close

Enter

Log in using OpenID

Bando Asta Pubblica application | PDF

embedDownload
Bando di asta pubblica per la vendita di immobili
****
ULSS n. 1 di Belluno
RENDE NOTO
che il giorno 20 novembre 2014, alle ore 10,30, presso la sede legale dell’Azienda
ULSS n. 1 di Belluno Via Feltre n. 57 - sala riunioni al V° piano, avrà luogo l’asta pubblica
per la vendita dell’ immobile di proprietà dell’ULSS,
sito in Via Agarole n. 35 - Pieve di Cadore loc. Tai di Cadore
denominato “ex policonsultorio”.
Articolo 1 - Normativa di riferimento
Per quanto non espressamente previsto e non in contrasto con il presente bando di gara si
applicano le norme del Regio Decreto 23 maggio 1924, n. 827 «Regolamento per
l’Amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato», e in particolare
dell’art. 73 lett. c), dell’art. 76 e dell’art. 77 per l’espletamento dell’asta con offerte segrete,
nonché l’art 55 della L.R. 18/1980.
Articolo 2 - Descrizione dell’immobile
L’immobile è accatastato al Catasto fabbricati del Comune di Pieve di Cadore
Foglio
Particella Sub
Categoria Classe
Consistenza Rendita
(€)
3
26
179
1
B/1
U
3246 m
4.191,04
ex MU
1575
B/1
U
3246 m3
4.191,04
e risulta anche censito al NCT – Nuovo Catasto Terreni del Comune di Pieve di Cadore,
partita catastale 1 “enti urbani e promiscui”
Foglio
26
Particella
179
Qualità
Ente urbano
Superficie
1017 m2
Destinazione urbanistica:
Nel vigente strumento urbanistico l’intero compendio ricade in “zona SP – destinata ad
attrezzature di interesse pubblico”
Attestazione di prestazione energetica
Edificio di classe G
Articolo 3 - Base d’asta
Prezzo a base d’asta: €. 1.000.000,00 (un milione) a corpo.
L’immobile sopra descritto è venduto a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto
e con le destinazioni in cui si trova, con i relativi pesi e oneri, accessioni e pertinenze,
diritti, servitù attive e passive, apparenti e non apparenti, continue e discontinue, anche se
non indicati nella perizia descrittiva. Lo stato dell’immobile sarà quello risultante alla data
di consegna dello stesso, senza che possano essere fatte eccezioni o riserve.
L’Azienda ULSS n. 1 garantisce la piena proprietà, la legittima provenienza, nonché la
libertà da privilegi, ipoteche e trascrizioni pregiudizievoli.
Non vi sarà luogo ad aumento o diminuzione di prezzo, per qualunque materiale errore
nella descrizione del bene posto in vendita o nella determinazione del prezzo d’asta,
nell’indicazione della superficie, dei confini, dei numeri di mappa e coerenze, sebbene
eccedente la tolleranza stabilita dalla legge, dovendosi intendere come espressamente
dichiarato dal concorrente di ben conoscere il bene nel suo valore e in tutte le sue parti.
L’Azienda ULSS n. 1 si riserva la facoltà di non dare luogo alla gara o di prorogarne la
data, senza che i concorrenti possano pretendere nulla al riguardo.
Articolo 4 - Soggetti ammessi all’asta
Possono partecipare all'asta tutti i soggetti (persone fisiche e giuridiche) interessati.
I partecipanti all’asta per conto di soggetti terzi, devono presentarsi muniti di regolare atto
di procura speciale notarile. In tal caso le offerte, l’aggiudicazione ed il contratto si
intendono fatti a nome e per conto della persona mandante, rappresentata dal
mandatario.
La partecipazione di più persone fisiche che vogliano presentare offerta congiunta è
ammessa esclusivamente pro-indiviso, mediante sottoscrizione dell’offerta da parte di una
sola persona munita di procura speciale notarile.
Non può partecipare:
1. chi abbia riportato condanne per delitti che comportino la pena accessoria della
incapacità di contrarre con la Pubblica Amministrazione (art. 32 quater del codice
penale);
2. chi sia sottoposto a misure di prevenzione e antimafia;
3. chi si trovi nelle condizioni di cui all'art. 68 del R.D. n. 827/1924 (esclusione dalla
partecipazione per negligenza o malafede in precedenti procedure di
aggiudicazione o rapporti contrattuali).
4. chi si trovi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, né
è in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
5. colui nei cui confronti non sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in
giudicato, né emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, né di
applicazione della pena su richiesta, (ai sensi dell’articolo 444 del codice di
procedura penale), per reati gravi in danno dello Stato o della U.E., che incidono
sulla propria moralità professionale; né sia stata pronunciata condanna con
sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a
un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti
comunitari citati all’art. 45, par. 1 Direttiva C.E. 2004/18 e che non sono state
emesse sentenze di condanna nei propri confronti per le quali abbia beneficiato
della non menzione;
6. chi sia interdetto, inabilitato o nei confronti del quale siano in corso procedure di
interdizione, di inabilitazione
7. chi abbia liti pendenti, in sede giudiziale, nei confronti dell’ULSS n. 1 di Belluno
8. le società e ditte individuali il cui legale rappresentante, socio accomandatario e
accomandante, amministratore con poteri di rappresentanza o intestatario di ditta
individuale, sia contemporaneamente presente in altra delle società o ditte
partecipanti o partecipi all’asta quale persona fisica.
Articolo 5 - Criterio di aggiudicazione
L’asta pubblica di cui trattasi sarà tenuta con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi
con il prezzo base indicato nell’avviso d’asta, di cui all’art. 73, lettera c) del R.D. n.
827/1924 e s.m.i..
L’aggiudicazione verrà fatta all’offerta più vantaggiosa il cui prezzo sia migliore o
almeno pari a quello fissato nel presente avviso.
Non saranno ammesse offerte parziali, indeterminate o condizionate.
E’ ammessa l’offerta congiunta da parte di più soggetti che sono comunque solidalmente
obbligati nei confronti dell’Azienda. In tal caso la documentazione richiesta per la
partecipazione all’asta dovrà essere riferita a ciascuno degli offerenti e la cauzione dovrà
essere unica ed intestata a tutti i soggetti. In caso di aggiudicazione, qualora non indicato
diversamente dagli stessi prima della stipulazione dell’atto notarile, l’alienazione avverrà in
modo indiviso nei confronti degli offerenti;
Sono ammesse offerte per procura, che dovrà essere autenticata e speciale. L’offerta,
l’aggiudicazione e il contratto si intenderanno, in questo caso, fatte dalla persona
mandante, rappresentata dal mandatario;
Non sono ammesse offerte per persona da nominare.
L’aggiudicatario, al momento stesso dell’aggiudicazione, rimane vincolato alla scrupolosa
osservanza dei termini e delle condizioni di cui al presente avviso d’asta; in particolare, nel
caso in cui l’aggiudicatario dichiari di voler recedere anche per fondati motivi dall’acquisto
o non si presenti per la stipula del contratto, ovvero venga accertata l’assenza dei requisiti
di partecipazione richiesti dal bando, l’Azienda incasserà il deposito a titolo di penale,
salvo il risarcimento dei maggiori danni che dovessero derivare dalla verificata
inadempienza. In tale caso, l’Azienda avrà la facoltà di aggiudicare l’asta al migliore
offerente che segue in graduatoria.
L’Azienda ULSS n. 1 sarà vincolata solo dopo la stipula del contratto di compravendita e
pertanto l’Azienda potrà, fino a quel momento, recedere dalle operazioni di vendita, con
comunicazione all’aggiudicatario a mezzo raccomandata e restituzione, entro 30 giorni
dalla comunicazione, del deposito cauzionale senza interessi ed escluso ogni altro
risarcimento o indennizzo.
Articolo 6 - Deposito cauzionale
Per essere ammessi all’asta pubblica gli interessati devono costituire, prima della
presentazione dell’offerta, un deposito a titolo cauzionale, pari al 10% (diecipercento)
dell’importo a base d’asta.
Tale cauzione potrà essere costituita:

mediante bonifico bancario presso la Tesoreria dell’Azienda ULSS n,. 1
UNICREDIT Banca spa
filiale di Belluno codice IBAN IT75Z0200811910
000004888725 intestato a ULSS n. 1 Belluno - depositi cauzionali;

mediante assegno circolare non trasferibile intestato all’Azienda ULSS n. 1 di
Belluno Via Feltre 57 32100 BELLUNO;

tramite fideiussione bancaria o assicurativa. La fideiussione dovrà contenere
espressa dichiarazione con la quale il fideiussore si impegna ad effettuare il
versamento, a semplice richiesta da parte dell’Azienda ULSS n. 1, entro 10 giorni
dalla stessa, con espressa rinuncia a qualsiasi eccezione e al beneficio della
preventiva escussione del debitore principale. La cauzione sarà sollecitamente
svincolata, senza corresponsione di interessi, per i concorrenti non aggiudicatari.
Il deposito cauzionale verrà trattenuto all’aggiudicatario quale acconto sul prezzo.
Articolo 7 - Svolgimento e aggiudicazione dell’asta
Le operazioni di gara saranno eseguite da Commissione di gara allo scopo costituita.
Si procederà all’aggiudicazione anche in caso di presentazione di una sola offerta
valida.
Le offerte non potranno essere ritirate dopo che sia stata dichiarata aperta la seduta.
Nel giorno e nell’ora sopra indicati si svolgerà l’asta come di seguito:


Dichiarazione di apertura della seduta
Verifica dei plichi e apertura delle buste “A” per verifica della regolarità della
documentazione presentata dagli offerenti
 Ammissione/esclusione all’asta degli offerenti
 Apertura delle buste “B” per l’aggiudicazione provvisoria.
L’asta sarà dichiarata deserta nel caso in cui non venga presentata alcuna offerta valida.
Nel caso in cui due o più concorrenti, presenti all’asta, facciano la stessa offerta, si
procede nella medesima adunanza ad una licitazione fra essi soli, a partiti segreti o ad
estinzione della candela vergine, a discrezione della Commissione. Colui che risulta
migliore offerente è dichiarato aggiudicatario.
Ove nessuno di coloro che hanno fatto offerte uguali sia presente, o i presenti non
vogliano migliorare l’offerta la sorte decide chi debba essere l’aggiudicatario.
L’aggiudicazione provvisoria ad unico incanto verrà effettuata a favore dell’offerente che
avrà offerto il prezzo più elevato.
L’aggiudicazione ha valore provvisorio, essendo la stipula dell’atto di alienazione
subordinata al provvedimento di aggiudicazione definitiva da parte dell’Azienda, previa
verifica dei requisiti di partecipazione da comprovare a cura dell’aggiudicatario.
L’aggiudicazione viene effettuata a mezzo di verbale di gara che non ha valore di
contratto.
Articolo 8 - Termini e modalità per la presentazione della domanda di partecipazione
all’asta
Per partecipare all’asta, l’offerente dovrà far pervenire inderogabilmente entro le
ore 12,00 del giorno 18 novembre 2014, il plico sigillato e firmato sui lembi di chiusura al
seguente indirizzo: “Azienda ULSS n. 1 - Ufficio Protocollo - Via Feltre n. 57 - 32100
BELLUNO”.
All’esterno del plico, oltre all’indirizzo del mittente, dovrà essere riportata la dicitura
“Offerta per asta pubblica per l’acquisto dell’immobile in Via Agarole n. 35 a Pieve di
Cadore”.
Il plico sigillato dovrà essere inviato preferibilmente per mezzo del servizio postale
raccomandato di Stato.
La sua consegna potrà comunque essere effettuata anche a mezzo corriere oppure a
mano, direttamente all’Ufficio Protocollo dell’Azienda ULSS, che rilascerà, a richiesta,
regolare ricevuta.
Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, non
dovesse giungere a destinazione in tempo utile.
Le offerte pervenute oltre il termine sopra indicato non saranno ammesse alla gara.
Il plico dovrà contenere:
BUSTA A - “Documentazione Amministrativa”:
1. domanda di partecipazione all’asta, dichiarazione e documentazione a corredo,
secondo quanto indicato nel modello – Allegato 1 per le persone fisiche oppure
Allegato 2 per le persone giuridiche.
L’Azienda si riserva di effettuare controlli e verifiche sulla veridicità delle autocertificazioni
prodotte dall'offerente anche successivamente all'aggiudicazione.
Resta inteso che la falsità delle autocertificazioni comporterà la decadenza
dall'aggiudicazione, salve comunque le responsabilità penali.
L'Azienda, in tal caso, avrà diritto ad incamerare l'intero deposito cauzionale prestato,
salvo comunque il diritto al maggior danno.
2. Titolo della cauzione in uno dei modi previsti dall’art. 6.
La mancata presentazione della documentazione (ricevuta attestante l’avvenuto bonifico
sul conto corrente Azienda ULSS n. 1 indicato nell’avviso di asta, assegno circolare,
polizza fidejussoria o assicurativa) comprovante la costituzione della cauzione comporterà
l’esclusione dall’asta.
3. Procura, rilasciata per atto pubblico o scrittura privata autenticata (in originale o copia
autentica) nel caso di partecipazione all’asta quale mandatario.
BUSTA B -“Offerta economica”: busta chiusa e sigillata sui lembi, contenente
l’offerta economica in bollo per l’aggiudicazione utilizzando il modello - Allegato 3
per le persone fisiche oppure Allegato 4 per le persone giuridiche.
Articolo 9 - Pagamento del prezzo e stipula dell’atto di compravendita
L’atto di compravendita dovrà essere stipulato mediante atto pubblico rogato da notaio,
scelto ed incaricato dall’aggiudicatario, entro e non oltre trenta giorni dalla comunicazione
dell’Azienda della conclusione delle procedure relative alla prelazione.
Il prezzo di acquisto dovrà essere interamente versato o mediante bonifico bancario
almeno due giorni lavorativi prima della data fissata per il rogito notarile, oppure mediante
assegno circolare non trasferibile da consegnarsi all’atto del rogito.
In ogni caso, tutte le spese ed oneri fiscali correlati al rogito, alla registrazione,
volturazione catastale e trascrizione dell’atto, nonché per eventuali frazionamenti,
aggiornamenti catastali, atti di sanatoria edilizia, prestazioni tecniche e quant’altro dovesse
occorrere per la stipulazione dell’atto, saranno a carico dell’acquirente.
Dalla data dell’atto pubblico di compravendita decorreranno l’immissione nel possesso e
gli effetti attivi e passivi, intendendosi sin d’ora che le imposte e tasse di qualsiasi genere,
riferite direttamente o indirettamente agli immobili alienati, saranno da quella data a carico
dell’acquirente.
Qualora le somme dovute non dovessero essere versate entro il termine fissato o in ogni
altro caso di mancata stipulazione del contratto di compravendita entro il termine per
causa imputabile all’acquirente, ciò verrà considerata rinuncia implicita dell’aggiudicatario
ed il deposito costituito sarà incamerato dall’Azienda ULSS n. 1, fatto salvo il risarcimento
dell’eventuale maggior danno.
In caso di mancata stipulazione del contratto l’Azienda ULSS n. 1 si riserva la facoltà di
procedere ad una aggiudicazione successiva sulla base delle risultanze dell’asta.
Articolo 10 - Consultazione della documentazione e informazione
I documenti necessari per produrre l’offerta sono consultabili e possono essere ritirati
presso il Servizio Affari Generali e Legali dell’Azienda ULSS n. 1 in Via Feltre 57, previo
appuntamento, oppure scaricati dal sito internet: www.ulss.belluno.it/bandiegare/servizio
affari generali e legali.
Informazioni possono essere richieste telefonicamente al Servizio Affari Generali e Legali:
tel. 0437 516712 o al Servizio Tecnico dell’Ospedale di Pieve di Cadore tel. 0435 341386
o 0435 341385.
Gli interessati possono visitare l’ immobile previo appuntamento da fissare con il Servizio
Tecnico sopra indicato.
I sopralluoghi verranno garantiti fino a 4 giorni dalla scadenza per la presentazione delle
domande.
L’esito della gara sarà pubblicato sul sito dell’Azienda.
Articolo 11 - Responsabile del procedimento
Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Antonella Fabbri, Dirigente del Servizio Affari
Generali e Legali dell’Azienda ULSS n. 1 - e-mail: [email protected]
Articolo 12 - Riservatezza dei dati
Ai sensi e per gli effetti dell’articolo 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 s.m.i.
“Codice in materia di protezione dei dati personali” si informa che:
- la richiesta di dati è finalizzata all’espletamento della procedura in oggetto;
- il conferimento dei dati ha natura obbligatoria;
- la conseguenza dell’eventuale rifiuto di ottemperare a quanto sopra consiste
nell’esclusione dalla partecipazione alla presente procedura d’asta;
- i soggetti o le categorie di soggetti cui possono essere comunicati i dati sono:
1) il personale dell’Azienda coinvolto nel procedimento;
2) gli eventuali partecipanti alla procedura di gara;
3) ogni altro soggetto interessato ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241;
- titolare del trattamento è l’Azienda Sanitaria, legalmente rappresentata dal Direttore
Generale.
- Responsabile è il Dirigente del settore interessato.
Belluno 27 ottobre 2014
IL DIRETTORE GENERALE
dott. Pietro Paolo Faronato
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
132 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content