close

Enter

Log in using OpenID

embedDownload
L’esame dello stato patrimoniale ai fini della
redditività
RICLASSIFICAZIONE ECONOMICA
DELLO S.P.
La riclassificazione economica dello SP:
• La
gestione
dell’impresa
idealmente
scomposta
in
omogenee di attività”
• Le attività e le passività, i costi e i ricavi
vengono attribuiti alle singole aree per
conoscere il capitale investito e
confrontarlo con il corrispondente
“reddito di area”
In questo modo è possibile conoscere il processo
formativo del reddito
viene
“aree
Criteri di classificazione dello SP:
gli impieghi
Sotto l’aspetto economico, gli impieghi del
capitale che costituiscono attività hanno la
comune caratteristica di generare un reddito.
Essi possono essere:
- a redditività complessiva;
- a redditività specifica.
Impieghi a redditività complessiva
(Impieghi operativi)
Generano reddito solo se combinati al sistema
per lo svolgimento di un’attività di tipo
produttivo.
Immobilizzazioni materiali e immateriali
Rimanenze
Crediti commerciali
Impieghi a redditività specifica
(Impieghi finanziari)
Se generano
singolarmente.
reddito
anche
considerati
Immobilizzazioni finanziarie
Attività finanziarie che non costituiscono
immobilizzazioni
Liquidità
Criteri di classificazione dello SP:
le fonti
Sotto l’aspetto economico, le fonti del capitale
che costituiscono passività hanno la comune
caratteristica di generare costi, perché devono
essere remunerate.
Esse possono essere:
- a costo esplicito;
- a costo implicito.
Fonti a costo esplicito
(Fonti finanziarie)
Se derivano da operazioni di finanziamento ed
hanno una remunerazione esplicita visibile nel
conto economico.
- Patrimonio Netto
- Debiti finanziari
Fonti a costo implicito
(Fonti operative)
Se derivano da operazioni di acquisto o vendita
(cioè dalla gestione operativa) e non hanno una
remunerazione esplicita visibile nel conto
economico.
- Debiti commerciali
- Ricavi anticipati
Riclassificazione SP funzionale
(o della pertinenza gestionale)
Impieghi
Operativi
Operativi
Finanziari
Finanziari
Immobilizzazioni
Immobilizzazioni
materiali
materialiee
immateriali
immateriali
Rimanenze
Rimanenze
Crediti
Crediticommerciali
commerciali
Liquidità
Liquidità
Fonti
Operatvi
Mezzi
Propri
Patrimonio
• Immobilizzazioni
materiali
Netto
e immateriali
Finanziarie
Debiti finanziari
Operative
Debiti commerciali
Immobilizzazioni
Immobilizzazioni
finanziarie
finanziarie
Attività
Attivitàfinanziarie
finanziarie
non
nonimmobilizzate
immobilizzate
Ricavi anticipati
Riclassificazione SP funzionale
(o della pertinenza gestionale)
Distingue impieghi e fonti in funzione dell’area
gestionale di pertinenza.
- Impieghi e fonti dell’area operativa della
gestione (acquisto-trasformazione-vendita).
- Impieghi e fonti dell’area finanziaria
(finanziamenti e investimenti finanziari).
Riclassificazione SP funzionale
(o della pertinenza gestionale)
Rappresentazione intermedia, non presenta gli
aggregati finali rilevanti per l’analisi della
redditività.
Sotto il profilo degli impieghi, occorre indagare dove
viene investito il capitale, e quanto rende.
Sotto il profilo delle fonti, quali sono le fonti di
finanziamento, e quanto costano.
Riclassificazione SP funzionale
(o della pertinenza gestionale)
Tipicamente, ma non necessariamente, la gestione
operativa genera fabbisogni di capitale e determina
quindi la necessità di investire capitale; la gestione
finanziaria è volta a determinare le modalità di
finanziamento di tale capitale investito con patrimonio
netto e debiti finanziari.
In altri termini, lo SP riclassificato deve mostrare un
aggregato di valori che esprima il capitale che è stato
necessario investire per svolgere l’attività operativa.
Capitale investito nella gestione operativa
(Capitale investito operativo netto)
In altri termini, lo SP riclassificato deve mostrare un
aggregato di valori che esprima il capitale che è stato
necessario investire per svolgere l’attività operativa.
Differenza tra impieghi operativi e fonti operative, in
quanto le fonti operative che si generano per effetto
della gestione operativa riducono le necessità di
investimento indotte dalla gestione operativa stessa
Capitale investito nella gestione operativa
(Capitale investito operativo netto - CIN)
In altri termini, lo SP riclassificato deve mostrare un
aggregato di valori che esprima il capitale che è stato
necessario investire per svolgere l’attività operativa.
Differenza tra impieghi operativi e fonti operative, in
quanto le fonti operative che si generano per effetto
della gestione operativa riducono le necessità di
investimento indotte dalla gestione operativa stessa
Capitale investito nella gestione operativa
(Capitale investito operativo netto - CIN)
Ad es., si assuma che un’azienda commerciale compri e venda in
data 18/11 della merce per € 100.000, pattuendo una dilazione
di 90 giorni sia per l’acquisto che per la vendita. Se queste sono
le uniche operazioni dell’impresa, il capitale investito al 31/12
sarà pari a zero - ottenuto sottraendo i debiti v/forn. (pari a €
100.000) ai crediti v/clienti (pari a € 100.000).
CIN = Differenza tra impieghi operativi e fonti operative
(quest’ultime devono essere portate a sottrazione degli impieghi
operativi, poiché riducono il capitale investito nella gestione
operativa, differendo le uscite monetarie collegate alle spese
(debiti v/fornitori) o anticipando le entrate monetarie collegate
alle vendite (ricavi anticipati).
Capitale investito nella gestione operativa
(Capitale investito operativo netto - CIN)
Il capitale investito nella gestione operativa (CIN) è dato da:
Immobilizzazioni
+ Rimanenze
+ Crediti commerciali
- Debiti commerciali
- Ricavi anticipati
Posizione finanziaria netta (PFN)
La posizione finanziaria netta è data da:
Debiti finanziari
- Immobilizzazioni finanziarie
- Liquidità e Attività finanziarie non immobilizzate
Stato patrimoniale riclassificato per
l’analisi della redditività
IMPIEGHI
CAPITALE
INVESTITO
OPERATIVO
NETTO (CIN)
Investimenti
+ Rimanenze
+ Crediti
commerciali
- Debiti
commerciali
- Ricavi anticipati
FONTI
MEZZI PROPRI
Patrimonio Netto
POSIZIONE
FINANZIARIA
NETTA (PFN)
Debiti finanziari
- Liquidità
- Attività finanziarie
non immobilizzate
- Immobilizzazioni
finanziarie
Collegamento fra lo SP ex art. 2424 c.c.
e lo SP gestionale
Art. 2424 – Attivo
Attività
operative
Attività non
operative
Note
A
NO
NO
A riduzione dei mezzi propri
B-I
SI
NO
B-II
SI
NO
B-III
NO
SI
C-I
SI
NO
C-II-1
SI
NO
C-II-2-3-4-5
Verificare in Nota Integrativa
C-III
NO
SI
C-IV-1-2
NO
SI
C-IV-3
NO
NO
D
Disaggio su prestiti
A riduzione delle passività di
funzionamento
Verificare in Nota integrativa
NO
NO
A riduzione dei mezzi propri al netto
Collegamento fra lo SP ex art. 2424 c.c.
e lo SP gestionale
Art. 2424 –
Passivo
Mezzi
propri
Debiti
Debiti di
finanziari funzionamento
A
SI
NO
NO
B
NO
NO
SI
C
NO
NO
SI
D-1-2-3-4
NO
SI
NO
D-5--6-1112
NO
NO
SI
Note
Al netto della quota di utile a
dividendo e dei crediti v/soci
D-7-8-9-1013
Verificare in Nota Integrativa
E
Verificare in Nota Integrativa
Aggio su
prestiti
Ad incremento dei mezzi propri
al nettodel prelievo fiscale
Collegamento tra valori economici e patrimoniali
Ricavi operativi
- Costi operativi
IMPIEGHI
FONTI
= Risultato operativo
Patrimonio netto
+ Ricavi finanziari
= Ebit
- Costi finanziari
Capitale operativo
investito netto
(COIN)
Passività
finanziarie
(correnti e non)
= Risultato ordinario
+ Ricavi straordinari
- Costi straordinari
= Risultato ante imposte
- Imposte
= Risultato d’esercizio
Attività finanziarie
(correnti e non)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
457 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content