer
sta passando
in secondo piano
“La fruizione di Internet da parte degli italiani presenta ancora
indicatori di crescita, soprattutto
grazie all’uso sempre più diffuso e abituale dei device mobili”. A dirlo sono gli
esperti di Audiweb che in base agli ultimi
dati di rilevazione in collaborazione con
Nielsen, riferiti a luglio, hanno evidenziato
che 27,8 milioni di utenti unici (dai due anni
in su) si sono collegati al web almeno una volta da pc o device
mobili (il 51% della popolazione).
Audiweb si aspetta “elevati margini di crescita, confermati dall’analisi di trend sull’audience online. Già quest’anno i dati di trend
segnalano un incremento della fruizione di internet anche nei
mesi estivi, fenomeno atipico nell’andamento del consumo clas-
sico dei media”. Ma c’è di più: sempre a luglio viene confermato il sorpasso della mobile audience sulla fruizione classica da
pc nel giorno medio, con 15,5 milioni di italiani tra i 18 e i 74
anni che quotidianamente hanno dedicato in media 1 ora e 36
minuti alla navigazione in mobilità, a fronte di 12 milioni di
utenti unici online da pc per 1 ora e 14 minuti a persona.
Un trend, secondo Audiweb, destinato a rafforzarsi visto che “in
base ai dati della ricerca di base sulla diffusione dell’online in
Italia, condotta in collaborazione con DOXA, nel primo semestre del 2014 risultano 39,7 milioni gli italiani tra gli 11 e i 74
anni che dichiarano di poter accedere a internet da qualsiasi
strumento e luogo, 25 milioni da smartphone e 9 milioni da tablet, con una crescita, rispettivamente, del 70% e del 375% negli
ultimi due anni”. Tutti numeri che dovrebbero convincere un’azienda a puntare sulle app e sulla tecnologia? “Per comunicare
con i propri clienti online, coinvolgerli direttamente o costruire
una relazione, non basta pensare che un app possa risolvere tutto o creare l’ingaggio in modo più semplice e completo - conclude Audiweb - Questi dati dimostrano che siamo di fronte a
un utente-cliente sempre più abituato a interagire attraverso i
nuovi canali di comunicazione digitale”.
Assidai A CREMONA
In occasione dell’evento con gli iscritti
organizzato da Federmanager Cremona
sabato 22 novembre, sarà presente anche
Assidai per presentare le novità tecnolo-
giche introdotte dal Fondo. L’incontro si
terrà alle ore 10.00 presso Federmanager
Cremona (c/o l’Associazione Professionisti della Provincia di Cremona), Via Palestro, 66 - Cremona.
Assidai partecipa agli eventi FASI con le associazioni territoriali Federmanager
Novembre per Assidai sarà un
mese speciale perché vedrà la
sua partecipazione agli eventi
FASI, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per dirigenti di aziende di beni e servizi,
organizzati con le Associazioni Territoriali Federmanager.
L’apporto che verrà offerto da
Assidai si focalizzerà sul tema
“Assidai: innovazioni per gli
iscritti” e sarà l’occasione per
discutere insieme, oltre che
dell’importanza del ruolo ricoperto dal Fondo nel settore
del servizio sanitario integrativo, anche dei servizi innovativi per gli iscritti. Servizi tra i
quali spiccano la nuova “App
Assidai”, la possibilità di invio telematico delle domande
di rimborso e le condizioni di
rinnovo per il 2015.
Welfare 24
I l Va l o r e d e l l e P e r s o n e p e r A s s i d a i
Dove e quando
FEDERMANAGER PADOVA E ROVIGO
14 novembre 2014, ore 17.00
HOTEL SHERATON Corso Argentina, 5
(vicino uscita autostradale Padova Est)
Padova
FEDERMANAGER TREVISO E BELLUNO
15 novembre 2014, ore 11.00
HOTEL MAGGIOR CONSIGLIO
Via Terraglio, 140
Treviso
Il Sole 24 Ore Radiocor Agenzia di Informazione
Registrato al n. 185 del 16.5.2014
presso il Tribunale di Milano
Direttore responsabile: Lorenzo Lanfrancone
FEDERMANAGER BOLOGNA E FERRARA
18 novembre, ore 17.30
Museo del Patrimonio Industriale
(ex Fornace Galotti),
Via della Beverara, 123 - Bologna
FEDERMANAGER MODENA
E REGGIO EMILIA
21 novembre 2014, ore 17.00
CLUB LA MERIDIANA, Via Fiori, 23
Casinalbo - Modena
FEDERMANAGER VERONA
25 novembre 2014, ore 17.00
CROWNE PLAZA HOTEL, Via Belgio, 16
(vicino uscita autostradale Verona Sud)
Verona
Proprietario ed editore: Il Sole 24 Ore S.p.A.
Sede legale e redazione: via Monte Rosa 91,
20149 Milano Tel: 02.3022.4602-3 - Fax 02.3022.481
Progetto grafico e artwork: Lucia Carenini
www.assidai.it
Copyright 2014 - Il Sole 24 Ore S.p.A.
Radiocor Agenzia di Informazione
è vietata la riproduzione anche parziale o a uso interno
con qualsiasi mezzo, non autorizzata.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
547 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content