close

Enter

Log in using OpenID

Alice salva il pianeta

embedDownload
FACOLTA' DI INGEGNERIA DI BARI
CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA - Corso B (L-Z)
PRINCIPI DI INGEGNERIA ELETTRICA
A.A. 2014/2015
DOCENTE:
Prof. Silvano Vergura
ARTICOLAZIONE IN TIPOLOGIE DIDATTICHE:
Il corso comprende 40 ore di lezioni teoriche, 16 ore di esercitazioni.
CONOSCENZE PRELIMINARI:
Analisi matematica e fisica.
OBIETTIVI FORMATIVI:
Fornire agli allievi le conoscenze di base per comprendere il funzionamento di circuiti elettrici, delle macchine
elettriche più comuni e degli impianti di distribuzione.
PROGRAMMA:
Definizione di bipolo e sua rappresentazione.
Circuiti elettrici in regime costante
Legge di Ohm; legge di Joule; definizione di circuito elettrico; La legge di Kirchhoff delle correnti; la legge di
Kirchhoff delle tensioni. Collegamenti serie e parallelo. Il partitore di tensione e di corrente. La trasformazione
triangolo stella. Il teorema di Thevenin. Risoluzione di un circuito con il metodo delle correnti di maglia.
Risoluzione di un circuito con il metodo delle tensioni di nodo. Metodo delle correnti di maglia e delle tensioni
di nodo per ispezione. Altri metodi di risoluzione dei circuiti elettrici. Potenza elettrica.
Esercitazioni
Circuiti elettrici in regime sinusoidale
I bipoli dinamici ideali: il condensatore e l’induttore lineari. Le relazioni costitutive degli elementi bipolari ideali
e le loro relazioni di porta. L’espressione fasoriale delle relazioni topologiche. Le relazioni fasoriali fra le
variabili di porta. Gli operatori complessi impedenza ed ammettenza di una rete bipolare passiva. La potenza
istantanea assorbita da una rete bipolare in regime sinusoidale. Potenza media e potenza fluttuante. Fattore
di potenza. Definizioni di potenza attiva e reattiva. Definizione di potenza complessa e di potenza apparente.
L’energia assorbita da una rete bipolare in regime sinusoidale. La risonanza. Il rifasamento. Estensione del
metodo delle correnti di maglia, delle tensioni di nodo e degli altri metodi di risoluzione al regime sinusoidale.
Circuiti trifasi simmetrici ed equilibrati.
Esercitazioni
Macchine elettriche
Il trasformatore ideale. Circuiti semplificati del trasformatore reale. Comportamento a vuoto e sotto carico.
Parallelo di due trasformatori. Rendimento del trasformatore. Motore asincrono. Scorrimento. Problemi di
avviamento. Regolazione di velocità.
Impianti elettrici
Distribuzione dell’energia elettrica. Cavo elettrico e portata. Relais di protezione (termici, magnetici e
differenziali). Interruttori automatici. Sezionatori. Impianti di terra. Concetti di base della sicurezza elettrica.
METODI DI INSEGNAMENTO:
Lezioni ed esercitazioni in aula
CONOSCENZE E ABILITÀ ATTESE:
Al termine del modulo gli allievi sapranno analizzare il comportamento a regime dei circuiti elettrici.
SUPPORTI ALLA DIDATTICA:
Piattaforma e-learning
CONTROLLO DELL’APPRENDIMENTO E MODALITÀ D’ESAME:
Esame orale.
TESTI PRINCIPALI DI RIFERIMENTO:
G. Rizzoni, F. Vacca, S. Vergura, “Elettrotecnica - Principi e applicazioni”, 3° Edizione, McGraw Hill, 2013.
S. Vergura, “Elettrotecnica”, EDISES, 2° Edizione, 2012
ULTERIORI TESTI SUGGERITI:
P. Fabricatore, Elettrotecnica e sue applicazioni, Liguori, Napoli, 1998
W.H. Hayt, J.E. Kemmerly, S.M. Durbin, Engineering Circuit Analysis, New York, Mc Graw Hill, 2002
M. Repetto, S. Leva, Elettrotecnica.Elementi di teoria ed esercizi, CittàStudi Edizioni, 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
149 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content