close

Enter

Log in using OpenID

Anno 2014 - Comune di Trabia

embedDownload
COMUNE DI TRABIA
PROVINCIA DI PALERMO
___________
COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N.
7
Reg.
data 17/01/2014
OGGETTO: DELIBERA DI GIUNTA MUNICIPALE N. 217 DEL
31/12/2013 – TRANSAZIONE CON IMPRESA ELILSTRADE –
RICONOSCIMENTO DEBITO FUORI BILANCIO ART. 194 LETT
A D.LGS. 267/2000
L'anno DUEMILAQUATTORDICI addì DICIASSETTE del mese di GENNAIO
alle ore 20.30 e nella sala delle adunanze del Comune suddetto, alla convocazione
partecipata ai Signori Consiglieri a norma di legge, oggi risultano all’appello nominale:
N.
COGNOME e NOME
1
MARINO CALOGERO .................
9 DI VITTORIO FRANCESCO…..
2
BUTERA SALVATORE .................
10 IACUZZI SALVATORE …..........
3
SUNSERI NICOLA …......................
11 TERESI EMANUELE …..............
4
CAMMARATA FRANCESCO ........
12 MICCOLO GUIDO ……...………
5
LA RUSSA IGNAZIO …….......…...
13 CHIARAMONTE LUIGI ….........
6
LO BONO EMANUELE …..............
Si
14 CHIRCHIRILLO ETTORE …......
Si
7
CORICA SALVATORE
…….............
si
15 VALLELUNGA FRANCESCO ....
si
8
Pres.
Ass.
N. COGNOME e NOME
Pres.
Ass.
si
PATERNITI MATTEO ……........
Presenti N. 10
Assenti N. 5
Risultato legale il numero degli intervenuti, assume la Presidenza il Presidente Sig. Guido Miccolo
Assiste il Segretario Dott.ssa Pietra Quartuccio
Vengono dal Signor Presidente nominati scrutatori
i Signori: .
La seduta è PUBBLICA
IL RESPONSABILE DEL SETTORE LL.PP.
Premesso che:
- In data 10/01/1990 la Società EDILSTRADE SICILIANA (all'epoca s.p.a.) è rimasta
aggiudicataria dell'appalto relativo ai lavori di posa delle rete idrica e fognaria a servizio delle
zone costiere “Giardini” e “Piani”, indetto dal Comune di Trabia mediante licitazione privata da
esperirsi il giorno 28/12/1989 (poi rinviata al 10/01/1990) con il sistema di aggiudicazione
previsto dall'art. 1, lettera A), della Legge n. 14/1973.
- In tale licitazione la suddetta società è intervenuta quale impresa capogruppo dell'A.T.I. con
l'Impresa Parrinella Geom. Cosimo (la quale ultima si è impegnata ad eseguire lavori per un
ammontare non superiore al venti per cento (20%) dell'importo a base d'asta), in virtù del mandato
speciale con rappresentanza conferito con atto del 19/12/1989 in notar Maria Gabriella
Cannistraro, registrato in Palermo il 20/12/1989 al n. 3710 – Serie 2.
- Il verbale di licitazione privata, esperita in data 10/01/1990, è stato approvato con delibera di
C.C. n. 32 del 19/01/1990 ed è stato reso esecutivo dalla C.P.C. nella seduta dell'8/02/1990
(decisione n. 8498/9541).
- Il contratto di appalto è stato stipulato in data 30/04/1990 (n. 67 Rep.) ed è stato registrato in
Termini Imerese il 16 maggio successivo al n. 800 – Serie I registro atti pubblici, per l'importo di
lire 4.103.954.487) (al netto del ribasso del 14,80% praticato in sede di gara).
- Successivamente, in data 22 marzo 1991 (n. 33 Rep.), è stato stipulato un “atto aggiuntivo” al
suddetto contratto di appalto al fine di precisare che sull'importo di lire 4.103.954.487 non dovrà
essere corrisposta alcuna somma per I.V.A. essendo i lavori oggetto dell'appalto, esenti da
imposte ai sensi dell'art. 9, comma 3°, della Legge 27/12/1973 n. 868.
- La consegna dei lavori è avvenuta il 24/10/1990 e il tempo utile per la ultimazione dei lavori era
fissato per la data del 23/04/1993 (30 mesi)
i lavori sono stati ultimati il 4 febbraio 1998 ma non è stata applicata alcuna penalità in quanto il
ritardo accumulato non era imputabile all'impresa ma determinato sia da numerosi periodi di
sospensione disposti dall'A.N.A.S. con il disciplinare delle autorizzazioni dei lavori i quali –
dovendo essere eseguiti, in sotterraneo e in superficie, sulla SS 113 (nel tratto compreso tra i
centri di San Nicola L'Arena e Trabia)
- Che durante il corso dei lavori l’impresa ha sottoscritto il registro di contabilità con riserve,
ritualmente formulate, in relazione alle quali la Edilstrade Siciliana, nella qualità, con atto di
citazione notificato in data 13/06/2000 ha adito l'Autorità Giudiziaria convenendo in giudizio il
Comune di Trabia dinanzi il Tribunale Civile di Termini Imerese, quale è stato definito con
sentenza n. 663 del 19-21 dicembre 2005, che ha condannato il Comune di Trabia al pagamento
in favore della Edilstrade Sicililana della somma di €. 349.721,60, oltre al pagamento delle spese
processuali – nella misura del 40% - liquidate in complessivi €. 8.710,39 oltre al rimborso
forfettario delle spese generali e quanto dovuto per legge a titolo di tributi e contributi;
- Avverso la predetta sentenza hanno proposto appello sia il Comune di Trabia (con atto notificato
il 19 gennaio 2007) sia la Società Edilstrade Sicilila (con atto notificato il 2 febbraio 2007) ed i
rispettivi giudizi (n. 157/2007 e n. 180/2007 R.G. Corte di Appello di Palermo), riuniti in un
unico procedimento, n. 157/2007, sono stati definiti dalla Corte di Appello di Palermo – Sez. I
Civile che, con sentenza n. 245 del 05/12/2012 – 18/02/2013, in parziale riforma della sentenza
emessa dal Tribunale di Termini Imerese, ha condannato il Comune di Trabia al pagamento in
favore della Edilstrade Siciliana s.r.l. della ulteriore somma di €. 41.721,32 con gli interessi nella
misura stabilita dall'art. 36 del D.P.R. 1063/62 e, confermando nel resto la impugnata sentenza,
ha interamente compensato tra le parti le spese processuali del grado;
- Avverso la predetta sentenza, notificata al Comune di Trabia (presso lo studio del procuratore
costituito) in data 17 aprile 2013, non è stato proposto alcun gravame per cui la stessa è divenuta
definitiva;
- Che il Comune di Trabia, a seguito di contatti con i rappresentanti della Società Edilstrade, ha
proposto di pervenire ad un accordo transattivo nel senso di corrispondere la somma complessiva
di € 390.000,00 distinte in €. 248.582,00 per sorte, €. 11.780.80 per spese legali ed €.
126.692,00, a fronte di una somma determinata in sentenza pari a circa 516.000,00, soluzione
accettata dalla Società;
Preso atto che la somma sarà corrisposta:
in quanto ad € 198.865,60 per sorte, €. 14.726,00 per spese legali ed €. 101.353,60, per complessive
€ 312.000,00, alla Società Edilstrade, capogruppo, con la seguente rateizzazione
€ 100.000,00 entro la data del 31/01/2014;
€ 100.000,00 entro la data del 31/07/2014;
€ 112.000,00 entro la data del 31/11/2014;
- In quanto ad €. 78.000,00, comprensiva di €. 49.716,40 per sorte ed €. 2.945,20 per spese legali ed €
25.338,40 per interessi e rivalutazione monetaria, pari al 20% dell'intero, spettante all'Impresa
Parrinella Geom. Cosimo, della quale la società Edilstrade Siciliana è mandataria;
che tale ultima somma momentaneamente sarà trattenuta dal Comune di Trabia stante che la stessa
Impresa risulta cancellata dal relativo Registro, a seguito dell'intervenuto provvedimento di confisca da
parte dell'Autorità Giudiziaria;
Preso atto che della superiore complessiva somma di € 390.000,00, € 227.732,67 trova copertura fra gli
appostamenti in bilancio al cap. 3349/00 gestione residui passivi, giusto atto di trasferimento n. 1069 –
progetto n. 11275/68 ex CASMEZ, anno 2012, mentre la rimanete somma di € 162.267,33, per interessi,
rivalutazione e spese legali, costituisce debito fuori bilancio ai sensi dell’art. 194 lett. a) del D.Lgs 267/2000;
Vista la delibera di giunta municipale n. 217 del 31/12/2013 con la quale è stato approvato lo schema di
transazione;
Visto lo schema di transazione;
Ritenuto che occorre provvedere al riconoscimento del debito fuori bilancio della somma complessiva di €
162.267,33 ai sensi dell’art. 194 lett. a) del D.Lgs 267/2000;
Visto l’art. 194 comma 1 lett. a, del D.Lgs 267/2000;
PROPONE






Prendere atto della delibera di Giunta Municipale n. 217 del 31/12/2013
riconoscere la legittimità del debito fuori bilancio, ai sensi dell’art. 194, comma 1 lett. a del D. Lgs
18/08/2000 n. 267, della somma complessiva di € 162.267,33 in dipendenza dell’accordo transattivo
approvato con delibera di Giunta Municipale n. 217 del 31/12/2013
Finanziare la somma complessiva di € 162.267,33 nel modo seguente:
Quanto ad € 32.453,47con l’utilizzo di quota parte dell’avanzo di amministrazione risultante dal conto
consuntivo 2012
Quanto ad € 129.813,86 con fondi propri del bi bilancio 2014, dando mandato al responsabile del
settore economico e finanziario di allocare le predette risorse sull’apposito capitolo n. 21800 – debiti
fuori bilancio del redigendo bilancio 2014;
Dare atto che la somma di €. 32.453,47, , pari al 20% dell'intero, spettante all'Impresa Parrinella
Geom. Cosimo, della quale la società Edilstrade Siciliana è mandataria, sarà momentaneamente sarà
trattenuta dal Comune di Trabia stante che la stessa Impresa risulta cancellata dal relativo Registro, a
seguito dell'intervenuto provvedimento di confisca da parte dell'Autorità Giudiziaria
Disporre la trasmissione del presente atto all’Ufficio di ragioneria, al Collegio dei Revisori dei Conti,
alla Procura della Corte dei Conti.
Il Responsabile del settore LL.PP.
(ing. Francesco Paolino)
Il Presidente dà lettura della superiore proposta di deliberazione.
Intervengono:
IL CONS. MARINO: chiede di avere copia delle sentenze inerenti il debito. Preannuncia che
il Gruppo di Minoranza voterà contrario fino a quando non si farà chiarezza ai rilievi mossi dalla
Corte dei Conti.
IL CONS. CHIARAMONTE: preannuncia il voto favorevole del Gruppo di Maggioranza,
perché i debiti fuori bilancio si devono pagare.
IL SINDACO: riferisce che trattasi di una sentenza esecutiva pertanto l’A.C deve solo dare
esecuzione e pagare il dovuto; non pagare potrebbe determinare un aumento della spesa con
conseguente danno erariale. Ricorda che la sentenza della Corte di Appello riconosce un debito di
circa 500 mila euro e che con la transazione approvata dalla Giunta Comunale si è ridotto l’importo a
circa 390 mila euro. Con questa somma si sarebbero potuto fare tante cose ma di fronte ad una
sentenza passata in giudicato o si paga oppure si dà atto che non si può pagare e contestualmente
dichiarare il dissesto finanziario.
Quest’atto va approvato perché in caso contrario o in caso di bocciatura da parte del C.C., la
Corte dei Conti condannerebbe il Consiglio Comunale. Il senso di responsabilità impone di votare
favorevolmente la proposta di delibera perché qualora non si votasse favorevolmente sicuramente si
determinerebbe un ulteriore danno all’intera cittadinanza.
IL CONS. MARINO: sottolinea che i debiti vanno pagati, ma come? Si chiede se invece non
sarebbe stato più conveniente ricorrere in Cassazione anche per perdere tempo; non si può
continuare a pagare debiti a scapito dei servizi che vengono erogati alla cittadinanza e delle tasse
imposte ai cittadini
IL SINDACO: comunica che l’aumento delle tasse non è stato a causa del pagamento dei
debiti fuori bilancio e ricorda che la TARES e il Servizio Acquedotto devono essere coperti nella
misura del 100% perchè anche se il Comune ha una disponibilità economica non può spalmarla per
ridurre la tassazione.
Purtroppo non si è ricorso in Cassazione perché il Comune sarebbe stato coccombente e ciò
avrebbe solamente aumentato il debito.
Non essendoci altri interventi da parte dei Consiglieri Comunali, il Presidente pone in
votazione, per alzata di mano l’argomento e si ottiene il seguente risultato:
PRESENTI
N. 10
VOTANTI N. 10 FAVOREVOLI N. 6
CONTRARI
N. 4 (Marino, Butera, Teresi, Iacuzzi)
Pertanto,
IL CONSIGLIO COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione;
Visti i pareri espressi ai sensi dell’art. 53 della Legge 142/90, recepita nella Regione Siciliana
con L.R. n. 48/91 nel testo di cui all’art. 12 della L.R. n. 30/2000;
Visto il parere del Collegio dei Revisori Contabile prot. n. 851 del 15/01/2014;
Visto l’esito della votazione;
DELIBERA



Prendere atto della delibera di Giunta Municipale n. 217 del 31/12/2013
riconoscere la legittimità del debito fuori bilancio, ai sensi dell’art. 194, comma 1 lett. a del D.
Lgs 18/08/2000 n. 267, della somma complessiva di € 162.267,33 in dipendenza dell’accordo
transattivo approvato con delibera di Giunta Municipale n. 217 del 31/12/2013
Finanziare la somma complessiva di € 162.267,33 nel modo seguente:
- Quanto ad € 32.453,47con l’utilizzo di quota parte dell’avanzo di amministrazione risultante
dal conto consuntivo 2012
- Quanto ad € 129.813,86 con fondi propri del bi bilancio 2014, dando mandato al
responsabile del settore economico e finanziario di allocare le predette risorse sull’apposito
capitolo n. 21800 – debiti fuori bilancio del redigendo bilancio 2014;


Dare atto che la somma di €. 32.453,47, , pari al 20% dell'intero, spettante all'Impresa Parrinella
Geom. Cosimo, della quale la società Edilstrade Siciliana è mandataria, sarà momentaneamente
sarà trattenuta dal Comune di Trabia stante che la stessa Impresa risulta cancellata dal relativo
Registro, a seguito dell'intervenuto provvedimento di confisca da parte dell'Autorità Giudiziaria
Disporre la trasmissione del presente atto all’Ufficio di ragioneria, al Collegio dei Revisori dei
Conti, alla Procura della Corte dei Conti.
Letto, approvato e sottoscritto:
Il PRESIDENTE
F.to Guido Miccolo
Il Consigliere Anziano
F.to Calogero Marino
Il Segretario Comunale
F.to Pietra Quartuccio
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
li sottoscritto Segretario del Comune
CERTIFICA
che la presente deliberazione, è stata pubblicata in copia all'Albo Pretorio il giorno ..........….…..
e vi rimarrà per 15 gg. consecutivi dal .........................................al...................................
Dalla Residenza Municipale, lì ____________________________
Il Segretario Comunale
F.to __________________________
È copia conforme all’originale per uso amministrativo.
Dalla Residenza Municipale, lì ……………………………..
Il Segretario Comunale
……………...................................
CERTIFICATO DI ESECUTIVITA’
Si certifica che la presente deliberazione divenuta esecutiva il
lì
Il Segretario Comunale F.to Pietra
Quartuccio
COMUNE DI TRABIA
PROVINCIA DI PALERMO
___________
COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N.
8
Reg.
Riconoscimento del debito fuori bilancio relativo al
pagamento dell’accordo transattivo UNICREDIT FACTORING
OGGETTO:
data 17/01/2014
L'anno DUEMILAQUATTORDICI addì DICIASSETTE del mese di GENNAIO
alle ore 20.30 e nella sala delle adunanze del Comune suddetto, alla convocazione
partecipata ai Signori Consiglieri a norma di legge, oggi risultano all’appello nominale:
N.
COGNOME e NOME
Pres.
1
MARINO CALOGERO .................
9 DI VITTORIO FRANCESCO…..
2
BUTERA SALVATORE .................
10 IACUZZI SALVATORE …..........
3
SUNSERI NICOLA …......................
11 TERESI EMANUELE …..............
4
CAMMARATA FRANCESCO ........
12 MICCOLO GUIDO ……...………
5
LA RUSSA IGNAZIO …….......…...
13 CHIARAMONTE LUIGI ….........
6
LO BONO EMANUELE …..............
7
CORICA SALVATORE
…….............
8
Ass.
SI
N. COGNOME e NOME
Pres.
Ass.
14 CHIRCHIRILLO ETTORE …......
SI
15 VALLELUNGA FRANCESCO ....
SI
SI
PATERNITI MATTEO ……........
Presenti N. 11
Assenti N. 4
Risultato legale il numero degli intervenuti, assume la Presidenza il Presidente Sig. Guido Miccolo
Assiste il Segretario Dott.ssa Pietra Quartuccio
Vengono dal Signor Presidente nominati scrutatori
i Signori: Cammarata – La Russa – Teresi
La seduta è PUBBLICA
Il Responsabile del Settore Tecnico su proposta del Responsabile del Procedimento presenta
la seguente proposta di deliberazione avente ad oggetto: Riconoscimento del debito fuori bilancio
relativo al pagamento dell’accordo transattivo UNICREDIT FACTORING.
PREMESSO che con delibera n°44 del 25.02.2005 è stato approvato il contratto di servizio per la
cessione del servizio di igiene urbana alla Società Ecologia ed Ambiente S.p.A. - ATO 5, con sede a Termini
Imerese in via Falcone e Borsellino n°100/d;
CHE l’Assemblea dei soci della Società Ecologia e Ambiente s.p.a. in data 28.09.2013, ha ripartito
gli oneri della transazione sul contenzioso UNICREDIT FACTORING, di competenza per ogni comune;
CHE l’accordo prevedeva il pagamento in tre soluzioni dell’importo concordato, di cui il 50% alla
sottoscrizione della transazione;
CHE il Commissario Straordinario , non potendo utilizzare le risorse finalizzate alla gestione per la
raccolta dei rifiuti , e per ottemperare agli obblighi della transazione con UNICREDIT FACTORING richiede
il versamento immediato alle somme di ogni singolo comune;
CHE con nota prot. 6554 del 20.12.2013 a firma del Commissario Straordinario di Ecologia e
Ambiente s.p.a. – in liquidazione – acquisita agli del Comune di Trabia in data 23.12.2013 al n° 26310, ha
comunicato la necessità del pagamento degli oneri derivante dalla transazione sul contenzioso UNICREDIT
FACTORING, allegando la tabella di ripartizione , di competenza di ogni singolo comune ;
CHE il prospetto di ripartizione per l’importo di transazione allegato alla nota acquisita agli atti in
data 23.12.2013 al n° 26310 , di pertinenza del Comune di Trabia risulta essere di €. 50.403,13
ACCERTATO che la somma di €. 50.403,13 non è assistita da preventivo impegno di spesa;
Che pertanto costituisce debito fuori bilancio ai sensi dell'art.194, comma 1, lett. e), del D.Lvo
267/2000;
Preso atto altresì che la competenza al riconoscimento del debito fuori bilancio è dell'organo
consiliare
VISTO il verbale di assemblea dei soci della Società Ecologia e Ambiente s.p.a. in data 28.09.2013;
RITENUTO che occorre procedere al riconoscimento del debito fuori bilancio della somma di €.
50.403,13 , ai sensi dell'art.194, comma 1, lett. e), del D.Lvo 267/2000 ;
VISTO il D.Lgs.n°267/2000
VISTA la L.R. n°30/2000
Per i motivi sopra esposti
PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE
1) Prendere atto della nota prot. 26310 del 23.12.2013 e del verbale dell’assemblea dei soci del
28/09/20134;
2) Riconoscere ai sensi dell'art.194, comma 1 lettera e) del d.lgs. 267/2000, la legittimità del
debito fuori bilancio della la somma di € 50.403,13, in dipendenza dell’accordo transattivo
fra “Ecologia e Ambiente s.p.a in liquidazione e UNICREDIT FACTORING“;
3) Finanziare la somma di €. 50.403,13 con fondi propri del bilancio 2014 dando mandato al
Responsabile del Settore Economico Finanziario di allocare la predetta risorsa nell’apposito
capitolo 21800 – debiti fuori bilancio del redigendo bilancio 2014;
4) Di demandare al Responsabile del Settore Tecnico alla liquidazione della somma di euro
50.403,13 quale oneri derivante dalla transazione sul contenzioso fra la Società Ecologia e
Ambiente s.p.a e UNICREDIT FACTORING;
5) Disporre la trasmissione del presente atto all’ufficio di Ragioneria, al Collegio dei revisori
dei conti, alla Procura della Corte dei Conti.
Il Responsabile del procedimento
F.to Ignazio ARENA
Il Responsabile del Settore Tecnico
F.to Paolino Francesco
Il Presidente dà lettura della superiore proposta di deliberazione e annuncia che è stato
depositato il 15/01/2014 un emendamento tecnico da parte del Responsabile del settore finanziario.
Intervengono:
Il Cons. Marino: chiede alcuni chiarimenti inerenti il debito. Stigmatizza la mancanza
trasmissione del parere del Collegio dei Revisori e di alcuni documenti non conformizzati.
Il Sindaco: riferisce che trattasi di debiti dell’Amministrazione Comunale nei confronti
dell’ATO risalenti agli anni 2007 – 2008, debiti che l’ATO ha trasferito all’Unicredit Factoring per la
riscossione.
Il debito originale era di €. 138.000,00; tale importo a seguito della transazione si è ridotto ad
€. 50.403,13.
L’accordo transattivo è stato fatto con tutti i Comuni appartenenti all’ATOPA5 Ecologia e
Ambiente. L’Amministrazione Comunale non vuol avere la responsabilità di far saltare una
transazione che riguarda tutti i Comuni.
Il Cons. Chiaramonte: ribadisce la correttezza dell’Amministrazione Comunale e la volontà
del Consiglio Comunale di riconoscere il debito, preannuncia il voto favorevole del Gruppo di
Maggioranza.
Il Cons. Iacuzzi: si chiede come mai l’ATO, sebbene questa amministrazione abbia fatto con
tanti sacrifici per pagare i debiti e quanto dovuto continua ad essere inadempiente tant’è che il
servizio erogato continua ad essere scadente.
Esce il Cons. Marino (presenti n. 10)
Non essendoci altri interventi da parte dei Consiglieri Comunali, il Presidente pone in
votazione, per alzata di mano l’emendamento tecnico presentato dal Responsabile del Settore
Economico Finanziario, Rag. Cancilla, e si ottiene il seguente risultato:
PRESENTI
N. 10
VOTANTI N. 10 FAVOREVOLI N. 6
ASTENUTI
N. 4 (Corica, Butera, Teresi, Iacuzzi)
Entra in aula il Cons. Marino (presenti n. 11)
Successivamente pone in votazione, per alzata di mano l’argomento emendato e si ottiene il
seguente risultato:
PRESENTI
N. 11
VOTANTI N. 11 FAVOREVOLI N. 6
ASTENUTI
N. 5 (Marino, Butera, Corica, Teresi, Iacuzzi)
Pertanto,
IL CONSIGLIO COMUNALE
Vista la superiore proposta di deliberazione;
Visti i pareri espressi ai sensi dell’art. 53 della Legge 142/90, recepita nella Regione Siciliana
con L.R. n. 48/91 nel testo di cui all’art. 12 della L.R. n. 30/2000;
Visto il parere del Collegio dei Revisori Contabile prot. n. 852 del 15/01/2014;
Visto l’esito della votazione;
DELIBERA
1) Prendere atto della nota prot. 26310 del 23.12.2013 e del verbale dell’assemblea dei soci del
28/09/20134;
2) Riconoscere ai sensi dell'art.194, comma 1 lettera b) del d.lgs. 267/2000, la legittimità del
debito fuori bilancio della la somma di € 50.403,13, in dipendenza dell’accordo transattivo
fra “Ecologia e Ambiente s.p.a in liquidazione e UNICREDIT FACTORING“;
3) Finanziare la somma di €. 50.403,13 con fondi propri del bilancio 2014 dando mandato al
Responsabile del Settore Economico Finanziario di allocare la predetta risorsa nell’apposito
capitolo 21800 – debiti fuori bilancio del redigendo bilancio 2014;
4) Di demandare al Responsabile del Settore Tecnico alla liquidazione della somma di euro
50.403,13 quale oneri derivante dalla transazione sul contenzioso fra la Società Ecologia e
Ambiente s.p.a e UNICREDIT FACTORING;
5) Disporre la trasmissione del presente atto all’ufficio di Ragioneria, al Collegio dei revisori
dei conti, alla Procura della Corte dei Conti.
Letto, approvato e sottoscritto:
Il PRESIDENTE
F.to Guido Miccolo
Il Consigliere Anziano
F.to Calogero Marino
Il Segretario Comunale
F.to Pietra Quartuccio
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
li sottoscritto Segretario del Comune
CERTIFICA
che la presente deliberazione, è stata pubblicata in copia all'Albo Pretorio il giorno ..........….…..
e vi rimarrà per 15 gg. consecutivi dal .........................................al...................................
Dalla Residenza Municipale, lì ____________________________
Il Segretario Comunale
F.to __________________________
È copia conforme all’originale per uso amministrativo.
Dalla Residenza Municipale, lì ……………………………..
Il Segretario Comunale
……………...................................
CERTIFICATO DI ESECUTIVITA’
Si certifica che la presente deliberazione divenuta esecutiva il
lì
Il Segretario Comunale F.to Pietra Quartuccio
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
126 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content