close

Вход

Log in using OpenID

COMUVE DI TERGA

embedDownload
COMUVE DI TERGA
(Provincia di Siracusa)
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA
GIUNTA COMUNALE
N. 2 2
-
Registro Delibere
OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 10 contratti di lavoro di diritto privato a tempo
determinato e parziale stipulati ai sensi delle leggi regionali 21/2003 e 24/2000.
delmesedi
L'annoduemilaquattordici,ilgiorno i 12
e
seguenti,
nella
Casa
Comunale
e nella consueta sala
alle
ore
1k
'
00
itiVA Éo
delle adunanze, in seguito
ad invito di convocazione, si è riunita la Giunta Municipale con l'intervento dei Signori:
I
2
3
4
5
LA GIUNTA
Michelangelo
Giuseppe
Vincenzo
Francesco
Emanuele
Giansiracusa
Malignaggi
Cammarata
Ferla
Rossitto
SINDACO
VICE SINDACO
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
PRESENTI
71
-2t
ASSENTI
21
Presiede il Sindaco Dr. Michelangelo Giansiracusa
Partecipa il Segretario del Comune Dott.ssa Loredana Patti.
Il Presidente, constatato che il numero dei presenti è legale, dichiara aperta la seduta e invita i
convenuti a deliberare sull'argomento in oggetto specificato.
LA GIUNTA MUNICIPALE
Visto che, ai sensi dell'art. 53 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepito dalla L.R. n. 48/91,
sulla proposta di deliberazione in oggetto specificato hanno espresso:
Responsabile del servizio interessato, per la regolarità tecnica, parere favorevole;
-Il Responsabile di Ragioneria, per la regolarità contabile, parere favorevole;
OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 10 contratti di lavoro di diritto privato a tempo
determinato e parziale stipulati ai sensi delle leggi regionali 21/2003 e 24/2000.
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE
PREMESSO CHE con delibera della G.C. n. 72 del 29/12/2004 questo Comune ha proceduto alla
modifica del piano di fuoriuscita dal bacino degli LSU ai sensi dell'art. 25 della legge 29/12/2003 n.
21 e ha autorizzato il Sindaco a richiedere il finanziamento per n. 11 contratti di diritto privato;
CHE con deliberazione della G.C. n. 82 del 30/5/2005, preso atto del contributo relativo al
finanziamento delle misure di fuoriuscita dal bacino degli LSU mediante la stipula n. Il contratti di
diritto privato di cui al decreto del Direttore Generale dell'Assessorato Regionale al Lavoro n. 488
del 12/4/2005, è stata disposta la stabilizzazione di n. 11 lavoratori, selezionati secondo i criteri di
cui all'art. 2, comma 5, della legge regionale n. 24/2000, mediante la stipula di n. 11 contratti di
diritto privato a tempo parziale di durata quinquennale a far data dall' 1/6/2005;
CHE con deliberazione della G.C. n. 11 del 9/2/2010 è stata disposta la conferma e prosecuzione
dei contratti di cui sopra per un ulteriore quinquennio a far data dall'1/6/2010;
DATO ATTO che n. 1 dei contratti di lavoro di cui sopra a tempo determinato e parziale con
questo ente è cessato per mobilità volontaria a far data dall' 1/8/2010 giusta deliberazione della G.C.
n. 89 del 7/7/2010;
PRESO ATTO che con l'art. 4 del di. 31 agosto 2013 n. 101, convertito dalla legge 30 ottobre
2013 n. 125, è stata adottata una disciplina organica finalizzata a razionalizzare ed ottimizzare i
meccanismi assunzionali presso le pubbliche amministrazioni, rendendo eccezionali le assunzioni
mediante contratti a tempo determinato, ed è stata contestualmente adottata una disciplina
transitoria finalizzata a valorizzare l'esperienza professionale maturata dai lavoratori assunti con
contratti a tempo determinato, mediante previsione di procedure speciali di reclutamento dei
suddetti lavoratori;
CHE coerentemente con la normativa nazionale sopra richiamata con l'art. 30 della legge di
stabilità regionale — 1.r. 28 gennaio 2014 n. 5 — sono state dettate nuove disposizioni in materia di
personale precario;
RILEVATO che in base alle disposizioni di cui all'art. 4, comma 9 bis, del d.l. 101/2013, conv.
nella legge 125/2013, e dell'art. 30, commi 1,2 e 3, della Lr. 5/2014 i contratti di lavoro subordinato
a tempo determinato instaurati dai lavoratori di cui all'art. 2, comma 1, del l.lgs. 81/2000 e di cui
all'art. 3, comma 1, del d.lgs. 280/1997, come recepiti dall'articolo 4 della legge regionale 24/2000,
possono essere prorogati sino al 31 dicembre 2016 con decorrenza dall'I gennaio 2014 al fine di
favorire l'assunzione a tempo indeterminato dei suddetti lavoratori attraverso la previsione di
speciali procedure di reclutamento;
VISTO il comunicato dell'Assessorato Regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del
Lavoro assunto al protocollo dell'Ente n. 588 del 17/1/2014;
VISTA la direttiva del 3/2/2014 prot. 5500 dell'Assessorato Regionale della Famiglia, delle
Politiche sociali e del Lavoro — Dipartimento Regionale del Lavoro, dell'Impiego,
dell'Orientamento, dei Servizi e delle Attività formative;
DATO ATTO che ai fini di cui sopra occorre procedere ad un accurato lavoro istruttorio da parte
del competente ufficio al fine di verificare l'effettiva capacità assunzionale dell'ente in relazione e
nel pieno rispetto di tutti i vincoli legislativi di finanza pubblica e in vista della programmazione
triennale dei fabbisogni di personale;
VISTO, in particolare, il comma 9 —bis, secondo periodo, dell'art. 4 del d.l. 101/2013 convertito
nella legge 125/2013, come introdotto dal comma 213 dell'art. I della legge 27 dicembre 2013 n.
147 (cd. legge di stabilità 2014) secondo cui " al solo fine di consentire la proroga dei rapporti di
lavoro a tempo determinato fino al 31 dicembre 2014, non si applica la sanzione di cui alla lettera
d) del comma 26 dell'articolo 31 della legge 12 novembre 2011, n. 183, e successive
modificazioni. Per l'anno 2014, permanendo il fabbisogno organizzativo e le comprovate
esigenze istituzionali volte ad assicurare i servizi gia' erogati, la proroga dei rapporti di lavoro
a tempo determinato, fermo quanto previsto nei periodi precedenti, puo' essere disposta in
deroga ai termini e vincoli di cui al comma 9 del presente articolo".
VISTO altresì il comma 4 dell'art. 30 della l.r. 28 gennaio 2014 n. 5 (cd. legge di stabilità
regionale) che parimenti recita "in deroga ai termini e ai vincoli della legge 125/2013, e nel
rispetto di quanto previsto dal comma 9bis e ss.mm.ii. del citato art. 4, la proroga dei rapporti di
lavoro a tempo determinato può essere disposta con decorrenza dall'I gennaio 2014 e fino al 31
gennaio 2014, permanendo il fabbisogno organizzativo e le comprovate esigenze istituzionali volte
ad assicurare i servizi già erogati";
CONSIDERATO pertanto che per l'anno 2014 è consentita, nelle Regioni a Statuto speciale, la
proroga di tutti i contratti a tempo determinato in essere, anche a prescindere dall'aver concluso la
verifica istruttoria della sussistenza delle condizioni normative, finanziarie e organizzative per
l'avvio — a seguito dell'approvazione dell'atto di programmazione triennale di fabbisogno di
personale — delle procedure di reclutamento speciale di cui al comma 6 dell'art. 4 del di. 101/2013
e all'art. 30 della I.r. 5/2014;
CHE la prosecuzione dei contratti in questione è autorizzata da apposita norma della legislazione
statale, come sopra richiamata, nel pieno rispetto della competenza legislativa esclusiva dello Stato,
ai sensi dell'art. 117 Cost., in materia di disciplina dei rapporti di lavoro a tempo determinato (su
cui Corte cost. sent. 212/2012 e 277/2013);
VERIFICATO che tutti i soggetti titolari dei 10 contratti di diritto privato a tempo determinato e
parziale stipulati ai sensi dell' art. 25 della I.r. 21 del 29 dicembre 2003 e dell'art. 2, comma 1,
della l.r. n. 24 del 26 novembre 2000 sono in atto utilizzati nell'espletamento di funzioni e servizi
fondamentali di questa amministrazione e che pertanto permane il fabbisogno organizzativo e le
esigenze istituzionali volte ad assicurare con continuità il mantenimento dei servizi già erogati;
RITENUTO pertanto dispone la perdurante efficacia e prosecuzione a far data dall'I gennaio 2014
e sino al 31 dicembre 2014 dei 10 contratti di lavoro a tempo determinato e parziale stipulati ai
sensi della leggi regionali sopra richiamate con i soggetti di cui all'elenco allegato alla presente
deliberazione per costituirne parte integrante e sostanziale;
DATO ATTO che l'eventuale prosecuzione dei superiori rapporti contrattuali oltre la data del
31/12/2014 potrà essere autorizzata previa deliberazione espressa di questo organo alle condizioni
e verificato il rispetto dei limiti e dei presupposti di cui ai commi 9 e 9bis dell'art. 4 del d.l.
101/2013, convertito con modificazioni dalla legge 125/2013, e dell'art. 30 della I.r. 5/2014
coerentemente con la programmazione triennale del fabbisogno di personale;
PRESO ATTO che l'art. 30, comma 6, della li. 5/2014 ha abrogato a decorrere dall' l gennaio
2014 le norme recanti misure in favore dei lavoratori appartenenti al regime transitorio dei
lavoratori socialmente utili;
CHE al successivo comma 7 è stabilito che "Per compensare gli squilibri finanziari delle
autonomie locali derivanti dall'applicazione delle disposizioni di cui al comma 6, è istituito, presso
il Dipartimento regionale delle autonomie locali, un Fondo straordinario per la salvaguardia degli
equilibri di bilancio da ripartire con decreto dell'Assessore regionale per le autonomie locali e la
funzione pubblica, di concerto con l'Assessore regionale per la famiglia, le politiche sociali e il
lavoro, previa intesa in sede di Conferenza Regione-Autonomie locali, tenendo anche conto, fermo
restando la dotazione complessiva delle risorse, del contributo già concesso per ogni singolo
lavoratore alla data del 31 dicembre 2013";
CHE , pertanto, con riguardo al finanziamento dei contratti in questione da parte della Regione
Siciliana è possibile prevedere un onere pari a quello sostenuto per l'anno 2013 allo stato attuale
non quantificabile in termini certi e assoluti in assenza di ulteriori indicazioni e istruzioni da parte
del competente Assessorato Regionale;
CONSIDERATO che ai sensi dell'abrogato art. 2 della I.r. 24/2000, come richiamato dall'art. 25
della I.r. 21/2003, era previsto un contributo a carico della Regione Siciliana "pari a 60 milioni di
lire ripartito in cinque annualità in quote di pari importo per ogni lavoratore a cui trova
applicazione il decreto legislativo 28 febbraio 2000 n. 81, così come recepito dalla presente legge
CHE allo stato attuale l'onere conseguente a carico del bilancio comunale, in misura pari a quello
sostenuto nell'anno 2013, trova copertura nel corrispondente stanziamento del bilancio pluriennale
2013/2015, esercizio 2014;
RITENUTO tuttavia, riservarsi, mediante l'adozione di ulteriore atto deliberativo, successivamente
alla diramazione da parte del competente Assessorato Regionale delle necessarie indicazioni e
istruzioni per la richiesta di contributo la quantificazione e assunzione del corrispondente onere a
carico del bilancio comunale;
VISTO il d. lgs. 267/2000 e ss.mmii.;
VISTO il vigente O.R.EE.LL.,
VISTO lo Statuto comunale;
ACQUISITI i pareri dei responsabili dei servizi resi ai sensi degli art. 53 e 55 della legge 142/90,
come recepita dalla I. r. n.48/91, arti, comma 1, letti, I.r. 48/91, come integrato dall'art.12,
30/2000 e dell'art. 147 bis del d.lgs. 267/20000 e ss.mm.ii.;
-CON voti unanimi favorevoli palesemente espressi;
PROPONE
Per i fatti e le motivazioni espresse in narrativa che qui si intendono integralmente riportati
•
•
•
•
•
Di autorizzare, ai sensi dell'art. 4 comma 9 bis del d.l. 101/2013, convertito con
modificazioni dalla legge 125/2013 e ss.mm.ii. e dell'art. 30, comma 4, della 1.r. 5/2014, la
perdurante efficacia e prosecuzione a far data dall'I gennaio 2014 e sino al 31 dicembre
2014 dei 10 contratti di lavoro a tempo determinato e parziale stipulati ai sensi dell' art. 25
della I.r. 21 del 29 dicembre 2003 e dell'art. 2, comma l, della 1.r. n. 24 del 26 novembre
2000 con i soggetti di cui all'elenco allegato alla presente deliberazione per costituirne parte
integrante e sostanziale;
Di dare atto che l'onere conseguente a carico del bilancio comunale, in misura pari a quello
sostenuto nell'anno 2013, trova copertura nel corrispondente stanziamento del bilancio
pluriennale 2013/2015, esercizio 2014;
Di dare atto che l'eventuale prosecuzione dei superiori rapporti contrattuali oltre la data del
31/12/2014 potrà essere autorizzata previa deliberazione espressa di questo organo alle
condizioni e verificato il rispetto dei limiti e dei presupposti di cui ai commi 9 e 9bis
dell'art. 4 del d.l. 101/2013, convertito con modificazioni dalla legge 125/2013, e dell'art.
30 della Lr. 5/2014 coerentemente con la programmazione triennale del fabbisogno di
personale;
Di riservarsi a seguito della pubblicazione delle superiori istruzioni e direttive da parte del
competente Assessorato Regionale ogni eventuale modifica, revoca e/o integrazione del
presente atto deliberativo;
Di dichiarare, con separata unanime votazione, la presente deliberazione immediatamente
eseguibile ai sensi dell'art. 12, comma 2, della 1.r. 44/1991 stante l'urgenza di provvedere;
Il Responsabile del Settore Finanziario
,T,0 Dott. S. Sarpi
A
ELENCO LAVORATORI PROVENIENTI DAL BACINO DEI LAVORI SOCIALMENTE UTILI CONTRATTUALIZZATI CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A T.D.
n.
COGNOME
CASTELLINO
2
f
PISASALE
3
FAILLA
4
I-SIGARO
SCONZA
„ ALLIECO
7
GALIOTO
8
BELLO FIORE
9
GAROFALO
)
DI PIETRO
NOME
SALVATORE
FRANCESCO
CARMELA
SEBASTIANA
ROSALIA
GIOVANNA
MARIA
SALVATORE
ANTONINO
ANTONINO
DATA INIZIALE
CONTRATTO
FONTE NORMATIVA DI CONTRATTUALIZZAZIONE
01/062005
01/06/2005
01/06/2005
01/06/20 5
01/06/20 5
01/06/20 5
01/06/20 5
01/06/2005
01/06/2005
01/06/2005
ART. 2 L.R. 24/00
ART. 2 L.R. 24/00
ART. 2 L.R. 24/00
AR I.2 L.R. 24/00
AR I.2 L.R. 24/00
AR i 2 L.R. 24/00
ARI. 2 L.R. 24/00
AR I. 2 L.R. 24/00
ART. 2 L.R. 24/00
ART. 2 L.R. 24/00
ORE LAVORATIVE
"L.R. 21/03
L.R. 21/03(
L.R. 21/03
frL.R. 21/03
L N. 21/03
L.R. 21/03
L.R. 21/03
L.R. 21/03 1
:L.R. 21/03
'L.R. 21/03
20
20
20
20
20
18
18
18
18
18
CAT.
Al
Al
Al
Al
AI
Cl
C
Cl
C1
B1
ang`09VE DI TERGA
eINPVINCIJI DISIVI CVSJI
SETTORE FINANZIARIO
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
Oggetto: Parere del Responsabile del Settore in ordine alla regolarità tecnica
(art. 53, legge 142/1990 come recepito dalla 1.r. 48/1991 e ss.mm.ii. e art. 147 bis, comma I, d.lgs. 267/2000 come recepito
dall'art. 6 del Regolamento del Sistema dei controlli interni approvato con deliberazione del Cr. n. 2/2013)
I
Si esprime parere FAVOREVOLE di regolarità tecnica attestante la correttezza e regolarità dell'azione
amministrativa.
o
Si esprime parere NON FAVOREVOLE per la motivazione di cui alla nota
prot. del che si allega.
Feria, 0
3/03 Re
IL RESPONSABI E SETTORE FINANZIARIO
io SA-kfst
Parere del Responsabile del Settore Finanziario in ordine alla regolarità contabile
(art. 53, legge 142/1990 come recepito dalla 1.r. 48/1991 e ss.mm.ii. e art. 147 bis, comma I, d.lgs. 267/2000)
Si esprime parere FAVOREVOLE di regolarità contabile.
o
Si esprime
prot.
o
parere NON FAVOREVOLE per la motivazione di cui alla nota
del che si allega.
Non dovuto in quanto l'atto non comporta impegno di spesa o diminuzione di entrata né riflessi diretti o
indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell'Ente.
Feria n5/ 0 ?!
?4/4
IL RESPONSAB E SEI ORE FINANZIARIO
-lo
P/
5 A- C
Via granirci 13, 96010 —Terra
Telya.y0931/870136
Web: unov.comunafer&srit - Emair [email protected]
C0111VJVE DI PERLA
ever/rarait QJI ~COSA
Parere del Responsabile del Settore Finanziario in ordine alla regolarità contabile
(art. 53, legge 142/1990 come recepito dalla I.r. 48/1991 e ss.mmii. e art. 147 bis, comma 1, d.lgs. 267/2000)
Atti produttivi di effetti diretti sulla situazione economico - patrimoniale
o
Si esprime parere FAVOREVOLE di regolarità contabile con attestazione della copertura finanziaria.
-Si attesta l'avvenuta registrazione del seguente impegno di spesa:
Descrizione
Importo
Capitolo
Azione
Pre-imp. Imp.
-Si attesta l'avvenuta registrazione della seguente diminuzione di entrata:
Descrizione
Importo
Capitolo
Azione
Pre-acc
Acc.
-Si attesta, altresì, ai sensi dell'art. 9 del di. 78/2009, convertito nella I. 102/2009, il preven ivo
accertamento della compatibilità del programma dei pagamenti conseguente al presente atto con le
regole di finanza pubblica.
o
Si esprime parere NON FAVOREVOLE di regolarità contabile e non si appone l'attestazione della
copertura finanziaria, per la motivazione di cui alla nota prot. del che si
allega.
Ferla
IL RESPONSABILE SETTORE FINANZIARIO
ALLEGATO UNICO ALLA DELIBERAZIONE DELLA G.C. n.
Vistot Assessore
delegato
Io
2
•tli
e
??
del 03/ 0 37?0(Y
Seexetario Comunale
Te L.
Via granati 13, 96010 —Terra
Teefa . 0931/870136
(Web: www.comunefedisr.it - Emad [email protected]
LA GIUNTA MUNICIPALE
- VISTA la su estesa proposta di deliberazione relativa all'argomento indicato in oggetto, facente
parte integrante e sostanziale del presente atto;
- VISTE le attestazioni ed i pareri resi ai sensi degli art. 53 e 55 della legge 142/90, come recepita
dalla L.R. n. 48/91, art. 1, comma 1, letti. L.R. 48/91, come integrato dall'art. 12, L.R.30/2000;
- RITENUTA la necessità di provvedere in merito e fatte proprie le osservazioni e le
argomentazioni addotte in ordine al provvedimento proposto;
-VISTO lo Statuto Comunale;
-VISTO il D.lgs n. 267/2000 ss.mm .ii.;
- VISTO l'OREL e relativo Regolamento di esecuzione;
-VISTO il Dlgs 165/2001;
-RITENUTA la necessità di provvedere in merito e fatte proprie le osservazioni e le
argomentazioni addotte al provvedimento proposto;
. CON voti unanimi favorevoli palesemente espressi
DELIBERA
Per i motivi espressi in premessa che qui si intendono integralmente riportati.
1) DI APPROVARE integralmente la proposta di deliberazione avanti riportata,
relativa all'argomento indicato in oggetto.
2) DI DICHIARARE la presente deliberazione, immediatamente eseguibile ai
sensi del secondo comma dell'art. 12 della L.R. 44/91 e ss.mm.ii.
CO
P ROV
si attesi; tsho A pà i n unt2 zno
9. 4
CO21(
FERLA
^, web Istituzi nal
alie .3
f'r;:
Dalla residenza Municipale IL MESSO NOWICATORE
IL SEGRETARIO COMUNALE
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
303 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа