close

Enter

Log in using OpenID

AVVISO DI DEPOSITO - Uggiano La Chiesa

embedDownload
NT 50
Saccharomyces cerevisiae ibrido
Lievito per l’ottenimento di vini rossi fruttati dai tannini morbidi
ORIGINE
Ceppo NT 50 selezionato dall’Istituto della Vite e del Vino ARC Infruitec-Nietvoorbij, Stellenbosch, Sudafrica.
APPLICAZIONI
Anchor NT 50 consente la produzione di vini rossi dagli aromi da frutti rossi (fragola, lampone, ciliegia) e neri (mora,
ribes nero) e speziati, con struttura tannica morbida. Anchor NT 50 è particolarmente indicato per la vinificazione
di uve Pinot Nero, Merlot, Syrah, Cabernet Sauvignon, Nebbiolo, Sangiovese, Teroldego, Refosco. Contribuisce
all’ottenimento di aromi dalle note fruttate in Pinot Nero, accompagnate da aromi floreali in Syrah e Merlot. Perfetto
adattamento alle vinificazioni con macerazione prefermentativa a freddo. Le esigenze di azoto durante la
fermentazione sono medie.
CINETICA DI FERMENTAZIONE
l E’ un lievito vigoroso: si suggerisce di tenere la temperatura controllata
l Fattore di conversione zucchero/alcool1: 0,57 - 0,62
CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE
l Temperatura minima:
l Temperatura ottimale:
l Elevata resistenza all’alcool3:
l Osmotolleranza2:
l Resistenza alla SO2 libera:
l Produzione di schiuma:
13°C (macerazioni perfermentative a freddo)
14 - 28°C. (non superare i 30°C)
a 20°C pari a 16,5%vol
26,5°Brix / 23°Babo
50 mg/l
media
CARATTERISTICHE DEL METABOLISMO
l Produzione di glicerolo:
l Produzione di acidità volatile:
l Produzione di SO2:
l Fabbisogno al azoto:
11 - 13 g/l
generalmente inferiore a 0,30 g/l
bassa
medio
FENOTIPO
l Killer:
l Attività cinnamato decarbossilasica:
positivo
ambigua (POF+/-)
DOSAGGIO
l 30 g/hl
CONFEZIONAMENTO
Anchor NT 50 è confezionato in pacchetti sottovuoto da 1 kg. Deve essere conservato in
un locale fresco (5 - 15°C), asciutto e sigillato nell’imballaggio originale.
1. Il fattore di conversione degli zuccheri (°Brix) in alcol (% v/v) dipende dalla concentrazione di zuccheri nel mosto,
dagli zuccheri residui a fine fermentazione, dalla temperatura di fermentazione ed infine dal tipo di fermentino.
2. L’osmotolleranza è definita come la massima concentrazione zuccherina che il lievito riesce a fermentare
completamente, se usato secondo le indicazioni relative alla conduzione delle fasi di reidratazione, inoculo e
fermentazione proposte da Anchor.
3. La tolleranza all’alcol dipende dalla temperature di fermentazione. Più è alta la temperatura di fermentazione
più è alto l’effetto di tossicità sulla membrana plasmatica delle cellule di lievito che comporta la conseguente
diminuzione della tolleranza all’alcol.
Ogni ragionevole sforzo è stato compiuto per assicurare che le informazioni contenute in questo documento siano accurate. Poiché le specifiche applicazioni d’uso e le
condizioni di utilizzo esulano dal nostro controllo, non forniamo alcuna garanzia o dichiarazione riguardo ai risultati ottenibili dall’utilizzatore, il quale rimane l’unico
responsabile per stabilire l’adeguatezza dei nostri prodotti ai suoi scopi specifici e la correttezza legale del loro impiego.
DISTRIBUTORE:
WINE YEAST
THE LEADING NEW WORLD WINE YEAST BRAND
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
213 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content