close

Enter

Log in using OpenID

Delibera 129 del 29/07/2014

embedDownload
Comune di Campi Bisenzio
Provincia di Firenze
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N. 129 DEL 29/07/2014
SEDUTA PUBBLICA
OGGETTO
Variante al RUC finalizzata alla realizzazione del prolungamento di viale Primaldo Paolieri: conferma dei vincoli
espropriativi. Adozione ai sensi della L.R. 1/2005.
L'anno duemilaquattordici, il giorno ventinove del mese di luglio , in Campi Bisenzio nella sala delle adunanze,
previa convocazione alle ore 17:00 nei modi e forme di legge e dello statuto, il Consiglio Comunale si e' riunito in
seduta ordinaria, sotto la presidenza di COLZI ALESSIO nella sua qualità di Presidente Consiglio Comunale.
E' presente il Dott. DUPUIS MARIA BENEDETTA in qualità di Segretario Generale incaricato della redazione del verbale.
Constatato che il numero degli intervenuti è legale, il Presidente ha dichiarato aperta la seduta.
Sono stati designati scrutatori i Consiglieri:
NISTRI CHIARA - MARTINUZZI CHIARA - LANDI GIOVANNI.
Il Presidente, di seguito, invita il Consiglio a discutere e deliberare sull'argomento sopraindicato.
Sono presenti a questo punto n. 20 Consiglieri:
FOSSI EMILIANO
Presente
BARGAGLI STOFFI FALCO JOANNES
Presente
CIRIOLO ALESSIO
Presente
COLZI ALESSIO
Presente
LOIERO LORENZO
Presente
NISTRI CHIARA
Presente
OTRANTO ANTONIO
Assente
PAOLIERI GIANCARLO
Presente
TAGLIAFERRI ANDREA
Presente
BALLERINI FRANCESCO
Presente
EBOLI EMANUELA
Presente
MARTINI GABRIELE
Presente
CONSIGLI ALESSANDRO
Presente
STALTARI PAOLO
Assente
LANDI GIOVANNI
Presente
CALEFATO ANGELICA
Presente
RIDOLFI MATTIA
Presente
HU FAN CHEN ANGELO
Assente
BINI GIANNI
Presente
TESI ALESSANDRO
Presente
GANDOLA PAOLO
Presente
MARTINUZZI CHIARA
Presente
VALERIO ROBERTO
Assente
RIGACCI NICCOLO
Presente
TERRENI SIMONA
Assente
e all'atto della votazione sono presenti n. 20 Consiglieri
essendo entrati --- ed essendo usciti ---.
Sono altresì presenti gli assessori: CIAMBELLOTTI ELEONORA - DE FEO VANESSA - NUCCIOTTI RICCARDO PORCU ROBERTO - RICCI LUIGI - ROSO MONICA - SALVI STEFANO ed assenti --- ai sensi e per gli effetti dell'art.
57, VI comma dello statuto comunale.
(*) Essendo entrati; (**) Essendo usciti nel corso della seduta
Oggetto: Variante al RUC finalizzata alla realizzazione del prolungamento di viale Primaldo
Paolieri: conferma dei vincoli espropriativi. Adozione ai sensi della L.R. 1/2005.
RELAZIONE DELLA GIUNTA AGLI ATTI DELLA SEDUTA.
PREMESSO che la variante al RUC in oggetto è finalizzata alla conferma dei vincoli espropriativi
per la realizzazione della cosiddetta “Bretella di Capalle”, e più specificatamente del nuovo tratto
viario in proseguimento di viale Primaldo Paolieri, che, dalla rotonda all’intersezione con la
strada che va ai Gigli limitrofa al Torrente Bisenzio, prosegue in direzione di Prato per circa 720
mt per poi girare verso nord per ulteriori 630 m. circa, in corrispondenza di una nuova ampia
rotatoria, fino all’intersezione con Via dei Confini, a nord del circolo “Risorgimento”;
EVIDENZIATO che si tratta di un opera viaria di primaria importanza per il territorio comunale già
prevista nel Piano Regolatore Generale del 1985 (con tracciato leggermente diverso anche nel
PRG del 1971) e riconfermata nel Piano Strutturale approvato definitivamente nel 2004 e nel
relativo Regolamento Urbanistico approvato nel 2005;
VISTA la relazione in data 17/07/2014 del Direttore del V Settore Pianificazione del Territorio,
Arch. Nieri Letizia, progettista della variante e Responsabile del Procedimento ai sensi dell’art.
16 della legge regionale 3.1.2005 n°1 e s.m.i., allegata al presente atto per formarne parte
integrante e sostanziale ove si fa presente che:
- con Del.G.C. n°69 del 6.3.2003 è stato approvato un primo progetto preliminare dell’opera;
- con determinazione del Dirigente del VI Settore n°33 del 6.2.2004, l’Ing. Leggeri è stato
incaricato della progettazione definitiva ed esecutiva del tratto in oggetto, come da convenzione
stipulata con il Comune in data 26.2.2004, rep. 9962;
- nel 2009 con Del.C.C. 34 è stata approvata una variante al RUC finalizzata all’adeguamento al
progetto definitivo in corso di elaborazione;
- dopo ulteriori successive modifiche del progetto, in data 08.10.2010, il Comune di Campi ha
inviato agli Uffici della Provincia di Firenze, competenti in merito, gli elaborati necessari ad
effettuare la verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale di cui alla L.R.
10/10; gli elaborati sono stati acquisiti al protocollo della provincia al n. 396986 del 11.10.2010
- la procedura di VIA si è conclusa con l’Atto Dirigenziale n. 3968 del 16.12.2010 della Direzione
Ambiente e Gestione Rifiuti della Provincia di Firenze nel quale si dispone di non sottoporre il
progetto a Valutazione di Impatto Ambientale in quanto le caratteristiche dell’opera non
comportano aumento degli impatti sulle componenti ambientali, subordinando l’efficacia dell’atto
stesso al rispetto di specifiche prescrizioni da recepire nella prosecuzione dell’ iter autorizzativo
- nel 2012, con Del.G.C. n. 90, è stato approvato un progetto preliminare modificato;
- nel 2013 con Del C.C. n. 64 è stato definitivamente approvato il Piano Complesso d’Intervento
“PC3- La Villa” esteso ad una area di circa 9 ettari situato in adiacenza al nuovo asse stradale.
Con atto di convenzione stipulato in data 23.05.2013 i proprietari dei terreni interessati ricadenti
nel comparto si sono impegnati a realizzare la nuova strada a scomputo degli oneri di
urbanizzazione, previa messa a disposizione delle aree necessarie da parte del Comune;
CONSIDERATO che, così come precisato nell’allegata relazione sopra citata:
- essendo le aree interessate dalla variante di proprietà privata, è necessario attivare le procedure
espropriative al fine di acquisirne la proprietà da parte del Comune in quanto occorre reiterare i
vincoli quinquennali decaduti;
- il Regolamento Urbanistico Comunale del Comune di Campi Bisenzio è stato adottato con
Del.C.C. n. 201 del 02/12/2004, approvato con Del.C.C. n. 90 del 20 luglio 2005 ed è stato
integrato e modificato con successive varianti fra cui la variante normativa adottata con Del.C.C.
n. 72 del 19/07/2007 ed approvata con Del.C.C. n. 118 del 13/10/2008;
- essendo il RUC divenuto esecutivo nel 2005 è conseguentemente decorso il termine
quinquennale dalla sua entrata in vigore di cui al comma 5 dell’articolo 55 della L.R. 1/2005 che
recita: “Le previsioni di cui al comma 4 ed i conseguenti vincoli preordinati alla espropriazione
sono dimensionati sulla base del quadro previsionale strategico per i cinque anni successivi alla
loro approvazione; perdono efficacia nel caso in cui, alla scadenza del quinquennio
dall’approvazione del regolamento o dalla modifica che li contempla, non siano stati approvati i
conseguenti piani attuativi o progetti esecutivi”.
- La realizzazione di eventuali opere pubbliche come quelle oggetto del presente provvedimento,
necessitano di una preliminare variante al RUC per la riconferma dei vincoli espropriativi di cui
all’art. 9 del DPR 327 del 08/06/2001. Ai sensi del DPR 08/06/2001 n. 327, infatti, l’atto
espropriativo per l’acquisizione di suoli necessari alla realizzazione di opere pubbliche può essere
emanato se lo strumento urbanistico preveda l’opera da realizzarsi e se il suolo da espropriare sia
assoggettato al vincolo preordinato all’esproprio. Il vincolo è apposto allorché diventa efficace
l’atto di approvazione del piano urbanistico o sua variante che preveda la realizzazione dell’opera
pubblica o di pubblica utilità;
ai fini del procedimento espropriativo, ai sensi dell’ art. 11 del DPR 327/2001,
considerato che le proprietà interessate sono superiori a 50, in data 30 Maggio 2014 è stato
pubblicato l’avviso di l’avvio al procedimento a fini espropriativi sulle pagine nazionali del
quotidiano “Il Corriere della Sera” e, per 20 giorni decorrenti dal 30 maggio, all’Albo Pretorio
del Comune e sul sito internet della Regione Toscana ed inoltre sul sito internet del Comune, con
apposita pagina dedicata. La notizia dell'avvenuta pubblicazione dell'avviso è stata data anche
dal quotidiano on line locale “PianaNotizie” del 3 giugno;
DATO ATTO che
che nell’ambito delle procedure espropriative verrà quantificato specifico indennizzo
da corrispondere ai proprietari interessati, al fine di ristorare le proprietà per il limitato godimento
dei beni per la conferma dei vincoli espropriativi;
PRECISATO
VISTO CHE nel termine di 30 giorni dalla pubblicazione dell’avviso, come indicato nella citata
allegata relazione a firma della Responsabile del Procedimento, sono pervenute n. 3 osservazioni
presentate dai proprietari di alcune delle aree interessate dalla variante:
osservazione n. 1 del 09.06.2014 prot. 33968 a firma della Sig.ra Tomberli Maria Luisa
osservazione n. 2 del 26.06.2014 prot. 37437 a firma dei Sig.ri Ciofi Zelmira e Ciofi Egidio
osservazione n. 3 del 27.06.2014 prot. 37627 a firma del geom. Baronti dell’Immobiliare Essebj s.r.l.
in essa riassunte e che si propone di respingere condividendo le motivazioni delle
controdeduzioni riferite a ciascuna di esse anch’esse esplicitate nella suddetta relazione, allegata;
VISTA l’allegata relazione nella quale la responsabile del procedimento certifica che la variante è
stata redatta nel rispetto delle norme legislative e regolamentari vigenti ed in piena coerenza con:
- il Piano Strutturale del Comune di Campi Bisenzio, adottato con deliberazione C.C. n. 65 del
14.04.2003 ed approvato definitivamente con deliberazione C.C. n°122 del 27.9.2004;
- gli strumenti di pianificazione sovracomunali (Piano di Indirizzo Territoriale della Regione
Toscana, Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Firenze, Piano Autorità di
Bacino del Fiume Arno) e gli ulteriori piani e programmi di settore vigenti, approvati dai soggetti
istituzionalmente competenti di cui all’art. 7 della legge regionale 3.1.2005 n°1;
che la presente variante, reiterando previsioni già contenute nel vigente
Regolamento Urbanistico non propone modifiche alle destinazioni urbanistiche o nuove azioni di
trasformazione, né incrementi di superfici e volumi, non altera le classi di fattibilità già
individuate dalle indagini geologico-tecniche di supporto al vigente Regolamento Urbanistico,
considerato che il progetto preliminare degli interventi nei quali sono compresi quelli previsti
dalla variante è già stato sottoposto a verifica di assoggettabilità a VIA e con Decreto Dirigenziale
della Provincia di Firenze n. 3968 del 16.12.2010, il progetto dell’opera viaria è stato escluso
dalle procedure di VIA, vista altresì la modifica alla legge regionale che ha cancellato la
valutazione integrata, ai sensi della legge regionale 10/2010 così come successivamente integrata
e modificata, la variante non è da assoggettare alle procedure di assoggettabilità a VAS come da
relazione del Responsabile del Procedimento allegata;
CONSIDERATO
che:
- con nota prot. 38067del 01.07.2014 ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 62 della L.R. 1/2005, e
con le modalità previste dal regolamento approvato con decreto del Presidente della Regione
Toscana n. 53/R del 25 ottobre 2011, è stato effettuato il deposito all’Ufficio del Genio Civile di
Firenze degli elaborati della variante, della scheda di deposito e della certificazione di corredo,
acquisito dal Genio Civile in data 03.07.2014 deposito n. 3166;
DATO ATTO
- come da certificazione di esenzione dall’effettuazione di nuove indagini geologiche a firma del
Responsabile del Procedimento, effettuata ai sensi degli art. 3, comma 4 e art. 5 comma 2 del
citato Regolamento 53/r, le indagini geologiche di riferimento per la variante in oggetto restano
quelle depositate all’Ufficio Regionale per la Tutela del Territorio in data 22.11.2004 n. di
deposito 1857;
il rapporto in data 27.06.2014 del Garante della Comunicazione dott. Bolognesi
Simone, incaricato con determinazione dirigenziale n. 28 del 5.6.2014;
ALLEGATO
VISTI
1.
1.2
1.3
1.4
1.4a
1.4b
1.5a
1.5b
1.6a
1.6b
1.7
gli elaborati della variante costituiti da:
relazione Illustrativa
individuazione area interessata su aerofotogrammetria
individuazione area interessata su fotogrammetria
individuazione area interessata su fogli catastali n. 5,6,9,10,10a
individuazione area interessata su fogli catastali n. 5,6,9,10,10a
individuazione area interessata su fogli catastali n. 5,6,9,10,10a
estratto RUC vigente
estratto RUC vigente
estratto RUC modificato
estratto RUC modificato
estratto RUC vigente: particolare della sovrapposizione del tracciato
scala 1:5000
scala 1:5000
scala 1:5000
scala 1:2000
scala 1:2000
scala 1:2000
scala 1:2000
scala 1:2000
scala 1:2000
scala 1:2000
DATO ATTO che
la a presente variante è adottata con le procedure di cui all’art. 17 comma 2 della
L.R.1/2005 e successive modifiche e integrazioni;
RITENUTO che sussistano le condizioni per approvare la sopra descritta variante al R.u.c. vigente,
come da relazione del Direttore del V settore “Pianificazione urbanistica, Responsabile del
Procedimento;
Ciò premesso, si sottopone all’approvazione del Consiglio comunale il seguente schema di atto
deliberativo:
IL CONSIGLIO COMUNALE
la relazione della Giunta Comunale agli atti della seduta, che forma parte integrante e
sostanziale del presente atto;
VISTA
RITENUTO
di recepire le argomentazioni di cui alla suddetta relazione;
la relazione a firma della Responsabile del Procedimento Arch. Nieri Letizia, Direttore
del V Settore Pianificazione del Territorio, datata 17/07/2014 allegata al presente provvedimento
per formarne parte integrante e sostanziale,
VISTA
le osservazioni presentate dai proprietari di alcune delle aree interessate dalla variante e
ritenuto RESPINGERE le stesse come da controdeduzioni a ciascuna di esse riferite espresse
nella sopra citata allegata relazione a firma della Responsabile del Procedimento, che sono fatte
proprie;
VISTE
gli elaborati della variante, a firma della Progettista Arch. Letizia Nieri, Direttore del V
Settore “Pianificazione dle Territorio”, approvati con il presente atto;
VISTI
il D.P.R. 8.6.2001 n°327 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in
materia di espropriazione per pubblica utilità”, e successive modifiche e integrazioni;
VISTO
VISTA la sentenza della Corte Costituzionale 179/99 e la sentenza del Consiglio di Stato n. 24 del
22.12.1999, riguardo all’indennizzabilità dei vincoli espropriativi decaduti;
VISTO
il D. lgs 18.8.2000 n°267, e successive modifiche e integrazioni;
VISTA la L.R. 3 gennaio 2005 n. 1 e successive modifiche e integrazioni, ed i Regolamenti
applicativi di essa approvati;
l’allegato parere favorevole di regolarità tecnica espresso dal Direttore del Settore
Pianificazione del Territorio ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267 sul presente
atto, come così come sostituito dall’art. 3 com. 2 let. b) D.L. 10/10/2012 n. 174;
VISTO
DELIBERA
1. di adottare, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 17 della L.R. 1/2005, la “Variante al
Regolamento urbanistico comunale finalizzata alla realizzazione del prolungamento di viale
Primaldo Paolieri: conferma dei vincoli espropriativi”, costituita dai seguenti elaborati conservati
in atti, che si approvano con il presente provvedimento:
1.
relazione Illustrativa
1.2
individuazione area interessata su aerofotogrammetria
scala 1:5000
1.3
individuazione area interessata su fotogrammetria
scala 1:5000
1.4
individuazione area interessata su fogli catastali n. 5,6,9,10,10a
scala 1:5000
1.4a individuazione area interessata su fogli catastali n. 5,6,9,10,10a
scala 1:2000
1.4b
individuazione area interessata su fogli catastali n. 5,6,9,10,10a
scala 1:2000
1.5a estratto RUC vigente
scala 1:2000
1.5b
estratto RUC vigente
scala 1:2000
1.6a estratto RUC modificato
scala 1:2000
1.6b
estratto RUC modificato
scala 1:2000
estratto RUC vigente: particolare della sovrapposizione del tracciato
scala 1:2000
1.7
2. di respingere, per le motivazioni riportate nell’allegata relazione datata 17/07/2014 a firma
della responsabile del Procedimento arch. Letizia Nieri, le seguenti osservazioni, conservate agli
atti del servizio urbanistica, presentate ai fini del procedimento espropriativo dai proprietari di
alcune delle aree interessate dalla variante:
osservazione n. 1 del 09.06.2014 prot. 33968 a firma della Sig.ra Tomberli Maria Luisa
osservazione n. 2 del 26.06.2014 prot. 37437 a firma dei Sig.ri Ciofi Zelmira e Ciofi Egidio
osservazione n. 3 del 27.06.2014 prot. 37627 a firma del geom. Baronti dell’Immobiliare Essebj s.r.l.;
3.
di stabilire che la variante di cui al precedente punto 2), comporta la reiterazione dei vincoli
preordinati all’esproprio di cui all’art. 9 del DPR 327 del 08.06.2001, decaduti ai sensi dell’art.
55, comma 5, della L. 1/2005;
stabilire che nell’ambito delle procedure espropriative verrà quantificato specifico indennizzo
da corrispondere ai proprietari interessati, al fine di ristorare le proprietà per il limitato
godimento dei beni per la riconferma dei vincoli espropriativi;
4. di
5.
- di dare atto che:
- la presente variante segue la procedura di cui all’art. 17 della legge regionale 3.1.2005 n°1, e
successive modifiche e integrazioni;
- la Relazione della Responsabile del procedimento datata 17/07/2014 e il Rapporto della
Garante della comunicazione datato 27.06.2014 sono allegati al presente atto onde formarne parte
integrante e sostanziale;
- la presente deliberazione è soggetta a pubblicazione in ottemperanza alle disposizioni dell’art.
39 del D.Lgs. 14.3.2013 n. 33 “riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità
trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”,
- per gli elaborati costituenti la variante di cui al punto 1), approvati con il presente atto, nonché
per la Relazione del Responsabile del procedimento e il Rapporto del Garante della
comunicazione, sono assicurati l’accesso e la disponibilità - con le modalità previste dalla vigente
normativa statale, regionale e comunale - a chiunque voglia prenderne visione, presso: Comune di
Campi Bisenzio - Ufficio Urbanistica, Piazza Dante 36, piano 2°;
6.
di incaricare il Servizio Urbanistica, ad avvenuta esecutività della presente deliberazione,
dell’espletamento degli adempimenti di cui al citato art. 17 della legge regionale 3.1.2005 n°1.
COMUNE DI CAMPI BISENZIO
PROVINCIA DI FIRENZE
Il Presidente del Consiglio pone in esame la proposta di deliberazione all’ordine del giorno avente
ad oggetto: “Variante al RUC finalizzata alla realizzazione del prolungamento di viale
Primaldo Paolieri: conferma dei vincoli espropriativi. Adozione ai sensi della L.R. 1/2005”, in
merito alla quale la II Commissione Consiliare Permanente“Assetto del Territorio” ha espresso
parere favorevole all'unanimità dei votanti.
Il presente verbale è redatto in forma sommaria secondo le disposizioni dell’art. 38 del vigente
“Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale”.
Il Presidente del Consiglio cede la parola all’Assessore Salvi per l'illustrazione del provvedimento.
Nella discussione che segue intervengono il Consigliere Gandola, il Consigliere Paolieri, il
Presidente del Consiglio per esporre chiarimenti in risposta al Consigliere Gandola, l’Assessore
Salvi, il Consigliere Gandola di nuovo.
Chiude il dibattito l’Assessore Salvi, esponendo ulteriori specifiche.
Per le dichiarazioni di voto prende la parola il Consigliere Gandola, capogruppo di “FORZA ITALIA”,
palesando di essere contrario all’atto in oggetto.
Preso atto che nessun altro Consigliere chiede la parola, il Presidente del Consiglio Comunale, in
forma palese e con l’assistenza degli scrutatori designati, pone in votazione la proposta di
deliberazione in esame, con il seguente risultato:
Consiglieri presenti n. 20
Consiglieri votanti n. 18
Voti favorevoli
n. 17 (Fossi, Ciriolo, Loiero, Martini, Calefato, Bargagli Stoffi, Colzi,
Nistri, Paolieri, Ballerini, Consigli, Landi, Ridolfi, Eboli,
Tagliaferri, Tesi, Bini)
Voti contrari
n. 2 (Gandola, Martinuzzi)
Consiglieri astenuti n. 1 (Rigacci)
Constatato l’esito della votazione, il Presidente lo proclama al Consiglio e dichiara la deliberazione
approvata a maggioranza dei votanti.
PER L’INTEGRITÀ DEGLI INTERVENTI SI RIMANDA ALLA REGISTRAZIONE EFFETTUATA SU SUPPORTO DIGITALE E DEPOSITATA
AGLI ATTI DEL COMUNE.
Comune di Campi Bisenzio
Provincia di Firenze
CC 129/ 2014
Letto, approvato e sottoscritto
Presidente Consiglio Comunale
PRESIEDE LA SEDUTA
f.to COLZI ALESSIO
Segretario Generale
VERBALIZZANTE LA SEDUTA
f.to DUPUIS MARIA BENEDETTA
Firma autografa apposta sull'originale, sostituita da indicazione a mezzo stampa, ai sensi del Decreto legislativo n. 39/1993 art. 3 comma 2.
Certificato di pubblicazione e di esecutività contenuto nell'originale.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
278 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content