close

Enter

Log in using OpenID

Corazzol - Azienda ULSS 2 Feltre

embedDownload
ULSS 2 INCONTRA
I mercoledì della Salute
Titolo Sole e pelle
Relatore:dott. Annachiara Corazzol
Specialista in Dermatologia- Poliambulatorio
ULSS 2
25 giugno 2014
Aula Piccolotto-Ospedale Civile Feltre
IL SOLE
SPETTRO SOLARE
10%
40%
50%
La luce che noi vediamo, visibile, è composta da un fascio di
onde di diversa lunghezza che noi possiamo evidenziare con un
prisma o con l’arcobaleno. Esiste però una parte di onde che non
vediamo, costituita da raggi gamma,raggi X, raggi ultravioletti,
raggi infrarossi e onde radio.
L’atmosfera assorbe gran parte delle radiazioni solari,compresi
i raggi UVC,molto nocivi per l'uomo.I raggi UVB e UVA al
contrario colpiscono la superficie cutanea,determinando effetti
diversi a causa della diversa capacità di penetrazione.
OZONO
EPIDERMIDE
DERMA
IPODERMA
ERITEMATOGENI (abbronzatura ritardata):
- dopo 2-6 ore dall’esposizione determinano arrossamento, eritema
- più o meno intenso.
- dopo 2-3 giorni se continua l’esposizione al sole compare
gradualmente la tintarella.
Stimolano la sintesi di melanina, determinano un danno
cellulare al DNA che viene prontamente riparato ma a
lungo termine possono determinare la comparsa di tumori
della pelle (fotocarcinogenesi)
PIGMENTANTI (abbronzatura immediata):
- appena inizia l’esposizione al sole compare l’inscurimento
della pelle, legato all’ossidazione della melanina presente
nell’epidermide (dura poche ore).
- se l’esposizione continua viene stimolata la nuova sintesi
di melanina favorendo il prolungamento della pigmentazione
Colpiscono le fibre collagene ed elastiche, responsabili della
tonicità della pelle. A lungo termine determinano il precoce
invecchiamento cutaneo con secchezza e riduzione dell’
elasticità, aumento delle rughe, lentiggini, dilatazioni capillari e
Favoriscono l'insorgenza di tumori cutanei.
A livello dell ’epidermide
UVB
ROTTURA
MEMBRANA
CELLULARE
RADICALI
LIBERI
RADICALI
LIBERI
Attacco del
genoma
Cheratinociti
INFIAMMAZIONE
eritema, vescicolazione
MORTE
CELLULARE
DNA
MUTAZIONI
Sistemi
riparatori
TUMORI DELLA
PELLE
A livello del derma
UVA
Fotoossidazione
Elastina
Elastina ossidata
Collagene
Collagene ossidato
Derma
RADICALI
LIBERI
INVECCHIAMENTO
CUTANEO PRECOCE
Pelle e raggi Uv
La nostra pelle quando viene esposta al sole reagisce
all’azione dei raggi UV producendo melanina e quindi
intensificando il suo colore
(abbronzatura).
La melanina svolge dunque la funzione di protezione dalle
radiazioni UV oltre a contribuire a definire
il colore della cute.
8
L'impatto dei raggi Uv ha effetti diversi sulla pelle perché ognuno di no
Pigmentazione genetica
Fototipi di pelle
I fototipi di pelle che vanno dall’I al IV appartengono alla razza cauca
Il fototipo V appartiene alla razza mongolica o del Medio Oriente Asia
tipico razza negroide dell’Africa e dell’America.
9
ESEMPI DI FOTOTIPO
1°
2°
3°
4°
5°
Il FOTOTIPO
Indica il modo in cui la pelle reagisce ai raggi solari.
Identificare il proprio fototipo è importante per potersi
esporre al sole in modo più sicuro.
FOTOTIPO
DI CHE COLORE SONO I TUOI CAPELLI ?
- rossi
0
- castani
2
- biondi
1
- neri
3
QUAL E’ IL COLORE DEI TUOI OCCHI ?
- azzurro-verde
0
- marrone chiaro
2
- marrone scuro
3
DI CHE COLORE E’ LA TUA PELLE ?
- bianca-lentigginosa 0
- chiara
1
- scura-olivastra 3
- moderatamente scura 2
- nera
4
HAI LE LENTIGGINI ?
- si
0
- poche 1
- no
2
AL SOLE TI CAPITA DI SCOTTARTI ?
- sempre 0
- raramente 2
- a volte, se non mi proteggo abbastanza 1
- mai 3
TI ABBRONZI FACILMENTE ?
- non mi abbronzo mai
0
- sì, nel giro di qualche giorno 2
- dopo molto tempo e con fatica 1
- acquisto subito colore 3
FOTOTIPO I
(hai totalizzato solo 1 punto)
Capelli rossi, occhi azzurri, pelle chiarissima:
si scotta sempre e non si abbronza mai
La tua pelle ha pochissime difese naturali contro il sole,
quindi devi porre estrema attenzione alla protezione:
maglietta, cappello, occhiali, ombrellone e creme solari
ad altissima protezione.
FOTOTIPO II
(da 2 a 7 punti)
Capelli biondi, occhi azzurri, pelle chiara:
si scotta sempre e si abbronza poco.
Devi esporti al sole con cautela ed in modo graduale
ed usare sempre prodotti ad altissima fotoprotezione.
FOTOTIPO III
(da 8 a 12 punti)
Capelli ed occhi castani, pelle chiara:
si scotta moderatamente e si abbronza gradualmente.
Nei primi giorni di esposizione usa un prodotto solare ad
alta protezione. In seguito puoi ridurre il fattore di
protezione
FOTOTIPO IV
(13-14 punti)
Capelli ed occhi bruni, pelle olivastra:
si scotta poco e si abbronza sempre e con rapidità.
Anche se non ti scotti fai attenzione ai raggi ultravioletti:
in grande quantità possono causare danni alla pelle, anche
se già abbronzata.
(oltre 14 punti)
FOTOTIPO V
Capelli, occhi e pelle scura:
raramente si scotta e si abbronza intensamente e con facilità
FOTOTIPO VI
Capelli, occhi e pelle nera:
non si scotta mai, è sempre intensamente pigmentato
COME COMPORTARSI
AL SOLE:
EVITARE DI ESPORSI AL SOLE NELLE ORE PIU’ CALDE:
tra le 11 e le 15 i raggi solari sono diretti e il loro potere aggressivo è
massimo. Il 50 % dei raggi UV di una giornata sono emessi
tra le 11 e le 15.
ESPORSI AL SOLE IN MODO GRADUALE E
PROGRESSIVO: evitare le esposizioni brevi e intense
18
COME COMPORTARSI
AL SOLE:
NON ESPORRE MAI AL SOLE DIRETTO
I NEONATI
E CON MOLTA CAUTELA I BAMBINI
19
COME COMPORTARSI
AL SOLE:
ATTENZIONE ALLE
SUPERFICI RIFLETTENTI:
acqua, sabbia, neve
ATTENZIONE AL VENTO:
toglie la sensazione di calore
20
ATTENZIONE AD ESPORSI IN MONTAGNA:
l’intensità delle radiazioni aumenta con l’altitudine
21
FOTOPROTEZIONE “ARTIFICIALE”
con prodotti solari
- CHIMICI (prodotti filtro): assorbono un intervallo più o meno esteso
di radiazioni (ac. paraminobenzoico, benzofenoni, metossi-cinnamati….)
- FISICI (prodotti barriera): formazioni opache contenenti sostanze che
riflettono completamente le radiazioni (ossido di zinco,biossido di
titanio…)
con indumenti e occhiali schermanti Uvb e Uva
Regole per il buon utilizzo dei prodotti solari
•
•
•
•
•
Usare indici più alti per i primi giorni
Applicare il prodotto circa 30’ prima
dell’esposizione
Riapplicare il prodotto ogni 2 ore circa,
e sempre dopo il bagno (può essere
tolto dall’ asciugamano)
La riapplicazione non è un’alternativa a
un basso valore
Continuare ad usare i solari anche
quando si è già abbronzati (rischio UV-A ma
anche UV-B)
CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO SOLARE IDEALE
•
•
•
•
•
Innocuità: non tossico, non
sensibilizzante
Cosmetologicamente gradevole
Filtro: stabilità alla luce ed al calore
Resistenza all’acqua e al sudore
Protezione completa UV A e UV B
CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO SOLARE IDEALE
Lo SCOPO di un prodotto di protezione solare
non è quello di aumentare il numero totale di ore
di esposizione, ma di permettere un’esposizione
ragionevole senza rischi o meglio con un rischio
ragionevole.
IL PRODOTTO FOTOPROTETTIVO IDEALE
DEVE:
•
Attenuare in modo equilibrato tutte le
componenti dello spettro UV:
non modificare la qualità delle radiazioni
ma solo l’intensità.
Veicolare anche molecole in grado di aiutare
i sistemi di riparazione naturali
ASSUNZIONE CON LA DIETA DI ESTRATTI VEGETALI E
VITAMINE per proteggersi dall’azione nociva delle radiazioni solari e
dai radicali liberi : vit. E, beta-carotene, vit. A, Polipodium Leucotomos
ecc.
Licopene
Resveratrolo
Beta
carotene
Acido Ascorbico
-3
polyunsaturated fatty acids
(PUFA)
Cacao
Bioflavonoidi
Genisteina
AUMENTANO I DANNI:
•
•
•
•
lunghe esposizioni
presenza di superfici riflettenti (neve, sabbia, acqua)
esposizioni brevi ed intense (ai tropici, in alta montagna)
radiazioni dirette (ore centrali della giornata, mesi estivi)
AUMENTANO I BENEFICI:
• esposizione graduale al sole
• utilizzo di schermi solari adatti al proprio fototipo e alle
• uso di occhiali da sole e cappello
LE LESIONI ATTINICHE (o
solari)
1. CHERATOSI ATTINICHE
2. CARCINOMI BASO E SQUAMOCELLULARI
3. MELANOMI
LE DISCHERATOSI ATTINICHE
I CARCINOMI BASO E SQUAMO CELLULARI
IL MELANOMA
L’INVECCHIAMENTO CUTANEO
Grazie per l'attenzione!
Il presente materiale è disponibile on
line nel sito:
www.ulssfeltre.veneto.it
www.ulssfeltre.veneto.it
E
Nella
cittadini
Nella voce:
voce: cittadini
Pagina:i imercoledì
mercoledì della
Pagina:
dellasalute
salute
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
4 553 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content