close

Enter

Log in using OpenID

CS n.3 LaVis_Gruppo La Vis a Vinitaly_2014-04-04

embedDownload
Comunicato Stampa n° 3 del 09 aprile 2014
‘DIGITAL CONTEST’ E ‘LA-VIS TALKS’: IL GRUPPO LA-VIS A
VINITALY E’ SOCIAL NETWORK E MEDIA.
SPAZIO, NEL PROGRAMMA, ALLA DEGUSTAZIONE DELLE
NOVITA’ TRENTINE, ALTOATESINE E TOSCANE.
Ancora una volta Vinitaly! Ancora una volta l’occasione per il vino di essere protagonista assoluto.
Chi frequenta queste kermesse internazionali conosce anche come le aziende si sforzino ogni
anno di apparire al meglio per presentare in modo consono la propria produzione. Il Gruppo La-Vis
animerà intensamente i 4 giorni di Fiera con iniziative originali e coinvolgenti che si alterneranno ai
necessari momenti di business che contraddistinguono ogni appuntamento fieristico che si rispetti.
Largo spazio quindi alle novità da presentare, di cui per brevità diamo un’indicazione non
esaustiva. I nuovi vini biologici (il Teroldego ‘Pergole Alte’, il Manzoni Bianco ‘Pian di Castello’,
il Nosiola ‘Sette Fontane’) avranno ampio spazio per una degustazione in anteprima allo stand La
Vis nel pomeriggio di domenica ma anche per l’intero corso della manifestazione nello speciale
padiglione Vinitaly Bio quest’anno allestito per la prima volta dall’organizzazione dell’Ente Fiera,
mentre i nuovi spumanti Metodo Classico dell’azienda altoatesina Dürer-Weg saranno invece
presentati lunedì mattina allo stand aziendale nel padiglione 6. Mercoledì invece spazio al mondo
delle grappe: sarà possibile degustare ‘Bootleg’ e ‘Sotto Banco’ due linee di grappe a marchio La
Vis ed ancora ‘Notte Brasca’ una linea ottenuta dalla distillazione delle vinacce di vigneti simbolo
della Valle di Cembra, come il Valvalè (Schiava) e Vigna delle Forche (Müller Thurgau).
Operazione questa di marcata territorialità che ha voluto il coinvolgimento un giovane distillatore di
Faver, Martino Paolazzi, detto per l’appunto “Il Brasca”. Di grande interesse poi, le novità di
Cafaggio nel Pad.9: dai vini all’immagine coordinata, l’azienda si rinnova per vincere le nuove
sfide di mercato.
Nei quattro giorni già si preannuncia un largo afflusso di clienti ed agenti della nuova rete
vendita di Ethica che, per la prima volta, potranno disporre per la loro attività dell’ampio
portafoglio prodotti del Gruppo che può vantare brand del calibro di “Cesarini Sforza Spumanti”,
“La Vis”, ‘Cembra cantina di montagna’, “Dürer-Weg”, ma anche i toscani “Villa Cafaggio” e
“Poggio Morino”. Casa Girelli invece, che sviluppa il proprio business in oltre 45 Paesi del mondo,
ha già l’agenda piena di incontri con buyer delle più importanti catene distributive, stampa di settore
internazionale ed operatori del trade. Una dinamicità consolidata per l’azienda di Trento abituata a
muoversi con destrezza nei contesti internazionali più intricati per continuare a garantire quella
crescita che è prerogativa e parola d’ordine da rispettare, per risultati di bilancio come quelli
dell’ultima semestrale (con i dati delle società commerciali in costante crescita: Ethica + 30%, Casa
Girelli +11%).
Per animare il mondo degli appassionati e curiosi - molte volte anch’essi clienti viene
presentata ‘C’est La Vis Digital Contest’, un‘iniziativa per il popolo social, invitato a partecipare
ad un concorso “postando” foto sui social network con attinenza ai valori che avevano animato la
campagna pubblicitaria degli spumanti La Vis (l’amore, l’amicizia, l’ottimismo, la calma). Un’
attività partita dieci giorni prima di Vinitaly e che si concluderà a Verona con la premiazione delle
foto più votate dal pubblico della rete (per info pagina facebook: La Vis).
Nella giornata di martedì 9 aprile avrà poi luogo anche ‘La-Vis Talks: 12 minuti di futuro e
visioni direttamente dal passato’ una serie di brevi interventi tenuti da personaggi di diversa
estrazione sociale e culturale che interverranno su temi di costume, arte, cultura e vino. Un ciclo di
mini conferenze che si rifanno ai Ted Talks americani. Dalle 10.30 si alterneranno quindi figure
come Mauro Fiorese (fotografo di fama internazionale), Michele Fino (professore universitario alla
Facoltà di Scienze Gastronomiche di Pollenzo), Stefano Bencistà Falorni (titolare della storica
‘Antica Macelleria Falorni’ di Greve in Chianti) ma ci sarà spazio anche per Frate Lorenzo
Saraceno (Benedettino Camaldolese) come per il progetto ‘Emporio della Solidarietà’ della Caritas
veronese. Qui sotto la lista completa degli ospiti con il titolo degli interventi
Luciano Rappo - Bollicine a scoppio –
Giacomo Mojoli - La Grande Bellezza –
Frate Lorenzo Saraceno - Ora Et Labora –
Stefano Falorni Bencistà - Il Sapore dei Ricordi -
Giuseppe Caviola - Naturalmente…Vino Ruggero Mazzilli - Bio Sorprese –
Francesco Zinno e Giovanni Gaviraghi (Caritas Verona) - Non di solo pane… Michele Fino - Formare per crescere Mauro Fiorese - Mind map of Love –
Ma non finisce qui. Una sintesi dei contributi saranno caricati on line e diventeranno occasione per
gustare un Vinitaly diverso anche per chi magari non avrà avuto occasione di parteciparvi.
Ospite per l’intero corso della manifestazione presso lo stand lavisano, il Prosciuttificio
‘Ghirardi Onesto’ le cui specialità saranno proposte a banco dalla Hostaria da Ivan di Fontanelle di
Roccabianca, Parma, oltre ai collaudati prodotti trentini.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
328 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content