close

Enter

Log in using OpenID

BANDO PUBBLICO - Comune di Imperia

embedDownload
COMUNE DI IMPERIA
SETTORE SERVIZI SOCIALI, PRIMA INFANZIA, ATTIVITA’ EDUCATIVE E SCOLASTICHE
Viale Matteotti, 157 - 18100 Imperia
Telefono (0183) 7011/300 e Fax (0183) 290691
Sito Internet: http://www.comune.imperia.it
BANDO PUBBLICO
per la concessione di contributi alle Persone ed ai Nuclei famigliari, residenti nel Comune di
Imperia, in situazioni di povertà estrema e/o conclamata emergenza abitativa
1 – OGGETTO E FINALITA’
Allo scopo di sostenere le Persone ed i Nuclei famigliari, residenti ad Imperia, i quali non sono in
grado di risolvere positivamente le condizioni di disagio socio-economico e/o di emergenza
abitativa nelle quali versano, l’Amministrazione comunale ha approvato il presente bando per
l'erogazione delle seguenti Linee di intervento fra loro NON cumulabili:
LINEA 1) - Sostegno alla Persona ed al Nucleo familiare attraverso una delle seguenti forme:
a) assistenza economica continuativa ad integrazione del reddito;
b) svolgimento di attività di Servizio civico comunale;
LINEA 2) - Sostegno alla Persona ed al Nucleo familiare che si trovano in situazioni di morosità
cd. incolpevole o in emergenza abitativa attraverso l'erogazione di contributi
economici secondo le modalità meglio descritte in seguito.
2 - DESTINATARI DEGLI INTERVENTI
Ai sensi dell'art. 3 del vigente Regolamento comunale per l'organizzazione, il funzionamento e
l'accesso ai servizi sociali, sono destinatari degli interventi di cui al precedente articolo 1, tutti i
cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari, regolarmente iscritti all'anagrafe della popolazione
residente nel Comune di Imperia.
I cittadini extracomunitari devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno rilasciato
per uno dei motivi previsti dalla vigente legislazione.
3 - REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE
Per la Linea di intervento 1, lett. a) e b) e per la Linea di intervento 2 – Categoria 1), i requisiti
devono essere posseduti entro la data di chiusura fissata dal presente Bando: 31.12.2014
Per la Linea di intervento 2 – Categoria 2), trattandosi di misure volte a favorire l’accesso negli
alloggi e la mobilità nel settore della locazione, i requisiti dovranno essere posseduti all'atto delle
domande e quindi il termine ultimo per la presentazione delle stesse viene fissato al 30.09.2015 e,
comunque, fino ad esaurimento dei fondi a tal fine stanziati.
Inoltre,
per la LINEA di intervento 1), lett. a) e b) - Sostegno alla Persona ed al Nucleo familiare
i richiedenti dovranno essere:
1. non inseriti in Centri o strutture di accoglienza – non gestiti/e dal Settore - la cui retta è
a carico totale o parziale del Comune;
2. in possesso di un valore ISEE, in corso di validità, riferito ai redditi 2013 ed all’intero
nucleo familiare, inferiore ad € 6.156,00 (equivalente al “Minimo vitale” come
individuato dal già citato Regolamento comunale). Ai soli fini del presente bando – in
sede di integrazione dell'ISEE ex art. 6, c. 4, del vigente Regolamento - si terrà conto
dei sussidi erogati dal Comune di Imperia nell'anno 2013, fatta eccezione per gli
emolumenti riferiti ai servizi di affido educativo e mediazione famigliare che non
verranno pertanto conteggiati;
3. non proprietari (così come altri componenti il Nucleo familiare anagrafico) di altri
immobili ad eccezione dell'unità immobiliare in cui si risiede;
4. non avere persone obbligate ex art. 433 del C.C. aventi adeguata capacità economica;
5. con riferimento alla sola lettera b), attualmente disoccupati, senza limitazioni psicofisiche ed in età lavorativa (18-60 anni);
per la LINEA di intervento 2) - Sostegno alla Persona ed al Nucleo familiare che si trovano in
situazioni di morosità cd. incolpevole o in emergenza abitativa
i richiedenti dovranno appartenere ad una fra le seguenti categorie:
CATEGORIA 1 – Conduttori
CATEGORIA 2 - Persone e Nuclei famigliari che devono concludere un nuovo contratto di locazione
ad uso abitativo, essendo sfrattati o soggetti a procedura di convalida di sfratto per la quale non è
possibile giungere ad un accordo con il Proprietario per la sua sospensione e che, pertanto,
permangono in emergenza abitativa.
Relativamente alla CATEGORIA 1, si precisa che i richiedenti dovranno:
 essere intestatari di un contratto di locazione - regolarmente registrato - di unità
immobiliare ad uso abitativo situata nel Comune di Imperia e nella quale risiedono (SONO
ESCLUSI GLI IMMOBILI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE CATASTALI A1, A8 e A9);
 non essere titolari (requisito richiesto a tutti i componenti del Nucleo familiare) di diritti di
proprietà o comproprietà o altro diritto reale di godimento su beni immobili per quote pari
o superiori al 50% relative a immobili a uso abitativo situati in tutto il territorio nazionale di
cui possano disporre;
 dimostrare di avere difficoltà nel pagamento del canone di locazione privato, avendo
maturato una morosità di almeno 2 (due) mensilità, in quanto almeno un componente del
Nucleo familiare si trova in una delle seguenti condizioni:
1.
perdita del lavoro;
2.
accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell'orario di lavoro;
3.
cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità
reddituale;
4.
mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;
5.
cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrare, derivanti da cause
di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente;
6.
infortunio o decesso di un componente del Nucleo famigliare che abbia comportato
o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la
necessità dell'impiego di parte notevole dello stesso reddito per fronteggiare
rilevanti spese.
Relativamente alla CATEGORIA 2, si precisa che i richiedenti non dovranno essere titolari (requisito
richiesto a tutti i componenti del Nucleo familiare) di diritti di proprietà o comproprietà o altro
diritto reale di godimento su beni immobili per quote pari o superiori al 50% relative a immobili a
uso abitativo situati in tutto il territorio nazionale di cui possano disporre.
In questo caso, il contributo potrà essere destinato al pagamento:
 del deposito cauzionale necessario alla stipula di un nuovo contratto di locazione
privato;
 alle prime 3 (tre) mensilità del canone di locazione.
Sia per la CATEGORIA 1 che per la CATEGORIA 2:
 i richiedenti dovranno avere un valore ISE non superiore ad € 35.000,00 o un reddito
derivante da regolare attività lavorativa con un valore ISEE non superiore ad € 26.000,00, in
corso di validità, riferito all’intero nucleo familiare ed ai redditi del 2013 (soglie individuate
dall'art. 3 del Decreto ministeriale di attuazione sulla morosità incolpevole 14.05.2014
“Attuazione dell'articolo 6, c. 5, del Decreto-legge 31.08.2013, n. 102, conv. con
modificazioni dalla Legge 28.10.2013 n. 124 – Morosità incolpevole”).
 i contributi verranno versati direttamente al locatore (proprietario):
CATEGORIA 1 : a seguito della sua dichiarazione relativamente alle mensilità di canone non
versate dal conduttore e dell’impegno a non addivenire alle vie legali prima che siano
trascorsi un numero di mesi pari a quelli coperti dal contributo;
CATEGORIA 2 : per quanto attiene al deposito cauzionale ed alle prime 3 (tre) mensilità del
canone di locazione.
4 – MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Potrà presentare domanda un unico componente per ogni Nucleo familiare.
Nell’ipotesi in cui pervengano istanze diverse da parte di più componenti facenti parte del
medesimo Nucleo familiare, sarà ritenuta ammissibile solamente una domanda, dando preferenza,
nella scelta, a quella acquisita cronologicamente prima agli atti del Comune.
Per Nucleo familiare si intende il nucleo anagrafico come previsto dal D.Lgs. n. 109/98 e s.m.i. e
dall'art. 7, comma 2, del già citato vigente Regolamento.
Una famiglia può essere costituita anche da una sola persona.
L'attestazione ISEE – che deve essere autocertificata all'interno della domanda - deve riferirsi alla
composizione del Nucleo familiare risultante al momento della presentazione della domanda al
bando.
Relativamente alla LINEA di intervento 1), lett. a) e b) - Sostegno alla Persona ed al Nucleo
familiare, nel caso in cui il “Minimo vitale”, come individuato dal già citato Regolamento
comunale, risultasse uguale a 0 (zero), lo stesso valore verrà considerato pari ad € 2.052,00
(corrispondente ad 1/3 del valore indicato al precedente articolo 3).
Le domande di partecipazione devono essere compilate utilizzando ESCLUSIVAMENTE l’apposito
modulo in distribuzione presso lo Sportello di Cittadinanza di Piazza Dante, n. 4 – III Piano oppure
scaricabile dal Sito Amministrazione Trasparente del Comune di Imperia all’indirizzo
http://imperia.etrasparenza.it/pagina26 modulistica.html.
Le domande devono essere sottoscritte dal richiedente in presenza dell’addetto incaricato al
ricevimento delle stesse. Qualora vengano presentate da persona diversa dal richiedente, le
domande devono essere complete della sottoscrizione del richiedente, con allegata fotocopia di un
suo documento d’identità valido.
Le domande, correttamente compilate, devono essere presentate per la successiva “verifica di
completezza” nei seguenti giorni:
dal giorno 1.12.2014 al giorno 6.12.2014;
dal giorno 11.12.2014 al giorno 13.12.2014;
dal giorno 15.12.2014 al giorno 31.12.2014 (esclusi i giorni 20 e 27.12),
mediante obbligo di consegna diretta presso lo Sportello di Cittadinanza nei seguenti orari:
mattino: dalle ore 08,30 alle ore 12,30;
pomeriggio: solo il lunedì e il giovedì, dalle ore 14,30 alle ore 17,30.
Inoltre, solo per la Linea di intervento 2 – Categoria 2, essendo il termine ultimo fissato al
30.09.2015, le domande, da gennaio 2015, potranno essere presentate nel consueto orario di
apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì: dalle ore 08,30 alle ore 10,00 e dalle ore 10,30 alle ore 12,30;
pomeriggio: solo il lunedì e il giovedì, dalle ore 15,00 alle ore 16,30.
La domanda non completa degli allegati o autocertificazioni obbligatori oppure pervenuta con
modalità difformi da quelle previste e/o consegnata oltre i termini previsti E’ IRRICEVIBILE.
Il Settore Servizi Sociali, se a diretta conoscenza e/o su iniziativa di enti e organismi di volontariato
e del privato sociale, potrà provvedere d’ufficio a garantire assistenza alla compilazione delle
domande in favore di soggetti in condizioni di evidente fragilità sociale che impedissero azioni
dirette alla compilazione stessa.
5 – CONTROLLI
Solamente se la domanda viene presentata completa in tutte le sue parti, verrà rilasciata al
cittadino una ricevuta numerata attestante il suo diritto ad essere inserito nell’elenco dei
richiedenti i benefici.
Gli Uffici amministrativi, responsabili del procedimento, procederanno poi, ai sensi di quanto
disposto agli articoli 71 e successivi del D.P.R. n. 445/2000, al controllo della corrispondenza al vero
delle dichiarazioni sostitutive sottoscritte nelle domande ricevute.
Qualora le dichiarazioni sostitutive contenute nella domanda presentino delle irregolarità non
costituenti falsità, i Responsabili del procedimento richiedono la regolarizzazione e/o integrazione
di tali dichiarazioni.
I controlli successivi sulle dichiarazioni sostitutive contenute nella domanda saranno effettuati a
norma dell'art. 10 del vigente Regolamento già citato.
6 - CUMULO DEI BENEFICI
Ai fini di una ottimale razionalizzazione delle risorse, i sussidi erogabili a favore di Persone e Nuclei
familiari in condizioni di disagio socio-economico di cui alla LINEA di intervento 1) non sono
ritenuti cumulabili.
Stante, quindi, il suddetto divieto di cumulo, i potenziali beneficiari di entrambe le misure socioassistenziali verranno inseriti con priorità nella misura di intervento di cui alla lett. b) per lo
svolgimento di attività di Servizio civico comunale fino ad esaurimento dei posti disponibili fissati
fino ad un massimo di 10.
La rinuncia allo svolgimento del Servizio civico comporta l’automatica decadenza anche dalla lett.
a), fatta eccezione per i casi di sopraggiunta e documentata non abilità al lavoro oppure nelle
ipotesi di grave inconciliabilità con gli obblighi correlati alla gestione della vita familiare.
Per tutto il corso del 2015, i Cittadini risultati beneficiari delle prestazioni sociali ivi previste NON
POTRANNO inoltrare ulteriori istanze di sostegno economico, fatta eccezione nel caso in cui si
trovassero a dover fronteggiare una improvvisa e straordinaria situazione di disagio economico
che incida gravemente sulla capacità finanziaria del proprio Nucleo familiare di appartenenza.
In questo caso potranno presentare apposita richiesta di colloquio con l’Operatore Sociale
competente, documentando debitamente il carattere eccezionale dell’esigenza, al fine di una
valutazione del reale bisogno e, previa autorizzazione da parte del suddetto Operatore, inoltrare
apposita istanza di assistenza straordinaria “una tantum” ai sensi dell’art. 24, lettera b) del
richiamato Regolamento comunale.
7 - OBBLIGHI DEI SOGGETTI DESTINATARI DEI BENEFICI
Oltre ai requisiti generali richiesti per l’ammissione al presente bando, tutti i beneficiari diretti ed
indiretti del presente bando hanno l'obbligo di comunicare, con ogni debita tempestività,
qualsivoglia variazione che avvenga in relazione al possesso dei requisiti previsti dal bando stesso
(a mero titolo esemplificativo: cambio di residenza; assunzione; rilascio immobile; subentri;
ecc.).
Inoltre, si precisa che:
per la LINEA di intervento 1), lett. b), il Servizio civico comunale ha come scopo il reinserimento
sociale mediante assegnazione di un impegno lavorativo alle persone che versano in grave stato di
indigenza economica, e costituisce una forma di assistenza alternativa all’assegno economico.
Le prestazioni di servizio civico, effettuate dagli ammessi al beneficio economico, non costituiscono
in alcun modo rapporto di lavoro subordinato né di carattere pubblico, né di carattere privato, né a
tempo determinato, in quanto il rapporto tra beneficiario ed amministrazione comunale,
disciplinato dalla vigente normativa regionale, prevede la possibilità di svolgere attività di utilità
collettiva da parte dei destinatari di interventi di sostegno economico erogati dalle amministrazioni
comunali.
I cittadini ammessi al Servizio Civico saranno destinati a svolgere a favore del Comune di Imperia
e/o di altri Enti/Associazioni/Privato sociale, operanti sul territorio comunale, i seguenti servizi:
- custodia, vigilanza, pulizia e piccole manutenzioni di strutture pubbliche (ad esempio: palestre,
biblioteca, museo, sedi comunali, plessi scolastici, alloggi di proprietà comunale, ecc.);
- sorveglianza, cura e manutenzione del verde pubblico e dell’arredo urbano, delle piazze e dei
giardini pubblici nonché delle spiagge pubbliche;
- pulizia, uscierato e custodia delle strutture gestite dal Settore Servizi Sociali (Sede
amministrativa decentrata di Piazza Dante, nidi comunali, Comunità Alloggio, Centro
Intergenerazionale Carpe Diem, immobili concessi in uso al Settore Servizi Sociali, Prima
Infanzia, Attività Educative e Scolastiche per finalità sociali, ecc.);
- aiuto e accompagnamento a persone anziane, disabili e minori;
- supporto agli uffici comunali (accoglienza utenti, punti informativi, uscierato, archiviazioni,
commissioni, fotocopisteria, ecc.);
- supporto alle iniziative culturali, sportive e di spettacolo organizzate, gestite o patrocinate
dall’Amministrazione Comunale;
- ogni altra attività che l’Amministrazione Comunale ritenga utile promuovere in base alle
esigenze del territorio ed in collaborazione con le Associazioni di volontariato ed il Privato
sociale, purché consenta il mantenimento di un ruolo sociale attivo e la partecipazione alla vita
comunitaria ai soggetti che sono chiamati ad espletarla.
Il progetto prevede la sottoscrizione, da parte del beneficiario, di un progetto personalizzato che
include impegni volti alla costruzione di percorsi di uscita dalla condizione di povertà, e percorsi di
responsabilizzazione.
La mancata ottemperanza agli obblighi in esso previsti determinerà la decadenza dal programma di
intervento e da tutti i benefici economici.
Il Servizio civico comunale si concretizza attraverso attività che non rientrano nel sistema
competitivo di mercato ed è compensato in relazione alle ore effettivamente rese; pertanto tutte
le assenze, a qualsiasi causa dovute, comporteranno una decurtazione del corrispettivo mensile
fissato.
La decadenza dal progetto è disposta nei seguenti casi:
 mancata presentazione dell’interessato senza giustificato motivo nel giorno stabilito per
l’inizio delle attività di Servizio Civico comunale;
 adozione di comportamenti, atteggiamenti o azioni che siano pregiudizievoli per l’ordinario
svolgimento delle attività civiche o verso le persone coinvolte o beneficiarie del servizio
civico, sia nelle strutture/servizi ospitanti che negli altri contesti di lavoro;
 assenze ingiustificate/non autorizzate dal servizio superiori a 30 (trenta) giorni consecutivi,
per la LINEA di intervento 2) - CATEGORIA 2, i beneficiari dovranno sottoscrivere dichiarazione
congiunta con il futuro Proprietario circa gli accordi assunti per il deposito cauzionale e/o il
pagamento delle prime 3 (tre) mensilità del canone di locazione nonchè impegnarsi a consegnare
al Settore Servizi Sociali, Prima Infanzia e Attività Educative e Scolastiche copia del contratto di
locazione, sottoscritto e debitamente registrato.
8 - ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE E CRITERI DI ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI
Le richieste pervenute nei termini, complete della documentazione e dei requisiti richiesti dal
Bando, verranno soddisfatte fino ad esaurimento delle risorse disponibili nel rispetto dei criteri
quivi esplicitati.
In particolare, si precisa che per la LINEA di intervento 1), lett. a) e lett. b):
1. i beneficiari verranno inseriti in ordine decrescente in un unico elenco in ragione della
differenza tra il Minimo Vitale ed il loro valore ISEE “integrato”. Gli aventi diritto alla lett. b),
in possesso dei requisiti sopra meglio esplicitati, verranno individuati tra i primi 10
beneficiari del suddetto elenco.
2. per Coloro che si trovino in una situazione debitoria contratta, a qualsiasi titolo, con il
Settore Servizi Sociali, Prima Infanzia, Attività Educative e Scolastiche, l'erogazione dei
benefici di cui alle suddette lettere a) e b) avverrà previa compensazione d'ufficio.
9 - FORMAZIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AVENTI DIRITTO E CONTRIBUTI MASSIMI EROGABILI
A seguito della valutazione delle istanze, nel rispetto dei criteri di cui al precedente articolo, il
Settore Servizi Sociali, Prima Infanzia, Attività Educative e Scolastiche stilerà gli elenchi degli aventi
diritto che saranno approvati con determinazione dirigenziale pubblicata sul Sito Amministrazione
Trasparente del Comune di Imperia ed affissi presso lo Sportello di Cittadinanza di Piazza Dante, n.
4 – III Piano, riportanti il solo numero assegnato a ciascun richiedente all'atto della presentazione
della domanda ed indicato sulla ricevuta rilasciata ai sensi del precedente art. 5.
Dopo ogni approvazione con atto dirigenziale, seguiranno comunicazioni scritte a ciascun
richiedente i benefici oggetto del presente bando.
Per ogni avente diritto, il valore del beneficio massimo erogabile è calcolato come di seguito
indicato:
 LINEA DI INTERVENTO 1) – lett. a): Il beneficio verrà erogato, per 12 mesi consecutivi, fino
alla copertura corrispondente alla differenza tra il Minimo Vitale e il valore dell’ISEE
“integrato” posseduto dal Richiedente (Art. 24, c. 4, lett. a) che rimanda alla Tabella 3 – 3.a
del vigente Regolamento).
(Esempio: Se il richiedente ha un valore ISEE “integrato” di € 2.500,00, il beneficio massimo erogabile non
potrà che essere di € 3.656,00 perchè diversamente si supererebbe il cd. “Minimo Vitale” fissato in Euro
6.156,00).
 LINEA DI INTERVENTO 1) – lett. b): € 350,00 mensili (al netto dell'INAIL e RCT nonché del
corso di formazione sulla sicurezza e prevenzione sui luoghi di lavoro ex D. Lgs. n. 81/2008,
spese tutte a carico dell'Ente) per un periodo continuativo dal 1° marzo 2015 e comunque
non oltre il 31 dicembre 2015, a titolo di corrispettivo per lo svolgimento di 50 ore mensili
di attività di Servizio civico comunale. Il corrispettivo sarà commisurato alle ore di servizio
effettivamente rese.
Se lo stanziamento previsto per la lett. a) assommante a complessivi € 250.000,00 non
consentirà di erogare a tutti i beneficiari l’importo massimo delle spettanze, l’ammontare
dello stesso verrà ridotto in misura proporzionale al fine di garantire l'erogazione dello
stesso a tutti i richiedenti nei limiti del budget disponibile.
Se le richieste di accesso alla lett. b) risultassero eccedenti in rapporto alla disponibilità
finanziaria (€ 35.000,00) stanti le finalità di reinserimento sociale sottese a tale misura,
non si procederà alla riduzione dei contributi ma si scorrerà la graduatoria di merito fino
alla concorrenza del limite numerico previsto (fino ad un massimo di 10 attivazioni di
percorsi di inclusione sociale).
 LINEA DI INTERVENTO 2) – CATEGORIA 1: l’ammontare del contributo concedibile per
favorire la permanenza degli alloggi in locazione non potrà superare le 12 (dodici) mensilità
del canone di affitto e comunque l'importo massimo di € 6.000,00;
 LINEA DI INTERVENTO 2) – CATEGORIA 2: in caso di interventi volti a favorire l’accesso negli
alloggi e la mobilità nel settore della locazione, il contributo concedibile per le spese sopra
elencate (deposito cauzionale e prime 3 mensilità di affitto) non potrà superare l’importo
massimo di € 3.000,00.
Lo stanziamento previsto per la CATEGORIA 1 assomma ad € 180.000,00 e, pertanto,
stanti le finalità sociali sottese alla presente misura, se il fabbisogno risultasse superiore a
tale stanziamento si procederà a ridurre il contributo erogabile limitando il numero delle
mensilità coperte.
Lo stanziamento previsto per la CATEGORIA 2 assomma ad € 60.000,00 e, come già detto,
l'erogazione dei contributi è subordinata al budget disponibile. Quindi, ad esaurimento
fondi, non verranno più accolte domande.
10 – MODALITA’ DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI
 LINEA DI INTERVENTO 1) – lett. a): erogazioni trimestrali con accredito su carta prepagata
rilasciata gratuitamente dal Comune (aprile – luglio – ottobre- dicembre).
Nel caso in cui il contributo spettante su base annua risultasse inferiore ad € 250,00, l'erogazione avverrà in
un'unica soluzione ad aprile 2015 tramite buono economale o, se già in possesso, tramite la suddetta carta
prepagata;
 LINEA DI INTERVENTO 1) – lett. b): erogazioni mensili con accredito su carta prepagata
rilasciata gratuitamente dal Comune.
Entro il 28 febbraio 2015, i beneficiari della lett. b), verranno convocati dal Servizio Inserimenti
Lavorativi per la definizione delle attività di servizio civico comunale da svolgere. Nelle more
dell'attivazione del percorso, verrà loro garantita la misura di cui alla lett. a);
 LINEA DI INTERVENTO 2) – CATEGORIA 1: erogazione tramite accredito su conto corrente
bancario/postale del proprietario dell’alloggio in locazione:
UNA TANTUM per le mensilità arretrate;
MENSILE per le restanti mensilità da coprire;
 LINEA DI INTERVENTO 2) – CATEGORIA 2: erogazione in DUE TRANCHES, tramite accredito
su conto corrente bancario/postale del nuovo proprietario dell’alloggio da locarsi:
la prima per il deposito cauzionale;
la seconda dietro presentazione di copia del contratto di locazione sottoscritto e registrato;
Per la Linea di intervento 1), lett. a) e per la Linea di intervento 2), CATEGORIA 1 e 2: in caso di
decesso del beneficiario, il contributo allo stesso spettante sarà devoluto ad altro componente del
nucleo maggiore per età anagrafica.
Laddove tale devoluzione non fosse fattibile (per assenza di componenti), il beneficio andrà
ripartito su tutti gli aventi diritto inseriti negli elenchi già approvati.
Per la Linea di intervento 2), lett. b): in caso di decesso o rinuncia per i casi già esplicitati nel
precedente art. 6, si valuterà la possibilità di sostituire il beneficiario con altro componente il
nucleo familiare purchè in possesso dei requisiti.
11 – ALTRE DISPOSIZIONI
I dati forniti sono coperti da segreto d’ufficio e garantiti dal D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di
protezione dei dati personali). Saranno pertanto utilizzati unicamente per la formazione degli
elenchi degli aventi diritto e per l’erogazione dei sussidi.
12 – RICORSI
E’ possibile avanzare ricorso amministrativo al Dirigente del Settore Servizi Sociali, Prima Infanzia,
Attività Educative e Scolastiche entro 30 (trenta) giorni dalla pubblicazione degli atti di
approvazione degli elenchi dei richiedenti i benefici sul Sito Amministrazione Trasparente del
Comune di Imperia che ha valore di notifica per gli interessati. Il Dirigente, esaminato il contenuto
del ricorso, sentito il parere dei Funzionari P.O. responsabili di procedimento, si esprimerà in via
definitiva entro i termini previsti dalla normativa vigente.
13 – INFORMAZIONI
Per ulteriori informazioni, gli interessati possono rivolgersi allo Sportello di Cittadinanza di Piazza
Dante n. 4 –III Piano negli orari indicati al precedente articolo 4.
Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 4 della legge 241/90 e ss.mm.ii. si informa che gli Uffici
Responsabili del procedimento sono il SERVIZIO AMMINISTRATIVO UNICO (tel. : 0183701321-326)
ed il SERVIZIO INTERVENTI DI TUTELA E SOSTEGNO (tel. : 0183701314).
Imperia, 27.11.2014
F.to IL DIRIGENTE DEL SETTORE
DOTT.SSA SONIA GRASSI
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
133 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content